RECENSIONE GOLF CLUB CASTELROTTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RECENSIONE GOLF CLUB CASTELROTTO"

Transcript

1 RECENSIONE GOLF CLUB CASTELROTTO By sologolfista Bico (Enrico Gerosa) Le 18 buche di Castelrotto, disegnate dall'architetto paesaggista tedesco Bernd Hofmann e dal giocatore di golf professionista Wolfgang Jersombeck, anch esso tedesco, sono state progettate contemporaneamente tutte e diciotto, ma per ovvie ragioni sono state realizzate in tempi diversi. Non come la stragrande maggioranza di percorsi da golf, pensati e realizzati a seconda della disponibilità dei terreni, che viavia si rendevano disponibili. Quando uno arriva a Siusi si domanda dove mai si potesse disegnare un campo da golf, considerata l assoluta mancanza di terreni pianeggianti. Invece la portentosa matita del disegnatore è riuscita ad incastrare in una vallata, a dir poco stupenda, un percorso da golf molto tecnico e difficile. Oltre a due innocui laghetti da superare dal tee della 1, ci sono due torrenti sprofondati in due vallette, nonché salite da paura, degne del golf con la piccozza di qualche tempo fa. In effetti ci si chiede come mai i cart vadano a ruba in percorsi montani di questo tipo. A piedi ci vuole davvero il fisico, fiato e gambe, oltre allo swing che non guasta. Spesso, per non dire in quasi tutte le tappe intermedie, tra una buca e l altra, sono necessari scarpinamenti, muli, piccozze e skilift. Prendere l handicap da queste parti deve essere davvero molto improbabile. Per non parlare della buca 4, con green incastonato tra la montagna ed il torrente, in forte discesa e con margine di errore inesistente. Ricorda molto la difficoltà della 15 di Augusta, dove o prendi il green o sei fuori. Non fa testo la mia testimonianza essendomi innamorato di questi luoghi magici, chissà le streghe ci sono davvero? LOGISTICA Usciti dall autostrada per il Brennero a Bolzano nord, ci si inerpica per la Valle Isarco, prendendo per l Alpe di Siusi, fantastico altopiano che fa da attico alla Val Gardena e che ha come fumaioli il Sassolungo a est e lo Sciliar a ovest. Pare che sullo Sciliar, dove tra le sue guglie si impigliano spesso nuvole strane, vivano delle streghe, che con i loro pentoloni magici, sempre in ebollizione producano le suddette strane nuvole. L accesso al percorso da golf del Kastelruth golf club si trova subito dopo il paesino di Fiè. Un chilometro prima della cabinovia che da Siusi sale all Alpe, si gira a sinistra ed in picchiata attraverso un bosco ed una stradina un po impervia si arriva alla casetta di Biancaneve, pardon club house. Se siete ospiti dell Hotel potete entrare direttamente nel parcheggio riservato agli ospiti, altrimenti se volete solo giocare a golf, bisogna fermarsi nel grande parcheggio sovrastante.

2 CLUB HOUSE La club house non è altro che l Hotel Sonne (sole per i tedeschi), fondatore, promotore e mecenate del golf di queste fresche parti. La hall in pratica è diventata la segreteria del golf club, tutto ruota intorno al golf ed il golf ruota intorno a tutto. Il golf si è prefisso di fare da promotore alla vallata, all albergo ed a se stesso e pare che ci sia riuscito, visto l affluenza cospicua di golfisti, sorti come funghi da queste parti e non è ancora momento di funghi. PUTTING GREEN L area del putt è veramente l anticipazione di quello che poi si troverà per davvero nei green del percorso. Tre, quattro, anche cinque gradoni per rendere il putt davvero difficile, altro che linea del putt, qua ci vuole una capacità di puttare davvero sopraffina ed il putt lo sapete fa la differenza. AREA APPROCCI Un green a fagiolo per far posto a ben due bandiere costituisce l area del pitching, dove farlo diventa una goduria. Questo green è incastonato, nel vero senso della parola, in una valletta tra l Hotel e la stradina di accesso al campo pratica, creando una scodella tutta intorno, così da contenere colpi che escono di traiettoria, anche qui anticipazione di molte zone del percorso, dove ci si trova in presenza di queste spallette che proteggono i colpi che tendono ad uscire. CAMPO PRATICA Bello, moderno, ampio e confortevole, ma soprattutto a due piani, come alcuni driving range visti ad Honk Kong o New York. Gratis l accesso agli ospiti dell albergo, ma un gettone di 25 palline costa 2 euro, al Sanvito 1 euro per 66 palline, ma qua siamo in altura per un golf del tutto particolare. Le postazioni sono tutte coperte e spaziose, ricordano molto il Mirasole a Milano, forse il migliore in Italia. Si tira contro una collinetta posta a 200 metri, protezioni di reti completano la sicurezza verso palline che altrimenti vagherebbero indisturbate. Purtroppo questo impianto con la stagione invernale va in letargo, come gli orsi ed è veramente un peccato che nemmeno il campo pratica rimanga in funzione. MANUTENZIONE PERCORSO Considerato che la stagione è molto breve per un golf di montagna, il percorso è tenuto come mai ho visto in golf ben più facili da manutenere. In tutto il percorso si trovano persone (greenkeeper diremo noi ma perlopiù contadini) che tagliano l erba, facendo fieno invernale per le mucche, infatti il rough è pressoché inesistente e ben curato proprio per questi motivi di fienagione. Anche i fairway sono discreti, ma la chicca sono i green, perfetti come biliardi, anche se densi di gradoni multilivello, aumentando enormemente i miei problemi di putting. Anche i pitchmark sono veramente rari, dipenderà dall educazione dei giocatori oppure dalla durezza dei green o dalla difficoltà di arrivare in green con un bell approccio classico? BUCA 1 PAR 4, 345 METRI, HCP 7, CR 66,9, SR 133 MEN Una facile e graziosa buca classica da golf, con due bei laghetti proprio davanti al tee degli uomini, alle donne ne viene risparmiato uno, decisamente molto facilitate le donne su questo percorso, ma non più di tanto. Si saltano via con un legno 3 di grafite, chiudendo

3 con i polsi, nel downswing prima di colpire, evitando così gli slice, che ci accompagnano da sempre. Il colpo dal tee scavalca i laghi, qualche albero e termina in centro fairway ad una distanza di circa 200 metri, 150 di volo e 50 di rotolo. Ferro 6 a mirare la bandiera ed in effetti se il colpo parte diritto, può arrivare vicino alla bandiera, per chiudere in bellezza. Qui gli approcci faranno la loro parte del leone ed i disastrosi putting la parte della tigre. Gli approcci come i putt fanno la differenza. BUCA 2 PAR 4, 236 METRI, HCP 15 Con la buca 2 si torna in pratica a ritroso della 1, ma un po più corta. Facile, bisogna solo fare attenzione al fuori limite a sinistra, ma la buca è ampia ed se i colpi dal tee vanno diritti non ci sono problemi. BUCA 3 PAR 5, 425 METRI, HCP 3 Il primo grande salto di torrente, che sprofonda in un bel dirupo di montagna. Molto pericoloso andare a recuperare le palline. Come ci si mette sul tee ci si spaventa e ci si chiede, e adesso? Se agevolmente si salta via il burrone, proprio davanti al tee si termina su di un bel fairway verdissimo e tenuto molto bene. Ma se purtroppo la palla prende troppo a sinistra, stranamente termina con una serie di rimbalzi proprio nel dirupo. E comunque un par 5 in salita e sembra non si arrivi mai. Qua le buche sono: in discesa o in salita o si saltano torrenti o si saltano dirupi o ci si arrampica o si sprofonda, insomma si fa un grande movimento su queste montagne russe. BUCA 4 PAR 3, 124 METRI, HCP 5 una vista della buca 4, terribile, la buca dell'inferno. Lo vedete il green, laggiù dopo il ponte, ecco, questo è il golf "facile" di montagna. La buca una delle più difficili. Il green è incastonato tra la montagna ed il torrente, in forte discesa e con margine di errore inesistente. Ricorda molto la difficoltà della 15 di Augusta, dove o prendi il green o sei fuori. Dal tee si vede il baratro del torrente, la pendenza ed il green laggiù in fondo alla scarpata, là dove dovremmo tirare. Ferro 7, la palla deve compiere una parabola perfetta, ma se non vedi dove va a finire, la scarpata è notevole. Si scende la stradina in forte pendenza, verso il green, cercando velocemente la pallina. Ponte, torrente e green e poi su per la salita ripidissima che porta al tee della 5.

4 BUCA 5 PAR 4, 253 METRI, HCP 13 Si arriva su con il fiatone ed il cuore a mille, per la paurosa salita. Davanti un salto maestoso del torrente della 4, ma un po più su, sprofondato nella sua valletta, anche più aperta e quindi più lungo da scavalcare. Si può tentare un ibrido ma si rischia di andare corti e la parabola della palla finisce nel burrone. Bisogna cambiare strumento e imbracciare il legno 3 e così finalmente con 150 metri di volo, si salta via l ostacolo. Si aggira il torrente, prendendo per il ponte, sperando che quelli dietro rimangano molto indietro. Anche questa buca arrampica un pochino, ma non è nulla rispetto a quello che ci aspetta nelle seconde nove. Si arriva abbastanza tranquillamente al green molto grande e molto in ombra, per fortuna, quando fa molto caldo. Faiway molto buono, non cortissimo, ma accettabile. Il green molto grande, come tutti e ottimo come manutenzione ed uso da parte dei golfisti. Si va alla sei tutta in discesa, come una pista da sci, in mezzo agli abeti giganti di questa stupenda Alpe di Siusi. Ci si innamora. BUCA 6 PAR 4, 378 METRI, HCP 1 Tutta in discesa, il colpo dal tee sembra la prima esse con salto della libera di Val Gardena. Tutta la parte destra è inclinata e piena di sassi. Bisogna per forza puntare a sinistra, sfruttando poi le carambole, sperando che non siano troppo lunghe. Sul termine del primo colpo la buca presenta una sopraelevata verso destra, se si è bravi arrivare fino a lì si sfrutta la discesa e la curva verso destra, facendo gran bella strada, gratis. Se si è corti invece ci si ferma prima. Buca stretta tra due file di abeti altissimi, bisogna per forza stare dentro la pista, la si potrebbe percorrere tranquillamente con i Roller Sky.

5 BUCA 7 PAR 4, 262 METRI, HCP 11 Ecco il green visto dal basso e visto dall'alto Altro mostruoso salto di torrente. Ci vogliono sempre un cento metri di volo abbondante per saltare via il burrone. Ma quanti torrenti passano da ste parti? Buca in forte salita. Ad una buca in discesa c è l equivalente in salita. Grandi polmoni e grandi gambe sono necessarie, oltre ovviamente al gioco del golf che non guasta. Il fairway dopo il primo baratro è confortevole, con sponde a gobbe, sia a destra che a sinistra a mo di pista da bob, consentendo i colpi che schizzano lateralmente di rientrare agevolmente con rimbalzi talvolta notevoli e guadagnando così parecchia distanza. Il green con appena 5 livelli consente a chiunque di fare almeno 5 putt e se non la imbrocchi, ci stai una giornata intera.

6 BUCA 8 PAR 3, 155 METRI, HCP 17 Buca di tutto riposo, prima delle seconde nove, dove ci vogliono gambe e fiato alla grande. Fairway praticamente inesistente con anche una stradina, dei cart, che lo taglia. Il fairway spesso nei par 3 inizia e coincide con l avant green, perché si pensa che sia normale per un golfista, prendere il green al primo colpo. L arroccamento al green può anche essere difficile, persino su corti par3. Green molto in basso, a forma di fagiolone, circondato da alberi, con piccoli bunker ai lati, ma non fastidiosi. Non un facilissimo par 3 e neppure cortissimo. BUCA 9 PAR 4, 314 METRI, HCP 9 Per raggiungere il tee della 9, bisogna attraversare una stradina interna, aperta anche al pubblico, in quanto la stradina porta ad un mulino molto caratteristico, sperduto nella valle sottostante e quindi di libero accesso. Bisogna arrivare dal tee al secondo colpo, per arrivare almeno al dogleg, che ci consentirà di vedere il green proprio sotto alla Club House/Hotel. BUCA 10 PAR 5, 425 METRI, HCP 12 Terminate la nove, se uno volesse proprio farsi del male e proseguire, c è da scarpinare mica da ridere per raggiungere il tee della 10, messo in un posto improbabile, attiguo al grande parcheggio, dietro all Hotel. Bisogna però attraversare un cunicolo coperto, come una galleria, per superare il pitching green e raggiungere la stradina con tornanti, che porta all uscita, parcheggio e la buca 10 che aggira da dietro l Hotel/CB. Una collocazione della buca davvero curiosa. Se sbagli e fai slice, rischi di distruggere l albergo, infatti a protezione degli slice, ci sono delle alti reti. Proprio non si riusciva a concepire un tee diverso? Evidentemente no e poi, fior fiore di architetti e noi umili profani che si chiedono, ma in che razza di posto hanno messo sto Tee? Ci si posiziona su questo tee che guarda ad un canalone tra gli alberi, sempre più alti. Questa buca poi, a parte il tee improbabile, si rivelerà molto bella, suggestiva. Il fairway dopo poche decine di metri si apre magicamente, parte in ombra, in un canalone che sembra una pista da sci in mezzo ad abeti altissimi, dogleg verso destra a 90 gradi, delimitando così il percorso, aprendosi alle successive 9, che stanno tutte verso sud ovest della valle. Dopo il dogleg comincia a salire verso il green che sarà arroccato su di un cocuzzoletto, che se non lo becchi, rotoli giù, giù, giù. Dopo il primo colpo, ferro 6 in centro fairway, per arrivare al dogleg buio e vedere il proseguimento della buca, dove continua. Altro ferro 6 per prendere un po di distanza e ferro 9 per approciare. Non facile fare pochi colpi.

7 BUCA 11 PAR 3, 193 METRI, HCP 8 Si scarpina di brutto per raggiungere il tee della 11, tre tornantini per salire in cima alla collina che sovrasta la 10, la vista del campo pratica, sede dell Hotel e via su per la montagna. Mountain Golf. Metto un rapporto da Muro di Sormano al carrellino e su per i monti. Questa buca, avendo il tee molto in alto, infatti arrivo su senza fiato, proprio l ideale per addressarsi sulla palla e compiere un tiro preciso. Questa buca richiede precisione, in quanto lunghina per essere un par3, in discesa, con fairway in pendenza verso destra e verso la conclusione della 10, che sta proprio di sotto. Se vai in slice dal tee rischi di prendere il green della 10, per fortuna ancora vuoto. Il green poi ha una pendenza parabolica sulla sinistra che ti consente, se fai hook, di raggiungere il green con i rimbalzi a scendere, ma se vai appena sulla destra, discesone, rovi e palla persa sicura. Ecco poi il green della 11, con vista del tee panoramicissimo della 12, da paura. BUCA 12 PAR 4, 281 METRI, HCP 10 Il baratro. Quando ti appropinqui al tee della 12, ti chiedi, se quello laggiù, oltre la scarpata è il tuo fairway. Tee molto in ombra, merito di un bellissimo albero a foglia caduca, che non mi ricordo, forse un Olmo, probabilmente. Mai visto nulla di simile, ma si tenta lo stesso, certo una bella pretesa da parte degli architetti. Solo un aquila poteva disegnare una buca simile, ma non è la sola. Si scende la mulattiera, ripidina e si va a cercare la pallina. Lo score alto fa di una buca difficilissima, un totale accettabile. BUCA 13 PAR 4, 299 METRI, HCP 16 Tutta in salita a ritroso della 12. Green arroccato vicino ad una fattoria che sta panoramicamente in una posizione invidiabile. Forse è l abitazione dei green keeper/contadini loggiati golf club. Bella larga, qualche gobba ai lati, ma sponde che delimitano la buca, che fanno di correggere eventuali slice o Hook che ritornano automaticamente in fairway. Comodo no? In pratica un altra pista da sci facile, ma in salita. Bel fairway, tenuto molto bene, d altronde la stagione è ottima. Green al limite della perfezione, largo, ma con tre/quattro gradoni. Difficile imbucare con pochi colpi se non sei precisissimo e non vai vicinissimo alla buca. Se vai troppo lungo rischi di uscire dal green, comunque tiri.

8 BUCA 14 PAR 4, 321 METRI, HCP 18..la mia pallina dopo il tee shot, vedo il green laggiù, ma non sarà facile agguantarlo Gran discesone, quasi una libera. Si vede persino il green, ma bello in fondo. Il tee come spesso accade da queste parti, si presta ad una postazione di artiglieria da montagna. Sotto alla collinetta dei tees gira la stradina dei cart e poi inizia il fairway, con erba bassa, ma non bassissima. Ma il green essendo affossato, tra gobbe e bunker, è molto difficile da raggiungere. Oltretutto gira intorno la stradina dei cart, che delimita anche un boschetto, quindi se vai lungo, perdi pure la palla. Bisogna essere cortissimi nell approccio, perché poi la palla inizia una folle discesa e la perdi immancabilmente. Veramente un green difficilmente attaccabile, imprendibile roccaforte. Si prosegue, verso quella sarà una buca incredibile, unica, la 15. BUCA 15 PAR 3, 183 METRI, HCP 14 La buca con il dislivello più elevato, in Europa, tra tee e green. Pare sia inserita nel libro dei Guinnes dei primati. In effetti quando arrivi sulla terrazza, pardon tee, ti viene da ridere e insieme da svenire. Sembra il campo pratica di Salsomaggiore, dove in pratica tiri nel vuoto. Se c è per caso davanti a te, qualcuno, ovvero, giù nel profondo green, questo vedendoti appostato lassù in alto come un avvoltoio pronto ad agguantare la propria preda, se la fa sotto e se ne scappa, lasciandoti il green libero, in men che non si dica. Basta un Ferro 6, nonostante la parabola che ci aspetta è notevole, sono 183 metri di volo netto per arrivare all asta, niente male. La buca è incredibilmente allettante e se colpisci bene e piena la palla, si riescs ad imprimergli una traiettoria talmente dritta e alta, che dopo un volo bellissimo e potente, atterra al limitare del green e con un potente rimbalzone, può finire addirittura nel bunker oltre. Per raggiungere il green, bisogna fare una discesa del 25% di pendenza, con il carrello che ti spinge giù, bestiale. BUCA 16 PAR 4, 283 METRI, HCP 2 Torrente a destra e in salita e lo colpisco tutte e due le volte. Tee shot con ibrido, grande fairway che si apre davanti ai nostri occhi e canaletto di pietre, molto ben messe, artificiale, che traccia il fuori limite sulla destra. In teoria non sarebbe facile colpire il canaletto, con tutto quel bel prato a disposizione, ma non è detto. Il green è circondato da un abetaia che gli fa ombra, molto piacevole nelle ore calde del giorno.

9 BUCA 17 PAR 3, 189 METRI, HCP 6 Un par3 interlocutorio, giusto per andare a prendere la 18, che ritorna a casina. Buca in discesa, come spesso i par 3 sono, messi, per raggiungere a volte a zigzag i tee di par 4 più importanti. Il tee di questa penultima buca è situato pressappoco al termine del primo colpo della 18 che ritorna su. Si rischia un Fore, per uno slice di quelli della 18. BUCA 18 PAR 4, 351 METRI, HCP 4 Ripercorre il mare d erba della 1, ma senza laghi questa volta. Gran bella buca di rappresentanza, come peraltro la 1, ma in leggera salita, che è l ideale, quando uno è spompato. Sono le immagini più reclamizzate, la 1 e la 18, perché coprono il terreno migliore e diciamo, perché lo possiamo dire, il più facile. Ma al golf niente è facile, se non ti entra lo swing. La 18 ha un green molto grande, ma con una infinità di gradoni, che servono per uccidere qualsiasi score che si presenta buono fino alla fine. BUCA 19 PAR BIRRA Esausto, ci tocca pure una scarpinata, fino alla club house, che rimane un po più su. Bisogna costeggiare un po di campo pratica, passare in un sottopassaggio, che avevamo fatto dopo la nove, per superare l area pitching e con un paio di tornantini, si arriva al giardino, dove all esterno è allestita una birreria. E quello che uno desidera più di ogni altra cosa in quei momenti. Una bella birra dopo 18 buche, incredibilmente non la si rifiuta mai, d estate specialmente. Chissà perché?

Guida Breve alle Regole del FootGolf

Guida Breve alle Regole del FootGolf Guida Breve alle Regole del FootGolf Lo Spirito del Gioco INTRODUZIONE Il Footgolf è giocato, per la maggior parte, senza la supervisione di un arbitro. Il gioco si affida all integrità dell individuo

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso L'ULTIMO PARADISO Lasciarsi alle spalle la vita caotica della città a partire alla volta di località tranquille, senza rumori nel completo relax sentendosi in paradiso,

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni

Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni Area sciistica Merano 2000 Malga di Verano Dal parcheggio nr. 5 di Avelengo si procede verso il municipio per poi prendere il sentiero 2/a che porta

Dettagli

Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette )

Regolamento Nazionale Specialità POOL 8-15 ( Buche Strette ) Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette ) SCOPO DEL GIOCO : Questa specialità viene giocata con 15 bilie numerate, dalla n 1 alla n 15 e una bilia bianca (battente). Un giocatore dovrà

Dettagli

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige)

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) Dott. Huber Josef Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) La pietra dei solstizi di Montevila é un blocco di granito con un volume di ca. 1,3 m³. Ha cinque fori con un diametro di ca. 3 cm

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE C'era una volta un cane che non sapeva abbaiare. Non abbaiava, non miagolava, non muggiva, non nitriva, non sapeva fare nessun verso. Era un cagnetto solitario, chissà come

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

Andrea Bajani Tanto si doveva

Andrea Bajani Tanto si doveva Andrea Bajani Tanto si doveva Quando muoiono, gli uccelli cadono giù. Non se ne accorge quasi nessuno, di solito, salvo il cacciatore che l ha colpito e il cane che deve dargli la caccia. Il cacciatore

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Un roseto. le nuvole. Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige)

Un roseto. le nuvole. Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige) Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige) Un roseto Il gazebo adiacente la casa sfrutta l estensione fra di un glicine centenario le nuvole e offre ombra e riparo nelle

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ...

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ... VOLUME 1 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ACQUE INTERNE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: valle... ghiacciaio... vulcano... cratere...

Dettagli

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là,

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, Un uomo che dorme Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, dove la memoria identifica senza sforzo

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

REPORTAGE/Nuove sfde. Israele che pedala UN MAR MORTO

REPORTAGE/Nuove sfde. Israele che pedala UN MAR MORTO REPORTAGE/Nuove sfde Israele che pedala UN MAR MORTO PiENO di vita 74 bambini, donne, professionisti: tutti insieme per provare il fascino di viaggiare in bici attraverso un deserto unico, con partenza

Dettagli

Il desiderio di essere come tutti

Il desiderio di essere come tutti Francesco Piccolo Il desiderio di essere come tutti Einaudi INT_00_I-IV_Piccolo_Desiderio.indd 3 30/08/13 11.44 Sono nato in un giorno di inizio estate del 1973, a nove anni. Fino a quel momento la mia

Dettagli

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città 1 Ciao!! Quando guardi il cielo ogni volta che si fa buio, se è sereno, vedi tanti piccoli punti luminosi distribuiti nel cielo notturno: le stelle. Oggi si apre l immaginario Osservatorio per guardare...

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

ITINERARI CON LA MOUNTAIN BIKE

ITINERARI CON LA MOUNTAIN BIKE ::Lago di Carezza:: :: Caratteristiche: i primi 200 m dopo l'albergo Lärchenwald (Gummer - S. Valentino) sono piuttosto ripidi, quindi si prosegue su strada forestale con discreti saliscendi fino al Passo

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE LA STREGA ROVESCIAFAVOLE RITA SABATINI Cari bambini avete mai sentito parlare della strega Rovesciafavole? Vi posso assicurare che è una strega davvero terribile, la più brutta e malvagia di tutte le streghe

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO M A G A Z I N E PRINCIPI BASE DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO w w w. a l l f o1 o t b a l l. i t IL TUTOR MARIO BERETTA 1959 Milano, è ex calciatore e attuale allenatore professionista. Diplomato Isef e

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA Dopo avere visto e valutato le capacità fisiche di base che occorrono alla prestazione sportiva e cioè Capacità Condizionali

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

I tiri principali nel badminton

I tiri principali nel badminton I tiri principali nel badminton 4 2 3 5 6 1 Drop a rete 2 Pallonetto (lob) 3 Drive 4 Clear 5 Drop 6 Smash (schiacciata) 1 Traiettoria Definizione Impugnatura 1 Drop a rete Rovescio Sequenza fotografica

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

IL TEMPO METEOROLOGICO

IL TEMPO METEOROLOGICO VOLUME 1 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE IL TEMPO METEOROLOGICO 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: tempo... Sole... luce... caldo...

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

UN NUOVO ASSETTO DELLE APERTURE A LIVELLO 2

UN NUOVO ASSETTO DELLE APERTURE A LIVELLO 2 Lezione 14 LE APERTURE A LIVELLO 2 UN NUOVO ASSETTO DELLE APERTURE A LIVELLO 2 Tutto parte da una considerazione statistica: 4 aperture (da a ) per descrivere mani di 21+ Punti rappresenta uno spreco in

Dettagli

Il Bhutan: il regno del dragone tuonante

Il Bhutan: il regno del dragone tuonante : il regno del dragone tuonante di Paolo Castellani 12 Il Memorial Chorten a Thimphu Lo Dzong di Paro? Ma dov è? Questa è la risposta che ti puoi aspettare quando dici che andrai in Bhutan. Questo remoto

Dettagli

FULGOR ACADEMY 2014-15

FULGOR ACADEMY 2014-15 PRIMI CALCI 2009-2010 OBIETTIVI: Conoscenza del proprio corpo (giochi ed esercizi coordinativi) Rispetto delle regole e del gruppo di cui si fa parte Conoscenza del pallone Capacità di eseguire un gesto

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

Come creare un satellite metereologico?

Come creare un satellite metereologico? NATIONAL OCEANIC AND ATMOSPHERIC ADMINISTRATION U.S. DEPARTMENT OF COMMERCE Come creare un satellite metereologico? Libretto adattato dal lavoro originale di Ed Koenig Sono un metereologo. Devo poter vedere

Dettagli

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64 Problemini e indovinelli 2 Le palline da tennis In uno scatolone ci sono dei tubi che contengono ciascuno 4 palline da tennis.approfittando di una offerta speciale puoi acquistare 4 tubi spendendo 20.

Dettagli

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Le correnti marine sono masse d acqua che si spostano in superficie o in profondità negli oceani: sono paragonabili a enormi fiumi che scorrono lentamente (in media

Dettagli

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Come abbiamo visto nelle pagine precedenti il Sistema Solare è un insieme di molti corpi celesti, diversi fra loro. La sua forma complessiva è quella

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA DAI 5 AI 7 ANNI LO SCOPO FONDAMENTALE DELL ALLENAMENTO E CREARE SOLIDE BASI PER UN GIUSTO ORIENTAMENTO VERSO LE DISCIPLINE SPORTIVE DELLA GINNASTICA. LA PREPARAZIONE

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

SCHEMA SETTIMANA TIPO CON TRE SEDUTE DI ALLENAMENTO

SCHEMA SETTIMANA TIPO CON TRE SEDUTE DI ALLENAMENTO U.S. ALESSANDRIA CALCIO 1912 SETTORE GIOVANILE ALLENAMENTO PORTIERI SCHEDA TIPO DELLA SETTIMANA ALLENATORE ANDREA CAROZZO GRUPPO PORTIERI STAGIONE 2009/2010 GIOVANISSIMI NAZIONALI 1995 ALLIEVI REGIONALI

Dettagli

Relazione sull incontro con. Massimo Volante. Esperto del Gruppo Astrofili Di Alessandria

Relazione sull incontro con. Massimo Volante. Esperto del Gruppo Astrofili Di Alessandria Relazione sull incontro con Massimo Volante Esperto del Gruppo Astrofili Di Alessandria Il ciclo della vita di una stella (1) Protostella (2b) Nana bruna (2a) Stella (3) Gigante rossa Sono esaurite le

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Monti di Carate. Monte di Carate e Giseno visti dal lago

Monti di Carate. Monte di Carate e Giseno visti dal lago Monti di Carate Monte di Carate e Giseno visti dal lago Monte di Carate (Freccia gialla) visto da Brunate (*) Monte di Carate visto dalla strada del Bisbino E' formato da una cinquantina di baite immerse

Dettagli

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI?

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? Buona Caccia e Buon Volo, giovani amici di Eureka! Siete tra gli eletti che hanno deciso di passare al livello successivo: site pronti? Questo mese vi proponiamo

Dettagli

Descrizioni dei punti IOF

Descrizioni dei punti IOF Descrizioni dei punti IOF Introduzione La corsa d orientamento è uno sport praticato a livello mondiale. L obiettivo delle descrizioni dei punti IOF è di fornire agli orientisti di tutti i paesi un mezzo

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO Come effettuare il monitoraggio dei nostri allenamenti? Spesso è difficile misurare il livello di sforzo di una particolare gara o sessione di allenamento. Come vi sentite?

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

www.italy-ontheroad.it

www.italy-ontheroad.it www.italy-ontheroad.it Rotonda, rotatoria: istruzioni per l uso. Negli ultimi anni la rotonda, o rotatoria stradale, si è molto diffusa sostituendo gran parte delle aree semaforizzate, ma l utente della

Dettagli

Misure di base su una carta. Calcoli di distanze

Misure di base su una carta. Calcoli di distanze Misure di base su una carta Calcoli di distanze Per calcolare la distanza tra due punti su una carta disegnata si opera nel modo seguente: 1. Occorre identificare la scala della carta o ricorrendo alle

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

CARIBBEAN POKER. Come si gioca

CARIBBEAN POKER. Come si gioca CARIBBEAN POKER INDICE Caribbean Poker 2 Il tavolo da gioco 3 Le carte da gioco 4 Il Gioco 5 Jackpot Progressive 13 Pagamenti 14 Pagamenti con Jackpot 16 Combinazioni 18 Regole generali 24 CARIBBEAN POKER

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Sitorna sul triciclo. da guidare e più sicuri. facili. Scooter a tre ruote. Laprova completa su Corriere.it

Sitorna sul triciclo. da guidare e più sicuri. facili. Scooter a tre ruote. Laprova completa su Corriere.it La Laprova completa su Corriere.it Piaggio MP3 LT 30o IE Sport Quadro 350S e Peugeot Metropolis : 400 tre scooter a tre ruote prova completa. con immagini e commenti è su motori.corriere.it Sitorna sul

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à Io ò bevuto circa due mesi sera e mattina d una aqqua d una fontana che è a quaranta miglia presso Roma, la quale rompe la pietra; e questa à rotto la mia e fàttomene orinar gran parte. Bisògniamene fare

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

UNA LEZIONE SUI NUMERI PRIMI: NASCE LA RITABELLA

UNA LEZIONE SUI NUMERI PRIMI: NASCE LA RITABELLA UNA LEZIONE SUI NUMERI PRIMI: NASCE LA RITABELLA Tutti gli anni, affrontando l argomento della divisibilità, trovavo utile far lavorare gli alunni sul Crivello di Eratostene. Presentavo ai ragazzi una

Dettagli

Hawos Pegasus 230 Volt

Hawos Pegasus 230 Volt olt Pagina 2 Pagina 3 Pagina 3 Pagina 4 Pagina 5 Pagina 5 Pagina 6 Pagina 6/7 Pagina 7 Pagina 7 Pagina 8 Introduzione a Pegasus Scegliere le dimensioni della macinatura Iniziare e terminare il processo

Dettagli

Uno contro uno in movimento attacco

Uno contro uno in movimento attacco Uno contro uno in movimento attacco Utilizzando gli stessi postulati di spazio/tempo, collaborazioni, equilibrio analizziamo l uno contro uno in movimento. Esso va visto sempre all interno del gioco cinque

Dettagli

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Rete di Treviso Integrazione Alunni Stranieri LABORATORIO SUL TRATTAMENTO DEI TESTI DISCIPLINARI SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO TITOLO: IL SISTEMA SOLARE AMBITO DISCIPLINARE: SCIENZE AUTORE: GIANCARLA VOLPATO

Dettagli

«Top 10» per l inverno

«Top 10» per l inverno «Top 10» per l inverno Suva Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Tel. 041 419 51 11 Ordinazioni www.suva.ch/waswo-i Fax 041 419 59 17 Tel. 041 419 58 51 Autori dott. Hans

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri:

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri: Introduzione Sono ormai sempre più frequenti i furti negli appartamenti, nelle case e negli uffici. Il senso di insicurezza della popolazione è comprensibile. Con questo opuscolo si vuole mostrare che

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

OGGI IL PRATO SI TAGLIA COSÌ

OGGI IL PRATO SI TAGLIA COSÌ ROBOT RASAERBA GARDENA R40Li OGGI IL PRATO SI TAGLIA COSÌ In completo relax! LASCIATE CHE LAVORI AL VOSTRO POSTO Il 98 % di chi ha comprato il Robot Rasaerba GARDENA lo raccomanderebbe.* Non dovrete più

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Attorno alla Rupe. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo la forza nel branco sarà (2v.)

Attorno alla Rupe. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo la forza nel branco sarà (2v.) Attorno alla Rupe Attorno alla rupe orsù lupi andiam d'akela e Baloo or le voci ascoltiam del branco la forza in ciascun lupo sta del lupo la forza del branco sarà. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Svolgimento del gioco. Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni

Svolgimento del gioco. Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni Anno 1413 Il nuovo re d'inghilterra, Enrico V di Lancaster persegue gli ambiziosi progetti di unificare l'inghilterra e di conquistare la corona

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI DOVE SONO I MIEI OCCHIALI 60 NOTE PER L INSEGNANTE Questo gioco è utile per l apprendimento o il rinforzo di alcune strutture e di indicatori spaziali. Le strutture da utilizzare possono partire dalla

Dettagli

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI DOVE SONO I MIEI OCCHIALI 60 NOTE PER L INSEGNANTE Questo gioco è utile per l apprendimento o il rinforzo di alcune strutture e di indicatori spaziali. Le strutture da utilizzare possono partire dalla

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli