Software Testing. Lezione 1 Introduzione al processo di testing. Federica Spiga. A.A Autori: A. Bei/F.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Software Testing. Lezione 1 Introduzione al processo di testing. Federica Spiga. federica_spiga@yahoo.it. A.A. 2010-2011 Autori: A. Bei/F."

Transcript

1 Software Testing Lezione 1 Introduzione al processo di testing Federica Spiga A.A Autori: A. Bei/F.Spiga 1

2 2 Definizione di Software Testing Glen Myers -The Art of Software Testing Il testing è il processo atto a eseguire un programma con l intento di trovare degli errori Paul Jorgensen Software testing Il Testing è correlato con errori ( errors, fault, bug ), fallimenti ( failures ), incidenti ( incidents). Un test è l atto di esercitare un software tramite dei test cases con l obiettivo di: Trovare gli errori Dimostrare la corretta esecuzione Il Testing è una attività sistematica che, utilizzando metodologie riconosciute, cerca di ridurre il numero di difetti in un prodotto software

3 3 False definizioni di testing Il software Testing è il processo atto a dimostrare che non sono presenti errori Lo scopo del testing è mostrare che il programma lavora come dovrebbe

4 4 Storia del testing Anni 70 Negli anni 70 i primi seri tentativi di fornire dei fondamenti teorici ed approcci sistematici Sono gli anni in cui si ha il sogno del testing esaustivo e le relative impraticabili definizioni ad esempio: l'obiettivo del testing e' quello di dimostrare la correttezza dei programmi un test perfetto si ha quando il programma non contiene errori

5 5 Storia del testing Anni 80 Gli anni 80 eliminano i sogni, consolidano un patrimonio di riferimento; i risultati acquisiti aprono ad una visione: il testing viene visto come un processo complesso dai costi estremamente elevati. Nascono due standard IEEE std , std ; importante per le definizioni anche lo standard (già ) Cambia il mindset: il testing e' il processo di esecuzione di un programma con l'obiettivo di trovare gli errori Un test che non rivela errori e un test fallito una nuova conquista e' anche quella che svincola il testing dal suo sodalizio con il programma la progettazione, pianificazione ed implementazione del processo di testing inizia con i primi passi di un qualsiasi processo di produzione, manutenzione evoluzione del software

6 6 Storia del testing Anni 90 Consolidamento del rapporto fra testing e qualità più profonda conoscenza e miglioramento dei processi di testing nascono nuove sfide legate ai nuovi paradigmi di programmazione, produzione manutenzione ed evoluzione del software. La determinazione delle proprietà che devono essere garantite ad un prodotto software dipende da fattori quali: Il tipo di applicazione; L ambiente in cui il software viene utilizzato; Il modo di integrazione con l ambiente; La vita prevista per l applicazione; L evoluzione prevista

7 7 Storia del testing Anni 90 Tra le molte sfide : come abbattere i costi di test (40-60% del costo totale di produzione) come approcciare il testing di sistemi object oriented come risolvere il testing in manutenzione ed evoluzione come aumentare i livelli di automazione dei processi di testing Rilevante esigenza di approcci ingegneristici, quantitativi, di esperimenti controllati di feedback da esperienze ed applicazioni in ambienti reali: tutto ciò costituisce anche il presupposto per nuovi significativi avanzamenti nella composizione del puzzle teorico e modellistico del testing.

8 8 Definizioni Alcune definizioni: Test case Difetto Tester Verifica Validazione

9 9 Definizione di Test Case Si definisce come caso di prova (o caso di test, o test case) una tripla <input, output, ambiente> che specifica i dati di input, i risultati attesi, ed una descrizione dell ambiente di esecuzione. Più test case possono essere raccolti in una test suite Non esistono test che siano validi in generale: ogni test deve essere costruito su misura, in dipendenza delle caratteristiche del software da controllare e dei fattori di qualità che si vogliono valutare. la probabilità di rilevare il maggior numero di malfunzionamenti aumenta proporzionalmente al numero dei test eseguiti; i controlli di qualità, ivi compresi i test, hanno un costo che, ovviamente, è necessario tenere basso; i test non devono essere condotti artigianalmente: si perde la possibilità di valutare oggettivamente il valore dei controlli.

10 10 Definizione di Difetto Si parla di difetto quando si verifica una delle seguenti condizioni : Il software non fa qualcosa che secondo le specifiche dovrebbe fare Il software fa qualcosa che secondo le specifiche non dovrebbe fare Il software fa qualcosa che non è menzionato nelle specifiche Il software è difficile da comprendere, difficile da usare, lento, o ha un comportamento che secondo il tester non risulterebbe corretto agli occhi dell utente finale Sinonimi: bug, errore, problema, anomalia, incidente, failure, fault

11 11 Esempi di difetti Requisiti difettosi (Errati, Mancanti, Incompleti, Inutili) Incomprensioni cliente-sviluppatore Deviazioni deliberate dai requisiti (Riuso effettuato senza una corretta analisi, Omissioni ufficiali, Omissioni non ufficiali di requisiti valutati meno importanti) Errori di progetto (Errori algoritmici, Errori di processo, tipicamente sulle sequenze degli avvenimenti, Mancata definizione del comportamento del sistema a fronte di operazioni/input errati) Processo di test affrettato (Piano di test incompleto, Mancata o inadeguata notifica di errori scoperti durante il test, Correzione incompleta di errori dovuto a negligenza o vincoli stringenti) Errori di documentazione (Omissioni, descrizione di funzionalità inesistenti, mancato allineamento con la versione corrente, Errori nei documenti di progetto e documentazione del sw, Errori nella documentazione utente) Errori di codifica

12 12 Dove nascono i difetti e quanto costa risolverli 56% 7% 10% 27% Sviluppo Altro Progettazione Requisiti Per ridurre i costi di risoluzione occorre scoprire i difetti il prima possibile Si dovrebbero testare con delle review anche i requisiti

13 13 Il testing ed il ruolo di tester Il programma come metafora del Paziente Malato Il Testing è un processo che prevede l esecuzione di un programma con l intento di trovare difetti e quantificare il gap tra le specifiche e l applicazione prodotta L obiettivo del Tester è scoprire difetti il prima possibile ed assicurarsi che vengano risolti. Successo dei Test Aver scoperto difetti Stabilizzare il programma: arrivare al punto in cui nuovi test non scoprono ulteriori difetti Testing can show the presence of bugs, but not the absence (Dijkstra)

14 14 Verification Vs Validation Varifica (Verification) E un insieme di attività che assicurano che il software sviluppato implementa un insieme di funzione Validazione (Validation) Insieme di attività che assicurano che il prodotto sviluppato è conforme alle specifiche del cliente Secondo Barry W. Boehm, verifica e validazione rispondono rispettivamente alle domande: stiamo realizzando correttamente il prodotto? stiamo realizzando il prodotto corretto?

15 15 Il buon test Un test case deve sempre includere la descrizione del risultato atteso. Chi sviluppa un programma dovrebbe evitare di occuparsi anche dei test dello stesso programma (ad esclusione degli unit test). Nei test case devono essere considerati sia input attesi e validi sia input inattesi ed errati. Evitare test case usa e getta a meno che il programma non sia anch esso usa e getta. Non stimare il tempo da dedicare ai test assumendo che non vengano scoperti difetti. Il test è una attività in cui è necessario un approccio creativo.

16 16 Assiomi (1) E impossibile testare un programma completamente Il numero dei possibili input e dei possibili output è troppo grande Il numero dei possibili cammini all interno del software è troppo grande. Non tutti i difetti saranno risolti Non c è abbastanza tempo (Scadenze contrattuali, Time to market, ) E troppo rischioso risolverlo (La risoluzione potrebbe portare a regressione o ad ulteriori difetti) Non conviene risolverlo (Il costo per la risoluzione è maggiore del costo connesso al difetto) Paradosso del pesticida: più un software viene testato e più diventa immune ai test

17 17 Assiomi (2) Il test è una attività correlata al rischio Valore del test=valore dei danni evitaticosto del test Il valore del test diminuisce dopo un punto di massimo oltre il quale non è conveniente continuare a testare L obiettivo della strategia di test è scoprire il prima possibile i difetti più importanti sostenendo i costi più bassi. I difetti più importanti sono quelli che hanno un elevato valore dei danni evitati. costo del test= gg di test X /g pto di valore max valore dei danni evitati valore del test costo del test t Come scoprire i difetti più importanti? Testare prima e meglio le parti più rischiose permette di scoprire prima i difetti più importanti minimizzando i costi.

18 18 Assiomi (3) Osservando i malfunzionamenti possiamo dedurre la presenza di difetti Il testing non può dimostrare l assenza di difetti, ma può solo dimostrare la presenza di difetti (Tesi di Dijkstra) La probabilità di scoprire difetti in una sezione del programma è proporzionale al numero dei difetti già scoperti in quella sezione. Gli sviluppatori hanno i loro giorni no Gli sviluppatori spesso fanno gli stessi errori Alcuni difetti sono solo la punta di un iceberg

19 19 Classificazione dei test Ci sono differenti livelli di classificazione Secondo la granularità dei test Unit level System level Integration level Basata sulla metodologia di test Black box (Functional) Testing White box (Structural) Testing Basata sulla tipologia dei test Test statici Test dinamici Funzionali Non funzionali (es. stress test, performance test, ecc)

20 20 Test Black-Box e White-Box Si eseguono i test case senza tener conto di ciò che accade all interno del software. Si eseguono i test case monitorando il flusso di esecuzione interno al software. Si effettuano misurazioni di Code Coverage per validare l efficacia di un insieme di Test Case in relazione alla copertura percentuale del codice sorgente.

21 21 Static and Dynamic Testing Test statico si riferisce a test che non richiedono l esecuzione del programma Peer Review Code Inspection Analisi statica Test dinamico si riferisce a test che richiedono l esecuzione del programma

22 22 Static Testing Le tecniche più comuni per effettuare questo tipo di controlli statici sono Ispezione Walkthrough. Entrambi hanno lo scopo di trovare e denunciare dei difetti senza però che il revisore si sostituisca al progettista o al programmatore, a cui comunque rimane il compito di scoprire l errore e correggere il codice La principale differenza fra ispezione e walkthrough sta invece nel tipo di errori che la tecnica si prefigge di scoprire. Il walkthrough è inteso come un esecuzione simulata del codice e porta generalmente a scoprire difetti originati da errori algoritmici; L ispezione ha invece, di norma, obiettivi ristretti e prestabiliti: possibiltà di verificare aderenza agli standard, ed a stile di codifica Il controllo statico può essere eseguiti con l ausilio di analizzatori di codice automatici molto più efficienti e rigorosi di qualsiasi professionista.

23 I benefici di un processo di test strutturato Il ciclo di vita del software è sempre più sottoposto a pressioni derivanti dalle limitazioni di budget e dalla riduzione dei tempi di realizzazione. In tale scenario aumenta il rischio di ridurre eccessivamente il tempo dedicato al test per recuperare ritardi accumulati nelle fasi precedenti e rilasciare software non conforme ai requisiti di business, con elevata difettosità e bassa qualità. Revisione dei req.pianificazione e Progettazione dei Test Esec. Soluzione Rischio Piano Analisi Progettazione Sviluppo Test Per controllare tali rischi è possibile adottare un processo di testing strutturato che: anticipi al massimo le attività di pianificazione e progettazione dei test (60% dell effort) preveda sul percorso critico solo le attività di esecuzione dei test (40% dell effort) 23

24 Il modello a V 24

25 Il modello a V Standard tedesco. Rivisitazione del modello a cascata: il flusso di lavoro della costruzione è lineare. Mette in evidenza la relazione tra i vari livelli di test e le diverse descrizioni del sistema. Il test d'accettazione viene progettato tenendo conto dei requisiti, Il test di sistema viene progettato tenendo conto del progetto a livello di sistema Il test di integrazione è guidata dall'architettura software, Il test unitario si basa sui risultati della progettazione di dettaglio. la progettazione dei test inizia molto prima dell'effettiva esecuzione degli stessi. Non sono mostrati in questo schema di principio i probabili cicli di ri-lavorazione conseguenti all'esecuzione dei test. 25

26 26 Modello di ciclo di vita del test (basato su TMap) Execution Completion Planning Definizione strategia di test Analisi dei rischi Stima dell effort Setup del modello organizzativo Redazione del Test Plan Allocazione unità di test e tecniche di test Control Reporting Management Monitoring / Control Tuning Esecuzione dei test case automatici e manuali Creazione script di test automation (Record & Playback) Analisi dei risultati dell esecuzione dei test e apertura dei difetti Preparazione del report di chiusura progetto Applicazione delle metriche di qualità del software Infrastructure Preparation Raccolta delle basi per il test (documenti, requisiti, ) Revisione dei requisiti (verifica Testabilità) Specification Progettazione dei test case Revisione dei reuisiti funzionali e verifica copertura rispetto ai test case Le attività di test sono suddivise in 7 fasi Setup dell infrastruttu-ra di test (es: tool, hardware, ) Setup dell ambiente di test

27 Stato del Difetto 27 Ciclo Test/Bug Fixing Apertura del Difetto Team di Test (esecuzione dei test) Closed Fixed Open New Team di Sviluppo (bug fixing) Verifica Consegna della Release Build della nuova Release senza il difetto Pag 27

28 28 Organizzazione Project Manager Sviluppo Bug Defect Test Manager Team di Sviluppo Team Leader Fixing Report Team Leader Team di Test Software Engineer Software Engineer Requisiti Test Case Tool di Test Management Test Engineer Test Engineer Indipendenza del team di test Riduzione della difettosità tramite la contrapposizione netta delle responsabilità di controllo (test) e di realizzazione (sviluppo). Separazione chiara delle funzioni sviluppo/test che consente una maggiore parallelizzazione delle attività. Maggiore specializzazione delle competenze di testing. Riduzione dei costi di manutenzione: tramite una maggiore efficacia del processo di test/bug-fixing prima dell avvio in esercizio. Pag 28

29 29 I principali deliverable dell attività di test Test plan Lista dei Test Case Bug reports Script di test automation e performance test Metriche, Statistiche e Report

Verifica e Validazione (V & V) Software e difetti. Processo di V & V. Test

Verifica e Validazione (V & V) Software e difetti. Processo di V & V. Test Software e difetti Il software con difetti è un grande problema I difetti nel software sono comuni Come sappiamo che il software ha qualche difetto? Conosciamo tramite qualcosa, che non è il codice, cosa

Dettagli

Ingegneria del Software

Ingegneria del Software Ingegneria del Software Testing - Strategie di del Software Testing del Software Il testing è quell attivit attività di esercizio del software tesa all individuazione dei malfunzionamenti prima della messa

Dettagli

TXT e-solutions. Passion for Quality. Marzo 2014

TXT e-solutions. Passion for Quality. Marzo 2014 TXT e-solutions Passion for Quality Marzo 2014 TXT e-solutions S.p.A. Fornitore Internazionale di prodotti e soluzioni software dedicati a Grandi Clienti Un azienda solida, con budget raggiunti e bilanci

Dettagli

Collaudo e qualità del software Quali test eseguire

Collaudo e qualità del software Quali test eseguire Collaudo e qualità del software Relatore Ercole Colonese Roma, Tipologie di test Temi trattati nel libro Modello a V Livelli di testing Tipi di test Test funzionali Test delle funzionalità Test di gestione

Dettagli

Verifica e validazione della qualità del sw

Verifica e validazione della qualità del sw Verifica e validazione della qualità del sw Tecniche di Programmazione Lez. 07 Università di Firenze a.a. 2009/10, I semestre 1/40 contenuti Termini e definizioni Tecniche rispetto alle caratteristiche

Dettagli

Software testing. Lezione 6 Test Management Federica Spiga federica_spiga@yahoo.it. A.A. 2010-2011 Autori: F.Rabini/F.Spiga

Software testing. Lezione 6 Test Management Federica Spiga federica_spiga@yahoo.it. A.A. 2010-2011 Autori: F.Rabini/F.Spiga 1 Software testing Lezione 6 Test Management Federica Spiga federica_spiga@yahoo.it A.A. 2010-2011 Autori: F.Rabini/F.Spiga Test Process V & V 2 3 Deliverable del processo di test Il testing è un processo;

Dettagli

Esempi di errori/difetti. algoritmi sintassi calcolo e precisione documento stress capacità ricovery sistema hardware e software standard e procedure

Esempi di errori/difetti. algoritmi sintassi calcolo e precisione documento stress capacità ricovery sistema hardware e software standard e procedure COLLAUDO Esempi di errori/difetti algoritmi sintassi calcolo e precisione documento stress capacità ricovery sistema hardware e software standard e procedure Verifica e Validazione Validazione Requisiti

Dettagli

Università degli Studi di Parma Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica. Ingegneria del Software.

Università degli Studi di Parma Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica. Ingegneria del Software. Università degli Studi di Parma Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica Ingegneria del Software La fase di Test Giulio Destri Ing. del Software: Test - 1 Scopo del modulo Definire

Dettagli

Piano di gestione della qualità

Piano di gestione della qualità Piano di gestione della qualità Pianificazione della qualità Politica ed obiettivi della qualità Riferimento ad un eventuale modello di qualità adottato Controllo della qualità Procedure di controllo.

Dettagli

Collaudo e qualità del software Il testing nel ciclo di vita del software

Collaudo e qualità del software Il testing nel ciclo di vita del software Il testing nel ciclo di vita del software Relatore Ercole Colonese Roma, Il test nel ciclo di vita del software Temi trattati nel libro Il test nello sviluppo del software Strategia e pianificazione dei

Dettagli

Noi siamo quello che facciamo ripetutamente. Perciò l'eccellenza non è un'azione, ma un'abitudine. Aristotele. Qualità del Software

Noi siamo quello che facciamo ripetutamente. Perciò l'eccellenza non è un'azione, ma un'abitudine. Aristotele. Qualità del Software Noi siamo quello che facciamo ripetutamente. Perciò l'eccellenza non è un'azione, ma un'abitudine. Aristotele Qualità del Software Quality Assurance per tutte le esigenze Web Site Testing Mobile Application

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

Ciclo di vita del software

Ciclo di vita del software Ciclo di vita del software Nel corso degli anni, nel passaggio dalla visione artigianale alla visione industriale del software, si è compreso che il processo andava formalizzato attraverso: un insieme

Dettagli

Domenico Ercolani Come gestire la sicurezza delle applicazioni web

Domenico Ercolani Come gestire la sicurezza delle applicazioni web Domenico Ercolani Come gestire la sicurezza delle applicazioni web Agenda Concetti generali di sicurezza applicativa La soluzione IBM La spesa per la sicurezza non è bilanciata Sicurezza Spesa Buffer Overflow

Dettagli

Verifica del codice con Interpretazione Astratta

Verifica del codice con Interpretazione Astratta Verifica del codice con Interpretazione Astratta Daniele Grasso grasso@dsi.unifi.it grasso.dan@gmail.com Università di Firenze, D.S.I., Firenze, Italy December 15, 2009 D.Grasso (Università di Firenze)

Dettagli

TXT e-solutions. Passion for Quality. Banking&Finance

TXT e-solutions. Passion for Quality. Banking&Finance TXT e-solutions Passion for Quality Banking&Finance TXT: passion for quality La qualità del software è passione metodologia esperienza conoscenza dei processi Passione, metodologia, esperienza e conoscenza

Dettagli

Ferdinando Gorga Rational Europe Tiger Team Twitter: @fergor. Come la tecnologia Rational induce consistenti risparmi economici nei progetti software

Ferdinando Gorga Rational Europe Tiger Team Twitter: @fergor. Come la tecnologia Rational induce consistenti risparmi economici nei progetti software Ferdinando Gorga Rational Europe Tiger Team Twitter: @fergor Come la tecnologia Rational induce consistenti risparmi economici nei progetti software Come risparmiare 10.000 euro all'anno a sviluppatore

Dettagli

Giuseppe Santucci. Qualità nella Produzione del Software. 02- Il sistema assicurazione qualità (SQAS: Sofware Quality Assurance System)

Giuseppe Santucci. Qualità nella Produzione del Software. 02- Il sistema assicurazione qualità (SQAS: Sofware Quality Assurance System) Giuseppe Santucci Qualità nella Produzione del Software 02- Il sistema assicurazione qualità (SQAS: Sofware Quality Assurance System) 02SQAS.1 Peculiarità del SW XXX warrants that the media (!) on which

Dettagli

Valorizzazione della professionalità di SW Quality Assurance

Valorizzazione della professionalità di SW Quality Assurance Valorizzazione della professionalità di SW Quality Assurance 17 Esther BEVERE Miriam MERENDA ALTEN Italia Agenda Rilevanza della Professionalità del Software Tester Professionalità nel Testing Percorsi

Dettagli

Ingegneria del Software 21. Verifica e validazione. Dipartimento di Informatica Università di Pisa A.A. 2014/15

Ingegneria del Software 21. Verifica e validazione. Dipartimento di Informatica Università di Pisa A.A. 2014/15 Ingegneria del Software 21. Verifica e validazione Dipartimento di Informatica Università di Pisa A.A. 2014/15 roadmap Concetti e terminologia Verifica, validazione, integrazione e collaudo Verifica statica

Dettagli

Test e collaudo del software Continuous Integration and Testing

Test e collaudo del software Continuous Integration and Testing Test e collaudo del software Continuous Integration and Testing Relatore Felice Del Mauro Roma, Cosa è la Continuous Integration A software development practice where members of a team integrate their

Dettagli

Sistemi elettronici per la sicurezza dei veicoli: presente e futuro. Il ruolo della norma ISO 26262 per la Sicurezza Funzionale

Sistemi elettronici per la sicurezza dei veicoli: presente e futuro. Il ruolo della norma ISO 26262 per la Sicurezza Funzionale La Sicurezza Funzionale del Software Prof. Riccardo Sisto Ordinario di Sistemi di Elaborazione delle Informazioni Dipartimento di Automatica e Informatica Sicurezza Funzionale del Vari Aspetti Sicurezza

Dettagli

Testing. Definizioni. incomprensione umana nel tentativo di comprendere o risolvere un problema, o nell uso di strumenti

Testing. Definizioni. incomprensione umana nel tentativo di comprendere o risolvere un problema, o nell uso di strumenti Definizioni Problemi del testing:criterio di selezione dei casi di test Test Funzionale: suddivisione in classi di equivalenza e analisi dei valori limite Test Strutturale: basato sul flusso di controllo

Dettagli

ITAlian Software Testing Qualifications Board Simulazione d Esame. Livello Foundation. Versione 2011

ITAlian Software Testing Qualifications Board Simulazione d Esame. Livello Foundation. Versione 2011 ITAlian Software Testing Qualifications Board Simulazione d Esame Livello Foundation Versione 2011 DATI IDENTIFICATIVI CODICE DOCUMENTO DATA DI EMISSIONE STATO ITASTQB-EXAMSIM-FOUND-01 15/01/2012 REDATTA

Dettagli

Ciclo di Vita Evolutivo

Ciclo di Vita Evolutivo Ciclo di Vita Evolutivo Prof.ssa Enrica Gentile a.a. 2011-2012 Modello del ciclo di vita Stabiliti gli obiettivi ed i requisiti Si procede: All analisi del sistema nella sua interezza Alla progettazione

Dettagli

Lo Studio di Fattibilità

Lo Studio di Fattibilità Lo Studio di Fattibilità Massimo Mecella Dipartimento di Informatica e Sistemistica Università di Roma La Sapienza Definizione Insieme di informazioni considerate necessarie alla decisione sull investimento

Dettagli

Ingegneria del Software Requisiti e Specifiche

Ingegneria del Software Requisiti e Specifiche Ingegneria del Software Requisiti e Specifiche Obiettivi. Affrontare i primi passi della produzione del software: la definizione dei requisiti ed il progetto architetturale che porta alla definizione delle

Dettagli

Software testing. Lezione 3 Functional Testing Federica Spiga federica_spiga@yahoo.it. A.A. 2010-2011 Autori: A.Bei/F.Rabini/F.

Software testing. Lezione 3 Functional Testing Federica Spiga federica_spiga@yahoo.it. A.A. 2010-2011 Autori: A.Bei/F.Rabini/F. 1 Software testing Lezione 3 Functional Testing Federica Spiga federica_spiga@yahoo.it A.A. 2010-2011 Autori: A.Bei/F.Rabini/F.Spiga 2 Functional Testing Sotto la dicitura funzionale si raccolgono i criteri

Dettagli

UML e (R)UP (an overview)

UML e (R)UP (an overview) Lo sviluppo di sistemi OO UML e (R)UP (an overview) http://www.rational.com http://www.omg.org 1 Riassumento UML E un insieme di notazioni diagrammatiche che, utilizzate congiuntamente, consentono di descrivere/modellare

Dettagli

Software Testing. Lezione 2 Livelli di test. Federica Spiga. federica_spiga@yahoo.it. A.A. 2010-2011 Autori: F.Rabini/F.Spiga

Software Testing. Lezione 2 Livelli di test. Federica Spiga. federica_spiga@yahoo.it. A.A. 2010-2011 Autori: F.Rabini/F.Spiga Software Testing Lezione 2 Livelli di test Federica Spiga federica_spiga@yahoo.it A.A. 2010-2011 Autori: F.Rabini/F.Spiga 1 2 Livelli di test Unit Testing Integration Testing System Testing Unit Testing

Dettagli

Incident Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Incident Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Incident Management Obiettivi Obiettivo dell Incident Management e di ripristinare le normali operazioni di servizio nel piu breve tempo possibbile e con il minimo impatto sul business, garantendo il mantenimento

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

Lesson learned esperienza di attivazione PMO. Il Modello e i Processi a supporto

Lesson learned esperienza di attivazione PMO. Il Modello e i Processi a supporto Lesson learned esperienza di attivazione PMO Il Modello e i Processi a supporto Indice Il contesto di riferimento Il modello PMO ISS L integrazione nei processi Aziendali Lessons Learned Contesto di riferimento

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT SERVIZI DI PROJECT MANAGEMENT DI ELEVATA PROFESSIONALITÀ

PROJECT MANAGEMENT SERVIZI DI PROJECT MANAGEMENT DI ELEVATA PROFESSIONALITÀ PROJECT MANAGEMENT SERVIZI DI PROJECT MANAGEMENT DI ELEVATA PROFESSIONALITÀ SERVIZI DI PROJECT MANAGEMENT CENTRATE I VOSTRI OBIETTIVI LA MISSIONE In qualità di clienti Rockwell Automation, potete contare

Dettagli

Il Processo di Testing

Il Processo di Testing Il Processo di Testing I deliverable del processo di testing Il testing è un processo; L'esigenza di definire modelli di riferimento a partire dai quali istanziare tali processi; Un modo per fissare riferimenti

Dettagli

Introduzione alla verifica automatica

Introduzione alla verifica automatica Sistemi digitali Introduzione alla verifica automatica Utilizzati in quasi tutte le attività umane Complessità elevata semplici sistemi hanno milioni di linee di codice Tempi di realizzazione sempre più

Dettagli

IT Quality e Circolare 263

IT Quality e Circolare 263 IT Quality e Circolare 263 Trasformarsi per tempo puntando su Controllo dei Processi e Test Strutturato «Voi Siete Qui»: continuità ed elementi di novità Crisi 2008-09: nuovi modelli regolatori e normative

Dettagli

Scope Management. IT Project Management. Lezione 3 Scope Management. Monitoring del progetto (Earned Value) Creazione diagrammi Pert/CPM/Gantt

Scope Management. IT Project Management. Lezione 3 Scope Management. Monitoring del progetto (Earned Value) Creazione diagrammi Pert/CPM/Gantt IT Project Management Lezione 3 Scope Management Federica Spiga A.A. 2009-2010 1 Check list del PM Identificare i requisiti del cliente Monitoring del progetto (Earned Value) Identificare i deliverable

Dettagli

Giuseppe Santucci. Qualità nella Produzione del Software

Giuseppe Santucci. Qualità nella Produzione del Software Giuseppe Santucci Qualità nella Produzione del Software 03 Revisione del contratto (Contract review) & Piani di sviluppo e qualità (Development and quality plans) 03CR&DQP.1 Contract review? Una cattiva

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 5

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 5 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 5 Francesco Clabot 1 Responsabile erogazione servizi tecnici francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici IT

Dettagli

Verifica e Validazione del Simulatore

Verifica e Validazione del Simulatore Verifica e del Simulatore I 4 passi principali del processo simulativo Formulare ed analizzare il problema Sviluppare il Modello del Sistema Raccolta e/o Stima dati per caratterizzare l uso del Modello

Dettagli

Software project management. www.vincenzocalabro.it

Software project management. www.vincenzocalabro.it Software project management Software project management Sono le attività necessarie per assicurare che un prodotto software sia sviluppato rispettando le scadenze fissate rispondendo a determinati standard

Dettagli

Project Management. Corso Sistemi Informativi Aziendali, Tecnologie dell Informazione applicate ai processi aziendali.

Project Management. Corso Sistemi Informativi Aziendali, Tecnologie dell Informazione applicate ai processi aziendali. Corso Sistemi Informativi Aziendali, Project Management. di Simone Cavalli (simone.cavalli@unibg.it) Bergamo, Maggio 2010 Project Management: definizioni Progetto: Progetto si definisce, di regola, uno

Dettagli

Modelli matematici avanzati per l azienda a.a. 2010-2011

Modelli matematici avanzati per l azienda a.a. 2010-2011 Modelli matematici avanzati per l azienda a.a. 2010-2011 Docente: Pasquale L. De Angelis deangelis@uniparthenope.it tel. 081 5474557 http://www.economia.uniparthenope.it/siti_docenti P.L.DeAngelis Modelli

Dettagli

Gestione di progetto: pianificazione. Introduzione: dove siamo? Introduzione: pianificazione. Simona Bernardi

Gestione di progetto: pianificazione. Introduzione: dove siamo? Introduzione: pianificazione. Simona Bernardi Gestione di progetto: pianificazione Simona Bernardi Corso di Ingegneria del Software 04/ 05 Prof.Susanna Donatelli Introduzione: dove siamo? Gestione di progetto: Pianificazione Monitoraggio e controllo

Dettagli

Valutazione del sistema di controllo interno: un'unica modalità di approccio per i processi di business e di IT Governance

Valutazione del sistema di controllo interno: un'unica modalità di approccio per i processi di business e di IT Governance Valutazione del sistema di controllo interno: un'unica modalità di approccio per i processi di business e di IT Governance Livorno 24-25 maggio 2007 Paolo Casati 1 Evoluzione delle attività di Internal

Dettagli

Processi (di sviluppo del) software. Fase di Analisi dei Requisiti. Esempi di Feature e Requisiti. Progettazione ed implementazione

Processi (di sviluppo del) software. Fase di Analisi dei Requisiti. Esempi di Feature e Requisiti. Progettazione ed implementazione Processi (di sviluppo del) software Fase di Analisi dei Requisiti Un processo software descrive le attività (o task) necessarie allo sviluppo di un prodotto software e come queste attività sono collegate

Dettagli

Gestione parte IIC. Diagrammi di Gantt. Esempio. Schemi di scomposizione delle attività

Gestione parte IIC. Diagrammi di Gantt. Esempio. Schemi di scomposizione delle attività Schemi di scomposizione delle attività Gestione parte IIC Work Breakdown Structures (WBS) Struttura ad albero: radice: attività principale i nodi figli rappresentano la scomposizione del nodo padre le

Dettagli

Processo parte III. Modello Code and fix. Modello a cascata. Modello a cascata (waterfall) Leggere Sez. 7.4 Ghezzi et al.

Processo parte III. Modello Code and fix. Modello a cascata. Modello a cascata (waterfall) Leggere Sez. 7.4 Ghezzi et al. Modello Code and fix Processo parte III Leggere Sez. 7.4 Ghezzi et al. Modello iniziale Iterazione di due passi scrittura del codice correzione degli errori Problemi: dopo una serie di cambiamenti, la

Dettagli

Sistemi Informativi I Lezioni di Ingegneria del Software

Sistemi Informativi I Lezioni di Ingegneria del Software 4 Codifica, Test e Collaudo. Al termine della fase di progettazione, a volte anche in parallelo, si passa alla fase di codifica e successivamente alla fase di test e collaudo. In questa parte viene approfondita

Dettagli

02: Project Management

02: Project Management 02: Project Management Le tre P del project management Persone motivate / esperte SEI PM-CMM (People Management Capability Maturity Model) assunzione / selezione addestramento / cultura di gruppo stipendio

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Testing: basato su analisi dinamica del codice. Metodi Formali: basato su analisi statica del codice.

Testing: basato su analisi dinamica del codice. Metodi Formali: basato su analisi statica del codice. Convalida: attività volta ad assicurare che il SW sia conforme ai requisiti dell utente. Verifica: attività volta ad assicurare che il SW sia conforme alle specifiche dell analista. Goal: determinare malfunzionamenti/anomalie/errori

Dettagli

Ciclo di vita dimensionale

Ciclo di vita dimensionale aprile 2012 1 Il ciclo di vita dimensionale Business Dimensional Lifecycle, chiamato anche Kimball Lifecycle descrive il framework complessivo che lega le diverse attività dello sviluppo di un sistema

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 INFORMATICA Processo Sviluppo e gestione di prodotti e servizi informatici Sequenza di processo Analisi

Dettagli

Software. Engineering

Software. Engineering Software Engineering Agenda Scenario nel quale matura la necessità di esternalizzare Modalità conrattuali, ambito, livelli di servizio Modalità di governo del contratto e di erogazione dei servizi Metodologia

Dettagli

Finalità del ciclo di vita nel System Engineering

Finalità del ciclo di vita nel System Engineering Fasi del ciclo di vita overview Finalità del ciclo di vita nel System Engineering Modularità Individuazione più agevole delle componenti riutilizzabili Ciclo di vita Esaustività Certezza di coprire tutte

Dettagli

IS Governance. Francesco Clabot Consulenza di processo. francesco.clabot@netcom-srl.it

IS Governance. Francesco Clabot Consulenza di processo. francesco.clabot@netcom-srl.it IS Governance Francesco Clabot Consulenza di processo francesco.clabot@netcom-srl.it 1 Fondamenti di ISO 20000 per la Gestione dei Servizi Informatici - La Norma - 2 Introduzione Che cosa è una norma?

Dettagli

Definizione e sviluppo di un tool per la generazione automatica di documentazione di testing nel contesto di progetti software open source

Definizione e sviluppo di un tool per la generazione automatica di documentazione di testing nel contesto di progetti software open source Università degli Studi dell Insubria FACOLTA DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI Corso di Laurea Specialistica in Informatica Definizione e sviluppo di un tool per la generazione automatica di documentazione

Dettagli

figure professionali software

figure professionali software Responsabilità del Program Manager Valuta la fattibilità tecnica delle opportunità di mercato connesse al programma; organizza la realizzazione del software in forma di progetti ed accorpa più progetti

Dettagli

DRUPAL CONTINUOUS INTEGRATION. Parte I - Introduzione

DRUPAL CONTINUOUS INTEGRATION. Parte I - Introduzione DRUPAL CONTINUOUS INTEGRATION Parte I - Introduzione La Continuous Integration è una pratica di sviluppo software nella quale i membri di un team integrano il proprio lavoro di frequente, spesso con cadenza

Dettagli

Università degli Studi di Salerno Ingegneria del Software: Tecniche Avanzate

Università degli Studi di Salerno Ingegneria del Software: Tecniche Avanzate Università degli Studi di Salerno Ingegneria del Software: Tecniche Avanzate Mystic Pizza Gestione Pizzeria Scheda di Progetto Version 1.0 Data 19/03/2007 Indice degli argomenti 1. Introduzione 3 a. Scenario

Dettagli

Quality gate. Sono eventi programmati regolarmente e condotti seguendo una procedura standard

Quality gate. Sono eventi programmati regolarmente e condotti seguendo una procedura standard Quality gate Nei punti chiave del processo di sviluppo del software, viene integrato un insieme di quality gate per monitorare la qualità del prodotto intermedio prima che quest ultimo possa passare al

Dettagli

Sicurezza Funzionale Industria di Processo

Sicurezza Funzionale Industria di Processo Funzionale Industria di Processo La Funzionale è definita come la porzione della sicurezza globale correlata al processo che dipende dal corretto funzionamento del Sistema di e degli altri livelli di protezione.

Dettagli

RANDY RICE ROMA 15-17 GIUGNO 2009 ROMA 18-19 GIUGNO 2009 ARESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

RANDY RICE ROMA 15-17 GIUGNO 2009 ROMA 18-19 GIUGNO 2009 ARESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA RANDY RICE STRUCTURED USER ACCEPTANCE TESTING APPROCCI INNOVATIVI AL SOFTWARE TESTING ROMA 15-17 GIUGNO 2009 ROMA 18-19 GIUGNO 2009 ARESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

Allegato 2: Prospetto informativo generale

Allegato 2: Prospetto informativo generale Gara a procedura ristretta accelerata per l affidamento, mediante l utilizzo dell Accordo Quadro di cui all art. 59 del D.Lgs. n. 163/2006, di Servizi di Supporto in ambito ICT a InnovaPuglia S.p.A. Allegato

Dettagli

Prefazione. Parte I Informazioni preliminari 1. Capitolo 1 Introduzione 3

Prefazione. Parte I Informazioni preliminari 1. Capitolo 1 Introduzione 3 Prefazione IX Parte I Informazioni preliminari 1 Capitolo 1 Introduzione 3 Immaginate.................................................... 3 Contenuto del libro..............................................

Dettagli

5 Gestione dei progetti software. 5.1 Attività gestionale. Sistemi Informativi I Lezioni di Ingegneria del Software

5 Gestione dei progetti software. 5.1 Attività gestionale. Sistemi Informativi I Lezioni di Ingegneria del Software 5 Gestione dei progetti software. Dopo aver completato lo studio del ciclo di vita del software, in questa parte vengono discussi gli aspetti gestionali della produzione del software. Vengono esaminate

Dettagli

SPIKE APPLICATION SECURITY: SICUREZZA DIRETTAMENTE ALL INTERNO DEL CICLO DI VITA DEL SOFTWARE

SPIKE APPLICATION SECURITY: SICUREZZA DIRETTAMENTE ALL INTERNO DEL CICLO DI VITA DEL SOFTWARE SPIKE APPLICATION SECURITY: SICUREZZA DIRETTAMENTE ALL INTERNO DEL CICLO DI VITA DEL SOFTWARE La sicurezza delle applicazioni web si sposta a un livello più complesso man mano che il Web 2.0 prende piede.

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 4 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT Obiettivi del CobiT (Control Objectives

Dettagli

Fase di offerta. Realizzazione del progetto

Fase di offerta. Realizzazione del progetto Linee guida per un buon progetto Commissione dell informazione e dei Sistemi di Automazione Civili e Industriali CONTENUTI A) Studio di fattibilità B) Progetto di massima della soluzione C) Definizione

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

Gestione dei Progetti (2005-2006)

Gestione dei Progetti (2005-2006) Gestione dei Progetti (2005-2006) Alessandro Agnetis DII Università di Siena (Alcune delle illustrazioni contenute nella presentazione sono tratte da PMBOK, a guide to the Project Management Body of Knowledge,

Dettagli

Ingegneria del Software

Ingegneria del Software Ingegneria del Software Testing - Tecniche di Collaudo del Software Collaudabilità Un attributo di qualità del software E il grado di semplicità con cui il software può essere collaudato Si compone di

Dettagli

Programmazione didattica 2009. Project Management. Catalogo dei corsi

Programmazione didattica 2009. Project Management. Catalogo dei corsi Programmazione didattica 2009 Project Management Catalogo dei corsi Alta Formazione in Project Management Project Management: principi e criteri organizzativi Metodi e tecniche di avvio ed impostazione

Dettagli

SCHEDULAZIONI RIEPILOGATIVE E CONFRONTO DI: - FASI E ATTIVITA' DEL WBS; - PRODOTTI; - COMPITI; - RISORSE PROFESSIONALI; - EFFORT.

SCHEDULAZIONI RIEPILOGATIVE E CONFRONTO DI: - FASI E ATTIVITA' DEL WBS; - PRODOTTI; - COMPITI; - RISORSE PROFESSIONALI; - EFFORT. Cod. Figure professionali q.tà gg.uu. Riepilogo di Progetto 1.092 SCHEDULAZIONI RIEPILOGATIVE E CONFRONTO DI: - FASI E ATTIVITA' DEL WBS; - PRODOTTI; - COMPITI; - RISORSE PROFESSIONALI; - EFFORT. 001 Comitato

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA. a Software Improvement. Better, Faster, Cheaper ROMA 21-22 GIUGNO 2010 VISCONTI PALACE HOTEL - VIA FEDERICO CESI, 37

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA. a Software Improvement. Better, Faster, Cheaper ROMA 21-22 GIUGNO 2010 VISCONTI PALACE HOTEL - VIA FEDERICO CESI, 37 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA GARY GACK MANAGING HIGH RISK PROJECTS a Software Improvement Workshop Better, Faster, Cheaper ROMA 21-22 GIUGNO 2010 VISCONTI PALACE HOTEL - VIA FEDERICO CESI, 37 info@technologytransfer.it

Dettagli

Classificazione Nuovo Esame PMP

Classificazione Nuovo Esame PMP Notizie sul nuovo esame PMP a partire dal Agosto 0 Classificazione Nuovo Esame PMP Questo è il link al documento del PMI: Crosswalk Between Current and New PMP Classifications del PMI Di seguito trovi

Dettagli

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI:

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI: IL PRESIDENTE VISTO il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e successive modifiche ed integrazioni, in particolare l art. 8, comma 2, ai sensi del quale l Autorità stabilisce le norme sulla propria

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA ROMA 14-15 GIUGNO 2010 ROMA 16-17 GIUGNO 2010 VISCONTI PALACE HOTEL - VIA FEDERICO CESI, 37

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA ROMA 14-15 GIUGNO 2010 ROMA 16-17 GIUGNO 2010 VISCONTI PALACE HOTEL - VIA FEDERICO CESI, 37 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA RANDY RICE APPROCCI INNOVATIVI AL SOFTWARE TESTING SOFTWARE TEST AUTOMATION ROMA 14-15 GIUGNO 2010 ROMA 16-17 GIUGNO 2010 VISCONTI PALACE HOTEL - VIA FEDERICO CESI, 37 info@technologytransfer.it

Dettagli

Linee guida per la gestione del rischio nei progetti di sviluppo e manutenzione dei sistemi

Linee guida per la gestione del rischio nei progetti di sviluppo e manutenzione dei sistemi Linee guida per la gestione del rischio nei progetti di sviluppo e manutenzione dei sistemi Quaderno N. 25 Ercole Colonese ercole@colonese.it Roma, 17 dicembre 2007 Argomenti trattati Valutazione del rischio

Dettagli

Lezione 1 Ingegneria del Software II- Introduzione e Motivazione. Ingegneria del Software 2 Introduzione e Richiami 1

Lezione 1 Ingegneria del Software II- Introduzione e Motivazione. Ingegneria del Software 2 Introduzione e Richiami 1 Lezione 1 Ingegneria del Software II- Introduzione e Motivazione Ingegneria del Software 2 Introduzione e Richiami 1 Riferimenti bibliografici I. Sommerville Ingegneria del Software 8a edizione Cap.1 R.

Dettagli

ALLEGATO 1.4 CICLI DI VITA DEL SOFTWARE

ALLEGATO 1.4 CICLI DI VITA DEL SOFTWARE ALLEGATO 1.4 CICLI DI VITA DEL SOFTWARE Allegato 1.4 Cicli di vita del software Pagina 1 di 16 Indice 1 CICLI DI VITA... 3 1.1 Ciclo di Sviluppo... 3 1.2 Ciclo di Manutenzione... 5 2 LE FASI PROGETTUALI...

Dettagli

Il software: natura e qualità

Il software: natura e qualità Sommario Il software: natura e qualità Leggere Cap. 2 Ghezzi et al. Natura e peculiarità del software Classificazione delle qualità del software Qualità del prodotto e del processo Qualità interne ed esterne

Dettagli

Verifica e Convalida

Verifica e Convalida Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Ingegneria del Software A. A. 2008 - Verifica e Convalida E. TINELLI Definizioni Le attività di Verifica (Verification) e Convalida (Validation)

Dettagli

Guida al livellamento delle risorse con logica Critical Chain (1^ parte)

Guida al livellamento delle risorse con logica Critical Chain (1^ parte) Paolo Mazzoni 2011. E' ammessa la riproduzione per scopi di ricerca e didattici se viene citata la fonte completa nella seguente formula: "di Paolo Mazzoni, www.paolomazzoni.it, (c) 2011". Non sono ammesse

Dettagli

3. DOCUMENTO DI DEFINIZIONE DEI REQUISITI FORNITO DAL CLIENTE 3.1 Richieste del cliente

3. DOCUMENTO DI DEFINIZIONE DEI REQUISITI FORNITO DAL CLIENTE 3.1 Richieste del cliente T4 Contenuto di un analisi dei requisiti Presentate un indice di un documento di analisi dei requisiti e descrivete in modo sintetico contenuto e ruolo di ogni capitolo. INDICE 1. STORIA DELLE REVISIONI

Dettagli

GESTIONE DEI PROGETTI. Inizio

GESTIONE DEI PROGETTI. Inizio GESTIONE DEI PROGETTI Problema del management Fallimento negli anni 60, inizio 70 Non tanto dovuto alla competenza Un buon management non garantisce il successo ma un cattivo management risulta spesso

Dettagli

GESTIONE DEI PROGETTI

GESTIONE DEI PROGETTI GESTIONE DEI PROGETTI Problema del management Fallimento negli anni 60, inizio 70 Non tanto dovuto alla competenza Un buon management non garantisce il successo ma un cattivo management risulta spesso

Dettagli

Gestione delle configurazioni software

Gestione delle configurazioni software Gestione delle configurazioni software Attività ausiliaria che abbraccia tutto il processo software. Un cambiamento può avvenire in qualunque momento. Le attività di SCM hanno lo scopo di: 1. Riconoscere

Dettagli

Sequence Alignment Algorithms

Sequence Alignment Algorithms Sequence Alignment Algorithms Algoritmi per l Allineamento di Sequenze Relatore: Prof. Giancarlo Mauri Correlatore: Prof. Gianluca Della Vedova Tesi di Laurea di: Mauro Baluda Matricola 038208 Part of

Dettagli

Value Manager. Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione

Value Manager. Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione Value Manager Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione Value Manager Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione Value Manager è una soluzione completa

Dettagli

Pieces of Technology at your service. dottesttm

Pieces of Technology at your service. dottesttm Pieces of Technology at your service dottesttm DOTNET - AUTOMATIZZAZIONE DELL ANALISI STATICA, CODE REVIEW, TEST UNIT dottest è una soluzione di test di sviluppo integrato per automatizzare una vasta gamma

Dettagli

Applicare il Six Sigma. Un esempio

Applicare il Six Sigma. Un esempio Applicare il Six Sigma Un esempio Indice 1. Oggetto e Scenario 2. Obiettivi dell intervento 3. L approccio Festo Consulenza e Formazione 4. Struttura del progetto Oggetto e Scenario Il progetto in oggetto

Dettagli

PROCEDURA PR.07/03. Progettazione e sviluppo software STATO DI REVISIONE. Verificato da

PROCEDURA PR.07/03. Progettazione e sviluppo software STATO DI REVISIONE. Verificato da PROCEDURA PR.07/03 Progettazione e sviluppo software STATO DI REVISIONE NUMERO REVISIONE DATA Emesso da DT Fabio 0 15/07/03 Matteucci 1 22/12/03 Fabio Matteucci 2 Verificato da Rappresentante della Direzione

Dettagli

La Certificazione ISO/IEC 27001. Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni

La Certificazione ISO/IEC 27001. Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni 2015 Summary Chi siamo Il modello operativo di Quality Solutions Introduzione alla ISO 27001 La metodologia Quality Solutions Focus on: «L analisi

Dettagli

COME MISURARE UN SERVICE DESK IT

COME MISURARE UN SERVICE DESK IT OSSERVATORIO IT GOVERNANCE COME MISURARE UN SERVICE DESK IT A cura di Donatella Maciocia, consultant di HSPI Introduzione Il Service Desk, ovvero il gruppo di persone che è l interfaccia con gli utenti

Dettagli

Lista delle descrizioni dei Profili

Lista delle descrizioni dei Profili Lista delle descrizioni dei Profili La seguente lista dei Profili Professionali ICT è stata definita dal CEN Workshop on ICT Skills nell'ambito del Comitato Europeo di Standardizzazione. I profili fanno

Dettagli

In legenda sono riportate le fasi R, P, C/T e I/SA come specificato nella norma ISO/IEC 12207.

In legenda sono riportate le fasi R, P, C/T e I/SA come specificato nella norma ISO/IEC 12207. Durante le attività di sviluppo del software applicativo è spesso utilizzato un ciclo di vita incrementale il cui schema di processo è sintetizzato nella figura seguente. In legenda sono riportate le fasi

Dettagli

Stimare il WCET Metodo classico e applicazione di un algoritmo genetico

Stimare il WCET Metodo classico e applicazione di un algoritmo genetico Stimare il WCET Metodo classico e applicazione di un algoritmo genetico Sommario Introduzione Definizione di WCET Importanza del WCET Panoramica dei classici metodi per calcolare il WCET [1] Utilizzo di

Dettagli