ricapitolazioni TEMI& LA RELAZIONE SUL SISTEMA PORTALE DI ATENEO 2. Documenti e Materiali Introduzione E-learning

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ricapitolazioni TEMI& LA RELAZIONE SUL SISTEMA PORTALE DI ATENEO 2. Documenti e Materiali Introduzione E-learning"

Transcript

1 LA RELAZIONE SUL SISTEMA PORTALE DI ATENEO Le relazioni di seguito riportate costituiscono la documentazione di riferimento, sottoposta all attenzione degli organi competenti, nella fase di discussione ed approvazione del Bilancio di previsione per l esercizio 2009 inerente il Sistema Portale di Ateneo La discussione negli organi di governo e nelle relative commissioni e le valutazioni successive hanno poi portato alla previsione di bilancio 2009 nella forma definitiva approvata dagli organi competenti. La previsione definitiva di bilancio del centro di responsabilità Sistema Portale di Ateneo per l anno 2009 differisce dunque dalle previsioni di spesa proposte ed indicate nelle relazioni nella misura in cui sono stati operati gli interventi di riduzione della spesa (in particolare sulle spese non obbligatorie ) Per ulteriori chiarimenti è possibile scrivere a Sistema Portale di Ateneo Angelo Saccà Introduzione Lo scopo di questa sintetica relazione è una descrizione di dettaglio degli elementi che portano alla definizione della previsione di spesa relativa all anno 2009 classificata come non obbligatoria. I progetti previsti sull anno 2009 sono tratti dal piano di programmazione e dal piano triennale (; le previsione di spesa non obbligatoria sono in sintesi riconducibili a 3 macrointerventi: 1- sistema di e-learning (priorità 1 piano triennale ) 2- sistema documentale (priorità 3 piano triennale per il documentale, priorità 4 per le attività inerenti gli interventi sul workflow documenti) 3- sistema di identità digitale e federata per le applicazioni ed i servizi online (priorità 2 piano triennale ) 4- spese varie E-learning Dal 2008 tutte le Facoltà dell Ateneo, le Scuole ed alcuni Centri che hanno manifestato l esigenza di disporre di una piattaforma di E-learning, come del resto previsto e documentato nel piano operativo portale 2008, dispongono di un ambiente omogeneo ed integrato con l architettura federata di portale; più in dettaglio ciascuna struttura organizzative di cui sopra dispone di una istanza di E-learning (piattaforma Moodle) integrata con il sistema di credenziali unificato di ateneo (single sign on con il Portale), integrata con l anagrafica studenti e del personale per la gestione di alcune logiche di autorizzazione per l accesso ai contenuti, di uno spazio su una piattaforma di streaming audio-video. L infrastruttura tecnologica è ospitata in hosting presso il Cineca. L Ateneo si trova dunque nella condizione di affrontare il tema dell E-learning sul piano dei contenuti più che sul piano dell infrastruttura. Si prevede dunque un intervento teso a fare massa critica nella realizzazione e nella gestione dei contenuti e un intervento teso a rendere flessibile il sistema di autorizzazione per l accesso ai contenuti anche a utenti non necessariamente classificati come studenti regolarmente iscritti ad un corso di studi dell Ateneo ma a utenti interessati a fruire del servizio, magari acquistando specificatamente un singolo corso o per accordi e/o convenzioni fra ateneo ed altre pubbliche amministrazioni e/o imprese private, specifiche categorie di professionisti (anche in ottica life long learning).si ritiene necessario un intervento per l integrazione con il sistema 31

2 ESSE3 ed un significativo investimento iniziale in modo da portare sulla piattaforma di e- learning significativi volumi di contenuti, inclusi i video delle lezioni, integrati eventualmente con prodotti della tradizionale editoria universitaria. Una gara per l aggiudicazione di uno o più lotti di ore di video lezioni, secondo formati standard e definiti, trattati per l integrazione nelle piattaforme di e-learning dell ateneo potrebbe essere uno scenario di riferimento per fare massa critica in materia di contenuti e servizi in e-learning. Interventi e spesa in formazione e training risulterà necessaria e fondamentale anche per i docenti oltre per il personale tecnico e amministrativo (una quota delle spesa preventivata è relativa a questa specifica esigenza). Spesa complessiva prevista: euro Struttura della spesa formazione 10% pari a attività di supporto studio ed indagini: 20% spese per altri servizi 20% acquisizione e realizzazione software: 50% Sistema documentale Nell ambito del piano operativo portale 2008 (già presente nel POP2007 come esigenza prioritaria) ed in relazione a quanto previsto nel piano strategico risulta necessario, per una gestione e condivisione efficiente dei documenti, passare dalla semplice archiviazione nei file system (che non consentono versioning automatico dei documenti e rendono complesso e centralizzato l intervento per la definizione di regole di autorizzazione di accesso ai documenti) ad una piattaforma documentale. Una piattaforma che consenta lo sharing dei documenti (compresi quelli firmati digitalmente), il versioning automatico, l impostazione delle regole di autorizzazione di accesso ai documenti direttamente impostabile dagli utenti del sistema e la realizzazione di workflow dei processi di interesse per l organizzazione; piattaforma predisposta per l archiviazione ottica sostitutiva, integrabile con il content management system del portale di ateneo ed integrabile per particolari processi con sistemi documenti esterni all ateneo (enti locali, ministero, scuole, ecc.). Una piattaforma documentale sulla quale impostare la condivisione e l integrazione di documenti fra sistemi applicativi diversi. Nell anno 2008 al fine di misurare la complessità tecnica, organizzativa e funzionale è in corso una esperienza nell uso di alfresco (www.alfresco.com) e della piattaforma index (inerente il progetto doqui.it) come sistema di riferimento per condividere documenti (alfresco usato nell ambito dei gruppi di lavoro del portale) ed index come piattaforma di sharing via web dei documenti. In relazione ai risultati della sperimentazione si renderebbe possibile introdurre nel 2009 un ambiente documentale per tutte le strutture organizzative dell ateneo ed integrato con i siti delle diverse unita organizzative dell ateneo, comprensivo di servizi sistemistici necessari alla gestione della piattaforma. L introduzione di un sistema documentale contribuirebbe a far maturare la cultura della condivisione dei documenti, degli aspetti di lavoro cooperativo, del telelavoro (l accesso ai documenti si basa sul riconoscimento dell identità e delle autorizzazione e non sul luogo fisico dal quale acceso ai documenti) e consentirebbe di affrontare il tema dell integrazione con i documenti amministrativi della piattaforma UGOV (non si tratta di attività prevista cmq esplicitamente per il 2009 ma certamente necessaria in relazione al piano di introduzione in ateneo dei moduli applicativi di UGOV, il sistema delle applicazioni gestionali integrate di Cineca). Interventi e spesa in formazione e training risulterà necessaria e fondamentale anche per i docenti oltre per il personale tecnico e amministrativo (una quota delle spesa preventivata è relativa a questa specifica esigenza) 32

3 Spesa complessiva prevista: euro Struttura della spesa formazione 10% attività di supporto studio ed indagini: 20% spese per altri servizi 20% acquisizione e realizzazione software: 50% N.B. nelle voci di spesa di cui sopra è stato esclusa la quota preventivata relativa alle attività inerenti i sistemi di workflow perché classificate con priorità 4; per completezza ed uniformità con la prima proposta di bilancio preventivo si riporta comunque la sintetica struttura delle spese Spesa complessiva prevista: euro Struttura della spesa formazione 10% attività di supporto studio ed indagini: 20% spese per altri servizi 20% acquisizione e realizzazione software: 50% Sistemi di identità digitale e federati per le applicazioni ed i servizi online Nell anno 2009 si rende necessario rafforzare il sistema di credenziali unificato, avviando un sistema di supporto ( contact center ) per gli utenti con problemi di autenticazione e con problemi di autorizzazione di accesso ai servizi on line (diventa sempre più utile al crescere dei servizi che usano il sistema di credenziali unificato); occorre ampliare i profili di accesso al portale di ateneo al fine di offrire servizi a nuove categorie di soggetti (i laureati, le imprese, gli studenti ed i docenti delle scuole medie e superiori, gli enti, specifiche categorie professionali come per es. i medici, farmacisti, commercialisti ecc.) integrando autenticazione debole (login e password ) ed autenticazione forte (smart card e firma digitale); occorre irrobustire l architettura fisica dei server di autenticazione e verificare l integrazione fra ldap in modalità open source ed active directory per unificare l accesso dei servizi web con quello legato alle postazioni di lavoro (tipicamente postazioni microsoft windows con domini su active directory); occorrerà implementare il single sign on per le funzioni applicative di interesse per l Ateneo, integrabili nel Portale. Spesa complessiva prevista: euro Struttura della spesa formazione 10% attività di supporto studio ed indagini: 20% spese per altri servizi 20% acquisizione e realizzazione software: 50% Spese varie Spesa complessiva prevista e classificata come varia: Struttura della spesa (espressa in euro e non in misura percentuale date le caratteristiche stesse della macrovoce di spesa per collaborazioni coordinate e continuative per borse di studio (per coinvolgimento studenti nella realizzazione dei servizi online) interventi a favore degli studenti (per promozione dei servizi online) 33

4 apparecchiature informatiche (per allestire spazi destinati a veicolare flussi informativi presso le strutture dell ateneo) impianti ed attrezzature (per allestire spazi per elearning) Note ed ulteriori osservazioni Una riduzione in misura inferiore al 30% rispetto al preventivo di spesa sulla parte non obbligatoria o libera porterebbe ad un rallentamento rispetto alle iniziative previste, ad un avvio in parte possibile nel secondo semestre del 2009 (risparmiando per esempio su eventuali contratti di hosting). Per riduzioni superiori al 30% di quanto pianificato è fortemente consigliato individuare il progetto a minore priorità perché in sostanza non sarà possibile realizzare nel 2009 un risultato finito, cioè chiaramente percepibile agli utenti. Necessario sottolineare il carattere di propedeuticità degli interventi necessari per un ulteriore rafforzamento in materia di affidabilità e flessibilità del sistema di identità digitale oltre che l intervento a supporto degli utenti per l accesso ai servizi on line dell ateneo (la situazione in essere comporta costi organizzativi e penalizza la qualità di alcuni servizi, la realizzazione di un call center strutturato su questo tema consentirebbe un notevole miglioramento del servizio ed una razionalizzazione circa l impiego di risorse interne all ateneo) Si evidenzia che a fronte di spese relative all avvio delle macroattività di cui sopra è facile prevedere un risparmio rispetto alle spese nelle diverse strutture organizzative dell ateneo o comunque un miglioramento della qualità servizi, soprattutto in termini di integrazione ed interoperabilità. La stime del risparmio indotto non è al momento comunque valutabile anche per la notevole disomogeneità delle realtà presenti nelle diverse unita organizzative. A fine 2008 verrà inviato un questionario ai referenti portale per valutare ( o stimare) impatto e risparmi o miglioramento qualità a seguito dell architettura federata di portale. Riepilogo spese La somma complessiva delle voci di spesa non obbligatorie o libere corrisponde a per elearning, documentale e workflow, identità federata per collaborazioni coordinate e continuative per borse di studio interventi a favore degli studenti apparecchiature informatiche (per allestire spazi impianti ed attrezzature (per allestire spazi per elearning) organizzazione e manifestazione convegni La somma complessiva delle voci di spesa obbligatorie corrisponde a per gestione ed adeguamento tecnologico e funzionale della piattaforma federata di portale Sistema Portale di Ateneo Ingegner Angelo Saccà 34

5 Doc. N : Torino 09/02/2009 Al Direttore amministrativo OGGETTO: Relazione sintetica inerente le spese obbligatorie preventivate per l anno 2009 sul CDR Sistema Portale di Ateneo per un importo pari a euro. Premessa: Sul CDR Sistema Portale di Ateneo, per l anno 2009, sono state preventivate spese per un importo complessivo pari a euro. Questa relazione riporta il dettaglio relativo alla quota di spesa di euro, intesa e classificata come spesa obbligatoria. La spesa classificata come NON obbligatoria o libera è documentata nella relazione che per completezza è riportata in allegato e che costituiva documento di accompagnamento alla presentazione del bilancio di previsione; è da precisare che la relazione sulla parte non obbligatoria riportava una previsione di spesa per progetti ( identità digitale, elearning e documentale ) che alla fine del processo di approvazione del bilancio di previsione è stata fortemente ridimensionata lasciando in disponibilità, sui progetti ipotizzati, un importo di circa euro. Occorre evidenziare che una quota di spesa inerente il Portale ( spese per hosting dell infrastruttura di portale presso CINECA) grava sul CDR Divisione Sistemi Informativi (spese inerenti infrastruttura hardware e software di Ateneo): euro per hosting Portale (www.unito.it) e Architettura Federata di Portale (90 siti web di unità organizzative dell Ateneo dipartimenti, biblioteche, facoltà, centri, scuole) + hosting 17 istanze della piattaforma di E-learning di Ateneo (1 istanza per ogni struttura che in Ateneo si occupa di didattica Facoltà, Scuole di dottorato, Corsi di laurea interfacoltà, Formazione del Personale) e hosting server streaming per riproduzione di contenuti audio-video associati alle attività didattiche di E-learning. Dettaglio relativo alla quota di spesa di euro, intesa e classificata come spesa obbligatoria Migrazione contenuti a nuovo Content Management System (CMS): Euro Il nuovo content management si rende necessario al fine di garantire uno strumento efficiente ed evoluto per la gestione di un portale federale di flussi informativi e servizi integrati ed al fine di adeguare l ambiente tecnologico al contesto organizzativo dell ateneo; la migrazione dei contenuti risulterà necessaria per evitare ai redattori il re-inserimento delle informazioni nel nuovo sistema (la migrazione sarà effettuata con procedure semiautomatiche data la scelta di non modificare l attuale organizzazione logica dei contenuti per la fase strettamente circoscritta alla migrazione) Con le suddette cifre s intende coprire sia i costi relativi alla migrazione del Portale Unito e di tutti i siti federati (circa 90 siti) sul nuovo sistema di Content Management System (previsto entro giugno 2009) Personalizzazioni di funzioni del CMS per i processi di pubblicazione di contenuti in contesto federato (funzioni automatiche e process management per la pubblicazione dei contenuti): Euro. In questa spesa sono previste giornate di sviluppo software per la personalizzazione di funzioni del CMS o integrazioni di moduli opportuni per la gestione del processo di pubblicazione di contenuti in logica federata fra i siti ed i servizi dell architettura euro. Formazione ai redattori per l uso del nuovo Content mamagement system: In questa previsione sono previsti i corsi di formazione per l uso del nuovo content management ai redattori (circa 150 persone). 35

6 Reingegnerizzazione e riorganizzazione dei contenuti e di percorsi di navigazione, anche in relazione ai risultati emersi dall analisi di usabilità: Euro. Saranno implementati interventi di ottimizzazione e reingegnerizzazione circa l organizzazione logica di contenuti e servizi del Portale, in base a quanto emerso dall analisi di Usabilità condotta nel corso del Sarà effettuato una analisi di usabilità inerente l organizzazione logica di contenuti definita nell architettura federata per i siti di dipartimento facoltà e biblioteche anche al fine di rendere omogenea l organizzazione dei contenuti in tutta l architettura di portale (unito.it e siti federati). Integrazione con Area Documentale Unito: Euro. È previsto lo sviluppo di connettori al fine di predisporre l integrazione del portale con ambienti documentali. E prevista l integrazione con uno shared repository (un spazio disponibile alle diverse strutture organizzative dell ateneo per la condivisione di documenti in cui la gestione delle autorizzazioni di accesso ai documenti è gestibile direttamente dagli utenti o affidata ai RIF). Interventi su MyUniTo: Anche in seguito ai risultati emersi dall analisi di Usabilità di cui sopra, si è prevista una ristrutturazione della myunito (la home profilata degli utenti registrati al portale: studenti, docenti, tecnici amministrativi, laureati, imprese, scuole secondarie, etc) per l integrazione di un menu dei servizi e per un riorganizzazione dei contenuti. Scopo dell intervento è inoltre quello di rendere la myunito del Portale personalizzabile ed integrata con i servizi applicativi oltre che con un ambiante di communication (utile per esempio ad integrare flussi informativi e messaggistica proveniente da sistemi automatici, ambienti applicativi ed uffici dell ateneo con messaggi per profili e personalizzati sul singolo utente). La myunito sarà inoltre integrata con documenti anche di natura multimediale (ampia estensione dei documenti gestibili direttamente dal cms del portale). Sono previsti lavori per l erogazione multicanale dei contenuti. Integrazione in SSO ( Single sign-on ) di servizi: Euro. Il SSO permetterà ad ogni utente un unico accesso a tutti i servizi on line dal Portale di Ateneo con un unica autenticazione (unico punto di inserimento delle credenziali di accesso/login), senza dover reinserire utenza e password durante le diverse operazioni. Questa previsione fa riferimento alle spese necessarie per il porting in SSO di servizi on line già in esercizio e di ampio interesse e impatto per gli utenti. Attivazione di altri siti di Unità Organizzative (U.O.): Euro. Si preventiva il consolidamento e l evoluzione dell architettura federata di Portale comprendente siti web delle diverse unita organizzative dell ateneo (dipartimenti, facoltà, biblioteche, centri, scuole di dottorato, scuole universitarie, corsi di studi, master). Lavori per English UniTo: Euro. In ambito di internazionalizzazione, si prevede il rafforzamento della versione inglese di unito.it e il lancio siti federati in lingua inglese. L offerta formativa (italiano e inglese) sarà pubblicata in anteprima sulla intranet di Ateneo e poi sul Portale. Stili e grafica: Euro. Si intende lavorare per un ampliamento del catalogo degli stili disponibili per i siti in architettura federata e per un miglioramento della grafica degli stessi. Integrazione di Servizi di social-networking e strumenti di collaboration anche esterni al Portale: Euro. Previsti sviluppi di portlet, connettori o tecnologie affini per l integrazione di strumenti di collaboration (per es. google apps) e di social networking con il Portale di Ateneo e con i servizi già integrati nel Portale. 36

7 Riorganizzazione INTRANET, dismissione attuale piattaforma ed integrazione contenuti sulla piattaforma federale del portale; integrazione di servizi vari: euro L attuale intranet è gestita dalla redazione web tramite html ed editor inadeguati alle esigenze, la intranet è una bolla informativa gestita come un sito del tutto indipendente dal sistema federale di portale; si rende necessario integrare i contenuti con il portale di ateneo attraverso una gestione comunque adeguata dei privilegi di autorizzazione di accesso ai contenuti sulla base dello specifico profilo utente. Gare per servizi di cui approvvigionarsi per supporto alla redazione del portale: L attivazione di nuove sezioni con contenuti da organizzare ed alimentare rende necessario un supporto esterno alla redazione web del Portale (per professionalità, per volumi e per la dinamica con la quale si ritiene possa rendersi necessaria l erogazione del servizio). Gare per servizi di cui approvvigionarsi per supporto agli utenti dell architettura federata di portale: L attivazione di nuovi servizi nell architettura federata di portale, il cambio di CMS e l integrazione con servizi di communication, l audit di contenuti rende necessario un supporto esterno alla struttura di sistema portale denominata supporto ai processi di integrazione ( per professionalità, per volumi e per la dinamica con la quale si ritiene possa rendersi necessaria l erogazione del servizio). Per completezza si riporta una tabella sintetica con le voci di spesa descritte in questo documento Migrazione contenuti a nuovo Content Management System (CMS) Personalizzazioni di funzioni del CMS per i processi di pubblicazione di contenuti in contesto federato (funzioni automatiche e process management per la pubblicazione dei contenuti) Formazione ai redattori per l uso del nuovo Content mamagement system Reingegnerizzazione e riorganizzazione dei contenuti e di percorsi di navigazione, anche in relazione ai risultati emersi dall analisi di usabilità Integrazione con Area Documentale Unito Interventi su MyUniTo, integrazione menu di servizi, sistema di communication Integrazione in SSO ( Single sign-on ) di servizi Attivazione di altri siti di Unità Organizzative (U.O.) Lavori su English UniTo Stili e grafica per i siti federati Integrazione di Servizi di social-networking e strumenti di collaboration anche esterni al Portale Riorganizzazione INTRANET, dismissione attuale piattaforma ed integrazione contenuti sulla piattaforma federale del portale; integrazione di servizi vari oggi in intranet Gare per servizi di cui approvvigionarsi per supporto alla redazione del portale: Gare per servizi di cui approvvigionarsi per supporto agli utenti dell architettura federata di portale: totale In appendice al documento alcuni indicatori utili a chiarire il contesto nel quale queste spese vanno inserite: numero medio di visite della homepage del Portale: 40 mila (con un picco di 55 mila 37

8 durante le immatricolazioni in settembre 2008) numero medio di accessi autenticati al Portale: 16 mila (con un picco di 20 mila durante il periodo di inserimento del piano carriera) numero di unità organizzative nell architettura federata di Portale (content management portale o istanza su campus net): 9 Facoltà, 45 dipartimenti, 33 biblioteche, 11 centri, 3 Scuole Universitarie, 16 Scuole di dottorato, oltre 60 corsi di laurea; 17 istanze di E-learning operative (di cui 10 Facoltà già attive, istanza per la Formazione, istanza per una scuola universitaria) Oltre 360 RIF (referenti per le informazioni e i servizi nell architettura federata di Portale) nel 2008 hanno collaborato con il Sistema Portale per attività di interesse delle strutture organizzative di Ateneo adoperando soluzioni e servizi dell Ateneo rese disponibili attraverso il Sistema Portale (sito web di unità organizzativa, istanza di e-learning di ateneo, soluzioni di supporto alla didattica, gruppi di lavoro) Sistema Portale di Ateneo pubblica nella INTRANET di Ateneo, nella sezione infoportale, tutte le informazioni inerenti attività, risultati e documenti del Piano Operativo Portale che rappresenta il processo partecipato e condiviso che indirizza lo sviluppo di progetti e servizi inerenti il portale. Sistema Portale di Ateneo Il Direttore (Ing. Angelo Saccà) 38

Workshop Portale e Sistemi Informativi Edizione 2015 Sala Rossa e Sala Principi D Acaja, Palazzo del Rettorato 26 e 27 febbraio

Workshop Portale e Sistemi Informativi Edizione 2015 Sala Rossa e Sala Principi D Acaja, Palazzo del Rettorato 26 e 27 febbraio Workshop Portale e Sistemi Informativi Edizione 2015 Sala Rossa e Sala Principi D Acaja, Palazzo del Rettorato 26 e 27 febbraio Piattaforma CampusNet Cosa consente di fare? CampusNet: è un sistema applicativo

Dettagli

Il Portale dei servizi integrati

Il Portale dei servizi integrati Il Portale dei servizi integrati Unito.it: visione strategica del Portale in Ateneo ed esperienza fatta con Cineca 25 ottobre 2012 La nuova soluzione Cineca integrata nella suite U-GOV 1 unito.it: il Portale

Dettagli

2) Entro Novembre. 6) Entro Marzo 2004

2) Entro Novembre. 6) Entro Marzo 2004 Documento di programmazione del progetto denominato: Realizzazione della seconda fase di sviluppo di intranet: Dall Intranet istituzionale all Intranet per la gestione e condivisione delle conoscenze.

Dettagli

1.2.1 - REALIZZAZIONE LAN

1.2.1 - REALIZZAZIONE LAN 1 - CODICE PROGETTO 1.2.1 - REALIZZAZIONE LAN 2 - TIPOLOGIA DI INTERVENTO/AREA FUNZIONALE DEL PPL Il progetto è riconducibile a quella che il Piano Provinciale del Lavoro definisce quale Area 1: organizzazione

Dettagli

InfoSapienza dal 2008 a

InfoSapienza dal 2008 a InfoSapienza dal 2008 a Roma, 6 Maggio 2014 Tiziana Catarci Un ICT migliore per un Università migliore L ICT è lo strumento chiave per realizzare un università migliore, orientata agli utenti, che contribuisca

Dettagli

Gli strumenti attivati: il portale web ReteVIA

Gli strumenti attivati: il portale web ReteVIA Formazione ed accompagnamento a supporto del processo di conferimento di funzioni in materia di VIA alle Province avviato con la l.r. 5/2010 Milano, 5 dicembre 2012 SEMINARIO LA VIA A PIU' VOCI. A CHE

Dettagli

MANUALE DI UTILIZZO: INTRANET PROVINCIA DI POTENZA

MANUALE DI UTILIZZO: INTRANET PROVINCIA DI POTENZA MANUALE DI UTILIZZO: INTRANET PROVINCIA DI POTENZA Fornitore: Publisys Prodotto: Intranet Provincia di Potenza http://www.provincia.potenza.it/intranet Indice 1. Introduzione... 3 2. I servizi dell Intranet...

Dettagli

Lo strumento: dalla filosofia di Moodle, ai suoi aspetti tecnico/pratici Bologna, 27 marzo 2014

Lo strumento: dalla filosofia di Moodle, ai suoi aspetti tecnico/pratici Bologna, 27 marzo 2014 Lo strumento: dalla filosofia di Moodle, ai suoi aspetti tecnico/pratici Bologna, 27 marzo 2014 Le piattaforme Il concetto di ambiente di apprendimento riconduce storicamente a termini quali formazione

Dettagli

OBIETTIVI DI ACCESSIBILITÀ PER L ANNO 2014

OBIETTIVI DI ACCESSIBILITÀ PER L ANNO 2014 Alma Mater Studiorum Università di Bologna OBIETTIVI DI ACCESSIBILITÀ PER L ANNO 2014 Redatto ai sensi dell articolo 9, comma 7 del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179. Versione 1.1 - Redatta il 20/5/2014

Dettagli

L obiettivo che si pone è di operare nei molteplici campi dell informatica aziendale, ponendosi come partner di riferimento per l utenza aziendale.

L obiettivo che si pone è di operare nei molteplici campi dell informatica aziendale, ponendosi come partner di riferimento per l utenza aziendale. E una realtà nelle tecnologie informatiche dal 1990. Dalla nascita del nucleo iniziale, con le attività di assistenza tecnica e di formazione, alla realtà attuale, di specialisti a tutto campo nei servizi

Dettagli

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn Presentazione Piattaforma ilearn 1 Sommario 1. Introduzione alla Piattaforma Hiteco ilearn...3 1.1. Che cos è...3 1.2. A chi è rivolta...4 1.3. Vantaggi nell utilizzo...4 2. Caratteristiche della Piattaforma

Dettagli

Oggetto: adozione Aggiornamento Piano della Performance dell Università degli Studi di Bergamo 2015-2017

Oggetto: adozione Aggiornamento Piano della Performance dell Università degli Studi di Bergamo 2015-2017 Rep. n. 80/ prot. n. 72088/VII/13 del 27// GG/rf Oggetto: adozione Aggiornamento Piano della Performance dell Università degli Studi di Bergamo -2017 IL RETTORE VISTO il Decreto rettorale Rep. n. 198/

Dettagli

Sommario. ELSE D 6.2 Pagina 2 di 10

Sommario. ELSE D 6.2 Pagina 2 di 10 Sommario 1 Aggiornamento del sito web... 3 2... 4 3 Piano di trasferimento... 5 3.1 Social Network... 5 3.2 Siti accademici... 7 3.3 Formazione professionale in ambito medico sanitario... 7 3.4 Comunità

Dettagli

Il Portale è ADEMPIMENTO ALLA NORMATIVA. www.cineca.it

Il Portale è ADEMPIMENTO ALLA NORMATIVA. www.cineca.it Il Portale è ADEMPIMENTO ALLA NORMATIVA Conformità alla normativa Normativa D.Lgs.7 marzo 2005, n.82 c.d. Codice dell Amministrazione Digitale e successive modifiche e integrazioni Legge 9 gennaio 2004

Dettagli

Obiettivi di accessibilità per l Ateneo di Genova

Obiettivi di accessibilità per l Ateneo di Genova Obiettivi di accessibilità per l Ateneo di Genova anno 2015 Versione 1 Redatta il 27/03/2015 Redatto ai sensi dell articolo 9, comma 7 del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179. Centro servizi informatici

Dettagli

Plone all Università di Ferrara - Case Study

Plone all Università di Ferrara - Case Study Plone all Università di Ferrara - Case Study Francesco Margutti, Cesare Stefanelli, Luca Tebaldi Università di Ferrara, Italia {francesco.margutti, cesare.stefanelli, luca.tebaldi}@unife.it 1. L Università

Dettagli

Il sito istituzionale tra tecnologia e innovazione

Il sito istituzionale tra tecnologia e innovazione Il sito istituzionale tra tecnologia e innovazione Forum PA 2010 Roma, 17 maggio 2010 Roma, 17 maggio 2010 Stato dell arte Roma, 17 maggio 2010 2 Il processo di rinnovamento del sito web Inps procede per

Dettagli

Servizi On-Line Docenti https://webstudenti.unica.it

Servizi On-Line Docenti https://webstudenti.unica.it Servizi On-Line Docenti https://webstudenti.unica.it Direzione per le Reti e i Servizi Informatici UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI L Università di Cagliari in cifre 1300 personale docente 1200 personale

Dettagli

Titolo Perché scegliere Alfresco. Titolo1 ECM Alfresco

Titolo Perché scegliere Alfresco. Titolo1 ECM Alfresco Titolo Perché scegliere Alfresco Titolo1 ECM Alfresco 1 «1» Agenda Presentazione ECM Alfresco; Gli Strumenti di Alfresco; Le funzionalità messe a disposizione; Le caratteristiche Tecniche. 2 «2» ECM Alfresco

Dettagli

Progetto TIC (trasparenza- informatica-comunicazione)

Progetto TIC (trasparenza- informatica-comunicazione) Progetto TIC (trasparenza- informatica-comunicazione) Il quadro normativo di seguito riportato evidenzia il ruolo che la Provincia avrà quale ente con funzioni di area vasta che potrà essere di supporto

Dettagli

La norma ISO27001 non prevede esplicitamente la redazione di un PIANO della SICUREZZA. Sono richiesti dalla norma i seguenti documenti:

La norma ISO27001 non prevede esplicitamente la redazione di un PIANO della SICUREZZA. Sono richiesti dalla norma i seguenti documenti: QUESITO 1: In relazione alla gara in oggetto si sottopone il seguente quesito: Rif. Disciplinare, Pag 14: punto 9 Piano per la sicurezza delle informazioni redatto in conformità alla norma UNI EN ISO27001:2005,

Dettagli

L azione organizzativa come leva per raggiungere gli obiettivi della digitalizzazione della PA. Bologna, 01 luglio 2014

L azione organizzativa come leva per raggiungere gli obiettivi della digitalizzazione della PA. Bologna, 01 luglio 2014 L azione organizzativa come leva per raggiungere gli obiettivi della digitalizzazione della PA Il Percorso intrapreso dalla Regione Emilia-Romagna Grazia Cesari Evento organizzato in collaborazione con

Dettagli

IMPLEMENTAZIONE PORTALE WEB DINAMICO CON CMS

IMPLEMENTAZIONE PORTALE WEB DINAMICO CON CMS IMPLEMENTAZIONE PORTALE WEB DINAMICO CON CMS TORINO, 29 gennaio 2013 Torino, 29 gennaio 2013 IRES-Istituto di Ricerche Economico-Sociali del Piemonte Santino Piazza Via Nizza 18-10125, Torino Office: +

Dettagli

Conservazione Sostitutiva. Verso l amministrazione digitale, in tutta sicurezza.

Conservazione Sostitutiva. Verso l amministrazione digitale, in tutta sicurezza. Conservazione Sostitutiva Verso l amministrazione digitale, in tutta sicurezza. Paperless office Recenti ricerche hanno stimato che ogni euro investito nella migrazione di sistemi tradizionali verso tecnologie

Dettagli

OGGETTO DELLA FORNITURA...4

OGGETTO DELLA FORNITURA...4 Gara d appalto per la fornitura di licenze software e servizi per la realizzazione del progetto di Identity and Access Management in Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. CAPITOLATO TECNICO Indice 1 GENERALITÀ...3

Dettagli

ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN

ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN PORTALE WEB NELL AMBITO DELLA MISURA 2.6. DEL POI ENERGIA FESR 2007 2013

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO. IV Facoltà di Ingegneria. Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale Indirizzo Industrial Management

POLITECNICO DI TORINO. IV Facoltà di Ingegneria. Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale Indirizzo Industrial Management POLITECNICO DI TORINO IV Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale Indirizzo Industrial Management Tesi di Laurea Magistrale Pianificazione, progettazione, sviluppo e

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA DIREZIONE AMMINISTRATIVA Servizio programmazione e sviluppo progetti SCHEDA PROGETTI INNOVATIVI 1. Titolo del progetto Autenticazione e Single Sign On 2. Breve descrizione

Dettagli

Titolo progetto: ConsoliData. Ambito di intervento: ICT e dispositivi sensoriali. Struttura di riferimento : Coordinatore di progetto: INFN

Titolo progetto: ConsoliData. Ambito di intervento: ICT e dispositivi sensoriali. Struttura di riferimento : Coordinatore di progetto: INFN Titolo progetto: ConsoliData Ambito di intervento: ICT e dispositivi sensoriali Struttura di riferimento : Coordinatore di progetto: INFN Altri EPR coinvolti: - Altri organismi e soggetti coinvolti: Descrizione

Dettagli

Sviluppo Web Portal. martedì 4 agosto 2009. Preventivo. Preventivo per la creazione del software di CMS

Sviluppo Web Portal. martedì 4 agosto 2009. Preventivo. Preventivo per la creazione del software di CMS martedì 4 agosto 2009 E-SPRING s.n.c P.IVA/C.F. 03053660548 Via Val di Rocco, 50 06134 - Ponte Felcino (PG) Tel. +39 075 7829358 E-mail: info@e-springconsulting.com Sviluppo Web Portal per la creazione

Dettagli

Prot. n.8930 A 22 a Torino, 4 novembre 2014 IL DIRETTORE GENERALE

Prot. n.8930 A 22 a Torino, 4 novembre 2014 IL DIRETTORE GENERALE Prot. n.8930 A 22 a Torino, 4 novembre 2014 IL DIRETTORE GENERALE VISTA VISTA la nota prot. n. 6246 del 1 dicembre 2011 della Direzione Generale per gli Studi, la Statistica e i Sistemi Informativi relativa

Dettagli

Oggetto: riepilogo circolare

Oggetto: riepilogo circolare Oggetto: riepilogo circolare Direzione Generale per interventi in materia di edilizia scolastica, per la gestione dei fondi strutturali per l istruzione e per l innovazione digitale. Avviso pubblico rivolto

Dettagli

Albumdi.it. software di catalogazione partecipata di archivi fotografici interamente web-based. standard ICCD scheda F

Albumdi.it. software di catalogazione partecipata di archivi fotografici interamente web-based. standard ICCD scheda F Albumdi.it software di catalogazione partecipata di archivi fotografici interamente web-based standard ICCD scheda F Copyright by CG Soluzioni Informatiche - www.albumdi.it MOD-ST: 004 - Pag.1 Caratteristiche

Dettagli

Il nuovo portale della Sapienza Integrare comunicazione e servizi. Tiziana Catarci

Il nuovo portale della Sapienza Integrare comunicazione e servizi. Tiziana Catarci Integrare comunicazione e servizi Tiziana Catarci Fase 1: Portale della Comunicazione: reingegnerizzazione portale su CMS Drupal Fase 2: Siti delle strutture: coordinamento tra sito centrale e siti delle

Dettagli

Attualmente ne sono previsti cinque: perché narrare, come narrare, cosa narrare, l autobiografia e la parodia narrativa.

Attualmente ne sono previsti cinque: perché narrare, come narrare, cosa narrare, l autobiografia e la parodia narrativa. Analisi fattibilità economica. Questa fase prevede di tradurre i bisogni formativi rappresentati nel precedente documento di analisi, in uno studio di fattibilità tecnico economico. Questo studio di fattibilità

Dettagli

PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI 2014-2017

PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI 2014-2017 PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI 2014-2017 n. elaborato: 7 CRITICITA' NEI SERVIZI AL CONSUMATORE file: data: agg.: marzo 2014 Acea Ato 2 S.p.A. PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI 7 Criticità nei servizi al consumatore

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Content Development e Open Source Pierluigi Boda Università La Sapienza di Roma

Content Development e Open Source Pierluigi Boda Università La Sapienza di Roma Content Development e Open Source Università La Sapienza di Roma Contenuti: Cos è il content management Aspetti critici nello sviluppo dei CMS Opzioni tecnologiche per il CM Peculiarità dell opzione open

Dettagli

Progetto Campus Virtuale (CUP e62e09000030002) Acquisizione di servizi. Porting e sviluppo di nuove funzioni DBMS del sistema di Workflow Management

Progetto Campus Virtuale (CUP e62e09000030002) Acquisizione di servizi. Porting e sviluppo di nuove funzioni DBMS del sistema di Workflow Management Progetto Campus Virtuale (CUP e62e09000030002) Acquisizione di servizi Porting e sviluppo di nuove funzioni DBMS del sistema di Workflow Management Allegato tecnico 1 Premessa Il DBMS attualmente in uso

Dettagli

MANUALE MOODLE STUDENTI. Accesso al Materiale Didattico

MANUALE MOODLE STUDENTI. Accesso al Materiale Didattico MANUALE MOODLE STUDENTI Accesso al Materiale Didattico 1 INDICE 1. INTRODUZIONE ALLA PIATTAFORMA MOODLE... 3 1.1. Corso Moodle... 4 2. ACCESSO ALLA PIATTAFORMA... 7 2.1. Accesso diretto alla piattaforma...

Dettagli

Gestione Documentale avanzata del Gruppo Cattolica Assicurazioni

Gestione Documentale avanzata del Gruppo Cattolica Assicurazioni Gestione Documentale avanzata del Gruppo Cattolica Assicurazioni Mattia Mattuzzi Analista Infrastrutture, Servizi & Architetture Tecnologiche Gruppo Cattolica Assicurazioni Il Gruppo Cattolica Assicurazioni,

Dettagli

1 OBIETTIVI E DESCRIZIONE DEL SERVIZIO

1 OBIETTIVI E DESCRIZIONE DEL SERVIZIO SISTEMA UNICO PATRIMONIO ENTI REGIONE Riferimento Scheda Gestione: 14047 Sigla: SUPER Codice Servizio: SCH-047_01 Direzione regionale / Ente: DC Organizzazione, Personale e Sistema Informativo Riferimenti

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

Docebo: la tua piattaforma E-Learning Google Ready.

Docebo: la tua piattaforma E-Learning Google Ready. Docebo: la tua piattaforma E-Learning Google Ready. Potenzia la tua suite Google Apps con Piattaforma FAD e Tutorial gratuiti Docebo! Docebo aiuta le aziende nella transizione da altre suite d ufficio

Dettagli

Avviso Pubblico per sviluppo Portale Internet di Prima

Avviso Pubblico per sviluppo Portale Internet di Prima Avviso Pubblico per sviluppo Portale Internet di Prima Accoglienza Varsavia 29/02/2016 Prot. N. 31/2016/out Avviso Pubblico per sviluppo Portale Internet di Prima Accoglienza 1. Premessa Il Comites Polonia

Dettagli

SOMMARIO. www.trustonline.org. 1. Introduzione 3. 2. Caratteristiche generali della piattaforma 3. 2.1. Amministrazione degli utenti 5

SOMMARIO. www.trustonline.org. 1. Introduzione 3. 2. Caratteristiche generali della piattaforma 3. 2.1. Amministrazione degli utenti 5 www.trustonline.org SOMMARIO 1. Introduzione 3 2. Caratteristiche generali della piattaforma 3 2.1. Amministrazione degli utenti 5 2.2. Caricamento dei corsi 5 2.3. Publishing 6 2.4. Navigazione del corso

Dettagli

Punto 4.d all ordine del giorno del IV Comitato di Sorveglianza

Punto 4.d all ordine del giorno del IV Comitato di Sorveglianza UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA Informativa SIURP - Sistema Informativo Unitario Regionale per la Programmazione e Attuazione degli Investimenti Pubblici Punto 4.d all ordine del giorno

Dettagli

Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione

Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione Software da rilasciare con licenza GPL. Componente tecnologica: Drupal Premessa Obiettivi e Linee-Guida Mettere a disposizione

Dettagli

SISTEMA E-LEARNING INeOUT

SISTEMA E-LEARNING INeOUT SISTEMA E-LEARNING INeOUT AMBIENTE OPERATIVO 1 Premesse metodologiche La complessità di un sistema informatico dipende dall aumento esponenziale degli stati possibili della sua architettura. Se è vero

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ETICA E LEGALITÀ

PROGETTO FORMATIVO ETICA E LEGALITÀ PROGETTO FORMATIVO ETICA E LEGALITÀ PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E CODICE DI COMPORTAMENTO EROGAZIONE IN MODALITA E-LEARNING DASEIN S.r.l. Sede Operativa di Torino: Lungo Dora Colletta 81-10153 Torino

Dettagli

ESSE3 ESSE3 GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL PIANO DI STUDI ON-LINE. Autori: Distribuito a: Modifiche rispetto alle revisioni precedenti:

ESSE3 ESSE3 GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL PIANO DI STUDI ON-LINE. Autori: Distribuito a: Modifiche rispetto alle revisioni precedenti: ESSE3 Autori: Distribuito a: Modifiche rispetto alle revisioni precedenti: Gruppo di progetto Esse3 Studenti Ateneo Rev. 1.0 del 17 nov 2014 Codice Documento: S3_PdSOnLine Pagina 1 di 20 Sommario ESSE3...

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE.

CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE. CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE. Articolo 1 Oggetto dell appalto 1. L appalto ha per oggetto la progettazione,

Dettagli

Il Gruppo Arvedi sceglie tecnologie Microsoft per la virtualizzazione dei sistemi server

Il Gruppo Arvedi sceglie tecnologie Microsoft per la virtualizzazione dei sistemi server Caso di successo Microsoft Virtualizzazione Gruppo Arvedi Il Gruppo Arvedi sceglie tecnologie Microsoft per la virtualizzazione dei sistemi server Informazioni generali Settore Education Il Cliente Le

Dettagli

Applicazione: Comuni in Rete della Provincia di Asti

Applicazione: Comuni in Rete della Provincia di Asti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Programmazione/Controllo Applicazione: Comuni in Rete della Provincia di Asti Amministrazione: Provincia di Asti Referente/i di progetto Nome e cognome:

Dettagli

STATO AVANZAMENTO LAVORI

STATO AVANZAMENTO LAVORI ACCORDO DI COLLABORAZIONE INTERISTITUZIONALE (ACI) aggregazione di comuni denominata GRANDE MANTOVA ACCORDO DI COLLABORAZIONE INTERISTITUZIONALE (ACI) AGGREGAZIONE DI COMUNI CITTA DI CURTATONE PORTO MANTOVANO

Dettagli

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration COSA FACCIAMO SEMPLIFICHIAMO I PROCESSI DEL TUO BUSINESS CON SOLUZIONI SU MISURA EXTRA supporta lo sviluppo

Dettagli

Fondo Sociale Europeo: Asse E una linea di finanziamento per le Pari Opportunità nel mondo del lavoro

Fondo Sociale Europeo: Asse E una linea di finanziamento per le Pari Opportunità nel mondo del lavoro Fondo Sociale Europeo: Asse E una linea di finanziamento per le Pari Opportunità nel mondo del lavoro Linea 3 - possibilità alle aziende che vogliano sperimentare formule di conciliazione dei tempi La

Dettagli

COMUNE DI VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano. PIANO DI INFORMATIZZAZIONE (ai sensi dell art. 24, comma 3 bis, del D.L. n.

COMUNE DI VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano. PIANO DI INFORMATIZZAZIONE (ai sensi dell art. 24, comma 3 bis, del D.L. n. COMUNE DI VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano PIANO DI INFORMATIZZAZIONE (ai sensi dell art. 24, comma 3 bis, del D.L. n. 90/2014) Approvato con Deliberazione della Giunta Comunale n. 08 del 17.02.2015

Dettagli

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITÀ NELLO STUDIO LEGALE OBIETTIVI Master Breve di formazione personalizzata Il Master

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA CONDUZIONE

Dettagli

Indice. 01. Presentazione generale. 02. Team. 03. Presenza in rete 1. Siti Web dinamici 2. Web writing e SEO copywriting 3. Business Community

Indice. 01. Presentazione generale. 02. Team. 03. Presenza in rete 1. Siti Web dinamici 2. Web writing e SEO copywriting 3. Business Community Indice 01. Presentazione generale 02. Team 03. Presenza in rete 1. Siti Web dinamici 2. Web writing e SEO copywriting 3. Business Community 04. E-learning 1. Learning Object 2. Piattaforme LMS 3. Business

Dettagli

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni COMUNE DI SANTA GIUSTINA IN COLLE (PD) * * * Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni 1 CONTESTO La realizzazione del Piano di informatizzazione

Dettagli

Stato dell arte. Il Piano operativo del Programma SIRSE (DGR 29 giugno 2009 n. 24-11672) ha individuato tre priorità:

Stato dell arte. Il Piano operativo del Programma SIRSE (DGR 29 giugno 2009 n. 24-11672) ha individuato tre priorità: Sanità digitale Il completamento dell informatizzazione dell area clinico-sanitaria, la dematerializzazione della documentazione clinica e l accessibilità alle informazioni ed ai servizi da qualsiasi punto

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l istruzione Direzione generale per l istruzione e formazione tecnica superiore e per i rapporti con i sistemi formativi delle

Dettagli

Il Programma di razionalizzazione della spesa per beni e servizi della P.A.

Il Programma di razionalizzazione della spesa per beni e servizi della P.A. Il Programma di razionalizzazione della spesa per beni e servizi della P.A. Seminario sulle Convenzioni CONSIP in ambito ICT 28 Novembre 2003 Palazzo del Consiglio Regionale Sala Sinni Agenda 1. Apertura

Dettagli

MANUALE PER I DOCENTI: GESTIONE APPELLI E VERBALIZZAZIONE ESAMI ONLINE ESAMI SCRITTI

MANUALE PER I DOCENTI: GESTIONE APPELLI E VERBALIZZAZIONE ESAMI ONLINE ESAMI SCRITTI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO MANUALE PER I DOCENTI: GESTIONE APPELLI E VERBALIZZAZIONE ESAMI ONLINE ESAMI SCRITTI 1 SOMMARIO ACCESSO ALLA MYUNITO DOCENTE...3 GESTIONE LISTA ISCRITTI...4 INSERIMENTO

Dettagli

Fattura elettronica e conservazione

Fattura elettronica e conservazione Fattura elettronica e conservazione Maria Pia Giovannini Responsabile Area Regole, standard e guide tecniche Agenzia per l Italia Digitale Torino, 22 novembre 2013 1 Il contesto di riferimento Agenda digitale

Dettagli

Unipi EPrints, l'archivio istituzionale dell'università di Pisa

Unipi EPrints, l'archivio istituzionale dell'università di Pisa DOPO BERLIN 3: POLITICHE DI ACCESSO APERTO ALLA LETTERATURA DI RICERCA Pisa, Aula magna della facoltà di Scienze politiche Giovedì 16 febbraio 2006, h. 15.00 Unipi EPrints, Barbara Pistoia bpistoia@dcci.unipi.it

Dettagli

CARTA SERVIZI (art. 32, c. 1 del D. Lgs. 33/2013) CEA

CARTA SERVIZI (art. 32, c. 1 del D. Lgs. 33/2013) CEA CARTA SERVIZI (art. 32, c. 1 del D. Lgs. 33/2013) CEA Centro per i sistemi di Elaborazione e le Sommario Premessa... 3 Il Centro per i sistemi di Elaborazione... 3 e le CEA... 3 1. Obiettivi e finalità...

Dettagli

Gestione WEB Viaggi e Turismo

Gestione WEB Viaggi e Turismo Pag. 1 di 11 Gestione WEB Viaggi e Turismo Pag. 2 di 11 SOMMARIO 1. INTRODUZIONE...3 2. CARATTERISTICHE E VANTAGGI DI IN.TOUR...4 3. FUNZIONALITA E STRUTTURA SOFTWARE E HARDWARE...6 4. STRUTTURA E CONTENUTI

Dettagli

Prodotti. Introduzione. CMS: Content Management System: che cos'è, a cosa serve?

Prodotti. Introduzione. CMS: Content Management System: che cos'è, a cosa serve? Introduzione CMS: Content Management System: che cos'è, a cosa serve? Per riassumerne in poche righe la funzione dei CMS è sufficiente rifarsi alla traduzione letterale della definizione inglese: gestione

Dettagli

Giardinerie Digitali Evoco di Coppola Nicola. Web Marketing Bologna - Consulenza Progetti Comunicazione Online

Giardinerie Digitali Evoco di Coppola Nicola. Web Marketing Bologna - Consulenza Progetti Comunicazione Online Presentazione di Karmaleon CMS- Software per siti Web Cosa è Karmaleon è un software che permette la gestione automatizzata di siti e Portali Internet, multilingua e ottimizzato per Motori di Ricerca,

Dettagli

Chi è Adiuto. Cultura e tecnologia nella gestione documentale

Chi è Adiuto. Cultura e tecnologia nella gestione documentale Cultura e tecnologia nella gestione documentale Chi è Adiuto Attiva dal 2001, Adiuto affronta e risolve le problematiche di gestione elettronica documentale. Grazie alla sua innovativa suite documentale

Dettagli

Regolamento GESTIONE E AGGIORNAMENTO SITO WEB ISTITUZIONALE

Regolamento GESTIONE E AGGIORNAMENTO SITO WEB ISTITUZIONALE Regolamento GESTIONE E AGGIORNAMENTO SITO WEB ISTITUZIONALE Approvato con delibera di G.C. n. 10 del 31-12-2011 Indice Articolo 1 Istituzione sito internet comunale 2 Oggetto del regolamento comunale 3

Dettagli

intranet solutions www.goinfoteam.it THE INTEGRATION OF INFORMATION, DESIGN AND TECHNOLOGY

intranet solutions www.goinfoteam.it THE INTEGRATION OF INFORMATION, DESIGN AND TECHNOLOGY solutions THE INTEGRATION OF INFORMATION, DESIGN AND TECHNOLOGY www.goinfoteam.it Lo scopo del progetto è quello di dotare l azienda di una piattaforma di collaborazione che sia flessibile e personalizzabile.

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

MANUALE UTENTE. P.I.S.A. Progetto Informatico Sindaci Asl

MANUALE UTENTE. P.I.S.A. Progetto Informatico Sindaci Asl MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO Ispettorato Generale di Finanza MANUALE UTENTE P.I.S.A. Progetto Informatico Sindaci Asl Versione 1.0 INDICE

Dettagli

PAS, Percorso Abilitante Speciale a.a. 2014/2015

PAS, Percorso Abilitante Speciale a.a. 2014/2015 PAS, Percorso Abilitante Speciale a.a. 2014/2015 Laboratorio di Tecnologie Didattiche (3 cfu - 3 lezioni d aula, 18 ore + 18 ore online) Prof.ssa Maria Grazia Ottaviani pas.ottaviani.univr@gmail.com Syllabus

Dettagli

ESAME SCRITTO NON VERBALIZZANTE + ORALE VERBALIZZANTE

ESAME SCRITTO NON VERBALIZZANTE + ORALE VERBALIZZANTE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO MANUALE PER I DOCENTI: GESTIONE APPELLI E VERBALIZZAZIONE ESAMI ONLINE ESAME SCRITTO NON VERBALIZZANTE + ORALE VERBALIZZANTE SOMMARIO ACCESSO ALLA MYUNITO DOCENTE.... p.

Dettagli

La valutazione economico-tecnica del software contabile

La valutazione economico-tecnica del software contabile La valutazione economico-tecnica del software contabile fino a qualche tempo fa... hardware assorbe la maggiore quota dell investimento software predisposto internamente obiettivi nella valutazione degli

Dettagli

REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CENTRO DI SERVIZIO PER L INFORMATICA, L E- LEARNING E LA MULTIMEDIALITÀ D.R. n. 843 del 6.6.2007

REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CENTRO DI SERVIZIO PER L INFORMATICA, L E- LEARNING E LA MULTIMEDIALITÀ D.R. n. 843 del 6.6.2007 REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CENTRO DI SERVIZIO PER L INFORMATICA, L E- LEARNING E LA MULTIMEDIALITÀ D.R. n. 843 del 6.6.2007 Sezione I Disposizioni generali Articolo 1 Istituzione 1. Al fine di razionalizzare

Dettagli

Manuale di gestione dell istituto Pagina 1 di 5 MP 5 SOSTEGNO MQ V. 2.0

Manuale di gestione dell istituto Pagina 1 di 5 MP 5 SOSTEGNO MQ V. 2.0 Manuale di gestione dell istituto Pagina 1 di 5 5 SOSTEGNO 5.0 DESCRIZIONE Il buon funzionamento dell istituto esige la gestione di tutta una serie di attività che, pur non creando direttamente valore

Dettagli

Addition, tutto in un unica soluzione

Addition, tutto in un unica soluzione Addition, tutto in un unica soluzione Addition è un applicativo Web progettato e costruito per adattarsi alle esigenze delle imprese. Non prevede un organizzazione in moduli, mette a disposizione delle

Dettagli

www.smartplus.it www.progettorchestra.com Per informazioni: info@smartplus.it info@progettorchestra.it Tel +39 0362 1857430 Fax+39 0362 1851534

www.smartplus.it www.progettorchestra.com Per informazioni: info@smartplus.it info@progettorchestra.it Tel +39 0362 1857430 Fax+39 0362 1851534 www.smartplus.it www.progettorchestra.com Per informazioni: info@smartplus.it info@progettorchestra.it Tel +39 0362 1857430 Fax+39 0362 1851534 Varedo (MI) - ITALIA applicazioni WEB Gestore di Portali

Dettagli

COMUNE DI ARGENTA. La scelta dell open source come strumento dell e government locale.

COMUNE DI ARGENTA. La scelta dell open source come strumento dell e government locale. COMUNE DI ARGENTA Ferrara 29 Novembre 2003 La scelta dell open source come strumento dell e government locale. Un percorso applicativo di responsabilizzazione e sviluppo delle risorse umane Comune in Provincia

Dettagli

POLYEDRO. La migliore piattaforma tecnologica di sempre

POLYEDRO. La migliore piattaforma tecnologica di sempre POLYEDRO La migliore piattaforma tecnologica di sempre 1 Indice Chi siamo La tecnologia POLYEDRO LYNFA Studio LYNFA Azienda ALYANTE Start ALYANTE Enterprise 4 8 12 16 20 24 Siamo nati in Italia, siamo

Dettagli

CMDBuild Significato di una soluzione open source per la gestione del CMDB

CMDBuild Significato di una soluzione open source per la gestione del CMDB ITIL e PMBOK Service management and project management a confronto CMDBuild Significato di una soluzione open source per la gestione del CMDB Firenze 1 luglio 2009 Il sistema CMDBuild è una applicazione

Dettagli

11 Azioni previste nel Programma di semplificazione 2011 1 Approvazione Agenda Normativa 2011 che prevede: Report di attuazione

11 Azioni previste nel Programma di semplificazione 2011 1 Approvazione Agenda Normativa 2011 che prevede: Report di attuazione 11 Azioni previste nel Programma di semplificazione 2011 1 Approvazione Agenda Normativa 2011 che prevede: Report di attuazione Approvata con delibera di Giunta regionale n. 744 del 28 Giugno 2011 Semplificazione

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI

INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Ravera Mario e-mail mario_ravera@fastwebnet.it Nazionalità Italiana Data di nascita 04/10/1969 ESPERIENZA LAVORATIVA Esperienze professionali (incarichi ricoperti)

Dettagli

Descrizione e finalità del progetto Fondo Sociale Europeo Misura C1 Ob. 3 Scuole di montagna

Descrizione e finalità del progetto Fondo Sociale Europeo Misura C1 Ob. 3 Scuole di montagna Descrizione e finalità del progetto Fondo Sociale Europeo Misura C1 Ob. 3 Scuole di montagna Pag. 1 di 5 Descrizione e finalità del progetto. Il progetto Scuole di montagna finanziato dal Fondo Sociale

Dettagli

Relazione introduttiva Febbraio 2006

Relazione introduttiva Febbraio 2006 Amministrazione Provincia di Rieti Febbraio 2006 1 Progetto Sistema Informativo Territoriale Amministrazione Provincia di Rieti Premessa L aumento della qualità e quantità dei servizi che ha caratterizzato

Dettagli

p.geri@comune.pisa.it Telefono 050-910385 Direzione Sistemi Informativi UO automazione flusso documentale Personale e Sistemi informativi

p.geri@comune.pisa.it Telefono 050-910385 Direzione Sistemi Informativi UO automazione flusso documentale Personale e Sistemi informativi Titolo Dematerializzazione documentale Amministrazione Comune di Pisa Provincia Pisa Regione Toscana Sito Internet http://www.comune.pisa.it PEC comune.pisa@postacert.toscana.it Referente Geri Patrizio

Dettagli

Oggetto: formazione online per insegnanti dal Politecnico di Milano

Oggetto: formazione online per insegnanti dal Politecnico di Milano Apertura iscrizioni master online in tecnologie per la didattica Prof. Paolo Paolini Politecnico di Milano HOC-LAB Viale Rimembranze di Lambrate 14 20134 MILANO Al Dirigente scolastico Milano, 2 Dicembre

Dettagli

MAW Document Management

MAW Document Management MAW Document Management Sistema di Gestione Documentale Un unico sistema per l intero flusso documentale La soluzione per la gestione documentale multidevice di nuova generazione COSA FA? MULTI DEVICE

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PER L ATTUAZIONE DI INIZIATIVE NELL AMBITO DELL AGENDA DIGITALE LOMBARDA TRA REGIONE LOMBARDIA

PROTOCOLLO DI INTESA PER L ATTUAZIONE DI INIZIATIVE NELL AMBITO DELL AGENDA DIGITALE LOMBARDA TRA REGIONE LOMBARDIA PROTOCOLLO DI INTESA PER L ATTUAZIONE DI INIZIATIVE NELL AMBITO DELL AGENDA DIGITALE LOMBARDA TRA REGIONE LOMBARDIA E UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA PROTOCOLLO DI INTESA PER L ATTUAZIONE

Dettagli

IL VERO GESTIONALE 2.0 PER LE SCUOLE

IL VERO GESTIONALE 2.0 PER LE SCUOLE IL VERO GESTIONALE 2.0 PER LE SCUOLE PROTOMAIL REGISTRO ELETTRONICO VIAGGI E-LEARNING DOCUMENTI WEB PROTOCOLLO ACQUISTI QUESTIONARI PAGELLINE UN GESTIONALE INTEGRATO PER TUTTE LE ESIGENZE DELLA SCUOLA

Dettagli

Business Profile. Le nostre partnership ci garantiscono un elevato livello di qualità nelle soluzioni proposte, che siano esse hardware o software.

Business Profile. Le nostre partnership ci garantiscono un elevato livello di qualità nelle soluzioni proposte, che siano esse hardware o software. Business Profile La ALTAIR net s.r.l., fondata nel 2000, offre consulenza informatica e di marketing ai propri clienti, supportandoli nell individuare la migliore soluzione per la propria gestione aziendale,

Dettagli

Progetto ESPERTO - E-learning per lo SviluPpo dell E-procuRement del TrentinO

Progetto ESPERTO - E-learning per lo SviluPpo dell E-procuRement del TrentinO Progetto ESPERTO - E-learning per lo SviluPpo dell E-procuRement del TrentinO Contesto promozione dell utilizzo delle metodologie e delle tecnologie di e-learning Obiettivi realizzazione di un sistema

Dettagli