UNITA 2 Gruppo Web maggio 2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNITA 2 Gruppo Web 2.0 31 maggio 2010"

Transcript

1 IT Lab 2.0 Laboratorio di Ricerca Partnership CRISP-LISPA Relazione sull attività di ricerca del laboratorio IT Lab 2.0 UNITA 2 Gruppo Web maggio 2010 CRISP Centro di ricerca interuniversitario per i servizi di pubblica utilità LISPA Lombardia Informatica S.p.A. società di servizi a capitale pubblico IT Lab 2.0 Viale dell Innovazione, 10 Edificio U Milano Tel.: (+39) Fa: (+39)

2 Introduzione La presente relazione descrive lo stato delle attività dell'unità WP2 per i mesi di marzo, aprile e maggio 2010 nell ambito del laboratorio LISPA presso Università di degli Studi di Milano Bicocca. Come descritto nella Relazione del primo semestre 2010, l'obiettivo dell'unità WP2 prevede l analisi di modelli, strumenti e casi sviluppati nell ambito del Web 2.0 per quanto riguarda la gestione e condivisione delle informazioni e della conoscenza nell'ambito dei servizi di pubblica utilità per il MdL. Piano di lavoro Seguendo il piano di lavoro previsto (come illustrato nel seguente diagramma Gantt) nei mesi di marzo, aprile e maggio si sono svolte parallelamente le attività di raccolta e studio dello stato dell'arte della letteratura scientifica, dei prodotti software e dei casi, relativi al settore dei servizi di pubblica utilità, con specifico, ma non esclusivo, interesse per il mercato del lavoro. St.d.arte lett. sci. St.d.arte prodotti Stesura relazione Test prodotti Scelta prodotto Integrazione prod. Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Rispetto a quanto indicato nella già citata Relazione, le attività intraprese hanno seguito un diverso ordine, più consono all'identificazione dei modelli di servizi da integrare nella piattaforma di Business Intelligence (BI) per il Mercato del Lavoro (MdL). Si è iniziato con la raccolta delle informazioni su alcune piattaforme tecnologiche di gestione della conoscenza e di Content Management: per ciascuna delle piattaforme identificate sono stati analizzati e descritti alcuni casi di servizi e siti esistenti sviluppati con tali piattaforme. Parallelamente, è iniziata l'attività di studio dei modelli di gestione della conoscenza nel settore dei servizi di pubblica utilità. L'ordine delle attività è quindi il seguente: 1. Studio della letteratura scientifica sui servizi pubblici basati su tecnologie Web Benchmarking delle soluzioni tecnologiche (piattaforme, applicazioni, ecc.) esistenti sul mercato, sia open source sia a licenza, relative al trattamento delle informazioni sul MdL, comprendenti: a. Knowledege Management Systems b. Content Management Systems c. piattaforme di creazione di Social networks d. Wiki e. Piattaforme di BI Identificazione e studio di casi di servizi pubblici, basati su media sociali e Web 2.0 a. Studio e analisi dei processi di fruizione e utilizzo delle informazioni all'interno dei servizi Web Studio di modelli di gestione della conoscenza applicabili al settore dei servizi, in grado di descrivere i processi, i flussi di informazioni e i ruoli degli attori dei servizi del MdL Successivamente si inizierà a definire un modello concettuale di fruizione delle informazioni, una volta scelta e sperimentata una piattaforma tecnologica. 2

3 Contesto di riferimento Nel contesto dello sviluppo dei sistemi di Business Intelligence (BI) e di decision support system (DSS) per la valutazione ed il miglioramento dei servizi, la presente attività dell'unità WP2 ha il fine di approfondire il tema dei servizi di pubblica utilità, con specifico riferimento ai servizi per il mercato del lavoro (MdL), supportati dalle tecnologie Web 2.0 (detti anche media sociali) e di gestione della conoscenza. L'obiettivo quindi dell'unità è quello di sviluppare dei prototipi di prodotti e servizi per la gestione delle informazioni del MdL basati su media sociali, per facilitare i cittadini e i decisori (le Pubbliche Amministrazioni) nello sfruttamento e accesso alle informazioni pubbliche online. Il Web 2.0 Il Web si è evoluto verso una nuova dimensione tecnologico-sociale, che è stata definita Web 2.0 [O'Reilly 2005; Beer e Burrows 2007]. Il termine vuole sottolineare un distacco da una prima fase, retroattivamente definita Web 1.0, caratterizzata da siti statici, dall'utilizzo dell' come strumento privilegiato di comunicazione, dal ricorso ai motori di ricerca come strumento di orientamento nella navigazione. Gli elementi fondamentali di questo nuovo modo di vivere la Rete sono tutti legati alla filosofia dell'apertura e della condivisione. I tra salien del nuovo conce o di Rete possono essere così sinte zza : 1. Il Web è una pia aforma dove si realizza l'intelligenza collettiva [Levy 1994]. Le tradizionali applicazioni software, orientate al singolo utente e installate su PC, sono des nate ad una rapida obsolescenza. Il nuovo so ware risiede nella Rete ed è immediatamente accessibile. 2. L'accesso ai da è la nuova fron era del vantaggio compe vo per le aziende. La mole immensa di informazioni generata dagli utenti ha un enorme valore di mercato. Chi ha accesso a questi dati ha un vantaggio notevole rispetto alla concorrenza tradizionale. 3. Il classico ciclo di sviluppo del so ware non esiste più. Le aziende operanti in Rete devono modificare con nuamente le proprie pia aforme adeguandole agli u lizzi delle comunità di uten. In questo modo il software viene adattato continuamente alle esigenze di utenti e sviluppatori, in una sorta di simbiosi evolutiva tra sistemi tecnologici e sociali. A ciò si aggiunga la diffusione di linguaggi e programmi open source, in continua evoluzione: il ciclo di sviluppo del software entra in una fase di perpetual beta, caratterizzata da innovazione permanente. L'utente diviene un collaboratore allo sviluppo di piattaforme e linguaggi che evolvono a ritmi vertiginosi. 4. Le piattaforme software vengono progettate per favorire la partecipazione e la collaborazione. Le aziende operanti nel Web 2.0 hanno bisogno del contributo degli utenti per aggregare le informazioni che li riguardano e trarne vantaggio competitivo. Le piattaforme che rispettano pienamente le caratteristiche del Web 2.0 possono esistere soltanto in Internet e debbono la loro capacità di funzionamento alla quan tà di connessioni e relazioni che esse rendono possibili. 5. Le pia aforme so ware si basano su tecnologie sempre più semplici per favorirne la massima diffusione. Un esempio significa vo è offerto dai servizi di Rich Site Summary (RSS) basati sulla tecnologia ML. I servizi Web di maggior successo sono quelli che possono essere personalizzati e ulteriormente sviluppati dagli utenti secondo logiche impensabili per i loro stessi creatori. 6. Le nuove piattaforme non sono più limitate ad un u lizzo a raverso il PC, ma sono compa bili con periferiche porta li, come i telefoni cellulari e gli ipod. Questa portabilità ha contribuito allo sviluppo di fenomeni sociali rilevanti, come per esempio il giornalismo partecipativo. 3

4 Tabella 1: classificazione dei servizi Web 2.0 per tipologie di siti e tecnologie (fonte: Internet) Dunque, l'evoluzione della Rete offre nuove opportunità per lo sviluppo dell'intelligenza collettiva, contribuendo in questo modo al bene comune, ma offre anche delle nuove occasioni di profitto a quelle aziende che sappiano sfruttare il valore dell'enorme massa di informazioni che circola nel cyberspazio. Da un punto di vista dei modelli di business ciò che fa la differenza rispetto ai modelli dell economia tradizionale sono i comportamenti delle comunità del Web 2.0 [Hoegg e altri, 2006], le quali, grazie all innovazione tecnologica e alla crescente intensità della partecipazione, rinnovano profondamente le esperienze, i flussi di informazioni e i processi alla base dei servizi. La qualità e la dimensione dei nuovi servizi Web 2.0 sono strettamente correlati al numero di utenti attivi e al valore che essi immettono, sotto forma di conoscenza. Il focus delle comunità che si formano attorno alle tecnologie Web 2.0 risiede nei contenuti, nelle informazioni che le persone si scambiano, e nei servizi che vengono utilizzati per creare, gestire, aggiornare e condividere conoscenza e che variano a seconda del tipo di contenuto (testo, immagine, video, audio). La tecnologia in questi casi non è il focus del servizio ma è l infrastruttura, lo strumento che abilita e facilita i modelli di business di queste società. Gli utenti poi non sono riducibili al mero ruolo di clienti ai quali vendere qualcosa, ma sono detentori di interessi articolati ( stakeholders ), che possono svolgere molteplici funzioni economiche, interessanti anche per ridurre i costi di progettazione, produzione e marketing di prodotti e servizi. Se nel Web 2.0 il cuore del mercato è la creazione e la condivisione di conoscenza secondo principi di collaborazione, la conoscenza è il valore economico di queste società e i relativi modelli di business devono prendere in considerazione comportamenti di tipo diverso dalla competizione in un mercato tradizionale. La maggior parte dei servizi delle società Web 2.0 non sono riconducibili alle forme tradizionali di servizio. I principi collaborativi tipici di questi fenomeni rappresentano una novità nella progettazione e gestione dei servizi, questi siti non sono mercati, viene meno la distinzione dei ruoli tra domanda e offerta, tra chi produce e chi consuma, e spesso manca il meccanismo regolatore del prezzo, oppure non è di immediato accesso il relativo sistema di pagamento. Non sono ambienti di mero scambio di beni e servizi, ma sono contesti nei quali si intrecciano processi economici di diverso tipo, quali ad esempio: 1. transazionale: ebay 2. comunicativo/relazionale: Skype,piattaforme di instant messaging 3. referenziale: LinkedIn, Facebook 4. produzione collaborativa: Wikipedia, Flikr, YouTube 5. identitario: SecondLife, MySpace Sono quindi servizi regolati da meccanismi di feedback, dove sono presenti procedure automatiche di valutazione del contributo e di consolidamento della credibilità e della reputazione delle persone che vi partecipano. 4

5 L'emergere dei servizi Web 2.0 non è collegato a una specifica innovazione tecnologica alla base del Web; da un punto di vista tecnico questi servizi combinano i protocolli e i linguaggi esistenti semplicemente in un modo nuovo. L'infrastruttura di rete continua ad essere costituita da TCP/IP e HTTP e il meccanismo ipertestuale è ancora il concetto base delle relazioni tra i contenuti. Tuttavia, tecnologicamente i servizi Web 2.0 sono innovativi grazie all'utilizzo di applicazioni peer-to-peer, AJA, Rich Internet Application (RIA), nuovi linguaggi di scripting, Web Services e tecnologie Semantic Web. Nuove e innovative sono le esperienze e i modi di utilizzo di questi servizi. Servizi che per la maggior parte non sono stati progettati in una fase antecedente il loro processo, ma si sono evoluti parallelamente alle capacità di interazione degli utenti e alle infrastrutture del Web. I servizi Web 2.0 generano nuove catene del valore con nuovi utenti, soddisfacendo tre bisogni fondamentali: partecipare, ottenere prestigio e realizzarsi intellettualmente. L'utente copre il duplice ruolo di produttore e consumatore del bene (conoscenza). I flussi economici sono basati su una forma di "economia libera": i partecipanti investono tempo e fatica per il bene di comunità di utenti, avendone come ricompensa buoni giudizi e notorietà all'interno delle stesse. Il peso che i media sociali hanno nella moderna economia è già diventata materia di ricerca e discussione, come dimostra il libro Wikinomics [Tapscott e Williams, 2006] che tratta della collaborazione di massa e dei modi di utilizzare il Web 2.0 per aumentare i profitti, anche in azienda. Oggetto di crescente interesse nella letteratura scientifica è anche l'impatto e il valore prodotto dai media sociali nel settore dei servizi pubblici, partendo dai servizi delle Pubbliche Amministrazioni, e comprendendo i settori della sanità, educazione, lavoro, trasporti, ambiente. I servizi pubblici 2.0 Con il concetto di servizio di pubblica utilità si intende un tipo di servizio reso alla collettività, espressa dagli individui e dalle famiglie, ma anche dalle imprese e dalle organizzazioni più complesse, che rappresenta un interesse rilevante a cui lo Stato e le amministrazioni devono assicurare un'adeguata disponibilità di qualità. Da ciò emerge chiaramente come tali servizi costituiscano un oggetto di studio particolarmente importante, rispetto al quale è ancora una volta interesse della collettività poter assicurare un progresso gestionale coerente con le migliori pratiche internazionali [Padula 2008]. Si è recentemente sviluppato un dibattito sulla crescente necessità di un public sector più moderno, leggero, veloce. La maggior parte degli esperti di settore identifica nelle tecnologie dell informazione gli strumenti più efficaci e facilmente adottabili, da porre al servizio di questo cambiamento epocale: Oggi le tecnologie possono svolgere un ruolo fondamentale nel migliorare i problemi delle amministrazioni moderne, cambiando il modo di andare al lavoro, di come si pagano le tasse, di come si registrano le imprese, e di come i bambini imparano. Ad esempio collegando database diversi e facilitando uno scambio rapido di informazioni, la tecnologia può contribuire ad abbattere le barriere tra le agenzie governative, riducendo i costi di gestione del governo - per attività che vanno dalla gestione delle imposte all'erogare prestazioni - l'e-government può rappresentare un enorme risparmio per i contribuenti [Eggers, 2005]. Lo scenario, quindi, è dominato da una continua trasformazione e da accelerazioni continue dovute alla costante immissione sul mercato di strumenti e soluzioni tecnologiche tesi a semplificare i processi. Mentre le infrastrutture tecnologiche della Pubblica Amministrazione (intese come mi di tecnologie, modelli organizzativi e indirizzi politici) stentano a diventare strategiche per gestire queste sfide, la ricerca e il mercato si domandano se la stessa PA sia pronta a rimodellare i propri sistemi sul paradigma 2.0 e sulle nuove dinamiche collaborative e partecipative [Cogo 2009]. Il concetto di servizio pubblico online basato su media sociali (definito con il termine inglese Public service 2.0) è relativamente recente [Leadbeater 2008; IPTS report 2009], e ha dato vita a una serie di iniziative e di progetti di ricerca sia negli USA sia in Europa [Ala-Mutka et al. 2009; Huijboom et al. 2009]. L'importanza del tema ha spinto numerose istituzioni e comunità a impegnarsi nel promuovere e definire leggi e linee 5

6 guida per una condivisa azione di sviluppo e diffusione dei Public Services 2.0 [Osimo ]. Negli utlimi anni il settore dei servizi pubblici è cresciuto con investimenti importanti in ospedali, scuole, istituzioni culturali e infrastrutture che assicurino la sicurezza dei dati. E' in costante crescita anche il numero delle professioni legate al settore pubblico. Tale crescita è anche legata a grandi e rapidi cambiamenti sociali che hanno richiesto agli Stati continui sforzi di riorganizzazione del welfare e delle strutture pubbliche. In tale contesto le amministrazioni hanno dovuto considerare la necessità di investire nella progettazione di nuovi servizi al pubblico, inseguendo le innovazioni introdotte anche dai media sociali del Web 2.0. Come dimostrano alcuni documenti recenti, per esempio lo United Kingdom Prime Minister Strategy Unit (2007) e il Public Administration Select Committee (2008) del governo britannico, alcune amministrazioni hanno iniziato a considerare l'importanza e l'utilità di servizi pubblici user-driven, e di scenari di servizi altamente personalizzabili. In questi e altri documenti, è evidenziata una nuova visione del ruolo dei fornitori di servizi e degli utenti nello sviluppo di tali servizi. L'approccio utilizzato nella progettazione è quello di una sempre più crescente partecipazione e interazione degli utenti all'interno del processo del servizio, si parla anche di co-produzione da parte dell'utente nel ciclo di vita del servizio pubblico [ue e Harker 2003; Sphorer e Maglio 2007; Pellegrini 2007]. Questo approccio è stato illustrato da numerosi autori: Leadbeater [Cottam and Leadbeater 2004; Leadbeater 2008; Leadbeater e Cottam 2008] Parker e Heapy [Parker e Heapy 2006] Thackara [Thackara 2007]; specifiche metodologie di progettazione e sviluppo sono state proposte e adottate e sono in continua evoluzione. Leadbeater in particolare parla di Public service 2.0, o di User-Generated Government, come nuova frontiera dei servizi di government, basati sulla partecipazione degli utenti, e soprattutto, sulla pubblicazione e condivisione di conoscenza tra i cittadini e la Pubblica amministrazione come valore primario dei servizi pubblici. Precedente al concetto di public service 2.0 si è sviluppato in letteratura il concetto di servizio e- government (abbreviazione di electronic Government). Le definizioni sono numerose, e bisogna anche distinguere l'e-government dall'e-governance. Una definizione che riassume in modo corretto e sintetico è quella di un Report Deloitte [Deloitte 2000], che definisce l'e-government come "l'utilizzo di tecnologia per aumentare l'accesso a, e l'erogazione di, servizi di pubblica amministrazione a beneficio di cittadini, partner privati e lavoratori". Il focus di molte delle definizioni è sulle tecnologie ICT che abilitano la trasformazione dell'amministrazione e della loro opera di governo. Alcune di queste definizioni sottolineano: L'utilizzo delle ICT, e in particolare di Internet, come strumento per migliorare il governo [OECD, 2003] L'utilizzo delle ICT in tutti gli aspetti delle attività di una pubblica amministrazione [Koh e Prybutok, 2003] Il continuo miglioramento dell'erogazione di servizi, della partecipazione e delle attività di governo attraverso la trasformazione delle relazioni interne ed esterne grazie alla tecnologia, a Internet e ai nuovi media [Gartner 2000] Se l'e-government è tradizionalmente concepito come l'insieme delle operazioni di una pubblica amministrazione supportate da tecnologie ICT, l'e-governance è concepita come l'estensione degli obiettivi dell'amministrazione, fino a comprendere il coinvolgimento e la partecipazione dei cittadini nel governo, grazie all'utilizzo dell'ict, seguendo la definizione dell'oecd. Per i servizi e-government ci sono almeno quattro diversi modelli di erogazione e interazione: 1. Governo-Cittadino (Government-to-Citizen, G2C) 2. Governo-Impresa (Government-to-Business, G2B) 3. Governo-Governo (Government-to-Government, G2G) 4. Governo-Dipendente (Government-to-Employees, G2E) Per ciascuno di essi si possono individuare diversi processi di interazione e flussi di informazioni [Shailendra e Sharma 2007]: 6

7 pubblicazione di informazioni su Internet, per esempio: regolamenti, avvisi, orari di ricevimento pubblico, notifiche ecc, comunicazioni a due vie tra l'amministrazione e il cittadino, l'impresa o un'altra amministrazione. In questo modello gli utenti possono iniziare un dialogo con l'amministrazione e porre problemi, commenti, richieste ecc. transazioni, per esempio: pagamento di tasse, ecc. attività politica, per esempio: votazioni, sondaggi, campagne elettorali ecc. Si possono classificare i principali servizi pubblici, dividendoli per modello di interazione, in servizi al cittadino e servizi alle imprese, come si ricava da un'indagine di benchmarking dei servizi pubblici realizzata da CapGemini per conto della Commissione EU [European Commission 2007]. I principali sono i seguenti: Servizi pubblici al cittadino: o Dichiarazione dei redditi o Ricerca di lavoro o Sicurezza sociale o Documenti d'identità (Passaporto, patente di guida) o Registrazione alla motorizzazione o Permessi di costruzione o Denunce alla polizia o Biblioteche pubbliche o Certificazioni o Iscrizione alle scuole o Comunicazioni obbligatorie o Servizi di sanità Servizi pubblici alle imprese: o Contributi sociali per l'impiego o Imposte sul reddito delle società o Pagamento IVA o Registrazione di una nuova impresa o Dati statistici o Dichiarazioni doganali o Permessi per l'ambiente o Acquisti per la PA L'innovazione introdotta dai media sociali e dal Web 2.0 hanno portato un nuova visone dei servizi pubblici, focalizzando sulla partecipazione dei cittadini/utenti, sulla loro capacità e motivazione a pubblicare informazioni che diventa parte integrante del servizio. Un tale approccio ha spinto alcuni studiosi a definire nuove forme di servizi e-government etichettati con il termine "e-gov 2.0", evidenziando così la nuova era dei servizi della pubblica amministrazione [Eggers 2005; Osimo 2010]. In alcuni lavori scientifici e report istituzionali si sottolinea la trasformazione portata dai media sociali nel ciclo di vita del processo di servizio, e anche nelle strutture alla base del servizio. Le tradizionali gerarchie del settore pubblico, storicamente legate a processi guidati da obiettivi interni piuttosto che da una mentalità di erogazione di servizi all'esterno, sono spinte ad evolversi grazie alle nuove tecnologie. Il modello convenzionale di amministrazione pubblica che lavora come entità separata e distinta, ciascuna gestendo la propria conoscenza in silos protetti e scollegati uno dall'altro, si sta trasformando. Lo scenario in cui le PA si trovano ad operare è una società dell'informazione caratterizzata da relazioni a rete, in cui le amministrazioni devono collaborare con altre amministrazioni, con organizzazioni non-profit, con imprese e cittadini per affrontare le nuove sfide della globalizzazione. Nuovi attori e stakeholder entrano in relazione con le 7

8 amministrazioni, e si impone l'imperativo della collaborazione e cooperazione. La trasformazione dei modelli di servizo della pubblica amministrazione si può sintetizzare nella seguente tabella [Deloitte 2000]: Dimensione Government 1.0 Government 2.0 Modello operativo Gerarchico Rigido Modello di erogazione dei servizi Dimensione standard Monopolio Singolo canale Misura della performance Orientato agli input Chiusura A rete Collaborativo Flessibile Personalizzato Basato sulle scelte/esigenze Multicanale Guidato dai risultati Trasparenza Decision-making Spettatore Partecipativo La collaborazione e i media sociali possono portare benefici alle PA in termini di miglioramento dell'attivazione delle politiche, maggior efficacia nell'utilizzo delle informazioni governative, processi interni più trasparenti e flessibili, maggior attrattiva anche per i giovani talenti e quindi nuove possibiltà di lavoro. Queste sono alcune delle caratteristiche basilari dell'open Government, cioè la visione del Governo dell'amministrazione Obama negli USA [Eecutive Office 2009]. La visione unisce il paradigma dell'open source e degli open data, per i prodotti software e i linguaggi, e i modelli di interazione e partecipazione del Web 2.0, per i servizi al cittadino. La dottrina dell Open Government è imperniata su un concetto molto semplice: tutte le attività dei governi e delle amministrazioni dello stato devono essere aperte e disponibili per favorire azioni efficaci e garantire un controllo pubblico sull operato. Nella Direttiva di Obama, ideata da Vivek Kundra, si legge "Fin dove possibile e sottostando alle sole restrizioni valide, le agenzie devono pubblicare le informazioni on line utilizzando un formato aperto (open) che possa cioè essere recuperato, soggetto ad azioni di download, indicizzato e ricercato attraverso le applicazioni di ricerca web più comunemente utilizzate. Per formato open si intende un formato indipendente rispetto alla piattaforma, leggibile dall elaboratore e reso disponibile al pubblico senza che sia impedito il riuso dell informazione veicolata". Gli effetti pratici di questa direttiva si sono concretizzati con la messa in esercizio di Data.gov (http://www.data.gov/) il portale governativo americano creato con lo scopo di garantire un unico punto di accesso a tutte le informazioni pubbliche prodotte dal governo. Operativamente il servizio permette alle aziende, ai cittadini e alle altre istituzioni di prelevare direttamente i dati grezzi, oppure di estrarli tramite la mediazione di strumenti (tipicamente applicazioni/widgets o siti web) in formato presentabile ma formattato. Una sezione particolare è riservata ai geodata (informazioni geografiche) pubblici. Tale filosofia è stata presto assimilata e messa in pratica da alcuni Stati europei (Gran Bretagna e Finlandia tra i primi) e dalla Commissione Europea che ha definito delle linee guida per la messa in pratica dell'open Government in tuttti i paesi membri [EU Ministerial Declaration 2009]. L'Open Government appare come una nuova versione del Government 2.0, di cui tuttavia non esiste ancora una definizione consolidata. In letteratura alcuni articoli fanno riferimento all'eparticipation come aspetto principale dell'e-government 2.0, vale a dire ogni tipo di iniziativa per far partecipare i cittadini alle politiche delle PA tramite l'utilizzo delle ICT; altri articoli invece si focalizzano sui concetti di trasparenza e accesso alle informazioni dei processi di governo. Una recente serie di articoli hanno fissato alcuni punti fermi della ricerca e delle iniziative di Government 2.0 [Osimo 2010]. Trasparenza e accesso alle informazioni e ai dati prodotti dalle politiche delle PA sono i pilastri concettuali anche dell'open Government, che ha come obiettivi il risparmio di denaro pubblico e lo sviluppo di nuove opportunità economiche. Il risparmio è perseguito grazie all'adozione di tecnologie open source al posto di prodotti a licenza. Le infrastrutture tecnologiche si stanno indirizzando verso il cloud computing, e esiste un forte interesse anche per l'inserimento della semantica 8

9 nei servizi della PA, come è stato già sperimentato nell'esperienza britannica del sito governativo Questo sito può essere preso a modello per l'approccio e per le innovazioni introdotte nel trattamento dei dati: si rifà espressamente all epertise e alla visione del prof. Nigel Shadboldt e di Tim Berners Lee, che raccomandano l approccio partecipativo e la descrizione dei dati in RDF (Resource Description Framework), così da permettere di creare relazioni semantiche tra i dati e le loro fonti (e.g., database relazionali) e le persone che li hanno caricati. Il sito è basato sulla tecnologia dei Linked Data [Berners-Lee, 2006; Bizer et al. 2007], sviluppata dal W3C, come nuova frontiera del Semantic Web. Questo argomento sarà studiato successivamente, e sarà oggetto della prossima relazione del Laboratorio Lispa- CRISP. Da quanto analizzato si ricava che il presente e il futuro dei servizi della PA online è l'utilizzo di tecnologie Web 2.0 e l'approccio partecipativo degli utenti, l'adozione dell'open source e l'introduzione della semantica per un miglior trattamento dei dati. Queste innovazioni portano una serie di vantaggi: permettono alle PA di risparmiare i costi della tecnologia, avere servizi più efficaci ed efficienti, e un dialogo continuo con gli utenti; ai cittadini di controllare l'operato delle PA e partecipare ai processi di decision making; agli analisti di avere migliori strumenti di analisi e raccolta dei dati. Stato dell'arte di siti e prodotti Si descrivono di seguito i risultati raggiunti rispetto alle fasi della ricerca nei mesi marzo-maggio Per l'analisi e la descrizione di prodotti e servizi si forniscono schede descrittive delle piattaforme e dei casi analizzati. 1. Soluzioni tecnologiche 1. Knowledege Management Systems: piattaforme di gestione della conoscenza utilizzate in azienda. Si è sperimentata la suite standard (la versione Enterprise è a pagamento) di applicazioni Google che comprende: Gmail, Google Calendar, Google Gruppi, Google Documenti, Google Sites e Google Video. Piattaforma Nome Google Apps Premier Link Tipologia suite applicazioni KM Versione n.d. Autore/Azienda Proprietario Google Open source Licenza Stato sviluppo attivo Funzionalità Scrittura Collaborativa / Gestione contenuti Archivio documentale Articoli/contributi Content mgt Versioning Notifiche Cache Categorie/classifica 9

10 zioni Metadata Comunicazione Video conference Slide show Dashboard Chat componente integrabile VOIP componente integrabile Publishing Work flow approvazione Formati standard (html) Formati stampa (pdf) Web 2.0 Blog Forum Feed RSS Social network componente integrabile Wiki page Gestione basi di dati Acquisizione dati Grafi e chart Sondaggi Statistiche Mash-up+ Dashboard Multimedia FAQ Calendario Gestione link Motore di ricerca Requisiti sistema App Server n.d. Database n.d. Operating system n.d. Programming language n.d. Web server n.d. Sicurezza Autenticazione Gestione Sessioni Verifica Amministrazione Centralizzata Distribuita Privilegi Profilo utente Supporto API Comunità sviluppatori Manuale 10

11 Aspetti commerciali Online Help Supporto commerciale Google Costo 40/account utente/anno Pacchetto offerto Enterprise edition Training 2. Content Management Systems: si è analizzato lo stato dell'arte delle piattaforme Web 2.0 di creazione e pubblicazione di siti, con uno speciale interesse per quelle che permettono l'inserimento di una serie di funzionalità, per il lavoro collaborativo, la comunicazione e la gestione dei contenuti in forma partecipativa. Si è iniziato da due dei prodotti più utilizzati e consolidati, Drupal e Joomla!, entrambe piattaforme open source e basate sullo standard LAMP (Linu, Apache, MySQL e PHP). i. Drupal Piattaforma Nome DRUPAL Link Tipologia Content management platform Versione 7 (6.16) Autore/Azienda Proprietario AQUIA (commercial edition) Open source Licenza GPL GNU Stato sviluppo vers.7 in fase di sviluppo finale Funzionalità Scrittura Collaborativa Gestione documenti Archivio documentale Articoli Content mgt Versioning Notifiche Cache Categorie Metadata Comunicazione Video conference INTEGRABILE Slide show INTEGRABILE Dashboard INTEGRABILE Chat VOIP Publishing Work flow approvazione Formati standard (html) Formati stampa (pdf) Web 2.0 Blog Forum 11

12 ii. Joomla Feed RSS Social network Wiki page Gestione basi di dati Acquisizione dati Grafi e chart Sondaggi Statistiche Mash-up via API Multimedia FAQ Calendario Gestione link Motore di ricerca Requisiti sistema App Server Database MySQL (5.1.44) Operating system Linu Programming language PHP (5.2) Web server Apache (2.2) Sicurezza Autenticazione username&password Gestione Sessioni Verifica Amministrazione Centralizzata Distribuita Privilegi Profilo utente Supporto API Comunità sviluppatori 600 mila Manuale Documenti drupal.org Online Help Aspetti commerciali Supporto commerciale Aquia Costo 8000 $/anno Pacchetto offerto Enterprise edition Servizio installazione,setup,config,ecc Casi di Studio Categoria link interessanti dati e trasparenza dati e trasparenza dati e trasparenza Piattaforma Nome Joomla! Link Tipologia content management system (CMS) Versione Autore/Azienda Proprietario OSM Development Team 12

13 Funzionalità Scrittura Collaborativa/Gestione contenuti Requisiti sistema Comunicazione Publishing Web 2.0 Gestione basi di dati Multimedia FAQ Calendario Gestione link Motore di ricerca Open source Licenza GNU/GPL v.2 Stato sviluppo versione 1.6 beta Archivio documentale Articoli/Contribut i Content mgt Versioning Notifiche Cache Categorie/classifi cazioni Metadata componente aggiuntivo no no componente aggiuntivo Video conference componente aggiuntivo Slide show componente aggiuntivo Dashboard no Chat componente aggiuntivo VOIP componente aggiuntivo Work flow approvazione Formati standard (html) Formati stampa (pdf) Blog Forum Feed RSS Social network Wiki page componente aggiuntivo no componente aggiuntivo componente aggiuntivo componente aggiuntivo Acquisizione dati componente aggiuntivo Grafi e chart componente aggiuntivo Sondaggi Statistiche Mash-up + Dashboard componente aggiuntivo (in sviluppo) componente aggiuntivo Apache (raccomandato), qualsiasi server che App Server supporta MySQL e PHP Database MySQL (4.1 +) Operating system qualsiasi 13

14 Programming language PHP (5.2 +) Web server Apache (2. +) Sicurezza Autenticazione LDAP Gestione Sessioni Verifica Amministrazione Centralizzata Distribuita Privilegi no Profilo utente Supporto API Comunità sviluppatori Manuale Online Help Aspetti commerciali Supporto commerciale Costo 0 Pacchetto offerto Training Casi di studio Categorie Non-profit org Government Government Government Health Government Employment Government Non-profit org 3. Software per la creazione di Social networks: Nelle schede (vd. Appendice) si descrivono alcuni software per la creazione di social network oggetto di alcuni test durante i mesi marzo-maggio 1. Tali software funzionano con l'approccio Software-as-a-service (Saas), offrono una serie di servizi e funzionalità che facilitano la creazione di siti per reti sociali, sia pubbliche sia private. La maggior parte di questi software sono facilmente utilizzabili, non necessitano di installazione in locale, ma essendo servizi su server privati obbligano a cedere i dati al gestore del servizio. Come si ricava dalle caratteristiche descritte nelle schede, i software sono per lo più free, ma dopo circa un anno che il sito è online (il tempo può variare), se non si firma un contratto Premium (i costi variano dai 24 ai 199 $ al mese), si è costretti ad ospitare diversi banner pubblicitari nella propria social network, piuttosto invasivi e fastidiosi. Dalla sperimentazione condotta e dall'analisi comparativa il software che presenta il più ricco panorama di servizi, e un ottimo rapporto tra la qualità delle funzionalitàe la facilità di utilizzo, è risultato Ning, seguito da Elgg, Igloo, Mit e Spruz; di buona qualità sono anche SocialGo, Grou.ps e Yuku. Ning per le sue caratteristiche è il software che domina il mercato in questa nicchia di prodotti, permette la creazione e messa online immediata di reti sociali di qualsiasi 1 su è disponibile un'analisi comparativa delle piattaforme di creazione di social network. 14

15 tipo, ma è anche quello che più velocemente inserisce banner pubblicitari non richiesti. Elgg si sta diffondendo nel mondo accademico per la creazione di reti sociali educative, mentre Igloo è uno dei prodotti più utilizzati in ambiente professionale e aziendale (il pacchetto Premium è il più caro: $199 al mese) perchè è il più indicato alla creazione di reti sociali verticali (vd. anche le schede sui siti Web 2.0 per il MdL). Nome BigTent BlastGroups BuddyPress Elgg Grou.ps Grouply Profilo membro Messagg. privata Controllo permessi Flussi attività File sharing Templates disponibili Blog Forum Wiki Chat RSS feed Alerts Calendario Gallerie foto Video Statistiche Sondaggi Group payment Free / Premium Free Free Free Free / $ $49.95 Free / 0.90 credits per GB storage Free Etra audio sharing libreria di plugin; Portabilità del dominio API; Social bookmarking Integrazione social media; locationsharing digest; integrazione con Yahoo!Groups e Google Groups Nome GroupSite Igloo KickApps Mit Ning Pligg Profilo membro Messagg. privata 15

16 Controllo permessi Flussi attività File sharing Templates disponibili Blog Forum Wiki Chat RSS feed Alerts Calendario Gallerie foto Video Statistiche Sondaggi Group payment Free / Premium Free / $29 Free / $199 per month $39.95 per month Free Free / $24.95 per month Free Etra Portabilità del dominio; Convalida membri; digest rating Audio publishing group mail Portabilità del dominio; libreria di plugin; location sharing rating; multilinguaggi Nome Qlubb SocialGO Spruz ThatsToday Yahoo! Groups Profilo membro Messagg. privata Controllo permessi Flussi attività File sharing Templates disponibili Blog Forum Wiki Chat Yuku 16

17 RSS feed Alerts Calendario Gallerie foto Video Statistiche Sondaggi Group payment Free / Premium Free Free / $24.99 per month Free Free Free Free / $1 per month Etra event reminders API; notification; integ. Facebook e Twitter layout delle pagine personalizzabile; script migrazione Ning Integrazione social media; Integr. Facebook e Gmail foto tagging; foto editing 4. Wiki: i software wiki sono finalizzati alla creazione di siti o progetti che richiedono forme di lavoro collaborativo e lo sviluppo condiviso di documenti, codice o altro. sul mercato ne sono stati sviluppati numerosi ed è difficile orientarsi all'interno del mare di soluzioni. Esiste un sito di analisi e confronto dei diversi wiki disponibili, con il quale è possibile recuperare i dettagli di più di 120 wiki e scegliere il più adatto alle esigenze di un progetto. Si presenta di seguito la scheda descrittiva del wiki più utilizzato in Internet, MediaWiki, lo stesso alla base di Wikipedia, Intellipedia, Wikileaks e numerosi altri progetti collaborativi. In letteratura e sul mercato sono nati anche molti progetti di wiki semantici, che permettono forme di descrizione e annotazione semantica dei contenuti prodotti nel wiki. Nell'analisi della letteratura non è stato ancora individuato un prodotto adatto al presente progetto, ci si riserva nei prossimi mesi di selezionare un wiki semantico da sperimentare. i. Mediawiki Piattaforma Nome MediaWiki Link Tipologia Wiki Versione Autore/Azienda Wikimedia Proprietario Foundation Open source Licenza GPL Stato sviluppo attivo Funzionalità Scrittura Collaborativa / Gestione contenuti Archivio documentale 17

18 Articoli/contributi Content mgt Versioning Notifiche opzionale Cache Categorie/classificazioni componente Metadata integrabile Comunicazione componente Video conference integrabile Slide show Dashboard Chat VOIP Publishing Work flow approvazione Formati standard (html) componente Formati stampa (pdf) integrabile Web 2.0 Blog componente Forum integrabile Feed RSS Social network Wiki page Gestione basi di dati Acquisizione dati Grafi e chart Sondaggi componente Statistiche integrabile componente Mash-up+ Dashboard integrabile Multimedia FAQ Calendario componente integrabile Gestione link Motore di ricerca Requisiti sistema App Server Apache e IIS Database MySQL e PostgreSQL Operating system vari Programming language PHP Web server qualsiasi con supporto PHP Sicurezza Autenticazione Gestione Sessioni Verifica Amministrazione Centralizzata n.d. 18

19 Distribuita n.d. Privilegi n.d. Profilo utente n.d. Supporto API Comunità sviluppatori Manuale svn.wikimedia.org Online Help Aspetti commerciali Supporto commerciale Costo 0 Pacchetto offerto Training 2. Identificazione e studio di casi di servizi pubblici In questa sezione si presentano i risultati dell'analisi dello stato dell'arte dei servizi pubblici online. In particolare si presenta una serie di siti dedicati al mercato del lavoro, basati su media sociali e Web 2.0. I siti sono descritti nelle schede seguenti e si suddividono in social network, generiche e professionali, motori di ricerca, sistemi di matching di domande/offerte di lavoro, portali sul lavoro. Per la maggior parte sono siti o applicazioni sviluppate da società private, che non condividono il codice o la piattaforma di CMS utilizzata per la loro messa online. Nella seconda parte si presentano le schede descrittive di alcuni siti di government sviluppati con la piattaforma opne source Drupal. Siti Web 2.0 per il mercato del lavoro #1 Anagrafica Nome Linkedin Link Settore Mercato del lavoro Contesto Professional network service Keyword business-oriented networking, professional networking Principi/sfide Connettere singoli utenti in cerca di un occupazione con grandi aziende di ogni settore, creazione del profilo professionale, rete di contatti professionali. Blog #2 Anagrafica Nome Doostang Link Settore Mercato del lavoro Contesto Job Search Engine Keyword Career Networking, community, career opportunities, Principi/sfide sito di social-networking orientata verso le persone che cercano l'avanzamento di carriera. A tal fine essa offre annunci di lavoro, forum a tema per lo sviluppo professionale e per gruppi particolari legati alla possibilità di carriera e di interessi reciproci. Profili utenti, cv e strumenti di ricerca lavoro. #3 Anagrafica Nome VisualCV 19

20 Link Settore Contesto Keyword Principi/sfide #4 Anagrafica Nome ing Link Settore Contesto Keyword Mercato del lavoro Creazione, visualizzazione di cv online free online resume, resume eamples creazione di un curriculum su Internet, costruzione e gestione di un portafoglio online di carriere, condivisione delle qualifiche professionali con i datori di lavoro, clienti, partner e colleghi https://www.ing.com/ Mercato del lavoro business social network ricerca di persone, networking, contatti professionali, partner professionali Business networking per professionisti. Ricercare nuovi contatti o business partner per instaurare una collaborazione professionale, ampliare la presenza nei mercati locali ed internazionali, pianificare in maniera attiva la carriera, rafforzare i rapporti business e riscoprire Principi/sfide contatti stabiliti in precedenza e successivamente perduti #5 Anagrafica Nome Naymz Link Settore Mercato del lavoro Contesto Social and professional networking site Keyword networking, professional, reputation, brand, communicate, job, resume creazione di profilo professionale, sistema di valutazione RepScore, analisi della reputazione, monitoraggio dei visitatori, blog con feed RSS. Principi/sfide Posizionamento del profilo nei motori di ricerca #6 Anagrafica Nome Viadeo Link Settore Mercato del lavoro Contesto professional social network Keyword Professional networking, career, business, ricerca persona, ricerca società, cv, offerte di lavoro Principi/sfide Contattare profili professionali, potenziare le carriere, ricerca offerte di lavoro #7 Anagrafica Nome Wink Link Settore Mercato del lavoro Contesto People serch engine + social network Keyword people search, people finder Motore di ricerca di persone attraverso profilo professionale, interessi, profili in altre social networks e comunità online. I profili sono riempiti Principi/sfide cercando in MySpace, LinkedIn, Bebo, Friendster e Live Spaces. #8 Anagrafica Nome Visible Path Link 20

Commercio elettronico e Web 2.0

Commercio elettronico e Web 2.0 Commercio elettronico e Web 2.0 Dr. Stefano Burigat Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine www.dimi.uniud.it/burigat stefano.burigat@uniud.it Caso di studio: Google Google è uno degli

Dettagli

Il software Open Source nell elearning e nel lavoro in team

Il software Open Source nell elearning e nel lavoro in team Il software Open Source nell elearning e nel lavoro in team I software di social network: ELGG come testcase Open Source Lab USI Luca Mazzola http://www.linkedin.com/in/mazzolaluca 4 Giugno 2008 Social

Dettagli

PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I.

PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I. PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I. Profilo La Società Hermes nasce nel 2010 per portare sul mercato le esperienze maturate da un team di specialisti e ricercatori informatici che hanno operato per anni come

Dettagli

David Coen. Consulenza di immagine commerciale. Pagina web: davidcoen.altervista.org. Pagina Facebook: David Coen FOTOGRAFO

David Coen. Consulenza di immagine commerciale. Pagina web: davidcoen.altervista.org. Pagina Facebook: David Coen FOTOGRAFO David Coen Consulenza di immagine commerciale Pagina web: davidcoen.altervista.org Pagina Facebook: David Coen FOTOGRAFO David Coen, consulenza di immagine commerciale 2 David Coen - Consulenza di immagine

Dettagli

Architettura Open Data

Architettura Open Data Smart Cities and Communities and Social Innovation Bando MIUR D.D. 391/Ric. del 5 luglio 2012 Open City Platform Architettura Open Data OCP e Open Data architecture OCP e Open Service OCP intende favorire

Dettagli

Silk Learning Content Management. Collaboration, content, people, innovation.

Silk Learning Content Management. Collaboration, content, people, innovation. Collaboration, content, people, innovation. The Need for a Learning Content Management System In un mercato in continua evoluzione, dominato da un crescente bisogno di efficienza, il capitale intellettuale

Dettagli

2012 Extreme srl riproduzione riservata

2012 Extreme srl riproduzione riservata Web & Social Media: il BIG DATA* Le aziende devono gestire il BIG DATA perché è attraverso di esso che sviluppano relazioni con i clienti, riscontrano e gestiscono la customer satisfaction, studiano e

Dettagli

David Coen. Consulenza di immagine commerciale. Pagina web: davidcoen.altervista.org. Pagina Facebook: David Coen FOTOGRAFO

David Coen. Consulenza di immagine commerciale. Pagina web: davidcoen.altervista.org. Pagina Facebook: David Coen FOTOGRAFO David Coen Consulenza di immagine commerciale Pagina web: davidcoen.altervista.org Pagina Facebook: David Coen FOTOGRAFO David Coen, consulenza di immagine commerciale David Coen, Consulenza di immagine

Dettagli

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply Abstract Nei nuovi scenari aperti dal Cloud Computing, Reply si pone come provider di servizi e tecnologie, nonché come abilitatore di soluzioni e servizi di integrazione, volti a supportare le aziende

Dettagli

L'evoluzione dei Sistemi Informativi e i nuovi modelli di offerta 23 ottobre 2009. www.osservatori.net

L'evoluzione dei Sistemi Informativi e i nuovi modelli di offerta 23 ottobre 2009. www.osservatori.net L'evoluzione dei Sistemi Informativi e i nuovi modelli di offerta: opportunità e sfide in un momento di crisi Mariano Corso School of Management Politecnico di Milano Milano, 23 ottobre 2009 Ricerca ALCUNI

Dettagli

24/09/13 Soluzioni di Riuso

24/09/13 Soluzioni di Riuso Soluzione RIUSO364 MyPortal 2.0 proposta da Sezione 1 - Amministrazione proponente e soluzione proposta Tipologia di Amministrazione proponente: Regione Regione dell'amministrazione: Veneto Ambito/i amministrativo/i

Dettagli

La Community MiBAC è un applicazione web che sostituirà l attuale rete intranet del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

La Community MiBAC è un applicazione web che sostituirà l attuale rete intranet del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. La Community MiBAC è un applicazione web che sostituirà l attuale rete intranet del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. 17-20 Maggio 2010 FORUM PA 2 ORIENTATI AL PERSONALE DEL MINISTERO AUMENTARE

Dettagli

Internet e la sua evoluzione L O R E N Z O P A R I S I

Internet e la sua evoluzione L O R E N Z O P A R I S I Internet e la sua evoluzione L O R E N Z O P A R I S I Internet Rete mondiale di computer (rete di reti) È un infrastruttura basata su cavi e nodi Nata nel 1969 con il nome di Arpanet Fornisce molti servizi

Dettagli

Enterprise Social Network. Creare community aziendali

Enterprise Social Network. Creare community aziendali Enterprise Social Network Creare community aziendali COLLABORATION 2.0 CHE COSA È NU+ è la soluzione Yooplus di collaboration finalizzata a creare le condizioni per sviluppare una elevata capacità di team

Dettagli

What you dream, is what you get.

What you dream, is what you get. What you dream, is what you get. mission MWWG si propone come punto di riferimento nella graduale costruzione di una immagine aziendale all'avanguardia. Guidiamo il cliente passo dopo passo nella creazione

Dettagli

PEOPLE HAVE THE POWER

PEOPLE HAVE THE POWER PEOPLE HAVE THE POWER La conoscenza parte dai colleghi Patrizio Regis Head of Group Internal Communications 21 Maggio 2015 IL RUOLO DELLA COMUNICAZIONE INTERNA IN UNICREDIT Oltre alle attività più "classiche"

Dettagli

L INNOVAZIONE TECNOLOGICA E L OPEN SOURCE AL SERVIZIO DELLA PA INAIL CONSULENZA PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA Alessandro Simonetta Guido Borsetti

L INNOVAZIONE TECNOLOGICA E L OPEN SOURCE AL SERVIZIO DELLA PA INAIL CONSULENZA PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA Alessandro Simonetta Guido Borsetti L INNOVAZIONE TECNOLOGICA E L OPEN SOURCE AL SERVIZIO DELLA PA INAIL CONSULENZA PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA Alessandro Simonetta Guido Borsetti Premessa Il rapporto tra open source e innovazione è un

Dettagli

3.1 Questionario di autovalutazione per pianificare un applicazione web centrata sull utente

3.1 Questionario di autovalutazione per pianificare un applicazione web centrata sull utente 1. INFORMAZIONI GENERALI Che soggetto/progetto culturale sono? Archivio Biblioteca Museo Istituzione che gestisce il patrimonio diffuso sul territorio Istituzione per la gestione e la tutela Centro per

Dettagli

Alcune semplici definizioni

Alcune semplici definizioni Alcune semplici definizioni Un CMS (Content management system), in italiano Sistema di gestione dei contenuti è uno strumento software che si installa generalmente su un server web, il cui compito è facilitare

Dettagli

PROFILO AZIENDALE MISSION & VISION

PROFILO AZIENDALE MISSION & VISION COMPANY PROFILE 2014 PROFILO AZIENDALE Posytron è una società di consulenza tecnologica e gestionale certificata ISO 9001:2008 fondata nel 1999 da Alberto Muritano, attuale CEO, per supportare l'innovazione

Dettagli

I Software di riferimento per stilare un E-Portfolio

I Software di riferimento per stilare un E-Portfolio I Software di riferimento per stilare un E-Portfolio Quali sono attualmente i Software online più utili per stilare un E-Portfolio? Ecco una lista di quelli gratis più diffusi! 1 Introduzione/Obiettivi

Dettagli

L'utilizzo di strumenti di Social Network & Community in banca. Romano Stasi Segretario Generale ABI Lab

L'utilizzo di strumenti di Social Network & Community in banca. Romano Stasi Segretario Generale ABI Lab L'utilizzo di strumenti di Social Network & Community in banca Romano Stasi Segretario Generale ABI Lab Milano, 16 marzo 2010 Priorità ICT di investimento e indagine per le banche Italiane canali Fonte:ABI

Dettagli

Social Networking Aziendale

Social Networking Aziendale Social Networking Aziendale > ENTERPRISE SOCIAL NETWORK Danais S.r.l Un nuovo paradigma di intendere il web Negli ultimi anni il web ha mutato la sua forma grazie all'introduzione degli approcci sociali

Dettagli

Content Management Systems

Content Management Systems Content Management Systems Gabriele D Angelo http://www.cs.unibo.it/~gdangelo Università degli Studi di Bologna Dipartimento di Scienze dell Informazione Aprile, 2005 Scaletta della lezione

Dettagli

Le funzionalità principali della piattaforma

Le funzionalità principali della piattaforma Istituto di Scienza e Tecnologie dell'informazione A Faedo (ISTI) - Laboratorio di domotica Quimby: Le funzionalità principali della piattaforma Dario Russo (dario.russo@isti.cnr.it) Obiettivi del progetto

Dettagli

L istruzione degli utenti e la promozione dei servizi delle biblioteche. Blog e wiki

L istruzione degli utenti e la promozione dei servizi delle biblioteche. Blog e wiki L istruzione degli utenti e la promozione dei servizi delle biblioteche Blog e wiki Biblioteca 2.0 la biblioteca sta cambiando l impatto del Web 2.0 (Open Acess, Wikis, Google book, blogosfera, Flickr,

Dettagli

Portale Iniziative Culturali e di Solidarietà (ICS) della Associazione Nazionale Alpini (ANA) - Sezione di Milano

Portale Iniziative Culturali e di Solidarietà (ICS) della Associazione Nazionale Alpini (ANA) - Sezione di Milano Portale Iniziative Culturali e di Solidarietà (ICS) della Associazione Nazionale Alpini (ANA) - Sezione di Milano 1. Scopo del documento. 2. Il Portale ICS: utenti, caratteristiche e obiettivi. 3. Il progetto.

Dettagli

CMS Open Source Evento Open Source Asolo Golf Club - 29 giugno 2005

CMS Open Source Evento Open Source Asolo Golf Club - 29 giugno 2005 CMS Open Source Evento Open Source Asolo Golf Club - 29 giugno 2005 Fabio Bottega (f.bottega@tecnoteca.it) I punti focali: CMS = comunicazione Gli attori coinvolti Scelta di un CMS Open Source CMS di riferimento

Dettagli

Listino Tilde CMS. Data. Riservato alle Agenzie. Versione 1.1. 19 Aprile 2011

Listino Tilde CMS. Data. Riservato alle Agenzie. Versione 1.1. 19 Aprile 2011 Listino Tilde CMS Riservato alle Agenzie Versione 1.1 19 Aprile 2011 Data PRESENTAZIONE AZIENDALE @Web Company è una innovativa digital agency che offre servizi ad alto valore aggiunto consentendo ai clienti

Dettagli

Su Internet, oggi, se il vostro sito Web non è dotato di funzionalità ricche o contenuti. I sistemi CMS e un introduzione a Joomla! In questo capitolo

Su Internet, oggi, se il vostro sito Web non è dotato di funzionalità ricche o contenuti. I sistemi CMS e un introduzione a Joomla! In questo capitolo 1 I sistemi CMS e un introduzione a Joomla! In questo capitolo Su Internet, oggi, se il vostro sito Web non è dotato di funzionalità ricche o contenuti aggiornati, è svantaggiato. L idea di potenziare

Dettagli

ADA. E learning e open source

ADA. E learning e open source 1 ADA. E learning e open source ADA 1.7.1 Come cresce un Ambiente Digitale per l'apprendimento open source Maurizio Graffio Mazzoneschi 2 Cos'è il software libero Libertà 0, o libertà fondamentale: la

Dettagli

È ORA DI DIVENTARE GRANDI MASTER IN GRAPHIC E WEB DESIGN 328 ORE 76 LEZIONI DA 4 ORE 2 VOLTE A SETTIMANA + 6 WORKSHOP MASTER IN WEB DESIGN

È ORA DI DIVENTARE GRANDI MASTER IN GRAPHIC E WEB DESIGN 328 ORE 76 LEZIONI DA 4 ORE 2 VOLTE A SETTIMANA + 6 WORKSHOP MASTER IN WEB DESIGN MASTER IN GRAPHIC E WEB DESIGN 328 ORE 76 LEZIONI DA 4 ORE 2 VOLTE A SETTIMANA + 6 WORKSHOP È ORA DI DIVENTARE GRANDI MASTER IN WEB DESIGN CERTIFIED ASSOCIATE ABC FORMAZIONE PROFESSIONALE Viale degli Ammiragli,

Dettagli

LA TUA SOFTWARE HOUSE IN CANTON TICINO

LA TUA SOFTWARE HOUSE IN CANTON TICINO LA TUA SOFTWARE HOUSE IN CANTON TICINO CHI SIAMO Workablecom è una Software House nata a Lugano con sede in Chiasso ed operante in tutto il Canton Ticino. E un System Integrator che crea e gestisce soluzioni

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

La relazione con il cliente, evoluzione, tra nuove esigenze e opportunità

La relazione con il cliente, evoluzione, tra nuove esigenze e opportunità La relazione con il cliente, evoluzione, tra nuove esigenze e opportunità Mario Massone fondatore Club CMMC 1) Il Marketing, nuova centralità: meno invasivo, più efficace 2) La customer experience, come

Dettagli

Strumenti e tecnologie per il web Gianluca Merlo 28/10/2014. https://www.flickr.com/photos/kalexanderson/52773348

Strumenti e tecnologie per il web Gianluca Merlo 28/10/2014. https://www.flickr.com/photos/kalexanderson/52773348 Strumenti e tecnologie per il web Gianluca Merlo 28/10/2014 https://www.flickr.com/photos/kalexanderson/52773348 https://www.flickr.com/photos/81171474@n06/7437936 Internet vs Web. Quale differenza? https://www.flickr.com/photos/pocphotography/12462536895/sizes/l

Dettagli

Knowledge Box Spring 2011. Il nuovo CAD Per valorizzare il patrimonio informativo e conoscitivo delle PA

Knowledge Box Spring 2011. Il nuovo CAD Per valorizzare il patrimonio informativo e conoscitivo delle PA Knowledge Box Spring 2011 Il nuovo CAD Per valorizzare il patrimonio informativo e conoscitivo delle PA Maria Pia Giovannini DigitPA Responsabile Ufficio Sistemi per l efficienza della gestione delle risorse

Dettagli

GoCloud just google consulting

GoCloud just google consulting La visione Cloud di Google: cosa cambia per i profili tecnici? GoCloud just google consulting Workshop sulle competenze ed il lavoro degli IT Systems Architect Vincenzo Gianferrari Pini

Dettagli

Tilde WCM. Data. Moduli base. Versione 1.0. 29 Settembre 2011. giovedì 29 settembre 11

Tilde WCM. Data. Moduli base. Versione 1.0. 29 Settembre 2011. giovedì 29 settembre 11 Tilde WCM Moduli base Versione 1.0 29 Settembre 2011 Data IL CMS TILDE Il CMS o Content Management System, è lo strumento maggiormente utilizzato in qualsiasi progetto web. Ormai viene attivato su qualsiasi

Dettagli

LA PIATTAFORMA COMOL L E-LEARNING CENTER PER LE AZIENDE

LA PIATTAFORMA COMOL L E-LEARNING CENTER PER LE AZIENDE LA PIATTAFORMA COMOL L E-LEARNING CENTER PER LE AZIENDE Edutech Vi Offre Un Ambiente Dedicato Per La Formazione A Distanza Cosa vi offre EduTech EduTech, grazie alla collaborazione con il Dipartimento

Dettagli

IRTUALW. Infinity Portal Infinite possibilità di farti raggiungere PORTAL FORNITORI CLIENTI PROTOCOLLAZIONE KNOWLEDGE BASE CLASSIFICAZIONE VERSIONING

IRTUALW. Infinity Portal Infinite possibilità di farti raggiungere PORTAL FORNITORI CLIENTI PROTOCOLLAZIONE KNOWLEDGE BASE CLASSIFICAZIONE VERSIONING I N F I N I T Y Z U C C H E T T I Infinity Portal Infinite possibilità di farti raggiungere MARKETING SALES SUPPORT CMS KNOWLEDGE BASE E COMMERCE B2B E COMMERCE B2C AD HOC INFINITY ACQUISIZIONE PROTOCOLLAZIONE

Dettagli

ENTERPRISE KNOWLEDGE MANAGEMENT

ENTERPRISE KNOWLEDGE MANAGEMENT ENTERPRISE KNOWLEDGE MANAGEMENT COMPANY PROFILE Profilo ed organizzazione i.know srl (nata come divisione operativa nel corso del 2007 ed incubata all interno del Politecnico di Milano) è uno spin-off

Dettagli

MANUALE www.logisticity.it. Copryright 2015 - All rights reserved Email: info@logisticity.it - P.IVA 04183950403

MANUALE www.logisticity.it. Copryright 2015 - All rights reserved Email: info@logisticity.it - P.IVA 04183950403 MANUALE www.logisticity.it Copryright 2015 - All rights reserved Email: info@logisticity.it - P.IVA 04183950403 INDICE Presentazione... pag. 02 Applicativo... pag. 03 Amministrazione...pag. 06 Licenza...pag.

Dettagli

Le nuove tecnologie dell informazione: verso il Social Semantic Web. Roberto Boselli Alessandria 04-05-2007

Le nuove tecnologie dell informazione: verso il Social Semantic Web. Roberto Boselli Alessandria 04-05-2007 Le nuove tecnologie dell informazione: verso il Social Semantic Web Roberto Boselli Alessandria 04-05-2007 Outline Web 2.0 e Semantic Web Social Software Semantica e Ontologie SEDIMENTO 2 Obiettivi Aggiungere

Dettagli

IBM Lotus CEO Community Collaboration Bundle offre una soluzione completa di collaborazione nelle comunicazioni

IBM Lotus CEO Community Collaboration Bundle offre una soluzione completa di collaborazione nelle comunicazioni Annuncio IBM Europe Software ZP08-0301 del 24 giugno 2008 IBM Lotus CEO Community Collaboration Bundle offre una soluzione completa di collaborazione nelle comunicazioni Indice In sintesi Panoramica In

Dettagli

Sistemi per la produzione, gestione e conservazione di contenuti digitali CMS. L12 - Comunicazione e archiviazione digitale A.A 2015-2016.

Sistemi per la produzione, gestione e conservazione di contenuti digitali CMS. L12 - Comunicazione e archiviazione digitale A.A 2015-2016. Sistemi per la produzione, gestione e conservazione di contenuti digitali L12 - Comunicazione e archiviazione digitale A.A 2015-2016 Carlo Savoretti carlo.savoretti@unimc.it Produzione Contenuti prodotti

Dettagli

SMS Social Media Support Help Desk per la comunicazione on line e social www.sqcuoladiblog.it

SMS Social Media Support Help Desk per la comunicazione on line e social www.sqcuoladiblog.it SMS Social Media Support Help Desk per la comunicazione on line e social www.sqcuoladiblog.it Motivi per usufruire del Servizio SMS [cod. K021] L AZIENDA CLIENTE ha l esigenza di supportare la propria

Dettagli

CMS: Content Management...

CMS: Content Management... CMS: Content Management... by Roberto Gallerani - lunedì, marzo 31, 2014 http://www.gallerani.it/sito/cms-content-management/ Con l'open source ed il "Software as a Service" (SaaS) siti e contenuti a portata

Dettagli

PROGRAMMA. INSTAGRAM Ottimizzazione del proprio account e tecniche per migliorare la diffusione delle proprie foto e video.

PROGRAMMA. INSTAGRAM Ottimizzazione del proprio account e tecniche per migliorare la diffusione delle proprie foto e video. Digital Magics Palermo (via Lincoln 21) Quattro incontri di quattro ore ciascuno (4 e 5 marzo 11 e 12 marzo 2016, venerdì ore 15/19; sabato ore 10/14): 16 ore totali 90 euro (i primi due) + 90 euro opzionali

Dettagli

Cos è anahita. La filosofia di design di anahita. Installare Anahita su Joomla! Presente e futuro di anahita. Ohanah Event Engine

Cos è anahita. La filosofia di design di anahita. Installare Anahita su Joomla! Presente e futuro di anahita. Ohanah Event Engine Anahita 1 2 Cos è anahita La filosofia di design di anahita Installare Anahita su Joomla! Presente e futuro di anahita Ohanah Event Engine Rastin Mehr / Arash Sanieyan / Johan Janssens / Mathias Verraes

Dettagli

Sistemi Informativi e Servizi in Rete

Sistemi Informativi e Servizi in Rete Sistemi Informativi e Servizi in Rete prof. V. De Antonellis Dipartimento di Ingegneria dell'informazione Università di Brescia valeria.deantonellis@ing.unibs.it Materiale del corso Sito web: www.ing.unibs.it/~deantone/

Dettagli

Cos'è Plone: l'esperienza di Mo-Net, la Rete Civica del Comune di Modena

Cos'è Plone: l'esperienza di Mo-Net, la Rete Civica del Comune di Modena Cos'è Plone: l'esperienza di Mo-Net, la Rete Civica del Comune di Modena La PA e la condivisione del software libero: PloneGov, dall'europa all'italia Claudio Forghieri Comune di Modena Ferrara, 16 settembre

Dettagli

WEB 2.0 PER CRESCERE. Sfruttare le potenzialità del Web 2.0 per far conoscere la Lunigiana

WEB 2.0 PER CRESCERE. Sfruttare le potenzialità del Web 2.0 per far conoscere la Lunigiana WEB 2.0 PER CRESCERE Sfruttare le potenzialità del Web 2.0 per far conoscere la Lunigiana Web 2.0 L'insieme di tutte quelle applicazioni online che permettono uno spiccato livello di interazione tra il

Dettagli

Comunicare una consultazione online

Comunicare una consultazione online Comunicare una consultazione online Questo materiale didattico è stato realizzato da Formez PA nel Progetto PerformancePA, Ambito A Linea 1, in convenzione con il Dipartimento della Funzione Pubblica,

Dettagli

INTRODUZIONE: ALL INCLUSIVE

INTRODUZIONE: ALL INCLUSIVE INTRODUZIONE: ALL INCLUSIVE è l insieme di servizi, strumenti e tecniche che rendono un sito web accessibile e ottimizzato per assicurare che venga rinvenuto nelle prime posizioni sui motori di ricerca.

Dettagli

EGOVERNMENT ED EGOVERNANCE

EGOVERNMENT ED EGOVERNANCE Prot. 13/2011 del 25/01/2011 Pag. 0 di 11 ADMINISTRA COMUNE DI NAPOLI Il progetto Administra nasce dall esigenza del Comune di Napoli di disporre di un unica infrastruttura tecnologica permanente di servizi

Dettagli

REPORT GRUPPO DI LAVORO III

REPORT GRUPPO DI LAVORO III REPORT GRUPPO DI LAVORO III Piattaforma web Network per la RCS per la gestione dei flussi informativi ed organizzazione Centrale di produzione coordinata e permanente delle pillole informative del SSR

Dettagli

Definizione di enterprise 2.0

Definizione di enterprise 2.0 L enterprise 2.0 Definizione di enterprise 2.0 Piattaforme sociali Canali e piattaforme Modalità emergente Sware enterprise Social sware Piattaforme - emergenza Definizione di McAfee tecnocentrica Mcafee

Dettagli

www.osservatori.net - CHI SIAMO

www.osservatori.net - CHI SIAMO Virtual Workspace ed Enterprise 2.0: prospettive e barriere di una rivoluzione annunciata Mariano Corso Politecnico di Milano www.osservatori.net - CHI SIAMO Nati nel 1998, gli Osservatori ICT della School

Dettagli

A cura del Team scuola digitale del nostro Istituto (scuola media), Prof. Pino Lipari (animatore digitale), Prof.ssa Anna Pistone e Prof.

A cura del Team scuola digitale del nostro Istituto (scuola media), Prof. Pino Lipari (animatore digitale), Prof.ssa Anna Pistone e Prof. A cura del Team scuola digitale del nostro Istituto (scuola media), Prof. Pino Lipari (animatore digitale), Prof.ssa Anna Pistone e Prof.ssa Gabriella Princiotta (componenti del Team) con la supervisione

Dettagli

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Gara a procedura aperta n. 1/2007. per l appalto dei

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Gara a procedura aperta n. 1/2007. per l appalto dei Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Gara a procedura aperta n. 1/2007 per l appalto dei Servizi di rilevazione e valutazione sullo stato di attuazione della normativa vigente

Dettagli

Applicazione: Piattaforma di Comunicazione Unificata

Applicazione: Piattaforma di Comunicazione Unificata Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Amministrativi/Contabile Applicazione: Piattaforma di Comunicazione Unificata Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione, Ricerca

Dettagli

Ci becchiamo su Facebook: social network ed educazione, si può fare? Elena Pacetti Università di Bologna elena.pacetti@unibo.it

Ci becchiamo su Facebook: social network ed educazione, si può fare? Elena Pacetti Università di Bologna elena.pacetti@unibo.it Ci becchiamo su Facebook: social network ed educazione, si può fare? Elena Pacetti Università di Bologna elena.pacetti@unibo.it Ciascuno di noi ha oggi a disposizione uno spazio potenzialmente illimitato

Dettagli

ReVision document History Data Versione Descrizione Autore 11/06/2009 0.1 Scheda di presentazione Pasquale Curcio

ReVision document History Data Versione Descrizione Autore 11/06/2009 0.1 Scheda di presentazione Pasquale Curcio Presentare il proprio Ente su Internet ed esporre i propri servizi: Perché scegliere la soluzione Valido CMS BresciaGov Versione 1.0 ReVision document History Data Versione Descrizione Autore 11/06/2009

Dettagli

WEB TECHNOLOGY. Il web connette. LE persone. E-book n 2 - Copyright Reserved

WEB TECHNOLOGY. Il web connette. LE persone. E-book n 2 - Copyright Reserved WEB TECHNOLOGY Il web connette LE persone Indice «Il Web non si limita a collegare macchine, ma connette delle persone» Il Www, Client e Web Server pagina 3-4 - 5 CMS e template pagina 6-7-8 Tim Berners-Lee

Dettagli

White paper. APRE TOSCANA (http://www.apretoscana.org)

White paper. APRE TOSCANA (http://www.apretoscana.org) White paper APRE TOSCANA (http://www.apretoscana.org) APRE è un ente privato di ricerca non profit sostenuto da oltre cento Soci Sostenitori e Ordinari provenienti da Università e Organizzazioni private

Dettagli

Digitalizzazione e Trasformazione delle PMI. Giuliano Faini School of Management Politecnico di Milano 25 ottobre 2012 Bergamo

Digitalizzazione e Trasformazione delle PMI. Giuliano Faini School of Management Politecnico di Milano 25 ottobre 2012 Bergamo Digitalizzazione e Trasformazione delle PMI Giuliano Faini School of Management Politecnico di Milano 25 ottobre 2012 Bergamo I trend tecnologici che influenzano le nostre imprese? Collaboration Sentiment

Dettagli

Outline. Chi sono L.A.M.P. Hosting CMS e Blog Wordpress Il caso >> Informare Per Resistere. Sviluppi futuri. www.informarexresistere.

Outline. Chi sono L.A.M.P. Hosting CMS e Blog Wordpress Il caso >> Informare Per Resistere. Sviluppi futuri. www.informarexresistere. Outline Chi sono L.A.M.P. Hosting CMS e Blog Wordpress Il caso >> Informare Per Resistere www.informarexresistere.fr Sviluppi futuri Outline Chi sono L.A.M.P. Hosting CMS e Blog Wordpress Il caso >> Informare

Dettagli

Enterprise Information Portal. Giampiero Giachetto

Enterprise Information Portal. Giampiero Giachetto Enterprise Information Portal Giampiero Giachetto 2 La condivisione della conoscenza come fattore della competitività di un azienda. L'affermarsi dell'intranet come strumento aziendale per la condivisione

Dettagli

Archivio dei contenuti. Produzione di contenuti. Gestione del flusso di lavoro. Presentazione dei contenuti

Archivio dei contenuti. Produzione di contenuti. Gestione del flusso di lavoro. Presentazione dei contenuti I sistemi informativi a riferimento geografico e i portali di promozione turistica Giovanni Biallo Internet ed il turismo La logica di Internet ha influito in modo determinante da un lato sulle organizzazioni

Dettagli

VALE SERVICE CATALOGO DEI SERVIZI

VALE SERVICE CATALOGO DEI SERVIZI VALE SERVICE CATALOGO DEI SERVIZI Il web è sempre più presente nelle nostre vite e nel nostro lavoro. Lo utilizziamo ogni giorno per dare e ricevere informazioni. È fondamentale per conoscere prodotti

Dettagli

Moodle al Formez, Imma Citarelli

Moodle al Formez, Imma Citarelli Moodle al Formez Dott.ssa Imma Citarelli Formez - Centro di Formazione e Studi Centro di competenza e-learning e Knowledge management Apprendimento autonomo Libri, riviste, convegni Risorse on line Il

Dettagli

CMS (Content Management System) della categoria Open Source

CMS (Content Management System) della categoria Open Source Una panoramica sui CMS (Content Management System) CMS (Content Management System) della categoria Open Source Per la piattaforma PHP/MYSQL e considerata l esigenza sempre più ricorrente di realizzare

Dettagli

Content Management Systems e

Content Management Systems e AA 2010/2011 Content Management Systems e Corso di Progetto di Sistemi Web Based Università degli Studi di Roma Tor Vergata Argomenti della lezione 1. Breve evoluzione storica dei siti internet cos è un

Dettagli

LA PROFESSIONE DEL WEB DESIGNER

LA PROFESSIONE DEL WEB DESIGNER LA PROFESSIONE DEL WEB DESIGNER Lezione 1 1 Web Design Lafiguracentralenelprogettodiunsitowebèilwebdesigner:eglisioccupadell'aspetto visivo e del coinvolgimento emotivo di siti Web business to business

Dettagli

Success story. FIRST CLASS Formazione Medica Continua (http://fad.fclass.it)

Success story. FIRST CLASS Formazione Medica Continua (http://fad.fclass.it) FORMAZIONE A DISTANZA ebrain, è una soluzione scalabile, personalizzabile, modulare che permette di coprire una vasta gamma di applicazioni diverse: Best Practice Network, knowledge management e business

Dettagli

Il World Wide Web. Il Web. La nascita del Web. Le idee di base del Web

Il World Wide Web. Il Web. La nascita del Web. Le idee di base del Web Il World Wide Web Il Web Claudio Fornaro ver. 1.3 1 Il World Wide Web (ragnatela di estensione mondiale) o WWW o Web è un sistema di documenti ipertestuali collegati tra loro attraverso Internet Attraverso

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso RETELIT

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso RETELIT Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso RETELIT Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.9 Innovare la comunicazione aziendale

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE I Cap.1 Gestire

Dettagli

Forum PA. Open Data INPS

Forum PA. Open Data INPS Forum PA Roma, 16-19 maggio 2012 Open Data INPS Modelli di sviluppo per l Open Government nella PA 10 maggio 2011 pag. 1 Portale INPS Una piattaforma per i dati del settore pubblico: 15 marzo 2012 l Inps

Dettagli

SOLUTION BRIEF CA ERwin Modeling. Come gestire la complessità dei dati e aumentare l'agilità del business

SOLUTION BRIEF CA ERwin Modeling. Come gestire la complessità dei dati e aumentare l'agilità del business SOLUTION BRIEF CA ERwin Modeling Come gestire la complessità dei dati e aumentare l'agilità del business CA ERwin Modeling fornisce una visione centralizzata delle definizioni dei dati chiave per consentire

Dettagli

La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source

La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source Dipartimento per l Innovazione e le Tecnologie Paola Tarquini Sommario Iniziative in atto Una possibile strategia per la diffusione del Software

Dettagli

La politica di diffusione dell Istituto nazionale di statistica

La politica di diffusione dell Istituto nazionale di statistica La politica di diffusione dell Istituto nazionale di statistica La strategia di diffusione è parte del programma di modernizzazione dell Istat Stat2015 Le azioni chiave: profilare gli utenti per offrire

Dettagli

Macchine per l elaborazione dell informazion e. Sistemi di Elaborazione delle Informazioni. Informatica II

Macchine per l elaborazione dell informazion e. Sistemi di Elaborazione delle Informazioni. Informatica II Macchine per l elaborazione dell informazion e Sistemi di Elaborazione delle Informazioni Informatica II Ing. Mauro Iacono Seconda Università degli Studi di Napoli Facoltà di Studi Politici e per l Alta

Dettagli

CONTENT MANAGEMENT SYSTEM

CONTENT MANAGEMENT SYSTEM CONTENT MANAGEMENT SYSTEM P-2 PARLARE IN MULTICANALE Creare un portale complesso e ricco di informazioni continuamente aggiornate, disponibile su più canali (web, mobile, iphone, ipad) richiede competenze

Dettagli

COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE

COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE Flavia Marzano marzano@cibernet.it 10/05/2004 ARPA Club Forum PA 2004 Contenuti Cenni normativi Sistema di gestione documentale:

Dettagli

porte aperte sull e-learning di Gianluca Affinito gianluca.affinito@gmail.com

porte aperte sull e-learning di Gianluca Affinito gianluca.affinito@gmail.com porte aperte sull e-learning di Gianluca Affinito gianluca.affinito@gmail.com Cos è Moodle Moodle è un software per la gestione di corsi a distanza utilizzato a livello mondiale nelle Università, nelle

Dettagli

Il nuovo processo comunicativo per migliorare la relazione Banca-Cliente

Il nuovo processo comunicativo per migliorare la relazione Banca-Cliente Il nuovo processo comunicativo per migliorare la relazione Banca-Cliente DIMENSIONE CLIENTE Gianni Fuolega Roma, 26 Marzo 2010 Lo scenario Ingresso sul mercato di una nuova generazione di Clienti da catturare

Dettagli

Kirey Re.Search 2.0. Piattaforma di ricerca Open Source

Kirey Re.Search 2.0. Piattaforma di ricerca Open Source Kirey Re.Search 2.0 Piattaforma di ricerca Open Source Le esigenze Quando si parla di motori di ricerca si tende a pensare istintivamente solo a quelli utilizzati per effettuare ricerche in Internet, come

Dettagli

Teoria della Long Tail

Teoria della Long Tail Il web Definizioni 2/8 Web = un mezzo/strumento per comunicare, informare, raccontare, socializzare, condividere, promuovere, insegnare, apprendere, acquistare, vendere, lavorare, fare business, marketing,

Dettagli

MCA nasce per ottimizzare i tempi ed aumentare la produttività.

MCA nasce per ottimizzare i tempi ed aumentare la produttività. MCA, ossia Multimedia Collaboration APP, è la soluzione di web collaboration contributiva e interattiva realizzata da HRC per apportare nuove funzionalità nella gestione di meeting e per poter condividere

Dettagli

Infoservice: chi siamo

Infoservice: chi siamo Document Management con josh: migrazione da un sistema legacy Salvatore Gargano Direttore tecnico, Infoservice Infoservice: chi siamo Infoservice è Microsoft Certified Partner dal 2002 e Gold dal 2005

Dettagli

Gestione efficiente dell'impresa Attivazione di una piattaforma "cloud" per le PMI

Gestione efficiente dell'impresa Attivazione di una piattaforma cloud per le PMI Progetto Gestione efficiente dell'impresa Attivazione di una piattaforma "cloud" per le PMI Martedì 13 novembre 2012 Il Progetto è realizzato con il contributo finanziario della Camera di Commercio di

Dettagli

ECDL Base. ECDL Full Standard

ECDL Base. ECDL Full Standard http://www.nuovaecdl.it/ Modulo ECDL Base ECDL Full Standard ECDL Standard Computer Essentials Sì Sì Sì (1) Online Essentials Sì Sì Sì (1) Word Processing Sì Sì Sì (1) Spreadsheets Sì Sì Sì (1) IT Security

Dettagli

Open Source Apps. Lavoriamo per renderti libero. Sicuro nella gestione infinita dei tuoi contatti e delle tue attività

Open Source Apps. Lavoriamo per renderti libero. Sicuro nella gestione infinita dei tuoi contatti e delle tue attività Open Source Apps Lavoriamo per renderti libero Sicuro nella gestione infinita dei tuoi contatti e delle tue attività INDICE App Center 1,2,3 Mission e obiettivi Organizzazione e Servizi Offerti Modalità

Dettagli

Introduzione a Wordpress. Corso completo alla conoscenza e all uso del CMS Open Source WP (incontro 1/6)

Introduzione a Wordpress. Corso completo alla conoscenza e all uso del CMS Open Source WP (incontro 1/6) Introduzione a Wordpress Corso completo alla conoscenza e all uso del CMS Open Source WP (incontro 1/6) Indice Rilevazione aspettative e competenze in ingresso Patto formativo Presentazione di WP Premesse

Dettagli

w w w. n e w s o f t s r l. i t Soluzione Proposta

w w w. n e w s o f t s r l. i t Soluzione Proposta w w w. n e w s o f t s r l. i t Soluzione Proposta Sommario 1. PREMESSA...3 2. NSPAY...4 2.1 FUNZIONI NSPAY... 5 2.1.1 Gestione degli addebiti... 5 2.1.2 Inibizione di un uso fraudolento... 5 2.1.3 Gestione

Dettagli

PloneGov.org Open source collaboration for the public sector

PloneGov.org Open source collaboration for the public sector PloneGov.org Open source collaboration for the public sector Assessora Fortunata Dini Navacchio, 04 Dicembre 2008 Quadro normativo Obiettivi strategici Conferenza di Lisbona del 2000 Il passaggio ad un

Dettagli

Workshop Portale e Sistemi Informativi Edizione 2015 Sala Rossa e Sala Principi D Acaja, Palazzo del Rettorato 26 e 27 febbraio

Workshop Portale e Sistemi Informativi Edizione 2015 Sala Rossa e Sala Principi D Acaja, Palazzo del Rettorato 26 e 27 febbraio Workshop Portale e Sistemi Informativi Edizione 2015 Sala Rossa e Sala Principi D Acaja, Palazzo del Rettorato 26 e 27 febbraio Piattaforma CampusNet Cosa consente di fare? CampusNet: è un sistema applicativo

Dettagli