PROGRAMMA DI ITALIANO CLASSE I D ANNO SCOLASTICO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGRAMMA DI ITALIANO CLASSE I D ANNO SCOLASTICO 2014-15"

Transcript

1 DOCENTE: Aglieri Rinella Anna Maria PROGRAMMA DI ITALIANO CLASSE I D ANNO SCOLASTICO LIBRI ADOTTATI: - P. Biglia, P. Manfredi, A. Terrile Il più bello dei mari vol. A Narrativa, arte e linguaggi altri Paravia - P. Biglia, P. Manfredi, A. Terrile Il più bello dei mari vol. C Epica Paravia - C. Savigliano Infinito presente Garzanti ANTOLOGIA Che cos è la letteratura di R. La Capria La fatica di essere campioni di A. Agassi Tecniche narrative: - La struttura narrativa - La rappresentazione dei personaggi - Lo spazio e il tempo - Il narratore e il fatto narrativo - Il punto di vista e la focalizzazione - La lingua e lo stile Il ladro Luca di M. Bontempelli La resurrezione morale del principe Nechljudov Il fantasma Ludovico di G. G. Marquez Giorno d esame di H. Slesar Emma attraverso lo sguardo del futuro marito di Flaubert Donna di G. Parise Marcovaldo al supermarket di I. Calvino L ingresso nel cimitero dei libri dimenticati di C. Zafon La fiaba, l origine, il genere nel tempo. La struttura di Propp La favola di Amore e Psiche di Apuleio L orfano di G. de Maupassant All interno di un call center d M. Murgia Un ragazzo diverso dagli altri di N. Ammaniti Il viaggiatore dalla voce profonda di D. Maraini Il genere fantastico La metamorfosi del dott. Jekill in Mr Hyde di Stevenson Il genere fantasy Un duello mortale di Rowling La novella La nipote di Fresco di G. Boccaccio Il romanzo giallo, delitto e suspense Guardie e ladri di A. Camilleri Lettura in classe dei romanzi: - Il vecchio che leggeva romanzi d amore di Sepulveda - La solitudine dei numeri primi di P. Giordano EPICA Introduzione all epica, il mito La creazione degli esseri viventi tratto dalla Bibbia La vana impresa di Orfeo di Ovidio L epica omerica, Omero e la questione omerica L Iliade, struttura e contenuto Tratto dall Iliade: - Proemio - Elena la donna contesa - Ettore e Andromaca - La morte di Patroclo e il dolore di Achille

2 - Il duello finale e la morte di Ettore - L incontro tra Priamo e Achille L Odissea, struttura e contenuto Tratto dall Odissea: - Proemio - Atena e Telemaco - Odisseo e Calipso - Odisseo e Nausicaa - Nell antro di Polifemo - Circe l incantatrice - Il canto delle sirene - I servi fedeli - La strage dei Proci - La prova del letto L epica latina, Virgilio e l Eneide - Proemio e la tempesta - L inganno del cavallo GRAMMATICA I suoni delle parole e i segni grafici Il verbo: funzioni, genere, forma, struttura, Indicativo e i suoi tempi, Congiuntivo e suoi tempi, Condizionale e suoi tempi, Imperativo, Infinito; Participio, Gerundio, Le 3 coniugazioni attive e passive Il pronome e gli aggettivi pronominali L aggettivo qualificativo Il nome L articolo Le parti invariabili: avverbio, congiunzioni, preposizioni e interiezioni. Gli alunni L insegnante

3 PROGRAMMA DI LATINO CLASSE I D ANNO SCOLASTICO DOCENTE: AGLIERI RINELLA ANNA MARIA LIBRO ADOTTATO: A. DIOTTI, E. DIOTTI - PLANE DISCERE VOL.1 EDIZ. BRUNO MONDADORI La I Declinazione e le particolarità I complementi di luogo L indicativo presente attivo e passivo I complementi d agente e di causa efficiente L indicativo imperfetto attivo e passivo I complementi di mezzo e di modo L indicativo futuro semplice attivo e passivo I complementi di causa e fine La II declinazione e le particolarità Il complemento di denominazione e il locativo Gli aggettivi della prima classe, i possessivi, i pronominali I complementi predicativi del soggetto e dell oggetto I verbi in io Il complemento di compagnia e unione I pronomi personali di I e II persona Il complemento di argomento I pronomi di III persona: is, ille, se L indicativo perfetto attivo e passivo Il dativo di vantaggio e di svantaggio La terza declinazione: nomi maschili e femminili I complementi di tempo La terza declinazione: i neutri e particolarità Il pronome relativo e la proposizione relativa L indicativo piuccheperfetto attivo e passivo

4 Il dativo di possesso L indicativo futuro anteriore attivo e passivo I complementi di limitazione La proposizione temporale con l indicativo Gli aggettivi della II classe I complementi di materia e qualità La quarta declinazione La quinta declinazione Particolarità delle determinazioni di luogo L imperativo Il doppio dativo Gli alunni L insegnante

5 I.I.S.S. "NICOLO' PALMERI" TRMINI IMERESE Programma Geostoria Classe: I D Libro adottato: I luoghi della storia Autori: Dorotea Cotroneo Unità 1 La nascita delle civiltà - L'Africa: un continente di altopiani e deserti Capitolo 1 Dalla preistoria alla storia - Breve storia della terra - La lenta nascita dell'uomo - Una fase intermedia: il Mesolitico - Il Neolitico - L'Asia: il continente più grande del mondo Capitolo 2 La civiltà dei grandi fiumi - La civiltà egizia - Le civiltà mesopotamiche - Le civiltà dell'asia meridionale e orientale - Il Mediterraneo: un mare fra le terre Capitolo 3 Le civiltà del Mediterraneo - Le civiltà degli hittiti - Creta e la civiltà minoica - La Grecia delle origini - Nuove civiltà all'alba del I millennio a.c. Unità 2 La civiltà Greca Capitolo 4 Il medioevo ellenico e l'età arcaica - I secoli bui

6 - L'età arcaica - La religione e la cultura nell'età arcaica Capitolo 5 Sparta e Atene - Due modelli di pòlis tra geografia e storia - Sparta nell'età arcaica - Atene nell'età arcaica Capitolo 6 La Grecia nell'età classica - Le guerre persiane - L'imperialismo ateniese - L'età di Pericle Capitolo 7 Le guerre del Peloponneso e la crisi della pòlis - La guerra del Peloponneso - La fine delle pòleis Capitolo 8 Alessandro Magno e la civiltà ellenistica - Dal declino della pòlis all'affermazione dello stato territoriale - Le conquiste di Alessando e l'impero macedone - I tratti della civiltà ellenistica - L'Asia oltre i Greci Unità 3 Roma della monarchia alla dittatura di Silla - L'Italia: una penisola speciale Capitolo 9 Dall'Italia preistorica alla Roma monarchica - La preistoria in Italia - Gli etruschi - Alle origini di Roma - La società romana arcaica - Le istituzioni della Roma monarchica Capitolo 10 La Roma repubblicana e la conquista dell'italia - Nascita ed evoluzione della repubblica romana nel V secolo a.c. - L'espansione non programmata e le conquiste della plebe nel IV secolo a.c. - Volontà di conquista e organizzazione dello stato all'inizio del III secolo a.c.

7 Capitolo 11 Roma alla conquista del Mediterraneo - La conquista del Tirreno - La conquista del Mediterraneo occidentale - L'intero Mediterraneo diventa romano Capitolo 12 Trasformazioni e riforme dai Gracchi a Silla - Un nuovo divario sociale - Nuovi usi e costumi - Eroici tentativi di riforma - Mario e Silla Percorsi di geografia Vivere in Italia Cittadinanza e costituzione I diritti inviolabili dell'uomo (articolo 2) Termini Imerese 08/06/2015 Docente Prof.ssa Isabelle Christine Cosentino

8 PROGRAMMA FINALE LINGUA E CIVILTA INGLESE Prof.ssa Nicastro Marianna CLASSE I SEZ. D A.S TESTO: C. Kennedy C. Maxwell E. Gregson F. Bentini MOVING UP Vol. 1 Black Cat Sono state svolte tutte le unità a partire dallo Starter, dalla 0 alla 12. FUNCTIONS Greetings and introductions; describing room and houses; telling the time; talking about likes and dislikes. Talking about ability; talking about quantity Speaking on the phone; talking about past events Making a complaint; arranging an evening out Shopping for food; inviting, accepting and refusing Making offers; talking about illness GRAMMAR Verb be: present simple (all forms); indefinite articles; plural nouns; possessive s; subject pronouns; possessive adjectives; demonstrative pronouns and adjectives; question words There is/there are; some/any; prepositions of place; object pronouns; verb have got: present simple (all forms) Present simple: all forms; prepositions of time: at, on, in Adverbs and expressions of frequency; can/can t Countable and uncountable nouns; how much, how many; a few, a little, few, little; a lot of/lots of imperatives; too much, too many, not enough Present continuous: all forms; present continuous vs present simple; modifiers: a bit, very, quite, really; possessive pronouns Verb be: past simple (all forms); past simple regular and irregular verbs (all forms) Prepositions of movement; past simple negative, questions and short answers regular and irregular verbs Comparatives and superlatives Like, Would like;should/shouldn t-must/mustn t; have to/don t have to; mustn t/don t have to Be going to; present continuous for future; present simple for future Will/won t for future predictions; may/might for future possibility; be going to and will for future predictions; will for offers and spontaneous decisions; first conditional Present perfect: all forms; present perfect with ever/never VOCABULARY Numbers; family; countries and nationalities Colours; rooms and furniture Everyday activities; household chores Sport and fitness Animals; the environment Personality adjectives; jobs Literature and art; past time expressions Travel; films Food and drink; food packaging

9 Clothes; future time expressions Weather and climate; parts of the body; illness and injuries READING PASSAGES Characters from literature Living on a boat The Red-Headed League Britain s teenagers: couch potatoes or fitness freaks? Biodiversity The Elephant s Child A great experience The Great British Seaside Holiday CLIL Geography: Understanding maps Roman Britain Understanding matter Sono stati forniti dall insegnante files contententi brani attinenti le principali feste inglesi ed americane: Halloween - Guy Fawkes night Thanksgiving Christmas New Year Chinese New Year St. Valentine s Martin Luther King Day - St. Patrick s Day Mayday - Notting Hill Carnival - Independence Day - Columbus Day Termini Imerese, GLI ALUNNI IL DOCENTE

10 I.I.S.S. NICOLO PALMERI TERMINI IMERESE CLASSE I D - A.S. 2014/15 PROGRAMMA DI MATEMATICA INSEGNANTE GIOVANNA FASO ALGEBRA: Teoria degli insiemi: concetto di insieme; rappresentazioni di un insieme; insiemi uguali; insieme vuoto; insieme ambiente o universo; sottoinsiemi; le operazioni fondamentali con gli insiemi; prodotto cartesiano. L insieme dei numeri naturali N, l insieme di numeri relativi Z e l insieme dei numeri razionali Q. Calcolo letterale: generalità; espressioni algebriche letterali; monomi ed operazioni con essi; polinomi,somma e differenza di polinomi, prodotto di un polinomio per un monomio e viceversa, quoziente di un polinomio per un monomio, prodotto di polinomi, prodotti notevoli, divisione tra due polinomi, regola di Ruffini, teorema del resto; scomposizione di un polinomio in fattori: raccoglimento totale a fattore comune, raccoglimento parziale, scomposizioni di polinomi in fattori mediante i prodotti notevoli, somma e differenza di due cubi, scomposizione di un particolare trinomio di secondo grado, scomposizione mediante l applicazione del teorema del resto e della regola di Ruffini, M.C.D. e m.c.m. dei polinomi; frazioni algebriche, semplificazioni delle frazioni algebriche, operazioni con le frazioni algebriche. Equazioni di primo grado ad una incognita: generalità, principi di equivalenza delle equazioni, equazioni intere numeriche, letterali e fratte. Sistemi di equazioni: generalità, sistemi lineari di due equazioni in due incognite e loro risoluzione algebrica.(metodo di sostituzione, di confronto, di eliminazione e regola di Cramer ) Problemi di primo grado. GEOMETRIA: Notizie storiche introduttive. Introduzione alla geometria euclidea. Concetti primitivi. Postulati fondamentali. Rette, semirette, segmenti e linee. Angoli. Poligoni. Congruenza tra figure piane. Confronto di segmenti e di angoli. Somma e differenza di segmenti e di angoli. I triangoli: definizioni; criteri di congruenza dei triangoli. Il triangolo isoscele e relative proprieta.

11 LICEO SCIENTIFICO STATALE N. PALMERI TERMINI IMERESE CLASSE l D A.S. 2014/2015 Programma di fisica Insegnante: Canciamilla Dorotea Testo in uso: B. Consonni, C. Pizzorno, V. Ragusa - I Perché della Fisica Tramontana Le grandezze fisiche Grandezza fisica e sua misura-confronto fra lunghezze-il sistema internazionale di unità di misura-operazioni con le grandezze fisiche-regole di scrittura-multipli e sottomultipli-l unità di misura del tempo-l unità di misura della massa-alcune grandezze fisiche derivate-notazione esponenziale scientifica-ordini di grandezza La misura Strumenti di misura e loro caratteristiche-misure dirette e indirette- Gli errori di misura-errori sistematici ed errori di misura-il calcolo del valore medio di una serie di misure-il calcolo del valore assoluto-come si scrive il risultato di una misurazione-le cifre significative di una misura-indicazioni per scrivere correttamente una misura-il calcolo dell errore relativo e dell errore percentuale La relazione fra le grandezze I grafici-grandezze direttamente proporzionali-la relazione lineare- Grandezze inversamente proporzionali-grandezze in proporzione quadratica diretta-grandezze in proporzione quadratica inversa-il laboratorio-dai dati sperimentali alla rappresentazione grafica Le forze L effetto delle forze-le forze sono grandezze vettoriali-come si determina la forza totale-operazioni con i vettori-la forza-peso- L elasticità-la forza elastica-la misura delle forze-le forze di attrito-le forze fondamentali della natura

12 L equilibrio statico dei corpi L equilibrio meccanico-il punto materiale-alcune situazioni di equilibrio-la forza equilibrante-operazioni con i vettori-l equilibrio di un corpo appoggiato su un piano inclinato-calcolo delle componenti della forza-peso-il corpo rigido-le forze applicate a un corpo rigido-il risultante di forze parallele-il baricentro-l asta fulcrata al centro-il momento della forza-la coppia di forze- Condizioni per l equilibrio statico di un corpo rigido-le macchine semplici L equilibrio dei fluidi La pressione-come si distribuisce la forza-i fluidi all equilibrio, ovvero l idrostatica-il principio di Pascal-La pressione nei liquidi: la legge di Stevin-Il principio dei vasi comunicanti-la pressione atmosferica-la misura della pressione atmosferica-la spinta di Archimede-Il galleggiamento dei corpi Il Docente Gli alunni

13 LICEO SCIENTIFICO N. PALMERI" PROGRAMMA DI SCIENZE SVOLTO NELLA CLASSE I D PROF.SSA MANGANO ADRIANA A.S CHIMICA LA MATERIA ASPETTI QUALITATIVI E QUANTITATIVI -LA CHIMICA STUDIA LA MATERIA.La chimica e il metodo scientifico. Le proprietà della materia. -LE GRANDEZZE E LE LORO UNITA' DI MISURA Le grandezze. Misurare le grandezze. Il sistema Internazionale. La lunghezza e il sistema metrico decimale.unità di misura per le distanze astronomiche. La massa. Grandezze derivate. Il volume. la densità. La forza peso. La pressione e le unità di misura. - L'ENERGIA E LE SUE TRASFORMAZIONI. Concetto di energia. Lavoro. Unità di misura dell'energia.le forme di energia: Energia cinetica, Energia termica, Energia elettrica, Energia chimica, Energia elettrica, Energia potenziale. Energia di massa. Principio di conservazione dell'energia. -TEMPERATURA E CALORE. La temperatura e i termometri. Le unità di misura della temperatura. Le scale Termometriche: Celsius, Kelvin e la temperatura assoluta, Fahrenheit. Il calore: energia termica in trasferimento. Calore specifico. L'acqua e il calore specifico. La Caloria. MATERIA ED ENERGIA -LE PROPRIETA FISICHE DELLA M ATERIA I diversi tipi di sistemi. Gli stati di aggregazione della materia:solidi, liquidi, aeriformi e i loro cambiamenti. Il volume e la densità durante i passaggi di stato. -TRASFORMAZIONI FISICHE E CHIMICHE DELLA MATERIA Proprietà fisiche e chimiche. Trasformazioni fisiche. Le trasformazioni chimiche. I passaggi di stato. La fusione e l'ebollizione. -LE SOSTANZE PURE E I MISCUGLI LE SOSTANZE PURE : elementi e composti. Un composto non è una miscela. Gli elementi : nomi e simboli. Miscugli omogenei ed eterogenei. Colloidi ed emulsioni. Le soluzioni. Le tecniche di separazione delle miscugli. -TEMPERATURE E PRESSIONE NEI PASSAGGI DI STATO. L analisi termica di una sostanza pura. Curva di riscaldamento e di raffreddamento di una sostanza pura. La curva di riscaldamento d un miscuglio. L influenza della pressione. ELEMENTI E COMPOSTI -GLI ELEMENTI CHIMICI. Il nome degli elementi e i simboli chimici. Elementi nativi. -LA TAVOLA PERIODICA DEGLI ELEMENTI: La tavola periodica di Mendeleev. Metalli, non metalli, semimetalli. L origine degli elementi. LE PARTICELLE DELLA MATERIA -LE PARTICELLE PIU PICCOLE DELL ATOMO La natura elettrica della materia. La struttura atomica. Particelle subatomiche : gli elettroni, i protoni, i neutroni e loro caratteristiche. -LA STRUTTURA DEGLI ATOMI Modelli atomico di Thompson, Esperimento di Rutherford. Nuovo modello atomico. Numero atomico e numero di massa. Isotopi. Configurazione elettronica con il metodo delle orbite. Elettroni di valenza. Valenza. Ioni. Elettronegatività. I LEGAMI CHIMICI NELLE MOLECOLE. Legame covalente puro e legame covalente polare, legame idrogeno.

14 -LEGAME IONICO E LEGAME METALLICO Gli ioni, i Composti ionici. -LA CLASSIFICAZIONE DEI COMPOSTI CHIMICI Composti binari covalenti: Ossidi acidi idracidi, idruri covalenti; Composti binari ionici: Ossidi basici, idruri metallici, sali binari. Composti ternari covalenti : ossiacidi; Composti ternari ionici : idrossidi, sali ossigenati LA MOLECOLA D ACQUA E IL LEGAME A IDROGENO. La molecola dell'acqua. La formula dell acqua. Il legame a idrogeno. Le proprietà dell'acqua : coesione, adesione, densità, calore specifico. SCIENZE DELLA TERRA L AMBIENTE CELESTE : L UNIVERSO E IL SISTEMA SOLARE.. - LA SFERA CELESTE. Stelle in rotazione. Punti di riferimento sulla sfera celeste. - LA POSIZIONE DELLE STELLE. Come determinare la posizione di una stella: declinazione ed ascensione retta. Le costellazioni. Lo zodiaco. -I CORPI CELESTI. Le unità di misura delle distanze astronomiche. Composizione delle stelle. Luminosità e Magnitudine. Spettri, temperatura, colori dei corpi celesti.classificazione delle stelle.reazioni termonucleari. Diagramma HR. Nascita, evoluzione, fine di una stella. Le galassie. Ipotesi sull origine dell Universo. - I CORPI DEL SISTEMA SOLARE. Caratteristiche generali: pianeti, satelliti, asteroidi, comete, meteore, meteoriti. I pianeti di tipo terrestre e di tipo gioviano. -IL SOLE: L interno del Sole, l atmosfera solare e le loro caratteristiche -IL MOTO DEI PIANETI ATTORNO AL SOLE. Le tre leggi di Keplero. Legge sulla gravitazione universale di Newton. - EVOLUZIONE DEL SISTEMA SOLARE LA TERRA E LA LUNA - LA FORMA E LE DIMENSIONI DELLA TERRA. La forma della Terra.La sfera terrestre e il calcolo di Eratostene. L ellissoide terrestre. Il geoide. -LE COORDINATE GEOGRAFICHE. Il reticolato geografico: meridiani e paralleli. Latitudine e longitudine. -IL MOTO DI ROTAZIONE. Prove e conseguenze della rotazione terrestre.alternarsi del di e della notte. Forza centrifuga. Forza di Coriolis. -IL MOTO DI RIVOLUZIONE. TERRESTRE ATTORNO AL SOLE. Prove e conseguenze del moto di rivoluzione.alternarsi delle stagioni. Zone astronomiche. I moti millenari della Terra. Le glaciazioni. - LA LUNA E I SUOI MOVIMENTI. Caratteristiche generali. I movimenti della luna. Moto di rotazione. Moto di rivoluzione. Moto di traslazione. Le fasi lunari e le eclissi. Ipotesi sull origine della luna. Le maree. -L'ATMOSFERA.Gli strati dell'atmosfera. La composizione dell'atmosfera. L'acqua nell'aria. Il bilancio termico dell'atmosfera. La pressione atmosferica. I venti. L'inquinamento dell'aria. BIOLOGIA -ORIGINE ED EVOLUZIONE DELLE CELLULE La nascita dell Universo.L origine della vita. La teoria di Oparin. La comparsa delle prime cellule. Differenza tra cellule procariote ed eucariote. Teoria endosimbiontica. Eterotriofi ed autotrofi. La Teoria cellulare. -LA CLASSIFICAZIONE DEI VIVENTI: la specie. La nomenclatura binomia.le grandi categorie tassonomiche. DOCENTE

15 I.I.S.S. N.PALMERI TERMINI IMERESE INSEGNANTE:MANISCALCO ANGELA MARIA PROGRAMMA SVOLTO NELLA CLASSE ID DISCIPLINA:DISEGNO E STORIA DELL ARTE Storia dell arte Arte Preistorica:l uomo preistorico;arte e magia;arte rupestre:testimonianze di architettura:abitazioni,luoghi magici;sistema trilitico;costruzioni megalitiche;schede di lettura dell opera:le Veneri preistoriche;le costruzioni megalitiche. I popoli della mezzaluna fertile:la Mesopotamia e l Egitto;i Sumeri:la Ziggurat e la scultura votiva;le arti minori;i Babilonesi:la stele di Hammurabi. Gli Egizi:le architetture funerarie;scultura e pittura. Arte Cretese:itinerario storico;palazzo di Cnosso;la pittura parietale. I Micenei e la città fortezza:maschere funerarie e tombe a Tholos;tesoro di Atreo;Megaron;porta dei Leoni. Arte Greca:periodo di formazione;le polis;l arte vascolare;anfora del lamento funebre.età Arcaica:le tipologie del tempio;gli ordini architettonici:l ordine Dorico;il conflitto angolare;le coperture e il colore dei templi;il tempio E di Selinunte.Ordine Ionico e Corinzio. Scultura Arcaica:scuola dorica,attica e ionica:cleobi e Bitone;Moschophoros;kore con peplo;kouros di Milo; Hera di Samo. La pittura vascolare a figure nere e a figure rosse;exchios:achille e Aiace che giocano a dadi; Ercotimos e Kleitias:vaso Francois. Il problema della decorazione del frontone.il problema delle decorazioni delle metope.l età di Pericle;la statuaria prima del Doriforo;caratteristiche dello stile Severo.L Efebo dikritios;zeus o Poseidone di capo Artemisio;i bronzi di Riace. Artisti pre-classici; Mirone:il Discobolo; Policleto di Argo:Doriforo; Fidia:il Partenone. DISEGNO GEOMETRICO I rudimenti del disegno geometrico e i strumenti tradizionali; costruzione di figure piane;poligoni:triangolo equilatero,rettangolo,pentagono,ottagono inscritto e di lato assegnato;applicazioni delle costruzioni geometriche:schema geometrico della formella della porta del battistero di Pisa;logo delle banche svizzere. Sviluppo dei solidi:esaedro,parallelepipedo,piramide a base quadrata,piramide a base esagonale. Proiezioni ortogonali; figure piane:triangolo eqilatero // al pv;quadrato e rettangolo //al po;pentagono // al pl;applicazioni delle costruzioni geometriche:riproduzione e ingrandimento delle tipologie del tempio:tempio in antis e doppiamente in antis;tempio prostilo e anfiprostilo. Termini Imerese 29 Maggio 2015 Angela Maria Maniscalco

16 Liceo Scientifico Statale N.Palmeri Termini Imerese Anno Scolastico 2014/15 Materia: Scienze Motorie e sportive Classe: I D PROGRAMMA SVOLTO Potenziamento fisiologico: - Esercizi a corpo libero; - Corsa in condizioni di steady-state; - Esercizi con grandi e piccoli attrezzi. Aumento quantitativo e qualitativo degli schemi motori: - Esercizi di acrobatica elementare a terra; - Volteggi alla cavallina (frammezzo, divaricato); - Grandi attrezzi: palco di salita, quadro svedese, spalliera; - Fondamentali tecnici individuali di pallavolo(bagher, palleggio, battuta, - schiacciata); - Coordinazione oculo-manuale e spazio-temporale con i fondamentali di pallavolo; - Fondamentali tecnici individuali di pallacanestro (palleggio, cambi di senso e di direzione, tiro da fermo e in terzo tempo); - Vari tipi di lanci con vari tipi di attrezzi. Pratica sportiva: - Atletica leggera - Pallavolo; - Pallacanestro. Data 11/06/2015 Docente Loredana Rizzo

17 ANNO SCOLASTICO 2014/2015 ISITITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE N. PALMERI Termini Imerese (Pa) RELAZIONE FINALE INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA CLASSE 1 D I contenuti disciplinari svolti sono stati i seguenti: Le profonde domande sul senso della vita in prospettiva religiosa; La dimensione religiosa e spirituale dell uomo: il trascendente; La Fede in Dio e la libera adesione dell uomo; La Rivelazione di Dio nell Antico Testamento: Abramo, Mosè; Il Patriarca Abramo e il suo esempio d accoglienza. Approfondimento del capitolo 18 del libro della genesi; Il valore dell accoglienza; La rivelazione di Dio nel Nuovo Testamento; L Incarnazione di Dio; Gesù Rivela il volto del padre; Approfondimento sulla Rivelazione di Dio nelle tre grandi religioni monoteiste; La preghiera: incontro con Dio; Gesù, Parola di Dio tra gli uomini; La morte e la Risurrezione di Gesù Cristo: realtà storica e significato salvifico; L uomo della Sindone. Storia della reliquia più preziosa per la cristianità; Gesù presentato dai vangeli; Film visti: Soul Surfer, regia di Sean McNamara, Stati Uniti, 2011; Letters to God, regia di David Nixon, United States, 2010; Alcune sequenze del film Indiana Jones, regia di Steven Spielberg, Stati Uniti, 1989: la prova della fede.

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015 NUMERI. SPAZIO E FIGURE. RELAZIONI, FUNZIONI, MISURE, DATI E PREVISIONI Le sociali e ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA procedure

Dettagli

Liceo scientifico A. Einstein

Liceo scientifico A. Einstein Liceo scientifico A. Einstein Cervignano del Friuli CLASSE 1^ALSA PROGRAMMA DIDATTICO MODULI REALIZZATI Disciplina: LINGUA E LETTERATURA INGLESE Prof.ssa Marilena Beltramini Anno scolastico 2013-2014 PROGRAMMA

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli

LICEO STATALE Carlo Montanari

LICEO STATALE Carlo Montanari Classe 1 Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme Gli aggettivi e pronomi possessivi Gli articoli a/an, the Il caso possessivo dei sostantivi

Dettagli

pianeti terrestri pianeti gioviani migliaia di asteroidi (nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove)

pianeti terrestri pianeti gioviani migliaia di asteroidi (nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove) mappa 3. Il sistema solare IL SISTEMA SOLARE il Sole Mercurio pianeti terrestri Venere Terra Marte 8 pianeti Giove Il Sistema solare 69 satelliti principali pianeti gioviani Saturno Urano Nettuno migliaia

Dettagli

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014)

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) Le grandezze fisiche. Metodo sperimentale di Galilei. Concetto di grandezza fisica e della sua misura. Il Sistema internazionale di Unità

Dettagli

ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE

ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE O B I E T T I V I M I N I M I P E R L A S C U O L A P R I M A R I A E S E C O N D A R I A D I P R I M O G R A D O ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE Ascoltare e comprendere semplici consegne operative Comprendere

Dettagli

Indice generale. Modulo 1 Algebra 2

Indice generale. Modulo 1 Algebra 2 Indice generale Modulo 1 Algebra 2 Capitolo 1 Scomposizione in fattori. Equazioni di grado superiore al primo 1.1 La scomposizione in fattori 2 1.2 Raccoglimento a fattor comune 3 1.3 Raccoglimenti successivi

Dettagli

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA Classe VA scientifico MATEMATICA MODULO 1 ESPONENZIALI E LOGARITMI 1. Potenze con esponente reale; 2. La funzione esponenziale: proprietà e grafico; 3. Definizione di logaritmo;

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA LE FRAZIONI ALGEBRICHE ALESSANDRO BOCCONI

APPUNTI DI MATEMATICA LE FRAZIONI ALGEBRICHE ALESSANDRO BOCCONI APPUNTI DI MATEMATICA LE FRAZIONI ALGEBRICHE ALESSANDRO BOCCONI Indice 1 Le frazioni algebriche 1.1 Il minimo comune multiplo e il Massimo Comun Divisore fra polinomi........ 1. Le frazioni algebriche....................................

Dettagli

DERIVATE DELLE FUNZIONI. esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia

DERIVATE DELLE FUNZIONI. esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia DERIVATE DELLE FUNZIONI esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia Incremento della variabile indipendente e della funzione. Se, sono due valori della variabile indipendente, y f ) e y f ) le corrispondenti

Dettagli

Com è fatto l atomo ATOMO. UNA VOLTA si pensava che l atomo fosse indivisibile. OGGI si pensa che l atomo è costituito da tre particelle

Com è fatto l atomo ATOMO. UNA VOLTA si pensava che l atomo fosse indivisibile. OGGI si pensa che l atomo è costituito da tre particelle STRUTTURA ATOMO Com è fatto l atomo ATOMO UNA VOLTA si pensava che l atomo fosse indivisibile OGGI si pensa che l atomo è costituito da tre particelle PROTONI particelle con carica elettrica positiva e

Dettagli

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Rete di Treviso Integrazione Alunni Stranieri LABORATORIO SUL TRATTAMENTO DEI TESTI DISCIPLINARI SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO TITOLO: IL SISTEMA SOLARE AMBITO DISCIPLINARE: SCIENZE AUTORE: GIANCARLA VOLPATO

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:...

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:... Ministero della Pubblica Istruzione Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA Scuola Secondaria di II grado Classe Terza Tipo A Codici Scuola:..... Classe:.. Studente:.

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

Linguistica Generale

Linguistica Generale Linguistica Generale Docente: Paola Monachesi Aprile-Maggio 2003 Contents 1 La linguistica e i suoi settori 2 2 La grammatica come mezzo per rappresentare la competenza linguistica 2 3 Le componenti della

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it L INTENSITÀ DELLA CORRENTE ELETTRICA Consideriamo una lampadina inserita in un circuito elettrico costituito da fili metallici ed un interruttore.

Dettagli

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Piano di lavoro annuale Materia : Fisica Classi Quinte Blocchi tematici Competenze Traguardi formativi

Dettagli

A Ferrara, 14 miliardi di anni fa

A Ferrara, 14 miliardi di anni fa A Ferrara, 14 miliardi di anni fa 1 L eredità di Copernico Quale è la relazione fra l uomo e l universo per ciò che riguarda: x : lo spazio t : il tempo m: la materia m t C X 2 Un viaggio nel tempo t di

Dettagli

I numeri relativi. Il calcolo letterale

I numeri relativi. Il calcolo letterale Indice Il numero unità I numeri relativi VIII Indice L insieme R Gli insiemi Z e Q Confronto di numeri relativi Le operazioni fondamentali in Z e Q 0 L addizione 0 La sottrazione La somma algebrica La

Dettagli

razionali Figura 1. Rappresentazione degli insiemi numerici Numeri reali algebrici trascendenti frazionari decimali finiti

razionali Figura 1. Rappresentazione degli insiemi numerici Numeri reali algebrici trascendenti frazionari decimali finiti 4. Insiemi numerici 4.1 Insiemi numerici Insieme dei numeri naturali = {0,1,,3,,} Insieme dei numeri interi relativi = {..., 3,, 1,0, + 1, +, + 3, } Insieme dei numeri razionali n 1 1 1 1 = : n, m \{0}

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 P Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 P Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 P Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE RELIGIONE 9788805070800 CAMPOLEONI ALBERTO / CRIPPA LUCA ORIZZONTI / CON NULLA OSTA CEI

Dettagli

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE IMMATRICOLAZIONI AL PRIMO ANNO DEI CORSI DI LAUREA TRIENNA- LI IN INGEGNERIA DEL POLITECNICO DI BARI - A.A. 2015/2016 Sommario REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE...

Dettagli

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A.

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A. UdA n. 1 Titolo: Disequazioni algebriche Saper esprimere in linguaggio matematico disuguaglianze e disequazioni Risolvere problemi mediante l uso di disequazioni algebriche Le disequazioni I principi delle

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I.I.S. ITCG L. EINAUDI SEZ.ASSOCIATA LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO PROGRAMMA DI FISICA. CLASSE: V A Corso Ordinario

ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I.I.S. ITCG L. EINAUDI SEZ.ASSOCIATA LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO PROGRAMMA DI FISICA. CLASSE: V A Corso Ordinario ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I.I.S. ITCG L. EINAUDI SEZ.ASSOCIATA LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO PROGRAMMA DI FISICA CLASSE: V A Corso Ordinario DOCENTE: STEFANO GARIAZZO ( Paola Frau dal 6/02/2015) La corrente

Dettagli

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri MPI - USP di Padova Comune di Padova Settore Servizi Scolastici Centro D.A.R.I. Una scuola per tutti Percorso di formazione per docenti Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri I parte a cura

Dettagli

QUESITI A RISPOSTA APERTA

QUESITI A RISPOSTA APERTA QUESITI A RISPOSTA APERTA 1.Che cosa sono gli spettri stellari e quali informazioni si possono trarre dal loro studio? Lo spettro di un qualsiasi corpo celeste altro non è che l insieme di tutte le frequenze

Dettagli

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Come abbiamo visto nelle pagine precedenti il Sistema Solare è un insieme di molti corpi celesti, diversi fra loro. La sua forma complessiva è quella

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA RELIGIONE 9788839302229 MARINONI GIANMARIO / CASSINOTTI DOMANDA DELL'UOMO (LA) - VOLUME UNICO - EDIZIONE AZZURRA / CORSO DI RELIGIONE

Dettagli

L=F x s lavoro motore massimo

L=F x s lavoro motore massimo 1 IL LAVORO Nel linguaggio scientifico la parola lavoro indica una grandezza fisica ben determinata. Un uomo che sposta un libro da uno scaffale basso ad uno più alto è un fenomeno in cui c è una forza

Dettagli

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Le correnti marine sono masse d acqua che si spostano in superficie o in profondità negli oceani: sono paragonabili a enormi fiumi che scorrono lentamente (in media

Dettagli

PRESENT PERFECT CONTINUOS

PRESENT PERFECT CONTINUOS PRESENT PERFECT CONTINUOS 1. Si usa il Present Perfect Continuous per esprimere un'azione che è appena terminata, che si è prolungata per un certo tempo e la cui conseguenza è evidente in questo momento.

Dettagli

C è solo un acca tra pi e phi ing. Rosario Turco, prof. Maria Colonnese

C è solo un acca tra pi e phi ing. Rosario Turco, prof. Maria Colonnese C è solo un acca tra pi e phi ing. Rosario Turco, prof. Maria Colonnese Introduzione Nell articolo vengono mostrate vari possibili legami tra la costante di Archimede (pi greco) e la sezione aurea (phi).

Dettagli

PROGETTO EM.MA PRESIDIO

PROGETTO EM.MA PRESIDIO PROGETTO EM.MA PRESIDIO di PIACENZA Bentornati Il quadro di riferimento di matematica : INVALSI e TIMSS A CONFRONTO LE PROVE INVALSI Quadro di riferimento per la valutazione Quadro di riferimento per i

Dettagli

PROGRAMMA 1^B TURISTICO

PROGRAMMA 1^B TURISTICO PROGRAMMA 1^B TURISTICO CONTENUTI DISCIPLINARI ( suddivisi in moduli e unità didattiche ): Libro di testo in adozione: Paul Radley NETWORK CONCISE Student s book & Workbook Ed. Oxford. La parte iniziale

Dettagli

English as a Second Language

English as a Second Language 1. sviluppo della capacità di usare l inglese per comunicare 2. fornire le competenze di base richieste per gli studi successivi 3. sviluppo della consapevolezza della natura del linguaggio e dei mezzi

Dettagli

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE - Matematica - Griglie di valutazione Materia: Matematica Obiettivi disciplinari Gli obiettivi indicati si riferiscono all intero percorso della classe quarta

Dettagli

Svolgimento della prova

Svolgimento della prova Svolgimento della prova D1. Il seguente grafico rappresenta la distribuzione dei lavoratori precari in Italia suddivisi per età nell anno 2012. a. Quanti sono in totale i precari? A. Circa due milioni

Dettagli

I COLORI DEL CIELO: COME SI FORMANO LE IMMAGINI ASTRONOMICHE

I COLORI DEL CIELO: COME SI FORMANO LE IMMAGINI ASTRONOMICHE I COLORI DEL CIELO: COME SI FORMANO LE IMMAGINI ASTRONOMICHE Nell ultima notte di osservazione abbiamo visto bellissime immagini della Galassia, delle sue stelle e delle nubi di gas che la compongono.

Dettagli

LA STRUTTURA DELL ATOMO 4.A PRE-REQUISITI 4.B PRE-TEST 4.6 ENERGIE DI IONIZZAZIONE E DISTRIBUZIONE DEGLI ELETTRONI 4.C OBIETTIVI

LA STRUTTURA DELL ATOMO 4.A PRE-REQUISITI 4.B PRE-TEST 4.6 ENERGIE DI IONIZZAZIONE E DISTRIBUZIONE DEGLI ELETTRONI 4.C OBIETTIVI LA STRUTTURA DELL ATOMO 4.A PRE-REQUISITI 4.B PRE-TEST 4.C OBIETTIVI 4.1 UNO SGUARDO ALLA STORIA 4.2 L ATOMO DI BOHR (1913) 4.5.2 PRINCIPIO DELLA MASSIMA MOLTEPLICITA (REGOLA DI HUND) 4.5.3 ESERCIZI SVOLTI

Dettagli

La sicurezza dell LHC Il Large Hadron Collider (LHC) può raggiungere un energia che nessun altro acceleratore di particelle ha mai ottenuto finora,

La sicurezza dell LHC Il Large Hadron Collider (LHC) può raggiungere un energia che nessun altro acceleratore di particelle ha mai ottenuto finora, La sicurezza dell LHC Il Large Hadron Collider (LHC) può raggiungere un energia che nessun altro acceleratore di particelle ha mai ottenuto finora, ma la natura produce di continuo energie superiori nelle

Dettagli

TIMSS 2007 Quadro di riferimento di matematica. dal volume: "TIMSS 2007 Assessment Frameworks"

TIMSS 2007 Quadro di riferimento di matematica. dal volume: TIMSS 2007 Assessment Frameworks Capitolo Uno TIMSS 2007 Quadro di riferimento di matematica dal volume: "TIMSS 2007 Assessment Frameworks" a cura di Anna Maria Caputo, Cristiano Zicchi Copyright 2005 IEA International Association for

Dettagli

Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2013/14 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola secondaria di II grado

Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2013/14 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola secondaria di II grado Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2013/14 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola secondaria di II grado I quesiti sono distribuiti negli ambiti secondo la tabella seguente Ambito

Dettagli

Anno Scolastico 2014-2015

Anno Scolastico 2014-2015 Corso: MECCANICA, MECCATRONICA E ENERGIA - BIENNIO COMUNE RELIGIONE CATTOLICA 9788805070985 SOLINAS LUIGI TUTTI I COLORI DELLA VITA + DVD - EDIZIONE MISTA / IN ALLEGATO U SEI 16,35 No No No GIORDA, DIRITTI

Dettagli

IL LATO OSCURO DELL UNIVERSO dov e` la materia che non vediamo? Elena Zucca. INAF - Osservatorio Astronomico di Bologna

IL LATO OSCURO DELL UNIVERSO dov e` la materia che non vediamo? Elena Zucca. INAF - Osservatorio Astronomico di Bologna IL LATO OSCURO DELL UNIVERSO dov e` la materia che non vediamo? Elena Zucca INAF - Osservatorio Astronomico di Bologna Ma l Universo è costituito solo da materia luminosa? La forza di gravità Galileo

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

Altezza del sole sull orizzonte nel corso dell anno

Altezza del sole sull orizzonte nel corso dell anno Lucia Corbo e Nicola Scarpel Altezza del sole sull orizzonte nel corso dell anno 2 SD ALTEZZA DEL SOLE E LATITUDINE Per il moto di Rivoluzione che la Terra compie in un anno intorno al Sole, ad un osservatore

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

ESAME DI STATO 2002 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO

ESAME DI STATO 2002 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO ARCHIMEDE 4/ 97 ESAME DI STATO SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO Il candidato risolva uno dei due problemi e 5 dei quesiti in cui si articola il questionario. PROBLEMA In un

Dettagli

Appunti di Matematica

Appunti di Matematica Silvio Reato Appunti di Matematica Settembre 200 Le quattro operazioni fondamentali Le quattro operazioni fondamentali Addizione Dati due numeri a e b (detti addendi), si ottiene sempre un termine s detto

Dettagli

Le funzioni continue. A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. 2002-03. A. Pisani, appunti di Matematica 1

Le funzioni continue. A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. 2002-03. A. Pisani, appunti di Matematica 1 Le funzioni continue A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. -3 A. Pisani, appunti di Matematica 1 Nota bene Questi appunti sono da intendere come guida allo studio e come riassunto di quanto illustrato

Dettagli

Unità 12. La corrente elettrica

Unità 12. La corrente elettrica Unità 12 La corrente elettrica L elettricità risiede nell atomo Modello dell atomo: al centro c è il nucleo formato da protoni e neutroni ben legati tra di loro; in orbita intorno al nucleo si trovano

Dettagli

esame di stato 2012 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento

esame di stato 2012 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento RTICL rchimede 4 esame di stato seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario PRBLEM Siano f e g le funzioni

Dettagli

Progetto NUOTO. Progetto. Progetto PARLAWIKI EDUCAZIONE ALLA SALUTE. Progetto CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO

Progetto NUOTO. Progetto. Progetto PARLAWIKI EDUCAZIONE ALLA SALUTE. Progetto CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO EDUCAZIONE STRADALE GEMELLAGGIO EDUCAZIONE ALLA LEGALITA NUOTO XX CONCORSO LETTERARIO «POESIA A MEOLO» EDUCAZIONE ALLA SALUTE PARLAWIKI LINGUA LATINA CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO

Dettagli

Calore e temperatura. Calore e temperatura. Cos'è il calore? Il calore si chiama anche energia termica.

Calore e temperatura. Calore e temperatura. Cos'è il calore? Il calore si chiama anche energia termica. sono due cose diverse (in scienze si dice sono due grandezze diverse). 01.1 Cos'è il calore? Per spiegare cos è il calore facciamo degli esempi. Esempi: quando ci avviciniamo o tocchiamo un oggetto caldo

Dettagli

Kangourou Italia Gara del 19 marzo 2015 Categoria Student Per studenti di quarta e quinta della secondaria di secondo grado

Kangourou Italia Gara del 19 marzo 2015 Categoria Student Per studenti di quarta e quinta della secondaria di secondo grado Kangourou Italia Gara del 19 marzo 2015 Categoria Student Per studenti di quarta e quinta della secondaria di secondo grado I quesiti dal N. 1 al N. 10 valgono 3 punti ciascuno 1. Angela è nata nel 1997,

Dettagli

I modelli atomici da Dalton a Bohr

I modelli atomici da Dalton a Bohr 1 Espansione 2.1 I modelli atomici da Dalton a Bohr Modello atomico di Dalton: l atomo è una particella indivisibile. Modello atomico di Dalton Nel 1808 John Dalton (Eaglesfield, 1766 Manchester, 1844)

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

1A ARITMETICA. I numeri naturali e le quattro operazioni. Esercizi supplementari di verifica

1A ARITMETICA. I numeri naturali e le quattro operazioni. Esercizi supplementari di verifica A ARITMETICA I numeri naturali e le quattro operazioni Esercizi supplementari di verifica Esercizio Rappresenta sulla retta orientata i seguenti numeri naturali. ; ; ; 0;. 0 Esercizio Metti una crocetta

Dettagli

La realtà non è come ci appare. carlo rovelli

La realtà non è come ci appare. carlo rovelli La realtà non è come ci appare carlo rovelli 450 a.e.v. Anassimandro cielo terra Anassimandro ridisegna la struttura del mondo Modifica il quadro concettuale in termine del quali comprendiamo i fenomeni

Dettagli

INTEGRALI DEFINITI. Tale superficie viene detta trapezoide e la misura della sua area si ottiene utilizzando il calcolo di un integrale definito.

INTEGRALI DEFINITI. Tale superficie viene detta trapezoide e la misura della sua area si ottiene utilizzando il calcolo di un integrale definito. INTEGRALI DEFINITI Sia nel campo scientifico che in quello tecnico si presentano spesso situazioni per affrontare le quali è necessario ricorrere al calcolo dell integrale definito. Vi sono infatti svariati

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:...

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:... Ministero della Pubblica Istruzione Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA Scuola Secondaria di II grado Classe Terza Tipo A Codici Scuola:..... Classe:.. Studente:.

Dettagli

Relazione sull incontro con. Massimo Volante. Esperto del Gruppo Astrofili Di Alessandria

Relazione sull incontro con. Massimo Volante. Esperto del Gruppo Astrofili Di Alessandria Relazione sull incontro con Massimo Volante Esperto del Gruppo Astrofili Di Alessandria Il ciclo della vita di una stella (1) Protostella (2b) Nana bruna (2a) Stella (3) Gigante rossa Sono esaurite le

Dettagli

SCOMPOSIZIONE IN FATTORI DI UN POLINOMIO

SCOMPOSIZIONE IN FATTORI DI UN POLINOMIO SCOMPOSIZIONE IN FATTORI DI UN POLINOMIO Così come avviene per i numeri ( 180 = 5 ), la scomposizione in fattori di un polinomio è la trasformazione di un polinomio in un prodotto di più polinomi irriducibili

Dettagli

Trasformazioni Geometriche 1 Roberto Petroni, 2011

Trasformazioni Geometriche 1 Roberto Petroni, 2011 1 Trasformazioni Geometriche 1 Roberto etroni, 2011 Trasformazioni Geometriche sul piano euclideo 1) Introduzione Def: si dice trasformazione geometrica una corrispondenza biunivoca che associa ad ogni

Dettagli

LE TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE NEL PIANO

LE TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE NEL PIANO LE TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE NEL PIANO Una trasformazione geometrica è una funzione che fa corrispondere a ogni punto del piano un altro punto del piano stesso Si può pensare come MOVIMENTO di punti e

Dettagli

Introduzione alla Teoria degli Errori

Introduzione alla Teoria degli Errori Introduzione alla Teoria degli Errori 1 Gli errori di misura sono inevitabili Una misura non ha significato se non viene accompagnata da una ragionevole stima dell errore ( Una scienza si dice esatta non

Dettagli

La struttura della materia

La struttura della materia Unità didattica 11 La struttura della materia Competenze 1 Descrivere il modello atomico di Dalton 2 Spiegare le caratteristiche macroscopiche e microscopiche delle principali trasformazioni fisiche 3

Dettagli

Poniamo il carbonio al centro, tre idrogeni sono legati al carbonio direttamente e uno attraverso l ossigeno

Poniamo il carbonio al centro, tre idrogeni sono legati al carbonio direttamente e uno attraverso l ossigeno Strutture di Lewis E un metodo semplice per ottenere le formule di struttura di composti covalenti nota la formula molecolare, la configurazione elettronica del livello di valenza degli atomi e la connettività

Dettagli

10 passi verso i CPIA

10 passi verso i CPIA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l istruzione Direzione generale per l istruzione e formazione tecnica superiore e per i rapporti con i sistemi formativi delle

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE RELIGIONE 9788842674061 CONTADINI M ITINERARI DI IRC 2.0 VOLUME UNICO + DVD LIBRO DIGITALE

Dettagli

Che cosa e come valutano le prove di matematica e con quali risultati. nell A.S. 2008 2009

Che cosa e come valutano le prove di matematica e con quali risultati. nell A.S. 2008 2009 Che cosa e come valutano le prove di matematica e con quali risultati nell A.S. 2008 2009 Presentazione a cura di Roberta Michelini Casalpusterlengo, 8 gennaio 2010 http://www.invalsi.it/esamidistato0809/

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA LE DISEQUAZIONI NON LINEARI

APPUNTI DI MATEMATICA LE DISEQUAZIONI NON LINEARI APPUNTI DI MATEMATICA LE DISEQUAZIONI NON LINEARI Le disequazioni fratte Le disequazioni di secondo grado I sistemi di disequazioni Alessandro Bocconi Indice 1 Le disequazioni non lineari 2 1.1 Introduzione.........................................

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

GEOMETRIA I Corso di Geometria I (seconda parte)

GEOMETRIA I Corso di Geometria I (seconda parte) Corso di Geometria I (seconda parte) anno acc. 2009/2010 Cambiamento del sistema di riferimento in E 3 Consideriamo in E 3 due sistemi di riferimento ortonormali R e R, ed un punto P (x, y, z) in R. Lo

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

ESERCIZI DI CHIMICA. 5. Calcolare le masse in grammi di: a) 0,30 moli di HNO 3 ; b) 2,50 moli di Na 2 SO 4. [19 g di HNO 3 ; 355 g di Na 2 SO 4 ]

ESERCIZI DI CHIMICA. 5. Calcolare le masse in grammi di: a) 0,30 moli di HNO 3 ; b) 2,50 moli di Na 2 SO 4. [19 g di HNO 3 ; 355 g di Na 2 SO 4 ] ESERCIZI DI CHIMICA 1. Calcolare:a) le moli di H 2 O e le moli di atomi d idrogeno ed ossigeno contenuti in 10g di H 2 O; b) il numero di molecole di H 2 O e di atomi di idrogeno e di ossigeno. [0,55 moli;

Dettagli

Analisi Matematica di circuiti elettrici

Analisi Matematica di circuiti elettrici Analisi Matematica di circuiti elettrici Eserciziario A cura del Prof. Marco Chirizzi 2011/2012 Cap.5 Numeri complessi 5.1 Definizione di numero complesso Si definisce numero complesso un numero scritto

Dettagli

QUAL È LA DISTANZA TRA ROMA E NEW YORK? UN PO' DI GEOMETRIA ANALITICA SULLA SFERA

QUAL È LA DISTANZA TRA ROMA E NEW YORK? UN PO' DI GEOMETRIA ANALITICA SULLA SFERA QUAL È LA DISTANZA TRA ROMA E NEW YORK? UN PO' DI GEOMETRIA ANALITICA SULLA SFERA Michele Impedovo Bollettino dei Docenti di Matematica del Canton Ticino (CH) n 36, maggio 98. Il problema Il lavoro che

Dettagli

Teoria degli insiemi

Teoria degli insiemi Teoria degli insiemi pag 1 Easy Matematica di dolfo Scimone Teoria degli insiemi Il concetto di insieme si assume come primitivo, cioè non riconducibile a concetti precedentemente definiti. Sinonimi di

Dettagli

Formule di Struttura delle Molecole Organiche

Formule di Struttura delle Molecole Organiche Formule di Struttura delle Molecole Organiche Costituzione L ordine in cui gli atomi di una molecola sono connessi è chiamata costituzione o connettività. La costituzione di una molecola deve essere determinata

Dettagli

SIMULAZIONE DI PROVA D ESAME CORSO DI ORDINAMENTO

SIMULAZIONE DI PROVA D ESAME CORSO DI ORDINAMENTO SIMULAZINE DI PRVA D ESAME CRS DI RDINAMENT Risolvi uno dei due problemi e 5 dei quesiti del questionario. PRBLEMA Considera la famiglia di funzioni k ln f k () se k se e la funzione g() ln se. se. Determina

Dettagli

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi Evelina De Gregori Alessandra Rotondi al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze per la Scuola secondaria di primo grado UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Test d'ingresso NUMERI

Dettagli

63- Nel Sistema Internazionale SI, l unità di misura del calore latente di fusione è A) J / kg B) kcal / m 2 C) kcal / ( C) D) kcal * ( C) E) kj

63- Nel Sistema Internazionale SI, l unità di misura del calore latente di fusione è A) J / kg B) kcal / m 2 C) kcal / ( C) D) kcal * ( C) E) kj 61- Quand è che volumi uguali di gas perfetti diversi possono contenere lo stesso numero di molecole? A) Quando hanno uguale pressione e temperatura diversa B) Quando hanno uguale temperatura e pressione

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

2013.2014. definisce l'identità culturale e progettuale dell Istituto FERMI. Il POF è il documento che

2013.2014. definisce l'identità culturale e progettuale dell Istituto FERMI. Il POF è il documento che 2013.201 Il POF è il documento che definisce l'identità culturale e progettuale dell Istituto FERMI descrive ciò che il FERMI offre agli studenti e alle loro famiglie Grafica originale di copertina gentilmente

Dettagli

L ACQUA : STRUTTURA E PROPRIETA

L ACQUA : STRUTTURA E PROPRIETA L ACQUA : STRUTTURA E PROPRIETA 1. Sostanza più abbondante in tutti gli esseri viventi 2. Più del 70% del peso di tutti gli esseri viventi 3. Influenza la struttura e la proprietà di tutte le molecole

Dettagli

ED.FISICA Il doping. STORIA Gli anni 20 negli Usa

ED.FISICA Il doping. STORIA Gli anni 20 negli Usa SCIENZE La genetica ED.FISICA Il doping TECNOLOGIA L automobile e la Ford ED.ARTIST. Il cubismo e Braque STORIA Gli anni 20 negli Usa GEOGRAFIA Gli Usa ITALIANO Il Decadentis mo e Svevo INGLESE ED.MUSICA

Dettagli

modulo: CHIMICA DEI POLIMERI

modulo: CHIMICA DEI POLIMERI CORSO PON Esperto nella progettazione, caratterizzazione e lavorazione di termoplastici modulo: CHIMICA DEI POLIMERI Vincenzo Venditto influenza delle caratteristiche strutturali, microstrutturali e morfologiche

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

LAVORO, ENERGIA E POTENZA

LAVORO, ENERGIA E POTENZA LAVORO, ENERGIA E POTENZA Nel linguaggio comune, la parola lavoro è applicata a qualsiasi forma di attività, fisica o mentale, che sia in grado di produrre un risultato. In fisica la parola lavoro ha un

Dettagli