MODULO 3 Dal Problema al form VBasic.Net con le strutture di sequenza e di selezione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MODULO 3 Dal Problema al form VBasic.Net con le strutture di sequenza e di selezione"

Transcript

1 MODULO 3 Dal Problema al form VBasic.Net con le strutture di sequenza e di selezione PARAGRAFO 1: Definizione di struttura di sequenza o sequenziale In un algoritmo si parla di struttura di sequenza quando le istruzioni elementari dell algoritmo sono una di seguito all altra come mostra la figura: Problema1: Dati due numeri A e B, calcolarne la somma. Per la realizzazione di questo programma in VB.net seguiamo i suddetti 5 passi: 1) la tabella delle variabili di input, di output e di lavoro è la seguente: Tabelle delle variabili di input, output e di lavoro A Primo numero B Secondo numero Som Somma dei 2 numeri 2) Individuazione dell algoritmo per passi Algoritmo per passi 2. dammi il valore del primo numero A 3. dammi il valore del secondo numero B 4. somma i due numeri A e B 5. visualizza la somma Som 5. fine 3) individuazione del diagramma a blocchi Algoritmo col diagramma a blocchi Inizio A, B Som=A+B Som Fine 4) Creazione del form Visualbasic.Net, inserendo gli oggetti: label, textbox e botton, ecc. e definendo le loro proprietà 1

2 5) Codifica del corpo dei pulsanti di calcolo (button) inseriti nel Form Qui nel form c è un solo pulsante che effettua un calcolo e si chiama +. Pertanto procederemo a scrivere il codice visualbasic.net sono per tale pulsante. Esso è il seguente: CODIFICA PULSANTE + ' DICHIARAZIONE DELLE VARIABILI Dim A, B, Som As Integer ' INPUT DEL VALORE DI A E DEL VALORE DI B A=Val(txtA.Text) B=Val(txtB.Text) ' SOMMA A+B Som=A+B ' STAMPA SOMMA txtsom.text=som txta è il nome della casella di testo creata per A, mentre.txt è la proprietà testo delle caselle txta.text e txtb.text Problema2: Dati un numero A, calcolare il suo quadrato QA e il suo doppio DA e li stampi. 1) Tabelle delle variabili di input e output A QA DA Primo numero Quadrato di A Doppio di A 2. dammi il valore del primo numero A 3. calcola il suo quadrato, AQ=A*A 4. calcola il suo doppio, DA=2*A 5. visualizza AQ e DA 6. fine 2

3 4) Creazione del form Visualbasic. Net 5) CODIFICA PULSANTE Calcola ' DICHIARAZIONE DELLE VARIABILI DIM a, qa, da, As Integer ' INPUT DEL VALORE DI a = Val (txta.text) ' CALCOLO DEL QUADRATO DI A qa = a*a ' CALCOLO DEL DOPPIO DI A da = a+a ' STAMPA A VIDEO DI QA E DA txtqa.text = qa txtda.text = da Problema3: Date le basi maggiori e minori e l altezza di un trapezio, calcolare l area. Per la realizzazione di un programma in VB.net seguire i seguenti 5 passi: 1) Tabelle delle variabili di input, di output e di lavoro B1 b2 H SOM P Area Base maggiore base minore Altezza Somma (B1+b2) Prodotto SOM*H Area del trapezio P/2 2. Dammi il valore della base maggiore B1 3. Dammi il valore della base minore b2 4. Dammi il valore dell altezza H 5. Somma la base B1 con la B2 6. Assegna a som, la somma del punto 5 7. Moltiplica le variabili som e h 8. Assegna a P, il prodotto del punto 7 9. Dividi il prodotto per Assegna ad Area, la divisione del punto Stampa a video l area A 10. Fine Inizio B1,b2,H som =B1+b2 P = som * H Area = P / 2 Area Fine 3

4 4) Creazione del form Visualbasic. Net 5) CODIFICA PULSANTE Calcola ' DICHIARAZIONE DELLE VARIABILI Dim B1, B2, H, Som, P As Integer Dim A As Double ' INPUT DEI VALORI DI B1, b2 e H B1 = Val (txtb1.text) B2 = Val (txtb2.text) H = Val (txth.text) ' CALCOLO DELL AREA DEL TRAPEZIO Som = B1 + B2 P = Som * H A = P / 2 ' STAMPA DELL AREA DEL TRAPEZIO txta.text = A Problema4: Scrivere un algoritmo che dati tre voti interi A, B e C letti in input, calcoli la media aritmetica e la stampi in output Per la realizzazione di un programma in VB.net seguire i seguenti 5 passi: 1) Tabelle delle variabili di input, di output e di lavoro A B C SOM MED 1 voto 2 voto 3 voto Somma dei tre voti Media dei tre voti 2. Dammi il primo voto A 3. Dammi il secondo voto B 4. Dammi il terzo voto C 5. Somma i tre voti A, B e C 6. Calcola la media dei tre voti 7. Fine Inizio A,B,C SOM =A+B+C Media =SOM / 3 Media Fine 4

5 4) Creazione del form Visualbasic. Net 5) CODIFICA PULSANTE Calcola C ' DICHIARAZIONE DELLE VARIABILI Dim A, B, C, SOM As Integer Dim media As Decimal ' INPUT DEI VALORI DI A, B e A = Val (txta.text) B = Val (txtb.text) C = Val (txtc.text) ' CALCOLO DELLA MEDIA SOM = A + B + C media = SOM / 3 ' STAMPA DELLA MEDIA A VIDEO txtmedia.text = media Problema5: Scrivere un algoritmo che dati due numeri e Y, effettui lo scambio dei valori e stampi a video i nuovi valori assunti da esse, utilizzando una variabile di appoggio. Y Capiamo il problema: sia x=10 e y=20 1) modo: sposto prima il contenuto di y in x, allora faccio x=y, quindi x sarà = 20, ma anche y = 20 2) modo: sposto prima il contenuto di x in y, allora faccio y=x, quindi y sarà = 10, ma anche x = 10 Bene in entrambi i modi ho ottenuto due valori uguali di x e di y e non è quello che volevo. Cosa devo fare? Prima di effettuare lo scambio, occorre conservare il valore di x o di y all interno di un altra variabile, detta temporanea, TEMP. Per la realizzazione di un programma in VB.net seguire i seguenti 5 passi: 1) Tabelle delle variabili di input, di output e di lavoro Y TEMP Primo valore Secondo valore Variabile temporanea di appoggio 2. Dammi i valori di e Y 3. Assegna a TEMP il valore di 4. Assegna ad il valore di Y 5. Assegna ad Y il valore di TEMP 6. Stampa e Y 8. Fine 5

6 4) Creazione del form Visualbasic. Net 5) CODIFICA PULSANTE Calcola ' DICHIARAZIONE DELLE VARIABILI Dim x, y, temp As Integer ' INPUT DEI VALORI DI E Y x = Val(txt.Text) y = Val(txtY.Text) 'SCAMBIO DEI VALORI DELLE E Y temp = x 'CONSERVO IN TEMP, x = y y = temp ' STAMPA DEI NUOVI VALORI DI E Y txt.text = x txty.text = y Problema6: Scrivere un algoritmo che dati in input quattro valori interi A, B, C e D, ruoti il loro valore di uno step indietro in senso antiorario e scriva in output il loro valore modificato. prima rotazione di uno step in senso orario dopo Per la realizzazione di un programma in VB.net seguire i seguenti 5 passi: 1) Tabelle delle variabili di input, di output e di lavoro A B C D TEMP Primo valore Secondo valore Terzo valore Quarto Valore Variabile temporanea di appoggio 2. Dammi i valori di A,B,C,D 3. Assegna a TEMP il valore di A 4. Assegna ad A il valore di D 5. Assegna ad D il valore di C 6. Assegna ad C il valore di B 7. Assegna ad B il valore di TEMP 8. Stampa i nuovi valori di A,B,C,D 9. Fine 6

7 4) Creazione del form Visualbasic. Net 5) CODIFICA PULSANTE Calcola ' DICHIARAZIONE DELLE VARIABILI Dim A, B, C, D, TEMP As Integer ' INPUT DEI VALORI DI A,B,C,D A = Val (txta.text) B = Val (txtb.text) C = Val (txtc.text) D = Val (txtd.text) ' SCAMBIO DEL VALORE TRA A,B,C,D TEMP = A A = D D = C C = B B = TEMP ' OUTPUT DEI VALORI A,B,C,D MODIFICATI txta.text = A txtb.text = B txtc.text = C txtd.text = D Problema7: Trovare l algoritmo che calcoli la tabellina di un numero da 1 a 1000 e stampi la tabellina scelta a video Per la realizzazione di un programma in VB.net seguire i seguenti 5 passi: 1) Tabelle delle variabili di input, di output e di lavoro NUM R1 R2 R3 R4 R5 R6 R7 R8 R9 R10 Numero da 1 a 1000 di cui si vuole conoscere la tabellina 1 risultato della tabellina 2 risultato della tabellina 3 risultato della tabellina 4 risultato della tabellina 5 risultato della tabellina 6 risultato della tabellina 7 risultato della tabellina 8 risultato della tabellina 9 risultato della tabellina 10 risultato della tabellina 2. Dammi il numero, NUM 3. Assegna a R1 il valore NUM*1 4. Assegna a R2 il valore NUM*2 5. Assegna a R3 il valore NUM*3 6. Assegna a R4 il valore NUM*4 7. Assegna a R5 il valore NUM*5 8. Assegna a R6 il valore NUM*6 9. Assegna a R7 il valore NUM*7 10. Assegna a R8 il valore NUM*8 11. Assegna a R9 il valore NUM*9 12. Assegna a R10 il valore NUM* Stampa a video in label R1,R2,R3,R4,R5 14. Stampa a video in label R6,R7,R8,R9,R fine 7

8 Inizio NUM R1=NUM*1 R2=NUM*2 R3=NUM*3 R4=NUM*4 R5=NUM*5 R6=NUM*6 R7=NUM*7 R8=NUM*8 R9=NUM*9 R10=NUM*10 R1..R10 Fine CODIFICA PULSANTE CALCOLA Dim numero As Integer num=val(txtnumero.text) Calcolo R1 = num*1 R2 = num*2 R3 = num*3 R4 = num*4 R5 = num*5 R6 = num*6 R7 = num*7 R8 = num*8 R9 = num*9 R10 = num*10 Stampa video lbl1.text=r1 lbl2.text=r2 lbl3.text=r3 lbl4.text=r4 lbl5.text=r5 lbl6.text=r6 lbl7.text=r7 lbl8.text=r8 lbl9.text=r9 lbl10.text=r10 Problem8: Trovare l algoritmo che calcoli una tabella di conversione da euro a 8 valute e stampi le conversioni a video. Per la realizzazione di un programma in VB.net seguire i seguenti 5 passi: 1) Tabelle delle variabili di input, di output e di lavoro Euro Lira Franco DollaroUsa DollaroAustr Scellino Yen Corona Sterlina Valuta in Euro Valuta in Lire Valuta in Franco Valuta in dollaro Americano Valuta in dollaro Austrialano Valuta in scellino Austriaco Valuta in yen Giapponese Valuta in corona Ceka Valuta in sterlina Inglese 2. leggi la valuta euro 3. assegna a Lira, euro* assegna a Franco, euro* assegna a DollaroUsa, euro* assegna a DollaroAustr, euro* assegna a Scellino, euro* assegna a Yen, euro* assegna a Corona, euro* assegna a Sterlina, euro* stampa a video Lira, Franco, DollaUsa 12. stampa a video DollaroAustr, Scellino 13. stampa a video Yen, Corona, Sterlina 14. fine 8

9 Inizio Euro Lira = Euro* Franco = Euro* DollaroUsa = Euro* DollaroAustr = Euro* Scellino = Euro* Yen = Euro* Corona = Euro* Sterlina = Euro* stampa Fine CODIFICA PULSANTE CONVERTI Dim lira, franco, dollarousa, dollaroa, scellino, yen, corona, sterlina As Decimal 'calcolo euro= Val (txteuro.text) Lira= euro * Franco = euro * DollaroUsa = euro * DollaroAustr = euro * Scellino = euro * Yen = euro * Corona = euro * Sterlina = euro * 'stampa a video Label1.Text = lira Label2.Text = franco Label3.Text = dollarousa Label4.Text = dollaroa Label5.Text = scellino Label6.Text = yen Label17.Text = corona Label18.Text = sterlina Problema9: Trovare un algoritmo che esegua una calcolatrice banale che effettui la somma di 2 numeri e la stampi a video. 1) Tabelle delle variabili di input, di output e di lavoro NUMERO1 NUMERO2 SOMMA Primo Numero Secondo Numero Somma dei 2 numeri Algoritmo per passi Creazione del form Visualbasic. Net 2. Dammi il primo numero NUMERO1 3. Dammi il secondo numero NUMERO2 4. Somma i due numeri 5. Stampa a video la somma Suggerimenti grafici. I controlli grafici che il form VB deve avere sono: a) una textbox, rinominata txtdisplay, per riprodurre il display della calcolatrice b) 10 button per riprodurre i 10 pulsanti relativi alle 10 cifre (1,2,3,4,5,6,7,8,9 e 0) c) 1 button per l operatore di somma e 1 button per l operatore di uguale. 9

10 In totale dobbiamo programmare 12 pulsanti. Data la complessità, dividiamo il problema in sottoproblemi a), b) e c) a) Tutte le cifre del 1 addendo da visualizzare sul display dovranno apparire una di seguito all altra. Ciò si ottiene programmando i 10 pulsanti. Più precisamente, scriveremo: 1) pulsante: txtdisplay.text= txtdisplay.text+ 1 (che si legge cosi: nel testo della casella di testo txtdisplay metti quello che c è già dentro + il numero 1) 2) pulsante: txtdisplay.text= txtdisplay.text+ 2 (che si legge cosi: nel testo della casella di testo txtdisplay metti quello che c è già dentro + il numero 2) 3) pulsante: txtdisplay.text= txtdisplay.text+ 3 (che si legge cosi: nel testo della casella di testo txtdisplay metti quello che c è già dentro + il numero 3) 4) pulsante: txtdisplay.text= txtdisplay.text+ 4 (che si legge cosi: nel testo della casella di testo txtdisplay metti quello che c è già dentro + il numero 4) 5) pulsante: txtdisplay.text= txtdisplay.text+ 5 (che si legge cosi: nel testo della casella di testo txtdisplay metti quello che c è già dentro + il numero 5) 6) pulsante: txtdisplay.text= txtdisplay.text+ 6 (che si legge cosi: nel testo della casella di testo txtdisplay metti quello che c è già dentro + il numero 6) 7) pulsante: txtdisplay.text= txtdisplay.text+ 7 (che si legge cosi: nel testo della casella di testo txtdisplay metti quello che c è già dentro + il numero 7) 8) pulsante: txtdisplay.text= txtdisplay.text+ 8 (che si legge cosi: nel testo della casella di testo txtdisplay metti quello che c è già dentro + il numero 8) 9) pulsante: txtdisplay.text= txtdisplay.text+ 9 (che si legge cosi: nel testo della casella di testo txtdisplay metti quello che c è già dentro + il numero 9) 0) pulsante: txtdisplay.text= txtdisplay.text+ 0 (che si legge cosi: nel testo della casella di testo txtdisplay metti quello che c è già dentro + il numero 0) Test del sottoproblema a). Se la programmazione dei 10 tasti è andata a buon fine, mandando in esecuzione il form, il primo addendo apparirà (in formato testo) completamente sul display b) Programmare il tasto +. Esso deve: - convertire in formato numero il primo addendo apparso sul display (usando la funzione Val) - conservarlo in memoria in una variabile temporanea NUMERO1, opportunamente dichiarata - poi azzerare il display c) Programmare il tasto =. A tal fine bisogna: - Spostare la dichiarazione della variabile TEMP in testa al form, sotto la scritta public class form, in modo che sia visibile in tutto il form e, quindi, anche in entrambi i pulsanti in cui è usata: + e =. - Assegnare alla variabile temporanea NUMERO2, il secondo addendo visualizzato sul display in formato numero e assegnare alla variabile temporanea SOMMA, la somma tra NUMERO1 e NUMERO2. Infine mostrare sul display il valore di SOMMA CODIFICA DEL PULSANTE 1 CODIFICA DEL PULSANTE 2 txtdisplay.text=txtdisplay.text+"1" txtdisplay.text=txtdisplay.text+"2" CODIFICA DEL PULSANTE 3 CODIFICA DEL PULSANTE 4 txtdisplay.text=txtdisplay.text+"3" txtdisplay.text=txtdisplay.text+"4" CODIFICA DEL PULSANTE 5 CODIFICA DEL PULSANTE 6 txtdisplay.text=txtdisplay.text+"5" txtdisplay.text=txtdisplay.text+"6" 10

11 CODIFICA DEL PULSANTE 7 CODIFICA DEL PULSANTE 8 txtdisplay.text=txtdisplay.text+"7" txtdisplay.text=txtdisplay.text+"8" CODIFICA DEL PULSANTE 9 CODIFICA DEL PULSANTE 0 txtdisplay.text=txtdisplay.text+"9" txtdisplay.text=txtdisplay.text+"0" CODIFICA DEL PULSANTE SOMMA CODIFICA DEL PULSANTE = ' Calcolo formato numerico del 1 addendo NUMERO1 = Val(txtDisplay.Text) ' Azzeramento display txtdisplay.text = "" CODIFICA FORM1 Public Class Form1 ' la variabile NUMERO1 deve essere visibile sia nel bottone somma che in quello uguale allora si dichiara qui Dim NUMERO1 As Integer Dim SOMMA, NUMERO2 As Integer ' Calcolo formato numerico del 2 addendo numero2 NUMERO2 = Val(txtDisplay.Text) ' Somma dei due addendi SOMMA = NUMERO2 + NUMERO1 ' Stampa a video della loro somma txtdisplay.text = SOMMA Problema10: Scrivere un algoritmo che dati tre voti interi A, B e C letti in input, calcoli la media aritmetica e la stampi in output Per la realizzazione di un programma in VB.net seguire i seguenti 5 passi: 1) Tabelle delle variabili di input, di output e di lavoro A B C SOM MED 1 voto 2 voto 3 voto Somma dei tre voti Media dei tre voti 2. Dammi il primo voto A 3. Dammi il secondo voto B 4. Dammi il terzo voto C 5. Somma i tre voti A, B e C 6. Calcola la media dei tre voti 7. Fine Inizio A,B,C SOM =A+B+C Media =SOM / 3 Media Fine 11

12 4) Creazione del form Visualbasic. Net 5) CODIFICA PULSANTE Calcola ' DICHIARAZIONE DELLE VARIABILI Dim A, B, C, SOM As Integer Dim media As Decimal ' INPUT DEI VALORI DI A, B e C A = Val (txta.text) B = Val (txtb.text) C = Val (txtc.text) ' CALCOLO DELLA MEDIA SOM = A + B + C media = SOM / 3 ' OUTPUT DELLA MEDIA A VIDEO txtmedia.text = media PARAGRAFO 2 Definizione di struttura di selezione La struttura di selezione permette di impostare nell algoritmo percorsi o rami diversi in base a condizioni che possono essere o meno verificate. Casi particolari della struttura di selezione 1) Si parla di struttura di selezione ad una via, quando il percorso falso non è presente. Essa, nel metodo del diagramma a blocchi, si rappresenta cosi: Nel diagramma a blocchi Esempio: N1 è positivo? In Visual Basic.Net ' DICHIARAZIONE DELLE VARIABILI Dim N1 As Integer ' INPUT N1=Val(txtN1.text) ' CALCOLO If N1 > 0 Then OUTPUT MsgBox(N1) End If 2) Si parla di struttura di selezione a 2 vie, quando vi sono entrambi i percorsi: vero e falso. Essa, nel metodo del diagramma a blocchi, si rappresenta cosi: Nel diagramma a blocchi Esempio: Max tra N1 e N2 In Visual Basic.Net ' DICHIARAZIONE DELLE VARIABILI Dim N1, N2, Max As Integer ' INPUT N1=Val(txtN1.text); N2=Val(txtN2.text) ' CALCOLO If N1 > N2 Then Max = N1 Else Max = N2 End If OUTPUT MsgBox(Max) 12

13 3) Si parla di struttura di selezione a più vie, quando oltre ai percorsi vero e falso ce ne sono altri. Essa, nel metodo del diagramma a blocchi, si rappresenta cosi: (vedi esempio) Esempio: Letto un prezzo di un prodotto e la sua quantità, in base alla quantità richiesta effettua uno tasso di sconto diverso. In Visual Basic.Net Dim prezzo, quantità, tasso As Decimal 'INPUT prezzo = Val(txtPrezzo.Text) quantita = Val(txtQuantita.Text) 'SELEZIONE MULTIPLA IN VB.NET Select Case quantita Case 1 tasso = 10 Case 2 tasso = 20 Case 3 tasso = 30 Case Else tasso = 40 'COMPRENDE I CASI quantita > 3 End Select Problema11: Dati due numeri N1 e N2, determinare il minimo e il massimo e stamparli 1) Tabelle delle variabili di input e output N1 N2 MIN MA Primo Numero Secondo Numero Minimo tra i due numeri Massimo tra due numeri 2. dammi due valori diversi per N1 e per N2 3. confronta N1 con N2 4. se N1 > N2, allora MA=N1 e MIN = N2 5. altrimenti MIN = N1 e MA = N2 6. stampa MIN e MA 7. fine 4) Creazione del form Visualbasic. Net 5) Codifica del corpo dei pulsanti di calcolo Dim N1, N2, Max, Min As Integer ' input N1 = Val(txtN1.Text) N2 = Val(txtN2.Text) ' controllo selezione a 2 vie If N1 > N2 Then Max = N1 Min = N2 Else Max = N2 Min = N1 End If ' output lbl4.text = Max lbl5.text = Min 13

14 Problema12 : Dati due numeri N1 e N2, ordinarli in ordine crescente e stamparli a video 1) Tabelle delle variabili di input e output N1 N2 Primo Numero Secondo Numero 2. dammi due valori diversi per N1 e per N2 3. confronta N1 con N2 4. se N1 > N2, allora stampa N2 e poi N1 5. altrimenti stampa N1 e poi N2 6. fine 4) Creazione del form Visualbasic. Net 5) Codifica del corpo dei pulsanti di calcolo Dim N1, N2 As Integer ' input N1 = Val(txtN1.Text) N2 = Val(txtN2.Text) ' controllo e stampa a video If N1 < N2 Then lbl3.text = N1 lbl4.text = N2 Else lbl3.text = N2 lbl4.text = N1 End If Problema13: Dati due numeri N1 e N2, calcolare quello positivo e quello negativo e stamparlo 1) Tabelle delle variabili di input e output N1 N2 Primo Numero Secondo Numero POS NEG Numero Positivo Numero Negativo Numero Intero Numero Intero 2. dammi due valori diversi per N1 e per N2 3. confronta N1 con N2 4. se N1 > 0, allora POS=N1 e stampa POS 5. altrimenti NEG=N1 e stampa NEG 5. se N2 >0, allora POS=N2 e stampa POS 5. altrimenti NEG=N2 e stampa NEG 6. fine 4) Creazione del form Visualbasic. Net 5) Codifica del corpo dei pulsanti di calcolo Dim N1, N2, POS, NEG As Integer N1 = Val(txtN1.text) N2 = Val(txtN2.text) If N1 > 0 Then POS = N1 lbl4.text = POS Else NEG = N1 lbl3.text = NEG End If If N2 > 0 Then POS = N1 lbl4.text = POS Else NEG = N2 Lbl3.Text = NEG End If 14

15 Problema14: Dati due numeri N1 e N2, determinare quello pari e quello dispari e stamparli 1) Tabelle delle variabili di input e output N1 N2 Primo Numero Secondo Numero PARI DISP Numero Pari Numero Dispari Numero Intero Numero Intero Q1,Q2 R1,R2 Quozienti dei numeri N1 e N2 Resti delle divisioni per 2 Numero Intero Numero Intero 2. dammi due valori diversi per N1 e per N2 3. Calcola Q1=INT(N1/2) e R1=N1-2*Q1 4. Calcola Q2=INT(N2/2) e R2=N2-2*Q2 5. se R1=0 allora PARI=N1 e stampa PARI 6. altrimenti DISP=N1 e stampa DISP 7. se R2=0 allora PARI=N2 e stampa PARI 8. altrimenti DISP=N2 e stampa DISP 9. fine 4) Creazione del form Visualbasic. Net 5) Codifica del corpo dei pulsanti di calcolo Dim N1, N2, PARI, DISP As Integer Dim Q1, Q2, R1, R2 As Integer N1 = Val(txtN1.text) N2 = Val(txtN2.text) Q1=INT(N1/2); Q2=INT(N2/2) R1=N1-2*Q1; R2=N2-2*Q2 If R1 = 0 Then PARI = N1; lbl4.text = PARI Else DISP = N1; lbl3.text = DISP End If If R2 = 0 Then PARI = N2; lbl4.text = PARI Else DISP = N2; lbl3.text = DISP End If Problema15: Dati tre numeri N1,N2 e N3 determinare quello Max e stamparlo a video 1) Tabelle delle variabili di input e output N1 N2 N3 Primo Numero Secondo Numero Terzo Numero 2. dammi i valori N1, N2, N3 3. Assegna a Max, il numero N1 4. Se N2 > Max allora a Max assegna N2 5. Se N3 > Max allora a Max assegna N3 6. stampa Max 7. fine 4) Creazione del form Visualbasic. Net 5) Codifica del corpo del pulsante calcola Dim N1, N2, N3, Max As Integer ' input N1 = Val(txtN1.text) N2 = Val(txtN2.text) N3 = Val(txtN3.text) Max = N1 ' calcolo If N2 > Max Then Max = N2 End If If N3 > Max Then Max = N3 End If ' output lbl5.text = Max 15

16 PROBLEMA16: Scrivere un algoritmo che dati 3 numeri N1, N2 e N3 positivi e negativi, calcoli la somma dei numeri positivi e la stampi a video. 1) Tabelle delle variabili di input e output N1 N2 N3 SOM Primo Numero Secondo Numero Terzo Numero Somma dei numeri positivi 2. dammi i valori N1, N2, N3 3. Se N1 > 0 allora a SOM=SOM+N1 4. Se N2 > 0 allora a SOM=SOM+N2 5. Se N3 > 0 allora a SOM=SOM+N3 6. stampa SOM 7. fine 4) Creazione del form Visualbasic. Net 5) Codifica del corpo del pulsante calcola Dim N1, N2, N3, Max As Integer ' input N1 = Val(txtN1.text) N2 = Val(txtN2.text) N3 = Val(txtN3.text) ' calcolo If N1 > 0 Then SOM=SOM+N1 End If If N2 > 0 Then SOM=SOM+N2 End If If N3 > 0 Then SOM=SOM+N3 End If ' output lbl5.text = SOM La variabile conteggio Una variabile conteggio è un contatore che viene inizializzato al valore zero 1 e poi viene incrementato di una unità ogni qual volta si verifica una certa condizione. PROBLEMA17: Scrivere un algoritmo che dati 3 numeri N1, N2 e N3 positivi e negativi, conti quanti sono positivi e li stampi a video. (Suggerimento: usare una variabile conteggio contapos). 1) Tabelle delle variabili di input e output N1 N2 N3 CONTPOS Primo Numero Secondo Numero Terzo Numero Contatore di numeri positivi 1 Per far capire il perché la variabile conteggio viene inizializzata a zero, dire che essa è simile al contatore del contachilometri dell automobile o al contasecondi del cronometro di un orologio: tutti partono da zero. In seguito, però, ci saranno anche variabili a conteggio che saranno inizializzata ad un valore diverso come ad es. la variabile indice ciclo (ad 1, a 2) ecc. 16

17 2. dammi i valori N1, N2, N3 3. Se N1 > 0 allora CONTPOS+=1 4. Se N2 > 0 allora CONTPOS+=1 5. Se N3 > 0 allora CONTPOS+=1 6. stampa CONTPOS 7. fine 4) Creazione del form Visualbasic. Net 5) Codifica del corpo del pulsante calcola Dim N1, N2, N3, Max As Integer ' input N1 = Val(txtN1.text) N2 = Val(txtN2.text) N3 = Val(txtN3.text) ' calcolo If N1 > 0 Then CONTPOS+=1 End If If N2 > 0 Then CONTPOS+=1 End If If N3 > 0 Then CONTPOS+=1 End If ' output lbl5.text = CONTPOS PROBLEMA18: Scrivere un algoritmo che dati 3 numeri N1, N2 e N3 pari e dispari, conti quanti sono pari e li stampi a video. (Suggerimento: usare una variabile conteggio contapari) 1) Tabelle delle variabili di input e output N1 N2 N3 CONTPARI Q1, Q2 R1, R2 Primo Numero Secondo Numero Terzo Numero Contatore dei numeri pari Quozienti Q1 e Q2 Resto R1 e R2 2. dammi i valori N1, N2, N3 3. Q1=N1/2, Q2=N2/2, Q3=N3/2 4. R1=N1-Q1*2, R2=N2-Q2*2, R3=N3-Q3*2, 5. Se R1 = 0 allora CONTPARI+=1 6. Se R2 = 0 allora CONTPARI+=1 7. Se R3 = 0 allora CONTPARI+=1 8. stampa CONTPARI 9. fine 4) Creazione del form Visualbasic. Net 5) Codifica del corpo del pulsante calcola Dim N1, N2, N3, Q1, Q2, Q3 As Integer ' input N1=Val(txtN1.text), Q1=N1/2, R1=N1-Q1*2 N2=Val(txtN2.text), Q2=N2/2, R2=N2-Q2*2 N3=Val(txtN3.text), Q3=N3/2, R3=N3-Q3*2 ' calcolo If R1 = 0 Then CONTPARI+=1 End If If R2 = 0 Then CONTPARI+=1 End If If R3 = 0 Then CONTPARI+=1 End If ' output lbl5.text = CONTPOS 17

18 PROBLEMA19: Scrivere un algoritmo che dati 3 numeri a, b e c li ordini in modo strettamente crescente. (Suggerimento: basta calcolare prima il minimo tra a e b ed tra a e c; poi calcolare il minimo tra b e c; usare una variabile scambio) 1) Tabelle delle variabili di input e output a b c T Primo Numero Secondo Numero Terzo Numero Variabile Temporanea 2. dammi i valori a, b, c 3. se a > b scambiali di posto in modo che il minimo sia al 1) posto 4. se a > c scambiali di posto in modo che il minimo sia al 1) posto 5. se b > c scambiali di posto in modo che il minimo sia al 2) posto 6. stampa a video i nuovi valori di a,b e c 7. fine 4) Creazione del form Visualbasic. Net 5) Codifica del corpo del pulsante calcola Dim t, a, b, c As Integer ' input a = Val(txtA.Text) b = Val(txtB.Text) c = Val(txtC.Text) ' calcolo del minimo tra a,b e c e lo si mette al primo posto If a > b Then t = a a = b b = t End If If a > c Then t = a a = c c = t End If ' calcolo del minimo tra b e c e lo si mette al secondo posto If b > c Then t = b b = c c = t End If ' stampa dei numeir in ordine crescente lbl5.text=a lbl6.text=b lbl7.text=c La funzione InputBox Essa si usa per consentire l input di un valore da tastiera che sarà confermato o meno attraverso i pulsanti: ok o annulla. Tale funzione InputBox ha due parametri separati dalla virgola: il 1) obbligatorio e il 2) facoltativo. La sintassi della funzione InputBox è la seguente: InputBox( testo messaggio utente nel prompt (zona grigia), testo nel title (barra blu) ) Poiché il 2) parametro è facoltativo, se non viene specificato, il testo che appare nel title è quello del nome della form che si sta utilizzando. Esempi: inserendo entrambi i parametri 1) e 2) nella funzione InputBox() (fig.a) Codice VB InputBox("QUALE' IL TUO PIATTO PREFERITO?", "ELENCO DEI PIATTI") (fig. b) Codice VB InputBox("DAMMI UN NUMERO DA 1 A 7", "SCELTA DI UN NUMERO CASUALE") 18

19 I valori inseriti nel rigo bianco: SPAGHETTI ALLA PESCATORA (fig.1) e 7 (fig.2) saranno interpretati come testo, quindi la variabile che li conterrà dovrà essere di tipo string. Ad es.: StringaNome=InputBox( inserisci messaggio utente nel prompt, inserisci nome title ) Se si vuole una variabile numero tipo intero si utilizzerà la funzione Val nel seguente modo: numero=val (InputBox( inserisci messaggio utente nel prompt, inserisci nome title )) La funzione MsgBox Essa si usa per consentire l output attraverso l uso di finestre: di avviso, di errore, di informazione, ecc. e l output di valori numerici generati dal programma. Essa ha tre parametri separati dalla virgola: il 1) obbligatorio e il 2) e il 3) facoltativo. La sintassi della funzione MsgBox è la seguente: MsgBox( messaggio utente nel prompt (zona grigia), numero, testo nel title (barra blu) ) Essa ha come 1) e 3) parametro gli stessi della funzione InputBox. La differenza è solo il 2) parametro che serve a specificare, con un numero il tipo di icona da utilizzare. Esempi d uso. CODICE VBASIC MsgBox("?<0 soluzioni non reali", 16, "Avviso") CODICE VBASIC MsgBox("?<0 soluzioni non reali", 64, "Avviso") CODICE VB x= - 0,5 MsgBox(x) x= - 0,5 MsgBox("La soluzione è x = " & x) PROBLEMA 20. Sapendo che un numero a è un quadrato perfetto se la sua radice è un numero intero, cioè: trovare l algoritmo che consenta di sapere se il numero a inserito è un quadrato perfetto. Suggerimento: la funzione radice quadrata da usare in VisualBasic.Net è math.sqrt( ) 1) Tabelle delle variabili di input e output a b qb Numero da verificare Parte intera radice quadrata di a Quadrato di b 19

20 2. dammi il valore del numero: a 3. ad b associa la parte intera della radice quadrata di a 4. se b*b = a allora stampa il messaggio a video a è un quadrato perfetto 5. altrimenti stampa il messaggio a video a non è un quadrato perfetto 6. fine 5) Codifica del corpo del pulsante calcola Dim a, b, qb As Integer; a = val(inputbox(txta.text)) b = int(math.sqrt(a)) qb=b*b If qb = a Then lbl1.text= "a è un quadrato perfetto" else lbl1.text= "a non è un quadr. perfetto" End If 4) Creazione del form Visualbasic. Net PROBLEMA21: Scrivere un algoritmo che dati i 2 coefficienti b e c, di una equazione di 1 grado bx + c = 0, calcoli: il valore della soluzione x, se l'equazione è determinata oppure stampi a video il messaggio eq. impossibile o eq. indeterminata (Suggerimento l eq. bx + c = 0 con b e c? 0 è determinata e ha un unica soluzione x = - c / b; l equazione del tipo 0 = c, con c diverso da 0 è impossibile; l equazione 0 = 0 è indeterminata (cioè ha infinite soluzioni)). 1) Tabelle delle variabili di input e output b c x Coefficiente della x Coefficiente termine noto Soluzione dell equazione 2. dammi valori dei coefficienti: b, c 3. se b<> 0 allora stampa x= - c / b 4. se b=0 e c<>0 allora eq. indeterminata 5. se b=0 e c=0 allora eq. impossibile 6. fine 4) Creazione del form Visualbasic. Net 5) Codifica del corpo del pulsante calcola Dim b, c As Integer Dim x As Decimal ' bx+c=0 b = Val(TextBox1.Text) c = Val(TextBox2.Text) If (b<>0) Then x = -c / b lbl.text=x End If If (b=0 And c<>0) Then MsgBox("b=0 e c<>0 non esistono soluzioni",32, "Attenzione")End If If (b=0 And c=0) Then 'caso in cui b = 0 e c = 0 MsgBox(" 0=0 infinite soluzioni ", 32, "Attenzione")End If 20

21 PROBLEMA22: Scrivere un algoritmo che dati i 3 coefficienti a,b e c, tutti e 3? 0, di una equazione di 2 grado calcoli, se il delta > 0 i valori delle soluzioni: x 1 e x 2 della equazione: ax 2 +bx+c = 0. Se invece il delta < 0, stampi a video il messaggio soluzioni non reali 1) Tabelle delle variabili di input e output a b c delta x1 x2 Coefficiente della x 2 Coefficiente della x Termine noto Valore = b 2-4*a*c Prima radice Seconda radice 2. dammi valori dei coefficienti: a, b, c 3. calcolo del delta=b*b - 4*a*c 4. se delta < 0 allora mostra a video il messaggio che le soluzioni non sono reali, altrimenti 5. calcola x1 con la formula conosciuta 6. calcola x2 con la formula conosciuta 7. stampa a video i valori di x1 e di x2 8. fine 4) Creazione del form Visualbasic. Net 5) Codifica del corpo del pulsante calcola Dim a, b, c, delta As Integer Dim x1, x2 As Double ' input a = Val(txtA.Text) b = Val(txtB.Text) c = Val(txtC.Text) 'calcolo delta = (b * b) - (4 * a * c) If delta < 0 Then MsgBox("?<0 soluzioni non reali", 32, "Attenzione") Else ' Math.Sqrt() è la f. radice quadrata x1 = (-b - Math.Sqrt(delta)) / (2 * a) x2 = (-b + Math.Sqrt(delta)) / (2 * a) ' output lbl6.text = x1 lbl8.text = x2 End If Problema23: Scrivere un algoritmo che dati il prezzo e la quantità di un prodotto da acquistare, calcoli sull importo totale lordo: lo sconto del 10% se la quantità = 1; lo sconto del 20% se la quantità = 2; lo sconto del 30% se la quantità = 3; e lo sconto del 40% in tutti gli altri casi e stampi a video l importo netto scontato da pagare. Per la realizzazione di un programma in VB.net seguire i seguenti 5 passi: 1) Tabelle delle variabili di input, di output e di lavoro prezzo quantità ilordo inetto sconto tasso Prezzo del prodotto Quantità dello stesso prodotto Importo lordo Importo netto da pagare Sconto da applicare all importo lordo Tasso di sconto in base alla quantità 21

1 PARTE Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net

1 PARTE Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net 1 PARTE Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Definizione di utente e di programmatore L utente è qualsiasi persona che usa il computer anche se non è in grado di programmarlo.

Dettagli

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Lezione 1 Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Definizione di utente e di programmatore L utente è qualsiasi persona che usa il computer anche se non è in grado di programmarlo

Dettagli

Per realizzare un programma in VB

Per realizzare un programma in VB Per realizzare un programma in VB E necessario eseguire nell ordine i seguenti passi: 1) Dato un problema, disegnare la tabella delle variabili 2) Determinare l algoritmo risolutivo con la pseudocodifica

Dettagli

AREA RETTANGOLO LIRE IN EURO

AREA RETTANGOLO LIRE IN EURO AREA RETTANGOLO Private Sub Area() Dim h As Integer h = InputBox("altezza") b = InputBox("base") A = b * h MsgBox( L area del Rettangolo è : & A) LIRE IN EURO Dim lire As Double Dim euro As Double lire

Dettagli

Risolvere un problema significa individuare un procedimento che permetta di arrivare al risultato partendo dai dati

Risolvere un problema significa individuare un procedimento che permetta di arrivare al risultato partendo dai dati Algoritmi Algoritmi Risolvere un problema significa individuare un procedimento che permetta di arrivare al risultato partendo dai dati Il procedimento (chiamato algoritmo) è composto da passi elementari

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

+ / operatori di confronto (espressioni logiche/predicati) / + 5 3 9 = > < Pseudo codice. Pseudo codice

+ / operatori di confronto (espressioni logiche/predicati) / + 5 3 9 = > < Pseudo codice. Pseudo codice Pseudo codice Pseudo codice Paolo Bison Fondamenti di Informatica A.A. 2006/07 Università di Padova linguaggio testuale mix di linguaggio naturale ed elementi linguistici con sintassi ben definita e semantica

Dettagli

DI D AGRA R MM M I M A BLOCC C H C I TEORI R A E D D E SERC R I C ZI 1 1

DI D AGRA R MM M I M A BLOCC C H C I TEORI R A E D D E SERC R I C ZI 1 1 DIAGRAMMI A BLOCCHI TEORIA ED ESERCIZI 1 1 Il linguaggio dei diagrammi a blocchi è un possibile formalismo per la descrizione di algoritmi Il diagramma a blocchi, o flowchart, è una rappresentazione grafica

Dettagli

Gli algoritmi. Gli algoritmi. Analisi e programmazione

Gli algoritmi. Gli algoritmi. Analisi e programmazione Gli algoritmi Analisi e programmazione Gli algoritmi Proprietà ed esempi Costanti e variabili, assegnazione, istruzioni, proposizioni e predicati Vettori e matrici I diagrammi a blocchi Analisi strutturata

Dettagli

Introduzione allo Scilab Parte 3: funzioni; vettori.

Introduzione allo Scilab Parte 3: funzioni; vettori. Introduzione allo Scilab Parte 3: funzioni; vettori. Felice Iavernaro Dipartimento di Matematica Università di Bari http://dm.uniba.it/ iavernaro felix@dm.uniba.it 13 Giugno 2007 Felice Iavernaro (Univ.

Dettagli

STRUTTURE (O COSTRUTTI) DI CONTROLLO

STRUTTURE (O COSTRUTTI) DI CONTROLLO Le strutture di controllo Le strutture di controllo STRUTTURE (O COSTRUTTI) DI CONTROLLO determinano l ordine con cui devono essere eseguite le istruzioni sono indipendenti dalla natura delle istruzioni

Dettagli

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC Barra di Formattazione Barra Standard Barra del Menu Intestazione di colonna Barra di Calcolo Contenuto della cella attiva Indirizzo della cella attiva Cella attiva Intestazione

Dettagli

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL Inserire una funzione dalla barra dei menu Clicca sulla scheda "Formule" e clicca su "Fx" (Inserisci Funzione). Dalla finestra di dialogo "Inserisci Funzione" clicca sulla categoria

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Istruzioni per il controllo di ciclo - ciclo a condizione generica

Istruzioni per il controllo di ciclo - ciclo a condizione generica Istruzioni per il controllo di ciclo - ciclo a condizione generica Permette di ripetere l esecuzione di un blocco di istruzioni finchè non viene verificata una condizione logica. Sintassi istruzione_1...

Dettagli

Rapida Introduzione all uso del Matlab Ottobre 2002

Rapida Introduzione all uso del Matlab Ottobre 2002 Rapida Introduzione all uso del Matlab Ottobre 2002 Tutti i tipi di dato utilizzati dal Matlab sono in forma di array. I vettori sono array monodimensionali, e così possono essere viste le serie temporali,

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

Definizione. File di dati. Insieme di record omogenei memorizzati in memoria di massa. Record. Bianchi. Anna Roma 1980. Verdi. Luca Milano 1960.

Definizione. File di dati. Insieme di record omogenei memorizzati in memoria di massa. Record. Bianchi. Anna Roma 1980. Verdi. Luca Milano 1960. File di dati Definizione File di dati Insieme di record omogenei memorizzati in memoria di massa Bianchi Verdi Neri Verdi Anna Roma 1980 Luca Milano 1960 Andrea Torino 1976 Paola Bari 1954 Record Operazioni

Dettagli

Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12

Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12 Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

CAPITOLO PRIMO IL CONCETTO DI ALGORITMO 1

CAPITOLO PRIMO IL CONCETTO DI ALGORITMO 1 1.1 Che cos è un algoritmo CAPITOLO PRIMO IL CONCETTO DI ALGORITMO 1 Gli algoritmi sono metodi per la soluzione di problemi. Possiamo caratterizzare un problema mediante i dati di cui si dispone all inizio

Dettagli

RAPPRESENTAZIONE BINARIA DEI NUMERI. Andrea Bobbio Anno Accademico 1996-1997

RAPPRESENTAZIONE BINARIA DEI NUMERI. Andrea Bobbio Anno Accademico 1996-1997 1 RAPPRESENTAZIONE BINARIA DEI NUMERI Andrea Bobbio Anno Accademico 1996-1997 Numeri Binari 2 Sistemi di Numerazione Il valore di un numero può essere espresso con diverse rappresentazioni. non posizionali:

Dettagli

Cicli in Visual Basic for Application. For contatore = inizio To fine istruzioni Next contatore

Cicli in Visual Basic for Application. For contatore = inizio To fine istruzioni Next contatore Cicli in Visual Basic for Application Le strutture del programma che ripetono l'esecuzione di una o più istruzioni sono chiamate Cicli. Alcune strutture per i cicli sono costruite in modo da venire eseguite

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

Le variabili. Olga Scotti

Le variabili. Olga Scotti Le variabili Olga Scotti Cos è una variabile Le variabili, in un linguaggio di programmazione, sono dei contenitori. Possono essere riempiti con un valore che poi può essere riletto oppure sostituito.

Dettagli

Esempi di algoritmi. Lezione III

Esempi di algoritmi. Lezione III Esempi di algoritmi Lezione III Scopo della lezione Implementare da zero algoritmi di media complessità. Verificare la correttezza di un algoritmo eseguendolo a mano. Imparare a valutare le prestazioni

Dettagli

Rappresentazione dei numeri in un calcolatore

Rappresentazione dei numeri in un calcolatore Corso di Calcolatori Elettronici I A.A. 2010-2011 Rappresentazione dei numeri in un calcolatore Lezione 2 Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Rappresentazione dei numeri

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Un ripasso di aritmetica: Conversione dalla base 10 alla base 16

Un ripasso di aritmetica: Conversione dalla base 10 alla base 16 Un ripasso di aritmetica: Conversione dalla base 1 alla base 16 Dato un numero N rappresentato in base dieci, la sua rappresentazione in base sedici sarà del tipo: c m c m-1... c 1 c (le c i sono cifre

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento.

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. Excel: le funzioni Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. DEFINIZIONE: Le funzioni sono dei procedimenti

Dettagli

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE Access permette di specificare una maschera che deve essere visualizzata automaticamente all'apertura di un file. Vediamo come creare una maschera di

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:...

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:... Ministero della Pubblica Istruzione Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA Scuola Secondaria di II grado Classe Terza Tipo A Codici Scuola:..... Classe:.. Studente:.

Dettagli

EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE

EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE 1. EQUAZIONI Definizione: un equazione è un uguaglianza tra due espressioni letterali (cioè in cui compaiono numeri, lettere

Dettagli

Elementi di informatica

Elementi di informatica Elementi di informatica Sistemi di numerazione posizionali Rappresentazione dei numeri Rappresentazione dei numeri nei calcolatori rappresentazioni finalizzate ad algoritmi efficienti per le operazioni

Dettagli

La somma di 12 e 30 è 42

La somma di 12 e 30 è 42 Nuovo Esercizio Supponendo che: all operazione somma corrisponda il numero 1 all operazione differenza corrisponda il numero 2 all operazione modulo corrisponda il numero 3 all operazione divisione intera

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

AA 2006-07 LA RICORSIONE

AA 2006-07 LA RICORSIONE PROGRAMMAZIONE AA 2006-07 LA RICORSIONE AA 2006-07 Prof.ssa A. Lanza - DIB 1/18 LA RICORSIONE Il concetto di ricorsione nasce dalla matematica Una funzione matematica è definita ricorsivamente quando nella

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

PROPRIETA' ASSOCIATIVA La somma di tre o più addendi non cambia se al posto di alcuni di essi si sostituisce la loro somma.

PROPRIETA' ASSOCIATIVA La somma di tre o più addendi non cambia se al posto di alcuni di essi si sostituisce la loro somma. Addizione: PROPRIETA' COMMUTATIVA Cambiando l'ordine degli addendi la somma non cambia. 1) a + b = b + a PROPRIETA' ASSOCIATIVA La somma di tre o più addendi non cambia se al posto di alcuni di essi si

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

74 319 0350 0 B3144x2. Controllore universale RMU7... Istruzioni operative. Synco 700

74 319 0350 0 B3144x2. Controllore universale RMU7... Istruzioni operative. Synco 700 74 319 0350 0 B3144x2 74 319 0350 0 Istruzioni operative Synco 700 Controllore universale RMU7... Sommario B3144x2...1 Elementi operativi...4 Display...4 Pulsante INFO...4 Manopola per selezione e conferma

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

I file di dati. Unità didattica D1 1

I file di dati. Unità didattica D1 1 I file di dati Unità didattica D1 1 1) I file sequenziali Utili per la memorizzazione di informazioni testuali Si tratta di strutture organizzate per righe e non per record Non sono adatte per grandi quantità

Dettagli

Esercizi Capitolo 5 - Alberi

Esercizi Capitolo 5 - Alberi Esercizi Capitolo 5 - Alberi Alberto Montresor 19 Agosto, 2014 Alcuni degli esercizi che seguono sono associati alle rispettive soluzioni. Se il vostro lettore PDF lo consente, è possibile saltare alle

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Università di Torino Facoltà di Scienze MFN Corso di Studi in Informatica. Programmazione I - corso B a.a. 2009-10. prof.

Università di Torino Facoltà di Scienze MFN Corso di Studi in Informatica. Programmazione I - corso B a.a. 2009-10. prof. Università di Torino Facoltà di Scienze MFN Corso di Studi in Informatica Programmazione I - corso B a.a. 009-10 prof. Viviana Bono Blocco 9 Metodi statici: passaggio parametri, variabili locali, record

Dettagli

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Email Ras - CARROZZIERI Pag. 1 di 17 Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Notizie Generali Email Ras - CARROZZIERI Pag. 2 di 17 1.1 Protocollo Gruppo RAS Questo opuscolo e riferito al Protocollo

Dettagli

INTRODUZIONE, LINGUAGGIO, HANDS ON. Giuseppe Cirillo g.cirillo@unina.it

INTRODUZIONE, LINGUAGGIO, HANDS ON. Giuseppe Cirillo g.cirillo@unina.it INTRODUZIONE, LINGUAGGIO, HANDS ON Giuseppe Cirillo g.cirillo@unina.it Il linguaggio C 1972-Dennis Ritchie 1978-Definizione 1990-ANSI C 1966 Martin Richars (MIT) Semplificando CPL usato per sviluppare

Dettagli

Codifica dei numeri negativi

Codifica dei numeri negativi E. Calabrese: Fondamenti di Informatica Rappresentazione numerica-1 Rappresentazione in complemento a 2 Codifica dei numeri negativi Per rappresentare numeri interi negativi si usa la cosiddetta rappresentazione

Dettagli

Università degli Studi Roma Tre. Prenotazione on-line

Università degli Studi Roma Tre. Prenotazione on-line Università degli Studi Roma Tre Prenotazione on-line Istruzioni per effettuare la prenotazione on-line degli appelli presenti sul Portale dello Studente Assistenza... 2 Accedi al Portale dello Studente...

Dettagli

Non tutto, ma un po di tutto

Non tutto, ma un po di tutto ALFREDO MANGIA Non tutto, ma un po di tutto Nozioni fondamentali per conoscere e usare un foglio di calcolo. Corso di alfabetizzazione all informatica Settembre 2004 SCUOLA MEDIA GARIBALDI Genzano di Roma

Dettagli

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme.

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme. Guida operatore del registratore TruVision Vista Live Sull immagine live dello schermo vengono visualizzati laa data e l ora corrente, il nome della telecamera e viene indicato se è in corso la registrazione.

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:...

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:... Ministero della Pubblica Istruzione Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA Scuola Secondaria di II grado Classe Terza Tipo A Codici Scuola:..... Classe:.. Studente:.

Dettagli

Esercitazioni di Excel

Esercitazioni di Excel Esercitazioni di Excel A cura dei proff. A. Khaleghi ed A. Piergiovanni. Queste esercitazioni hanno lo scopo di permettere agli studenti di familiarizzare con alcuni comandi specifici di Excel, che sono

Dettagli

Arduino: Programmazione

Arduino: Programmazione Programmazione formalmente ispirata al linguaggio C da cui deriva. I programmi in ARDUINO sono chiamati Sketch. Un programma è una serie di istruzioni che vengono lette dall alto verso il basso e convertite

Dettagli

ALGORITMI 1 a Parte. di Ippolito Perlasca. Algoritmo:

ALGORITMI 1 a Parte. di Ippolito Perlasca. Algoritmo: ALGORITMI 1 a Parte di Ippolito Perlasca Algoritmo: Insieme di regole che forniscono una sequenza di operazioni atte a risolvere un particolare problema (De Mauro) Procedimento che consente di ottenere

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

ESTRAZIONE DI RADICE

ESTRAZIONE DI RADICE ESTRAZIONE DI RADICE La radice è l operazione inversa dell elevamento a potenza. L esponente della potenza è l indice della radice che può essere: quadrata (); cubica (); quarta (4); ecc. La base della

Dettagli

Gli array. Gli array. Gli array. Classi di memorizzazione per array. Inizializzazione esplicita degli array. Array e puntatori

Gli array. Gli array. Gli array. Classi di memorizzazione per array. Inizializzazione esplicita degli array. Array e puntatori Gli array Array e puntatori Laboratorio di Informatica I un array è un insieme di elementi (valori) avente le seguenti caratteristiche: - un array è ordinato: agli elementi dell array è assegnato un ordine

Dettagli

INTRODUZIONE AGLI ALGORITMI INTRODUZIONE AGLI ALGORITMI INTRODUZIONE AGLI ALGORITMI INTRODUZIONE AGLI ALGORITMI

INTRODUZIONE AGLI ALGORITMI INTRODUZIONE AGLI ALGORITMI INTRODUZIONE AGLI ALGORITMI INTRODUZIONE AGLI ALGORITMI INTRODUZIONE AGLI ALGORITMI Prima di riuscire a scrivere un programma, abbiamo bisogno di conoscere un metodo risolutivo, cioè un metodo che a partire dai dati di ingresso fornisce i risultati attesi.

Dettagli

SCUOLANET UTENTE DOCENTE

SCUOLANET UTENTE DOCENTE 1 ACCESSO A SCUOLANET Si accede al servizio Scuolanet della scuola mediante l'indirizzo www.xxx.scuolanet.info (dove a xxx corrisponde al codice meccanografico della scuola). ISTRUZIONI PER IL PRIMO ACCESSO

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA LE DISEQUAZIONI NON LINEARI

APPUNTI DI MATEMATICA LE DISEQUAZIONI NON LINEARI APPUNTI DI MATEMATICA LE DISEQUAZIONI NON LINEARI Le disequazioni fratte Le disequazioni di secondo grado I sistemi di disequazioni Alessandro Bocconi Indice 1 Le disequazioni non lineari 2 1.1 Introduzione.........................................

Dettagli

HORIZON SQL PREVENTIVO

HORIZON SQL PREVENTIVO 1/7 HORIZON SQL PREVENTIVO Preventivo... 1 Modalità di composizione del testo... 4 Dettaglia ogni singola prestazione... 4 Dettaglia ogni singola prestazione raggruppando gli allegati... 4 Raggruppa per

Dettagli

Visual Basic.NET: un nuovo linguaggio di programmazione

Visual Basic.NET: un nuovo linguaggio di programmazione Visual Basic.NET: un nuovo linguaggio di programmazione Visual Basic.NET è uno dei linguaggi che fa parte della suite di sviluppo Visual Studio.NET: con essa Microsoft vuole segnare una svolta nel mondo

Dettagli

Scuola Specializzazione Istruzione Superiore. Object Oriented Programming (OOP) Introduzione alla programmazione orientata agli oggetti

Scuola Specializzazione Istruzione Superiore. Object Oriented Programming (OOP) Introduzione alla programmazione orientata agli oggetti Scuola Specializzazione Istruzione Superiore Object Oriented Programming (OOP) Introduzione alla programmazione orientata agli oggetti Michele Batocchi ITC Vittorio Emanuele II Perugia A.S. 2007/2008 Introduzione

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

Note sull utilizzo del PC-DMIS

Note sull utilizzo del PC-DMIS Note sull utilizzo del PC-DMIS Sommario 1. Definizione e qualifica di tastatori a stella (esempio su configurazione con attacco M2)...3 2. Dimensione Angolo...4 3. Nascondere componenti della configurazione

Dettagli

Informatica Applicata

Informatica Applicata Ing. Irina Trubitsyna Concetti Introduttivi Programma del corso Obiettivi: Il corso di illustra i principi fondamentali della programmazione con riferimento al linguaggio C. In particolare privilegia gli

Dettagli

Numeri naturali numeri naturali minore maggiore Operazioni con numeri naturali

Numeri naturali numeri naturali minore maggiore Operazioni con numeri naturali 1 Numeri naturali La successione di tutti i numeri del tipo: 0,1, 2, 3, 4,..., n,... forma l'insieme dei numeri naturali, che si indica con il simbolo N. Tale insieme si può disporre in maniera ordinata

Dettagli

Descrizioni VHDL Behavioral

Descrizioni VHDL Behavioral 1 Descrizioni VHDL Behavioral In questo capitolo vedremo come la struttura di un sistema digitale è descritto in VHDL utilizzando descrizioni di tipo comportamentale. Outline: process wait statements,

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Appunti sulle disequazioni

Appunti sulle disequazioni Premessa Istituto d Istruzione Superiore A. Tilgher Ercolano (Na) Appunti sulle disequazioni Questa breve trattazione non vuole costituire una guida completa ed esauriente sull argomento, ma vuole fornire

Dettagli

Indice generale. Modulo 1 Algebra 2

Indice generale. Modulo 1 Algebra 2 Indice generale Modulo 1 Algebra 2 Capitolo 1 Scomposizione in fattori. Equazioni di grado superiore al primo 1.1 La scomposizione in fattori 2 1.2 Raccoglimento a fattor comune 3 1.3 Raccoglimenti successivi

Dettagli

LA NOTAZIONE SCIENTIFICA

LA NOTAZIONE SCIENTIFICA LA NOTAZIONE SCIENTIFICA Definizioni Ricordiamo, a proposito delle potenze del, che = =.000 =.000.000.000.000 ovvero n è uguale ad seguito da n zeri. Nel caso di potenze con esponente negativo ricordiamo

Dettagli

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it PROCEDURA E-COMMERCE BUSINESS TO BUSINESS Guida alla Compilazione di un ordine INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it INDICE 1. Autenticazione del nome utente

Dettagli

Esercitazione 7. Procedure e Funzioni

Esercitazione 7. Procedure e Funzioni Esercitazione 7 Procedure e Funzioni Esercizio Scrivere un programma che memorizza in un array di elementi di tipo double le temperature relative al mese corrente e ne determina la temperatura massima,

Dettagli

razionali Figura 1. Rappresentazione degli insiemi numerici Numeri reali algebrici trascendenti frazionari decimali finiti

razionali Figura 1. Rappresentazione degli insiemi numerici Numeri reali algebrici trascendenti frazionari decimali finiti 4. Insiemi numerici 4.1 Insiemi numerici Insieme dei numeri naturali = {0,1,,3,,} Insieme dei numeri interi relativi = {..., 3,, 1,0, + 1, +, + 3, } Insieme dei numeri razionali n 1 1 1 1 = : n, m \{0}

Dettagli

Excel basi e funzioni

Excel basi e funzioni Esercitazione di Laboratorio Excel basi e funzioni Contenuto delle celle 1. Testo 2. Numeri 3. Formule Formattazione delle celle (1) Formattazione del testo e dei singoli caratteri: Orientamento a 45 Allineamento

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD WORD SOMMARIO 1. Muoversi nel testo... 1 2. Taglia, copia e incolla... 2 3. Aprire, salvare e chiudere... 3 4. Trovare e sostituire... 4 5. Visualizzare in modi diversi... 6 6. Formattare e incolonnare...

Dettagli

DAL PROBLEMA AL PROGRAMMA

DAL PROBLEMA AL PROGRAMMA 1. I PROBLEMI E LA LORO SOLUZIONE DAL PROBLEMA AL PROGRAMMA L'uomo, per affrontare gli innumerevoli problemi postigli dallo sviluppo della civiltà, si è avvalso della scienza e della tecnica, i cui destini

Dettagli

1A ARITMETICA. I numeri naturali e le quattro operazioni. Esercizi supplementari di verifica

1A ARITMETICA. I numeri naturali e le quattro operazioni. Esercizi supplementari di verifica A ARITMETICA I numeri naturali e le quattro operazioni Esercizi supplementari di verifica Esercizio Rappresenta sulla retta orientata i seguenti numeri naturali. ; ; ; 0;. 0 Esercizio Metti una crocetta

Dettagli

Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio. IDE = Integrated Development Environment

Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio. IDE = Integrated Development Environment Bloodshed Dev-C++ Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio IDE = Integrated Development Environment Gerardo Pelosi 01 Ottobre 2014 Pagina 1 di 8 Dev-C++ - Installazione Potete

Dettagli

Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli

Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli v 4.0 1. Requisiti software Lo studente deve essere dotato di connessione internet

Dettagli

Traduzione di TeamLab in altre lingue

Traduzione di TeamLab in altre lingue Lingue disponibili TeamLab è disponibile nelle seguenti lingue nel mese di gennaio 2012: Traduzioni complete Lingue tradotte parzialmente Inglese Tedesco Francese Spagnolo Russo Lettone Italiano Cinese

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

La Valutazione Euristica

La Valutazione Euristica 1/38 E un metodo ispettivo di tipo discount effettuato da esperti di usabilità. Consiste nel valutare se una serie di principi di buona progettazione sono stati applicati correttamente. Si basa sull uso

Dettagli

CALCOLO DEL MASSIMO COMUN DIVISORE

CALCOLO DEL MASSIMO COMUN DIVISORE CALCOLO DEL MASSIMO COMUN DIVISORE Problema: "calcolare il Massimo Comun Divisore (M.C.D.) di due numeri naturali, A e B, secondo l'algoritmo cosiddetto delle sottrazioni successive". L'algoritmo "delle

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

SimplyFatt2 (versione Standard, Professional, Network e ipad) Versione 2.7.1 GUIDA UTENTE

SimplyFatt2 (versione Standard, Professional, Network e ipad) Versione 2.7.1 GUIDA UTENTE SimplyFatt2 (versione Standard, Professional, Network e ipad) Versione 2.7.1 GUIDA UTENTE Copyright 2008-2014 Lucanasoft di Vincenzo Azzone Tutti i diritti riservati. 1 Indice Generale INTRODUZIONE!...

Dettagli

MANUALE PER LO STUDENTE

MANUALE PER LO STUDENTE Università di Bologna Domanda di ammissione alla prova finale laurea MANUALE PER LO STUDENTE In caso di problemi informatici durante la compilazione della domanda on line, manda una mail a help.almawelcome@unibo.it

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli