REQUISITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REQUISITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE"

Transcript

1 Lista di verifica REQUITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE e L'ACCREDITAMENTO COMUNITA EDUCATIVA MAMMA-BAMBI 1 COMUNITA EDUCATIVA MAMMA-BAMBI -REQUITI FUNZIONALI C-ED-M/B.AU Il Servizio garantisce un adeguato rapporto numerico tra operatori con funzione educativa e minori, come previsto dalle direttive regionali. C-ED-M/B.AU Il personale educatore è in possesso del titolo di studio adeguato richiesto dalla normativa. C-ED-M/B.AU Gli altri operatori sono in possesso del titolo di studio richiesto dalla normativa, per lo svolgimento del loro ruolo. C-ED-M/B.AU L Ente Gestore garantisce la funzione di coordinamento all'interno del Servizio. C-ED-M/B.AU L Ente Gestore garantisce la funzione di supervisione all'interno del Servizio, richiesto dalla normativa. C-ED-M/B.AU La struttura è situata e/o attrezzata in modo da assicurare facilità nei collegamenti e accessi ai servizi generali. Pagina 1 di 8

2 Lista di verifica REQUITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE e L'ACCREDITAMENTO COMUNITA EDUCATIVA MAMMA-BAMBI 1 COMUNITA EDUCATIVA MAMMA-BAMBI -REQUITI FUNZIONALI C-ED-M/B.AU La struttura garantisce la presenza di spazi tali da assicurare ai minori un ambiente ospitale e familiare. C-ED-M/B.AU La numerosità dei letti per camera e la loro disposizione garantisce una adeguata personalizzazione degli spazi. C-ED-M/B.AU Il numero di letti per camera non è superiore a quello previsto dalla normativa regionale. 2 COMUNITA EDUCATIVA MAMMA-BAMBI -REQUITI STRUTTURALI C-ED-M/B.AU La struttura (all interno e all esterno) è priva di barriere architettoniche, secondo quanto previsto dalla L. 13/89, dal D.M. 236/89 e dal D.P.R. 503/96, senza altresì creare differenziazioni negli utenti. C-ED-M/B.AU L'Ente Gestore produce adeguata documentazione attestante la rispondenza a quanto previsto dall allegato A del DPR n 246 del 21/4/93. La Regione Veneto indica le normative cui deve attenersi questa tipologia di servizio. Pagina 2 di 8

3 Lista di verifica REQUITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE e L'ACCREDITAMENTO COMUNITA EDUCATIVA MAMMA-BAMBI 2 COMUNITA EDUCATIVA MAMMA-BAMBI -REQUITI STRUTTURALI C-ED-M/B.AU Nella struttura sono inoltre previste delle opportune forme di evacuazione e individuate le vie di fuga in ragione del rischio equivalente alla collocazione abitativa. C-ED-M/B.AU E' garantita l'adeguatezza funzionale e numerica dei servizi igienici. C-ED-M/B.AU Almeno un servizio igenico è privo di barriere architettoniche. 3 COMUNITA EDUCATIVA MAMMA-BAMBI -REQUITI ORGANIZZATIVI C-ED-M/B.AU La struttura Adempie a tutte le richieste del D.lgs. 626/94 e successive modifiche e integrazioni, nonché le disposizioni di prevenzione incendi. C-ED-M/B.AU La struttura provvede alla certificazione HACCP per il controllo dell igiene alimentare. Pagina 3 di 8

4 Lista di verifica REQUITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE e L'ACCREDITAMENTO COMUNITA EDUCATIVA MAMMA-BAMBI 3 COMUNITA EDUCATIVA MAMMA-BAMBI -REQUITI ORGANIZZATIVI C-ED-M/B.AU L Ente Gestore definisce il Progetto della Comunità. C-ED-M/B.AU Il Progetto della Comunità è documentato e viene periodicamente rivisto e aggiornato. C-ED-M/B.AU E' adottato un registro dei presenti nella struttura. C-ED-M/B.AC L'Ente Gestore definisce gli obiettivi del Servizio, generali e specifici C-ED-M/B.AC L Ente Gestore del Servizio redige annualmente un documento che esplicita i criteri di programmazione delle attività C-ED-M/B.AC Sono definite le procedure per le situazioni di emergenza Pagina 4 di 8

5 Lista di verifica REQUITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE e L'ACCREDITAMENTO COMUNITA EDUCATIVA MAMMA-BAMBI 3 COMUNITA EDUCATIVA MAMMA-BAMBI -REQUITI ORGANIZZATIVI C-ED-M/B.AC E' garantita l'esistenza di modalità di monitoraggio C-ED-M/B.AC E' garantita l'esistenza di modalità di controllo dei risultati ottenuti dal Servizio C-ED-M/B.AC Il Progetto Quadro è formulato dai Servizi Sociali in collaborazione con gli operatori della Comunità C-ED-M/B.AC Gli operatori della Comunità, insiema al Servizio Sociale, sono impegnati nella definizione comune del Progetto Educativo Individualizzato (PEI) C-ED-M/B.AC Il PEI è coerente con il Progetto Quadro C-ED-M/B.AC E' prevista una verifica periodica sull'andamento del PEI Pagina 5 di 8

6 Lista di verifica REQUITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE e L'ACCREDITAMENTO COMUNITA EDUCATIVA MAMMA-BAMBI 3 COMUNITA EDUCATIVA MAMMA-BAMBI -REQUITI ORGANIZZATIVI C-ED-M/B.AC E' promosso l inserimento degli utenti nel territorio C-ED-M/B.AC L'Ente Gestore della Comunità svolge attività di rete con gli altri servizi del territorio C-ED-M/B.AC L'Ente Gestore della Comunità, nell'avvalersi dell opera di volontari, cura l'adeguato inserimento nelle proprie attività C-ED-M/B.AC E' definito un Progetto Educativo Individualizzato (PEI) C-ED-M/B.AC Il Progetto Educativo Individualizzato (PEI) è definito sulla base delle caratteristiche dell'utente C-ED-M/B.AC Il Progetto Educativo Individualizzato (PEI) è definito sulla base dei bisogni dell'utente Pagina 6 di 8

7 Lista di verifica REQUITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE e L'ACCREDITAMENTO COMUNITA EDUCATIVA MAMMA-BAMBI 3 COMUNITA EDUCATIVA MAMMA-BAMBI -REQUITI ORGANIZZATIVI C-ED-M/B.AC Il Progetto Educativo Individualizzato (PEI) è definito sulla base del contesto familiare e sociale dell'utente C-ED-M/B.AC Il Progetto Educativo Individualizzato (PEI) è definito sulla base dei risultati che si vogliono ottenere C-ED-M/B.AC Il Progetto Educativo Individualizzato (PEI) è definito sulla base della capacità di risposta dell'ente in termini organizzativi interni C-ED-M/B.AC Il Progetto Educativo Individualizzato (PEI) è definito sulla base di una eventuale integrazione e ricorso ai servizi C-ED-M/B.AC Il Progetto Educativo Individualizzato è documentato C-ED-M/B.AC E' presente nel Servizio una cartella personale per ogni coppia mamma-bambino Pagina 7 di 8

8 Lista di verifica REQUITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE e L'ACCREDITAMENTO COMUNITA EDUCATIVA MAMMA-BAMBI 3 COMUNITA EDUCATIVA MAMMA-BAMBI -REQUITI ORGANIZZATIVI C-ED-M/B.AC La cartella (PEI) contiene le informazioni e i dati sul minore e sulla mamma C-ED-M/B.AC I tempi della pronta accoglienza sono chiaramente definiti C-ED-M/B.AC I tempi della pronta accoglienza sono documentati per ogni coppia mamma-bambino C-ED-M/B.AC E' garantita all utente la possibilità di personalizzare gli spazi e i ritmi, con oggetti o "segni" particolari C-ED-M/B.AC L'Ente Gestore della Comunità, nell'assicurare un clima familiare, garantisce momenti di verifica Pagina 8 di 8

COMUNITA EDUCATIVA MAMMA-BAMBINO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO 1 COMUNITA EDUCATIVA MAMMA-BAMBINO -REQUISITI FUNZIONALI

COMUNITA EDUCATIVA MAMMA-BAMBINO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO 1 COMUNITA EDUCATIVA MAMMA-BAMBINO -REQUISITI FUNZIONALI Lista di verifica REQUITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE e L'ACCREDITAMENTO COMUNITA EDUCATIVA MAMMA-BAMBI 1 COMUNITA EDUCATIVA MAMMA-BAMBI -REQUITI FUNZIONALI C-ED-M/B.AU.1.1 Il Servizio garantisce un

Dettagli

REQUISITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE

REQUISITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE Lista di verifica REQUITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE e L'ACCREDITAMENTO 1 -REQUITI FUNZIONALI CDR.AU.1.1.1 Il Servizio garantisce un adeguato rapporto numerico tra operatori e utenti in relazione al

Dettagli

REQUISITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE

REQUISITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE Lista di verifica REQUITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE e L'ACCREDITAMENTO 1 -REQUITI FUNZIONALI CA-AIDS.AU.1.1.1.1 Il Servizio garantisce un adeguato rapporto numerico tra personale e utenti. CA-AIDS.AU.1.1.1.2

Dettagli

COMUNITA' EDUCATIVA-RIABILITATIVA PER MINORI E ADOLESCENTI SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO

COMUNITA' EDUCATIVA-RIABILITATIVA PER MINORI E ADOLESCENTI SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO Lista di verifica REQUITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE e L'ACCREDITAMENTO COMUNITA' EDUCATIVA-RIABILITATIVA PER MIRI E ADOLESCENTI 1 COMUNITA' EDUCATIVA-RIABILITATIVA PER MIRI E ADOLESCENTI - Requisiti

Dettagli

SERVIZI RESIDENZIALI DI TIPO A (DI BASE) PER TOSSICODIPENDENTI SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO 0% 60% 100% 0% 60% 100% 0% 60% 100%

SERVIZI RESIDENZIALI DI TIPO A (DI BASE) PER TOSSICODIPENDENTI SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO 0% 60% 100% 0% 60% 100% 0% 60% 100% Lista di verifica REQUITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE e L'ACCREDITAMENTO SERVIZI REDENZIALI DI TIPO A (DI BASE) PER TOSCODIPENDENTI 1 SERVIZI REDENZIALI DI TIPO A (DI BASE) PER TOSCODIPENDENTI -REQUITI

Dettagli

COMUNITA' RESIDENZIALE SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO 1 COMUNITA' RESIDENZIALE -REQUISITI FUNZIONALI

COMUNITA' RESIDENZIALE SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO 1 COMUNITA' RESIDENZIALE -REQUISITI FUNZIONALI Lista di verifica REQUITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE e L'ACCREDITAMENTO COMUNITA' REDENZIALE 1 COMUNITA' REDENZIALE -REQUITI FUNZIONALI C-DIS-G.AU.1.1 Il Servizio garantisce un adeguato rapporto numerico

Dettagli

CENTRO DIURNO PER PERSONE CON DISABILITÀ SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO

CENTRO DIURNO PER PERSONE CON DISABILITÀ SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO Lista di verifica REQUITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE e L'ACCREDITAMENTO CENTRO DIUR PER PERSONE CON DISABILITÀ 1 CENTRO DIUR PER PERSONE CON DISABILITÀ -REQUITI FUNZIONALI CD-DIS.AU.1.1 Il Servizio

Dettagli

CENTRO DIURNO PER ANZIANI SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO 1 CENTRO DIURNO PER ANZIANI -REQUISITI FUNZIONALI

CENTRO DIURNO PER ANZIANI SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO 1 CENTRO DIURNO PER ANZIANI -REQUISITI FUNZIONALI Lista di verifica REQUITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE e L'ACCREDITAMENTO CENTRO DIUR PER ANZIANI 1 CENTRO DIUR PER ANZIANI -REQUITI FUNZIONALI CD-ANZ.AU.1.1.1 Il Servizio garantisce un adeguato rapporto

Dettagli

SERVIZI DI PRONTA ACCOGLIENZA PER TOSSICODIPENDENTI SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO 0% 60% 100% 0% 60% 100% 0% 60% 100% 0% 60% 100%

SERVIZI DI PRONTA ACCOGLIENZA PER TOSSICODIPENDENTI SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO 0% 60% 100% 0% 60% 100% 0% 60% 100% 0% 60% 100% Lista di verifica REQUITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE e L'ACCREDITAMENTO SERVIZI DI PRONTA ACCOGLIENZA PER TOSCODIPENDENTI 1 SERVIZI DI PRONTA ACCOGLIENZA PER TOSCODIPENDENTI -REQUITI FUNZIONALI PA-D.AU.1.1

Dettagli

SERVIZI TERRITORIALI PER TOSSICODIPENDENTI SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO 0% 60% 100% 0% 60% 100% 0% 60% 100% 0% 60% 100% 0% 60% 100% 0% 60% 100%

SERVIZI TERRITORIALI PER TOSSICODIPENDENTI SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO 0% 60% 100% 0% 60% 100% 0% 60% 100% 0% 60% 100% 0% 60% 100% 0% 60% 100% Lista di verifica REQUITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE e L'ACCREDITAMENTO SERVIZI TERRITORIALI PER TOSCODIPENDENTI 1 SERVIZI TERRITORIALI PER TOSCODIPENDENTI -REQUITI FUNZIONALI ST.AU.1.2.1 I servizi

Dettagli

SERVIZI SEMIRESIDENZIALI PER TOSSICODIPENDENTI SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO 0% 60% 100% 0% 60% 100% 0% 60% 100% 0% 60% 100%

SERVIZI SEMIRESIDENZIALI PER TOSSICODIPENDENTI SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO 0% 60% 100% 0% 60% 100% 0% 60% 100% 0% 60% 100% Lista di verifica REQUITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE e L'ACCREDITAMENTO SERVIZI SEMIREDENZIALI PER TOSCODIPENDENTI 1 SERVIZI SEMIREDENZIALI PER TOSCODIPENDENTI -REQUITI FUNZIONALI SSR-D.AU.1.1 I servizi

Dettagli

CASA PER ANZIANI AUTOSUFFICIENTI SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO 1 CASA PER ANZIANI AUTOSUFFICIENTI -REQUISITI FUNZIONALI

CASA PER ANZIANI AUTOSUFFICIENTI SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO 1 CASA PER ANZIANI AUTOSUFFICIENTI -REQUISITI FUNZIONALI Lista di verifica REQUITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE e L'ACCREDITAMENTO 1 -REQUITI FUNZIONALI CDR.AU.1.1 Il Servizio garantisce un adeguato rapporto numerico tra operatori e utenti in relazione al

Dettagli

Criteri Accreditamento Unità di Offerta Sociale Residenziali per minori. Ambito di Busto Arsizio

Criteri Accreditamento Unità di Offerta Sociale Residenziali per minori. Ambito di Busto Arsizio Allegato 1 Criteri Accreditamento Unità di Offerta Sociale Residenziali per minori Ambito di Busto Arsizio COMUNITA EDUCATIVE D.G.R. n- VII/20943 del 16/12/2005 e D.d.u.o n. 6317 del 11/07/2011 Criteri

Dettagli

SCHEDA POSSESSO REQUISITI QUALITA'

SCHEDA POSSESSO REQUISITI QUALITA' SCHEDA POSSESSO REQUISITI QUALITA' COMUNITA' EDUCATIVE CRITERI DI ACCREDITAMENTO REGIONALI (Dgr 20943/2005) REQUISITI DI ACCREDITAMENTO SPERIMENTALI REGIONALI (Decreto 6317/11) POSSESSO REQUISITO - Barrare

Dettagli

Allegato C) Dgr n. 84 del 16 gennaio 2007 Pagina 1 di 1

Allegato C) Dgr n. 84 del 16 gennaio 2007 Pagina 1 di 1 Allegato C) Dgr n. 84 del 16 gennaio 2007 Pagina 1 di 1 Liste di verifica per l autorizzazione all esercizio e l accreditamento istituzionale delle strutture socio sanitarie e sociali(sostitutive di quelle

Dettagli

-1 unità ogni 6 bambini, di età inferiore ai 12 mesi; -1 unità ogni 8 bambini, di età superiore ai 12 mesi;

-1 unità ogni 6 bambini, di età inferiore ai 12 mesi; -1 unità ogni 8 bambini, di età superiore ai 12 mesi; Lista di verifica REQUITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE e L'ACCREDITAMENTO 1 -REQUITI FUNZIONALI NI-INT.AU.1.1 La pianta organica del personale con funzione educativa assicura un adeguato rapporto numerico

Dettagli

Serie Ordinaria n Mercoledì 13 luglio 2011

Serie Ordinaria n Mercoledì 13 luglio 2011 Bollettino Ufficiale 17 REQUISITI DI ACCREDITAMENTO SPERIMENTALI PER LE UNITA DI OFFERTA SOCIALI DI ACCOGLIENZA RESIDENZIALE PER MINORI ALLEGATO A COMUNITA EDUCATIVE 1. Rapporti con l utenza (da riportare

Dettagli

D) ATTI DIRIGENZIALI. Giunta Regionale. 16 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 28 - Mercoledì 13 luglio 2011

D) ATTI DIRIGENZIALI. Giunta Regionale. 16 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 28 - Mercoledì 13 luglio 2011 16 Bollettino Ufficiale D) ATTI DIRIGENZIALI Giunta Regionale D.G. Famiglia, conciliazione, integrazione e solidarietà sociale D.d.u.o. 11 luglio 2011 - n. 6317 Indicazioni in ordine alla sperimentazione

Dettagli

L'accreditamento delle Comunità per minori: presentazione degli strumenti

L'accreditamento delle Comunità per minori: presentazione degli strumenti UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Convegno I SERVIZI RESIDENZIALI PER MINORI L' IMPLEMENTAZIONE DI UN PERCORSO DI QUALITA' 12 maggio 2016 - Aula Magna, Università degli Studi di Pavia L'accreditamento delle

Dettagli

REQUISITI PER L ACCREDITAMENTO UNITA D OFFERTA SOCIALE STRUTTURE SOCIALI DI ACCOGLIENZA RESIDENZIALE PER MINORI

REQUISITI PER L ACCREDITAMENTO UNITA D OFFERTA SOCIALE STRUTTURE SOCIALI DI ACCOGLIENZA RESIDENZIALE PER MINORI REQUISITI PER L ACCREDITAMENTO UNITA D OFFERTA SOCIALE STRUTTURE SOCIALI DI ACCOGLIENZA RESIDENZIALE PER MINORI STRUTTURE SOCIALI DI ACCOGLIENZA RESIDENZIALE PER MINORI COMUNITA EDUCATIVE: strutture di

Dettagli

Il nido per una cultura dell infanzia Storia e normative. Dott.ssa Marzia Fratini Coordinatrice Pedagogica dei nidi d infanzia Comune di Macerata

Il nido per una cultura dell infanzia Storia e normative. Dott.ssa Marzia Fratini Coordinatrice Pedagogica dei nidi d infanzia Comune di Macerata Il nido per una cultura dell infanzia Storia e normative Dott.ssa Marzia Fratini Coordinatrice Pedagogica dei nidi d infanzia Comune di Macerata Motivazioni Ho scelto questo titolo per ricordare e ricordarsi

Dettagli

Servizio Sanitario Nazionale - Regione Veneto AZIENDA ULSS N. 6 VICENZA

Servizio Sanitario Nazionale - Regione Veneto AZIENDA ULSS N. 6 VICENZA Servizio Sanitario Nazionale - Regione Veneto AZIENDA ULSS N. 6 VICENZA Viale F. Rodolfi n. 37 36100 VICENZA COD. REGIONE 050 COD. U.L.SS. 006 COD.FISC. E P.IVA 02441500242 Allegato n. 4 bis- Monitoraggio

Dettagli

REQUISITI DI ACCREDITAMENTO UNITA D OFFERTA SOCIALE PER DISABILI

REQUISITI DI ACCREDITAMENTO UNITA D OFFERTA SOCIALE PER DISABILI REQUISITI DI ACCREDITAMENTO UNITA D OFFERTA SOCIALE PER DISABILI SERVIZI SOCIALI PER PERSONE DISABILI REQUISITI MINIMI STRUTTURALI ED ORGANIZZATIVI PER L AUTORIZZ.NE AL FUNZIONAMENTO DGR 20763 del 16.04.2005

Dettagli

REQUISITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE

REQUISITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE Lista di verifica REQUITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE e L'ACCREDITAMENTO 1 -REQUITI FUNZIONALI RSA-ANZ.AU.1.1.1 Il Servizio garantisce un adeguato rapporto numerico tra personale e utenti. RSA-ANZ.AU.1.1.2

Dettagli

CENTRO SOCIO EDUCATIVO DIURNO INSIEME

CENTRO SOCIO EDUCATIVO DIURNO INSIEME CENTRO SOCIO EDUCATIVO DIURNO INSIEME REGOLAMENTO INTERNO REGOLAMENTO INTERNO DEL CENTRO SOCIO EDUCATIVO DIURNO PER MINORI TITOLO I NORME GENERALI Art 1 Oggetto del regolamento Il presente Regolamento

Dettagli

REGIONE VENETO - REQUISITI GENERALI

REGIONE VENETO - REQUISITI GENERALI REGIONE VENETO - REQUITI GENERALI 1 AMBULATORIO - REQUITI STRUTTURALI GENERAMB.AU.1.1 I locali e gli spazi sono coerenti alla tipologia e al volume delle prestazioni erogate. (piano terra/zona piastra

Dettagli

REGIONE VENETO / Segreteria regionale Sanità e Sociale- ARSS Agenzia Regionale Sanitaria e Sociosanitaria

REGIONE VENETO / Segreteria regionale Sanità e Sociale- ARSS Agenzia Regionale Sanitaria e Sociosanitaria Lista di verifica REQUITI MINIMI SPECIFICI E DI QUALITA' PER L'AUTORIZZAZIONE COMUNITA' TERAPEUTICA REDENZIALE PCHIATRICA - C.T.R.P. 1 REDENZA SAN. PCHIATRICA - C.T.R.P.-REQUITI STRUTTURALI RPS01.AU.1.1

Dettagli

REQUISITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE

REQUISITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE Lista di verifica REQUITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE e L'ACCREDITAMENTO CENTRO DIUR PER PERSONE CON DISABILITÀ 1 CENTRO DIUR PER PERSONE CON DISABILITÀ -REQUITI FUNZIONALI CD-DIS.AU.1.1.1.1 Il Servizio

Dettagli

REQUISITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE

REQUISITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE Lista di verifica REQUITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE e L'ACCREDITAMENTO 1 -REQUITI FUNZIONALI RSA-DIS.AU.1.1.1.1 Il Servizio garantisce un adeguato rapporto numerico tra personale e utenti. RSA-DIS.AU.1.1.1.2

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI Il presente documento denominato Protocollo di Accoglienza è un documento che nasce da una più dettagliata esigenza d informazione relativamente

Dettagli

REGIONE VENETO - REQUISITI GENERALI

REGIONE VENETO - REQUISITI GENERALI REGIONE VENETO - REQUITI GENERALI AREA 4. Requisiti organizzativi: gestione delle risorse umane 1 La Politica delle risorse umane GENER04.AU.1.1 Il fabbisogno di personale è definito in rapporto ai volumi

Dettagli

COMUNITA' RESIDENZIALE PER DISABILI IN SITUAZIONE DI GRAVITA' SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO

COMUNITA' RESIDENZIALE PER DISABILI IN SITUAZIONE DI GRAVITA' SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO Lista di verifica REQUITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE e L'ACCREDITAMENTO COMUNITA' REDENZIALE PER DISABILI IN TUAZIONE DI GRAVITA' 1 COMUNITA' REDENZIALE PER DISABILI IN TUAZIONE DI GRAVITA' -REQUITI

Dettagli

REGIONE VENETO / Segreteria regionale Sanità e Sociale- ARSS Agenzia Regionale Sanitaria e Sociosanitaria

REGIONE VENETO / Segreteria regionale Sanità e Sociale- ARSS Agenzia Regionale Sanitaria e Sociosanitaria Lista di verifica REQUITI MINIMI SPECIFICI E DI QUALITA' PER L'AUTORIZZAZIONE 1 STATO VEGETATIVO - REQUITI STRUTTURALI SV01.AU.1.1 Gli immobili sono in possesso di certificato di agibilità specifico Stato

Dettagli

STRUTTURE RESIDENZIALI PSICHIATRICHE

STRUTTURE RESIDENZIALI PSICHIATRICHE Si Intendono le strutture residenziali rivolte al trattamento di persone con disturbo mentale. Sulla base della intensità assistenziale sono individuate le seguenti tipologie organizzative: a) Comunità

Dettagli

PATTO DI ACCOGLIENZA FINALITA

PATTO DI ACCOGLIENZA FINALITA PATTO DI ACCOGLIENZA FINALITA Il Patto di Accoglienza è un documento destinato all integrazione degli alunni disabili all interno del nostro Istituto. Contiene criteri, principi e indicazioni riguardanti

Dettagli

COMUNITA AD ALTA INTENSITA TERAPEUTICA

COMUNITA AD ALTA INTENSITA TERAPEUTICA COMUNITA AD ALTA INTENSITA TERAPEUTICA Sono residenze terapeutico-riabilitative destinate ai pazienti per i quali il Centro di Salute Mentale valuti indispensabile l inserimento residenziale. E prevista

Dettagli

REGIONE VENETO / Segreteria regionale Sanità e Sociale- ARSS Agenzia Regionale Sanitaria e Sociosanitaria

REGIONE VENETO / Segreteria regionale Sanità e Sociale- ARSS Agenzia Regionale Sanitaria e Sociosanitaria Lista di verifica REQUITI MINIMI SPECIFICI E DI QUALITA' PER L'AUTORIZZAZIONE 1 - REQUITI STRUTTURALI STRUCH.AU.1.1 I locali e gli spazi sono correlati alla tipologia e al volume delle attività erogate

Dettagli

Alunni Diversamente Abili (DVA)

Alunni Diversamente Abili (DVA) Alunni Diversamente Abili (DVA) Protocollo per l inclusione degli studenti diversamente abili Finalità: garantire il diritto all istruzione e i necessari supporti agli alunni; inserire gli alunni diversamente

Dettagli

Accreditamento dei Servizi per il Lavoro della Provincia Autonoma di Trento ALLEGATO N. 3

Accreditamento dei Servizi per il Lavoro della Provincia Autonoma di Trento ALLEGATO N. 3 Accreditamento dei Servizi per il Lavoro della Provincia Autonoma di Trento ALLEGATO N. 3 REQUISITI GESTIONALI E PROFESSIONALI PER OTTENERE L ACCREDITAMENTO ALL EROGAZIONE DEI SERVIZI PER IL LAVORO 1 Sommario

Dettagli

LA VALUTAZIONE DEGLI ALUNNI. Regolamento (D.P.R. 22 giugno 2009, n. 122) Art. 1 Oggetto del regolamento Finalità e caratteri della valutazione

LA VALUTAZIONE DEGLI ALUNNI. Regolamento (D.P.R. 22 giugno 2009, n. 122) Art. 1 Oggetto del regolamento Finalità e caratteri della valutazione LA VALUTAZIONE DEGLI ALUNNI Testo in vigore dal 20.08.2009 Regolamento (D.P.R. 22 giugno 2009, n. 122) Art. 1 Oggetto del regolamento Finalità e caratteri della valutazione 2. La valutazione è espressione

Dettagli

Bisogni Educativi Speciali: la scuola dell inclusione

Bisogni Educativi Speciali: la scuola dell inclusione Bisogni Educativi Speciali: la scuola dell inclusione Scandicci 9 maggio 2013 I.S.I.S. Russell-Newton Relatore dott. Giuseppe Panetta La politica dell Inclusione scolastica in Italia L Italia è stata tra

Dettagli

RELAZIONE DI ADEGUATEZZA DEI SERVIZI CHE HANNO FATTO RICHIESTA IN RELAZIONE ALLA L.R.

RELAZIONE DI ADEGUATEZZA DEI SERVIZI CHE HANNO FATTO RICHIESTA IN RELAZIONE ALLA L.R. RELAZIONE DI ADEGUATEZZA DEI SERVIZI CHE HANNO FATTO RICHIESTA IN RELAZIONE ALLA L.R. 9/2003 Denominazione Servizio Tipologia Servizio RELAZIONE SINTETICA Pagina 1 di 5 GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE DEI REQUISITI

Dettagli

COMUNITA AD ALTA INTENSITA TERAPEUTICA

COMUNITA AD ALTA INTENSITA TERAPEUTICA COMUNITA AD ALTA INTENSITA TERAPEUTICA Sono residenze terapeutico-riabilitative destinate ai pazienti per i quali il Centro di Salute Mentale valuti indispensabile l inserimento residenziale. E prevista

Dettagli

REGIONE VENETO / Segreteria regionale Sanità e Sociale- ARSS Agenzia Regionale Sanitaria e Sociosanitaria

REGIONE VENETO / Segreteria regionale Sanità e Sociale- ARSS Agenzia Regionale Sanitaria e Sociosanitaria Lista di verifica REQUITI MINIMI SPECIFICI E DI QUALITA' PER L'AUTORIZZAZIONE RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENVA 1 RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENVA - REQUITI STRUTTURALI RIAN01.AU.1.1 I locali e gli spazi sono

Dettagli

Legge Regionale n 22/2002

Legge Regionale n 22/2002 Agenzia Regionale Socio Sanitaria del Veneto Convegno URIPA 8 GIUGNO 2007 Legge Regionale n 22/2002 Il giorno 14 settembre 2004 è diventata attuativa la L.R. 16.08.2002 n. 22 che disciplina i processi

Dettagli

Articolazioni organizzative che si occupano di sicurezza alimentare auditate:

Articolazioni organizzative che si occupano di sicurezza alimentare auditate: SCHEDA AUDIT N : 04/2013 Azienda USL auditata: USL 6 Livorno Articolazioni organizzative che si occupano di sicurezza alimentare auditate: Strutture organizzative del Dipartimento di Prevenzione della

Dettagli

COMUNITA' FAMILIARE SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO 1 COMUNITA' FAMILIARE -REQUISITI FUNZIOANLI

COMUNITA' FAMILIARE SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO 1 COMUNITA' FAMILIARE -REQUISITI FUNZIOANLI Lista di verifica REQUITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE e L'ACCREDITAMENTO 1 -REQUITI FUNZIOANLI C-F.AU.1.1 Il Servizio garantisce la presenza effettiva e permanente di una famiglia o di almeno due figure

Dettagli

Casa di Enrica Comunità a bassa protezione per adulti con disagio psichico. via Gozzano n Monza

Casa di Enrica Comunità a bassa protezione per adulti con disagio psichico. via Gozzano n Monza Casa di Enrica Comunità a bassa protezione per adulti con disagio psichico via Gozzano n. 9-20900 Monza lecase@novomillennio.it www.novomillennio.it Chi siamo Casa di Enrica è una casa alloggio per adulti

Dettagli

REGIONE EMILIA ROMAGNA

REGIONE EMILIA ROMAGNA REGIONE EMILIA ROMAGNA (estratto) 6.COMUNITÀ ALLOGGIO PER LA SALUTE MENTALE Definizione Le Comunità alloggio per la salute mentale offrono servizi rivolti a cittadini adulti con esiti di patologia psichiatrica,

Dettagli

Il piano educativo assistenziale individualizzato: dal documento ad oggi

Il piano educativo assistenziale individualizzato: dal documento ad oggi ASSOCIAZIONE ARCA COMUNITÀ L ARCOBALENO ONLUS CENTRO SOCIO RIABILITATIVO RESIDENZIALE Il piano educativo assistenziale individualizzato: dal documento ad oggi I TEMPI DEL PERCORSO 24/09/2012 Inizio lavori

Dettagli

Allegato A) Dgr n. 84 del 16 gennaio 2007 218 Pagine. Standard relativi ai. requisiti di autorizzazione all esercizio e accreditamento.

Allegato A) Dgr n. 84 del 16 gennaio 2007 218 Pagine. Standard relativi ai. requisiti di autorizzazione all esercizio e accreditamento. Allegato A) Dgr n. 84 del 16 gennaio 2007 218 Pagine Standard relativi ai requisiti di autorizzazione all esercizio e accreditamento istituzionale dei servizi sociali e di alcuni servizi socio sanitari

Dettagli

Allegato 2 P.O.F Protocollo d Accoglienza per gli alunni affetti da D.S.A. ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Carlo Denina SALUZZO

Allegato 2 P.O.F Protocollo d Accoglienza per gli alunni affetti da D.S.A. ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Carlo Denina SALUZZO ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Carlo Denina SALUZZO PROTOCOLLO D ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI AFFETTI DA D.S.A. Il DIRIGENTE Nomina un incaricato della sezione ITIS e Nei primi giorni dell anno uno della

Dettagli

LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO - Legge N.107/2015, Art.1 - commi 126, 127, 128, 129 e 130

LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO - Legge N.107/2015, Art.1 - commi 126, 127, 128, 129 e 130 LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO - Legge N.107/2015, Art.1 - commi 126, 127, 128, 129 e 130 COMMA 126 Per la valorizzazione del merito del personale docente è istituito presso il Ministero dell'istruzione,

Dettagli

Orientamenti della Regione e prospettive

Orientamenti della Regione e prospettive Direzione Generale Sanità e Politiche Sociali DENTRO E FUORI CASA: IL DIRITTO DI VIVERE IN AUTONOMIA Orientamenti della Regione e prospettive RAFFAELE FABRIZIO Servizio Governo dell'integrazione socio

Dettagli

Aspetti connessi con la gestione della sicurezza

Aspetti connessi con la gestione della sicurezza Ministero dell Interno LE NUOVE NORME ANTINCENDIO PER LE STRUTTURE SANITARIE Convegno Nazionale Istituto Superiore Antincendi Roma 25 marzo 2015 Aspetti connessi con la gestione della sicurezza Ing. Claudio

Dettagli

BANDO PER L ACCREDITAMENTO DELLE UNITA DI OFFERTA DI ACCOGLIENZA RESIDENZIALE PER MINORI

BANDO PER L ACCREDITAMENTO DELLE UNITA DI OFFERTA DI ACCOGLIENZA RESIDENZIALE PER MINORI Approvato con Deliberazione di Giunta Esecutiva n.15 del 19/02/2016 BANDO PER L ACCREDITAMENTO DELLE UNITA DI OFFERTA DI ACCOGLIENZA RESIDENZIALE PER MINORI (COMUNITA EDUCATIVE ALLOGGI PER L AUTONOMIA

Dettagli

// PROFILO. Eco Green srl è:

// PROFILO. Eco Green srl è: // PROFILO Azienda specializzata nella consulenza per la sicurezza e l'ambiente, Eco Green nasce nell'anno 1995, per poi conseguire nel 2005 l'assetto attuale di srl. Avvalendosi di uno staff interno qualificato

Dettagli

Modulistica richiesta Accreditamento Servizi residenziali e semiresidenziali

Modulistica richiesta Accreditamento Servizi residenziali e semiresidenziali All Ambito Territoriale C06 Casaluce Comune capofila Ufficio di Piano Via S. Allende,4 Oggetto: Richiesta accreditamento servizi di cui al Catalogo del Regolamento Regionale n. 4 del 7 aprile 2014 Regolamento

Dettagli

Implementazione e sviluppo delle attività dei Centri per le famiglie, istituiti ai sensi dell art. 42 della LR 1/2004.

Implementazione e sviluppo delle attività dei Centri per le famiglie, istituiti ai sensi dell art. 42 della LR 1/2004. Allegato 1 Attività 1 Implementazione e sviluppo delle attività dei Centri per le famiglie, istituiti ai sensi dell art. 42 della LR 1/2004. Prosecuzione delle attività messe in atto dai soggetti gestori

Dettagli

NIDO AZIENDALE DEL GRUPPO GENERALI DI TRIESTE I CUCCIOLI DEL LEONE INDIRIZZO: VIA ROSSINI, 2 TELEFONO: CELL.

NIDO AZIENDALE DEL GRUPPO GENERALI DI TRIESTE I CUCCIOLI DEL LEONE INDIRIZZO: VIA ROSSINI, 2 TELEFONO: CELL. NIDO AZIENDALE DEL GRUPPO GENERALI DI TRIESTE I CUCCIOLI DEL LEONE INDIRIZZO: VIA ROSSINI, 2 TELEFONO: 040 6799881 CELL. 3483432099 A) PRESENTAZIONE DEL SERVIZIO 1.TIPOLOGIA DEL SERVIZIO (artt. 3, 4, 5

Dettagli

MODELLO C Progetto Educativo Individualizzato (PEI) IMPORTANTE PER QUESTA PAGINA USARE CARTA INTESTATA DELLA STRUTTURA

MODELLO C Progetto Educativo Individualizzato (PEI) IMPORTANTE PER QUESTA PAGINA USARE CARTA INTESTATA DELLA STRUTTURA MODELLO C Progetto Educativo Individualizzato (PEI) IMPORTANTE PER QUESTA PAGINA USARE CARTA INTESTATA DELLA STRUTTURA Sezione 1 Parte iniziale del documento da compilare entro 5 giorni dalla data di inserimento.

Dettagli

NIDO D INFANZIA IL NUOVO GUSCIO INDIRIZZO: VIA DELLE MONACHE, 3 TELEFONO:

NIDO D INFANZIA IL NUOVO GUSCIO INDIRIZZO: VIA DELLE MONACHE, 3 TELEFONO: NIDO D INFANZIA IL NUOVO GUSCIO INDIRIZZO: VIA DELLE MONACHE, 3 TELEFONO: 040 364780 A) PRESENTAZIONE DEL SERVIZIO 1.TIPOLOGIA DEL SERVIZIO (artt. 3, 4, 5 L.R. n. 20/2005) Nido d infanzia 2. QUANDO E COME

Dettagli

SOCIO - - ASSISTENZIALI E SOCIO-EDUCATIVI PER DISABILI

SOCIO - - ASSISTENZIALI E SOCIO-EDUCATIVI PER DISABILI MODULI SOCIO - ASSISTENZIALI E SOCIO-EDUCATIVI PER DISABILI Ogni Assistenziale Individuale e/o socio-educativo, detti PAI e PEI, specifica il numero di autorizzati, per quali interventi e la durata del

Dettagli

AVVISO PUBBLICO 1. ISTITUZIONE DEL REGISTRO DELLE STRUTTURE SOCIO ASSISTENZIALI ACCREDITATE

AVVISO PUBBLICO 1. ISTITUZIONE DEL REGISTRO DELLE STRUTTURE SOCIO ASSISTENZIALI ACCREDITATE AVVISO PUBBLICO ACCREDITAMENTO STRUTTURE A CICLO RESIDENZIALE E SEMIRESIDENZIALE CHE PRESTANO SERVIZI SOCIO ASSISTENZIALI NEL DISTRETTO SOCIOSANITARIO FORMIA GAETA. 1. ISTITUZIONE DEL REGISTRO DELLE STRUTTURE

Dettagli

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE Allegato 1 a) QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE Qualora ritenga importante integrare il questionario con commenti particolari o chiarimenti che ritiene importanti può farlo scrivendo quanto ritiene opportuno

Dettagli

2. La Rete dei servizi educativi 0-3

2. La Rete dei servizi educativi 0-3 2. La Rete dei servizi educativi 0-3 Cosa trovo in questo capitolo Notizie sui servizi educativi cittadini Che tipologie di servizi ci sono Come sono gestiti Come fa il Comune a garantire la qualità ai

Dettagli

ALLEGATO 1. Descrittori

ALLEGATO 1. Descrittori A1) Qualità dell'insegnamento Conseguimento di competenze professionali certificate e attestati di formazione con ricaduta sull attività professionale (rif. anno in corso) Capacità di progettazione Capacità

Dettagli

RIABILITAZIONE TERRITORIALE CENTRO DI RIABILITAZIONE GLOBALE DIURNO PER PERSONE CON DISABILITÀ FISICA, PSICHICA E SENSORIALE

RIABILITAZIONE TERRITORIALE CENTRO DI RIABILITAZIONE GLOBALE DIURNO PER PERSONE CON DISABILITÀ FISICA, PSICHICA E SENSORIALE È una struttura sociosanitaria territoriale a carattere diurno rivolto a persone con disabilità fisica, psichica e sensoriale di grado medio o medio-grave, in età post-scolare o a giovani adulti, che fornisce

Dettagli

Disciplinare per la gestione dell Albo Fornitori - SISTEMA DI QUALIFICAZIONE

Disciplinare per la gestione dell Albo Fornitori - SISTEMA DI QUALIFICAZIONE Area operativa - Direzione Acquisti Premessa Disciplinare per la gestione dell Albo Fornitori - SISTEMA DI QUALIFICAZIONE Il presente disciplinare ha come obiettivo la definizione delle modalità di gestione

Dettagli

REQUISITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE

REQUISITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE Lista di verifica REQUITI SPECIFICI PER L'AUTORIZZAZIONE e L'ACCREDITAMENTO ALO NIDO 1 ALO NIDO - REQUITI FUNZIONALI AS-NI.AU.1.1.1.1 Il personale con funzione educativa è in numero adeguato al numero

Dettagli

Gestione della Sicurezza Antincendio

Gestione della Sicurezza Antincendio Gestione della Sicurezza Antincendio Corso di formazione per professionisti antincendio Capitolo 5.6 Sistema di Gestione della Sicurezza Strategia antincendio S5 del D. M. 3 agosto 2015 Docente: ing. Massimo

Dettagli

Istituto Comprensivo San Vito Viale Trento e Trieste, San Vito Romano Roma tel. 06/ Fax 06/ rmic8an002-distretto Scolastico

Istituto Comprensivo San Vito Viale Trento e Trieste, San Vito Romano Roma tel. 06/ Fax 06/ rmic8an002-distretto Scolastico Istituto Comprensivo San Vito Viale Trento e Trieste, 30-00030 San Vito Romano Roma tel. 06/9571058 Fax 06/95479212 rmic8an002-distretto Scolastico XXXVI Mail : rmic8an002@istruzione.it web: www.scuolesanvitoromano.it

Dettagli

SCHEDA TECNICA 4) REQUISITI PER L'ACCREDITAMENTO DEI SERVIZI PRIMA INFANZIA AUTORIZZATE: CENTRI PRIMA INFANZIA

SCHEDA TECNICA 4) REQUISITI PER L'ACCREDITAMENTO DEI SERVIZI PRIMA INFANZIA AUTORIZZATE: CENTRI PRIMA INFANZIA SCHEDA TECNICA 4) PER L'ACCREDITAMENTO DEI SERVIZI PRIMA INFANZIA AUTORIZZATE: CENTRI PRIMA INFANZIA AREA 1 REGIONALE 1 2 3 4 5 6 7 Comunicazione e Valutazione Presenza di una Carta dei Servizi in cui

Dettagli

ASSESSORATO DELL IGIENE E SANITA E DELL ASSISTENZA SOCIALE

ASSESSORATO DELL IGIENE E SANITA E DELL ASSISTENZA SOCIALE Sono strutture socio-sanitarie residenziali presso le quali vengono accolti i soggetti affetti da AIDS e da patologie correlate, quando: a) non sia possibile attivare un trattamento a domicilio: b) se

Dettagli

COMUNITA FAMILIARE PER MINORI (LR 20/2002 art. 3, c. 2, lett. a)

COMUNITA FAMILIARE PER MINORI (LR 20/2002 art. 3, c. 2, lett. a) ALLEGATO A COMUNITA FAMILIARE PER MINORI (LR 2/22 art., c. 2, lett. a) codice paragrafo M - A 1 Definizione La Comunità Familiare per minori è una struttura educativa residenziale che si caratterizza per

Dettagli

Gli strumenti per l ascolto, l partecipazione e la rilevazione del gradimento

Gli strumenti per l ascolto, l partecipazione e la rilevazione del gradimento Gli strumenti per l ascolto, l la partecipazione e la rilevazione del gradimento Gli strumenti previsti dai requisiti dell accreditamento definitivo Barbara Schiavon Servizio dell integrazione socio-sanitaria

Dettagli

ASILO NIDO REGOLAMENTO ASILO

ASILO NIDO REGOLAMENTO ASILO ASILO NIDO REGOLAMENTO ASILO Finalità generali L asilo nido è un servizio educativo e sociale che offre alle famiglie l opportunità di garantire ai bambini dai tre mesi ai tre anni la cura, l assistenza

Dettagli

ELENCO DOCUMENTAZIONE DISPONIBILE IN AZIENDA A SUPPORTO DELL AUTOCERTIFICAZIONE

ELENCO DOCUMENTAZIONE DISPONIBILE IN AZIENDA A SUPPORTO DELL AUTOCERTIFICAZIONE ELENCO DOCUMENTAZIONE DISPONIBILE IN AZIENDA A SUPPORTO DELL AUTOCERTIFICAZIONE 1. autorizzazioni edilizie planimetrie aggiornate (sede dell impresa) certificato di Licenza d Uso o Agibilità (sede dell

Dettagli

TRIBUNALE PRIVATO SOCIALE

TRIBUNALE PRIVATO SOCIALE Carcere e droghe, aspetti organizzativi Dr.ssa Sonia Calzavara - Ser.T. - U.L.S.S. 16 - Padova SISTEMA COMPLESSO OGNI ISTITUZIONE HA IL PROPRIO MANDATO SERT TRIBUNALE RACCORDO SERT ESTERNI CARCERE ISTITUZIONI

Dettagli

IL MINISTRO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI

IL MINISTRO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI Decreto del Ministero per i beni e le attività culturali 28 marzo 2008 Linee guida per il superamento delle barriere architettoniche nei luoghi di interesse culturale. (pubblicato nella G.U. n 114 del

Dettagli

Le Banche Dati a supporto dell Area Minori e Genitorialità

Le Banche Dati a supporto dell Area Minori e Genitorialità Le Banche Dati a supporto dell Area Minori e Genitorialità Affido Banca Dati Comunità per Minori e per Mamma/Bambino Offerta Territoriale La Banca Dati Affido Partner progettuali Ambito Distrettuale Sud

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI INTERVENTI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO A FAVORE DI STUDENTI CON DISABILITA ISCRITTI AGLI ATENEI VENEZIANI L.R. 8/98 ARTT.

REGOLAMENTO IN MATERIA DI INTERVENTI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO A FAVORE DI STUDENTI CON DISABILITA ISCRITTI AGLI ATENEI VENEZIANI L.R. 8/98 ARTT. Approvato con Delibera CdA n. 33 del 19.12.2014 REGOLAMENTO IN MATERIA DI INTERVENTI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO A FAVORE DI STUDENTI CON DISABILITA ISCRITTI AGLI ATENEI VENEZIANI L.R. 8/98 ARTT. 3 e 27

Dettagli

COMUNE DI SANT'AGOSTINO Provincia di Ferrara

COMUNE DI SANT'AGOSTINO Provincia di Ferrara COMUNE DI SANT'AGOSTINO Provincia di Ferrara REGOLAMENTO SUI REQUISITI E LE PROCEDURE PER L AUTORIZZAZIONE AL FUNZIONAMENTO DEI SERVIZI EDUCATIVI PER LA PRIMA INFANZIA GESTITI DA SOGGETTI PRIVATI, AI SENSI

Dettagli

Relazione Tecnica e abstract di progetto. Presentata da nella sua qualità di legale rappresentante di partecipante alla procedura di selezione

Relazione Tecnica e abstract di progetto. Presentata da nella sua qualità di legale rappresentante di partecipante alla procedura di selezione Modello 4 relazione tecnica e abstract Procedura di selezione ad evidenza pubblica per l individuazione di un soggetto collaboratore per la co-progettazione, organizzazione e gestione dei servizi di accoglienza,

Dettagli

All. C SCHEDA TECNICA 1) REQUISITI PER L'ACCREDITAMENTO DEI SERVIZI PRIMA INFANZIA AUTORIZZATE: ASILI NIDO

All. C SCHEDA TECNICA 1) REQUISITI PER L'ACCREDITAMENTO DEI SERVIZI PRIMA INFANZIA AUTORIZZATE: ASILI NIDO All. C SCHEDA TECNICA 1) PER L'ACCREDITAMENTO DEI SERVIZI PRIMA INFANZIA AUTORIZZATE: ASILI NIDO 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 AREA 1 Comunicazione e Valutazione Presenza di una Carta dei Servizi in cui siano illustrati

Dettagli

Questionario n Alunno disabile

Questionario n Alunno disabile Utente: Talarico R. USCITA Home Questionari Analisi questionari Dati Istituzione Scolastica Supporto Dati questionario Questionario n. 0636 - Alunno disabile Codice: 0636 Ambito: Alunno disabile Struttura:

Dettagli

REQUISITI PER L ACCREDITAMENTO DEGLI ASILI NIDO COLLOCATI NEI COMUNI DEL DISTRETTO DI MARIANO COMENSE

REQUISITI PER L ACCREDITAMENTO DEGLI ASILI NIDO COLLOCATI NEI COMUNI DEL DISTRETTO DI MARIANO COMENSE REQUISITI PER L ACCREDITAMENTO DEGLI ASILI NIDO COLLOCATI NEI COMUNI DEL DISTRETTO DI MARIANO COMENSE Il/La sottoscritt in qualità di legale rappresentante della Cooperativa/Associazione/Ente/Azienda con

Dettagli

QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE

QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE Allegato 1a) Allegato alla domanda di accreditamento n. del QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE Qualora ritenga importante integrare il questionario con commenti particolari o chiarimenti che ritiene importanti

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLA STRUTTURA SOCIO- ASSISTENZIALE COMUNALE (AI SENSI DELLA L.P. 12.07.1991, N. 14 ART.

REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLA STRUTTURA SOCIO- ASSISTENZIALE COMUNALE (AI SENSI DELLA L.P. 12.07.1991, N. 14 ART. Comune di Rovereto Provincia di Trento REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLA STRUTTURA SOCIO- ASSISTENZIALE COMUNALE (AI SENSI DELLA L.P. 12.07.1991, N. 14 ART. 20) Approvato con deliberazione

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 1 luglio 2003, n. 0234/Pres.

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 1 luglio 2003, n. 0234/Pres. L.R. 13/2002, art. 13, c. 11 B.U.R. 6/8/2003, n. 32 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 1 luglio 2003, n. 0234/Pres. Regolamento per l assegnazione, concessione ed erogazione dei contributi di cui alla

Dettagli

ERSA Agenzia rurale per lo sviluppo rurale

ERSA Agenzia rurale per lo sviluppo rurale ERSA Agenzia rurale per lo sviluppo rurale Servizio Promozione, Statistica agraria e Marketing Via Montesanto 17 Gorizia Tel. 0481 386502 ersa@ersa.fvg.it Legge regionale 4 giugno 2004 n. 18 Art. 23 (Fattorie

Dettagli

Ver. 2 8 maggio 2007. È rilevante ma non viene affrontato 1

Ver. 2 8 maggio 2007. È rilevante ma non viene affrontato 1 Ver. 8 maggio 007 SICUREZZA E QUALITA DEI PRODOTTI AGRO ALIMENTARI 1. ANALISI DEI PERICOLI A. Il problema dell individuazione delle fasi che potrebbero rivelarsi critiche per la sicurezza degli alimenti:

Dettagli

Regolamento di attuazione dell articolo 62 della legge regionale 24 febbraio 2005, n. 41 (Sistema integrato di interventi e servizi per la tutela dei

Regolamento di attuazione dell articolo 62 della legge regionale 24 febbraio 2005, n. 41 (Sistema integrato di interventi e servizi per la tutela dei Regolamento di attuazione dell articolo 62 della legge regionale 24 febbraio 2005, n. 41 (Sistema integrato di interventi e servizi per la tutela dei diritti di cittadinanza sociale) Art. 1 Oggetto ed

Dettagli

GARA SERVIZI ASSISTENZIALI, EDUCATIVI E DIVERSI PRESSO LE STRUTTURE PER ANZIANI E DISABILI - LOTTO 1 (STRUTTURE PER ANZIANI)

GARA SERVIZI ASSISTENZIALI, EDUCATIVI E DIVERSI PRESSO LE STRUTTURE PER ANZIANI E DISABILI - LOTTO 1 (STRUTTURE PER ANZIANI) CRITERI DI VALUTAZIONE DELL'OFFERTA - allegato al disciplinare di gara 1 GARA SERVIZI ASSISTENZIALI, EDUCATIVI E DIVERSI PRESSO LE STRUTTURE PER ANZIANI E DISABILI - LOTTO 1 (STRUTTURE PER ANZIANI) Offerta

Dettagli

Al SUAP del Comune di Sarno

Al SUAP del Comune di Sarno Al SUAP del Comune di Sarno Richiesta autorizzazione al funzionamento della struttura di cui all'allegato A del Decreto del Presidente della Giunta Regionale della Campania n. 16 del 23 novembre 2009 Regolamento

Dettagli

ASSESSORADU DE S'IGIENE E SANIDADE E DE S'ASSISTÈNTZIA SOTZIALE

ASSESSORADU DE S'IGIENE E SANIDADE E DE S'ASSISTÈNTZIA SOTZIALE Allegato n. 1 alla Delib.G.R. n. 22/29 del 3.5.2017 È una struttura territoriale di tutela sociosanitario a carattere diurno rivolta a persone con disabilità grave, in età postscolare o adulta/anziana

Dettagli

Esami conclusivi del 2 ciclo di istruzione. Giugno 2012

Esami conclusivi del 2 ciclo di istruzione. Giugno 2012 Esami conclusivi del 2 ciclo di istruzione Giugno 2012 www.istruzioneer.it Materiali incontro 12.6.2012 Linee guida in materia di Esami conclusivi per gli allievi con handicap certificato in base alla

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ALLOGGIO E PRIMA COLAZIONE (BED & BREAKFAST)

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ALLOGGIO E PRIMA COLAZIONE (BED & BREAKFAST) COMUNE DI ORTIGNANO RAGGIOLO (PROVINCIA DI AREZZO) Via Provinciale 4-52010 Ortignano Raggiolo (AR) Tel. 0575.539214 Fax 0575.539369 E-MAIL: ortignanoraggiolo@casentino.toscana.it REGOLAMENTO COMUNALE PER

Dettagli

PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO

PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO Organizzazione - Osservazione - Condivisione degli Interventi Educativi per i minori con Disturbi dello Spettro Autistico Indice Struttura del PEI Argomenti Trattati OSSERVAZIONI

Dettagli

Al Comune di Il/La sottoscritto/a nato/a a ( ) il Sesso M F - nazionalità residente a in via n int. Tel.: Tel. cell. PEC

Al Comune di Il/La sottoscritto/a nato/a a ( ) il Sesso M F - nazionalità residente a in via n int. Tel.: Tel. cell. PEC Marca da bollo Al Responsabile SUAP Via della Pineta 117 00040 Rocca Priora RM Servizio.suap@cert.cmcastelli.it RICHIESTA AUTORIZZAZIONE ALL APERTURA, ALL AMPLIAMENTO, ALLA TRASFORMAZIONE ED ALLA CESSAZIONE

Dettagli