A cura di Ciro Annicchiarico

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "A cura di Ciro Annicchiarico"

Transcript

1 A cura di Ciro Annicchiarico Gennaio 2008

2 2

3 Comune di Firenze Ufficio Comunale di Statistica Dirigente Riccardo Innocenti Posizione Organizzativa Qualità e Gradimento Servizi Ciro Annicchiarico A cura di Ciro Annicchiarico Hanno collaborato Alberico Pecora, Federico Stefanelli, Erika Vagaggini Programmazione supervisione CATI Francesca Crescioli, Stefano Poli Rilevatori Amerini Diletta Amerini Silvia Barbieri Filippo Locci Marco 3

4 Indice Premessa L indagine Predisposizione del questionario Interviste telefoniche Quantificazione e caratteristiche degli intervistati I risultati dell indagine Prima sezione La lettura Seconda sezione La tua città In sintesi...21 APPENDICE TABELLE QUESTIONARIO Indice grafici e tabelle Grafico 1_ Genere e età del campione... 8 Tabella 1_Titolo di studio del campione... 8 Grafico 2_ Condizione occupazionale del campione... 8 Tabella 2_Lettura negli ultimi 12 mesi per classi di età... 9 Grafico 3_Propensione alla lettura... 9 Grafico 4_ Propensione alla lettura per età Tabella 3_Genere di libri letti Grafico 5_ Quantità di libri letti negli ultimi 12 mesi Grafico 6_ Quantità di libri letti per genere degli intervistati Tabella 4_Luogo di acquisto dei libri Tabella 5_ Luogo di acquisto dei libri per età Tabella 6_Motivazioni della non lettura Tabella 7_Motivazioni della non lettura per genere Grafico 7_ Conoscenza delle librerie e propensione all acquisto nelle librerie Grafico 8_ Conoscenza della biblioteca e sua frequentazione Grafico 9_ Motivi di frequentazione della biblioteca Grafico 10_ Conoscenza e frequentazione della biblioteca per età Tabella 8_ Motivi di frequentazione della biblioteca per età Grafico 11_Possesso della tessere della biblioteca per età e generale Tabella 9_ Conoscenza della biblioteca per inclinazione alla lettura Grafico 12_ Conoscenza dello Scaffale del libero scambio Grafico 13_Conoscenza dello scaffale del libero scambio per età Tabella 10_Utilizzo dello Scaffale del libero scambio per età e generale Grafico 14_ Conoscenza del Maggio di libri

5 Indagine sulla lettura Premessa L offerta di informazione sul sistema del libro è il primo gradino per l osservazione delle componenti che entrano in gioco di fatto, nel processo della lettura. Le modalità di rilevazione e di comunicazione del sistema e i dati relativi alle infrastrutture e reti che consentono l accesso al libro introducono al dibattito sull uso sociale della lettura e sono un preliminare indispensabile per ricostruire la composizione, le tendenze e le politiche della lettura. Attraverso le rilevazioni effettuate sul tema è stato possibile accertare che gran parte dei dati non sono utilizzabili per osservare l incidenza della lettura nel mutamento sociale, che il libro non è la componente dominante del sistema dell informazione, che le pratiche della lettura comprendono anche molti tipi di contatto, uso e trattamento dei testi che poco hanno a che fare con la carta stampata. Le notevoli differenze di approccio alla descrizione dei dati relativi al libro e alla lettura sono dovute anche al fatto che testi, opere, informazioni non passano tra le generazioni, i gruppi, le culture attraverso il libro. In misura crescente passano attraverso i linguaggi e i canali dei media, che producono alterazioni, marcate e di vario tipo, nei tradizionali assetti e linee di trasmissione del patrimonio culturale, dell acquisto delle conoscenze e delle modalità della lettura. È probabilmente un problema di teoria. Alcune teorie legate alla immagine statica della cultura del libro considerano questi eventi come un danno. Si tratta di una evoluzione del sistema dell informazione che interessa da tempo i paesi industrializzati, che usano i media come impalcatura comunicativa primaria, e tende a estendersi a livello planetario. 5

6 1. L indagine Quanto si legge, come si legge, dove e perché si legge sono i quesiti principali attorno a cui si muove l indagine orientata a fotografare una realtà che evidenzia inevitabili collegamenti tra la pratica della lettura e i vari contesti entro cui essa si esplica. La famiglia e le biblioteche rappresentano le agenzie educative e le strutture principali di riferimento per un discorso in chiave pedagogica che miri alla realizzazione di percorsi formativi rivolti al lettore giovanile e non. Se una rilevazione in termini quantitativi e qualitativi della lettura è fondamentale nell'ambito di una panoramica generale del fenomeno, l'analisi della motivazione diviene necessaria per cogliere gli aspetti salienti dei processi che caratterizzano la formazione del lettore. Leggere per sapere, per acquisire competenze, ma soprattutto per piacere affinché divenga pratica autonoma, non eterodiretta, frutto di scelte consapevoli, così da rimanere punto focale e permanente nella vita dell'individuo. Nella realtà Sestese, siamo di fronte ad un interesse per la lettura, nella sua doppia valenza formativa e informativa, nonché per i luoghi e le strategie a essa connesse, per incentivare la motivazione e la creazione di lettori abituali e consapevoli. La redazione di questo rapporto di indagine rappresenta il compimento del progetto "Indagine sulla lettura a Sesto Fiorentino", elaborato e condotto per conto del Comune di Sesto, con il doppio fine di comparare direttamente attitudini e atteggiamenti dei lettori, cercando di cogliere una visione evolutiva della pratica della lettura e di promuovere attività e iniziative nell'ambito del territorio per incentivare la motivazione alla lettura. 6

7 1.1. Predisposizione del questionario Il questionario utilizzato è suddiviso in due sezioni che riguardano rispettivamente: 1. La lettura intesa nei termini di quanto si legge, cosa si legge e dove si acquista; 2. La tua città intesa come conoscenza di librerie, biblioteche e iniziative di sensibilizzazione alla lettura. La prima sezione concentra la propria attenzione su aspetti specifici che legano il lettore al libro con l obiettivo di cogliere l aspetto qualitativo che li unisce. La seconda sezione, invece, guarda al livello di confidenza che i rispondenti hanno con la propria città relativamente ai punti in cui si produce cultura Interviste telefoniche Le interviste sono state compiute col sistema CATI, che è un metodo di rilevazione dei dati standardizzato di tipo misto. L intervista strutturata è condotta da un intervistatore telefonicamente. A differenza dei metodi tradizionali, l operatore può gestire i colloqui ponendo le domande e registrandole direttamente sul computer. La motivazione che spinge ad utilizzare questa metodologia, rispetto ad altre, va ricercata nel fatto che presenta molteplici vantaggi fra cui: La rapidità nella raccolta dei dati; Il contenimento dei costi; Il controllo dell attività degli intervistatori; La possibilità di raggiungere velocemente le persone anche in vaste aree geografiche; La rapidità nell elaborazione dei dati Quantificazione e caratteristiche degli intervistati L indagine è stata realizzata dal 20 al 28 Novembre I cittadini contattati sono stati, complessivamente 3147, mentre le interviste effettuate sono state 800; la durata media delle interviste è stata di 3,54 minuti. Per la scelta degli individui da intervistare, è stato adottato un campionamento di tipo stratificato con strati definiti rispetto al quartiere di residenza del rispondente, al sesso e alla classe di età, in base alle risultanze anagrafiche aggiornate al momento della rilevazione. Per quanto riguarda il sesso, il 51,6% del campione è costituito da femmine e il 48,4% da maschi (cfr. Grafico 1). La variabile età, come si evince dal grafico 1, è stata ricodificata creando tre categorie: la categoria dei giovani (18-30), degli adulti (31-60) e degli anziani (61 e oltre). 7

8 Grafico 1_ Genere e età del campione M F 24,8 15, e oltre 51,6 48,4 59,8 Dai dati osserviamo che poco meno del 60% del campione si addensa nella fascia adulta mentre i giovani e gli anziani rappresentano rispettivamente il 15,5% ed il 24,8%. I laureati rappresentano il 9,6% del campione, i diplomati il 30,6%, coloro che possiedono la licenza media-inferiore sono il 25,8%, la licenza elementare il 17,3% mentre l 8,5% non risponde a questa domanda (cfr. Tabella 1) Tabella 1_Titolo di studio del campione Frequenze Percentuale laurea 77 9,6 diploma universitario 28 3,5 diploma di maturità ,6 diploma di qualifica professionale 38 4,8 licenza media inferiore ,8 licenza elementare ,3 n.r. 68 8,5 Totale ,0 In riferimento alla condizione occupazionale vediamo che il 51,0% del campione è rappresentato da occupati, il 22,3% sono ritirati dal lavoro, il 6,0% sono studenti, mentre il 6,9% del campione non ha risposto alla domanda. (cfr.grafico 2). Grafico 2_ Condizione occupazionale del campione 6,9 occupato 5,8 disoccupato alla ricerca di nuova occupazione casalinga 22,3 51,0 studente ririrato dal lavoro 6,0 inabile al lavoro 5,6 2,5 n.r. 8

9 2. I risultati dell indagine 2.1. Prima sezione La lettura La prima domanda del questionario indaga la propensione degli intervistati alla lettura, indipendentemente da motivi di studio o lavoro. Dai dati risulta che il 55,0% dei rispondenti ha letto libri nel corso dell ultimo anno contro il 45,0%. Dalla stessa domanda letta per genere rileviamo che non vi sono notevoli differenze di comportamento tra maschi e femmine in tema di lettura; infatti, le percentuali di entrambe le categorie non si discostano in maniera notevole dalla distribuzione campionaria (cfr. Tabella in appendice pag 24). La variabile che sembrerebbe avere un influenza in tema di lettura è l età: dai dati riportati in tabella 2 vediamo che circa sette giovani su dieci leggono per il piacere di leggere contro poco meno di sei adulti su dieci e meno di quattro ultrasessantunenni su dieci. Tabella 2_Lettura negli ultimi 12 mesi per classi di età Classi di età e oltre Totale si 71,8 57,1 39,4 55,0 no 28,2 42,9 60,6 45,0 Totale 100,0 100,0 100,0 100,0 La tendenza alla lettura sembrerebbe dunque essere una caratteristica delle fasce più giovani visto che, man mano che si avanza con l età, la percentuale di lettori cala vistosamente. Parlando della frequenza con cui si legge vediamo che tra i lettori (55,0% del campione) il 32,5% dichiara di leggere tutti i giorni, il 35,0% qualche volta a settimana, il 25,2% qualche volta al mese e solo il 7,3% qualche volta l anno. Sembrerebbe dunque che l abitudine a leggere fosse caratterizzata da una certa regolarità visto che poco meno del 70% dei lettori legge con una certa frequenza. Da rilevare, tuttavia, che un intervistato su quattro dichiara di leggere una volta al mese delineando un diverso orientamento (cfr. Grafico 3). Grafico 3_Propensione alla lettura 7,3 32,5 25,2 Tutti i gio rni Qualche vo lta la settimana Qualche vo lta il mese qualche volta all'anno 35,0 9

10 La frequenza con cui si legge, incrociata per genere, non mostra particolari scostamenti percentuali; sembrerebbe, dunque, che il genere non influenzasse l assiduità alla lettura. La stessa domanda per età, invece, traccia specifici profili: tra gli appartenenti alla classe giovane e quella anziana, la percentuale più alta viene rilevata sulla modalità qualche volta a settimana (rispettivamente 36,0% e 42,3%) mentre la classe intermedia si posiziona sulla modalità tutti i giorni (35,5%). Tuttavia, i distacchi dal dato campionario che segnaliamo sono quelli riferiti a coloro che leggono qualche volta nell arco del mese (33,7% contro il 25,2%) per quanto riguarda i più giovani e a coloro che hanno dichiarato di leggere qualche volta la settimana per quanto riguarda i più anziani (42,3% contro il 35,0% campionario) (cfr. Grafico 4). Grafico 4_ Propensione alla lettura per età 1,3 100% 7,9 8,8 23,1 80% 23,1 33,7 60% 32,6 42,3 40% 36,0 20% 0% 22,5 35,5 33, e oltre Tutti i giorni Qualche volta la settimana Qualche volta il mese qualche volta all'anno In riferimento alla tipologia di libri letti vediamo che la stragrande maggioranza del subcampione, rappresentato da coloro che hanno dichiarato di aver letto libri nel corso degli ultimi dodici mesi, dichiara di preferire romanzi, racconti, gialli e fantascienza (89,5%), seguono, con uno scarto notevole, coloro che preferiscono libri di carattere filosofico, sociologico, politico, religioso (5,5%). Dai dati, dunque, emerge che quasi nove intervistati su dieci leggono opere di narrativa mentre poco lette risultano le opere di saggistica o di carattere scientifico (cfr. Tabella 3). Tabella 3_Genere di libri letti Frequenze Percentuale Romanzi, racconti, gialli, fantascienza ,5 Libri di filosofia, sociologia, politica, religione, ecc ,5 Libri di scienza 5 1,1 Libri di Arte e Musica 4 0,9 Altro 13 3,0 Totale ,0 La stessa domanda incrociata per età e per genere non rileva scostamenti degni di nota. La quarta domanda del questionario riguarda la quantità di libri letti nel corso dell ultimo anno. Risulta che poco meno della metà del campione ha letto tra uno e cinque libri, il 32,3% 10

11 tra sei e dieci, il 13,4% tra undici e venti ed il restante 4,5% più di venti libri l anno (cfr Grafico 5). Grafico 5_ Quantità di libri letti negli ultimi 12 mesi 13,4 4,5 49,8 32, Oltre 20 Considerando il totale campionario, costituito da 800 intervistati, possiamo affermare che la categoria modale rappresentata da un numero di libri annuo compreso tra 1 e 5 è pari al 27,4% che diventa quasi la metà se prendiamo in considerazione solo i lettori. Partendo dal dato complessivo, evidenziamo alcune differenze di atteggiamento tra i lettori incrociati per genere a partire dalla constatazione che il 35,7% delle femmine legge fra i sei e i dieci libri l anno contro il 28,2% dei maschi, mentre sono gli stessi (15,3%) a leggere fra gli undici e i venti libri l anno contro l 11,8% delle femmine. Resta comunque il fatto che, visto per genere, il 50% circa legge tra uno e cinque libri l anno. Grafico 6_ Quantità di libri letti per genere degli intervistati 100% 80% 5,9 15,3 3,4 11,8 60% 40% 28,2 35,7 Oltre % 50,5 49,2 0% maschio femmina Lo stesso dato per età non evidenzia differenze notevoli di atteggiamento nei confronti della lettura sul piano quantitativo ad eccezione della fascia più anziana che primeggia sulle altre categorie nella modalità di risposta libri annui letti (16,7%). Alla domanda su dove acquistano libri, era possibile dare due risposte. La prima risposta ha indicato le librerie (76,8%), la seconda i supermercati-centri commerciali (30,7%). Da sottolineare che solo il 5,2% tra i lettori dichiara, come prima risposta, di avere preso in prestito il libro dalla biblioteca (cfr. Tabella 4). 11

12 Tabella 4_Luogo di acquisto dei libri 1 risposta Frequenze Percentuale In libreria ,8 In supermercato o centro commerciale 31 7,0 in edicola, cartoleria 3 0,7 L'ho acquistato su internet 8 1,8 L'ho avuto in prestito da una biblioteca 23 5,2 L'ho ricevuto da un amico/parente 23 5,2 Altro 14 3,2 Totale ,0 2 risposta In libreria 22 5,0 In supermercato o centro commerciale ,7 in edicola, cartoleria 9 2,0 L'ho acquistato su internet 4 0,9 L'ho avuto in prestito da una biblioteca 32 7,3 L'ho ricevuto da un amico/parente 61 13,9 Altro 20 4,5 salta ,5 Non sa 1 0,2 Totale ,0 Considerando la variabile età, non si rilevano atteggiamenti diversi per quanto attiene le tendenze d acquisto poiché la libreria risulta essere di gran lunga la modalità su cui si addensano tutte le percentuali. Da notare, tuttavia, che il 10,3% degli ultrasessantunenni acquistano i libri nei supermercati-centri commerciali contro il 5,6% ed il 6,6% rispettivamente dei giovani e della fascia intermedia (cfr. Tabella 5). Tabella 5_ Luogo di acquisto dei libri per età e oltre In libreria 80,9 75,8 75,6 In supermetcato o centro commerciale 5,6 6,6 10,3 in edicola, cartoleria 1,1 0,7 0,0 L'ho acquistato su internet 2,2 1,5 2,6 L'ho avuto in prestito da una biblioteca 6,7 4,8 5,1 L'ho ricevuto da un amico/parente 2,2 6,2 5,1 Altro 1,1 4,4 1,3 Totale 100,0 100,0 100,0 Se tra gli anni Ottanta e Novanta, protagonista nel settore industriale è stata la grande distribuzione, oggi sono le catene di librerie ad avere un posto privilegiato, rispondendo ai cambiamenti nei comportamenti di acquisto da parte dei lettori. Il pubblico richiede assortimenti sempre più ampi e diversificati, integrati da un altro tipo di editoria: quella elettronica, dell'home video e musicale, oltre che articoli di cancelleria e gadget di vario genere. Si tratta di una tipologia di cliente che richiede spazi in cui vivere lo shopping, dotati 12

13 di caratteristiche di praticità e comodità, come i servizi di caffetteria, benefit dei grandi punti vendita. Nelle grandi città le librerie tendono a migliorare questo tipo di servizi e a diversificare la loro configurazione. Nelle piccole città il libro è entrato a far parte di una merceologia molto varia che impedisce di fatto le rilevazioni. Molto interessante il fenomeno del libro nel supermarket che richiede al volume un adattamento visivo alle altre merci e una scelta di generi e il cambiamento strutturale di molto librerie metropolitane che cominciano a configurarsi come ludoteche, mediateche, caffè con libri e simili, luoghi di ritrovo che hanno poco della tradizione immagine della libreria. Sono una proiezione materiale della coesistenza forzata del libro con altri merci nel discorso dei media Una mappa di posizionamento dei canali distributivi rispetto ai benefit dei grandi punti vendita, colloca l'edicola, la piccola libreria e la cartolibreria nella fascia dell'offerta limitata, cui il pubblico si rivolge principalmente per il servizio di consulenza che esse possono garantire, oltre che per l'aspetto economico. Nella fascia dell'offerta illimitata si collocano le librerie indipendenti, le catene di librerie, i grandi magazzini: nelle prime il cliente trova opere che lo interessano; nelle catene trova libri di ogni genere, un grande assortimento, le ultime novità editoriali, oltre che una bella esposizione che invogli all'acquisto; nei grandi magazzini oltre ad un buon assortimento e a libri in offerta, trova facilmente un parcheggio e orari comodi. Se la grande distribuzione è in grado di offrire tutto questo, la funzione pionieristica spetta comunque alle librerie, soprattutto per quanto riguarda la presentazione e la promozione di autori e delle loro opere. Claudio Saporiti 1, a questo proposito, rileva gia` una forte concorrenza tra grande distribuzione e librerie, alimentata da un argomento concreto e incontrovertibile, "solo nelle giornate di sabato, in Italia entrano in un supermercato quasi 5000 persone; provate a moltiplicarle per supermercati". L'occasione fa la vendita: Saporiti fa notare che il 24% degli italiani acquista un libro casualmente. Questo succede soprattutto nei grandi magazzini, iper e supermercati, dove il cliente trova, oltre a prodotti di vario genere, lo scaffale dei libri, e spinto da varie motivazioni (regali, copertine accattivanti, grande assortimento e prezzo), ne compera uno. Di particolare interesse la domanda numero sei del questionario che indaga sulle motivazioni che allontanano dalla lettura. I risultati dicono che quasi sette intervistati su dieci non leggono e la motivazione addotta è la mancanza di tempo libero, poco meno di due su dieci non leggono per mancanza di interesse o perché si annoiano, l 8,1% si colloca sulla modalità altro (cfr. Tabella 6). 1 Claudio Saporiti, direttore generale di Mach 2 libri 13

14 Tabella 6_Motivazioni della non lettura Frequenze Percentuale Non ci sono librerie o edicole vicino a casa 2 0,6 Non ci sono biblioteche 2 0,6 Costano troppo 6 1,7 Mi annoiano, non mi interessano 71 19,7 Ho poco tempo libero ,4 Altro 29 8,1 Totale ,0 La stessa domanda incrociata per genere evidenzia alcune differenze: il 76,6% delle femmine dichiara di non leggere libri per mancanza di tempo contro il 62,7% dei maschi; gli stessi, con il 28,6%, si addensano sulla modalità mi annoiano, non mi interessano contro il 10,3% delle femmine (cfr.tabella 7). Questo tipo di atteggiamento nei confronti della lettura potrebbe essere riconducibile alla differenza dei ruoli che gli stessi hanno all interno della famiglia e/o società. Tabella 7_Motivazioni della non lettura per genere Maschio Femmina Non ci sono librerie o edicole vicino a casa 0,0 1,1 Non ci sono biblioteche 0.0 1,1 Costano troppo 0,5 2,9 Mi annoiano, non mi interessano 28,6 10,3 Ho poco tempo libero 62,7 76,6 Altro 8,1 8,0 Totale 100,0 100,0 Una considerazione generale, rispetto al rapporto che gli intervistati hanno o meno con la lettura, porterebbe a dire che non esiste alcuna relazione con la presenza o meno di librerie e biblioteche in città visto che i risultati non hanno messo in relazione questi due aspetti. Ciò è rafforzato dal fatto che in pochi hanno lamentato la mancanza di biblioteche o la distanza di librerie dalla propria abitazione come input ad una personale inclinazione alla lettura. 14

15 2.2. Seconda sezione La tua città La domanda numero sette ci introduce nella seconda sezione del questionario, la tua città, per comprendere, parlando di lettura, il livello di conoscenza dei rispondenti sui punti di vendita e consultazione dei libri e sulle iniziative di divulgazione degli stessi realizzate dal comune di Sesto Fiorentino. L 85,3% degli intervistati risponde di essere a conoscenza delle librerie presenti in città (cfr.grafico 7). Grafico 7_ Conoscenza delle librerie e propensione all acquisto nelle librerie si 14,8 si no no 44,6 85,3 55,4 Tra coloro che hanno dichiarato di conoscerle (85,3%), il 44,6% ha acquistato libri negli ultimi 12 mesi contro il restante 55,4% che, pur sapendo della loro presenza, non ha fatto acquisti (cfr.grafico 7). A proposito della domanda relativa alla presenza di una Biblioteca Pubblica sul territorio i risultati dicono che più di sette intervistati su dieci la conoscono ma, tra questi, solo il 17,6% l ha frequentata nel corso dell ultimo anno contro l 82,4% di coloro che, pur conoscendola, non la frequentano (cfr.grafico 8). Grafico 8_ Conoscenza e frequentazione della biblioteca 25,4 17,6 si no si no 74,6 82,4 Tra coloro che la frequentano (17,6% sul totale di coloro che la conoscono) il 58,1% la frequenta per prendere libri in prestito, il 19,0% per studiare, il 7,6% per leggere il giornale (cfr.grafico 9); 15

16 Grafico 9_ Motivi di frequentazione della biblioteca 1,9 1,9 11,4 7,6 19,0 Leggere il giornale Per studiare Prendere libri in prestito Navigare su internet Aggregazione 58,1 Altro Le stesse domande, lette per genere, non evidenziano differenze notevoli e si attestano su valori percentuali simili al dato campionario. Per età, invece, i risultati dicono che sono i giovani a conoscere di più la biblioteca, nove su dieci, seguono gli adulti, poco meno di otto su dieci, e gli anziani, poco meno di sei su dieci (cfr.grafico 10). Grafico 10_ Conoscenza e frequentazione della biblioteca per età 100,0 90,0 80,0 70,0 60,0 50,0 40,0 30,0 20,0 10,0 0,0 91,1 89,8 83,8 78,7 70,8 54,5 45,5 29,2 21,3 16,2 8,9 10,2 si no si no e oltre E' a conoscenza della Biblioteca pubblica presente nella sua città? L'ha frequentata negli ultimi 12 mesi? In particolare, l analisi per classe di età evidenzia che, tra i giovani, la biblioteca viene utilizzata soprattutto per studiare mentre, tra gli adulti e gli ultrasessantunenni, viene utilizzata soprattutto per prendere i libri in prestito (cfr. Tabella 8) Tabella 8_ Motivi di frequentazione della biblioteca per età e oltre Leggere il giornale 6,1 8,2 9,1 Per studiare 54,5 3,3 0,0 Prendere libri in prestito 36,4 67,2 72,7 Navigare su internet 3,0 1,6 0,0 Aggregazione 0,0 0,0 18,2 Altro 0,0 19,7 0,0 Totale 100,0 100,0 100,0 Sul totale di coloro che dichiarano di conoscere la biblioteca risalta il fatto che la percentuale dei possessori di tessera è molto bassa (20% circa). In particolare, tra gli adulti e gli ultrasessantunenni più di otto intervistati su dieci non la posseggono, mentre, tra i giovani, il rapporto è di circa sei su dieci (cfr. Grafico11). 16

17 Grafico 11_Possesso della tessere della biblioteca per età e generale 100,0 90,0 80,0 70,0 60,0 58,4 84,0 88,9 80, e oltre Totale 50,0 40,0 41,6 30,0 20,0 10,0 16,0 11,1 19,9 0,0 si no Dall incrocio delle variabili relative alla conoscenza della biblioteca con l inclinazione alla lettura sembrerebbe esserci una relazione diretta, tant è che il 61,8% di coloro che la conoscono sono lettori, mentre il 65,0% di coloro che non la conoscono non leggono. Invertendo la direzione concettuale della relazione potremmo dire che l esigenza di leggere porti il lettore verso una maggiore sollecitazione ad organizzare servizi che possano soddisfare al meglio le proprie necessità. Tabella 9_ Conoscenza della biblioteca per inclinazione alla lettura Inclinazione alla lettura Conoscenza biblioteca si no Totale si 61,8 35,0 55,0 no 38,2 65,0 45,0 Totale 100,0 100,0 100,0 La biblioteca pubblica è stata definita nel modo più compiuto da Paolo Traniello come «un servizio bibliotecario che interessa un determinato territorio, posto a carico della finanza locale con eventuali sussidi statali o regionali, rivolto alla generalità dei cittadini, collegato sul piano territoriale ad altri servizi analoghi nell'ambito di reti coordinate, capace di fornire servizi informativi anche mediante strumenti diversi dal libro e tecnologicamente avanzati, attento alle esigenze della propria utenza, sia per quanto riguarda i singoli che i gruppi, e volto a estendere i propri servizi verso un'utenza potenziale» 2. Come è noto, le biblioteche conservano il patrimonio librario; costituiscono, di fatto, il deposito del libro prodotto nei singoli paesi. Di solito le indagini rilevano il numero e la tipologia degli istituti, la tipologia del patrimonio, la dislocazione sul territorio, il rapporto percentuale con la popolazione, le modalità di accesso, il livello di aggiornamento, più raramente la tipologia della comunicazione con il lettore e le quantità e le qualità della lettura. 2 Paolo Traniello, La biblioteca pubblica: storia di un istituto nell Europa contemporanea, Bologna: Il mulino, 1997, p

18 Una linea di ricerca scorpora le biblioteche "di patrimonio", con aggiornamento lento, destinate alla conservazione del libro come bene storico da tutelare, che consentono l accesso soprattutto a "lettori esperti " e le biblioteche "di servizio", con aggiornamento rapido, sensibile ai suggerimenti delle tendenze (di cui è necessario tenere conto), destinate a "lettori erratici. La biblioteca pubblica è innanzitutto una "finestra sul mondo", il luogo dell'accesso illimitato e senza restrizioni alla ricchezza dell'espressione del pensiero e della creatività umana. Tra le caratteristiche essenziali della biblioteca pubblica di oggi, oltre al suo essere biblioteca per tutti, per l'intera comunità, e alla gratuità dei suoi servizi (o almeno di quelli fondamentali), Luigi Crocetti ne ha sottolineata una terza, la sua "contemporaneità", il suo legame con la cultura del presente e con le esigenze attuali 3. I servizi della biblioteca pubblica moderna si possono raccogliere intorno a due poli fondamentali: - l'accesso ai documenti; - i servizi d'informazione e di consultazione (reference service). Il lettore da biblioteca è sempre un lettore d élite, con tendenze alla documentazione e all approfondimento. Di fatto, la crescente produzione editoriale, l uso di altre pratiche della lettura connesse all uso dei media, la necessità di contatto con un pubblico sempre più parcellizzato favorisce la moltiplicazione di "biblioteche fluide" e di nuovi contenitori del libro (mediateca, ludoteca, videoteca, emeroteca, nastroteca, etc,). Questa tendenza impone una crescente attenzione alle biblioteche "di formazione" scolastiche e universitarie e alle piccole biblioteche locali con rapidi servizi di messa in posizione del libro nella catena della lettura. I dati disponibili non descrivono la composizione e la disponibilità del patrimonio librario. In Italia le 47 biblioteche statali, oggetto di rilevazioni, non raccolgono la totalità del patrimonio né danno indicazioni sull afflusso e gli orientamenti dei lettori. Restano escluse dallo scenario circa biblioteche che raccolgono sezioni importanti del patrimonio e registrano importanti afflussi di lettori e movimenti dei libri. La mancanza di dati relativi a queste biblioteche ha un effetto di distorsione sul sistema del libro e impedisce di ricostruire l andamento dell offerta di libro e delle pratiche della lettura Luigi Crocetti, Pubblica, in: La biblioteca efficace: tendenze e ipotesi di sviluppo della biblioteca pubblica negli anni 90, a cura di Massimo Cecconi, Giuseppe Manzoni, Dario Salvetti, Milano: Ed. Bibliografica, 1992, p Michele Rak (a cura di) Il sistema del libro Indagine sulla comunicazione dei dati sulla lettura nei paesi dell Unione Europea 18

19 Fra le varie attività della biblioteca si colloca l iniziativa dello scaffale del libero scambio. La Biblioteca, con i Centri civici e molte associazioni presenti sul territorio, ha pensato di decentrare alcuni punti di lettura e di scambio dei libri per incentivare l interesse nei confronti della lettura. Inconfondibili scaffali blu, con il logo e la sigla 'Scaffale del Libero Scambio', sono stati collocati nei luoghi generalmente più frequentati dai cittadini, come, ad esempio gli impianti sportivi, i circoli ricreativi e altri. Da questi scaffali è possibile prendere liberamente un libro, portarlo a casa, scambiarlo con gli amici e riportarlo successivamente in uno qualsiasi degli altri punti di scambio. Naturalmente è possibile donare libri e metterli così a disposizione di tutti. Questa iniziativa è conosciuta dal 50,5% degli intervistati. Grafico 12_ Conoscenza dello Scaffale del libero scambio si no 49,5 50,5 L analisi dei dati per classi di età evidenzia che sono soprattutto gli adulti (31-60) a conoscere l iniziativa con il 56,7%, seguono con il 41,9% i giovani e il gli anziani con il 40,9% (cfr. Grafico 13). Grafico 13_Conoscenza dello scaffale del libero scambio per età 70,0 60,0 56,7 58,1 59, e oltre 50,0 40,0 41,9 40,9 43,3 30,0 20,0 10,0 0,0 si no 19

20 Tra coloro che conoscono l iniziativa (50,5%) osserviamo che tre intervistati su quattro non utilizzano il servizio, mentre poco meno di due intervistati su dieci lo utilizza sia per prendere che per portare libri, in particolare, tra gli ultrasessantunenni con il 38,3% (cfr Tabella 10). Tabella 10_Utilizzo dello Scaffale del libero scambio per età e generale e oltre Totale Per prendere dei libri 5,8 3,0 2,5 3,2 Per portare dei libri 0,0 1,8 1,2 1,5 Per tutti e due i motivi 13,5 15,5 38,3 19,8 No non la utilizzo 80,8 79,7 58,0 75,5 Totale 100,0 100,0 100,0 100,0 L ultima domanda di questa sezione prende in esame l iniziativa Maggio di libri promossa dal Comune di Sesto Fiorentino. Si tratta di sessanta iniziative dedicate ai libri per tutto il mese di maggio. I libri infatti, in tutti i loro aspetti, saranno i protagonisti indiscussi del mese. Coinvolti nell iniziativa associazioni, scuole, librerie, biblioteca e ancora Multisala Grotta, Teatro La Limonaia, Circoli Arci, Palazzo Pretorio, Palazzetto dello Sport, Centro Comunale Anziani. Una vera kermesse per tutti i gusti e per tutte le età, volutamente senza un filo conduttore per consentire a tutti i collaboratori di trovare un proprio spazio all interno del grande tema della promozione alla lettura. I dati dicono che quasi il 90% del campione non conosce l iniziativa e lo stesso risultato lo abbiamo per genere e per età (cfr. Grafico 14). Questo dato, in virtù della portata dell evento, sembrerebbe suggerire il ricorso a strategie di pubblicizzazione e di comunicazione più efficaci e mirate da parte dell amministrazione comunale. Grafico 14_ Conoscenza del Maggio di libri 13,0 si no 87,0 Gli eventi campagne di lettura, fiere, mostre, premi costituiscono la soglia visibile della politica culturale. Gli eventi sono spesso considerati irrilevanti e non vengono censiti, tranne per qualche manifestazione di eccellenza. La pressione dei periodici e della televisione induce editori e biblioteche a intensificare i contatti con questi media per raggiungere i loro 20

A cura di Ciro Annicchiarico e Francesca Crescioli

A cura di Ciro Annicchiarico e Francesca Crescioli A cura di Ciro Annicchiarico e Francesca Crescioli Giugno 2010 Sistema Statistico nazionale Ufficio Comunale di Statistica Direzione Risorse Tecnologiche Servizio Statistica e Toponomastica Dirigente Riccardo

Dettagli

I CONSUMI CULTURALI DEI CITTADINI DEI COMUNI DEL CONSORZIO BIBLIOTECARIO NORD OVEST - presentazione dei risultati -

I CONSUMI CULTURALI DEI CITTADINI DEI COMUNI DEL CONSORZIO BIBLIOTECARIO NORD OVEST - presentazione dei risultati - Cosa vediamo? I CONSUMI CULTURALI DEI CITTADINI DEI COMUNI DEL CONSORZIO BIBLIOTECARIO NORD OVEST - presentazione dei risultati - Nobody s Unpredictable METODOLOGIA UTILIZZATA Universo di riferimento:

Dettagli

La lettura di libri in Italia

La lettura di libri in Italia La lettura di libri in Italia 10 maggio 2007 Le indagini Multiscopo condotte dall Istat rilevano i comportamenti e gli aspetti più importanti della vita quotidiana delle famiglie. Le informazioni presentate

Dettagli

La voce dei donatori

La voce dei donatori La voce dei donatori Uno studio sul grado di soddisfazione e di efficienza percepita dai Donatori nei confronti dell organizzazione e delle attività dell Avis Comunale RE www.avis.re.it Gli obiettivi della

Dettagli

L attività congressuale del 2010

L attività congressuale del 2010 1 L attività congressuale del 2010 Per la città e la provincia di Firenze il turismo congressuale rappresenta uno dei segmenti di maggiore interesse, sia per la spesa media del turista congressuale che

Dettagli

OSSERVATORIO CULTURALE DEL PIEMONTE

OSSERVATORIO CULTURALE DEL PIEMONTE LIBRERIE INDIPENDENTI E PICCOLA EDITORIA IN PIEMONTE SINTESI DEI DATI 15 Maggio 2010 La piccola editoria in Piemonte Il Piemonte si presenta oggi come il secondo polo produttivo d Italia sia per numero

Dettagli

PICCOLO, GRANDE, NUOVO Il commercio in Piemonte prima della riforma

PICCOLO, GRANDE, NUOVO Il commercio in Piemonte prima della riforma Errore. L'argomento parametro è sconosciuto. Direzione Commercio Artigianato PICCOLO, GRANDE, NUOVO Il commercio in Piemonte prima della riforma Sintesi dei risultati Maggio 2002 Piccolo, grande, nuovo.

Dettagli

I FIORENTINI E LA TRANVIA Indagine conoscitiva sull utilizzo della linea 1 della tranvia

I FIORENTINI E LA TRANVIA Indagine conoscitiva sull utilizzo della linea 1 della tranvia I FIORENTINI E LA TRANVIA Indagine conoscitiva sull utilizzo della linea 1 della tranvia Introduzione 1. Obiettivi e caratteristiche dell indagine L indagine è progettata dal Settore Pianificazione Integrata

Dettagli

GIOVANI: Tempo Libero e Consumi Culturali

GIOVANI: Tempo Libero e Consumi Culturali GIOVANI: Tempo Libero e Consumi Culturali Quadro di confronto tra le attività di tempo libero praticate negli anni Attività del tempo libero praticante almeno una volta nei tre mesi precedenti all'intervista

Dettagli

LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE

LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Milano, Aprile 2009 Indagine effettuata per Fratelli dell Uomo Rev. 00 1/29 L obiettivo primario era OBIETTIVI Verificare opinioni e atteggiamenti degli italiani nei confronti

Dettagli

L indagine svolta da AlmaLaurea nel 2013 ha coinvolto quasi 450mila laureati di primo e

L indagine svolta da AlmaLaurea nel 2013 ha coinvolto quasi 450mila laureati di primo e 1 L indagine svolta da AlmaLaurea nel 2013 ha coinvolto quasi 450mila laureati di primo e secondo livello di tutti i 64 atenei aderenti al Consorzio, che rappresentano circa l 80% del complesso dei laureati

Dettagli

I dati per le biblioteche dalla ricerca IPSOS e da PMV

I dati per le biblioteche dalla ricerca IPSOS e da PMV I dati per le biblioteche dalla ricerca IPSOS e da PMV Presentazione di Antonio Zanon (Consorzio Biblioteche Padovane Associate) Biblioteca di Abano Terme Sala Consultazione 5 marzo 2009 Scopo della presentazione

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE DELLE INIZIATIVE E DEGLI INTERVENTI. anno 2012

PROGRAMMA ANNUALE DELLE INIZIATIVE E DEGLI INTERVENTI. anno 2012 ALLEGATO A Legge Regionale n. 16 del 21.10.2008 - Iniziative ed interventi regionali in favore della promozione del libro, della lettura e delle piccole e medie imprese editoriali del Lazio PROGRAMMA ANNUALE

Dettagli

Il Piano di comunicazione

Il Piano di comunicazione Il Piano di comunicazione 23 lezione 11 novembre 2011 Cosa è un piano di comunicazione Il piano di comunicazione è uno strumento utilizzato da un organizzazione per programmare le proprie azioni di comunicazione

Dettagli

Indagine sugli sbocchi occupazionali dei diplomati presso l Accademia delle Belle Arti di Firenze

Indagine sugli sbocchi occupazionali dei diplomati presso l Accademia delle Belle Arti di Firenze Indagine sugli sbocchi occupazionali dei diplomati presso l Accademia delle Belle Arti di Firenze La zona d ombra 8 giugno 2004 Su incarico dell Accademia delle Belle Arti di Firenze Francesca Crescioli

Dettagli

Indagine: i nuovi volantini sui servizi

Indagine: i nuovi volantini sui servizi Indagine: i nuovi volantini sui servizi della Biblioteca di Ateneo Rapporto di Ilaria Moroni e Nicole Colombo 1 Finalità dell indagine Raccogliere dagli utenti un feedback sui nuovi volantini, collocati

Dettagli

Settore Istruzione RILEVAZIONE DELLA SODDISFAZIONE DEGLI UTENTI DEL SERVIZIO MENSA SCOLASTICA NELLE SCUOLE DELL INFANZIA SINTESI DEI RISULTATI

Settore Istruzione RILEVAZIONE DELLA SODDISFAZIONE DEGLI UTENTI DEL SERVIZIO MENSA SCOLASTICA NELLE SCUOLE DELL INFANZIA SINTESI DEI RISULTATI Settore Istruzione RILEVAZIONE DELLA SODDISFAZIONE DEGLI UTENTI DEL SERVIZIO MENSA SCOLASTICA NELLE SCUOLE DELL INFANZIA SINTESI DEI RISULTATI M o d e n a, n o v e m b re 2 0 1 4 1 INDICE Pagina INFORMAZIONI

Dettagli

Biblioteca. Questionario

Biblioteca. Questionario Biblioteca Questionario Gentile utente, Le chiediamo di dedicare alcuni minuti del Suo tempo per rispondere alle domande proposte e per formulare, se lo ritiene opportuno, suggerimenti e osservazioni.

Dettagli

INDAGINE SULLA LETTURA, IL TEMPO LIBERO E I CONSUMI CULTURALI NELLA CITTÀ DI AVELLINO

INDAGINE SULLA LETTURA, IL TEMPO LIBERO E I CONSUMI CULTURALI NELLA CITTÀ DI AVELLINO CITTADINI PER LE BIBLIOTECHE AVELLINESI PRESIDIO DEL LIBRO AVELLINO Associazione senza scopo di lucro INDAGINE SULLA LETTURA, IL TEMPO LIBERO E I CONSUMI CULTURALI NELLA CITTÀ DI AVELLINO Ti chiediamo,

Dettagli

Progetto Exploring Houses N 509987-LLP-1-2010-1-TR GRUNDTVIG-GMP WP 7 Knowledge Base. Metodologia dell intervista. FAQ

Progetto Exploring Houses N 509987-LLP-1-2010-1-TR GRUNDTVIG-GMP WP 7 Knowledge Base. Metodologia dell intervista. FAQ Progetto Exploring Houses N 509987-LLP-1-2010-1-TR GRUNDTVIG-GMP WP 7 Knowledge Base. Metodologia dell intervista. FAQ Introduzione Le attività previste dal WP 7 Knowledge Base, permettono al progetto

Dettagli

Questionario Trasporti pubblici e Igiene urbana

Questionario Trasporti pubblici e Igiene urbana 1. In quale comune risiede abitualmente? 1. Torino Proseguire 2. Milano Proseguire 3. Roma Proseguire 4. No (Chiudere intervista) 2. Sesso 1. Maschio 2. Femmina Domande Sociodemo Agenzia (8) 3. Mi può

Dettagli

CAPITOLO 4. Dati e statistiche. Per avere una conoscenza più approfondita della biblioteca comunale di

CAPITOLO 4. Dati e statistiche. Per avere una conoscenza più approfondita della biblioteca comunale di CAPITOLO 4 Dati e statistiche Per avere una conoscenza più approfondita della biblioteca comunale di Soriano nel Cimino, in questa parte della trattazione saranno presentati alcuni grafici riguardanti

Dettagli

Elaborazione questionario Notorietà ed efficacia del Fondo Sociale Europeo (FSE) in Campania

Elaborazione questionario Notorietà ed efficacia del Fondo Sociale Europeo (FSE) in Campania Elaborazione questionario Notorietà ed efficacia del Fondo Sociale Europeo (FSE) in Campania È stata attivata una ricerca per misurare la conoscenza e la percezione dell efficacia del Programma attraverso

Dettagli

Linee Guida. La concretezza dell oggetto di lavoro

Linee Guida. La concretezza dell oggetto di lavoro Linee Guida A partire dalle esperienze sviluppate dai singoli partner in relazione al coinvolgimento attivo dei giovani all interno delle specifiche realtà locali, il team di lavoro ha elaborato le seguenti

Dettagli

LA PARTECIPAZIONE POLITICA IN ITALIA

LA PARTECIPAZIONE POLITICA IN ITALIA 29 ottobre 2014 Anno 2013 LA PARTECIPAZIONE POLITICA IN ITALIA Nel 2013, circa 5 milioni e 700 mila persone (pari al 10,8% della popolazione di 14 anni e più) hanno manifestato il proprio impegno politico

Dettagli

L INDAGINE TECNOBORSA 2011: LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE NELLE SEI GRANDI CITTA INTERMEDIAZIONE E VALUTAZIONE

L INDAGINE TECNOBORSA 2011: LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE NELLE SEI GRANDI CITTA INTERMEDIAZIONE E VALUTAZIONE L INDAGINE TECNOBORSA 2011: LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE NELLE SEI GRANDI CITTA INTERMEDIAZIONE E VALUTAZIONE a cura di Alice Ciani Centro Studi sull Economia Immobiliare di Tecnoborsa

Dettagli

Indagine sulla mobilità privata per acquisti delle famiglie a Piacenza. ESTRATTO Piacenza@fondazioneitl.org +39 0523 606731

Indagine sulla mobilità privata per acquisti delle famiglie a Piacenza. ESTRATTO Piacenza@fondazioneitl.org +39 0523 606731 Indagine sulla mobilità privata per acquisti delle famiglie a Piacenza ESTRATTO Piacenza@fondazioneitl.org Premessa L indagine sulla mobilità per acquisti delle famiglie di Piacenza è stata curata dalla

Dettagli

CAPITOLO II. (non downloader consapevoli)

CAPITOLO II. (non downloader consapevoli) CAPITOLO II Utenti che non hanno scaricato contenuti digitali nell ultimo anno ma sono consapevoli della possibilità di acquistare contenuti culturali da internet (non downloader consapevoli) I COMPORTAMENTI

Dettagli

La vita quotidiana di separati e divorziati in Italia

La vita quotidiana di separati e divorziati in Italia 10 maggio 2004 La vita quotidiana di separati e in Italia Media 2001-2002 Ogni anno le indagini Multiscopo condotte dall Istat rilevano i comportamenti e gli aspetti più importanti della vita quotidiana

Dettagli

Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine marzo 2009 Dati rilevati nel mese di febbraio 2009

Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine marzo 2009 Dati rilevati nel mese di febbraio 2009 Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine marzo 2009 Dati rilevati nel mese di febbraio 2009 COMUNICATO STAMPA A febbraio la fiducia degli italiani torna a calare: dal Nord al

Dettagli

LEGGERE I LETTORI. Indagine sui lettori in Piemonte

LEGGERE I LETTORI. Indagine sui lettori in Piemonte OSSERVATORIO CULTURALE DEL PIEMONTE LEGGERE I LETTORI Parte II Indagine sui lettori in Piemonte Torino, 15 maggio 2010 GLI OBIETTIVI DELLA RICERCA Ricognizione dei lettori e dei non lettori a livello regionale,

Dettagli

Report finale sportello Ricomincio da qui

Report finale sportello Ricomincio da qui Report finale sportello Ricomincio da qui Contesto generale del progetto Ricomincio da qui Lo sportello Ricomincio da qui offre supporto e sostegno a tutti coloro che sono residenti a Spinea e cercano

Dettagli

Nati per Leggere Piemonte. Linee guida per la compilazione del questionario

Nati per Leggere Piemonte. Linee guida per la compilazione del questionario Linee guida per la compilazione del questionario Maggio 2014 Introduzione Gli indicatori e le relative linee guida riportati in questo breve documento sono stati elaborati da Fondazione Fitzcarraldo attraverso

Dettagli

Argomenti trattati e livelli della ricerca empirica

Argomenti trattati e livelli della ricerca empirica Lucido 153 Argomenti trattati e livelli della ricerca empirica Le unità Campione e casi Unità di rilevamento e di analisi Le proprietà La definizione operativa Il rapporto di indicazione Validità e attendibilità

Dettagli

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

La comunicazione della cooperazione internazionale per lo sviluppo in Piemonte

La comunicazione della cooperazione internazionale per lo sviluppo in Piemonte Osservatorio sulla Comunicazione Politica, Dipartimento di Culture Politica e Società La comunicazione della cooperazione internazionale per lo sviluppo in Piemonte ricerca condotta da Sara Minucci (Osservatorio

Dettagli

Progetto BABY ALCOOL

Progetto BABY ALCOOL COMUNE DI PAVIA Università degli Studi di Pavia Dipartimento di Psicologia CASA DEL GIOVANE PAVIA Progetto BABY ALCOOL RICERCA SUGLI STILI DI VITA e CONSUMO DI ALCOLICI DEGLI STUDENTI DELLE SCUOLE DI PAVIA

Dettagli

I risultati dell indagine SAPA-PON. Roma, 19 dicembre 2011 Antonella Mastrogiovanni

I risultati dell indagine SAPA-PON. Roma, 19 dicembre 2011 Antonella Mastrogiovanni I risultati dell indagine SAPA-PON Roma, 19 dicembre 2011 Antonella Mastrogiovanni Analisi di contesto Lo sviluppo e il progresso economico e sociale di un Paese, si costruisce e si garantisce grazie al

Dettagli

VOLONTARIATO 1/2. Chi fa REGOLARMENTE volontariato. 24,9% GENERE Maschi. Totale Campione. Femmine. 18 34 anni. 35 49 anni. 50 64 anni.

VOLONTARIATO 1/2. Chi fa REGOLARMENTE volontariato. 24,9% GENERE Maschi. Totale Campione. Femmine. 18 34 anni. 35 49 anni. 50 64 anni. VOLONTARIATO 1/2 Chi fa REGOLARMENTE volontariato Totale Campione 24,9% GENERE Maschi Femmine 21,0% 28,5% 18 34 anni 34,4% ETA' 35 49 anni 50 64 anni 16,4% 24,7% 65 e oltre 24,3% Padova e cintura / Area

Dettagli

Indagine sul Commercio Elettronico

Indagine sul Commercio Elettronico Definizione dei target e delle abitudini di acquisto degli individui acquirenti http://research.onetone.it/ FEBBRAIO 2003 OBIETTIVI DEL LAVORO L obiettivo della seguente indagine è stato di delineare le

Dettagli

RELAZIONE SULLA QUALITA PERCEPITA SUL SERVIZIO DI PRESTITO DELLA BIBLIOTECA CIVICA A. GAMBALUNGA Settembre 2006

RELAZIONE SULLA QUALITA PERCEPITA SUL SERVIZIO DI PRESTITO DELLA BIBLIOTECA CIVICA A. GAMBALUNGA Settembre 2006 RELAZIONE SULLA QUALITA PERCEPITA SUL SERVIZIO DI PRESTITO DELLA BIBLIOTECA CIVICA A. GAMBALUNGA Settembre 2006 Scopo dell indagine è di misurare la qualità percepita sul Servizio di prestito del patrimonio

Dettagli

Draft sulla lettura dei risultati italiani dell indagine ALL (Adult literacy and Life skills) Aree geografiche a confronto

Draft sulla lettura dei risultati italiani dell indagine ALL (Adult literacy and Life skills) Aree geografiche a confronto Draft sulla lettura dei risultati italiani dell indagine ALL (Adult literacy and Life skills) Aree geografiche a confronto L indagine internazionale ALL raccoglie elementi importanti che riguardano la

Dettagli

5DOPO IL DIPLOMA DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ I DIPLOMATI E IL LAVORO LA FAMIGLIA DI ORIGINE

5DOPO IL DIPLOMA DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ I DIPLOMATI E IL LAVORO LA FAMIGLIA DI ORIGINE 5DOPO IL DIPLOMA DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ I DIPLOMATI E IL LAVORO LA FAMIGLIA DI ORIGINE 5.1 DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ 82 Sono più spesso le donne ad intraprendere gli studi universitari A partire

Dettagli

Inserimento professionale dei diplomati universitari

Inserimento professionale dei diplomati universitari 22 luglio 2003 Inserimento professionale dei diplomati universitari Indagine 2002 Nel corso degli ultimi anni l Istat ha rivisitato e notevolmente ampliato il patrimonio informativo sull istruzione e la

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

INDIRIZZI GENERALI E LINEE GUIDA DI ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE NOTA DI SINTESI

INDIRIZZI GENERALI E LINEE GUIDA DI ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE NOTA DI SINTESI INDIRIZZI GENERALI E LINEE GUIDA DI ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE NOTA DI SINTESI 1. OBIETTIVI Il Piano Nazionale della Sicurezza Stradale è istituito dalla legge del 17 luglio

Dettagli

La Biblioteca Comunale di Como

La Biblioteca Comunale di Como La Biblioteca Comunale di Como Progetto Alternanza scuola-lavoro Liceo Classico Alessandro Volta 23 gennaio 8 febbraio 2012 Classe II^ F studenti: Elena Guerci, Martina Morreale Biblioteca Comunale di

Dettagli

LE CARATTERISTICHE SOCIO-DEMOGRAFICHE DELLA VALLE D AOSTA

LE CARATTERISTICHE SOCIO-DEMOGRAFICHE DELLA VALLE D AOSTA LE CARATTERISTICHE SOCIO-DEMOGRAFICHE DELLA VALLE D AOSTA Sono numerose le evidenze scientifiche in cui si dimostra che le persone che godono di una posizione sociale privilegiata, che hanno un titolo

Dettagli

Servizi integrativi al

Servizi integrativi al Servizi integrativi al progetto Happy visibilità e promozioni web per Fornitori Primari Cartoleria tecnica e fantasia: Produttori Distributori esclusivi Importatori Franchisor Gruppi di acquisto All. 1

Dettagli

SPERIMENTAZIONI. LABORATORIO: un azione di ricerca nel contesto locale. Materiali Didattici «La gestione integrata dei rifiuti»

SPERIMENTAZIONI. LABORATORIO: un azione di ricerca nel contesto locale. Materiali Didattici «La gestione integrata dei rifiuti» Materiali Didattici «La gestione integrata dei rifiuti» SPERIMENTAZIONI LABORATORIO: un azione di ricerca nel contesto locale GREEN JOBS Formazione e Orientamento L idea Si tratta di un esperienza di ricerca

Dettagli

Indagine sul Comportamento d Acquisto del Cliente Multicanale

Indagine sul Comportamento d Acquisto del Cliente Multicanale presenta Indagine sul Comportamento d Acquisto del Cliente Multicanale In collaborazione con Multichannel Commerce Forum 2011 Milano, 26 ottobre 2011 1 Obiettivi e metodologia COSA Fotografare gli attuali

Dettagli

PROGETTO EXCELSIOR ANNO 2014

PROGETTO EXCELSIOR ANNO 2014 PROGETTO EXCELSIOR ANNO 2014 Le previsioni occupazionali delle cooperative e delle imprese sociali nella Provincia di Bologna. Dati di consuntivo 2013 A cura di: Alessandro De Felice Ufficio Statistica

Dettagli

RAPPORTO QUALITÀ ANNO 2013 PREMESSA. Questionario Utenti Servizio Promozione Autoimpiego

RAPPORTO QUALITÀ ANNO 2013 PREMESSA. Questionario Utenti Servizio Promozione Autoimpiego PREMESSA NOMV Nucleo Operativo Monitoraggio e Valutazione Provincia Oristano Provintzia de Aristanis RAPPORTO QUALITÀ ANNO 2013 Questionario Utenti Servizio Promozione Autoimpiego Pagina 1 PREMESSA Sommario

Dettagli

Le vacanze dei fiorentini. A cura di Francesca Crescioli

Le vacanze dei fiorentini. A cura di Francesca Crescioli Le vacanze dei fiorentini A cura di Francesca Crescioli Giugno 2013 Sistema Statistico nazionale Ufficio Comunale di Statistica Direzione Sistemi Informativi Servizio Statistica e Toponomastica Dirigente

Dettagli

Natale. Gli italiani e i regali di Natale: scelte e tendenze per il 2006. Milano, 12 ottobre 2006 Lavoro n 25600683

Natale. Gli italiani e i regali di Natale: scelte e tendenze per il 2006. Milano, 12 ottobre 2006 Lavoro n 25600683 Natale Gli italiani e i regali di Natale: scelte e tendenze per il 2006 Milano, 12 ottobre 2006 Lavoro n 25600683 Marketing background e obiettivi della ricerca Fondato nel settembre del 1995, ebay è un

Dettagli

RAPIDE. La povertà in Italia nel 2000 POVERTÀ RELATIVA SUL TERRITORIO. 31 luglio 2001 SOTTO LA SOGLIA DI POVERTÀ RELATIVA IL 12,3% DELLE FAMIGLIE

RAPIDE. La povertà in Italia nel 2000 POVERTÀ RELATIVA SUL TERRITORIO. 31 luglio 2001 SOTTO LA SOGLIA DI POVERTÀ RELATIVA IL 12,3% DELLE FAMIGLIE SOTTO LA SOGLIA RELATIVA IL % DELLE FAMIGLIE La povertà in Italia nel della povertà viene calcolata sulla base del numero di L incidenza famiglie (e relativi componenti) che presentano spese per consumi

Dettagli

La laurea giusta per trovare

La laurea giusta per trovare La laurea giusta per trovare un lavoro stabile e soddisfacente? Diplomati e laureati: quanti trovano lavoro? Con un titolo di studio elevato si riesce a trovare lavoro più facilmente. Lo confermano i risultati

Dettagli

Ricerca sulla percezione del rischio Tecnostress fra i lavoratori

Ricerca sulla percezione del rischio Tecnostress fra i lavoratori www.tecnostress.it Ricerca sulla percezione del rischio Tecnostress fra i lavoratori realizzata in collaborazione con: www.puntosicuro.it Il senso di questa ricerca Il tecnostress è una sindrome causata

Dettagli

Cocaina e il mondo della notte

Cocaina e il mondo della notte Cocaina e il mondo della notte Gruppo di ricerca formato da : Fabio Mariani e Claudio Marinelli Cooperativa Progetto sul cocainismo - Seconda Annualità anno 2009 FINALITA Emersione del cosiddetto sommerso

Dettagli

Dom. 4 Mi puo' dire per favore la sua eta' in anni compiuti? (registrare, se minore di 18 chiudere l intervista)

Dom. 4 Mi puo' dire per favore la sua eta' in anni compiuti? (registrare, se minore di 18 chiudere l intervista) Buongiorno, sono un intervistatore/trice dell Istituto SWG Stiamo effettuando una ricerca per conto dell Università degli Studi di Torino e di AMIAT. L'azienda AMIAT (Azienda Multiservizi Igiene Ambiente

Dettagli

Principali risultati della ricerca

Principali risultati della ricerca Principali risultati della ricerca INTRODUZIONE Principali risultati della ricerca 1. Descrizione Lo scopo della ricerca è stato quello di valutare i comportamenti di consumo degli utenti internet italiani

Dettagli

,O7HPSRGHOOH'RQQH $1$/,6,(17,($=,(1'(',6(59,=, /HRUJDQL]]D]LRQLLQWHUYLVWDWH

,O7HPSRGHOOH'RQQH $1$/,6,(17,($=,(1'(',6(59,=, /HRUJDQL]]D]LRQLLQWHUYLVWDWH ,O7HPSRGHOOH'RQQH Progetto ID 158160 Azioni di sistema E1 FSE Obiettivo 3 http://www.iltempodelledonne.it $1$/,6,(17,($=,(1'(',6(59,=, /HRUJDQL]]D]LRQLLQWHUYLVWDWH Per lo studio dei servizi sul territorio,

Dettagli

3.2 LICEO SCIENTIFICO DELLE SCIENZE APPLICATE

3.2 LICEO SCIENTIFICO DELLE SCIENZE APPLICATE 3.2 LICEO SCIENTIFICO DELLE SCIENZE APPLICATE Il Liceo Scientifico delle Scienze Applicate è un articolazione del Liceo Scientifico. Oltre agli obiettivi propri del Liceo Scientifico tradizionale, il Liceo

Dettagli

Gli italiani e la voglia di cash. Renato Mannheimer Sociologo, politologo, Presidente di Ispo Ricerche

Gli italiani e la voglia di cash. Renato Mannheimer Sociologo, politologo, Presidente di Ispo Ricerche Gli italiani e la voglia di cash Renato Mannheimer Sociologo, politologo, Presidente di Ispo Ricerche Come si muove il consumatore tra i diversi sistemi di pagamento? 2 Appare consolidato l uso delle carte

Dettagli

La Città della Musica Una risorsa per Milano

La Città della Musica Una risorsa per Milano La Città della Musica Una risorsa per Milano Sandro Lecca Milano - 16 dicembre 2008 Obiettivi della ricerca Una prima rappresentazione di Milano Città della Musica Individuare alcune possibili linee di

Dettagli

Sede legale: via Umberto I, 9 10088 VOLPIANO Sede operativa: via Pascoli 7/c - 10070 Caselle T.se (TO) tel. 011.99.68.133 cell. 335.711.64.

Sede legale: via Umberto I, 9 10088 VOLPIANO Sede operativa: via Pascoli 7/c - 10070 Caselle T.se (TO) tel. 011.99.68.133 cell. 335.711.64. 1 PROPOSTA PROGETTUALE.. CORSO di RISPARMIO ENERGETICO PREMESSA Il presente progetto rappresenta una proposta formativa il cui obiettivo è sensibilizzare i bambini verso una nuova consapevolezza di rispetto

Dettagli

COMUNE DI PISA PROGETTO STRATEGICO 2003 QUESTIONARIO SOTTOPROGETTO N. 7. Rilevazione gradimento dell utenza: percorsi educativi promossi e

COMUNE DI PISA PROGETTO STRATEGICO 2003 QUESTIONARIO SOTTOPROGETTO N. 7. Rilevazione gradimento dell utenza: percorsi educativi promossi e COMUNE DI PISA PROGETTO STRATEGICO 2003 QUESTIONARIO SOTTOPROGETTO N. 7 Rilevazione gradimento dell utenza: percorsi educativi promossi e servizi erogati dalla Biblioteca dei Ragazzi. Il Comune di Pisa,

Dettagli

Save the children Rapporto quantitativo Milano, Settembre 2010

Save the children Rapporto quantitativo Milano, Settembre 2010 Save the children Rapporto quantitativo Milano, Settembre 2010 Rif. 1517v110 Indice 2 Obiettivi e metodo Pag. 3 Consapevolezza sulla mortalità infantile 4 Sensibilità verso la mortalità infantile 11 Key

Dettagli

Progetto: Il radicamento nel territorio come posizionamento distintivo di Coop

Progetto: Il radicamento nel territorio come posizionamento distintivo di Coop Progetto: Il radicamento nel territorio come posizionamento distintivo di Coop IL CONTESTO Coop è inserita, per base sociale e rete di vendita, in territori differenti dal punto di vista culturale, sociale

Dettagli

EMPOWERMENT OF MIGRANT ASSOCIATIONS FOR CO-DEVELOPMENT Corso di formazione gratuito: ASSOCIAZIONI DI IMMIGRATI PER IL CO-SVILUPPO

EMPOWERMENT OF MIGRANT ASSOCIATIONS FOR CO-DEVELOPMENT Corso di formazione gratuito: ASSOCIAZIONI DI IMMIGRATI PER IL CO-SVILUPPO EMPOWERMENT OF MIGRANT ASSOCIATIONS FOR CO-DEVELOPMENT Corso di formazione gratuito: ASSOCIAZIONI DI IMMIGRATI PER IL CO-SVILUPPO Il corso di formazione, promosso dall Organizzazione Internazionale per

Dettagli

Marzo 2014. OrphaNews Italia Questionario di Gradimento. www.orpha.net/actor/cgi-bin/oahome.php?ltr=italianews

Marzo 2014. OrphaNews Italia Questionario di Gradimento. www.orpha.net/actor/cgi-bin/oahome.php?ltr=italianews Marzo 2014 OrphaNews Italia Questionario di Gradimento www.orpha.net/actor/cgi-bin/oahome.php?ltr=italianews Indice Introduzione... 3 Metodologia... 3 Conclusioni... 14 Ringraziamenti... 15 Questionario

Dettagli

PREMESSA. Indagine a cura di RIE e GRMPgroup. 3 a Indagine liberalizzazione mercato energia aprile 2010

PREMESSA. Indagine a cura di RIE e GRMPgroup. 3 a Indagine liberalizzazione mercato energia aprile 2010 PREMESSA L indagine, realizzata tra novembre 2009 e dicembre 2010, rappresenta la naturale prosecuzione del percorso d analisi iniziato nel 2007; anche quest anno l obiettivo principale è stato quello

Dettagli

La preghiamo di consultare le definizioni di alcuni termini che troverà nel questionario.

La preghiamo di consultare le definizioni di alcuni termini che troverà nel questionario. UNIVERSITY COLLEGE LONDON Institute for Risk and Disaster Reduction Progetto: Investigazione delle comunicazioni tra autorità e cittadini in fase di ricostruzione dopo un disastro. Investigator: Serena

Dettagli

Contesto, dati, caratteristiche e tendenze del fenomeno adottivo in Toscana

Contesto, dati, caratteristiche e tendenze del fenomeno adottivo in Toscana L impegno per le famiglie adottive in Toscana. Lavorare insieme per favorire l inserimento e l accoglienza a scuola Firenze 23 gennaio 2014 Contesto, dati, caratteristiche e tendenze del fenomeno adottivo

Dettagli

REPORT SCUOLE ITALIANO

REPORT SCUOLE ITALIANO REPORT SCUOLE ITALIANO Riuscire a fare una ricapitolazione di quanto emerso dai questionari effettuati non è stato facile, per via del fatto che le realtà prese in considerazione risultano essere abbastanza

Dettagli

Caso Pratico Stili di Direzione

Caso Pratico Stili di Direzione In questo caso, vi proponiamo di analizzare anche 4 situazioni relative alla presa di decisioni. Questa documentazione, come sapete già, è centrata su modelli di stili di direzione e leadership, a seconda

Dettagli

AUDIMOVIE: fase periodica. Maggio e Dicembre 2008

AUDIMOVIE: fase periodica. Maggio e Dicembre 2008 Maggio e Dicembre 00 AUDIMOVIE: fase periodica Maggio e Dicembre 00 Maggio e Dicembre 00 Obiettivi La ricerca estensiva periodica sul cinema svoltasi nei mesi di Maggio e di Dicembre 00 ha inteso esplorare

Dettagli

QUESTIONARIO. Grazie

QUESTIONARIO. Grazie QUESTIONARIO Il questionario, anonimo, serve a rilevare in modo sistematico le opinioni degli studenti che hanno completato un corso di studi. Queste conoscenze potranno aiutare a valutare la qualità dei

Dettagli

La laurea giusta per trovare

La laurea giusta per trovare La laurea giusta per trovare un lavoro stabile e soddisfacente Diplomati e laureati: quanti trovano lavoro Con un titolo di studio elevato si riesce a trovare lavoro più facilmente. Lo confermano i risultati

Dettagli

Indagine internazionale sull educazione civica e alla cittadinanza Indagine Principale ICCS 2009

Indagine internazionale sull educazione civica e alla cittadinanza Indagine Principale ICCS 2009 ETICHETTA IDENTIFICATIVA Indagine internazionale sull educazione civica e alla cittadinanza Indagine Principale ICCS 2009 Questionario studenti INTERNATIONAL ASSOCIATION FOR THE EVALUATION OF EDUCATIONAL

Dettagli

Comune di Selargius Biblioteca comunale di Selargius QUESTIONARIO SULLA SODDISFAZIONE DELL UTENZA

Comune di Selargius Biblioteca comunale di Selargius QUESTIONARIO SULLA SODDISFAZIONE DELL UTENZA Comune di Selargius Biblioteca comunale di Selargius QUESTIONARIO SULLA SODDISFAZIONE DELL UTENZA Frequenti con assiduità la Biblioteca? Con quale frequenza ci vai? tutti i giorni 8% qualche volta alla

Dettagli

GLI ESITI OCCUPAZIONALI DELLA FORMAZIONE AL LAVORO

GLI ESITI OCCUPAZIONALI DELLA FORMAZIONE AL LAVORO GLI ESITI OCCUPAZIONALI DELLA FORMAZIONE AL LAVORO L indagine sugli esiti occupazionali dei corsi di formazione ha preso in considerazione i corsi Nof del biennio 2002/2003 e i post-diploma del 2003, analizzando

Dettagli

RELAZIONE STATISTICA 2011

RELAZIONE STATISTICA 2011 RELAZIONE STATISTICA 211 SINTESI Indicatori di riferimento al 31.12.211 abitanti Comune: 12.3 superficie sede: mq. 12 mq articolati su tre piani posti a sedere: 73 (57 adulti, 16 ragazzi) postazioni informatiche

Dettagli

CRISTINA LIVERANI Research Manager di Doxa

CRISTINA LIVERANI Research Manager di Doxa CRISTINA LIVERANI Research Manager di Doxa Buongiorno a tutti. Analizzeremo oggi alcuni dei risultati tratti dall indagine Doxa Junior&Teens, realizzata da oltre vent anni e che, in diverse occasioni,

Dettagli

Quotidiano on line di informazione su tecnologia e internet

Quotidiano on line di informazione su tecnologia e internet Quotidiano on line di informazione su tecnologia e internet Informazione ICT, prima di tutto Webnews è il giornale on line che racconta quotidianamente l attualità tecnologica. Originale. Credibile. Puntuale.

Dettagli

BIBLIOTECA NAZIONALE CENTRALE FIRENZE CARTA DEI SERVIZI

BIBLIOTECA NAZIONALE CENTRALE FIRENZE CARTA DEI SERVIZI BIBLIOTECA NAZIONALE CENTRALE FIRENZE CARTA DEI SERVIZI SECONDA EDIZIONE LA CARTA DEI SERVIZI E l impegno scritto che prendiamo con i nostri utenti e riguarda i servizi ed i progetti di miglioramento L

Dettagli

STATISTICA e STATISTICO

STATISTICA e STATISTICO STATISTICA e STATISTICO Aggiornato il 17 dicembre 2009 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Che cosa deve essere in grado di

Dettagli

APPENDICE METODOLOGICA

APPENDICE METODOLOGICA APPENDICE METODOLOGICA Le indagini sul campo alla base del Rapporto su Torino di quest anno consistono in un ampia ricognizione e nell analisi di studi e ricerche prodotti di recente: sull area torinese,

Dettagli

Alcuni aspetti della vita dei bambini nel corso di 10 anni di ricerche dell Istituto DOXA

Alcuni aspetti della vita dei bambini nel corso di 10 anni di ricerche dell Istituto DOXA D O X A ISTITUTO PER LE RICERCHE STATISTICHE E L ANALISI DELL OPINIONE PUBBLICA Alcuni aspetti della vita dei bambini nel corso di 10 di ricerche dell Istituto DOXA 1. Premessa In Italia vivono attualmente

Dettagli

3 Strumenti pratici INTRODUZIONE PROTEZIONE DATI INFORMAZIONI DI CARATTERE PERSONALE. 3.2 Questionario sul gradimento di siti e portali

3 Strumenti pratici INTRODUZIONE PROTEZIONE DATI INFORMAZIONI DI CARATTERE PERSONALE. 3.2 Questionario sul gradimento di siti e portali INTRODUZIONE Esempio: Grazie per aver dedicato del tempo prezioso per rispondere ad alcune domane su NOME SITO/PORTALE Per la compilazione del questionario saranno necessari circa minuti. I tuoi commenti

Dettagli

2. E la prima volta che visita questo Museo? 1. Sì 2. No

2. E la prima volta che visita questo Museo? 1. Sì 2. No QUESTIONARIO 1. Motivo della visita 1. Per ragioni di studio 2. Per ragioni connesse al proprio lavoro 3. Per interessi culturali 4. Per curiosità 5. Per accompagnare altre persone Parte 1 VALUTAZIONE

Dettagli

Tra il 1998 e oggi il mondo del web è cambiato ed ha subito una profonda trasformazione

Tra il 1998 e oggi il mondo del web è cambiato ed ha subito una profonda trasformazione SINTESI DELLA RICERCA CIVITA SU WEB E MUSEI CAMPIONE DI RIFERIMENTO DELLA RICERCA Indagine sull offerta : 110 musei italiani selezionati sulla base del criterio geografico e della tipoloia dei musei; 110

Dettagli

Indagine sulla Qualità percepita: la biblioteca vista dagli utenti

Indagine sulla Qualità percepita: la biblioteca vista dagli utenti Obiettivi di Progetto BdA Biennio 2009/10 Progetto Front Office Indagine sulla Qualità percepita: la biblioteca vista dagli utenti Rapporto di Ilaria Moroni Premessa L indagine si colloca all interno di

Dettagli

QUESTIONARIO sui servizi della biblioteca di Cologno Monzese

QUESTIONARIO sui servizi della biblioteca di Cologno Monzese Gentile Signora o Signore, Le chiediamo cinque minuti per rispondere alle domande del seguente questionario Le risposte che Lei ci darà saranno molto utili per valutare la percezione e il gradimento dei

Dettagli

Questionario. Sulla vita della nostra Comunità parrocchiale. + Fare il possibile per esprimere la propria opinione, nello spazio Per spiegarmi meglio.

Questionario. Sulla vita della nostra Comunità parrocchiale. + Fare il possibile per esprimere la propria opinione, nello spazio Per spiegarmi meglio. Questionario 1 Sulla vita della nostra Comunità parrocchiale + La crocetta si può fare anche su più risposte. + Fare il possibile per esprimere la propria opinione, nello spazio Per spiegarmi meglio. +

Dettagli

LAUREA TRIENNALE IN SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE (L-19)

LAUREA TRIENNALE IN SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE (L-19) LAUREA TRIENNALE IN SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE (L-19) Il corso di laurea in breve Il corso, in modalità E-learning, è finalizzato all' acquisizione di conoscenze fondamentali e di competenze

Dettagli

Per il successo dell azienda ci vuole una buona adesione

Per il successo dell azienda ci vuole una buona adesione Per il successo dell azienda ci vuole una buona adesione www.puntolegno.it La soluzione ideale per chi vuole affrontare il mercato con la forza di un grande internazionale, senza perdere la propria identità

Dettagli

EDUCAZIONE DEGLI ADULTI

EDUCAZIONE DEGLI ADULTI EDUCAZIONE DEGLI ADULTI La proposta EDA, al fine di consentire una personalizzazione ed una differenziazione dei percorsi, è stata costruita secondo una logica modulare e flessibile, strutturata su un

Dettagli

Il comportamento degli. italiani nei confronti degli. immigrati. (seconda parte) Dalla Torre Laura Lisa

Il comportamento degli. italiani nei confronti degli. immigrati. (seconda parte) Dalla Torre Laura Lisa Il comportamento degli italiani nei confronti degli immigrati. (seconda parte) Dalla Torre Laura Lisa 1 Dati Caritas. Nella parte di tesina che segue mi occuperò prima di una serie di dati raccolti dalla

Dettagli

PROGETTO EDITORIALE INSIDE MARKETING - Pull information

PROGETTO EDITORIALE INSIDE MARKETING - Pull information PROGETTO EDITORIALE INSIDE MARKETING - Pull information Inside Marketing rappresenta il passo in avanti necessario per lavorare in un ambiente sempre più multitasking e sempre più ricco di stimoli. Il

Dettagli