Modello F24 Versamenti unificati

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Modello F24 Versamenti unificati"

Transcript

1 Manuale Operativo Modello F24 Versamenti unificati UR

2 Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo, elettronico, meccanico o altri, senza la preventiva autorizzazione di Wolters Kluwer Italia s.r.l. I manuali/schede programma sono costantemente aggiornate, tuttavia i tempi tecnici di redazione possono comportare che le esemplificazioni riportate e le funzionalità descritte non corrispondano esattamente a quanto disponibile all utente.

3 INDICE PREMESSA... 5 VERSAMENTI UNIFICATI FISCO/INPS/REGIONI... 6 Modalità di... 6 Rateizzazione... 6 FLUSSO OPERATIVO... 7 Operazioni preliminari per tutti gli utenti... 7 Gestione delega per anagrafiche non associate ad altri applicativi della procedura... 7 Gestione delega per anagrafiche esterne... 8 Gestione delega per anagrafiche già associate ad altri applicativi della procedura... 8 Gestione Delega e Abilitazione importi... 8 Parametrizzazione moduli... 8 Duplicazione Parametri delega Gestione Tabelle... 8 Abilitazione importi... 9 Stampa delega Abbinamenti versamenti annuali/periodici Gestione rate SOGGETTI IRPEF SOGGETTI IRPEG GESTIONE VERSAMENTI Dati identificativi dichiarante Ambiente di lavoro DATI GENERALI Dati annuali contribuente/da Altre informazioni/ai DEBITI/CREDITI Imposte (RF, IVA, ID, AT, CO, RE) Funzione AE - Altri Enti Previdenziali DELEGA Prospetto compensazioni/pc Visualizzazione Delega/VD Crediti residui/cr Stampa crediti residui UTILITÀ Protezione delega/pd Cancella delega/cd Manutenzione Rate/MR Scadenza delega/sd Preleva importi da applicativi/pi Personalizza Priorità /PP STAMPE Stampa ministeriale/sm Stampa simulata/ss Stampa importi/si Stampa ministeriale Stampa simulata Stampe di Utilità Stampa debiti/crediti Utilizzo crediti Storico Tributi Stampa crediti non utilizzati Rate calcolate Deleghe versate Anagrafiche compensate Compensazioni Effettuate Versamenti Effettuati PROGRAMMI DI UTILITÀ Gestione Tabelle Wolters Kluwer Italia Modello F24 - Versamenti unificati Pag. 3/31

4 Istituti bancari/dipendenze bancarie Parametri delega Stampa parametri delega Simulazione delega Stampa griglia parametri Tabelle Varie Costanti Versamenti Tributi Fisco/Regione Causali INPS-ENPALS-INPDAI Tabella Costanti di studio Codici regione Codici Sede INAIL Tabella delle priorità Gestione Lettere Estremi intestazione Parametri lettera/generica Stampa Lettera Estremi Versamento Gestione crediti Contabilizzazione crediti Conti per travaso crediti Chiusura periodo/crediti Prelievo importi delega Riservato a tecnici Esportazione Deleghe Importazione Deleghe Manutenzione Archivi Operazioni disponibili Conferma prima di proseguire Verifica struttura archivio Controllo integrità dati Ricostruzione indice archivio Ordinamento dati Conferma errore su struttura Conferma dopo aver eseguito Wolters Kluwer Italia Modello F24 - Versamenti unificati Pag. 4/31

5 PREMESSA Il nuovo software Versamenti unificati, presente nel menu Modulo Base e Varie è stato realizzato per gestire un archivio contenente tutti i dati inerenti ai versamenti delle imposte con la possibilità di intervenire, in qualsiasi momento, per inserire, variare o annullare i dati presenti, ottenendo in automatico il calcolo di ogni dato richiesto nella compilazione del nuovo modello F24. La procedura consente, oltre alla corretta compilazione del modello di, di eseguire: stampe di controllo dei dati inseriti; stampe di utilità; stampe su modulistica ministeriale; prelevamento di informazioni da altri applicativi Il prodotto può essere utilizzato sia in maniera completamente autonoma, sia integrato nella procedura, di cui a tutti gli effetti costituisce un modulo. L'abilitazione del modulo avviene mediante una chiave di attivazione subordinata alla sottoscrizione di un contratto aggiuntivo; gli utenti che non sottoscriveranno il contratto potranno comunque stampare la nuova delega dai singoli moduli (contabilità, redditi, parcellazione,..) limitatamente alle sole imposte gestite all'interno di ogni singolo applicativo, senza effettuare compensazioni. Coloro per i quali risulta abilitato l'applicativo possono stampare la delega riportante le varie imposte da versare e l'eventuale compensazione direttamente dai singoli applicativi previo utilizzo della funzione Abilita Delega Mod. F24. Wolters Kluwer Italia Modello F24 - Versamenti unificati Pag. 5/31

6 VERSAMENTI UNIFICATI FISCO/INPS/REGIONI Il modello F24 "Fisco/INPS/Regioni" consente di effettuare il unitario dei tributi e contributi. Tale modello consente di effettuare versamenti unitari di: Imposte sui redditi e ritenute alla fonte riscosse mediante diretto IVA Imposte sostitutive delle imposte sui redditi e dell'iva IRAP Addizionale regionale IRPEF Contributi previdenziali INPS Interessi in caso di pagamento rateale Modalità di Per l esecuzione dei pagamenti i contribuenti, oltre che dei contanti, possono avvalersi anche di: tecniche telematiche (remote banking) carte di credito e di debito (bancomat) assegni bancari I versamenti vengono eseguiti ai Concessionari della riscossione direttamente agli sportelli o mediante delega ad una banca autorizzata o ad uno sportello postale. I modelli di devono essere presentati anche in presenza di saldo uguale a zero (nulla da versare) Compensazione dei versamenti Le compensazioni dei versamenti riguardanti le eccedenze di imposta e di contributi indicate nella dichiarazione unificata annuale sono consentite a partire dal: 1998 alle persone fisiche 1999 alle società di persone equiparate e alle società di capitale. Le somme compensate non possono superare i 500 milioni annuali per periodo d imposta Rateizzazione Le somme dovute possono essere versate in rate mensili di uguale importo con la maggiorazione degli interessi previsti dall art. 9 del Dpr 602/73, maggiorati di un punto (attualmente è 5+1% annuo). Gli interessi, specifici per singola rata, sono a mesi interi e decorrono dal mese successivo alla scadenza fino a quello (incluso) di effettuazione del pagamento Possono essere rateizzati tutti i tributi ed i contributi ad eccezione di quelli relativi agli acconti di novembre e dicembre e l'opzione di rateizzazione va indicata in dichiarazione UNICO. Tale rateizzazione deve essere completata entro novembre, le rate devono essere consecutive e le quote capitale e le quote interessi vanno versate distintamente (codici tributo e/o causali diversi) Si avverte che la generazione delle rate viene eseguita dopo la stampa in modalità reale della I rata di. Per stampare la I rata è necessario indicare il codice 23 o 33 nel campo Scadenza delega; per le successive rate è necessario indicare il mese di le singole rate. Si avvisa che gli importi delle rate non sono visualizzabili dalla gestione dei debiti/crediti presente all'interno della scelta Gestione Versamenti. Tali rate possono solo essere stampate. Wolters Kluwer Italia Modello F24 - Versamenti unificati Pag. 6/31

7 FLUSSO OPERATIVO Per ottenere i risultati attesi con la massima affidabilità e correttezza, attivando i numerosi automatismi disponibili ed evitando operazioni inutili o ridondanti, si consiglia la sequenza operativa illustrata nei capitoli seguenti, sintetizzabile nei passi qui di seguito elencati: Operazioni preliminari per tutti gli utenti 1) Scompattare le immagini Laser mediante la scelta Installazione Aggiornamenti/Installazione Immagini Laser presente nel menu 65 Tools & Utilities /05 Aggiornamento Moduli selezionando il codice DELUNI (solo per gli utenti che utilizzano tale modalità di stampa) 2) Verificare le seguenti tabelle Tabella delle Priorità (menu Tabelle) nella quale impostare la sequenza dei crediti da utilizzare per le compensazioni dei debiti Tabella Costanti di studio (menu Tabelle) nella quale è possibile definire come devono essere utilizzati i crediti per generare le deleghe. Indicando N alla domanda proposta dal programma vengono inizialmente considerati i crediti fino a capienza dei debiti, in modo da generare le deleghe con saldo uguale a = 0. Quindi, per i debiti residui, vengono generate una o più deleghe di. Indicando S alla domanda proposta dal programma vengono considerati sia i crediti sia i debiti senza eseguire alcun controllo con la capienza dei crediti, in modo da generare le deleghe con il saldo dato dalla somma algebrica degli importi. Tabella di studio (menu Modello Unico PF Programmi di Utilità/ Tabelle). Indicare S nel campo Abilitazione importi IVS su delega unica per il riporto in fase di abilitazione dell'importo del saldo/acconto, compresa la generazione automatica del codice INPS da indicare nel modello F24, per gli artigiani, commercianti e agricoltori. Effettuare le operazioni di parametrizzazione, da eseguire una sola volta per ogni modulo differente, secondo i seguenti passi operativi Inserire i dati identificativi degli Istituti bancari interessati con il programma Istituti bancari accessibile dal menu Tabelle. Inserire i dati identificativi delle dipendenze interessate con il programma Dipendenze bancarie accessibile dal menu Tabelle. Utenti che utilizzano la modulistica cartacea in continuo Procurarsi alcuni esemplari della modulistica utilizzata dalle banche prescelte Utilizzando l'apposito programma Stampa griglia su delega accessibile dal menu Tabelle stampare sulla modulistica i punti di riferimento che faciliteranno la definizione delle coordinate dei campi di stampa sul modello. Selezionare la scelta Parametri deleghe dal menu Tabelle quindi: indicare 4 o 5 nel campo Codice Modulo, premere il tasto Duplicazione parametri sul campo Codice ABI; indicare nel campo Codice ABI di riferimento, indicare il codice ABI delle banca da utilizzare nel campo Codice Abi di destinazione, confermare il caricamento, Modificare le coordinate di stampa dei campi da compilare, rilevando la tabulazione orizzontale (n.ro di posizione dell'estremo sinistro del campo) e il posizionamento verticale relativo (cioè a partire dall'ultima riga definita). Utilizzare il programma Parametri delega accessibile dal menu Tabelle per inserire i valori rilevati. Utenti che effettuano la stampa su Laser Selezionare la scelta Parametri deleghe dal menu Tabelle quindi: indicare 4 o 5 nel campo Codice Modulo, premere il tasto Duplicazione parametri sul campo Codice ABI; indicare nel campo Codice ABI di riferimento, indicare il codice ABI delle banca da utilizzare nel campo Codice Abi di destinazione, confermare il caricamento. Gestione delega per anagrafiche non associate ad altri applicativi della procedura 1) Caricare le anagrafiche dalla scelta Gestione Versamenti attivando il tasto funzione F4 2) Impostare la la delega 3) Caricare gli importi delle varie imposte nel menu Debiti/Crediti 4) Effettuare la stampa di controllo della delega 5) Effettuare la stampa ministeriale del modello Wolters Kluwer Italia Modello F24 - Versamenti unificati Pag. 7/31

8 Gestione delega per anagrafiche esterne 1) Verificare la Tabella delle Priorità (menu Tabelle/Tabelle varie) 2) Caricare le anagrafiche 3) Impostare la la delega 4) Caricare gli importi delle varie imposte nel menu Debiti/Crediti 5) Effettuare la stampa di controllo della delega 6) Effettuare la stampa ministeriale del modello Gestione delega per anagrafiche già associate ad altri applicativi della procedura Dall'applicativo: 1) Eseguire dai singoli applicativi la funzione di Abilita delega unica presente nel menu dei versamenti che consente il riporto dei debiti/crediti nell'applicativo delega unica (per l'applicativo Unico PF/Unico SP/Unico SC è possibile eseguire il riporto utilizzando anche l'apposita funzione AI Abilita Importi Delega attiva all'interno dell'anagrafica contribuenti nel menu Utilità per la singola anagrafica selezionata). Dalla gestione delega: 1) Verificare la Tabella delle Priorità (menu Tabelle/Tabelle varie) 2) Verificare gli importi travasati nelle varie sezioni del menu Debiti/Crediti 3) Effettuare la stampa di controllo della delega 4) Effettuare la stampa ministeriale del modello. Nel caso in cui gli importi travasati dai vari applicativi non sono soggetti a rateizzazioni o compensazioni è possibile stampare la delega evitando di effettuare il punto 2. Gestione Delega e Abilitazione importi Nella gestione delle deleghe è prevista la possibilità di inserire gli importi espressi in centesimi di EURO, ne consegue che le procedure di abilitazione importi e di prelievo dagli applicativi, in modo tale che i tributi siano considerati in centesimi o all unità di Euro a seconda dell applicativo di provenienza. Parametrizzazione moduli Il gruppo WKI fornisce un modulo già parametrizzato per la stampa del modello di stampabile sui moduli forniti dalla WKI; il modello può essere riprodotto anche su stampante Laser conforme alle direttive ministeriali. Poiché ogni istituto bancario ha anche delle deleghe di personalizzate, è necessario impostarne il codice banca, il codice dipendenza e le relative descrizioni nonché fissare tutte le coordinate, mediante una griglia di parametrizzazione, dei campi nei quali dovranno essere stampate le informazioni richieste. In questo modo, l'unica operazione a carico dell'utente è quella relativa all'impostazione dell'azienda oppure all'attivazione della stampa sequenziale di tutte le aziende, previo inserimento della delega su modulo continuo della propria banca. Quest'operazione di parametrizzazione, da eseguire una sola volta per ogni modulo differente, comporta i seguenti passi operativi: 1) Definire gli istituti bancari e relative dipendenze presso cui si intendono effettuare i versamenti. 2) Inserire i dati identificativi degli Istituti bancari interessati con il programma Istituti bancari accessibile dal menu Tabelle. 3) Inserire i dati identificativi delle dipendenze interessate con il programma Dipendenze bancarie accessibile dal menu Tabelle. 4) Procurarsi alcuni esemplari della modulistica utilizzata dalle banche prescelte. 5) Utilizzando l'apposito programma Stampa griglia su delega accessibile dal menu Tabelle stampare sulla modulistica i punti di riferimento che faciliteranno la definizione delle coordinate dei campi di stampa sul modello. 6) Definire le coordinate di stampa dei campi da compilare, rilevando la tabulazione orizzontale (n.ro di posizione dell'estremo sinistro del campo) e il posizionamento verticale relativo (cioè a partire dall'ultima riga definita). 7) Utilizzare il programma Parametri delega accessibile dal menu Tabelle per inserire i valori rilevati. Duplicazione Parametri delega Gestione Tabelle E prevista la possibilità di duplicare i paramenti previsti per il Codice Modulo 9 Delega Unica ICI (Euro) Wolters Kluwer Italia Modello F24 - Versamenti unificati Pag. 8/31

9 dal codice ABI Modulo WKI su tutti gli ABI presenti in archivio. Abilitazione importi Per ottenere il corretto riporto dei valori dai vari applicativi alla procedura Versamenti Unificati occorre eseguire dai singoli applicativi la funzione di Abilita ModelloF24/Abilita importi delega presente nel menu di gestione versamenti, che consente il riporto dei debiti/crediti nell'applicativo delega unica (per l'applicativo Unico PF /Unico SP/Unico SC è possibile eseguire il riporto utilizzando anche l'apposita funzione AI Abilita Importi Delega, attiva all'interno dell'anagrafica contribuenti nel menu Utilità per la singola anagrafica selezionata). Si ricorda che la funzione di abilitazione importi può essere eseguita anche dalla scelta Delega Mod. F24 tramite la funzione PI - Preleva importi da applicativo presente nel menu Utilità. Questa procedura deve essere obbligatoriamente eseguita prima di procedere alla stampa della delega unificata oppure ogni qualvolta vengono modificati gli importi dei versamenti dai vari applicativi ad eccezione dei Modelli Unici per i quali la funzione AI - Abilita Importi Delega Unica è sufficiente eseguirla la prima volta che si desidera generare gli importi verso la delega, successivamente anche se si interviene con modifiche di dati nella dichiarazione che variano gli importi, la procedura esegue automaticamente il travaso degli stessi verso la delega F24. Durante la fase di abilitazione non vengono considerate le anagrafiche per le quali risulta già stampata la delega; per riabilitare tali anagrafiche alla stampa del modello F24 è necessario: selezionare dal menu del modulo Delega F24 indicare l'anagrafica e la Scadenza del da riabilitare indicare S alla domanda "L'ultima delega stampata trattava la stessa scadenza richiesta per la delega in trattamento. E` possibile, se si vuole, riabilitare la delega già stampata in modo da poter inserire nuovi versamenti nella stessa" selezionare dal menu Utilità la funzione PI - Preleva Importi per rieseguire il riporto dei dati dall'applicativo. La procedura di abilitazione imposte procede al prelevamento degli importi dai vari applicativi come illustrato dalla tabella sottostante. Come Scadenza delega occorre indicare: per le procedure contabili (IVA periodica e maggiore IVA) da 1 a 12 per abilitare i versamenti periodici; indicare 25 per l'acconto IVA e 26 per la maggiore I.V.A. per la dichiarazione IVA annuale 22 annuale (attualmente non abilitato) e 26 per la maggiore IVA per le procedure fiscali, solamente nel modello Unico PF, Unico SP e Unico SC (l'irap viene automaticamente riportata in quanto associata ai modelli) il codice 23 per eseguire la stampa del saldo/i rata d'acconto. In questo caso il programma esegue automaticamente le compensazioni tra debiti e crediti e genera le eventuali rate in funzione del numero indicato nel quadro X (per il modello Unico SC viene utilizzata la data di approvazione del bilancio per la determinazione della data di delle rate). L'eventuale credito residuo sarà utilizzato in seguito per compensare i versamenti periodici. Il codice 34 per l'acconto di Novembre (non ancora abilitato). per la parcellazione e il modello 770 da 1 a 12 per abilitare i versamenti periodici delle ritenute d'acconto Di seguito viene riportata la tabella di raccordo fra il campo Scadenza Delega e gli importi dei vari applicativi. Scad. Versam. Contabilità dichiar. IVA 01 GESTIONE VERSAMENTI RIGO 12 E Parcellazione DR Uniche IRAP GEST.PAG.F/G/H. Somma RITENUTE <> da 1015 che hanno il Periodo di riferimento = 12 E Esercizio = -1 Somma GEST.DOCUMENTI Somma RITENUTE <> da 1015 che hanno il Mese della data del documento = 12 E Esercizio = -1 Somma RITENUTE = 1015 per tutti i Wolters Kluwer Italia Modello F24 - Versamenti unificati Pag. 9/31

10 Scad. Versam. Contabilità dichiar. IVA 02 GESTIONE VERSAMENTI PER MENSILI RIGO 01 E PER TRIMESTRALI PARTICOLARI CON TEST CHISURA QUARTO TRIMESTRE = S RIGO 12 E GESTIONE VERSAMENTI RIGO 02 E 04 GESTIONE VERSAMENTI RIGO 03 E 05 PER I MENSILI: GESTIONE VERSAMENTI RIGO 04 E PER I TRIMESTRALI: RIGO 03 E 770 Parcellazione DR Uniche IRAP RITENUTE = 1015 per tutti i Periodi di Riferimento da 1 a 12 E Esercizio = -1 GEST.PAG.F/G/H. Somma RITENUTE <> da 1015 che hanno il Periodo di riferimento = 01 E Esercizio = GEST.PAG.F/G/H. Somma RITENUTE <> da 1015 che hanno il Periodo di riferimento = 02 E Esercizio = GEST.PAG.F/G/H. Somma RITENUTE <> da 1015 che hanno il Periodo di riferimento = 03 E Esercizio = GEST.PAG.F/G/H. Somma RITENUTE <> da 1015 che hanno il Periodo di riferimento = 04 E Esercizio = Periodi di Riferimento da 1 a 12 E Esercizio = -1 GEST.DOCUMENTI Somma RITENUTE <> da 1015 che hanno il Mese della data del documento = 01 E Esercizio = GEST.DOCUMENTI Somma RITENUTE <> da 1015 che hanno il Mese della data del documento = 02 E Esercizio = GEST.DOCUMENTI Somma RITENUTE <> da 1015 che hanno il Mese della data del documento = 03 E Esercizio = GEST.DOCUMENTI Somma RITENUTE <> da 1015 che hanno il Mese della data del documento = 04 E Esercizio = Wolters Kluwer Italia Modello F24 - Versamenti unificati Pag. 10/31

11 Scad. Versam. Contabilità dichiar. IVA 06 GESTIONE VERSAMENTI RIGO 05 E 07 GESTIONE VERSAMENTI RIGO 06 E 08 PER I MENSILI: GESTIONE VERSAMENTI RIGO 07 E PER I TRIMESTRALI: RIGO 06 E 09 GESTIONE VERSAMENTI RIGO 08 E 10 GESTIONE VERSAMENTI RIGO 09 E 770 Parcellazione DR Uniche IRAP GEST.PAG.F/G/H. Somma RITENUTE <> da 1015 che hanno il Periodo di riferimento = 05 E Esercizio = GEST.PAG.F/G/H. Somma RITENUTE <> da 1015 che hanno il Periodo di riferimento = 06 E Esercizio = GEST.PAG.F/G/H. Somma RITENUTE <> da 1015 che hanno il Periodo di riferimento = 07 E Esercizio = GEST.PAG.F/G/H. Somma RITENUTE <> da 1015 che hanno il Periodo di riferimento = 08 E Esercizio = GEST.PAG.F/G/H. Somma RITENUTE <> da 1015 che hanno il Periodo di riferimento = 09 E Esercizio = GEST.DOCUMENTI Somma RITENUTE <> da 1015 che hanno il Mese della data del documento = 05 E Esercizio = GEST.DOCUMENTI Somma RITENUTE <> da 1015 che hanno il Mese della data del documento = 06 E Esercizio = GEST.DOCUMENTI Somma RITENUTE <> da 1015 che hanno il Mese della data del documento = 07 E Esercizio = GEST.DOCUMENTI Somma RITENUTE <> da 1015 che hanno il Mese della data del documento = 08 E Esercizio = GEST.DOCUMENTI Somma RITENUTE <> da 1015 che hanno il Mese della data del documento = 09 E Esercizio = Versamenti rateali che hanno il mese di = a Giugno Versamenti rateali che hanno il mese di = a Luglio Versamenti rateali che hanno il mese di = a Agosto Versamenti rateali che hanno il mese di = a Settembre Versamenti rateali che hanno il mese di = a Ottobre Versamenti rateali che hanno il mese di = a Giugno Versamenti rateali che hanno il mese di = a Luglio Versamenti rateali che hanno il mese di = a Agosto Versamenti rateali che hanno il mese di = a Settembre Versamenti rateali che hanno il mese di = a Ottobre 11 PER I MENSILI: GEST.PAG.F/G/H. GEST.DOCUMENTI Versamenti Versamenti Wolters Kluwer Italia Modello F24 - Versamenti unificati Pag. 11/31

12 Scad. Versam. Contabilità dichiar. IVA GESTIONE VERSAMENTI RIGO 10 E PER I TRIMESTRALI: RIGO 09 E 12 PER I MENSILI: GESTIONE VERSAMENTI RIGO 11 E 22 Annuale IVA 23 Annuale Redditi 24 Acconto II rata Redditi 25 Acconto IVA PER MENSILI DICHIARAZIONE IVA RIGO H 23 PER TRIMESTRALI PER ANNUALE DICHIARAZIONE IVA RIGO H 23 GESTIONE VERSAMENTI RIGO AC E esercizio IVA = 770 Parcellazione DR Uniche IRAP Somma RITENUTE <> da 1015 che hanno il Periodo di riferimento = 10 E Esercizio = GEST.PAG.F/G/H. Somma RITENUTE <> da 1015 che hanno il Periodo di riferimento = 11 E Esercizio = Somma RITENUTE <> da 1015 che hanno il Mese della data del documento = 10 E Esercizio = GEST.DOCUMENTI Somma RITENUTE <> da 1015 che hanno il Mese della data del documento = 11 E Esercizio = rateali che hanno il mese di = a Novembre Il saldo e il I per le dichiarazioni uniche che hanno l'anno fiscale = Data ANNO di -1 I rata SE OPTATO PER LA RATEIZZAZIO NE Versamento II rata acconto IRPEF/IRPEG rateali che hanno il mese di = a Novembre I acconto I rata SE OPTATO PER LA RATEIZZAZIO NE Versamento II rata acconto Wolters Kluwer Italia Modello F24 - Versamenti unificati Pag. 12/31

13 Scad. Versam. 26 Maggiore IVA Contabilità dichiar. IVA OPPURE NELLA GESTIONE ACCONTO IVA CAMPO ACCONTO DA VERSARE E esercizio IVA = Procedura Calcolo maggiore IVA - campo IVA dovuta 770 Parcellazione DR Uniche IRAP Stampa delega La stampa della delega può essere eseguita sia dall'applicativo che dalla gestione Versamenti Unificati con il riporto di TUTTE le imposte dovute per il Mese di scadenza selezionato, ma solo se da tutti gli applicativi è stata eseguita correttamente la procedura di abilitazione importi. Fra i parametri richiesti è stato previsto il campo Estremi. Indicando S in tale campo, se selezionata la stampa in effettivo, viene riportata la modalità di e la data nei corrispondenti applicativi (l'importo del viene comunque sempre riportato). La maggiorazione relativa ai versamenti eseguiti dopo il termine di scadenza viene eseguita automaticamente dalla procedura in funzione della data di stampa. Abbinamenti versamenti annuali/periodici E' stata prevista, nella stampa delega e nella gestione versamenti, la possibilità di abbinare scadenze annuali con scadenze periodiche selezionando nel campo Mese di Scadenza i codici da 31 a 36. Esempio inserendo il codice 33 il programma richiede l'inserimento del mese di periodico che in questo caso può essere 05 oppure 06 oppure 07. Per effettuare tali abbinamenti devono necessariamente risultare abilitati tutti i periodi interessati; nell'esempio sopra citato deve quindi essere stato abilitato il codice 23 per la dichiarazione annuale redditi e i vari versamenti periodici. Gestione rate Generazione e stampa singole rate La generazione delle rate viene eseguita dopo la stampa in modalità reale della I rata di. Gli importi delle rate non sono visualizzabili dalla gestione dei debiti/crediti presente all'interno della scelta Gestione Versamenti; ma possono solamente essere visualizzate dalla funzione VD Visualizza Delega, oppure stampate mediante l'apposito tabulato presente nei Programmi di utilità. Per stampare la I rata è necessario indicare il codice 23 o 33 nel campo Scadenza delega; per le successive rate è necessario indicare il mese di le singole rate. In fase di stampa il programma procede come segue: esegue le eventuali compensazioni e identificare le imposte da versare e quindi da rateizzare per ogni singola imposta determina la relativa rata e il relativo interesse (come da controlli e calcoli sopra descritti) esegue la somma degli interessi della sezione Erario esegue la somma degli interessi della sezione Regioni. Qui di seguito esemplifichiamo scadenze e percentuali interessi. SOGGETTI IRPEF Soggetti IRPEF non titolari di partita IVA I rata 20 giugno I rata 21 luglio (con maggiorazione) rata Scadenza Interessi % scadenza Interessi Wolters Kluwer Italia Modello F24 - Versamenti unificati Pag. 13/31

14 Soggetti IRPEF non titolari di partita IVA I 20/ /07 0 II 30/ / III 31/ / IV 01/ / V 30/ / VI 31/ / VII 01/ Soggetti IRPEF titolari di partita IVA I rata 20 giugno I rata 21 luglio (con maggiorazione) rata Scadenza Interessi % scadenza Interessi I 20/ /07 0 II 16/ / III 18/ / IV 16/ / V 16/ / VI 17/ SOGGETTI IRPEG Soggetti IRPEG Termine presentazione Versamento ordinario Senza Con maggiorazione maggiorazione (0.4% ) A 1 gennaio 31 maggio 20 giugno 21 luglio B 1 giugno 29 giugno 20 giorni dalla 21 luglio presentazione C 30 giugno 20 luglio Entro 21 luglio - D Dal 21 luglio Giorno di - presentazione Soggetti IRPEG A I rata 20 giugno I rata 21 luglio (con maggiorazione) rata Scadenza Interessi % scadenza Interessi I 20/ /07 0 II 16/ / III 18/ / IV 16/ / V 16/ / B I rata entro 20 giorni dal termine I rata 20 luglio (con maggiorazione) ordinario rata Scadenza Interessi % scadenza Interessi I 20 giorno 0 21/07 0 II 1 giorno16 (I * t) / / successivo alla rata I III 16/mese II+1 Interessi II / IV 16/meseIII+1 Interessi III / V 16/meseIV+1 Interessi IV / VI 16/meseV+1 Interessi VI C I rata 20 luglio (con maggiorazione) Rata Scadenza Interessi I 21/07 0 II 18/ III 16/ IV 16/ V 17/ VI Wolters Kluwer Italia Modello F24 - Versamenti unificati Pag. 14/31

15 D I rata giorno di presentazione ordinario Rata Scadenza Interessi I Giorno presentazione 0 II 1 giorno16 successivo alla rata I (I * t) / III 16/mese II+1 Interessi II IV 16/meseIII+1 Interessi III V 16/meseIV+1 Interessi IV VI 16/meseV+1 Interessi VI Wolters Kluwer Italia Modello F24 - Versamenti unificati Pag. 15/31

16 GESTIONE VERSAMENTI La procedura consente l'inserimento e/o la variazione dei versamenti caricati dall'utente o travasati dai vari applicativi e l'elaborazione della delega per una successiva stampa di controllo o ministeriale. Questa scelta attiva un vero e proprio ambiente di lavoro specificatamente progettato per consentire la massima visibilità e operabilità sull'anagrafica selezionata. L'ambiente di lavoro in questione si sviluppa in tre sezioni nel seguito descritte dettagliatamente: Dati identificativi. Numero elementi e stato quadri. Selezione quadri e funzioni. Dati identificativi dichiarante La finestra principale della testata mantiene in evidenza i dati identificativi del contribuente in fase di elaborazione, visualizzando Codice anagrafica, Ragione Sociale e Codice fiscale. Inserimento di una nuova anagrafica Per avviare la procedura di inserimento di una nuova anagrafica è sufficiente premere il tasto funzione F4 attivo sul campo Cod. anagrafica. Il programma così attivato consente di indicare i dati anagrafici e richiede inoltre l inserimento di alcune informazioni integrative specifiche per il dettaglio delle quali si rimanda allo specifico paragrafo AI Altre Informazioni. Richiamo di un'anagrafica già gestita Per operare su un'anagrafica già attivata è invece sufficiente digitarne il codice di identificazione nel campo Cod. anagrafica in quanto tutte le anagrafiche titolari di partita IVA presenti nella procedura sono automaticamente proposte senza necessità di riconferma. Su questo stesso campo è attivo il tasto di aiuto F2 che consente di accedere all elenco dei contribuenti presenti in archivio e selezionare quella desiderata. Premendo il tasto F2 sui campi Codice fiscale e Ragione Sociale è possibile accedere all elenco alfabetico di tutte le anagrafiche presenti nel Data Base della procedura. Sul campo Codice Anagrafica risultano inoltre attivi i seguenti tasti funzione: F7 per passare da una persona fisica a una giuridica F8 per la variazione dell'anno fiscale. Funzione attiva Nella casella presente nella testata della videata di gestione dell'ambiente di lavoro a fianco dei dati identificativi del dichiarante viene visualizzato l'anno fiscale e la funzione/quadro su cui si sta lavorando. Naturalmente questa casella viene valorizzata solo dopo la selezione di un quadro/funzione, mentre risulta vuota quando si è posizionati sul menu di scelta quadri. Scadenza delega Indicare il periodo di desumendolo dall help di campo attivabile mediante il tasto funzione F2. In base al periodo selezionato è possibile visualizzare i rispettivi versamenti ed eventualmente elaborare la delega; se nel campo viene confermato il valore 00 è invece consentito l'accesso al solo menu dei Debiti/crediti per la gestione dei valori di tutti i periodi relativi all'anno di indicato. AVVERTENZA Per ogni periodo di scadenza è possibile elaborare più deleghe, ma per una corretta gestione dei crediti è consigliabile che la delega del periodo precedente a quello in trattamento sia stata stampata e quindi risulti terminata. E' possibile selezionare un singolo periodo di mensile (codici da 1 a 12) o annuale (codici da 21 a 25) oppure è possibile associare la scadenza periodica all'annuale (codici da 31 a 35). La prima volta che viene selezionata la la delega viene proposta una maschera nella quale vengono richiesti i seguenti dati: Campo Data Versamento Descrizione Inserire la data di della delega. E attivo il tasto funzione per la selezione delle imposte da considerare in fase di stampa; le opzioni Wolters Kluwer Italia Modello F24 - Versamenti unificati Pag. 16/31

17 Campo Periodi interessati Descrizione impostate la prima volta vengono mantenute anche per i periodi successivi, ma l'utente può sempre modificarli mediante la funzione SD Scadenza delega presente nel menu Utilità. Se la data di scadenza è uguale a 23 (Annuale redditi) e la data di è compresa tra il 21/6 e 20/7 il programma esegue automaticamente la maggiorazione dello 0.4%. Viene proposto lo stesso mese indicato nella Scadenza delega qualora in quest'ultimo campo venga selezionato un periodo ben definito ( mensile o annuale), mentre se nel campo Scadenza Delega viene indicato selezionato un periodo "misto" ( annuale + periodico) nei campi Periodi interessati verranno visualizzati gli effettivi periodi rientranti nel codice precedentemente selezionato. Dopo la stampa del modello di richiamando il periodo stampato viene visualizzato un messaggio che consente di : rispondendo Si è possibile rivedere ed eventuale apportare modifiche alla delega appena stampata e a tutti i versamenti precedentemente inseriti per il periodo selezionato anche se non ancora stampati. rispondendo No è possibile inserire una nuova delega per lo stesso periodo contenente imposte diverse da quelle precedentemente stampate (è possibile ottenere in questo modo deleghe separate per diverse imposte rientranti nelle stesso periodo). Attualmente non risulta più possibile visualizzare le imposte precedentemente stampate. Numero elementi e stato quadri Questa sezione è costituita da tre righi: il primo rigo contiene la sezione di della delega. Per le imposte che interessano più moduli (es. Ritenute alla Fonte) è stato necessario suddividere la gestione delle stesse in funzione dei diversi applicativi di appartenenza per il corretto riporto degli importi (es. le ritenute del 770 vengono riportate nella casella RF 770); anche i valori caricati manualmente devono essere associati al relativo applicativo. nel secondo rigo, per ogni sezione viene evidenziato il numero dei versamenti inseriti. Situazione delega Nell'apposita finestra della Situazione delega viene evidenziato lo «stato» della delega, che può assumere i seguenti significati: Elaborata: Indica lo stato di elaborazione del periodo. Viene inoltre evidenziato se è stata attivata la protezione della delega per evitare eventuali modifiche ai dati già elaborati o stampati. Selezione Per accedere a una delle sezioni, è sufficiente digitare la sigla di identificazione della sezione stessa (ad esempio CO per Contributi) oppure spostarsi con le frecce direzionali sulla sezione desiderata e premere INVIO. Oltre alla compilazione delle varie sezioni è possibile accedere direttamente anche ad altre funzioni utili per la consultazione e il completamento della delega utilizzando i menu Debiti/Crediti, Delega ed Utilità. Ambiente di lavoro In entrambi i casi, una volta specificato il codice della dichiarazione, il programma attiva il menu di selezione funzioni dettagliato in seguito. Wolters Kluwer Italia Modello F24 - Versamenti unificati Pag. 17/31

18 DATI GENERALI Dati annuali contribuente/da Viene richiesto di indicare l'ammontare del rimborso fiscale già attenuto che verrà utilizzato per il controllo del limite massimo del credito utilizzabile per la compensazione attualmente fissato a 500 milioni inoltre è previsto il campo per identificare se il contribuente è titolare o meno di Partita IVA. Altre informazioni/ai Dopo l'inserimento dei dati dell'anagrafica se il contribuente non risulta presente in nessun applicativo la funzione AI viene visualizzata in automatico. Viene richiesto l'inserimento delle banche/concessioni e la selezione delle imposte da stampare nelle deleghe. I campi richiesti sono i seguenti: Campo Natura giuridica Data bilancio approvaz. Anno di imposta non coincidente con anno solare Modalità di Codice ABI / Codice CAB Versamento da parte di erede, genitore, tutore o curatore fallimentare Descrizione Per le società viene visualizzata la natura giuridica dell'anagrafica selezionata. In caso di opzione di rateizzazione dei versamenti annuali relativi al Mod. Unico SC, la data indicata viene utilizzata per definire la data di scadenza delle singole rate. Indicare S o N. Il campo è valorizzato in automatico durante l abilitazione importi dai modello Unico Società di capitali. Indicare: B = Banca, se il delle imposte successivamente indicate viene effettuato mediante azienda di credito. C = Concessione, se il delle imposte successivamente indicate viene effettuato in concessione. U = Ufficio Postale, se il delle imposte successivamente indicate viene effettuato in posta. Tale campo, se valorizzato, può essere utilizzato come "filtro" in fase di stampa della delega. Se nel campo precedente è stato indicato B indicare rispettivamente il codice dell'azienda di credito e della dipendenza presso la quale viene effettuata la presentazione della delega. Tali campi, se valorizzati, possono essere utilizzati come "filtro" in fase di stampa della delega. Valorizzare a S nel caso in cui debba essere compilato il corrispondente campo del modello. In fase di abilitazione importi verso la delega dall unico persone fisiche è automatica nel caso in cui è compilato il campo Dichiarazione presentata da soggetto diverso dal dichiarante. Wolters Kluwer Italia Modello F24 - Versamenti unificati Pag. 18/31

19 DEBITI/CREDITI Imposte (RF, IVA, ID, AT, CO, RE) Le varie funzioni consentono il caricamento, la visualizzazione e la modifica degli importi delle varie imposte da riportare sulla delega. Nel caso in cui un'imposta è relativa a più moduli (esempio Ritenute alla Fonte), accedendo alla sezione di competenza viene richiesta la selezione dell'applicativo di appartenenza. Di seguito vengono riportati i campi più significativi delle varie sezioni. Campo Scad. R/C Compens.le Rate Tot. Nr.Rata Descrizione Se nel campo Scadenza Delega è stato indicato un periodo definito (codici da 1 a 35) è possibile visualizzare/inserire gli importi solamente per il periodo selezionato; diversamente se il campo Scadenza Delega è stato valorizzato con 00 è possibile visualizzare o inserire gli importi dei debiti/crediti di tutti i periodi. Se si è inserito un debito il programma richiede di indicare S se si intende rateizzare l importo. Se si è inserito un credito il programma richiede di indicare S se si intende utilizzare l importo per compensare eventuali debiti. Se si è inserito un debito il programma richiede di indicare S se si intende compensare l importo con un eventuale credito. Il campo è abilitato solo se R/C è uguale a S e se si è inserito un credito; in questo modo il programma richiede di indicare il mese e l anno entro il quale è possibile utilizzare tale credito. Campi per l inserimento del Numero totale delle rate prescelto e del numero della rata che si sta versando e verranno riportate in fase di stampa della delega nello spazio numero di rate prescelto (ad es. se si versa la seconda di sei rate, deve essere indicato come Rate Tot. 0206). Vengono valorizzate in automatico in fase di Abilitazione Importi per ogni singolo periodo, ma sono comunque modificabili dall'utente. Per le imposte presenti nella scelta ID vengono automaticamente generati i singoli versamenti nelle date di scadenza di ogni rata solo dopo avere stampato il modello di in definito della I rata. AVVERTENZA Le compensazioni e le rateizzazioni sono a discrezione dell utente valorizzando correttamente i campi R/C e Compens.le. Gli eventuali crediti annuali sono riportati in automatico nei periodi successivi per compensare i debiti periodici. Funzione AE - Altri Enti Previdenziali Questa funzione è costituita da tre sottoscelte: CONTRIBUTI PREVIDENZIALI INAIL CONTRIBUTI PREVIDENZIALI ENPALS CONTRIBUTI PREVIDENZIALI INPDAI Compilazione della sezione per i premi dovuti all INAIL Per l anno 1999 si versano con il modello unificato i soli premi da autoliquidazione: Il termine di pagamento e fissato al 16 FEBBRAIO. E possibile il pagamento rateale come previsto dalla legge 449/97. 1) Codice Sede: è il codice della sede dove è aperta la posizione assicurativa 2) Posizione assicurativa numero: codice numerico di riferimento del rapporto assicurativo 3) Posizione assicurativa codice di controllo: controcodice della posizione assicurativa 4) Codice operazione: codice di riferimento dell autoliquidazione (99) 5) Sottocodice operazione: sottocodice di riferimento dell autoliquidazione, il campo viene proposto uguale a 9 6) Numero di riferimento: progressivo di riferimento della richiesta cumulata regolazione e data 7) Cau = indicare la causale del 8) Importi a debito versati: importo dei premi che si versano Wolters Kluwer Italia Modello F24 - Versamenti unificati Pag. 19/31

20 9) Importi a credito compensati: importo del credito da compensare risultante dall autoliquidazione e utilizzabile entro il termine della prossima autoliquidazione. Compilazione della sezione per i contributi dovuti all ENPALS I contributi dovuti dai datori di lavoro all ENPALS debbono essere versati entro il giorno 16 del mese successivo al mese di periodo di paga. Il modello di denuncia contributiva mod. 031/R deve essere presentato entro il 25 del mese successivo a quello di periodo di paga. Codice ente: Il campo non è richiesto nella gestione in quanto viene riportato in fase di stampa del modello automaticamente valorizzato uguale al codice identificativo dell ENPALS Codice Sede: è il codice della sede dove è aperta la posizione assicurativa (vedi tabella seguente) Causale contributo: indicare i codici: CCSP per i contributi correnti dovuti per sportivi professionisti, CCLS per i contributi correnti dovuti per i lavoratori dello spettacolo Codice posizione assicurativa: numero di matricola dell impresa, composto di nove cifre, delle quali le prime 6 determinano il codice gruppo e le ultime 3 il codice di attività, cui si riferisce il ; il campo è di inserimento Periodo rif, "da" mm/aaaa: indicare il mese e l anno di competenza del modello di denuncia contributiva mod. 031/R (che deve essere presentato entro il 25 del mese successivo a quello di periodo di paga) Periodo rif, "a": nessun dato Importi a debito versati: importo dei contributi che si versano. Deve essere uguale a 0 se è valorizzata la colonna importi a credito compensato Importi a credito compensati: importo del credito da compensare risultante dal modello di denuncia contributiva in esame. Deve essere uguale a 0 se è valorizzata la colonna importi a debito versati. Si possono compensare i crediti fino al termine per la presentazione della successiva denuncia contributiva mod. 031/R TABELLA DEI CODICI SEDE S1 Saint Vincent TO Torino MI Milano VE Venezia TS Trieste GE Genova S2 Sanremo BO Bologna FI Firenze RM Roma NA Napoli BA Bari CT Catania PA Palermo CA Cagliari Compilazione della sezione per i contributi dovuti all INPDAI Il termine di della contribuzione e il 16 del mese successivo a quello di contribuzione. Codice ente: Il campo non è richiesto nella gestione in quanto viene riportato in fase di stampa del modello automaticamente valorizzato uguale al codice identificativo dell INPDAI Codice Sede: nessun dato Causale contributo: indicare i codici come da tabella seguente: Codice posizione assicurativa: numero di posizione aziendale presso l INPDAI Periodo rif: indicare l anno di inizio periodo; l anno di inizio deve sempre essere uguale all anno di fine periodo (non è consentito indicare un periodo pluriennale); per la causale SA l anno deve essere minore dell anno della data di ; per la causale SB l anno deve essere uguale a quello della data di, tranne il pagamento effettuato nel mese di gennaio per le competenze del mese di dicembre dell anno precedente. Vedi tabella seguente Periodo rif, "a": indicare il mese e l anno di fine periodo; valgono le stesse regole della colonna precedente Importi a debito versati: importo dei contributi che si versano. Deve essere uguale a 0 se è valorizzata la colonna importi a credito compensato Importi a credito compensati: importo del credito da compensare risultante dal modello di denuncia contributiva in esame. Deve essere uguale a 0 se e valorizzata la colonna importi a debito versati Utilizzo righi di imposte diverse AVVERTENZA Si avverte che nel caso in cui i righi non risultino sufficienti e si intende utilizzare altri righi di competenza di altre imposte, relative però alla stessa sezione, occorre modificare manualmente quanto proposto dalla procedura di Abilitazione importi nel menu Debiti/Crediti. Wolters Kluwer Italia Modello F24 - Versamenti unificati Pag. 20/31

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Credito annuale IVA 2014 al via la compensazione fino ad 5.000,00 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che dal 1 gennaio 2015, è possibile procedere

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA DISPONE Prot. n. 2012/74461 Approvazione del modello di versamento F24 Semplificato per l esecuzione dei versamenti unitari di cui all articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997 n. 241 e successive modificazioni

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri

Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri HELP DESK Nota Salvatempo 0006 MODULO Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri Quando serve La normativa Termini presentazione Consente la rilevazione automatica sui registri IVA dell adeguamento agli

Dettagli

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 A cura di Raffaella Pompei, dottore commercialista, funzionario dell Ufficio fiscale Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 Il Decreto Renzi ha ampliato i casi in cui è necessario

Dettagli

Roma, 19 settembre 2014

Roma, 19 settembre 2014 CIRCOLARE N. 27 Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 19 settembre 2014 OGGETTO: Modalità di presentazione delle deleghe di pagamento

Dettagli

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate UNICO Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 FASCICOLO 1 02 FASCICOLO 2 03 FASCICOLO 3 MODELLO GRATUITO I SERVIZI PER L ASSISTENZA FISCALE

Dettagli

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale Prot. n. 2012/140335 Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

HORIZON SQL PREVENTIVO

HORIZON SQL PREVENTIVO 1/7 HORIZON SQL PREVENTIVO Preventivo... 1 Modalità di composizione del testo... 4 Dettaglia ogni singola prestazione... 4 Dettaglia ogni singola prestazione raggruppando gli allegati... 4 Raggruppa per

Dettagli

l agenzia in f orma GUIDA OPERATIVA AL MODELLO F24 ON LINE

l agenzia in f orma GUIDA OPERATIVA AL MODELLO F24 ON LINE 6 l agenzia in f orma 2006 GUIDA OPERATIVA AL MODELLO F24 ON LINE INDICE INTRODUZIONE 2 1. I VERSAMENTI TELEMATICI 3 I vantaggi dei versamenti on line 3 Come si effettuano 3 Il conto su cui addebitare

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti

Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti Suite Contabile Fiscale 08 novembre 2013 Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti 1) Domanda: Come posso verificare i codici fiscali errati delle anagrafiche

Dettagli

REGEL - Registro Docenti

REGEL - Registro Docenti REGEL - Registro Docenti INFORMAZIONI GENERALI Con il Registro Docenti online vengono compiute dai Docenti tutte le operazioni di registrazione delle attività quotidiane, le medesime che si eseguono sul

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

Importazione dati da Excel

Importazione dati da Excel Nota Salvatempo Spesometro 4.3 19 MARZO 2015 Importazione dati da Excel In previsione della prossima scadenza dell'invio del Modello Polivalente (Spesometro scadenza aprile 2015), è stata implementata

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

Contratti di Solidarietà Difensivi

Contratti di Solidarietà Difensivi Manuale Operativo Contratti di Solidarietà Difensivi (SOL) UR1206125000 Wolters Kluwer Italia S.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in

Dettagli

INTEGRAZIONE E DEFINIZIONE PER GLI ANNI PREGRESSI DEFINIZIONE DEI RITARDATI OD OMESSI VERSAMENTI

INTEGRAZIONE E DEFINIZIONE PER GLI ANNI PREGRESSI DEFINIZIONE DEI RITARDATI OD OMESSI VERSAMENTI 2003 AGENZIA DELLE ENTRATE INTEGRAZIONE E DEFINIZIONE PER GLI ANNI PREGRESSI DEFINIZIONE DEI RITARDATI OD OMESSI VERSAMENTI artt. 8, 9, 9-bis e 14 della legge 27 dicembre 2002, n. 289, e successive modificazioni

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Numero circolare 3 Data 16/03/2011 Abstract: OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Entrano a regime le modalità per la compensazione delle somme iscritte a ruolo per debiti erariali,

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Istituto Nazionale Previdenza Sociale Aggiornato al 05 novembre 2012 LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Registrazione committente Il committente si registra presso l

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel 730: Reddito lavoro dipendente Punto

Dettagli

MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI

MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI 2 MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI Indice MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI 3 MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI 3 1 MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI L'elenco prevede 5 sezioni

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

SCUOLANET UTENTE DOCENTE

SCUOLANET UTENTE DOCENTE 1 ACCESSO A SCUOLANET Si accede al servizio Scuolanet della scuola mediante l'indirizzo www.xxx.scuolanet.info (dove a xxx corrisponde al codice meccanografico della scuola). ISTRUZIONI PER IL PRIMO ACCESSO

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

Piattaforma Applicativa Gestionale. Import dati. Release 7.0

Piattaforma Applicativa Gestionale. Import dati. Release 7.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import dati Release 7.0 COPYRIGHT 2000-2012 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI 1. Aspetti fiscali generali Gli enti di tipo associativo, di cui fanno parte anche le associazioni sportive dilettantistiche, sono assoggettate

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 2012

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 2012 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. LUGLIO 998, N. 3 RELATIVA ALL'ANNO 0 Pagina AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D'IMPOSTA Codice fiscale Cognome

Dettagli

Teorema New Gestione condominio

Teorema New Gestione condominio Teorema New Gestione condominio manuale per l'utente 1 Indice Introduzione e condizioni di utilizzo del software La licenza d'uso Supporto tecnico e aggiornamenti I moduli e le versione di Teorema per

Dettagli

Manuale utilizzo CresoWeb per il profilo Dirigente

Manuale utilizzo CresoWeb per il profilo Dirigente Manuale utilizzo CresoWeb per il profilo Dirigente 1 Sommario Operazioni Iniziali... 3 Operazioni preliminari... 3 Aggiornamento Specifiche... 4 Specifiche Generali... 5 Specifiche Generali... 6 Specifiche

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. 2015/4790 Approvazione della Certificazione Unica CU 2015, relativa all anno 2014, unitamente alle istruzioni di compilazione, nonché del frontespizio per la trasmissione telematica e del quadro

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015 ALLEGATO A Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015 per i redditi di lavoro dipendente/assimilati e di lavoro autonomo/provvigioni e diversi Specifiche tecniche

Dettagli

I CONGUAGLI DI FINE ANNO 2013

I CONGUAGLI DI FINE ANNO 2013 Dicembre 2013 I CONGUAGLI DI FINE ANNO 2013 Con l approssimarsi della fine dell anno abbiamo ritenuto opportuno predisporre, a supporto degli Utenti, una specifica circolare riepilogativa sugli aspetti

Dettagli

Roma, 28 aprile 2015

Roma, 28 aprile 2015 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti RISOLUZIONE N. 42/E Roma, 28 aprile 2015 Oggetto: Estensione alla modalità di versamento F24 Enti pubblici dei codici tributo utilizzati con il modello F24 per

Dettagli

MODULARE. Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman.

MODULARE. Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman. La nuova PENSIONE MODULARE per gli Avvocati Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman Edizione 2012 1 LA NUOVA PENSIONE MODULARE PER

Dettagli

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno...... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare Ufficio ex Enam Area Piccolo Credito Lista: settore.. n.... Largo Josemaria Escriva

Dettagli

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet Lavoro Occasionale Accessorio Internet 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo del documento... 3 1.2 Normativa... 3 1.3 Attori del Processo... 4 1.4 Accesso Internet... 5 1.4.1 Accesso Internet da Informazioni...

Dettagli

DesioWeb Banking DesioWeb Banking Light DesioWeb Trade DesioPhone DesioMobile

DesioWeb Banking DesioWeb Banking Light DesioWeb Trade DesioPhone DesioMobile GUIDA AI SERVIZI DESIOLINE DesioWeb Banking DesioWeb Banking Light DesioWeb Trade DesioPhone DesioMobile Versione 1.8 del 10/6/2013 Pagina 1 di 96 Documentazione destinata all uso da parte dei clienti

Dettagli

GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE

GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE Tutto quello che c è da sapere per comprendere meglio l estratto di conto corrente. In collaborazione con la Banca MPS e le Associazioni dei Consumatori: Acu Adiconsum

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

PROGRAMMA ROMANO Versione Tricolore 12.8.14.100 Revisione 13.9.27.100

PROGRAMMA ROMANO Versione Tricolore 12.8.14.100 Revisione 13.9.27.100 Gestione degli Ordini Indice generale Gestione degli Ordini...1 Introduzione...1 Associare una Casa Editrice ad un Distributore...1 Creazione della scheda cliente nella Rubrica Clienti...2 Inserimento

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

Esportazione Danea Easy Fatt

Esportazione Danea Easy Fatt Esportazione Danea Easy Fatt Guarda il video: http://www.youtube.com/watch?v=g6aa0p8ahys Esportare a Danea Easy Fatt le vendite Impostare i parametri di Esportazione Prima di procedere con la prima esportazione

Dettagli

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Come noto la Legge finanziaria del 2008 ha profondamente modificato

Dettagli

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO.

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO. Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Legnano, 21/04/2015 Alle imprese assistite Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Come noto, ai sensi dell art. 1, D.Lgs. n. 175/2014, Decreto c.d. Semplificazioni,

Dettagli

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI La stampa dei registri contabili tenuti con sistemi meccanografici deve essere effettuata entro 3 mesi dalla scadenza prevista per la presentazione della

Dettagli

QUICK GUIDE ESAMI DI STATO

QUICK GUIDE ESAMI DI STATO QUICK GUIDE ESAMI DI STATO Le operazioni da eseguire sono semplici e lineari, ma è opportuno ricordarne la corretta sequenza nella quale vanno eseguite. Flusso delle operazioni da eseguire: 1. Inserimento

Dettagli

GUIDA ALLO SPESOMETRO IN SUITE NOTARO 4.1 SP4A

GUIDA ALLO SPESOMETRO IN SUITE NOTARO 4.1 SP4A GUIDA ALLO SPESOMETRO IN SUITE NOTARO 4.1 SP4A Comunicazione Spesometro 2 Attivazione 2 Configurazioni 3 Classificazione delle Aliquote IVA 3 Dati soggetto obbligato 4 Opzioni 5 Nuovo adempimento 6 Gestione

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

Fattura elettronica Vs Pa

Fattura elettronica Vs Pa Fattura elettronica Vs Pa Manuale Utente A cura di : VERS. 528 DEL 30/05/2014 11:10:00 (T. MICELI) Assist. Clienti Ft. El. Vs Pa SOMMARIO pag. I Sommario NORMATIVA... 1 Il formato della FatturaPA... 1

Dettagli

IL FUNZIONARIO RESPONSABILE

IL FUNZIONARIO RESPONSABILE IL FUNZIONARIO RESPONSABILE Vista la vigente normativa in materia, applicabile all'imposta Comunale sugli Immobili e richiamata nel presente atto, AVVISA il contribuente, Coce Fiscale, residente in - (

Dettagli

Sportello Telematico CERC

Sportello Telematico CERC CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - BRESCIA Sportello Telematico CERC PROCEDURA AGGIORNATA 2012 Brescia, 11 dicembre 2012 1 SERVIZIO WEB PER IL DEPOSITO DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTI

Dettagli

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo I MATERIALI FORMATIVI costituiscono un supporto pratico alla rendicontazione dei progetti; la loro funzione principale è quella di mostrare l applicazione delle regole a casi concreti con l ausilio degli

Dettagli

Riscatto degli anni di laurea

Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea scuola Chi è giovane e fresco di laurea, di regola, non vede l ora di mettersi a lavorare e, certamente, per prima cosa non pensa alla pensione.

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES)

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 I REQUISITI... 3 I SOGGETTI PASSIVI.....4 LA PROPORZIONALITÀ

Dettagli

GUIDA FISCALE PER GIOVANI AVVOCATI

GUIDA FISCALE PER GIOVANI AVVOCATI GUIDA FISCALE PER GIOVANI AVVOCATI Ordine degli avvocati di Genova Direzione Regionale della Liguria La Guida prende spunto dal confronto tra Agenzia delle Entrate e Ordine degli Avvocati di Genova. Principale

Dettagli

Internet Banking Aggiornato al 13.01.2015

Internet Banking Aggiornato al 13.01.2015 Foglio informativo INTERNET BANKING INFORMAZIONI SULLA BANCA Credito Cooperativo Mediocrati Società Cooperativa per Azioni Sede legale ed amministrativa: Via Alfieri 87036 Rende (CS) Tel. 0984.841811 Fax

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

GUIDA FISCALE PER GLI STRANIERI 2009

GUIDA FISCALE PER GLI STRANIERI 2009 GUIDA FISCALE PER GLI STRANIERI 2009 CODICE FISCALE/TESSERA SANITARIA/PARTITA IVA CONTRATTI DI LOCAZIONE ACQUISTO PRIMA CASA SUCCESSIONI RIMBORSI COMUNICAZIONI DI IRREGOLARITÀ E CARTELLE DI PAGAMENTO GUIDA

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2012 Progetto Istanze On Line MOBILITÀ IN ORGANICO DI DIRITTO PRESENTAZIONE DOMANDE PER LA SCUOLA SEC. DI I GRADO ON-LINE 13 Febbraio 2012 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI

Dettagli

HELP 05. a cura di Flavio Chistè. Help Federcircoli n. 5 pag. 1/5

HELP 05. a cura di Flavio Chistè. Help Federcircoli n. 5 pag. 1/5 a cura di Flavio Chistè RESPONSABILITA' CIVILE DEGLI ENTI NON COMMERCIALI E DEI RAPPRESENTANTI LEGALI L'istituto del ravvedimento operoso, introdotto dall'articolo 13 del D.Lgs. 472/97, consente ai contribuenti,

Dettagli

guida all'utilizzo del software

guida all'utilizzo del software guida all'utilizzo del software Il software Gestione Lido è un programma molto semplice e veloce che permette a gestori e proprietari di stabilimenti balneari di semplificare la gestione quotidiana dell?attività

Dettagli

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso Parte 5 Adv WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso 1 di 30 Struttura di un Documento Complesso La realizzazione di un libro, di un documento tecnico o scientifico complesso, presenta

Dettagli

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it PROCEDURA E-COMMERCE BUSINESS TO BUSINESS Guida alla Compilazione di un ordine INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it INDICE 1. Autenticazione del nome utente

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Email Ras - CARROZZIERI Pag. 1 di 17 Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Notizie Generali Email Ras - CARROZZIERI Pag. 2 di 17 1.1 Protocollo Gruppo RAS Questo opuscolo e riferito al Protocollo

Dettagli

Di seguito due profili carta realizzabili combinando le diverse modalità di addebito, esemplificativi della versatilità che caratterizza YouCard.

Di seguito due profili carta realizzabili combinando le diverse modalità di addebito, esemplificativi della versatilità che caratterizza YouCard. YouCard, la prima carta in Italia che consente di personalizzare il codice PIN, è anche l unica carta al mondo che unisce la sicurezza delle carte prepagate, la semplicità delle carte di debito e la flessibilità

Dettagli

PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE TELEMATICO

PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE TELEMATICO Pagamento contributo telematico, versione 2.2 del 30/1/2015, SABE SOFT pag. 1 PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE. RELEASE Versione 2011.2.0 Applicativo: GECOM F24

NOTE OPERATIVE DI RELEASE. RELEASE Versione 2011.2.0 Applicativo: GECOM F24 NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. RELEASE Versione 2011.2.0 Applicativo: GECOM

Dettagli

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO Abbiamo predisposto il programma di studio Web per la ricezione automatica dei certificati di malattia direttamente

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

1 Soggetti obbligati alla presentazione del Modello UNICO Enti non commerciali ed equiparati 7 2 Compilazione del frontespizio 10

1 Soggetti obbligati alla presentazione del Modello UNICO Enti non commerciali ed equiparati 7 2 Compilazione del frontespizio 10 genzia ntrate UNICO Enti non commerciali ed equiparati 2014 Dichiarazione degli enti non commerciali residenti e delle società ed enti non residenti equiparati soggetti all Ires - Periodo d imposta 2013

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Multi Consult I.T. S.r.l. ** Divisione Nazionale ** PTFSinergia20141030.doc

Multi Consult I.T. S.r.l. ** Divisione Nazionale ** PTFSinergia20141030.doc Multi Consult I.T. S.r.l. ** Divisione Nazionale ** PTFSinergia20141030.doc Aggiornamenti SINERGIA dal 31.10.2012 al 31.10.2014 GESTIONE TABELLE. Nella tabella F AUTD, autorizzazioni pratiche e danni,

Dettagli

ARGO SCUOLANEXT MANUALE UTENTE. Accesso Docente. Manuale d uso Rev. 11/07/2013. Pagina 1 di 56

ARGO SCUOLANEXT MANUALE UTENTE. Accesso Docente. Manuale d uso Rev. 11/07/2013. Pagina 1 di 56 Accesso Docente Manuale d uso Rev. 11/07/2013 Pagina 1 di 56 Sommario Premessa...5 Profili di Accesso ai servizi...5 Profilo Docente...6 Accesso...6 Area Registri...7 Registro di Classe...7 Scheda 1: Il

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli