Caratteri identitari. Gli Arbëreshë. Le comunità Arbëreshe. Lezione 20 9 maggio 2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Caratteri identitari. Gli Arbëreshë. Le comunità Arbëreshe. Lezione 20 9 maggio 2011"

Transcript

1 Lezione 20 9 maggio 2011 Gli Arbëreshë Gli arbëreshë (italo-albanesi, albanesi d Italia) sono una MINORANZA ETNO-LINGUISTICA STORICA Etnica = popolazione proveniente dai Balcani (Albania) Linguistica = arbërisht è una varietà del tosco (sud Albania) parlata a livello familiare e informale Storica = presenti sul territorio italiano da oltre 5 secoli (dal XV sec.), emigrati durante l invasione turca dei Balcani. La cultura arbëreshe è inoltre tutelata dalla legge n. 482 del 15 dicembre 1999, recante Norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche storiche. Caratteri identitari Lingua (arbërisht); Rito religioso (bizantino); Letteratura scritta; Letteratura orale; Repertori musicali (vocali e/o strumentali); Leggende, miti; Credenze magico-religiose; pratiche tradizionali profane e/o religiose. Il termine Arberia indica circa cinquanta comunità di origine albanese dislocate in sette regioni dell Italia meridionale, dalla Sicilia all Abruzzo: Abruzzo: 1 Molise: 4 Campania: 1 Puglia: 3 Basilicata: 5 Calabria: 32 Sicilia: 5 Le comunità Arbëreshe 1

2 La ricerca prime registrazioni relative alla musica di tradizione orale calabrese risalgono al 1954: Dal 15 al 23 aprile 1954 Diego Carpitella ed Ernesto De Martino indagano le comunità di minoranza albanese di Calabria e Basilicata la raccolta 22 degli Archivi di Etnomusicologia dell Accademia di S. Cecilia in Roma (già CNSMP), che comprende 86 brani, 74 dei quali inerenti 8 comunità arbëreshe calabresi. La ricerca 2 La ricerca mia Tra il 1980 e il 1988 Roberta Tucci e Antonello Ricci compirono delle ricerche sulla Calabria i cui risultati furono pubblicati nel corso degli anni successivi. Da tale lavoro emersero alcuni brani della tradizione italo-albanese di Civita Brani raccolti tra il 10 marzo e il 16 ottobre 1983 da Innocenzo Cosimo De Gaudio, in collaborazione con Ignazio Macchiarella, vengono pubblicati nel 1990 dalla Albatros, in collaborazione con l Università di Bologna e l ICTM comitato nazionale italiano sui canti bivocali delle comunità arbëreshe della provincia di Cosenza. In questo lavoro sono pubblicati vjershë delle comunità albanofone di S. Demetrio Corone S. Giorgio Albanese S. Sofia d Epiro Spezzano Albanese Civita Nel 2001 Vincenzo La Vena ha pubblicato un suo saggio dal titolo La musica nella monografia su Cervicati, in cui sono presenti trascrizioni musicali e analisi di alcuni brani del repertorio profano cervicatese. Arbëreshë/calabresi: Cervicati Mongrassano Arbëreshë: Cavallerizzo Civita Frascineto San Basile San Benedetto Ullano San Cosmo Albanese Spezzano Albanese Vaccarizzo Albanese Contesto, occasioni e funzioni eseguiti da uomini e/o donne in contesti di varia natura Le occasioni principali di esecuzione erano/sono: il lavoro nei campi o in montagna (mietitura, raccolta delle olive, raccolta delle castagne, raccolta della legna ) il lavoro in paese (spannocchiatura del granturco, confezione dei fichi, alla fontana ) momenti di socialità quotidiana i lavori femminili nel vicinato (es. ricamo, uncinetto ) le serate per uomini in qualche cantina privata (in zona chiamata katuaju dai calabresi o katoqi dagli arbëreshë). le serenate che i ragazzi portavano all amata per dichiararsi, accompagnati usualmente dagli amici feste di famiglia (battesimi, matrimoni ) durante i pellegrinaggi presso i santuari della zona o durante le gite fuori paese. Funzioni diverse a seconda delle occasioni e del contesto La funzione principale è quella di intrattenimento Altra funzione è quella della comunicazione: il canto poteva essere utilizzato per comunicare, anche a grandi distanze, su testi stereotipi o improvvisati per l occasione. Casi tipici di comunicazione sono: le serenate d amore (dichiara amore) quelle di sdegno (comunica il proprio sdegno per un torto subito). l omaggio canoro, per cui alcune persone rendono onore al festeggiato (ad es. agli sposi, al battezzato ) oppure alla famiglia che li ha ospitati. 2

3 Le parti Voci pari, o miste indifferentemente 2 o 3 parti: parte-guida: solista (detta çë e zë, ossia che inizia ) parte di accompagnamento: solista/coro detta çëvete prapa, ossia che segue çë e merrë, ossia che prende parte di raddoppio all 8 a : solista (supranjel) Spingullanele (vjersh) S. Demetrio Corone (CS) 2 parti reali: Voce-guida: solista (v.m./v.f.) Voce di accompagnamento: solista o coro incipit monodico breve (3-5 note); andamento melodico per grado congiunto; accompagnamento per moto obliquo e parallelismo di terza; omoritmia delle parti; cadenza finale all unisono sul tonus finalis; impulso all acuto sul finale. (trascr. I. De Gaudio) Pituri çë të pitarti (ajër) Lungro (CS) Ampia diffusione, soprattutto a Lungro (CS) 2/3 parti: Voce-guida: solista (v.m./v.f.) Voce di accompagnamento: solista (v.f./v.m.) Voce di raddoppio all 8 a : solista (v.f./v.m.) incipit monodico lungo (verso); andamento melodico per grado congiunto; accompagnamento per bordoni parziali; eteroritmia delle parti; cadenza finale all unisono sul tonus finalis; impulso all acuto sul finale Canti rituali profani Nuziali Vestizione sposa Vestizione talamo Momenti di passaggio (Capodanno, Carnevale, Primavera, Pasqua ) Strina Falò Valle Le Valle Tipica degli arbëreshë Manifestazione coreutico-canora Danza Canto Partecipazione obbligatoria di entrambi i sessi 3

4 Significati del termine vallja Dall albanese valle-ja = danza (es. Valle klasike, valle popullore Tra gli arbëreshë ha molteplici significati: una particolare forma di danza; un determinato canto (o repertorio); ogni gruppo di persone che esegue questa manifestazione (le Valle); questo determinato evento tradizionale. E stato tradotto come ballo tondo o ridda Le occasioni Eventi comunitari: Ciclo dell anno Carnevale Pasqua Visita di un personaggio importante Eventi personali o familiari: Ciclo della vita Matrimonio Laurea Rientro dall emigrazione Funzioni Espressione di gioia comunitaria Anche nei casi di feste familiari, queste sono vissute in maniera comunitaria rito liminare Passaggio di momenti significativi nell arco: Della vita comunitaria (Ciclo dell anno) Della vita del singolo (ciclo della vita) Rendimento di onore Presenza delle Valle Attualmente solo in 4 paesi della provincia di Cosenza Frascineto Civita Cervicati Mongrassano Documentate in altri paesi (racc. 22 aem) S. Demetrio C., Castroregio (CS) Pallagorio, Carfizzi, S. Nicola dell A. (KR) Principali differenze Il canto Frascineto e Civita Occasione Pasqua Carnevale Strumenti Assenti Presenti Testi Canti Danza Mongrassano e Cervicati Kostandini e Jurendina Molle molle Kostandini i vogëlith Strofe in dialetto calabrese Skanderbegu një menatë Si zezë vasha m u leu Semicerchio Serpentina Accerchiamento Serpentina Polivocale a due parti Parallelismo di terza Timbro vocale a gola stretta, emissione sforzata (lacerata) Forma antifonale a due cori a voci miste Coro 1 Coro 2 Frase musicale A B A B Verso del testo verbale 4

5 La danza delle Valle a Frascineto Semicerchio: la vallja avanza muovendo alternatamente prima una e poi l altra estremità-coro; Vallja è danza «non del singolo individuo ma dell intero gruppo» I membri della Vallja si tengono attraverso fazzoletti di seta colorati; Gli uomini sono posti a 2/3 per ogni estremità; Semicerchio: la vallja avanza muovendo alternatamente prima una e poi l altra estremità-coro; Serpentina: la vallja si snoda in una catena che si avvolge in spire come un serpente, prima stringendo, poi allargando; Accerchiamento: la vallja raggiunge e cattura una o più persone. 1 coro canta - fermo 2 coro silenzio - avanza 1 coro silenzio - avanza 2 coro canta - fermo Le Valle a Frascineto (CS) Le Valle vestarolle Valle in abiti quotidiani Si svolgono la sera, dopo quelle ufficiali: Quando i turisti e i forestieri se ne sono andati Le videocamere/fotocamere sono sparite Non hanno funzioni turistiche e di spettacolo, ma sono realmente interne alla comunità paesana Assumono il ruolo principale gli anziani Le Valle vestarolle Le Valle a Mongrassano e Cervicati I membri della Vallja si tengono: attraverso fazzoletti di seta colorati (Mongrassano) prendendosi per il braccio (Cervicati) gli uomini sono posti a 2/3 per ogni estremità (Cervicati) oppure la Vallja è composta di coppie (Mongrassano) Serpentina: la vallja si snoda in una catena che si avvolge in spire come un serpente, prima stringendo, poi allargando 5

6 Le Valle di Mongrassano e Cervicati Revival nelle Valle a Civita 1. C è una sola vallja (creata con aiuto amministrazione e che esegue prove); 2. Si eseguono canti non tradizionali e folcloristici (di gusto maggiormente moderno); 3. Scompare lapolivocalità (minore competenza); 4. Viene meno il movimento alternato del semicerchio (scompare la danza delle Valle). Presenza di numerosi cameraman e fotoreporter elementi estranei alla tradizione (attacco, uomo/donne, conclusione 8^) Le Valle di Civita 6

LA MINORANZA LINGUISTICA ALBANESE (ARBËRESHE)

LA MINORANZA LINGUISTICA ALBANESE (ARBËRESHE) 133 LA MINORANZA LINGUISTICA ALBANESE (ARBËRESHE) Cultura e immagini dei gruppi linguistici di antico insediamento presenti in Italia 134 Ministero Interno Ufficio Centrale zone di confine e minoranze

Dettagli

Corso di Antropologia della Musica. Simulazione Test d Esame A. A. 2007-2008

Corso di Antropologia della Musica. Simulazione Test d Esame A. A. 2007-2008 Corso di Antropologia della Musica Simulazione Test d Esame A. A. 2007-2008 1)-Quanti criteri suggerisce R. V. Bowers per una buona progettazione della ricerca etnomusicologica? a) Due b) Quattro c) Cinque

Dettagli

LA MUSICA POPOLARE I CANTI

LA MUSICA POPOLARE I CANTI LA MUSICA POPOLARE I CANTI Nelle sue espressioni più autentiche, identificabili nei vjershe, nelle zgarxeta (o graxeta), nelle këngë, nei canti delle vallje e nei vajtime, le cui diverse modalità di esecuzione

Dettagli

Le minoranze Linguistiche nella Regione Calabria. (documento di analisi a supporto dell attuazione dei PISL) A cura di Antonio Morisciano

Le minoranze Linguistiche nella Regione Calabria. (documento di analisi a supporto dell attuazione dei PISL) A cura di Antonio Morisciano Le minoranze Linguistiche nella Regione Calabria (documento di analisi a supporto dell attuazione dei PISL) A cura di Antonio Morisciano Le minoranze linguistiche della Repubblica Italiana sono le comunità

Dettagli

SHЁN KOLLI Progetto per la realizzazione del. Laboratorio Etnomusicale Arbëresh

SHЁN KOLLI Progetto per la realizzazione del. Laboratorio Etnomusicale Arbëresh Progetto per la realizzazione del Laboratorio Etnomusicale Arbëresh **** 1 - L.R. n.15/2003 art.15, comma 1, lett. (a) - RELAZIONE ILLUSTRATIVA 1) Contesto del progetto San Nicola dell Alto è un paese

Dettagli

La pampanella Montemarano

La pampanella Montemarano Lezione 15 11 aprile 2011 La pampanella Montemarano v.f. + vv. mix v.f. E tu u voi iancu e russo Pampanè pitti o musso coro O pampanè lei mama Nun t o fa vede v.f. E pe nun t o fa vede se vanno a accova

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MUSSOLENTE SCUOLA PRIMARIA

ISTITUTO COMPRENSIVO MUSSOLENTE SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO MUSSOLENTE SCUOLA PRIMARIA MUSICA CLASSE PRIMA 1 Ascoltare e discriminare i suoni e i rumori della realtà ambientale dal vivo o registrati. 2 Attribuire significati a segnali sonori

Dettagli

CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA

CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA Esplora diverse possibilità espressive della voce, di oggetti sonori e strumenti musicali, imparando ad ascoltare se stesso e gli altri; fa uso di forme di notazione analogiche

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DELLA DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA DELL OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA BRUZIO

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DELLA DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA DELL OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA BRUZIO DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DELLA DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA DELL OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA BRUZIO Art.1 Denominazione La denominazione di origine controllata Bruzio, accompagnata obbligatoriamente

Dettagli

Potremmo dire che, di fatto, tutte le società dipendono dalla disponibilità dei propri membri a non mettere in discussione certi assunti rispetto a

Potremmo dire che, di fatto, tutte le società dipendono dalla disponibilità dei propri membri a non mettere in discussione certi assunti rispetto a Potremmo dire che, di fatto, tutte le società dipendono dalla disponibilità dei propri membri a non mettere in discussione certi assunti rispetto a come debba andare il mondo. In continuità con quel che

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO. Leggere, apprendere e gustare il mondo sonoro in tutta la sua diversità e ricchezza.

SCUOLA PRIMARIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO. Leggere, apprendere e gustare il mondo sonoro in tutta la sua diversità e ricchezza. CLASSE 1^ altri. Leggere, apprendere e gustare il mondo sonoro in tutta la sua diversità e ricchezza. Esprimersi attraverso la musica utilizzando diverse modalità. Cogliere all ascolto gli aspetti espressivi

Dettagli

Centro residenziale Monsignor Ciccarelli. Via C. Alberto, 18. 37057 San Giovanni Lupatoto (VR) Tel. 045 8296111. Fax 045 8751111

Centro residenziale Monsignor Ciccarelli. Via C. Alberto, 18. 37057 San Giovanni Lupatoto (VR) Tel. 045 8296111. Fax 045 8751111 Le diverse attività culturali, ludiche, spirituali e sociali che vengono prop o s t e p u n t a n o a c r e a r e un occasione di scambio di relazioni, di esperienze e di affetti significativi all interno

Dettagli

Orientamenti per la Musica e il Canto nella Celebrazione del Matrimonio

Orientamenti per la Musica e il Canto nella Celebrazione del Matrimonio Orientamenti per la Musica e il Canto nella Celebrazione del Matrimonio Nell intento di promuovere uno stile liturgico, che rispetti e valorizzi il ruolo del canto e della musica nelle celebrazioni del

Dettagli

Aquiloni per l Africa. Un poliambulatorio pediatrico a Kinshasa. Basilica di san Francesco di Paola in Napoli. Domenica 22 maggio 2016, ore 19.

Aquiloni per l Africa. Un poliambulatorio pediatrico a Kinshasa. Basilica di san Francesco di Paola in Napoli. Domenica 22 maggio 2016, ore 19. Comunicato stampa Provincia di Santa Maria della stella dei pp. Minimi di san Francesco di Paola Brunella and friends for Children Guest stars: I Kerigma (Christian music); Rino Principe; I Figli delle

Dettagli

Istituto Comprensivo Perugia 9

Istituto Comprensivo Perugia 9 Istituto Comprensivo Perugia 9 Anno scolastico 2015/2016 Programmazione delle attività educativo didattiche SCUOLA PRIMARIA Disciplina MUSICA CLASSE: PRIMA COMPETENZE SPECIFICHE ABILITA CONOSCENZE L alunno

Dettagli

La lingua italiana, i dialetti e le lingue straniere

La lingua italiana, i dialetti e le lingue straniere 20 aprile 2007 La italiana, i dialetti e le lingue straniere Anno 2006 Le indagini Multiscopo condotte dall Istat rilevano i comportamenti e gli aspetti più importanti della vita quotidiana delle famiglie.

Dettagli

CURRICOLO DISCIPLINARE DI MUSICA

CURRICOLO DISCIPLINARE DI MUSICA A.S. 2014/2015 MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Istituto Comprensivo Palena-Torricella Peligna Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di 1 grado Palena (CH) SCUOLA PRIMARIA

Dettagli

PROGETTO DI LABORATORIO MUSICALE

PROGETTO DI LABORATORIO MUSICALE PROGETTO DI LABORATORIO MUSICALE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ITALO CALVINO Progetto musicale a cura di Sonia Spirito L Associazione L Albero della Musica, operante da diversi anni nel settore della didattica

Dettagli

PROVINCIA DI COSENZA SERVIZIO FORMAZIONE PROFESSIONALE

PROVINCIA DI COSENZA SERVIZIO FORMAZIONE PROFESSIONALE PROVINCIA DI COSENZA SERVIZIO FORMAZIONE PROFESSIONALE P.A.F.F. Progetto Analisi del Fabbisogno Formativo in funzione dell Obbligo Formativo Distretto territoriale 1 - PIT 3 e PIT 4 Risultati dell analisi

Dettagli

CURRICOLO DI EDUCAZIONE AL SUONO

CURRICOLO DI EDUCAZIONE AL SUONO CURRICOLO DI EDUCAZIONE AL SUONO COMPETENZE Utilizzare la voce, il corpo, oggetti e strumenti per espressioni parlate, recitate e cantate MUSICA CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 1. Eseguire giochi

Dettagli

MUSICA SCUOLA PRIMARIA CLASSI PRIME

MUSICA SCUOLA PRIMARIA CLASSI PRIME MUSICA SCUOLA PRIMARIA CLASSI PRIME Ascoltare, analizzare e rappresentare fenomeni sonori e linguaggi musicali - Classificare i fenomeni acustici in base ai concetti di silenzio, suono, rumore - Individuare

Dettagli

Materiale didattico supplementare per l insegnamento del Neogreco come lingua straniera

Materiale didattico supplementare per l insegnamento del Neogreco come lingua straniera 225981-CP-1-2005-1-GR-LINGUA-L2 Materiale didattico supplementare per l insegnamento del Neogreco come lingua straniera Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore

Dettagli

INIZIATIVE CULTURALI PER IL BICENTENARIO DELLA NASCITA DI GIROLAMO DE RADA INICIATIVA KULTURORE PËR DYQINDVJETORIN E LINDJES SË JERONIM DE RADËS

INIZIATIVE CULTURALI PER IL BICENTENARIO DELLA NASCITA DI GIROLAMO DE RADA INICIATIVA KULTURORE PËR DYQINDVJETORIN E LINDJES SË JERONIM DE RADËS Comune di San Demetrio Corone INIZIATIVE CULTURALI PER IL BICENTENARIO DELLA NASCITA DI GIROLAMO DE RADA 1814 2014 INICIATIVA KULTURORE PËR DYQINDVJETORIN E LINDJES SË JERONIM DE RADËS COSENZA, 27.11.2014,

Dettagli

Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani

Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani Il campione 2 Chi è stato intervistato? Un campione di 100 soggetti maggiorenni che risiedono in Italia. Il campione

Dettagli

ENERGIADI 2012 dal 20 al 25 novembre PEDALATA DI ZONA iniziativa all'interno del programma Scuole Aperte

ENERGIADI 2012 dal 20 al 25 novembre PEDALATA DI ZONA iniziativa all'interno del programma Scuole Aperte ENERGIADI 2012 dal 20 al 25 novembre PEDALATA DI ZONA iniziativa all'interno del programma Scuole Aperte L Istituto Comprensivo Ilaria Alpi presso la sede centrale di via Salerno 1 presenta APERITIVO ENERGETICO

Dettagli

Associazione Musicale Tandarandan PROGETTO

Associazione Musicale Tandarandan PROGETTO Associazione Musicale Tandarandan PROGETTO LE TRADIZIONI POPOLARI MUSICALI TRA COSTA DI LEVANTE E LUNIGIANA: CANTI, DANZE E STRUMENTI DELLA CULTURA LOCALE ANNO SCOLASTICO 2010-2011 Premessa Il presente

Dettagli

- Il contesto delle politiche - IL CONTESTO DELLE POLITICHE

- Il contesto delle politiche - IL CONTESTO DELLE POLITICHE IL CONTESTO DELLE POLITICHE Quadro demografico La distribuzione della popolazione sul territorio regionale non é omogenea: il 28,7% della popolazione si concentra nel capoluogo di Aosta, unico comune ad

Dettagli

PINO CACOZZA. Pino Cacozza (Giuseppe Cacozza - Zef Kakoca) è nato a San Demetrio Corone (Shën Miter) il 27/09/1957.

PINO CACOZZA. Pino Cacozza (Giuseppe Cacozza - Zef Kakoca) è nato a San Demetrio Corone (Shën Miter) il 27/09/1957. PINO CACOZZA Pino Cacozza (Giuseppe Cacozza - Zef Kakoca) è nato a San Demetrio Corone (Shën Miter) il 27/09/1957. Ha seguito gli studi classici presso il Collegio di Sant' Adriano ed ha conseguito la

Dettagli

CRESCERE CON IL RITMO GIUSTO LABORATORIO DI PROPEDEUTICA MUSICALE

CRESCERE CON IL RITMO GIUSTO LABORATORIO DI PROPEDEUTICA MUSICALE CRESCERE CON IL RITMO GIUSTO LABORATORIO DI PROPEDEUTICA MUSICALE Docente Responsabile: Prof. Marco Carnevale A.S. 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO n. 2 ALBINO BERNARDINI SINISCOLA PROGETTO POTENZIAMENTO

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE IN BASE ALLE NUOVE INDICAZIONI PER IL CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE IN BASE ALLE NUOVE INDICAZIONI PER IL CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA PROGRAMMAZIONE ANNUALE IN BASE ALLE NUOVE INDICAZIONI PER IL CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2015/2016 AREA SOVRADISCIPLINARE LINGUISTICO-ARTISTICO-ESPRESSIVA LINGUA ITALIANA Obiettivi

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI MUSICA

CURRICOLO VERTICALE DI MUSICA CURRICOLO VERTICALE DI MUSICA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA LINGUAGGI, CREATIVITA' ESPRESSIONE Gestualità, arte, musica, multimedialità Il bambino/la

Dettagli

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B)

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B) AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) ()/Bx100 120 113,93 109,46 +4,47 +4,09% 480 295,84 277,95 +17,89 +6,44% 700 401,94 375,85 +26,09 +6,94% 1.400 739,55 687,37 +52,18 +7,59% 2.000 1.026,99

Dettagli

Appendice Dati statistici. Segnalazioni bibliografiche

Appendice Dati statistici. Segnalazioni bibliografiche Appendice Dati statistici Segnalazioni bibliografiche I programmi delle sette giornate ATTI DEL CICLO DI INCONTRI DI SENSIBILIZZAZIONE manco Dati statistici Le elaborazioni proposte attingono le informazioni

Dettagli

TITOLO I Riconoscimento delle minoranze linguistiche storiche della Calabria

TITOLO I Riconoscimento delle minoranze linguistiche storiche della Calabria LEGGE REGIONALE 30 ottobre 2003, n. 15 Norme per la tutela e la valorizzazione della lingua e del patrimonio culturale delle minoranze linguistiche e storiche di Calabria. (Pubbl. in Boll. Uff. 5 novembre

Dettagli

Interviene alle manifestazioni dell Ateneo palermitano e si esibisce in concerti in Italia e all estero.

Interviene alle manifestazioni dell Ateneo palermitano e si esibisce in concerti in Italia e all estero. Coro dell Università e dell Ersu di Palermo c/o cattedra di Gastroenterologia, Policlinico universitario, viale delle Cliniche, 2 90127 Palermo e-mail: coro@unipa.it direttore Pietro Gizzi tel: 347.5161427

Dettagli

AMBITO TARIFFARIO NORD OCCIDENTALE (VALLE D'AOSTA - PIEMONTE - LIGURIA) VALIDO DAL 1 GENNAIO 2015 AL 31 MARZO 2015

AMBITO TARIFFARIO NORD OCCIDENTALE (VALLE D'AOSTA - PIEMONTE - LIGURIA) VALIDO DAL 1 GENNAIO 2015 AL 31 MARZO 2015 AMBITO TARIFFARIO NORD OCCIDENTALE (VALLE D'AOSTA - PIEMONTE - LIGURIA) Quota Energia ne 0,000000 Oltre 0,000000 SERVIZI DI TE Totale G6 42,75 17,84 34,79 a 0,095306 G10 G40 212,39 88,65 275,23 0,754060

Dettagli

Separazioni e divorzi in Trentino* (2000-2011)

Separazioni e divorzi in Trentino* (2000-2011) Marzo 2014 Separazioni e divorzi in Trentino* (2000-2011) Il Servizio Statistica della Provincia autonoma di Trento presenta un report sulla dinamica dei matrimoni, delle separazioni e dei divorzi in Trentino

Dettagli

Il 19 marzo si festeggiano tutti i papà ed i bambini, a scuola, sono spesso invitati a preparare lavoretti, temi o poesie dedicate al proprio papà.

Il 19 marzo si festeggiano tutti i papà ed i bambini, a scuola, sono spesso invitati a preparare lavoretti, temi o poesie dedicate al proprio papà. PREMESSA Il 19 marzo si festeggiano tutti i papà ed i bambini, a scuola, sono spesso invitati a preparare lavoretti, temi o poesie dedicate al proprio papà. A differenza della festa della mamma, la festa

Dettagli

MUSICA - CLASSE PRIMA

MUSICA - CLASSE PRIMA MUSICA - CLASSE PRIMA Discriminare sonorità e ascoltare brani musicali interpretandoli con diversi linguaggi espressivi. L alunno sa esplorare e discriminare eventi sonori. Gestisce possibilità espressive

Dettagli

Istituto Comprensivo

Istituto Comprensivo CLASSE I - SCUOLA PRIMARIA PRODUZIONE VOCALE/ STRUMENTALE Utilizzare la voce, il proprio corpo, semplici strumenti o oggetti vari in giochi, situazioni, storie e varie attività per espressioni parlate,

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Scuola dell Infanzia Ai caduti, Sozzago (NO) Programmazione didattica A.S. 2013-2014

Scuola dell Infanzia Ai caduti, Sozzago (NO) Programmazione didattica A.S. 2013-2014 Scuola dell Infanzia Ai caduti, Sozzago (NO) Programmazione didattica A.S. 2013-2014 PREMESSA Il progetto annuale è stato definito secondo il modello di programmazione per sfondo integratore. Il GIRO D

Dettagli

Via della Ferrera, 11-20143 Milano 240112-1/6

Via della Ferrera, 11-20143 Milano 240112-1/6 Il Piccolo Coro Santa Maria Ausiliatrice nasce a Milano nel 1988 per iniziativa del Maestro Fabio Macchioni che tutt ora lo dirige. Si propone di avvicinare i bambini alla musica e al canto in maniera

Dettagli

TEST D'INGRESSO PER LA VERIFICA DI DEBITI FORMATIVI - sessione autunnale 2014 -

TEST D'INGRESSO PER LA VERIFICA DI DEBITI FORMATIVI - sessione autunnale 2014 - MINISTERO DELL ISTRUZIONE, UNIVERSITÀ E RICERCA CONSERVATORIO DI MUSICA LUCIO CAMPIANI ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE Via della Conciliazione 33 46100 Mantova Italia tel. +39 0376 324636 fax +39

Dettagli

BENVENUTI nel questionario sul gradimento di CulturaItalia. Per la compilazione del questionario sarà necessaria una decina di minuti.

BENVENUTI nel questionario sul gradimento di CulturaItalia. Per la compilazione del questionario sarà necessaria una decina di minuti. BENVENUTI nel questionario sul gradimento di CulturaItalia Grazie per voler dedicare del tempo prezioso per rispondere ad alcune domande su CulturaItalia. Per la compilazione del questionario sarà necessaria

Dettagli

CALENDARIO PASTORALE ANNO 2013/2014

CALENDARIO PASTORALE ANNO 2013/2014 CALENDARIO PASTORALE ANNO 2013/2014 Settembre 2013 17 martedì Inizio Catechismo, Inizio preghiera Gesù Risorto 18 mercoledì 19 giovedì Incontro Catechisti Ore 17,30 22 domenica Inaugurazione nuovo anno

Dettagli

NASCE L ETNO JAZZ PAN ORCHESTRA l orchestra multietnica del Manzoni

NASCE L ETNO JAZZ PAN ORCHESTRA l orchestra multietnica del Manzoni COMUNICATO STAMPA NASCE L ETNO JAZZ PAN ORCHESTRA l orchestra multietnica del Manzoni 28 maggio 2009 ore 21.00 Etno Jazz Pan Orchestra Solista: Giorgio Zagnoni 16 giugno 2009 ore 21.00 Etno Jazz Pan Orchestra

Dettagli

MUSICA CLASSE PRIMA della SCUOLA PRIMARIA

MUSICA CLASSE PRIMA della SCUOLA PRIMARIA MUSICA CLASSE PRIMA della SCUOLA PRIMARIA Eseguire in modo espressivo, individualmente e collettivamente, brani vocali di vario genere, avvalendosi anche di semplici strumenti ritmici musica d'insieme

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA - MUSICA (Classe 1ª)

SCUOLA PRIMARIA - MUSICA (Classe 1ª) SCUOLA PRIMARIA - MUSICA (Classe 1ª) Ascoltare in modo consapevole eventi sonori e brani musicali. Produrre e rappresentare eventi sonori con la voce, il corpo, strumenti musicali e tecnologici. Individuare

Dettagli

!!" #$ % #$!!$#$! & '(! #! # ) ) * +,- '(./ 01 (2! # 6 ) 7 6!!" $!)!!% 4!!"" 8 9 #! # +'(. ' 01 222 ( )

!! #$ % #$!!$#$! & '(! #! # ) ) * +,- '(./ 01 (2! # 6 ) 7 6!! $!)!!% 4!! 8 9 #! # +'(. ' 01 222 ( ) Ufficio IV Politiche giovanili. Formazione e aggiornamento del personale della scuola Via S. Giovanni in Corte, n. 7 8033 NAPOLI - Tel. (+39) 08-287049 Fax: (+39) 08-5635608!!" #$ % #$!!$#$! & '(! #! #

Dettagli

Istituto Comprensivo 2 di Montesarchio A.S. 2014-2015 Curricolo Verticale di Musica. MUSICA - SCUOLA INFANZIA Prerequisiti

Istituto Comprensivo 2 di Montesarchio A.S. 2014-2015 Curricolo Verticale di Musica. MUSICA - SCUOLA INFANZIA Prerequisiti Istituto Comprensivo di Montesarchio A.S. 0-05 Curricolo Verticale di Musica Competenze ed usare le MUSICA - SCUOLA INFANZIA Prerequisiti Ascoltare e analizzare fenomeni sonori di ambienti e di oggetti.

Dettagli

DISPONIBILITA' A028 DISPONIBILITA' A043 SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO CATTEDRE DOCENTE CASSANO LAUROPOLI ( 30 GIUGNO) 1 SPEZZONI ORARIO

DISPONIBILITA' A028 DISPONIBILITA' A043 SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO CATTEDRE DOCENTE CASSANO LAUROPOLI ( 30 GIUGNO) 1 SPEZZONI ORARIO DISPONIBILITA' A028 AIELLO + CLETO 6 + 6 AMENDOLARA + ORIOLO 10 + 6 BIANCHI + COLOSIMI 6 + 6 CAMPANA +SCALA COELI 6 + 2 CROPALATI +CALOVETO 6 + 6 CROSIA MIRTO 12 FIRMO +LUNGRO 8 + 6 FRASCINETO + SAN BASILE

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 727 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore CURTO COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 3 LUGLIO 2006 Disposizioni per favorire la conoscenza e la diffusione della

Dettagli

Il sé e l altro. Il corpo e il movimento

Il sé e l altro. Il corpo e il movimento Curricolo di MUSICA La musica in un quadro didattico occupa una posizione centrale perché è una componente fondamentale dell esperienza umana. Essa ha un ruolo di primo piano nello sviluppo della personalità

Dettagli

Bachelor of Arts in Music and Movement

Bachelor of Arts in Music and Movement Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Conservatorio della Svizzera italiana Bachelor of Arts in Music and Movement www.conservatorio.ch Obiettivi e competenze Gli studenti possiedono

Dettagli

Riconoscere suoni familiari. Saper riconoscere alcuni parametri del suono: (durata e intensità).

Riconoscere suoni familiari. Saper riconoscere alcuni parametri del suono: (durata e intensità). ISTITUTO COMPRENSIVO DONADONI SCUOLA PRIMARIA A.S. 2015/2016 DISCIPLINA MUSICA CLASSI PRIME Distinguere ed esplorare eventi sonori. Utilizzare la voce in varie situazioni. Eseguire in gruppo semplici brani

Dettagli

LA VOCE NEL METODO ORFF

LA VOCE NEL METODO ORFF Istituto Musicale Vincenzo Bellini Catania Scuola di DIDATTICA DELLA MUSICA Corso di DIREZIONE DI CORO E REPERTORIO CORALE Anno Accademico 2006/2007 Prof.ssa Elisa Poidomani LA VOCE NEL METODO ORFF ALLIEVA:

Dettagli

4. I figli nelle separazioni e nei divorzi

4. I figli nelle separazioni e nei divorzi 4. I figli nelle separazioni e nei divorzi Fonte: ISTAT Matrimoni, separazioni e divorzi. Anno 1993. Edizione 1995 121 Matrimoni, separazioni e divorzi. Anno 1994. Edizione 1996 Matrimoni, separazioni

Dettagli

IC BOSCO CHIESANUOVA - CURRICOLO UNITARIO SCUOLA PRIMARIA

IC BOSCO CHIESANUOVA - CURRICOLO UNITARIO SCUOLA PRIMARIA IC BOSCO CHIESANUOVA - CURRICOLO UNITARIO SCUOLA PRIMARIA MUSICA Classe Prima COMPETENZE SPECIFICHE ABILITÁ CONOSCENZE E ATTIVITÀ TRAGUARDI DI COMPETENZA L alunno: A. Esplora, discrimina eventi sonori

Dettagli

CLASSE PRIMA COMPETENZE SPECIFICHE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI E ATTIVITA'

CLASSE PRIMA COMPETENZE SPECIFICHE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI E ATTIVITA' ISTITUTO COMPRENSIVO DI SOVIZZO SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI ESPRESSIONE MUSICALE FINALITA La musica, componente fondamentale e universale dell esperienza e dell intelligenza umana, offre uno spazio simbolico

Dettagli

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Marzo 2011 2 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Il Dipartimento per le Comunicazioni, uno dei

Dettagli

Osservatorio Turistico della Regione Liguria

Osservatorio Turistico della Regione Liguria Osservatorio Turistico della Regione ITALIANA ATTUALE E POTENZIALE Le vacanze dei liguri - Agosto 2010 A cura di Sommario Premessa... 3 Le vacanze dei residenti in... 4 Nota metodologica... 13 Periodo

Dettagli

COMPETENZE Comprendere la forma e il significato di messaggi musicali espressi in varie forme e opere

COMPETENZE Comprendere la forma e il significato di messaggi musicali espressi in varie forme e opere 1 ISTITUTO COMPRENSIVO F. de Sanctis Curricolo verticale A.S. 2014/2015 2 MUSICA L educazione musicale, al pari delle altre discipline, ha l obiettivo di educare alla cittadinanza, in linea con le nuove

Dettagli

Le organizzazioni di volontariato in Italia: componenti strutturali e dinamiche emergenti

Le organizzazioni di volontariato in Italia: componenti strutturali e dinamiche emergenti Le organizzazioni di volontariato in Italia: componenti strutturali e dinamiche emergenti Nereo ereo Zamaroamaro Servizio istituzioni pubbliche e private Numeri e attività dei CSV: cosa facciamo e cosa

Dettagli

INDICE. Premessa... 7

INDICE. Premessa... 7 INDICE Premessa... 7 GIOVEDÌ SANTO Schema della Celebrazione... 12 I Santi Padri... 13 Agostino: Vi do un comandamento nuovo... 13 Efrem: L agnello figura e l Agnello vero... 16 Cirillona: La gioia di

Dettagli

MUSICA SCUOLA DELL INFANZIA 3 ANNI

MUSICA SCUOLA DELL INFANZIA 3 ANNI Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Statale Sandro Pertini Via V. Cuoco,63 00013 Fonte Nuova (RM) Tel. 069059089 Fax

Dettagli

TRAGUARDI DI COMPETENZA AL TERMINE della SCUOLA PRIMARIA

TRAGUARDI DI COMPETENZA AL TERMINE della SCUOLA PRIMARIA Curricolo verticale di MUSICA Scuola Primaria TRAGUARDI DI COMPETENZA AL TERMINE della SCUOLA PRIMARIA L alunno esplora, discrimina ed elabora eventi sonori dal punto di vista qualitativo, spaziale e in

Dettagli

Guida. dello. Studente

Guida. dello. Studente Guida dello Studente L ACCADEMIA Centro Studi Musicali L Associazione culturale Accademia C.S.M. ha come finalità l insegnamento delle discipline musicali e la diffusione della cultura musicale mediante

Dettagli

IL CURRICOLO PER IL PRIMO CICLO D ISTRUZIONE SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MUSICA

IL CURRICOLO PER IL PRIMO CICLO D ISTRUZIONE SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MUSICA IL CURRICOLO PER IL PRIMO CICLO D ISTRUZIONE SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MUSICA MUSICA SCUOLA PRIMARIA - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI METODOLOGIE E STRATEGIE

Dettagli

ABRUZZO PROGETTO D ARTE EDIZIONE ESTIVA 2015

ABRUZZO PROGETTO D ARTE EDIZIONE ESTIVA 2015 ABRUZZO PROGETTO D ARTE EDIZIONE ESTIVA 2015 La programmazione avrà come finalità quella di promuovere l arte della musica, della danza, e del teatro, attraverso un percorso attraverso la nostra Regione,

Dettagli

PROPOSTA DELLA CO.RE.IS. (COMUNITA RELIGIOSA ISLAMICA) ITALIANA elaborata da Yahya Pallavicini, Faridah Peruzzi, Hamid Distefano, Aisha Lazzerini

PROPOSTA DELLA CO.RE.IS. (COMUNITA RELIGIOSA ISLAMICA) ITALIANA elaborata da Yahya Pallavicini, Faridah Peruzzi, Hamid Distefano, Aisha Lazzerini $//(*$72% 67$7872'(*/,,0$0'(//$)('(5$=,21('(//,6/$0,7$/,$12 PROPOSTA DELLA CO.RE.IS. (COMUNITA RELIGIOSA ISLAMICA) ITALIANA elaborata da Yahya Pallavicini, Faridah Peruzzi, Hamid Distefano, Aisha Lazzerini

Dettagli

Corso di laurea specialistica in Psicologia clinica: salute, relazioni familiari, interventi di comunità

Corso di laurea specialistica in Psicologia clinica: salute, relazioni familiari, interventi di comunità Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano Facoltà di Psicologia Corso di laurea specialistica in Psicologia clinica: salute, relazioni familiari, interventi di comunità VOCI DI COPPIE MIGRANTI DAL

Dettagli

MUSICA prima elementare CANTO CORALE

MUSICA prima elementare CANTO CORALE MUSICA prima elementare CANTO CORALE Particolarmente in preparazione di un concerto di Natale Canto corale, ascolto di canzoni e brani di musica per bambini, classica e non, giochi di ascolto, canto con

Dettagli

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA)

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) (aggiornamento al 31 DICEMBRE 2014) REGIONE PUGLIA 11.310 31.758 22.145 168.396 2.866 208.465 1.819 1.566.140 55 172.237

Dettagli

Censimento delle strutture per anziani in Italia

Censimento delle strutture per anziani in Italia Cod. ISTAT INT 00046 AREA: Amministrazioni pubbliche e servizi sociali Settore di interesse: Assistenza e previdenza Censimento delle strutture per anziani in Italia Titolare: Dipartimento per le Politiche

Dettagli

Grafico 17. Distribuzione regionale dei contributi alle Attività Promozionali v.a. e variazione % (anni 2004-2005) - 50 100 150 200 250 300 350

Grafico 17. Distribuzione regionale dei contributi alle Attività Promozionali v.a. e variazione % (anni 2004-2005) - 50 100 150 200 250 300 350 Camera dei Deputati 81 Senato della Repubblica Grafico 17. Distribuzione regionale dei contributi alle Attività Promozionali v.a. e variazione % (anni 040) Migliaia 0 0 10 0 20 300 30 Piemonte 0,0 Valle

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI STRUMENTO E MUSICA D INSIEME E TEORIA MUSICALE

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI STRUMENTO E MUSICA D INSIEME E TEORIA MUSICALE SCUOLA MEDIA STATALE PIUMATI-CRAVERI- DALLA CHIESA ANNO SCOLASTICO 2012/2013 PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI STRUMENTO E MUSICA D INSIEME E TEORIA MUSICALE CORSI AD INDIRIZZO MUSICALE CLASSI 1A -1 B 2 A - 2

Dettagli

LA CITTA CHE CANTA REGOLAMENTO

LA CITTA CHE CANTA REGOLAMENTO LA CITTA CHE CANTA L'associazione M. A. Terni, all interno del progetto RIcantamaggio (UMBRIA TRADIZIONI IN CAMMINO), organizza il secondo evento a carattere locale, per formazioni musicali storiche, gruppi

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

FOCUS settembre 2015. Il viaggio dei pugliesi all estero, in base all indagine della Banca d Italia. Fonti: Banca d Italia Turismo internazionale

FOCUS settembre 2015. Il viaggio dei pugliesi all estero, in base all indagine della Banca d Italia. Fonti: Banca d Italia Turismo internazionale struttura. Il confronto dei dati dell Istat con le stime della Banca d Italia sembra evidenziare la presenza di altri fenomeni, oltre quello misurato dalle presenze straniere nelle strutture ricettive.

Dettagli

DALL ALGERIA RITI E TRADIZIONI LA NASCITA LA CIRCONCISIONE

DALL ALGERIA RITI E TRADIZIONI LA NASCITA LA CIRCONCISIONE DALL ALGERIA LA NASCITA RITI E TRADIZIONI Secondo le tradizioni algerine, una coppia ha il primo bambino entro i primi due anni dal matrimonio. Nei nostri giorni la famiglia ha in media due, tre o al massimo

Dettagli

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA.

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. (Cfr. Indicazioni nazionali per il curricolo Sc. Infanzia D.P.R. dell 11-02-2010) Il sé e l altro Le grandi domande,

Dettagli

Osservatorio Turistico della Regione Liguria

Osservatorio Turistico della Regione Liguria Osservatorio Turistico della Regione LE DIMENSIONI ED I COMPORTAMENTI DELLA DOMANDA TURISTICA ITALIANA ATTUALE E POTENZIALE Le vacanze dei liguri - Febbraio 2011 A cura di Sommario Premessa... 3 Le vacanze

Dettagli

A cura di : Daniela Piraino e Rodolfo La Banca

A cura di : Daniela Piraino e Rodolfo La Banca I.C. Villapiana (Cs) A cura di : Daniela Piraino e Rodolfo La Banca Esercitazioni in classe Body percussione lettura ritmica I bambini leggono piccole sequenze ritmiche e le eseguono con la voce e coi

Dettagli

Indice delle tavole statistiche su cd-rom

Indice delle tavole statistiche su cd-rom Indice delle tavole statistiche su cd-rom Pensionati nel complesso Tavola 1 Pensionati ed importo annuo delle pensioni, complessivo e medio per sesso, regione di residenza, classe di età e Tavola 2 Beneficiari

Dettagli

Indice delle tavole statistiche su cd-rom

Indice delle tavole statistiche su cd-rom Indice delle tavole statistiche su cd-rom Pensionati nel complesso Tavola 1 Pensionati ed importo annuo delle pensioni, complessivo e medio per sesso, regione di residenza, classe di età e Tavola 2 Beneficiari

Dettagli

Pianificazione annuale scuola materna

Pianificazione annuale scuola materna Pianificazione annuale scuola materna Settembre: periodo di familiarizzazione in tutti i gruppi serata dei genitori con elezione del Consiglio dei Genitori - Lavoro linguistico dei bambini di 3 anni :

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE a.s.2013/2014 MUSICA D INSIEME A CURA DEL RESPONSABILE DELL AMBITO Prof.ssa Gloria Mazzi Prof. Giovanni Lorenzo Cardia L ambito disciplinare MUSICA D INSIEME STABILISCE CHE: ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE

Dettagli

L educazione al patrimonio Dalle Indicazioni al curricolo SEMINARIO DI STUDIO PER I GRUPPI DI RICERCA USR-ANSAS EX IRRE ER

L educazione al patrimonio Dalle Indicazioni al curricolo SEMINARIO DI STUDIO PER I GRUPPI DI RICERCA USR-ANSAS EX IRRE ER L educazione al patrimonio Dalle Indicazioni al curricolo SEMINARIO DI STUDIO PER I GRUPPI DI RICERCA USR-ANSAS EX IRRE ER GRUPPO DI RICERCA MUSICA USR ER ANSAS EX IRRE ER L OPERA LIRICA NEL CURRICOLO

Dettagli

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE ESERCIZI SPECIALIZZATI. AL 31/12/2013 PIEMONTE Altri prodotti 19 41.235 113 168 281 0 2 3 Articoli igienico-sanitari/materiali da 1 2.493 2 0 2 0 0 0 Articoli sportivi/attrezzatura campeggi 9 25.694 119

Dettagli

DANZA CLASSICA livello principianti-intermedi

DANZA CLASSICA livello principianti-intermedi DANZA E AFFINI BIMBIMBALLO PRESENTAZIIONE Il progetto bimbimballo nasce dal desiderio di dare sbocco al naturale ed intenso impulso di muoversi dei bambini considerati dai 2 anni in avanti insieme ad una

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Le attività delle Regioni per implementare il progetto nel territorio

COMUNICATO STAMPA. Le attività delle Regioni per implementare il progetto nel territorio COMUNICATO STAMPA Garanzia Giovani, i nuovi dati: sono 169.076 i giovani che si sono registrati, 36.566 sono stati già convocati dai servizi per il lavoro e 23.469 hanno già ricevuto il primo colloquio

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA G. PARINI TORINO

DIREZIONE DIDATTICA G. PARINI TORINO DIREZIONE DIDATTICA G. PARINI TORINO INSEGNANTI: CATERINA PIRROTTA ANTONELLA BORDONARO CLASSE I OBIETTIVI GENERALI Portare il bambino alla scoperta di se stesso in rapporto con gli altri. Far scoprire

Dettagli

stabile o una serie di appartamenti dove l immigrato può permanere per un periodo già fissato dalla struttura stessa. Sono ancora tantissimi gli

stabile o una serie di appartamenti dove l immigrato può permanere per un periodo già fissato dalla struttura stessa. Sono ancora tantissimi gli P R E M E S S A Con la presente rilevazione, la Direzione Centrale per la Documentazione e la Statistica si propone di fornire un censimento completo delle strutture di accoglienza per stranieri, residenziali

Dettagli

TRAGUARDI MINIMI DI COMPETENZA AL TERMINE DELLA SCUOLA D INFANZIA

TRAGUARDI MINIMI DI COMPETENZA AL TERMINE DELLA SCUOLA D INFANZIA TRAGUARDI MINIMI DI COMPETENZA AL TERMINE DELLA SCUOLA D INFANZIA COMPETENZE EDUCATIVE AMBITO INDICATORI COMPETENZE IDENTITÀ Conoscenza di sé Relazione con gli altri Rispetta il proprio ruolo. Esprime

Dettagli

CALENDARIO MANIFESTAZIONI ANNO 2009

CALENDARIO MANIFESTAZIONI ANNO 2009 CALENDARIO MANIFESTAZIONI ANNO 2009 LUGLIO MERCOLEDI' 1 CONCERTO con la CORALE SAN CASSIANO VITA NUOVA e L'ORCHESTRA ZONA MUSICALE - Org. Corale San Cassiano e Comune Montemarciano (Parco Colle Sereno

Dettagli

I. DIVISIONE AMMINISTRATIVA E CARATTERIZZAZIONE DI ALCUNE REGIONI ITALIANE

I. DIVISIONE AMMINISTRATIVA E CARATTERIZZAZIONE DI ALCUNE REGIONI ITALIANE I. DIVISIONE AMMINISTRATIVA E CARATTERIZZAZIONE DI ALCUNE REGIONI ITALIANE 1. LE REGIONI ITALIANE Amministrativamente il territorio della Repubblica Italiana è deviso in 20 regioni. Ogni regione ha il

Dettagli

È SEMPRE TEMPO DI MUSICA

È SEMPRE TEMPO DI MUSICA È SEMPRE TEMPO DI MUSICA Percorso musica VivaVoce bambini 0-3 anni L Associazione MusicaInsieme propone da settembre il nuovo percorso Musica VivaVoce ideato ed organizzato per la primissima infanzia.

Dettagli

Sintesi descrittiva del Progetto

Sintesi descrittiva del Progetto Sintesi descrittiva del Progetto ISTITUTO: Casa per anziani Mons. Craveri-Oggero CATEGORIA PROGETTO: A tutta arte ALLEGATI: Documento in power point FIGURE COINVOLTE: Volontari tesserati S.V.A.F. (Servizio

Dettagli