Gaggiano. Supplemento mensile di Ordine e Libertà in distribuzione gratuita a Gaggiano e frazioni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gaggiano. Supplemento mensile di Ordine e Libertà in distribuzione gratuita a Gaggiano e frazioni"

Transcript

1 Abbiategrasso Viale Sforza, 66 Abbiategrasso Tel Fax Gaggiano TUTTO Abbiategrasso Viale Sforza, 66 Abbiategrasso Tel Fax Supplemento mensile di Ordine e Libertà in distribuzione gratuita a Gaggiano e frazioni ANNO 4 - N tel ; fax ; LA NUOVA BIBLIOTECA EX STALLONE ALL ANFFAS? SCUSATE IL RITARDO PAG. 5 IL LAVORO DOV È E DOVE MANCA: RICETTA PD Devi vendere la tua auto??? Te l acquistiamo in giornata!!! Pagamento immediato oppure portala in conto vendita gratuitamente!!! Via Dante, Abbiategrasso (Mi) Tel PAG. 6 CITTADINI E COMUNE VITTIME DELLA TARES PAG. 7 La Radura Incantata Asilo Nido - Sala feste PAGG. 8-9 Via A. Volta, 29 GAGGIANO Tel VIA PUECHER, BASTA CON FURTI E VANDALISMI! PAG. 13 NEGOZIO DI CASA, 4 DOMANDE Il commercio locale è generalmente in crisi. L impatto dei centri commerciali dei dintorni e l inarrestabile ascesa della grande distribuzione ha via via sgretolato il tessuto commerciale locale. Servono dunque iniziative a sostegno del cosiddetto commercio di prossimità. Tra le strategie già sperimentate in Italia e all estero, c è quella del couponing. Specie sul web, le imprese del settore (come Groupon) stanno spopolando, offrendo opportunità a consumatori e a realtà commerciali. Anche a Gaggiano qualcosa si sta muovendo. Da alcuni giorni, nelle case dei gaggianesi è stato recapitato un opuscolo pubblicitario (in 3500 copie), «un leaflet contente dei fac-simile di assegni da ritagliare riportanti un valore in denaro, sotto forma di sconto, deciso dal singolo negoziante. Al cliente che si presenterà con il tagliando verrà riconosciuto lo sconto riportato». L iniziativa è pubblicizzata da un banner sul sito del Comune, che rimanda a «Il progetto negozio di casa realizza una comunicazione mirata e periodica per dare visibilità alle attività commerciali locali. Il costo di questa operazione non risulta particolarmente gravoso in quanto distribuito sul totale degli inserzionisti. Le attività che aderiranno all iniziativa, vedranno pubblicate le loro offerte anche sul sito internet». Per come è presentata, l iniziativa appare come una offerta commerciale messa a punto da un imprenditore privato, che curerà la raccolta pubblicitaria (su carta e su web) contattando soggetti economici locali, in vista di un azione promozionale su una piattaforma informatica di cui è proprietario e attraverso la realizzazione di materiale a stampa. Pur condividendo la necessità di un azioni concrete in favore del commercio locale, serve forse che si faccia un poco di chiarezza. Il Comune partecipa sostenendo economicamente il progetto (al di là del patrocinio)? In che modo e in che misura? Se diversamente si tratta di una iniziativa privata (pur meritoria), a che titolo il Comune ospita un banner commerciale sul suo sito istituzionale? Quale relazione intercorre tra questo progetto, l associazione commercianti, il Distretto del commercio che raggruppa Rosate, Albairate, Gaggiano e Vermezzo? TG OTTICA FOTO WALTER di Graziano e Roberto Oldrati OPTOMETRISTA dal 1990 Piazza della Repubblica, 9 Gaggiano (MI) - Tel Dolci per ogni occasione con prodotti di nostra produzione Via Roma, 42 - Gaggiano (Mi) - Tel Via Dante, 5 - Trezzano s/n (Mi) - Tel

2 2 TuttoGaggiano

3 TuttoGaggiano TERZA PAGINA 3 TEATRO AMATORIALE / Assegnati dal GATAL CODOS, due premi in una sola stagione E sabato 19 lo show è tornato in scena a Milano Due premi in una stagione per i filodrammatici gaggianesi del Gruppo Teatrale CO- DOS. «Siamo dilettanti (ed io dico meno male e ciò potrebbe bastare) ma ci aggiungerei anche amatori (nel senso più ampio del termine). Ci piace fare teatro così: amatorialmente! - scriveva Massimo Pravettoni nel libro "Il Teatro a Gaggiano - la storia dello spettacolo gaggianese... e la CodOS" (edito nel 2011 da il Rachinaldo per il XXV della compagnia) - Abbiamo scelto, senza nessuna costrizione, di usare l'arte di fare teatro, sia esso commedia dialettale o rivisitazione storica drammatica, come mezzo di comunicazione. È quindi per noi un mezzo per poter parlare agli altri (che sono il nostro pubblico), cercando di suscitare momenti di sana allegria, di spensieratezza, oppure di bella riflessione.» E noi «in questo modo di fare teatro ci crediamo veramente [...] e nel farlo ci divertiamo. E guai se non fosse così! (Credetemi in tutta sincerità, parlo per me, se non mi divertissi più a recitare me ne starei a casa). Il nostro pubblico tutto questo lo avverte. La risata "ad ogni costo non ci interessa" ma "quella Una foto d archivio della compagnia Codos in scena; nella foto piccola, il momento della premiazione di quest anno spontanea sì", e questo, sempre secondo me, si riesce ad ottenerlo proprio coniugando i due aspetti: credere in ciò che si fa, farlo divertendosi e quindi farlo bene.» Una riprova è che in questi ultimi anni la performance recitativa del Gruppo Teatrale si è confermata su buonissimi livelli. Dopo i premi guadagnati con la rivisitazione de "La leggenda di Ara bell'ara", con "Che gibilée per.. qutter ghej", "el furgunìn di miràcol" e "La pazienza del scior curàt", anche i due spettacoli in lingua meneghina che il GT Codos ha portato sulle scene gaggianesi e milanesi nella scorsa stagione teatrale sono state giudicate meritevoli di un riconoscimento ex-aequo da parte della Giuria del "Premio Teatro " indetto dal Gruppo Teatro amatoriale Lombardia (GATaL). Alla serata di premiazione tenutasi a Milano, al Teatro di via Osoppo, il 28 settembre scorso, a "Chel benedèt sidèl" e al "Prevost per trii dì" è stato conferito il 2 Premio di 1 grado. Un risultato lusinghiero, rileva il regista Ambrogio Zacchetti, ottenuto "Grazie a chi ha lavorato artisticamente in scena e fuori scena e a chi, credendo in noi, ci ha dato l'opportunità di essere messaggio per un pubblico che ci ha manifestato la sua vicinanza e di Monica Battaini Libreria Cartoleria Articoli da regalo Giocattoli Fax Fotocopie a colori Stampe da USB Si accettano ticket dote scuola Via Cornicione, 12 - Gaggiano (MI) - Tel. e fax il suo apprezzamento seguendoci sempre numeroso in ogni nostra rappresentazione". Questo con riferimento sia alla commedia "Prevost per trii dì" - che nel 2013 è stata al centro del progetto tutto gaggianese di "Teatro nelle Frazioni" -, sia a "Chel benedèt sidèl" che, oltre che sulle scene gaggianesi, il Gruppo Teatrale ha avuto l'onore, lo scorso febbraio, di presentare alla rassegna "Serate a Teatro col GATaL" organizzata dall'associazione lombarda presso il Teatro San Giuseppe di via Redi (a Milano) e che il 19 ottobre è stato di nuovo in scena al Teatro di Piazza San Giuseppe, sempre a Milano, nell'ambito della rassegna di teatro dialettale "el bicocchìn d'or". «Come al Risiko, abbiamo messo un altro carro armato sull'obbiettivo! e per questo prossimo appuntamento - sottolinea Stefano Goi -... accordiamo le nostre corde, teniamole tese al punto giusto ed il nostro strumento saprà riprodurre la solita meravigliosa e coinvolgente melodia!!!! alè Codos.» TG CRONACHE PADANE Notizie semiserie tra la Vigevanese e il West Proverbiali sondaggi Prosegue senza sosta l attività informativa sui social network dell associazione politica Gaggiano Viva. Qualche settimana fa un curioso post girava in rete: «La piscina a Gaggiano: serve o è uno spreco? Un servizio in più offerto dal Comune, ma anche un grosso investimento con scarse probabilità di successo come dimostrano esempi vicino a noi... che ne dite?». Gli amici di Gaggiano Viva o sono ingenui o sono male informati. Offriamo qui un piccolo aiuto a capire come stanno le cose. Risulta, in assenza si smentite, che la suddetta piscina dovrebbe essere realizzata da un costruttore in convenzione e senza oneri per il Comune. Cioè, fuori dal linguaggio tecnico, si tratta di una specie di contropartita nel contesto di una grossa operazione immobiliare, che per ragioni economiche è oggi costretta al palo. Ecco, qui sta il punto: non vendendo le case previste, il costruttore non realizza l opera promessa. A questo punto lo spreco (diremmo il danno) non è che si costruisca la piscina, ma che non la si faccia affatto. O no? PS: Nella serata dell 11 ottobre Gaggiano Viva ha tenuto un assembea pubblica a Vigano, presso la Trattoria San Brunone, presenti gli assessori che fanno parte dell associazione e qualche attivista. Non si può certo parlare di successo di pubblico: una persona. Gaggiano Laboratorio politico Assistiamo a livello nazionale al confronto, forse alla spaccatura in seno al Popolo della Libertà (o Forza Italia) con Alfano che recalcitra, Berlusconi che a sopresa vota la fiducia a Letta, e Falchi contro Colombe. Insomma, Forze Italie contrapposte. A Gaggiano, che da sempre è un laboratorio politico in anticipo sui tempi, è già così. Basta fare un giro sul mercato, il sabato mattina, per vedere bandiere di Forza Italia che non sventolano sopra lo stesso Gazebo. I più attivi sono quelli del Naviglietto (Vavassori-Gatti), ma il gruppo storico di Pozzi scalda i motori e anche Berardi, nel caso in cui non vada in porto una riedizione di Uniti per Gaggiano, medita di scendere in campo in vista delle prossime comunali, che si terranno in primavera. Insomma, una maratona a tre. L affaire Trezzano Uno sguardo ai nostri vicini. Dopo che la giunta trezzanese di centrodestra è andata a gambe all aria per questione di tangenti e modifiche indebite al piano regolatore, è in dirittura d arrivo a tempi record l inchiesta giudiziaria. Pesanti le accuse: associazione per delinquere finalizzata a corruzione, riciclaggio e frode fiscale nella gestione urbanistica. Imprenditori, consulenti e commercialisti avrebbero ottenuto favori con l approvazione del vecchio Pgt. Coinvolto nelle indagini, oltre ad assessori e funzionari comunali, ci sarebbe anche Marco Citelli, tecnico comunale del settore Edilizia privata. I fatti contestati consisterebbero in favori a imprenditori, tra cui lo spostamento dell asilo nido di via Fogazzaro per far spazio all ampliamento di un parcheggio nel centro commerciale Preca Brummel spa, l ex Happening. Scrittori Avas alla Certosa «Il 28 e il 29 di settembre si è tenuta la tradizionale festa di Mambre, organizzata per riabbracciare i vecchi ospiti della Certosa di Vigano. Quest anno la kermesse è stata arricchita da due eventi culturali. Il primo riguarda la mostra fotografica realizzata dal fotografo Paolo Miramondi scattate durante i viaggi da Nazareth a Gerusalemme del reporter. Un allestimento semplice ed efficace che hanno messo in risalto la qualità e la bellezza delle immagini in bianco e nero esposte dal fotografo». Sembra un brano scritto da Checco Zalone, ma è invece farina del sacco degli scrittori di Avas (sgrammaticature comprese), i quali hanno presentato l antologia di racconti intitolata «Ma tu da dove vieni?». Di cosa si tratta? Ecco la spiegazione fornita da un comunicato sempre «made in Avas»: «Un gruppo di scrittori Avas hanno intervistato gli ospiti stranieri di Mambre e ne hanno ricavato 10 racconti toccanti che parlano d integrazione». Sbagliare è umano, ma perseverare Giuseppe Caffulli TuttoGaggiano Supplemento mensile di "Ordine e Libertà" in distribuzione gratuita a cura di Editrice Abbiatense srl, via Pontida 13, Abbiategrasso (Mi). Aut. trib. Milano 9/8/1945 n. 346 del Registro. Direttore: Marco Aziani. Coordinatore: Giuseppe Caffulli. Stampa: Edizioni Tipografia Commerciale, Cilavegna (Pv). Hanno collaborato: Eleonora Aziani, Ilaria Landino, Mara Marchesi, Alberto Marini, Paolo Migliavacca, Paolo Rossetti, Marina Rosti, Antonio Varieschi, Marco Vendramel. Pubblicità: (ufficio); (Antonio Negroni); (Antonio Altimani).

4 4 BACHECA TuttoGaggiano LA FOTO DEL MESE Gaggiano 1869, e il Comune inglobò le frazioni... Il Comune di Gaggiano, così come lo conosciamo, è nato con questa legge del 1869 che sopprimeva i preesistenti Comuni di Barate, Bonirola, Fagnano sul Naviglio, San Vito e Marta, Vigano Certosino, unificandoli con quello di Gaggiano che allora contava meno di mille abitanti. La Provincia di Milano aveva elaborato alla fine del 1866 uno schema di aggregazione dei piccoli Comuni e lo aveva sottoposto a quelli interessati. Aderirono subito e senza riserve i Consigli comunali di Gaggiano e Bonirola; respinsero il progetto all unanimità Barate, Fagnano e Vigano, lo fece con due soli voti di maggioranza (3 favorevoli e 5 contrari) anche San Vito. Quelli di Vigano misero a verbale che potevano continuare da soli, «avendo mezzi più che a sufficienza per sostenere con decoro tutte le spese comunali» e volendo conservare «libertà d autonomia». Alla fine, le antiche frazioni dovranno cambiare parere e cedere alla forza della legge, ma avranno la soddisfazione di avere riconosciuti nel Consiglio comunale di Gaggiano, a partire dall unificazione, 4 posti a cittadini residenti a Vigano, 3 ciascuno a quelli di San Vito e Fagnano, 2 ciascuno a Bonirola e Barate, garantendo al capoluogo solo 6 posti sui 20 disponibili. Le cose cambiarono col Fascismo, a partire dalle prime elezioni tenute sotto il Regime nel 1923: nessuna autonomia alle frazioni. (a cura dell Associazione per il Centro Culturale Aldo e Cele Daccò) C ERA UNA VOLTA Note e curiosità dalle cronache de Il Ponte di trent anni fa Case di San Vito e Coreco Odg di Dc e Psi: condanna dell abbattimento Urss di un aereo Sud Coreano Due chicche sulla prima pagina de Il Ponte di ottobre L apertura ci racconta che «Gratta, gratta... è saltato fuori un brandello di passato», titolo che si riferisce alla notizia della scoperta di quel che è emerso dalla ristrutturazione (meglio, dal restauro) in corso all interno del Palazzo municipale: «(...) Il rifacimento dei pavimenti in cotto ed il rispetto di tutto ciò che di antico è stato ritrovato ha indubbiamente conferito un aspetto assai interessante all intera costruzione che si può presumere fosse all epoca un palazzo signorile: lo denotano gli ampi locali, saloni e camere con altrettanto imponenti camini e le basse finestre che si aprono sull odierna via Roma e sul Naviglio...». Accanto, sempre in prima pagina, ecco annunciato che «Non si è fatta la necessaria chiarezza sulle misure e sugli effettivi costi delle case di San Vito», ragione per cui (resplicita il titolo vero e proprio) «Il problema finirà al Comitato Regionale di Controllo». E l introduzione del relativo articolo, riportata in forma di sommario, chiarisce meglio i termini della questione: «Nel Consiglio comunale del 16 settembre la giunta non ha saputo rispondere in modo esauriente alle richieste di chiarimento dell opposizione. Le misure degli alloggi si allargano o si restringono a seconda dei casi. trecento milioni continuano a sembrare eccessivi per alloggi di quel tipo. Se le misure non sono corrette, anche i canoni d affitto sono inesatti». E dunque? Lo ritroviamo esplicitato ulteriormente in ultima pagina (a quell epoca si usava infatti far proseguire lì quel che cominciava in prima), all ultimo capoverso: «L opposizione, non avendo ottenuto una risposta a tutti i suoi quesiti, ha dovuto chiamare in causa il Comitato Regionale di Controllo che è l organo superiore che ha il compito di verificare che tutti gli atti dei Comuni si svolgano nel rispetto delle leggi. Il che, ovviamente, ha inferocito il sindaco». (Che, per la cronaca, all epoca era Giuseppe Gatti, attuale leader dell opposizione alla guida della lista civica che porta il suo nome). Due brevi note di stampo decisamente politico sono invece riportate rispettivamente nelle pagine 8 e 9 dell edizione de Il Ponte di ottobre 83. La prima di carattere locale: «Il sottoscritto consigliere comunale Maurizio Pezzotti a nome del Gruppo consiliare comunista interroga il sindaco per conoscere: a) a che punto è la trattativa tra Comune di Gaggiano e amministrazione ex Eca del Comune di Milano per l acquisto da parte del primo dell immobile di Barate denominato Casa del Forno ; b) quali comunicazioni sono giunte al Comune da parte dell amministrazione ex Eca del Comune di Milano riguardo la vendita e gli acquirenti dei terreni di questo ente presenti sul territorio di Gaggiano». La seconda di carattere addirittura internazionale, a firma Dc e Psi: «La vicenda dell aereo Sud Coreano abbattuto, con 269 passeggeri inermi che trasportava, dall aviazione dell Unione Sovietica ha suscitato nell opinione pubblica sgomento, indignazione e preoccupazione quali da anni non si verificavano. Il fatto è un vero e proprio atto di terrorismo compiuto però da uno Stato sovrano riconosciuto dalla comunità internazionale. Tale atto di pirateria ha trovato la condanna di tutto il mondo libero, condanna alla quale non possiamo esimerci dall aderire. Le giustificazioni addotte dalle Autorità sovietiche non possono in alcun modo sminuire le loro gravissime responsabilità e dimostrano che la logica militare per l Unione Sovietica ha il sopravvento su ogni valore umano». Nessun commento, invece, da parte del Pci... M.A.

5 TuttoGaggiano ATTUALITÀ E POLITICA 5 SERVIZI SOCIALI I ritardi rendono necessaria una revisione dell intesa, ma i tempi restano Che ne sarà dellʼex Stallone? Finalmente partiti i lavori E il sindaco, Franco Miracoli, conferma: «Si procede a pieno regime Anffas: «Resiste l idea di un piccolo Melograno» È presto per dire quando lo Stallone, l edificio di via Gozzadini - sulla sponda sinistra del Naviglio Grande - per il quale continua ad essere previsto un uso di tipo sociale, sarà effettivamente utilizzato per lo scopo cui è destinato. Ma una novità rispetto al passato c è, e la annuncia il sindaco di Gaggiano Franco Miracoli: «I lavori sono partiti e, al momento, procedono a pieno ritmo». Dovrebbero durare un anno, ma Sergio Perfetti, assessore a Politiche sociali e Servizi alla persona, spiega: «La ristrutturazione programmata ha subito un rallentamento a causa della crisi edilizia. Si tratta, infatti, di un intervento eseguito a scomputo degli oneri dovuti per un piano urbanistico che, se non decolla per via appunto delle difficoltà dell attuale momento economico, non porta neppure al versamento degli oneri o, come in questo caso, alla realizzazione delle opere sostitutive. Adesso allo Stallone il cantiere è aperto e gli operai sono al lavoro. Mi auguro non si verifichino altri intoppi e si arrivi in fretta a completare l intervento. Che, in ogni caso, rientra ancora nei tempi fissati dalla convenzione originaria». L edificio è vicinissimo al centro anziani del Comune, con 28 alloggi e la casa albergo per i residenti non più giovani. Per questa ragione l amministrazione ha destinato lo Stallone ad attività legate al sociale: l idea era quella di avere un polo assistenziale nel cuore del paese. «E l idea non è cambiata - osserva ancora Perfetti - Avevamo stabilito un accordo di programma con l Anffas e i ritardi rendono necessaria una revisione dell intesa ma, se l Associazione sarà d accordo, noi siamo per confermare la previsione originaria, che ipotizzava un centro diurno capace di accogliere una decina di ragazzi». Uno spazio sarà riservato alla Croce Oro, onlus gaggianese che opera anche in un comune vicino: «Già ora i suoi soci fanno volontariato nella casa albergo per anziani - rimarca l assessore - La ristrutturazione dello Stallone è una buona occasione per dare una sede definitiva all associazione, di modo che possa assicurare una sorta di assistenza 24 ore su 24, sia pure non ufficiale. Sarebbe un motivo in più per chiedere con forza in Regione un punto di soccorso h24 anche qui: la ricaduta per il comune e il territorio circostante sarebbe molto positiva». Comunque vada a finire l accordo con Anffas, lo Stallone avrà a disposizione diversi spazi multiuso (ci sono un paio di saloni da 200 metri quadrati ciascuno, più la parte che verrebbe assegnata alla Croce Oro) sempre finalizzati al sociale: «La ristrutturazione è stata progettata in modo tale da non pregiudicare le attività future che l immobile potrebbe ospitare - conclude Perfetti - Resta valido, infatti, l obiettivo finale di avere un centro a disposizione per le varie attività a favore delle fasce deboli della popolazione». A.M. «Il progetto rimane e l idea di dare vita a Gaggiano ad un piccolo Melograno resta» a dirlo è Franco Tonoli, ex presidente dell associazione locale Anffas e fondatore del centro diurno per disabili di Strada Cassinetta. «L assessore alle a Politiche sociali e Servizi alla persona Sergio Perfetti che sta seguendo il progetto non mi ha comunicato cambi di programma, anche se sono perfettamente a conoscenza dei rallentamenti dei lavori. La situazione non facile che il settore dell edilizia sta vivendo chiaramente si ripercuote anche su quest opera che doveva essere finanziata attraverso oneri di urbanizzazione. So che l edificio è stato abbattuto e al momento non ho motivo di credere che il progetto venga archiviato. L idea di realizzare un centro diurno per disabili (Cdd) insomma rimane, e l obiettivo è quello di realizzare una struttura molto simile per scopi e finalità a quella che già esiste ad Abbiategrasso. Chiaramente il centro sarà più piccolo, destinato ad ospitare una decina di ragazzi, ma le attività che saranno proposte saranno molto simili. Il centro resterà aperto dal lunedì al venerdì dalla mattina fino alle 16,30, proprio come il Melograno di Strada Cassinetta. Mi sono impegnato personalmente con il Comune di Gaggiano per gestire il centro una volta che saranno terminati i lavori. I nostri ragazzi hanno bisogno di restare nel loro ambiente, nel territorio dove sono nati e cresciuti. E importante non sradicarli, non allontanarli dalle loro amicizie e dai loro punti di riferimento. Nella struttura denominata Stallone - conclude Tonoli - saranno dunque ospitati soggetti affetti da disabilità psichica e motoria residenti a Gaggiano e nei centri limitrofi». Marina Rosti

6 6 ATTUALITÀ E POLITICA TuttoGaggiano SECONDO INCONTRO Ha avuto luogo venerdì 18 ottobre al Centro Socio Sanitario Lavoro, dovʼè e dove manca e le tre soluzioni del Pd «Più investimenti, meno burocrazia e più sostegno alle imprese» Action Technology, una delle poche aziende locali in salute Come promesso la sezione del Pd di Gaggiano ha lanciato un secondo invito, ma questa volta rivolto a tutti e non solo ai giovani, sul tema della disoccupazione. Va rilevato che anche in questo caso i gaggianesi sono stati un po renitenti a rispondere all appello, forse perché stanchi di dover far fronte agli effetti, anche psicologici, della crisi, forse per il pessimismo nei confronti del tema proposto, forse per le tante promesse non mantenute dalla politica in generale. Venerdì 18 ottobre nei locali del Centro Socio Sanitario di piazza Cavalieri di Vittorio Veneto, il circolo Pd ha organizzato un incontro per sollecitare un confronto sul tema del lavoro. La serata, coordinata da Sabina Gatto, ha coinvolto diversi esponenti del partito tra cui Ezio Casati, deputato del Pd, il sindaco di Gaggiano, Franco Miracoli, e l assessore comunale ai Servizi Sociali, Sergio Perfetti. Il dibattito era incentrato sul tema della disoccupazione, e questa volta non solo quella giovanile, che ha raggiunto livelli inaccettabili, ma anche quella creata dalla chiusura delle nostre aziende, fabbriche e negozi. «Anche Gaggiano non è esclusa da questo panorama e sembra che non vi siano prospettive di risoluzione di questa crisi», ha rimarcato lo stesso sindaco Miracoli concludendo il suo discorso introduttivo. Fortunatamente qualche piccola oasi sopravvive ancora, come la ditta Action Technology Italia, realtà imprenditoriale locale, intervenuta al dibattito. L azienda, con sede nella zona industriale di Vigano Certosino, è leader europea nelle guarnizioni in gomma e opera nel settore da 30 anni; questa realtà è riuscita ad affrontare la crisi a testa alta grazie agli investimenti in ricerca e innovazione, pianificati nel corso degli anni. «La crisi ha cambiato morfologicamente il mondo ed ha anche modificato il nostro territorio», dice il deputato del Pd, Ezio Casati, il cui intervento è stato l ultimo della serata. «Imprese floride sono solo piccole oasi, il resto è diventato una pianura arida». Ma c è chi sostiene che non sia così nero come sembra, e, secondo il deputato, ci sono buoni margini di manovra, se ci si mette all opera e si lavora all unisono. Tre dovrebbero essere gli ingredienti per risollevare la situazione: maggiori investimenti, piani di riduzione della disoccupazione giovanile e alleanze strategiche tra istituzioni, il sistema del credito e le forze sindacali, il tutto supportato da meno burocrazia e più sostegno alle imprese. Il fatto è che di spunti per il futuro ce ne sarebbero molti, ma la mancanza di finanziamenti rende tutto più difficoltoso e il nostro Paese sempre meno competitivo. Ilaria Landino Riflessioni in margine «Generazione mille euro»: vittime e non «Noi siamo la generazione dei 1000 euro al mese!». Parole pronunciate da una giovane disoccupata nel corso dell'incontro sul lavoro indetto dal Pd di Gaggiano. Con una speciale sottolineatura: la "lista della spesa" che un giovane che oggi ricerca la propria indipendenza si trova a dover affrontare ogni giorno ed ogni mese, ritrovandosi, se è bravissimo, ad "accantonare" qualcosa come un'ottantina di euro al massimo. «E secondo voi - ha chiesto la donna - un giovane che si voglia rendere indipendente come ce la può fare con mille euro al mese?». Una domanda che però innesca anche una serie di possibili riflessioni. Mille euro al mese sono oggettivamente pochi o lo sono in relazione agli gli standard di vita a cui siamo abituati? Se si volesse essere indipendenti da mamma e papà, si riuscirebbe ad arrivare a fine mese con quella somma? Forse no, a meno di rinunciare ad una casa in cui non ci si senta oppressi, ad essere sempre connessi ovunque ci si trovi, alla macchina per uscire con gli amici o per andare al lavoro, alla birra in compagnia dove il bar del quartiere è solo il punto di ritrovo, ad almeno una pizza nel fine settimana e ad una gita fuori porta (definizione un po obsoleta, considerato che adesso sono più che altro, oltre confine, inteso almeno come quello regionale. Ma se si rivedessero tutti questi elementi, che oggi sono considerati dovuti e scontati, mentre in realtà non sono proprio così necessari, forse mille euro basterebbero a sbarcare il lunario? L unica cosa certa è che si dovrebbe fare il passo commisurato alle proprie finanze e vegliare sulle possibilità che il mercato offre. Mille euro al mese per un giovane che ha iniziato a lavorare da poco tempo, non più di un paio d anni, sono pochi? Di certo dopo 8-10 anni spesi sui libri per conseguire la laurea, si vorrebbe vedere ricompensata la propria fatica, ma non si dovrebbe forse cercare di essere un po meno precipitosi? Il titolo di studio è un bene prezioso, a cui tutti dovrebbero aspirare, ma, purtroppo, quando ci si trova nel mondo del lavoro, la realtà è molto diversa da quella studiata sui libri: l esperienza manca e non rimane che rimboccarsi le maniche e ricominciare da zero con la tanto discussa gavetta, eppure sembra che nessuno la voglia più fare, ma soprattutto che più nessuno ne abbia bisogno. Certo è molto più semplice dare la colpa alla politica, alle istituzioni, al mondo del lavoro che non danno ai giovani la possibilità di lavorare, piuttosto che mettersi in gioco e tentare nuove strade. Si dice spesso che le aziende devono investire in innovazione e ricerca per essere al passo coi tempi e mantenere alto il livello occupazionale, ma andrebbe sottolineato anche che tutti nel loro piccolo dovrebbero investire in se stessi per poter essere sempre al passo con quanto il mercato del lavoro richiede, evitando invece di rimanere fossilizzati nelle proprie convinzioni o legati a certi stereotipi. «Non trovo il lavoro per il quale ho studiato» è una frase che non sta più in piedi. Cambia il mercato, cambiano i bisogni e anche l offerta deve adeguarsi al nuovo contesto, senza per questo arrivare a denigrare quanto si è fatto: l esperienza e la cultura accumulate sono sempre fonte di grande arricchimento personale. «Questa crisi ha cambiato morfologicamente il mondo», ha appunto giustamente detto il deputato del Pd, Ezio Casati. E le nuove generazioni dovrebbero saper cogliere questa nuova sfida. I.L.

7 TuttoGaggiano ATTUALITÀ E POLITICA 7 RIFIUTI E VERDE I chiarimenti al Consiglio comunale di fine settembre Da Tia a Tares, qui si resiste Ma ciò non toglie che Comune e cittadini siano insieme vittime dello Stato Il Consiglio comunale del 27 settembre ha deliberato regolamento e tariffe 2013 della TARES, la tassa sui servizi ambientali (rifiuti, spazzamento strade, verde pubblico ecc.) nata quest'anno e già "defunta", essendo sostituita dal 2014 con la service tax, ancora in fase di definizione. Sia il regolamento che le tariffe sono state approvate senza nessun voto contrario, avendo i quattro consiglieri di opposizione presenti (Gatti, Vavassori, Mantovani, Di Toma) espresso un voto di astensione. In effetti la vera conseguenza negativa per le famiglie di Gaggiano nel passaggio dalla TIA alla TA- RES è l'inspiegabile tassa statale aggiuntiva di 0,30 al metro quadrato che va versata appunto allo Stato insieme al saldo di dicembre, ma che non entra e non c'entra con il bilancio del Comune di Gaggiano, come di tutti gli altri Comuni, che anche in questo caso sono chiamati a fare gli esattori per conto del Governo, essendo tenuti a compilare i modello F24 che i contribuenti utilizzeranno per pagare lo Stato. Si ricorda che il Comune avrebbe potuto portare lo 0,30 al mq a 0,40, tenendo lo 0,10 aggiuntivo (parecchie decine di migliaia di euro), cosa che non ha fatto. La tariffa di spettanza comunale pertanto non aumenta, nonostante ci fossero tutti i presupposti per un Raccolta dei rifiuti a Gaggiano; Tia lascia il posto a Tares che porta con sé l ennesima tassa statale incremento consistente e generalizzato, come avvenuto per la maggior parte dei Comuni. Quali erano quei presupposti? Innanzitutto la novità più rilevante e negativa del Piano finanziario comunale TARES 2013 (Piano che raggruppa tutti i costi ambientali e che viene trasformato in tariffa secondo criteri in gran parte stabiliti dalla legge, primo fra tutti l'obbligo di trasferire sulla tariffa il 100% dei costi), cioè l'inglobamento nello stesso per legge di euro, pari all'iva che il Comune ha versato per l'acquisto dei servizi ( a Sasom e ad altri fornitori), IVA che è diventata per il Comune nel 2013 un costo da trasferire sulla tariffa non potendo più essere compensata con l'iva sulle bollette in entrata, non applicabile alla TARES. Tuttavia il Piano finanziario 2013 del Comune aumenta rispetto al 2012 di soli euro, grazie alla scelta dell'amministrazione di escludere dallo stesso alcune voci che sono state attribuite al bilancio generale del Comune, come ad esempio alcune spese di pulizia strade e di manutenzione dei mezzi. A ciò si è accompagnato un contenimento generale dei costi dei servizi; il tutto ha consentito di non gravare sui contribuenti l'onere del passaggio da TIA a TARES. In pratica famiglie e negozi pagheranno al Comune, con scostamenti in più o in meno di pochissimi euro, come nel Anzi, dal punto di vista del puro esborso, negozi e attività commerciali pagheranno meno al Comune, non potendo però scaricare l'iva come in precedenza. Solo per alcune tipologie di superfici industriali produttive (sulle quali invero peserà in modo significativo il balzello dello 0,30 al mq. dovuto allo Stato) i contribuenti - pur versando al Comune anch'essi meno rispetto agli anni precedenti - non riusciranno mediamente a recuperare per intero il beneficio che fino al 2012 derivava loro dallo scarico dell'iva. Tutto considerato quindi, soprattutto in relazione a quello che si sente e si legge per altri Comuni (Milano in testa) la "meteora" TA- RES - grazie ad alcune scelte del Comune stesso - non ha provocato grandi danni ai cittadini, a parte quelli (il famigerato 0,30 al metro quadrato) legati ad un erario statale vorace del quale i Comuni sono, insieme ai loro cittadini, la prima vittima. TG

8 8 FOCUS TuttoGaggiano Ecco la nuova Biblioteca! Inaug LA STORIA DEL PROGETTO Come nacque l idea, come furono ottenuti i finanzia C ERA UNA VOLTA L IDEA DEL POLO CULTURALE, ANZI C È Il 2 novembre viene inaugurata la nuova Biblioteca Comunale dedicata ad Aldo e Cele Daccò. Si tratta di due persone la cui generosità ha consentito, da quarant anni a questa parte, la realizzazione delle opere e dei sogni di un lunghissimo elenco di enti pubblici e privati, di associazioni, di giovani meritevoli di fortuna e di persone malate bisognose di cure adatte. Persone che, una volta, erano chiamate benefattori e che non trovano più molti imitatori. Il loro legame con Gaggiano, dove Aldo Daccò è nato nel 1896, è stato una scoperta di Mita Sassano che, da direttrice de Il Ponte (il mensile estintosi con lei dopo 33 anni di uscite puntuali), aveva dedicato una serie di articoli ai concittadini meritevoli d essere ricordati con l intestazione di una strada, di un locale, di un edificio pubblico. Individuato il nome di Aldo Daccò (deceduto a Milano nel 1975) fra i benefattori dell Istituto Mario Negri di Milano, Mita si era informata sul suo conto ed era giunta a conoscere Cele, che ne era stata la moglie devotissima, incontrandola alla stazione ferroviaria di Lugano in una gelida mattina d inverno. Era il Da quella conoscenza era nato fra le due donne, divise nell età da una trentina d anni, un forte legame e da quel legame, in Cele Daccò, l interesse per il luogo d origine del marito. La signora, che conduceva dai primi giorni della vedovanza una vita assai riservata nella sua casa sopra il lago di Lugano, venne una prima volta in visita a Gaggiano nel novembre del 2001 portando in dono per la Biblioteca comunale i 14 volumi del Dizionario Enciclopedico Treccani, assieme ad una decina di volumi di pregio sulla storia e il dialetto di Milano e ad un centinaio di altri libri; assistette alle celebrazioni della Festa della Vittoria e conobbe gli amministratori comunali in carica, trovandosi in perfetta sintonia soprattutto col dottor Giuseppe Baroni, allora assessore alla Cultura e col dottor Roberto Allievi, delegato al Bilancio. Negli anni seguenti volle istituire una Borsa di Studio e l Allievi individuò una forma sicura e redditizia d investimento per l importo di euro che la signora aveva messo a disposizione del Comune, di modo che la rendita annuale consentisse l erogazione voluta. Le visite sempre più frequenti, il rinsaldarsi dei rapporti di stima e di amicizia con alcuni gaggianesi, sfociarono nel progetto di un Polo Scolastico (la concentrazione delle scuole elementari e medie in un unico complesso, in via Cornicione) e di un Polo Culturale (insediato attorno al cortile del Municipio utilizzando gli edifici che vi si affacciavano: la scuola, l auditorium, la palestra e la palazzina dei vigili). L Ufficio Tecnico comunale abbozzò un progetto ed un preventivo che toccava i euro per tutta quanta l operazione. Un progetto che non ebbe mai il battesimo di una discussione pubblica, né la cresima di un approvazione della Giunta o del Consiglio Comunale. Era il 2007 e il primo passo consistette nel cambiare la destinazione di quei euro: non più destinati alle Borse di Studio, ma inseriti nel Bilancio del Comune per essere utilizzati nell avvio del Polo Culturale. Nella primavera del 2009, in vista del rinnovo del Consiglio comunale, la realizzazione del Polo scolastico e del Polo culturale entravano a far parte del programma elettorale della lista capeggiata da Franco Miracoli (in cui non comparivano più i due assessori uscenti, Allievi e Baroni). Appena rieletto, il Miracoli confermava in una lettera alla donatrice l intenzione di realizzare, accanto al Municipio, il Polo Culturale che avrebbe compreso la nuova biblioteca (attraverso la ristrutturazione della vecchia palestra) e la trasformazione del cortile in piazza, entrambe dedicate ad Aldo e Cele Daccò. Il costo veniva previsto in euro per la biblioteca e in per la piazza. I mezzi per far fronte alla spesa sarebbero stati reperiti per euro attingendo alla donazione della signora, per euro attraverso alienazioni di beni comunali (fra cui, presumibilmente, la biblioteca di Piazza D Acquisto che avrebbe traslocato i libri e quella parte dell archivio storico del comune che è conservata nel suo scantinato) e per euro col ricorso ad un mutuo. Nel frattempo, si dava la precedenza alla costruzione di una nuova palestra al servizio della scuola, che intanto restava dov era perché di Polo Scolastico si smise di parlare, né si cercarono finanziamenti per realizzarlo, né si provò ad interessarvi la donatrice. La nuova palestra ( ,00 euro il costo previsto, tutto coperto da mutuo) sarebbe stata dotata anche di sale convegni e perciò ben s inseriva nel futuro Polo Culturale. Passava un anno prima del passo successivo: nel lug v p ri c v c p d c 8 d p 2 s c e s

9 ano TuttoGaggiano FOCUS 9 ugurazione il 2 novembre COMUNE Zangrossi «Un gioco di squadra riuscito» anziamenti, come si è evoluta la situazione fino ad oggi C È ANCORA... MA È RIMASTA SULLA CARTA va la one serntané di e di o fiarlo, vi la estra osto da otata ni e l furima el luglio 2010 la Giunta approvava (delibera n. 162) il progetto preliminare per la riqualificazione del cortile comunale, da collegare alla vicina Piazza della Repubblica, pure essa riqualificata. Il progetto portava la firma dell arch. Lorenzo Cefis e comportava una spesa di ,00 euro da spendersi, insieme ad altre opere pubbliche, nel triennio Al lettore non occorrono sollecitazioni per rendersi conto che nulla è successo ed il triennio si è concluso senza che siano state toccati né il cortile comunale, né la piazza della Repubblica. Nel frattempo, in occasione della consegna delle borse di studio del 2010, la signora Daccò acconsentiva ad aggiungere alla prima donazione altri euro, con una precisazione: sarebbero stati girati al Comune dalla Fondazione svizzera da lei presieduta solo in coincidenza con l esecuzione dei lavori del Polo Culturale, che ancora non erano cominciati, ma il cui inizio era previsto approssimativamente nel dicembre 2011 con una particolarità saliente : il collegamento della nuova biblioteca, per mezzo di un tunnel di vetro, all attiguo acquedotto, dove si sarebbe realizzata una sala circolare con finestrature affacciate sulla futura piazza (questo intervento, però, sarebbe stato realizzato solo in presenza di nuovi fondi). Il Comune si attivava per ottenere dalla Regione finanziamenti per la nuova biblioteca che non venivano però concessi, così nel giugno 2011 si rivedevano i conti. Con qualche sorpresa. Il costo della trasformazione della palestra in biblioteca saliva da a e quello della piazza scendeva da a In tutto, ,00 euro in più. Per pagare la futura biblioteca si sarebbero utilizzati i primi euro della donazione, euro provenienti dalla vendita all asta della biblioteca attuale e di fondi già stipati nelle casse comunali. Per la piazza, ,00 euro dalla vendita di proprietà comunali non specificate e di altro denaro già in cassa. I lavori della biblioteca sarebbero dovuti iniziare nell ottobre 2011 per concludersi dopo un anno nell ottobre I lavori per la piazza, il cui progetto esecutivo sarebbe stato approvato entro un anno, nel giugno 2012, sarebbero dovuti iniziare nell estate di quell anno per concludersi a marzo Non occorrono, al lettore, che i suoi occhi per constatare che la biblioteca viene finita con un anno di ritardo, che il particolare saliente costituito dal collegamento con un nuovo locale da ricavare nell acquedotto, con grandi finestre per guardare la piazza, è un corridoio che finisce contro il muro e che la piazza che avrebbe dovuto ospitare dalla scorsa primavera aree attrezzate e aree a verde, eliminando gli attuali parcheggi è ancora piena di automobili. L aggiunta di euro alla donazione originaria è stata utilizzata per l arredamento della Biblioteca. Comunque sia, si è arrivati all inaugurazione della Biblioteca, mentre rimane da completarne il progetto con la piazza e la sala nell acquedotto. Un altro Comune, più veloce nel progettare e realizzare, ha goduto nel frattempo di una cospicua donazione della signora Daccò: è quello di Jerago con Orago, provincia di Varese, dove si trovano la fabbrica costruita da Aldo Daccò negli anni Trenta e ancora operante e la cappella di famiglia dei Daccò. La Giunta, alla fine del suo mandato, ha presentato a tempo di record un progetto per ristrutturare, ampliandolo con l aiuto della signora, un centro polispecialistico che i Daccò avevano regalato quarant anni fa a Jerago; l inaugurazione è avvenuta una settimana prima delle elezioni comunali, la scorsa primavera. Sul Corriere della Sera (26 marzo 1911) Dario Di Vico ha scritto: Ma cosa deve fare il sindaco di un Comune virtuoso per poter aggirare il patto di stabilità interno e investire per migliorare il suo paese? Va a caccia di mecenati e donatori e se riesce a portare a casa un assegno milionario festeggia per giorni. E proseguiva raccontando la donazione di Cele Daccò al Comune di Jerago. Dove il sindaco uscente ha stravinto le elezioni, una settimana dopo l inaugurazione del Centro. Paolo Migliavacca L'inaugurazione sarà sabato 2 novembre, ma la nuova biblioteca di Gaggiano è già operativa da lunedì scorso, 21 ottobre, grazie all'impegno di chi ha lavorato (senza risparmiarsi) perché questo spazio potesse aprire al pubblico nei tempi programmati. «E' stato un bel gioco di squadra commenta il consigliere con delega alla Cultura Mattia Zangrossi che ha visto tutti lavorare sodo, senza badare ai sabati, alle domeniche, agli straordinari. Ce l'abbiamo fatta perché ciascuno ha lavorato dando il massimo e anche qualcosa in più. In particolare la bibliotecaria Monica Cestari, il responsabile dell'ufficio tecnico Carlo Bai e l'assessore Daniele Vecchi (come supporto tecnico amministrativo) hanno seguito insieme a me questo progetto passo dopo passo, facendo anche le 9 di sera se necessario». La storia della nuova biblioteca parte da lontano con il lascito, risalente al 2003, da parte della famiglia Daccò proprio perché venisse realizzata una biblioteca. Ci sono voluti 10 anni prima che il progetto diventasse realtà, dopo un percorso complesso che però a portato alla realizzazione di una struttura assolutamente all'avanguardia anche dal punto di vista dell'innovazione tecnologica. Un risultato non scontato per Zangrossi che aggiunge: «In un frangente economico e sociale come quello attuale riuscire a mandare in porto un'opera del genere oltretutto tengo a sottolinearlo nei tempi che ci eravamo prefissati (il cantiere è iniziato circa un anno fa) non è impresa da poco. So già che ci sarà qualcuno pronto ad attaccarci, a dire che con quei soldi avremmo potuto riparare le strade, ma a parte il fatto che stiamo parlando di due capitoli di spesa diversi, invito tutti a considerare l'importanza per un paese come Gaggiano di poter contare sulla presenza di una biblioteca comunale efficiente (attualmente siamo sui 6/7 mila prestiti annuali e contiamo di incrementare il servizio), moderna e accogliente. E' un servizio imprescindibile per la nostra comunità e con la collaborazione del personale stiamo valutando la possibilità di dilatare l'orario. Allo stato attuale siamo aperti 27 ore la settimana (che già non è male) ma la richiesta è di prolungare sempre di più le aperture. Una strada che intraprendiamo volentieri anche alla luce del fatto che la nuova sezione audio potrebbe avere un utilizzo maggiore grazie alla presenza di una strumentazione assolutamente all'avanguardia». Dopo l'inaugurazione di sabato 2 e un primo rodaggio della struttura l'amministrazione comunale conterà di risolvere anche la questione dei parcheggi: «Lo faremo più avanti conclude Zangrossi non perché ci siamo dimenticati, ma per avere numeri certi sull'impatto che gli utenti della biblioteca possono avere in relazione al traffico locale». Eleonora Aziani

10 10 ATTUALITÀ E POLITICA TuttoGaggiano ATTIVITÀ AMMINISTRATIVA Le delibere della giunta Miracoli passate al setaccio Croce Oro, nuova biblioteca e addio proroga con MPS Tutti i documenti ufficiali sono consultabili sul sito internet del Comune Dall 1 gennaio 2011, a norma della Legge 67 del 18 giugno 2009, art. 32 e sue modifiche, l Albo Pretorio on line sostituisce quello tradizionale. Ciò consente al cittadino che voglia tenersi informato ed abbia dimestichezza col proprio computer, di vedere come vengono spesi i suoi soldi senza muoversi da casa. Questa rubrica serve agli altri, che non hanno un computer o lo usano per giocare (e che, fra i residenti a Gaggiano, non dovrebbero essere pochi). PATROCINIO La Giunta comunale ha ricevuto due domande di patrocinio e le ha accolte entrambe. Come ricorda in premessa la Delibera n. 126 presa alle 9.30 di sabato 12 ottobre (assente Maria Grazia Vantadori), la richiesta di patrocinio ha sempre lo scopo di ottenere l uso del logo del Comune, quasi sempre quello di ottenere l uso di qualche struttura, spesso quello di ottenere un contributo in forma di targhe o trofei, quasi mai coi tempi che corrono quello di ottenere un contributo in denaro. Questa volta si tratta della Croce Oro che chiede ed ottiene l uso del logo e della sala del Centro Socio Sanitario di Piazza Cavalieri di Vittorio Veneto dove terrà un corso pediatrico il prossimo 20 novembre e della Cooperativa Terra e Cielo che, oltre al logo, ottiene la disponibilità della cucina della scuola di Via Cornicione e delle relative attrezzature per tenervi un corso di cucina. AMBULATORIO Da tempo all interno del Centro Socio Sanitario sono stati ricavati dei locali da concedere all attività di privati, medici generici e specialisti, oltre che un laboratorio che effettua prelievi per esami di vario genere. Uno di questi contratti, in vigore dal 1º aprile 2012, è venuto a scadere: riguarda lo studio/ambulatorio con ingresso al n. 4 della piazza Cavalieri di Vittorio Veneto, utilizzato per la loro attività di psicologhe dalle dottoresse Diana Aldovini ed Erica Albè. La Giunta, riunita al gran completo il 5 ottobre, ha preso atto della comunicazione della seconda, che rinuncia al rinnovo; la dottoressa Aldovini (che risiede nella vicinissima Via Dalla Chiesa) invece prosegue, firmando una nuova convenzione della durata di un anno che prevede il pagamento in via anticipata, da parte sua, di 100 euro al mese, a partire dal 1º ottobre, a titolo di rimborso delle spese di pulizia, riscaldamento, acqua ed energia elettrica. TRASLOCO Nell imminenza della fine dei lavori che hanno trasformato la vecchia palestra del 1932 in una moderna biblioteca, l Ufficio Tecnico del Comune ha trattato con la Tecnocoop di Mori (TN) le condizioni per il trasloco dei libri dai locali di Piazza Salvo D Acquisto a quelli rimessi a nuovo nel cortile di Via Roma 36. La Tecnocoop, che ha fornito anche l arredamento per la nuova biblioteca, per un valore di circa euro provenienti da una donazione della sig.a Cele Daccò (qualche esempio del preventivo: 162 euro per una sedia su ruote per postazioni internet; 115,50 euro per un pouf imbottito piccolo da 40 cm diametro e 49 di altezza; 336 euro per un tavolino circolare per bambini), verrà ripagata con 2.305,80 euro (IVA inclusa). Il trasloco si è svolto sotto la sorveglianza della bibliotecaria, dottoressa Monica Cestari, a partire da lunedì 14 ottobre. CURA DEL VERDE La manutenzione delle aree verdi, incluso il diserbo dei marciapiedi in tutto il territorio comunale, costerà alla fine dell anno qualcosa più di euro, la maggior parte (19.965,00 euro) per il primo semestre, il rimanente (14.060,20) da luglio a dicembre. L Ufficio Tecnico ha interpellato per questi sei mesi la Newgreen snc di Via Toscanini 2 e le ha assegnato il lavoro, a norma del Regolamento approvato nel 2011 dalla Giunta che consente questo procedimento per spese pari o inferiori a ,00 euro. PRESIDENTI DI SEGGIO Si voterà il prossimo 23 maggio, domenica, in una sola giornata per il rinnovo del Parlamento Europeo di Strasburgo e per quello del Consiglio Comunale di Gaggiano, sindaco compreso. Due elezioni in un giorno solo saranno un bell impegno per i volontari che lavoreranno ai seggi, a cominciare dai Presidenti. A proposito dei quali il Sindaco ha reso noto lo scorso 1 ottobre che tutti gli elettori ed elettrici del Comune che desiderano essere iscritti nell albo delle persone idonee a svolgere quel ruolo, devono presentare domanda entro il 31 ottobre. Sono esclusi da tale diritto coloro che abbiano superato il settantesimo anno di età; i dipendenti dei Ministeri dell Interno, dello Sviluppo Economico e delle Comunicazioni, dei Trasporti; gli appartenenti a Forze Armate in servizio; i medici provinciali, gli ufficiali sanitari ed i medici condotti; i segretari comunali ed i dipendenti dei comuni addetti o comandati a prestare servizio presso gli uffici elettorali comunali e i candidati alle elezioni per le quali si svolge la votazione. Per contro, chi è iscritto all albo dei Presidenti di seggio e vuole esserne cancellato per gravi motivi lo può fare utilizzando un modulo da ritirarsi presso il Comune. BUS Il parco macchine del Comune dispone di quattro autobus che vengono utilizzati per il servizio di trasporto pubblico e per quello degli alunni e studenti dell Istituto Comprensivo. Uno di questi ha bisogno di riparazioni: porta la targa EA681PH e viene affidato all officina di Angelo Rho, nella vicina Rosate che presenta un preventivo di 774,70 euro (l IVA è già salita dell 1%). Lo racconta la Determinazione n. 438 presa l 11 ottobre dall Ufficio Tecnico. CENTRO DIURNO L assistenza ai nostri anziani nel Centro Diurno (come dicono i gaggianesi) di là dal Naviglio, costa al Comune 8.267,40 euro al mese. Il settore dei Servizi sociali ha infatti disposto (con Determinazione n. 437 dell 11 ottobre) il pagamento dell ultimo trimestre di quest anno: ,20 euro esenti da IVA a favore della Cooperativa Sociale Il Portico Persona di Rho che si era aggiudicata l appalto per il servizio assistenziale, di animazione e infermieristico dal mese di maggio 2012 al mese di dicembre L attimo dopo (Determinazione n. 436) il settore Servizi Sociali ha autorizzato anche il pagamento di altri ,23 euro, IVA 4% inclusa, allo stesso Portico per il servizio di custodia della vicina Casa albergo del medesimo periodo. TEATRO A MILANO I manifesti affissi per informare degli spettacoli teatrali a Milano che il Comune offre ai gaggianesi a prezzi agevolati sono stati stampati da La Tipografia di Buccinasco per 130,00 euro più IVA. ASSESSORI Gli Assessori che garantiscono la loro presenza in Municipio durante gli orari di lavoro godono di permessi retribuiti per assentarsi dall azienda da cui dipendono. Questa, per non subirne danno, si rivale sul Comune che è tenuto a rimborsare quanto dallo stesso corrisposto, per retribuzione ed assicurazione, per le ore o giornate di effettiva assenza del lavoratore. E il caso di Gianluca Bianchi e Sergio Perfetti, per i quali il Comune si impegna a rimborsare ai rispettivi datori di lavoro, per il secondo semestre, 5.500,00 e 2.500,00 euro con la determinazione n. 434 assunta dalla Segreteria l 11 ottobre scorso. GELATO Dalla fine dell estate alla fine dell anno i nostri bambini (dell Istituto Comprensivo, delle scuole dell infanzia e dell asilo nido) ed i nostri anziani (del Centro Diurno) consumano gelati per 1.200,00 euro. Li ha forniti, per il periodo settembre-dicembre, la ditta Fratelli Ferrari di San Zenone al Lambro. TESORERIA Il servizio di Tesoreria è affidato fino alla fine dell anno al Monte dei Paschi di Siena, che è disponibile a rinnovare il contratto in essere ma a condizioni che l Amministrazione comunale valuta peggiorative. Ne ha discusso il Consiglio comunale riunitosi il 27 settembre con cinque assenti (Daniele Bonomi, Sergio Perfetti, Daniele Vecchi e Mattia Zangrossi della maggioranza; Mario Marin della minoranza). Così riferisce la discussione il verbale redatto nell occasione: Vice Sindaco Bianchi Gian Luca. A Dicembre 2013 scadrà la Convenzione per il servizio di Tesoreria di durata quinquennale. E stata approfondita la materia e c è contraddizione tra la normativa europea che impone ai Comuni di non fare la proroga ma di indire una gara, ed alcune sentenze in Italia che consentono di fare la proroga. Il Dott. Arioli ha avuto incontri con il Monte dei Paschi di Siena che sarebbe disponibile a fare la proroga ma a condizioni peggiorative, in quanto, fermo restando il tasso di interesse da discutere sull anticipazione di cassa, ha comunicato che per disposizioni centrali il contributo tradizionale per attività istituzionali che danno ai Comuni, non lo avrebbero più riconosciuto. Di fronte a questa posizione si ritiene di non percorrere la strada della proroga e fare un avviso pubblico. Il bando è aperto a tutti e vi è una clausola che qualora dovesse vincere una banca non di Gaggiano, dovrà aprire uno sportello sul territorio. Consigliere Graziano Mantovani a nome della minoranza dà parere favorevole. Si farà quindi una gara d appalto per assegnare ad una Banca l incarico che ebbe per primo, negli Anni Venti, il rag. Luigi Camurat.i La prima Banca che ottenne tale servizio fu, nel 1942, la Popolare di Abbiategrasso. Paolo Migliavacca

11 TuttoGaggiano COMUNITÀ E TERRITORIO 11 BORSE DI STUDIO Dal 2014 provvederà l Associazione Riconoscimento agli studenti Il Regolamento del Premio al Merito Aldo Daccò La Commissione composta da Daniele Bonomi, assessore ai Servizi Scolastici, Patrizia Varicelli, dirigente dell Istituto Comprensivo e Cele Daccò ha esaminato nella mattinata del 17 ottobre le domande pervenute al Comune per l assegnazione del Premio al Merito intestato al suo defunto marito, Aldo Daccò. E l ultima volta che il premio viene assegnato dal Comune, che ne aveva assunto l impegno fino a quest anno. Dal 2014 l impegno viene assunto dalla locale Associazione per il Centro Culturale Aldo e Cele Daccò, costituita nel 2002 e composta da una ventina di persone coordinate da Maurizia Bruno, Paolo Migliavacca e Lorenzo Papetti. L Associazione ha sede nella palazzina che ospita anche gli uffici della Sasom, la Scuola di Musica e il Comitato Gemellaggio; ha pubblicato tre libri ( I Daccò, Varda Gyulai che vègn la primavera e Sporzano rivive ), tiene conferenze (25 nel 2011, sul tema del Risorgimento) e promuove incontri con personalità del mondo politico e culturale. Riceverà annualmente un finanziamento dalla Fondazione Daccò, presieduta dalla signora Cele e studierà le forma di collaborazione col Comune che, nel frattempo, ha deliberato di mantenere in vita il Premio al Merito, così da garantire anche per i prossimi anni un riconoscimento agli studenti che chiudono con un buon risultato (almeno 90/100) gli studi superiori, aiutandoli anche nei successivi quattro anni di università. Il Premio ha avuto un evoluzione che qui raccontiamo. Nel 2001 la signora Cele Daccò propone al Comune di Gaggiano l istituzione di una borsa di studio da finanziare con un suo contributo annuale. Vuole stimolare con un aiuto i giovani che vogliono proseguire negli studi, scegliendo facoltà universitarie che indirizzano verso la ricerca scientifica. Nel 2002, alla prima edizione, si registra una sola domanda, priva però dei requisiti di reddito, per cui la Borsa non viene assegnata. Nel 2003 vengono assegnate due borse di studio ad (Ilaria Fuso Nerini e Paolo Franchi), utilizzando per la seconda l importo rimasto nelle mani del Comune dall anno prima. Nel 2004, la signora Cele Daccò consegna al Comune franchi svizzeri oltre ai per la borsa annuale (assegnata a Maria Angela Barrilà), per confermare la borsa di studio assegnata ai due studenti l anno prima. Chiede ed ottiene la modifica del regolamento per prevedere, da lì in avanti, la consegna di ulteriori borse agli studenti premiati, che proseguono negli studi; sarà chiamata Cele Daccò borsa di mantenimento e si ripeterà per i quattro anni di studi successivi al primo in cui lo studente ha ricevuto la borsa di studio. I premiati del 2004 sono tre: Maria Angela Barrilà (nuova borsa), Franchi e Fuso Nerini (mantenimento). Si procede allo stesso modo nel 2005 (Zucca Valeria nuova borsa, Barrilà, Franchi e Fuso Nerini, borsa di mantenimento) e nel 2006 (Zucca Silvia Maria nuova, Barrilà, Franchi e Fuso Nerini di mantenimento). Fra il dicembre 2006 e il gennaio 2007, Cele Daccò opera attraverso la Fondazione svizzera da lei presieduta una donazione di ,00 euro al Comune affinché l importo rimanga fuori Bilancio e sia investito proficuamente per utilizzare il rendimento per l erogazione di borse di studio a partire dal 2007 e per almeno 7 anni (fino al 2013). Il Regolamento prevede ancora per il primo anno l erogazione di una borsa di studio del valore di euro; lo studente che la riceve, potrà averla ancora per i successivi 4 anni. Nel 2007 le borse erogate a questo modo sono quattro (Berardi Marco nuova, Barrilà, Franchi e Fuso Nerini di mantenimento) Nel 2008 le borse erogate sono due (Colombo Rachele nuova, Berardi Marco di mantenimento) Nel 2009 sono tre (Berardi Stefano nuova, Berardi Marco e Colombo di mantenimento) Nel 2010 sono tre (Baldanza Eleonora nuova, Berardi Marco e Colombo di mantenimento). Nel 2011 sono quattro (Verduci Sara nuova, Baldanza, Berardi Marco e Colombo di mantenimento). Nel 2012 sono tre (Liva Sara nuova, Colombo e Verduci di mantenimento) A partire dall edizione 2010, il Regolamento viene modificato, trasformando la Borsa di Studio (che dà priorità ai redditi famigliari bassi) in Premio al merito (che dà priorità al punteggio ottenuto all esame di maturità). Nel frattempo è intervenuta una novità: nell aprile del 2008 Cele Daccò acconsente a che la donazione di euro sia utilizzata per il finanziamento del costruendo Polo Culturale e Scolastico. Il Comune, per parte sua, si impegna a finanziare direttamente le borse di studio così come da Regolamento per sette anni, vale a dire fino al Quando si apre un nuovo capitolo, di una bella storia destinata a continuare. P.M. Doposcuola all oratorio nel segno della collaborazione Anche per quest anno scolastico 2013 / 2014 è partito il progetto relativo al doposcuola presso L Oratorio San Tarcisio di Gaggiano. Si tratta di un aiutocompiti gestito da volontari (studenti delle superiori, universitari, insegnanti) rivolto ai ragazzi della scuola secondaria di primo grado (media) che si trovano in difficoltà a ricordarsi di svolgere i compiti e per coloro che non hanno nessuno che possa guidarli. Si tratta di una bella opportunità anche per aiutarsi l un l altro in spirito profondamente cristiano. Durante lo scorso anno scolastico sono stati una quindicina i ragazzi che hanno frequentato il doposcuola. A loro è chiesto di seguire alcune semplici regole di rispetto e di collaborazione con gli altri frequentatori e con l ambiente, quali ad esempio rispettare il regolamento dell oratorio, portare il necessario per i compiti da svolgere, aiutare a creare le condizioni perché tutti possano compiere il loro studio- portare rispetto e stima per chi li sta aiutando, riconoscere all oratorio un piccolo contributo spese (per il riscaldamento, la pulizia, la manutenzione ordinaria dei servizi igienici, e quella ordinaria e straordinaria delle strutture). Un contributo quantificato in 2 euro per ogni volta che si decide di chiedere aiuto per i compiti dopo aver compilato un iscrizione semplicemente per poter avere un riferimento in caso di urgenza. Questa proposta di doposcuola si concretizza in un preciso calendario di giorni e orari: il lunedì dalle 16,30 alle 17,30, il martedì dalle 16 alle 17,30, il giovedì dalle 16,30 alle 17,30. Per non confondersi con vacanze, ponti eccetera, il criterio è il seguente: se il mattino c è scuola ci sarà anche la possibilità di fare i compiti il pomeriggio. I primi tempi necessiteranno di assestamento per capire quanti ragazzi intendono aderire all iniziativa. E in fase di allestimento anche un aula computer con collegamento internet. Mara Marchesi FUNERALI TRASPORTI CREMAZIONI Viale Papa Giovanni XXIII, 19 - Abbiategrasso - Tel ORE SU 24

12 12 COMUNITÀ E TERRITORIO DANZAMANIA Alla scuola di Trezzano da tutto il territorio Impara lʼarte... La titolare: «Così ho realizzato il mio sogno!» Ètradizione che un nutrito gruppo di ragazzi gaggianesi frequenti Danzamania, la scuola trezzanese di avviamento al musical. Una scuola che si differenzia da altre analoghe per la sua vocazione a formare artisti non solo nella danza, ma contestualmente nella recitazione e nel canto. Infatti gli aspiranti attori di musical vengono preparati tecnicamente in queste tre discipline. Alcuni allievi di Danzamania attualmente lavorano nel mondo dello spettacolo televisivo come corpo di ballo e anche in diversi spettacoli d importanza internazionale. Sono numerosi gli allievi di questa scuola che scelgono questo percorso in prospettiva di un vero e proprio lavoro. Su una superficie di 500 metri quadrati sono 4 le sale polifunzionali a disposizione, tra cui l ultima, recentissima, di ben 150 metri. Ogni corso non supera i 10 iscritti per garantire la massima attenzione a ogni singolo percorso personale. Nel 2014 scade il ventennale di Danzamania che per una felice combinazione in questa stagione 2013/2014 registra il record assoluto d iscrizioni. Il lavoro annuale di preparazione ai musical, diviso in due fasce d età, si concretizza ogni anno nel saggio finale che generalmente viene messo in scena presso il Teatro Arcobaleno di Motta Visconti. Gli spettacoli, ispirati a film famosi, quest anno sono stati : Sweet ispirato a La fabbrica del cioccolato per i più piccoli fino a 14 anni, mentre per i più grandi Woman tratto da What Women Want. Nel gennaio 2013 Danzamania ha costituito una compagnia teatrale The Family diretta da Monica Stoppi e Marino Roberto. Questa compagnia ha partecipato alle selezioni del Festival del Teatro Amatoriale al Teatro Nuovo di Milano recitando sul famoso palco e ricevendo ben 7 premi e precisamente: primo premio coreografie primo premio internet- secondo premio costumi biglietto d oro Premio F.I.T.A. per Lurchino primo premio miglior musical secondo premio miglior spettacolo in assoluto. Monica Stoppi, titolare della scuola, ha pienamente realizzato un sogno: «La mia professione nasce tardi per la sua tipologia, nel senso che solo dopo i vent anni mi rendo conto che il mio talento è trasmettere agli altri la passione per il musical e lo spettacolo - spiega Monica - Il musical è un opera da creare a trecentosessanta gradi, con la collaborazione degli insegnanti e di tutti gli allievi. Prende forma quasi sempre da film esistenti e riadattati per il palcoscenico, costantemente alla ricerca di qualcosa di nuovo. Il punto forte di questa scuola è proprio il musical di fine anno, forte motivazione per gli allievi che la frequentano. Il mio sogno nel cassetto era proprio questo: avere una scuola come Danzamania». Ed è in questo spirito che Danzamania accoglie tutti all ingresso della scuola con questa scritta dipinta a muro: «Per tutti coloro che considerano il proprio corpo come uno strumento, gli anni passano veloci, tanto che gli applausi risuonano come un lontano ricordo. Ma finché un giovane artista salirà sul palcoscenico, quei fantasmi vivranno nella memoria delle generazioni, per convincersi che l Arte è immortale». Mara Marchesi DUE ALLIEVE DI GUDO RACCONTANO Per tutti una grande passione, pur praticando discipline molto diverse, e per alcuni l inizio di un grande sogno, come per Laura che vorrebbe arrivare a fare l'attrice: «Mi piacerebbe che la diventasse la mia professione», racconta. I ragazzi che frequentano Danzamania sono accomunati da tante passioni: ovviamente per la danza, ma anche per la recitazione, lo spettacolo e la musica, discipline, che sotto la guida degli insegnanti che ne sanno sapientemente tessere la trama, si fondono in uno spettacolo di altissimo livello rispetto al semplice saggio di fine anno al quale siamo abituati. «Sono sempre dei lavori strepitosi» dice Agata, altra allieva della scuola di Trezzano, a sua volta residente a Gudo Visconti. Ha 16 anni e frequenta Danzamania da quando ne aveva 11. Cinque anni fa, su consiglio di un amica, si era iscritta ad un campus estivo, organizzato dall Associazione e dove era possibile sperimentare varie discipline, e da allora non ha più rinunciato al corso di recitazione e di tip tap. «Ti metti in gioco», dice. E proprio il corso di recitazione ad aver influenzato maggiormente la sua crescita, perché le ha insegnato a conoscere i propri mezzi espressivi e ad acquistare quella sicurezza in se stessa e quella scioltezza nel parlare e nell'agire, così necessarie tanto nei rapporti quotidiani con gli altri, quanto nella vita professionale. «Il teatro mi ha aiutata nella vita privata, superando la timidezza - aggiunge Agata - e mi ha insegnato ad esternare sentimenti che nemmeno sapevo di avere». I corsi del Comune Favola Folle 100 iscritti Successo oltre le previsioni per le attività della compagnia Favola Folle presso l Auditorium comunale. Dal palazzo municipale arriva la nota che pubblichiamo e che esprime soddisfazione per il risultato. «Sono ripartiti i corsi di Teatro organizzati da Compagnia Teatrale Favola Folle presso l Auditorium Comunale, in collaborazione con il Comune di Gaggiano - scrive il consigliere delegato alla Cultura, Mattia Zangrossi -. A conferma della bontà del percorso intrapreso con la valorizzazione della struttura dell Auditorium e con la proposta di nuovi corsi fa piacere sottolineare come i corsisti iscritti (tra bambini, ragazzi ed adulti) sfiorino il numero di 100 unità. Un grande successo per una realtà come quella gaggianese. Nel primo anno i ragazzi iscritti erano stati 42 mentre quest anno abbiamo più che raddoppiato il numero di utenti. Un segnale di apprezzamento nei confronti di una proposta culturale di qualità che non era affatto da dare per scontato in un contesto economico certamente più difficile rispetto ad anni precedenti. È partito inoltre anche un corso di teatro per adulti il mercoledì sera, forte di oltre 15 iscritti: è insomma un operazione culturale con numeri consistenti e - con questo successo - persino insospettati. Penso che comunque sia davvero una risorsa in più per Gaggiano avere un ulteriore polmone culturale per giunta attivo nel pieno centro del paese ed a cui verrà a breve affiancata la nuova Biblioteca Comunale». TG Le due ragazze della vicina Gudo Visconti ci parlano del corso di recitazione: un viaggio alla ricerca delle proprie emozioni, che si completa con lo studio di tecniche e stili di comunicazione delle stesse, un percorso nell'affascinante mondo del teatro, le cui tappe sono rappresentate dalle esperienze in palcoscenico, con gli allestimenti di esercitazioni e spettacoli. Il corso è annuale: nella prima parte dell anno viene insegnata la tecnica e nella seconda metà viene messo in pratica quanto imparato, utilizzando come banco di prova il musical di fine anno. «Il ruolo che mi è piaciuto di più coincide con quello che mi è piaciuto di meno continua Agata Si tratta dell adolescente Alex, figlia del pubblicitario Nick Marshall, del noto film What women want. Per Agata l interpretazione di questo personaggio è stata una PARROCCHIA L incontro del primo ottobre I 50 anni del Concilio Ne ha parlato monsignor Luigi Bettazzi Martedì primo ottobre la chiesa parrocchiale di Gaggiano ha ospitato, per un incontro sul Concilio Vaticano II, monsignor Luigi Bettazzi, vescovo emerito d Ivrea dal Nato a Treviso nel 1923, mons. Bettazzi nel 1963 viene nominato vescovo e partecipa a tre sessioni del Concilio. La brillante esposizione dell ottuagenario prelato ha calamitato per tutto il tempo, nonostante la complessità dell argomento, l attenzione del pubblico (una cinquantina di persone). L incontro è stato introdotto dal parroco di Gaggiano e decano di Abbiategrasso don Piercarlo Fizzotti che ha spiegato come l incontro sia stato espressione dell intero Decanato (28 parrocchie). Il Concilio Vaticano II, indetto da papa Giovanni XXIII il 25 gennaio 1959 si caratterizzò subito per una marcata natura "pastorale", infatti non si proclamarono nuovi dogmi, come accaduto fino a metà Ottocento con i concili Monsignor Luigi Bettazzi grande sfida perché il mondo di questa adolescente era molto lontano dalla sua quotidianità. Alla fine è riuscita ad entrare nella parte, grazie alla costanza e agli insegnamenti ricevuti: «Non lo sopportavo più, ma alla fine ho apprezzato il lavoro fatto». La sua amica Laura invece ha 17 anni, da 3 frequenta la scuola e segue esclusivamente il corso di recitazione. Dopo aver assistito ad alcuni spettacoli ha scelto di iscriversi, perché il suo sogno è quello di diventare attrice. «Danzamania mi piace perché è una grande famiglia - racconta Laura e grazie ai musical che mettiamo in scena, soprattutto nel secondo quadrimestre, tutti gli allievi della scuola hanno la possibilità di lavorare assieme e così, alla fine, ci si conosce tutti». La sfida più difficile per lei è stata interpretare il maggiordomo Lurch della famiglia Addams, ma allo stesso tempo è stata anche la soddisfazione più grande, in quanto ha sentito la partecipazione del pubblico al suo personaggio. Tante altre storie e tanti altri sogni nascono e crescono all interno della scuola Danzamania, ma non c'è modo né motivo di raccontarle tutte. E talvolta i ragazzi che la frequentano vengono accompagnati fino al punto in cui sono pronti per spiccare il volo. laria Landino dogmatici. Fu un vero e proprio Concilio ecumenico, ha spiegato il vescovo, e raccolse quasi 2500 fra cardinali, patriarchi e vescovi cattolici da tutto il mondo. Vennero promulgate le Quattro Costituzioni del Concilio : 1) Dei Verbum sulla «divina rivelazione»; 2) Lumen Gentium, sulla Chiesa e la sua natura e organizzazione, definita da Paolo VI la «magna charta» del Vaticano II; 3) Sacrosanctum Concilium, riguardante la «Sacra liturgia» e infine la Costituzione Gaudium et Spes sulla Chiesa nel mondo contemporaneo. Al termine della relazione di monsignor Bettazzi il pubblico ha posto alcune domande sul laicato in generale e sul laicato femminile a 50 anni dal Concilio, il vescovo ha risposto sottolineando come il significato del Concilio pastorale sia di non partire dai dogmi ma coinvolgere la gente. Anche il genio femminile deve essere presente nella vita della Chiesa. Il vescovo ha infine invitato tutti i presenti a pregare per il Papa che in quei giorni si trovava riunito in consiglio con gli otto cardinali. Mara Marchesi

13 TuttoGaggiano COMUNITÀ E TERRITORIO 13 CRONACA Ladri e vandali si accaniscono su via Puecher, perché? Furti di gomme nella notte E quando non ci sono quelli, c è un finestrino che va in frantumi... Come mai la via Puecher piace così tanto ai vandali? Una domanda che in molti si pongono a Gaggiano dal momento che non c'è settimana senza una spaccata o un furto ai danni delle auto parcheggiate dai residenti, ormai disperati della famigerata via. Ognuno poi ha la sua spiegazione: c'è chi dà la colpa alla scarsa illuminazione, chi vede nella vicinanza con il parco Baronella una facile via di fuga per i malintenzionati; resta il fatto che si tratta di una strada che non ha uguali in tutto il paese per numero statistico di furtarelli e atti vandalici. Il fenomeno si verifica ormai da diversi anni, ma è negli ultimi tempi, complice forse il fatto che con l'arrivo della brutta stagione la gente tende a chiudersi in casa, che il fenomeno ha visto un'impennata clamorosa. Infatti, i furti di oggetti di valore, autoradio, navigatori, occhiali da sole, spiccioli di denaro, addirittura ombrelli all' interno degli abitacoli delle macchine in sosta ormai non si contano più, spesso il danno del vetro del finestrino rotto è maggiore di quanto viene asportato all'interno. In pratica ogni residente di quella strada ha avuto qualche rogna di questo tipo. L'ultimo episodio del genere è capitato al proprietario dell'auto nella foto, che si è ritrovato l'indomani mattina senza ruote. Al di là delle possibili congetture, deve per forza esserci qualche condizione particolare che rende la via Puecher così apprezzata dai piccoli delinquenti. Dalle forze dell'ordine arriva poi un appello perché chi vede o sente qualcosa non abbia paura a chiamare: si tratta di una zona ad alta densità abitativa ed è strano come questi soggetti riescano sempre ad agire indisturbati e a farla franca. Del resto basta percorrere la via a piedi e vedere quanti cristalli rotti si trovano disseminati per terra terra farsi un'idea della frequenza con la quale questi dispetti vengono perpetrati. Occorre porre fine a questo andazzo e per farlo la collaborazione dei cittadini è fondamentale. El.A.

14 14 SPORT TuttoGaggiano VOLLEY Le emozioni della gara di ritorno nella palestra delle ragazze di Gaggiano Freccia-Tigri, che storia! La vera sfida? Offrire amicizia senza pregiudizi e senza sconti. Sportivamente Regalare un sorriso alle ragazze carcerate delle Tigri di Bollate. Questo era l'obiettivo della partita di ritorno della Partita del Cuore tra la Freccia Azzurra e la squadra di pallavolo del carcere di Bollate. Dopo la riuscitissima partita d'andata del 21 settembre al carcere di Bollate, si è voluto concedere il bis grazie alla collaborazione tra l'associazione Gli Amici di Zaccheo, organizzatrice delle attività all'interno della casa circondariale, e l'assessorato allo Sport di Gaggiano. Sabato 28 settembre al palazzetto dello Sport di via Gramsci è stata un grande festa con le ragazze di Bollate che per la prima volta avevano l'opportunità di uscire dalle mura del carcere per disputare una partita. Per non rovinare il clima di grande allegria gli agenti della Polizia Penitenziaria, che hanno portato a Gaggiano le ragazze, hanno deciso di stare in borghese e non in divisa. Prima del fischio d'inizio si è osservato un minuto di silenzio per il compianto comandante della Polizia Locale Luigi Bosetti nel terzo anniversario della sua scomparsa. Come nella gara d'andata sono le ragazze Open di Francesco Vescovi a disputare l'incontro. Le Tigri di Bollate nel primo set sembrano soffrire il mal di trasferta e non riescono ad opporre grande resistenza e cedono alle ragazze della Freccia. Come a Bollate anche a Gaggiano le cheerleaders di Bollate con delle coreografie allietano il pubblico durante i time out. Negli altri due set le Tigri acquistano coraggio e sospinte dal pubblico gaggianese che le prende a cuore, riescono ad entrare in partita e fanno sudare sette camicie alla Freccia per aggiudicarsi la partita. Poi per rafforzare ancora di più questa amicizia si è deciso di mischiare le squadra dando vita, come le ha definite il presidente della Freccia Azzurra Antonio Sguinzi, alle Tigri Azzurre. Ancora tanto divertimento in campo nei due set a formazioni miste in un pomeriggio diverso e dalle forti emozioni. A fine partita non poteva mancare lo scambio di piccoli regali. La Freccia, per ricambiare le tigri di cartapesta ricevute una settimana prima, regala alle Tigri una sciarpa azzurra con il logo della società gaggianese. Le ragazze del penitenziario rispondono donando una maglietta da gioco delle tigri autografata da giocatrici e staff tecnico. In ultimo la Freccia regala alle Tigri il pallone della partita autografato dalle ragazze, dallo staff tecnico e dai dirigenti. Il via poi alle foto e al rinfresco per una giornata indimenticabile che rimarrà nella storia della società gaggianese. Paolo Rossetti

15 TuttoGaggiano SPORT 15 SPORT & SPETTACOLO Italian Foootball Academy: Rispetto per tutti, paura di nessuno ESORDIO VINCENTE Nella giornata uggiosa tipicamente autunnale brilla l astro dei ragazzi Giornata uggiosa e umida quella di domenica 6 ottobre arricchita da acqua a catinelle, ma noi della Football Academy da sempre ottimisti ci colleghiamo ad un detto nostrano e popolare e perciò come si suol dire, debutto bagnato debutto fortunato e così via all esordio nel campionato FIF 2013 dove la Academy gioca in casa contro i Bengals Brescia nel meraviglioso centro sportivo Sandro Pertini di Cornaredo. A tifare per noi e a sostenerci nella nostra prima uscita stagionale il Sindaco di Cornaredo Luciano Bassani insieme al suo uomo di fiducia Roberto Lecchi presenze arricchite da un altro uomo che da sempre ha creduto nel nostro progetto sportivo, l'assessore allo sport di Gaggiano Francesco Berardi. Finalmente per tutti la possibilità di vivere sul campo tutte le ore delle sedute interminabili dei durissimi allenamenti iniziati il 26 agosto a Vigano di Gaggiano, nel nostro campo sportivo per gli allenamenti settimanali. Programmi ovviamente pianificati da uno staff tecnico preparato e di prim ordine, con l'head Coach Alfredo Giuso Delalba amico e uomo dal curriculum pluriennale di grande esperienza e di grande prestigio nel mondo del football americano, iniziando dapprima nel 1985 come giocatore con i Knights di Alessandria per poi iniziare ad allenare nel 1997, dai Blacks di Rivoli ai Tigers Torino (Giaguari) ai Redjacktes Sarzana, accettando la sfida di guidare come Presidente e allenatore i Centurions Alessandria fino al 2009 e dopo 4 anni di Stop quest anno è ritornato sui campi di Football facendo parte dello Staff Tecnico dei Bills Cavallermaggiore, alla guida della difesa, lavorando tutta la stagione con l HC Azzurro Andrea Vecchi. Al suo fianco e suo amico di sempre e collega ai Bills, il preparato Offensive Coordinator Alessandro Smaniotto, tecnico capace di creare giochi in grado di mandare in tilt tutte le difese avversarie e per ultimo, ma non da meno, il grande Defensive Coordinator Walter Talone anche lui reduce dalla stagione con i Bills, con un palmares come giocatore che ha fatto la storia del football italiano, dove con la maglia azzurra ha vinto il titolo di Campione Europeo, e altri titoli che questo uomo straordinario ha conquistato sul territorio Nazionale. Questi uomini hanno accettato la sfida di guidare la squadra della Italian Football Academy nell'imminente campionato FIF Ovviamente se ci sono dei tecnici eccezionali, ci sono anche dei giocatori fantastici ai loro ordini. Partiamo a farvi conoscere il reparto Offensivo della Academy composto da Riseri, Legnani, Boiocchi, Premoli, uomini di linea dal grande cuore e di esperienza che danno sicurezza ai registi della squadra i Qb Max Bertolani e Emmanuele Boerci, i Wr, Muia, Scarazzini, Simoni, Montano, Mazzoli, i fortissimi RB giocatori forti, veloci e potenti come Garetto autore di 2 Td, Burzio, Rinaldi, Di Mario, Carosiello. Ora rifacendomi ad un detto che dice che l'attacco fa vendere i biglietti e la difesa fa vincere le partite,desidero presentarvi i giocatori della nostra difesa atleti che sotto la guida di Coach Talone, formano un muro invalicabile di istinto, tecnica e forza partiamo dal gigante che tutti noi chiamiamo con il soprannome di Don, in effetti lui è Guido Donatone #64 della linea di difesa della Academy, ma nella vita di tutti i giorni è un sacerdote, la bellezza della Football Academy e del nostro sport è anche questa, gioca con noi un uomo di Dio, forte e leale in campo e fuori, questo a garantire anche che l'ambiente che abbiamo voluto creare nella nostra famiglia della Academy ne rispetta i valori e l'educazione; vicino a lui Jose Verna, a seguire Carmelo Votta un concentrato di forza, grinta, cuore, sempre al loro fianco il potentissimo Claudio Nicola, Rookie autore di due sack all esordio. Nel reparto arretrato i cecchini della squadra, gli uomini radar, coloro che intercettano palloni e uomini per impedirne l'avanzamento di cui punto di ferimento per tutti è l'highlander Renato Colorio, campione grintoso e modello per tutta la squadra, per serietà, professionalità e dedizione che con il Vice campione Italiano Andrea Modena e il gigante Di Mario guidano con grande responsabilità i giovani Sisto, Li, Longino, Reschiglian, Bonfiglio, Garda, Paviera, Massa, Genovese, Gastaldi, Ferrante, Faustinelli e il volenteroso Doddis. Questi sono gli atleti che ieri sono scesi in campo onorando al massimo l'impegno della prima giornata del campionato FIF; questo gruppo si è espresso nel miglior modo possibile tanto da uscirne a testa alta vincendo la sfida sul campo di gioco contro i Bengals Brescia con un risultato netto nel primo tempo di 12 a zero, mai messo in discussione da una difesa monumentale che ha spento ogni tipo di ostilità da parte dei Bresciani. Purtroppo un infortunio accaduto durante una fase di gioco ad un giocatore della squadra di Brescia ha costretto l'ambulanza ad assentarsi per portare l'atleta in ospedale, ma il regolamento di gioco permette di sforare sul tempo solo di 30, ma è anche buonsenso e fair play degli allenatori dare maggiore tempo in accordo con la crew arbitrale per permettere all'ambulanza di rientrare, purtroppo così non è stato e la partita si è dovuta sospendere applicando il regolamento. Non è giusto, ma è il regolamento e va applicato. Ad ogni modo ringraziamo l'head Coach dei Bengals che dinnanzi alla crew arbitrale, agli allenatori Giuso, Smaniotto e Talone e a tutta la squadra, ha dato la sua parola e si è preso l'impegno di riprendere quando sarà possibile in una prima pausa del campionato la partita senza modificarne il risultato. A questo punto aspettiamo il referto del giudice sportivo accettando ogni sua decisione. Intanto, la seconda domenica di ottobre abbiamo affrontato, sempre in casa, sul nostro campo di Cornaredo, i Lancieri Novara. Grazie al pubblico che comincia a partecipare numeroso per sostenerci durante le nostre partite che affrontiamo sempre accompagnati dal nostro motto: Rispetto per tutti, paura di nessuno. TG Oknoplast, dallʼinter alla Freccia Azzurra Oknoplast, leader nel settore delle finestre e porte di design in PVC e presente in ben dieci mercati europei, diventa sponsor della Società Sportiva Freccia Azzurra 1945 di Gaggiano. Questo grazie a Claudio Emanuelli, titolare dell omonima azienda, di cui è esclusivista di zona per il marchio. Un legame, quello tra Oknoplast e lo sport, che ha radici ben profonde. Infatti è entrata nel mondo del calcio proprio con F.C. Internazionale nel dicembre 2011 ed è tutt ora Top Sponsor della squadra milanese, mentre a livello europeo sponsorizza squadre di blasone come il Borussia Dortmund e l Olympic Lione. Un marchio prestigioso nel settore che ora si potrà vedere, oltre che nei più famosi stadi europei, anche al campo di via S. Invenzio a Gaggiano, grazie a uno striscione posto nella zona centrale all altezza della linea di metà campo, di fronte alla tribuna che accoglie i tifosi. Una scelta, quella di Claudio, di supportare la squadra di calcio del proprio paese, motivata dalla voglia di impegnarsi anche economicamente verso una realtà sociale che a Gaggiano è dedita alla crescita sportiva e morale degli atleti da ben 68 anni.

16 Scansiona per avere più info! PORTE FINESTRE PERSIANE ZANZARIERE TENDE DA SOLE FOTO GALLERIA IN ALFA 70 PVC MACCHINARI INNOVATIVI DI NUOVA GENERAZIONE Dal 1988 PRODUTTORE INFISSI IN ALLUMINIO LEGNO-ALLUMINIO E PVC Affidati soltanto a chi produce PERCHÉ SCEGLIERE UNA FINESTRA IN PVC 1 - RISPARMIO ENERGETICO 2 - MADE IN ITALY AL 100% 3 - DURATA 4 - SICUREZZA 5 - ISOLAMENTO TERMICO E ACUSTICO 6 - ZERO MANUTENZIONE 7 - BENEFICI FISCALI (-50%) (detrazione 65% a partire dal 1 luglio 2013 fino al 31 dicembre 2013)

VERBALE DELL INCONTRO FORUM SCUOLA DEL 26 MAGGIO 2015

VERBALE DELL INCONTRO FORUM SCUOLA DEL 26 MAGGIO 2015 VERBALE DELL INCONTRO FORUM SCUOLA DEL 26 MAGGIO 2015 Il giorno 26 maggio 2015 alle ore 18.30, presso la Sede del Comune di Cavriago, si riunisce il Forum scuola,con il seguente ordine del giorno 1) aggiornamento

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a Buja. Prego. Cons. FASIOLO Rudi (senza microfono) Un altra interrogazione

Dettagli

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA Il sottoscritto Gianni Montali consigliere comunale di Forza Italia,

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio:

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio: allegato 1) PUNTO N. 3 all O.d.G.: Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina meccanica. Cedo la parola al Sindaco. MARCO FABBRI Sindaco: Sì, grazie

Dettagli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Allegato 1 PUNTO N. 6 all'o.d.g.: Progetto di Riqualificazione urbana Lidi di Comacchio in sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Scacchi Prestito obbligazionario "Comune di Comacchio

Dettagli

Relazione al bilancio di previsione. Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione

Relazione al bilancio di previsione. Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione Relazione al bilancio di previsione Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione Anno 2013 Pubblica Istruzione Dimensionamento Scolastico

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE.

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PUNTO N. 6 DEL 27/06/2011 OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PRESIDENTE: Prima di passare al punto successivo, volevo dire che probabilmente per quanto

Dettagli

COMUNE DI CORI REGOLAMENTO CELEBRAZIONE MATRIMONI CIVILI

COMUNE DI CORI REGOLAMENTO CELEBRAZIONE MATRIMONI CIVILI COMUNE DI CORI REGOLAMENTO CELEBRAZIONE MATRIMONI CIVILI Delibera Consiliare n. 15 del 15/03/2011 Pubblicata dal 12/4/2011 al 26/4/2011 1 Art. 1 Oggetto e finalità del regolamento 1. Il presente regolamento

Dettagli

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani,

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani, CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO Cari castellani, è la prima occasione utile per sentirci con un po' più di calma dopo queste due settimane, a parte qualche post su Facebook che ha tentato di dar conto

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

RILIEVO CONSISTENZE STRUTTURE COMUNALI AD USO TECNICO-AMMINISTRATIVO FINALIZZATO ALLA AGGREGAZIONE DELLE STESSE IN SEDE UNICA

RILIEVO CONSISTENZE STRUTTURE COMUNALI AD USO TECNICO-AMMINISTRATIVO FINALIZZATO ALLA AGGREGAZIONE DELLE STESSE IN SEDE UNICA RILIEVO CONSISTENZE STRUTTURE COMUNALI AD USO TECNICO-AMMINISTRATIVO FINALIZZATO ALLA AGGREGAZIONE DELLE STESSE IN SEDE UNICA SERVIZIO PROGETTAZIONE E DIREZIONE LAVORI SU STRUTTURE Il Responsabile (Arch.

Dettagli

Il Bollettino del Villaggio dell Arca

Il Bollettino del Villaggio dell Arca Cari amici con un po di malinconia ci lasciamo alle spalle l estate, ricca di bei momenti e di incontri interessanti, e ci immergiamo nel nuovo anno scolastico. Come accade ogni anno, lo spirito legato

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Comune di Cabras Provincia di Oristano Comuni de Crabas Provincia de Aristanis DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 17 del registro Data: 12.07.2013 OGGETTO: ACCETTAZIONE LEGATO DISPOSTO CON TESTAMENTO

Dettagli

N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013

N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013 VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013 L anno 2013 addì 20 del mese di novembre alle ore 20.10 nella Residenza Municipale, previa convocazione con avvisi scritti, tempestivamente

Dettagli

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Dicembre 2009 ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Sabato 28 novembre si è svolta la tredicesima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Anche nella nostra provincia la mobilitazione è stata

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

ISTITUTO ITALIANO STATALE COMPRENSIVO DI BARCELLONA

ISTITUTO ITALIANO STATALE COMPRENSIVO DI BARCELLONA VERBALE DEL CONSIGLIO DELLA CASSA SCOLASTICA SEDUTA DELL 11.11.2015 In data 11 novembre 2015, alle ore 18.00, su convocazione ordinaria, si sono riuniti i componenti della Cassa Scolastica per discutere

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DEL 21.06.2011. Interventi dei Sigg. consilieri

CONSIGLIO COMUNALE DEL 21.06.2011. Interventi dei Sigg. consilieri CONSIGLIO COMUNALE DEL 21.06.2011 Interventi dei Sigg. consilieri Prima Variazione di Bilancio per l esercizio in corso, della Relazione Previsionale e Programmatica e del Bilancio Pluriennale per il periodo

Dettagli

Cavour e la terza età Questionario sui servizi e sulla qualità della vita degli Over 65 a Cavour

Cavour e la terza età Questionario sui servizi e sulla qualità della vita degli Over 65 a Cavour Cavour e la terza età Questionario sui servizi e sulla qualità della vita degli Over 65 a Cavour Gent.ma/o Cittadina/o, Un ringraziamento particolare va a tutti voi over 65 che, con il proprio parere,

Dettagli

I RILIEVI DELLA CORTE DEI CONTI E LE VERITA NASCOSTE

I RILIEVI DELLA CORTE DEI CONTI E LE VERITA NASCOSTE I RILIEVI DELLA CORTE DEI CONTI E LE VERITA NASCOSTE Con delibera n.59 del 2015, la Sezione regionale per la Puglia della Corte dei Conti ha esaminato i rendiconti finanziari del nostro Comune del 2011

Dettagli

Comitato Genitori Istituto Comprensivo di Stezzano

Comitato Genitori Istituto Comprensivo di Stezzano Comitato Genitori Istituto Comprensivo di Stezzano In data di giovedì 4 giugno dalle ore 20.45 presso Auditorium Moscheni c/o la scuola secondaria F. Nullo si è tenuto il Comitato Genitori n. 4 per l anno

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

COMUNE DI VALLARSA (PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO)

COMUNE DI VALLARSA (PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO) COMUNE DI VALLARSA (PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO) Verbale di deliberazione della Giunta Comunale N. 383 del registro delibere Data 14.10.2015 OGGETTO: Attività socialmente utili disciplinate dal Decreto

Dettagli

OGGETTO: INTERROGAZIONE PROT. 14821/2010 A FIRMA DEL CONSIGLIERE COMUNALE FORTUNATO MARCIANÒ, AVENTE AD OGGETTO; RISTRUTTURAZIONE CASA COMUNALE.

OGGETTO: INTERROGAZIONE PROT. 14821/2010 A FIRMA DEL CONSIGLIERE COMUNALE FORTUNATO MARCIANÒ, AVENTE AD OGGETTO; RISTRUTTURAZIONE CASA COMUNALE. Comune di Rometta Provincia di Messina DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ORIGINALE N.37 del 15/11/2010 OGGETTO: INTERROGAZIONE PROT. 14821/2010 A FIRMA DEL CONSIGLIERE COMUNALE FORTUNATO MARCIANÒ, AVENTE

Dettagli

Oggetto: Verbale Collegio docenti unitario Istituto comprensivo A.Pacinotti.

Oggetto: Verbale Collegio docenti unitario Istituto comprensivo A.Pacinotti. Oggetto: Verbale Collegio docenti unitario Istituto comprensivo A.Pacinotti. San Cesario, 23 aprile 2015 Il giorno 23 aprile 2015 alle ore 16,30 si riunisce il Collegio unitario dell Istituto comprensivo

Dettagli

COMUNE DI POGGIBONSI PROVINCIA DI SIENA

COMUNE DI POGGIBONSI PROVINCIA DI SIENA COMUNE DI POGGIBONSI PROVINCIA DI SIENA Copia deliberazione della Giunta Comunale N. 291 Oggetto: PROVVEDIMENTO IN MERITO AL PARCO AUTOMEZZI COMUNALE Data 08/11/2012 L anno duemiladodici (2012) il giorno

Dettagli

OGGETTO: Approvazione accordo transattivo con il Monastero Corpus Domini di Macerata in merito al contratto di locazione locali in v. PM. Ricci..

OGGETTO: Approvazione accordo transattivo con il Monastero Corpus Domini di Macerata in merito al contratto di locazione locali in v. PM. Ricci.. PAG. 1 OGGETTO: Approvazione accordo transattivo con il Monastero Corpus Domini di Macerata in merito al contratto di locazione locali in v. PM. Ricci.. L anno duemilasette, addì ventotto del mese di febbraio

Dettagli

CONAPO BOTTA E RISPOSTA TRA IL CONAPO DI PAVIA ED IL COMANDANTE PROVINCIALE ING. VINCENZO GIORDANO SUL FUNZIONAMENTO DEL DISTACCAMENTO DI BRONI.

CONAPO BOTTA E RISPOSTA TRA IL CONAPO DI PAVIA ED IL COMANDANTE PROVINCIALE ING. VINCENZO GIORDANO SUL FUNZIONAMENTO DEL DISTACCAMENTO DI BRONI. CONAPO "nella nostra autonomia la Vostra sicurezza" Sezione Provinciale PAVIA email : conapo.pavia@conapo.it uuu SINDACATO AUTONOMO VIGILI DEL FUOCO BOTTA E RISPOSTA TRA IL CONAPO DI PAVIA ED IL COMANDANTE

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7 1/7 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECIRE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE MARTEDÌ 14 LUGLIO 2009 PRESIDENZA

Dettagli

COMUNE DI BITONTO. Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE. N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO

COMUNE DI BITONTO. Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE. N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO Si trasmette in copia l esecuzione a... Il Segretario Generale COMUNE DI BITONTO Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO INSEDIAMENTO INTERVENTI VARI. L anno

Dettagli

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Comune di Agrigento Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Ordine del Giorno 1. Designazione scrutatori; 2. Relazione previsionale e programmatica 2013 2015. Bilancio di Previsione 2013. Bilancio

Dettagli

L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola

L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola MILENA GABANELLI IN STUDIO Buonasera, l inchiesta di oggi è dedicata al centro unico di spesa di tutti gli uffici pubblici: se invece di comprare una sedia ne compro mille

Dettagli

(Durante la discussione esce dall aula il consigliere Amati; sono presenti n. 35 consiglieri).

(Durante la discussione esce dall aula il consigliere Amati; sono presenti n. 35 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 53 avente per oggetto: Approvazione del progetto comportante variante agli strumenti urbanistici, relativo alla riqualificazione e potenziamento

Dettagli

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Scopri come i grandi investitori hanno posto le basi per il loro successo. Tutto quello che devi assolutamente conoscere prima

Dettagli

GIORGIO CIGNA - SEGRETARIO COMUNALE DI CAMUGNANO E CASTEL DI CASIO Sono Cigna Giorgio.

GIORGIO CIGNA - SEGRETARIO COMUNALE DI CAMUGNANO E CASTEL DI CASIO Sono Cigna Giorgio. CARI SEGRETARI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO Parliamo dei segretari comunali. tutti i comuni ne hanno uno. Ed è il dirigente più importante. Valuta la conformità dei provvedimenti amministrativi

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE N. 64 in data 28/09/2010 Proposta n. 65 Oggetto: ORDINE DEL GIORNO PRESENTATO DAL GRUPPO CAVRIAGO COMUNE RIGUARDO LA MODIFICA DEL REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DELLA TARIFFA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI SOLIDI

Dettagli

SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR.

SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR. Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco. (Confucio) Numero 3 SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR. Nell ultima seduta del Consiglio sono state graditissime ospiti

Dettagli

COMUNE DI ALTAVILLA VICENTINA PROVINCIA DI VICENZA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

COMUNE DI ALTAVILLA VICENTINA PROVINCIA DI VICENZA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI ALTAVILLA VICENTINA PROVINCIA DI VICENZA Nr. 30 del 07/06/2010 COPIA Prop. n. 20274 Impegno n. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Oggetto: INTERROGAZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI

Dettagli

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano:

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano: Imparare a "guardare" le immagini, andando al di là delle impressioni estetiche, consente non solo di conoscere chi eravamo, ma anche di operare riflessioni e confronti con la vita attuale. Abitua inoltre

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE. Seduta del 27 GENNAIO 2009

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE. Seduta del 27 GENNAIO 2009 PROVINCIA DI PISTOIA ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE Atto N. 28 Seduta del 27 GENNAIO 2009 OGGETTO: INTERROGAZIONE ORALE DEL CONSIGLIERE CARDELLI SU SPAZI PUBBLICITARI SULLE

Dettagli

Fism. Le sezioni primavera senza finanziamenti statali La denuncia della Federazione delle scuole materne

Fism. Le sezioni primavera senza finanziamenti statali La denuncia della Federazione delle scuole materne TUTTOSCUOLA.COM Fism. Le sezioni primavera senza finanziamenti statali La denuncia della Federazione delle scuole materne La FISM (Federazione Italiana delle Scuole Materne) denuncia la mancanza totale

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0

Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0 Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0 Siamo qui... Ad un anno di distanza dalle elezioni comunali usciamo con questo nuova pubblicazione il cui obbiettivo

Dettagli

COMUNE DI VILLAFALLETTO

COMUNE DI VILLAFALLETTO COMUNE DI VILLAFALLETTO PROVINCIA DI CUNEO REGOLAMENTO COMUNALE PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI CAPO I D.Lgs. 15 novembre 1993, n. 507 Testo coordinato del regolamento approvato

Dettagli

COMUNE DI BOTRUGNO Provincia di Lecce

COMUNE DI BOTRUGNO Provincia di Lecce COMUNE DI BOTRUGNO rovincia di Lecce COIA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE NUMERO 5 del Registro Seduta del: 29.01.2015 OGGETTO: REGOLAMENTO COMUNALE ER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI. AROVAZIONE.

Dettagli

GINETTA COLOMBO CENTRO POLIFUNZIONALE PER ANZIANI. Accoglienza temporanea di sollievo Alloggi protetti per anziani Centro Diurno Integrato

GINETTA COLOMBO CENTRO POLIFUNZIONALE PER ANZIANI. Accoglienza temporanea di sollievo Alloggi protetti per anziani Centro Diurno Integrato GINETTA COLOMBO CENTRO POLIFUNZIONALE PER ANZIANI Comune di Cerro Maggiore Accoglienza temporanea di sollievo Alloggi protetti per anziani Centro Diurno Integrato Piazza Concordia 1 - Cerro Maggiore Un

Dettagli

Premio Profezie Presenti EXPO 2015 I Edizione

Premio Profezie Presenti EXPO 2015 I Edizione CON IL PATROCINIO DI: PROMOSSO DA: IN COLLABORAZIONE CON: Spazio Danseei Olgiate Olona Premio Profezie Presenti EXPO 2015 I Adesioni entro il 25 Settembre. Partecipazione gratuita. Art.1 - CARATTERISTICHE

Dettagli

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA BASKET: UNA SCUOLA DI VITA Un incontro speciale con il mondo della pallacanestro Lunedì 7 aprile 2014, le classi terze hanno incontrato il giocatore Jacopo Balanzoni della squadra della pallacanestro Cimberio

Dettagli

20091 BRESSO Viale Don Minzoni n 38 tel. 02 610 75 59 -www.donaunsorriso.org

20091 BRESSO Viale Don Minzoni n 38 tel. 02 610 75 59 -www.donaunsorriso.org 20091 BRESSO Viale Don Minzoni n 38 tel. 02 610 75 59 -www.donaunsorriso.org Cari Amici e Benefattori, incominciamo con qualche bella notizia. Layupampa, in BOLIVIA, è un paesino di 500 persone con 150

Dettagli

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2013-2018 CANDIDATO SINDACO DOMENICO GUARNERI

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2013-2018 CANDIDATO SINDACO DOMENICO GUARNERI ELEZIONI AMMINISTRATIVE 26-27 MAGGIO 2013 COMUNE DI ORBASSANO PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2013-2018 CANDIDATO SINDACO DOMENICO GUARNERI Il cittadino sarà al centro dell attività amministrativa dei Socialisti:

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

2 al GIUGNO 2015. 30 Verona, dal MAGGIO LA GRANDE SFIDA INTERNATIONAL. La Grande. Sfida 20. (dal 25 Aprile 2015 La Grande Sfida on Tour)

2 al GIUGNO 2015. 30 Verona, dal MAGGIO LA GRANDE SFIDA INTERNATIONAL. La Grande. Sfida 20. (dal 25 Aprile 2015 La Grande Sfida on Tour) Sfida 20 MANIFESTAZIONE INTERNAZIONALE DI CULTURA, SPORT, ARTI E DIALOGO: LE CITTÀ E I PAESI COME LUOGHI DI INCONTRO PER TUTTI Assessorato allo Sport Lasciati stupire... 30 Verona, dal MAGGIO 2 al GIUGNO

Dettagli

Città di Racconigi. Oggetto: relazione gestionale 2014 per l Area Servizi socio assistenziali e culturali

Città di Racconigi. Oggetto: relazione gestionale 2014 per l Area Servizi socio assistenziali e culturali Città di Racconigi Al Dottor Paolo FLESIA CAPORGNO Segretario Comunale In Sede Prot. n. Oggetto: relazione gestionale 2014 per l Area Servizi socio assistenziali e culturali In riferimento al Piano integrato

Dettagli

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 La situazione economico e sociale dalla quale partiamo per la elaborazione del nostro programma elettorale è completamente variata rispetto

Dettagli

COMUNE DI MELILLI Provincia di Siracusa

COMUNE DI MELILLI Provincia di Siracusa COMUNE DI MELILLI Provincia di Siracusa DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 28 del 22-03-2012 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA-DETERMINAZIONE MISURA DELLE ALIQUOTE E DETRAZIONE DI IMPOSTA PER L'ANNO

Dettagli

DEL CONSIGLIO COMUNALE

DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA PROVINCIA DI PISA -------------- DELIBERAZIONE N. 71 in data: 27.11.2008 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: COMUNICAZIONI DEL SINDACO L anno

Dettagli

COMUNE DI S AN G I O V AN N I I N P E R S I C E T O CONSULTA DI FRAZIONE BUDRIE-CASTAGNOLO-TIVOLI

COMUNE DI S AN G I O V AN N I I N P E R S I C E T O CONSULTA DI FRAZIONE BUDRIE-CASTAGNOLO-TIVOLI COMUNE DI S AN G I O V AN N I I N P E R S I C E T O CONSULTA DI FRAZIONE BUDRIE-CASTAGNOLO-TIVOLI Segreteria della Consulta tel 051/6812708 - fax 051/6812759 - e mail: rmanganelli@comunepersiceto.it sito

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Atto n. 32 del 27/09/2012

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Atto n. 32 del 27/09/2012 Codice Ente 1030860170 COPIA ALBO ON LINE COMUNE DI BRISSAGO VALTRAVAGLIA PROVINCIA DI VARESE Via Bernardino Luini n. 6; C.A.P. 21030; TEL.: 0332 575103 -FAX: 0332576443 E-MAIL: combrissago@comune.brissago-valtravaglia.va.it

Dettagli

VERBALE RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE 21 GENNAIO 2016

VERBALE RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE 21 GENNAIO 2016 VERBALE RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE 21 GENNAIO 2016 Il Consiglio di Amministrazione si è riunito oggi, giovedì 21 gennaio 2016, alle ore 21.00 a Paderno Dugnano, sotto la presidenza del Presidente

Dettagli

RICORDO DI TRENTO. 1Fc - Piero Zin L HOMO SAPIENS SCOPRE TRENTO

RICORDO DI TRENTO. 1Fc - Piero Zin L HOMO SAPIENS SCOPRE TRENTO RICORDO DI TRENTO Ricordo che, più o meno, siamo arrivati a Trento sulle 11 e alle 11.45 eravamo dentro in museo per vedere la mostra sull homo sapiens, che si è rivelata molto bella e interessante. Ricordo

Dettagli

Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale

Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale dalla PROVINCIA al nuovo ENTE di AREA VASTA Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale a cura della federazione del PD di Cremona La legge 56/2014: limiti, rischi

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Sono presenti i ragazzi della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1 grado e del Collegio S. Antonio di Busnago.

Sono presenti i ragazzi della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1 grado e del Collegio S. Antonio di Busnago. 31 gennaio 2009 Consiglio comunale ragazzi Verbale Consiglio Comunale dei di sabato 31 gennaio 2009 La riunione si apre alle ore 11.05 con il seguente Ordine del Giorno: 1. Elezione del Sindaco 2. Varie

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 73 OGGETTO: MOZIONI Il giorno Ventinove del mese di Novembre dell anno 2010 - alle ore 19,30 - nella sala delle adunanze consiliari, sotto la Presidenza

Dettagli

RISCHIO PSICOPATOLOGICO

RISCHIO PSICOPATOLOGICO LEZIONE: LA SINDROME DI DOWN (SECONDA PARTE) PROF. RENZO VIANELLO Indice 1 INTRODUZIONE -------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 3

Dettagli

Una manovra di rigore ed equità.

Una manovra di rigore ed equità. Una manovra di rigore ed equità. Ispirata all'art. 3 della Costituzione: "È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona".

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

COMUNE DI PREORE Provincia di Trento

COMUNE DI PREORE Provincia di Trento COPIA COMUNE DI PREORE Provincia di Trento VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 48 della Giunta Comunale OGGETTO: AFFIDO INCARICO FINO AL 31/10/2018 AL BROKER INSER SPA, CON SEDE IN TRENTO, PER LA GESTIONE DEL

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. N. 41 del 30-07-2015

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. N. 41 del 30-07-2015 COMUNE DI MOGORO Provincia di Oristano COMUNU DE MÒGURU Provincia de Aristanis DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 41 del 30-07-2015 Oggetto: Criteri per la concessione di benefici economici per famiglie

Dettagli

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per Verbale di Consiglio del 25 gennaio 2012 INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI PERNIGOTTI E OLIVERI IN MERITO AGLI STRUMENTI DA ADOTTARE PER COMUNICARE CON I PAESI EMERGENTI ED ECONOMICAMENTE FORTI COME LA CINA

Dettagli

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451 La.R.I.O.S. Laboratorio di Ricerca ed Intervento per l Orientamento alle Scelte DPSS Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione Centro di Ateneo di Servizi e Ricerca per la Disabilità,

Dettagli

Vi trasmetto sotto allegate le tre interpellanze che domani mattina farò mettere a protocollo in comune

Vi trasmetto sotto allegate le tre interpellanze che domani mattina farò mettere a protocollo in comune Da: Soffritti Renato Inviato: lunedì 23 gennaio 2006 0.07 A:Quotidiano Locali,Comitati e Associazioni Oggetto: Tre interpellanze depositate al Comune di Parona Da:Soffritti Renato (consigliere di opposizione

Dettagli

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano www.stefanoboeri.it 5 modi per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. Stefano Boeri Cambiamo città. Restiamo a Milano. 5 PROPOSTE. Un altra Milano comincia da

Dettagli

Delibera del Consiglio Comunale di Asolo n.15/2003

Delibera del Consiglio Comunale di Asolo n.15/2003 Delibera del Consiglio Comunale di Asolo n.15/2003 Data di convocazione: 11-04-2003 Oggetto: Esame ed approvazione "Regolamento comunale di semplificazione dei procedimenti di spesa in economia". Il Sindaco

Dettagli

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è?

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è? 5CHIACCIERE5 Anno 2014 2015 Quartiere, dove è? Non è sparito, c è e lavora, anche se avrebbe bisogno di più persone che diano il loro contributo. Partiamo da qua per affermare che spesso confondiamo un

Dettagli

COMUNE DI MONTESANO SALENTINO Provincia di Lecce C.a.p. 73030 Tel. 0833/762405 Fax 0833/763166 C.F.81003510757 - P.I. 01992100758

COMUNE DI MONTESANO SALENTINO Provincia di Lecce C.a.p. 73030 Tel. 0833/762405 Fax 0833/763166 C.F.81003510757 - P.I. 01992100758 COMUNE DI MONTESANO rovincia di Lecce C.a.p. 73030 Tel. 0833/762405 Fax 0833/763166 C.F.81003510757 -.I. 01992100758 DELIBERAZIONE ORIGINALE DEL CONSIGLIO COMUNALE Numero 3 Del 16-03-2009 ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

SINTESI DELLA RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO. di Giovedi 16 Ottobre 2014

SINTESI DELLA RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO. di Giovedi 16 Ottobre 2014 SINTESI DELLA RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO di Giovedi 16 Ottobre 2014 Il giorno 16 ottobre 2014 dalle ore 17:00 alle ore 19:30, presso la palestra della Scuola, si è riunito il Consiglio di Istituto.

Dettagli

COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa

COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa Cari Oratori, ci stiamo avvicinando alla settimana diocesana degli Oratori, un momento forte che ci permette di concentrare l attenzione sulle nostre realtà educative.

Dettagli

Verbale redatto ai sensi dell art 21 comma 2 Regolamento per il Consiglio Comunale. Seduta del 10 gennaio 2013

Verbale redatto ai sensi dell art 21 comma 2 Regolamento per il Consiglio Comunale. Seduta del 10 gennaio 2013 COMUNE DI COMO COMMISSIONE CONSILIARE III Sanità e Servizi Sociali, Istruzione, Cultura, Sport, Turismo e Tempo Libero, Politiche Giovanili Verbale redatto ai sensi dell art 21 comma 2 Regolamento per

Dettagli

[PROGETTO BANDA LARGA]

[PROGETTO BANDA LARGA] 2010 Comune di Ardesio [PROGETTO BANDA LARGA] I principi, le motivazioni e gli obiettivi di un progetto per la riduzione del divario digitale di Ardesio. Relazione di fine lavori, febbraio 2010. WI-FI

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA CODICE COMUNE N. 11137 Pag.n. 1 Comune di Zibido S. Giacomo Provincia di Milano SIGLA C.C. N 28 DATA 22/07/2014 Oggetto: TASSA SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) ANNO 2014. DETERMINAZIONE DELLE ALIQUOTE

Dettagli

Presentiamo dunque un lavoro progettato per chi crede in una scuola per tutti, per chi si pone domande e per chi cerca risposte.

Presentiamo dunque un lavoro progettato per chi crede in una scuola per tutti, per chi si pone domande e per chi cerca risposte. Introduzione Il manuale La scuola inclusiva nell Italia che cambia. si propone di accompagnare e sostenere l insegnante in ogni fase dell inserimento scolastico di un allievo non madrelingua nella scuola

Dettagli

consiglio Regionale della Campania

consiglio Regionale della Campania consiglio Regionale della Campania IV Commissione Consiiare Permanente (Trasporti, Urbanistica, Lavori Pubblici) RESOCONTO INTEGRALE N. 62 SEDUTA IV COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE DEL 21 DICEMBRE 2011

Dettagli

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 Oggetto: Quarto Punto all OdG: Modifica Elenco Annuale LL.PP. Anno 2013 e Piano Triennale OO.PP. 2013-2015. PRESIDENTE: Quarto Punto all OdG: Modifica

Dettagli

1 maggio, festa del lavoro sfruttato a Carrefour. Intervista a una lavoratrice.

1 maggio, festa del lavoro sfruttato a Carrefour. Intervista a una lavoratrice. Primo maggio, festa dei lavoratori, il Carrefour di Lucca rimane aperto. Abbiamo colto l occasione per intervistare una lavoratrice del supermercato e approfondire altri argomenti, tra cui la recente decisione

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2010 DEL COMUNE DI VALERA FRATTA (LODI)

RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2010 DEL COMUNE DI VALERA FRATTA (LODI) COMUNE DI VALERA FRATTA PROVINCIA DI LODI P.zza Vittoria, 6 Tel. 0371.99000 Fax 0371.99348 c.a.p. 26859 E-mail: comunevalerafratta@virgilio.it RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2010 DEL COMUNE DI

Dettagli

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Un racconto di Guido Quarzo Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Una gita in Un racconto di Guido Quarzo è una bella fortuna che la scuola dove Paolo e Lucia frequentano la seconda elementare, ospiti

Dettagli

Ormai sono passati quasi 20 anni da quando, terminate le scuole superiori, ho fondato la prima società di software.

Ormai sono passati quasi 20 anni da quando, terminate le scuole superiori, ho fondato la prima società di software. PREFAZIONE Ormai sono passati quasi 20 anni da quando, terminate le scuole superiori, ho fondato la prima società di software. Ho costituito, oltre 29 aziende in Italia e all estero, ed ormai ho una certa

Dettagli

COMUNE DI CASARSA DELLA DELIZIA. Provincia di Pordenone

COMUNE DI CASARSA DELLA DELIZIA. Provincia di Pordenone Al. B) COMUNE DI CASARSA DELLA DELIZIA Provincia di Pordenone Regolamento comunale per la concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi e ausili finanziari per l attribuzione di vantaggi economici di

Dettagli

aiutare impegno pensare gesti vivere associazione La solidarietà non è una cosa difficile e non richiede molto tempo. Può essere fatta di piccoli

aiutare impegno pensare gesti vivere associazione La solidarietà non è una cosa difficile e non richiede molto tempo. Può essere fatta di piccoli UNITÀ 2 Collegate la definizione alla parola corrispondente. Persone con handicap. 2 Persone senza genitori. 3 Persone che stanno in carcere. 4 Persone che hanno bisogno di aiuto. Persone che hanno dovuto

Dettagli

LA COLONIA MARITTIMA VITTORIO EMANUELE III V. CANTALUPO - D. CERAUDO - V. FRASCA - S. MASTROGIACOMO

LA COLONIA MARITTIMA VITTORIO EMANUELE III V. CANTALUPO - D. CERAUDO - V. FRASCA - S. MASTROGIACOMO LA COLONIA MARITTIMA VITTORIO EMANUELE III V. CANTALUPO - D. CERAUDO - V. FRASCA - S. MASTROGIACOMO 1 Argomento FASE STORICA 1 FASE : La prima colonia marina di Ostia nacque nel 1916, su progetto dell'architetto

Dettagli

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE ALDO SMOLIZZA* Qualche anno fa svolgevo un attività internazionale e a seguito di quell attività conoscevo molto bene le indicazioni del Fondo Monetario Internazionale.

Dettagli