la polizza gratuita a vostro nome è già attiva e non richiede interventi ulteriori.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "la polizza gratuita a vostro nome è già attiva e non richiede interventi ulteriori."

Transcript

1

2 la polizza gratuita a vostro nome è già attiva e non richiede interventi ulteriori. Per richiedere l intervento immediato della MONDIAL ASSISTANCE ITALIA S.p.A. telefonate al NUMERO VERDE indicando con precisione il tipo di assistenza di cui necessita il suo nome e cognome l indirizzo e luogo da cui chiama l eventuale recapito telefonico 2 2

3 Gentile signore, gentile signora, lei ha compiuto recentemente i 65 anni. Con i nostri auguri, ecco a lei la BERGAMO SERENA CARD Continua anche nel 2009 il prezioso servizio attivato dal Comune di Bergamo a favore dei cittadini e delle cittadine che hanno compiuto 65 anni: si tratta di una polizza di assicurazione, completamente gratuita, che offre un aiuto concreto e immediato a chi ha subito furti in abitazione, oppure è stato vittima di scippo o di rapina. Mentre l Amministrazione rafforza il suo impegno, insieme alle forze dell ordine, per la sicurezza in città, perché questi odiosi avvenimenti spariscano, è opportuno che si trovi il modo di sostenere chi purtroppo ne è vittima. La polizza, le cui garanzie sono elencate in modo completo nell opuscolo allegato, comprende diverse prestazioni: dalla consulenza medica all assistenza psicologica, dalle riparazioni in seguito a scasso all invio di una collaboratrice domestica. C è inoltre la possibilità di ricorrere al supporto di un tutor appartenente all Associazione Nazionale Carabinieri in congedo, che interverrà immediatamente per assistere ed accompagnare l anziano nell inoltro della denuncia all Autorità competente. Gestisce l operazione la centrale operativa di Mondial Assistance Italia S.p.a, attiva 24 ore su 24, cui rivolgersi direttamente, nei malaugurati casi citati, tramite il numero verde L assicurazione è in vigore automaticamente, senza bisogno di alcuna richiesta né procedura, fino al 31 gennaio L Amministrazione comunale rivolge un caloroso ringraziamento al Credito Bergamasco che anche quest anno ha contribuito a rendere possibile e gratuita questa iniziativa per i cittadini, nonché all Associazione Nazionale Carabinieri in congedo per il concreto sostegno agli assicurati da parte dei suoi associati. Riteniamo che iniziative come questa possano contribuire realmente a creare un clima di maggiore serenità oltre che di fiducia nelle Istituzioni, nelle persone che presentano più debolezza e fragilità, cui vogliamo essere particolarmente e concretamente vicini. Elena Carnevali Dario Guerini Assessore alle Politiche Sociali Assessore a Sicurezza e Vivibilità Roberto Bruni Sindaco 1

4 A COSA DÀ DIRITTO Per l abitazione: Invio di un fabbro e/o vetraio e/o falegname e/o serrandista in seguito a furto o tentato furto, atti vandalici, smarrimento o scippo delle chiavi, rottura delle chiavi o guasto alla serratura, rottura accidentale di un vetro della abitazione, altri eventi che impediscano la agibilità della abitazione Invio di un idraulico in seguito ad otturazione, rottura o guasto delle tubature fisse o mobili dell impianto idraulico o igienico sanitario che provochino un allagamento, infiltrazione o mancanza di erogazione d acqua all abitazione Invio di un elettricista in seguito a mancanza di corrente elettrica, guasti o corto circuiti che provochino mancanza di luce nell abitazione Invio di un artigiano specializzato per il ripristino e la riparazione dell impianto d allarme in caso di furto o tentato furto che abbia danneggiato l impianto Invio di una guardia giurata per sorveglianza locali, qualora a seguito di furto o tentato furto, i mezzi di chiusura dell abitazione sono stati resi inefficaci Invio di una collaboratrice domestica, qualora, a seguito di furto o tentato furto presso l abitazione, il residente abbia la necessità di risistemare i locali e/o il loro contenuto Spese di albergo, qualora il residente, per obiettive ragioni di inagibilità, debba abbandonare la propria abitazione Spese di trasloco, qualora il residente, in caso di abitazione inagibile, debba trasferire i beni contenuti nella propria abitazione presso altro domicilio 2

5 QUESTA ASSICURAZIONE Accesso alla rete di fornitori, qualora il residente debba effettuare lavori di sistemazione, abbellimento, riparazione, ristrutturazione, manutenzione, ordinaria e straordinaria, ecc. Per la persona: Consulenza telefonica medico-generica Consulenza telefonica medico specialistica in geriatria Invio di un medico presso l abitazione, in caso di necessità, in seguito a scippo, rapina, furto o tentato furto Invio di ambulanza presso l abitazione, in caso di malattia grave ed improvvisa od infortunio Assistenza Psicologica, in caso di necessità per i traumi psicologici subiti, in seguito a furto, tentato furto, scippo o rapina Invio medicinali al domicilio, qualora l Assicurato sia oggettivamente impossibilitato ad allontanarsi dal proprio domicilio per gravi motivi di salute Organizzazione dei prelievi ed accertamenti domiciliari, qualora l Assicurato sia oggettivamente impossibilitato ad allontanarsi dal proprio domicilio per gravi motivi di salute Invio di un infermiere o fisioterapista a domicilio, nei casi di ricoveri con frattura, in conseguenza di scippo, furto o tentato furto Invio di una Collaboratrice domestica, nei casi di ricovero con frattura, in conseguenza a scippo, rapina, furto o tentato furto, che hanno determinato una situazione di immobilizzazione, nelle quattro settimane successive al sinistro o comunque dalle dimissioni dall Istituto di cura Accompagnamento dell anziano per disbrigo pratiche in caso di furto, scippo o rapina. 3

6 LE PRESTAZIONI Invio di un fabbro e/o vetraio e/o falegname e/o serrandista per interventi urgenti Qualora il residente necessiti di un fabbro e/o vetraio e/o falegname e/o serrandista in seguito a: furto o tentato furto con danneggiamento dei mezzi di chiusura della abitazione atti vandalici causati alla abitazione smarrimento o scippo delle chiavi, avvenuti all interno del territorio comunale e regolarmente denunciato alle Autorità rottura delle chiavi o guasto alla serratura che impediscano l ingresso nella abitazione; rottura accidentale di un vetro della abitazione altri eventi che impediscano la agibilità della abitazione. La Centrale Operativa invierà un fabbro e/o vetraio e/o falegname e/o serrandista per risolvere il problema, 24 ore su 24 tutti i giorni dell anno, tenendo a proprio carico le spese inerenti l intervento con un limite massimo di Euro 200,00 per evento. Qualora la Centrale Operativa, per cause indipendenti dalla propria volontà, non potesse erogare la prestazione, la Società provvederà a rimborsare al residente le spese sostenute per l uscita dell artigiano fino alla concorrenza di Euro 300,00 per evento, a fronte di presentazione di regolare fattura. In ogni caso il costo dei materiali utilizzati per la riparazione resta a carico del residente. Invio di un idraulico per interventi urgenti Qualora il residente necessiti di un idraulico in seguito ad otturazione, rottura o guasto delle tubature fisse o mobili dell impianto idraulico o igienico sanitario che provochino un allagamento, infiltrazione o mancanza di erogazione d acqua all abitazione, la Centrale Operativa invierà un idraulico per risolvere il problema, 24 ore su 24 tutti i giorni dell anno, tenendo a proprio carico le spese inerenti l intervento con un limite massimo di Euro 200,00 per evento. Qualora la Centrale Operativa, per cause indipendenti dalla propria volontà, non potesse erogare la prestazione, la Società provvederà a rimborsare al residente le spese sostenute per l uscita dell artigiano fino alla concorrenza di Euro 300,00 per evento, a fronte di presentazione di regolare fattura. In ogni caso il costo dei materiali utilizzati per la riparazione resta a carico del residente. Invio di un elettricista per interventi urgenti Qualora il residente necessiti di un elettricista in seguito a man- 4

7 canza di corrente elettrica, guasti o corto circuiti che provochino mancanza di luce nell abitazione, la Centrale Operativa invierà un elettricista per risolvere il problema, 24 ore su 24 tutti i giorni dell anno, tenendo a proprio carico le spese inerenti l intervento con un limite massimo di Euro 200,00 per evento. Qualora la Centrale Operativa, per cause indipendenti dalla propria volontà, non potesse erogare la prestazione, la Società provvederà a rimborsare al residente le spese sostenute per l uscita dell artigiano fino alla concorrenza di Euro 300,00 per evento, a fronte di presentazione di regolare fattura. In ogni caso il costo dei materiali utilizzati per la riparazione resta a carico del residente. Invio di un riparatore di impianti d allarme per interventi urgenti Qualora il residente abbia subito un furto o un tentato furto, regolarmente denunciato alle competenti autorità, che abbia danneggiato l impianto d allarme della sua abitazione e che pertanto necessiti di un artigiano specializzato per il ripristino e la riparazione di detto impianto, la Centrale Operativa invierà un riparatore di impianti d allarme per risolvere il problema, 24 ore su 24 tutti i giorni dell anno, tenendo a proprio carico le spese inerenti l intervento con un limite massimo di Euro 200,00 per evento. In ogni caso il costo dei materiali utilizzati per la riparazione resta a carico dell Assicurato. Per ottenere questa prestazione il cittadino dovrà trasmettere alla Società via fax una copia della denuncia del furto fatta alla competente autorità. Invio di una guardia giurata per sorveglianza locali Qualora a seguito di furto o tentato furto, i mezzi di chiusura dell abitazione siano stati resi inefficaci, il residente potrà richiedere una guardia giurata per salvaguardare i propri beni. La Centrale Operativa, entro 3 ore dalla richiesta, organizzerà la vigilanza dei beni medesimi per il tempo necessario al ripristino della sicurezza, attraverso società di vigilanza convenzionate, tenendo a proprio carico le relative spese per un periodo massimo di 12 ore. Invio di una collaboratrice domestica Qualora il residente, a seguito di furto o tentato furto presso la propria abitazione, abbia la necessità di risistemare i locali e/o il loro contenuto, la Centrale Operativa reperirà ed invierà nel più breve tempo possibile una collaboratrice domestica tenendo a proprio carico le spese relative a tale prestazione con un massimo di 6 ore lavorative. 5

8 Nel caso in cui non fosse possibile reperire il personale addetto, la Società rimborserà, a fronte di presentazione di regolare fattura, le spese sostenute dal residente fino ad un massimale di Euro 150,00 per evento. Spese di albergo Qualora il residente, in seguito a uno degli eventi precedentemente descritti o in caso di forza maggiore, debba, per obiettive ragioni di inagibilità, abbandonare la propria abitazione, la Centrale Operativa provvederà a prenotare l albergo per il residente e i suoi familiari, tenendo a proprio carico i costi inerenti il pernottamento fino ad un massimale di Euro 300,00. Spese di trasloco Qualora il residente, in seguito a uno degli eventi precedentemente descritti o in caso di forza maggiore, debba trasferire i beni contenuti nella propria abitazione inagibile presso altro domicilio, la Centrale Operativa, comprovata la gravità dell evento, provvederà a fornire al residente una Società di traslochi o autorizzerà il residente a provvedere personalmente a reperirne una, tenendo a proprio carico i relativi costi documentati fino ad un massimale di Euro 1.500,00. ACCESSO ALLA RETE DEI FORNITORI Qualora il residente debba effettuare lavori di sistemazione, abbellimento, riparazione, ristrutturazione, manutenzione, ordinaria e straordinaria, ecc., può richiedere alla Centrale Operativa il nominativo di un fornitore selezionato. Il residente, nell arco delle 14 ore, verrà contattato dal fornitore al quale illustrerà le proprie esigenze e necessità in merito all intervento e, comunque, riconducibili alle seguenti categorie di prestatori d opera: idraulico, elettricista, muratore e piastrellista, tinteggiatore, vetraio, fabbro, riparatore di elettrodomestici, installatore di impianti d allarme. Relativamente al solo riparatore di elettrodomestici la Centrale Operativa provvederà a fornire i nominativi di fornitori convenzionati, che l assicurato contatterà direttamente. Contenuti del Servizio offerto: Accesso al network di fornitori significa avere tempi di attesa non superiori alle 24 ore, tariffe della manodopera agevolate, garan- 6

9 zie di buona esecuzione dei lavori, garanzie previste a termine di legge per le prestazioni eseguite e la possibilità di utilizzare un artigiano che abitualmente lavora per Mondial e pertanto è gia collaudato in termini di affidabilità ed onestà. PROCEDURA PER L ACCESSO ALLA RETE DI FORNITORI A) Apertura del dossier Il residente inoltra una richiesta telefonica, tramite linea verde, a Mondial in cui chiede di essere messo in contatto con un fornitore selezionato per la realizzazione di un opera di pertinenza del proprio alloggio. B) Incarico al fornitore Mondial trasmette i dati del residente al fornitore (nome e domicilio, numero del dossier Mondial, tipologia del servizio richiesto); Il fornitore si mette in contatto con il residente (entro 24 ore) per fissare la data del sopralluogo. C) Visita del fornitore presso il domicilio del residente Il fornitore, presa visione delle opere da realizzare, formula un preventivo per il residente indicante i prezzi dei materiali, il costo della manodopera e la tempistica per la realizzazione delle opere; Il fornitore invia, via fax, copia del preventivo a Mondial; Mondial, controllato il preventivo, informa il residente circa la congruità o meno dello stesso; In caso di accordo con il residente, il fornitore realizza le opere ed al termine delle stesse compila e si fa firmare dal residente il modulo consuntivo/avviso di fattura; Il fornitore invia a Mondial, via fax, una copia di tutta la modulistica ed una copia della relativa fattura. D) Controllo qualità e chiusura dossier Mondial, controllato il modulo consuntivo/avviso di fattura e la relativa fattura, contatta il residente per verificare che la qualità del servizio prestato sia stata conforme alle sue aspettative e che non vi siano contestazioni in atto; Mondial in tal caso autorizza il residente a saldare la fattura al fornitore; Mondial chiude il proprio dossier. 7

10 CONSULENZA SANITARIA Informazione ed orientamento medico telefonico Quando l Assicurato necessita di informazioni e/o consigli medico-generici, la Guardia Medica della Società è a sua disposizione per un consulto telefonico. Il servizio è gratuito, non fornisce diagnosi o prescrizioni. Consulenza sanitaria di Alta Specializzazione Quando, in seguito ad infortunio o malattia suscettibili di dover dar luogo a interventi di particolare complessità, l Assicurato necessita di informazioni riguardanti centri sanitari di alta specializzazione in Italia e nel mondo, la Società mette a disposizione la sua équipe medica per fornire le informazioni necessarie. Inoltre, la Guardia Medica può collaborare per individuare e segnalare medici specialisti o Centri per la diagnosi e la cura di patologie rare o comunque particolari, restando a disposizione per facilitare i contatti tra l Assicurato e il Centro in questione ovviando ad eventuali problemi di comunicazione e di lingua. I medici della Centrale Operativa possono richiedere la documentazione clinica in possesso del paziente per fornire una consulenza specialistica immediata e, se necessario, organizzare appuntamenti e consulti con le suddette strutture in Italia e all estero. Consulenza telefonica medico specialistica in geriatria Quando l Assicurato necessita di un consulto telefonico con un geriatra, la Guardia Medica della Società provvede a mettere in contatto l Assicurato con lo specialista nel più breve tempo possibile. Il servizio è gratuito, non fornisce diagnosi o prescrizioni. Invio di un medico presso l abitazione Qualora il residente, in seguito a scippo, rapina, furto o tentato furto, subiti nell ambito del comune di residenza, necessiti dell invio di un medico, la Guardia Medica della Società, dopo averne accertata la necessità metterà a disposizione dell Assicurato uno dei propri medici convenzionati. Inoltre, in caso di infortunio o malattia dovuto ad altre cause, quando l Assicurato, non riesca a reperire il proprio medico curante e necessiti di un medico presso la propria abitazione durante le ore notturne o nei giorni festivi, la Centrale Operativa provvederà all invio gratuito di uno dei propri medici convenzionati, dopo che il proprio medico di guardia ne abbia constatata la necessità previo contatto telefonico con il residente. 8

11 Invio di ambulanza presso l abitazione Qualora il residente, in caso di malattia grave ed improvvisa od infortunio, necessiti di un trasferimento in ambulanza al più vicino ospedale, previo parere del medico curante in accordo con la Guardia Medica la Centrale Operativa provvederà ad organizzare il servizio di trasferimento, tenendo a proprio carico i relativi costi fino ad un massimo di 200 Km di percorrenza A/R. Assistenza Psicologica Qualora il residente, in seguito a furto, tentato furto, scippo o rapina avvenuti nel comune di residenza, necessiti di assistenza psicologica per i traumi psicologici subiti, la Centrale Operativa, segnalerà nel più breve tempo possibile uno psicologo convenzionato presso cui recarsi, tenendo a proprio carico i costi inerenti le prime 8 ore di assistenza. Invio medicinali al domicilio (Prestazione fornita 1 volta per assicurato e per anno assicurativo) Quando l Assicurato necessita di medicinali regolarmente prescritti ed è oggettivamente impossibilitato ad allontanarsi dal proprio domicilio per gravi motivi di salute, certificati dal suo medico, e nessuno può andare per lui; Mondial dopo aver ritirato la ricetta presso l Assicurato, provvede alla consegna dei medicinali prescritti. A carico dell Assicurato resta soltanto il costo dei medicinali. Organizzazione dei prelievi ed accertamenti domiciliari (Prestazione fornita 1 volta per assicurato e per anno assicurativo) Qualora l Anziano sia oggettivamente impossibilitato ad allontanarsi dal proprio domicilio per gravi motivi di salute, certificati dal suo medico, potrà richiedere alla Centrale Operativa l invio di personale medico convenzionato che effettui direttamente al suo domicilio i seguenti servizi: Prelievi del sangue Ritiro delle urine Pressione del sangue Invio del cardiologo, con possibilità di elettrocardiogramma domiciliare. La decisione sulla effettiva necessità e fattibilità del servizio stesso e la decisione medico operativa sarà a totale discrezione del Medico responsabile organizzativo del servizio. Nessun addebito sarà effettuato all Assicurato per i costi di prelievo e visita presso il domicilio. Restano a carico dell Assicurato i costi diretti dell analisi. 9

12 Invio di un infermiere o fisioterapista a domicilio Nei casi di ricoveri con frattura, in conseguenza di scippo all interno del territorio del Comune, di furto o di tentato furto, presso la propria abitazione, che hanno determinato: Frattura del femore Fratture vertebrali Fratture craniche con lesioni encefaliche e/o meningee Frattura che rendano necessario l immobilizzazione di almeno un arto Frattura del bacino e con una situazione di immobilizzazione, certificata da prescrizione medica, diagnosticata e indicata all atto delle dimissioni che comporti la necessità di prestazioni infermieristiche/fisioterapiche: la Società provvederà, nei dieci giorni successivi al ricovero o alla rimozione del gesso, ad inviare un infermiere o un fisioterapista convenzionato, assumendone l onorario fino ad un massimo di 1 ora al giorno, per un massimo di 7 giorni. Per l attivazione della garanzia, l Assicurato dovrà comunicare alla Centrale Operativa la propria necessità di usufruire della prestazione almeno 3 giorni prima della data di dimissioni dall Istituto di Cura o appena in possesso della prescrizione di tali cure. Collaboratrice domestica Nei casi di ricovero con frattura, in conseguenza a scippo, rapina, furto o tentato furto, avvenuti in territorio comunale, che hanno determinato una situazione di immobilizzazione, certificata da prescrizione medica, la società provvederà, nelle quattro settimane successive al sinistro o comunque dalle dimissioni dall Istituto di Cura, ad inviare una collaboratrice domestica, assumendone l onorario fino ad un massimo di 6 ore alla settimana, da utilizzarsi consecutivamente, per un massimo di 2 settimane. Per l attivazione della garanzia, l Assicurato dovrà comunicare alla Centrale Operativa la necessità di usufruire della prestazione con tre giorni di anticipo. Qualora la Compagnia fosse impossibilitata a reperire la collaboratrice domestica, autorizzerà il residente a provvedervi direttamente rimborsando al danneggiato i costi relativi al reclutamento della collaboratrice nei limiti previsti dalla garanzia e, inoltre, gli eventuali maggiori costi sostenuti da lui sostenuti e strettamente connessi all evento subito fino ad un massimo di Euro 120,00 previa presentazione delle regolari fatture. 10

13 Accompagnamento dell anziano per disbrigo pratiche in caso di furto, scippo o rapina Qualora il residente abbia subito un furto, uno scippo od una rapina, abbia necessità di essere accompagnato da persone professionalmente preparate per espletare le pratiche necessarie presso le autorità competenti, Mondial Assistance, grazie ad un accordo con l Associazione Nazionale Carabinieri in congedo, fornirà un accompagnatore che affiancherà il residente nell iter necessario per effettuare la denuncia e per tutto quant altro necessario. 11

14 CONDIZIONI COMUNI ALLE GARANZIE Esclusioni Sono escluse le prestazioni richieste in dipendenza di: a) terremoti e fenomeni atmosferici aventi caratteristiche di calamità naturali b) dolo dell Assicurato c) fenomeni di trasmutazione dell atomo e radiazioni provocate dall accelerazione artificiale di particelle atomiche d) suicidio e tentativo di suicidio. Validità territoriale Tutte le prestazioni sono fornite nel territorio del Comune di Bergamo ISTRUZIONI PER LA RICHIESTA DI RIMBORSO SPESE La richiesta di rimborso delle spese sostenute, semprechè autorizzate dalla Centrale Operativa di Mondial Assistance, dovrà essere inoltrata accompagnata dai documenti giustificativi in originale a: Mondial Assistance Italia S.p.A. Via Ampére, MILANO (MI) N.B.: Le spese sostenute e non preventivamente autorizzate dalla Centrale Operativa NON SARANNO RIMBORSATE. INOLTRE L ASSICURATO DOVRÀ Farsi rilasciare dall operatore che ha risposto alla sua richiesta di Assistenza, il numero di autorizzazione necessario per ogni eventuale rimborso successivo; comunicare, insieme alla documentazione del danno, il numero di conto corrente presso la propria Banca con il relativo codice ABI, CAB, CIN e IBAN. 12

15 DEFINIZIONI DEI TERMINI UTILIZZATI NELLA POLIZZA Abitazione Il fabbricato o la porzione di fabbricato adibito ad esclusivo uso abitativo, residenza anagrafica dell Assicurato situato nel territorio del Comune di Bergamo Assicurati I residenti nel Comune di Bergamo che abbiano compiuto i 65 anni di età. Assicurazione Il contratto di assicurazione sottoscritto dalla Contraente. Centrale Operativa La struttura di Mondial Service Italia S.r.l. in funzione 24 ore su 24 tutto l anno, costituita da medici, tecnici e operatori, che provvede al contatto telefonico con l Assicurato, organizza ed eroga le prestazioni di assistenza previste in polizza, con costi a carico della Società, secondo quanto previsto dalle singole garanzie. Furto La sottrazione fraudolenta di oggetti altrui per trarne un utile personale. Indennizzo La somma dovuta dalla Società all Assicurato in caso di sinistro. Polizza Il documento che prova l assicurazione. Rapina Reato contro il patrimonio commesso da chi, con violenza o minaccia, sottrae qualcosa a colui che la detiene legittimamente, ottenendo in tal modo un ingiusto profitto. Furto (con Rottura o Scasso) È il furto commesso mediante rottura o forzamento delle serrature e dei mezzi di chiusura dei locali e dei mobili contenenti le cose assicurate, oppure praticando una breccia nei muri o nei soffitti dei locali stessi. Scippo Il furto commesso strappando le cose di mano o di dosso alla persona che le detiene. Non è considerato scippo il furto con destrezza. Sinistro Il verificarsi dell evento per il quale è prestata l assicurazione. Società - Mondial Assistance Italia S.p.A. 13

16 ALTRI SERVIZI DEL COMUNE PER GLI ANZIANI: TELESOCCORSO, ASSISTENZA DOMICILIARE, Il servizio di Telesoccorso Il servizio di Telesoccorso permette di contattare telefonicamente in maniera automatica e immediata la Croce Rossa Italiana. Un tecnico installerà sul telefono fisso di casa un apparecchio attivato da un piccolo telecomando collegato alla Centrale Operativa della CRI. In caso di bisogno, basterà premere il pulsante per collegarsi tramite un piccolo altoparlante con un operatore che potrà eventualmente predisporre l intervento immediato di soccorso. Requisiti: vivere soli e/o essere anziani ultrasessantacinquenni e/o persone con invalidità certificata dall ASL competente, superiore ai due terzi. Il servizio è erogato gratuitamente o a pagamento, sulla base di condizioni economiche e sociali di chi fa la richiesta. Per questi servizi rivolgersi all Assistente sociale della Circoscrizione di residenza (lunedì dalle alle 17; mercoledì dalle 9 alle 12). I recapiti sono disponibili nella tabella riportata a pagina 16. Il servizio di assistenza domiciliare Il Servizio di assistenza domiciliare (SAD) è costituito da un insieme di interventi di natura socioassistenziale prestati prioritariamente a domicilio delle persone anziane con un ridotto livello di autosufficienza in via temporanea o permanente. Gli interventi sono concordati secondo le esigenze della persona. Requisiti: ridotto grado di autosufficienza fisica; scarsa capacità organizzativa nelle attività quotidiane; condizioni di solitudine o di isolamento psicologico; difficoltà a mantenere rapporti con il mondo esterno, rete parentale assente o impossibilitata a supportare l anziano quotidianamente. È prevista la compartecipazione del richiedente ai costi del Servizio, secondo il proprio ISEE e in base al tariffario vigente che prevede alcune agevolazioni. Per questi servizi rivolgersi all Assistente sociale della Circoscrizione di residenza (lunedì dalle alle 17; mercoledì dalle 9 alle 12). I recapiti sono disponibili nella tabella riportata qui sotto. 14

17 DI BERGAMO PROGETTO CARE-GIVER, PASTI A DOMICILIO Progetto Care-Giver/Alzheimer Si tratta di un sostegno alle famiglie quotidianamente impegnate nella cura di persone anziane non autosufficienti, con particolare riferimento per quelle affette da Alzheimer, con l obiettivo di ridurre l isolamento della famiglia che ha in cura l anziano e di sostenerla nella gestione di prestazioni assistenziali e dinamiche relazionali complesse. Il progetto prevede l attivazione di interventi domiciliari assistenziali, sociali e psicologici. Requisiti: persone anziane affette dal Morbo di Alzheimer o da forme di demenza e, in particolare, con una rete parentale presente nella gestione quotidiana delle diverse necessità dell anziano. È prevista la compartecipazione del richiedente ai costi del Servizio, secondo il proprio ISEE e in base al tariffario vigente che prevede alcune agevolazioni. Per questi servizi rivolgersi all Assistente sociale della Circoscrizione di residenza (lunedì dalle alle 17; mercoledì dalle 9 alle 12). I recapiti sono disponibili nella tabella riportata nella pagina seguente. Pasti a domicilio Il servizio di Pasti a domicilio prevede la distribuzione di pasti a domicilio in tutta la città ad opera di alcuni volontari. Il pasto tipo, realizzato da una ditta specializzata, è costituito da un primo, un secondo, un contorno, frutta e pane e costa 4,00 euro. Nelle varie circoscrizioni cittadine il Comune farà affidamento ad una rete di volontari. In particolare, per quanto riguarda la circoscrizione 3 (Città Alta e Colli) il Comune si affida alla Cooperativa Città Alta. Qui il pasto può essere consumato anche in compagnia, presso il Circolino; è anche possibile chiedere pranzo e cena per un prezzo complessivo di 7 euro. Per informazioni occorre contattare: per Città Alta e Colli: Servizi Sociali della Circoscrizione 3, tel (lunedì dalle alle 17, mercoledì dalle 9 alle 12) per il resto della città: Segreteria del Centro Anziani di Valtesse, tel da lunedì a venerdì dalle 15 alle

18 Assistenti sociali delle 7 Circoscrizioni Assistente sociale Orario di ricevimentorecapiti Circ. 1 Antonella Valsecchi Lunedì Tel Mercoledì 9-12 Fax Circ. 2 Annamaria Manzoni Lunedì tel Mercoledì 9-12 fax Circ. 3 Cinzia Moroni Lunedì Tel Mercoledì 9-12 Fax Circ. 4 Maria Teresa Rapis Lunedì Tel Mercoledì 9-12 Fax Circ. 5 Cristina Trussardi Lunedì Tel Mercoledì 9-12 Fax Circ. 6 Anna Piccioli Lunedì Tel Campagnola, Mercoledì 9-12 Fax Celadina, Malpensata Circ. 6 Elena Scotti Lunedì Tel Boccaleone, Mercoledì 9-12 Fax Via delle Valli Circ. 7 Valentina Favara Lunedì Tel Carnovali, Grumello, Mercoledì 9-12 Fax San Tomaso, Villaggio degli Sposi Circ. 7 Carla Manzoni Lunedì Tel Carnovali, Mercoledì 9-12 Fax Colognola 16 Dal 2009 il Segretariato Sociale diventa POISS, Punto Orientamento e Informazioni Servizi Sociali, con sede unica in via San Lazzaro 3. Apertura da lunedì a venerdì dalle ore 9 alle ore 12. Tel

19 DRIVEPD Effetto Creberg. La vita è molto più semplice se c è qualcuno su cui contare sempre. Per questo, Creberg ha come obiettivo principale quello di offrirvi tutta la tranquillità e la serenità di cui avete bisogno. Sensibile e attento a quanto avviene attorno a noi, Creberg pensa anche al miglioramento della qualità della vita di tutti, destinando significative risorse a importanti iniziative in ambito sociale e culturale. Creberg. Qualcuno su cui contare sempre. 17

20 è l assicurazione gratuita per l assistenza immediata in caso di scippo, furto e rapina. È un servizio del Comune di Bergamo in collaborazione con Per ulteriori informazioni: Ufficio Relazioni con il Pubblico, Palazzo Frizzoni, piazza Matteotti 27 Bergamo. Aperto da lunedì a venerdì 8,30 / 13,30-14,30 / 17 Venerdì pomeriggio chiuso. Tel

ASSISTENZA GARANTITA. 10 anni

ASSISTENZA GARANTITA. 10 anni ASSISTENZA ESTRATTO DELLE CONDIZIONI DI SERVIZIO Il presente documento costituisce un estratto delle Condizioni di Servizio, il cui testo integrale è depositato presso la sede legale del contraente, oppure

Dettagli

abitare ProtettI assistenza

abitare ProtettI assistenza abitare ProtettI assistenza Guida alla Consultazione Informazioni Principali pag. 2 Quali vantaggi Cosa offre Decorrenza e durata dell Assicurazione Come accedere ai servizi Informazioni sull Intermediario

Dettagli

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA la guida DI CHI è alla guida SERVIZIO CLIENTI Per tutte le tue domande risponde un solo numero Servizio Clienti Contatta lo 06 65 67 12 35 da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.00 o manda un e-mail a

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose.

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose. RESIDENZA LE ROSE DATI ANAGRAFICI STRUTTURA SCHEDA SERVIZIO Residenza LE ROSE DENOMINAZIONE Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD INDIRIZZO CAP CITTÀ PROVINCIA 0429 644544 TELEFONO info@residenzalerose.net

Dettagli

PQ 31G/ PROCEDURA REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA

PQ 31G/ PROCEDURA REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA Pag. 1 di 5 REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA Oggetto Art. 1 Il Servizio Art. 2 L Utenza Art. 3 La domanda di Accoglienza Art. 4 Il Processo di Accoglienza Art.

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI Ufficio del Piano di Zona Sociale dell' Ambito Territoriale A 1 COMUNE DI ARIANO IRPINO Capofila REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI erogato nei Comuni dell ambito territoriale

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSISTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE

GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE La presente guida descrive le procedure operative che gli Assistiti dovranno seguire per accedere alle prestazioni garantite

Dettagli

CASA CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI ABITAZIONE. Genertel S.p.A.

CASA CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI ABITAZIONE. Genertel S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI ABITAZIONE Genertel S.p.A. CASA Il presente Fascicolo informativo, contenente la Nota Informativa e le Condizioni di Assicurazione, deve essere consegnato al contraente

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI

PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI COS E A CHI E RIVOLTA COSA OFFRE RC PROFESSIONALE È un programma assicurativo studiato per offrire una copertura completa e personalizzabile in base alle specifiche esigenze. Sono previste garanzie in

Dettagli

Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale

Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale Che cos è il Centro diurno regionale Ai Gelsi? Il nuovo Centro diurno socio-assistenziale con sede a Riva San Vitale si inserisce nel

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA PREMESSA Il ricovero in ambiente ospedaliero rappresenta per la persona e la sua

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale

Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale A cura di: - Inail Direzione Regionale Lombardia - Regione Lombardia - Direzione Generale Sanità Documento realizzato nell ambito della

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

REGOLAMENTO UNICO DI ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI

REGOLAMENTO UNICO DI ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI Fondazione di partecipazione dei Comuni di Casole d Elsa Colle di Val d Elsa Poggibonsi San Gimignano Radicondoli REGOLAMENTO UNICO DI ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI - 1- INDICE Premessa... 5 Titolo Primo

Dettagli

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PIANO DISTRETTUALE DEGLI INTERVENTI del Distretto socio-sanitario di Corigliano Calabro Rif. Decreto Regione Calabria n. 15749 del 29/10/2008 ANALISI DELBISOGNO

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri:

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri: Introduzione Sono ormai sempre più frequenti i furti negli appartamenti, nelle case e negli uffici. Il senso di insicurezza della popolazione è comprensibile. Con questo opuscolo si vuole mostrare che

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

5 Contributo Autonoma Sistemazione

5 Contributo Autonoma Sistemazione 5 Contributo Autonoma Sistemazione CAS A valere sulle risorse finanziarie di cui all articolo 3 dell Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile (OCDPC) n. 232 del 30 marzo 2015 viene stimata

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Premessa L accesso agli atti ed ai documenti amministrativi, introdotto nel nostro ordinamento dalla Legge 7 agosto 1990, n. 241, costituisce

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI.

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI. REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI. APPROVATO CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 244 IN DATA 28 OTTOBRE 1997. MODIFICATO CON DELIBERAZIONI

Dettagli

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE MODULO DOMANDA / NUOVO CAS-SISMA MAGGIO 2012 DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE (Dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà resa ai sensi degli artt. 46 e 47

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

Il presente Fascicolo viene consegnato al Contraente prima della sottoscrizione del contratto e contiene:

Il presente Fascicolo viene consegnato al Contraente prima della sottoscrizione del contratto e contiene: Servizio Clienti: 02 2805.2806 Servizio Sinistri: 02 2805.2808 Assistenza: 02 2660.9396 Contratto di assicurazione per la Casa Io e la mia Casa Fascicolo Informativo Edizione 3/2015 Il presente Fascicolo

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf OGGETTO: Organizzazione Zona a Traffico Limitato Centro storico IL SINDACO Premesso che, per fronteggiare le

Dettagli

l inabilità temporanea, l invalidità permanente

l inabilità temporanea, l invalidità permanente Inabilità temporanea e invalidità permanente Quali sono le tutele che intervengono in questi casi? Ecco il primo articolo di approfondimento sul tema degli eventi da esorcizzare Con questo primo articolo

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Contratto di assicurazione per autovetture

Contratto di assicurazione per autovetture Contratto di assicurazione per autovetture Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Nota Informativa comprensiva del Glossario, le Condizioni di Assicurazione e, dove prevista, la Proposta, deve

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 59 PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE Approvato con D.G.P. in data 19.4.2012

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

Multirischi Abitazione

Multirischi Abitazione Multirischi Abitazione Contratto di assicurazione Collettivo multirischi per l'abitazione IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO, CONTENENTE: Nota informativa, comprensiva di Glossario; Condizioni di assicurazione;

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

Caratteristiche e modalità di erogazione dell assistenza tecnica

Caratteristiche e modalità di erogazione dell assistenza tecnica Caratteristiche e modalità di erogazione dell assistenza tecnica Termini del servizio La funzione dell Help Desk è quella di assicurare il mantenimento delle caratteristiche ottimali di funzionamento della

Dettagli

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Fabio Ragaini, Gruppo Solidarietà Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Con Ordinanza 189/2010, www.grusol.it/informazioni/12-04-10.pdf, Il Tar delle

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

COMPASS S.p.A. Personal Protection

COMPASS S.p.A. Personal Protection COMPASS S.p.A. Personal Protection CONDIZIONI GENERALI DI POLIZZA Mod. 07143 Ed. 12/2013 INFORMATIVA PRIVACY Ai sensi dell articolo 13 - Decreto Legislativo 30 Giugno 2003 n 196 in materia di protezione

Dettagli

Codice IBAN: IT 52 H 07601 03200 001013078355

Codice IBAN: IT 52 H 07601 03200 001013078355 Pagamenti Per iscriversi a uno dei corsi di lingua italiana della Scuola Romit è necessario il pagamento della tassa di iscrizione di 50 euro più l importo equivalente al 20% del totale costo del corso,

Dettagli

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i.

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i. CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 1088 Versione 001 2015) Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: COMUNICAZIONE

Dettagli

Il lavoro subordinato

Il lavoro subordinato Il lavoro subordinato Aggiornato a luglio 2012 1 CHE COS È? Il contratto di lavoro subordinato è un contratto con il quale un lavoratore si impegna a svolgere una determinata attività lavorativa alle dipendenze

Dettagli

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Allegato alla Deliberazione n. 1576 del 19/11/2012 REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Art. 1 OGGETTO E DESTINATARI Il presente regolamento

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

Il Numero e la Tessera Social Security

Il Numero e la Tessera Social Security Il Numero e la Tessera Social Security Il Numero e la Tessera Social Security Avere un numero di Social Security è importante perché è richiesto al momento di ottenere un lavoro, percepire sussidi dalla

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

.. QUANDO?.. DOVE?... COME?

.. QUANDO?.. DOVE?... COME? S.S.V.D. ASSISTENZA INTEGRATIVA E PROTESCA CHI?.. QUANDO?.. DOVE?... COME? Rag. Coll. Amm. Rita Papagna Dott.ssa Laura Signorotti PRESIDI EROGABILI DAL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE D.M. n.332 del 27 agosto

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

REGOLAMENTO SPAZIO GIOCO PIMPIRULIN

REGOLAMENTO SPAZIO GIOCO PIMPIRULIN Comune di Bonate Sotto Provincia di Bergamo REGOLAMENTO SPAZIO GIOCO PIMPIRULIN Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale nr.11 del 2.3.2009 Pubblicato all Albo dal 19.3.2009 al 3.4.2009 Reg.nr.102

Dettagli

Questa pubblicazione presenta

Questa pubblicazione presenta Un Quadro Un Quadro Questa pubblicazione presenta un quadro delle più importanti caratteristiche dei programmi Social Security, Supplemental Security Income (SSI) e Medicare. Potrete trovare informazioni

Dettagli

Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006)

Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006) Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006) Art.1 (Oggetto e finalità) 1. La Regione con la presente legge, in armonia

Dettagli

www.integration.zh.ch

www.integration.zh.ch Cantone di Zurigo Dipartimento della giustizia e degli interni Ufficio cantonale per l integrazione Informazioni per i nuovi arrivati dall estero www.integration.zh.ch Indice 03 Immigrazione e diritto

Dettagli

IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO

IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO dopo il TERREMOTO IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO Assicurare la ricostruzione di case e imprese secondo tempi certi e procedure snelle, garantendo

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

Fascicolo informativo

Fascicolo informativo Polizza Auto Fascicolo informativo Contratto di Assicurazione per Autovetture Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Nota Informativa comprensiva del Glossario e le Condizioni di Assicurazione,

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA Gentili Pazienti, desideriamo fornirvi alcune informazioni utili per affrontare in modo

Dettagli

Multirischi Abitazione

Multirischi Abitazione Multirischi Abitazione Contratto di assicurazione Collettivo multirischi per l'abitazione IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO, CONTENENTE: Nota informativa, comprensiva di Glossario; Condizioni di assicurazione;

Dettagli

3. L ingresso al campeggio è subordinato al consenso della Direzione.

3. L ingresso al campeggio è subordinato al consenso della Direzione. 1. Per l entrata ed il soggiorno in campeggio è obbligatoria la registrazione di ogni singola persona. All arrivo ogni ospite è tenuto a depositare un documento d identità e controllare l esattezza delle

Dettagli

Gran Fondo PUNT DEL DIAU

Gran Fondo PUNT DEL DIAU LANZO TORINESE - SABATO 04 OTTOBRE 2014 Gran Fondo PUNT DEL DIAU REGOLAMENTO LA GARA GRAN FONDO DI CORSA IN MONTAGNA PUNT DEL DIAU avrà una lunghezza di circa km.25 e un dislivello positivo di circa 1450

Dettagli

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori?

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Le proposte emerse dai gruppi di RLS 1 Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Il RLS consulta il documento di valutazione dei rischi e verifica se il rischio

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

Elenco degli Annunci Trovati

Elenco degli Annunci Trovati Elenco degli Annunci Trovati Riepilogo Limiti Impostati: Da Data Scadenza 07/08/2015 A Data Scadenza 24/08/2015 Riepilogo Filtri Impostati: Inviato al Periodico: Internet Categoria Selezionata: CERCO LAVORO

Dettagli

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB TITOLO I: IL CLUB DEI MIGLIORI NEGOZI DI OTTICA IN ITALIA. Il Club dei migliori negozi di ottica in Italia è costituito dall insieme delle imprese operanti nel campo del commercio dell ottica selezionate

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

MODALITA DI PRENOTAZIONE

MODALITA DI PRENOTAZIONE DIPARTIMENTO DI SANITA PUBBLICA MEDICINA DELLO SPORT MODALITA DI PRENOTAZIONE U.O.C.- CENTRO DI MEDICINA DELLO SPORT DI 2 LIVELL O CASALECCHIO DI RENO AMBULATORI DI 1 LIVELLO Per prenotare le visite di

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli