Atti del Convegno Parte seconda. a cura di Anna Busa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Atti del Convegno Parte seconda. a cura di Anna Busa"

Transcript

1 Atti del Convegno Parte seconda a cura di Anna Busa

2 IV Incontro Nazionale delle Biblioteche Sebina Atti del Convegno è distribuito sotto licenza Creative Commons 2.5 (Attribuzione Non Commerciale Non opere derivate 2.5 Italia) Una licenza di tipo copyleft per consentirne la libera diffusione Si riporta il testo in linguaggio accessibile, copia del testo integrale della licenza in: Per informazioni contattare: IV Incontro Nazionale delle Biblioteche Sebina Pagina 2

3 IV Incontro Nazionale delle Biblioteche Sebina Bologna 27 ottobre 2009 Atti del Convegno Parte seconda A cura di Anna Busa Divisione Beni Culturali Data Management Marzo IV Incontro Nazionale delle Biblioteche Sebina Pagina 3

4 - IV Incontro Nazionale delle Biblioteche Sebina Pagina 4

5 Sommario parte seconda I gruppi di lettura e la rete: relazioni controverse 6 La Biblioteca e i gruppi di lettura 9 COMECinema 11 Sebina OpenSearch Cinquecentine: edizioni del XVI secolo nelle biblioteche dell'emilia-romagna 23 - IV Incontro Nazionale delle Biblioteche Sebina Pagina 5

6 I gruppi di lettura e la rete: relazioni controverse Luigi Gavazzi (curatore blog Gruppo/i di lettura ) L'esperienza del blog del gruppo di lettura 1 di Cologno Monzese e l'evoluzione verso un portale dei Gruppi di Lettura Io sono un lettore. Quindi, sono un intruso, per quanto interessato, in questo contesto di bibliotecari di professione. Per me, per i lettori, che un po' mi sento di rappresentare, la lettura non è una professione ma "solo" un piacere. Le mie sono quindi alcune osservazioni da interlocutore, privilegiato, ma esterno. In un doppio ruolo: Partecipante ai gruppi di lettura della Biblioteca di Cologno Monzese (quindi lettore che condivide le letture in incontri faccia a faccia con altri lettori) lettore che condivide le letture con altri lettori anche usando internet, soprattutto su: (ma anche altrove, se pure con modalità molto diverse e decisamente incostanti come Anobii, Twitter, Friendfeed, Delicious). Il duplice ruolo ci è sembrato rilevante perché uno degli aspetti implicati dall'adozione di SebinaYOU da parte del Sistema bibliotecario del Nord Est di Milano (con il progetto del Portale dei Gruppi di Lettura ) riguarda l'uso che della rete possono fare e fanno i gruppi di lettura; ma anche la possibilità che le pratiche tipiche della condivisione della lettura e del web sociale (web 2.0) confluiscano in un portale che favorisca l'interazione fra biblioteche e singoli lettori. In particolare, mi sembra importante sottolineare la natura della relazione fra questi due tipi di condivisione della lettura: condivisione dentro i gruppi di lettura (faccia a faccia) condivisione fra singoli lettori, lontani fisicamente, mediata dalla partecipazione sul web. Relazione che spesso viene data per scontata e evidente. Mentre è problematica, difficile e spesso assente. Esagerando un poco, per essere più chiari, direi che i lettori dei Gruppi di lettura usano poco, quasi per nulla, il Web per condividere l'esperienza di lettura: la loro è un'esperienza (quasi) completamente di relazione a voce, faccia a faccia. E i lettori che condividono le loro letture sul web tendono a farlo con modalità molto diverse da quelle tipiche dei gruppi di lettura. Anche i lettori che partecipano a gruppi di lettura faccia a faccia, quando stanno sul web interagiscono con altri lettori, con le modalità tipiche della rete, comprensibilmente, come se il web fosse un mondo diverso dall'altro. E in effetti sono due mondi quasi separati. Dunque, da una parte abbiamo gruppi di lettura composti da persone che si riuniscono, con una bella intensità di dibattito, ci mettono un grande impegno, partecipano con costanza e soprattutto con coinvolgimento emotivo; ci tengono molto a questi incontri: allo scambio di punti di vista sui libri letti, a come gli altri partecipanti ai gruppi considerano l'altrui metodo di lettura. Dall'altra, invece, i lettori che si affidano al web per condividere le letture sono incostanti, entrano ed escono con grande facilità da relazioni virtuali su siti, blog, forum. 1 Per una definizione dei concetti di "lettura condivisa" e di "gruppi di lettura" consiglio questo documento di Luca Ferrieri: - IV Incontro Nazionale delle Biblioteche Sebina Pagina 6

7 Ovviamente, la rete facilita l'estensione del numero dei partecipanti a questi luoghi di discussione a distanza: l'audience quindi è molto estesa, si allarga facilmente (spesso basta azzeccare il libro su cui centrare la discussione), ma il turn-over è continuo, i legami fra partecipanti sono deboli, il coinvolgimento emotivo è quasi sempre a bassa intensità. Audience Impegno, partecipazione legami, GRUPPI DI LETTURA Ristretta, difficile l'espansione Grande impegno, legami forti, partecipazione costante, continua, coinvolgimento emotivo LETTURA CONDIVISA SUL WEB Molto vasta, è abbastanza facile ampliarla Deboli, incostanti, turn-over, interazione "fredda" Attenzione Forte Debole, incostante Scritta, approfondita, stile Orale, digressiva, polifonica Comunicazione "recensione"; monologica, meditata Anche il modo di comunicare è differente: nel gruppo di lettura faccia a faccia, la comunicazione tipica è quella del parlato, con le reiterazioni, i salti in avanti, le digressioni, le interruzioni, i cambi di piano, le incoerenze, le riprese dello stesso argomento più e più volte. Il gruppo di lettura faccia a faccia produce dialoghi, polifonie, letture intrecciate, punti di vista che si contaminano facilmente. La condivisione della lettura in rete (un blog, un forum o ambienti ancora più 2.0 come Anobii) produce quasi sempre una serie di monologhi, anche quando sembrano dialoghi. La comunicazione usa il registri dello scritto, con le sue regole monologiche, una certa sistematicità, il taglio per approfondimento; spesso il taglio è quello della "recensione". Difficile generalizzare: però l'esperienza del nostro blog (http://gruppodilettura.wordpress.com/) con le risposte che danno i frequentatori a quesiti specifici (http://gruppodilettura.wordpress.com/2009/09/24/mi-serve-il-vostro-parere-sulla-letturacondivisa/), sottolineano come i lettori che preferiscono la condivisione della lettura su Internet lo facciano proprio: per la distanza emotiva ("difficoltà di storcere il naso davanti a scelte o giudizi non apprezzati") per la comunicazione più meditata, tipica della scrittura; per la possibilità di evitare il rischio del "circolo chiuso", con una partecipazione allargata e sempre rinnovata; e, ovviamente, per la maggiore comodità. Sull'altro fronte, chi partecipa al nostro gruppo di lettura a Cologno Monzese fatica ad apprezzare il senso di relazioni a distanza, senza coinvolgimento emotivo dell'interlocutore, tipiche del blog. Fatica anche a interessarsi al ragionare di persone che non conosce e soprattutto a mostrare qualcosa di intimo come il pensiero profondo sulle proprie letture a persone che non vede, che non frequenta. Insomma, il gruppo di lettura di Cologno quasi mai usa il blog per condividere la lettura: non ne ha bisogno! Pochi, pochissimi fra i lettori del blog partecipano o hanno partecipato al gruppo. - IV Incontro Nazionale delle Biblioteche Sebina Pagina 7

8 A volte sul blog intervengono partecipanti ad altri gruppi di lettura, ma, significativamente, adottando le modalità di interazione proprie del blog. Il blog, che è online da sette anni, è dunque, a suo modo, un gruppo di lettura particolare, completamente diverso dal Gruppo vero e proprio degli incontri faccia a faccia. Nei soli primi 10 mesi del 2009 il blog ha prodotto 180 post e 2200 commenti ed è stato visitato 300mila volte. Detto questo, resta il fatto che il blog è in questi anni diventato anche un punto di riferimento di servizio per i gruppi di lettura italiani: ci arrivano richieste su come organizzare i gruppi di lettura pubblichiamo un elenco aggiornato dei gruppi di lettura italiani (http://gruppodilettura.wordpress.com/2006/11/28/lelenco-dei-gruppi-di-lettura-italiani/) Ecco, proprio i Servizi, possono diventare l'elemento su cui lavorare e i servizi per e attorno ai gruppi di lettura sono alla base dell'idea di fare un portale web dei gruppi di lettura. Insomma: da una parte è importante continuare a usare il web e le sue aree di discussione autonome, anche separate, senza pretendere di inscatolarle in uno spazio specifico e unico. E per le biblioteche, credo che questo sia - e in prospettiva lo diventerà sempre di più - un prezioso serbatoio di idee e un termometro del tipo di rapporto che i lettori hanno con la lettura, che aiuterà ad offrire servizi di promozione della lettura in modo sempre più preciso e adeguato. Dall'altra, il portale dei Gruppi di lettura come erogatore di servizi per la lettura condivisa: il contatto fra i gruppi, il prestito dei libri fra i gruppi, lo scambio di esperienze su come fare, un catalogo comune dei libri letti, arricchito da informazioni generate dagli utenti (tag creati dai lettori, sui libri di fiction, per esempio): senza pensare di includere nel portale le esperienze autonome che si producono sul Web, ma diventando riferimento per chi vuole lavorare a forme di lettura condivisa in gruppi che si incontrino fisicamente. In questo modo provando anche ad applicare alcune delle pratiche tipiche del web 2.0 per raccogliere i contributi dei lettori coinvolti nei gruppi. - IV Incontro Nazionale delle Biblioteche Sebina Pagina 8

9 La Biblioteca e i gruppi di lettura Marilena Cortesini (Sistema Nord Est Milano Biblioteca di Cologno Monzese) Nuove forme di cooperazione, progettazione di nuovi servizi per i lettori e i lettori come risorsa La biblioteca luogo dei legami ( Michel.Melot, La saggezza del bibliotecario, S. Bonnard, 2005) è una definizione che mi ha molto colpito e che non riesco a dimenticare. In questo capitolo del suo libro, Melot parla della biblioteca come luogo, spazio architettonico raccontando di come e quanto questo edificio così speciale nel tempo parli di sé ai suoi lettori a quelli che richiama e a quelli che respinge. La biblioteca è anche (e forse soprattutto) quello che possiede (i libri e gli altri documenti) e le relazioni che è in grado di stabilire tra i libri e i lettori reali o possibili. Nella nostra esperienza di bibliotecari che si sono cimentati nella promozione e organizzazione dei Gruppi di Lettura possiamo dire che quello che succede nei gruppi è una rappresentazione perfetta del luogo dei legami. Il Gruppo di Lettura è un gruppo di persone che ama leggere, che vuole condividere con altri le proprie letture e che ha il piacere di conversare e comunicare pensieri, idee e suggestioni che nascono dalle letture e non disdegna gli aspetti conviviali dello stare insieme. Nei Gruppi di Lettura si esercita la pratica dell ascolto, del cambio di punto di vista, del mettersi nella pelle di un altro, dell accettazione di altre possibili letture oltre la propria. Si pratica la critica e si fa esercizio di umiltà dal momento che il gruppo di lettura è un circolo di pari in cui tutti, a dispetto dei titoli e dei background, hanno diritto di parola e di espressione, perché in primo luogo siamo tutti lettori e in quanto tali ci mettiamo in gioco. La biblioteca ospita, promuove, fornisce la materia prima ai Gruppi di Lttura, offre spazio e competenza a questa pratica di condivisione e i lettori costruiscono legami stretti fra i loro, fra loro e i libri, gli autori, le storie e rafforzano il loro legame con la biblioteca che alimenta e prolunga il loro piacere di ritrovarsi e parlarsi. E in questo contesto che si inserisce il progetto del portale Gruppi di Lettura che si è voluto come spazio come opportunità per ospitare anche in rete questo brulicare di esperienza e per sostenere e favorire con più ampio campo d azione lo scambio tra i gruppi e i singoli lettori. Le biblioteche hanno così l occasione di fornire e strutturare nuovi servizi in rete per questa tipologia di lettori. Gli esempi di possibilità che uno strumento come questo mette in campo sono molte e forse il più semplice e facile da immaginare è far circolare, fisicamente, i libri che alimentano l esperienza dei gruppi i lettura: il prestito a lotti. Mettiamo a disposizione testi che i Gruppi di Lettura hanno già letto, stanno per leggere o leggeranno. Altri Gruppi chiederanno in prestito il lotto di libri e lo restituiranno o lo faranno circolare fra altri gruppi di lettori che lo sceglieranno. Non è una novità, succede già in altri paesi, là dove i Gruppi di Lettura sono cresciuti in maniera esponenziale e hanno trovato appoggio, ospitalità e fomento nelle biblioteche. Obiettivo del portale è mette a disposizione dei lettori attraverso l esperienza, la mediazione e la competenza dei bibliotecari, la consultazione di numerose e ricche risorse informative che i servizi bibliotecari di reference hanno raccolto, ordinato e classificato. I lettori potranno così accedere ad un mondo di informazioni ricche e affidabili. - IV Incontro Nazionale delle Biblioteche Sebina Pagina 9

10 Il portale consentirà un accesso amichevole, più immediato e intelligibile, alle informazioni bibliografiche controllate che sappiamo essere importantissime per chi legge e ama leggere. Il portale, in quanto luogo di scambio sarà, inoltre, di aiuto ai bibliotecari per rispondere alla domanda fatidica e paradossale: Vorrei un libro che parla di un certo argomento, ambientato in un certo periodo storico in una determinata area del mondo, scritto da una determinata tipologia di autore. Al di là del paradosso si tenga in considerazione questa possibilità perché cominciando a muoversi nel mondo del web 2.0 e stimolando e consolidando la collaborazione e la cooperazione tra il mondo dei lettori e quello dei bibliotecari si può costruire un thesauro/tesoro informativo che nel tempo si arricchisce e può permettere il miracolo della interconnessione dinamica tra il catalogo, i libri e i lettori in carne ed ossa. I bibliotecari sanno trattare in maniera professionale e competente i libri e sanno raccogliere, accumulare, ordinare, classificare, connettere e restituire informazioni strutturate e utili al mondo dei lettori che è poi il loro universo di riferimento. Un altro e non trascurabile ambito in cui il portale può giocare un ruolo importante è quello dei consigli di lettura. E proprio nei Gruppi di Lettura che il famoso passa parola è continuamente praticato. Non solo, quando un lettore sostiene o suggerisce un titolo lo motiva sempre, ne racconta i punti di contatto con le letture precedenti o contemporanee personali o collettive, a volte costruisce vere e proprie recensioni oppure le promuove attraverso il racconto della propria esperienza di lettura. E materiale prezioso che, una volta condiviso, strutturato e verificato fornisce ai bibliotecari e ai lettori, singoli o a gruppi, una banca dati utile per i consigli di lettura che attualmente è promossa e sostenuta da strumenti e siti che però alla fine hanno sempre uno scopo commerciale. La collaborazione con i lettori, e qui parliamo prevalentemente di lettori forti o comunque di lettori autentici, non può che produrre ottimi frutti: i consigli di lettura, in particolare, costituiscono un arricchimento importante per la soggettazione della narrativa, i pareri e i suggerimenti di lettori vivi. Siamo all inizio di questa nuova storia, teniamo conto del margine di rischio, ancora molto alto e siamo consapevoli di utilizzare uno strumento potente ma che probabilmente non da subito potrà consentire tutto quello che vorremmo e che in modo molto schematico abbiamo descritto. Crediamo però che molto si potrà ottenere da una catena virtuosa di collaborazione e cooperazione tra biblioteche e lettori che è poi la chiave di volta per stringere ancora di più un alleanza che è assolutamente naturale ed ineludibile. Il portale dei Gruppi di Lettura : un luogo di incontro pubblico dove possono stratificarsi e incrociarsi i punti di vista personali e le elaborazioni collettive dei lettori e dove lettori e letture sono gli attori principali e le biblioteche ancora una volta il contenitore/contenuto, ospite intelligente e discreto ma che sa far tesoro di ciò che il mondo dei lettori produce restituendolo con il sale della sua esperienza e competenza nel trattare la sostanza di cui è fatta la lettura: i libri quelli di carta e quelli elettronici, digitali, gli e-book su cui le biblioteche avrebbero molto da dire e molto da fare. Non può la biblioteca pubblica non essere là dove ci sono i lettori e cercare gli spazi o gli interstizi in cui alimentare, stimolare e soddisfare il desiderio e il piacere di leggere. - IV Incontro Nazionale delle Biblioteche Sebina Pagina 10

11 COMECinema a cura della Redazione COME, Marco Turci (Mediateca del Centro Cinema San Biagio Cesena) E online il primo portale delle videoteche pubbliche dell Emilia- Romagna. L'utente finale è il destinatario del ridisegno di una vasta gamma di servizi sempre più personalizzati e partecipativi. Il portale si propone come veicolo della collaborazione tra istituti che si occupano di audiovisivi attraverso la realizzazione di servizi in cooperazione, la presentazione organizzata di iniziative culturali e di contenuti condivisi. La Redazione COME si configura quale comunità di pratiche, per un offerta sempre più ricca e condivisa di informazioni e aperture alla comunicazione in rete. - IV Incontro Nazionale delle Biblioteche Sebina Pagina 11

12 - IV Incontro Nazionale delle Biblioteche Sebina Pagina 12

13 - IV Incontro Nazionale delle Biblioteche Sebina Pagina 13

14 - IV Incontro Nazionale delle Biblioteche Sebina Pagina 14

15 Raccolta organizzata di risorse sul Cinema (realizzata con Sebina OpenSearch) - IV Incontro Nazionale delle Biblioteche Sebina Pagina 15

16 - IV Incontro Nazionale delle Biblioteche Sebina Pagina 16

17 Esempio di vetrina - IV Incontro Nazionale delle Biblioteche Sebina Pagina 17

18 Esempio di ricerca nel catalogo Esempio di ricerca federata che avviene simultaneamente alla ricerca nel catalogo Geolocalizzazione delle biblioteche e della singola biblioteca - IV Incontro Nazionale delle Biblioteche Sebina Pagina 18

19 Ricerca su COMEcinema dal Blog della Biblioteca di Fiorenzuola: - IV Incontro Nazionale delle Biblioteche Sebina Pagina 19

20 COMEcinema come Google Gadget: - IV Incontro Nazionale delle Biblioteche Sebina Pagina 20

21 - IV Incontro Nazionale delle Biblioteche Sebina Pagina 21

22 - IV Incontro Nazionale delle Biblioteche Sebina Pagina 22

23 Sebina OpenSearch Cinquecentine: edizioni del XVI secolo nelle biblioteche dell'emilia-romagna a cura della Soprintendenza per i Beni Librari IBACN E' on-line, a disposizione di cittadini e studiosi, il catalogo collettivo regionale delle edizioni del XVI secolo italiane e straniere possedute dalle biblioteche dell'emilia-romagna, realizzato tramite una particolare configurazione di Sebina OpenSearch, mentre proseguono i lavori di recupero delle schede cartacee del Censimento regionale nel Polo CER, appositamente costituito in collegamento con il catalogo del Servizio Bibliotecario Nazionale, e negli altri Poli della regione. - IV Incontro Nazionale delle Biblioteche Sebina Pagina 23

24 - IV Incontro Nazionale delle Biblioteche Sebina Pagina 24

25 - IV Incontro Nazionale delle Biblioteche Sebina Pagina 25

26 - IV Incontro Nazionale delle Biblioteche Sebina Pagina 26

27 - IV Incontro Nazionale delle Biblioteche Sebina Pagina 27

28 - IV Incontro Nazionale delle Biblioteche Sebina Pagina 28

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication G&P communication srl - Milano Dal web 1.0 al web 2.0 la grande rivoluzione web 1.0 Statico

Dettagli

BOZZA DEL CURRICULO VERTICALE DI EDUCAZIONE DELLA LETTURA: BIENNIO SC. SEC. DI 2

BOZZA DEL CURRICULO VERTICALE DI EDUCAZIONE DELLA LETTURA: BIENNIO SC. SEC. DI 2 BOZZA DEL CURRICULO VERTICALE DI EDUCAZIONE DELLA LETTURA: BIENNIO SC. SEC. DI 2 Abilità alunni Attività insegnante Attività alunno A. LEGGERE AD ALTA VOCE 1. Riattivare le competenze acquisite di lettura

Dettagli

PRESENTAZIONE 6 OTTOBRE TEMI FOCALI

PRESENTAZIONE 6 OTTOBRE TEMI FOCALI PRESENTAZIONE 6 OTTOBRE TEMI FOCALI LA TECNOLOGIA POTENZIA L ASSISTENTE MULTITASKING La maggior parte delle assistenti (77%) passa più di 6 ore davanti al pc per lavoro, e almeno 2 3 ore sono dedicate

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Dall opac a BiblioEst: i servizi di Front office del Polo TSA

Dall opac a BiblioEst: i servizi di Front office del Polo TSA Dall opac a BiblioEst: i servizi di Front office del Polo TSA paola poli Abstract Perché affiancare all Opac già in uso un altro strumento di ricerca? In questo intervento vengono illustrate le ragioni

Dettagli

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives Prefazione Se mi fosse chiesto di indicare il senso di Fiabe giuridiche, lo rintraccerei nelle

Dettagli

Proposta per corso lettori volontari Nati per Leggere. Seconda edizione - settembre 2013

Proposta per corso lettori volontari Nati per Leggere. Seconda edizione - settembre 2013 Proposta per corso lettori volontari Nati per Leggere Seconda edizione - settembre 2013 a cura di Francesca Arduini e del Circolo dei Lettori di Verona.. Se riesci a far innamorare i bambini di un libro

Dettagli

SMART CITIES PER SMART COMMUNITIES Tecnologie e strumenti per comunicare al servizio dei territori

SMART CITIES PER SMART COMMUNITIES Tecnologie e strumenti per comunicare al servizio dei territori SMART CITIES PER SMART COMMUNITIES Tecnologie e strumenti per comunicare al servizio dei territori Emiliano Negrini Titolare di Kubasta laboratorio di comunicazione multimediale, progetto e sviluppo contenuti

Dettagli

Viaggiare, fotografare, guadagnare

Viaggiare, fotografare, guadagnare Paolo Gallo Viaggiare, fotografare, guadagnare Crea il tuo secondo stipendio con il Microstock Tutti i diritti sono riservati a norma di legge. Nessuna parte di questo libro può essere riprodotta con alcun

Dettagli

GRUPPO SCOUT MELEGNANO 1

GRUPPO SCOUT MELEGNANO 1 GRUPPO SCOUT MELNANO 1 PROGETTO EDUCATIVO 2011 2014 Cos è il Progetto Educativo Il progetto educativo è uno strumento per la comunità capi utile a produrre dei cambiamenti nel gruppo scout. E stato pensato

Dettagli

Comunicazione Istituzionale e Social Media. Fare rete, ottenere visibilità e conoscere nuovi interlocutori grazie ai Social Media.

Comunicazione Istituzionale e Social Media. Fare rete, ottenere visibilità e conoscere nuovi interlocutori grazie ai Social Media. Comunicazione Istituzionale e Social Media Fare rete, ottenere visibilità e conoscere nuovi interlocutori grazie ai Social Media. Fare Rete I Social Media sono uno strumento di comunicazione interessante

Dettagli

Gestire le Risorse Umane - Costruire Fiducia Sospiro (Cremona) 19 giugno 2009

Gestire le Risorse Umane - Costruire Fiducia Sospiro (Cremona) 19 giugno 2009 Bologna - Tel. & fax 051 543101 e-mail: e.communication@fastwebnet.it www.excellencecommunication.it Gestire le Risorse Umane - Costruire Fiducia Sospiro (Cremona) 19 giugno 2009 Docente: Antonella Ferrari

Dettagli

Educare ai videogiochi

Educare ai videogiochi Educare ai videogiochi Damiano Felini Università degli Studi di Parma Insegnare i videogiochi ai ragazzini, che li sanno già usare perfettamente, può sembrare un obiettivo strano: non lo è, se si pensa

Dettagli

L APPRENDIMENTO AL TEMPO DI INTERNET TRA NUOVI LINGUAGGI E APPARTENENZE VIRTUALI

L APPRENDIMENTO AL TEMPO DI INTERNET TRA NUOVI LINGUAGGI E APPARTENENZE VIRTUALI Workshop n. 10 L APPRENDIMENTO AL TEMPO DI INTERNET TRA NUOVI LINGUAGGI E APPARTENENZE VIRTUALI Introducono il tema e coordinano i lavori - Simona Cherubini, Lega delle Cooperative - Giancarlo Pasinetti,

Dettagli

Alessandro Ricci Psicologo Psicoterapeuta Università Salesiana di Roma

Alessandro Ricci Psicologo Psicoterapeuta Università Salesiana di Roma Alessandro Ricci Psicologo Psicoterapeuta Università Salesiana di Roma LA COPPIA NON PUO FARE A MENO DI RICONOSCERE E ACCETTARE CHE L ALTRO E UN TU E COME TALE RAPPRESENTA NON UN OGGETTO DA MANIPOLARE

Dettagli

VADEMECUM. Per l uso dello spazio web della comunità on line del progetto DIESIS. Per chiarimenti e/o informazioni ncorrente.guest@formez.

VADEMECUM. Per l uso dello spazio web della comunità on line del progetto DIESIS. Per chiarimenti e/o informazioni ncorrente.guest@formez. VADEMECUM Per l uso dello spazio web della comunità on line del progetto DIESIS Per chiarimenti e/o informazioni ncorrente.guest@formez.it 1/8 Introduzione Per la comunità on line dei partecipanti al progetto

Dettagli

Si scrive Unadieta.It ma si legge uno stile di vita italiano. Alimentazione - Fitness - Salute - Wellness - Food

Si scrive Unadieta.It ma si legge uno stile di vita italiano. Alimentazione - Fitness - Salute - Wellness - Food 1 Alimentazione - Fitness - Salute - Wellness - Food Crescere insieme lavorando in maniera coordinata e condivisa, per migliorare la qualità della vita nelle nostre città Regala alla tua azienda la giusta

Dettagli

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan)

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) PROGETTO: Una vita, tante storie Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) Introduzione: Il racconto della propria vita è il racconto di ciò che si pensa

Dettagli

Il tuo Blog in 5 mosse (o anche meno )

Il tuo Blog in 5 mosse (o anche meno ) Cos è un blog? E' uno spazio di interazione, un modo per stare (virtualmente) insieme agli altri e per esprimere liberamente la propria creatività, la propria opinione sui più svariati argomenti; è anche

Dettagli

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 Indice Introduzione pag. 9 Ringraziamenti» 13 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 1. I contenuti curati, interessanti e utili aiutano il business» 15 2. Le aziende

Dettagli

develon web d.social il potere della conversazione develon.com

develon web d.social il potere della conversazione develon.com develon web d.social il potere della conversazione develon.com Facebook, Twitter, Flickr, YouTube, forum tematici, blog, community... Qualcuno dice che il Web 2.0 ha cambiato il mondo. Qualcun altro, meno

Dettagli

EBOOK COME CERCARE CLIENTI: STRATEGIE E STRUMENTI CONCRETI PER ACQUISIRE NUOVI CLIENTI. ComeCercareClienti.com. Autore: Matteo Pasqualini

EBOOK COME CERCARE CLIENTI: STRATEGIE E STRUMENTI CONCRETI PER ACQUISIRE NUOVI CLIENTI. ComeCercareClienti.com. Autore: Matteo Pasqualini EBOOK COME CERCARE CLIENTI: STRATEGIE E STRUMENTI CONCRETI PER ACQUISIRE NUOVI CLIENTI ComeCercareClienti.com ComeCercareClienti.com Copyright Matteo Pasqualini Vietata la Autore: Matteo Pasqualini 1 ComeCercareClienti.com

Dettagli

Costruisci la tua presenza con le Pagine Facebook

Costruisci la tua presenza con le Pagine Facebook Pagine 1 Costruisci la tua presenza con le Pagine Guida per le organizzazioni no profit La Ogni giorno, milioni di persone in tutto il mondo visitano per connettersi con gli amici e condividere i propri

Dettagli

TECNICA 1 PATTO FORMATIVO RACCOLTA DELLE ASPETTATIVE

TECNICA 1 PATTO FORMATIVO RACCOLTA DELLE ASPETTATIVE TECNICA 1 PATTO FORMATIVO RACCOLTA DELLE ASPETTATIVE Tempo di lavoro previsto: 60 minuti Partecipanti: 6 8 divisi in isole, ossia gruppetti spontanei creati sul momento Materiale: carta e penna (presente

Dettagli

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri LA VITA SI RACCONTA Primo momento della mattinata: in gruppo il coordinatore spiega brevemente il lavoro da svolgere personalmente, cosa si farà dopo e dà i tempi. Ogni partecipante si allontana, cercando

Dettagli

PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Come viene associato un insegnate alla scuola? Cos è il Codice scuola?

PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Come viene associato un insegnate alla scuola? Cos è il Codice scuola? PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Quando si compila il modulo di registrazione, selezionare l opzione scuola.una volta effettuata la registrazione, si può accedere a un ambiente molto

Dettagli

GRUPPI DI INCONTRO per GENITORI

GRUPPI DI INCONTRO per GENITORI Nell ambito delle attività previste dal servizio di Counseling Filosofico e di sostegno alla genitorialità organizzate dal nostro Istituto, si propone l avvio di un nuovo progetto per l organizzazione

Dettagli

Comunicare una consultazione online

Comunicare una consultazione online Comunicare una consultazione online Questo materiale didattico è stato realizzato da Formez PA nel Progetto PerformancePA, Ambito A Linea 1, in convenzione con il Dipartimento della Funzione Pubblica,

Dettagli

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Alberto Majocchi La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Dato che sono del tutto incompetente sul tema oggetto dell incontro odierno, sono

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO F.lli Viano da Lessona di BRUSNENGO

ISTITUTO COMPRENSIVO F.lli Viano da Lessona di BRUSNENGO ISTITUTO COMPRENSIVO F.lli Viano da Lessona di BRUSNENGO Scuola dell Infanzia di Brusnengo PREMESSA: La programmazione annuale si sviluppa attraverso sette unità di apprendimento. Il presente compito di

Dettagli

LEGGERE È DI CASA. PROGETTO BIBLIOTECA Istituto C.Arici

LEGGERE È DI CASA. PROGETTO BIBLIOTECA Istituto C.Arici LEGGERE È DI CASA PROGETTO BIBLIOTECA Istituto C.Arici P a g i n a 2 DENOMINAZIONE PROGETTO: LEGGERE È DI CASA RESPONSABILI PROGETTO: Francesco Frugoni e Michela Mazzi OBIETTIVI: Presentare la biblioteca

Dettagli

Manuale Employee Branding

Manuale Employee Branding Manuale Employee Branding Come coinvolgere i colleghi, per una azione di successo sui social media Luglio 2014 1 Indice 1. A COSA SERVE QUESTO MANUALE... 3 2. INSIEME SUI SOCIAL MEDIA... 3 3. INIZIAMO

Dettagli

FINESTRE INTERCULTURALI

FINESTRE INTERCULTURALI Scuola Classe 1C FINESTRE INTERCULTURALI DIARIO DI BORDO 2013 / 2014 IC Gandhi - Secondaria di primo grado Paolo Uccello Insegnante / materia Anelia Cassai/lettere Data Febbraio Durata 4h TITOLO DELLA

Dettagli

Giuseppe Riva L come libro, T come tablet. Come si studia meglio? Il Mulino Anno LXIII, Numero 475, Pagine 790-794 http://www.rivistailmulino.

Giuseppe Riva L come libro, T come tablet. Come si studia meglio? Il Mulino Anno LXIII, Numero 475, Pagine 790-794 http://www.rivistailmulino. Giuseppe Riva L come libro, T come tablet. Come si studia meglio? Il Mulino Anno LXIII, Numero 475, Pagine 790-794 http://www.rivistailmulino.it/ L approvazione della legge n. 128/2013 consente da quest

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

FLIPPED CLASSROOM. Come e perché capovolgo la classe?

FLIPPED CLASSROOM. Come e perché capovolgo la classe? FLIPPED CLASSROOM Come e perché capovolgo la classe? Fabio Biscaro @ www.oggiimparoio.it La Classe Capovolta 2 Come funziona? Faccio studiare prima della lezione: I ragazzi arrivano a lezione con delle

Dettagli

Se conduci una piccola azienda, devi vendere. Se sei un medico o un avvocato o un commercialista, devi vendere.

Se conduci una piccola azienda, devi vendere. Se sei un medico o un avvocato o un commercialista, devi vendere. Se conduci una piccola azienda, devi vendere. Se sei un medico o un avvocato o un commercialista, devi vendere. GLI IMPRENDITORI DEVONO VENDERE Qualunque sia la nostra attività, imprenditoriale o manageriale,

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

Programma di attività di IBACN - ISTITUTO PER I BENI ARTISTICI, CULTURALI E NATURALI. Versione: 4/2015 (02/11/2015) Stato: Approvato

Programma di attività di IBACN - ISTITUTO PER I BENI ARTISTICI, CULTURALI E NATURALI. Versione: 4/2015 (02/11/2015) Stato: Approvato Programma di attività di IBACN - ISTITUTO PER I BENI ARTISTICI, CULTURALI E NATURALI Versione: 4/2015 (02/11/2015) Stato: Approvato Responsabile: ZUCCHINI ALESSANDRO Email: DirezioneIbc@regione.emilia-romagna.it

Dettagli

IL DESIGN SOSTENIBILE COME RAGION D ESSERE

IL DESIGN SOSTENIBILE COME RAGION D ESSERE Pagina 1 di 5 Cerca IT EN DE ulaola Blog Compra Vendi ART COMMUNITY DESIGN FASHION FOOD HOBBY LIFESTYLE VINTAGE HOME / DESIGN / IN EVIDENZA / IL DESIGN SOSTENIBILE COME RAGION D ESSERE IL DESIGN SOSTENIBILE

Dettagli

FINESTRE INTERCULTURALI

FINESTRE INTERCULTURALI Scuola Classe 1C FINESTRE INTERCULTURALI DIARIO DI BORDO 2013 / 2014 IC Gandhi - Secondaria di primo grado Paolo Uccello Insegnante / materia lettere Data Febbraio Durata 4h TITOLO DELLA FINESTRA INTERCULTURALE

Dettagli

Ciao, avevo bisogno di una mano per stare bene

Ciao, avevo bisogno di una mano per stare bene Cooperativa Sociale Mission. Promuovere e perseguire lo sviluppo d autonomie di persone con svantaggi psicofisici, favorendo l integrazione e la cultura dell accoglienza nella comunità locale, attraverso

Dettagli

nuovi abbonamenti Buddismo e società Il Nuovo Rinascimento

nuovi abbonamenti Buddismo e società Il Nuovo Rinascimento nuovi abbonamenti Buddismo e società Il Nuovo Rinascimento I Guida completa alle nuove modalità di abbonamento Il 1 luglio 2015 sono nate le edizioni digitali del Nuovo Rinascimento e di Buddismo e Società,

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

Costruisci la tua presenza con le Pagine Facebook

Costruisci la tua presenza con le Pagine Facebook Pagine 1 Costruisci la tua presenza con le Pagine Una guida per musicisti e artisti La Ogni giorno, milioni di persone in tutto il mondo visitano per connettersi con gli amici e condividere i propri contenuti

Dettagli

Non è detto che Kublai Kan creda a tutto quel che dice Marco Polo quando gli descrive le città visitate nelle sue ambascerie, ma certo l imperatore

Non è detto che Kublai Kan creda a tutto quel che dice Marco Polo quando gli descrive le città visitate nelle sue ambascerie, ma certo l imperatore Non è detto che Kublai Kan creda a tutto quel che dice Marco Polo quando gli descrive le città visitate nelle sue ambascerie, ma certo l imperatore dei tartari continua ad ascoltare il giovane veneziano

Dettagli

Stefanel Progetto website, ecommerce & social. Stefanel Progetto Website, ecommerce & social. Kettydo Digital, Meaningful

Stefanel Progetto website, ecommerce & social. Stefanel Progetto Website, ecommerce & social. Kettydo Digital, Meaningful Stefanel Progetto website, ecommerce & social Documento di presentazione del progetto Milano, 6 febbraio 2012 Articolazione dei contenuti 1. Cenni sull azienda 2. Cenni sull agenzia 3. Strategia: Seduction

Dettagli

Come internet e i social media possono diventare strumento prezioso per le associazioni di volontariato. Firenze, 4 maggio 2015

Come internet e i social media possono diventare strumento prezioso per le associazioni di volontariato. Firenze, 4 maggio 2015 Come internet e i social media possono diventare strumento prezioso per le associazioni di volontariato Firenze, 4 maggio 2015 Un sito statico è un sito web che non permette l interazione con l utente,

Dettagli

L INTERVISIONE COME STRUMENTO E SOSTEGNO PER IL FACILITATORE:

L INTERVISIONE COME STRUMENTO E SOSTEGNO PER IL FACILITATORE: L INTERVISIONE COME STRUMENTO E SOSTEGNO PER IL FACILITATORE: CARATTERISTICHE, SIGNIFICATO E POTENZIALITA' Villa d Almè, ottobre-novembre 2015 Maria Coelli 1 La supervisione e l'intervisione -Per supervisione

Dettagli

La nostra idea di bambino...

La nostra idea di bambino... Conservare lo spirito dell infanzia Dentro di sé per tutta la vita Vuol dire conservare la curiosità di conoscere Il piacere di capire La voglia di comunicare (Bruno Munari) CITTÀ DI VERCELLI Settore Politiche

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "EUROPA" 48018 FAENZA - Via degli Insorti, 2. telefono (0546) 28394 - fax (0546) 25816

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE EUROPA 48018 FAENZA - Via degli Insorti, 2. telefono (0546) 28394 - fax (0546) 25816 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "EUROPA" 48018 FAENZA - Via degli Insorti, 2 telefono (0546) 28394 - fax (0546) 25816 http://www.iceuropa.it - e-mail: raic809002@istruzione.it PEC: raic809002@pec.istruzione.it

Dettagli

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO Danilo Toneguzzi Psichiatra, psicoterapeuta direttore dell Istituto Gestalt di Pordenone "INformazione Psicologia Psicoterapia Psichiatria", n 41-42, settembre - dicembre

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Formatori allo specchio. A colloquio con Gaia Chiuchiù

Formatori allo specchio. A colloquio con Gaia Chiuchiù Bollettino Itals Formatori allo specchio. A colloquio con Gaia Chiuchiù di Francesca Tammaccaro Gaia Chiuchiù si è laureata in linguistica applicata con una tesi sperimentale. È attualmente responsabile

Dettagli

il primo progetto nazionale dedicato a Formazione Lavoro Volontariato nel settore Beni Culturali

il primo progetto nazionale dedicato a Formazione Lavoro Volontariato nel settore Beni Culturali Versione 1.2 - dicembre 2014 il primo progetto nazionale dedicato a Formazione Lavoro Volontariato nel settore Beni Culturali ArcheoJobs è un portale web che opera su scala nazionale, raccoglie contenuti

Dettagli

Giochi e videogiochi in biblioteca.

Giochi e videogiochi in biblioteca. Giochi e videogiochi in biblioteca. La lettura per gioco. a cura di Alfonso Noviello Milano 20 giugno 2012 A caccia di lettori Dalla metà degli anni Ottanta la biblioteca pubblica è a caccia di lettori:

Dettagli

Scoprire il dialogo, riscoprire la scrittura

Scoprire il dialogo, riscoprire la scrittura Corso di formazione specialistica su dialogo, tecnologie e comunicazione globale promosso dalla rete nazionale di scuole Rete Dialogues (retedialogues.it) Scoprire il dialogo, riscoprire la scrittura INTRODUZIONE

Dettagli

Dott.ssa GIULIA CANDIANI. (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo)

Dott.ssa GIULIA CANDIANI. (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo) Dott.ssa GIULIA CANDIANI (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo) Innanzitutto due parole di presentazione: Altroconsumo è una associazione indipendente di consumatori, in cui io lavoro

Dettagli

Verso una Coop 2.0. Media e comunicazione nelle imprese cooperative: tecnologie comunicative, pratiche e partecipazione.

Verso una Coop 2.0. Media e comunicazione nelle imprese cooperative: tecnologie comunicative, pratiche e partecipazione. Verso una Coop 2.0 Media e comunicazione nelle imprese cooperative: tecnologie comunicative, pratiche e partecipazione Agata Meneghelli Obiettivi ricerca Che potenzialità hanno i nuovi media digitali per

Dettagli

TABELLA 1 Livelli comuni di riferimento: scala globale

TABELLA 1 Livelli comuni di riferimento: scala globale TABELLA 1 Livelli comuni di riferimento: scala globale avanzato intermedio elementare C2 C1 B2 B1 A2 A1 È in grado di comprendere senza sforzo praticamente tutto ciò che ascolta o legge. Sa riassumere

Dettagli

DIDASCALIE LA NOTIZIA. 2013: inizia una nuova fase

DIDASCALIE LA NOTIZIA. 2013: inizia una nuova fase LA NOTIZIA DIDASCALIE 2013: inizia una nuova fase I lettori di didascalie/informa, e innanzitutto i circa settemila insegnanti della scuola in Trentino, assieme ai presidi e al resto del personale, si

Dettagli

Le biblioteche in Piemonte tra innovazione e trasformazione. OCP Osservatorio Culturale del Piemonte

Le biblioteche in Piemonte tra innovazione e trasformazione. OCP Osservatorio Culturale del Piemonte Le biblioteche in Piemonte tra innovazione e trasformazione Le biblioteche in Piemonte tra innovazione e trasformazione I contenuti di seguito presentati sono una sintesi delle evidenze e riflessioni emerse

Dettagli

Cercare è per metà trovare

Cercare è per metà trovare Introduzione Cercare è per metà trovare Cercare su Internet Un Web nella Rete Struttura del libro I n t r o d u z i o n e La prima edizione del libro che avete tra le mani nasceva nel 2005. Si trattava

Dettagli

1. Introduzione al corso

1. Introduzione al corso E107 WEB SYSTEM Corso on line di progettazione siti dinamici: livello base R E A L I Z Z A Z I O N E D I 1. Introduzione al corso By e107 Italian Team Sito web:http://www.e107italia.org Contatto: admin@e107italia.org

Dettagli

10 INDICAZIONI PER REALIZZARE MATERIALI INTERATTIVI E MULTIMEDIALI ALLA LIM FACILITANTI PER L'APPRENDIMENTO DI TUTTI (ANCHE DI ALUNNI CON DSA)

10 INDICAZIONI PER REALIZZARE MATERIALI INTERATTIVI E MULTIMEDIALI ALLA LIM FACILITANTI PER L'APPRENDIMENTO DI TUTTI (ANCHE DI ALUNNI CON DSA) 10 INDICAZIONI PER REALIZZARE MATERIALI INTERATTIVI E MULTIMEDIALI ALLA LIM FACILITANTI PER L'APPRENDIMENTO DI TUTTI (ANCHE DI ALUNNI CON DSA) FRANCESCO ZAMBOTTI LIBERA UNIVERSITÀ DI BOLZANO, GRIIS www.integrazioneinclusione.wordpress.com

Dettagli

Presentazione Nunziata Francesco 3^ A MERCURIO

Presentazione Nunziata Francesco 3^ A MERCURIO Presentazione Nunziata Francesco 3^ A MERCURIO INTRODUZIONE Con l invenzione della stampa e il suo progressivo miglioramento la cultura e il sapere hanno potuto circolare più facilmente. Ma la storia,

Dettagli

IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni)

IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni) Per prepararci all evento finale IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni) Mentre le attività scolastiche e quelle delle ACS stanno svolgendosi ancora a pieno ritmo, cominciamo a

Dettagli

2013 EDITION. Frasi da Startup. Raffaele Gaito

2013 EDITION. Frasi da Startup. Raffaele Gaito 2013 EDITION 100 Frasi da Startup Raffaele Gaito INDICE Indice... 1 Autore.... 2 Licenza... 3 Ringraziamenti.... 4 Prefazione. 5 Introduzione.... 6 Le Frasi..... 7 Aspiranti Startupper.. 7 Competitor..

Dettagli

CARTA DI CLAN Clan Sand Creek AGESCI Genova 50

CARTA DI CLAN Clan Sand Creek AGESCI Genova 50 CARTA DI CLAN Clan Sand Creek AGESCI Genova 50 COS'È IL CLAN Il Clan è una comunità dove si possono imparare nuove cose in un clima disteso che offre un opportunità che solo esso ci può dare. E importante

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

In meno di dieci anni i social. Social Learning, la formazione 2.0

In meno di dieci anni i social. Social Learning, la formazione 2.0 Social Learning, la formazione 2.0 È IL MODO PIÙ NUOVO DI EROGARE CONTENUTI E INFORMAZIONI A DIPENDENTI, CLIENTI E FORNITORI, MA È ANCHE LA FORMA PIÙ ANTICA DI APPRENDIMENTO, CHE PASSA DALLE RELAZIONI,

Dettagli

COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA

COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA Comunicare vuol dire scambiare informazioni legate a fatti o ad emozioni personali con un'altra persona. La vera comunicazione avviene quando uno riceve il messaggio

Dettagli

Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network

Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network Elaborazione di un esperienza pastorale utilizzando come mezzo di comunicazione un Social Network. I punti di partenza sono: Proposta

Dettagli

Internet e Storia. Internet. INTERNET, uno strumento per la didattica della storia

Internet e Storia. Internet. INTERNET, uno strumento per la didattica della storia INTERNET, uno strumento per la didattica della storia Internet e Storia Internet Internet è come la più grande rete mondiale ed anche detta rete delle reti che collega centinaia di milioni di computer.

Dettagli

CONTRATTO FORMATIVO SCUOLA DELL INFANZIA

CONTRATTO FORMATIVO SCUOLA DELL INFANZIA CONTRATTO FORMATIVO SCUOLA DELL INFANZIA Le nostre scuole dell'infanzia, in continuità con le scelte già espresse nel POF, hanno definito, attraverso una riflessione avvenuta in più incontri tra genitori

Dettagli

DAI LIBRI SU MISURA AGLI INBOOK

DAI LIBRI SU MISURA AGLI INBOOK Istituto Comprensivo di Rivanazzano Terme Sala Polivalente 22 marzo 2016 DAI LIBRI SU MISURA AGLI INBOOK Relatrice: ins. Loredana Vermi PERCHÈ LEGGERE? La lettura di un libro è nell'esperienza di tutti,

Dettagli

PROGETTO DI LETTURA E SCRITTURA CREATIVA UN LIBRO PER AMICO

PROGETTO DI LETTURA E SCRITTURA CREATIVA UN LIBRO PER AMICO ISTITUTO COMPRENSIVO G. CALÒ V.le M. D UNGHERIA, 86 74013 GINOSA TA tel. 099/8290470 Email: TAIC82600L@istruzione.it - www.scuolacalo.gov.it PROGETTO DI LETTURA E SCRITTURA CREATIVA UN LIBRO PER AMICO

Dettagli

REDAELLI: UN PICCOLO/GRANDE PROGETTO

REDAELLI: UN PICCOLO/GRANDE PROGETTO N 13 Marzo 2008 Commissione Odontoiatri Presidente Valerio Brucoli Segretario Ercole Romagnoli Componenti Dino Dini Claudio Gatti REDAELLI: UN PICCOLO/GRANDE PROGETTO Inaugurato il 14 febbraio un ambulatorio

Dettagli

1 Sono molti anni che collaboro con aziende che si occupano di stampa, Tre storie che ci raccontano

1 Sono molti anni che collaboro con aziende che si occupano di stampa, Tre storie che ci raccontano Tre storie che ci raccontano 1 Sono molti anni che collaboro con aziende che si occupano di stampa, 2 3 un graphic designer di esperienza racconta l incontro con Botticelli La Stampa. La nostra azienda

Dettagli

Progetto: COMUNICA CoLOMBA

Progetto: COMUNICA CoLOMBA Progetto: COMUNICA CoLOMBA 1. Chi siamo CoLOMBA Cooperazione Lombardia, è l Associazione delle Organizzazioni Non Governative lombarde e raccoglie 105 ONG, dalle più grandi alle più minuscole. Il minimo

Dettagli

SURF. La rivoluzione digitale: il ruolo del web nelle campagne di comunicazione sociale ELENA ZANELLA

SURF. La rivoluzione digitale: il ruolo del web nelle campagne di comunicazione sociale ELENA ZANELLA + ELENA ZANELLA La rivoluzione digitale: il ruolo del web nelle campagne di comunicazione sociale COMUNICARE PER CRESCERE PUBBLICITA PROGRESSO FONDAZIONE CARIPLO, 15 APRILE 2015 SURF STARTUPUNITÀRACCOLTAFONDI

Dettagli

Stili di studio degli universitari italiani tra carta e digitale

Stili di studio degli universitari italiani tra carta e digitale Stili di studio degli universitari italiani tra carta e digitale Piero Attanasio Associazione Italiana Editori piero.attanasio@aie.it Con la collaborazione di Marina Micheli - Università Bicocca di Milano

Dettagli

Tecnico Superiore per la filiera delle nuove produzioni vegetali e florovivaistiche

Tecnico Superiore per la filiera delle nuove produzioni vegetali e florovivaistiche Fondazione Minoprio - corso ITS Tecnico Superiore per la filiera delle nuove produzioni vegetali e florovivaistiche I social media Facebook La maggior parte dei proprietari di piccole aziende hanno dichiarato

Dettagli

NEWSLETTER BIBLIOTECA

NEWSLETTER BIBLIOTECA 1 di 5 02/02/2013 10.23 LA NEWSLETTER MENSILE DELLA BIBLIOTECA PROVINCIALE PASQUALE ALBINO DI CAMPOBASSO NEWSLETTER BIBLIOTECA Agosto 2012 - numero 6 Tutti i colori della lettura in Biblioteca Albino Il

Dettagli

Il Catalogo del Polo bolognese del Servizio Bibliotecario Nazionale

Il Catalogo del Polo bolognese del Servizio Bibliotecario Nazionale Il Catalogo del Polo bolognese del Servizio Bibliotecario Nazionale Corso di formazione sulle ricerche bibliografiche Laboratorio Informatico, Facoltà di Medicina Veterinaria BIBLIOTECA ERCOLANI, UNIVERSITA

Dettagli

Come gestire i Social Network

Come gestire i Social Network marketing highlights Come gestire i Social Network A cura di: Dario Valentino I Social Network sono ritenuti strumenti di Marketing imprescindibili per tutte le aziende che svolgono attività sul Web. Questo

Dettagli

Il Consiglio comunale dei ragazzi.

Il Consiglio comunale dei ragazzi. Il Consiglio comunale dei ragazzi. Un Progetto per le bambine e i bambini, per i ragazzi e le ragazze tra intenzioni e scelte Premessa L Amministrazione comunale di Cento, con questo progetto, intende

Dettagli

L OGGETTO TRANSIZIONALE

L OGGETTO TRANSIZIONALE Istituto di Alta Formazione Roma Scuola di Specializzazione in Psicoterapia dinamica breve L OGGETTO TRANSIZIONALE Dott.ssa Porto Immacolata 1 Premessa Vieni al mondo in modo creativo,crea il mondo; è

Dettagli

informarisorse Tracciarisorse InFormare sull uso delle risorse elettroniche Risorse multidisciplinari

informarisorse Tracciarisorse InFormare sull uso delle risorse elettroniche Risorse multidisciplinari informarisorse InFormare sull uso delle risorse elettroniche Tracciarisorse Risorse multidisciplinari informarisorse InFormaRisorse informa è il nuovo servizio del Sistema bibliotecario di Ateneo finalizzato

Dettagli

DISLESSIA E RETE DI SUPPORTO. 17/09/2015 PH.D Francesca Salis 1

DISLESSIA E RETE DI SUPPORTO. 17/09/2015 PH.D Francesca Salis 1 DISLESSIA E RETE DI SUPPORTO 17/09/2015 PH.D Francesca Salis 1 17/09/2015 PH.D Francesca Salis 2 famiglia osservo mio figlio e mi accorgo che.. gli insegnanti mi dicono che 17/09/2015 PH.D Francesca Salis

Dettagli

Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Sarebbe bello se fosse così semplice, Se possiedi un albergo, un hotel, un B&B,

Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Sarebbe bello se fosse così semplice, Se possiedi un albergo, un hotel, un B&B, Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Hai lavorato tanto e adesso ti si prospettano diversi mesi in cui potrai rilassarti in vista della prossima estate. Sarebbe bello se fosse così semplice,

Dettagli

IV Forum Confcommercio sul Fisco

IV Forum Confcommercio sul Fisco IV Forum Confcommercio sul Fisco Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan al IV Forum Confcommercio sul Fisco Meno tasse, meno spesa Binomio per la ripresa Roma, 22

Dettagli

Il più grande network online dove chiedere ed offrire aiuto in Toscana. Firenze, 4 maggio 2015

Il più grande network online dove chiedere ed offrire aiuto in Toscana. Firenze, 4 maggio 2015 Il più grande network online dove chiedere ed offrire aiuto in Toscana. Firenze, 4 maggio 2015 Siamosolidali.it è un progetto promosso dell Ente Cassa di Risparmio di Firenze, nato dalla necessità di sostenere

Dettagli

E. Bisetto e D. Bordignon per

E. Bisetto e D. Bordignon per Personal Branding pensare, creare e gestire un brand a cura di E. Bisetto e D. Bordignon per Cosa significa Personal Branding Come si fa Personal Branding Come coniugare Brand Personale e Brand Aziendale

Dettagli

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 6. Eccoci arrivate alla fine di questo percorso con il sesto ed ultimo modulo.

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 6. Eccoci arrivate alla fine di questo percorso con il sesto ed ultimo modulo. PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... pazza! MODULO 6 Eccoci arrivate alla fine di questo percorso con il sesto ed ultimo modulo. Dopo aver ragionato su quanto una spiccata consapevolezza

Dettagli

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi In occasione del Convegno sull affido Genitori di scorta si nasce o si diventa? - Strade e percorsi

Dettagli

6. SUPPORTI INFORMATIVI

6. SUPPORTI INFORMATIVI SiBA - SISTEMA BIBLIOTECARIO DI ATENEO Il Sistema Bibliotecario di Ateneo coordina l acquisizione e la gestione del patrimonio bibliografico e documentale necessario al supporto di tutte le attività di

Dettagli

Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it

Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it Scuola dell Infanzia Parrocchia S. Martino Saonara (Pd) Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it Carissimi genitori, l ambiente e le persone a cui affidare l educazione dei vostri figli

Dettagli

La casa sull albero. Donare voci Una carta del lettore volontario

La casa sull albero. Donare voci Una carta del lettore volontario La casa sull albero Donare voci Una carta del lettore volontario La casa sull albero Donare voci Una carta del lettore volontario Iniziativa REGIONE DEL VENETO Assessorato alla Cultura Direzione Beni

Dettagli