LA SCUOLA DI ORTA. Sommario

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA SCUOLA DI ORTA. Sommario"

Transcript

1 BENVENUTI! La redazione del Mariolino dà un caldo benvenuto a tutti i nuovi arrivati! E tardi per salutarvi ed incoraggiarvi ma basta il pensiero! Non dovete preoccuparvi del triennio che verrà perchè le medie saranno come una rosa rossa sulla sua pianta: fate attenzione a non pungervi ma assaporatene l'insieme dei colori, profumi e parole, dette e scritte, che vi faranno crescere e riempire il cuore di emozioni. Pensiamo che vi sentiate un po' disorientati per tutte queste voci, facce nuove e libri da aprire, sfogliare e studiare, ma vi saremo vicini perché comprendiamo il vostro stato d'animo inquieto da adolescenti e le apparenti difficoltà che si percepiscono quando si affronta un cambiamento. Per concludere vi auguriamo un buon proseguimento dell'anno scolastico. Istituto Comprensivo MarioSoldati Dicembre 2013 N 3 Sommario Stagioni 2 Benvenuti a scuola! 3 Sport 4 Passatempi 5 La lettura 6 La musica 7 LA SCUOLA DI ORTA La scuola di Orta e' molto bella! È affacciata sul lago ed e' composta da circa dodici locali, sei al piano superiore e sei al piano inferiore. Al piano superiore ci sono le classi della Primaria e la nostra, la 1A, al piano inferiore le rimanenti classi della Secondaria. La nostra aula e' una delle più luminose, e' abbastanza grande con una grossa vetrata che dà sul lago, si vede anche l'isola, ma non tutta, solo la parte in cui svetta il campanile. Il cortile e' molto ampio, nella parte del giardino affacciata al lago, fanno l' intervallo le elementari; l'altra parte, dove facciamo la ricreazione noi, guarda alla piccola via di Orta; vicino al giardino c'e' un altro piccolo edificio con due stanze, nella stanza più grossa c'é la palestra che, anche se molto piccola, é accogliente perché ha le pareti verde fluo e il pavimento blu; per entrare nella palestra bisogna togliersi le scarpe per evitare di sporcare tutto il pavimento. Nell'altra stanza c'e' la biblioteca, anche quella molto piccola ma ben fornita. Il pullman ci lascia a San Bernardino, un parcheggio appena sopra la scuola e noi dobbiamo scendere di corsa per non rischiare di arrivare in ritardo! Nella nostra scuola le insegnanti sono molto brave, si fanno capire e sanno coinvolgerci; mi trovo molto bene! I compiti non sono eccessivi, fatta eccezione per alcuni giorni veramente impegnativi! Nel passaggio dalla scuola Primaria ho trovato un grosso ostacolo nella gestione dei libri, numerosi e di difficile comprensione. Alice Bruno Sociale 8 Cronaca 9 Il muro di Berlino 10 L antro dei poeti 11 Lettera al Vaticano Risposta del Papa Cucina 14 La redazione 15

2 Pagina 2 Autunno L autunno è la stagione delle cose che cambiano Gli alberi si infuocano, l aria è pregna di fumo e il vento porta freddo e gocce di pioggia. Il mio sguardo vaga nel bosco silenzioso e vedo le foglie cadere, posarsi sul terreno umido e diventare tutt uno con lui Sento solo il rumore lieve dell acqua e dei miei passi che spostano ammassi di foglie nere che pargono cenere. Una piccola gocciolina mi bagna le labbra e, alzando gli occhi al cielo, vedo un mare grigio e nebbioso dal quale cade una fitta pioggerellina autunnale. Corro, allora, verso una piccola grotta per ripararmi e scorgo uno scoiattolo rosso arrampicarsi sul tronco di un albero, entrare in una tana nascosta e uscire di nuovo alla ricerca di cibo. Due pettirossi si abbeverano in una pozza d acqua, spaventati dal freddo che presto verrà Mi sento anch io come voi, sono triste e impaurita dall inverno grigio e nevoso, vorrei tornare all estate e alla primavera, con i loro colori e le loro emozioni. Luciani Giulia Inverno Il fuoco freddo delle foglie, la malinconia delle estive voglie. Il freddo inverno alle soglie che tutta la felicità toglie. La saggezza degli aghi di un pino, avvolge i ricci dal volto carino, entra nell animo del grande e del piccino facendogli stringere il cuore bambino, il suono mellifluo di una ghiacciata brezza, addormenta il bosco con una carezza, fa cadere l autunno con molta lentezza e tronchi di ghiaccio e di inverno mostra con chiarezza. Tutto pare morto e senza vigore il grigio del cielo è l unico colore, tra il fumo con un penetrante odore si scorge solo qualche uccello cinguettare con estremo timore. Luciani Giulia

3 Istituto comprensivo M.Soldati Pagina 3 BENVENUTI A SCUOLA! IL NATALE NELLA MIA SCUOLA Nella mia scuola, a Natale, vengono fatte delle bellissime decorazioni, create dai bambini delle elementari. Iniziano a decorare i locali molto presto; in questi giorni hanno fatto il presepe, hanno raccolto delle manciate di sassi dal cortile per fare la base, poi hanno creato tutti i personaggi, l'hanno posizionato all'arrivo delle scale al piano superiore sulla destra, in una posizione molto bella e molto in vista. Oltre al presepe hanno creato un albero di natale di carta, per fare le foglie hanno usato un metodo molto originale e creativo: hanno ripassato tutto il contorno delle loro mani, poi, tagliando la mano disegnata e incollandola ad un cartoncino, le hanno incollate u- na vicino all'altra creando le foglie dell'albero. A fargli compagnia un altro albero, altrettanto originale e creativo, è apparso accanto alla mia classe: hanno usato bottiglie di plastica color verde per richiamare ancora di più l'effetto delle foglie. Oltre a decorare la scuola i bambini della Primaria pitturano anche i vetri delle loro classi così danno un effetto molto accogliente soprattutto se visti da fuori. Ma oltre alle decorazioni, gli ultimi giorni di scuola prima delle vacanze, viene svolta anche la recita di Natale, un piccolo spettacolo accompagnato dalle canzoni e dagli strumenti di noi allievi della Secondaria. Il Natale in questa scuola e' particolarmente sentito e l - atmosfera che si avverte e' sempre molto bella e divertente! Alice Bruno Il mio arrivo alla scuola media... Questo è il mio primo anno di scuola media. Sono stata fortunata quest anno perché sono finita in una classe molto bella. Tutti i miei compagni sono simpatici. Mi piace tantissimo questa scuola, le professoresse e i professori sono simpatici e impariamo molte cose nuove... più felice di cosi non posso essere! Quando ero in quinta elementare avevo paura delle medie ma ho capito che non c è da aver paura. L anno prossimo vorrei, con la mia classe, entrare nel consiglio dei ragazzi! Clara Emilia Nani

4 Pag 4 IL MARIOLINO DELLO SPORT IL CANOTTAGGIO Questa estate, verso l'inizio di agosto, ho iniziato il corso di canottaggio per vedere come me la cavavo in questo sport. Devo dire che le prime volte ero davvero incapace, infatti mi facevo trasportare da qualcun altro poi, dopo qualche giorno ero gia' migliorata, grazie all'aiuto degli allenatori che mi consigliavano la postura corretta da mantenere in canoa. Il canottaggio e' uno sport molto duro ma divertente, lavora su tutti i muscoli del corpo e richiede molto impegno e attenzione. Dopo diversi giorni che praticavo questo sport, mi sono accorta di essermi finalmente appassionata; mi impegnero' e cerchero' sicuramente di migliorare per far capire anche agli allenatori che sono molto professionali nel loro lavoro. Sharon Guerrieri IO E LO SPORT Vorrei raccontarvi com' e' nata la mia passione per il calcio: ho iniziato a giocare all'eta' di quattro anni e, grazie a mio padre che faceva il direttore sportivo, sono stato incoraggiato a praticare questo sport che pian piano mi ha appassionato sempre di piu'. La prima squadra in cui ho giocato e' stata la "Cusiana", dove rivestivo il ruolo di portiere; e' stata un'esperienza davvero positiva anche dal punto di vista umano in quanto mi sono trovato molto bene con i miei compagni di squadra, il mister e tutto lo staff. Nel 2008, solo per comodita', ho cambiato squadra poiche' mio padre si e' trasferito a San Maurizio. Adesso ho tredici anni e i miei ex compagni mi cercano ancora per andare a giocare con loro nella "Riviera d'orta", ma purtroppo ora non posso piu' poiche' faccio regolarmente il portiere nella "Virtus Cusio". Per me il calcio rappresenta una vera passione, un gran divertimento ma anche un impegno: belle partite, sforzarsi di fare goal, impegnarsi durante gli allenamenti e giocare esprimendo il massimo nelle partite. La speranza che ho per il futuro e' quella di riuscire a migliorarmi sempre di piu' per avere l'opportunita' di poter giocare in categorie piu' elevate. Marco Simonetto

5 Istituto comprensivo M.Soldati Pagina 5 HOBBIES... IL MIO PASSATEMPO Mi chiamo Riccardo e ho la passione per l orto, cosa che mi porta a osservare meglio tutte le cose che mi girano intorno. La prima cosa che faccio quando arrivo a casa da scuola è andare nell orto per curarlo, perché ha bisogno di attenzioni sia d estate che d inverno per produrre frutta e verdura che riempiranno le nostre dispense. Mi metto seduto e osservo il mio raccolto crescere: l insalata, i pomodori, le patate, le melanzane, le noci e la mia piccola piantina di mele; mi guardo intorno e noto anche una struttura in lamiera che contiene gli attrezzi per lavorare la terra. Prendersi cura dell orto e piacevole e rilassante ma spesso richiede molto lavoro per mantenerlo fertile; necessita di una cura costante e un impegno continuo per proteggerlo dalla grandine e dalle forti piogge, perché se te ne dimentichi l orto potrebbe morire. Ci vogliono ore e volontà per fare tutto ciò ma, in fondo, è una grande soddisfazione vederne i risultati. Volto lo sguardo e noto un bellissimo Lago d Orta dove si riflettono tutti i colori dell autunno: le montagne con quelle sfumature di giallo arancione proprie di questa stagione che creano una bellissima immagine anche se il clima rattrista un po perché comincia a far freddo. Molti dicono che la stagione autunnale sia brutta ma se ci soffermiamo guardare tutto ciò che ci circonda, noteremmo che la natura crea comunque degli ottimi paesaggi e delle atmosfere che riempiono i nostri cuori. Riccardo Forni Ah-Ah-Ah... Quali sono i mari che hanno il nome di un colore? Il Mar Nero, il Mar Rosso e il Marrone! Il colmo per una Gallina? Avere le penne e non saper scrivere! Il colmo per un Albero di Natale? Essere conciato per le feste! Il colmo per Babbo Natale? Esser colto con le mani nel sacco! Il colmo per la Befana? Non saper giocare a scopa! Il colmo per un Formaggio? Sentirsi un pò stracchino! Il colmo per un Insegnante di matematica? Avere i minuti contati! Il colmo per la Luna? Farsi i colpi di sole! Il colmo per un Sindaco? Fare cose fuori dal comune! Il colmo per Usain Bolt? Avere una figlia che si chiama Va-lentina!

6 Pagina 6 La lettura,un hobby tra le parole... Molti sono sorpresi dal fatto che io ami leggere Essendo una ragazza molto attiva e impulsiva, che non adora passare ore seduta sul divano a guardare la televisione, può sembrare strano che a me piaccia avvolgermi nelle parole e nel profumo dei libri. Nonostante io sia molto impegnata tra studio, allenamenti di ciclismo e gare alla domenica, riesco sempre a trovare una o due ore per leggere i miei magici libri fantasy, nei quali vengo sempre catturata dalle parole e trascinata nel cuore pulsante della storia tra personaggi e luoghi magici, ricchi di mistero. Quando mia mamma mi chiama per la cena, ho la testa che mi gira e le parole del libro si confondono le une sulle altre; però le emozioni provate dai personaggi e amplificate dall autore, mi rimangono e mi rimarranno nel cuore per tanto tempo. Quando capita che io debba interrompere la lettura sul finale di un libro, mi ritrovo a immaginarlo in varie versioni, nel quale un protagonista muore sacrificandosi per la salvezza della Terra o riesce a salvarla da un destino terribile e impossibile. Sono impensabili i luoghi in cui sono stata in grado di leggere! Quando ero più piccola, mi sono arrampicata su un albero per non essere disturbata: dovevo leggere il duello finale tra un tiranno incontrastato e una giovane eroina Adesso, invece, mi ritrovo a leggere stesa nel prato o sul mio letto, appoggiata sul cuscino. Sono cambiata, me ne accorgo ogni giorno che passa, ma che ci posso fare? Mi piacerebbe tanto scrivere un libro tutto mio! Ci nasconderei i miei sogni e desideri, le mie paure e i cambiamenti Sarebbe come un cuore di carta e di parole, marchiate indelebilmente nelle sue pagine. Sono in terza media e sto studiando tanto e non trovo, di conseguenza, più il tempo di leggere! Ho un libro lasciato a metà che aspetta di essere letto, ogni mattina mi guarda e gli dico di avere calma e pazienza perché, come io vorrei essere catturata dalle sue parole, lui vorrebbe trascinarmi nel suo cuore pulsante e affogarmi con il suo sangue di parole Aspetta Aspetta E così mi avvio verso il mio banco di scuola Giulia Luciani

7 Istituto comprensivo M.Soldati LA MUSICA, CHE PASSIONE... Pagina 7 Tra i tanti hobbies della 2 B è emerso che a molti piace il canto e la musica E in effetti piace molto anche a me! In generale, ad alcuni piace il genere rock e sono ispirati ad esempio ai Green Day, ad altri piace il genere pop e ad altri ancora generi più romantici come la musica dei One Direction che sono diventati molto famosi grazie alle tante fans che hanno e, tra quelle, ci sono anch io. Una canzone in particolare che mi piace molto è Save you tonight ma da quello che ho capito, alla mia classe piace molto Best song ever ; Save you tonight ha un testo più dolce e romantico, infatti esprime i sentimenti di un ragazzo innamorato attraverso le sue preoccupazioni nei confronti di una ragazza che, nello stesso tempo, soffre per un altra persona. Ritornando a noi quando c è l ora di musica siamo tutti contenti! Ora abbiamo comprato molti strumenti musicali, e c è qualcuno che è veramente entusiasta! A tal punto da mettere il proprio strumento come immagine del profilo di whats app! lo strumento più gettonato è stato la chitarra classica; io invece ho scelto la chitarra acustica perché ha un suono più metallico e forte; altri hanno preso la chitarra elettrica, ispirati appunto ai grandi rockettari. Durante l ora di musica eseguiamo esercizi di pratica con le varie note ed io per il momento sono una frana, ma sono fiduciosa e sicura che imparerò! Se ci pensiamo, la musica è ovunque... Sono molto contenta di essere unita con i miei compagni per gli hobbies che abbiamo in comune! Desirèe VIDEOGIOCHI di Osama Hilmi La mia grande passione è quella per i videogiochi. La mia prima Console (Lettore di videogiochi) è stata la PlayStation 1: quando me la regalarono ero ancora un bambino in tenera età quindi non avevo idea di come si usasse per cui ci giocavo molto poco; poi dopo 2 anni mi regalarono la PlayStation 2 e da lì iniziai ad entrare nel mondo dei videogiochi. Mi ricordo ancora che me la dovettero sequestrare perchè un giorno ci avevo giocato addirittura 5 ore di seguito, non tanto per la mia passione ma perché, non avendo la memory card, ogni volta che ci giocavo dovevo ricominciare tutto da capo e questo mi procurava molto stress per cui giocavo 5 ore in modo da finirlo subito. I miei primi giochi furono i Crash Bandicot: giochi che parlano di questa volpe che intraprende un viaggio per sconfiggere un dottore maligno che desidera solo essere il sovrano del mondo intero. La mia terza Console fu il nintendo DS, console che diversamente dalle altre è portatile; il mio primo gioco per questa Console fu uno dei giochi più giocati di tutti e forse molte persone ci giocano ancora, si chiama Mario Cart a differenza di Crash Bandicot questo gioco non ha una storia ma è una sfida in cui animali uomini e mostri si contendono la vittoria di un premio in una sfida di kart; ma non una sfida di kart normale, una sfida di kart con armi e potenziamenti fuori dal normale. La mia quarta Console fu la grandiosa PSP, una Console veramente grandiosa dalle capacità eccezionali! Alcuni suoi giochi hanno una grafica talmente pazzesca che sembra quasi reale ed è una forza perché io nei videogiochi non cerco la giocabilità o quello che puoi o non puoi fare ma cerco una console in grado di coinvolgerti dentro al gioco e, quando uscirà una cosa del genere, sarò sicuramente il primo a comprarla. La quinta non proprio Console fu il computer, un oggetto con un - arma che nessun altra Console mi ha mai dimostrato (eccetto la PSP): Internet, che è il polimonio mondiale di tutto, non solo di videogiochi ma di tutto! Il mio primo gioco per computer fu Cat Mario 4, un gioco che fa adirare in una maniera assoluta: è fatto apposta per le persone che non hanno niente da fare e che si vogliono adirare TANTISSIMO!!! Poi la mia sesta e ultima console fu la Nintendo Wii, una console, secondo me, basata sull - allenamento e sullo sport. Alcuni giochi di allenamento e danza sono: Wii Sport, Wii sport Resort, Zumba (un gioco sia sulla danza che sull allenamento). La Wii non si basa solo su giochi di danza e di allenamento ma anche di avventura; il gioco migliore della Wii credo sia Mario Galaxy 2, che ho già citato in un'altra versione per Nintendo DS, il mio primo gioco che racconta di un omino che va in giro per lo spazio a salvare la sua moglie chiamata Peach ; e, fino a ora, sembra il gioco migliore anche secondo una classifica mondiale!

8 Pagina 8 IL C.C.R. Il Consiglio Comunale dei Ragazzi è composto dal Sindaco Marco Beltrame, dalla Vicesindaco Sara Castaniere ed i Consiglieri Gionata Guala, Gregorio Clementi, Francesca Viazzi, Crevola Camilla, Falabella Martina, Riccardo Basalini, Zanotta Paolo, Contini Pietro, Lucchini Valentina, D addario Roberta e Mappi Ermes. Il C.C.R ha già molte idee che speriamo voi approviate. Il Consiglio Comunale dei Ragazzi ha già attuato alcune idee tra cui la scatola delle idee dove voi studenti, per aiutarci nelle nostre scelte e sostenerci nel nostro lavoro, potrete inserire i vostri consigli e, qualora noi li reputassimo validi, verranno attuati. Il C.C.R è stato eletto alla fine dello scorso anno scolastico e ha incominciato il suo lavoro a Settembre 2013, proponendo nuove iniziative che, entro la fine dell anno scolastico, si spera possano essere realizzate con successo. Il C.C.R. IL CIPRESSO SECOLARE L Undici novembre 2013 nel giardino del comune di Orta San Giulio, è successo un disastro: è caduto il cipresso secolare, simbolo di Orta. L'albero era molto alto ed enorme e, a causa di un fortissimo vento, si è sradicato, facendo cadere il muretto che recintava parte del giardino. L' indomani noi alunni della scuola primaria di Orta San Giulio ci siamo recati in Comune a verificare l' accaduto. Abbiamo notato che cadendo, oltre ad aver distrutto il muro circostante, la cima ha raggiunto la casa vicina. Le sue radici erano molto lunghe e spesse e i rami, cadendo in acqua, hanno ostruito il passaggio ad alcuni pesci. Dei botanici valuteranno quale sarà la soluzione ma se dovessero sostituirlo non sarà più lo stesso albero... Siamo stati colpiti e rattristati da questo evento e queste incredibili immagini ci resteranno impresse per tutta la vita. Scuola Primaria

9 Istituto comprensivo M.Soldati Pagina 9 Vittime di una società barbara Era per fare shopping. Prima di iniziare l avventura mi ha colta di sorpresa una manifestazione: Piazza De Ferrari, Genova, quattro e mezza del pomeriggio. Un gruppo molto numeroso di eritrei protestava, scortato dalla polizia, contro il Governo attuale del loro Paese. No alla vendita di armi, era lo slogan che urlavano a squarciagola per la piazza attirando l attenzione di tutte le persone lì per fare acquisti o per visitare quella squisita fiera del cioccolato che aveva luogo attorno alla fontana. Il loro desiderio si capiva perfettamente, con grandi striscioni e bandiere, cercavano di farsi capire, far capire il dolore che provavano per i loro connazionali morti a Lampedusa, cercando di scappare dalla guerra civile in Eritrea. Questi manifesti volevano appunto denunciare la vendita d armi che ha favorito l estensione della rivolta. Secondo una statistica dal 1988 ad oggi i migranti morti nel Mediterraneo sono e quelli arrivati a Lampedusa e a Pantelleria solo nel Una cifra spropositata. Nel 2008 ci sono stati profughi e morti, nel 2010 un calo netto di morti e di sbarchi, che poi sarà compensato nel 2011 con cifre spaventose che vanno dai 6- NO ALLA VENDITA DI ARMI, era lo slogan che urlavano a squarciagola per la piazza migranti ai morti. Ciò che è accaduto a Lampedusa è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. I manifestanti erano sconvolti, pieni d ira ma anche dispiaciuti e delusi per quello che sta accadendo alla propria patria. Dicevano di volerci tornare. Il loro stato d animo era più che comprensibile e credo che chiunque, nella stessa situazione, avrebbe provato i medesimi sentimenti. Maria Strola I PROTAGONISTI DEI LIBRI TORNANO TRA NOI! Robinson e Gulliver? Sbarcano a Lampedusa è un articolo di Alessandro Zaccuri, pubblicato non molto tempo fa. Con la guida della nostra insegnante abbiamo saputo cogliere tra le righe della sua struttura,per noi abbastanza complessa, il messaggio proposto dal giornalista, che parla della descrizione di personaggi letterari molto famosi, tra cui: Robinson Crusoe, grazie al quale si è dimostrato che un essere umano ha bisogno di ordine per vivere; Gulliver, il quale scoprì mondi nuovi e imparò ad apprezzare le differenze tra varie civiltà ed Ulisse, che, naufrago e sfinito all isola dei Feaci, rappresenta la sfida ad ogni difficoltà. Da questi personaggi si può passare alla loro identificazione negli immigrati che sbarcano sulle nostre coste con mezzi di fortuna. Tanti eroi che, passati attraverso un naufragio,sanno ancora parlarci con messaggi di dignità, di tolleranza e di coraggio. Personalmente, credo che, per lo spessore della morale e per la ricerca delle caratteristiche essenziali utili per capirla, sia risultato assai suggestivo e gradevole alla lettura, soprattutto tra gli appassionati di cronaca e gli assidui studiosi di letteratura. Celine Palmigiano

10 Pagina 10 LA GERMANIA ALLA FINE DEL 1989 Per 28 anni, dal 1961 al 1989, il Muro di Berlino ha tagliato in due non solo una città ma un intero paese. Fu il simbolo della divisione del mondo in una sfera americana e una sovietica, fu il simbolo più crudele della guerra fredda. Qui si racconta la sua storia... Il confine si originò dai piani delle forze alleate della Seconda Guerra Mondiale per dividere la Germania sconfitta in zone di occupazione. La parte O- vest del muro era sotto l influenza degli Americani; la parte Est sotto quella dei Sovietici. La divisione della Germania fu messa in pratica il 1 luglio La zona sovietica venne chiamata Repubblica Democratica Tedesca (Deutsche Demokratische Republik, DDR) governata dal locale partito comunista; invece, quella americana, Repubblica Fed e r a l e T e d e - sca (Bundesrepublik Deutschland, BRD) governata IL MURO DI BERLINO dalla democrazia capitalista. Il 13 agosto 1961, la città di Berlino si ritrovò chiusa da un imponente struttura: Il Muro di Berlino. La struttura fu eretta da una semplicissima ossatura in filo spinato, ma in poco tempo si trasformò in una complessa struttura lunga circa 160 km e alta 3,5 m. Questa mastodontica fortificazione era dotata di centinaia di bunker e torri di vedetta, fossati, protezioni elettrificate, barriere di cemento, trappole anticarro ed in ultimo, ma non meno importante, la Striscia della morte, ossia un area esposta al fuoco delle guardie. Fu fatta erigere dal governo della DDR a causa dei conflitti politici tra l Est e l Ovest. Infatti, negli anni precedenti, la Germania Ovest ed i suoi alleati non riconobbero alcuna legittimazione alla Germania Est, ritenuta una creazione Comunista/ Sovietica priva di un governo liberamente e legalmente eletto. L Est ribadì la piena regolarità dello stato e definì l Ovest come un territorio nemico. Il 9 novembre 1989, a causa di un collasso politico da parte del governo della Germania Est, le frontiere (tra cui la Porta di Brandeburgo, la principale) si aprirono con la Repubblica Federale Tedesca. Quella stessa sera migliaia di Berlinesi passarono il confine. Questo evento molto significativo segnò l inizio del processo di riunificazione della Germania (ottobre 1990) e la fine di un era storica. Il 9 novembre, a Berlino, si rievocano due eventi storicamente importantissimi: 1. la caduta del muro ( ); 2. la n o t t e d e i c r i s t a l l i ( ). Il primo ci ricorda la fine della divisione in blocchi che ha caratterizzato gli anni della Guerra Fredda (anni seguenti alla Seconda Guerra Mondiale); l altro richiama alla memoria la ferocia dell ira nazista verso gli ebrei e l inizio della deportazione nei Campi di Concentramento (Lager). Fabio Morelli, Tommaso Zaneboni, Davide Girasole

11 Le foreste Un ambiente speciale, di bellezza non ne possiede il finale. Essa è piena di molte varietà, ma soprattutto di stupendità. Piena di tanti colori, formati da dolci amori. Qui si trova la vita, un peccato quando è finita. Di qualsiasi pregio è vesta, questa è la nostra foresta. L antro dei poeti Istituto Comprensivo MarioSoldati Il mare Ti guardo dal mio balcone, e non riesco a smettere di sentire il tuo fragore. Possiedi colori molto vivaci, ma assai tenaci. Hai di blu tutte le tonalità, vederti è una felicità. Sei una cosa da amare, tu sei il nostro mare. Osama Hilmi Pagina 11 E IL NAUFRAGAR M'E' DOLCE IN QUESTO MA- RE... Vicino al camino, ad ascoltare lo scoppiettio delle fiamme, attraverso questa finestra, contemplo il paesaggio che la Natura sa offrire. Ma cosa ci sarà mai oltre? Provo ad immaginare, ad aprire la mia fantasia, a cercare di vedere oltre quella fila di alberi spogli, che hanno ceduto al terreno le loro foglie. Vedo un precipizio, una valle immensa; la paura cattura il mio cuore: sono sola in mezzo a mille ostacoli che mi impediscono di raggiungere l'altra parte della vallata; forse è la stessa sensazione che si prova quando ci si pone un traguardo, quando si ha un sogno da raggiungere! Maria Strola Nuvole, nuvole e nient'altro vedo oltre il vetro; distese di soffice cotone, dietro alle quali si nasconde chissà cosa. Una scia di colori intensi e suggestivi, un immenso spazio in cui tutto si perde; niente ha più senso, niente! Céline Palmigiano Vedo un muro, un muro che riflette il mio sguardo, un muro che mi ferisce con rami irti di foglie, un muro che, con la sua mole, mi impedisce di naufragare con lo sguardo nell infinito.

12 Pagina 12 UNA LETTERA PER IL VATICANO Quando abbiamo saputo che una nostra insegnante andava a Roma dal Papa ci è venuto in mente di presentare la nostra scuola e il nostro paese a Papa Francesco. Abbiamo elaborato un libretto di ben quindici pagine che ora andiamo a riassumere. La nostra scuola è un palazzotto antico che si affaccia sul lago, formata da due piani che noi bambini della scuola primaria condividiamo con i ragazzi della scuola secondaria di primo grado. In mezzo al lago d Orta c è un isola fantastica dedicata a San Giulio. Una leggenda narra che da quest isola San Giulio scacciò tutti i mostri ed edificò una basilica; quando morì divenne santo. Le sue spoglie ora si trovano nella cripta dedicata a lui. In mezzo al nostro paese si trova la piazza principale e al centro della piazza c è il Palazzotto che un tempo era la sede del Comune, ora invece è sede di mostre e convegni.

13 Istituto Comprensivo MarioSoldati Pagina 13 UNA LETTERA PER IL VATICANO Dalla piazza la salita della Motta porta alla chiesa dedicata a Santa Maria Assunta. Alla sua destra la salita continua fino ad arrivare al Sacro Monte, nel quale si trovano venti cappelle dedicate a San Francesco ed è ora patrimonio dell Unesco. Abbiamo concluso il nostro lavoro salutando Papa Francesco in tutte le lingue, invitandolo a venirci a trovare... Papa Francesco, attraverso il suo segretario, ci ha inviato una lettera dal Vaticano ringraziandoci del grazioso pensiero. La nostra pretesa era forse esagerata... Ma qualcosa di grandioso è accaduto: Papa Francesco, attraverso il suo segretario, ci ha inviato una lettera dal Vaticano rina cura della Scuola Primaria di Orta

14 Pagina 14 LE MELE di Giulia Luciani Diverse sono le tipologie di mele presenti nel mercato italiano e differenti sono anche le regioni in cui vengono coltivate. Analizziamone i colori e le caratteristiche: LA MELA ANNURCA: questa mela, coltivata in particolare i Campania, ha una buccia color rosso vinoso e ha una polpa bianca, di sapore dolce-acidulo, poco profumata. LA MELA FUJI: proveniente dal Giappone, la fuji viene colta in Valtellina e ha una colorazione che va dal rosso chiaro al rosso scuro, screziato di giallo-verde. La polpa è compatta e succosa, con un gusto dolce, leggermente acidulo e aromatico. LA MELA BREABURN: coltivata principalmente in Valtellina e in Lombardia, è una mela bicolore, tendente al rosso e al verde. É molto croccante ed aromatica, con un buon rapporto fra dolce e acidulo. LA MELA GOLDEN: è la mela più diffusa in Italia e nel Mondo, con la sua bellissima buccia gialla e la polpa aromatica, dolce, croccante, consistente, succosa e profumata. Nel nostro Paese è coltivata soprattutto in Lombardia. LA MELA GRANNY SMITH: frutto tipicamente australiano, la grenny smith viene raccolta, in Italia, in particolare nelle zone della Valtellina e della Lombardia. Questa mela ha una buccia di colore verde intenso e brillante e una polpa molto succosa, croccante e compatta, dal gusto dolce ma poco acidulo. LA MELA IMPERATORE: è di colore rosso carico, con una polpa bianco crema, poco aromatica, consistente, poco succosa e un po' acidula. LA MELA JONAGOLD: ha un colore di base giallo-verde, con striature che vanno dal rosso carminio al rosso tenue. Questa mela ha una polpa croccante e morbida ed è succosa, aromatica, con un sapore dolce leggermente aspro. LA MELA MORGENDUFT: coltivata anch'essa, come altre mele, in Valtellina e nell'alta Lombardia, ha una colorazione rossa abbastanza uniforme, con striature verdi. Al suo interno è compatta ed ha un sapore abbastanza fresco, compatto e agrodolce. LA MELA PINK LADY: ha un colore rosato con un fondo verde e una polpa succosa, croccante e dolce, con un gusto leggermente acidulo. LA MELA PINOVA: mela molto giovane, nata da poco, è molto apprezzata. Realizzata in Basilicata, ha un colore giallo-verde e ampie striature di colore rosso vivo. La polpa è compatta, succosa, croccante, di gusto dolciastro-asprigno. LA MELA RED CHIEF: è di colore rosso intenso, dolce e succosa, con un'acidità molto ridotta. LA MELA RED DELICIOUS: diffusa e apprezzata molto in Lombardia, ha una colorazione superficiale tendente al rosso vivo, liscia e un po' cerosa. Internamente è di colore bianco crema, croccante, di gusto dolce poco acido. LA MELA RENETTA: raccolta in Val di Non, in Trentino Alto Adige, la renetta è di colore giallo-verde, ruvida, con puntini piccoli che diventano sempre più grossi. Questa mela è tenera, succosa e poco zuccherina. LA MELA RENETTA CANADA:varietà pregiata di mela, gialla, profumata, ruvida e molto aromatica. LA MELA ROSA DEI MONTI SIBILLINI: tipica delle Marche la mela rosa è di colore verdognolo, con sfumature che vanno dal rosa al rosso violaceo. La polpa è acidula e zuccherina, ha un profumo intenso e aromatico ed è compatta. LA MELA ROYAL GALA: coltivata sia in Valtellina sia in Lombardia, questa mela ha la buccia rossa ed ha la polpa fine, succosa, soda e croccante. Il sapore è molto dolce e aromatico. LA MELA STARK DALICIOUS: colta in Lombardia, in provincia di Sondrio, è rossa brillante e ha un sapore dolce e succoso ma è poco aromatica e acida....nella mia macedonia... Nella mia macedonia metto: le fragole che sono belle rosse e anche molto grandi, le ho assaggiate e sono dolcissime come lo zucchero. Le banane piccole ma molto gialle, sono mature al punto giusto. L ananas mi fa pensare ai paesi più caldi, molto dolce, dal colore invitante. Una bella mela verde, che a guardarla sembra quasi finta, così lucida e dal colore intenso. Tutti questi frutti hanno un loro profumo che è dolce e invitante. Martina Viaretti La macedonia che sto preparando per gustarla in compagnia dei miei amici, è ricca di banane tagliate a piccole rondelline, di pesche gustose a forma di luna, di piccoli pezzi di mela verde,di kiwi,di uva e di arancia. Guardandola, mi sembra quasi di vedere un arcobaleno nel mio bicchiere trasparente a forma di cono. Ha forme e colori buffi e la confusione di colori mi genera uno stato di leggera ebbrezza. Aurora Atzeni Oggi sono venuti a casa mia degli amici a fare la merenda, ho preparato una macedonia con tanta frutta buona e colorata, c erano: banane, mele, kiwi, melone, cocco, uva, pesca, lamponi, fragole e ananas. Nonostante fosse la fine dell autunno, vedendo il giallo abbagliante dell ananas sembrava fosse ancora estate; l insieme sembrava un arcobaleno, con tutti quei colori, a vederla, veniva il mal di testa; la consistenza era liquida, il profumo era intenso e appena la vedevi veniva l acquolina in bocca! Non mi è piaciuta l uva, infatti l ho lasciata tutta da parte, ma i miei amici l hanno apprezzata molto, non lasciandone più nella vaschetta! Giulia Leonardi La mia macedonia é là sul tavolo, all'interno di una coppa di vetro trasparente e molto grande. Sembra un pallone diviso a metà. La coppa é molto larga e profonda, ci sta dentro pure la mia mano! Al suo interno contiene tanta frutta succulenta, con un aroma profumatissimo, di tanti frutti, come quando mio nonno ci porta a casa la frutta raccolta dalle sue piante. Ha tanti gusti, tutti diversi, che mi ricordano un' insalata di riso. É colorata come un arcobaleno: le fragole sono rosse come il sangue, il kiwi, con i suoi semini, verde come il prato pieno di formichine, la banana ha il colore di una nuvola, la mela tagliata a cubetti che sembrano che sembrano tanti sassolini. Il fondo è ricoperto di un succo rossastro, molto dolce come il miele. Mi é quasi venuta voglia di mangiarmela!!! Leonardo Sacchi

15 Pagina 15 LA REDAZIONE: Beltrame Marco Hilmi Osama Gionata Guala Guerrieri Sharon Luciani Giulia Articoli a cura di: Azteni Aurora Beltrame Marco Bruno Alice Desirèe Forni Riccardo Gionata Guala Guerrieri Sharon Leonardi Giulia Luciani Giulia Hilmi Osama Girasole D., Morelli F., Zaneboni T. Nani Clara Palmigiano Celine Sacchi Leonardo Simonetto Marco Strola Maria Viaretti Martina Scuola Primaria Orta UNA SCELTA DIFFICILE In questi mesi la nostra classe sta vivendo un periodo piuttosto difficile: decidere il percorso di studi da intraprendere dopo la fine della terza media. Sicuramente potranno esserci sempre dei cambiamenti nel corso degli anni, ma saper scegliere la scuola adatta fin da subito credo sia certamente più opportuno. Io, quest'ardua decisione l ho già presa, ma sarei contenta se anche ogni mio compagno potesse scegliere e seguire serenamente la propria strada. Qui a scuola, sono gia' venuti alcuni insegnanti per presentare alcune scuole superiori come i Licei, gli Istituti Professionali e Tecnici. Per chi ha le idee piuttosto chiare il problema non persiste, ma chi è indeciso si trova, ogni volta che viene svolto un O- pen- day, a pronunciare la stessa frase: "Frequenterò questo Istituto, mi piace!". Sono certa che è sì importante tener conto delle proprie abilità, caratteristiche e motivazioni personali, ma che si debba in primo luogo ascoltare se stessi nel profondo, per riconoscere le proprie passioni. Maria Strola Disegni a cura di Comola Martina Scuola Secondaria di I grado M.Soldati P.zza Ragazzoni, Orta San Giulio

16 I CAMBIAMENTI CLIMATICI Il clima sta cambiando e ciò è nettamente visibile con il passare degli anni. I dieci anni più caldi dal 1800 ad oggi, sono successivi al 1990 e sei su questi dieci sono precedenti al Questi dati sono la testimonianza della tendenza positiva della temperatura. Come è cambiato il clima nella regione Euro-Mediterraneo? La regione è vittima del riscaldamento, soprattutto in estate, e si pensa che entro la fine del XXI secolo, questo aumento della temperatura possa raggiungere i 4-5 C di incremento. Questo riscaldamento sarà accompagnato da maggiori precipitazioni invernali a nord delle Alpi e da una drastica diminuzione di esse, nell'europa meridionale e nell'area del Mediterraneo. Inoltre, ci sarà un incremento di eventi estremi, come alluvioni e periodi di siccità. Si sta sviluppando un nuovo sistema di riferimento adattato a questi cambiamenti climatici, che sarà pubblicato nel Il clima in Italia. Anche nella nostra penisola c'è un notevole innalzamento della temperatura, con un picco massimo in estate e minimo in inverno. Le piogge sono diminuite in tutte le stagioni, tranne in inverno, dove le precipitazioni sono aumentate al nord e si sono ridotte nel sud d'italia. Il termometro, come massima, è salito di 5 C in estate e di 3 C in inverno. Le città italiane sono i luoghi più vulnerabili al cambiamento climatico. Sono a rischio varie zone costiere per l innalzamento dei mari, ci saranno problemi alle reti fognarie, provocheranno disagi anche le ondate di calore e problemi al sistema dei trasporti, dovuti agli eventi estremi sempre più frequenti... Il clima nel Mediterraneo. Facendo parte della regione Euro -Mediterraneo, anche il nostro mare è vittima del riscaldamento. Questo è visibile nella temperatura delle acque, sempre costantemente sopra la media climatologica e addirittura in aumento! Avendo una temperatura maggiore, anche il grado di salinità sta aumentando, perché più l'acqua è calda, maggiore è la sua capacità di diluire il sale. Con una diminuzione delle piogge, il Mediterraneo dovrebbe diventare povero di nutrienti anche se altri fattori ne bloccherebbero la tendenza. Questo fenomeno, unito al maggior calore, sta determinando una tropicalizzazione del bacino, con l'arrivo di specie abituate a climi più caldi. Cosa e perché c'è... MAGGIORE PRODUTTIVITA' NELL'AGRICOLTURA E NELLE FORESTE. Anche il sistema terrestre sta subendo gli effetti del cambiamento climatico, con una maggiore produttività. Questo può essere dovuto ad una concentrazione maggiore di anidride carbonica nell'atmosfera o ad un aumento di sostanze azotate o alle variazioni del clima. Le conseguenze di questo fenomeno possono essere diverse: la più accreditata riguarda il ciclo del carbonio; esso consiste nel fatto che, le piante, crescendo, sottraggono anidride carbonica dall'atmosfera, immettono vapore acqueo (causando un incremento delle piogge), riducono la quantità di acqua piovana, aumentano le risorse alimentari e possono addirittura incrementare la biodiversità. L'ESTINZIONE DEI GHIACCIAI E DEGLI ECOSISTEMI MONTANI. L'ambiente montano è uno dei più colpiti dal cambiamento climatico in atto. Le Alpi italiane sono vittime del ritiro generalizzato dei ghiacciai, già dalla metà del XIX secolo, con un picco nell'anno 2003 (55% di riduzione). Alcuni esempi della riduzione areale riscontrati sulle Alpi italiane sono: i ghiacciai del versante piemontese del Gran Paradiso, con una diminuzione del 50% già nel 1991, e sul versante valsesiano del Monte Rosa, con un 56% di contrazione tra 1850 e Lo spessore dei ghiacciai dalla metà dell'ottocento, ha avuto un abbassamento superiore ai cento metri. A causa quindi della disintegrazione dei ghiacci, le finestre rocciose sono sempre più numerose, così come i laghi di origine glaciale. Degli studi dimostrano che, nelle Alpi e negli Appennini centrali, le specie vegetali si sono spostate a una quota più elevata e gli ecosistemi presenti sono adattati a un clima più arido. Nei prossimi cento anni è da attendersi una progressiva disgregazione degli ecosistemi forestali, perché solo pochi componenti avranno la possibilità di migrare in aree più adatte al loro caratteristiche. Gli altri, invece, saranno destinati all'estinzione a livello locale. Giulia Luciani

17

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

Ti racconto attraverso i colori

Ti racconto attraverso i colori Ti racconto attraverso i colori Report del viaggio a Valcea Ocnele Mari Copacelu INVERNO 2013 "Reale beatitudine Libero vuol dire vivere desiderando casa protetta Libertà è tenere persone accanto libere

Dettagli

NOMI IN CERCA DI AGGETTIVI...

NOMI IN CERCA DI AGGETTIVI... NOMI IN CERCA DI AGGETTIVI... Collega ogni nome all aggettivo corretto. NOMI spettacolo leone lana musica arrosto gioiello cavaliere minestra sostanza fiore ragno scolaro bambina torta AGGETTIVI bollente

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le risposte dei ragazzi, alcune delle quali riportate sotto, hanno messo in evidenza la grande diversità individuale nel concetto

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM Biblioteca Interculturale Mobile Nei libri il mondo Classe I - II A docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti

Dettagli

Desirée Lucido USCITA DIDATTICA PER IL PROGETTO "GIRLS' DAY"

Desirée Lucido USCITA DIDATTICA PER IL PROGETTO GIRLS' DAY Desirée Lucido 2A USCITA DIDATTICA PER IL PROGETTO "GIRLS' DAY" Il 14 Aprile 2015, con una ragazza della II F e una della IIG di S. Lorenzo, sono andata in un negozio di fiori, cioè un Laboratorio botanico

Dettagli

Reference 1-0,73% Coverage

Reference 1-0,73% Coverage - 1 reference coded [0,73% Coverage] Reference 1-0,73% Coverage Dove ti piacerebbe andare ma anche vivere sì, sì. All interno dell Europa, sicuramente. Però mi piacerebbe vedere anche

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

PRESENTAZIONE INDICE

PRESENTAZIONE INDICE PRESENTAZIONE Quest anno noi ragazzi di prima C, con l aiuto dell insegnante di Lettere, abbiamo deciso di comporre alcune brevi poesie per creare un atmosfera natalizia dolce e festosa. Oltre a rallegrarvi

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente.

Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente. Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente. Le piace molto stare in compagnia,le piace giocare con me con papà e con Alessandro anche

Dettagli

Un pinguino in seconda A o forse più di uno?

Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Immaginiamo, per un momento, che una cicogna un po distratta voli con un fagotto tra le zampe. Nel fagotto c è un pinguino. Un delizioso, buffo e tenero pinguino.

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

POESIE DAL CUORE. Concorso "Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco

POESIE DAL CUORE. Concorso Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco POESIE DAL CUORE Concorso "Don Bosco 2012 Prendimi per mano... Don Bosco di Matteo Melis, 3 a A (primo classificato) Proprio tu sei l amico più importante PeR ragazzi come me PiEno di ideali, desideri

Dettagli

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO SETTEMBRE: Quando sono arrivata a Coimbra la prima sistemazione che ho trovato è stato un Ostello molto simpatico in pieno centro, vicino a Piazza della Repubblica.(http://www.grandehostelcoimbra.com/).

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema famiglia è così composto: - 1 gioco

Dettagli

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio. Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.com Storia di Milena Lanzetta SE C È UN GIORNO DELLA SETTIMANA CHE FILIPPO

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNO SCOLASTICO 2014/2015

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 L Isola che non c è Asilo Nido Via Dublino, 34 97100 Ragusa Partita Iva: 01169510888 Tel. / Fax 0932-25.80.53 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 1 Prima unità di apprendimento: Settembre

Dettagli

Contro i miei occhi. È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre.

Contro i miei occhi. È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre. Contro i miei occhi È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre. Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone

Dettagli

La poesia per mia madre

La poesia per mia madre La poesia per mia madre Oggi scrivo una poesia per la mamma mia. Lei ha gli occhi scintillanti come dei diamanti i capelli un po chiari e un po scuri il corpo robusto come quello di un fusto le gambe snelle

Dettagli

INSIEME A LUPO ROSSO

INSIEME A LUPO ROSSO Istituto Comprensivo n.1 Bologna Anno Scolastico 2007-2008 Scuola dell'infanzia "Giovanni XXIII" INSIEME A LUPO ROSSO IMPARIAMO LE REGOLE DELLA STRADA PROGETTO DI EDUCAZIONE STRADALE GUIDATO DA SILVIA

Dettagli

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani...

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Incontro Introduttivo con Sergio Peterlini insegnante di Meditazione da 38 anni per Studenti,

Dettagli

C era una volta. la Coniglietta Carotina

C era una volta. la Coniglietta Carotina C era una volta la Coniglietta Carotina Storia elaborata dalle Classi Seconde delle scuole: B. Gigli Le Grazie e San Vito La Coniglietta Carotina è bella, simpatica; sorride sempre. E tutta celestina sul

Dettagli

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI Lo scrittore Jacopo Olivieri ha incontrato gli alunni delle classi quarte e quinte della scuola A. Aleardi del plesso di Quinto nelle giornate del 18 e 19 febbraio

Dettagli

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI SERVIZIO CIVILE VOLONTARIO Anno 2005/2006 La Biblioteca per i Pazienti Impressioni dei Volontari Gloria Lombardo, Valeria Bonini, Simone Cocchi, Francesca Caffarri, Riccardo

Dettagli

L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI

L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Mi figura dla rujenedes Meine Sprachenfigur La mia figura delle lingue Silvia Goller Scuola dell infanzia Santa Cristina/Val Gardena Le bambine e i bambini

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners ( Section I Listening) Transcript Familiarisation Text Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai? Ehh Francesco! Sono stata

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 3 Maggio 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Il nostro campione Meggiorini Riccardo nazionalità: Italia nato a: Isola Della Scala (VR) il: 4 Settembre 1985 altezza: 183 cm peso: 75 kg Società di appartenenza:

Dettagli

spettacoli ANNO SCOLASTICO 2011/2012

spettacoli ANNO SCOLASTICO 2011/2012 spettacoli ANNO SCOLASTICO 2011/2012 Teatro D'Oltre Confine P.zza Giovanni XXIII, 1 20090 Corsico tel e fax 024400454 dolreconfine@libero.it www.teatrodoltreconfine.it "CUORE D'ALBERO" 3-10 anni ESIGENZE

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A Periodico della classe IV A Scuola elementare A. Sabin Anno Scolastico 2011/2012 INDICE 1. Presentazione: perché un giornalino 2. Cosa succede a scuola: elezioni del consiglio dei ragazzi 3. Scrittori

Dettagli

Colori e pensieri per i. bambini emiliani 04/06/2012. Colori e pensieri per i bambini emiliani 04/06/2012

Colori e pensieri per i. bambini emiliani 04/06/2012. Colori e pensieri per i bambini emiliani 04/06/2012 Colori e pensieri per i Colori e pensieri per i bambini emiliani bambini emiliani 04/06/2012 04/06/2012 Ass. Culturale B-Side in Spazio Luce, Milano. Da una idea di: Dott.ssa Anna La Guzza, Psicologa Noi

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B 08/06/2015 COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B - Grammatica: svolgi tutti gli esercizi da p. 3 a p. 19 (tranne l es. 6 p. 19) + leggi p. 24-25 (ripasso del verbo) e svolgi gli es. da 1

Dettagli

le #piccolecose che amo di te

le #piccolecose che amo di te Cleo Toms le #piccolecose che amo di te Romanzo Proprietà letteraria riservata 2016 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-08605-9 Prima edizione: febbraio 2016 Illustrazioni: Damiano Groppi Questo libro

Dettagli

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. PERCORSO

Dettagli

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Attimi d amore Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Distesa davanti alla collina Occhi verdi come il prato distesa e non pensi a nulla. Ricordo

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

LABORATORIO SUI COLORI INSIEME A BETTY E MORENA

LABORATORIO SUI COLORI INSIEME A BETTY E MORENA OTTOBRE-NOVEMBRE 2009 LABORATORIO SUI COLORI INSIEME A BETTY E MORENA CAMPO DI ESPERIENZA PRIVILEGIATO: LINGUAGGI, CREATIVITA, ESPRESSIONE OBIETTIVI Scoprire i colori derivati:(come nascono, le gradazioni,

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 Il Progetto Teatro viene proposto ogni anno a gruppi di classe individuati in base alle scelte

Dettagli

Impariamo a volare...

Impariamo a volare... Impariamo a volare... Francesca Maccione IMPARIAMO A VOLARE... www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Francesca Maccione Tutti i diritti riservati L amore è longanime, è benigno, l amore non ha invidia,

Dettagli

Tullio De Mauro e Dario Ianes (a cura di) Giorni di scuola. Pagine di diario di chi ci crede ancora. Erickson

Tullio De Mauro e Dario Ianes (a cura di) Giorni di scuola. Pagine di diario di chi ci crede ancora. Erickson Tullio De Mauro e Dario Ianes (a cura di) Giorni di scuola Pagine di diario di chi ci crede ancora Erickson Lo sguardo dei bambini 39 Capitolo quinto Lo sguardo dei bambini di Camillo Bortolato Quando

Dettagli

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE FAVOLA LA STORIA DI ERRORE C era una volta una bella famiglia che abitava in una bella città e viveva in una bella casa. Avevano tre figli, tutti belli, avevano belle auto e un bel giardino, ben curato,

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

6. La Terra. Sì, la terra è la tua casa. Ma che cos è la terra? Vediamo di scoprire qualcosa sul posto dove vivi.

6. La Terra. Sì, la terra è la tua casa. Ma che cos è la terra? Vediamo di scoprire qualcosa sul posto dove vivi. 6. La Terra Dove vivi? Dirai che questa è una domanda facile. Vivo in una casa, in una certa via, di una certa città. O forse dirai: La mia casa è in campagna. Ma dove vivi? Dove sono la tua casa, la tua

Dettagli

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5 Ombra di Lupo Chiaro di Luna Tratto da Lupus in Fabula di Raffaele Sargenti Narrazione e Regia Claudio Milani Adattamento Musicale e Pianoforte Federica Falasconi Soprano Beatrice Palombo Testo Francesca

Dettagli

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I COLORI Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I colori sono tanti almeno cento: marrone come il legno, bianco come la nebbia, rosso come il sangue,

Dettagli

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA C A N I D A S S I S T E N Z A F I D E S LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA r Mirjam Spinnler e Bayou Caro Bayou, che cosa farei senza di te? Con te la mia vita è più semplice, allegra e colorata.

Dettagli

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA Sulle ali del tempo, sorvolo il vento. Viaggio per conoscere i luoghi del mondo. Il sentiero è la scia dell arcobaleno. Nei miei ricordi il verde della foresta, il giallo del sole, l azzurro ed il blu

Dettagli

I colori dell autunno

I colori dell autunno I quaderni di Classe II A Scuola Secondaria di I Grado A. Zammarchi Castrezzato (BS) I colori dell autunno Haiku Poëtica Novembre 2009 Poëtica Classe II A - Scuola Secondaria di I Grado A. Zammarchi -

Dettagli

Giovani poeti crescono.

Giovani poeti crescono. Giovani poeti crescono. L amicizia Passa un aereo Passa un treno Ma cosa si portano sul loro sentiero? E un qualcosa di luminoso Sarà la notte che fugge via o forse solo la vita mia?. Ora ho capito che

Dettagli

attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli

attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli QUADERNO DI LAVORO PER I GENITORI attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli Percorso per genitori di studenti/studentesse in uscita dalla scuola

Dettagli

MONDO ALLA ROVESCIA. Ilya

MONDO ALLA ROVESCIA. Ilya MONDO ALLA ROVESCIA Nel mio disegno c'è una faccia con degli strani capelli, un uccello con tanti colori come Arlecchino. Al centro una palla rappresenta la Terra, accanto uno strano boomerang. Vicino

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Bravo posa la cartella dove non passano né questo né quella! Il materiale che hai preparato in modo corretto deve essere usato.

Bravo posa la cartella dove non passano né questo né quella! Il materiale che hai preparato in modo corretto deve essere usato. Bravo posa la cartella dove non passano né questo né quella! Il materiale che hai preparato in modo corretto deve essere usato. ........ In ogni situazione occorre prestare molta attenzione. Se tanti pericoli

Dettagli

MORENDO. Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C.

MORENDO. Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C. Scuola primaria E. Fermi di Bogliasco anno scolastico 2014/2015 1 MORENDO Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C.) 2 IL

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi

Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi La grande quercia del bosco era molto vecchia. Nella corteccia del tronco e dei rami, i solchi lasciati dal tempo erano profondi. Non sapeva ancora quanto le

Dettagli

C era una volta. Endi il Folletto

C era una volta. Endi il Folletto C era una volta Endi il Folletto Storia elaborata dalle Classi Terze delle scuole: Le Grazie Pittura San Vito - Politi Endi, il folletto, è un fanciullo di corporatura esile e non molto alto. I suoi occhi

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo adolescenti

Livello CILS A1 Modulo adolescenti Livello CILS A1 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

IL PERCORSO DEL MAESTRO ENRICO GALLO E DEI BAMBINI DELLA V^A DI BANCHETTE (IVREA) E DEL LABORATORIO DI INFORMATICA a.s. 2011-2012

IL PERCORSO DEL MAESTRO ENRICO GALLO E DEI BAMBINI DELLA V^A DI BANCHETTE (IVREA) E DEL LABORATORIO DI INFORMATICA a.s. 2011-2012 IL PERCORSO DEL MAESTRO ENRICO GALLO E DEI BAMBINI DELLA V^A DI BANCHETTE (IVREA) E DEL LABORATORIO DI INFORMATICA a.s. 2011-2012 Ho seguito, insieme ai miei alunni, due percorsi differenti che poi si

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi In mare aperto: intervista a CasAcmos Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi Nel mese di aprile la Newsletter ha potuto incontrare presso Casa Acmos un gruppo di ragazzi

Dettagli

Gli uomini, gli animali, le piante hanno bisogno dell acqua per vivere.

Gli uomini, gli animali, le piante hanno bisogno dell acqua per vivere. 3 scienze L ACQUA Gli uomini, gli animali, le piante hanno bisogno dell acqua per vivere. L acqua si trova nel mare, nel lago, nel fiume. mare lago fiume Gli uomini bevono l acqua potabile. acqua potabile

Dettagli

Dalle aspirazioni giovanili al mondo dei mestieri e delle professioni: le aspettative e la realtà

Dalle aspirazioni giovanili al mondo dei mestieri e delle professioni: le aspettative e la realtà Dalle aspirazioni giovanili al mondo dei mestieri e delle professioni: le aspettative e la realtà Numero del Questionario Completato Attenzione! Ogni questionario completato deve riportare il numero progressivo

Dettagli

QUESTIONARIO STUDENTE

QUESTIONARIO STUDENTE Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2008 2009 QUESTIONARIO STUDENTE Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva

Dettagli

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA Mercoledì 11 dicembre abbiamo accolto gli amici delle quinte: vi raccontiamo la giornata...speciale. E' stato molto interessante ed istruttivo, a parer mio, far visitare, nel

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

La Gazzetta di Emmaus

La Gazzetta di Emmaus E D I T O R E E M M A U S S P A A N N O 2 N U M E R O 3 3 Ad Emmaus si canta che è una bellezza S O M M A R I O In Prima 1 Caro amico 2 ti scrivo Eventi 3 Articolo 4 Fashion Lavelli 5 LA SETTIMANA SCORSA

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA DOPO LE OSSERVAZIONI FATTE DALLE MAESTRE DURANTE I NOSTRI GIOCHI CON IL MATERIALE DESTRUTTURATO SI SONO FORMATI QUATTRO GRUPPI PER INTERESSE DI GIOCO.

Dettagli

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare.

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare. 1.1. Ognuno di noi si può porre le stesse domande: chi sono io? Che cosa ci faccio qui? Quale è il senso della mia esistenza, della mia vita su questa terra? Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini grafica di Gianluigi Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini Anno scolastico 2010_ 2011 Perché questa scelta? Il libro è un contesto abitato dai bambini sin dalla più tenera età; è

Dettagli

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1 Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 3 ottobre 2011 LIVELLO A1 1. Completa le frasi con gli articoli determinativi (il, lo, la, l, i,

Dettagli

Luisa Mattia Sibilla nel cappello

Luisa Mattia Sibilla nel cappello Luisa Mattia Sibilla nel cappello Prima edizione settembre 2015 Copyright 2015 biancoenero edizioni srl www.biancoeneroedizioni.com Testo di Luisa Mattia Illustrazioni di Andrea Mongia Font biancoenero

Dettagli

ECCELLENZE LICEO ESAME DI STATO 2015

ECCELLENZE LICEO ESAME DI STATO 2015 ECCELLENZE LICEO ESAME DI STATO 2015 100 E LODE VIGLIANI VALENTINA 5B 100/100 GATTUSO GIANLUCA 5 A PERRERO JESSICA 5 B CARIGNANO SILVIA 5 C 100/100 CIVIDINO DAVIDE 5C CIELO ANDREA 5 D RIZZA DAVIDE 5 D

Dettagli

LABORATORI DIDATTICI MULTIMEDIALI

LABORATORI DIDATTICI MULTIMEDIALI LABORATORI DIDATTICI MULTIMEDIALI In un mondo che ha perso quasi ogni contatto con la natura, di essa è rimasta solo la magia. Abituati come siamo alla vita di città, ormai veder spuntare un germoglio

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Monica, vuoi venire al concerto di Cold

Dettagli

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Autore: Fabio Bocci Insegnamento di Pedagogia Speciale, Università degli Studi Roma Tre 1. Quando l insegnante parla alla classe, di solito io :

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi Concorso Nazionale di poesia città di Foligno Sezione Ragazzi LA VITA La vita è come un libro illustrato Dal quale spesso rimani affascinato A tal punto che resteresti incollato E vorresti sfogliarla tutta

Dettagli

TECNICHE DI DISTRAZIONE

TECNICHE DI DISTRAZIONE TECNICHE DI DISTRAZIONE Dobbiamo renderci conto che l ansia, la paura, la preoccupazione, sono sempre associati ad alcuni Pensieri Particolari per ogni persona, ed ognuno di noi Pensa, ha Immagini Particolari

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi Motivazione del gruppo Comincia l anno educativo per i bambini del nido. Alcuni bimbi entrano per la prima volta al nido e devono attraversare il periodo delicato

Dettagli

TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista. PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete

TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista. PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete Una cosa sola è certa del mio futuro... VOGLIO avere dei figli! il diabete non

Dettagli

LA GENIALE BOTTEGA DEL RICICLO

LA GENIALE BOTTEGA DEL RICICLO RIC REI RIU' E LA GENIALE BOTTEGA DEL RICICLO Tre strani e simpatici genietti, tra loro grandi amici, Ric Rei e Riù, se ne andavano in giro per il mondo per vedere se qualcuno poteva aver bisogno, appunto,

Dettagli