I mercati degli Investment Vehicles gestiti da Borsa Italiana e la nuova AIFMD

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I mercati degli Investment Vehicles gestiti da Borsa Italiana e la nuova AIFMD"

Transcript

1 I mercati degli Investment Vehicles gestiti da Borsa Italiana e la nuova AIFMD Page 1

2 1. Il Mercato dedicato ai Veicoli di Investimento Page 2

3 Perché il MIV? MIV è stato creato con l obiettivo di offrire capitali, liquidità e visibilità ai veicoli di investimento, garantendo l accesso a un ampia platea di investitori nazionali e internazionali, generalisti e specializzati BISOGNI DEGLI EMITTENTI ESIGENZE DEGLI INVESTITORI Maggiore flessibilità nella politica di investimento Requisiti di ammissione semplici Standing analogo al mercato principale Chiara individuazione dei veicoli di investimento Possibilità di investire in un mercato regolamentato Trasparenza informativa e liquidità del mercato

4 Che cos è il MIV? MIV (Mercato degli Investment Vehicles) è il mercato regolamentato di dedicato ai veicoli di investimento MIV è in grado di accogliere numerose tipologie di emittenti, grazie a un assetto regolamentare efficace e flessibile MIV è aperto sia a investitori retail sia a investitori professionali Disegnato sulle specifiche esigenze di: Investment companies Fondi chiusi immobiliari Fondi di private equity Real estate investment companies Special purpose acquisition companies (SPAC) Fondi specializzati Fondi multi-strategy Fondi di fondi e altro ancora

5 I punti di forza del MIV Mercato EU regulated: compatibile con la politica di investimento di fondi UCITS compliant Migliore standing rispetto ai peers non quotati ed elevata visibilità presso gli investitori (anche specializzati) Mercato secondario gestito da una piattaforma di scambi efficiente, in modalità di negoziazione continua Mercato dei capitali disegnato sulle specifiche esigenze dei veicoli di investimento Nessuna restrizione di sede legale o domicilio fiscale Elevato potenziale di liquidità, grazie alla leadership europea di per turnover velocity Ambiente di quotazione che coniuga la flessibilità regolamentare e lo status di mercato regolamentato In grado di ospitare anche strumenti e strutture legali sofisticati

6 Segmentazione del mercato Segmento in cui sono negoziate le quote di Fondi Comuni di Investimento Chiusi, mobiliari e immobiliari Segmento in cui sono negoziate le azioni di Investment Companies Segmento in cui sono negoziate le azioni delle Real Estate Investment Companies Segmento in cui sono negoziati gli strumenti emessi dalle cd. SIV (Special Investment Vehicles) Riservato ai soli investitori professionali

7 Requisiti di ammissione Requisiti MIV Capitalizzazione Flottante Bilanci certificati Prospetto informativo Investment Policy Track record del management Amministratori indipendenti Specialista Altri documenti 40 mln ( 25 mln per i fondi chiusi mobiliari) 25% Investment companies 35% REIC e SIV 3 (se esistenti) Obbligatorio Sufficientemente precisa e dettagliata; livelli di diversificazione e complessità richiesti in funzione del segmento di appartenenza Per i Fondi chiusi, la politica è inclusa nel Regolamento del fondo Almeno 3 anni nella gestione strategica di investimenti Obbligatorio per Investment companies e REIC (cfr. Reg. STAR) Raccomandato per Fondi chiusi e SIV Obbligatorio solo per i fondi chiusi Relazione sui processi decisionali e sulla struttura organizzativa Per i fondi chiusi: Regolamento del fondo approvato da Banca d Italia

8 Come quotarsi sul MIV (1) Domanda di Ammissione Ai fini dell ammissione a quotazione, è necessario presentare a una Domanda di Ammissione conforme a quanto previsto dal Regolamento dei Mercati Organizzati e Gestiti da S.p.A e relative Istruzioni Prospetto Informativo Trattandosi di una quotazione su un mercato regolamentato, è richiesta la pubblicazione di un Prospetto Informativo approvato dalla Consob o, in caso di società soggette ad ordinamento estero nell ambito dell Unione Europea, da equivalente Autorità estera competente e passportato in Italia

9 Come quotarsi sul MIV (2) Entro due mesi dalla presentazione della domanda di ammissione, delibera e comunica all emittente l ammissione o il rigetto della domanda, dandone contestuale comunicazione alla Consob Procedura di ammissione Successivamente al Provvedimento di Ammissione da parte di, l ammissione si perfeziona quando, accertata la messa a disposizione del pubblico del Prospetto Informativo, stabilisce la data di inizio delle negoziazioni e il segmento di mercato in cui verrà negoziato lo strumento finanziario

10 2. I segmenti del MIV Page 10

11 Segmento Fondi chiusi (1) Fondi chiusi Investment companies Real estate investment companies Special investment vehicles 1. Definizione Fondi comuni di investimento mobiliare o immobiliare di tipo chiuso autorizzati alla commercializzazione in Italia Il regolamento del fondo deve prevedere la quotazione in un mercato regolamentato 2. Condizioni per l ammissione Rendiconto semestrale: la SGR deve aver pubblicato almeno un rendiconto semestrale del fondo (derogabile per i fondi ad apporto) Timing di investimento: i fondi mobiliari chiusi devono investire almeno il 25% delle proprie attività entro 24 mesi dall ammissione Page 11

12 Segmento Fondi chiusi (2) Fondi chiusi Investment companies Real estate investment companies Special investment vehicles Il regolamento del fondo, approvato da Banca d Italia, deve indicare, fra gli altri, i seguenti aspetti: lo scopo che il fondo intende perseguire nell interesse dei partecipanti (es. prospettiva di crescita attesa del patrimonio) la politica di investimento del fondo (natura e caratteristiche degli strumenti finanziari e/o, per i fondi immobiliari, dei beni immobili in cui investire) il calcolo dei proventi della gestione e modalità di distribuzione degli stessi ai partecipanti i criteri di valutazione del fondo e il valore complessivo netto del fondo la società di gestione, responsabile della gestione del fondo, e i compiti che essa svolge le modalità di partecipazione al fondo (acquisizione della qualità di partecipante al fondo, procedura e termini per la sottoscrizione delle quote, collocamento/rimborsi delle quote) Page 12

13 Segmento Investment companies (1) Fondi chiusi Investment companies Real estate investment companies Special investment vehicles 1. Definizione Società la cui politica di investimento prevede un sufficiente livello di diversificazione e il cui oggetto sociale esclusivo prevede l investimento in partecipazioni di maggioranza o minoranza di società quotate e non quotate ovvero in strumenti finanziari, rami di azienda o complessi aziendali Non più del 20% delle attività investito in quote di fondi speculativi italiani o esteri No attività di trading in via continuativa su strumenti finanziari quotati e non quotati 2. Condizioni per l ammissione Investment policy: almeno 3 investimenti, nessuno dei quali rappresenti più del 50% del totale degli attivi della società Timing di investimento: almeno il 50% del totale dell attivo deve essere investito entro 36 mesi dall ammissione, pena lo scioglimento della società (previsione statutaria) Page 13

14 Segmento Investment companies (2) Fondi chiusi Investment companies Real estate investment companies Special investment vehicles 2. Condizioni per l ammissione (continua) Autonomia gestionale: no ostacoli alla massimizzazione degli obiettivi economico-finanziari dell emittente Track record del management: almeno 3 dirigenti con minimo 3 anni di esperienza nella gestione strategica di investimenti della dimensione e del tipo che formano oggetto di investimento della società Corporate governance: numero adeguato di amministratori indipendenti, in linea con quanto previsto per il Segmento STAR Conflitti di interesse: adeguata politica di gestione dei conflitti di interesse (individuazione delle circostanze, procedure da seguire e misure da adottare) Emittenti di diritto estero: devono dimostrare che non sussistono impedimenti alla sostanziale osservanza delle disposizioni riguardanti le informazioni da mettere a disposizione del pubblico, l esercizio dei diritti relativi agli strumenti finanziari e i requisiti di ammissione previsti dal Regolamento (dichiarazioni suffragate da legal opinion) Page 14

15 Segmento REIC (1) Fondi chiusi Investment companies Real estate investment companies Special investment vehicles 1. Definizione Società la cui politica di investimento prevede un sufficiente livello di diversificazione e che svolgono in via prevalente attività di investimento e/o locazione in campo immobiliare 2. Condizioni per l ammissione Investment policy: almeno 3 investimenti, nessuno dei quali rappresenti più del 50% del totale degli attivi della società; almeno 3 locatari, nessuno dei quali rappresenti più del 50% dei ricavi da locazione Timing di investimento: almeno il 50% dell attivo deve essere investito entro la data di avvio delle negoziazioni Autonomia gestionale: no ostacoli alla massimizzazione degli obiettivi economico-finanziari dell emittente Page 15

16 Segmento REIC (2) Fondi chiusi Investment companies Real estate investment companies Special investment vehicles 2. Condizioni per l ammissione (continua) Track record del management: almeno 3 dirigenti con minimo 3 anni di esperienza nella gestione strategica di investimenti della dimensione e del tipo che formano oggetto di investimento della società Corporate governance: numero adeguato di amministratori indipendenti, in linea con quanto previsto per il Segmento STAR Conflitti di interesse: adeguata politica di gestione dei conflitti di interesse (individuazione delle circostanze, procedure da seguire e misure da adottare) Emittenti di diritto estero: devono dimostrare che non sussistono impedimenti alla sostanziale osservanza delle disposizioni riguardanti le informazioni da mettere a disposizione del pubblico, l esercizio dei diritti relativi agli strumenti finanziari e i requisiti di ammissione previsti dal Regolamento (dichiarazioni suffragate da legal opinion) Page 16

17 Segmento professionale SIV (1) Fondi chiusi Investment companies Real estate investment companies Special investment vehicles 1. Definizione Società la cui politica di investimento non prevede un livello sufficiente di diversificazione e il cui oggetto sociale esclusivo prevede l investimento in via prevalente in una società o attività (es. SPAC) Società la cui politica di investimento si caratterizza in termini di particolare complessità (es. veicoli multi-strategy) Non più del 20% delle attività investito in quote di fondi speculativi italiani o esteri 2. Condizioni per l ammissione Investment policy: libera in termini di diversificazione degli investimenti Timing di investimento: 36 mesi per investire almeno il 50% del totale dell attivo, pena lo scioglimento della società (previsione statutaria) Autonomia gestionale: no ostacoli alla massimizzazione degli obiettivi economico-finanziari dell emittente Page 17

18 Segmento professionale SIV (2) Fondi chiusi Investment companies Real estate investment companies Special investment vehicles 2. Condizioni per l ammissione (continua) Cash protection: nel caso 1 è richiesta la costituzione di un conto vincolato in cui depositare il capitale raccolto; le disponibilità del conto dovranno essere investite in attività prive di rischio Track record del management: almeno 3 dirigenti con minimo 3 anni di esperienza nella gestione strategica di investimenti della dimensione e del tipo che formano oggetto di investimento della società Conflitti di interesse: adeguata politica di gestione dei conflitti di interesse (individuazione delle circostanze, procedure da seguire e misure da adottare) Emittenti di diritto estero: devono dimostrare che non sussistono impedimenti alla sostanziale osservanza delle disposizioni riguardanti le informazioni da mettere a disposizione del pubblico, l esercizio dei diritti relativi agli strumenti finanziari e i requisiti di ammissione previsti dal Regolamento (dichiarazioni suffragate da legal opinion) Page 18

19 3. MIV e AIM Italia a confronto Page 19

20 MIV o AIM Italia? Le principali differenze Mercato regolamentato Dedicato esclusivamente ai veicoli di investimento Aperto a investitori istituzionali e retail In grado di accogliere una grande varietà di strutture societarie Processo di quotazione analogo al mercato principale Nomina di uno Sponsor Mercato non regolamentato Dedicato alle piccole e medie imprese e aperto anche ai veicoli di investimento Aperto a investitori retail solo post IPO Non adatto alla quotazione di strumenti finanziari complessi Semplicità di accesso in termini di costi e tempi Nomina di un Nomad Page 20

21 MIV o AIM Italia? Confronto fra requisiti Mercato regolamentato Investitori MIV ü Istituzionali Retail (tranne segmento SIV) AIM Italia x Istituzionali Retail (solo successivamente all IPO) Capitalizzazione Flottante Bilanci certificati Prospetto Informativo 40 mln ( 25 mln per fondi chiusi mobiliari) Min 3 mln di raccolta 25% - 35% Min 10% 3 (se esistenti) 1 ü x (Documento di Ammissione) Investment policy Track record del management Amministratori indipendenti Principale advisor Specialista ü ü (almeno 3 anni) Obbligatorio (Investment Companies, REIC) Raccomandato (SIV, Fondi chiusi) Sponsor/Global Coordinator x (richiesto solo per i fondi chiusi) ü ü (almeno 3 anni) Nessun requisito formale Nomad ü Page 21

22 4. SPAC Page 22

23 Che cos è una SPAC? La Special Purpose Acquisition Company (SPAC) è un veicolo di investimento che si quota per raccogliere fondi, al fine di acquisire ed eventualmente fondersi con una società operativa (target) La SPAC ha mesi di tempo per effettuare l operazione, pena lo scioglimento Fino al perfezionamento dell acquisizione, la SPAC contiene esclusivamente cassa (ovvero è una blank check company o cash shell) In genere la SPAC identifica un settore o un area geografica di interesse a cui la società target dovrà appartenere Page 23

24 Caratteristiche della SPAC: la struttura al momento dell IPO (1) La SPAC raccoglie capitale emettendo units Tipicamente le units si separano in azioni e warrant dopo il periodo di stabilizzazione (circa giorni), tuttavia è possibile che azioni e warrant vengano negoziati separatamente fin dal primo giorno di quotazione Di norma il 98-99% del capitale raccolto viene depositato in un conto vincolato (es. un trust account) e investito in attività prive di rischio La SPAC può utilizzare i proventi maturati dal trust esclusivamente per le spese operative correnti, ma non paga compensi o emolumenti ai fondatori I Fondatori (o Sponsor), che costituiscono il management della SPAC, acquistano warrant pre-ipo, per un valore che può variare dal 2% al 5% del capitale raccolto (sponsor investment). Il valore dei warrant si azzera se la transazione non viene effettuata entro il termine previsto Page 24

25 Caratteristiche della SPAC: la struttura al momento dell IPO (2) Il controvalore dello sponsor investment viene depositato nel trust e distribuito ai public shareholders (ovvero gli azionisti diversi dai fondatori) in caso di scioglimento della SPAC Il management inoltre sottoscrive promote units, che corrispondono mediamente al 20% delle units emesse. Le promote units si convertono in un equivalente numero di azioni solo se viene effettuata l acquisizione. Diversamente le promote units non avranno alcun valore. Pertanto, in caso di conversione, i public shareholders subiscono un effetto diluitivo Public shareholders Cash Promote Units Fondatori Units Cash SPAC Cash Warrant (sponsor investment) Page 25

26 Caratteristiche della SPAC: il momento dell acquisizione (1) Nei mesi successivi all IPO la SPAC deve effettuare l acquisizione Nella prassi americana, l Enterprise Value della società target è pari ad almeno l 80% dell ammontare depositato nel trust La SPAC può finanziarie l acquisizione con i proventi dell IPO, con il ricorso all indebitamento o con un ulteriore aumento di capitale L operazione viene sottoposta all approvazione dell assemblea degli azionisti, con piena disclosure delle caratteristiche della società target: descrizione del business, financials e dettagli tecnici dell acquisizione In assemblea, gli azionisti possono votare a favore o contro l acquisizione; nel secondo caso hanno la facoltà di chiedere il riscatto dell investimento (ottenendo la restituzione del denaro investito nel trust, unitamente agli interessi pro-rata maturati) E fatta salva la possibilità, in ogni caso, di vendere le azioni e i warrant sul mercato Page 26

27 Caratteristiche della SPAC: il momento dell acquisizione (2) Sempre nella prassi americana, l acquisizione si perfeziona se approvata con il voto favorevole della maggioranza degli azionisti votanti e se non più di una determinata percentuale di azionisti (di solito 30-35%) ha chiesto il riscatto La SPAC viene liquidata se non viene perfezionata alcuna acquisizione entro mesi e, in tal caso, i public shareholders ricevono pro-quota, a titolo di rimborso, il capitale depositato nel trust (unitamente agli interessi maturati e all ammontare dello sponsor investment). Contestualmente i warrant e le promote units scadono e il loro valore viene azzerato SPAC Cash e/o azioni Partecipazione (es. 100% dell equity) Società target Page 27

28 I soci fondatori/sponsor La qualità e lo standing del management sono i requisiti fondamentali alla base del successo di una SPAC. I fondatori tipicamente sono: manager con una reputazione outstanding nel settore/paese di riferimento della SPAC, in grado di vantare un esteso network di contatti professionisti con solido track record in private equity, M&A, banche d affari executive di comprovata esperienza nel settore della società target Gli sponsor non ricevono stipendio, indennizzi o compensi fino al perfezionamento dell operazione; dopo l acquisizione solitamente entrano in azienda e nel board, apportando competenze e relazioni importanti Gli sponsor sono motivati, oltre che sotto l aspetto reputazionale, anche dal punto di vista economico, in quanto, in caso di scioglimento della SPAC (ovvero se non viene effettuata alcuna acquisizione), non partecipano alla liquidazione del trust e perdono anche quanto investito nello sponsor investment Page 28

29 7. Quali impatti per la AIFMD Page 29

30 Quali impatti per la AIFMD (1) Quali impatti per il MIV e per i veicoli ammessi su AIM Italia/Mercato Alternativo del Capitale? N.B. Veicoli di investimento in forma societaria sono altresì negoziati anche nel mercato MTA (dove sono stati ammessi prima dell introduzione del mercato MIV o sono risultati negoziati per effetto di operazioni straordinarie). Del pari nel mercato MTA risultano ammesse società immobiliari che hanno conseguito la qualifica di SIIQ cosi come holding finanziarie per le quali possono profilarsi profili di rilevanza della nuova disciplina. Page 30

31 Quali impatti per la AIFMD (1) Le SPAC Per quanto tali veicoli presentino alcune caratteristiche che possono richiamare quelle tipiche della gestione collettiva del risparmio (quali la raccolta di un patrimonio presso una pluralità di investitori, la presenza di un management e una politica di investimento), tuttavia alcune caratteristiche essenziali di tali veicoli sono tali da far dubitare sulla loro ricomprensione nell ambito di applicazione della riserva. 1. assenza di diversificazione nella politica di investimento che, nelle SPAC, è di norma rivolta alla individuazione di un'unica società industriale in cui investire il patrimonio raccolto e con cui fondersi. Questa modalità operativa non è compatibile con logiche di gestione del rischio e con il principio del frazionamento ma appare pienamente congegnale con logiche commerciali/industriali. 2. logica commerciale: La Spac agisce, per un periodo limitato di tempo, sulla base di linee di investimento al fine di poter individuare la società target. Tuttavia la strategia industriale e/o commerciale diventerà efficace e assumerà contenuti definitivi solo a seguito della combinazione con la società operativa in cui la SPAC investe il patrimonio raccolto. Page 31

32 Quali impatti per la AIFMD (1) Le SPAC 3. trasformazione in senso industriale (e la corrispondente modifica dell oggetto sociale) caratterizzano la SPAC, sin dal momento della sua costituzione, e ne rappresentano una caratteristica originaria e tipizzante. 4. Gestione a monte? Gli azionisti della SPAC partecipano e condizionano tale strategia in maniera incisiva in quanto l operazione viene sottoposta all approvazione dell assemblea degli azionisti, con piena disclosure delle caratteristiche della società target: descrizione del business, financials e dettagli tecnici dell acquisizione. In assemblea, gli azionisti possono votare a favore o contro l acquisizione; nel secondo caso hanno la facoltà di chiedere il riscatto dell investimento (ottenendo la restituzione del denaro investito unitamente agli interessi pro-rata maturati). Page 32

33 Quali impatti per la AIFMD (1) Società di investimento immobiliari La natura di OICR potrebbe essere del pari esclusa con riferimento a quelle società immobiliari dove la strategia non è finanziaria ma industriale e dove l esercizio dell attività di gestione non presenta caratteristiche di professionalità meramente gestorie del patrimonio ma caratteristiche prevalenti di organizzazione e managerialità tipicamente operative e organizzative. La logica commerciale appare dirimente rispetto a quella finanziaria in quanto il patrimonio immobiliare è prevalentemente locato in un ottica di valorizzazione di lungo periodo e non in vista di un disinvestimento a termine per realizzare un rendimento per gli investitori. La politica di investimento nel caso delle società immobiliari operative rappresenta il perimetro di azione del management in un ottica di lungo periodo ed è improntata a principi di corretta ed efficace strategia aziendale piuttosto che a principi di frazionamento del rischio e di gestione a monte di un portafoglio. Si osserva infine che tali società industriali tipicamente opteranno per il regime fiscale SIIQ. Sul punto, si osserva infatti che, la stessa logica di distribuzione degli utili - che è intrinseca al rispetto dei requisiti per fruire dell opzione fiscale SIIQ-, appare, a nostro avviso, non congegnale con una funzione di valorizzazione del patrimonio immobiliare e con la ratio sottostante i limiti prudenziali previsti dalla normativa in consultazione. Page 33

34 8. Back up Page 34

35 I requisiti di ammissione sul MIV per segmento (1) Capitalizzazione Fondi chiusi Investment companies REIC SIV 40 mln ( 25 mln per i fondi chiusi mobiliari) 40 mln 40 mln 40 mln Flottante n.a. 25% 35% 35% Bilanci certificati 3 (se esistenti) 3 (se esistenti) 3 (se esistenti) 3 (se esistenti) Prospetto Informativo ü ü ü ü Track record del management ü (almeno 3 anni) ü (almeno 3 anni) ü (almeno 3 anni) ü (almeno 3 anni) Amministratori Indipendenti Raccomandato Obbligatorio Obbligatorio Raccomandato Specialista ü x x x Altri documenti Regolamento del Fondo approvato da Banca d Italia Relazione sui processi decisionali e sulla struttura organizzativa Relazione sui processi decisionali e sulla struttura organizzativa Relazione sui processi decisionali e sulla struttura organizzativa Page 35

36 I requisiti di ammissione sul MIV per segmento (2) Investment Policy Fondi chiusi Descritta nel Regolamento del Fondo Nel caso di fondi mobiliari chiusi, almeno il 25% del totale delle attività deve essere investito entro 24 mesi dall ammissione Investment companies REIC SIV 40 ml Minimo 3 investimenti, nessuno dei quali rappresenti più del 50% del totale dell attivo Almeno il 50% del totale dell attivo deve essere investito entro 36 mesi dall ammissione (pena lo scioglimento della società) Minimo 3 investimenti, nessuno dei quali rappresenti più del 50% del totale dell attivo Almeno 3 locatari, di cui nessuno rappresenti più del 50% del totale ricavi da locazione Almeno il 50% del totale dell attivo deve essere investito entro la data di avvio delle negoziazioni Libera in termini di diversificazione degli investimenti Almeno il 50% del totale degli attivi deve essere investito entro 36 mesi dall ammissione Page 36

37 Contatti Paola Fico Head of Listed Companies Regulation Page 37

38 La pubblicazione del presente documento non costituisce attività di sollecitazione del pubblico risparmio da parte di S.p.A. e non costituisce alcun giudizio, da parte della stessa, sull opportunità dell eventuale investimento descritto. Il presente documento non è da considerarsi esaustivo ma ha solo scopi informativi. I dati in esso contenuti possono essere utilizzati per soli fini personali. S.p.A. non deve essere ritenuta responsabile per eventuali danni, derivanti anche da imprecisioni e/o errori, che possano derivare all utente e/o a terzi dall uso dei dati contenuti nel presente documento. AGREX, BORSA ITALIANA, BORSA ITALIANA ITALIAN STOCK EXCHANGE, BORSA VIRTUALE, CITY FOR GOOD, DDM, ELITE, ETFplus, EUROMOT, EXPANDI, EXTRAMOT, IDEM-THE ITALIAN DERIVATIVES MARKET, IDEX, MIB, MIB 30, MIBTEL, MIDEX, MINIFIB, MIV, MOT, MTA, MTF, NIS, SEDEX, STAR, STAR SEGMENTO TITOLI CON ALTI REQUISITI, TECHSTAR nonché il marchio figurativo costituito da tre losanghe in obliquo sono marchi registrati di proprietà di S.p.A. CC&G è un marchio registrato di proprietà di Cassa di Compensazione e Garanzia S.p.A. MONTE TITOLI, X-TRM e MT-X sono marchi registrati di proprietà di Monte Titoli S.p.A. MTS, BOND VISION, EUROMTS sono marchi registrati di proprietà di MTS S.p.A. PALAZZO MEZZANOTTE CONGRESS CENTRE AND SERVICES, BEST VENUE INDICATOR, MARKET CONNECT sono marchi registrati di proprietà di BIt Market Services S.p.A. London Stock Exchange ed il relativo logo, nonché AIM sono marchi registrati di proprietà di London Stock Exchange plc. FTSE è un marchio registrato di proprietà del Gruppo London Stock Exchange ed è utilizzato da FTSE International Limited sotto licenza. GATElab, Traderpath, Algorithmicpath, Exchangepath sono marchi registrati di proprietà di Gatelab S.r.l. I suddetti marchi registrati, nonché gli ulteriori marchi di proprietà del Gruppo London Stock Exchange, non possono essere utilizzati senza il preventivo consenso scritto della società del Gruppo proprietaria del marchio. Il Gruppo promuove e offre i servizi Post Negoziazione prestati da Cassa di Compensazione e Garanzia S.p.A. e da Monte Titoli S.p.A., secondo modalità eque, trasparenti e non discriminatorie e sulla base di criteri e procedure che assicurano l interoperabilità, la sicurezza e la parità di trattamento tra infrastrutture di mercato, a tutti i soggetti che ne facciano domanda e siano a ciò qualificati in base alle norme nazionali e comunitarie e alle regole vigenti nonché alle determinazioni delle competenti Autorità. Ottobre 2013 S.p.A. London Stock Exchange Group Tutti i diritti riservati. S.p.A. Piazza degli Affari 6, Milano (Italia) Tel Page 38

g i v e t h e r i g h t d i r e c t i o n t o y o u r i n v e s t m e n t V e h i c l e MIV Il mercato degli Investment Vehicles

g i v e t h e r i g h t d i r e c t i o n t o y o u r i n v e s t m e n t V e h i c l e MIV Il mercato degli Investment Vehicles g i v e t h e r i g h t d i r e c t i o n t o y o u r i n v e s t m e n t V e h i c l e MIV Il mercato degli Investment Vehicles Overview MIV (Mercato degli Investment Vehicles) è il mercato regolamentato

Dettagli

AIM Italia/Mercato Alternativo del Capitale. Disposizioni di attuazione per le Società di investimento. 1 m ar zo 2 0 1 2

AIM Italia/Mercato Alternativo del Capitale. Disposizioni di attuazione per le Società di investimento. 1 m ar zo 2 0 1 2 AIM Italia/Mercato Alternativo del Capitale Disposizioni di attuazione per le Società di investimento 1 m ar zo 2 0 1 2 Disposizioni di attuazione per le società di investimento Contenuti 1. Introduzione...

Dettagli

CC&G T2S Deposito e restituzione delle garanzie in titoli

CC&G T2S Deposito e restituzione delle garanzie in titoli CC&G T2S Deposito e restituzione delle garanzie in titoli delle garanzie in titoli 1.0 Introduzione 3 2.0 Movimentazione in T2S 3 3.0 Criteri di riscontro in T2S 5 3.1 Campi Obbligatori 5 3.2 Campi Addizionali

Dettagli

La quotazione dei fondi aperti in Borsa Italiana. Borsa Italiana

La quotazione dei fondi aperti in Borsa Italiana. Borsa Italiana La quotazione dei fondi aperti in La quotazione dei fondi in Borsa Obiettivo: Creare un mercato telematico per la negoziazione di quote di fondi UCITS da parte di tutti gli aderenti al mercato ETFplus

Dettagli

CC&G T2S Deposito e Restituzione delle garanzie

CC&G T2S Deposito e Restituzione delle garanzie CC&G T2S Deposito e Restituzione delle garanzie 1.0 Sommario 1.0 Sommario 2 2.0 Overview 3 3.0 T2S: Deposito/Restituzione garanzie a copertura dei Margini 3 4.0 Criteri di riscontro in T2S 3 4.1 Campi

Dettagli

INTERNET CLE@RING WORK STATION (ICWS)

INTERNET CLE@RING WORK STATION (ICWS) INTERNET CLE@RING WORK STATION (ICWS) MANUALE D USO Versione 3.4 Sommario 1.0 INTRODUZIONE... 4 2.0 AMBIENTE DI LAVORO... 4 3.0 AVVIO DELL APPLICAZIONE... 4 4.0 REPORT... 5 4.1 DEFAULT FUND... 5 4.2 DATA

Dettagli

AIM Italia. Il mercato per fare impresa

AIM Italia. Il mercato per fare impresa AIM Italia Il mercato per fare impresa AIM Italia L accesso al capitale è un elemento fondamentale per lo sviluppo di ogni impresa. Dedicato alle PMI che vogliono investire nella propria crescita Un mercato

Dettagli

Monte Titoli. Procedura di gestione delle insolvenze. Descrizione della procedura

Monte Titoli. Procedura di gestione delle insolvenze. Descrizione della procedura Monte Titoli Procedura di gestione delle insolvenze Descrizione della procedura Versione 1.0 9 aprile 2013 PREMESSA L obiettivo del documento è quello di descrivere la procedura di gestione dell insolvenza

Dettagli

ExtraMOT PRO. La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle corporate italiane. Borsa Italiana

ExtraMOT PRO. La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle corporate italiane. Borsa Italiana ExtraMOT PRO La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle corporate italiane Borsa Italiana I mercati obbligazionari gestiti da Borsa Italiana MOT (Mercato Regolamentato) DomesticMOT (Monte

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

Aggiornamento Gennaio 2011. u n a o p p o r t u n i t à p e r i l r a f f o r z a m e n t o p a t r i m o n i a l e.

Aggiornamento Gennaio 2011. u n a o p p o r t u n i t à p e r i l r a f f o r z a m e n t o p a t r i m o n i a l e. Aggiornamento Gennaio 2011 u n a o p p o r t u n i t à p e r i l r a f f o r z a m e n t o p a t r i m o n i a l e Azioni Sviluppo Azioni Sviluppo Ringraziamenti Si ringraziano lo Studio Legale Bonelli

Dettagli

FIB Futures sull'indice FTSE MIB

FIB Futures sull'indice FTSE MIB IDEM I Prodotti FIB Futures sull'indice FTSE MIB Indice sottostante FTSE MIB Orario di Asta di apertura: 8.30 9.00 (9.00.00 9.00.59) Negoziazione continua: 9.00 17.40 Quotazione Valore di un punto indice

Dettagli

U n o r d i n e s u m i s u r a p e r o g n i t a g l i a. Le funzionalità Cross Order e Block Trade Facilities sui mercati cash

U n o r d i n e s u m i s u r a p e r o g n i t a g l i a. Le funzionalità Cross Order e Block Trade Facilities sui mercati cash U n o r d i n e s u m i s u r a p e r o g n i t a g l i a Le funzionalità Cross Order e Block Trade Facilities sui mercati cash Introduzione I Cross Order e i Block Trade Facilities (BTF) sono due nuove

Dettagli

Oggetto: Disciplina in materia di gestione collettiva del risparmio. Recepimento della direttiva 2011/61/UE (AIFMD) e ulteriori interventi di modifica

Oggetto: Disciplina in materia di gestione collettiva del risparmio. Recepimento della direttiva 2011/61/UE (AIFMD) e ulteriori interventi di modifica Borsa Italiana S.p.A. Sede Legale Piazza degli Affari, 6 20123 Milano Italia Telefono +39 02 72426 1 Fax +39 02 72004333 www.borsaitaliana.it Spettabile Consob, Divisione Strategie Regolamentari Via G.B.

Dettagli

AGREX. Agricultural Derivatives Exchange: Coltiva le tue opportunità di crescita

AGREX. Agricultural Derivatives Exchange: Coltiva le tue opportunità di crescita AGREX Agricultural Derivatives Exchange: Coltiva le tue opportunità di crescita AGREX AGREX (Agricultural Derivatives Exchange) è il nuovo segmento di derivati su merci agricole di IDEM, il mercato dei

Dettagli

ExtraMOT PRO. La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle PMI

ExtraMOT PRO. La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle PMI ExtraMOT PRO La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle PMI ExtraMOT PRO 1. I mercati obbligazionari di Borsa Italiana 2. Perchè quotarsi su ExtraMOT PRO 3. ExtraMOT PRO, finalità e caratteristiche

Dettagli

AGREX I futures su grano duro di Borsa Italiana

AGREX I futures su grano duro di Borsa Italiana AGREX I futures su grano duro di Borsa Italiana Qualità del grano sottostante al contratto futures Grano duro di ogni origine, sano, leale, mercantile. Conformità alla normativa igienico sanitaria dell

Dettagli

SeDeX. Covered Warrant e Leverage Certificate

SeDeX. Covered Warrant e Leverage Certificate SeDeX Covered Warrant e Leverage Certificate Prodotti con effetto leva per accrescere il potenziale del proprio portafoglio. SeDeX Introduzione Questi prodotti amplificano al rialzo e al ribasso le performance

Dettagli

L offerta di Borsa Italiana per le PMI

L offerta di Borsa Italiana per le PMI L offerta di Borsa Italiana per le PMI Paola Fico Responsabile Regolamentazione Emittenti quotati Borsa Italiana London Stock Exchange Group Convegno di studi Università di Macerata 14 Novembre 2014 I

Dettagli

ExtraMOT PRO. La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle corporate italiane

ExtraMOT PRO. La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle corporate italiane ExtraMOT PRO La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle corporate italiane I mercati obbligazionari gestiti da Borsa Italiana MOT (Mercato Regolamentato) DomesticMOT (Monte Titoli) EuroMOT

Dettagli

MOT ed ExtraMOT. I mercati obbligazionari MOT ed ExtraMOT: trasparenza ed efficienza

MOT ed ExtraMOT. I mercati obbligazionari MOT ed ExtraMOT: trasparenza ed efficienza MOT ed ExtraMOT I mercati obbligazionari MOT ed ExtraMOT: trasparenza ed efficienza MOT ed ExtraMOT: i mercati Fixed Income per gli investitori retail e professionali. MOT ed ExtraMOT Leader in Europa

Dettagli

L offerta di Borsa Italiana per le PMI. Alessandro Violante Primary Markets Borsa Italiana Gruppo London Stock Exchange Bologna 13 Dicembre 2010

L offerta di Borsa Italiana per le PMI. Alessandro Violante Primary Markets Borsa Italiana Gruppo London Stock Exchange Bologna 13 Dicembre 2010 L offerta di Borsa Italiana per le PMI Alessandro Violante Primary Markets Borsa Italiana Gruppo London Stock Exchange Bologna 13 Dicembre 2010 Finanziare il salto dimensionale PRIVATE EQUITY BORSA Fonti

Dettagli

Le opzioni. (1 parte) A cura di Stefano Zanchetta

Le opzioni. (1 parte) A cura di Stefano Zanchetta Le opzioni (1 parte) A cura di Stefano Zanchetta 1 Disclaimer La pubblicazione del presente documento non costituisce attività di sollecitazione del pubblico risparmio da parte di Borsa Italiana S.p.A.

Dettagli

ExtraMOT PRO. La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle corporate italiane

ExtraMOT PRO. La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle corporate italiane ExtraMOT PRO La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle corporate italiane I mercati obbligazionari gestiti da Borsa Italiana MOT (Mercato Regolamentato) DomesticMOT (Monte Titoli) EuroMOT

Dettagli

AGREX- Agricultural Derivatives Exchange

AGREX- Agricultural Derivatives Exchange c o lt i va l e t u e o p p o r t u n i t à d i c r e s c i ta AGREX- Agricultural Derivatives Echange 1 AGREX porta notevoli benefici al mercato: Sistema di Garanzia con Controparte Centrale Ambiente

Dettagli

IN VIGORE DALL 1 GENNAIO 2009. Corrispettivi di ammissione e quotazione

IN VIGORE DALL 1 GENNAIO 2009. Corrispettivi di ammissione e quotazione IN VIGORE DALL 1 GENNAIO 2009 Corrispettivi di ammissione e quotazione Indice Pagina 1. Azioni 1.1 Prima quotazione o ammissione... 3 1.2 Corrispettivo semestrale... 5 2. Obbligazioni 2.1 Obbligazioni

Dettagli

Servizio Collateral Management X-COM

Servizio Collateral Management X-COM Servizio Collateral Management X-COM Comunicazioni di Servizio ai sensi degli artt. 4 e 24 del Regolamento del Servizio e dell art. 1.2 delle Istruzioni del Servizio Versione settembre 2013 Indice 1. Partecipanti

Dettagli

SeDeX. Il mercato dei Certificati e dei Covered Warrant: innovazione e diversificazione

SeDeX. Il mercato dei Certificati e dei Covered Warrant: innovazione e diversificazione SeDeX Il mercato dei Certificati e dei Covered Warrant: innovazione e diversificazione Questo è il mercato telematico che consente agli investitori di scambiare migliaia di strumenti quotati in tempo reale.

Dettagli

Indice. Servizio X-COM Collateral Management

Indice. Servizio X-COM Collateral Management Indice Servizio X-COM Collateral Management Comunicazioni di Servizio ai sensi dell art. 4 del Regolamento del Servizio e dell art. 1.2 delle Istruzioni del Servizio In vigore dal 9 marzo 2015 1 1. Partecipanti

Dettagli

I N V I G O R E D A L 1 O T T O B R E 2 0 1 2. Corrispettivi di ammissione e quotazione

I N V I G O R E D A L 1 O T T O B R E 2 0 1 2. Corrispettivi di ammissione e quotazione I N V I G O R E D A L 1 O T T O B R E 2 0 1 2 Corrispettivi di ammissione e quotazione Indice 1. Azioni Pagina 1.1 Prima quotazione o ammissione... 3 1.2 Corrispettivo semestrale... 5 2. Obbligazioni 2.1

Dettagli

I N V I G O R E D A L 9 M A G G I O 2 0 1 1. Corrispettivi di ammissione e quotazione

I N V I G O R E D A L 9 M A G G I O 2 0 1 1. Corrispettivi di ammissione e quotazione I N V I G O R E D A L 9 M A G G I O 2 0 1 1 Corrispettivi di ammissione e quotazione Indice 1. Azioni Pagina 1.1 Prima quotazione o ammissione... 3 1.2 Corrispettivo semestrale... 5 2. Obbligazioni 2.1

Dettagli

AIM Italia/Mercato Alternativo del Capitale. Regolamento Nominated Adviser

AIM Italia/Mercato Alternativo del Capitale. Regolamento Nominated Adviser itale AIM Italia/Mercato Alternativo del Capitale 1 m ar zo 2 0 1 2 s Introduzione... 3 Parte 1 - Nominated adviser: criteri di ammissione e procedura per diventare un nominated adviser... 4 Criteri per

Dettagli

DESCRIZIONE SINTETICA DELLA STRUTTURA DEL FONDO CHIUSO MC 2 IMPRESA.

DESCRIZIONE SINTETICA DELLA STRUTTURA DEL FONDO CHIUSO MC 2 IMPRESA. DESCRIZIONE SINTETICA DELLA STRUTTURA DEL FONDO CHIUSO MC 2 IMPRESA. MC2 Impresa è un Fondo Comune d Investimento Mobiliare chiuso e riservato (ex testo unico D.Lgs 58/98) costituito per iniziativa di

Dettagli

MODALITA DI DEPOSITO, VALORIZZAZIONE E RESTITUZIONE DELLE GARANZIE

MODALITA DI DEPOSITO, VALORIZZAZIONE E RESTITUZIONE DELLE GARANZIE MODALITA DI DEPOSITO, VALORIZZAZIONE E RESTITUZIONE DELLE GARANZIE 10 Novembre 2014 Versione 3.0 Indice 1. Premessa 2 2. Deposito di contante 2 3. Restituzione di contante 2 4. Deposito titoli 3 5. Valorizzazione

Dettagli

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 PMI. Tutte le informazioni per la quotazione in borsa online Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ABI, AIFI, ASSIREVI, ASSOGESTIONI, ASSOSIM,

Dettagli

PMI e mercato dei capitali:

PMI e mercato dei capitali: PMI e mercato dei capitali: Focus su AIM Italia e programma ELITE Barbara Lunghi Head of Mid & Small Caps - Primary Markets Borsa Italiana London Stock Exchange Group L offerta di Borsa Italiana per le

Dettagli

2 aprile 2015: unica convocazione

2 aprile 2015: unica convocazione SPACE S.P.A. ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA DEGLI AZIONISTI 2 aprile 2015: unica convocazione Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione sulle proposte concernenti le materie all ordine

Dettagli

Guida al sito BIt Club: compilazione documentazione di partecipazione ai Servizi offerti da Borsa Italiana, CC&G e Monte Titoli

Guida al sito BIt Club: compilazione documentazione di partecipazione ai Servizi offerti da Borsa Italiana, CC&G e Monte Titoli Guida al sito BIt Club: compilazione documentazione di partecipazione ai Servizi offerti da Borsa Italiana, CC&G e Monte Titoli London Stock Exchange Group 19 May 2014 Introduzione BIt Club è un sito riservato

Dettagli

La nuova Guida al Sistema di controllo di gestione

La nuova Guida al Sistema di controllo di gestione La nuova Guida al Sistema di controllo di gestione Il controllo di gestione in azienda: le nuove linee guida di Borsa Italiana come possibile modello di riferimento Workshop Pianificazione e Controllo

Dettagli

ETF. Exchanged Traded Funds: prodotti semplici, strategie sofisticate

ETF. Exchanged Traded Funds: prodotti semplici, strategie sofisticate ETF Exchanged Traded Funds: prodotti semplici, strategie sofisticate Sempre più diffuso tra gli investitori italiani, l ETF è apprezzato per semplicità, trasparenza, flessibilità ed economicità. ETF Exchange

Dettagli

SeDeX. Investment Certificate

SeDeX. Investment Certificate SeDeX Investment Certificate Acquistando un certificato, con una sola operazione e per un importo contenuto, si accede a una strategia di investimento altrimenti difficilmente realizzabile. SeDeX Introduzione

Dettagli

ETC. Exchange Traded Commodities: un nuovo modo di investire in materie prime

ETC. Exchange Traded Commodities: un nuovo modo di investire in materie prime ETC Exchange Traded Commodities: un nuovo modo di investire in materie prime Negoziati in Borsa come un azione, gli ETC replicano passivamente le performance della materia prima o degli indici di materie

Dettagli

MOT ed ExtraMOT. Le Obbligazioni e i Titoli di Stato: rendimento e protezione

MOT ed ExtraMOT. Le Obbligazioni e i Titoli di Stato: rendimento e protezione MOT ed ExtraMOT Le Obbligazioni e i Titoli di Stato: rendimento e protezione MOT ed ExtraMOT: i mercati Fixed Income per gli investitori retail e professionali. Introduzione Negli ultimi anni, le Obbligazioni

Dettagli

BORSA ITALIANA S.P.A. Ruolo, funzioni e caratteristiche

BORSA ITALIANA S.P.A. Ruolo, funzioni e caratteristiche BORSA ITALIANA S.P.A. Ruolo, funzioni e caratteristiche Concetti Generali Borsa Italiana S.p.a. è una società per azioni che si occupa dell organizzazione, della gestione e del funzionamento della Borsa

Dettagli

AIM Italia Trieste, 10 giugno 2016

AIM Italia Trieste, 10 giugno 2016 AIM Italia Trieste, 10 giugno 2016 Borsa Italiana London Stock Exchange Group L offerta di Borsa Italiana per le PMI Mercati regolamentati MTA Mercato Telematico Azionario Mercato principale di Borsa Italiana

Dettagli

Guida all ammissione degli operatori alle negoziazioni nei mercati di Borsa Italiana

Guida all ammissione degli operatori alle negoziazioni nei mercati di Borsa Italiana Guida all ammissione degli operatori alle negoziazioni nei mercati di Borsa Italiana Versione giugno 2009 INDICE INDICE... 1 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 I MERCATI DI BORSA... 3 2 AMMISSIONE AI MERCATI REGOLAMENTATI

Dettagli

SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A.

SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. 1. PREMESSE La presente politica di investimento è stata approvata dall assemblea

Dettagli

ETFplus. Il mercato degli ETF e degli ETC/ETN: trasparenza e liquidità

ETFplus. Il mercato degli ETF e degli ETC/ETN: trasparenza e liquidità ETFplus Il mercato degli ETF e degli ETC/ETN: trasparenza e liquidità ETFplus è il mercato di Borsa Italiana interamente dedicato alla negoziazione in tempo reale di Exchange Traded Funds (ETF), Exchange

Dettagli

Spettabile Dipartimento del Tesoro Milano, luglio 2013 Prot. n. /13

Spettabile Dipartimento del Tesoro Milano, luglio 2013 Prot. n. /13 Borsa Italiana S.p.A. Sede Legale Piazza degli Affari, 6 20123 Milano Italia Telefono +39 02 72426 1 Fax +39 02 72004333 www.borsaitaliana.it Spettabile Dipartimento del Tesoro Milano, luglio 2013 Prot.

Dettagli

Guida alla Membership L A C H I A V E D I A C C E S S O A L L E N E G O Z I A Z I O N I N E I M E R C A T I D I B O R S A I T A L I A N A

Guida alla Membership L A C H I A V E D I A C C E S S O A L L E N E G O Z I A Z I O N I N E I M E R C A T I D I B O R S A I T A L I A N A Guida alla Membership L A C H I A V E D I A C C E S S O A L L E N E G O Z I A Z I O N I N E I M E R C A T I D I B O R S A I T A L I A N A Indice INTRODUZIONE Pag. 3 PARTECIPAZIONE AI MERCATI GESTITI DA

Dettagli

I fondi quotati in Borsa Italiana. Silvia Bosoni, Head of ETFs Listing Italy Borsa Italiana - London Stock Exchange Group

I fondi quotati in Borsa Italiana. Silvia Bosoni, Head of ETFs Listing Italy Borsa Italiana - London Stock Exchange Group I fondi quotati in Borsa Italiana Silvia Bosoni, Head of ETFs Listing Italy Borsa Italiana - London Stock Exchange Group Il mercato ETFplus ETFplus è il mercato dedicato alla negoziazione di ETF, ETF strutturati

Dettagli

REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.p.A

REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.p.A REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.p.A Deliberato dall Assemblea di Borsa Italiana del 16 luglio 2010 e approvato dalla Consob con delibera n. 17467 del 7 settembre 2010

Dettagli

L offerta di Borsa Italiana per le PMI MERCATI REGOLAMENTATI

L offerta di Borsa Italiana per le PMI MERCATI REGOLAMENTATI L offerta di Borsa Italiana per le PMI 1 MERCATI REGOLAMENTATI Il processo di quotazione PREPARAZIONE DUE DILIGENCE ISTRUTTORIA COLLOCAMENTO Eventuale riorganizzazione società / gruppo Eventuali modifiche

Dettagli

REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.p.A.

REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.p.A. REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.p.A. Deliberato dal Consiglio di Amministrazione di Borsa Italiana del 10 giugno 2014 e approvato dalla Consob con delibera n. 18973 del

Dettagli

Tra IPO e Private Equity: l esperienza SPAC

Tra IPO e Private Equity: l esperienza SPAC S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Le small cap e la raccolta di capitale di rischio Opportunità per il professionista Tra IPO e Private Equity: l esperienza SPAC Franco Bertoletti, Dottore

Dettagli

MEDIOLANUM REAL ESTATE gestito da Mediolanum Gestione Fondi SGR p.a.

MEDIOLANUM REAL ESTATE gestito da Mediolanum Gestione Fondi SGR p.a. Offerta al pubblico e ammissione alle negoziazioni di quote del fondo comune di investimento immobiliare chiuso ad accumulazione ed a distribuzione dei proventi denominato MEDIOLANUM REAL ESTATE gestito

Dettagli

In data odierna, inoltre, il Consiglio di Amministrazione di Space2 ha esaminato e approvato il bilancio intermedio abbreviato al 30 giugno 2015.

In data odierna, inoltre, il Consiglio di Amministrazione di Space2 ha esaminato e approvato il bilancio intermedio abbreviato al 30 giugno 2015. NON PER LA DISTRIBUZIONE O LA PUBBLICAZIONE, IN TUTTO O IN PARTE, DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE NEGLI STATI UNITI D'AMERICA, CANADA O GIAPPONE O IN ALTRE GIURISDIZIONI OVE NON SIA PERMESSA LA DIFFUSIONE

Dettagli

AIM Italia. La quotazione su AIM Italia come strumento per la crescita

AIM Italia. La quotazione su AIM Italia come strumento per la crescita AIM Italia La quotazione su AIM Italia come strumento per la crescita 5 novembre 2015 Cos è AIM Italia Mercato Alternativo del Capitale è il mercato di Borsa Italiana dedicato alle piccole e medie imprese

Dettagli

Istruzioni al Regolamento

Istruzioni al Regolamento 15 O T T O B R E 2 0 1 2 Istruzioni al Regolamento dei Mercati Organizzati e Gestiti da Borsa Italiana S.p.A I N D I C E TITOLO IA.1 - DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA QUOTAZIONE E DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE...

Dettagli

REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.p.A.

REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.p.A. REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.p.A. Deliberato dal Consiglio di Amministrazione di Borsa Italiana del 7 novembre 2014 e approvato dalla Consob con delibera n. 19101 del

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO ai sensi dell articolo 114 d.lgs. 58/1998 OFFERTA PUBBLICA DI SCAMBIO SU AZIONI ORDINARIE KME GROUP S.P.A. E INTEK S.P.A.

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO ai sensi dell articolo 114 d.lgs. 58/1998 OFFERTA PUBBLICA DI SCAMBIO SU AZIONI ORDINARIE KME GROUP S.P.A. E INTEK S.P.A. COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO ai sensi dell articolo 114 d.lgs. 58/1998 OFFERTA PUBBLICA DI SCAMBIO SU AZIONI ORDINARIE KME GROUP S.P.A. E INTEK S.P.A. In data odierna i Consigli di Amministrazione di KME

Dettagli

AVVISO n.8998 21 Maggio 2010

AVVISO n.8998 21 Maggio 2010 AVVISO n.8998 21 Maggio 2010 Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto : dell'avviso Oggetto : Modifiche al Regolamento dei Mercati e alle Istruzioni: mercato MIV Amendments to the Market

Dettagli

Opzione di consegna fisica sul mercato IDEX

Opzione di consegna fisica sul mercato IDEX Opzione di consegna fisica sul mercato IDEX Incontro con gli Operatori Assolombarda Milano Confindustria - Roma Data: 24/11/2009 Fabrizio Plateroti Director of Regulation & Post Trading Ennio Arlandi Energy

Dettagli

Review dei mercati 2015: Borsa Italiana è la prima tra le principali Borse mondiali per performance (FTSE MIB +13.94%)

Review dei mercati 2015: Borsa Italiana è la prima tra le principali Borse mondiali per performance (FTSE MIB +13.94%) Review dei mercati 2015: Borsa Italiana è la prima tra le principali Borse mondiali per performance (FTSE MIB +13.94%) - Record di ammissioni dal 2007: 32 di cui 27 IPO - Raccolta totale con le nuove IPO:

Dettagli

CC&G Modalità operative e organizzative di CC&G in T2S

CC&G Modalità operative e organizzative di CC&G in T2S CC&G Modalità operative e organizzative di CC&G in T2S 27 febbraio 2015 Modalità operative e organizzative di CC&G in T2S Il 22 giugno 2015 il Servizio di Liquidazione di Monte Titoli migrerà sulla nuova

Dettagli

REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.p.A

REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.p.A REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.p.A Deliberato dall Assemblea di Borsa Italiana del 28 giugno 2011 e approvato dalla Consob con delibera n. 17904 del 25 agosto 2011 In

Dettagli

Istruzioni al Regolamento

Istruzioni al Regolamento 22 NOVEMBRE 2010 Istruzioni al Regolamento dei Mercati Organizzati e Gestiti da Borsa Italiana S.p.A I N D I C E TITOLO IA.1 - DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA QUOTAZIONE E DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE...7 MODELLI

Dettagli

La quotazione in Borsa. Barbara Lunghi Responsabile Piccole e Medie Imprese Primary Markets Continental Europe

La quotazione in Borsa. Barbara Lunghi Responsabile Piccole e Medie Imprese Primary Markets Continental Europe La quotazione in Borsa Barbara Lunghi Responsabile Piccole e Medie Imprese Primary Markets Continental Europe Sezione 1 Borsa Italiana e LSE Borsa Italiana e London Stock Exchange: un leader europeo e

Dettagli

PER FAR CRESCERE IL TUO BUSINESS. Market Connect

PER FAR CRESCERE IL TUO BUSINESS. Market Connect PER FAR CRESCERE IL TUO BUSINESS Market Connect Market Connect nasce con un intento: avere una finestra sempre aperta sui mercati italiani ed esteri e offrire così una panoramica ampia e dettagliata sulla

Dettagli

AIM Italia/Mercato Alternativo del Capitale. Disposizioni di attuazione per le Società di investimento. 3 1 a g o s t o

AIM Italia/Mercato Alternativo del Capitale. Disposizioni di attuazione per le Società di investimento. 3 1 a g o s t o AIM Italia/Mercato Alternativo del Capitale Disposizioni di attuazione per le Società di investimento 3 1 a g o s t o 2 0 1 5 Disposizioni di attuazione per le società di investimento Contenuti 1. Introduzione...

Dettagli

REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.p.A

REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.p.A REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.p.A Deliberato dall Assemblea di Borsa Italiana del 28 giugno 2011 e approvato dalla Consob con delibera n. 17904 del 25 agosto 2011 In

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Risultati al 31 dicembre 2014

COMUNICATO STAMPA. Risultati al 31 dicembre 2014 COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione di Space S.p.A. approva il progetto di Bilancio d Esercizio al 31 dicembre 2014 ed il progetto di esclusione dalle negoziazioni sul MIV e ammissione alle

Dettagli

I veicoli di investimento immobiliare professionale: I fondi immobiliari ad apporto

I veicoli di investimento immobiliare professionale: I fondi immobiliari ad apporto I veicoli di investimento immobiliare professionale: I fondi immobiliari ad apporto Le problematiche operative e le soluzioni possibili Roma 28 ottobre 2005 SORGENTE Società di Gestione del Risparmio S.p.A.

Dettagli

Sezione Terza I Fondi comuni di investimento

Sezione Terza I Fondi comuni di investimento Sezione Terza I Fondi comuni di investimento 369. Nella valutazione dei beni del fondo comune di investimento, il valore degli strumenti finanziari ammessi alle negoziazioni su mercati regolamentati è

Dettagli

IL PROCESSO DI QUOTAZIONE DI BORSA: UN PERCORSO AD OSTACOLI MERCATI, ATTORI, TEMPISTICA, COMUNICAZIONE di Giovanni Pelonghini

IL PROCESSO DI QUOTAZIONE DI BORSA: UN PERCORSO AD OSTACOLI MERCATI, ATTORI, TEMPISTICA, COMUNICAZIONE di Giovanni Pelonghini IL PROCESSO DI QUOTAZIONE DI BORSA: UN PERCORSO AD OSTACOLI MERCATI, ATTORI, TEMPISTICA, COMUNICAZIONE di Giovanni Pelonghini 1 DECIDERE DI QUOTARSI LA DECISIONE DI QUOTARSI RAPPRESENTA UNA SCELTTA STRATEGICA

Dettagli

Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana

Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana 1. Definizioni 1.1 I termini con la lettera iniziale maiuscola impiegati nelle presenti Condizioni Generali Parte II si intendono usati salvo diversa

Dettagli

Istruzioni al Regolamento dei Mercati organizzati e gestiti da Borsa Italiana S.p.A.

Istruzioni al Regolamento dei Mercati organizzati e gestiti da Borsa Italiana S.p.A. Istruzioni al Regolamento dei Mercati organizzati e gestiti da Borsa Italiana S.p.A. 3 m a r z o 2 0 1 4 I N D I C E TITOLO IA.1 - DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA QUOTAZIONE E DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE...

Dettagli

Fondi Demetra. Progetto Private Equity nel settore agro-alimentare

Fondi Demetra. Progetto Private Equity nel settore agro-alimentare Fondi Demetra Progetto Private Equity nel settore agro-alimentare Agenda 1.1 Lo scenario di riferimento 1.2 La Società di Gestione 1.3 La Governance della SGR 1.4 Il Fondo Demetra Demetra: dea greca del

Dettagli

IL CAPITALE DI SVILUPPO E IL MERCATO DEL CAPITALE DI RISCHIO NUOVO CAPITALE E NUOVO APPROCCIO PER LO SVILUPPO DELLE PMI

IL CAPITALE DI SVILUPPO E IL MERCATO DEL CAPITALE DI RISCHIO NUOVO CAPITALE E NUOVO APPROCCIO PER LO SVILUPPO DELLE PMI IL CAPITALE DI SVILUPPO E IL MERCATO DEL CAPITALE DI RISCHIO NUOVO CAPITALE E NUOVO APPROCCIO PER LO SVILUPPO DELLE PMI 10 settembre 2014 RAPPORTO TRA IMPRESE ITALIANE E SISTEMA BANCARIO I prestiti bancari

Dettagli

I Fondi di Investimento Immobiliare e le organizzazioni di ingegneria, di architettura e di consulenza tecnico-economica

I Fondi di Investimento Immobiliare e le organizzazioni di ingegneria, di architettura e di consulenza tecnico-economica I Fondi di Investimento Immobiliare e le organizzazioni di ingegneria, di architettura e di consulenza tecnico-economica I Fondi di Investimento Immobiliare e le organizzazioni di ingegneria, di architettura

Dettagli

dei Mercati Organizzati e Gestiti da Borsa Italiana S.p.A

dei Mercati Organizzati e Gestiti da Borsa Italiana S.p.A Regolamento 28 GIUGNO 2010 dei Mercati Organizzati e Gestiti da Borsa Italiana S.p.A Deliberato dall Assemblea di Borsa Italiana del 13 aprile 2010 e approvato dalla Consob con delibera n. 17302 del 4

Dettagli

Piano degli investimenti finanziari - 2016 art.3, comma 3, del decreto legislativo 30 giugno 1994, n. 509

Piano degli investimenti finanziari - 2016 art.3, comma 3, del decreto legislativo 30 giugno 1994, n. 509 Piano degli investimenti finanziari - 2016 art.3, comma 3, del decreto legislativo 30 giugno 1994, n. 509 Piano strategico di investimento e di risk budgeting art. 4.3 e art. 7.4 del Regolamento per la

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.p.A I N D I C E

REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.p.A I N D I C E REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.p.A Deliberato dall Assemblea di Borsa Italiana del 10 settembre 2009 e approvato dalla Consob con delibera n. 17026 del 7 ottobre 2009

Dettagli

First Atlantic RE SGR S.p.A. approva il rendiconto di gestione del Fondo Atlantic 2 - Berenice al 30 settembre 2009

First Atlantic RE SGR S.p.A. approva il rendiconto di gestione del Fondo Atlantic 2 - Berenice al 30 settembre 2009 COMUNICATO STAMPA First Atlantic RE SGR S.p.A. approva il rendiconto di gestione del Fondo Atlantic 2 Berenice al 30 settembre 2009 Milano, 28 ottobre 2009 Il Consiglio di Amministrazione di First Atlantic

Dettagli

dei Mercati Organizzati e Gestiti da Borsa Italiana S.p.A

dei Mercati Organizzati e Gestiti da Borsa Italiana S.p.A 3 OTTOBRE 2011 Regolamento dei Mercati Organizzati e Gestiti da Borsa Italiana S.p.A Deliberato dall Assemblea di Borsa Italiana del 28 giugno 2011 e approvato dalla Consob con delibera n. 17904 del 25

Dettagli

MAC: UN NUOVO MODO PER FAR CRESCERE L IMPRESA

MAC: UN NUOVO MODO PER FAR CRESCERE L IMPRESA MAC: UN NUOVO MODO PER FAR CRESCERE L IMPRESA www.mercatoalternativocapitale.it Milano, 29 Gennaio 2008 0 MAC: UNA NUOVA SOLUZIONE COSTRUITA SU MISURA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE Il MAC : Legame con

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli