Spagna: una legge da migliorare

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Spagna: una legge da migliorare"

Transcript

1 Spagna: una legge da migliorare Con l entrata in vigore del nuovo Gaming act (legge 13/2011), che definisce il quadro normativo delle attività di gioco nelle sue diverse forme, per garantire la tutela dell ordine pubblico, la lotta contro le frodi e tutelare i diritti dei partecipanti ai giochi, la spagna si è posta all avanguardia nella disciplina del gioco telematico in tutti i suoi aspetti. L iter parlamentare della nuova legge è stato abbastanza rapido, tenendo conto che la prima bozza del testo era stata approvata in febbraio. successivamente, ha subito numerosi cambiamenti, per gli emendamenti proposti dai vari gruppi politici e, nella fase finale, dal senato, che hanno contribuito a disegnare un quadro normativo più chiaro e competitivo. inoltre, la legge 13/11 è mirata a creare un ambiente di gioco online ben definito, in cui sia gli utenti che gli operatori hanno precisi diritti e obblighi da rispettare. va sottolineato a tal proposito che tutti gli operatori stranieri di betting online che hanno recentemente invaso la spagna si erano garantiti l immunità grazie al fatto di risiedere fuori dai confini iberici. e il discorso vale, a maggior ragione, per i casinò offshore. n. 16 del 25 febbraio, era necessario un intervento di modifica che tenesse conto dell avvento dei servizi di gioco interattivo via internet, che hanno cambiato radicalmente la concezione tradizionale del gioco. Per molti anni, in effetti, il regime giuridico del settore ha subito pochi cambiamenti. tuttavia, recentemente, a causa della comparsa delle scommesse e del gioco via internet, la dottrina della Corte di Giustizia dell Unione europea ha sottolineato la necessità di un offerta di gioco dimensionata. Parallelamente a questo processo di cambiamento, sono apparsi sul mercato del gioco nuovi attori, per i quali la legislazione vigente non fornisce una risposta adeguata. e la mancanza di strumenti legislativi adeguati a rispondere ai quesiti posti dalla nuova situazione di mercato, ha generato nel settore il bisogno di nuovi supporti normativi, atti per l appunto a garantire certezza giuridica sia agli operatori che agli utenti, senza dimenticare focus La legge 13/2011 introduce disposizioni più precise per controllare il mercato e tutelare i giocatori ma sembra favorire i giochi statali Lae e Once e limitare l online, sostenendo gli operatori stranieri Le tabelle inserite nel servizio sono state cortesemente fornite dall Associazione COFAR che si ringrazia per la collaborazione. A cura di Marco Cerigioni secondo quanto affermato dalla Camera in una propria nota stampa, poiché la legalizzazione del gioco d azzardo è avvenuta nel 1977, col regio decreto legge rivista italiana dell automatico settembre

2 focus Spagna: una legge da migliorare l essenziale tutela dei minori e delle persone che hanno volontariamente richiesto di essere esclusi dal gaming, nonché la tutela dell ordine pubblico e la prevenzione dei fenomeni del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo. determinante, per abbreviare la tempistica dell emanazione del Gaming act, l accordo raggiunto dai tre principali partiti politici PSOE, PP e CiU, anche se in effetti, da parte del PP, c è qualche remora, legata soprattutto alla fretta con cui si è arrivati al traguardo, che lascerebbe spazio a qualche cono d ombra. il membro del PSOE Gloria Rivero ha affermato che la legge sul gioco andrà a colmare l attuale vuoto normativo, in quanto non vi è alcuna norma che regola il gioco online in spagna; inoltre servirà a dare un impulso positivo al settore e a fornire agli utenti una offerta più attraente e sicura di divertimento. il deputato del PP Antonio Gallego, ha invece posto l accento sul fatto che non ha senso che i bookmakers online possano operare in spagna senza pagare le tasse, grazie al fatto che non c era alcuna legge che disciplinasse la loro attività. il governo ha aggiunto Gallego con tono polemico ha accelerato l adozione della legge per limitare l elevatissimo deficit pubblico della spagna, introducendo nuove tasse e privatizzando il 30% delle lotterie di stato. ma a mio avviso si illude di poter vendere le galline dalle uova d oro. il PP dedicherà particolare attenzione alle norme di attuazione di questa legge, perché ritiene che alcune questioni come il ritorno alle scommesse sportive non siano state adeguatamente affrontate. soddisfatto, al contrario, il deputato ciu al congresso, Josep Sánchez Llibre: Questa legge darà dei vantaggi soprattutto alle comunità autonome, perché gran parte delle nuove imposte stabilite andrà a loro. Tassazione comparativa SPAGNA FRANCIA ITALIA S/ DROP S/ WIN S/ DROP S/ DROP S/ WIN Scommesse Sportive Parimutuel 22,0% 8,5% 4,5% Scommesse Sportive non Parimutuel 25,0% 8,5% 4,5% Scommesse Ippiche Parimutuel 15,0% 15,5% 20,0% Scommesse Ippiche non Parimutuel 25,0% 15,5% 4,5% Altre Scommesse Parimutuel 15,0% N/A 20,0% Altre Scommesse non Parimutuel 25,0% N/A 20,0% Raffles 20,0% N/A 38,0% Concorsi 20,0% N/A 20,0% Altri giochi (Roulette, blackjack ) 25,0% N/A 20,0% Combinazioni casuali 10,0% N/A 33,8% Poker 25,0% 2,0% 3,0% + 0,1% del drop! 84 rivista italiana dell automatico settembre 2011

3 Radiografia della nuova legge spagnola come è noto, le 17 comunità autonome spagnole hanno sempre avuto ampia libertà nel disciplinare le attività di gioco nel proprio territorio. la nuova legge, quindi, ha lo scopo di armonizzare le norme inerenti il gioco online, la cui attività naturalmente va oltre i confini di ciascuna regione. ciò non toglie, però, che ogni autonomia manterrà un forte potere decisionale sulla regolamentazione e il controllo nel proprio territorio. la legge 13/11 include tutte le forme di gioco che si svolgono attraverso strumenti elettronici: internet, televisione, telefoni cellulari e qualsiasi altro sistema di comunicazione interattiva. inoltre, disciplina la distribuzione delle lotterie gestite dai monopolisti Once e Lae. altri aspetti toccati dalla legge sono la pubblicità, la promozione e la sponsorizzazione concernenti attività di gambling (lotterie, scommesse, concorsi, giochi occasionali e transnazionali, inclusi quelli organizzati fuori dalla spagna ma riferiti al mercato spagnolo); in particolare è stata proibita qualsiasi forma di supporto ad operatori che non siano in possesso di regolare licenza. le inserzioni pubblicitarie e le sponsorizzazioni svolte dai media in questo campo saranno soggette ad ulteriori autorizzazioni, che saranno disciplinate da un regolamento d attuazione. Poiché la legge prescrive che tutte le forme di gioco da essa non menzionate sono illegali, le scommesse live e il bingo dovrebbero essere considerati come tali, in linea di principio. ma questo ovviamente si scontra con una realtà consolidata, per la quale in molte regioni questi prodotti sono legali, sia pur nel loro ristretto ambito. uno degli aspetti fondamentali della legge 13/11 è che i monopolisti delle lotterie, Once e Lae entrambi di proprietà statale non saranno soggetti al regime fiscale e alle condizioni amministrative cui devono sottostare gli operatori privati nuovi entranti. in pratica, ed è forse superfluo sottolinearlo once e lae godono di una posizione assolutamente privilegiata, tanto che il Garante della concorrenza ha manifestato preoccupazioni circa il fatto che una situazione del genere possa scontrarsi con il diritto comunitario, considerato l impatto che ciò avrà sul piano della concorrenza. Perciò, l autorità si è raccomandata che queste particolari disposizioni vengano riviste, anche perché a breve il 30% del capitale della lae finirà nelle mani dei privati. Segmenti dell'industria del gioco Incassi 2010 (win, milioni di euro) Regolato ONLINE LAE ONCE CASINOS BINGOS SALONES HOSTELERIA rivista italiana dell automatico settembre

4 focus Spagna: una legge da migliorare Diritti dei partecipanti al gioco Ottenere informazioni chiare e veritiere circa le regole del gioco al quale desiderano partecipare. Riscuotere i premi ottenuti nel tempo e nella forma stabiliti in conformità alla normativa specifica di ogni gioco. Possibilità dell operatore di avanzare alla commissione nazionale del Gioco i reclami contro le decisioni che ledano i suoi interessi. Giocare liberamente, senza coercizioni o minacce provenienti da altri giocatori o di qualsiasi altra persona terza. Conoscere in qualsiasi momento l importo giocato o scommesso, così come, in caso si disponga di un conto di utilizzo aperto presso l operatore di gioco, a conoscerne il saldo. A identificarsi in modo sicuro mediante il documento nazionale di identità, passaporto o documento equivalente o mediante un sistema di firma elettronica riconosciuta, così come alla protezione dei suoi dati personali, secondo quanto previsto dalla legge organica15/1999, del 13 dicembre, sulla Protezione dei dati Personali e successive modificazioni. Conoscere l identità dell operatore di gioco, soprattutto nel caso di giochi telematici, così come a conoscere, nel caso di reclami o possibili infrazioni, l identità del personale che interagisce con i partecipanti. ricevere informazioni sul Gioco Responsabile. Chi non può partecipare al gioco Minori di età o dichiarati incapaci legalmente o da una sentenza giuridica, in accordo con quanto stabilito dalla normativa civile. le persone che abbiamo chiesto volontariamente che venga loro vietato il gioco o coloro ai quali sia stato vietato da una sentenza definitiva. Gli azionisti, proprietari, partecipati o titolari dell operatore di gioco, il personale di direzione e gli impiegati direttamente coinvolti nello sviluppo dei giochi, così come coniugi o persone conviventi, ascendenti e discendenti di primo grado, riguardo ai giochi da essi gestiti, indipendentemente dal fatto che la partecipazione sia diretta o indiretta, attraverso terze persone fisiche o giuridiche. Sportivi, allenatori o altri partecipanti diretti nel caso di attività sportiva su cui sia prevista la scommessa. I funzionari degli enti sportivi partecipanti o organizzatori di eventi o attività sportive su cui si realizza la scommessa. Giudici o arbitri che esercitino le loro funzioni negli eventi sportivi oggetto di scommessa il Presidente, i consiglieri e i direttori della Commissione Nazionale del Gioco, così come co- I punti chiave della nuova legge sebbene non sia dedicata esclusivamente 1. all online, questa legge passa soprattutto per essere quella che giunge finalmente a disciplinare lo svolgimento del gioco telematico in spagna. chiunque voglia operare nel regno, comprese le aziende straniere, dovrà dotarsi di apposita licenza. Gli operatori telematici avranno l obbligo di utilizzare siti registrati.es, così da rafforzare la sorveglianza e il controllo da parte delle autorità spagnole. oltre alla comisión nacional del Juego, preposta alla supervisione degli operatori e delle 2. licenze, è istituito il consejo de Políticas del Juego, che si occuperà non solo dell online, ma anche dei casinò, dei bingo e degli apparecchi da gioco: si tratta di un organo collegiale che assicura la partecipazione delle comunità autonome nelle attività di regolamentazione. Gioco responsabile agli operatori viene 3. chiesto di sviluppare misure per minimizzare gli effetti nocivi del gioco d azzardo online, assistere le fasce di popolazione a rischio, evitare che vi abbiano accesso i minori, promuovere atteggiamenti di gioco moderato, non compulsivo e responsabile; la legge non ha relazione con le lotterie di 4. stato, né coi i giochi della once. Perciò, tutte le entrate da essi derivanti sono di pertinenza dello stato, il quale li utilizza in buona parte per il sostegno delle attività di assistenza rivolte ai disabili. tra le novità, l introduzione del regime che consente alle squadre di calcio di portare sul rivista italiana dell automatico settembre 2011

5 niugi o persone conviventi, ascendenti e discendenti di primo grado, e a tutto il personale della commissione nazionale del Gioco che abbiano funzioni di ispezione e controllo. Licenze a tutti gli operatori che forniscono servizi sul territorio spagnolo sarà richiesto di ottenere la relativa concessione o autorizzazione, concessa dalla Comisión Nacional del Juego (CNJ). sono stati introdotti due tipi di licenze, generale e singola, a cui si affiancano i permessi per attività occasionali. tali licenze non sono trasferibili e sono subordinate al pagamento delle tasse amministrative. Licenze generali le licenze generali sono un prerequisito per entrare sul mercato e sono necessarie per gestire scommesse, lotterie, concorsi e altri giochi. tali licenze sono valide per 10 anni e rinnovabili per ulteriori 10 anni, attraverso un procedimento amministrativo che sarà a disposizione solo ogni 18 mesi. le procedure saranno soggette alle specifiche approvate dal ministero del tesoro e dell economia, sulla base dei seguenti criteri: l esperienza degli operatori, la loro solvibilità economica, il possesso di un adeguato capitale sociale. insieme alla domanda di iscrizione, il richiedente deve allegare un piano operativo che tenga conto dei principi del Gioco Responsabile, della formazione dei dipendenti, dei canali di distribuzione adottati, del design del gioco, ecc. il numero delle licenze da rilasciare è inizialmente illimitato. Però la cnj ha il potere di limitare la concessione della licenza generale ad alcuni tipi di gioco, per motivi di interesse pubblico, di tutela, protezione dell infanzia e prevenzione della dipendenza dal gioco; in tal caso la licenza non sarà automaticamente rinnovabile. Gli operatori autorizzati dovranno operare esclusivamente attraverso siti.es e indirizzare a questi siti tutte le connessioni effettuate dalla spagna o utilizzando accounts spagnoli. altro aspetto importante è che solo le società di diritto spagnolo, nella forma di sociedad anónima possono essere qualificate come operatori di gioco. le imprese appartenenti ad altri Paesi ue devono avere una rappresentanza permanente in spagna. le maglie i marchi di operatori di sports betting, che entrerà in vigore il 1 gennaio in effetti, diversi club spagnoli già da tempo usufruiscono di tali sponsorizzazioni, ma questa prassi è stata messa in discussione da codere, che ha presentato ricorso in tribunale per contestare la sponsorizzazione del real madrid da parte della Bwin, in quanto ai vecchi operatori di gioco non era consentito fare alcun investimento in tal senso. una percentuale della raccolta ottenuta dai 6. bookmaker ippici e sportivi sarà destinata al finanziamento dello sport. Per quanto riguarda le imposte, si conferma 7. che il ricavato andrà per intero alle comunità autonome, ad eccezione di quanto deriva dalle lotterie, che andrà allo stato. non ci sono altre specifiche, tranne quella che gli operatori devono essere in regola con i propri obblighi fiscali per poter ottenere la licenza. su questo aspetto è sorta la polemica da parte degli operatori di gioco tradizionale, perché avevano chiesto che quelli dell online pagassero le tasse anche per gli anni in cui avevano operato ai margini della legge. tuttavia, ciò non sarebbe stato possibile in base all articolo 10.2 della legge Generale tributaria (ley 58/2003), per la quale le norme tributarie non possono avere effetto retroattivo. c è tempo fino al 1 gennaio 2012 per modificare la propria posizione in base ai nuo- 8. vi termini di legge, comprese le attività promozionali e pubblicitarie. la legge però non prevede sanzioni per i mezzi di comunicazione che pubblicizzino scommesse illegali (questo era uno dei punti che avevano sollevato più ire, visto che alcuni mezzi di comunicazione avevano addirittura detto che avrebbero licenziato del personale per far fronte alle sanzioni). rivista italiana dell automatico settembre

6 focus Spagna: una legge da migliorare inoltre, sono previsti controlli sulla solvibilità degli operatori, che vieta la concessione di licenze o autorizzazioni a coloro che non abbiano atteso a taluni obblighi fiscali e non forniscano adeguate garanzie sul piano della sicurezza sociale. Licenze singole sono necessarie per ogni tipo di gioco che si intende offrire ed hanno una durata da 1 a 5 anni. il ritiro di una licenza generale comporta anche quello di ogni licenza singola ad essa collegata. ad uno specifico regolamento d attuazione sarà demandato il compito di stabilire la procedura attraverso la quale la cnj può accettare la documentazione già presentata da operatori ue ai rispettivi Paesi al fine di ottenere analoghe licenze. Permessi Possono inoltre essere concessi dei permessi per attività occasionali. Omologazione delle apparecchiature le apparecchiature elettroniche devono essere approvate dalla CNJ. la legge non obbliga gli operatori ad avere i server in spagna, ma richiede solo la presenza di una gambling central unit (game server) che possa essere controllata dalla Spagna. eventualmente la Gambling commission può richiedere che una seconda unità (ad es. una copia del server di gioco) sia collocata in spagna, sempre ai fini della verifica e del controllo. va osservato però che tale misura può dar luogo ad una permanenza stabile dell operatore in terra spagnola e quindi all applicazione del relativo regime fiscale, anche se la struttura principale e il personale sono tutti al di fuori della spagna. Regime fiscale mentre in precedenza tutte le forme di gambling online erano tassate in ragione del 5% del turnover, ora è stata introdotta, in molti casi, la tassa sugli incassi netti, che varia in base alla tipologia di prodotto, come di seguito riportato: scommesse sportive parimutuel (totalizzatore) : 22% delle entrate lorde (turnover). scommesse sportive quota fissa: 25% delle entrate nette (turnover meno premi). scommesse sportive incrociate: 25% delle entrate nette (turnover meno premi). scommesse ippiche parimutuel : 15% delle entrate lorde (turnover). scommesse ippiche quota fissa: 25% delle entrate nette (turnover meno premi). altre scommesse pari-mutuel : 15% delle entrate lorde (turnover). altre scommesse quota fissa: 25% delle entrate nette (turnover meno premi). altre scommesse incrociate: 25% delle entrate nette (turnover meno premi). riffe: 20% delle entrate lorde (turnover). Quelle di dichiarata utilità pubblica o benefica pagheranno il 7% della stessa base imponibile. concorsi: 20% delle entrate lorde (turnover). altri giochi: 25% delle entrate nette (turnover meno premi). Giochi aleatori con finalità pubblicitarie e promozionali: 10% dell imponibile. Le regioni autonome possono elevare del 20% massimo la tassa I cambiamenti subiti dalla bozza della legge prima dell approvazione come abbiamo detto all inizio, tanto alla camera quanto al senato la bozza della legge 13/11 ha subito numerosi cambiamenti, in senso migliorativo, che di seguito si riassumono: il cambio da un procedimento di gara ad una procedura amministrativa per l assegnazione delle licenze generali, che ha praticamente reso illimitato il numero dei potenziali operatori; la richiesta di operare solo con siti.es ; l inclusione dei giochi del poker e della roulette tra quelli previsti dalla legge; l introduzione di un periodo di transizione ai contratti di pubblicità e di sponsorizzazione in essere; assegnazione ai club di calcio di parte dei proventi di tassazione; sospensione del regime sanzionatorio fino al rilascio della prima licenza o entro il 1 gennaio 2012; il condizionamento dell assegnazione delle licenze generali al rispetto degli obblighi fiscali; la definizione dei responsabili in solido per il pagamento delle tasse. 88 rivista italiana dell automatico settembre 2011

7 CANALE OFFLINE Evoluzione Unità P Casinó % sobre año ,4% 2,4% 2,4% 2,4% Sale Bingo % sobre año ,4% -5,6% -11,8% -21,2% AWP Horeca % sobre año ,8% -3,9% -7,0% -11,6% Sale Giochi % del ,8% 12,5% 6,9% 1,5% sulle attività svolte dagli operatori con residenza fiscale nel loro territorio. Questo aumento sarà applicato esclusivamente sulla quantità di denaro scommessa da coloro che risiedono nella regione corrispondente. le attività soggette ad una tassa sul gioco d azzardo sono esenti Iva. tale esenzione però non estende ai servizi di gestione e alle altre operazioni accessorie non soggette ad imposta sul gioco d azzardo, con l eccezione dei servizi di gestione per il bingo a terra. un ulteriore tassa amministrativa, pari all 1% del fatturato dell operatore, è stata istituita per il finanziamento della cnj, con pagamento su base annua. Tasse amministrative sono sottoposti a tassazione: a) il rilascio di certificati di immatricolazione (20 euro); b) il rilascio di valutazioni di conformità di sistemi di gioco ( euro); c) l iscrizione nel registro Generale delle licenze di Gioco (2.500 euro); d) la richiesta di licenze e autorizzazioni (per ogni licenza e per ogni autorizzazione 100 euro); e) le attività di ispezione e verifica tecnica che vengano stabilite, a carattere obbligatorio (5.000 euro); f) le azioni normative adottate dalla cnj su attività di gioco sviluppata da operatori abilitati e soggette alla supervisione di questo ente, destinate a coprire i costi della citata commissione. 1 per mille delle entrate lorde dell attività. È opportuno sottolineare che saranno responsabili in solido per il pagamento degli obblighi fiscali: chi offre, con qualsiasi mezzo, giochi d azzardo, per i consumatori con residenza fiscale in spagna; chi trae profitto dalle attività di gioco, a prescindere dal territorio da cui i servizi vengono resi fornire servizi di gioco d azzardo e dal fatto che siano in possesso o meno di autorizzazione; i fornitori di servizi di connettività (isp e isss) le cui infrastrutture si presume ragionevolmente che siano in uso o dedicate appositamente alle attività di gioco d azzardo regolamentato dalla legge, o a disposizione di operatori non autorizzati. a tale scopo la cnj istituisce un registro pubblico online per permettere a chiunque di verificare se un certo operatore sia in possesso della licenza generale. Autorità preposte le tre principali autorità di regolamentazione dell industria di gioco sono il Ministero dell Economia e del Tesoro, che si occupa, tra l altro, di emanare le regole di ciascun gioco, seguendo i criteri stabiliti dal consiglio per il controllo la Comisión Nacional del Juego (CNJ), che gestisce l assegnazione delle licenze, regola il corretto funzionamento del mercato, risolve le controversie tra operatori e garantisce la tutela degli interessi generali; il Consejo de Políticas del Juego (CPJ) che è sostanzialmente un forum che indirizza e coordina le azioni intraprese a livello regionale e nazionale. la CNJ ha altresì il compito di sanzionare gli operatori che commettano eventuali violazioni. Per esempio, la fornitura del servizio senza licenza può essere oggetto di una sanzione che va da 1 m a 50 ; può inoltre disporre la revoca della licenza o la sospensione per un periodo massimo di quattro anni, così come la chiusura della piattaforma per la fornitura dei servizi. alla cnj erano stati assegnati ulteriori poteri nelle bozze di legge precedenti, ma il suo ruolo è stato poi circoscritto per consentire la partecipazione delle regioni autonome attraverso il CPJ. Transizione la legge stabilisce la validità dei contratti di sponsorizzazione e di pubblicità nel settore sportivo stipulati prima del 1 gennaio 2011, fino al rilascio della prima licenza o al massimo sino al 1 gennaio 2012; tale termine ultimo è fissato anche per la sospensione del regime sanzionatorio applicato agli operatori attualmente in attività. i suoi poteri saranno esercitati dalla direzione Generale del Gambling istituita presso il ministero dell economia. rivista italiana dell automatico settembre

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB TITOLO I: IL CLUB DEI MIGLIORI NEGOZI DI OTTICA IN ITALIA. Il Club dei migliori negozi di ottica in Italia è costituito dall insieme delle imprese operanti nel campo del commercio dell ottica selezionate

Dettagli

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza. Condizioni di utilizzo aggiuntive di Acrobat.com Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza. SERVIZI ONLINE ADOBE RESI DISPONIBILI SU

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 2 INDICE PREMESSA 1. ADEMPIMENTI 1.1 Enti del volontariato 1.2

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Gli stranieri in Italia

Gli stranieri in Italia Gli stranieri in Italia E straniero, evidentemente, chi non è cittadino italiano. Tuttavia, nell epoca della globalizzazione questa definizione negativa non è più sufficiente per identificare le regole

Dettagli

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 430, 26 OTTOBRE 2001, CONCORSO A PREMI PIMP MY TEMPO 2.0

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 430, 26 OTTOBRE 2001, CONCORSO A PREMI PIMP MY TEMPO 2.0 REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 430, 26 OTTOBRE 2001, CONCORSO A PREMI PIMP MY TEMPO 2.0 PROMOSSO DALLA SOCIETA SCA HYGIENE PRODUCTS SPA Via XXV Aprile, 2 55011 ALTOPASCIO (LU) PIVA 03318780966 REA 186295 SOCIETA

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

dei cosiddetti ambienti dedicati

dei cosiddetti ambienti dedicati In risposta ad una richiesta di Sapar e con una propria circolare del 7 settembre l Amministrazione ha chiarito i vari dubbi interpretativi sugli ambienti dedicati introdotti dal Decreto del 22 gennaio

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773.

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773. Modulo di segnalazione certificata di inizio attività per la somministrazione di alimenti e bevande all' interno dei circoli privati da presentare in carta libera Spazio per apporre il timbro di protocollo

Dettagli

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE Le immobilizzazioni immateriali sono caratterizzate dalla mancanza di tangibilità

Dettagli

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio Aprile 2011 INDICE 1. ACCESSO ALLA PROCEDURA... 1 2. INSERIMENTO DATI...

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

Sezione A1) da compilare in caso di società, ente anche pubblico, fondazione, trust:

Sezione A1) da compilare in caso di società, ente anche pubblico, fondazione, trust: DICHIARAZIONE AI SENSI E PER GLI EFFETTI DEL D. LGS. N. 231 DEL 21 NOVEMBRE 2007 IN TEMA DI ANTIRICICLAGGIO MODULO DI IDENTIFICAZIONE E DI ADEGUATA VERIFICA DELLA CLIENTELA (AI SENSI DEGLI ARTT. 18 E 19

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

DICHIARAZIONE DELLA FRANCIA

DICHIARAZIONE DELLA FRANCIA Consiglio dell'unione europea Bruxelles, 17 aprile 2015 (OR. fr) Fascicolo interistituzionale: 2013/0025 (COD) 7768/15 ADD 1 REV 1 NOTA PUNTO "I/A" Origine: Destinatario: Oggetto: Segretariato generale

Dettagli

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Spett.le ACSM-AGAM S.p.A. Via P. Stazzi n. 2 22100 COMO CO Oggetto: Dichiarazione sostitutiva in merito al possesso dei requisiti di ordine generale prescritti dall

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * *

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * Al fine di fornire un pratico vademecum sugli adempimenti necessari

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

NEUTROMED - TI DÀ UNA MANO

NEUTROMED - TI DÀ UNA MANO codice manifestazione: 14/011 REGOLAMENTO DEL CONCORSO A PREMI DENOMINATO: NEUTROMED - TI DÀ UNA MANO Promosso da HENKEL ITALIA S.p.A. Divisione Cosmetica Soggetto Promotore HENKEL ITALIA S.p.A. Divisione

Dettagli

- - - - - - - - - - - - 1 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AFM S.p.A. Sede Legale in Bologna, Via del Commercio Associato n. 22/28 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

MODULO DI CANDIDATURA

MODULO DI CANDIDATURA MODULO DI CANDIDATURA Gentile Signora/Egregio Signore, troverà in allegato la candidatura di [nome del fornitore di servizi] in risposta all invito a manifestare interesse relativo ai fornitori di dati

Dettagli

RISOLUZIONE N. 10/E. OGGETTO: Interpello Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Attività consultoriale a pagamento - Qualificazione ONLUS.

RISOLUZIONE N. 10/E. OGGETTO: Interpello Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Attività consultoriale a pagamento - Qualificazione ONLUS. RISOLUZIONE N. 10/E Direzione Centrale Normativa Roma, 23 gennaio 2015 OGGETTO: Interpello Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Attività consultoriale a pagamento - Qualificazione ONLUS. Con l interpello

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI IN INTERNET

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI IN INTERNET DICHIARAZIONE DEI DIRITTI IN INTERNET Testo elaborato dalla Commissione per i diritti e i doveri in Internet costituita presso la Camera dei deputati (Bozza) PREAMBOLO Internet ha contribuito in maniera

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

IL TRIBUNALE DELLE IMPRESE. Dalle Sezioni Specializzate della proprietà p industriale e intellettuale alle Sezioni Specializzate dell Impresa.

IL TRIBUNALE DELLE IMPRESE. Dalle Sezioni Specializzate della proprietà p industriale e intellettuale alle Sezioni Specializzate dell Impresa. Milano, 16 aprile 2012 CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA UFFICIO DEI REFERENTI PER LA FORMAZIONE DECENTRATA DEL DISTRETTO DI MILANO LE RECENTI NOVITA' NORMATIVE E IL LORO IMPATTO SUL MONDO DELLA GIUSTIZIA:

Dettagli

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto Mini Guida Lotta alle frodi nella RC Auto Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LOTTA ALLE FRODI NELLA RC AUTO Le frodi rappresentano un problema grave per il settore della

Dettagli

IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI

IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI DAGLI AMATORI AI PROFESSIONISTI DI FATTO ATTRAVERSO LO STUDIO DELLE SOCIETÀ CALCISTICHE a cura di MATTEO SPERDUTI 2 0 1 5 INDICE ACRONIMI E ABBREVIAZIONI......

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE 28.12.2006 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 379/5 REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE del 15 dicembre 2006 relativo all applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti d

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT Perché l'ue disciplina gli appalti pubblici? La disciplina degli appalti fa parte degli obiettivi del mercato interno. Si

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI La Repubblica Italiana ed il Regno dell Arabia Saudita desiderando intensificare

Dettagli

OMAGGI, PRANZI, INTRATTENIMENTO, VIAGGI SPONSORIZZATI E ALTRI ATTI DI CORTESIA

OMAGGI, PRANZI, INTRATTENIMENTO, VIAGGI SPONSORIZZATI E ALTRI ATTI DI CORTESIA OMAGGI, PRANZI, INTRATTENIMENTO, VIAGGI SPONSORIZZATI E ALTRI ATTI DI CORTESIA Le presenti Linee Guida si applicano ad ogni amministratore, direttore, dipendente a tempo pieno o parziale, docente, esterno

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO nota tecnica ACCREDITAMENTO DELLE INIZIATIVE DI FORMAZIONE A DISTANZA Sommario 1. Iniziative

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale La par condicio Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale Par condicio fonti normative Legge 515/93 (Disciplina delle campagne elettorali per l elezione alla Camera dei

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI Soggetto delegato #WHYILOVEVENICE PROMOSSO DALLA SOCIETA BAGLIONI HOTELS SPA BAGLIONI HOTELS S.P.A. CON

Dettagli

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI Luca Menini, ARPAV Dipartimento di Vicenza via Spalato, 14-36100 VICENZA e-mail: fisica.arpav.vi@altavista.net 1. INTRODUZIONE La legge 447 del 26/10/95 Legge

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU PROMOSSO DALLA SOCIETA SCA HYGIENE PRODUCTS SPA Via XXV Aprile, 2 55011 ALTOPASCIO (LU) PIVA 03318780966 REA 186295 AREA:

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ Stagione Sportiva 2014/2015 Tornei organizzati da società Norme, disposizioni

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000 Testo originale 0.360.454.1 Accordo tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica italiana relativo alla cooperazione tra le autorità di polizia e doganali Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall

Dettagli

Istituzione di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE)

Istituzione di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE) Regolamento (CEE) n. 2137/85 del Consiglio del 25 luglio 1985 Istituzione di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE) EPC Med - GEIE Via P.pe di Villafranca 91, 90141 Palermo tel: +39(0)91.6251684

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

(Atti legislativi) DIRETTIVE

(Atti legislativi) DIRETTIVE 28.3.2014 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 94/1 I (Atti legislativi) DIRETTIVE DIRETTIVA 2014/23/UE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 26 febbraio 2014 sull aggiudicazione dei contratti

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

LA CARTA DEGLI INVESTIMENTI

LA CARTA DEGLI INVESTIMENTI LA CARTA DEGLI INVESTIMENTI Articolo 1 Son fissati, conformemente alle disposizioni del secondo alinea dell art. 45 della Costituzione, gli obiettivi fondamentali dell azione delo Stato, per i prossimi

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO RISOLUZIONE N. 42/E Direzione Centrale Normativa Roma, 27 aprile 2012 OGGETTO: Interpello (art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212) - Chiarimenti in merito alla qualificazione giuridica delle operazioni

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli

di seguito verrà utilizzato il termine ENTE per Certification International UK (Ltd) e SEDE LOCALE per Divulgazione e Accreditamento DeA S.r.l.

di seguito verrà utilizzato il termine ENTE per Certification International UK (Ltd) e SEDE LOCALE per Divulgazione e Accreditamento DeA S.r.l. Certification International (UK) Limited [CI UK] è un Organismo di Certificazione accreditato UKAS che fornisce i propri servizi di certificazione attraverso una rete di uffici di rappresentanza in tutto

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*)

ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*) ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*) «Rinvio pregiudiziale Articolo 99 del regolamento di procedura della Corte Politica sociale Direttiva 1999/70/CE Clausola 5 dell accordo quadro

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

LA CORRUZIONE TRA PRIVATI:

LA CORRUZIONE TRA PRIVATI: LA CORRUZIONE TRA PRIVATI: APPROFONDIMENTI In data 18 ottobre 2012, dopo un lungo iter parlamentare, il Senato ha approvato il maxi-emendamento al Disegno di Legge recante Disposizioni per la prevenzione

Dettagli

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI Tratto dalla rivista IPSOA Pratica Fiscale e Professionale n. 8 del 25 febbraio 2008 A cura di Marco Peirolo Gruppo di studio Eutekne L

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna

L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna A cura dell ABC Sardegna, ediz. rivista in ottobre 2005 L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna La Legge Nazionale 162/98 ha apportato modifiche alla legge quadro sull handicap L.104/1992, concernenti

Dettagli

PRIVACY POLICY MARE Premessa Principi base della privacy policy di Mare Informativa ai sensi dell art. 13, d. lgs 196/2003

PRIVACY POLICY MARE Premessa Principi base della privacy policy di Mare Informativa ai sensi dell art. 13, d. lgs 196/2003 PRIVACY POLICY MARE Premessa Mare Srl I.S. (nel seguito, anche: Mare oppure la società ) è particolarmente attenta e sensibile alla tutela della riservatezza e dei diritti fondamentali delle persone e

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

FAI IL PIENO DI CALCIO

FAI IL PIENO DI CALCIO REGOLAMENTO INTEGRALE DEL CONCORSO A PREMI FAI IL PIENO DI CALCIO La Beiersdorf SpA, con sede in Via Eraclito 30, 20128 Milano, promuove la seguente manifestazione, che viene svolta secondo le norme contenute

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

LO STATO E GLI ALTRI ORDINAMENTI. L ORDINAMENTO INTERNAZIONALE

LO STATO E GLI ALTRI ORDINAMENTI. L ORDINAMENTO INTERNAZIONALE LO STATO E GLI ALTRI ORDINAMENTI. L ORDINAMENTO INTERNAZIONALE L ordinamento giuridico internazionale Diritto internazionale generale e diritto internazionale particolare L adattamento del diritto interno

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI 20 ANNI SUONANO BENE

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI 20 ANNI SUONANO BENE MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI 20 ANNI SUONANO BENE 1. Soggetto promotore Società promotrice è il Consorzio Centro Nova con sede in

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

Domanda di Certificazione Fairtrade

Domanda di Certificazione Fairtrade Domanda di Certificazione Fairtrade Procedura operativa standard Valida dal: 17.09.2013 Distribuzione: pubblica Indice 1. Scopo... 4 2. Campo di applicazione... 4 2.1 Chi deve presentare domanda di certificazione

Dettagli

REGOLAMENTO CONCORSO - WIN 38/14 VINCI CON ALLIANZ 2014-2015

REGOLAMENTO CONCORSO - WIN 38/14 VINCI CON ALLIANZ 2014-2015 Concorso a Premi indetto da: Promotrice Allianz Spa Indirizzo Largo Ugo Irneri, 1 Località 34123 Trieste Codice Fiscale 05032630963 Partita iva 05032630963 REGOLAMENTO CONCORSO - WIN 38/14 VINCI CON ALLIANZ

Dettagli