L edilizia a consumo quasi zero in Lombardia Nearly zero-energy buildings in Lombardy

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L edilizia a consumo quasi zero in Lombardia Nearly zero-energy buildings in Lombardy"

Transcript

1 1 LOMBARDIA + Nearly zero-energy buildings in Lombardy L ATTIVITÀ DI ACCERTAMENTO A GARANZIA DELLA QUALITÀ DEL SISTEMA DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI: BILANCIO DELLA CAMPAGNA Relatore: Ivan MOZZI Area Edilizia Sostenibile CESTEC SPA Brescia 11 dicembre 2012

2 2 L ATTIVITÀ DI ACCERTAMENTO COME STRUMENTO DI GARANZIA DEL RISPETTO DELLE REGOLE LA REDAZIONE DI UN ACE DOVREBBE ESSERE ISPIRATA DA PRINCIPI ETICI DI LEALTÀ E DI CORRETTEZZA NEI CONFRONTI DEL COMMITTENTE E DEGLI ALTRI SOGGETTI CERTIFICATORI LA MISURA DEL COMPENSO DEVE ESSERE ADEGUATA ALL IMPORTANZA DELL OPERA E AL DECORO DELLA PROFESSIONE (RIF. ART C.C.)

3 3 ACCERTAMENTO DELLE INFRAZIONI E IRROGAZIONE DELLE SANZIONI Legge Regionale 11 dicembre 2006, N. 24 Norme per la prevenzione e la riduzione in atmosfera a tutela della salute e dell ambiente (BURL n suppl. ord. del 13 Dicembre 2006) COMMA 17 NONIES (ART. 27) L ACCERTAMENTO DELLE INFRAZIONI E L IRROGAZIONE DELLE SANZIONI DI CUI AI COMMI 17 BIS, 17 QUINQUIES E 17 SEXIES, COMPETONO ALLA REGIONE CHE ESERCITA TALI FUNZIONI TRAMITE CESTEC S.P.A (*) Comma 17 bis Il soggetto certificatore accreditato che redige l'attestato di certificazione energetica degli edifici in modo non conforme alle modalità individuate dalla Giunta regionale ai sensi degli articoli 9, comma 1, lettera a), e 25, comma 1 [ ] da 500,00 a 2 mila Comma 17 quinquies L'alienante a titolo oneroso che non ottempera all obbligo di cui all articolo 25, comma 4 bis da 5 mila a 20 mila Comma 17 sexies Il locatore che, a decorrere dal 1 luglio 2010, non ottempera all obbligo di cui all articolo 25, comma 4 ter da 2.500,00 a 10 mila (*) a partire dal subentra ARPA

4 ITER DELLA PROCEDURA DI ACCERTAMENTO 4 ACE Invio mail 1. Soggetto Certificatore 2. Proprietario 3. Ispettore Revoca del procedimento Annullamento ACE NO + Audizione Archiviazione - EFFETTUATO Scritti difensivi SI Estrazione Programmazione sopralluoghi Avvio del procedimento Sopralluogo Definizione esito - Sanzione (misura ridotta) Sospensione/cancellazione Soggetto certificatore Annullamento ACE Ingiunzione pagamento (misura piena) Iscrizione a ruolo Riscossione forzata + Atti di trasferimento Invio mail Differimento/ Cambio proprietà Archiviazione GIORNI 30 GIORNI 60 GIORNI 30 GIORNI

5 5 ACCERTAMENTI ACE: PARAMETRI OGGETTO DI VERIFICA AL FINE DI VALUTARE LA CONFORMITÀ DELL ACE SOTTOPOSTO AD ACCERTAMENTO VIENE RILEVATA, IN FASE DI SOPRALLUOGO, UNA SERIE DI GRANDEZZE COSÌ CHE QUESTE POSSANO SUCCESSIVAMENTE ESSERE CONFRONTATE CON QUELLE DEPOSITATE DAL SOGGETTO CERTIFICATORE NEL CATASTO ENERGETICO EDIFICI REGIONALE. I DATI OGGETTO DI RILIEVO POSSONO ESSERE SUDDIVISI IN TRE MACROCATEGORIE: 1 DATI DEFINITI DA UN VALORE NUMERICO (RIF. TAB. 1 D.D.U.O. 9 GENNAIO N. 33 E S.M.I.); 2 DATI DERIVANTI DA PARAMETRI TABULATI (RIF. TAB. 2 D.D.U.O. 9 GENNAIO N. 33 E S.M.I.); 3 DATI ARBITRARI (RIF. TAB. 3 D.D.U.O. 9 GENNAIO N. 33 E S.M.I.).

6 6 ACCERTAMENTI ACE: PARAMETRI OGGETTO DI VERIFICA DATI DEFINITI DA UN VALORE NUMERICO (RIF. TAB. 1 D.D.U.O. 9 GENNAIO N. 33 E S.M.I.);

7 7 ACCERTAMENTI ACE: PARAMETRI OGGETTO DI VERIFICA DATI DEFINITI DA UN VALORE TABULATO (RIF. TAB. 2 D.D.U.O. 9 GENNAIO N. 33 E S.M.I.); DATI ARBITRARI (RIF. TAB. 3 D.D.U.O. 9 GENNAIO N. 33 E S.M.I.);

8 8 ACCERTAMENTI ACE: VALUTAZIONE DEI PARAMETRI OGGETTO DI VERIFICA MODALITÀ DI VERIFICA DEI DATI DEFINITI DA VALORE NUMERICO VIENE EFFETTUATO UN CONFRONTO TRA IL DATO DEPOSITATO DAL SOGGETTO CERTIFICATORE NEL CATASTO ENERGETICO EDIFICI REGIONALE E QUELLO ACQUISITO DALL ISPETTORE IN FASE DI SOPRALLUOGO. AD ENTRAMBE LE MISURE VIENE APPLICATO UN VALORE DI TOLLERANZA (RIF. TAB. 4 D.D.U.O. 9 GENNAIO N. 33 E S.M.I.); L ESITO SI RITIENE POSITIVO QUALORA SI VERIFICHINO CONTEMPORANEAMENTE LE DUE CONDIZIONI SEGUENTI: VALORE RILEVATO * (1+TOLLERANZA ISPETTORE ) VALORE DICHIARATO * (1-TOLLERANZA CERTIFICATORE ) VALORE RILEVATO * (1-TOLLERANZA ISPETTORE ) VALORE DICHIARATO * (1+TOLLERANZA CERTIFICATORE ) SOGGETTO CERTIFICATORE ISPETTORE V D * (1-T c ) V R * (1-T I ) V D V D * (1+T c ) ESITO POSITIVO V I V R * (1+T I )

9 9 ACCERTAMENTI ACE: VALUTAZIONE DEI DATI OGGETTO DI VERIFICA MODALITÀ DI VERIFICA DEI DATI TABULATI ALCUNI DATI RIPORTATI NELLA PROCEDURA DI CALCOLO DI CUI ALL ALLEGATO E ALLA DGR N. VIII/5018 E S.M.I., SONO PREDEFINITI E TABULATI. PER QUESTI DATI L ESITO DEL CONTROLLO DI INTENDE POSITIVO SE IL VALORE DICHIARATO DAL SOGGETTO CERTIFICATORE E QUELLO RILEVATO IN FASE DI SOPRALLUOGO COINCIDONO, DIVERSAMENTE L ESITO SI INTENDE NEGATIVO VALORE DICHIARATO = VALORE RILEVATO ESITO POSITIVO VALORE DICHIARATO VALORE RILEVATO ESITO NEGATIVO

10 10 ACCERTAMENTI ACE: VALUTAZIONE DEI PARAMETRI OGGETTO DI VERIFICA MODALITÀ DI VERIFICA DEI DATI ARBITRARI È PREVISTA LA VALUTAZIONE DA PARTE DELL ISPETTORE CIRCA LA COERENZA O MENO DEL DATO INDICATO DAL SOGGETTO CERTIFICATORE E DEPOSITATO NEL CATASTO ENERGETICO EDIFICI REGIONALE. SE IL VALORE DICHIARATO DAL SOGGETTO CERTIFICATORE È COERENTE CON QUELLO RILEVATO DALL ISPETTORE LA VERIFICA SI INTENDE POSITIVA, DIVERSAMENTE LA VERIFICA SI INTENDE NEGATIVA. VALORE DICHIARATO SE COERENTE VALORE RILEVATO ESITO POSITIVO VALORE DICHIARATO SE NON COERENTE VALORE RILEVATO ESITO NEGATIVO

11 ACCERTAMENTI ACE: VALUTAZIONE ESITO 11 LA DEFINIZIONE DELLA FUNZIONE PENALITÀ AFFINCHÉ L ESITO DELL ACCERTAMENTO POSSA CONSIDERARSI POSITIVO È NECESSARIO CHE IL VALORE DELLA FUNZIONE PENALITÀ CALCOLATA SIA MINORE DI 20, DIVERSAMENTE L ESITO È DA RITENERSI NEGATIVO. F.P. < 20 ESITO POSITIVO F.P. = i e i p i DOVE: F.P. 20 ESITO NEGATIVO e i ESITO DEL CONTROLLO SULL I-ESIMA GRANDEZZA: e i = 0 SE ESITO CONTROLLO GRANDEZZA POSITIVO e i = 1 SE ESITO CONTROLLO GRANDEZZA NEGATIVO p i PESO RELATIVO ALL ERRORE RIFERITO ALL I-ESIMA GRANDEZZA (RIF. TAB. 5, 6 E 7 D.D.U.O. 9 GENNAIO N. 33 E S.M.I.).

12 ACCERTAMENTI ACE: VALUTAZIONE ESITO 12 PESI RELATIVI AD ERRORI COMMESSI DAL SOGGETTO CERTIFICATORE (RIF. TAB. 5 D.D.U.O. 9 GENNAIO N. 33 E S.M.I.);

13 ACCERTAMENTI ACE: VALUTAZIONE ESITO 13 PESI RELATIVI AD ERRORI COMMESSI DAL SOGGETTO CERTIFICATORE (RIF. TAB. 6 E 7 D.D.U.O. 9 GENNAIO N. 33 E S.M.I.);

14 ACCERTAMENTI ACE: VALUTAZIONE ESITO 14 LA DEFINIZIONE DELL ESITO L ESITO DELL ACCERTAMENTO SI DEFINISCE POSITIVO SE SI VERIFICANO CONTEMPORANEAMENTE LE SEGUENTI CONDIZIONI: FUNZIONE PENALITÀ (F.P.) < 20 PUNTI; SUPERFICIE UTILE DICHIARATA < (1+0,15) SUPERFICIE UTILE RILEVATA VOLUME NETTO DICHIARATO > (1-0,15) VOLUME NETTO RILEVATO SUPERFICIE SOLARE FOTOVOLTAICO DICHIARATO < (1+0,15) SUPERFICIE SOLARE FOTOVOLTAICO RILEVATA SOLO NEL CASO IN CUI IL GENERATORE DI CALORE SERVA LA SOLA VOLUMETRIA OGGETTO DI ACCERTAMENTO, SI AGGIUNGONO: POTENZA TERMICA NOMINALE AL FOCOLARE DICHIARATO > (1-0,30) POTENZA TERMICA NOMINALE AL FOCOLARE RILEVATA COP / GUE MENSILE DICHIARATO < (1+0,30) COP / GUE MENSILE RILEVATA

15 15 ACCERTAMENTI ATTI E CONTRATTI: VALUTAZIONE ESITO LA DEFINIZIONE DELL ESITO RIFERITO AGLI ACCERTAMENTI CONDOTTI SUGLI ATTI DI TRASFERIMENTO PER GLI ACCERTAMENTI CONDOTTI SUGLI ATTI DI TRASFERIMENTO A TITOLO ONEROSO DI EDIFICI O SINGOLE UNITÀ IMMOBILIARI AI QUALI NON È STATO ALLEGATO L ACE, L ACCERTAMENTO SI INTENDE NEGATIVO SE, A SEGUITO DEL SOPRALLUOGO, SI EVINCE CHE L EDIFICIO AL MOMENTO DELLA STIPULA DELL ATTO ERA DOTATO DI IMPIANTO TERMICO. DIVERSAMENTE L ESITO È DA RITENERSI POSITIVO. LA DEFINIZIONE DELL ESITO RIFERITO AGLI ACCERTAMENTI CONDOTTI SUI CONTRATTI DI LOCAZIONE PER GLI ACCERTAMENTI CONDOTTI SUI CONTRATTI DI LOCAZIONE REGISTRATI A PARTIRE DAL 1 LUGLIO 2010, L ACCERTAMENTO SI INTENDE NEGATIVO SE L ACE RIFERITO ALL OGGETTO DELLA LOCAZIONE È STATO DEPOSITATO NEL CATASTO ENERGETICO EDIFICI REGIONALE IN DATA SUCCESSIVA ALLA STIPULA DEL CONTRATTO, OPPURE SE L ACE RIFERITO ALL OGGETTO DELLA LOCAZIONE NON È STATO DEPOSITATO NEL CATASTO ENERGETICO EDIFICI REGIONALE. DIVERSAMENTE L ACCERTAMENTO È DA INTENDERSI POSITIVO.

16 ACCERTAMENTI EFFETTUATI DA CESTEC 16 APRILE DICEMBRE CAMPAGNE DI ACCERTAMENTO AVVIATE 153 ACCERTAMENTI EFFETTUATI 4% 18% 78% CONTRATTI LOCAZIONE ATTI TRASFERIMENTO ACE

17 17 ACCERTAMENTI CONDOTTI DA CESTEC: ESITI 1 CAMPAGNA ACE ATTI TRASFERIMENTO CONTRATTI LOCAZIONE NEGATIVO POSITIVO SOSPESO

18 18 ACCERTAMENTI CONDOTTI DA CESTEC: ESITI 1 CAMPAGNA I GRAFICI SOTTO RIPORTATI MOSTRANO LA RIPARTIZIONE IN PERCENTUALE DEGLI ESITI DEGLI ACCERTAMENTI EFFETTUATI SUGLI ACE ESTRATTI IN CONFORMITÀ ALLA PROCEDURA DI CUI AL D.D.U.O. 9 GENNAIO N. 33 E S.M.I. E QUELLI INDIVIDUATI SULLA BASE DI SEGNALAZIONI PERVENUTE Esiti ACE estratti 8% Esiti ACE segnalati 39% 35% 53% 65% NEGATIVO POSITIVO SOSPESO

19 19 ACCERTAMENTI CONDOTTI DA CESTEC: ESITI 1 CAMPAGNA L ISTOGRAMMA SOTTO RIPORTATO MOSTRA PER CIASCUN ACE OGGETTO DI ACCERTAMENTO IL VALORE DEL FATTORE PENALITÀ CALCOLATO SECONDO QUANTO SANCITO DAL D.D.U.O. 9 GENNAIO N. 33 E S.M.I.. 90 ACE SEGNALATI ACE ESTRATTI FP ACCERTAMENTI EFFETTUATI

20 20 Grazie per l attenzione

IL SISTEMA DEI CONTROLLI DEGLI ACE DEPOSITATI PRESSO IL CATASTO ENERGETICO REGIONALE DDG N DEL 15 DICEMBRE 2009

IL SISTEMA DEI CONTROLLI DEGLI ACE DEPOSITATI PRESSO IL CATASTO ENERGETICO REGIONALE DDG N DEL 15 DICEMBRE 2009 SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO CENED IL SISTEMA DEI CONTROLLI DEGLI ACE DEPOSITATI PRESSO IL CATASTO ENERGETICO REGIONALE DDG N. 14009 DEL 15 DICEMBRE 2009 27 gennaio 2010 PAVIA DGR VIII/5018 e smi LR n. 10/2009

Dettagli

DECRETO N. 745 DATA 02/04/2015

DECRETO N. 745 DATA 02/04/2015 SCHEMA N.... NP/7499 DEL PROT. ANNO... 2015 OGGETTO : Approvazione ai sensi dell'art.19 del R.R. 6/3/2015 n.1 dell'elenco dei dati oggetto di verifica degli APE, la valutazione dei dati stessi e la definizione

Dettagli

PREMESSA 2 2 CAMPO DI APPLICAZIONE DEI CONTROLLI 2 3 MODALITÀ DIINDIVIDUAZIONE DEL CAMPIONE SOGGETTO A CONTROLLO 2

PREMESSA 2 2 CAMPO DI APPLICAZIONE DEI CONTROLLI 2 3 MODALITÀ DIINDIVIDUAZIONE DEL CAMPIONE SOGGETTO A CONTROLLO 2 Procedura operativa per I realizzazione dei controlli sulla conformità degli attestati di certificazione energetica redatti ai sensi della dgr 5018/007 e successive mod ch " PREMESSA CAMPO DI APPLICAZIONE

Dettagli

Recupero di edifici tradizionali ed efficienza energetica. Un difficile compromesso

Recupero di edifici tradizionali ed efficienza energetica. Un difficile compromesso Corso di formazione per progettisti Recupero di edifici tradizionali ed efficienza energetica. Un difficile compromesso L evoluzione della normativa in materia di efficienza e certificazione energetica

Dettagli

Disposizioni per l efficienza energetica in Regione Lombardia. Ing. Francesca Baragiola Milano, 27 maggio 2009

Disposizioni per l efficienza energetica in Regione Lombardia. Ing. Francesca Baragiola Milano, 27 maggio 2009 Disposizioni per l efficienza energetica in Regione Lombardia Ing. Francesca Baragiola Milano, 27 maggio 2009 FINALITÀ DELLA DGR VIII/8745 Attuare il risparmio energetico; Promuovere l uso razionale dell

Dettagli

Regione Lombardia. Giunta regionale. Delibera 24 novembre 2011, n.9/2555. Bollettino Ufficiale Regionale 30 novembre 2011, n.48

Regione Lombardia. Giunta regionale. Delibera 24 novembre 2011, n.9/2555. Bollettino Ufficiale Regionale 30 novembre 2011, n.48 1 di 5 14/03/2012 9.42 Regione Lombardia Giunta regionale Delibera 24 novembre 2011, n.9/2555 Bollettino Ufficiale Regionale 30 novembre 2011, n.48 Disciplina dell'efficienza energetica in edilizia - Dichiarazione

Dettagli

ABITA - Architettura Bioecologica e Innovazione Tecnologica per l Ambiente

ABITA - Architettura Bioecologica e Innovazione Tecnologica per l Ambiente ABITA - Architettura Bioecologica e Innovazione Tecnologica per l Ambiente NEARLY ZERO ENERGY BUILDINGS e la Tecnologia dell Architettura in chiave sostenibile Ing. Giuseppina Alcamo Centro ABITA Dipartimento

Dettagli

In conformità ai principi fondamentali fissati Direttiva 2002/91/CE D.lgs. 192/05 e s.m.i. In attuazione Art. 25, L.R. n dicembre 2006

In conformità ai principi fondamentali fissati Direttiva 2002/91/CE D.lgs. 192/05 e s.m.i. In attuazione Art. 25, L.R. n dicembre 2006 Regione Lombardia D.G.R. 22 dicembre 2008 n. VIII/8745 Determinazioni in merito alle disposizioni per l efficienza energetica in edilizia e per la certificazione energetica degli edifici 1 1 FINALITÀ DELLA

Dettagli

Certificazione energetica: iter amministrativo, documenti e titoli abilitativi

Certificazione energetica: iter amministrativo, documenti e titoli abilitativi Certificazione energetica: iter amministrativo, documenti e titoli abilitativi Il DLgs 192/2005 modificato con il DLgs 311/2006 ed integrato con l approvazione del DPR 59/2009 Requisiti minimi e del DM

Dettagli

alberto carnevali - mauro morandi

alberto carnevali - mauro morandi Offerta commerciale per: ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA Ricordando che è obbligatoria E si può escludere: 1 La tariffa base richiesta ai fini di redigere l attestazione di certificazione energetica

Dettagli

ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA. Edifici non residenziali 1. INFORMAZIONI GENERALI 2. CLASSE ENERGETICA GLOBALE DELL'EDIFICIO. Edificio di classe:

ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA. Edifici non residenziali 1. INFORMAZIONI GENERALI 2. CLASSE ENERGETICA GLOBALE DELL'EDIFICIO. Edificio di classe: ATTESTATO DI ENERGETICA Edifici non residenziali 1. INFORMAZIONI GENERALI Codice certificato Validità 1 anni Riferimenti catastali edificio Nuova costruzione Passaggio di proprietà Riqualificazione energetica

Dettagli

1. Quale delle seguenti fonti energetiche non è rinnovabile?

1. Quale delle seguenti fonti energetiche non è rinnovabile? Simulazione tema d esame S_005 1. Quale delle seguenti fonti energetiche non è rinnovabile? a. energia solare; b. biomassa; c. biogas; d. gas naturale; 2. Nell Attestato di prestazione energetica di cui

Dettagli

EFFICIENZA E QUALITÀ ENERGETICA: I DATI DEL PATRIMONIO EDILIZIO CERTIFICATO

EFFICIENZA E QUALITÀ ENERGETICA: I DATI DEL PATRIMONIO EDILIZIO CERTIFICATO 1 CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DEL PROGETTO BIOCASA 2012: INNOVAZIONE, SOSTENIBILITÀ, EFFICIENZA ENERGETICA IN EDILIZIA EFFICIENZA E QUALITÀ ENERGETICA: I DATI DEL PATRIMONIO EDILIZIO CERTIFICATO

Dettagli

Comune di Casorezzo Allegato energetico al Regolamento Edilizio

Comune di Casorezzo Allegato energetico al Regolamento Edilizio Comune di Casorezzo Allegato energetico al Regolamento Edilizio Approvato con deliberazione C.C. n. 11 del 15/04/2013, esecutiva ai sensi dell art. 134 comma 3^ del D.Lgv. n. 267/2000. Pubblicato all Albo

Dettagli

GOLF CLUB LE ROBINIE. Obbligo della certificazione energetica negli atti di compravendita e contratti di affitto

GOLF CLUB LE ROBINIE. Obbligo della certificazione energetica negli atti di compravendita e contratti di affitto ANACI FULL IMMERSION Il riscaldamento condominiale e le assicurazioni Obbligo della certificazione energetica negli atti di compravendita e contratti di affitto Relatore: GOLF CLUB LE ROBINIE L Associazione

Dettagli

2. A partire dalla data di registrazione della pratica nel catasto energetico, l attestato di prestazione energetica ha una idoneità massima:

2. A partire dalla data di registrazione della pratica nel catasto energetico, l attestato di prestazione energetica ha una idoneità massima: Simulazione tema d esame S_003 1. Indicare l affermazione errata: a. la durata della stagione di raffrescamento non è costante; b. la stagione di raffrescamento è il periodo di funzionamento dell impianto

Dettagli

Pescara, 19 marzo Regione Abruzzo

Pescara, 19 marzo Regione Abruzzo Pescara, 19 marzo 2014 Regione Abruzzo Direzione Affari della Presidenza, Politiche Legislative e Comunitarie, Programmazione, Parchi, Territorio, Ambiente, Energia Servizio Politica Energetica, Qualità

Dettagli

GLI IMPIANTI A BIOMASSA LEGNOSA PER IL RISCALDAMENTO CIVILE

GLI IMPIANTI A BIOMASSA LEGNOSA PER IL RISCALDAMENTO CIVILE GLI IMPIANTI A BIOMASSA LEGNOSA PER IL RISCALDAMENTO CIVILE Regione Lombardia Direzione Generale Ambiente, Energia e Sviluppo Sostenibile Tavolo Aria 10 ottobre 2013 Unità Organizzativa Energia e Reti

Dettagli

CONTO TERMICO 2.0 VANTAGGI

CONTO TERMICO 2.0 VANTAGGI CONTO TERMICO 2.0 VANTAGGI Per snellire la compilazione della scheda domanda, il Gestore dei Servizi energetici (GSE) redige una lista di prodotti idonei con potenza termica fino a 35 kw e 50 metri quadri

Dettagli

Oggetto: Certificazione energetica degli edifici: confermata la validità degli ACE prodotti secondo le procedure regionali.

Oggetto: Certificazione energetica degli edifici: confermata la validità degli ACE prodotti secondo le procedure regionali. CIRCOLARE N. 206 Bergamo, 6 settembre 2013 ALLE IMPRESE ASSOCIATE LORO SEDI Oggetto: Certificazione energetica degli edifici: confermata la validità degli ACE prodotti secondo le procedure regionali. Il

Dettagli

92/2016 Giugno/17/2016 (*) Napoli 30 Giugno 2016

92/2016 Giugno/17/2016 (*) Napoli 30 Giugno 2016 Redazione a cura della Commissione Comunicazione del CPO di Napoli 92/2016 Giugno/17/2016 (*) Napoli 30 Giugno 2016 Con provvedimento del 1 giugno 2016, l Agenzia individua le anomalie nei dati degli studi

Dettagli

Ridurre i consumi energetici per la climatizzazione invernale e per la produzione di ACS.

Ridurre i consumi energetici per la climatizzazione invernale e per la produzione di ACS. ESIGENZA DA SODDISFARE Ridurre i consumi energetici per la climatizzazione invernale e per la produzione di ACS. CAMPO D'APPLICAZIONE Usi di cui all'art. 3, DPR 412/93 e s.m.: Tutte le destinazioni d'uso

Dettagli

LOMBARDIA + LA POLITICA PER L EFFICIENZA ENERGETICA IN EDILIZIA DI REGIONE LOMBARDIA

LOMBARDIA + LA POLITICA PER L EFFICIENZA ENERGETICA IN EDILIZIA DI REGIONE LOMBARDIA LOMBARDIA + L EDILIZIA A CONSUMO QUASI ZERO IN LOMBARDIA NEARLY ZERO-ENERGY BUILDINGS IN LOMBARDY LA POLITICA PER L EFFICIENZA ENERGETICA IN EDILIZIA DI REGIONE LOMBARDIA DOTT. MAURO FASANO Dirigente U.O.

Dettagli

Entro 5 gg. dalla. contestazione o dalla notifica, Nuovo Max.

Entro 5 gg. dalla. contestazione o dalla notifica, Nuovo Max. Comma Massimo, per violazioni commesse di notte: al al 1/2 del 6 12 169,00 679,00 169,00 680,00 118,30 340,00 225,33 906,67 157,73 453,33 6 12 422,00 1.695,00 422,00 1.697,00 295,40 848,50 562,67 2.262,67

Dettagli

(G.U. 1 febbraio 2007, n. 26) Art. 1. Modifiche all'articolo 3 del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192

(G.U. 1 febbraio 2007, n. 26) Art. 1. Modifiche all'articolo 3 del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192 Decreto legislativo 29 dicembre 2006, n. 311 Disposizioni correttive ed integrative al decreto legislativo n. 192 del 2005, recante attuazione della direttiva 2002/91/CE, relativa al rendimento energetico

Dettagli

1) Modalità di adesione

1) Modalità di adesione ALLEGATO Circolare esplicativa per l attuazione dell autorizzazione generale relativa all attività di essiccazione di materiali vegetali presso aziende agricole adottata con decreto n. 5624 del 28/06/2013.

Dettagli

COMUNE DI ROVIGO REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO ISPETTIVO

COMUNE DI ROVIGO REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO ISPETTIVO COMUNE DI ROVIGO REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO ISPETTIVO 1 ART.1 Composizione del Servizio Ispettivo 1. Il presente regolamento disciplina le modalità di funzionamento del Servizio Ispettivo,

Dettagli

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi Circolare n. 27/16 recante l individuazione dei termini e delle unità organizzative responsabili dei

Dettagli

LE OPERAZIONI STRAORDINARIE. La fusione d azienda

LE OPERAZIONI STRAORDINARIE. La fusione d azienda LE OPERAZIONI STRAORDINARIE La fusione d azienda FUSIONE AZIENDALE La fusione è regolata da diciannove articoli del Codice Civile L art. 2501 c.c. sancisce: dall art. 2501 all art. 2505 quater La fusione

Dettagli

La disciplina regionale per l efficienza energetica degli edifici

La disciplina regionale per l efficienza energetica degli edifici La disciplina regionale per l efficienza energetica degli edifici Deliberazione di Giunta Regionale N. VIII/8745 del 22 dicembre 20082 Alice Tura REGIONE LOMBARDIA DG Reti, Servizi di Pubblica Utilità

Dettagli

Università Commerciale Luigi Bocconi. EFFICIENZA ENERGETICA IN ITALIA L azione del Ministero dello sviluppo economico (II)

Università Commerciale Luigi Bocconi. EFFICIENZA ENERGETICA IN ITALIA L azione del Ministero dello sviluppo economico (II) FONDAZIONE PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE Università Commerciale Luigi Bocconi federcasa EFFICIENZA ENERGETICA IN ITALIA L azione del (II) Bentornata efficienza energetica Roberto MONETA Milano, 13 dicembre

Dettagli

IL DIRIGENTE GENERALE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE DELL ENERGIA

IL DIRIGENTE GENERALE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE DELL ENERGIA Assessorato dell Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità DECRETO 3 marzo 2011 (G.U.R.S. n. 13 del 25 marzo 2011) Disposizioni in materia di certificazione energetica degli edifici nel territorio della

Dettagli

Il chimico Certificatore energetico in edilizia

Il chimico Certificatore energetico in edilizia Il chimico Certificatore energetico in edilizia CERTIFICAZIONE ENERGETICA La certificazione energetica degli edifici è uno strumento voluto dalla Direttiva 2002/91/CE e prescritto dal DLgs 192/05 per introdurre

Dettagli

Dato atto che, non comportando impegno di spesa o diminuzione di entrata, sulla presente proposta non occorre il parere contabile di cui all art.

Dato atto che, non comportando impegno di spesa o diminuzione di entrata, sulla presente proposta non occorre il parere contabile di cui all art. Deliberazione di GC di proposta al CC VARIANTE PARZIALE AL PIANO DEI SERVIZI ED AL PIANO DELLE REGOLE DEL PGT VIGENTE RELATIVA A: INDIVIDUAZIONE DI AREE A PLIS; RICLASSIFICAZIONE DI AREE SISTEMA PRODUTTIVE

Dettagli

Il DDL regionale in materia di rendimento energetico degli edifici

Il DDL regionale in materia di rendimento energetico degli edifici Efficienza energetica e soluzioni impiantistiche innovative Centro Ricerche ENEA Saluggia 28.9.2006 Il DDL regionale in materia di rendimento energetico degli edifici Dott.ssa Annamaria CLINCO Ing. Mauro

Dettagli

RISOLUZIONE N. 17/E. Roma, 16 febbraio 2015

RISOLUZIONE N. 17/E. Roma, 16 febbraio 2015 RISOLUZIONE N. 17/E Direzione Centrale Normativa Roma, 16 febbraio 2015 OGGETTO: Interpello - Cessione dal Comune agli assegnatari degli alloggi, di aree già concesse in diritto di superficie Applicabilità

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI

EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI Dalle ispezioni degli impianti termici civili all Audit energetico: l approccio globale per l efficienza energetica Antonella Balasso Sala Affreschi Palazzo Isimbardi

Dettagli

1/6 1 - DATI GENERALI INTERVENTO. Titolare (cognome e nome, ragione sociale) Tipo procedimento Perm. di costruire si DIA / SUPERDIA.

1/6 1 - DATI GENERALI INTERVENTO. Titolare (cognome e nome, ragione sociale) Tipo procedimento Perm. di costruire si DIA / SUPERDIA. COMUNE DI MILANO Direzione Centrale Sviluppo del Territorio Settore Sportello Unico per l Edilizia Servizio Monitoraggio del Territorio e Condono Ufficio Contenimento Risorse Energetiche in edilizia Modello

Dettagli

LINEE GUIDA AI CONTENUTI DEGLI ANNUNCI IMMOBILIARI SULLA PRESTAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

LINEE GUIDA AI CONTENUTI DEGLI ANNUNCI IMMOBILIARI SULLA PRESTAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI SSOCIAZIONE NAZIONALE STAMPA PERDIODICA ANNUNCI ECONOMICI GRATUITI http://www.anspaeg.it LINEE GUIDA AI CONTENUTI DEGLI ANNUNCI IMMOBILIARI SULLA PRESTAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI Testo redatto a cura

Dettagli

Corso XXV Aprile, Sondrio tel fax

Corso XXV Aprile, Sondrio tel fax PROVINCIA DI SONDRIO Corso XXV Aprile, 22-23100 Sondrio tel. 0342 531111 fax 0342 210217 Informazioni : Porro Manuela c/o Sportello Cestec - Punti Energia Via Trieste, 8-23100 Sondrio Tel. 0342/531640

Dettagli

Comune di Siena SERVIZIO EDIFICI STORICI E SPECIALI

Comune di Siena SERVIZIO EDIFICI STORICI E SPECIALI Comune di Siena SERVIZIO EDIFICI STORICI E SPECIALI ATTO DIRIGENZIALE N 1955 DEL11/12/2015 OGGETTO: INCARICO PROFESSIONALE PER LA PREDISPOSIZIONE DI UN PROGETTO DI PREVENZIONE INCENDI, LA PROGETTAZIONE

Dettagli

Azioni finalizzate alla lotta all evasione dei tributi La partecipazione dei Comuni all accertamento dei tributi erariali

Azioni finalizzate alla lotta all evasione dei tributi La partecipazione dei Comuni all accertamento dei tributi erariali Convenzione tra Regione Siciliana (Dipartimento Istruzione e Formazione Professionale) e FormezPA POR FSE 2007-2013 - Regione Siciliana - Asse VII - Capacità Istituzionale Progetto: AZIONI DI SISTEMA PER

Dettagli

I D O T N IA P 4 1 I IM

I D O T N IA P 4 1 I IM IL NUOVO LIBRETTO DI IMPIANTO DI REGIONE LOMBARDIA Milano 3 giugno 2014 Regione Lombardia Direzione Generale Ambiente, Energia e Sviluppo Sostenibile Unità Organizzativa Energia e Reti Tecnologiche Finlombarda

Dettagli

Pubblicazione sul sito internet del provvedimento 19 aprile 2011 concernente l'attribuzione della rendita presunta (11A05492)

Pubblicazione sul sito internet del provvedimento 19 aprile 2011 concernente l'attribuzione della rendita presunta (11A05492) Agenzia del Territorio COMUNICATO Pubblicazione sul sito internet del provvedimento 19 aprile 2011 concernente l'attribuzione della rendita presunta (11A05492) (GU n. 96 del 27-4-2011 ) Si rende noto che

Dettagli

CITTA DI VERBANIA Provincia del Verbano Cusio Ossola Dipartimento Servizi Territoriali

CITTA DI VERBANIA Provincia del Verbano Cusio Ossola Dipartimento Servizi Territoriali CITTA DI VERBANIA Provincia del Verbano Cusio Ossola Dipartimento Servizi Territoriali INDIRIZZI APPLICATIVI SUL MIGLIORAMENTO DEL RENDIMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI 1. Inquadramento normativo La recente

Dettagli

DECRETO N. 148 Del 12/01/2017

DECRETO N. 148 Del 12/01/2017 DECRETO N. 148 Del 12/01/2017 Identificativo Atto n. 7 DIREZIONE GENERALE AMBIENTE, ENERGIA E SVILUPPO SOSTENIBILE Oggetto PRONUNCIA DI COMPATIBILITA' AMBIENTALE, AI SENSI DEL D.LGS. 152/2006 E DELLA L.R.

Dettagli

COMUNE DI NERVIANO. Regolamento per l applicazione delle sanzioni amministrative relative alle violazioni di: Regolamenti ed Ordinanze Comunali.

COMUNE DI NERVIANO. Regolamento per l applicazione delle sanzioni amministrative relative alle violazioni di: Regolamenti ed Ordinanze Comunali. COMUNE DI NERVIANO Regolamento per l applicazione delle sanzioni amministrative relative alle violazioni di: Regolamenti ed Ordinanze Comunali. INDICE Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art.

Dettagli

CONTO TERMICO 2.0 VANTAGGI

CONTO TERMICO 2.0 VANTAGGI CONTO TERMICO 2.0 VANTAGGI Per snellire la compilazione della scheda domanda, il Gestore dei Servizi energetici (GSE) redige una lista di prodotti idonei con potenza termica fino a 35 kw e 50 metri quadri

Dettagli

CODICE FISCALE. Imposte. Estratto distribuito da Biblet

CODICE FISCALE. Imposte.  Estratto distribuito da Biblet www.sistemafrizzera24.it CODICE FISCALE frizzera Supplemento a «Guida Pratica» n. 2/2012 aprile 2012 Poste Italiane - Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 conv. con L. 46/2004, art. 1, c. 1, DCB Milano Imposte

Dettagli

art. 1 oggetto e finalità

art. 1 oggetto e finalità Regolamento per la concessione di finanziamenti in conto capitale di cui all articolo 10, commi da 44 a 50 della legge regionale 30 dicembre 2008, n. 17 (Legge finanziaria 2009), per la realizzazione di

Dettagli

TUTORIAL compilativo ATTESTATO ENERGETICO on-line. Rev.0

TUTORIAL compilativo ATTESTATO ENERGETICO on-line. Rev.0 TUTORIAL compilativo ATTESTATO ENERGETICO on-line Rev.0 1 PREMESSA Le procedure per l avvio della certificazione, la compilazione e il rilascio dell APE sono effettuate esclusivamente per via telematica,

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA NEGLI EDIFICI. Il nuovo comma 2-ter dell art. 6 d.lgs. 192/2005: prime note

LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA NEGLI EDIFICI. Il nuovo comma 2-ter dell art. 6 d.lgs. 192/2005: prime note LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA NEGLI EDIFICI Il nuovo comma 2-ter dell art. 6 d.lgs. 192/2005: prime note Nell imminenza della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del Decreto Legislativo in tema di promozione

Dettagli

Dal sito della Provincia di Varese - Istruzione e Formazione Professionale

Dal sito della Provincia di Varese - Istruzione e Formazione Professionale Dal sito della Provincia di Varese - Istruzione e Formazione Professionale Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia Serie Ordinaria - N. 34-18 agosto 2008 [BUR20080129] [3.3.0] D.d.u.o. 30 luglio 2008

Dettagli

Libero Consorzio Comunale di Trapani (ex art. 1 della L.R. n. 8 del 24/03/2014) già Provincia Regionale di Trapani

Libero Consorzio Comunale di Trapani (ex art. 1 della L.R. n. 8 del 24/03/2014) già Provincia Regionale di Trapani Libero Consorzio Comunale di Trapani (ex art. 1 della L.R. n. 8 del 24/03/2014) già Provincia Regionale di Trapani SETTORE Territorio, Ambiente, Riserve Naturali, Protezione Civile, Sviluppo Economico

Dettagli

Le disposizioni regionali degli impianti termici ed il nuovo Libretto di Impianto

Le disposizioni regionali degli impianti termici ed il nuovo Libretto di Impianto Le disposizioni regionali degli impianti termici ed il nuovo Libretto di Impianto Recepimento D.P.R. 16 aprile 2013 n. 74 e del D.M. 10 febbraio 2014 Seminario Tecnico AIEL Regione Lombardia Direzione

Dettagli

IL VETRO PER L EFFICIENZA ENERGETICA NELL EDILIZIA

IL VETRO PER L EFFICIENZA ENERGETICA NELL EDILIZIA IL VETRO PER L EFFICIENZA ENERGETICA NELL EDILIZIA Linee Guida per l introduzione nei Regolamenti edilizi comunali di elementi per la piena attuazione della normativa vigente e delle misure finalizzate

Dettagli

Onorari di riferimento per la redazione della relazione ai sensi dell Art. 28, della Legge del 09.01.1991, n. 10,

Onorari di riferimento per la redazione della relazione ai sensi dell Art. 28, della Legge del 09.01.1991, n. 10, Onorari di riferimento per la redazione della relazione ai sensi dell Art. 28, della Legge del 09.01.1991, n. 10, "Norme in materia di uso razionale dell'energia, di risparmio energetico e di sviluppo

Dettagli

coibentazione termo acustica o di inerzia termica. Viene integrata dall art. 12 della L.R. 39 del 21 Dicembre 2004 con l aggiunta del comma 1 bis

coibentazione termo acustica o di inerzia termica. Viene integrata dall art. 12 della L.R. 39 del 21 Dicembre 2004 con l aggiunta del comma 1 bis Gli ultimi sviluppi normativi in Lombardia: prescrizioni ed indicazioni per un edificio energeticamente efficiente L.R. 26 del 20 aprile 1995 Nuove modalità di calcolo delle volumetrie edilizie e dei rapporti

Dettagli

ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA USL7 SIENA OSPEDALE DI MONTALCINO (SI) DATI COMMESSA. Commessa: 12_024_CEN_ASL. Località: MONTALCINO (Si)

ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA USL7 SIENA OSPEDALE DI MONTALCINO (SI) DATI COMMESSA. Commessa: 12_024_CEN_ASL. Località: MONTALCINO (Si) ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA USL7 SIENA OSPEDALE DI MONTALCINO (SI) DATI COMMESSA Commessa: 12_024_CEN_ASL Località: MONTALCINO (Si) Responsabile lavori: - Revisione: Data: 07.12.2012 Str. Massetana

Dettagli

NUOVE REGOLE PER L EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI IN REGIONE LOMBARDIA

NUOVE REGOLE PER L EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI IN REGIONE LOMBARDIA GIOVEDI 5 MAGGIO 2015 l Milano, Assimpredil, ANCE NUOVE REGOLE PER L EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI IN REGIONE LOMBARDIA Valentina Belli - Infrastrutture Lombarde S.p.A. Le scadenze imposte dalla

Dettagli

Gli attori in Regione Valle d Aosta

Gli attori in Regione Valle d Aosta Gli attori in Regione Valle d Aosta ASSESSORATO ATTIVITA PRODUTTIVE Pianificazione energetica Indirizzo e coordinamento delle attività in ambito energetico COA ENERGIA FINAOSTA Promozione, informazione

Dettagli

DECORATO AL VALOR MILITARE VIA GENERALE GIARDINO, 1 (provincia di Vicenza) REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE

DECORATO AL VALOR MILITARE VIA GENERALE GIARDINO, 1 (provincia di Vicenza) REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE DECORATO AL VALOR MILITARE VIA GENERALE GIARDINO, 1 (provincia di Vicenza) REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE approvato dal Consiglio comunale con deliberazione n. 15

Dettagli

IRROGAZIONE DI UNA SANZIONE AMMINISTRATIVA PECUNIARIA PER VIOLAZIONI IN MATERIA DI PRONTO INTERVENTO GAS

IRROGAZIONE DI UNA SANZIONE AMMINISTRATIVA PECUNIARIA PER VIOLAZIONI IN MATERIA DI PRONTO INTERVENTO GAS DELIBERAZIONE 21 SETTEMBRE 2017 638/2017/S/GAS IRROGAZIONE DI UNA SANZIONE AMMINISTRATIVA PECUNIARIA PER VIOLAZIONI IN MATERIA DI PRONTO INTERVENTO GAS L'AUTORITÀ PER L'ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA

Dettagli

La certificazione energetica degli edifici

La certificazione energetica degli edifici Ordine degli Ingegneri di Napoli LA CREAZIONE DI VALORE NEL SETTORE IMMOBILIARE: LE NUOVE OPPORTUNITÀ PER GLI INGEGNERI GESTIONALI La certificazione energetica degli edifici Prof. Ing.. Giuseppe Langella

Dettagli

C I T T A di S A R Z A N A

C I T T A di S A R Z A N A C I T T A di S A R Z A N A Provincia della Spezia A R E A 1 S E R V I Z I I N T E R N I Servizio Economato Provveditorato Patrimonio e Gare D E T E R M I N A Z I O N E N. 280 DEL 27.09.2013 Oggetto: Affidamento

Dettagli

Progettazione e esecuzione di edifici a basso consumo energetico. Silvia Catalino e mail

Progettazione e esecuzione di edifici a basso consumo energetico. Silvia Catalino e mail Progettazione e esecuzione di edifici a basso consumo energetico EDILIZIA SOSTENIBILE Legge regionale tipo concernente Norme sull edilizia sostenibile La legge concerne la sostenibilità energetico - ambientale

Dettagli

DECRETO N Del 17/03/2017

DECRETO N Del 17/03/2017 DECRETO N. 2962 Del 17/03/2017 Identificativo Atto n. 184 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto MODIFICA AL DECRETO N. 6481 DEL 14 GIUGNO 2007 RELATIVAMENTE ALLE MODALITA DI NOMINA

Dettagli

COMPILAZIONE CERTIFICATO ENERGETICO ODATECH ON- LINE

COMPILAZIONE CERTIFICATO ENERGETICO ODATECH ON- LINE COMPILAZIONE CERTIFICATO ENERGETICO ODATECH ON- LINE 1 PREMESSA Le procedure per l avvio della certificazione, la compilazione e il rilascio dell ACE sono effettuate esclusivamente per via telematica,

Dettagli

Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Trento

Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Trento REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DELLE QUOTE ANNUALI DOVUTE DAGLI ISCRITTI AL CGeGL DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio Direttivo n.9 del 09 settembre 2016) Art. 1 Oggetto del Regolamento Il

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI

EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI Dalle ispezioni degli impianti termici civili all Audit energetico: l approccio globale per l efficienza energetica della Città metropolitana di Milano Risultati Annamaria

Dettagli

prof. ing. Pietro Mazzei La qualità nella certificazione energetica

prof. ing. Pietro Mazzei La qualità nella certificazione energetica prof. ing. Pietro Mazzei Università degli Studi di Napoli Federico II La qualità nella certificazione energetica Certificazione energetica: norme e pratica professionale. Napoli, 28 marzo 2009. 1 direttiva

Dettagli

Lo sviluppo della geotermia in Lombardia

Lo sviluppo della geotermia in Lombardia Lo sviluppo della geotermia in Lombardia 30 ottobre 2012 - Milano 20 CO 2 Stefania Ghidorzi 20 RE 20 FER IL CONTESTO DI RIFERIMENTO: L AZIONE CLIMA EUROPEA RINNOVABILI 17% DEI CONSUMI ENERGETICI AL 2020

Dettagli

PREMESSO CHE -il Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n. 192 Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell edilizia

PREMESSO CHE -il Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n. 192 Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell edilizia PREMESSO CHE -il Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n. 192 Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell edilizia prevede, in particolare, all articolo 17 che In relazione

Dettagli

Prof. Arch. Giuliano Dall O Direttore Generale SACERT Politecnico di Milano - Presidente SC01 del CTI

Prof. Arch. Giuliano Dall O Direttore Generale SACERT Politecnico di Milano - Presidente SC01 del CTI LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA. Esperienze SACERT nell applicazione della norma Prof. Arch. Giuliano Dall O Direttore Generale SACERT Politecnico di Milano - Presidente SC01 del CTI 22 settembre 2010 1/22

Dettagli

BOZZA ALLEGATO 3 SISTEMA INCENTIVANTE

BOZZA ALLEGATO 3 SISTEMA INCENTIVANTE BOZZA ALLEGATO 3 SISTEMA INCENTIVANTE INDICE PREMESSA 3 1. QUADRO SINOTTICO DEGLI OBIETTIVI INCENTIVATI 4 2 SOGLIE PER IL CALCOLO DEL PUNTEGGIO SINTETICO DI RISULTATO 5 3 DESCRIZIONE DEGLI INDICATORI 6

Dettagli

APE. obblighi di dotazione, informativa, consegna e allegazione nei contratti di compravendita e locazione

APE. obblighi di dotazione, informativa, consegna e allegazione nei contratti di compravendita e locazione Agenzia Regionale per APE l Edilizia Sostenibile obblighi di dotazione, informativa, consegna e allegazione nei contratti di compravendita e locazione Lunedì 6 ottobre 2014 Udine Fiere relatore avv. Fabrizio

Dettagli

DIAGNOSI E CERTIFICAZIONE ENERGETICA DI N. 15 AEROPORTI NAZIONALI COLLOCATI NELLE REGIONI INDIVIDUATE NELL OBIETTIVO CONVERGENZA R-DOCET

DIAGNOSI E CERTIFICAZIONE ENERGETICA DI N. 15 AEROPORTI NAZIONALI COLLOCATI NELLE REGIONI INDIVIDUATE NELL OBIETTIVO CONVERGENZA R-DOCET DIAGNOSI E CERTIFICAZIONE ENERGETICA DI N. 15 AEROPORTI NAZIONALI COLLOCATI NELLE REGIONI INDIVIDUATE NELL OBIETTIVO CONVERGENZA R-DOCET REPORT ENEA Docet Pro Edificio: Aerostazione Aeroporto: Salerno

Dettagli

Obbligo di risposta e sanzionabilità della violazione

Obbligo di risposta e sanzionabilità della violazione Obbligo di risposta e sanzionabilità della violazione 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni Formazione rete di rilevazione 1. Contesto generale 2. Obbligo di risposta 2.1 Quadro normativo

Dettagli

REGOLAMENTO PROVINCIALE PER L ESERCIZIO DEL CONTROLLO DEGLI IMPIANTI TERMICI

REGOLAMENTO PROVINCIALE PER L ESERCIZIO DEL CONTROLLO DEGLI IMPIANTI TERMICI REGOLAMENTO PROVINCIALE PER L ESERCIZIO DEL CONTROLLO DEGLI IMPIANTI TERMICI Adempimenti connessi all attuazione della legge 9 gennaio 1991 n. 10, del D.P.R. 26 Agosto 1993 n. 412 come modificato ed integrato

Dettagli

CONTO TERMICO 2013. Interventi di efficienza energetica

CONTO TERMICO 2013. Interventi di efficienza energetica CONTO TERMICO 2013 Interventi di efficienza energetica Il Decreto Ministeriale del 28 dicembre 2012 ha introdotto incentivi fino al 40% della spesa ammissibile sostenuta anche per gli interventi, tra gli

Dettagli

PARTE PRIMA CAPITOLO I LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA NEL SUO CAPITOLO II NOTE SULLA NUOVA DISCIPLINA NAZIONALE

PARTE PRIMA CAPITOLO I LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA NEL SUO CAPITOLO II NOTE SULLA NUOVA DISCIPLINA NAZIONALE SOMMARIO V PRESENTAZIONE... di Raffaele Trabace GLI AUTORI... III IV PARTE PRIMA CAPITOLO I LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA NEL SUO EXCURSUS STORICO-NORMATIVO Antonio Testa 1. Premesse... 3 2. La novità del

Dettagli

Vademecum per l iscrizione all elenco dei certificatori

Vademecum per l iscrizione all elenco dei certificatori Vademecum per l iscrizione all elenco dei certificatori Per poter essere inseriti nell elenco dei certificatori energetici della Regione Liguria si deve verificare uno dei seguenti casi: Caso 1 o Essere

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Disposizioni di attuazione dei commi da 6 a 12 dell articolo 19 del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214. IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Dettagli

Richiesta certificato idoneità dell alloggio e di conformità ai requisiti igienico-sanitari per (barrare la casella corrispondente):

Richiesta certificato idoneità dell alloggio e di conformità ai requisiti igienico-sanitari per (barrare la casella corrispondente): MODELLO A Al Comune di Missaglia Ufficio Tecnico Marca da Bollo OGGETTO: Richiesta certificato idoneità dell alloggio e di conformità ai requisiti igienico-sanitari per (barrare la casella corrispondente):

Dettagli

Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n Venerdì 02 dicembre 2016

Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n Venerdì 02 dicembre 2016 15 D.g.r. 28 novembre 2016 - n. X/5900 Approvazione del piano dei controlli sugli attestati di prestazione energetica degli edifici, previsto dall art. 11, della l.r. 24/2014 Premesso che: LA GIUNTA REGIONALE

Dettagli

DICHIARAZIONE DI RISPONDENZA ai sensi dell art. 7 comma 6 del D.M. 22 gennaio 2008 n.37

DICHIARAZIONE DI RISPONDENZA ai sensi dell art. 7 comma 6 del D.M. 22 gennaio 2008 n.37 DICHIARAZIONE DI RISPONDENZA ai sensi dell art. 7 comma 6 del D.M. 22 gennaio 2008 n.37 Il sottoscritto responsabile tecnico da oltre cinque anni dell impresa operante nel settore con sede in Via Comune

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze

Ministero dell Economia e delle Finanze Prot. 7749 Pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 117 del 21/5/2010 Ministero dell Economia e delle Finanze DIPARTIMENTO DELLE FINANZE. IL DIRETTORE GENERALE DELLE FINANZE DI CONCERTO CON IL CAPO DEL DIPARTIMENTO

Dettagli

Regolamento sul Procedimento Sanzionatorio della Consob

Regolamento sul Procedimento Sanzionatorio della Consob Regolamento sul Procedimento Sanzionatorio della Consob Adottato con delibera n. 18750 del 19 dicembre 2013 Aggiornato con le modifiche apportate dalla delibera n. 19158 del 29 maggio 2015 Applicabile

Dettagli

L ICI NELL AGRICOLTURA

L ICI NELL AGRICOLTURA FABBRICATI RURALI ABITATIVI FABBRICATI RURALI STRUMENTALI TERRENI AGRICOLI L ICI NELL AGRICOLTURA TERRENI AGRICOLI AREE FABBRICABILI REQUISITI PER LA RURALITA AI FINI FISCALI FABBRICATI Fabbricati destinati

Dettagli

REGOLAMENTO MOROSITA

REGOLAMENTO MOROSITA UFFICIO SUPPORTO AGLI ORGANI AMMINISTRATIVI E AL CONTROLLO DI GESTIONE Premessa: REGOLAMENTO MOROSITA I Servizi dell ATERP provvedono all applicazione delle norme del presente regolamento secondo le competenze

Dettagli

DGR 1118 del 20.12.2013

DGR 1118 del 20.12.2013 DM 10.02.2014 DGR 1118 del 20.12.2013 Cos è l inquinamento atmosferico? L inquinamento atmosferico è definito come presenza nell aria di determinate sostanze a livelli tali da provocare effetti negativi

Dettagli

CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI PROGETTAZIONE E GUIDA ALL APPLICAZIONE DELLA LEGISLAZIONE E DELLA NORMATIVA TECNICA Aggiornato al D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59, al D.M. 26 giugno 2009, al D. Leg.vo

Dettagli

Relazione tecnica per compravendita Lotto n. 73

Relazione tecnica per compravendita Lotto n. 73 Relazione tecnica per compravendita Lotto n. 73 Descrizione dell immobile: Trattasi di immobile destinato a Circolo Ricreativo posto in Via Vecchia Montanina n 11, frazione di Gello, in Comune di Pistoia.

Dettagli

Decreto Legislativo 29 dicembre 2006, n. 311

Decreto Legislativo 29 dicembre 2006, n. 311 Decreto Legislativo 29 dicembre 2006, n. 311 "Disposizioni correttive ed integrative al decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, recante attuazione della direttiva 2002/91/CE, relativa al rendimento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI RATEIZZAZIONI PER IL PAGAMENTO DELLE ENTRATE TRIBUTARIE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI RATEIZZAZIONI PER IL PAGAMENTO DELLE ENTRATE TRIBUTARIE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI RATEIZZAZIONI PER IL PAGAMENTO DELLE ENTRATE TRIBUTARIE Indice: Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Criteri di ammissione al beneficio della rateizzazione Art. 3 Contenuto

Dettagli

TESIO geom. ILARIO Studio Associato AGRI-GEO

TESIO geom. ILARIO Studio Associato AGRI-GEO D.L. 13 maggio 2011, n 70 convertito nella L. 106/2011 del 12 luglio 2011 Art. 7 comma 2bis Art. 7 comma 2 ter Art. 7 comma 2 quater Premessa 1 di 3 Provvedimento derivante dalla sentenza della Corte di

Dettagli

Provincia di Lodi L AUTORITÀ COMPETENTE PER LA VAS, D INTESA CON L AUTORITÀ PROCEDENTE

Provincia di Lodi L AUTORITÀ COMPETENTE PER LA VAS, D INTESA CON L AUTORITÀ PROCEDENTE PARERE AMBIENTALE MOTIVATO ai sensi dell art. 15 del D.Lgs. 152/06 e s.m.i., della D.C.R. 351/07, della D.G.R. 6420/07 e della D.G.R. 7110/08 L AUTORITÀ COMPETENTE PER LA VAS, D INTESA CON L AUTORITÀ PROCEDENTE

Dettagli

COMUNE DI ALSENO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI ALSENO PROVINCIA DI PIACENZA FONDO CONTRIBUTO AFFITTI a favore delle famiglie in difficoltà economica Il Responsabile del Servizio Sociale ai sensi della deliberazione della Giunta Comunale n. 47 del 04/05/2015 e determinazione Responsabile

Dettagli

L articolo 28 della legge 12 novembre 2011, n.183 ha inoltre stabilito la riduzione degli adempimenti tributari pari al 40%.

L articolo 28 della legge 12 novembre 2011, n.183 ha inoltre stabilito la riduzione degli adempimenti tributari pari al 40%. INPS - Messaggio 23 ottobre 2012, n. 17133 Sisma Abruzzo del 6 aprile 2009 - ripresa degli adempimenti fiscali e dei versamenti prevista nei confronti dei soggetti con domicilio fiscale nei c.d. "comuni

Dettagli

DECRETO N Del 11/07/2015

DECRETO N Del 11/07/2015 DECRETO N. 5857 Del 11/07/2015 Identificativo Atto n. 1396 PRESIDENZA Oggetto DETERMINAZIONI IN MERITO ALLE MODALITA DI REGOLARIZZAZIONE AGEVOLATA DELLA TASSA AUTOMOBILISTICA REGIONALE DI CUI ALL ARTICOLO

Dettagli