Basi di Dati e Sistemi Informativi su Web

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Basi di Dati e Sistemi Informativi su Web"

Transcript

1 Basi di Dati e Sistemi Informativi su Web Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Massimo Ruffolo Web: Istituto di CAlcolo e Reti ad alte prestazioni del Consiglio Nazionale delle Ricerche (ICAR-CNR) Exeura s.r.l. Spin-off dell Università della Calabria 1 I workflow Processi e Workgroup La definizione I benefici Lo standard WfMC L approccio 2

2 Workflow e Workgroup Business Process Modeling Processes are important: Business Process Reengineering (BPR) Continuous Process Improvement (CPI) Business Process Management Workflow Management (WFM) Logistics Management (LM) There are many modeling techniques and tools DFD, ISAC, SADT, PN, HLPN, PA, FC, UML, IDEF... Simulation tools, design tools, CASE tools, WFMS,... 3 Workflow e Workgroup Business Process Reengineering (BPR) (Business Process Redesign) Hammer and Champy: "Reengineering the corporation" (1993) Keywords: fundamental radical dramatic process The "organize before automate"-principle is replaced by "process thinking". 4

3 Continuous Process Improvement (CPI) Instead of of seeking a radical breakthrough, optimizing the process by continuous, incremental improvements. Part of the Total Quality Management (TQM) approach ("doing it right the first time", "eliminate waste",...) Workflow e Workgroup impact high BPR chaos change CPI stagnation CPI BPR low CPI low high time frequency BPR and CPI are both process centric and can be supported by a WFMS. CPI BPR 5 Workflow e Workgroup Traditional groupware (e.g., Lotus Notes) is flexible but not process aware. Traditional workflow management systems are process aware but also rather restrictive. A marriage between groupware and workflow management is not a solution. Trade-off between flexibility and support. Trade-off between flexibility and performance. Interesting approaches: case handling ad-hoc workflow inheritance of behavior instance-based languages (e.g., XRL) 6

4 Workflow e Workgroup explicitly structured implicitly structured ad-hoc structured case handling production workflow ad-hoc workflow unstructured groupware data-driven process-driven 7 Workflow e Workgroup high flexibility support performance design effort low groupware ad-hoc workflow case handling production workflow 8

5 Workflow e Workgroup human oriented system oriented groupware workflow transaction processing P2P = Person To Person A2P = Application To Person A2A = Application To Application 9 Workflow e Workgroup process awareness (WFM) (tasks, routing, roles,...) management instrument (WFM) (measurements, control,...) allocating work to resources (WFM) (scheduling, priorities,...) documents (GW) (imaging, sharing, transport) collaboration (GW) (interaction, cooperation,...) systems integration (WFM,GW) (integrating applications, legacy software,...) distribution (WFM,GW) (network, transparency, robustness) 10

6 I workflow Definizione "L'automazione di una parte o dell'intero processo aziendale dove documenti, informazioni e compiti vengono passati da un partecipante ad un altro per ricevere qualche tipo di azione, seguendo un determinato insieme di regole." [WfMC] No Revisione del supervisore Respingi richiesta Si Notifica accettazione No Accettazione richieste Valutazione requisiti Valutazione fondi Accettare richiesta? Si Aggiornare fondi 11 I workflow La Workflow Management Coalition Associazione internazionale No-profit Fondata nell Agosto 1993 Sviluppo e promozione di standard Workflow Glossary Workflow Reference Model Standard per l interfacce di sistemi 12

7 Tipi di workflow Workflow collaborativo * gestisce processi meno rigidi e prevede una relazione tra gli utenti più vicina a quella della collaborazione tra gruppi di lavoro, di fatto sono un evoluzione di prodotti di groupware integrati con motori di workflow Workflow strutturato * gestisce attività strutturalmente ben definite e ripetibili, che possono essere specificate attraverso una serie di regole: Workflow amministrativo: gestisce il flusso di moduli in formato elettronico (form), integrandolo con sistemi di messaggistica o . Workflow di produzione: gestisce i flussi di lavoro fortemente strutturati, definiti da regole e dipendenze ben formalizzate. Workflow ad hoc * viene realizzato utilizzando sistemi più leggeri che lasciano all utente il compito di eseguire di sua iniziativa passi significativi della procedura ogni volta sia richiesta una modifica dinamica al processo in esecuzione. 13 I benefici dei workflow Automazione del processo Riduzione dei tempi, degli errori, miglioramento della qualità del servizio offerto Miglioramento nell organizzazione, scheduling, controllo e monitoraggio dei processi Esecuzione Supporto alla comunicazione, all analisi e comprensionedeifenomenilegatial ciclo di vita dei processi Possibile esecuzione manuale e/o automatica Monitoraggio del processo Misura delle performance Supporto manageriale e decisionale Analisi del processo Process/workflow mining 14

8 L approccio dei workflow Separare processi risorse e applicazioni Focalizzare la logica dei processi Definire le risorse da assegnare al processo processo Attori Workflow applicazioni Il workflow Stabilisce chi deve fare cosa e come Controlla l esecuzione 15 Cosa e Come: Il control flow Specifica le attività che sono richieste, l ordine di esecuzione, le condizioni per la transizione da un attività ad un altra (pattern) Usualmente è modellato mediante un grafo orientato che definisce le relazioni di precedenza tra le varie attività (modelli graph-oriented), oppure come un insieme di attività e di regole per il passaggio da un attività all altra e per lo scheduling delle stesse (object oriented) Alcune attività possono essere a loro volta processi più complessi A2 A2 A1 A4 A5 A3 16

9 Chi: il worklist management Chi deve eseguire una data attività? L assegnamento Work Items Attore è definito rispetto ai ruoli (in base alle compentenze, alla disponibilità e all esperienza) Funzioni addizionali: - monitoraggio delle deadline e degli alerting - bilanciamento del carico di lavoro 17 La rappresentazione dei workflow I tre livelli di modellazione (Meto-modello, schema, istanza) Gli elementi significativi e il metamodello di processo Esempi di linguaggi: XPDL e BPML 18

10 I tre livelli di workflow Package Process Data Field 1. Il metamodello Partecipant Application Sales ordering process 2. Lo schema 3. Le istanze 19 Metamodello 20

11 21 Il formalismo grafico Gli elementi significativi Processi Attività Sottoprocessi Sincronizzazione di Istanze di attività Transizioni Activity Set Parametri Applicazioni Campi Dato Partecipanti Vincoli di transizione Vincoli globali Condizioni Eventi Eccezioni 22

12 XML Process Definition Language (XPDL) * E il linguaggio definito dalla Workflow Management Coalition (WfMC) * Ha una struttura a grafo basata su processi e attività (nodi) e transizioni (archi) * Il routing è regolato dalle specifiche sulle transizioni * I processi non possono essere innestati, ma ci sono attività di chiamata di sottoprocessi Business Process Modeling Language (BPML) I linguaggi standard * E il linguaggio definito dalla Business Process Management Initiative * Ha una struttura a blocchi analoga a un linguaggio di programmazione basata solo su attività e processi * Il routing è regolato da specifiche attività che possono gestire anche la ciclicità * Gestisce esplicitamente schedulazione e istanze 23 Un esempio in XPDL Le attività A1: Transform Data A2: Check Data A3: Check Order Type A4: Check Credit Subprocess A5: Check Vendor Account A6: Raise Alarm A7: Compose Rejection Message A8: Enter Order A9: Compose Acceptance Message A10: Fill Order Subprocess A11: Confirmation A12: Cataloge Order E1: <Completed> E2: <Exception> E3: <Valid Data> E4: <Invalid Data> E5: <PO> Le etichette E6: <Credit> E7: <Accept> E8: <Bad Credit> E9: <Accept> E10: <Over Limit> 24

13 Un esempio in XPDL <Application Id="checkData"> <FormalParameters> <FormalParameter Id="orderInfo" Index="1" Mode="IN"> <DataType> <DeclaredType Id="Order"/> </DataType> </FormalParameter> <FormalParameter Id="statusOut" Index="2" Mode="OUT"> <DataType> <DeclaredType Le attività Id="OrderStatus"/> </DataType> </FormalParameter> A1: Transform Data A7: Compose Rejection Message </FormalParameters> A2: Check Data A8: Enter Order </Application> A3: Check Order Type A9: Compose Acceptance Message A4: Check Credit Subprocess A10: Fill Order Subprocess A5: Check Vendor Account A11: Confirmation A6: Raise Alarm A12: Cataloge Order <Activity Id="1" Name="Check Data"> <Implementation> <Tool Id="checkData" Type="APPLICATION"> <ActualParameters> <ActualParameter>orderInfo</ActualParameter> <ActualParameter>status</ActualParameter> </ActualParameters> </Tool> </Implementation> <TransitionRestrictions> <TransitionRestriction> <Split Type="XOR"> <TransitionRefs> <TransitionRef Id="22"/> <TransitionRef Id="23"/> </TransitionRefs> </Split> </TransitionRestriction> </TransitionRestrictions> <ExtendedAttributes> <ExtendedAttribute Name="Coordinates"> <xyz:coordinates xpos="183" ypos="389"/> </ExtendedAttribute> </ExtendedAttributes> </Activity> E1: <Completed> E2: <Exception> E3: <Valid Data> E4: <Invalid Data> E5: <PO> Le etichette E6: <Credit> E7: <Accept> E8: <Bad Credit> E9: <Accept> E10: <Over Limit> 25 Un esempio in XPDL <Transition Id="22" From="1" To="12"> <Condition>status == "Valid Data"</Condition> </Transition> Le attività Le etichette A1: Transform Data A2: Check Data A3: Check Order Type A4: Check Credit Subprocess A5: Check Vendor Account A6: Raise Alarm A7: Compose Rejection Message A8: Enter Order A9: Compose Acceptance Message A10: Fill Order Subprocess A11: Confirmation A12: Cataloge Order E1: <Completed> E2: <Exception> E3: <Valid Data> E4: <Invalid Data> E5: <PO> E6: <Credit> E7: <Accept> E8: <Bad Credit> E9: <Accept> E10: <Over Limit> 26

14 Un esempio in XPDL <Activity Id="10" Name="Check Credit Subprocess"> <Implementation> <SubFlow Id="3" Execution="SYNCHR"> <ActualParameters/> </SubFlow> </Implementation> <TransitionRestrictions> <TransitionRestriction> <Split Type="XOR"> <TransitionRefs> <TransitionRef Id="26"/> <TransitionRef Id="31"/> </TransitionRefs> </Split> </TransitionRestriction> </TransitionRestrictions> <ExtendedAttributes> <ExtendedAttribute Name="Coordinates"> <xyz:coordinates xpos="381" ypos="535"/> </ExtendedAttribute> </ExtendedAttributes> </Activity> Le attività Le etichette A1: Transform Data A2: Check Data A3: Check Order Type A4: Check Credit Subprocess A5: Check Vendor Account A6: Raise Alarm A7: Compose Rejection Message A8: Enter Order A9: Compose Acceptance Message A10: Fill Order Subprocess A11: Confirmation A12: Cataloge Order E1: <Completed> E2: <Exception> E3: <Valid Data> E4: <Invalid Data> E5: <PO> E6: <Credit> E7: <Accept> E8: <Bad Credit> E9: <Accept> E10: <Over Limit> 27 Un esempio in XPDL <Activity Id="33"> <Route/> <TransitionRestrictions> <TransitionRestriction> <Join Type="AND"/> </TransitionRestriction> </TransitionRestrictions> <ExtendedAttributes> <ExtendedAttribute Name="Coordinates"> <xyz:coordinates xpos="725" ypos="391"/> </ExtendedAttribute> </ExtendedAttributes> </Activity> Le attività Le etichette A1: Transform Data A2: Check Data A3: Check Order Type A4: Check Credit Subprocess A5: Check Vendor Account A6: Raise Alarm A7: Compose Rejection Message A8: Enter Order A9: Compose Acceptance Message A10: Fill Order Subprocess A11: Confirmation A12: Cataloge Order E1: <Completed> E2: <Exception> E3: <Valid Data> E4: <Invalid Data> E5: <PO> E6: <Credit> E7: <Accept> E8: <Bad Credit> E9: <Accept> E10: <Over Limit> 28

15 Un esempio in XPDL A4: Check Credit Subprocess Le attività A11: Set Credit Info A12: Get Credit Authorization A13: Set Order Status A10: Fill Order Le attività A14: Ship Order A15: Billing A16: Create Invoice A17: Get Credit Info A18: Charge Credit Card A19: Create Receipt A20: Raise Alarm A21: Cancel Order A22: Receipt or Invoice Le etichette E11: <PO> E12: <Credit> E13: <Notify Exception> E14: <Timeout Exception> 29 A4: Check Credit Subprocess Un esempio in XPDL Le attività <WorkflowProcess Id="3" Name="CreditCheck" AccessLevel="PRIVATE"> <ProcessHeader/> <FormalParameters> <FormalParameter Id="accountNumber" Index="1" A11: Set Credit Info A12: Get Credit Authorization A13: Set Order Status Mode="IN"> <DataType> <BasicType Type="INTEGER"/> </DataType> A10: Fill Order </FormalParameter> </FormalParameters> Le attività <DataFields> <DataField Id="creditStatus" A14: Ship IsArray="FALSE"> Order <DataType> A15: Billing </DataType> A16: Create Invoice <Length>0</Length> A17: Get Credit Info A18: Charge Credit Card A19: Create Receipt A20: Raise Alarm A21: Cancel Order A22: Receipt or Invoice <WorkflowProcess Id="2" Name="FillOrder" AccessLevel="PRIVATE"> <ProcessHeader/> <FormalParameters> <Participants> <Participant Id="Shipper"> <ParticipantType Type="ROLE"/> <Description>Order shipper</description> </Participant> </Participants> </WorkflowProcess> </DataField> </DataFields> <Participants/> <Applications> </Applications> <Activities> </Activities> <Transitions> </Transitions> </WorkflowProcess> Le etichette E11: <PO> E12: <Credit> E13: <Notify Exception> E14: <Timeout Exception> 30

16 Un esempio in BPML <action name= receiveorder porttype= orderservice operation= order > <input element= tns:details property= tns:orderdetails /> <input element= tns:timetocomplete property= tns:timelimit /> <output element= tns:orderid > <source property= tns:orderid /> </output> <assign property= tns:orderid xpath= func:newidentifier('tns:orderid') /> </action> <assign name= statusstarted property= status > <value>started</value> </assign> <call process= tns:chargecustomer > <output parameter= tns:details > <source property= tns:details /> </output> </call> <call process= tns:shipproduct > <output parameter= tns:details > <source property= tns:details /> </output> </call> <assign name= statuscomplete property= status > <value>complete</value> </assign> <action name= notifycomplete porttype= orderservice operation= notifycompletion > <output element= tns:orderid > <source property= tns:orderid /> </output> </action> 31 Un esempio in BPML <exception name= cancelrequest > <event activity= receivecancelrequest /> <action name= receivecancelrequest porttype= orderservice operation= cancelrequest correlate= tns:orderid > <input element= tns:orderid property= tns:orderid /> </action> <assign name= statuscanceled property= status > <value>canceled</value> </assign> <compensate process= tns:activitya tns:activityb /> </exception> 32

17 Un esempio in BPML <faults> <case code= tns:timeout > <assign property= status > <value>timeout</value> </assign> <compensate process= tns:activitya tns:activityb /> </case> <default> <assign name= statusaborted property= status > <value>aborted</value> </assign> <action name= notifyerror porttype= orderservice operation= notifyerror > <output element= tns:orderid > <source property= tns:orderid /> </output> <output element= tns:reason > <source property= inst:fault /> </output> </action> <compensate process= tns:activitya tns:activityb /> </default> </faults> 33 Un esempio in BPML <compensation name= cancelrequest > <event activity= receivecancelrequest /> <action name= receivecancelrequest porttype= orderservice operation= cancelrequest correlate= tns:orderid > <input element= tns:orderid property= tns:orderid / </action> <call process= tns:receivereturn > <output parameter= tns:details > <source property= tns:details /> </output> </call> <compensate process= tns:chargecustomer /> <assign name= statusreturned property= status > <value>returned</value> </assign> </compensation> 34

18 I sistemi di gestione dei workflow Le architetture I criteri di valutazione L analisi dei prodotti open source 35 Workflow Management Systems Definizione Sistemi capaci di definire, creare e gestire l esecuzione di workflow attraverso l uso di software, coinvolgendo uno o più motori di workflow, e capaci di interpretare definizioni di processo, interagire con i partecipanti del workflow e invocare l uso di applicazioni e strumenti dell information technology." [WfMc] Gestione degli aspetti dinamici 36

19 Workflow Management System A Workflow Management System (abbreviated WFMS) is a technology in which workflow processes are defined, performed, managed, and monitored through the execution of software whose order of events is driven by a process definition. 37 WfMS: : l architettura l concettuale Sistemi di Gestione dei Workflow (WFMS) 38

20 WfMS: : l architettura l fisica CLIENT APPLICATIONS DEFINITION TOOLS RUNTIME APPLICATIONS ADMIN. & MONITORING TOOLS Interface 1 Interface 2 Interface 5 API External Database Interface 6 Workflow enactment service Persistency Layer Multiserver synchro Interface 4 Other Server(s) Invoked applications Interface 3 Workflow Engine(s) SERVER 39 40

21 Workflow Technology There are for types of workflow systems: Production Workflow Administrative Workflow Collaborative Workflow Ad-hoc Workflow 41 Production Workflow Goals: - Executing large number of repetitious tasks - Optimization of production Non-stop manner Typical application - insurance claims processing Man is required only to manage exceptions (work items that fall outside pre-determined process tolerances) 42

22 Administrative Workflow Well defined procedures related to day-to-day operations: -Purchase orders - Travel requests -Etc Requirements: - Less performance, more stability - Less productivity, more flexibility Handles one or two orders of magnitude less instances/hour than the Production Workflow Systems 43 Collaborative Workflow Focus: The teams working together towards common goals The teams can vary from small project-oriented groups to widely dispersed people with interests in common Typical application: Budget preparation and negotiation 44

23 Ad-Hoc Workflow Applications where the procedures are not defined in advance and are specific to each case instance, for example: On-the-fly definition of the steps and deadlines that are needed to handle a customer query Quickly and easily creating and reforming process definitions Goal: Maximum of flexibility in areas where throughput and security are not major concerns 45 Workflow Application Segments Trade Press Classification High Value Business processes Repetitive process Production Loan Origination Insurance claims Accounting Collaborative Unique processes Tech doc creation Product brand mgmt. Software development Low value processes Transaction workflow Process management Administrative Ad Hoc Expense reports FYI Routing Purchase approvals Budgeting Review and Approve E - Forms Groupware Source: BIS Strategic Decisions 46

24 WfMS: : l architettura l fisica Il motore di workflow * Interpreta la definizione del processo * Controlla le istanze del processo * Naviga tra le attività del processo (parallelismo, sequenzialità, cicli, condizioni, dati, deadlines) * Chiama applicazioni esterne * Controlla, amministra e verifica gli obiettivi Le client application * Interagiscono con un worklist handler per la gestione delle risorse Le invoked application * Abilitano il motore di workflow a intraprendere una particolare attività, in genere priva di interfaccia utente 47 WfMS: : criteri di analisi Requisiti funzionali * Multipiattaforma * Multidatabase * Supporto tecnologia web * Tool di modellazione * Strumenti di sviluppo applicazioni * Disponibilità API * Disponibilità interfacce presentazione * Supporto protocolli comunicazione * Supporto agli standard * Scalabilità * Sicurezza * Gestibilità * Robustezza * Diffusione e documentazione Soluzioni implementative * Sistemi basati su database relazionali * Sistemi basati su messaggistica o 48

25 Workflow Patterns A process requires the activation of multiple tasks. Refers to the relationship among the tasks of a process. The workflow description languages and the mechanisms to control the enactment of a case must have provisions to support these temporal relationships. In the last decade more than 200 workflow management systems have become available. Despite the efforts of the Workflow Management Coalition (WfMC) a good standard for workflow design is missing. Available systems are really different with respect of basic workflow functionality. Selection processes typically do not address these differences. Thus far more than 30 patterns have been collected. Moreover, the patterns give insight into the basic constructs in operational processes and are a means to characterize processes and to train designes. 49 Categories of patterns Basic Control Flow Patterns Advanced Branching and Synchronization Patterns Structural Patterns Patterns involving Multiple Instances State-based Patterns Cancellation Patterns 50

26 Basic Control Flow Patterns Pattern 1 (Sequence) Pattern 2 (Parallel Split) Pattern 3 (Synchronization) Pattern 4 (Exclusive Choice) Pattern 5 (Simple Merge) 51 Pattern 1 (Sequence) Description An activity in a workflow process is enabled after the completion of another activity in the same process. Synonyms Sequential routing, serial routing. A B 52

27 Pattern 2 (Parallel Split) Description A point in the workflow process where a single thread of control splits into multiple threads of control which can be executed in parallel, thus allowing activities to be executed simultaneously or in any order. Synonyms AND-split, parallel routing, fork. B A AND C 53 Pattern 3 (Synchronization) Description A point in the workflow process where multiple parallel subprocesses/activities converge into one single thread of control, thus synchronizing multiple threads. It is an assumption of this pattern that each incoming branch of a synchronizer is executed only once. Synonyms AND-join, rendezvous, synchronizer. B AND D C 54

28 Pattern 4 (Exclusive Choice) Description A point in the workflow process where, based on a decision or workflow control data, one of several branches is chosen. Synonyms XOR-split, conditional routing, switch, decision. B A XOR C 55 Pattern 5 (Simple Merge) Description A point in the workflow process where two or more alternative branches come together without synchronization. It is an assumption of this pattern that none of the alternative branches is ever executed in parallel. Synonyms XOR-join, asynchronous join, merge. B XOR D C 56

29 Advanced Branching and Synchronization Patterns Pattern 6 (Multi-choice) Pattern 7 (Synchronizing Merge) Pattern 8 (Multi-merge) Pattern 9 (Discriminator) 57 Pattern 6 (Multi-choice) Description A point in the workflow process where, based on a decision or workflow control data, a number of branches are chosen. Synonyms Conditional routing, selection, OR-split. A x<5 y>7 B C 58

30 A A B AND XOR XOR y<=7 x>=5 y>7 C x<5 & y>7 B AND C XOR x>=5 & y<=7 x>=5 & y>7 C x<5 & y<=7 B 59 Pattern 7 (Synchronizing Merge) Description A point in the workflow process where multiple paths converge into one single thread. If more than one path is taken, synchronization of the active threads needs to take place. If only one path is taken, the alternative branches should reconverge without synchronization. It is an assumption of this pattern that a branch that has already been activated, cannot be activated again while the merge is still waiting for other branches to complete. Synonyms Synchronizing join. B A OR??? D C 60

31 Pattern 8 (Multi-merge) Description A point in a workflow process where two or more branches reconverge without synchronization. If more than one branch gets activated, possibly concurrently, the activity following the merge is started for every activation of every incoming branch. B A AND??? D C 61 A A AND AND B C B C Merge D D E D E E 62

32 Pattern 9 (Discriminator) Description The discriminator is a point in a workflow process that waits for one of the incoming branches to complete before activating the subsequent activity. From that moment on it waits for all remaining branches to complete and ignores them. Once all incoming branches have been triggered, it resets itself so that it can be triggered again (which is important otherwise it could not really be used in the context of a loop). review1 review2 XOR XOR AND Disc. accept reject 63 Structural Patterns Pattern 10 (Arbitrary Cycles) Pattern 11 (Implicit Termination) 64

33 Pattern 10 (Arbitrary Cycles) Description A point in a workflow process where one or more activities can be done repeatedly. Synonyms Loop, iteration, cycle. 65 Pattern 11 (Implicit Termination) Description A given subprocess should be terminated when there is nothing else to be done. In other words, there are no active activities in the workflow and no other activity can be made active (and at the same time the workflow is not in deadlock). 66

34 Patterns involving Multiple Instances Pattern 12 (Multiple Instances Without Synchronization) Pattern 13 (Multiple Instances With a Priori Design Time Knowledge) Pattern 14 (Multiple Instances With a Priori Runtime Knowledge) Pattern 15 (Multiple Instances Without a Priori Runtime Knowledge) 67 Pattern 12 (Multiple Instances Without Synchronization) Description Within the context of a single case (i.e., workflow instance) multiple instances of an activity can be created, i.e., there is a facility to spawn off new threads of control. Each of these threads of control is independent of other threads. Moreover, there is no need to synchronize these threads. Synonyms Multi threading without synchronization, Spawn off facility Merge AND C More instances needed B XOR E Task C: Determine if more instances of B are needed No more instances needed 68

35 Pattern 13 (Multiple Instances With a Priori Design Time Knowledge) Description For one process instance an activity is enabled multiple times. The number of instances of a given activity for a given process instance is known at design time. Once all instances are completed some other activity needs to be started. 69 Pattern 14 (Multiple Instances With a Priori Runtime Knowledge) Description For one case an activity is enabled multiple times. The number of instances of a given activity for a given case varies and may depend on characteristics of the case or availability of resources, but is known at some stage during runtime, before the instances of that activity have to be created. Once all instances are completed some other activity needs to be started. 70

36 Pattern 15 (Multiple Instances Without a Priori Runtime Knowledge) Description For one case an activity is enabled multiple times. The number of instances of a given activity for a given case is not known during design time, nor is it known at any stage during runtime, before the instances of that activity have to be created. Once all instances are completed some other activity needs to be started. The difference with Pattern 14 is that even while some of the instances are being executed or already completed, new ones can be created. 71 State-based Patterns Pattern 16 (Deferred Choice) Pattern 17 (Interleaved Parallel Routing) Pattern 18 (Milestone) 72

37 Pattern 16 (Deferred Choice) Description A point in the workflow process where one of several branches is chosen. In contrast to the XOR-split, the choice is not made explicitly (e.g. based on data or a decision) but several alternatives are offered to the environment. However, in contrast to the AND-split, only one of the alternatives is executed. This means that once the environment activates one of the branches the other alternative branches are withdrawn. It is important to note that the choice is delayed until the processing in one of the alternative branches is actually started, i.e. the moment of choice is as late as possible. Synonyms External choice, implicit choice, deferred XOR-split. 73 implicit XOR split Workflow A B c5 A c2 D c7 c1 C c6 explicit XOR split Workflow B CB c3 B c5 A c2 D c7 c1 CC c4 C c6 74

38 Workflow A A Workflow B A AND E B cancel cancel C XOR Merge B C D Merge D 75 Pattern 17 (Interleaved Parallel Routing) Description A set of activities is executed in an arbitrary order: Each activity in the set is executed, the order is decided at run-time, and no two activities are executed at the same moment (i.e. no two activities are active for the same workflow instance at the same time). Synonyms Unordered sequence. c2 A c5 AND-split AND-join c3 B c5 c6 c8 c1 c4 C c7 mutex mutual exclusion place 76

39 Pattern 18 (Milestone) Description The enabling of an activity depends on the case being in a specified state, i.e. the activity is only enabled if a certain milestone has been reached which did not expire yet. Synonyms Test arc, deadline, state condition, withdraw message. milestone... B m C A send questionnaire process questionnaire milestone c2 c4 time out c5 archive c3 c11 c1 register process complaint c6 c7 c8 evaluate processing needed c9 NOK check processing OK c10 skip 78

40 Cancellation Patterns Pattern 19 (Cancel Activity) Pattern 20 (Cancel Case) 79 Pattern 19 (Cancel Activity) Description An enabled activity is disabled, i.e. a thread waiting for the execution of an activity is removed. Synonyms Withdraw activity. 80

41 Pattern 20 (Cancel Case) Description A case, i.e. workflow instance, is removed completely (i.e., even if parts of the process are instantiated multiple times, all descendants are removed). 81 Other patterns Transactional patterns Groups of tasks commits/aborts Dependencies other than Complete-Release Case-handling patterns Data dependencies Redo/skip roles Inter-workflow patterns Resource allocation patterns Etc. 82

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

Business Process Modeling and Notation e WebML

Business Process Modeling and Notation e WebML Business Process Modeling and Notation e WebML 24 Introduzione I Web Service e BPMN sono standard de facto per l interoperabilità in rete a servizio delle imprese moderne I Web Service sono utilizzati

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Integrazione di servizi: Enterprise Service Bus (ESB) e Business Process Execution Language (BPEL)

Integrazione di servizi: Enterprise Service Bus (ESB) e Business Process Execution Language (BPEL) Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Integrazione di servizi: Enterprise Service Bus (ESB) e Business Process Execution Language (BPEL) Corso di Sistemi Distribuiti Stefano

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix IT Service secondo ITIL Il valore aggiunto dell Open Source Servizi IT Hanno lo scopo di

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ( a cura di Stefania Renna ITIL - IBM) Pag. 1 Alcune immagini contenute in questo documento fanno riferimento a documentazione prodotta da ITIL Intl che ne detiene

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Il Concetto di Processo

Il Concetto di Processo Processi e Thread Il Concetto di Processo Il processo è un programma in esecuzione. È l unità di esecuzione all interno del S.O. Solitamente, l esecuzione di un processo è sequenziale (le istruzioni vengono

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Enterprise Content Management. Terminologia. KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa. Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult

Enterprise Content Management. Terminologia. KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa. Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult Terminologia Ci sono alcuni termini che, a vario titolo, hanno a che fare col tema dell intervento KM ECM BPM E20 Enterprise

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Executive Master in. Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT

Executive Master in. Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT Executive Master in Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT OBIETTIVI Il Master ha l obiettivo di formare executive e professional nella governance dei progetti e dei servizi IT, integrando quelle

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Introduzione alle applicazioni di rete

Introduzione alle applicazioni di rete Introduzione alle applicazioni di rete Definizioni base Modelli client-server e peer-to-peer Socket API Scelta del tipo di servizio Indirizzamento dei processi Identificazione di un servizio Concorrenza

Dettagli

Energy risk management

Energy risk management Il sistema di supporto alle tue decisioni Energy risk management Un approccio orientato agli attori M.B.I. Srl, Via Francesco Squartini 7-56121 Pisa, Italia - tel. 050 3870888 - fax. 050 3870808 www.powerschedo.it

Dettagli

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e'

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il continuous improvement ed e' ITIL v3 ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e' giusto che lo applichi anche a se' stessa... Naturalmente una

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Windows Compatibilità

Windows Compatibilità Che novità? Windows Compatibilità CODESOFT 2014 é compatibile con Windows 8.1 e Windows Server 2012 R2 CODESOFT 2014 Compatibilità sistemi operativi: Windows 8 / Windows 8.1 Windows Server 2012 / Windows

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

Workshop sulla revisione della Direttiva MIFID 11 giugno 2014

Workshop sulla revisione della Direttiva MIFID 11 giugno 2014 Workshop sulla revisione della Direttiva MIFID 11 giugno 2014 Plateroti Fabrizio Head of Regulation and Post Trading Page 1 Elenco dei temi La nuova architettura dei mercati MR, MTF e OTF Algo e high frequency

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro ITIL Introduzione Contenuti ITIL IT Service Management Il Servizio Perchè ITIL ITIL Service Management life cycle ITIL ITIL (Information Technology Infrastructure Library) è una raccolta di linee guida,

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

AOT Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma. Unified Process. Prof. Agostino Poggi

AOT Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma. Unified Process. Prof. Agostino Poggi AOT Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma Unified Process Prof. Agostino Poggi Unified Process Unified Software Development Process (USDP), comunemente chiamato

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE L esperienza e la passione per l ingegneria sono determinanti per la definizione della nostra politica di prodotto,

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

Il Ruolo del TSRM come Amministratore di Sistema II Modulo - Gestione dei Sistemi Informativi RIS/PACS

Il Ruolo del TSRM come Amministratore di Sistema II Modulo - Gestione dei Sistemi Informativi RIS/PACS GESIRAD Il Ruolo del TSRM come Amministratore di Sistema II Modulo - Gestione dei Sistemi Informativi RIS/PACS Copyright Siemens AG Healthcare Sector 2009. For internal use only. Roma, 8 marzo 2011 Pellegrini

Dettagli

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

Valutazione comparativa di applicazioni open source per il Business Process Management

Valutazione comparativa di applicazioni open source per il Business Process Management Valutazione comparativa di applicazioni open source per il Business Process Management Abstract Uno dei passi fondamentali della metodologia USBD (Unified Scenario-Based Design) è la modellazione dei processi

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Best practice per il Service Mgmt

Best practice per il Service Mgmt Best practice per il Service Mgmt IBM e il nuovo ITIL v3 Claudio Valant IT Strategy & Architecture Consultant IBM Global Technology Services IBM Governance and Risk Agenda Introduzione ad ITIL V3 Il ruolo

Dettagli

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP Storia ed evoluzione dei sistemi ERP In questo breve estratto della tesi si parlerà dei sistemi ERP (Enterprise Resource Planning) utilizzabili per la gestione delle commesse; questi sistemi utilizzano

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE.

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE. UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIR 3 RVIZI ALITALIA. MPR DI PIÙ, PR T. FAT TRACK. DDICATO A CHI NON AMA PRDR TMPO. La pazienza è una grande virtù. Ma è anche vero che ogni minuto è prezioso. Per questo

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace:

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Overview tecnica Introduzione E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Introduce un architettura ESB nella realtà del cliente Si basa su standard aperti Utilizza un qualsiasi Application

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Glossario e abbreviazioni ITIL. Italiano

Glossario e abbreviazioni ITIL. Italiano Glossario ITIL Italiano, v1.0, 30 settembre 2011 Basato sul glossario Inglese v1.0, 29 luglio 2011 Glossario e abbreviazioni ITIL Italiano Questo glossario può essere liberamente scaricato. Vedere www.itil-officialsite.com/internationalactivities/translatedglossaries.aspx

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi Microsoft licensing in ambienti virtualizzati Luca De Angelis Product marketing manager Luca.deangelis@microsoft.com Acronimi E Operating System Environment ML Management License CAL Client Access License

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS Page 1 of 6 GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS 1) Impossibile inviare il messaggio. Uno dei destinatari non è stato accettato dal server. L'indirizzo di posta elettronica non accettato è "user@dominio altro

Dettagli

Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni:

Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni: premium access user guide powwownow per ogni occasione Making a Call Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni: 1. Tell your fellow conference call participants what

Dettagli

Il Data Quality, un problema di Business!

Il Data Quality, un problema di Business! Knowledge Intelligence: metodologia, modelli gestionali e strumenti tecnologici per la governance e lo sviluppo del business Il Data Quality, un problema di Business! Pietro Berrettoni, IT Manager Acraf

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema Res User Meeting 2014 con la partecipazione di Scriviamo insieme il futuro Paolo Ferrandi Responsabile Tecnico Research for Enterprise Systems Federico Bonelli Engineer Process mining & Optimization Un

Dettagli

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality.

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality. Privacy INFORMATIVE ON PRIVACY (Art.13 D.lgs 30 giugno 2003, Law n.196) Dear Guest, we wish to inform, in accordance to the our Law # 196/Comma 13 June 30th 1996, Article related to the protection of all

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli