Lettere Magiche... Magiche Lettere. Incontri di scrittura creativa dedicati al romanzo epistolare

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lettere Magiche... Magiche Lettere. Incontri di scrittura creativa dedicati al romanzo epistolare"

Transcript

1 Lettere Magiche... Magiche Lettere Incontri di scrittura creativa dedicati al romanzo epistolare RACCOLTA ESERCIZI CORSISTI 2012

2 Peschiera Maggio 2012 Lo scorso anno il nostro treno ci ha portato a ricostruire ricordi legati al cibo, agli affetti, all'infanzia. E' stato facile emozionarci ed emozionare. Quest'anno il percorso è sembrato, in taluni casi, più faticoso: la lettera richiede tecnica e un notevole impegno per non cedere al consueto. Abbiamo dovuto affilare le armi per affrontare questa nuova e più complessa prova. Armi come i calambour rileggendoli li ho trovati molto divertenti e originali - i racconti nati da incipit diversi, i sortilegi frutto di parole inventate, o le magie nate dai tautogrammi. Poi... la lettera. Lettera a un italiano come chiedeva quest'anno il concorso letterario Il festival della lettera. Un traguardo non facile che presuppone uno slancio creativo notevole e tecniche narrative adeguate. Infatti, anche grazie alla lettura di alcuni romanzi epistolari, abbiamo verificato come la lettera rappresenti un'ottima occasione di riflessione e di rielaborazione individuale, tappa obbligatoria per una scrittura consapevole e coinvolgente. Così il gruppo di Peschiera anche quest'anno ha sperimentato e trovato nuove possibili strade: come al solito siete state agguerrite e scrupolose, il massimo per un'insegnante! Paola Buonacasa

3 Aurelia Andreis A conferma dell'intesa che si è creata nel gruppo di Peschiera, Aurelia ha voluto dedicare alle compagne un divertente e arguto abbecedario Baldanzose Creatrici Di Entusiastiche Fantasticherie Gioiose Ho Incontrato Leggiadre Malinconie Nostalgie Ombrose Poetici Quadretti Rivelatori Siamo Tutte Unite Variegati Zaffiri Finalmente mi svegliai per davvero, il sole mi bruciava le palpebre, le aprii con fatica. Vidi il cielo. Vidi che mi trovavo all aperto. Ma il sonno appesantiva ancora i miei occhi. Partendo da questo incipit provate a costruire un testo di 5 righe (500 caratteri) e un testo di 10 righe (1000 caratteri). Racconto

4 Finalmente mi svegliai per davvero, il sole mi bruciava le palpebre, le aprii con fatica. Vidi il cielo, vidi che mi trovavo all aperto. Ma il sonno appesantiva ancora i miei occhi. Udivo solo un lontano canto di cicale che, anziché disturbare il silenzio, sembrava renderlo ancora più compatto. Le immagini dell ultimo sogno si sfilacciavano, incapace di trattenerle, le andavo dimenticando perdendo con loro quella rara gioia che solo alcuni sogni perfetti regalano. Aprii gli occhi, abbagliata dal sole faticavo a mettere a fuoco il paesaggio, il mare una macchia blu screziata dal bianco delle onde, i fiori una confusa mescolanza arcobaleno. Stranamente nitida mi appariva la casa col suo bianco abbagliante, dove spiccava l azzurro intenso delle imposte. Gli ultimi sprazzi di un sonno non cercato finalmente mi lasciarono, entrai quasi di corsa in casa, rifugio sicuro dove voci d infantili litigi, di complici sussurrii, di tacite gelosie escono per me dai loro nascondigli segreti, si rincorrono, mi tendono trabocchetti di lacrime e sorrisi. Non mi lasciano mai sola. Lettera ad uno sconosciuto Caro sconosciuto, dopo tante lettere domani ci incontreremo. Improvvisamente la mia tranquillità è sparita. Paura, curiosità, dubbi, si accavallano, rendendo il mio viso una maschera mutevole. Ho deciso improvvisamente di darti una traccia su cui potrai immaginarmi. Fisicamente solo una cosa mi sembra rilevante: un sorriso certo non perfetto ma che si apre spontaneamente sorprendendo spesso anche me. Sono una buona amica perché so voler bene, sono pronta ad ascoltare, so perdonare un torto, ma non dimenticarlo. Se sbaglio mi scuso, ma con quanta fatica. Rileggo e penso: non la spedisco. Conoscersi è un gioco che farò con te usando carte ancora bianche. Esercizio Componi una o più frasi in cui siano presenti le due parole di una coppia con e senza l apostrofo (tipo T assista il Tassista) Nella fotografia color seppia l ava di mia madre guardava stupita la lava rossa scendere dal vulcano. Nel bosco freddo e umido un lacero vagabondo trovò riparo tra le radici accoglienti dell acero rosso d autunno. L ancia argentata del clarinetto brillava nella debole luce tra le mani del musicista come lancia agguerrita tra le mani del condottiero. L abile maestra cercava, con ammirevole costanza, di far ripetere ai suoi alunni una piccola poesia, ma si scontrava con la loro labile memoria. Provate a scrivere tre brevi testi (non meno di 300 e non più di 500 caratteri spazi inclusi massimo 5 righe) in cui: Nel primo si accenni a un segreto

5 Nel secondo lo si sveli Nel terzo lo si tenga nascosto Il segreto La bambina nascosta tra i rami dell albero osservava la vita monotona degli abitanti di quel piccolo paese. Improvvisamene si riscosse. Un uomo e una donna erano entrati in un giardino che la bambina sapeva abbandonato da anni. Al colmo dello stupore vide le due figure avvicinarsi abbracciandosi. Sconcertata, riconobbe chiaramente la figura femminile. Scese in fretta e sempre più agitata corse a casa. Aveva un segreto. La notte della bambina non fu tra quelle più tranquille, ancora non conosceva il peso di un segreto che non poteva condividere. Irrequieta si girava e rigirava, finchè la sorella con cui condivideva la stanza stanca di quel continuo disturbo le chiese cosa avesse. La bambina disse: Ti ho vista ieri abbracciata ad un ragazzo, ma ho mantenuto il segreto! La sorella si mise a ridere: Non c è nessun segreto, mamma e papà lo conoscono e l avrei già fatto conoscere anche a te, ma tu sei sempre in giro, a far cosa poi nessuno lo sa! La notte della bambina non fu tra quelle più tranquille. Da quando aveva iniziato a nascondersi nell albero non aveva mai visto nulla che potesse sembrare anche lontanamente degno di essere conservato come un segreto. Per un attimo era stata tentata di rivelarlo a sua madre, ma era il suo primo segreto, lo voleva tenere stretto. La bambina non sapeva di aver fatto il primo passo per diventare grande. Che peccato. Calambour Il topolino guardò la topolina e disse: guarda che sorcio di paesaggio vediamo davanti a noi! Parole inventate Irricata seltamente. L azzimo be bitto serlo, ma siti tutto è pulocissimo. La mia soltezia è alvaise puerissima. Ricossi ogni ierazio i tintoni, i crioli di tisa tarrita che intelvo. Serdido mi giunti. Che sciorita. Una puerissima serematica ci avicenna. Un crolocchio tendo, tendo Aurelia Tautogramma Salve Sandra, sei sempre in salute? Gli studi alla Sapienza scorrono con successo, le sedute scolastiche e i seminari sono da seguire con solerzia. Lo scopo sarebbe di superare le selezioni nella sessione del successivo semestre. Studio senza sosta e scarseggia il solito spettegolare settimanale con Susanna e Silvia. Sai sicuramente di Sergio, sempre stupidamente sospettoso, sono spesso scenate senza serio spunto. Spero la storia con Stefano sia senza screzi. Ti stringo con sincera simpatia. Aurelia Provate a trasformare questa lettera, che risulta abbastanza neutra, in una in cui si percepisca rabbia oppure allegria. Giorgia Carissima

6 Ciao Giorgia, tutto bene? Da troppo tempo non mi faccio viva con te, e oggi mi son detta: perché non scriverti anche solo poche righe per raccontarti un po di questi ultimi mesi. Con l Università fortunatamente è tutto ok. Certo sono sempre di corsa tra lezioni e seminari, pensa un po che mi sono messa in testa di finire tutti gli esami, e non sono pochi, nella sessione estiva. Dici che sono fuori di testa? Qualche volta lo penso anch io. Una cosa però mi dispiace: vedo pochissimo le nostre amiche. Il fatto è che se ho appena un po di tempo esco con Carlo che è sempre più geloso, mi fa un sacco di scenate senza nessun motivo. Che ne dici? Gliene do uno? Sono sicura che la tua risposta sarà affermativa. Tra te e Stefano tutto per il meglio? Rispondimi presto. Un abbraccio.

7 Tatiana Asmeret Carlucci Esercizio: Descrivi te stesso a uno sconosciuto (massimo 500 caratteri) Mi chiamo Tatiana, abito a Peschiera, dove convivo con Davide, il compagno della mia vita. Sono una receptionist, in una ditta metalmeccanica a Rodano, e mi piace molto il mio lavoro: mi occupo non solo della reception ma anche della posta e dell archivio. Amo molto leggere romanzi di vari generi. Mi piace anche scrivere: mi sono dedicata alla narrativa, anche se i miei scritti sono per lo più da principiante. Inoltre mi piace viaggiare, scoprire posti nuovi vicini e lontani, soprattutto luoghi ricchi di storia e d arte. Componi una o più frasi in cui siano presenti le due parole di una coppia con e senza l apostrofo (tipo T assista il Tassista) Sono andata a cercare l oro con loro. Mi assale l ira ripensando a come ho suonato male la lira in quell importante esibizione. C era, in quella scatola, una bambola di cera. Ho perso l ago nel lago. Lavo questa pentola in rame che apparteneva all avo Giovanni. Finalmente mi svegliai per davvero, il sole mi bruciava le palpebre, le aprii con fatica. Vidi il cielo. Vidi che mi trovavo all aperto. Ma il sonno appesantiva ancora i miei occhi. Partendo da questo incipit provate a costruire un testo di 5 righe (500 caratteri) e un testo di 10 righe (1000 caratteri). Testo 500 caratteri Mi guardai intorno, ero in un bosco, sotto un albero, il sole passava attraverso le ampie fronde. Mi sembrava d aver dormito un eternità. Avrei voluto bere un buon caffè per svegliarmi. Sentii vicino un battito d ali. Spalancai la bocca per la sorpresa: era piccola come una farfalla, ma aveva le sembianze di una fanciulla e mi guardava. <<Benvenuta nel regno di Miz! Hai dormito tre giorni e tre notti da quando sei arrivata. Il nostro

8 sire ti aspetta per pranzo.>> Mi stropicciai gli occhi. No, non stavo più dormendo, ormai ero sveglia. Ma era tutto così incredibile! Testo 1000 caratteri Mi accorsi che ero ai piedi di un albero, davanti a me un ampio campo coltivato su una collina e stranamente nessuno intorno a me. Stropicciai le palpebre e pian piano mi misi seduto. Ero ancora intorpidito. Doveva essere mezzogiorno, talmente batteva il sole. Ma dove mi trovavo? Ricordavo solo che ero sbarcato a Genova, avevo dormito in quella locanda e poi del giorno dopo non ricordavo più nulla. Non avevo con me la mia sacca! Mi alzai, cercando di raggiungere l abitazione che vedevo in lontananza. Scesi lungo la collina, camminai lungo un sentiero e giunsi davanti alla graziosa casetta, bussai e aprì un vecchietto che disse: <<Benvenuto buon uomo! Vi siete dunque svegliato!>> Rimasi ammutolito. Quell uomo sapeva già di me? <<Vi ho trovato lì stamattina. Dormivate così beato. Ma entrate. Volete un po di pane e formaggio? >> <<Grazie, ho proprio fame. Io non so come sono capitato qui. Sono confuso. Sono sbarcato a Genova qualche giorno fa, da allora non ricordo più niente Ora dove mi trovo?>> <<Siete a Triora, nell entroterra.>> Provate a scrivere un calambour I prigionieri vennero rinchiusi nelle segrete ma era palese il motivo del loro arresto. Mangiare troppo non è salutare Ciao! Lavatrice lanciata sul mercato: un morto e tre feriti. A Carnevale, lui: <<T avevo detto di vestirti da panda>> e lei: <<Non ho trovato le portiere.>> Provate a scrivere tre brevi testi (non meno di 300 e non più di 500 caratteri spazi inclusi massimo 5 righe) in cui: Nel primo si accenni a un segreto Nel secondo lo si sveli Nel terzo lo si tenga nascosto

9 Care amiche del corso di cucina, erano buonissimi i biscotti al cocco che ci ha portato Sabrina la scorsa volta! Ognuna di voi sta migliorando decisamente. Durante la prossima lezione vi parlerò di un importante novità: tenetevi pronte, si tratta di qualcosa di allettante che potrà mettervi alla prova. Non vi dico altro per ora, vi basti questo per stuzzicare la vostra curiosità. A presto Donatella Ciao a tutte! Stasera vi parlerò finalmente di quell importante novità a cui ho accennato all inizio della settimana. Vi propongo di partecipare a un concorso di cucina che si terrà a Como a marzo. Ognuna di voi preparerà un menù con le sue specialità e la giuria valuterà quelli di tutti i partecipanti. Potrebbe essere un ottima opportunità per mettere a frutto le vostre crescenti capacità. Che ne dite, vi piace l idea? Ciao a tutte! Stasera non vi parlerò ancora di quell importante novità a cui ho accennato, perché mancano ancora alcuni dettagli tecnici. Vi sto tenendo in sospeso, così restate in fibrillazione per la sorpresa che ho in serbo per voi. Sono sicura che ne sarete entusiaste quando lo saprete. Presto vi svelerò di che cosa si tratta, quando tutto sarà ben definito. Ed ora, cominciamo la lezione! Provate a scrivere l inizio (due/tre periodi) di una lettera scritta con parole inventate. Cara sorellina, come stai? Xondu uino che non ci piguiamo! C è una tugra vabi: bim tre opifi melagio! Sono giolè giogetta! Io e Alan abbiamo pimato una bima qui bisnu: è una bima di due loni, con un bel caoluno. Ziunyu di trevolare te e la laba! Xonite fau tre londi nigia, vi ollino i tobi iroli e l azasco. Cara sorellina, come stai? Quanto tempo che non ci sentiamo! C è una grossa novità: fra tre mesi mi sposo! Sono così felice! Io e Alan abbiamo trovato una villetta qui vicino: è una villetta di due piani, con un bel giardino. Non vedo l ora di rivedere te e la mamma! Venite tre giorni prima, vi mando i biglietti aerei e l invito.

10 Provate a trasformare questa lettera, che risulta abbastanza neutra, in una in cui si percepisca rabbia oppure allegria. Venezia, 12 gennaio 2012 Cara Giorgia, come stai? E da tanto tempo che non ci sentiamo, così ho deciso di scriverti e di aggiornarti su ciò che mi è successo negli ultimi mesi. I miei studi all Università procedono bene, le lezioni e i seminari mi impegnano moltissimo. Vorrei dare tutti gli esami dell anno tra maggio, giugno e luglio. Studio molto e così non ho tempo di vedere nessuna delle nostre amiche, anche perché Carlo è sempre più geloso e mi fa delle scenate senza motivo. Spero che con il tuo ragazzo le cose vadano meglio! Ti abbraccio Giovanna Venezia, 12 gennaio 2012 Cara Giorgia, come stai? E da tanto che non ci sentiamo, così ho deciso di scriverti e di aggiornarti su ciò che mi è successo negli ultimi mesi. I miei studi all Università procedono senza sosta, le lezioni e i seminari mi impegnano troppo. Vorrei dare tutti gli esami dell anno tra maggio, giugno e luglio, così me li levo di torno. Non posso vedere nessuna delle nostre amiche, non solo perché studio molto, ma soprattutto perché Carlo purtroppo è sempre più geloso e devo subire le sue continue scenate assurde! Spero che con il tuo ragazzo le cose vadano meglio! Ti abbraccio Giovanna Provate, come richiesto dal concorso letterario Il festival della lettera, a scrivere: una lettera a un italiano (una cartella) oppure una lettera a tema libero (una cartella)

11 Lettera a un italiano Cara amica, ho appena letto la tua lettera e sono rimasta turbata per ciò che mi hai raccontato. Mi dispiace tanto che tu abbia perso il lavoro dopo tanti anni di servizio, a causa del piano di esuberi della tua azienda. Ti sono vicina in questo momento difficile per te e per la tua famiglia. E assurdo che questa crisi economica possa colpire chiunque, anche chi finora aveva il lavoro sicuro. Nella mia ditta ci sono stati tagli al personale due anni fa ed è stato un provvedimento così improvviso che abbiamo tutti faticato a rendercene conto, anche coloro che, come me, non ne sono stati sfiorati. Anche se pensi che non sarà facile rimetterti in gioco nel mercato del lavoro, ti auguro con tutto il cuore di riuscirci, senza scoraggiarti se all inizio sarà dura. Hai sempre avuto una gran forza d animo e un energia che ti aiuteranno non solo a stare a galla ma anche a superare gli scogli che ora hai davanti. Mia cara amica, ricordo spesso e con affetto le estati trascorse insieme con le nostre famiglie. Spero di tornare presto in Italia, non solo per ammirare le sue bellezze storiche e artistiche, ma anche per rivederti dopo tanto tempo. Quella volta in cui mi hai insegnato a cucinare le lasagne è stata memorabile, da allora le preparo qualche volta la domenica ed i miei figli ne sono entusiasti. E non vedo l ora che veniate ancora a trovarci a Bonn! Tutte le volte che passo dal parco Rheinaue mi ricordo di quante piacevoli passeggiate abbiamo fatto insieme! E ricordo anche quelle volte in cui abbiamo assistito insieme allo spettacolo dei fuochi d artificio sul Reno Spero che la tua situazione migliori e che l anno nuovo porti per te delle buone novità. Sono contenta che Mino abbia superato così tanti esami quest anno, tanti complimenti da parte mia! E tuo marito come sta? Per le vacanze di Natale andrete a trovare sua mamma al Sud? Buon Natale e Buon Anno Nuovo Lotty

12 Daniela Bosini Esercizio: Descrivi te stesso a uno sconosciuto (max 500 caratteri) Sono Daniela. Sotto i panni di una cinquantenne, ribolle un minestrone di svariati gusti. Amo confrontarmi con le persone, ma mi ritraggo al solo sospetto di invadenza; sono posata e diplomatica ma intraprendo agguerrite battaglie su principi e valori per me inalienabili; amo l ordine e le regole, ma mi affascina la sregolatezza. Sono prudente e attenta, ma spesso mi butto in audaci avventure. Mi sforzo quotidianamente di evitare minestre riscaldate e alla sera mi corico sempre stanca morta. oppure Componi una o più frasi in cui siano presenti le due parole di una coppia con e senza l apostrofo Se non trovi l ago in un pagliaio, figurati in un lago. La luna e il sole: l una riflette ciò che l altro arde. L avo mio amato: nel suo ricordo i miei affanni lavo. La dolce lira del tuo canto, mitiga l ira quotidiana. Il libro che mi hai letto vale un tanto all etto. C era una lenta tartaruga che sulla cera lippava. Esercizio - Provate a scrivere un calembour Uomini e topi La banalità erosiva degli stereotopi umani. Riproduzione Le cellule dei funghi si riproducono per micosi. Il vino fa buon sangue Dracula si ubriaca in emoteca. Sportello Informazioni trasporti pubblici Disinfopoint Ufficio Relazioni con il Pubblico - anomalia Burp

13 Esercizio Finalmente mi svegliai per davvero, il sole mi bruciava le palpebre, le aprii con fatica. Vidi il cielo. Vidi che mi trovavo all aperto. Ma il sonno appesantiva ancora i miei occhi. Partendo da questo incipit provate a costruire un testo di 5 righe (500 caratteri) e un testo di righe). Finalmente mi svegliai per davvero, il sole mi bruciava le palpebre, le aprii con fatica. Vidi il cielo. Vidi che mi trovavo all aperto. Ma il sonno appesantiva ancora i miei occhi. Dentro le nebbie della mia materia grigia ancora intorpidita, qualcosa premeva per emergere alla coscienza: allungando il braccio sul terreno circostante, incontrai un oggetto freddo e liscio, dal collo allungato che immediatamente riconobbi come una bottiglia e con amara consapevolezza pensai: brutta sbornia! Finalmente mi svegliai per davvero, il sole mi bruciava le palpebre, le aprii con fatica. Vidi il cielo. Vidi che mi trovavo all aperto. Ma il sonno appesantiva ancora i miei occhi. Un leggero sforzo, e ritornai cosciente: ero avvolta in un amaca sospesa tra due alberi, e mentre i miei occhi in alto penetravano il blu del cielo, dalle narici inspiravo l odore di mare. Emersi dalle pareti di tela dell amaca e scorsi la tenda dalla quale ero evasa nella notte per trovare sollievo dal caldo. Era da tempo che anelavo ad una tale sensazione di compiutezza: immersa nella natura, potevo percepire l orizzonte a tutto campo: terra, mare e cielo. Di fianco alla tenda, un piccolo fornello da campo con una caffettiera già carica, pronta per essere accesa e diffondere l aroma del caffè nell aria satura di profumo di iodio e pini marittimi. Mi sentivo finalmente a posto, come una figura collocata nella composizione di un quadro, colta nel momento e fissata per l eternità. Esercizio: Provate a scrivere l inizio (due/tre periodi) di una lettera scritta con parole inventate. Amica cara, trovo finalmente il tempo di scriverti. In questa giornata invernale di freddo e vento il ricordo va alle piacevoli estati che trascorrevamo chiacchierando e sognando del nostro futuro passeggiando a piedi nudi nell erba fresca. Che risate e che divertimento! E allora vediamoci presto e brindiamo a noi riempiendo di vino sonanti bicchieri in barba al nuovo anno: cin cin! Ramiosa cara, distruso paminantemente il trascenio di escrugerti. In questa lorata birbiosa di frombio e cisfonio, il ramerso inciosa alle pilegre pambrie che guattappiavamo babeggiando e ponciferando del nostro sognusco, pumbeggiando a zinchi bleturi nella lepurbea zirlocchia. Che pancirollate e che patusamento! E allora espongiamoci presto e bronziamo a noi venchendo di mellio titienti biciolli in entorpia al nefello girampio: bimp bimp!

14 Esercizio: Provate a trasformare questa lettera, che risulta abbastanza neutra, in una in cui si percepisca rabbia oppure allegria (scegliete voi senza allungare il testo). Venezia, 12 gennaio 2012 Cara Giorgia, come stai? E da tanto che non ci sentiamo, così ho deciso di scriverti e di aggiornarti su ciò che mi è successo negli ultimi mesi. I miei studi all Università procedono bene, le lezioni e i seminari mi impegnano moltissimo. Vorrei dare tutti gli esami dell anno tra maggio, giugno e luglio. Studio molto e così non ho tempo di vedere nessuna delle nostre amiche, anche perché Carlo è sempre più geloso e mi fa delle scenate senza motivo. Spero che con il tuo ragazzo le cose vadano meglio! Ti abbraccio Giovanna Cara Giorgia, come butta? E da troppo che non ci sentiamo e urge scriverti e aggiornarti sugli accadimenti dei miei ultimi mesi. Il mio percorso all università è tracciato, le lezioni e i seminari sono impegnativi ma davvero appassionanti. Confido di dare tutti gli esami nella sessione estiva. Certo, studio molto, e al momento il tempo per le amiche è davvero poco: Carlo, poi, vede bene di reclamare il poco tempo libero con intempestivi attacchi di gelosia! Gli uomini Con il tuo uomo invece, tutto sistemato? Un abbraccione Giovanna Esercizio Provate a riscrivere questa lettera come fosse un tautogramma. Tautogramma in C Cara compagna, come campi? E da così che non ci corrispondiamo, che ho convenuto di cominciare a comunicarti ciò che è mi è capitato negli ultimi casi. Il mio cammino alla Cattolica corre costante, i corsi e i convegni mi coinvolgono concitatamente. Conto di concludere tutti i controlli curriculari nel calendario della canicola. Cogito molto e così non convoco convivi con nessuna delle nostre compagne, anche perché Carlo è sempre più cafone e mi fa cazziatoni senza causa. Confido che col tuo caro le cose continuino meglio! Ti circondo di coccole Cecilia

15 Jessica Boveri Esercizi lezione 1 1) Descrivi te stesso a: - uno sconosciuto (max 500 caratteri) - tuo padre (max 500 caratteri). a) Sono italiana, non spagnola. Ho vissuto qui tra voi, lontano dal mio Paese, per molti anni, imparando finalmente ad amarlo come non lo avevo mai amato prima. Ho fatto 20 traslochi in 8 anni, imparando a vivere leggera, ma amo le piccole comodità che danno calore alle giornate in questo Paese freddo per natura e per vocazione. Il sabato mattina amo fare colazione con l Earl Gray ed essendo straniera posso permettermi di berlo con il limone, accompagnato dal Guardian e dalla musica di Classic FM. Ho una passione smodata per il vetro sottile e per il valzer di Chopin che il pianista sta suonando in questo momento. b) Da quando la mamma non è più con noi in forma fisica dici sempre che il tuo incontro con lei è stato una fiaba. A me sono sempre piaciute le fiabe, forse perché quand ero bambina nessuno me le raccontava mai. Nelle mie fiabe ci sono i personaggi più classici: io sono la principessa rinchiusa nella torre, figlia del re buono che la ama sopra ogni cosa. Sono così abituata ad ascoltarti, osservarti, parlare con te che descrivermi al re leone mi sembra quasi un insulto alla tua intelligenza. Siamo diversi negli strumenti che usiamo per interpretare la realtà: da te ho ricevuto il guizzo dialettico di Mercurio, l analisi pronta e il senso degli affari. A volte ci scontriamo perché tu usi più il cuore, io la mente. 2) Componi una o più frasi in cui siano presenti le due parole di una coppia con e senza l apostrofo (p.es. T assista il tassista). a. L ebbra danzatrice non morì di lebbra. b. Lente scivolavano le ore presso l ente pubblico. c. Lorda si stagliava la sua figura in mezzo all orda puzzolente. d. All ora del tramonto tutte le pecore si radunarono, allora il pastore parlò. e. D'istinto pensarono a quel distinto signore. f. La sacca da mare era semplicemente d'amare. g. Dannata bottiglia di vino d'annata che non si vuole aprire! h. Divino nettare stillato da un calice di vino. i. L'amorosa stretta lo avviluppò nelle vesti della morosa. j. L amara vita della Mara aveva avuto inizio. k. Il vero pacifista non accetta l accetta e lascia l ascia. l. Labile non è la mente dell abile poeta. m. L aura di Laura è rosa sfumato. n. L ama come pochi lama sanno amare (un amore bestiale). o. Solida cera quando c era.

16 p. Letto l aveva sul cartello: vendesi letto a 1 Euro l etto. q. L ira viene sbollita suonando la lira per qualche lira. r. Loro non cercavano l oro. s. L ago le cadde in fondo al lago. t. Lavo l onta dell avo (Costellazioni famigliari). u. Lotto contro la riservatezza dell otto nel gioco del Lotto v. Non d istruzione si alimenta la distruzione. w. Lottavo contro l ottavo Comandamento. x. c è y. D una brezza spirava il canto su una duna. z. Delle due sorelle, l una si chiamava Luna e l altra Sole. Esercizi lezione 2 3) Scrivere tre brevi testi ( caratteri, spazi inclusi max 5 righe) in cui: a- si accenna a un segreto b- si svela un segreto c- si tiene nascosto un segreto: c) Sei sicuro che sia stato lui? Ma sì, non so più come dirtelo: mi sono affacciato dalla finestra del bagno, e uno dei figuri che stava scappando oltre la rete del giardino era proprio lui, il suo volto senza storia illuminato dalla luce della luna. d) La vecchiaia e la schiena delle donne della sua famiglia erano state gravate dal peso di quel sospetto per tre generazioni. Isidora aprì il referto degli esami con mani tremanti e lesse la parola che in cuor suo aveva sempre sospettato: sifilide. e) Quante volte avevamo immaginato di lasciare il Paese, emigrare in un posto dove nessuno conoscesse la nostra famiglia e il nostro passato, dove la vita sarebbe stata più facile. Ora quell opportunità finalmente si apriva, purché alla domanda dell ufficio immigrazione Teresa avesse saputo dissimulare lo spasmo involontario che sempre la prendeva quando ripensava al motivo per cui stavamo scappando. Era in gioco il nostro futuro: sarebbe stata una roccia mi disse il lampo nei suoi occhi. 4) Calambour La ragione si dà ai matti. L uccellagione si dà ai gatti. Chi ha orecchie per intendere, intenda. Gli altri, in roulotte. 5) Incipit: Finalmente mi svegliai per davvero, il sole mi bruciava le palpebre, le aprii con fatica. Vidi il cielo. Vidi che mi trovavo all aperto. Ma il sonno appesantiva ancora i miei occhi. (2 testi, rispettivamente da 5 e 10 righe). a) Feci mente locale mentre, immobile, controllavo l integrità del mio corpo. La testa c era, altrimenti non avrei potuto pensare. Gli alluci rispondevano, e così le mani. Inspirai profondamente e sentii che i polmoni non erano lesi. Mi faceva leggermente male il ginocchio sinistro. Mi dondolai a destra e sinistra della colonna vertebrale e mi stupii di riuscirci. Lo sbalzo dall auto mi aveva catapultato sull ampia spiaggia, potevo sentire l odore del mare e la risacca che mi chiamava piano. b) Lui respirava piano accanto a me, i peli dorati scintillanti al sole. Era stata una notte memorabile, piena di canti e di danze ritmate coi tamburi e le chitarre, i flauti e le arpe,

17 piene di battute e di lazzi, soprattutto i bambini si erano divertiti con il falò. Era la prima volta che ci riunivamo al mare, in genere festeggiavamo questo genere di ricorrenze in comode sale un po appartate che affittavamo per l occasione. Questa volta però io avevo voluto ritornare alle origini, dare al consesso un tocco di naturalità, sentire da vicino gli elementi naturali che celebravamo al Solstizio d Estate. Dovevamo essere cauti per non svelarci, ma allo stesso tempo eravamo più liberi nei nostri riti. Quando se ne erano andati tutti, Eric ed io avevamo festeggiato nel modo più ancestrale e istintivo l apice delle forze della natura mettendo in comunione le nostre anime e i nostri corpi. Esercizi lezione 3 1) Scrivere una lettera con parole inventate (2-3 periodi) Mant M, caro M, galuk dr abinat ga chraskun mo ta nu vek arambai na kalim. Lu fa ta ne ermbak alluva na perem, mi spiace non essermi più fatta viva. Me ne sono partita un po all improvviso, ogin dat kul fa ri skan po kiri. Elliven cen ti va no, G. ris pellin vols purk anv te buz pigon vusta non ne potevo più di quella situazione. Anche se non lo dava a vedere, G. ha sofferto molto ké. Sinde olliv ela arque, né ba maravà ka tza shint. dell attacco di quei bambini a scuola. Da quando siamo venuti via sta molto meglio. 2) Lettera a un italiano Caro compatriota, italiano come me, beh quasi, al 50%. Cosa vuol dire però essere italiani? Tu come esprimi la tua italianità? E poi, ti senti effettivamente italiano o è una qualifica astratta? Ti viene il magone quando suonano l inno nazionale, anche se non conosci le parole oltre la prima strofa? Ti si attivano degli istinti animali quando senti parlare ingiustamente male dell Italia? Quanto la ami, quanto la odi? Perché essere italiano ti dà anche il diritto di criticare pubblicamente il tuo Paese, diritto che difficilmente e di malavoglia si accorderebbe a uno straniero. 3) Incipit: Carissimi, certo sarete tutti inquieti perché non scrivo da tanto, tanto tempo... è che dopo essermene andato da D. non potevo più ritornare, nemmeno con la mente, a ciò che aveva rappresentato per me in tutti quegli anni in cui ho vissuto lì. Anni di frustrazioni, di dolore, di sogni mancati, di ambizioni che ogni giorno venivano calpestate come un ragno sul selciato. Per questo ho dovuto mettere il mare tra me e la mia vita precedente, tra me e voi. Sappiate però che non vi ho mai dimenticati, anzi, alcuni tra i ricordi che mi hanno scaldato negli inevitabili momenti di sconforto che i nuovi inizi sempre implicano, sono proprio quelli legati a voi e alle grandi feste nell aia della vostra cascina. Le musiche, i balli, le pietanze casalinghe che ognuno portava, il clima di convivialità festosa e intima, le stesse facce anno dopo anno i cui nomi sempre faticavo a ricordare, i filmati casalinghi girati da Giorgio con noi attori improvvisati, i giochi dei bambini a cui gli adulti non vedevano l ora di partecipare, l angolo del baratto, l anno che Elisabetta lanciò l idea del laboratorio di collane e orecchini, tutte queste immagini mi si sono impresse in modo indelebile sulla pellicola della memoria e rimangono per me tra i ricordi più belli dell Italia.

18 Esercizi lezione 4 Provate a trasformare questa lettera, che risulta abbastanza neutra, in una in cui si percepisca rabbia oppure allegria. Venezia 12 gennaio 2012 Cara Giorgia, come stai? E da tanto che non ci sentiamo, così ho deciso di scriverti e di aggiornarti su ciò che mi è successo negli ultimi mesi. I miei studi all Università procedono bene, le lezioni e i seminari mi impegnano moltissimo. Vorrei dare tutti gli esami dell anno tra maggio, giugno e luglio. Studio molto e così non ho tempo di vedere nessuna delle nostre amiche, anche perché Carlo è sempre più geloso e mi fa delle scenate senza motivo. Spero che con il tuo ragazzo le cose vadano meglio! Ti abbraccio Giovanna Collera Cara Giorgia, come stai? Non ti sento da mesi, così ho deciso di scriverti io e di aggiornarti su ciò che mi è successo negli ultimi mesi. I miei studi all Università procedono bene, le stupide lezioni non fanno che aggiungersi agli inutili seminari e non mi danno tregua. Vorrei dare tutti gli esami dell anno nella sessione estiva, almeno me li tolgo di torno. Il tempo se ne va tutto nello studio e non ho tempo di vedere nessuna delle nostre amiche, anche perché l insensata gelosia di Carlo mi toglie il fiato, non ne posso più. Spero che almeno con il tuo ragazzo le cose vadano meglio! Ti abbraccio Giovanna Allegria 1 Giorgiuzza! Bene stai? Mesi passarono da quando ci sentimmo l ultima volta, se non ti scrivo io, potresti anche essere sposata con tre figli che nessuno mi avvisa! I miei studi all Università procedono niente male, nella sessione estiva darò tutti gli esami dell anno. Studio indefessamente, neanche le nostre amiche riesco più a vedere, però Carlo che pizza! è sempre più geloso. Gli facessi le corna, almeno! Spero che tu e il tuo ragazzo vi divertiate. Un baciotto Giovanna Allegria 2 Giorgiuzza, come stai? Non ti sento da mesi, così ho deciso di scriverti io e di aggiornarti su tutte le belle cose che mi sono capitate negli ultimi mesi. I miei studi all Università scivolano via come l olio, lezioni e seminari catturano ogni mio neurone libero. Tra maggio, giugno e luglio mi offrirò in pasto ai pescecani della sessione estiva. Sono tutta casa e studio, la mia vita sociale è pari a quella di un 90enne allettato, anche perché Carlo allena la sua fantasia con teatrali scenate di gelosia che contribuiscono a mantenerci freschi e vitali.

19 Spero che col tuo ragazzo vi divertiate! Baciotti Giovanna 6) Riscrivere la lettera come tautogramma. Giorgia guapa! Già da giugno non gironzoliamo più per Genova e le giornate ora galoppano grame. La galera glottologica, con la sua girandola di giochi grulli, mi getta in ginocchio, giornalmente un girone più grottesco di giudizi, giurie, giugulari graffiate. Grandineranno graduatorie a giugno, gracchianti giudici del Giurassico gonfieranno le loro globose gole e coi gomiti goffreranno i miei glossemi. Giochi goliardici, gustosi glucidi e gozzoviglie glissiamo. Il gastritico gabbiaio, gaglioffo greve di gelosia, grida e geme grassamente, giustificazioni grottesche. Guaisco gutturalmente in guepiere gustando gutturnio. Grandi gioie godrai tu col tuo gallo, o mia garrula gallina! Gattosamente, Giovanna

20 Elisabetta Massera ESERCIZIO DESCRIVI TE STESSO A TUO PADRE / A UNO SCONOSCIUTO LETTERA AL PADRE Caro padre, come fare a descrivermi, tua figlia? dopo tutti questi anni? li abbiamo trascorsi molto vicini, dentro la stessa casa, ma vissuti, troppo spesso, come degli estranei. Ho tentato di farti sentire come sono, forse un po' della mia personalità ti ha toccato. Parole, parole, parole. Non mi piace il tuo silenzio. Il tuo strumento di comunicazione preferito. Parole, parole e ancora parole. Sempre, di questo mi voglio cibare, di questo ho bisogno per vivere. Mentre tu continui per questa strada, i tuoi silenzi e i tuoi musi mi tolgono aria, e soffocano anche te. (580) LETTERA AD UNO SCONOSCIUTO Caro amico, ancora non ti conosco, ma ti sto pensando e ho voglia di parlarti di me. Ho un carattere estroverso, sono positiva e ottimista. Lunatica e variabile di umore mi appassiono alle vite degli altri e fantastico sulle mie molteplici identità. Sono sempre in bilico, come su una corda tesa a 5000 metri sopra lo spazio terreno e le scelte da prendere sono come la salvezza dalla caduta. La realtà sarebbe invece a volte più semplice di quel che sembra. Dipende dal punto di vista con cui la si guarda. Incerta sul mio presente, sono critica sul passato e confusa per il mio futuro. (587) PAROLE INVENTATE: Clip ciop alruta vlaca talti. Batacapatam ajtoclak cicipo noprocuto. Alcat bicof vrazummi crugutaka. Nsresda bedol caturn plicotabu. ESERCIZIO PROVATE A SCRIVERE TRE BREVI TESTI IN CUI NEL PRIMO SI ACCENNI A UN SEGRETO, NEL SECONDO LO SVELI, NEL TERZO LO SI TENGA NASCOSTO. 1. Ester si aggirava per la stanza con fare preoccupato. Camminava pensierosa avanti e indietro. Si fermava davanti alla finestra del salotto per guardare fuori gli alberi del bosco con uno sguardo perso. Si girò di scatto e fulminea si diressa verso il tavolo di legno. Eccola. Era ancora lì. Come aveva fatto a dimenticarsene per tutte queste ore. Sapeva di non avere il coraggio di toccarla, ma i suoi occhi brillavano di rabbia e curiosità verso quella ragazza. 2. ecco finalmente ciò di cui tutti parlavano questa mattina tra i vicoli. La forestiera, arrivata qualche settimana fa, improvvisamente da chissa dove, era la figlia segreta di Ester. L'aveva confessato segretamente a qualcuno ma si sa, la gente mormora. Sulla tranquilla vita di Ester in questa comunità affacciata sull'oceano, si era scagliata una violenta onda. 3. Per tutti sarebbe stata la festa domenicale preparata da settimane con salsicce, polenta e fiumi di vino novello. Le donne erano state indaffarate come sempre nei preparativi, gli uomini pronti i fucili nei loro abiti caratteristici. I bambini aspettavano le caramelle eccitati e felici. In lontananza, si avvicinava Ester con una straniera.

21 Anna Natali Descrivi te stessa a UNO SCONOSCIUTO Non sono alta né bassa, non magra, ma nemmeno grassa. Ho gli occhi piccoli e scuri, il naso dritto e lungo, la bocca è sottile, i capelli sono castani e l acconciatura è liscia, banale direi. Il mio viso non è accattivante, l espressione non è simpatica, anzi quasi scontrosa. Persino la mia voce non è squillante, bensì monotona, certo non da oratore. Nell insieme l aspetto fisico rispecchia il mio carattere: sono timida, introversa, un po malinconica. Mi sento di appartenere a quella categoria di persone di cui si dice: Anna? Anna chi? Non me la ricordo Descrivi te stessa a TUO PADRE Sei stato mio padre per sessant anni quindi avresti dovuto conoscermi bene. Ciononostante alcuni lati del mio carattere non li hai capiti, perché io te li ho ben nascosti: la mancanza di volontà, di sacrificio, l abilità di eludere le verità scomode. Tu hai costruito, io ho distrutto. Invece come ravvisavi, con un sorriso, i miei atteggiamenti più manifesti: la pigrizia, il disordine, ma anche il mio amore filiale, la mia dedizione. Lo confesso: a te non sapevo dire di no e se in qualcosa ti ho tradito sono sicura che ancora una volta avrai capito. Oltre alla nostra somiglianza fisica, un altra cosa ci accomuna: l amore per i figli. Tutto l amore e i buoni esempi che tu mi hai trasmesso, io li insegno ai tuoi nipoti. Gioca con gli apostrofi Dora d ora in poi devi tacere Sul lago, l ago della bussola indica la rotta. Scrivere tre brevi testi (non meno di 300 e non più di 500 caratteri spazi inclusi) - NEL PRIMO SI ACCENNI A UN SEGRETO Carissima Amica, è da un po che non ci scriviamo. Io mi sto adattando, con fatica, alla mia nuova vita all estero. Per fortuna con mio marito le cose stanno funzionando e se riusciremo a realizzare il nostro sogno, che ti confidai l ultima volta al telefono, ci sarà un ulteriore positivo cambiamento. Ti prego però di non parlarne con nessuno, per ora. A presto A - NEL SECONDO LO SI SVELI Carissima Amica, non vedevo l ora di essere a casa per scriverti. Ricordi la mia ultima ? Ora ti posso sciogliere dalla promessa di non parlare, infatti ho appena avuto la conferma che aspettavo: avrò un bambino, anzi una bambina. Io e L. siamo felicissimi e non riesco a pensare ad altro. Scrivimi! Baci A

22 - NEL TERZO LO SI TENGA NASCOSTO Carissima Amica, siamo qui da pochi mesi e sono tante le cose che vorrei raccontarti. Ho avuto un offerta per un nuovo lavoro molto interessante ma, per ragioni che non ti voglio spiegare, non posso affrontare ora questo cambiamento. Ciononostante ti voglio rassicurare che sto bene e sono felice. Dammi tue notizie A ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ CALAMBOUR NON RIUSCIAMO A FARE UN TUBO disse l AD agli azionisti, e la Dalmine fallì. Il Diavolo fa le pentole, e qualche volta per farti vedere quanto sono belle, ti offre una gita in pullman e il ristorante gratis ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ INCIPIT : (scrivere due testi da 500 e 1000 caratteri) Finalmente mi svegliai per davvero, il sole mi bruciava le palpebre, le aprii con fatica. Vidi il cielo. Vidi che mi trovavo all aperto. Ma il sonno appesantiva ancora i miei occhi 1. ed una terribile emicrania faceva pulsare le mie tempie. Con le mani tastai il terreno intorno: solo terra ed erba rinsecchita. All improvviso ricordai la lite avvenuta la sera prima e la bevuta eccessiva che mi aveva fatto ubriacare. Quel bastardo! Allora alla fine l aveva fatto per davvero. Se ne era andato ed aveva portato via la nostra tenda canadese e tutto il bagaglio contenuto, lasciandomi sull erba bruciata, da sola, in costume da bagno e senza una lira. Questa volta la pagherà cara, pensai, e richiusi gli occhi per allontanare la realtà. 2. Mi ero addormentata semisdraiata su di uno scoglio liscio, quasi una poltrona naturale, al riparo dal vento. Era una delle prime calde, profumate giornate primaverili della Riviera. Allungai le gambe, cambiando posizione, mi alzai in piedi, ma con cautela, come se dovessi evitare di sbattere la testa contro il letto sovrastante, forse si poteva chiamare riflesso condizionato. Una volta alzata, allargai le braccia respirando a pieni polmoni l aria salmastra e sferzante. Mai per me fu risveglio più bello. Avevo fatto una promessa a me stessa: quel giorno, prima ancora di riabbracciare mio figlio e mia madre, prima di concedermi un pasto sobrio ma dai sapori che piacciono a me, prima di immergermi in una vasca piena d acqua calda e profumata, prima di tutto sarei andata al mare, sul mio scoglio a respirare la libertà. Dopo cinque anni di attesa, di crocette sul calendario, di speranze e delusioni, finalmente il gran giorno era arrivato: scontato il carcere quello era il mio primo giorno di libertà. ESERCIZIO - Provate a scrivere l inizio (due/tre periodi ) di una lettera scritta con parole inventate Trefia Socella, da more more fiata meo impedigo teo vergare motti. Meo roskepo veo nonke caredikmo heck

23 rokvè veo varekto in la simokpra ebdomadaria. Meo adducerro tikanti mirre erk veo unc erk nibikbam. Tikanti Strofiniski Cara Amica, da molto molto tempo io non ho potuto scriverti. Io spero che non dimentichi che verrò a trovarvi la settimana prossima. Io porterò tanti doni per voi e per i bambini. Tanti baci Esercizio Scrivete una lettera a un Italiano Carissimo, scrivo a te, Italiano di Francia, emigrato della terza età. Scrivo a te, Italiano di Francia, che sei partito, da solo. Che alla svolta degli ottanta non hai potuto resistere all appello di aiuto che ti veniva dalla sola persona alla quale non avresti mai saputo dire di no: tua figlia. E sei andato in Francia, da lei. Nuova vita, nuovo idioma, vecchie lacrime. Scrivo a te, Italiano di Francia. Ti rivedo il giorno che sei salito sul treno, dritto, con il tuo abito grigio, dal taglio un po fuori moda, il Borsalino a coprire i capelli bianchi, gli occhi sorridenti, scintillanti, dietro le lenti degli occhiali cerchiati d oro. Vecchio sì, ma con quale eleganza, con quale grazia, nel salutare, nel dire parole di arrivederci o, forse, di addio. Scrivo a te, Italiano di Francia, incontrato di nuovo laggiù, qualche anno dopo, il fisico piegato (ma non lo spirito), con le stampelle a sostegno della tua povera schiena e delle gambe incerte, ma con lo stesso sguardo sorridente, la stessa parola arguta, la leggerezza nel raccontare i tuoi malanni, quel buon profumo sul viso appena rasato. Scrivo a te, Italiano di Francia, che hai sempre amato la tua famiglia di origine e che hai accolto me, nipote ritrovata, con un abbraccio, con espressioni di gioia in quel dialetto mai dimenticato. Scrivo a te, Italiano di Francia, che tutto hai lasciato. Gli amici: i tanti che con te erano cresciuti dalla giovinezza alla maturità. I ricordi: quella tomba, sacrario del tuo grande amore; la casa: guscio e seconda pelle, più che pareti e finestre. Scrivo a te, Italiano di Francia, che ti sei portato in valigia, oltre ai ricordi, la nostalgia. A te che già hai scritto: quando verrà quel giorno, è in Italia che vorrò tornare. Ed io non ti dimenticherò, Italiano di Francia. Con affetto A

24 Giovanna Travai Esercizio: Descrivi te stesso a uno sconosciuto (massimo 500 caratteri) Gentile sconosciuto, se desideri corrispondere con me è bene tu sappia chi è la tua amica di penna. Riservata e insieme socievole, sono sanguigna nel difendere i valori in cui credo, affidabile e generosa, indipendente, abbastanza conciliante, pragmatica, a volte intransigente, selettiva nella scelta delle amicizie e sobria nella vita quotidiana. Nutro delle riserve su alcuni aspetti del carattere e del fisico. Non amo mostrare le mie debolezze. Vorrei essere più dolce. La disorganizzazione mi indispettisce. Componi una o più frasi in cui siano presenti le due parole di una coppia con e senza l apostrofo (tipo T assista il Tassista) Lenza l Enza La mia lenza continuava a scontrarsi con i mulinelli dell acqua dell Enza impedendomi di pescare. Lava l ava L ava di Maria lava i piatti nel fiume freddo. Lente l ente Lente sono le file delle persone che aspettano di entrare all ente. La lente di ingrandimento è stata adottata anche dall ente del turismo. Danno d anno I petardi di fine d anno recano danno ai timpani. Esente e sente L esente dalla scuola è sfiduciato e sente aria di guai a casa. Provate a scrivere tre brevi testi (non meno di 300 e non più di 500 caratteri spazi inclusi massimo 5 righe) in cui: Nel primo si accenni a un segreto Nel secondo lo si sveli Nel terzo lo si tenga nascosto Alle prime luci dell alba la giovane cammina con passo spedito lungo la spiaggia bianchissima che lambisce le acque cristalline della Costa Smeralda. Il suo procedere rigido, quasi militaresco, e l espressione del suo volto stridono con la bellezza e l atmosfera serena del luogo che lei sembra non vedere nè apprezzare. Il segreto che casualmente ha scoperto è un fardello troppo pesante da sopportare da sola deve assolutamente confidarsi con qualcuno.

25 La sera precedente Ginevra festeggiava la sua laurea sulla spiaggia dove gli amici avevano acceso dei falò le cui fiamme rischiaravano la notte. Le risate, il suono delle chitarre e i canti costringevano il mare al silenzio. All improvviso il suo sguardo captava uno strano bagliore vicino ad una barca. Incuriosita si avvicinava e scopriva, semicoperto da alghe, il corpo martoriato di una sconosciuta. Sconosciuto non era, invece, il coltello sporco di sangue vicino alla morta. Ginevra si rende perfettamente conto che dalla sera precedente la sua vita è ridotta in mille pezzi e che tutto ciò che aveva programmato per il suo futuro non ha più senso. Il tempo si è improvvisamente fermato e lei fluttua in un mare di emozioni e di tensioni: la mente è un accozzaglia di pensieri, il suo cuore sembra scoppiare dal dolore, il fisico è sempre più debole. E disperata anche perché si rende conto che dovrà convivere per sempre con questo segreto. Finalmente mi svegliai per davvero, il sole mi bruciava le palpebre, le aprii con fatica. Vidi il cielo. Vidi che mi trovavo all aperto. Ma il sonno appesantiva ancora i miei occhi. Partendo da questo incipit provate a costruire un testo di 5 righe (500 caratteri) e un testo di 10 righe (1000 caratteri). Contrariamente al solito non avevo voglia di alzarmi : mi sentivo inerme e languida per la sensazione di calore e di pace che mi provocava il sole sulla pelle. L aria era immobile e sapeva di mare, di erica e di lavanda, di rosmarino e di mentuccia. All improvviso il roboare di una moto mi riportò bruscamente alla realtà ed in meno di un secondo il motociclista mi si parò davanti con aria aggressiva e al contempo interrogativa quasi a voler significare che avevo invaso il suo territorio. Forse era il ricordo del sogno che stavo facendo, o il desiderio di non tornare alla realtà, che mi impediva di aprire le palpebre alla dolce brezza marina che faceva frusciare il canneto vicino al quale mi ero appisolata. La settimana precedente avevo deciso di allontanarmi dalla città per concentrarmi sulla stesura del libro che intendevo scrivere e contavo sulla serenità che sempre mi regalava quel luogo per dar vita alla trama che avevo in mente. Fino a quel momento, però, non avevo scritto neppure una riga ed il tempo a mia disposizione stava scadendo. D un tratto mi ricordai del sogno e capii che quella era l ispirazione giusta. Presa da un sorta di frenesia corsi in casa e mi misi a battere furiosamente sui tasti della vecchia macchina da scrivere. Solo quando mi resi conto che il sole aveva lasciato il posto ad uno stupendo cielo stellato scoprii di aver lavorato ininterrottamente per ore. Il libro iniziava ad avere una vita propria e forse, chissà, avrebbe avuto successo. CALAMBOUR non fare i conti senza l oste non fare i ponti senza soste

26 Lettera a un italiano Carissimo, spero perdonerai il tono confidenziale, ma ho bisogno di sfogarmi e gli avvenimenti di questi ultimi giorni mi hanno fatto pensare a te ed alla località, innegabilmente bella, in cui abiti. Seppur così diversi, i luoghi in cui tu ed io viviamo sono meta incessante di visitatori provenienti da tutto il mondo. Per quanto riguarda Milano, è difficile captare il sottile fascino di cui è impregnata.. ci vuole del tempo e la disponibilità a conoscerla. Ricca di storia, cultura e arte, Milano offre giornalmente mostre, rappresentazioni teatrali, concerti, eventi letterari, convegni Da un punto di vista professionale, questa metropoli rappresenta una realtà agognata da quei giovani che desiderano lavorare in ambienti innovativi. E vero, Milano va sempre di fretta ed i ritmi che impone sono spesso faticosi, non fa sconti o scende a compromessi con nessuno perché sa di offrire tanto e tanto chiede! Seppur così frenetica, questa città ti regala aree verdi dove sostare al riparo dai clacksons, dai suoni acuti delle sirene che perforano i timpani, dal vocìo prodotto dalla vita che pulsa. Quando in cima al Duomo, vicino alla Madonnina, ammiri un panorama che ti toglie il fiato, ti senti fortunato per la bellezza che ti circonda : lontano le Alpi innevate, più vicino piazza del Duomo, la Scala, il Castello Sforzesco, Sant Ambrogio, l Arco della Pace. Tutto questo, però, te lo scordi quando le polveri sottili avvelenano l aria e lo smog crea una coltre che ha il sopravvento sul sole: è esattamente ciò che stiamo vivendo in questi giorni.. Come vorrei essere da te, a Taormina, e respirare aria pura! Caro italiano, non vorrei tu pensassi che ho perso il gusto di abitare a Milano. Al contrario, non riesco ad immaginarmi altrove e, in fondo, mi sento un pò una traditrice, anche se, ne sono certa, lei capirà il mio sfogo e mi perdonerà.

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Attimi d amore Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Distesa davanti alla collina Occhi verdi come il prato distesa e non pensi a nulla. Ricordo

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

Parco naturale La Mandria

Parco naturale La Mandria Parco naturale La Mandria La favola di Rosa Ciao bambini io sono Turcet, il topolino che vive qui al Castello! Quando ero piccolo mio Nonno Topone mi raccontò la storia del Re Vittorio Emanuele e della

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA Sulle ali del tempo, sorvolo il vento. Viaggio per conoscere i luoghi del mondo. Il sentiero è la scia dell arcobaleno. Nei miei ricordi il verde della foresta, il giallo del sole, l azzurro ed il blu

Dettagli

Luigi Giulio Bonisoli GIGISLAND

Luigi Giulio Bonisoli GIGISLAND Luigi Giulio Bonisoli GIGISLAND Gigisland I edizione 2011 Luigi Giulio Bonisoli Responsabile della pubblicazione: Luigi Giulio Bonisoli Riferimenti web: www.melacattiva.com www.scribd.com/luigi Giulio

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B 08/06/2015 COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B - Grammatica: svolgi tutti gli esercizi da p. 3 a p. 19 (tranne l es. 6 p. 19) + leggi p. 24-25 (ripasso del verbo) e svolgi gli es. da 1

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5 Ombra di Lupo Chiaro di Luna Tratto da Lupus in Fabula di Raffaele Sargenti Narrazione e Regia Claudio Milani Adattamento Musicale e Pianoforte Federica Falasconi Soprano Beatrice Palombo Testo Francesca

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA DOPO LE OSSERVAZIONI FATTE DALLE MAESTRE DURANTE I NOSTRI GIOCHI CON IL MATERIALE DESTRUTTURATO SI SONO FORMATI QUATTRO GRUPPI PER INTERESSE DI GIOCO.

Dettagli

Nicolò UGANDA Gapyear

Nicolò UGANDA Gapyear Nicolò, Diario dall Uganda Se c è il desiderio, allora il grande passo è compiuto, e non resta che fare la valigia. Se invece ci si riflette troppo, il desiderio finisce per essere soffocato dalla fredda

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto 330 ELENA ARMILLEI musica e si univano miracolosamente. - - caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- - occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto - informare sullo stato di tua

Dettagli

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Iscritto per: Scuola Secondaria Primo Grado Motto di iscrizione: Raccontami e dimenticherò-mostrami

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

Contro i miei occhi. È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre.

Contro i miei occhi. È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre. Contro i miei occhi È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre. Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone

Dettagli

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1)

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Cos è il virtu@le? Un giorno entrai di fretta e molto affamato in un ristorante. Scelsi un tavolo lontano da tutti,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA 2 maggio 2015 Canto iniziale Cel. Nel nome del Padre TI PORTAVO IN BRACCIO Una notte un uomo fece un sogno. Sognò che stava camminando

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

Giovani poeti crescono.

Giovani poeti crescono. Giovani poeti crescono. L amicizia Passa un aereo Passa un treno Ma cosa si portano sul loro sentiero? E un qualcosa di luminoso Sarà la notte che fugge via o forse solo la vita mia?. Ora ho capito che

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita)

LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita) LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita) Credevo di essere pronta a questa esperienza. Credevo di essere pronta a passare un intero mese dall altra

Dettagli

La poesia per mia madre

La poesia per mia madre La poesia per mia madre Oggi scrivo una poesia per la mamma mia. Lei ha gli occhi scintillanti come dei diamanti i capelli un po chiari e un po scuri il corpo robusto come quello di un fusto le gambe snelle

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi Concorso Nazionale di poesia città di Foligno Sezione Ragazzi LA VITA La vita è come un libro illustrato Dal quale spesso rimani affascinato A tal punto che resteresti incollato E vorresti sfogliarla tutta

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana

Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana Via Aurelia, 796-00165 Roma - Italia www.caritasitaliana.it Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana PRIMA SETTIMANA di Avvento

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

POESIE SULLA FAMIGLIA

POESIE SULLA FAMIGLIA I S T I T U T O S. T E R E S A D I G E S Ù Scuola Primaria POESIE SULLA FAMIGLIA A CURA DEI BAMBINI DELLA QUARTA PRIMARIA a.s. 2010/2011 via Ardea, 16-00183 Roma www.stjroma.it La gratitudine va a mamma

Dettagli

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. COME AL SOLITO CI SIAMO MESSI IN CERCHIO ABBIAMO ASCOLTATO LA FIABA DEI Mille

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

IL MIO CARO AMICO ROBERTO

IL MIO CARO AMICO ROBERTO IL MIO CARO AMICO ROBERTO Roberto è un mio caro amico, lo conosco da circa 16 anni, è un ragazzo sempre allegro, vive la vita alla giornata e anche ora che ha 25 anni il suo carattere non tende a cambiare,

Dettagli

1. Scrivere ad amici e parenti

1. Scrivere ad amici e parenti 1. Scrivere ad amici e parenti In questo capitolo ci concentreremo sulle lettere per le persone che conosciamo. Normalmente si tratta di lettere i cui argomenti sono piuttosto vari, in quanto i nostri

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo.

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo. Estate_ Era una giornata soleggiata e piacevole. Né troppo calda, né troppo fresca, di quelle che ti fanno venire voglia di giocare e correre e stare tra gli alberi e nei prati. Bonton, Ricciolo e Morbidoso,

Dettagli

Ti racconto attraverso i colori

Ti racconto attraverso i colori Ti racconto attraverso i colori Report del viaggio a Valcea Ocnele Mari Copacelu INVERNO 2013 "Reale beatitudine Libero vuol dire vivere desiderando casa protetta Libertà è tenere persone accanto libere

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema famiglia è così composto: - 1 gioco

Dettagli

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete Nonni si diventa Il racconto di tutto quello che non sapete Introduzione Cari nipoti miei, quando tra qualche anno potrete leggere e comprendere fino in fondo queste pagine, forse vi chiederete perché

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

le #piccolecose che amo di te

le #piccolecose che amo di te Cleo Toms le #piccolecose che amo di te Romanzo Proprietà letteraria riservata 2016 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-08605-9 Prima edizione: febbraio 2016 Illustrazioni: Damiano Groppi Questo libro

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

TESTO SCRITTO DI INGRESSO

TESTO SCRITTO DI INGRESSO TESTO SCRITTO DI INGRESSO COGNOME NOME INDIRIZZO NAZIONALITA TEL. ABITAZIONE/ CELLULARE PROFESSIONE DATA RISERVATO ALLA SCUOLA LIVELLO NOTE TOTALE DOMANDE 70 TOTALE ERRORI Test Livello B1 B2 (intermedio

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Quasi stelle di Marcella Bettini

Quasi stelle di Marcella Bettini Quasi stelle di Marcella Bettini Illustrazione di Simonetta Fratini Quasi-stelle C era una volta una casa con tante finestre con le persiane verdi a pallini blu che, quando si aprivano, sembravano ali

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente LISTA DIALOGHI Non ti aspettavo di barbara rossi prudente - EST. GIORNO Oggi è 28 maggio? 28 maggio? Sì, forse sì PAOLO: 29 al massimo Come 29? No, 30 PAOLO: Secondo me è 29. Comunque, quanti giorni fa

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 Il Progetto Teatro viene proposto ogni anno a gruppi di classe individuati in base alle scelte

Dettagli

PRESENTAZIONE INDICE

PRESENTAZIONE INDICE PRESENTAZIONE Quest anno noi ragazzi di prima C, con l aiuto dell insegnante di Lettere, abbiamo deciso di comporre alcune brevi poesie per creare un atmosfera natalizia dolce e festosa. Oltre a rallegrarvi

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Monica, vuoi venire al concerto di Cold

Dettagli

DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015

DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015 . DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015 MOTIVAZIONI La consapevolezza che nei bambini della scuola dell infanzia sia necessario diffondere la

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

PADRE MAESTRO E AMICO

PADRE MAESTRO E AMICO PADRE MAESTRO E AMICO Padre, di molte genti padre, il nostro grido ascolta: è il canto della vita. Quella perenne giovinezza che tu portavi in cuore, perché non doni a noi? Padre, maestro ed amico noi

Dettagli

SCUOLA DELL'INFANZIA REGINA MARGHERITA A.S. 2009 /2010 PROGETTO AMBIENTE INSEGNANTI SEZIONI A C

SCUOLA DELL'INFANZIA REGINA MARGHERITA A.S. 2009 /2010 PROGETTO AMBIENTE INSEGNANTI SEZIONI A C SCUOLA DELL'INFANZIA REGINA MARGHERITA A.S. 2009 /2010 PROGETTO AMBIENTE INSEGNANTI SEZIONI A C Il percorso didattico dedicato agli alberi è iniziato il 19 11 2010, all'interno del progetto Ambiente dedicato

Dettagli

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio. Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.com Storia di Milena Lanzetta SE C È UN GIORNO DELLA SETTIMANA CHE FILIPPO

Dettagli

Bravo posa la cartella dove non passano né questo né quella! Il materiale che hai preparato in modo corretto deve essere usato.

Bravo posa la cartella dove non passano né questo né quella! Il materiale che hai preparato in modo corretto deve essere usato. Bravo posa la cartella dove non passano né questo né quella! Il materiale che hai preparato in modo corretto deve essere usato. ........ In ogni situazione occorre prestare molta attenzione. Se tanti pericoli

Dettagli

Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati

Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati *Dopo il primo incontro con la monaca buddista Doyu Freire, i bambini sono stati invitati a raccontare liberamente l esperienza, appena fatta,

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Abramo

Evangelici.net Kids Corner. Abramo Evangelici.net Kids Corner Abramo Abramo lascia la sua casa! Questa storia biblica è stata preparata per te con tanto amore da un gruppo di sei volontari di Internet. Paolo mise le sue costruzioni nella

Dettagli

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ CAPITOLO XV L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO IL TERZO TENTATIVO SI SOLLEVÒ, SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ NELLA CAMERA. VEDENDO IL LETTO,

Dettagli

Il vostro compito Leggete il testo e mettete una crocetta sulla risposta giusta. La prima risposta = esempio.

Il vostro compito Leggete il testo e mettete una crocetta sulla risposta giusta. La prima risposta = esempio. 1 LA FAMIGLIA 1.1 Lettura primo testo Il prossimo anno l austriaca Alexandra partirà per l Italia. Per quattro mesi frequenterà il liceo a Ravenna. Stamattina ha ricevuto una lettera dalla sua famiglia

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE FAVOLA LA STORIA DI ERRORE C era una volta una bella famiglia che abitava in una bella città e viveva in una bella casa. Avevano tre figli, tutti belli, avevano belle auto e un bel giardino, ben curato,

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI orecchio acerbo Premio Andersen 2005 Miglior libro 6/9 anni Super Premio Andersen Libro dell Anno 2005 Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI

Dettagli

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama!

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Si vede subito quando una donna ama. E più disponibile ad accettare uno come me. L amore vero, di

Dettagli

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania Cara Arianna, ciao, io sono Federica D.L. e abito a Latina e frequento la scuola elementare dell IC Don

Dettagli

Impariamo a volare...

Impariamo a volare... Impariamo a volare... Francesca Maccione IMPARIAMO A VOLARE... www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Francesca Maccione Tutti i diritti riservati L amore è longanime, è benigno, l amore non ha invidia,

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

I bambini della Maestraleila oggi sono a Scuola3D. Purtroppo ho perduto i primi minuti della chat a causa di un errore solito del mio pc..

I bambini della Maestraleila oggi sono a Scuola3D. Purtroppo ho perduto i primi minuti della chat a causa di un errore solito del mio pc.. I bambini della Maestraleila oggi sono a Scuola3D. Purtroppo ho perduto i primi minuti della chat a causa di un errore solito del mio pc.. ******************************************************** * Sessione

Dettagli