Curriculum Vitae et Studiorum di Angela Bonifati

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Curriculum Vitae et Studiorum di Angela Bonifati"

Transcript

1 Curriculum Vitae et Studiorum di Angela Bonifati 1. DATI PERSONALI, TITOLI DI STUDIO ED ESPERIENZE LAVORATIVE Titoli di Studio Borse di Studio/Altri Titoli Esperienze Lavorative nell Industria Lingue Straniere PUBBLICAZIONI E SOFTWARE Riviste Internazionali (con Referee) Conferenze e Workshop Internazionali (con Comitato di Programma) Capitoli di Libri Contributi al Computing Research Repository (CoRR) Conferenze Nazionali (con Comitato di Programma) Rapporti Tecnici Articoli Invitati su Riviste Internazionali (con Referee) Attualmente in corso di Revisione Articoli Sottomessi a Conferenze Tesi di Dottorato Software COMITATI DI PROGRAMMA PROGETTI DI RICERCA ATTIVITA DIDATTICA PRESENTAZIONI E DIDATTICA ALL ESTERO TUTORING STUDENTI DI TESI SURVEY DELLE ATTIVITA DI RICERCA Sintesi della Ricerca in Corso Sintesi della Ricerca Conclusa CONOSCENZE TECNICHE

2 1. DATI PERSONALI, TITOLI DI STUDIO ED ESPERIENZE LAVORATIVE Cognome: Bonifati Nome: Angela Data e Luogo di Nascita: 2 Gennaio, Castrovillari (CS) Italia Nazionalità: Italiana Posizione attuale: dal Dicembre 2001, sono ricercatrice a tempo indeterminato presso Icar CNR (Istituto di Calcolo e Reti ad Alte Prestazioni del Consiglio Nazionale delle Ricerche) Via P. Bucci 41/C Rende (CS) - Italia Tel.: (orario ufficio) Fax: Internet: Residenza/Domicilio: Via Ernesto Moneta, Castrovillari (CS), Italia Tel.: Tel.Cell.: Titoli di Studio Titolo di Dottorato in Ingegneria Informatica e Automatica (XIV Ciclo): titolo rilasciato il 24 Gennaio del 2002 dal DEI (Dipartimento di Elettronica e Informazione), Politecnico di Milano (Italia) con una tesi su Reactive Services for XML Repositories, Relatore: Prof. Stefano Ceri. Voto finale: Ottimo. Commissione giudicatrice dell esame di Dottorato: Prof. Renato Stefanelli (professore ordinario, Politecnico di Milano, Milano, Italia), Presidente della Commissione; Prof. Riccardo Scattolini (professore ordinario, Università di Pavia, Pavia, Italia), Commissario; Prof. Vincenzo Piuri (professore ordinario, Università di Milano, Cremona, Italia), Commissario. Laurea in Ingegneria Informatica: titolo rilasciato il 22 Luglio 1997 dall Università della Calabria, discutendo una tesi dal titolo Knowledge Discovery su Schemi di Basi di Dati per la Scoperta di Proprietà Strutturali, Relatori: Prof. Mimmo Saccà e Prof. Luigi Palopoli. Voto Finale: 110/110 e lode. 1.2 Borse di Studio/Altri Titoli Borsa di Post-Dottorato INRIA (Aprile Febbraio 2003) finanziata dall INRIA (Institut National de Recherche en Informatique et Automatique, Parigi, 2

3 Francia), sotto la guida del Prof. Serge Abiteboul, direttore del Progetto Gemo, INRIA (Francia) e del Prof. Tova Milo, Tel-Aviv University (Israele). Borsa di Dottorato ( ), assegnata tramite concorso dal DEI, Politecnico di Milano, Novembre Borsa di Studio HP Summer 2000 Internship (Estate 2000) finanziata dall HP (Hewlett Packard Laboratories), Palo Alto (USA) nel Gruppo di Business Management, diretto dal Dott. Umesh Dayal. Titoli di sujet connoisseur come esercitatore di Fondamenti di Informatica e di Sistemi Informativi tenuti al Politecnico di Milano, Docenti Titolari dei corsi(risp.): Prof. L. Tanca e Prof. B. Pernici, Politecnico di Milano. Titoli assegnati dal DEI (Dipartimento di Elettronica e Informazione), Politecnico di Milano, nell Ottobre Titolo di sujet connoisseur come esercitatore di Ingegneria del Software e Basi di Dati presso il Politecnico di Milano, Sede di Cremona, Docente Titolare del Corso: Prof. F. Schreiber. Titolo assegnato dal DEI (Dipartimento di Elettronica e Informazione), Politecnico di Milano, nel Novembre Esperienze Lavorative nell Industria Dal Dicembre 1997 ad Agosto 1998, prima di cominciare il Dottorato, ho lavorato come ingegnere del software alla Italtel S.p.A., Settimo Milanese (Milano, Italia). Durante il Ph.D., ho lavorato come summer intern all HPLabs di Palo Alto. Durante l internship, ho partecipato all implementazione di una nuova feature di un prodotto HP (HP ChangeEngine) per gestire i file log dei workflow. 1.4 Lingue Straniere Scritto e parlato: Inglese (Livello: ottimo), Francese (Livello: ottimo). 2. PUBBLICAZIONI E SOFTWARE In questo paragrafo e nel seguito del documento, le pubblicazioni saranno riferite con i codici ad esse assegnate e, laddove non diversamente specificato, appaiono in ordine cronologico inverso. Ciascuna pubblicazione, inoltre, presenta l acceptance rate (AR) della conferenza (anch esso, laddove applicabile). Versioni elettroniche si possono scaricare al seguente url: 3

4 2.1 Riviste Internazionali (con Referee) [J1] A. Bonifati, S. Ceri, S. Paraboschi "Event Trace Independence of Active Rules", Information Processing Letters(IPL) 94(2005):71-77, [J2] A. Bonifati, S. Ceri, S. Paraboschi. Pushing Reactive Services to XML Repositories using Active Rules Elsevier Computer Networks 39(5): , [J3] A. Bonifati, F. Cattaneo, S. Ceri, A.Fuggetta, S.Paraboschi "Designing Data Marts for Data Warehouses", ACM Transactions on Software Engineering Methodology (TOSEM) 10(4): , [J4] A. Bonifati, S. Ceri, S. Paraboschi. Active Rules for XML: A New Paradigm for E- Services, VLDB Journal 10(1):39-47, [J5] A. Bonifati, S. Ceri "Comparative Analysis of Five XML Query Languages", ACM Sigmod Record (The ACM SIGMOD bulletin) 29(1): 68-79, Marzo Conferenze e Workshop Internazionali (con Comitato di Programma) [C1] M. Benedikt, A. Bonifati, S. Flesca, A.Vyas. Adding Updates to XQuery: Semantics, Optimization and Static Analysis, (in corso di stampa) apparirà nei Proceedings of XIMEP 2005 (International Workshop on XQuery Implementation, Experience and Perspectives), affiliato ad ACM SIGMOD 2005, che si terrà a Baltimore (Maryland), Giugno [C2] M. Benedikt, A. Bonifati, S. Flesca, A.Vyas. Verification of Tree Updates for Optimization, (in corso di stampa) apparirà nei (LNCS) Proceedings of the 17 th International Conference on Computer Aided Verification (CAV05), che si terrà a Edinburgh, Scotland, Luglio 2005 (AR: 26%). [C3] A. Bonifati, U. Matrangolo, A. Cuzzocrea, M. Jain XPath Lookup Queries in P2P Networks, Proceedings of the ACM International Workshop on Web Information and Data Management (WIDM) 2004, affiliato a CIKM 2004, Washington DC, USA, Novembre 2004 (AR: 25%), pag Scelto come best paper e invitato alla rivista Data and Knowledge Engineering. [C4] A. Arion, A. Bonifati, G. Costa, S. D Aguanno, I. Manolescu, A. Pugliese. Efficient Query Evaluation over Compressed XML Data, (LNCS 2992) Proceedings of the International Conference on Extending DataBase Technology (EDBT), Heraklion, Crete, Marzo 2004 (AR: 16%), pag Scelto come best paper e invitato alla rivista ACM TODS. [C5] S. Abiteboul, J. Baumgarten, A. Bonifati, G. Cobena, C. Cremarenco, F. Dragan, I. Manolescu, T. Milo, N. Preda. Managing Distributed Workspaces with Active XML (demo), 4

5 Proceedings of International Conference on Very Large Data Bases (VLDB), Berlin(Germany), Agosto 2003, pag (AR:25%) [C6] A. Arion, A. Bonifati, G. Costa, S. D Aguanno, I. Manolescu, A. Pugliese. XQueC : Pushing Queries on XML Compressed Data (demo), Proceedings of International Conference on Very Large Data Bases (VLDB), Berlin(Germany), Agosto 2003, pag (AR: 25%) [C7] S. Abiteboul, A. Bonifati, G. Cobena, I. Manolescu, T. Milo. Distribution and Replication of Dynamic XML Documents, Proceedings of the International Conference ACM SIGMOD, Giugno 2003, San Diego (CA), USA, pag (AR:15%) [C8] A. Bonifati, D. Braga, A. Campi, S. Ceri. Active XQuery, Proceedings of the International Conference on Data Engineering (ICDE) 2002, San Jose (California), Febbraio 2002, pag (AR:18%) [C9] A. Bonifati, F. Casati, U. Dayal, M. Chien-Shan. Warehousing workflow data: opportunities, challenges and solutions, Proceedings of the International Conference VLDB 2001, Settembre 2001, Rome (Italia), pag (AR:17%) [C10] A. Bonifati, S. Ceri, S. Paraboschi. Pushing Reactive Services to XML Repositories using Active Rules, Proceedings of the 10th International Conference on World Wide Web (WWW10), Maggio 2001, Hong Kong (Cina), pag (AR:18%) [C11] A. Bonifati, S. Ceri, P. Fraternali, A. Maurino. "Building Multi-Device, Content-Centric Applications using WebML and the W3I3 Tool Suite", Proceedings of the International Workshop on World Wide Web and Conceptual Modeling, WCM2000, affiliato a ER2000, Salt Lake City (U.S.A.), Ottobre 2000 (Proceedings LNCS 1921, pag ). [C12] A. Bonifati, S. Ceri, S. Paraboschi. Active Rules for XML: A New Paradigm for E- Services, Proceedings of the International Workshop on Technologies in E-Services, TES2000, affiliato al VLDB 2000, El Cairo, Egypt, Settembre 2000, pag [C13] A. Bonifati. "Active Behaviors within XML Document Management", EDBT Ph. D. Workshop 2000, Konstanz (Germany), Marzo [C14] A. Bonifati, L. Palopoli, D. Saccà, D. Ursino "Automatic Extraction of Database Scheme Semantic Properties Using Knowledge Discovery Techniques", Issues and Applications of Database Technology (IADT '98), Berlin, Luglio 1998, pag [C15] A. Bonifati, D. Palopoli, D. Saccà, D. Ursino "Discovering Description Logic Assertions from Database Schemes", Description Logics (DL '97), Gif sur Yvette (France), Setembre 1997, pag

6 2.3 Capitoli di Libri [B1] A. Bonifati, S.Paraboschi. Active XQuery, capitolo nel libro Web Dynamics, A.Poulovassilis e M.Levene editori, pubblicato da Elsevier, Maggio 2004, pag Contributi al Computing Research Repository (CoRR) [D1] A. Bonifati, S. Ceri "Comparative Analysis of Five XML Query Languages", CoRR cs.db/ (ACM CoRR 99), Conferenze Nazionali (con Comitato di Programma) [N1] A. Bonifati, L. Palopoli, D. Saccà, D. Ursino "Utilizzo della Logica Descrittiva per l'estrazione di proprietà terminologiche e strutturali complesse", Proceedings of the Italian Conference Sistemi Evoluti per Basi di Dati (SEBD '98), Ancona (Italia), Giugno Rapporti Tecnici [R1] A. Bonifati, S. Flesca, A. Pugliese, XML Updates, Icar CNR Technical Report, Dicembre [R2] A.Bonifati, M. Brambilla, S.Ceri, P. Fraternali, M. Matera. The W3I3 Methodology Technical Report W3I3 Project, Marzo [R3] A. Bonifati. Resource Analysis and Classification in Business Processes. Hewlet Packard Technical Report, 2000 Summer Internship, Settembre Articoli Invitati su Riviste Internazionali (con Referee) Attualmente in corso di Revisione [J6] A. Arion, A. Bonifati, I. Manolescu, A. Pugliese. XQueC: Embedding Compression into XML Databases, selezionato dagli articoli dell EDBT2004 e invitato nel Gennaio 2004 ad ACM TODS (ACM Transactions on Database Systems), sottomesso per la pubblicazione nel Luglio 2004, ha superato il primo round di revisioni nel Novembre 2004 ed è attualmente in corso il secondo round di revisioni (Aprile 2005). [J7] A. Bonifati, A. Cuzzocrea. Storing and Retrieving XML Fragments in Structured P2P Networks, selezionato dagli articoli di ACM WIDM2004 e invitato al DKE (Data and Knowledge Engineering), sottomesso per la pubblicazione, Marzo

7 2.8 Articoli Sottomessi a Conferenze [S1] A. Bonifati, E. Chang, T. Ho, L.VS Lakshmanan HEPTOX: Heterogeneous Peer-to-peer Databases, sottomesso per la pubblicazione, Marzo [S2] A. Bonifati, E. Chang, T. Ho, L.V.S.Lakshmanan, R.Pottinger HEPTOX: Marrying XML and Heterogeneity in Your P2P Databases (demo), sottomesso per la pubblicazione, Marzo [S3] A. Bonifati, D. Saccà, A. Cuzzocrea, A. Micieli, L. Paturzi. XP2P: True P2P Sharing of XML Data (demo), sottomesso per la pubblicazione, Marzo Tesi di Dottorato [T1] A. Bonifati. Reactive Services for XML Repositories, Politecnico di Milano, Gennaio Software Software per l industria: durante il Summer Internship 2000 presso l HP di Palo Alto (USA), ho partecipato all implementazione di un Sistema di Data Analysis per log files di Workflow Management Systems (precisamente per il prodotto della Hewlett Packard, HP ChangeEngine). HP ChangeEngine è un sistema per la progettazione e la gestione of WFMS. Include un insieme di tool e GUI per le varie fasi di sviluppo di un WFMS, dal modello all assegnamento dei task. In particolare, i file di log hanno un ruolo fondamentale nelle varie fasi di raffinamento del modello e di correzione degli errori. Ho progettato e implementato moduli software in Java per effettuare analisi sui file dei log di ChangeEngine. In particolare, all interno del modulo Java ci sono invocazioni JDBC di query SQL sugli stessi log (mappati sul DBMS Oracle 8.i). In una fase successiva, si effettua il dump dei dati di interesse prelevati dalle query precedenti, all interno di un tool di data mining, denominato SAS Enterprise Miner. Prototipi di Ricerca: nel ho partecipato all implementazione di moduli software che effettuano la Static Analysis di XML Update [C1, C2] in collaborazione con Bell Labs, NJ (USA). Nel ho partecipato all implementazione di XQueC [C4, C6, J6], an XQuery (XML Query Language) processor and compressor, in collaborazione con l Università della Calabria (Italia) e l INRIA (Francia). Nel , durante il mio Post-Doc all INRIA (Francia), ho participato all implementazione di Active XML (AXML in breve) [C5, C7], che è un framework dichiarativo che utilizza i web service per l integrazione dei dati e opera in un architettura peer-to-peer. 7

8 3. COMITATI DI PROGRAMMA Quest anno (2005), sono membro del Comitato di Programma di : International Conference on Very Large DataBases (VLDB) 2005, Regular Papers Track (IIS), PC Chair : Laura Haas, IBM Almaden ; la conferenza si terrà a Trondheim, Norvegia (dal 30 Agosto al 2 Settembre 2005) ; e Program-co-Chair di : ACM WIDM (Workshop on Web Information and Data Management) 2005 workshop, insieme a Dongwon Lee (Penn State University, USA) e affiliato con CIKM (International Conference on Knowledge Management) 2005, che si terrà a Bremen, Germania (dal 31 Ottobre al 5 Novembre 2005). Nel 2004, sono stato membro del Comitato di Programma di : ACM WIDM 2004 workshop, affiliato con CIKM 2004; Web Dynamics workshop, affiliato con WWW2004; XML Symposium (XSym), affiliato con VLDB2004. Sono, inoltre, revisore di molte prestigiose riviste internazionale, tra cui: ACM TOIT (Transactions on Internet Technology); Information Systems; VLDB Journal Negli anni scorsi, sono stata referee esterno di alcune conferenze internazionali, tra cui: PODS 2003, ICDT 2003, WISE 2002, VLDB 2001, DEXA 2001; e di alcune prestigiose riviste tra cui: IEEE Software, VLDB Journal, Software Practice and Experience. 4. PROGETTI DI RICERCA Ho partecipato ai seguenti progetti di ricerca: European Project Esprit #28771 W3I3 ( ) (World Wide Web Intelligent Information Infrastructure), avente come contraenti il Politecnico di Milano e diverse altre università/istituti di ricerca e industrie software. Il principale obiettivo di questo progetto, conclusosi il 31 Agosto 2000, è stato quello di proporre un approccio model-driven alla modellazione dei siti Web, specialmente per le applicazioni di commercio elettronico su dispositivi mobili. Il risultato piu importante di W3I3 è stato il linguaggio WebML, e un insieme di tool Java per lo sviluppo di siti Web (Site Designer, Presentation Designer, Site Manager). Ho partecipato alla scrittura dei deliverable del progetto [R2] e alla progettazione di una metodologia di uso dei tool [C11]. Progetto MURST DataX ( ) (Coordinatore: Prof. P.Atzeni), aventi come contraenti molte università italiane, tra cui il Politecnico di Milano, l Università di Roma Tre, l Università di Brescia, l Università della Calabria, il Politecnico di Torino; il progetto ha riguardato la Gestione, Trasformazione e Scambio di Dati in Ambienti Web; il Politecnico di Milano è stato coinvolto in molti work packages, volti a 8

9 sviluppare metodi e tool per agevolare lo scambio tra sorgenti informative su Internet. Ho partecipato a realizzare il tema 2 del progetto (Modeling and Querying Data Sources in a Web Environment) e il tema 3 (Production and Exchange of Data Sources in a Web Environment), e alla scrittura di deliverable e rapporti tecnici. Progetto MIUR SP1 Società dell Informazione ( ) (Coordinatore: Prof. M. Saccà), avente come contraenti molte università italiane e istituti del CNR, tra cui l Icar CNR, l Università di Roma La Sapienza, l Università di Pisa, l Università Mediterranea di Reggio Calabria; il progetto si centra sulle reti Internet: Efficienza, Integrazione e Sicurezza; l Icar CNR è stato responsabile di molti work packages, che riguardano metodi e tool per l integrazione di sorgenti informative in ambienti distribuiti P2P; sono stata responsabile di 3 workpackage per ogni anno di attività del progetto; le pubblicazioni di riferimento sono [C3,C5, C7, J7, S3]. Progetto FIRB Grid.it ( ) (attivo) (Coordinatore: Prof. M. Vanneschi, Università di Pisa), avente come contraenti l Icar CNR e altri istituti nazionali del CNR(http://www.grid.it). Questo progetto mira a definire, implementare e applicare soluzioni innovative per piattaforme orientate verso il paradigma "Grid Computing". Gli argomenti di ricerca riguardano, tra gli altri, le reti fotoniche altamente performanti, i servizi di middleware innovativi e gli ambienti di programmazione efficienti. Partecipo alla progettazione della struttura di rete sottostante la Grid nonchè ad attività di stesura dei deliverable di progetto. 5. ATTIVITA DIDATTICA Ho svolto e svolgo la seguente attività didattica come docente a contratto presso l Università degli Studi della Calabria: Fondamenti di Informatica (A.A /A.A ) per studenti di Ingegneria del primo anno (laurea triennale) all Università della Calabria, Cosenza (Italia). Numero totale di ore (comprese esercitazioni): 50. Numero di crediti formativi: 4. Studenti iscritti: 150. Argomenti del corso: nozioni di linguaggi di programmazione in Java. Costrutti fondamentali del linguaggio e introduzione agli algoritmi. Introduzione all Informatica (A.A /A.A ) per studenti di Ingegneria del primo anno (laurea triennale) all Università della Calabria, Cosenza (Italia). Numero totale di ore (comprese esercitazioni): 25. Numero di crediti formativi: 2. Studenti iscritti: 150. Argomenti del corso: nozioni di architettura del computer, sistemi di numerazione, pseudocodice. Basi di Dati e Sistemi Informativi (A.A ) per studenti di Ingegneria Gestionale del secondo anno (laurea triennale) all Università della Calabria, Cosenza (Italia). Numero totale di ore (comprese esercitazioni): 50. Numero di crediti formativi: 4. Studenti iscritti:

10 Argomenti del corso: modello ER e modello relazionale; SQL come linguaggio di query, algebra relazionale e calcolo; ottimizzazione di query, normalizzazione e dipendenze funzionali. Nozioni di base dei linguaggi per XML: XPath, XSLT, XQuery. Complementi di Programmazione Orientata Agli Oggetti (A.A ) per studenti di Ingegneria Informatica del terzo anno (laurea triennale) all Università della Calabria, Cosenza (Italia). Numero totale di ore (comprese esercitazioni): 30. Numero di crediti formativi: 3. Studenti iscritti: 50. Argomenti del corso: nozioni avanzate del linguaggio C++ per studenti già esperti di programmazione orientata agli oggetti in Java. Il corso parte dal delineare alcune differenze tra C++ e Java per poi focalizzarsi su C++ e sulle nozioni che lo rendono unico nell ambito dei linguaggi object-oriented. Sito del corso: Durante il dottorato, ho curato le esercitazioni dei seguenti corsi al Politecnico di Milano: Sistemi Informativi (A.A ), per studenti del terzo anno (laurea vecchio ordinamento) di Ingegneria Gestionale al Politecnico di Milano, Milano (Italia). Numero totale di ore di esercitazioni: 20. Studenti iscritti: 150. Titolare del corso: Prof. Barbara Pernici, Politecnico di Milano. Argomenti del corso: modello ER e modello relazionale; data-flow diagram; SQL; normalizzazione di schemi e dipendenze funzionali. Oltre alle esercitazioni, ho partecipato alla scrittura delle prove d esame e svolto il tutoring. Fondamenti di Informatica (A.A , A.A ) per studenti del primo anno (laurea vecchio ordinamento) di Ingegneria Elettrica e Nucleare al Politecnico di Milano, Milano (Italia). Numero totale di ore di esercitazioni: 25. Studenti iscritti: 180. Titolare del corso: Prof. Letizia Tanca, Politecnico di Milano. Argomenti del corso: architettura dei computer; nozioni introduttive e avanzate dei linguaggi programmazione (linguaggio usato: ANSI C). Oltre alle esercitazioni, ho partecipato alla scrittura delle prove d esame e svolto il tutoring. Ingegneria del Software e Basi di dati (A.A , A.A ) per studenti del terzo anno (diploma vecchio ordinamento) di Ingegneria Informatica al Politecnico di Milano, Sede di Cremona (Italia). Numero totale di ore: 40. Studenti iscritti: 40. Titolare del corso: Prof. Fabio Schreiber, Politecnico di Milano. Argomenti del corso: modello ER e modello relazionale; SQL come linguaggio di query, algebra relazionale e calcolo; ottimizzazione di query, normalizzazione e dipendenze funzionali; gestione delle transazioni, tecniche di storing e di indicizzazione dei DBMS. Oltre alle esercitazioni, ho partecipato alla scrittura delle prove d esame e svolto il tutoring. Basi di Dati (A.A , A.A ) per studenti del quarto anno (laurea vecchio ordinamento) di Ingegneria Informatica (Ingegneria Gestionale, rispettivamente), Politecnico di Milano, Milano (Italia). Numero totale di ore: 80(+80). Studenti iscritti:

11 (+180, risp.). Titolari dei corsi: Prof. Stefano Ceri (Prof. Stefano Paraboschi, risp.), Politecnico di Milano. Argomenti del corso: modello ER e modello relazionale; SQL come linguaggio di query, algebra relazionale e calcolo; ottimizzazione di query, normalizzazione e dipendenze funzionali; gestione delle transazioni, tecniche di storing e di indicizzazione dei DBMS. Nozioni di base dei linguaggi per XML: XPath, XSLT, XQuery. Oltre alle esercitazioni, ho svolto il tutoring. 6. PRESENTAZIONI E DIDATTICA ALL ESTERO Alcune tra le piu significative presentazioni/lezioni sono riportate nel seguito: XPath Lookup Queries in P2P Networks, ACM WIDM workshop, Washington DC, (USA), Novembre XQueC inside out (Invited Talk), Department of Computer Science, University of British Columbia (Canada), Maggio Efficient Query Evaluation on XML Compressed Data, EDBT Conference, Heraklion (Crete), Marzo XQueC: Compression on top of XML Databases (Invited Talk), AT&T Labs, Florham Park, NJ (USA), Giugno Dynamic XML with Distribution & Replication, Icar-CNR, Cosenza (Italia), Marzo Active XQuery, Maggio 2002 LRI, Université d Orsay, Parigi (Francia) Active XQuery, Febbraio 2002 ICDE Conference San Jose (California). Analysis and Classification of Resources in Business Processes, Giugno 2001 Dipartimento di Elettronica e Informazione Politecnico di Milano. WebML Application Frameworks Web Engineering Workshop, Maggio 2001-WWW10 Conference- Hong Kong (China). Pushing Reactive Services to XML Repositories using Active Rules Maggio WWW10 Conference Hong Kong (China). Survey of XML Query Languages and their Active Extensions Dicembre 2000, lezione per studenti di Master in Computer Science Engineering, nell ambito del corso tenuto dal Prof. G. Gottlob alla Technical University of Wien, Vienna (Austria). Active Document Management Marzo EDBT(Extending Database Technology) Conference Konstanz (Germany). A Software Engineering Approach to Data Warehouse Design Novembre 1999 Dipartimento di Elettronica e Informazione - Politecnico di Milano (Italia). Comparative Analysis of Five XML Query Languages Ottobre 1999 DEIS Università degli Studi della Calabria (Italia). Comparative Analysis of Five XML Query Languages Agosto 1999 Computer Science Dept. - Stanford University (California). 11

12 7. MOBILITA 2005: vincitore del programma CNR Short-Term Mobility, presso University of British Columbia (UBC), Vancouver (Canada), nel periodo Maggio-Giugno 2005, nel gruppo di ricerca del Prof. Laks V.S. Lakshmanan. 2004: Invited Scientist presso University of British Columbia (UBC), Vancouver (Canada), nel periodo Aprile-Giugno 2004, nel gruppo di ricerca del Prof. Laks V.S. Lakshmanan : Post-Doc Fellowship nel progetto Gemo (Databases), INRIA Rocquencourt (Francia), nel periodo Aprile 2002-Febbraio : Summer Internship nel dipartimento di Business Management, HP (Hewlett Packard Labs), Palo Alto, California (USA), Giugno-Settembre : durante il dottorato di ricerca, stage all estero presso il Computer Science Department della Stanford University, California (USA), Luglio-Agosto TUTORING STUDENTI DI TESI Sono stata correlatrice di numerose tesi di Laurea in Ingegneria Informatica, sia presso il DEI, Politecnico di Milano sia al Cefriel, Politecnico di Milano. Negli ultimi anni, all Università della Calabria, ho supervisionato le tesi di molti studenti del corso di Laurea in Ingegneria Informatica sia durante il tirocinio (nuovo ordinamento) sia per la loro tesi (vecchio ordinamento). Ho seguito il lavoro di uno studente di internship di IIT New Dehli (India) con major in Computer Science, durante il suo stage all Icar CNR nel Ho svolto attività di coordinamento di programmatori impegnati nello sviluppo di software presso il Laboratorio dell Icar CNR, in particolare sui progetti software XP2P e XQueC. 9. SURVEY DELLE ATTIVITA DI RICERCA 9.1 Sintesi della Ricerca in Corso Esecuzione efficiente ed ottimizzazione di query su dati XML compressi. I documenti XML sono spesso prolissi e tendono a occupare troppo spazio. Un problema di ricerca interessante è quello di ridurre la loro occupazione cercando al contempo di mantenere intatta la capacità di interrogarli. Abbiamo esplorato in questa ricerca [C4, C6, J6] la possibilità di realizzare in un unico sistema (XQueC, XQuery processor and Compressor) un compressore e un motore di query per dati XML compressi, mantenendoli il piu possibile nel dominio compresso anche durante le interrogazioni (lazy decompression). Utilizziamo vari algoritmi (tra cui Huffman classico e Antoshenkov-Lomet-Murray-ALM in breve) e proponiamo un modello di costi per scegliere un algoritmo di compressione adatto sia ai dati che al query workload. Analisi e ottimizzazione di update XML. Con l utilizzo di XML come formato standard per rappresentare dati in forma di albero, nuovi tool di programmazione stanno emergendo per specificare trasformazioni sull albero. 12

13 Articoli recenti aggiungono primitive di tree update su linguaggi dichiarativi, come XPath e XQuery. Questi linguaggi di update fanno uso della semantica snapshot, in cui le interrogazioni sono effettuate prima, e la sequenza di update concrete (generate dall unfolding degli update statement) viene eseguita in un ordine fisso dato esattamente dall ordine di valutazione delle query. Uno svantaggio evidente di tale semantica è che la valutazione naïve del linguaggio è inefficiente, dato che è spesso conveniente eseguire gli update prima delle query. Questo motiva uno specifico problema di computer verification [C1, C2, R1]: dato un albero di update, determinare se tutti gli update generati possono essere eseguiti in ogni caso prima delle query. Formalizziamo questo concetto con il nome di una proprietà degli update, chiamata Binding Independence (BI in breve). Inoltre, forniamo un algoritmo per verificare se un dato programma di update è Binding Independent, e mostriamo come queste ottimizzazioni in pratica riducono il tempo di valutazione degli update stessi. Questa ricerca è svolta in collaborazione con i laboratori Bell Labs, USA. Interrogazione e memorizzazione di dati XML in database P2P. Questo interesse di ricerca ha avuto inizio durante il mio Post-Doc all INRIA (Francia) nel Da allora, ho cominciato a essere interessata al problema di XML distribuito. In particolare, abbiamo considerato il problema di introdurre Active XML (vedi par.2.10), cioè XML con chiamate di servizi embedded, in reti altamente distribuite e abbiamo definito paradigmi di distribuzione e replicazione per Active XML [C4, C6]. Attualmente, in XP2P (XPath for P2P networks) [C3, J7, S3], ci occupiamo di dati XML puri (senza chiamate di servizi) e affrontiamo il problema di memorizzare e recuperare tali dati in una rete P2P strutturata. Le reti strutturate stanno diventando popolari a causa della loro efficienza d accesso. Un problema aperto di tali reti è dato dai tipi di query che supportano. Infatti, i lookup di nomi di file, usati ad es. in Gnutella o Kazaa, non sarebbero adatte ai tipi di query imposte dai nuovi formati. In modo equivalente, ricerche basate su key-word, cioè del tipo IR (Information Retrieval), sarebbero anche poco appropriate. Discutiamo le estensioni necessarie per identificare dati XML in reti strutturate. Un documento globale è suddiviso in frammenti, che sono memorizzati sui vari peer a seconda della tematica del peer stesso (es. peer europeo/americano/asiatico). Ciascun frammento mantiene dei link agli altri frammenti ed è ricostruibile a partire da questi tramite semplici path expression, espresse in XPath. Le path expression costituiscono un catalogo decentralizzato, che puo essere usato in modo efficiente in fase di interrogazione. Mostriamo che l utilizzo di XPath come linguaggio di query su tali frammenti è scalabile in tali reti. Infine, il nostro approccio non ha limiti sulla grandezza della rete o sulla profondità dei documenti XML. HEPTOX ( Heterogeneous P2P Talk ): database XML eterogenei. In questo progetto di collaborazione con il Prof. Laks VS Lakshmanan, University of British Columbia (Canada), affrontiamo il problema dell eterogeneità dei dati nelle basi di dati P2P, come evidenziato dai lavori sottomessi [S1, S2]. Infatti, il grado di eterogeneità considerato finora in questo contesto è stato molto limitato, e il problema delle interrogazioni è stato ricondotto al problema delle interrogazioni sulla base di viste. Ci sono molti problemi aperti molto complessi, legati al fatto di gestire dati gerarchici, quali appunto i dati XML. 13

14 Ci siamo concentrati sul problema del mapping tra schemi XML eterogenei, realizzati come annotazioni grafiche sugli schemi stessi. Da queste annotazioni, si ricavano le regole di mapping, che vengono poi adoperate nelle interrogazioni. Il lavoro futuro sarà incentrato sulla ottimizzazione delle query, su problemi di coordinazione tra i vari peer, e sulla ricostruzione efficiente dei risultati. Maggiori dettagli sono consultabili al seguente url: 9.2 Sintesi della Ricerca Conclusa Regole attive XML: modelli, linguaggi e applicazioni (Tesi di Dottorato [T1]). Una regola attiva o regola ECA (event-condition-action) è una procedura software, che vive all interno di un DBMS e può essere attivata quando un certo evento accade e se (e solo se) una determinata condizione è verificata. L estensione di queste regole dai DBMS relazionali ai repository XML permette il loro utilizzo in un ambiente dinamico quale quello del Web. Consideriamo l esempio di una ricerca con un browser (fatta da un agenzia immobiliare) di un trilocale stile Vittoriano, a San Francisco. La ricerca è in genere istanziata in modo asincrono e dovrebbe essere ripetuta ogni volta che nuovi dati sono pubblicati. Una soluzione alternativa è quella di aggiungere una regola attiva alle pagine Web, che reagisca ai vari cambiamenti di queste ultime. Ad esempio, la regola si attiva su nuovi inserimenti di annunci che rispondono ai requisiti. I contributi principali della mia tesi di dottorato (pubblicati nelle seguenti riviste internazionali: VLDB Journal, SIGMOD Record, Computer Networks e nelle conferenze internazionali WWW e ICDE) sono i seguenti: Analisi dei linguaggi di query per XML. Essendo i linguaggi di query la base dei linguaggi delle regole attive, ho cominciato la mia tesi studiando le differenze e similarità di cinque linguaggi di query per XML [J5, D1] (i.e. Lorel, XML-GL, XML- QL, XQL, XSLT) per comprendere il loro diverso potere espressivo. Questo lavoro svolto mentre ero in visita alla Stanford University (dove appunto è stato definito e realizzato il linguaggio Lorel) nel 1999, mi ha permesso di classificare i differenti linguaggi esistenti prima che apparisse lo standard e nella direzione di questo (XML Query, in breve XQuery definito dal W3C); il lavoro ha avuto 35 citazioni (secondo CiteSeer), nonche risonanza presso il World Wide Web Consortium per la scelta del linguaggio di query XML standard. Estensioni attive dei linguaggi di query per XML. Abbiamo definito la sintassi, i modelli degli eventi e di esecuzione dei linguaggi attivi per XML che estendono i linguaggi di query di cui sopra, incluso XQuery [C8] (due algoritmi di esecuzione sono stati definiti e confrontati [J4]). Abbiamo anche studiato le applicazioni delle regole attive ai Web Service in quanto le regole possono essere usate come servizi esportati dal repository XML verso l esterno. Esecuzione distribuita delle regole attive. Specialmente in un contesto distribuito, quale quello del Web, le regole possono essere usate come servizi di notifica[j2, C9]. Questo comportamento è ottenuto facendo il wrapping dei servizi all interno di SOAP (Simple Object Access Protocol). 14

15 Uso delle regole attive per garantire la proprietà di Event-Trace Independence. Le regole attive sono asincrone, cioè possono essere attivate in una transazione diversa da quella in cui i loro eventi sono comparsi. Abbiamo definito una nuova proprietà, denominata ETI (event-trace-independence), abbiamo provato che essa è indecidibile e abbiamo trovato condizioni sufficienti perchè essa sia verificata [J1]. Modellazione concettuale di Data Warehouse. Questo lavoro ha costituito una delle due tesi minori del Dottorato di Ricerca in Ingegneria Informatica e Automatica. Abbiamo definito una metodologia [J3] per ricavare schemi a stella da schemi entità-relazione. Altri schemi a stella, tipici delle data warehouse, sono ricavati in una fase preliminare in cui i requisiti utenti sono raccolti attraverso interviste e analizzati con un paradigma dell Ingegneria del Software, chiamato GQM (Goal-Question-Metrics). Successivamente, un algoritmo di matching verifica la compatibilità tra gli schemi a stella ottenuti nelle due fasi e ricava le soluzioni appropriate per l implementazione. I risultati sono stati applicati a dati e schemi reali, forniti da Telecom Italia S.p.A. Analisi dei file di log dei WFMS. Questo lavoro [C9, R3] (realizzato mentre ero in visita agli HP Labs, Palo Alto, nel 2000 come seconda tesi minore del dottorato) è consistito nell analisi dei file di log dei WFMS al fine di scoprire le anomalie nell esecuzione dei task dei workflow stessi e/o semplicemente migliorare il modello (reverse-engineering). I file sono analizzati da script PL-SQL e i risultati visualizzati tramite un tool di data mining, chiamato SAS Enterprise Miner. Modellazione concettuale di siti Web. Ho partecipato al progetto Esprit #28771 W3I3 (World Wide Web Intelligent Information Infrastructure), nell ambito del quale è stato definito WebML, un linguaggio per modellare siti Web data-intensive. Questo linguaggio dichiarativo permette la modellazione dei siti Web e, successivamente, tool appropriati permettono la generazione delle pagine Web del sito appena modellato. Ho partecipato alla definizione di una metodologia per guidare gli utenti alla usabilità di WebML in tutte le fasi di modellazione dei siti [C11, R2]. 10. CONOSCENZE TECNICHE Linguaggi di Programmazione: Pascal, Prolog, C, C++, Java. Sono efficiente nella programmazione Java e C++. Sistemi Operativi: UNIX (Sun Solaris), Linux (Mandrake, RedHat), MS-DOS, Windows 9x, NT, 2000 E XP. DBMS/Tool di Data Mining: Oracle8.i, MySQL, SAS Enterprise Miner, OLAP application interfaces. Linguaggi X: HTML, XML, XQuery, XSLT, XSchema. Luogo e Data Cosenza, 12 Maggio 2005 In fede, 15

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale "G.

Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale G. CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM FRANCO FRATTOLILLO Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale "G. Rummo" di Benevento, con votazione 60/60.

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

Ing. Andrea Saccà. Stato civile: Celibe Nazionalità: Italiana Data di nascita: 9 Ottobre 1978 Luogo di nascita: Roma Residenza: Roma

Ing. Andrea Saccà. Stato civile: Celibe Nazionalità: Italiana Data di nascita: 9 Ottobre 1978 Luogo di nascita: Roma Residenza: Roma Indirizzo: Via dell'automobilismo, 109 00142 Roma (RM) Sito Web : http://www.andreasacca.com Telefono: 3776855061 Email : sacca.andrea@gmail.com PEC : andrea.sacca@pec.ording.roma.it Ing. Andrea Saccà

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome/i nome/i Castelli Flavio Email flavio.castelli@gmail.com Sito web personale http://www.flavio.castelli.name Nazionalità Italiana Data di nascita

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com

IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com 2 Tecnoteca è nata nel 2000 con sede a Tavagnacco ha scelto da subito di lavorare

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace:

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Overview tecnica Introduzione E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Introduce un architettura ESB nella realtà del cliente Si basa su standard aperti Utilizza un qualsiasi Application

Dettagli

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA Allegato 1 al bando di gara SCUOLA TELECOMUNICAZIONI FF.AA. CHIAVARI REQUISITO TECNICO OPERATIVO MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA MASTER DI 2 LIVELLO 1. DIFESA

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED ANALYTICS WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 info@technologytransfer.it www.technologytransfer.it ADVANCED ANALYTICS

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

La piattaforma IBM Cognos

La piattaforma IBM Cognos La piattaforma IBM Cognos Fornire informazioni complete, coerenti e puntuali a tutti gli utenti, con una soluzione economicamente scalabile Caratteristiche principali Accedere a tutte le informazioni in

Dettagli

Trasport@ndo: l Osservatorio TPL on line.

Trasport@ndo: l Osservatorio TPL on line. Provincia di Cosenza Dipartimento di Economia e Statistica Università della Calabria Trasport@ndo: l Osservatorio TPL on line. Il trasporto pubblico locale della Provincia di Cosenza in rete - 1 - Premessa

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

di4g: Uno strumento di clustering per l analisi integrata di dati geologici

di4g: Uno strumento di clustering per l analisi integrata di dati geologici di4g: Uno strumento di clustering per l analisi integrata di dati geologici Alice Piva 1, Giacomo Gamberoni 1, Denis Ferraretti 1, Evelina Lamma 2 1 intelliware snc, via J.F.Kennedy 15, 44122 Ferrara,

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello del sistema 4 2.1 Requisiti hardware........................ 4 2.2 Requisiti software.........................

Dettagli

Anno di corso: 2004/2005. Istruzioni. Istruzioni per lo svolgimento dei progetti didattici. versione 1.1

Anno di corso: 2004/2005. Istruzioni. Istruzioni per lo svolgimento dei progetti didattici. versione 1.1 versione 1.1 per lo svolgimento dei progetti didattici Corso di Laboratorio di Programmazione II Prof. Luca Forlizzi Anno Accademico 2004-2005 GENERALITÀ...3 Scopo del documento...3 Struttura del documento...3

Dettagli

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD)

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Indice 1. Le basi normative e aspetti generali 2. Parte I: obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento

Dettagli

Stefano Perna. Informazioni Personali. Obiettivi Professionali. Posizione attuale. Healthcare Pre-Sales e Project Management.

Stefano Perna. Informazioni Personali. Obiettivi Professionali. Posizione attuale. Healthcare Pre-Sales e Project Management. Stefano Perna Informazioni Personali Residenza Viale Spartaco, 91 00174 Roma Telefono (+39) 320 6974861 (+39) 340 2267281 Email perna.stefano@gmail.com Sito http://www.stefanoperna.it Luogo e Data di nascita

Dettagli

I laureati magistrali in Scienze Statistiche

I laureati magistrali in Scienze Statistiche http://www.safs.unifi.it I laureati magistrali in Scienze Statistiche I nostri testimonial Nota: la Laurea Magistrale in Statistica, Scienze Attuariali e Finanziarie è stata attivata nell a.a. 2012/2013

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. PROPOSTE di TIROCINI/TESI di LAUREA - Prof. Patrizia Scandurra

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. PROPOSTE di TIROCINI/TESI di LAUREA - Prof. Patrizia Scandurra PROPOSTE di TIROCINI/TESI di LAUREA - Prof. Patrizia Scandurra A seguire alcune proposte di tirocini/tesi in tre ambiti dell ingegneria del software (non del tutto scorrelati): (1) Model-driven driven

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi di Parma Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica A.A. 2007-08 CORSO DI INGEGNERIA DEL SOFTWARE Prof. Giulio Destri http://www.areasp.com (C) 2007 AreaSP for

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

RedDot Content Management Server Content Management Server Non sottovalutate il potenziale della comunicazione online: usatela! RedDot CMS vi permette di... Implementare, gestire ed estendere progetti

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZE LAVORATIVE F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZE LAVORATIVE F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nazionalità Italiana Data di nascita Giugno 1973 Qualifica CONSULENTE DI BUSINESS INTELLIGENCE ESPERIENZE LAVORATIVE

Dettagli

UN AMBIENTE OPEN SOURCE PER LA GESTIONE DEL PODCASTING E UNA SUA APPLICAZIONE ALLA DIDATTICA

UN AMBIENTE OPEN SOURCE PER LA GESTIONE DEL PODCASTING E UNA SUA APPLICAZIONE ALLA DIDATTICA Alberto Betella, Marco Lazzari, "Un ambiente open source per la gestione del podcasting e una sua applicazione alla didattica", Didamatica 2007, Cesena, 10-12/5/2007 Abstract UN AMBIENTE OPEN SOURCE PER

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

Business Intelligence

Business Intelligence aggregazione dati Business Intelligence analytic applications query d a t a w a r e h o u s e aggregazione budget sales inquiry data mining Decision Support Systems MIS ERP data management Data Modeling

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 SUA-RD Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 Finalità della presentazione Questa presentazione ha lo scopo di esaminare le modalità di compilazione della

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE???

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Opportunità di lavoro: ICT - Information and Communication Technology in Azienda Vendite Acquisti Produzione Logistica AFM SIA ICT

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Informatica. Scopo della lezione

Informatica. Scopo della lezione 1 Informatica per laurea diarea non informatica LEZIONE 1 - Cos è l informatica 2 Scopo della lezione Introdurre le nozioni base della materia Definire le differenze tra hardware e software Individuare

Dettagli

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema Res User Meeting 2014 con la partecipazione di Scriviamo insieme il futuro Paolo Ferrandi Responsabile Tecnico Research for Enterprise Systems Federico Bonelli Engineer Process mining & Optimization Un

Dettagli

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu FRAUD MANAGEMENT. COME IDENTIFICARE E COMB BATTERE FRODI PRIMA CHE ACCADANO LE Con una visione sia sui processi di business, sia sui sistemi, Reply è pronta ad offrire soluzioni innovative di Fraud Management,

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

Indicizzazione terza parte e modello booleano

Indicizzazione terza parte e modello booleano Reperimento dell informazione (IR) - aa 2014-2015 Indicizzazione terza parte e modello booleano Gruppo di ricerca su Sistemi di Gestione delle Informazioni (IMS) Dipartimento di Ingegneria dell Informazione

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Livello di applicazione. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Livello di applicazione DNS A.A.

Livello di applicazione. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Livello di applicazione DNS A.A. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Reti di Calcolatori Livello di applicazione DNS A.A. 2013/2014 1 Livello di applicazione Web e HTTP FTP Posta elettronica SMTP, POP3, IMAP DNS Applicazioni P2P

Dettagli

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone SQL: il DDL Parti del linguaggio SQL Definizione di basi di dati (Data Definition Language DDL) Linguaggio per modificare

Dettagli

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALLEGATO I parametri e i criteri, definiti mediante indicatori quali-quantitativi (nel seguito denominati Indicatori), per il monitoraggio e la valutazione (ex post) dei risultati dell attuazione dei programmi

Dettagli

CA Business Intelligence

CA Business Intelligence CA Business Intelligence Guida all'implementazione Versione 03.2.00 La presente documentazione ed ogni relativo programma software di ausilio (di seguito definiti "Documentazione") vengono forniti unicamente

Dettagli

Art. 1. (Indizione concorso)

Art. 1. (Indizione concorso) Allegato 1 al Provvedimento del Direttore dell Istituto TeCIP n. 66 del 10/02/2015 Concorso per l attribuzione di due Borse di studio per attività di ricerca della durata di 12 mesi ciascuna presso l Istituto

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Le caratteristiche di interoperabilità del Terrapack 32 M

Le caratteristiche di interoperabilità del Terrapack 32 M I T P E l e t t r o n i c a Le caratteristiche di interoperabilità del Terrapack 32 M M. Guerriero*, V. Ferrara**, L. de Santis*** * ITP Elettronica ** Dipartimento di Ingegneria Elettronica Univ. La Sapienza

Dettagli

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO Francesco Marchione e Dario Richichi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Sezione di Palermo Indice Introduzione...

Dettagli