Semine di Primavera 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Semine di Primavera 2015"

Transcript

1 Semine di Primavera 2015

2 in questo catalogo... 8 Mais 40 Soia 28 Girasole 42 Erba Medica 34 Sorgo 44 Semine autunnali Le informazioni fornite nel presente documento sono da intendersi esclusivamente a titolo indicativo e possono variare in funzione delle condizioni agronomiche e climatiche, nonché delle tecniche di coltura. La resistenza alle malattie si riferisce alle malattie o ai ceppi attualmente noti in Italia. 2

3 Caussade semences Seme di qualità 3

4 caussade semences ITALIA Caussade Semences Italia è dal 2004 la filiale italiana del Gruppo Caussade Semences, leader in Europa e nel Mondo per la produzione e la commercializzazione di sementi per l agricoltura. Forte di un catalogo sementi multispecie che annovera mais, cereali a paglia, girasole, colza, foraggere, erbai, sorgo e proteaginose, Caussade Semences Italia si occupa dello sviluppo, della promozione e del coordinamento commerciale sul territorio nazionale dei propri prodotti, tramite una competente rete commerciale in Sem i Pr ed a ver i ma

5 SERVIZIO COMMERCIALE caussade semences ITALIA i nostri contatti Piemonte Diego Guarise Prov: RO-FE-BO-RA coordinatore di zona Leonardo Govoni Ferrara Gianluca Giberti Rovigo Fabio Fedozzi Bologna e Ravenna Stefano Gardenghi Padova Andrea Reato Modena Reggio Emilia Parma Albino Zavatta Mantova Modena Reggio Emilia Parma Simone Pinotti Toscana-Lazio-Campania-Calabria coordinatore di zona Sabatino Albani Prov: FI-PT-PO-LI-PI-GR Marusca Buciuni Prov: LT-FR Roberto Tiberi Prov: CE Pietro Zazzarino Calabria Gino Morrone Prov: AV-NA-SA-BN Michele Grasso Umbria-Marche e provincia di Cremona coordinatore di zona Franco Mengucci Marche Franco Geminiani Friuli e prov di: TN-VR-VI-VE-TV coordinatore di zona Gabriele Grazzi Verona Leonardo Faccioni Sede: T: F: Segreteria: Amministrazione: Elena Panzetta Logistica: Giacomo Passerini Sviluppo e Marketing: Lisa Borghi

6 caussade semences incontra le sfide del futuro dell agricoltura RICERCA Gli alti investimenti di CAUSSADE SEMENCES hanno consentito di sviluppare un flusso genetico in una vasta gamma di settori e di ampliare le sue referenze, soprattutto in condizioni climatiche avverse. CAUSSADE SEMENCES implementa i più recenti progressi della biotecnologia (aplo-diploidizzazione, la selezione con marcatori molecolari) per ottimizzare al meglio il lavoro di breeding. L efficacia della ricerca CAUSSADE SEMENCES viene misurata sia in quantità che in qualità. Per quanto riguarda, ad esempio il Mais, ogni anno vengono immesse sul mercato decine di nuovi ibridi, con soluzioni su misura per le esigenze di ognuno. Produzione e trasformazione La Carta qualità di CAUSSADE SEMENCES copre l intero processo produttivo, dalla messa a dimora al condizionamento delle sementi. Tutto ciò si basa sulla professionalità della sua rete di produttori moltiplicatori, sotto la supervisione di tecnici specializzati, ma anche sull importanza accordata al controllo in tutte le fasi di elaborazione. CAUSSADE SEMENCES vanta un nuovo laboratorio di controllo qualità. CAUSSADE SEMENCES tramite la sua rete distributiva, copre circa il 6% delle superfici a coltura intensiva in Europa e ha nel Globo. SVILUPPO CAUSSADE SEMENCES testa le sue specie nell ambito di ogni condizione pedoclimatica. Nel 2014, il Servizio sviluppo ha incrementato notevolmente il numero della sue piattaforme sperimentali. I test rispondono alle preoccupazioni attuali per un agricoltura sostenibile. È stata creata una rete specifica proiettata a monitorare il comportamento delle specie in diversi contesti di condizione anche marginale. 6

7 Il mais è il cereale che sfama il mondo, ma non solo Oltre alla produzione di foraggio e di granella per l alimentazione animale o umana e per la produzione di biogas, il mais è una vera e propria fabbrica verde che consente di ottenere molteplici prodotti nel campo della farmaceutica, dei tensioattivi, dei lubrificanti e delle plastiche biodegradabili. È grazie ai progressi delle bioingegnerie e soprattutto dell agrotecnica, che oggi Caussade Semences vanta un ampia scelta di ibridi di mais, ognuno con la propria caratteristica peculiare. I loghi che contraddistinguono i nostri mais, indicano una specificità dell ibrido da non intendersi, tuttavia, come unica utilizzazione. GRANELLA INSILATO SEMOLERIA BIOGAS RUSTICITÀ 7

8 MAIS 10 LUIGI 18 CORETTA 10 YOGI 19 VENICI 11 POMERI 19 GIANERI 11 BIRIATI 20 LAGENCI 12 PINCKI 20 VIVANI 12 CLARITI 21 FRONTAL 13 DEVOLVI 22 COLONIA 13 ROBERI NOVITÀ 23 ROSEDO 14 DRASTI 24 DUO 595 CS 14 GERZI 26 DECENI NOVITÀ 15 PUCCINI 26 COPERNIC NOVITÀ 15 CLISCHI 26 BETOVI NOVITÀ 16 MAGGI 27 CAPUZI NOVITÀ 16 EUFORI 27 FRONTINI NOVITÀ 17 GASTI 8

9 9

10 LUIGI 94 giorni FAO 200 C: F = 890 / T = 1470 / G = 1670 YOGI 95 giorni FAO 200 C: F = 880 / T = 1500 / G = 1680 Luigi è un ibrido che produce granella a frattura semivitrea. Luigi ha un ottima impostazione di pianta e un quadro sanitario eccezionale che lo porta sano alla raccolta, questo sia grazie alla sua precocità che alla resistenza alle più comuni patologie e fisiopatie del mais. Utilizzato per trinciato precoce per le sue elevate qualità nutrizionali, è considerato, dagli allevatori, l ibrido gourmet! Regolarità di resa Ottima sanità Buon valore alimentare per gli utilizzi da insilato Yogi si introduce in questo segmento di precocissimi come un ibrido compatto, rigoglioso, resistente all allettamento grazie alla sua elasticità. Presenta un ottimo profilo sanitario, che lo vede leader della sua classe di appartenenza. Yogi da le sue massime performances con le densità di semina consigliate. Alto potenziale di resa in granella Regolarità di rendimento Eccellente qualità della pianta Buon rapporto amido/cellulosa (per gli utilizzi foraggeri) Rustico in prima/seconda semina 9-10 in irriguo 9,5-10 Trinciato 9-10 in asciutto 9-9,5 La varietà fornisce un ottima risposta alle semine fitte. Ottimo anche in secondo raccolto. ranghi/spiga 15 cariossidi/rango 34 peso 1000 semi g 280 Trinciato La varietà fornisce un ottima risposta alle semine fitte. Ottimo anche in secondo raccolto. ranghi/spiga 16,5 cariossidi/rango 34 peso 1000 semi g Legenda: C = somma termica in gradi C / F = Fioritura / T = Trinciatura ( 30 % S.S.) / G = Granella (32 % H 2 O)

11 POMERI 96 giorni FAO 200 C: F = 860 / T = 1475 / G = 1670 BIRIATI 105 giorni FAO 200 C: F = 930 / T = 1500 / G = 1720 Pomeri è l ibrido di riferimento per la sua classe di appartenenza. Rustico, valorizza i suoi potenziali di resa per tutti gli utilizzi. Iscritto al Registro Comunitario con il 106% sui testimoni per la resa in granella. Pomeri è un ibrido sano, dall ottimo early vigor e stay green. Alto potenziale in granella Triplice attitudine: granella, insilato e semoleria Alta % SS/Ha Biriati implementa quelle sezioni di ibridi precocissimi per la colorazione della granella giallo/aranciata. Biriati è un ottimo precoce, che soddisfa anche il maiscoltore più esigente, essendo molto vigoroso all emergenza e sano alla raccolta, grazie alla resistenza alle più comuni patologie del mais e all ottima resistenza all allettamento. All interno della sua classe, Biriati è molto performante in termini produttivi, avendo un peso ettolitrico elevato. Vigoroso all emergenza Buona resistenza allettamento Cariosside colorata in irriguo 9,5-10 in asciutto 9-9,5 Trinciato in irriguo 9,5-10 in asciutto 9-9,5 Trinciato La varietà fornisce un ottima risposta alle semine fitte. Ottimo anche in secondo raccolto. ranghi/spiga 15,8 cariossidi/rango 34 peso 1000 semi g 275 La varietà fornisce un ottima risposta alle semine fitte. Ottimo anche in secondo raccolto. ranghi/spiga 15,5 cariossidi/rango 37 peso 1000 semi g

12 PINCKI 109 giorni FAO 300 C: F = 1000 / G = 1920 CLARITI 110 giorni FAO 300 C: F = 940 / T = 1560 / G = 1720 Lo spiccato vigore di partenza, che gioca d anticipo di qualche giorno sull epoca di fioritura, fa si che Pincki abbia un periodo di riempimento molto più lungo rispetto ai suoi concorrenti di precocità, esprimendo così produzioni significativamente più elevate. Fioritura in periodo maggiormente soleggiato favorisce l ottenimento di spighe meglio fecondate. Pincki è rustico, adatto quindi anche a condizioni di marginalità e in assenza di irrigazione. Ibrido regolare Forte potenziale di resa Ottimo profilo sanitario Ibrido che unisce precocità e alto potenziale di resa. La sua performance prevede l utilizzo sia da granella che da trinciato in secondo raccolto, in questo secondo caso le produzioni sono da primato. Rapida disseccazione a fine ciclo Ottima resistenza alla senescenza della spiga Ottimo potenziale di resa Spiga regolare in irriguo 8-8,5 in asciutto 7,5-8 Trinciato 8-8,5 in irriguo 8-8,5 in asciutto 7,5-8 Trinciato 8-8,5 ranghi/spiga 15,4 cariossidi/rango 34 peso 1000 semi g 371 ranghi/spiga 16,5 cariossidi/rango 35 peso 1000 semi g Legenda: C = somma termica in gradi C / F = Fioritura / T = Trinciatura ( 30 % S.S.) / G = Granella (32 % H 2 O)

13 DEVOLVI 111 giorni FAO 300 C: F = 1020 / T = 1630 / G = 1920 ROBERI 112 giorni FAO 400 C: F = 1030 / G = 1950 NOVITÀ Devolvi, duplice attitudine: granella e insilato di secondo raccolto. Si presenta con una taglia medio elevata per la sua classe di appartenenza, caratteristica che lo rende flessibile all utilizzo foraggero, e con una lunga spiga ben inserita che assicura apporto di amido all insilato prodotto. Se l utilizzo è da granella, il prodotto sarà una cariosside dentata farinosa che perde velocemente umidità a fine ciclo. Ottimo per i secondi raccolti. Dissecazione rapida a fine ciclo Regolarità di resa Roberi, ibrido cerniera fra le classi 3/400, è il produttore di granella per eccellenza. Taglia contenuta, inserzione bassa della spiga, si adatta a tutte le condizioni pedoclimatiche e alle alte densità. Seminato sia in primo che secondo raccolto, la sua performance produttiva è sempre all altezza. Eccellente è la tenuta e la sanità a fine ciclo. Rusticità Tenuta del culmo (stocco) in irriguo 8-8,5 in asciutto 7,5-8 in irriguo 8-8,5 in asciutto 7,5-8 Trinciato 7,5-8 ranghi/spiga 16,0 cariossidi/rango 36 peso 1000 semi g 325 ranghi/spiga 16,1 cariossidi/rango 36 peso 1000 semi g

14 DRASTI 112 giorni FAO 400 C: F = 1010 / G = 1940 GERZI 114 giorni FAO 400 C: F = 1010 / G = 1965 Ottimo ibrido da granella, Drasti ha raggiunto produzioni da classe superiore. Questo ibrido di inizio classe FAO 400 ha una fioritura precoce che permette un tempo di riempimento più lungo, il tutto a favore della produzione. Testato nella rete di ricerca e sviluppo Caussade Semences sul territorio nazionale, questo ibrido conferma ancora una volta la sua adattabilità alle diverse condizioni pedo-climatiche. Ibrido pulito, sano Regolare Produttivo Rustico Gerzi è un ibrido a granella dentè, in grado di fornire ottime produzioni grazie al peso di mille semi elevato, alla buona fecondazione della spiga, alla buona sanità di pianta e, sua caratteristica peculiare, adattabile in qualsiasi tipo di terreno. Disseccazione rapida a fine ciclo Molto buona la qualità della granella con ottimo peso ettolitrico Ottimo vigore di partenza in irriguo 8-8,5 in asciutto 7,5-8 in irriguo 8-8,5 in asciutto 7,5-8 Trinciato 8-8,5 ranghi/spiga 16,5 cariossidi/rango 34 peso 1000 semi g 320 ranghi/spiga 15,5 cariossidi/rango 32 peso 1000 semi g Legenda: C = somma termica in gradi C / F = Fioritura / T = Trinciatura ( 30 % S.S.) / G = Granella (32 % H 2 O)

15 PUCCINI 115 giorni FAO 400 C: F = 1020 / T = 1630 / G = 1900 CLISCHI 120 giorni FAO 400 C: F = 1005 / G = 1965 Il precoce che si adatta a tutte le situazioni. Regolare e con un eccellente quadro sanitario a fine ciclo, è in grado di ottenere buoni risultati produttivi anche in situazioni difficili. Il suo buon sviluppo vegetativo e la pronunciata tenuta del verde in 2 a e 3 a semina lo rendono altresì interessante per l impiego da trinciato. Alto potenziale di resa ad ettaro Regolarità di resa Affidabilità Clischi ha la sola caratteristica di essere produttivo. L utilizzazione è unicamente per la produzione di granella. Pianta bassa, ben impostata, intefila pulite: ciò che serve al maiscoltore per avere produzioni di granella elevate. Ottimo rapporto resa/classe Ottima tenuta di pianta a fine ciclo Rapida dissecazione a maturità in irriguo 8-8,5 in asciutto 7,5-8 in irriguo 7,5-8 in asciutto 7-7,5 Trinciato 8-8,5 ranghi/spiga 15,4 cariossidi/rango 36 peso 1000 semi g 314 ranghi/spiga 16 cariossidi/rango 33 peso 1000 semi g

16 MAGGI 120 giorni FAO 400 C: F = 1050 / T = 1660 / G = 1975 EUFORI 122 giorni FAO 400 C: F = 1010 / G = 1970 Ibrido estremamente adattabile, si presenta con un ottimo quadro sanitario fino alla maturazione. La regolarità di spiga, l elevato numero di ranghi e il buon peso di mille semi, fanno si che Maggi dia delle produzioni da record. Rigoglioso e foglioso, lo rendono un ottimo ibrido da trinciato. Eccellente potenziale di rendimento Regolarità di resa Disseccazione rapida a fine ciclo Trinciato Eufori è un ibrido semplice dentato, avente un flusso genetico di nuova generazione. La precocità di Eufori si pone alla fine della classe 400 ma soddisfa le aspettative delle classi superiori. Pianta contenuta a internodi corti con inserzione bassa della spiga. Rustico, si adatta bene anche in situazioni di scarsità idrica. Alto potenziale Taglia media Resistente all allettamento in irriguo 7,5-8 in asciutto 7-7,5 Trinciato 7,5-8 in irriguo 7,5-8 in asciutto 7-7,5 Trinciato 8 ranghi/spiga 19,2 cariossidi/rango 39 peso 1000 semi g 340 ranghi/spiga 16 cariossidi/rango 33 peso 1000 semi g Legenda: C = somma termica in gradi C / F = Fioritura / T = Trinciatura ( 30 % S.S.) / G = Granella (32 % H 2 O)

17 GASTI 124 giorni FAO 500 C: F = 1010 / G = 1990 Chi semina Gasti semina sicurezza, semina regolarità, semina qualità. È un ottimo ibrido adatto alla produzione di granella, rustico. Questo ibrido soddisfa pienamente l irrigazione, qualora venga esercitata, amplificandone le produzioni. L early vigor di Gasti permette una fioritura anticipata rispetto ai pari classe, il tutto a beneficio di un periodo di riempimento più prolungato. PRODUZIONE SANITÀ RESISTENZA ALLETTAMENTO OTTIMA FECONDAZIONE DELLA SPIGA BRATTEE COMPATTE EARLY VIGOR FIORITURA ANTICIPATA in irriguo 7,5-8 in asciutto 7-7,5 Trinciato 8 ranghi/spiga 18,2 cariossidi/rango 31 peso 1000 semi g

18 CORETTA 128 giorni FAO 600 C: F = 1040 / G = 2000 Coretta presenta tutte le caratteristiche dell ibrido di mais dall alto potenziale agronomico. La performance produttiva è confermata dalle alte produzioni, sia in estensivo e dal programma ricerca e sviluppo Caussade Semences. Ibrido di grande affidabilità, presenta un ottimo comportamento in tutti i tipi di terreno. OTTIMO VIGORE DI PARTENZA BUONA TOLLERANZA ALL ALLETTAMENTO OTTIMO QUADRO SANITARIO ECCELLENTE POTENZIALE IN GRANELLA RAPIDA PERDITA DI UMIDITÀ A FINE CICLO REGOLARITÀ E QUALITÀ DI SPIGA in irriguo 7,5-8 in asciutto 7-7,5 ranghi/spiga 17,5 cariossidi/rango 33 peso 1000 semi g Legenda: C = somma termica in gradi C / F = Fioritura / T = Trinciatura ( 30 % S.S.) / G = Granella (32 % H 2 O)

19 VENICI 128 giorni FAO 600 C: F = 1030 / G = 2030 GIANERI 129 giorni FAO 600 C: F = 1050 / T = 1710 / G = 2030 Venici è una varietà in cui in un unica frase si concentra tutta la sua performance: regolarità negli anni e quindi nelle diverse condizioni pedoclimatiche, regolarità di produzioni sempre elevate. Pianta di taglia medio-bassa Bassa inserzione della spiga Granella compatta di buona qualità Ottima tenuta dello stocco Rapida perdita di umidità della granella a maturità Interfile pulite che facilitano la trebbiatura L utilizzazione principale è per la produzione di granella, ma nel caso si necessiti una raccolta anticipata a scopo di insilato, Gianeri è di sicuro interesse. Di taglia medio-alta, con portamento assurgente, lo rende particolarmente esposto all attività foto sintetica con conseguente riempimento ideale delle cariossidi. Le produzioni sono elevate grazie alla regolarità di impianto e di facilità di raccolta, in quanto, a maturazione, l interfila rimane pulita. Molto alto il potenziale in granella Dissecazione rapida a fine ciclo Regolarità di resa Inserzione bassa della spiga Spighe omogenee in irriguo 7,5-8 in asciutto 7-7,5 Trinciato 8-8,5 in irriguo 7,5-8 in asciutto 7,5 Trinciato 7,5-8 ranghi/spiga 18,2 cariossidi/rango 35 peso 1000 semi g 330 ranghi/spiga 18 cariossidi/rango 30 peso 1000 semi g

20 LAGENCI 130 giorni FAO 600 C: F = 1070 / T = 1760 / G = 2050 VIVANI 130 giorni FAO 600 C: F = 1050 / G = 2050 Ibrido che dona enormi soddisfazioni: alla semina per l eccezionale vigore di partenza, alla raccolta per l accentuato stay green. Resistente al carbone e all helminthosporium è un ibrido che produce grossi volumi in granella, grazie all ottima fecondazione della spiga, e altrettante voluminose biomasse se l utilizzo è insilato. In questo caso il carico energetico è notevole per l amido presente e per la fibra altamente digeribile. Ottimo rigoglio vegetativo Spighe ben fecondate Vivani, con il suo grande potenziale produttivo in granella, valorizza al meglio le semine precoci in terreni freschi e di buona fertilità. Sanità della pianta, della granella e taglia contenuta, conferiscono sicurezza al potenziale produttivo. Produttività grazie a un peso elevato di 1000 semi, a spighe lunghe e ben feconde Buona tolleranza alle principali malattie fungine ed alla piralide Rapida perdita di umidità della granella a maturità fisiologica Granella e pastone le sue destinazioni d uso in irriguo 7-7,5 in asciutto 7 Trinciato 7,5-8 in irriguo 7-7,5 in asciutto 7 Trinciato 7,5-8 ranghi/spiga 17,2 cariossidi/rango 32 peso 1000 semi g 308 ranghi/spiga 16,3 cariossidi/rango 37 peso 1000 semi g Legenda: C = somma termica in gradi C / F = Fioritura / T = Trinciatura ( 30 % S.S.) / G = Granella (32 % H 2 O)

21 FRONTAL 130 giorni FAO 700 C: F = 1075 / T = 1720 / G = 2070 PRODUTTIVITà SICURA Ibrido di inizio classe FAO 700 a duplice attitudine: granella e trinciato. Per la capacità produttiva, la fogliosità ed il ciclo stesso della pianta, richiede buone condizioni di coltura. La qualità del suo stay-green è tale che possiamo definirlo come un ibrido sempreverde. PIANTA DI TAGLIA MEDIO ALTA MEDIO-BASSA INSERZIONE DELLA SPIGA STOCCO ROBUSTO DI GRANDI DIMENSIONI FOGLIE DI GRANDI DIMENSIONI CON TONALITÀ DI VERDE INTENSO STAY-GREEN BUONA TOLLERANZA SIA A PIRALIDE CHE A FUSARIUM PRODUTTIVITÀ E SANITÀ A FINE CICLO in irriguo 7-7,5 in asciutto 6,5-7 Trinciato 7,5-8 ranghi/spiga 16,2 cariossidi/rango 44 peso 1000 semi g

22 COLONIA 132 giorni FAO 700 C: F = 1080 / T = 1850 / G = 2080 AFFIDABILITà SEMPRE Ibrido concepito per l utilizzo da trinciato, con alte rese in volumi abbinate ad un alto valore alimentare e ottimo produttore di granella colorata, se l utlizzo è diverso. TAGLIA ALTA A GARANZIA DI PRODUTTIVITÀ IN TRINCIATO STOCCO FORTE E ROBUSTO A CONFERMA DELLA STABILITÀ DELLA PIANTA PRODUZIONE DI GRANELLA NOTEVOLE ED ALTA DIGERIBILITÀ DELLA FIBRA OTTIMO STAY-GREEN PER GARANTIRE LUNGHI PERIODI DI TRINCIATURA SANITÀ GENERALE DELLA PIANTA OTTIMA in irriguo 6,5-7 in asciutto 5,5-6 Trinciato 7-7,5 ranghi/spiga 16,1 cariossidi/rango 48 peso 1000 semi g Legenda: C = somma termica in gradi C / F = Fioritura / T = Trinciatura ( 30 % S.S.) / G = Granella (32 % H 2 O)

23 ROSEDO 134 giorni FAO 700 C: F = 1060 / T = 1720 / G = 2100 Rosedo è un ibrido dalla duplice attitudine: granella e trinciato. Predilige terreni fertili e soprattutto irrigui, dove dà la sua massima espressione. Resistente agli allettamenti, tollerante a patologie e fisiopatie tipiche di fine ciclo della coltura. Le produzioni in granella sono ottime se vengono espletate al meglio tutte le condizioni di coltura. Rosedo è anche un ottimo ibrido da trinciato, vista la sua imponente taglia e lo stay green accentuato, risulta quindi un ibrido estremamente interessante per le sue molteplicità di impiego. PRODUTTIVITÀ TARDIVO REGOLARE SPIGHE BEN FECONDE in irriguo 6,5-7 in asciutto 5,5-6 Trinciato 7-7,5 ranghi/spiga 16 cariossidi/rango 37 peso 1000 semi g

24 DUO 595 CS trinciato/insilato FAO 700 DUO CS è la combinazione tra due ibridi di mais aventi la stessa precocità, ma con specificità e amidi supplementari. Con DUO CS si ottiene un insilato di mais di qualità, con conseguenti alte produzioni di latte, il tutto molto apprezzato dalle vacche. Le due varietà di DUO CS vengono rigorosamente selezionate per le loro caratteristiche agronomiche (rendimento, resistenza allettamento, malattie...) e, soprattutto, per le loro qualità nutrizionali e la complementarietà dei componenti digestivi. REGOLARITÀ E LIVELLO DI RESA ELEVATA (MAGGIORI UFL/HA) FACILITÀ DI RACCOLTA E CONSERVAZIONE DELL INSILATO (FORAGGIO SANO, APPETIBILE E BEN APPREZZATO) ECCELLENTE VALORIZZAZIONE DELLE UFL (NESSUN SPRECO ENERGETICO) OTTIMIZZAZIONE DELLA PRODUZIONE E PERSISTENZA DI LATTE RIDUZIONE SIGNIFICATIVA DEL RISCHIO DI ACIDOSI (ALLEVAMENTI IN BUONA SALUTE) ALTO GUADAGNO POTENZIALE VACCHE/ANNO Trinciato Semi/m 2 in irriguo 7-7,5 24

25 Perché DUO CS? perché DUO CS è la soluzione che oggi c è! Assicura la razione di base Promuove la consumazione giornaliera Incrementa la produzione di latte e valorizza le UFL fornite dal mais Valorizza le sostanze azotate provenienti dal mais COME SI SEMINA Per godere di tutti i vantaggi di DUO CS, è necessario ottenere del trinciato il più possibile uniforme dalle due varietà combinate. Alternare 2 file per ciascuna varietà. Qui un esemplificazione: con A il sacco arancio e B quello verde. ESEMPI A PIÙ FILE: File Sacchi 4 A B B A 6 A B B A A B 8 A B B A A B B A 10 A B B A A B B A A B 25

26 NOVITÀ NOVITÀ NOVITÀ Cariossidi per il futuro! DECENI FAO 300 COPERNIC FAO 400 BETOVI FAO 400 Alto potenziale in foraggio Granella dentata Rusticità Regolare e performante Duplice attitudine insilato/ granella Ottimo quadro sanitario in irriguo 7,5-8 in irriguo 8-8,5 in irriguo 7,5-8 in asciutto 7-7,5 in asciutto 7,5-8 in asciutto 7-7,5 Trinciato 8 Trinciato 8 26

27 CAPUZI FAO 500 Alte rese Sanità NOVITÀ FRONTINI FAO 500 NOVITÀ Spighe grosse e pesanti Ottimo da insilato Elevato numero di ranghi in irriguo 7,5-8 in asciutto 7,5 Trinciato 7,5-8 in irriguo 7-7,5 in asciutto 7 Trinciato 7,

28 GIRASOLE FABIOLA CORALIA SOLARNI CS OLENCIA KLARIKA CL IMERIA FUSHIA CL 28

29 29

30 FABIOLA ciclo medio-precoce CORALIA ciclo medio-precoce Fabiola è un ibrido medio precoce, rustico, che si adatta a qualsiasi condizione pedoclimatica. Di taglia medio-bassa risulta, per nulla sensibile, all allettamento. Fabiola presenta un ampia pagina fogliare che ne aumenta la fotosintesi generale, andando così a ottimizzare il riempimento degli acheni. Ottimo è il quadro sanitario, che lo vede resistente ai principali ceppi di peronospora. Ibrido di riferimento Ottima resa in olio Costante Coralia è un girasole linoleico che negli anni si conferma sempre per la sua rusticità e perfomance produttiva. PMS medio, PHl elevato Eccellente potenziale produttivo Notevole titolo in olio Buon profilo sanitario Taglia media Buon vigore di partenza PROFILO SANITARIO PROFILO SANITARIO Sclérotinia colletto: PS Sclérotinia calatide: PS Phomopsis: MPS Phoma: MPS Peronospora: R Da a semi per ettaro Sclérotinia colletto: PS Sclérotinia calatide: PS Phomopsis: MPS Phoma: MPS Peronospora: R Da a semi per ettaro R = resistente ai ceppi 100, 304, 703, 710 PS = poco sensibile MPS = molto poco sensibile R = resistente ai ceppi 100, 304, 703, 704 PS = poco sensibile MPS = molto poco sensibile 30

31 SOLARNI CS ciclo medio-precoce ALTO OLEICO OLENCIA ciclo medio ALTO OLEICO Questo ibrido è di tipo alto oleico, con percentuali in acido oleico superiori alle media dei testimoni. Di taglia media, ha un ottimo comportamento nei confronti di Sclerotinia, Phomopsis e Verticillium e la resistenza alla maggioranza dei ceppi di Peronospora. Questo fa sì che la pianta sia sanissima fino alla raccolta a favore delle produzioni molto performanti. Buon potenziale di resa Tenore in olio elevato Tenore in acido oleico estremamente elevato Ottimo quadro sanitario Caratteristiche principali di questo ibrido sono l alto contenuto di acido oleico e elevate produzioni (pmg 60g). Questi elementi distintivi sono il mix ideale per ottenere risultati massimi, che associati a un ottimo quadro sanitario, fanno di Olencia un ibrido eccezionale. Si presenta con una taglia medio-alta, un ottima tolleranza all allettamento e calatide semi-convessa reclinata che evita l attacco dei volatili, ma allo stesso tempo non è ombreggiata. Eccellente potenziale di resa Ibrido ben equilibrato Ottimo comportamento nei confonti delle malattie PROFILO SANITARIO PROFILO SANITARIO Sclérotinia colletto: PS Sclérotinia calatide: MPS Phomopsis: MPS Phoma colletto: MPS Peronospora: R Da a semi per ettaro Sclérotinia colletto: PS Sclérotinia calatide: PS Phomopsis: MPS Phoma colletto: PS Peronospora: R Da a semi per ettaro R = resistente ai ceppi 100, 300, 304, 310, 330, 700, 703, 704, 710, 714, 730, 770 PS = poco sensibile MPS = molto poco sensibile R = resistente ai ceppi 100, 703, 710 PS = poco sensibile MPS = molto poco sensibile 31

32 KLARIKA CL ciclo medio ALTO OLEICO IMERIA ciclo medio Caratteristica principale di questo girasole è di essere allo stesso tempo un ibrido ottenuto con tecnologia CLEARFIELD e di essere un ibrido ad alto contenuto di acido oleico. Klarika CL ha un portamento semi reclinato a calatide convessa, caratteristica questa che protegge dai volatili senza venire meno l illuminazione solare sugli acheni. Detiene inoltre un PMS e PHl estremamente elevati, superiori alle medie di campo. Resistente a Imidazolo Ibrido oleico Tenore in olio estremamente elevato Resistente a peronospora Imeria è un ibrido linoleico, ottenuto con tecnologia CLEARFIELD. Resistente a tutti i ceppi di peronospora testati, presenta un quadro sanitario generale eccellente. Sia la resa in granella, e la conseguente resa in olio/ha, fanno sì che le prestazioni di Imeria siano estremamente interessanti. Resistente a Imidazolo Molto buona la resa in olio Taglia media omogenea Produttività The unique Clearfield symbol and Clearfield are registered trademark of BASF. PROFILO SANITARIO The unique Clearfield symbol and Clearfield are registered trademark of BASF. PROFILO SANITARIO Sclérotinia colletto: PS Sclérotinia calatide: PS Phomopsis: PS a MPS Phoma colletto: PS Peronospora: R Da a semi per ettaro Sclérotinia colletto: PS Sclérotinia calatide: MPS Phomopsis: MPS Phoma colletto: PS Peronospora: R Da a semi per ettaro R = resistente ai ceppi 100, 300, 304, 310, 330, 700, 703, 704, 710, 714, 730, 770 PS = poco sensibile MPS = molto poco sensibile R = resistente ai ceppi 100, 300, 304, 310, 330, 700, 703, 704, 710, 714, 730, 770 PS = poco sensibile MPS = molto poco sensibile 32

33 FUSHIA CL ciclo medio-tardivo Questo ibrido di taglia media è il rilancio della produttività! Le calatidi semi reclinate e convesse, arrivano sane a maturazione con un ottimo riempimento degli acheni fino a fine ciclo. Detiene inoltre un PMS di estremo interesse. Resistente a Imidazolo Molto buono il potenziale di resa in granella Ottimo il comportamento nei confronti delle malattie The unique Clearfield symbol and Clearfield are registered trademark of BASF. PROFILO SANITARIO Sclérotinia colletto: PS Sclérotinia calatide: MPS Phomopsis: MPS Phoma colletto: PS Peronospora: R Da a semi per ettaro R = resistente ai ceppi 100, 300, 304, 310, 330, 700, 703, 704, 710, 714, 730, 770 PS = poco sensibile MPS = molto poco sensibile 33

34 SORGO BALTO CAPELLO BRISE FUEGO SUPERSILE18/20 LUSSI 34

35 35

36 BALTO da granella CAPELLO da granella Varietà precoce, Balto si presenta a maturazione sanissimo, con ottime produzioni confermate dalle semine in estensivo e dai programmi di ricerca e sviluppo Caussade Semences. Balto è l eccellenza del rapporto resa/precocità. Precoce Raccolta facile e anticipata Notevole vigore di partenza Ottimo sorgo da granella che unisce rusticità e produzione in tutte le situazioni pedoclimatiche. Di sicuro interesse è emerso dalle prove di confronto varietale Sviluppo Caussade Semences Italia, come miglior varietà in termini di adattabilità. Taglia media Regolarità Rusticità CARATTERISTICHE CARATTERISTICHE Precoce da 300 a 400 mila semi/ettaro Medio-precoce mila semi/ettaro Granella rossa priva di tannino Granella rossa priva di tannino Curare la preparazione del letto di semina BUONE REGOLE Seminare su terreno sufficientemente caldo (12-15 C) Rispettare la densità di coltura Il rispetto delle buone regole, assicura una conduzione di coltura a costi contenuti, nel rispetto della competitività e del margine/ha. 36

Miscele da Sovescio Agri.Bio

Miscele da Sovescio Agri.Bio Miscele da Sovescio Agri.Bio Il sovescio è una pratica agronomica consistente nell'interramento di apposite colture allo scopo di mantenere o aumentare la fertilità del terreno. I risultati che si possono

Dettagli

SEMINA DIRETTA (SENZA ARATURA) E CONCIMAZIONE ORGANICA LOCALIZZATA ALLA SEMINA DI GRANO TENERO: VANTAGGI AGRONOMICI ED ECONOMICI

SEMINA DIRETTA (SENZA ARATURA) E CONCIMAZIONE ORGANICA LOCALIZZATA ALLA SEMINA DI GRANO TENERO: VANTAGGI AGRONOMICI ED ECONOMICI SEMINA DIRETTA (SENZA ARATURA) E CONCIMAZIONE ORGANICA LOCALIZZATA ALLA SEMINA DI GRANO TENERO: VANTAGGI AGRONOMICI ED ECONOMICI Anno 2006/2007 A cura dell ufficio Agronomico Italpollina Spa OBIETTIVO

Dettagli

Facciamoci due conti

Facciamoci due conti Facciamoci due conti Ma alla fine quanto si guadagna a coltivare canapa? la domanda sorge spontanea ed è più che legittima, specie considerando il panorama deprimente dell agricoltura in Italia ai giorni

Dettagli

C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia

C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia VINCENZO FEDELE E GIOVANNI ANNICCHIARICO C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia Stalla Pascolo DECIDE L ALLEVATORE DECIDE L ANIMALE Scelta alimenti Scelta alimenti (Vegetazione) Quantità (limitata)

Dettagli

Organizzazione e filiera corta per far crescere il business

Organizzazione e filiera corta per far crescere il business Latte di ottima qualità prodotto, imbottigliato e venduto sempre all interno della stessa filiera. Un esempio felice di come una adeguata nutrizione degli animali, insieme a un oculata gestione della stalla

Dettagli

Tecnici coinvolti: Michele Baudino*; Alessandro Costanzo **; Diego Scarpa **

Tecnici coinvolti: Michele Baudino*; Alessandro Costanzo **; Diego Scarpa ** MELONE Tecnici coinvolti: Michele Baudino*; Alessandro Costanzo **; Diego Scarpa ** * Tecnico CReSO ; Tecnici SATA / Cadir Lab. Elenco delle cultivar poste a confronto Varietà Ditta Tip. Agustino Rijk

Dettagli

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Linea 1 Nella linea 1 sono state impiantate due prove di confronto parcellare nei due siti sperimentali di Antria e Marciano. Il materiale

Dettagli

Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO

Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO FABRIANO 06 MAGGIO 2014 1 Fig 1 Intervento di semina su sodo con

Dettagli

www.sipcamitalia.it Questo contenuto ti è offerto da: Articolo tratto da: Edizioni L Informatore Agrario

www.sipcamitalia.it Questo contenuto ti è offerto da: Articolo tratto da: Edizioni L Informatore Agrario Questo contenuto ti è offerto da: www.sipcamitalia.it Articolo tratto da: Edizioni L Informatore Agrario Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d Autore e le sue successive modificazioni.

Dettagli

S.A.T.A. PROGETTO TOSSMONIT

S.A.T.A. PROGETTO TOSSMONIT S.A.T.A. PROGETTO TOSSMONIT MONITORAGGIO DELLE MICOTOSSINE NEI PRINCIPALI ALIMENTI ZOOTECNICI PRESENTI SUL MERCATO LOMBARDO PER GARANTIRE PRODUZIONI ZOOTECNICHE DI QUALITA Siamo giunti alla 3 pubblicazione

Dettagli

DIAMO VOCE ALLE SEMENTI!

DIAMO VOCE ALLE SEMENTI! DIAMO VOCE ALLE SEMENTI! POTRA L EUROPA RINUNCIARE ALL INNOVAZIONE VARIETALE? LA NOSTRA VISIONE L innovazione legata alle sementi deve essere alla base della filiera alimentare, per stimolare lo sviluppo

Dettagli

Alimentazione Così si può migliorare l efficienza alimentare

Alimentazione Così si può migliorare l efficienza alimentare Ancora dal convegno di Copenaghen. Questo parametro, nell allevamento delle bovine da latte, può crescere. E non solo perfezionando il razionamento. Ma anche intervenendo su diversi altri fattori, come

Dettagli

Operazioni colturali Misura Prezzo unitario Aratura ha 150,00 Erpicatura ha 60,00 Fresatura o erpice rotante ha 123,00 Semina mais e girasole,

Operazioni colturali Misura Prezzo unitario Aratura ha 150,00 Erpicatura ha 60,00 Fresatura o erpice rotante ha 123,00 Semina mais e girasole, Operazioni colturali Misura Prezzo unitario Aratura ha 150,00 Erpicatura ha 60,00 Fresatura o erpice rotante ha 123,00 Semina mais e girasole, macchina monoseme ha 63,00 Con concimazione localizzata ha

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE SALVA CREMASCO. Art. 1 Denominazione

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE SALVA CREMASCO. Art. 1 Denominazione DISCIPLINARE DI PRODUZIONE SALVA CREMASCO Art. 1 Denominazione La Denominazione di Origine Protetta ( DOP ) SALVA CREMASCO è riservata esclusivamente al formaggio che risponde alle condizioni ed ai requisiti

Dettagli

FONDO MUTUALISTICO ALTRI SEMINATIVI

FONDO MUTUALISTICO ALTRI SEMINATIVI PREMESSA Si assiste sempre più spesso ad andamenti meteorologici imprevedibili e come tali differenti dall ordinario: periodi particolarmente asciutti alternati ad altri particolarmente piovosi. Allo stesso

Dettagli

Digestato da rifiuti e da matrici agricole

Digestato da rifiuti e da matrici agricole Ravenna 2012 Workshop I CIC Consorzio Italiano Compostatori Ravenna, 27 settembre 2012 Digestato da rifiuti e da matrici agricole Lorella ROSSI C.R.P.A. - Reggio Emilia, Comitato Tecnico CIC DIGESTIONE

Dettagli

I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI

I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI SENATO DELLA REPUBBLICA Commissione Agricoltura e Produzione Agroalimentare Prof. Felice ADINOLFI Università degli Studi di Bologna Roma 22 Gennaio

Dettagli

IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo

IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo Le forze inorganiche creano sempre solo l inorganico. Mediante una forza superiore che agisce nel corpo vivente, al cui servizio sono le forze

Dettagli

CARATTERISTIC HE-ALIMENTARI. buono da mensa ottimo per salse fragranza intensa

CARATTERISTIC HE-ALIMENTARI. buono da mensa ottimo per salse fragranza intensa CARATTRISTICH- CARATTRISTIC H-ALIMNTARI DV pomodoro ovale di daniele semina: febbraio trapianto: aprile-maggio raccolta: luglio-novembre buccia chiara, arancione se maturo, polpa compatta, pochi semi,

Dettagli

Concimare senza sprechi, con la massima efficacia, salvaguardando la natura. melo, pero, kiwi. schede colturali - volume 4

Concimare senza sprechi, con la massima efficacia, salvaguardando la natura. melo, pero, kiwi. schede colturali - volume 4 Concimare senza sprechi, con la massima efficacia, salvaguardando la natura melo, pero, kiwi schede colturali - volume 4 I prodotti che AGM fabbrica con destinazione speciale per frutteti, sono stati testati

Dettagli

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Marco Glisoni Maria Lisa Procopio Incontro formativo Progetto APE settembre 2014 Il Piano d Azione Nazionale per il GPP Piano d azione per la

Dettagli

Endivie 2013-2014. Qualità e innovazione Tante novità, da condividere

Endivie 2013-2014. Qualità e innovazione Tante novità, da condividere Endivie 2013-2014 Qualità e innovazione Tante novità, da condividere Tutto il meglio dell endivia Negli ultimi anni Rijk Zwaan ha realizzato un importante programma di ricerca dedicato all endivia. Si

Dettagli

Controllo Integrato delle infestanti dell'actinidia. INFESTANTI CRITERI DI INTERVENTO SOSTANZE ATTIVE % S.a. DOSE l/ha ANNO Indipendentemente dal

Controllo Integrato delle infestanti dell'actinidia. INFESTANTI CRITERI DI INTERVENTO SOSTANZE ATTIVE % S.a. DOSE l/ha ANNO Indipendentemente dal INFESTANTI CRITERI DI INTERVENTO SOSTANZE ATTIVE % S.a. DOSE l/ha ANNO Graminacee e Interventi chimici: Glifosate 30.40 9 l/ha Consigliabili le applicazioni nel periodo autunnale. L'uso di diserbanti può

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

Densità di impianto: distanza tra le piante sul filare e tra i filari (da Fregoni 1984 e Calò 1987)

Densità di impianto: distanza tra le piante sul filare e tra i filari (da Fregoni 1984 e Calò 1987) Densità di impianto: distanza tra le piante sul filare e tra i filari (da Fregoni 1984 e Calò 1987) Prima regola: oltre un certo carico produttivo per ceppo la qualità diminuisce ( ) Fittezza in relazione

Dettagli

Lineamenti di storia del Consorzio Agricolo Piemontese per Agroforniture e Cereali Leopoldo Cassibba 1

Lineamenti di storia del Consorzio Agricolo Piemontese per Agroforniture e Cereali Leopoldo Cassibba 1 Lineamenti di storia del Consorzio Agricolo Piemontese per Agroforniture e Cereali Leopoldo Cassibba 1 Introduzione L elaborato ripercorre l evoluzione del CAPAC (Consorzio Agricolo Piemontese per Agroforniture

Dettagli

COS E LA PRODUZIONE INTEGRATA?

COS E LA PRODUZIONE INTEGRATA? Cos è la Produzione Integrata (PI). Con questo scritto desidero fare una cronistoria sulla produzione integrata, un sistema di lotta iniziato negli anni 80, dove un ticinese nella persona del Dott. Mario

Dettagli

Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti

Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti Gli impianti biogas a rifiuti 2/3 Gli impianti biogas a rifiuti La tecnologia Schmack Biogas per la digestione anaerobica della FORSU La raccolta differenziata delle

Dettagli

CENTRO PO DI TRAMONTANA. nei settori orticolo e floricolo

CENTRO PO DI TRAMONTANA. nei settori orticolo e floricolo CENTRO PO DI TRAMONTANA RISULTATI SPERIMENTALI 2014 nei settori orticolo e floricolo 23 SPERIMENTAZIONE E ORIENTAMENTI Per la ventitreesima stagione consecutiva Veneto Agricoltura presenta i risultati

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 834/2007 DEL CONSIGLIO

REGOLAMENTO (CE) N. 834/2007 DEL CONSIGLIO REGOLAMENTO (CE) N. 834/2007 DEL CONSIGLIO del 28 giugno 2007 RELATIVO ALLA PRODUZIONE BIOLOGICA E ALL ETICHETTATURA DEI PRODOTTI BIOLOGICI E CHE ABROGA IL REGOLAMENTO (CEE) N. 2092/91 TESTO COORDINATO

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

LE VARIETA VANNO PRENOT ATE AL PROPRIO FORNITORE

LE VARIETA VANNO PRENOT ATE AL PROPRIO FORNITORE Ernst Benary Samenzucht GmbH Postfach 11 27-34331 Hann. Münden - Germania Tel: +49 5541 70090, Fax: +49 5541 700920 info@benary.de - www.benary.de - www.benary.com L azienda Fondata a Erfurt nel 1843,

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA UNICA DI PAGAMENTO RACCOLTO 2014

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA UNICA DI PAGAMENTO RACCOLTO 2014 GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA UNICA DI PAGAMENTO RACCOLTO 2014 Per la compilazione della domanda unica 2014 è necessario conoscere la normativa comunitaria e nazionale di riferimento ed in particolare

Dettagli

PRODUTTIVITÁ DELLE SRC NELL APPENNINO CALABRESE. Sara Bergante Gianni Facciotto, Laura Rosso, Giuseppe Nervo, Enrico Allasia, Franco Fazio

PRODUTTIVITÁ DELLE SRC NELL APPENNINO CALABRESE. Sara Bergante Gianni Facciotto, Laura Rosso, Giuseppe Nervo, Enrico Allasia, Franco Fazio PRODUTTIVITÁ DELLE SRC NELL APPENNINO CALABRESE Sara Bergante Gianni Facciotto, Laura Rosso, Giuseppe Nervo, Enrico Allasia, Franco Fazio 1 Ambito della ricerca Nella primavera 2009 l Unità di Ricerca

Dettagli

Il quadro normativo per gli impianti di biogas da effluenti zootecnici

Il quadro normativo per gli impianti di biogas da effluenti zootecnici CORSO: IL BIOGAS DA EFFLUENTI ZOOTECNICI Reggio Emilia, 15 Dicembre 2011 Il quadro normativo per gli impianti di biogas da effluenti zootecnici Lorella ROSSI Centro Ricerche Produzioni Animali - Reggio

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali DECRETO prot. 6513 del 18 novembre 2014 Disposizioni nazionali di applicazione del regolamento (UE) n. 1307/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2013 VISTO il regolamento (CE) n.

Dettagli

ΕΡΓ. ΓΕΩΡΓΙΚΗΣ ΜΗΧΑΝΟΛΟΓΙΑΣ TEL.: (+30210)5294040 FAX: (+301)5294032 ΚΑΘ. Ν. ΣΥΓΡΙΜΗΣ email:ns@aua.gr, www.aua.gr/ns

ΕΡΓ. ΓΕΩΡΓΙΚΗΣ ΜΗΧΑΝΟΛΟΓΙΑΣ TEL.: (+30210)5294040 FAX: (+301)5294032 ΚΑΘ. Ν. ΣΥΓΡΙΜΗΣ email:ns@aua.gr, www.aua.gr/ns ORTICOLE IN SERRA Preparazione del terreno Trapianto Post-Trapianto Inizio accrescimento vegetativo Accrescimento vegetativo Fioritura Allegagione Ingrossamento bacche frutti Invaiatura Maturazione Obiettivo/Problema

Dettagli

L influenza del suolo sulla performance viticola: DALL APPARATO RADICALE ALLA QUALITÀ DEL VINO

L influenza del suolo sulla performance viticola: DALL APPARATO RADICALE ALLA QUALITÀ DEL VINO L influenza del suolo sulla performance viticola: DALL APPARATO RADICALE ALLA QUALITÀ DEL VINO Fabrizio Battista, Federica Gaiotti, Davide Mosetti, Gilberto Bragato, Diego Tomasi CRA-VIT CENTRO DI RICERCA

Dettagli

TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane

TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane Agrofarmaco biologico per la prevenzione delle malattie fungine del terreno TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane NOVITà TELLUS: la nuova risorsa per una crescita vigorosa TELLUS

Dettagli

farro medio o farro dicocco o semplicemente farro (Triticum dicoccum);

farro medio o farro dicocco o semplicemente farro (Triticum dicoccum); Farro Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Il farro, nome comune usato per tre differenti specie del genere Triticum, rappresenta il più antico tipo di frumento coltivato, utilizzata dall'uomo come nutrimento

Dettagli

Funghi e micotossine

Funghi e micotossine Funghi e micotossine Roberto Causin, Dipartimento TeSAF, Sezione Patologia Vegetale, Università degli Studi di Padova 1.1 Aspetti generali Si conoscono decine di generi e specie fungine (muffe) in grado

Dettagli

Indagine Agronomica. Obiettivi: Progetto CORINAT

Indagine Agronomica. Obiettivi: Progetto CORINAT Progetto CORINAT Indagine Agronomica Obiettivi: Creazione di un sistema cartografico (GIS) per l analisi territoriale Valutazione della influenza della misura 214 azione i sui componenti della produzione

Dettagli

FUMONISINE NEL MAIS E NEI PRODOTTI DELLA MACINAZIONE

FUMONISINE NEL MAIS E NEI PRODOTTI DELLA MACINAZIONE FUMONISINE NEL MAIS E NEI PRODOTTI DELLA MACINAZIONE OGGETTO 1. Contaminazione da Fumonisine nel mais italiano allo scopo di individuare la quota di mais che rimane al di sotto dei limiti massimi proposti;

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

I METALLI PESANTI NEL LATTE

I METALLI PESANTI NEL LATTE I METALLI PESANTI NEL LATTE di Serraino Andrea Dipartimento di Sanità Pubblica Veterinaria e Patologia Animale - Facoltà Medicina Veterinaria - Università di Bologna - Alma Mater Studiorum. I metalli sono

Dettagli

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano (Fabio Musmeci, Angelo Correnti - ENEA) Il lago di Bracciano è un importante elemento del comprensorio della Tuscia Romana che non può non

Dettagli

NOTIFICA ATTIVITA' CON METODO BIOLOGICO ( * )

NOTIFICA ATTIVITA' CON METODO BIOLOGICO ( * ) REGIONE: Ministero per le Politiche Agricole e Forestali ( MiPAF) A cura dell'ufficio ricevente Prot. del NOTIFICA ATTIVITA' CON METODO BIOLOGICO ( * ) INFORMAZIONI RELATIVE ALLA POSIZIONE NEL SISTEMA

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER)

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Maurizio Gualtieri ENEA UTTS 0161-483370 Informazioni: eventienea_ispra@enea.it 14 maggio 2014 - ISPRA Sommario

Dettagli

Un second crop oltre ogni aspettativa

Un second crop oltre ogni aspettativa Prince Un second crop oltre ogni aspettativa Per i tecnici, i dati di second crop di Prince sono andati oltre ogni più rosea aspettativa, ma per molti allevatori in Italia non sono stati altro che una

Dettagli

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali -

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - (tratto dalla relazione di Martino Buzzi del 17.09.06) Lo stagno: un angolo di natura Avere uno stagno nel proprio

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO

CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO LA PRODUTTIVITÀ HA UN NUOVO LOGO ED UNA NUOVA IMMAGINE resentiamo il nuovo logo e il nuovo pay off aziendali in un momento P storico della realtà Laverda, contraddistinto

Dettagli

IT 2014. La Commissione ha gestito in maniera efficace l integrazione del sostegno accoppiato nel regime di pagamento unico? Relazione speciale

IT 2014. La Commissione ha gestito in maniera efficace l integrazione del sostegno accoppiato nel regime di pagamento unico? Relazione speciale IT 2014 n. 08 Relazione speciale La Commissione ha gestito in maniera efficace l integrazione del sostegno accoppiato nel regime di pagamento unico? CORTE DEI CONTI EUROPEA CORTE DEI CONTI EUROPEA 12,

Dettagli

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento Che cos è il compost Il compost è il terriccio (humus) che si forma dai rifiuti organici (erba, foglie, avanzi di frutta e verdura, ecc) grazie all azione del sole, dell aria e dei microrganismi presenti

Dettagli

Tecniche apistiche: il controllo della sciamatura

Tecniche apistiche: il controllo della sciamatura Tecniche apistiche: il controllo della sciamatura Obiettivi: - evitare o ridurre il fenomeno della sciamatura - conservare le api nell alveare o nell apiario (sciamatura temporanea) I metodi sono diversi

Dettagli

DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE DI SVILUPPO DELL ATTREZZATURA PROTOTIPO PER LA CONCENTRAZIONE DI BIOMASSA MICROBICA DA ESTRATTO DI CASTAGNA

DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE DI SVILUPPO DELL ATTREZZATURA PROTOTIPO PER LA CONCENTRAZIONE DI BIOMASSA MICROBICA DA ESTRATTO DI CASTAGNA DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE DI SVILUPPO DELL ATTREZZATURA PROTOTIPO PER LA CONCENTRAZIONE DI BIOMASSA MICROBICA DA ESTRATTO DI CASTAGNA Premesso che nell ambito del progetto Castagna di Montella:

Dettagli

REGOLAMENTI REGOLAMENTO (CE) N. 834/2007 DEL CONSIGLIO. del 28 giugno 2007

REGOLAMENTI REGOLAMENTO (CE) N. 834/2007 DEL CONSIGLIO. del 28 giugno 2007 20.7.2007 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 189/1 I (Atti adottati a norma dei trattati CE/Euratom la cui pubblicazione è obbligatoria) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (CE) N. 834/2007 DEL CONSIGLIO

Dettagli

CONSORZIO PER LA TUTELA DEL FORMAGGIO ASIAGO VICENZA. DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DOP ASIAGO (D.M.03/08/2006 Gazzetta.Ufficiale n.

CONSORZIO PER LA TUTELA DEL FORMAGGIO ASIAGO VICENZA. DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DOP ASIAGO (D.M.03/08/2006 Gazzetta.Ufficiale n. CONSORZIO PER LA TUTELA DEL FORMAGGIO ASIAGO VICENZA DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DOP ASIAGO (D.M.03/08/2006 Gazzetta.Ufficiale n. 190 del 17/08/06) Art. 1 Denominazione La denominazione di origine protetta

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA.

ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA. ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA. ALPHA ORIENT ALPHA ORIENT Il colore è ovunque, basta saperlo cercare. Finitura altamente decorativa

Dettagli

Disciplinare di produzione del Formaggio Castelmagno Denominazione di Origine Protetta (DOP)

Disciplinare di produzione del Formaggio Castelmagno Denominazione di Origine Protetta (DOP) Disciplinare di produzione del Formaggio Castelmagno Denominazione di Origine Protetta (DOP) Art. 1 La Denominazione di Origine Protetta Castelmagno è riservata esclusivamente al formaggio che risponde

Dettagli

ogni giorno in prima linea

ogni giorno in prima linea Servizio itosanitario Emilia-Romagna ogni giorno in prima linea proteggere le coltivazioni, le alberature, i parchi e le aree verdi dell'emilia-romagna da organismi nocivi fornire un supporto specialistico

Dettagli

Schindler 9500AE Tappeti mobili inclinati Tipo 10/15 Tranquillità e sicurezza Anche se avanzano con brio

Schindler 9500AE Tappeti mobili inclinati Tipo 10/15 Tranquillità e sicurezza Anche se avanzano con brio Tappeti mobili inclinati Tipo 10/15 Tranquillità e sicurezza Anche se avanzano con brio 2 3 4 Tipo 10 e Tipo 15 Affidabilità per i centri commerciali Appositamente studiati per i centri commerciali, i

Dettagli

Dairy Comp SATA: La gestione avanzata della mandria da latte

Dairy Comp SATA: La gestione avanzata della mandria da latte 69^ FIERA INTERNAZIONALE DEL BOVINO D LATTE Dairy Comp SATA: La gestione avanzata della mandria da latte Dott.ssa Paola Amodeo Specialista SATA Sistemi Alimentari e Qualità degli Alimenti ARAL - Ass Reg

Dettagli

Gestione delle avversità in agricoltura biologica

Gestione delle avversità in agricoltura biologica Gestione delle avversità in agricoltura biologica Anna La Torre Consiglio per la ricerca in agricoltura e l analisi dell economia agraria Centro di ricerca per la patologia vegetale «Noi ereditiamo la

Dettagli

Verifica - Conoscere le piante

Verifica - Conoscere le piante Collega con una linea nome, descrizione e disegno Verifica - Conoscere le piante Erbe Hanno il fusto legnoso che si ramifica vicino al terreno. Alberi Hanno il fusto legnoso e resistente che può raggiungere

Dettagli

technostuk 2-12 09/13 127

technostuk 2-12 09/13 127 technostuk 2-12 09/13 127 TECHNOSTUK 2-12 Sigillante cementizio per fughe da 2 a 12 mm. La protezione attiva di Microshield System aiuta a prevenire la crescita di batteri, funghi e muffe, che possono

Dettagli

Solo il meglio sotto ogni profilo!

Solo il meglio sotto ogni profilo! Solo il meglio sotto ogni profilo! Perfetto isolamento termico per finestre in alluminio, porte e facciate continue Approfittate degli esperti delle materie plastiche Voi siete specialisti nella produzione

Dettagli

Cuscinetti SKF con Solid Oil

Cuscinetti SKF con Solid Oil Cuscinetti SKF con Solid Oil La terza alternativa per la lubrificazione The Power of Knowledge Engineering Cuscinetti SKF con Solid Oil la terza alternativa di lubrificazione Esistono tre metodi per erogare

Dettagli

FAQ: Condizionalità. Cosa si intende per condizionalità?

FAQ: Condizionalità. Cosa si intende per condizionalità? FAQ: Condizionalità Cosa si intende per condizionalità? La condizionalità è una delle maggiori novità introdotte dalla Politica Agricola Comune (PAC) approvata nel 2003. Rappresenta l insieme delle norme

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano

Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano Art. 1 La zona di provenienza del latte destinato alla trasformazione del formaggio Pecorino Romano comprende l intero territorio delle regioni della

Dettagli

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015.

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni favorevoli per il taglio di legname da costruzione e uso falegnameria. Gli alberi dai quali si ricava legname da costruzione e per la fabbricazione

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

MODENA E IL SUO CLIMA

MODENA E IL SUO CLIMA Comune di Modena - SERVIZIO STATISTICA: note divulgative Pagina 1 di 2 MODENA E IL SUO CLIMA Modena, pur non essendo estranea al fenomeno del riscaldamento generalizzato, continua ad essere caratterizzata

Dettagli

Valdigrano: quando l ambiente è un valore!

Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valutazione di impatto ambientale delle linee Valdigrano, Valbio e La Pasta di Franciacorta Programma per la valutazione dell impronta ambientale Progetto co-finanziato

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

www.mpmsrl.com pavimentazioni sine materiali protettivi milano

www.mpmsrl.com pavimentazioni sine materiali protettivi milano www.mpmsrl.com pavimentazioni re sine materiali protettivi milano Tradizione, esperienza, innovazione tecnologica. Da oltre 50 anni MPM materiali protettivi milano s.r.l opera nel settore dell edilizia

Dettagli

HARMONY 50 SX Granuli idrosolubili Erbicida selettivo per il diserbo in post-emergenza di mais e soia.

HARMONY 50 SX Granuli idrosolubili Erbicida selettivo per il diserbo in post-emergenza di mais e soia. (S20/21). Non gettare i residui nelle fognature (S29). Non disfarsi è un erbicida selettivo per il diserbo in postemergenza viene assorbito dalle foglie delle piante trattate e, con sintomi visibili (ingiallimento,

Dettagli

I risultati dei campi varietali di sorgo da granella e da biomassa

I risultati dei campi varietali di sorgo da granella e da biomassa I risultati dei campi varietali di sorgo da granella e da biomassa Roberto Reggiani Az. Agr. Sperim. Stuard - Parma Renato Canestrale Centro Ricerche Produzioni Vegetali Settore Grandi Colture - Faenza

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

I VETRI ISOLANTI DI FINSTRAL. Una vasta gamma di soluzioni per le vostre esigenze!

I VETRI ISOLANTI DI FINSTRAL. Una vasta gamma di soluzioni per le vostre esigenze! I VETRI ISOLANTI DI FINSTRAL Una vasta gamma di soluzioni per le vostre esigenze! LA GAMMA VETRI DI FINSTRAL Plus-Valor La qualità è di serie Il vetro basso-emissivo Plus-Valor da noi è di serie. Questo

Dettagli

PRODURRE BENE ANCHE SENZA CONCIMARE: I RISULTATI DEL PROGETTO FERTIRAZ NELL AREA DEL CAVALLINO

PRODURRE BENE ANCHE SENZA CONCIMARE: I RISULTATI DEL PROGETTO FERTIRAZ NELL AREA DEL CAVALLINO Studio di tecniche innovative per la razionalizzazione dell uso di fertilizzanti abbinato alla razionalizzazione della risorsa idrica PRODURRE BENE ANCHE SENZA CONCIMARE: I RISULTATI DEL PROGETTO FERTIRAZ

Dettagli

GIUSTIFICAZIONE DEI LIVELLI DI AIUT. O MISURA F "AGROAMBIENTE"

GIUSTIFICAZIONE DEI LIVELLI DI AIUT. O MISURA F AGROAMBIENTE REGIONE SICILIANA ASSESSORATO AGRICOLTURA E FORESTE Piano di Sviluppo Rurale GIUSTIFICAZIONE DEI LIVELLI DI AIUT. O MISURA F "AGROAMBIENTE" PREMESSA Il calcolo dei livelli di aiuto è stato effettuato secondo

Dettagli

COLTURE FORAGGERE. Scheda. 1 - Erbai autunno vernini. 2 - Erba medica. 3 - Favino. 4 - Sulla, lupinella e trifogli annuali e biennali da foraggio

COLTURE FORAGGERE. Scheda. 1 - Erbai autunno vernini. 2 - Erba medica. 3 - Favino. 4 - Sulla, lupinella e trifogli annuali e biennali da foraggio Regione Toscana PSR 2007/13 e L.R. 25/99 Agricoltura Integrata: Schede Tecniche Difesa e Diserbo Annata agraria 2015 Rev. 6 Pag.171 di 256 COLTURE FORAGGERE Scheda 1 - Erbai autunno vernini 2 - Erba medica

Dettagli

BENESSERE ANIMALE ANNUALITA' 2009 MISURA F - b

BENESSERE ANIMALE ANNUALITA' 2009 MISURA F - b BENESSERE ANIMALE ANNUALITA' 2009 MISURA F - b Schema presentazione La produzione di latte ovino Il costo di produzione del latte ovino: Costi aziendali Costi di sistema Interazione fra prezzo, costi di

Dettagli

Pane 100% farina di grano saraceno

Pane 100% farina di grano saraceno Questa ricetta l'ho elaborata grazie ai preziosi consigli di un grande chef e amico, ovvero il titolare del Ristorante dal Sem ad Albissola Superiore Sv (http://www.ristorantedasem.it/). Uno sguardo al

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project: serramenti in alluminio ad alte prestazioni Ricche dotazioni tecnologiche e funzionali Eccezionale isolamento termico Massima espressione

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 20.6.2014 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea L 181/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 639/2014 DELLA COMMISSIONE dell 11 marzo 2014 che integra il regolamento (UE)

Dettagli

dai vita alla tua casa

dai vita alla tua casa dai vita alla tua casa SEMPLICE MENTE ENERGIA bioedilizia Una STRUTTURA INNOVATIVA PARETE MEGA PLUS N 10 01 struttura in legno 60/60 mm - 60/40 mm 02 tubazione impianto elettrico ø 21 mm 03 struttura portante

Dettagli

Tabella A - Coltivazione ore standard/ettaro/anno. Cereali, oleaginose, favino (escluso mais) 25 +10% +20%

Tabella A - Coltivazione ore standard/ettaro/anno. Cereali, oleaginose, favino (escluso mais) 25 +10% +20% Allegato A PARTE I Determinazione delle ore lavoro per realizzare la condizione di principalità di cui all'articolo 6, comma 3, lettera a) della l.r.30/2003. (42) 1. PREMESSA L imprenditore agricolo che

Dettagli

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico La riparazione dell asfalto ha fatto strada. Sistemi MAPEI per la realizzazione di pavime I pannelli radianti sono

Dettagli

Manuale sull illuminazione UV www.dohse-terraristik.com

Manuale sull illuminazione UV www.dohse-terraristik.com Manuale sull illuminazione UV La corretta illuminazione dei terrari è importante per il benessere degli animali da terrario e per il successo dell allevamento. In ciò rivestono particolare importanza determinate

Dettagli