RAVENNA. m a g a z i n e. Poste Italiane Spa spedizione in abbonamento postale 70% - CN/RA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RAVENNA. m a g a z i n e. Poste Italiane Spa spedizione in abbonamento postale 70% - CN/RA"

Transcript

1 RAVENNA m a g a z i n e A n n o 1 N u m e r o 1 G i u g n o Poste Italiane Spa spedizione in abbonamento postale 70% - CN/RA l a c u l t u r a v o l t a p a g i n a

2 Il cielo in una stanza Dentro una casa Acmar è sempre Primavera. T e l

3 IL FUTURO DEL CENTRO STORICO. RAVENNA m a g a z i n e Proprietà Editoriale: Capit - Via Gradenigo, Ravenna Tel. 0544/ Direttore Responsabile: Simone Ortolani Direttore Editoriale: Pericle Stoppa Capo Redattore e Direttore Creativo: Gianvito Piegari Redazione: Diego Angeloni Maria Cristina Bellini Angela Corelli Gaetano Chiappini Tobia Donà Franco Gabici Massimiliano Garavini Arianna Magnani Allegra Masciarelli Alessandro Montanari Valerio Nardoni Simone Ortolani Attilia Tartagni Copertina: foto: Archivio Comune di Ravenna illustrazione: Irene Penazzi Fotografia: Chiara Casanova Archivio Comune di Ravenna Archivio Capit Archivio Associazione di idee Pubblicità e Graphic Design: Associazione di idee Via Valitutti, Ravenna Tel. 0544/ Nei migliori locali e negozi, nelle sale d attesa e nelle edicole di Ravenna. Versione pdf scaricabile su: Da calcolo di progetto classe energetica Via Venezia (angolo di via Roma). Ravenna. In centro storico, proponiamo esclusive e luminose nuove abitazioni immerse nel verde con garage e ampi terrazzi vivibili. La qualità della costruzione, l attenzione nella scelta di soluzioni impiantistiche tecnologicamente all avanguardia e la particolare cura dei dettagli estetici caratterizzano l intervento. Finiture e progettazione interna personalizzabili. Con Ventilazione Meccanica Contollata Il cielo in una stanza. Acmar 4 Ravenna Capitale magazine numero 1 (già denominata Capit notizie ) Rivista semestrale gratuita Giugno 2012 Iscritta al Registro stampa al nr. 856 con decreto del Presidente del tribunale di Ravenna del 271/ 88 Stampa: Press Up s.r.l. Ladispoli (RM) T e l

4 SOMMARIO FEDELI ALLO STILE 08 EDITORIALE la cultura volta pagina 10 DIREZIONE 2019 una capitale spinta da nuove FARE ARTE grandi fin da giovani 18 INCONTRI D AUTORE se un giorno d estate FARO ARTE la personale di Enrico Lombardi 22 LUOGHI MAGICI il labirinto effimero 24 I CONCERTI DEL MARE onde sonore 26 SAPORE DI SAPERE il cibo nazionale SARANNO FAMOSI il futuro suona bene 32 IN GGIO Mississipi blues 34 LA POESIA IN LUCE Pascoli e il poco della vita 36 LA POESIA IN LUCE la notte oscura in Pasolini 38 NATURALIA atmosfere d artemisia 40 RAVENNA IN PERSONA Don Bendazzi 42 PREMIO MARINA DI RAVENNA un concorso PANE, DIALETTO E PNL fra gnit e piotost l è MOSAICO AL QUADRATO Marco De Luca 50 AI MASSIMI VERSI il teatro dialettale Buldez incù, dal vóṣ ch al s aracmânda a la tëra ṣbruglêda. I vul i s è inciudé. Nevio Spadoni SCOPRI SU INTERNET QUANTO TI CONVIENE ESSERE FEDELE. 52 DIRE, FARE, DARE la città sognata T A G I U R I 6 RAVENNA via Cavour via Cairoli C.C.Esp FORLÌ C.so della Repubblica

5 EDITORIALE La cultura volta pagina. Caro lettore, mi rendo conto che, di questi tempi, il lancio di una nuova rivista merita una spiegazione in più. Il momento non appare infatti propizio per varie ragioni. Da una parte, il boom dell informazione on line che riduce gli spazi per quella tradizionale. Dall altra, la crisi economica che complica la ricerca di imprenditori disposti a investire in un progetto editoriale. Sul primo punto: credo che a molti, come a me, sfogliare pagine dia un piacere incomparabilmente superiore rispetto a pigiare tasti e che non ci si debba rassegnare al tramonto della lettura ma, anzi, fare qualcosa per indurre anche i giovani a questo piacere. Sfogliare un giornale, una rivista, un libro, non rigidamente guidati da un motore di ricerca, può essere un avventura molto più ricca di sorprese e di emozioni; e poi la stampa si può leggere ovunque, sdraiati nel letto o seduti su una panchina (anche l ipad, lo so, ma cavandosi gli occhi dopo avere svuotato il portafogli); ma, soprattutto, sfogliando è più facile imbattersi in ragionamenti che in invettive. Questo non significa che ci chiudiamo all innovazione, tant è che la nostra nuova rivista sarà disponibile anche on line. Sul secondo punto: una certa credibilità l abbiamo conquistata in trent anni di iniziative serie, non vendiamo la luna, ci proviamo... nella certezza che l efficacia di un messaggio pubblicitario veicolato con una rivista elegante è superiore a quella offerta da altri mezzi di comunicazione, se non altro perché la rivista rimane lì, sul tavolino di una sala d attesa o di un bar, sul comodino, e il messaggio non si brucia in un secondo. Abbiamo scelto una testata, Ravenna Capitale, che richiama la nostra ragione sociale, Capit appunto. Con le iniziative dell Associazione Capit siamo convinti di portare un contributo di qualità all offerta culturale ravennate e da qualche tempo avvertivamo l esigenza di dotarci di uno strumento capace di fornire un informazione organica e strutturata sulle nostre attività, che col passar degli anni si sono ampliate a nuovi settori, dai vecchi cavalli di battaglia dell operetta, del teatro amatoriale, delle mostre d arte, della poesia, fino al cinema, alle conversazioni letterarie, alla musica, al turismo culturale. A tutto ciò aggiungendosi l impegno editoriale, che si esprime ogni anno in almeno un paio di pubblicazioni legate al nostro territorio. L incontro con un imprenditore giovane ed entusiasta, Gianvito Piegari, che stava progettando una rivista culturale, ha trasformato un abbozzo d idea in un progetto strutturato e con un obiettivo più ambizioso di quello originale: allestire una nuova vetrina per la cultura ravennate in senso lato, dalle arti classiche alla storia locale, dall enogastronomia alla scoperta o riscoperta di personaggi della nostra comunità, cercando l approfondimento sereno e documentato; non ci sarà spazio per i si dice e per il livore camuffato da ironia. La candidatura di Ravenna a Capitale europea della Cultura per il 2019 ci ha ispirato il titolo della testata. Ravenna, che Capitale politica è stata tre volte, punta al quarto titolo, in tutt altro campo. Una corsa avviata per tempo, con lungimiranza di cui si deve dare merito all Amministrazione comunale; proprio l essere partiti prima degli altri ci consente oggi, nonostante siano scesi man mano in lizza concorrenti qualificati e agguerriti, da Venezia col Nordest a Torino, da Siena a Palermo, da Perugia/Assisi a Matera, da Mantova a Bergamo, di coltivare realistiche speranze di successo, più di quelle che sembrerebbero giustificate da un confronto obiettivo tra le potenzialità delle forze in campo. Da tutto questo nasce Ravenna Capitale magazine, che accompagnerà con le sue pagine la corsa al 2019, offrendo ulteriore visibilità all intensa vita culturale di una città che ha vissuto tante stagioni gloriose da poter legittimamente sperare che, con serietà, impegno e abnegazione, ne arrivino altre. L incoraggiamento decisivo a partire in questa avventura è infine venuto dalla risposta positiva di coloro cui abbiamo chiesto la disponibilità a collaborare al progetto e che hanno subito messo sul tavolo idee, proposte e soprattutto... articoli; molti di loro sono giovani, a partire da Simone Ortolani, cui è affidata la direzione responsabile della rivista. Li ringrazio tutti di cuore: la nostra capacità di suscitare interesse e consolidarci nel panorama editoriale ravennate dipenderà anzitutto dal loro entusiasmo. Pericle Stoppa Presidente Associazione culturale Capit Ravenna CULTURA SPORT TURISMO C.A.P.I.T. Confederazione di Azione Popolare Italiana è un Ente nazionale di tipo associativo con lo scopo di promuovere l elevazione culturale e morale, l impegno civile e sociale, il rispetto dell ambiente, la solidarietà e le attività di volontariato in ambito culturale, ricreativo, assistenziale, educativo e sportivo di tutti i cittadini senza distinzione di razza, religione o credo politico. Organizza spettacoli teatrali, mostre d arte, convegni letterrari, concerti musicali, pubblicazioni editoriali, proposte di viaggi e visite guidate. PERCHÈ ASSOCIARSI I Soci Capit possono usufruire di servizi, agevolazioni e opportunità, quali: copertura assicurativa per attività extra lavoro, servizi a tutela dei diritti privati, viaggi e visite guidate, sconto sulle pubblicazioni delle Edizioni Capit Ravenna, sconto sui biglietti per spettacoli promossi dalla Capit e agevolazioni commerciali attraverso specifiche convenzioni. Possono aderire: Circoli ricreativi e Cral aziendali, associazioni culturali, sportive,solidaristiche, compagnie di teatro amatoriale, gruppi di folclore e tradizioni popolari, sodalizi artistici, musicali e filatelici. COME ASSOCIARSI Telefonando al numero , via all indirizzo oppure presso la sede di via Gradenigo, 6 a Ravenna dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 12,30. 8

6 DIREZIONE 2019 Ravenna: una capitale spinta da nuove energie L intervista ad Antonio Patuelli di Simone Ortolani Il progetto di Ravenna capitale europea della cultura 2019 è caratterizzato da una vasta gamma di eventi di qualità culturale, dallo sviluppo delle sinergie istituzionali, dall attenzione e dall attesa dell opinione pubblica. Ma è plausibile supporre che questo obiettivo verrà realisticamente conseguito? Antonio Patuelli, banchiere, giornalista pubblicista, cultore della storia risorgimentale, presidente d onore della Fondazione Libro Aperto, sostiene che «non è la prima volta che viene selezionata una capitale italiana della cultura: Ravenna, in termini di storia, di memoria e di giacimenti culturali, è assai solida. E chiaro che i parametri su cui si misureranno le candidature non saranno solo quelli storici e monumentali, ma anche altri di cui bisogna tener conto». Presidente, qualche anno fa lei ha paragonato l area della Romagna e la provincia di Ravenna alla California. Ritiene sempre attuale questo confronto? «Ne sono convinto. Per molti decenni novecenteschi, in particolare la seconda metà del XX secolo, la California era il sogno, la nuova frontiera, laddove la qualità della vita si coniugava con il massimo dell evoluzione produttiva in tutti i campi. Mi voglio spiegare meglio: in California sono stato più volte in particolare, la prima volta, come ospite del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti d America. Mi accorsi che in California c era quasi tutto. Ho incontrato anche numerose famiglie di italiani, soprattutto pensionati, che avevano acquistato piccole villette vicino a San Diego e lì soggiornavano la gran parte dei mesi all anno. Quando qui in Romagna c è il gelo, là c è una specie di primavera costante. Nel contesto di questa qualità della vita ambientale vi erano tutta una serie di sensibilità che ho constatato, in merito alla civiltà e al rispetto dei terzi, in una società dove coesistono, senza abiurare alle proprie convinzioni, etnie, storie, religioni, persone le più diverse, tutte ossequienti alle regole del costituzionalismo e della legislazione americana. Questo è un elemento fondamentale: il multiculturalismo è più che legittimo ed è rispetto per le diversità altrui, ma deve svilupparsi sempre in applicazione delle regole costituzionali e delle leggi vigenti nel luogo dove si vive, non nel luogo in cui si ha origine. In California queste sperimentazioni sono consolidate rispetto ad una Romagna che più recentemente, in particolare negli ultimi anni, è cresciuta anche per questi aspetti di convivenza multiculturale e che ha conosciuto nuovi problemi che si risolvono solo con l assoluta prevalenza della civiltà del diritto e della Costituzione. Dal punto di vista produttivo la California è uno Stato che sostanzialmente ha tutto: per esempio possiede le nuove tecnologie della Silicon Valley, l agricoltura più intensiva è quella vinicola specializzata, così come è attraversata da enormi flussi di turismo, compreso quelli di turismo organizzato: i grandi parchi a tema, che in Italia si sono sviluppati negli ultimi decenni, non li hanno inventati in Italia, ma sono di origine soprattutto californiana. E se in Romagna non abbiamo una primavera perenne, abbiamo giacimenti culturali che sono di non minore attrazione. La nostra ricchezza archeologica è di primario livello. A San Diego e a San Francisco, nonché nelle altre località californiane, ci sono porticcioli turistici emulati in modo crescente dal moltiplicarsi di posti barca offerti innanzitutto in Romagna». La città è adeguatamente valorizzata? «Molto è in corso d opera a Ravenna. Vedo crescere la Biblioteca Classense come un isola nella città: tra via Baccarini, via Rondinelli e via De Gasperi sembra una fortezza di cultura. La città non ha solo la nostalgia della capitale di millecinquecento anni fa, ma vive delle spinte di nuove energie. L Università non è più una sperimentazione, ma una realtà viva: i suoi docenti spesso risiedono a Ravenna o vi dimorano per diversi (Il Presidente Patuelli nella Sala Biblioteca del Palazzo storico della Cassa in Piazza Garibaldi a Ravenna) giorni alla settimana; anche gran parte degli studenti vivono qui. Consiglio di fare una passeggiata in centro per rendersi contro che la città storica è diventata anche un multicampus. Ho grande rispetto per quello che la Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna sta facendo per il grande restauro di Palazzo Rasponi delle Teste che è un contenitore eccezionale e che ospiterà la crescente biblioteca universitaria della città e altre strutture culturali e turistiche. Così come ho grande apprezzamento per quello che sta facendo la Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna che ha offerto al Comune di acquistare il Palazzo Guiccioli, altro grande luogo storico e monumentale, malfermo e non adeguatamente utilizzato e fruito. Realizzare in quello storico edificio un museo dedicato a Byron in una casa in cui a lungo Byron visse, amò, scrisse e cospirò è un fatto di grande rilievo, dove possono essere posti i suoi testi, i reperti.. Una delle città più risorgimentali d Italia che ha una ricchezza di cimeli che non riesce ad esporre avrà la possibilità, in un luogo più idoneo 10 11

7 DIREZIONE 2019 Ravenna: una capitale spinta da nuove energie 12 (Antonio Patuelli inaugura con il Presidente della Fondazione Cassa Gualtieri i restaurati Chiostri Francescani di proprietà della stessa Fondazione) di un sacrario militare, per mostrarli al pubblico: e un luogo più idoneo di Palazzo Guiccioli - luogo della cospirazione carbonara e poi residenza di Luigi Carlo Farini medico e patriota a Ravenna - è difficile trovarlo. Un museo di Byron significa anche dare ai turisti anglofoni un motivo di curiosità e di interesse in più. Vedo una grande voglia di fare e di costruire, non vedo volontà pianificatrici e bloccanti, anzi vedo la possibilità di sviluppare iniziative. In più il Comune, con le risorse che riceverà dalla Fondazione Cassa per la vendita di Palazzo Guiccioli, potrà sviluppare nuove iniziative sociali ed infrastrutture». Parliamo del policentrismo della Romagna e dei ragionamenti sulla realizzazione di un area area vasta in senso amministrativo, in altre parole di una provincia unica della Romagna. Lei ritiene che vi sia un eccesso di provincialismo nelle relazioni fra le varie comunità del territorio? «Non mi occupo di politica da quasi vent anni, ma occorre che tutti evitino polemiche senza conoscere bene anche altre parti d Italia. Se andiamo in Toscana figuriamoci se vanno d accordo i fiorentini con i livornesi o i pratesi, se andiamo nelle Marche il primato di Ancona è solo simbolico e le Marche si dividono fra loro in Marche pulite, la parte a nord, e Marche sporche, la parte a Sud di Ancona. Potrei andare avanti a lungo, citando la competizione che c è fra le città del Veneto: figuriamoci se Padova riconosce un ruolo di primato a Verona, o Verona lo riconoscerebbe a Padova. Tutte riconoscono il ruolo storico di Venezia per ragioni culturali. Le regole amministrative, poi, non le decidono le popolazioni del luogo. Chi studia il diritto costituzionale e il diritto amministrativo sa che le regole sono definite dal Parlamento nazionale in termini generali e astratti. Penso che sia indiscutibile riconoscere il ruolo di Ravenna come capitale culturale ed economico - produttiva, perché ha quasi tutto: beni culturali, un industria articolata, la portualità in evoluzione e un agricoltura fiorente.. Ovviamente riconoscendo a ciascuno il suo: a Rimini la capitale dei congressi e del turismo, a Forlì e Cesena e alle località le loro peculiarità economiche, a Imola la sua forza industriale. Chi ha letto La democrazia in America di Tocqueville sa che la ricchezza sta nel pluralismo e non nell identificazione appiattente. Queste sono le forze di una democrazia responsabile e consapevole. Poi l economia e la cultura in Romagna superano già i confini amministrativi». C è preoccupazione crescente e generale sul futuro dell euro: ritiene che riguardi anche al ruolo delle banche? «Occorre distinguere i due argomenti. Sull euro, premetto che Giovanni Malagodi mi insegnava che bisogna stare molto attenti a cambiare la moneta: lo sosteneva quando circolavano le ipotesi di passare alla lira pesante. Luigi Einaudi aveva frenato il cambio della moneta da Governatore della Banca d Italia e Ministro di Alcide De Gasperi. Nel cambio della moneta c è sempre un rischio di perdita del potere d acquisto. Einaudi insegnava che i piccoli, i salariati, gli operai, quelli che vivono del proprio lavoro, che sono i più, avevano e hanno sempre un nemico prevalente che è l inflazione: essa può loro erodere anche velocemente gran parte della capacità d acquisto dei loro salari e stipendi. Altre problematiche, però, non sono propriamente dell euro: sono invece dello Stato che ha accumulato eccessivi debiti. Ogni qualvolta i tassi d interesse crescono, costa di più far fronte ai debiti dello Stato. Le politiche di riduzioni strutturate del debito pubblico vanno affrontate con decisione. I sacrifici li deve fare ora innanzitutto lo Stato, avviando politiche decise di privatizzazione, di riduzione di sprechi della spesa pubblica a livello territoriale e nazionale. Lo Stato deve garantire i diritti civili e sociali, non occupandosi di ciò che non è proprio in uno Stato costituzionale di diritto. Lo Stato e gli enti locali devono innestare un circuito virtuoso di investimenti produttivi per il rilancio dell occupazione e dello sviluppo, ma al tempo stesso riducendo gli sprechi. Bisogna evitare che la situazione degeneri e che occorra pertanto effettuare un altro cambio di moneta. Ognuno deve salvare la propria economia domestica, fare il massimo del possibile che lo riguardi. Parlando delle banche, esse sono tutte diverse fra loro. Quando si parla in generale delle banche, si commette lo stesso errore che si fa quando si parla in generale della gente. La gente è fatta di individui: non bisogna massificare gli individui, perché ne verrebbero compresse le individualità e le nature umane: sono i cittadini DAL 1966 ad avere obblighi e diritti. Le banche non sono un elemento indistinto. Ce ne sono diverse centinaia, tutte in concorrenza fra di loro. Molti istituti hanno finalità mutualistiche e di solidarietà, mi riferisco alle banche popolari e di credito cooperativo, altre sono caratterizzate dalla presenza di Fondazioni nel proprio capitale che hanno degli elementi di solidarietà. Si tratta di peculiarità positive che si trovano soprattutto in Italia: all estero, infatti, vi è molta meno solidarietà e meno mutualità. E chiaro che le banche non sono variabili indipendenti: in questi ultimi vent anni le normative, prima europee e poi nazionali, hanno costretto le banche italiane alle più profonde trasformazioni degli ultimi due secoli. In gran parte pubbliche, sono state privatizzate e in un Italia che è tradizionalmente povera di capitali e si è chiesto un grandissimo sforzo. Poi vi sono stati processi di aggregazione e di sviluppo che si sono realizzati nella responsabilità di ciascuno e delle Autorità di controllo. Negli ultimissimi anni sono state ancora cambiate le regole, sono stati imposti nuovi obblighi e nuovi coefficienti. Ma ogni qualvolta si impongono ulteriori obblighi alle banche, proprio per la particolare natura delle banche, essi diventano conseguentemente vincoli all economia tutta» ELETTRICI ELETTRONICI COMUNICATIVI Preventivi gratuiti Pagamenti rateizzati a 12, 24 e 36 mesi Brighi Impianti di Gabriele Brighi & C. sas - Via Lombardia, 15 Ravenna - Tel. e Fax

8 FARE ARTE Grandi fin da giovani di Tobia Donà La lucertola mi scruta con sguardo fisso mentre mi muovo nella stanza, bianca ed asettica. Cerco di non pensarci e continuo nella mia esplorazione. Ma è più forte di me, mi sento costretto a voltarmi di nuovo, e sorprenderla ancora lì, con il suo grande occhio sporgente, umido e vitreo. Mi sento a disagio. Che starà pensando di me? Mi rassereno immediatamente, infondo conosco molte più cose io di lei, che lei di me. So che è un rettile, un animale a sangue freddo e so anche che per gli antichi Romani rappresentava la morte e la rinascita ed è per questo che spesso la scolpivano nelle lapidi funebri. Ma conosco davvero tante più cose di lei? E veramente così? Con questi pensieri continuo la mia visita soffermandomi su altre opere. Ma intanto penso, e mi rendo conto che le cose importanti che vorrei conoscere, sono un mistero tanto per me quanto per la lucertola. Capisco che questi sono tempi bui per entrambi, e non ci sono risposte, per nessuno. Ma non per questo dobbiamo smettere di porci questi, e lei, dipinta, gigante, che con lo sguardo domina tutta la sala è forse più vicina alla verità di quanto non lo sia io. Proprio così. Sempre l arte è stata sensibile ai problemi e ai malesseri della società civile, con largo anticipo rispetto alla politica alle istituzioni e alla stessa coscienza comune. Continua ininterrottamente la sua ricerca di linguaggi nuovi, di modi espressivi adeguati per comunicare il suo messaggio. Dobbiamo però essere capaci di comprenderlo, dobbiamo avere l occasione di sentirlo

9 FARE ARTE Grandi fin da giovani Ecco che la mostra Faro Fare Arte a Marina di Ravenna rappresenta uno di questi momenti, oserei dire fondamentali, vitali, nei quali l arte tenta di far riaprire gli occhi sul mondo. E qui che dodici giovani artisti, hanno trasformato i loro fogli bianchi in un grido. Un urlo in grado di scuotere chi vuol sentire, capace di indurre lo sguardo su un quotidiano meno grigio, sordo e convenzionale. Armati solo del proprio pennello, ognuno con la prpria sensibilità, con la sua peculiare capacità espressiva, diventano un esercito di speranza. L arte serve a sentire, ad amare, a vivere, volare, morire e rinascere. Ma gli artisti da soli non bastano. Molti di loro sanno solo dipingere, fotografare, o scolpire la pietra, come lo scrittore non sa suonare ed il musicista non è capace di dipingere, essi, non hanno la dote di mostrare il loro lavoro, di promuoverlo, di trovare i luoghi adatti ad esporlo. E fondamentale, perciò, il ruolo svolto da Paola Babini e Rinaldo Novali, autori di questo progetto, entrambi artisti ed insegnanti dell Accademia di Belle Arti di Bologna. Il loro sforzo, capace di individuare e valorizzare il lavoro dei loro allievi, non limitandosi alla sola didattica ma creando instancabilmente occasioni perché tale lavoro sia il più possibile mostrato e condiviso, deve essere appoggiato ed incoraggiato dalle istituzioni ad ogni livello e grado. Una mostra, questa alla galleria FaroArte di Marina di Ravenna, che si contraddistingue per qualità ed internazionalità, valori precipui dell Accademia di Belle Arti di Bologna e che i curatori di Faro Fare Arte condividono e perseguono. Voglio inoltre ricordare che Paola Babini che è docente anche presso l Accademia di Ravenna svolge in questa città un importante ruolo di promozione di giovani talenti dedicando il proprio tempo e le proprie competenze alle più importanti manifestazioni artistiche che vi si svolgono, dal Premio Opera al Premio Marina di Ravenna, solo per citarne alcune. Sono le persone come loro ad avere il duplice compito di mostrare l arte ed al contempo sensibilizzare le persone alla sua comprensione. Mentre per l arte figurativa crediamo di comprenderne il significato soltanto perché vi leggiamo qualcosa di conosciuto, di reale, ancora aggi, ad oltre cento anni dalla nascita dell arte astratta, l arte contemporanea trova resistenza poiché siamo pigri e non ci sforziamo di vedere al di là delle cose. Questo è il fine ultimo dell arte, la capacità di indicare un punto di vista nuovo ed inesplorato. Questo è il messaggio che Akil Lufta, Federico Aprile, Esmeraldo Baha, Lura Caruso, Jessica Ferro, Giuliano Garuti, i ravennati Federica Giulianini e Nicola Montabini, Walter Pereira, Giulia Martini, Gorge Yamin ed il giapponese Matsumoto Keiji, tentano di dare con le loro opere e con il loro impegno. Il testo critico di Beatrice Buscaroli ci immerge nel loro mondo, nelle antiche aule dell Accademia di Bologna, raccontandoci le emozioni, i sogni e le aspirazioni di questi dodici giovani ragazzi, del corso di pittura del professor Novali, che sperano, con la loro arte, di cambiare finalmente il mondo. L esposizione è stata promossa dall Associazione Capit di Ravenna ed ospitata presso la galleria FaroArte in Piazzale Marinai d Italia a Marina di Ravenna. 16

10 INCONTRI D AUTORE Se una notte d estate un viaggiatore a cura di Massimiliano Garavini 18 Luglio...Guarda in basso dove l ombra s addensa in una rete di linee che s allacciano, in una rete di linee che s intersecano sul tappeto di foglie illuminate dalla luna intorno a una fossa vuota Quale storia laggiù attende la fine? chiede, ansioso d ascoltare il racconto. (Italo Calvino, Se una notte d inverno un viaggiatore) Massimiliano Costa* e Alberto Malfitano** La terra delle pietre di luna: il Parco della Vena del Gesso da Brisighella a Tossignano *Direttore Parco della Vena del Gesso ** Ricercatore, autore di testi sull economia rurale dell Appennino romagnolo 25 Luglio Le parole che non ti aspetti, le parole che ti meriti, le parole che ti aiutano. Questo è l approccio all evento Capit Incontra, occasioni di incontri con gli autori che si terranno ogni settimana a Marina di Ravenna (Galleria FaroArte Piazzale Marinai d Italia, 20) a partire da mercoledì 20 giugno e proseguiranno per tutta l estate fino a mercoledì 11 Agosto. Il dialogo è la forma di comunicazione tra le persone più antica che conosciamo. L approccio diverso, informale, amichevole, aperto a tutti, così lontano da astruse conferenze o da argomenti schiusi a pochi intimi è l obiettivo che ci siamo posti. L idea è quella di fare buona cultura, affrontando temi diversi, esperienze diverse, soprattutto di mettere sempre al centro chi ci ascolta. Massimiliano Garavini, curatore della manifestazione, conduce gli incontri, lasciando però massimo spazio agli ospiti, agli argomenti scelti per offrire spunti di riflessione interessanti e mai scontati, e al confronto col pubblico. Arte, cultura, storia, ma anche arcano e mistero, ambiente e natura, a stimolare la curiosità e lo stupore delle persone con un fil rouge comune, la valorizzazione del territorio e delle proprie tradizioni culturali. Nella piazza antistante la galleria FaroArte verranno allestiti, con il contributo della Pro Loco di Marina di Ravenna, il palco per gli ospiti e la platea per il pubblico, in modo di godere del piacere delle sere d estate e per offrire a chiunque la possibilità di prendere parte agli incontri senza restrizioni.il rapporto con le persone è fondamentale, il successo delle passate edizioni testimonia che la voglia di ritrovarsi sul piano culturale è importante e l esigenza del contatto diretto con la gente è sempre più sentita. La partecipazione agli incontri delle voci più interessanti della cultura locale e la competenza con cui si affrontano i temi e gli argomenti delle serate vogliono offrire un occasione di confronto, ricerca e sperimentazione di un nuovo (una celebre immagine di Don Fuschini e il cane Pirro) tipo di rapporto con le persone, aperto ai suggerimenti e alle contaminazioni, arricchito dal sapore di divertimento culturale accessibile a tutti. Il pubblico scoprirà la grande storia dell arte e il cameo del dialetto romagnolo, il nuovo progetto di un brillante editore ravennate e gli scrittori del recente passato, il potere magico dei piccoli riti scaramantici e l affascinante patrimonio naturale che aspetta solo di essere raccontato e vissuto, il ricordo di Tonino Guerra e il gran finale di Eraldo Baldini. Capit Incontra è una manifestazione che vuole essere interessante per tutti senza distinzioni, nella precisa idea che offrire un programma così vario non sia possibile se non si è in grado di ascoltare le persone, se l approccio non è umile e disponibile alle aperture ai ragazzi e ai giovani. Ogni indicazione che la platea vorrà lasciare sarà il primo incentivo a fare meglio, la spinta innovativa a proporre sempre temi e argomenti nuovi e diversi. La scoperta che è possibile un nuovo modo di fare cultura tra le persone, condiviso e umanizzato, accessibile, significa tornare a casa pieni di idee e di spunti per mantenere viva nella memoria la voglia di tornare l anno prossimo. (Franco Gabici) 20 Giugno Claudio Spadoni* Borderline I confini sfuggenti dell arte *Direttore artistico del Mar 27 Giugno Maria Cristina Bellini Arcano Romagnolo: divinazione e interpretazione dei segni e del tempo secondo il vecchio uso di Romagna 4 Luglio Franco Gàbici Un prete e un cane in Paradiso. La vita di don Fuschini, lo scrittore più amato di Romagna Con la partecipazione di Walter Della Monica, presidente del Centro Relazioni Culturali 11 Luglio Giorgio Pozzi* Fernandel: la cultura ravennate si rinnova * Direttore editoriale Fernandel Editore Ravenna Brunella Garavini e Giancarlo Cerasoli Guarì Guaròss. Riti e rimedi della medicina popolare in Romagna In collaborazione con l Associazione Istituto Friedrich Schürr 1 Agosto Giuseppe Bellosi Omaggio a Tonino Guerra Con la partecipazione di Walter Della Monica, presidente del Centro Relazioni Culturali 8 Agosto Eraldo Baldini, lo scrittore si racconta Con la partecipazione della giornalista Vania Rivalta (Eraldo Baldini) 18 19

11 FARO ARTE AUTORITRATTI DEL TEMPO personale di Enrico Lombardi Il vostro business ci sta a cuore. laborazione con critici, filosofi e scrittori tra i maggiori del nostro Paese, e la partecipazione a grandi rassegne nazionali, sanciscono la qualità e la continuità della sua presenza sulla scena della nuova pittura italiana (www.lombardienrico.it). Ai suoi esordi, e per oltre dieci anni, pratica un astrazione moderna ispirata all espressionismo astratto americano (Rothko, Pollock, Kline) con forti influenze nazionali (Vedova, Afro, Magnelli, Burri). Questa fase si conclude con una serie di opere quasi nere in cui comincia ad affacciarsi una sorta di fantasma del paesaggio. Dal 1987, dopo un viaggio a New York, riscopre la più autentica tradizione italiana che lo porta sino ai grandi maestri del primo 400 (in particolare Piero della Francesca, Beato Angelico, Masaccio e Giovanni Bellini) a cui dedica lunghi anni di studi e riflessioni, allontanandosi progressivamente da una contemporaneità percepita sempre di più come insensata e schiava del brutto e del patologico. Per questa via destinale e solitaria elabora, progressivamente, un suo linguaggio personale e inedito, fatto di uno sguardo sproporzionato e onirico in cui si mescolano le più varie influenze e in cui, per dirla con le sue parole: si consuma il disperato tentativo di ridare alla pittura quella interezza che la modernità ha distrutto: riunire, come è sempre stato nelle più grandi espressioni, figura, astrazione e concetto. Promossa da: Capit Ravenna in collaborazione con Pro Loco Marina di Ravenna Sede: Galleria FAROARTE, Marina di Ravenna P.le Marinai d Italia 20 Domenica 1 luglio - Ore 18 Inaugurazione della mostra - Ore 21,30 Enrico Lombardi si racconta: conversazione con l artista e Claudio Spadoni (direttore artistico del Mar) ENRICO LOMBARDI Pittore e scrittore, nasce a Meldola (Forlì) nel Compiuti gli studi all Accademia di Belle Arti di Bologna, da oltre trent anni svolge un intensa attività espositiva in Italia e all estero, accompagnata da un ininterrotta riflessione sullo stato dell immagine. I suoi due ultimi impegni espositivi lo hanno visto partecipare alla 54.ma Esposizione d Arte Internazionale della Biennale di Venezia (Corderie dell Arsenale) nominato dal filosofo Carlo Sini, ed allestire la mostra personale La pazienza dell ombra nel Museo di Bagnacavallo (Chiesa del Pio Suffragio) e nelle Gallerie S. Angelo di Biella e Baccaro di Pagani (SA). Le numerose e qualificate pubblicazioni, in col- Produzione di GHIACCIO SECCO in pellet e blocchi. Via Faentina, S.Michele (RA) - Tel Fax

12 LUOGHI MAGICI Il Labirinto Effimero di Angela Corelli* Realizzato completamente con piante di mais, si apre agli occhi del visitatore attraverso una fitta maglia di sentierini che accompagnano dentro ad un luogo non luogo. Le pareti intorno invitano con un abbraccio dal caldo verde bosco, ad alzare lo sguardo al cielo o semplicemente, ad osservare il proprio camminare sulla terra battuta da altri passi nel percorso che si apre. A volte non risulta facile liberarsi dalle cose della vita, dal lavoro, dalle relazioni, dai pensieri. Quest ultimi si insinuano nella mente ed è il corpo che avanza meccanicamente trasportato. Qui in questo luogo, si sente forte il desiderio di sentirsi in pace con il mondo quasi legittimati al vagabondare e in questo vagabondare spesso è possibile far ritorno a sé stessi. Vale la pena di andare a vedere dove potresti mai giungere. Da Camminare di D.H.Thoreau Ad Alfonsine, angolo con la frazione di Rossetta ai confini con l antica Bagnacavallo, viene realizzato da diversi anni un Labirinto definito il piu grande d Europa.Partito con pochi ettari di terreno, per passare a quelli attuali di 8, il progetto è stato pensato e voluto da Carlo Galassi dell omonima Azienda Agricola, insieme alla mente acuta e creativa dell artista Luigi Berardi (noto per le sue magiche istallazioni da Ravenna alla Cina, non ultima la bellissima conchiglia in piazza S.Francesco nell edizione Ravenna Festival 2011). Il labirinto è nato dalla sensibilità di Galassi e dal desiderio di offrire un luogo dove, insieme al piacere di passeggiare nella natura, guidati da percorsi nel mais e stradine silenziose, vi fosse anche il desiderio di mettere in sosta momentaneamente il quotidiano personale, entrando e prendendosi cura di sé e dei propri monologhi interiori. Obiettivo principale è quello di mettere i visitatori nelle condizioni di vagabondare e dedicare all ozio un momento di rigenerazione.diversi sono i labirinti che si annoverano nel mondo, ognuno pensato e progettato in modo dinamico e creativo per nutrire ambiti spesso sopiti e non esplorati dell uomo. Vivere l ingresso al labirinto in questa prospettiva assolutamente nuova, rappresenta una grande felicità che può venir colta in ogni momento. Importante è riuscire a cogliere l armonia e la leggerezza, importante è affidarsi ad esso. In questo spazio segreto è possibile percepire la sottile relazione tra ciò che è chiaro e ciò che è scuro, tra cultura e natura, tra coscienza e inconscio, tra corpo e anima lasciandosi andare alla benefica sensazione che sale, rivitalizza e e ti accompagna all uscita. In un momento in cui la civiltà industriale ci fa comprendere i pericoli e lo stordimento che siamo costretti a subire quotidianamente il messaggio di questo luogo ci riporta alla possibilità di andare a recuperare un antica pratica che vede come enuncia D.H.Thoreau nel suo libro Camminare la salvezza e il recupero dell uomo. Qui, nella nuova edizione 2012 qualcosa ti attende per una riflessione con te stesso..ma è lasciata alla visita e all incontro la magia della scoperta. *(Scrive per le testate nazionali GiardinAntico e CasAntica 3ntini editore.) 22 23

13 I CONCERTI DEL MARE Onde sonore di Attilia Tartagni Anche quest anno, per l ottava edizione consecutiva, i Concerti del mare arricchiranno l offerta estiva del litorale ravennate toccando ogni località con un concerto di musica classica o di canto corale proposti da ottimi musicisti. Ciò avviene grazie alla promozione dell Associazione Capit di Ravenna, delle Pro Loco e del Comitato cittadino di Lido di Dante, di Mosaici Sonori che ha ideato il programma, e al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna. Il pubblico, con la sua presenza e partecipazione, determina la riuscita di quest iniziativa e dimostra di non seguire soltanto le lusinghe musicali dei bagni e dei locali pubblici, ma di rispondere anche a una chiamata di matrice più culturale. Si va dall arpa sola di Monica Micheli al repertorio barocco, dal quartetto con pianoforte e trio d archi al duo con flauto e clavicembalo, alla musica da film, dal coro adulto che propone arie operistiche al coro dei Bimbi per i Bimbi dell Unicef nella ricorrenza di Sant Apollinare, dal quintetto di strumenti a fiato al duo chitarra e clavicembalo. Si tratta di ensemble in cui figurano solisti di fama internazionale e compositori di spicco come Cristina Landuzzi, e vengono proposti sia brani consacrati dalla storia della musica che composizioni recenti, quali Ariminus, il fiume della luna. Dal barocco al romanticismo, dall opera ottocentesca alle colonne sonore, dalla musica operistica alla musica sinfonica, fino al contemporaneo, si percorrono tre secoli di storia della musica afferma Luigi Lidonnici, che ha ideato mil programma insieme a Piergiorgio Anzelmo e Tiziana Stanzione di Mosaici Sonori. Abbiamo voluto mantenere un alto contenuto invitando artisti di spessore, nonostante le difficoltà del periodo, convinti come siamo che il concerto dal vivo sia il modo giusto di usufruire della musica e il veicolo per avvicinare chi non ha mai avuto prima quest opportunità. Data la varietà dell offerta in calendario dal 5 al 28 luglio, senza sovrapposizioni, può anche accadere che qualcuno ci segua su tutto il programma. I concerti si terranno sia dentro le chiese delle località litoranee sia negli spazi ad esse limitrofi, dove possono accedere più persone, uno sforzo profuso per fare in modo che le località di mare propongano anche momenti di incontro e di riflessione sulla grande musica di tutti i tempi. Giovedì 5 luglio Lido di Dante, Chiesa San Benedetto Concerto per arpa, Monica Micheli Venerdì 6 luglio Punta Marina, Chiesa S. Massimiano Cappella Musicale di San Francesco Ravenna, Giuliano Amadei, direttore Lunedì 9 luglio Marina Romea, Chiesa S.Maria Assunta Dialogos Piano Quartett, Maria Odorizzi violino, Marina Nardo viola, Annalisa Putrella violoncello, Paola Guiotto pianoforte Mercoledì 11 luglio Lido Adriano, Chiesa S.Massimiliano Kolbe Coro Calamosca Mariani, Matteo Unich, direttore Giovedì 12 luglio Lido di Dante, Chiesa San Benedetto Flauto e clavicembalo, Morena Mestieri flauto, Cristina Landuzzi clavicembalo Venerdì 13 luglio Casal Borsetti, Chiesa San Lorenzo Il Cinema in concerto, Ensemble Mosaici Sonori Venerdì 20 luglio Punta Marina, Chiesa S. Massimiano Obtortocello, Quartetto di violoncelli, Tiziano Berardi, Elena Giardini, Piergiorgio Anzelmo, Cecilia Zanni Lunedì 23 luglio Marina di Ravenna Chiesa San Giuseppe Orchestra Alighieri di Ravenna e coro I bimbi per i bimbi Unicef Concerto in onore di Sant Apollinare, Patrono di Ravenna Agide Brunelli clarinetto, Orio Conti direttore Martedì 24 luglio Marina Romea, Chiesa S.Maria Assunta Ariminus, il fiume della luna, Ensemble Mosaici Sonori, Tiziana Stanzione flauto, Luigi Lidonnici oboe, Giampiero Montalti violino, Elisa Nanni viola, Piergiorgio Anzelmo violoncello, Koro Izutegui pianoforte Venerdì 27 luglio Casal Borsetti, Chiesa San Lorenzo Omaggio a Rossini, Blaserquintett, Tiziana Stanzione flauto, Luigi Lidonnici oboe, Agide Brunelli clarinetto, Lino Brandolini fagotto, Fabio Pierboni corno Sabato 28 luglio Porto Corsini Chiesa Sacro Cuore Chitarra e clavicembalo, Simone Pansolin chitarra, Silvia Derchi clavicembalo BE.CAR LUGO INSIGNIA 2012 BE.CAR, il nostro nome, è composto da due parole inglesi: BE (essere), il lato umano della concessionaria, CAR (auto) che rappresenta il lato automobile, uniti dal punto simbolo di tecnologia. BE.CAR è l unione di vari capitali : il capitale umano, il capitale prodotto e l insieme dei processi e tecnologie per lavorare in maniera professionale ed efficace. Nuova ZAFIRA TOURER BE.CAR RAVENNA 24

14 SAPORE DI SAPERE Il cibo nazionale dei Romagnoli di Arianna Magnani Ma tu, Maria, con le tue mani blande domi la pasta e poi l allarghi e spiani; ed ecco è liscia come un foglio, e grande come la luna; e sulle aperte mani tu me l arrechi, e me l adagi molle sul testo caldo, e quindi t allontani. Io, la giro, e le attizzo con le molle il fuoco sotto, fin che stride invasa dal calor mite, e si rigonfia in bolle: e l odore del pane empie la casa. [ ] Azimo santo e povero dei mesti agricoltori, il pane del passaggio tu sei, che s accompagna all erbe agresti. L occhio attento, parafrasando questi versi, può notare sia il rimando al testo di terracotta, tradizionale strumento di cottura, che quello al crescione con le erbe amare di campo, uno dei modi classici di cucinare e servire la piadina. Il crescione, e chi è ravennate lo sa, altro non è che una piadina che, da cruda, viene farcita con vari ripieni quello classico alle erbe (oggi soprattutto bietole e spinaci), oppure quelli, ormai altrettanto classici, a base di pomodoro e mozzarella, o ancora con patate ed altri ingredienti, o addirittura con crema spalmabile alla nocciola poi viene ben chiusa prima di cuocerla. Ciò non toglie che la piadina sia ottima anche mangiata in purezza, oppure piegata a metà e farcita con il nostro amatissimo squacquerone accompagnato da rucola fresca, con affettati vari, con l intramontabile salsiccia ai ferri, spesso accoppiata alla cipolla, e con tutto ciò che la fantasia e la golosità suggeriscono. Un altro aspetto da sottolineare è il modo in cui questo prodotto cambia da città a città, ma anche da paese a paese e, in modo a volte impercettibile, persino da casa a casa. E, ovunque l assaggiate, vi verrà detto che soltanto quella è la vera piadina romagnola. Nella nostra città si produce la variante più grossa e soffice, che viene farcita come descritto sopra. Gli ingredienti sono all incirca gli stessi in tutta la Romagna: acqua, farina, strutto, miele, lievito, sale, latte ma il risultato differisce molto: dalla nostra piadina alta, molto consistente, fino a quella sottilissima del riminese o a quella più croccante del riccionese. Sarà capitato anche a voi, percorrendo le strade di Ravenna, di imbattervi in delle caratteristiche casupole a strisce bianche e verdi. I ravennati lo sanno bene, i turisti lo imparano in fretta: si tratta dei chioschi che vendono la celeberrima piadina, concentrato di genuinità e gusto. Forse pochi, anche fra gli autoctoni, conoscono le origini di questo prodotto che è probabilmente il gioiello della gastronomia romagnola e ravennate più conosciuto in Italia, e ormai diffuso in tutto il mondo. Pare che sia nata nell antica Roma, anche se le prime testimonianze scritte risalgono al 1371: in quell anno è stata pubblicata la Descriptio Provinciae Romandiolae, un documento in cui della piadina si dà una descrizione sintetica, ma che basta a testimoniare la sua effettiva esistenza e diffusione in Romagna. Fino all Ottocento, poi, la piadina è stata il pane dei poveri, impastata con ingredienti di difficile lavorazione come fave, ghiande, crusca, mais e farro. Col passare del tempo si è raffinata, arricchendosi di strutto, lievito, latte e farine bianche, ma mantenendo quel carattere rustico e genuino che continua a contraddistinguerla. La vera consacrazione della piadina, che ha così acquisito un valore culturale, si è avuta grazie al poeta Giovanni Pascoli. In vari testi la cita, spiegando anche come realizzarla e dedicandole un intero componimento, La Piada, del quale di seguito potete leggere un estratto: Per chi volesse deliziarsi con una piadina ravennate originale, cibo semplice ma meravigliosamente gustoso, il consiglio è quello di recarsi presso uno dei moltissimi chioschi a strisce bianche e verdi di cui si parlava all inizio. La piadina sarà sicuramente fresca, fragrante e proposta in moltissime varianti. Se invece vi trovate nel centro storico della città, potete approfittare dei vari locali tipici, nei quali si può assaggiare la tradizionale piadina della miglior qualità. Oltre ai mosaici e ai monumenti storici, Ravenna offre anche un immenso patrimonio gustativo, di cui la piadina è un pilastro: cibo nazionale dei Romagnoli, come diceva Pascoli, ma anche di tutti gli amanti della gastronomia quella genuina, quella vera, quella da preservare e promuovere per amore del buon vivere

15

16 SARANNO FAMOSI Il futuro suona bene di Allegra Masciarelli IMMAGINARE Buon Natale Noi italiani abbiamo dimenticato che la musica non è solo intrattenimento, ma è una necessità dello spirito. Questo è grave perché significa spezzare delle radici importanti della nostra storia. Questa frase è di Riccardo Muti, il celebre direttore d orchestra ravennate che ha dato grande prestigio alla nostra città. È importante riflettere su queste parole, giacché Ravenna ha una forte tradizione musicale: non a caso quest anno ospita il Ravenna Festival giunto alle ventitreesima edizione e l undicesima di Allegromosso-European Youth Music Festival. A quest ultimo parteciperanno più di cinquemila giovani musicisti provenienti da ventisei paesi europei: un iniziativa splendida che dimostra quanto la musica, col suo linguaggio universale, possa unire ragazzi di nazioni e di lingue diverse. Come candidata a capitale europea della cultura 2019, questa città dovrebbe puntare molto sui suoi musicisti. Infatti, pur non essendo molto grande, Ravenna possiede molti validi artisti di tutte le età in grado di darle una buona risonanza anche altrove. Alcuni di questi, giovanissimi, hanno riscosso moltissimo successo suonando nei pub, nei teatri, nei locali e, perché no, anche per strada, in mezzo alla gente, dando alla città un atmosfera unica. I Butterbeers ad esempio sono un gruppo di ragazzi ravennati tra i 18 e i 20 anni che, facendosi le ossa tra gli Scout e sgomitando poi tra i gruppi di musicisti professionisti, stanno entrando a buon diritto nella scena cittadina suonando pezzi irish e folk: hanno iniziato esibendosi per le strade della città. La scena musicale giovanile è molto attiva: già nel 1999 l Associazione culturale Norma aveva captato tutto ciò dando vita a contest musicali come Around the rock nelle artificerie Almagià e il Bukowski music contest a Marina di Ravenna. Nel dicembre 2011 il Ravenna Underground Festival, organizzato da centro sociale Spartaco e Ballotta Records, ha avuto un affluenza notevole. Lo scorso aprile il gruppo vincitore di Around the Rock è stato lo scoppiettante Io & Bobby. Che dicono: Un nostro concerto è come mettere la testa in un frullatore mentre un gatto fa le fusa sulle tue ginocchia. I due ragazzi, con la loro sexy music, come la definiscono, stanno letteralmente spopolando. Questi contest sono un vero e proprio trampolino di lancio per band emergenti, proprio come accadde agli Actionmen, band punk-rock ravennate che vinse nel 2004, arrivando a pubblicare un album nel 2005 e ad intraprendere una tournée europea riscuotendo molto successo. Invece appartenente ad un genere completamente diverso, il Quartetto Fauves un quartetto d archi di giovani professionisti che fanno parte del prestigioso conservatorio di Hannover. I ragazzi, vincitori di diversi concorsi nazionali e internazionali, partecipano (Quartetto Fauves) a molti festival europei e quest anno suoneranno al Ravenna Festival il 14 giugno nel chiostro della biblioteca Classense. E grazie a questi gruppi musicali che potremo avere un centro storico vivo per tutto l anno, e non solo durante la rassegna Ravenna bella di sera : in questo modo potremo essere pronti per diventare città capitale della cultura europea. Sancho Panza disse: donde di hay Massimiliano musica, Garavini puede haber cosa mala. [ dove c è musica non può esserci nulla di cattivo. ] quindi perché non appoggiare la di questi musicisti che non possono fare altro che divertire e dare brio alla città? Sono sorte molte polemiche nel centro storico riguardo al concerto, patrocinato dal Comune ed interrotto per volere dei residenti alle dieci di sera, dei Doormen, una band ravennate che ha vinto l Arezzo Wave love festival. Si potrebbe venire ad un compromesso. La stessa Bologna è stata dichiarata dall Unesco città della musica, unica in Italia: evidentemente i suoi cittadini hanno capito che la (Butterbeers) musica ha un forte potenziale, sia dal punto di vista culturale che da quello turistico ed economico. Solo quando Ravenna capirà che la musica può diventare un vero e proprio asso nella manica, avrà di certo una chance in più. E visto che la stessa Musa della musica, Euterpe, in greco significava colei che rallegra, potremo sentirci i continuatori e gli eredi di una tradizione culturale che dura da secoli. Del resto, capitale dell Impero romano Ravenna lo è già stata, no? (Io e Bobby) Ti aspettiamo nei negozi Vodafone One Cavicchioli Via IV Novembre, 35 Ravenna - Tel C.Comm.le ESP Ravenna - Tel C.Comm.le Le Valli Bennet Comacchio (FE) - Tel (Quartetto Fauves)

17 IN GGIO Mississipi Blues di Alessandro Montanari (New Orleans) (Mappa di New Orleans ) King, Jerry Lee Lewis. Johnny Cash. Idealmente si concluderà anche il ciclo di visite dedicate a Martin Luther King: proprio in questa città fu assassinato il 4 aprile del A questo punto si sarà ormai giunti a metà viaggio. Torna il tema della guerra di Secessione e ci troviamo ancora davanti al generale Grant. L occasione è la visita alla città di Vicksburg, conquistata dopo 45 giorni di assedio. Una battaglia decisiva nelle sorti della guerra civile americana. A Natchez sarà possibile immergersi in quel periodo storico grazie alla visita a 500 case d epoca risalenti a prima della guerra e perfettamente conservate. Un vero gioiellino del Mississippi, al centro dell industria del cotone del diciottesimo secolo. Il viaggio si conclude nella capitale del jazz, New Orleans. La città dei suoni, con orchestrine ad ogni angolo. Difficile slegare il jazz da tutto quello che si è visto sino ad ora: figlio delle comunità afroamericane, ritmo sincopato, swing, improvvisazione. Il jazz è forse il genere musicale più rivoluzionario del Novecento, quello da cui è nata buona parte della musica contemporanea. Ed è a New Orleans che ha le sue radici. Una città fondata dai francesi e ricostruita dagli spagnoli non può che avere la contaminazione culturale nelle vene. Ci sarà anche la possibilità di cenare a bordo di un battello sul fiume. Un bel modo per rendere omaggio al Mississippi: un fiume sulle cui rive è scorso anche del sangue ma soprattutto musica, cultura e battaglie civili. Il vero blues è sepolto dal fango e dal sangue del delta del Mississippi scrive Walter Mosley. Ed è proprio con un viaggio che segue il fiume che la Capit a fine novembre vuole scoprire il cuore dell America del Sud. Quattro gli Stati che verranno toccati: Georgia, Tennessee, Mississippi e Louisiana. Terre che rievocano l odore della secessione ottocentesca, ma non solo. Sono territori in cui risuona la musica: qui si sono fatti conoscere i principali generi musicali moderni: jazz, blues, rock, fino all hip hop. Dieci giorni nei territori che Holliwood non sempre racconta. Si parte da Atlanta, la città che ha ospitato le Olimpiadi del 1996: da allora la città è cresciuta in efficienza e tecnologia. Qui ha siede la Coca Cola e la Cnn, la principale emittente televisiva americana. Atlanta è la città natale di Martin Luther King, quella da cui sono partite le lotte per i diritti degli afroamericani. La capitale della Georgia è uno dei luoghi simbolo per l attacco all apartheid, per la realizzazione del famoso sogno di Luther King. Passando ad un tema più pop, Atlanta è anche la città natale di Julia Roberts. Il salto nella storia sarà ancora più lungo il giorno dopo quando da Atlanta ci si sposterà Chattanooga, Tennessee, sede di un importante battaglia nella guerra di Secessione: qui il generale e futuro presidente Grant sconfisse i confederati. Il viaggio prosegue tra Nashville e Memphis, dove è sepolto Elvis Prisley, Ma, soprattutto, qui c è Graceland, la sua celebre dimora e gli Sun Studios. Tra queste pareti è passata, semplicemente, la storia della musica contemporanea. B.B (Atlanta) (Mississipi)

18 V.LE DELLE ROVERI V. F.LLI BANDIERA SEBENICO SPALATO DELLE NAZIONI DELLE NAZIONI LUNGOMARE MARINARA LA POESIA IN LUCE Giovanni Pascoli e il poco della vita di Gaetano Chiappini e Valerio Nardoni UN MARE DI BENESSERE a marina di ravenna DEI SALICI BAIONA VOLANO MOLO SANFILIPPO BAIONA P.LE SOPRANI GORO VALLE GIRALDA LAGOSANTO LIBOLLA V. CORTELLAZZO V. MAGNAVACCA 6 DICEMBRE 1944 CAMPOTTO V. VACCOLINO V. MESOLA MOLO MONTANARI VALLE AGOSTA VOLANO MEZZOGORO SANFILIPPO COTTINO XXV APRILE 1945 GUIZZETTI V. MAZZESI PO LAMONE PINETA RENO SIROTTI GUERRA BISCA MOLO SANFILIPPO MOLO DALMAZIA Non in opposizione alla plastica sonorità storicistica di Giosuè Carducci; né al lusso immaginifico di Gabriele D Annunzio; ma è la semplice differenza della poesia di Giovanni Pascoli a rendercelo piú vicino. Nella Prefazione ai Poemi conviviali (1904), il poeta sottolinea come il suo impulso poetico sia in piena sintonia con il suo atteggiamento generale verso le cose e la vita: la poca gioia che può aver l uomo è nel poco.... E spiega la delizia che c è a vivere in una casa pulita, sebben povera, ad assidersi avanti una tovaglia di bucato, sebben grossa, a coltivare qualche fiore, a sentir cantare gli uccelli.... A questi sentimenti semplici e in una casa tragicamente segnata dal dolore il poeta appoggia la sua poesia. Nel rigore dell umiltà, pur non immune di un legittimo orgoglio: Io non credo troppo nell efficacia della poesia, e poco spero in quella della mia; ma se un efficacia ha da essere, sarà di conforto e di esaltazione e di perseveranza e di serenità. Sarà di forza; perché forza ci ho messo, non avendo nel mio essere, semplificato dalla sventura, se non forza da metterci. Questa forza è tutto l impegno tecnico-stilistico del poeta. Perché la poesia si assuma tutta la responsabilità della propria essenza e funzione: Non c è poesia che la poesia. E ad essa il Pascoli si affida per sfiorare il mistero della vita e della morte. Con tutto il doveroso apporto della pena e della compassione, la radicale solidarietà che si fa poesia dell amore e del destino umano laborioso e sofferto, il quale solo nella bellezza trova riposo: ché sempre se ti agghiaccia la sventura, / se l odio altrui ti spoglia e ti desola, / spunta, al tepor dell anima tua pura, / qualche vïola (Myricae, Viole d inverno). Un poeta da ricordare: Giovanni Pascoli venerdì 13 luglio ore 21,00 Piazza Dora Markus - Marina di Ravenna a cura di Walter Della Monica Qualità e tranquillità. Prestigio e bellezza. Stile ed eleganza. Sono le parole che ci definiscono e raccontano chi siamo. Chi sei! PRUAMARE, il centro residenziale al centro di Marina di Ravenna, è tutto questo: un intervento di grande pregio, in una zona verde e silenziosa, ma anche ricca di attività commerciali, uffici e pubblici esercizi. Con soluzioni architettoniche, impiantistiche e tecnologiche all avanguardia. Finanziamenti personalizzati e convenzionati V.FABBRICA VECCHIA D'ALAGGIO MARMARICA Pruamare Il Bello di vivere a Marina di Ravenna BARTOLOTTI C. MENOTTI TRIESTE C. PISACANE C. PISACANE Monolocali - Bilocali Trilocali Attici Attività commerciali Ambienti luminosi, ampi terrazzi e finiture su misura Infissi e materiali ad altissime prestazioni energetiche Area verde, portico e posti auto coperti riservati Riscaldamento centralizzato e impianti di domotica MAESTRA GIACOMINA D'ALAGGIO DELLA FOCA MONICA V. RAVEGNANI V. R. PILO IV NOVEMBRE TRIESTE V. POLICASTRO C. ABBA V. PONZA SAPRI P.ZZA N.SAURO G. GARIBALDI PIAZZALE GAZZARRA V.LE TAZZOLI DEI T. SPERI G. GARIBALDI G. PULLINO XXIV MAGGIO DEI MILLE THAON DE REVEL V. CHIOGGIOTTI PESCATORI A. VECCHI PIAZZALE MARINAI D'ITALIA S. PELLICO A. CALLEGATI ZARA VOLTURNO ZARA L. RAVA F. RISMONDO N. ZEN IV NOVEMBRE S. BERNARDINI SPALATO G. MAMELI THAON DE REVEL PIAZZALE RAGAZZI DEL '99 PIAZZALE G. MAZZINI C. MENOTTI PIAZZA DORA MARKUS PIAZZALE ADRIATICO DON G. VERITÀ SPIAGGIA PORTO TURISTICO Altre proposte immobiliari su 34 Tel Cell

19 LA POESIA IN LUCE La notte oscura in Pasolini FAVOLA NATURALE di Gaetano Chiappini e Valerio Nardoni La spiccata varietà dell opera pasoliniana è un forte indizio, piú che di eterogeneità artistica, del suo carattere spementale, in tutte le direzioni e nel tentativo insonne di capire il mondo e l uomo in tutte le sue sfaccettature. Qui, si considera emblematicamente un testo severo, in cui Pier Paolo Pasolini fissa con crudele passione il punto di vista della sua azione nel suo momento storico (Poesia in forma di rosa, , Appendice III, La mancanza di richiesta di poesia). A richiamare l attenzione è l aggressività impietosa con cui scolpisce l immagine della sua condizione di uomo senza libertà e impedito di qualunque scelta ( Come uno schiavo malato, o una bestia, / vagavo per un mondo che mi era assegnato in sorte ). Questa postura tragicamente esistenziale ne conferma la disperante diversità ed esclusione come di un mostro, di verme / molle, ripugnante, eppure ingenuo, gettato in un mondo incapace di integrarlo, lasciandolo in uno spazio di morte, di tenebre, di distanze fuori del tempo. Per lui c è solo l isolamento di squallide periferie agghiaccianti di desolazione, in spaventosa povertà e abbandono. Uno sfondo disumano e senza dignità di salvezza, insaziato di dolore senza rimedio. E qui, si aggiunge la crisi della poesia, già affacciata nella durezza respingente del titolo, piegato nel gelido sconforto di un referto di marketing, che nulla ha a che vedere con il mondo dei sogni come, già prima, con il default della vita. Ed è proprio in nome della vita che il poeta si sente respinto; mentre proclama la sua sconfitta, che fa soffrire come una ferita mai rinchiusa, che dà la morte. Ancora una volta, come nella parola di Apollinaire, il poeta è assassiné, espulso dal suo tempo ( È passato il tuo tempo di poeta ). La cucina incontra la natura Un poeta da ricordare: Pier Paolo Pasolini venerdì 24 agosto ore 21,00 Piazza Dora Markus - Marina di Ravenna a cura di Walter Della Monica Via Traversa, 16 - Godo (Russi) - tel.0544 / ARTEMISIA BIO Agriturismo Fattoria Camere 37

20 NATURALIA Atmosfere d artemisia di Angela Corelli* Si è appena concluso nel mese di maggio un primo evento molto raffinato e unico nel suo genere che ha visto la collaborazione di diverse menti creative della provincia in un contesto affascinante e accogliente come quello dell Agriturismo Artemisia. Un ambiente rustico dove nel bel forno a legna la padrona di casa propone cibi, pani e torte fatte in casa secondo la fiolosofia della cucina semplice e biologica. La ristorazione è arricchita dalle belle serre a fianco del locale, che mostrano come i prodotti utilizzati provengano principalmente da esse, mostrando quanto sia importante in cucina utilizzare prodotti locali nel rispetto della territorialità ma anche e soprattutto, assecondare ortaggi e frutta di stagione nel tentativo di ritornare ad abbracciare un filosofia alimentare più sana e semplice in armonia con la lentezza della natura. L Agriturismo offre inoltre un bel percorso didattico educativo per i bambini e le scuole (il Prato nel piatto, la gallina che canta ha fatto l uovo) nel tentativo di stimolare nei contesti educativi approcci diversi da quelli offerti prevalentemente da libri e immagini e dare la possibilità ai bambini di fare pratica attiva sul campo, come scrive da anni il Dirigente Scolastico Gianfranco Zavalloni dell Ecoistituto delle Tecnologie Appropriate di Cesena, conosciuto in tutte le scuole Italiane per il suo Manifesto sui diritti dei bambini e il bellissimo libro la Pedagogia della lumaca. Sabato 5 maggio e domenica 6, la grande serra di 500mq situata nel giardino a fianco del bel casale in pietra, si è animata e ha aperto le porte agli appassionati di interior design, rose antiche, editoria specializzata, arte, ceramica e fotografia d autore, vasi in terracotta toscana e vintage d autore. (foto: Chiara Casanova) In un luogo di per sé già ricco di suggestioni visive, spumeggianti cascate di rose, alcune antiche, colori, profumi, allestimenti semplicemente in armonia con il luogo hanno permesso ai visitatori di entrare in uno spazio pensato in mezzo al verde, in un luogo protetto e magico come quello di una serra che ricorda quelle bellissime dei giardini botanici d oltralpe. All ingresso della serra, hanno fatto mostra di sé le rose antiche e moderne del vivaio Vivaverde Monica Cavina di Zello, lasciando gli appassionati del genere storditi dalle belle fioriture e dai profumi nell aria. Presente la 3ntini Editore con le testate nazionali GiardinAntico, CasAntica, Bagno e Cucina insieme a belle monografie in tema per gli appassionati. Tasacasa con il suo modernariato al flower design ha arredato con mobili rivisitati di modernariato e oggettistica raffinata l interno della splendida serra. Ad accogliere i visitatori, grandi vasi in cotto toscano dell Azienda Galassi Carlo di Alfonsine che arredano da anni anche i bei locali dell Agriturismo, specializzato in arredi per giardino e cotto toscano. Entrando i visitatori hanno avuto la possibilità di scorgere, in mezzo a cascate di rose galliche (come Duc De Guiche, delicatissima rosa gallica che spesso si ritrova nei giardini romagnoli, o impertinente Pierre de Ronsard, confusa per rosa antica per la bellezza e la poesia d insieme trattandosi bensì, di rampicante moderna da selezione Meilland), opere di pittura realizzate su canape e lini antichi di Corelli insieme a ceramiche artistiche delle faentine Elvira Keller e Fiorenza Pancino. Il patio del casale ha accolto le fotografie dedicate alle cerimonie del fotografo ravennate Gianluca Liverani, mentre il giardino in serra è stato vestito da abiti e accessori del vintage firmato di Petit Noire. Deliziosi primi piatti, dolci e liquori a base di rose sono stati preparati dall Agriturismo Artemisia per l occasione, da sempre dedito alla fusione di cibo e fiori di stagione (molti conosceranno il famoso risotto alla lavanda). L iniziativa è nata dalle passione per l organizzazione di eventi (oltre che di matrimoni) di Graziella Giovanniello, Paolo Tassinari, Angela Corelli, Carlo Galassi e Monica Cavina. Alle belle foto in corredo, il compito di mostrare ai lettori l evento appena terminato. *(Scrive per le testate nazionali GiardinAntico e CasAntica 3ntini editore.) 38 39

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica Il carnevale degli animali di Camille Saint Saёns Grande fantasia zoologica Per due pianoforti e piccola orchestra Obiettivi del nostro lavoro Imparare a riconoscere il timbro di alcuni strumenti musicali.

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA CORO VALCAVASIA Cavaso del Tomba (TV) CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA chi siamo Il progetto sulla grande guerra repertorio discografia recapiti, contatti Chi siamo Il coro Valcavasia

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

Istituto Comprensivo E. De Filippo

Istituto Comprensivo E. De Filippo Istituto Comprensivo E. De Filippo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via degli Italici, 33 - tel. 0824-956054 fax 0824-957003 Morcone Bn (seconda annualità) Il tempo per leggere,

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI)

LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI) LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI) STORIE PICCINE PICCIO' (dai 2 ai 5 anni) Una selezione di storie adatte ai piu' piccoli. Libri per giocare, libri da guardare da gustare e ascoltare. Un momento di condivisione

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

DIALOGHI SUL COMPORRE

DIALOGHI SUL COMPORRE TORRI DELL ACQUA 2 workshop di composizione assistita da computer. Seminari, lezioni e concerti dal 28 al 30 dicembre presso le Torri dell'acqua di Budrio Il fondamentale ruolo interpretato dalle Torri

Dettagli

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Roma CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Castel Sant Angelo Sala Paolina Mostra su Giuseppe Garibaldi Tutt altra

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio IL FESTIVAL Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio della Tuscia ma con una forte vocazione internazionale, premiato al Jazzit Awards come

Dettagli

ITALIA / ITALIE e tra. a cura di Gabriele Dadati

ITALIA / ITALIE e tra. a cura di Gabriele Dadati ITALIA / ITALIE e tra a cura di Gabriele Dadati direzione editoriale: Calogero Garlisi redazione: Eugenio Nastri comunicazione: Gabriele Dadati commerciale: Marco Bianchi realizzazione editoriale: Veronica

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI

CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI Repertorio generale n. 1638 Settore Servizi sociali, culturali e tempo libero Servizi Culturali, Educativi e Tempo Libero DETERMINAZIONE

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli