Laboratorio di Tecnologie Web HTML: Form Dott. Stefano Burigat

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Laboratorio di Tecnologie Web HTML: Form Dott. Stefano Burigat"

Transcript

1 Laboratorio di Tecnologie Web HTML: Form Dott. Stefano Burigat

2 Il ruolo dei form I form sono al giorno d'oggi un componente essenziale per l'interazione degli utenti con i siti web, essendo alla base di azioni come gli acquisti online, le prenotazioni, le ricerche, i post sui blog o i social network, le richieste di assistenza, etc. In risposta a questa sempre maggiore interattività dei siti web, HTML5 ha introdotto nuovi elementi ed attributi che rendono più facile l'utilizzo dei form per gli utenti e la loro creazione per gli sviluppatori, rendendo effettuabili tramite codice html alcuni compiti che in precedenza potevano essere gestibili solo via JavaScript. Le novità introdotte non sono attualmente supportate in modo completo dai browser ma sono comunque retrocompatibili. L'utilizzo dei form prevede l'interazione tra due componenti, un componente client HTML costituito dai diversi controlli (pulsanti, campi per l'input, menu, etc.) utilizzati per raccogliere le informazioni dagli utenti ed un componente server costituito da un'applicazione o script che elabora l'informazione acquisita dal form e ritorna una opportuna risposta. L'elemento <form> I form vengono aggiunti alle pagine web mediante l'utilizzo dell'elemento <form>, che racchiude tutti i controlli del form oltre a poter includere altri elementi di tipo blocco (ad esempio titoli, paragrafi, liste, etc.). Gli elementi <form> non possono essere innestati.

3 <title>iscrizione alla mailing list</title> <h1>iscrizione alla mailing list</h1> <form action="script/mailinglist.php" method="post"> Iscriviti alla mailing list per ottenere informazioni sui nostri prodotti. Nome: <input type="text" name="username" /> <input type="text" name=" " /> <input type="submit" value="iscriviti" /> Gli attributi action e method dell'elemento <form> sono necessari per l'interazione con il componente server. L'attributo action viene utilizzato per specificare l'url dell'applicazione o script che verrà utilizzato lato server per elaborare i dati inseriti dall'utente (nell'esempio sopra, verrà chiamato lo script mailinglist.php contenuto nella directory script). A volte, il codice per l'elaborazione dei dati viene inserito direttamente all'interno del file html. In tal caso, il

4 valore dell'attributo action deve essere lasciato vuoto. L'attributo method specifica come l'informazione deve essere inviata al server. Consideriamo ad esempio di inserire Pinco Pallino nel campo Nome e nel campo dell'esempio precedente. Tale informazione viene codificata automaticamente dal browser nel modo seguente username=pinco%20pallino& =pinco.pallino%40example.com (in cui i caratteri non ammessi sono stati trasformati nel loro equivalente esadecimale) e inviata al server in due possibili modi, POST o GET, che vengono inseriti come valore dell'attributo method. Se tale attributo non è presente, il valore utilizzato di default è GET. Quando il metodo utilizzato è POST, il browser invia al server una richiesta separata che contiene un'intestazione speciale seguita dai dati. Solo il server può vedere il contenuto di tale richiesta ed il metodo POST è quindi preferibile quando si voglia inviare informazioni riservate come numeri di carta di credito o altri dati personali. Tale metodo è preferibile anche quando si deve inviare una grande quantità di dati. Quando il metodo utilizzato per l'invio dei dati è GET, i dati vengono aggiunti direttamente in fondo all'url definito tramite l'attributo action, separati dal simbolo? (punto di domanda). Tale metodo è appropriato se si vuole che l'utente possa salvare un segnalibro della pagina chiamata (che può ad esempio rappresentare i risultati di un'interrogazione ad un motore di ricerca). D'altra parte, le informazioni inviate sono visibili direttamente.

5 All'interno dell'elemento <form> vengono inseriti i controlli che permettono l'interazione con l'utente come campi di testo, pulsanti, menu, etc. Nell'esempio precedente sono presenti due campi di testo ed un pulsante che provoca l'invio dei dati al server. L'attributo name di un controllo definisce il nome della variabile alla quale sarà associato il contenuto inserito dall'utente tramite quel controllo (notate che il controllo di tipo pulsante nell'esempio precedente non ha bisogno di un nome in quanto la sua funzione non è raccogliere dati). L'applicazione o script che elaborerà i dati utilizzerà tali nomi per estrarre e manipolare i valori inseriti. Per questo motivo, ogni variabile deve avere un nome univoco. Controlli per i form In HTML5 ci sono 23 tipi diversi di controlli inseribili in un form. La maggior parte di questi controlli viene specificata utilizzando l'elemento <input>, il cui aspetto e la cui funzionalità variano in base al valore dell'attributo type. Controlli per l'inserimento di testo Uno dei task più comuni in un form è inserire informazione testuale. A tale scopo, si possono utilizzare l'elemento vuoto <input> o l'elemento contenitore <textarea> a seconda che si voglia permettere l'inserimento di una o più di una riga di testo, rispettivamente. Nel primo caso, si utilizza l'elemento <input> con attributo type impostato a text. Tale valore è il default per quanto riguarda l'elemento <input> e viene quindi utilizzato anche

6 quando non si specifica l'attributo type o quando il valore dell'attributo type non è riconosciuto dal browser. Oltre agli attributi type e name, altri attributi comuni per questo controllo sono value che specifica del testo da far comparire nel campo di input al caricamento del form o quando il form viene resettato, maxlength che specifica il numero massimo di caratteri che l'utente può inserire nel campo di testo (di default, il numero di caratteri è illimitato) e size che specifica la dimensione del controllo in caratteri. L'elemento <textarea> permette di inserire un campo multilinea scrollabile in cui gli utenti possono scrivere del testo. Al contrario di <input>, <textarea> consente di aggiungere del contenuto tra i tag di apertura e chiusura. Tale contenuto verrà visualizzato nel campo di testo al caricamento del form ma verrà anche inviato al server assieme ai dati inseriti dall'utente. Per questo motivo, è comune non inserire nulla come contenuto dell'elemento ed utilizzare gli attributi title o placeholder per dare suggerimenti all'utente su come usare il campo di testo. L'attributo placeholder è stato introdotto in HTML5 e può essere usato in tutti i controlli per l'inserimento di testo. Oltre a maxlength, visto sopra per l'elemento <input>, <textarea> supporta gli attributi <rows> e <cols> per specificare le dimensioni dell'area di testo in righe e colonne (numero di caratteri). E' comunque preferibile usare CSS per specificare tali parametri. Infine, è possibile usare l'attributo wrap per specificare se si devono escludere (valore soft) o includere (valore hard) dai dati inviati al server le interruzioni di riga inserite automaticamente quando viene raggiunto il valore

7 dell'attributo cols (che deve essere specificato) durante la digitazione. <title>titolo</title> <h1>lascia un commento</h1> <form action="script/mailinglist.php" method="get"> Usa questo form per darci un'opinione sui nostri prodotti. Nome: <br/> <input type="text" name="username" /> Commento: <br /> <textarea name="commento" placeholder="max 10 caratteri" maxlength="15" wrap="hard" cols="5"></textarea> <input type="submit" value="iscriviti" /> In aggiunta ai due controlli generici per l'inserimento di testo che abbiamo appena visto, esistono controlli specifici per informazioni come le password, gli indirizzi ed altro. Per creare tali controlli, si utilizzano appositi valori dell'attributo type dell'elemento <input> (e si possono

8 utilizzare gli stessi attributi utilizzati per il controllo generico di tipo text). Se type ha valore password, i caratteri inseriti dall'utente vengono oscurati (di solito tramite un asterisco o un pallino). E' importante tenere presente che anche se i caratteri non sono visibili, l'informazione inserita non è criptata. <title>titolo</title> <h1>login</h1> <form action="script/login.php" method="post"> Inserisci username e password per effettuare il login. Username: <input type="text" name="username" /> Password: <input type="password" name="pwd" maxlength="8" /> <input type="submit" value="accedi" /> Impostando l'attributo type dell'elemento <input> ai valori search, , tel o url otteniamo rispettivamente dei

9 controlli per l'inserimento di un campo di ricerca, di indirizzi , di numeri telefonici e di URL. I browser possono sfruttare questa informazione per gestire al meglio l'input, ad esempio mostrando un tastierino adattato al tipo di dati da immettere (su dispositivi mobili) o effettuando automaticamente dei controlli sulla correttezza dei dati inseriti (ad esempio, per la sintassi degli indirizzi ). Se il tipo non è riconosciuto dal browser, i dati inseriti vengono considerati testo generico. <title>titolo</title> <h1>input types</h1> <form action="script/form.php" method="get"> <br/> <input type=" " name=" " /> Search: <br/> <input type="search" name="search" /> Telephone: <br/> <input type="tel" name="phone" /> URL: <br/> <input type="url" name="url" />

10 <input type="submit" value="accedi" /> Pulsanti Diversi tipi di pulsanti possono essere inseriti nei form html. Il più comune è il pulsante submit che, quando premuto, viene utilizzato per l'invio al server dei dati inseriti nel form. Un altro pulsante utilizzato spesso è il pulsante di reset che serve a ripristinare lo stato iniziale dei controlli presenti in un form (il che non significa solo pulire i singoli campi). Entrambi i pulsanti menzionati vengono aggiunti tramite l'utilizzo dell'elemento <input> con attributo type impostato ai valori submit o reset. L'attributo name non è necessario (anche se si può impostare) in quanto la funzione del pulsante non è l'inserimento dati. L'attributo value può essere utilizzato per impostare il testo visualizzato sul pulsante (in generale, value specifica il valore iniziale di un controllo). <title>titolo</title>

11 <h1>login</h1> <form action="script/login.php" method="post"> Inserisci e password per effettuare il login. <br/> <input type=" " name=" " /> Password: <br/> <input type="password" name="pwd" maxlength="8" /> <input type="submit" value="accedi" /> <input type="reset" /> L'elemento <input> con attributo type impostato a image permette di creare un pulsante submit con un'immagine. L'immagine da utilizzare viene specificata tramite attributo url (con la solita sintassi) mentre è opportuno utilizzare l'attributo alt per migliorare l'accessibilità. Se si vuole avere maggiore flessibilità nella creazione di un pulsante si possono utilizzare l'elemento <input> con attributo type impostato a button oppure l'elemento contenitore <button>. Nel primo caso, il comportamento del pulsante deve essere specificato tramite JavaScript. Nel secondo caso, ciò che viene visualizzato sul pulsante viene inserito come contenuto dell'elemento (ad esempio, testo

12 e/o immagini) e l'attributo type può assumere i valori submit, reset, button o menu (che permette di ottenere lo stesso comportamento del rispettivo elemento <input> con lo stesso tipo). <title>titolo</title> <h1>login</h1> <form action="script/login.php" method="get"> Inserisci e password per effettuare il login. <br/> <input type=" " name=" "> Password: <br/> <input type="password" name="pwd" maxlength="8"> <input type="image" src="imgs/submit.png" alt="pulsante accedi" width="94" height="30"> <br/> <button type="reset">reset <img src="imgs/reset.png" alt="" width="25" height="20"/></button> I pulsanti di tipo checkbox e di tipo radio supportano la creazione di gruppi di opzioni e la selezione di elementi

13 all'interno di un gruppo. In un gruppo presentato tramite checkbox, l'utente può selezionare una o più opzioni tra quelle elencate mentre in un gruppo presentato tramite radio button può essere selezionata una sola opzione. Le chechbox vengono inserite in un form tramite utilizzo dell'elemento <input> con attributo type impostato a checkbox. Per creare un gruppo di checkbox, si specifica lo stesso valore dell'attributo name per ogni checkbox del gruppo (è comunque possibile creare singole checkbox come nel caso delle informative sulla privacy). L'attributo value viene utilizzato per specificare il valore che verrà inviato al server se la rispettiva checkbox risulta selezionata. Infine, se si vuole che una checkbox risulti già selezionata al caricamento del form, si utilizza l'attributo checked (essendo un attributo binario, in HTML5 è sufficiente specificare il nome dell'attributo senza valore). I radio button vengono inseriti in un form tramite utilizzo dell'elemento <input> con attributo type impostato a radio. La loro configurazione avviene utilizzando gli stessi attributi descritti sopra per le checkbox (l'unica differenza è che un solo elemento di un gruppo può essere nello stato selezionato). <title>iscrizione alla mailing list</title> <h1>iscrizione alla mailing list</h1> <form action="script/mailinglist.php" method="get"> Iscriviti alla mailing list per ottenere informazioni sui nostri prodotti.

14 /> Nome: <br/> <input type="text" name="username" <br/> <input type=" " name=" " /> Età: <br/> <ul> <li><input type="radio" name="age" value="under24" />Meno di 24</li> <li><input type="radio" name="age" value="25-44" />Tra 25 e 44</li> <li><input type="radio" name="age" value="over 45" />Oltre 45</li> </ul> Argomenti d'interesse: <br/> <ul> <li><input type="checkbox" name="topic" value="tecnologia" checked />Tecnologia</li> <li><input type="checkbox" name="topic" value="motori" />Motori</li> <li><input type="checkbox" name="topic" value="viaggi" />Viaggi</li> </ul> <input type="submit" value="iscriviti" />

15 Menu Un altro modo per permettere la selezione di opzioni ottimizzando lo spazio occupato è quello di utilizzare menu di tipo drop-down o scrollabili. Entrambi i tipi di menu vengono inseriti in un form utilizzando l'elemento contenitore <select>. Di default, l'elemento <select> crea un menu di tipo drop-down. All'interno dell'elemento <select> vengono inseriti tanti elementi contenitore di tipo <option> quante sono le voci di menu. Il contenuto dell'elemento <option> è ciò che viene visualizzato all'utente ed inviato al server se quella voce di menu viene selezionata (il valore inviato al server può essere modificato utilizzando l'attributo value di <option>). L'attributo binario selected può essere specificato all'interno di un elemento <option> per indicare che quell'elemento è l'elemento di default del menu. Se viene specificato l'attributo size dell'elemento <select> con un valore maggiore di 1, allora il menu che viene visualizzato è di tipo scrollabile. Il numero di voci di menu visibili è pari al valore di size (i browser, di default, potrebbero comunque visualizzare un numero di voci superiore) e l'attributo binario multiple può essere specificato per indicare che l'utente può selezionare più di una voce. E' anche possibile utilizzare l'elemento <optgroup> per suddividere le voci di menu in sottogruppi. L'attributo obbligatorio label di <optgroup> viene utilizzato per dare un nome al sottogruppo.

16 <title>iscrizione alla mailing list</title> <h1>iscrizione alla mailing list</h1> <form action="script/mailinglist.php" method="get"> Iscriviti alla mailing list per ottenere informazioni sui nostri prodotti. Nome: <br/> <input type="text" name="username" /> <br/> <input type=" " name=" " /> Età: <br/> <select name="age"> <option>meno di 24</option> <option selected>tra 25 e 44</option> <option>oltre 45</option> </select> Argomenti d'interesse: <br/> <select name="topic" size="3" multiple> <optgroup label="gruppo1"> <option value="tech" selected >Tecnologia</option> <option>motori</option> </optgroup> <optgroup label="gruppo2"> <option selected>viaggi</option> <option>cucina</option> <option>sport</option> </optgroup> </select>

17 <input type="submit" value="iscriviti" /> Il nuovo elemento <datalist> di HTML5 premette di creare menu di tipo drop-down di valori suggeriti per qualunque elemento per l'inserimento di testo. Al contrario dei menu visti in precedenza, l'utente mantiene comunque la possibilità di inserire valori non presenti nella lista. All'interno di <datalist> vengono inseriti elementi <option> per i diversi suggerimenti. Inoltre, è necessario specificare l'attributo id dell'elemento <datalist> e inserire tale identificatore come valore dell'attributo <list> dell'elemento <input> a cui saranno associati i suggerimenti. <title>titolo</title> <h1>datalist</h1> <form action="script/list.php" method="post"> Titolo di studio: <input type="text" list="titolostudio" name="educazione"> <datalist id="titolostudio"> <option value="laurea" /> <option value="laurea Magistrale" /> <option value="phd" /> </datalist>

18 Selezione di file Oltre a permettere la compilazione di campi, i form possono essere utilizzati per la sottomissione di file tramite l'utilizzo di un apposito controllo definito tramite l'elemento <input> con attributo type impostato a file. Il controllo effettivamente visualizzato varia drasticamente da browser a browser. Se un form contiene un elemento per la selezione di file, è necessario specificare l'attributo enctype dell'elemento <form> al valore multipart/form-data e l'attributo method al valore POST. L'attributo multiple può essere usato per consentire la sottomissione di più di un file contemporaneamente. <title>titolo</title> <h1>iscrizione alla conferenza</h1> <form action="script/signup.php" method="post" enctype="multipart/form-data"> Compila i campi sottostanti per iscriverti alla conferenza. Nome: <br/> <input type="text" name="username" /> <br/> <input type=" " name=" " />

19 Curriculum: <br/> <input type="file" name="curriculum" /> <input type="submit" value="iscriviti" /> Controlli nascosti Quando è necessario inviare al server che elabora il form delle informazioni che non provengono dall'utente, si possono utilizzare dei controlli nascosti non visibili sul form. I controlli nascosti vengono aggiunti tramite l'elemento <input> con attributo type impostato a hidden. Tipicamente, gli attributi name e value vengono utilizzati per specificare i dati da inviare. <title>iscrizione alla mailing list</title> <h1>iscrizione alla mailing list</h1> <form action="script/mailinglist.php" method="get"> Iscriviti alla mailing list per ottenere informazioni sui nostri prodotti. Nome: <br/> <input type="text" name="username" />

20 <br/> <input type=" " name=" " /> <input type="hidden" name="returnpage" value="thankyou.html"/> <input type="submit" value="iscriviti" /> Data e ora Per consentire agli utenti di specificare orari e date all'interno di un form, HTML5 mette a disposizione l'elemento <input> con attributo type impostato a date, time, datetime, datetime-local, month o week. I browser che non supportano tali valori, interpreteranno questi controlli come controlli per l'inserimento di testo semplice. L'attributo value può essere utilizzato per specificare la data o orario da visualizzare inizialmente (in formato ISO come descritto in precedenza per l'attributo datetime dell'elemento <time>). <title>titolo</title> <h1>lista dei controlli per l'inserimento di data e

21 ora</h1> <form action="script/dataora.php" method="post"> <ul> <li>data: <br/> <input type="date" name="date" value=" "/></li> <li>ora: <br/> <input type="time" name="time" value="09:13:00"/></li> <li>data e ora: <br/> <input type="datetime" name="datetime" value=" t03:13:00-5:00"/></li> <li>data e ora (senza fuso): <br/> <input type="datetime-local" name="datetimelocal" value=" t03:13:00"/></li> <li>mese: <br/> <input type="month" name="month" value=" "/></li> <li>settimana: <br/> <input type="week" name="week" value="2014- W2"/></li> </ul> Input numerici HTML5 ha introdotto due nuovi elementi da utilizzare nei form, <number> e <range>, che permettono agli utenti di specificare un valore numerico. I due elementi variano per il modo in cui vengono visualizzati all'utente, con il secondo normalmente mostrato come uno slider. Gli attributi min e max possono essere usati per definire l'intervallo di valori ammessi mentre l'attributo step può essere utilizzato per specificare l'incremento tra un valore ed il successivo (di default, vale 1 ma può essere impostato a al valore any per permettere l'inserimento di qualsiasi incremento).

22 <title>titolo</title> <h1>inserimento di valori numerici</h1> <form action="script/dataora.php" method="post"> <ul> <li>number: <br/> <input type="number" name="number" min="1" max="6" step="0.5"></li> <li>range (da 0 a 10): <br/> <input type="range" name="range" min="0" max="10"></li> </ul> Attributi utili dell'elemento <input> Oltre agli attributi type, name, value e altri più specifici che abbiamo già visto, l'elemento <input> supporta altri attributi che possono risultare utili in alcuni casi. Se si vuole mantenere un controllo visibile ma impedire all'utente di modificarne il contenuto, è possibile utilizzare gli attributi disabled e readonly. Il primo impedisce la selezione del controllo, che di solito viene visualizzato con uno sfondo grigio. Il valore contenuto in un campo disabled non viene inviato al server. L'attributo readonly ha un effetto simile a disabled, impedendo la modifica del campo da parte dell'utente, ma il valore del campo viene inviato al server. Attraverso script JavaScript è possibile

23 modificare lo stato ed il contenuto di tali controlli. L'attributo form consente di specificare l'identificatore del form al quale il controllo è associato. Con questo attributo non è necessario che un controllo sia inserito all'interno del form di cui fa logicamente parte. L'attributo required viene utilizzato per indicare che la compilazione di quel campo è obbligatoria. Se l'utente non compila il campo prima dell'invio del form, il browser può visualizzare un apposito messaggio di avviso. <title>titolo</title> <h1>attributi di input</h1> <form action="script/attr.php" method="get"> <ul> <li>disabled: <br/> <input type="text" name="disabled" value="non modificabile" disabled/></li> <li>readonly: <br/> <input type="text" name="readonly" value="sola lettura" readonly/></li> <li>required: <br/> <input type="text" name="required" required/></li> </ul> <input type="submit" value="invia" />

24 Altri controlli HTML5 per i form L'elemento <input> con attributo type impostato a color permette di far comparire un controllo per la selezione di un colore. L'elemento <progress> viene utilizzato per dare del feedback all'utente sul completamento di un'operazione come lo scaricamento di un file. Il livello di completamento viene specificato tramite l'attributo value (o nel corpo dell'elemento ma ciò non sembra essere supportato dai browser) e di solito viene modificato via JavaScript. Si può utilizzare l'attributo max per specificare il valore finale. Se value non è presente, viene presentata un'indicazione continua di operazione in corso. L'elemento <meter> è simile a <progress> ma viene utilizzato per mostrare il livello di un qualche parametro o misurazione all'interno di uno specifico intervallo di valori. L'intervallo viene specificato utilizzando gli attributi min e max. E' anche possibile indicare delle soglie di sicurezza minime e massime con gli attributi low e high. Il livello corrente viene specificato tramite l'attributo value ed il browser segnala se questo supera le soglie di sicurezza (di solito utilizzando il colore). <title>titolo</title> <h1>altri elementi HTML5</h1> <form action="script/other.php" method="post"> <ul> <li>color: <br/>

25 <input type="color" name="colore"></li> <li>progress: <br/> <progress name="feedback" value="50" max="100"></progress></li> <li>meter: <br/> <meter name="meter" min="0" max="100" low="25" high="75" value="50"></meter></li> </ul> L'elemento <output>, già incontrato e descritto in precedenza, fornisce un modo per marcare il risultato di uno script o applicazione. L'elemento <keygen> viene utilizzato per la generazione di chiavi che vengono utilizzate nella gestione di certificati web. Accessibilità dei form Per rendere i form più accessibili dal punto di vista della comprensibilità e della navigazione, è possibile utilizzare gli elementi <label>, <fieldset> e <legend>. Nonostante di solito i campi in un form vengano visualizzati assieme ad una qualche etichetta che ne identifica lo scopo, i due oggetti hanno solo una relazione visiva che si perde ad esempio se il form viene letto tramite screen reader. L'elemento <label> può essere utilizzato per associare esplicitamente del testo descrittivo ad uno specifico campo. Ogni elemento <label> è associato esattamente ad un controllo in un form e può essere utilizzato in due modi. Il primo metodo, detto associazione

26 implicita, consiste nel racchiudere il controllo che si vuole descrivere all'interno dell'elemento <label>. Il secondo metodo, l'associazione esplicita, permette di associare una label all'identificatore di un controllo mediante l'utilizzo dell'attributo for. Il vantaggio dell'associazione esplicita è che l'elemento <label> e il controllo a cui si riferisce restano distinti e possono essere meglio controllati a livello di stile. L'esempio seguente mostra entrambi i metodi. <title>iscrizione alla mailing list</title> <h1>iscrizione alla mailing list</h1> <form action="script/mailinglist.php" method="get" id="form-mailinglist"> Iscriviti alla mailing list per ottenere informazioni sui nostri prodotti. <label for="form-mailinglistusername">nome:</label> <br/> <input type="text" name="username" id="formmailinglist-username" /> <label for="form-mailinglist "> </label> <br/> <input type=" " name=" " id="formmailinglist- " /> Argomenti d'interesse: <br/> <ul> <li><label><input type="checkbox"

27 name="topic" value="tecnologia" checked />Tecnologia</label></li> <li><label><input type="checkbox" name="topic" value="motori" />Motori</label></li> <li><label><input type="checkbox" name="topic" value="viaggi" />Viaggi</label></li> </ul> <input type="submit" value="iscriviti" /> Notate che gli id utilizzati sono strutturati in modo tale da semplificare il riconoscimento del form di cui fanno parte (questo è utile per migliorare l'organizzazione dei form e distinguere i controlli dei form da altri id utilizzati nella pagina). Un ultimo vantaggio nell'utilizzo dell'elemento <label> è che il testo contenuto al suo interno può essere cliccato per selezionare il corrispondente controllo il che risulta utile soprattutto nel caso di checkbox e radiobutton (ma ios non sembra compatibile con tale comportamento). L'elemento <fieldset> può essere utilizzato per raggruppare logicamente i controlli di un form. All'interno di tale elemento può anche essere inserito un elemento <legend> che rappresenta una didascalia per il gruppo. <title>iscrizione alla mailing list</title>

28 <h1>iscrizione alla mailing list</h1> <form action="script/mailinglist.php" method="get" id="form-mailinglist"> Iscriviti alla mailing list per ottenere informazioni sui nostri prodotti. <fieldset> <legend>informazioni obbigatorie</legend> <label for="form-mailinglistusername">nome:</label> <br/> <input type="text" name="username" id="form-mailinglist-username" required /> <label for="form-mailinglist "> </label> <br/> <input type=" " name=" " id="formmailinglist- " required /> </fieldset> <fieldset> <legend>informazioni opzionali</legend> Argomenti d'interesse: <br/> <ul> <li><label><input type="checkbox" name="topic" value="tecnologia" checked />Tecnologia</label></li> <li><label><input type="checkbox" name="topic" value="motori" />Motori</label></li> <li><label><input type="checkbox" name="topic" value="viaggi" />Viaggi</label></li> </ul> </fieldset> <input type="submit" value="iscriviti" />

29

ESEMPI DI FORM (da www.html.it)

ESEMPI DI FORM (da www.html.it) ESEMPI DI FORM (da www.html.it) Vediamo, nel particolare, tutti i tag che HTML 4.0 prevede per la creazione di form. Questo tag apre e chiude il modulo e raccoglie il contenuto dello stesso,

Dettagli

I FORM. L'attributo action contiene l'url del file php a cui devono essere inviati i file per essere elaborati.

I FORM. L'attributo action contiene l'url del file php a cui devono essere inviati i file per essere elaborati. I FORM Che cosa sono e che caratteristiche hanno Un form contiene molti oggetti che permettono di inserire dati usando la tastiera. Tali dati verranno poi inviati alla pagina php che avrà il compito di

Dettagli

Tecniche e Best Practice nella costruzione di Form accessibili per il Web. Roberto Zucchetto consulenza e formazione ICT

Tecniche e Best Practice nella costruzione di Form accessibili per il Web. Roberto Zucchetto consulenza e formazione ICT Tecniche e Best Practice nella costruzione di Form accessibili per il Web Roberto Zucchetto consulenza e formazione ICT Cos è IWA/HWG IWA/HWG è un Associazione professionale no profit riconosciuta leader

Dettagli

Uso di form HTML per inviare dati nel web dinamico. I form HTML ed il web dinamico. Struttura di base dei form HTML. Form: controlli di input

Uso di form HTML per inviare dati nel web dinamico. I form HTML ed il web dinamico. Struttura di base dei form HTML. Form: controlli di input I form HTML ed il web dinamico Antonio Lioy < lioy@polito.it > Politecnico di Torino Dip. Automatica e Informatica orario.html Uso di form HTML per inviare dati nel web dinamico partenza arrivo data browser

Dettagli

Lezione III: Oggetti ASP e interazione tramite form HTML

Lezione III: Oggetti ASP e interazione tramite form HTML Lezione III: Oggetti ASP e interazione tramite form HTML La terza lezione, come le precedenti, ha avuto una durata di due ore, di cui una in aula e l altra in laboratorio, si è tenuta alla presenza della

Dettagli

Esercizi su HTML e JavaScript

Esercizi su HTML e JavaScript Linguaggi per il Web prof. Riccardo Rosati Corso di laurea in Ingegneria dei sistemi informatici Sapienza Università di Roma, a.a. 2014/2015 Esercizi su HTML e JavaScript Esercizio 1 (a) Scrivere un documento

Dettagli

Ora possiamo specificare la dimensione della casella di immissione dati.

Ora possiamo specificare la dimensione della casella di immissione dati. 1 di 6 17/04/2012 6.37 D'ora in poi, per maggiore chiarezza, scriverò solo quello che sta fra i due tag . Tralascerò i tag head, body, title e form. Ovviamente nei tuoi documenti è necessario che

Dettagli

PHP: form, cookies, sessioni e. Pasqualetti Veronica

PHP: form, cookies, sessioni e. Pasqualetti Veronica PHP: form, cookies, sessioni e mysql Pasqualetti Veronica Form HTML: sintassi dei form 2 Un form HTML è una finestra contenente vari elementi di controllo che consentono al visitatore di inserire informazioni.

Dettagli

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 1) Introduzione Pg 3 2) L area amministratore Pg 3 2.1) ECM Pg 4 2.1.1) Sezione Struttura Pg 5 2.1.2) Sezione Documento Pg 7 2.1.3) Sezione Pubblicazione

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

SCUOLANET UTENTE DOCENTE

SCUOLANET UTENTE DOCENTE 1 ACCESSO A SCUOLANET Si accede al servizio Scuolanet della scuola mediante l'indirizzo www.xxx.scuolanet.info (dove a xxx corrisponde al codice meccanografico della scuola). ISTRUZIONI PER IL PRIMO ACCESSO

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700 Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria +24VDC VDC OUTPUT MICROPROCESS. E P IN EXH OUT Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria 7 Trattamento

Dettagli

Si prega di comunicare eventuali errori o inesattezze riscontrate, scrivendo una mail a: otebac@beniculturali.it

Si prega di comunicare eventuali errori o inesattezze riscontrate, scrivendo una mail a: otebac@beniculturali.it TEMPLATE IN MWCMS D A N I E L E U G O L E T T I - G R U P P O M E T A Si prega di comunicare eventuali errori o inesattezze riscontrate, scrivendo una mail a: otebac@beniculturali.it C ONTENTS I template

Dettagli

G e s t i o n e U t e n z e C N R

G e s t i o n e U t e n z e C N R u t e n t i. c n r. i t G e s t i o n e U t e n z e C N R G U I D A U T E N T E Versione 1.1 Aurelio D Amico (Marzo 2013) Consiglio Nazionale delle Ricerche - Sistemi informativi - Roma utenti.cnr.it -

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

Laboratorio di Sistemi Fattoriale di un numero Jsp [Java]

Laboratorio di Sistemi Fattoriale di un numero Jsp [Java] Desideriamo realizzare una applicazione web che ci consenta di calcolare il fattoriale di un numero. L'esercizio in sé non particolarmente difficile, tuttavia esso ci consentirà di affrontare il problema

Dettagli

Cicli in Visual Basic for Application. For contatore = inizio To fine istruzioni Next contatore

Cicli in Visual Basic for Application. For contatore = inizio To fine istruzioni Next contatore Cicli in Visual Basic for Application Le strutture del programma che ripetono l'esecuzione di una o più istruzioni sono chiamate Cicli. Alcune strutture per i cicli sono costruite in modo da venire eseguite

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO

REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO Istruzioni per l accesso e il completamento dei corsi TRIO per gli utenti di un Web Learning Group 06 novembre 2013 Servizio A TRIO Versione Destinatari: referenti e utenti

Dettagli

SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie [COB] Import massivo XML. ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01)

SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie [COB] Import massivo XML. ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01) SINTESI Comunicazioni Obbligatorie [COB] XML ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01) Questo documento è una guida alla importazione delle Comunicazioni Obbligatorie: funzionalità che consente di importare

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 Con questo aggiornamento sono state implementate una serie di funzionalità concernenti il tema della dematerializzazione e della gestione informatica dei documenti,

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso Parte 5 Adv WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso 1 di 30 Struttura di un Documento Complesso La realizzazione di un libro, di un documento tecnico o scientifico complesso, presenta

Dettagli

Principali caratteristiche piattaforma web smsmobile.it

Principali caratteristiche piattaforma web smsmobile.it SmsMobile.it Principali caratteristiche piattaforma web smsmobile.it Istruzioni Backoffice Post get http VERSION 2.1 Smsmobile by Cinevision srl Via Paisiello 15/ a 70015 Noci ( Bari ) tel.080 497 30 66

Dettagli

Guida all uso del portale dello studente

Guida all uso del portale dello studente Guida all uso del portale dello studente www.studente.unicas.it Versione 1.0 del 10/04/2010 Pagina 1 Sommario PREMESSA... 3 PROFILO... 7 AMICI... 9 POSTA... 10 IMPOSTAZIONI... 11 APPUNTI DI STUDIO... 12

Dettagli

Documentazione tecnica

Documentazione tecnica Documentazione tecnica Come spedire via Post 1.1) Invio di Loghi operatore 1.2) Invio delle Suonerie (ringtone) 1.3) Invio di SMS con testo in formato UNICODE UCS-2 1.4) Invio di SMS multipli 1.5) Simulazione

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

Portale Unico dei Servizi NoiPA

Portale Unico dei Servizi NoiPA Portale Unico dei Servizi NoiPA Guida all accesso al portale e ai servizi self service Versione del 10/12/14 INDICE pag. 1 INTRODUZIONE... 3 2 MODALITÀ DI PRIMO ACCESSO... 3 2.1 LA CONVALIDA DELL INDIRIZZO

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Analisi di massima: L utente dovrà inserire un numero limite, e tramite vari calcoli verrà stampato a video la sequenza.

Analisi di massima: L utente dovrà inserire un numero limite, e tramite vari calcoli verrà stampato a video la sequenza. Relazione tecnica Fibonacci ANDENA GIANMARCO Traccia: Creare un algoritmo che permetta, dato un valore intero e positivo, di stabilire la sequenza utilizzando la regola di fibonacci dei numeri fino al

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Scrivere uno script php che, dato un array associativo PERSONE le cui chiavi sono i

Scrivere uno script php che, dato un array associativo PERSONE le cui chiavi sono i Esercizi PHP 1. Scrivere uno script PHP che produca in output: 1. La tabellina del 5 2. La tavola Pitagorica contenuta in una tabella 3. La tabellina di un numero ricevuto in input tramite un modulo. Lo

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE 1 SOMMARIO 1 OBIETTIVI DEL DOCUMENTO...3 2 OFFERTA DEL FORNITORE...4 2.1 LOG ON...4 2.2 PAGINA INIZIALE...4 2.3 CREAZIONE OFFERTA...6 2.4 ACCESSO AL DOCUMENTALE...8

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Altre opzioni Optralmage

Altre opzioni Optralmage di Personalizzazione delle impostazioni............ 2 Impostazione manuale delle informazioni sul fax......... 5 Creazione di destinazioni fax permanenti................ 7 Modifica delle impostazioni di

Dettagli

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE Guida d uso per la registrazione e l accesso Ver 3.0 del 22/11/2013 Pag. 1 di 16 Sommario 1. Registrazione sul portale GSE... 3 2. Accesso al Portale... 8 2.1 Accesso alle

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente Guida ai Servizi Voce per l Utente Guida ai ai Servizi Voce per l Utente 1 Indice Introduzione... 3 1 Servizi Voce Base... 4 1.1 Gestione delle chiamate... 4 1.2 Gestione del Numero Fisso sul cellulare...

Dettagli

ISCRIZIONI ON LINE Registrazione delle famiglie. Direzione Generale per i contratti, gli acquisti e per i sistemi informativi e la statistica

ISCRIZIONI ON LINE Registrazione delle famiglie. Direzione Generale per i contratti, gli acquisti e per i sistemi informativi e la statistica Registrazione delle famiglie Come avviene la registrazione da parte delle famiglie La registrazione alle Iscrizioni on-line è necessaria per ottenere le credenziali di accesso al servizio. La registrazione

Dettagli

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento.

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. Excel: le funzioni Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. DEFINIZIONE: Le funzioni sono dei procedimenti

Dettagli

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE Access permette di specificare una maschera che deve essere visualizzata automaticamente all'apertura di un file. Vediamo come creare una maschera di

Dettagli

Manuale utilizzo CresoWeb per il profilo Dirigente

Manuale utilizzo CresoWeb per il profilo Dirigente Manuale utilizzo CresoWeb per il profilo Dirigente 1 Sommario Operazioni Iniziali... 3 Operazioni preliminari... 3 Aggiornamento Specifiche... 4 Specifiche Generali... 5 Specifiche Generali... 6 Specifiche

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

Manipolazione di testi: espressioni regolari

Manipolazione di testi: espressioni regolari Manipolazione di testi: espressioni regolari Un meccanismo per specificare un pattern, che, di fatto, è la rappresentazione sintetica di un insieme (eventualmente infinito) di stringhe: il pattern viene

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

Guida alla compilazione

Guida alla compilazione Guida alla compilazione 1 Guida alla compilazione... 1 PARTE I REGISTRAZIONE ORGANIZZAZIONE... 5 LA PRIMA REGISTRAZIONE... 5 ACCESSO AREA RISERVATA (LOGIN)...11 ANAGRAFICA ORGANIZZAZIONE...12 ANAGRAFICA

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

FAQ sul prestito locale, interbibliotecario (ILL) e intersistemico (ISS) in SOL

FAQ sul prestito locale, interbibliotecario (ILL) e intersistemico (ISS) in SOL FAQ sul prestito locale, interbibliotecario (ILL) e intersistemico (ISS) in SOL PRESTITO LOCALE 1. Dove posso trovare informazioni dettagliate sul prestito locale e sulla gestione dei lettori? 2. Come

Dettagli

MANUALE D USO G.ALI.LE.O GALILEO. Manuale d uso. Versione 1.1.0. [OFR] - Progetto GALILEO - Manuale d uso

MANUALE D USO G.ALI.LE.O GALILEO. Manuale d uso. Versione 1.1.0. [OFR] - Progetto GALILEO - Manuale d uso [OFR] - - G.ALI.LE.O Versione 1.1.0 MANUALE D USO pag. 1 di 85 [OFR] - - pag. 2 di 85 [OFR] - - Sommario 1 - Introduzione... 6 2 - Gestione ALbI digitale Ordini (G.ALI.LE.O.)... 7 2.1 - Schema di principio...

Dettagli

CA Process Automation

CA Process Automation CA Process Automation Glossario Release 04.2.00 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in avanti indicata come

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser.

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Se vogliamo accedere alla nostra casella di posta elettronica unipg.it senza usare un client di posta (eudora,

Dettagli

Appendice per dispositivi multifunzione Navico compatibili che supportano le seguenti funzionalità Broadband 4G Radar:

Appendice per dispositivi multifunzione Navico compatibili che supportano le seguenti funzionalità Broadband 4G Radar: Appendice per dispositivi multifunzione Navico compatibili che supportano le seguenti funzionalità Broadband 4G Radar: Doppio radar Doppia scala Controlli Radar 4G -Separazione - obiettivi -- Eliminazione

Dettagli

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO:

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO: ASTA IN GRIGLIA PRO Asta in Griglia PRO è un software creato per aiutare il venditore Ebay nella fase di post-vendita, da quando l inserzione finisce con una vendita fino alla spedizione. Il programma

Dettagli

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma Guida Categoria alla registrazione StockPlan Connect Il sito web StockPlan Connect di Morgan Stanley consente di accedere e di gestire online i piani di investimento azionario. Questa guida offre istruzioni

Dettagli

P a s q u a l e t t i V e r o n i c a

P a s q u a l e t t i V e r o n i c a PHP: OOP Pasqualetti Veronica Oggetti Possiamo pensare ad un oggetto come ad un tipo di dato più complesso e personalizzato, non esistente fra i tipi tradizionali di PHP, ma creato da noi. 2 Gli oggetti

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2012 Progetto Istanze On Line MOBILITÀ IN ORGANICO DI DIRITTO PRESENTAZIONE DOMANDE PER LA SCUOLA SEC. DI I GRADO ON-LINE 13 Febbraio 2012 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Privacy Policy del sito http://www.plastic-glass.com

Privacy Policy del sito http://www.plastic-glass.com Cos'è una PRIVACY POLICY Privacy Policy del sito http://www.plastic-glass.com Questo documento, concernente le politiche di riservatezza dei dati personali di chi gestisce il sito Internet http://www.plastic-glass.com

Dettagli

GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI

GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI ESSE3 VERBALIZZAZIONE ONLINE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO SERVIZIO FRONT OFFICE GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI ESSE3 VERBALIZZAZIONE

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Figura 1 - Schermata principale di Login

Figura 1 - Schermata principale di Login MONITOR ON LINE Infracom Italia ha realizzato uno strumento a disposizione dei Clienti che permette a questi di avere sotto controllo in maniera semplice e veloce tutti i dati relativi alla spesa del traffico

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12

Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12 Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli

Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli v 4.0 1. Requisiti software Lo studente deve essere dotato di connessione internet

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Client PEC Quadra Guida Utente

Client PEC Quadra Guida Utente Client PEC Quadra Guida Utente Versione 3.2 Guida Utente all uso di Client PEC Quadra Sommario Premessa... 3 Cos è la Posta Elettronica Certificata... 4 1.1 Come funziona la PEC... 4 1.2 Ricevuta di Accettazione...

Dettagli

MANUALE D USO LEXUN ver. 5.0. proprietà logos engineering - Sistema Qualità certificato ISO 9001 DNV Italia INDICE. 6. Flash top 6 C.

MANUALE D USO LEXUN ver. 5.0. proprietà logos engineering - Sistema Qualità certificato ISO 9001 DNV Italia INDICE. 6. Flash top 6 C. Pag. 1/24 INDICE A. AMMINISTRAZIONE pagina ADMIN Pannello di controllo 2 1. Password 2 2. Cambio lingua 2 3. Menù principale 3 4. Creazione sottomenù 3 5. Impostazione template 4 15. Pagina creata con

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente 1 Sommario 1 Introduzione... 3 1.1 Accesso al Self Care Web di Rete Unica... 4 2 Servizi Aziendali... 6 2.1 Centralino - Numero

Dettagli

Guida all iscrizione al TOLC Test On Line CISIA

Guida all iscrizione al TOLC Test On Line CISIA Guida all iscrizione al TOLC Test On Line CISIA Modalità di iscrizione al TOLC Per iscriversi al TOLC è necessario compiere le seguenti operazioni: 1. Registrazione nella sezione TOLC del portale CISIA

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

Nitro Reader 3 Guida per l' utente

Nitro Reader 3 Guida per l' utente Nitro Reader 3 Guida per l' utente In questa Guida per l'utente Benvenuti in Nitro Reader 3 1 Come usare questa guida 1 Trovare rapidamente le informazioni giuste 1 Per eseguire una ricerca basata su parole

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

guida all'utilizzo del software

guida all'utilizzo del software guida all'utilizzo del software Il software Gestione Lido è un programma molto semplice e veloce che permette a gestori e proprietari di stabilimenti balneari di semplificare la gestione quotidiana dell?attività

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli