Argomento 1 Superfici planetarie: geologia e composizione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Argomento 1 Superfici planetarie: geologia e composizione"

Transcript

1 Argomento 1 Superfici planetarie: geologia e composizione Coordinatori G. Cremonese e F. Altieri i. Introduzione G. Cremonese 10 ii. Definizione di un landing site, G.G.Ori 5 iii. Sinergia tra il geologo planetario e l'astronomo, M.Massironi 5 iv. Integrazione tra strumenti per l'analisi delle superfici planetarie e pianificazione scientifica: quale strategia per la comunità planetologica italiana, G.Di Achille 5 v. Stato e prospettive della cartografia planetaria, A. Frigeri 5 vi. Diversità mineralogica e risoluzione spaziale: l'esperienza di OMEGA e CRISM, F.G. Carrozzo 5 1. Cremonese G., M.Massironi, L.Giacomini, A.Lucchetti, E.Martellato, R.Pozzobon, C.Re, E.Simioni, V.Vivaldi Laboratory of DTM generation and numerical modelling: results and geologic implications 2. Di Achille G. Geology of martian fluvio-lacustrine deposits: 2D and 3D sedimentary modeling and implications for the climate of Early Mars and the astrobiological potential of the planet 3. Mancinelli P., Minelli G., Mondini A., Pauselli C. e Federico C. A downscaling approach for geological characterization of the Raditladi basin of Mercury 4. Mancinelli P., Pauselli C., Perugini D., Lupattelli A. e Federico C. Fractal dimension of geologically-constrained Mercury's craters populations 5. Milillo A., S. Orsini, A. Mura, V. Mangano, E. De Angelis, S. Massetti, C. Plainaki, L. Colasanti, F. Lazzarotto, R. Rispoli, N. Vertolli THE SURFACES INVESTIGATED VIA EXOSPHERES

2 Argomento 2 Geophysical sounding e planetary radars Coordinatori R. Orosei e R. Seu i. Introduzione R. Orosei ii. Batimetria dei laghi di Titano - Marco Mastrogiuseppe, DIET, Sapienza iii. Gravity Science su JUNO - Stefano Finocchiaro, DIMA, Sapienza iv. MORE su Bepi Colombo - Sara Diruzza, Università di Pisa v. RIME su JUICE - [Lorenzo Bruzzone, Università di Trento] 1. F. Bovolo, L. Bruzzone, D. Castelletti, A. Ferro, A.M. Ilisei Toward an automatic system for information extraction in planetary data 2. Bruzzone L., J. Plaut, and the RIME team JUICE: Radar for Icy Moon exploration (RIME) 3. Bruzzone L., F. Bovolo, R. Orosei, R. Seu A Radar Sounder for the analysis of the Venus subsurface 4. Cicchetti A. D Calabrese M Cartacci C Catallo E. Flamini S. Giuppi C. Nenna R. Noschese R. Orosei G. Picardi J. J. Plaut A. Safaeinili R. Seu G: Yonggyu Closest Radar Observation of Phobos by MARSIS 5. Cicchetti R. Noschese M. Cartacci S. Giuppi R. Orosei A. Frigeri Radar Sounder Observations Strategies and Commanding Concepts 6. Cicchetti C. Nenna R. Noschese A.B. Ivanov M. Cartacci A. Frigeri S. Giuppi R. Orosei MARSIS: The North Polar Campaign 7. Cicchetti M. Cartacci Y. Gim S. Giuppi E. Heggy S. Hegler A.B. Ivanov C. Nenna R. Noschese R. Orosei J.J. Plaut D. Plettemeier R. Seu MARSIS: Latest Phobos Flyby. Data Processing Results and Advanced Radar Configuration Design 8. Gregnanin M. e L. Iess Librations and Tides of the Moon from Same Beam Interferometry of a Lander Network

3 Argomento 3 Materiali analoghi e laboratorio Coordinatori E. Pettinelli e C. Carli i. Introduction to "Analogue Materials and Laboratories" (Pettinelli-Carli) 5-7 ii. Mattei-Lauro-Cosciotti-Di Paolo-Vannaroni-Pettinelli Laboratory measurements of planetary analogue electromagnetic properties iii. DeAngelis-Mancarella-DeSanctis-Fonti-Carli UV-VIS-IR Spectroscopy and characterization of planetary Analogues 4/5 iv. Fioretti-Domeneghetti-Serventi-Sgavetti-Carli Planetary surface composition through meteorites and terrestrial analogues 4/5' v. Snells-Stefani-Piccioni Gas phase spectroscopy applied to planetary atmospheres 4/5' vi. Ciaravella-Micela Soft X-rays Irradiation of Astrophysical Ice Analogues 4/5' vii. Schierano-Cestelli Guidi-Pace Exo-biosphere's evolution and biosignature characterization with FT-IR spectroscopy 3' 1. De Angelis E. A FACILITY TO STUDY THE PARTICLES RELEASED BY ION SPUTTERING PROCESS 2. J.J. Ding, P. Boduch, A. Domaracka, S. Guillous, T. Langlinay, X. Y. Lv, M.E. Palumbo,, H. Rothard, G. Strazzulla Sulfur ion irradiation of water ice and astrophysical implications 3. DOMENEGHETTI M.C., FIORETTI A.M., ALVARO M., CAMARA F., McCAMMON C. - CONSTRAINTS ON THE THERMAL HISTORY AND OXIDATION STATE OF MIL03346 MARTIAN METEORITE: SINGLE-CRYSTAL XRD, ELECTRON MICROPROBE AND MÖSSBAUER ANALYSES OF CLINOPYROXENE. 4. FIORETTI A.M., DOMENEGHETTI M.C., ALVARO M, CAMARA F., PISTORINO M. CARRARO A. - REINVESTIGATIND UNSHOCKED H4-6 CHONDRITES ORTHOPYROXENE CLOSURE TEMPERATURE 5. Mancarella F., S. Fonti, M. Pezzolla, A. Blanco, M. D Elia, V. Orofino Laboratory measurements of carbonate phyllosilicate mixtures 6. Schierano D. Cestelli Guidi M TBD

4 Argomento 4 Comete e asteroidi Coordinatori GP Tozzi e M. Lazzarin i. GP Tozzi: Introduzione ii. M.T. Capria: Abbondanza isotopica D/H e Main Belt Comets iii. M. Lazzarin: Osservazioni da Terra e dallo Spazio di comete e asteroidi iv. M. C. De Sanctis: materiali idrati su Vesta e Cerere v. E. Dotto: Primitive Asteroids: the puzzling case of asteroids belonging to the C-complex vi. F. La Forgia : Osservazioni dallo spazio di asteroidi: Lutetia e Steins vii. S. Faggi : Ghiacci organici in comete nuove 1. Ciarniello M., F. Capaccioni, G. Filacchione, G. Rinaldi, A. Raponi, Uwe Fink, G.P. Tozzi, M. I. Błęcka Monte Carlo simulations of light scattering from a cometary coma: application to 67P Churyumov- Gerasimenko 2. Formisano, M., De Sanctis, M.C., Capria, M.T., Capaccioni, F. Thermal and Physical Evolution of 67P Churymov-Gerasimenko nucleus 3. Plainaki C., Milillo Anna, Orsini Stefano, Mura Alessandro, De Angelis Elisabetta, Mangano Valeria, Massetti Stefano Ion sputtering production on NEO 4. Raponi A., F. Capaccioni, M. Ciarniello, G. Filacchione. MODELING THE SURFACE COMPOSITION OF 67/P CHURYUMOV-GERASIMENKO 5. Raponi A., F. Capaccioni, M. Ciarniello, G. Filacchione. EXPECTED PERFORMANCE OF THE VIRTIS-M SPECTROMETER ONBOARD THE ROSETTA SPACECRAFT. 6. Rinaldi G., U. Fink, F. Capaccioni, G. Filacchione, M. Ciarniello, G.P. Tozzi, M. I. Błęcka Scattered light Intensity from a cometary coma: application to the 67/P Churyumov-Gerasimenko 7. Tosi F., M.T. Capria, M.C. De Sanctis, F. Zambon, E. Palomba, E. Ammannito. Thermal properties of olivine- and diogenite-rich sites on Vesta 8. Zambon F., M. C. De Sanctis, S. Schr oder, F. Tosi, A. Longobardo, E. Ammannito, D. T. Blewett, D. W. Mittlefehldt, J.-Y. Li, E. Palomba, F. Capaccioni, A. Frigeri, M. T. Capria, S. Fonte, A. Nathues, C. Pieters, C. T. Russell and C. A. Raymond. Spectral Analysis of the Bright Materials on the Asteroid Vesta 9. Zambon F., M. C. De Sanctis, A. Frigeri, E. Ammannito, F. Carraro, S. Fonte, F. Tosi, F. Capaccioni, M. T. Capria, A. Longobardo, G. Magni, E. Palomba and the VIR team. VIR global mosaics of Vesta

5 Argomento 5 Icy worlds e esplorazione SS esterno Coordinatori P. Tortora e F. Tosi i. Introduzione F. Tosi 10 ii. Maree di Titano e potenzialità di analoghe misure per Ganimede/Callisto 5 (Paolo Racioppa TBC) iii. Overview of Italian Research in Geology and Geophysics of Icy Satellites 5 (Giuseppe Mitri e Goro Komatsu, speaker TBD) iv. Composizione superficiale delle lune ghiacciate da misure di spettroscopia VIS-NIR 5 (Gianrico Filacchione) v. Topografia delle lune ghiacciate da radar altimetria 5 (Valerio Poggiali) vi. Osservazioni di plume ed esosfere delle lune ghiacciate 5 (Giuseppe Piccioni) 1. E.D'Aversa, G.Bellucci, P.D.Nicholson, R.B.Brown, F.Altieri, F.G.Carrozzo Saturn ring spokes with Cassini/VIMS in the near-infrared 2. Della Corte et al.: JANUS: design of the visible camera onboard the ESA JUICE mission to the Jovian system 3. Mangano V. et al. GROUND-BASED OBSERVATIONS AS A TOOL TO INVESTIGATE THE EXOSPHERE OF EUROPA 4. Milillo A., C. Plainaki, S. Orsini, E. De Angelis, S. Massetti, A. Mura, L. Colasanti, F. Lazzarotto, V. Mangano, R. Rispoli, N. Vertolli Low-energy neutral detection at the Jupiter's icy moons 5. Palumbo et al. JANUS: scientific objectives ot the visible camera onboard the ESA JUICE mission to the Jovian system 6. Piccioni G., Langevin Y, Filacchione G., Poulet F., Tosi F., Eng P., Dumesnil C., Zambelli M., Saggin B., Fonti S., Grassi D., Altieri F. and the MAJIS team MAJIS, the Moons And Jupiter Imaging Spectrometer, designed for the future ESA/JUICE mission 7. Plainaki C., A Milillo, A Mura, J Saur, S Orsini and S Massetti Europa's exosphere dynamics 8. Rispoli R., Christina Plainaki, Anna Milillo, Stefano Orsini e Elisabetta De Angelis. Total Ionizing Dose Study of an Instrument in the Jovian Environment 9. Tosi F., G. Piccioni, M.C. De Sanctis, F. Capaccioni, G. Filacchione, F. Altieri, M.T. Capria Imaging Spectroscopy as a Key Technique to constrain Habitability on Icy Worlds

6 Argomento 6 Atmosfere planetarie ed esopianeti Coordinatori D. Grassi e A. Migliorini i. D. Grassi - A. Migliorini: Introduzione (10 min) ii. G. Micela: "Echo lesson and follow up" (10 min) iii. A. Geminale: "The study of the atmospheres with Mars and Venus Express and future ESA missions: a key for the climate of terrestrial planets" 5' iv. E. D'Aversa: "Atmospheres in outer solar system with Cassini, Juno and Juice" 5' v. C. Plainaki: "The exploration of the Uranus System: a challenge to our current paradigms of interactions between atmospheres and space environment" 5' 1. Adriani A., B.M. Dinelli,M. Lopez-Puertas, M. Garcia-Comas, M. L. Moriconi, E. D Aversa, B. Funke Retrieval of HCN Concentrations from Cassini/VIMS Limb Observations of the Titan s Upper Atmosphere 2. Claudi R., S. Erculiani, S. Benatti ATMOSPHERE IN A TEST TUBE 3. Claudi R., M. Bonavita, R. Gratton, D. Mesa, S. Desidera, A.L. Maire HIGH CONTRAST TIMAGING, EXOPLANETS SPACE QUEST, A POSSIBLE SYNERGY 4. Dinelli B. M., M. López-Puertas, A. Adriani, M. L. Moriconi, B. Funke,M. García-Comas, E. D Aversa PAH emission identified in Titan s upper atmosphere 5. Geminale A., D. Grassi, F. Altieri, G. Serventi, M. Sgavetti, R. Orosei, A. Frigeri, G. Carrozzo, C. Carli, G. C. Bellucci, E. D Aversa Removal of atmospheric features in near-infrared spectra for the identification of hydrated minerals in large datasets from Mars missions 6. Maccone C. GAIA and the Evolution of Life on Exoplanets (Evo-SETI Theory) 7. Giovannelli L., F. Berrilli, M Cocciolo, D Del Moro, A Egidi, R Piazzesi e M Stangalini Testing of the Tor Vergata Fabry-Pérot interferometer prototype 8. Migliorini, A., Piccioni, Capaccioni, F., Filacchione G., Tosi, F., Politi, R., Drossart, P. Airglow emissions in the terrestrial atmospheres 9. Oliva F., A. Adriani, M.L. Moriconi, G.L. Liberti Cloud-tops and vertical structure of Saturn s giant vortex by means of Cassini/VIMS-V data analysis 10. Piccialli A., D. Grassi, A. Migliorini, R. Politi, G. Piccioni, P. Drossart Zonal Thermal winds in Venus mesosphere from VIRTIS-H/Venus Express temperature retrievals 11. Turrini D., D Grassi, Barbieri M, F Altieri, A Adriani, Giuseppe Piccioni. Investigating the link between composition and evolution of giant planets

7 Argomento 7 In situ tra Marte e Luna: preparazione al Sample Return, alla esplorazione umana ed alla utilizzazione Coordinatori F. Esposito e M. Lavagna i. Michèle Lavagna (PoliMi) Esplorazione della Luna: introduzione e Esplorazione Planetaria al Politecnico di Milano 9' ii. Francesca Esposito (INAF OAC) Introduzione sulla esplorazione di Marte e attività OAC 9' iii. M. Martini (LFN INFN) Gravitational physics, planetary science and exploration with laser retroreflectors 5' iv. John R. Brucato (INAF Arcetri) European Curation Facility for samples returned by space missions 5' v. Giangabriele Ori (IRSPS) Roadmap to human exploration 5' vi. Stefano Debei (Uni Padova) Attività di esplorazione planetaria presso il CISAS 5' vii. Maria Cristina De Sanctis (INAF IAPS) Mars (and Moon) subsurface exploration: Ma_Miss 5' viii. Ernesto Palomba (INAF IAPS) Microtermogravimetria: Dall'analisi dei composti volatili in ambienti planetari insitu al monitoraggio di contaminanti sugli spacecraft 2' 1. Cozzolino F., F.Esposito, C.Molfese, F.Cortecchia, S.Ventura, F.D Amato, L.Gambicorti, B.Saggin MicroMED: A compact dust detector for Martian airborne dust investigation 2. Dell Agnello, S.; Delle Monache, G. O.; Martini, M.; Cantone, C.; Boni, A.; Patrizi, G.; Tibuzzi, M.; Lops, C.; Ciocci, E.; Porcelli, L.; Contessa, S.; Salvatori, L.; Intaglietta, N.; Maiello, M.; Mondaini, C.; Tuscano, P. SCF_Lab: an infrastructure to characterize satellite/lunar laser ranging and altimetry of icy and rocky moons. 3. Esposito F., C. Popa, G. Di Achille, C. Molfese, F. Cozzolino, L. Marty, K. Taj Eddine, G. G. Ori FIELD TEST CAMPAIGN IN THE MOROCCO DESERT AS ANALOG FOR THE DREAMS EXPERIMENT ON BOARD EXOMARS 2016 MISSION. 4. Longobardo A. e E. Palomba The MOVIDA instrument: Measurement of volatile content and charging processes of the lunar dust 5. Marinangeli L., L. Pompilio, A. Baliva e XMAP team XMAP, strumento XRD/XRF miniaturizzato proposto per la missione NASA Palomba E. e A. Longobardo VISTA: a micro-thermogravimeter for investigation of volatile compounds in planetary environments 7. Popa C., F. G. Carrozzo, Di Achille G., S. Silvestro, F. Esposito, V. Mennella EVIDENCES FOR COPPER BEARING MINERALS IN SHALBATANA VALLEY, MARS. 8. Silvestro S., D.A. Vaz, G. Di Achille F. Esposito, and C. Popa EOLIAN CHARACTERIZATION OF THE 2016 EXOMARS LANDING SITE: IMPLICATIONS FOR THE DREAMS EXPERIMENT

8 Argomento 8 Interazioni ambienti pianeti. Polvere cometaria, IDPs, Meteoriti Coordinatori C. Plainaki e V. Della Corte i. Vincenzo Della Corte, Christina Plainaki: - Introduzione (5 min) ii. The extreme environment of Mercury (Valeria Mangano et al.) (6 min) iii. Galilean icy moons in the extreme radiative environment of Jupiter's magnetosphere (Anna Milillo et al.) (6 min) iv. iii. Cometary Dust: Observations and Models (M. Ciarniello, M. Fulle, F. Marzari, I. Bertini, E. Mazzotta-Epifani, G. Rinaldi) (6 min) v. Collection and Analyses of Cometary dust and IDPs: GIADA, DUSTER e Stardust (Vincenzo Della Corte) (6 min) vi. Meteorites and Impact Craters (Maurizio Gemelli) (6 min) 1. Accolla M., R. Sordini, V. Della Corte, M. Ferrari, A. Rotundi GIADA: extended calibration activities before the comet encounter 2. Colasanti, L. E. De Angelis, R. Rispoli, N. Vertolli, S. Orsini, A. Milillo, A. Mura, V. Mangano, C. Plainaki, F. Lazzarotto, S. Selci, M. D'Alessandro, A.M. Di Lellis, R. Leoni, F. Mattioli. Testing the BepiColombo SERENA/ELENA sensor: laboratory results of the different instrument subsystems 3. Della Corte V., F.J.M. Rietmeijer, A. Rotundi, M. Ferrari and P. Palumbo DUSTER (Dust from Upper Stratosphere tracking experiment and Retrieval): dust collection Ferrari M., V. Della Corte, A. Rotundi and F.J.M. Rietmeijer Single minerals, carbon-and icecoated single minerals for calibration of GIADA onboard ROSETTA to comet 67P/Churyumov- Gerasimenko 5. Ivanivski S., V. Zakharov, V. Della Corte, F. Lucarelli, J.-F. Crifo, A. Rotundi, M. Fulle Aspherical dust dynamics code for GIADA experiment in the coma of 67P/Churyumov Gerasimenko 6. Mangano V. et al. The Contribution of Meteoritic Impact Vaporization to the Hermean Exosphere 7. Mangano V. et al. Dynamical evolution of sodium anisotropies in the exosphere of Mercury 8. Mura A., Helmut Lammer, Peter Wurz, Stefano Orsini, Anna Milillo, Valeria Mangano, Herbert Lichtenegger, Manuel Scherf, M. Khodachenko, Martin Pfleger Time-evolving model for the exosphere of Mercury with rotating surface 9. Plainaki C., A. Milillo, A. Mura, S. Orsini, S. Massetti Exospheres of the icy moons to be sensed during JUICE mission, based on the EGEON model 10. Sangiorgio I., G.A. Baratta, Z. Kaňuchová, M.E. Palumbo, G. Strazzulla Mercury surface modifications induced by space weathering

9 Argomento 9 Data Management e attività di SSA Coordinatori M.T. Capria e F. Bernardi i. M.T. Capria (IAPS/INAF, ASDC) - Data Management Introduzione 5 ii. M. Giardino (IAPS/INAF), S. Fonte (IAPS/INAF), R. Politi (IAPS/INAF), M.Teresa Capria (IAPS/INAF, ASDC), R. Smareglia (OATr), M. Molinaro (OATr), M.C. De Sanctis (IAPS/INAF) - Osservatorio virtuale di planetologia : stato e prospettive 5 iii. R. Politi, M. Giardino, S. Fonte (IAPS/INAF) - Past, Present and Future of High Performances Computing and Storage 5 iv. A. Zinzi (ASDC, INAF/OAR), M.T. Capria (IAPS/INAF, ASDC), E. Palomba (IAPS/INAF, ASDC), L.A. Antonelli (ASDC, INAF/OAR), P. Giommi (ASDC)- Data fusion, visualizzazione 3D e data mining:l¹approccio dell¹asdc 5 v. Giovanni Valsecchi (IAPS-INAF): La popolazione dei detriti spaziali: osservazioni e modelli; 5 min vi. Federica Spoto (Dip.Matematica, Univ. di Pisa): Immediate impactors: the case of 2014AA; 5 min vii. Dario Del Moro (Dip. Fisica, Univ. Roma II, Tor Vergata): The Solar System exploration, ESA- SSA and the Space Weather Italian Community; 5 min 1. Acton C.H. e Bernardini F. A System for Providing Observation Geometry Supporting Solar System Missions 2. Cartacci M. et al. Planetary Radar Sounder: Data Processing and Analysis 3. Cibin L., M. Chiarini, G. Annoni, F. Bernardi, A. Milani, L. Dimare, G. Valsecchi, A. Rossi, R. Ragazzoni, P. Salinari Fly Eye telescope and Advanced Orbit Determination asset: a Product Synergy between Hardware and Software for the Space Situational Awareness program 4. Galiazzo M. Fugitives from the Hungaria region: Close encounters and impacts with terrestrial planets 5. Giardino M., Fonte S., Molinano M., Politi R., De Sanctis M. C., Capria M. T., Smareglia R. A planetary virtual observatory service for Vesta Data from DAWN-VIR mission 6. Noschese R. Planetary Instruments Ground Segment Architecture and Management 7. Politi R., Giardino M., Fonte S., Rizzo F. e Zangari P. Manticore : a cloud architecture for science data processing and high performance computing

Geofisica elitrasportata e modeling geologico 3D applicati alla valutazione delle risorse geotermiche superficiali in Sicilia Occidentale.

Geofisica elitrasportata e modeling geologico 3D applicati alla valutazione delle risorse geotermiche superficiali in Sicilia Occidentale. Geofisica elitrasportata e modeling geologico 3D applicati alla valutazione delle risorse geotermiche superficiali in Sicilia Occidentale. Santilano A. 1, Manzella A. 1, Viezzoli A. 2 Menghini A. 2, Donato

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione

La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione 1 Carlo Sabbarese Gruppo di ricerca: R. Buompane, F. De Cicco, V. Mastrominico, A. D Onofrio 1 L attività di ricerca è svolta

Dettagli

L astronomia vien giocando!

L astronomia vien giocando! L astronomia vien giocando! Silvia Piranomonte INAF - Osservatorio Astronomico di Roma on behalf of DiVA@OAR TALK OUTLINE Esigenza di diffondere il più possibile la scienza ai bambini Come trasmettere

Dettagli

Ufficio Scolastico Regionale per le Marche - Direzione Generale

Ufficio Scolastico Regionale per le Marche - Direzione Generale Classe di concorso AB77 - CHITARRA Cognome e nome Fasc Tit. 1) MONINA MARCO (AN 11/12/69) 3 Z 71,85 36,00 14,40 2007 122,25 2) GIORDANO EUGENIO (NA 21/12/82) * 3 L 6,00 11,00 1,20 2009 18,20 * Il docente

Dettagli

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013 Istituto per l Energia Rinnovabile Catasto Solare Alta Val di Non Relazione Versione: 2.0 Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Coordinamento e Revisione: dott. Daniele Vettorato, PhD (daniele.vettorato@eurac.edu)

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Alberto Maurizi, Francesco Tampieri, CNR ISAC

Alberto Maurizi, Francesco Tampieri, CNR ISAC Contributi locali e non locali agli inquinanti nella Pianura Padana: dal caso particolare a una discussione generale sui modelli di composizione dell atmosfera Alberto Maurizi, Francesco Tampieri, CNR

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CHIETI

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CHIETI GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Evoluzione del Servizio di Meteorologia Aeronautica di ENAV S.p.A. : Meteosat Second Generation

Evoluzione del Servizio di Meteorologia Aeronautica di ENAV S.p.A. : Meteosat Second Generation Evoluzione del Servizio di Meteorologia Aeronautica di ENAV S.p.A. : Meteosat Second Generation Con la Disposizione Organizzativa n.07/04 viene fissata la missione della Funzione Meteorologia il cui obiettivo

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20

grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20 grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20 Sortino Consuelo Pisano Antonino Impellizzeri Giulia Petriglieri Emilio Silvestro Federica Ciadamidaro Rocco graphic design 3 / triennio lunedì

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Come creare un satellite metereologico?

Come creare un satellite metereologico? NATIONAL OCEANIC AND ATMOSPHERIC ADMINISTRATION U.S. DEPARTMENT OF COMMERCE Come creare un satellite metereologico? Libretto adattato dal lavoro originale di Ed Koenig Sono un metereologo. Devo poter vedere

Dettagli

pianeti terrestri pianeti gioviani migliaia di asteroidi (nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove)

pianeti terrestri pianeti gioviani migliaia di asteroidi (nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove) mappa 3. Il sistema solare IL SISTEMA SOLARE il Sole Mercurio pianeti terrestri Venere Terra Marte 8 pianeti Giove Il Sistema solare 69 satelliti principali pianeti gioviani Saturno Urano Nettuno migliaia

Dettagli

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte Mariano Ammirabile Cloud Computing Sales Leader - aprile 2011 2011 IBM Corporation Evoluzione dei modelli di computing negli anni Cloud Client-Server

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL PIEMONTE UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CUNEO

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL PIEMONTE UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CUNEO GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ( a cura di Stefania Renna ITIL - IBM) Pag. 1 Alcune immagini contenute in questo documento fanno riferimento a documentazione prodotta da ITIL Intl che ne detiene

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

MODENA MODENA 1 MODENA 1 MODENA 1 RAVENNA 1 REGGIO EMILIA REGGIO EMILIA 1 RIMINI 1 PARMA 1 PARMA 1 FORLI CESENA 1

MODENA MODENA 1 MODENA 1 MODENA 1 RAVENNA 1 REGGIO EMILIA REGGIO EMILIA 1 RIMINI 1 PARMA 1 PARMA 1 FORLI CESENA 1 Posti disponibili A 245 CIACCI Angela pos.214 punt.70,20 CHEILAN Claria Marie pos.221 punt.70,00 MELLI CREMONINI Elisabetta pos.210 punt.70,50 MUCCHINO Valentina pos.212 punt.70,30 APPIGNANESI SIMONA pos.224

Dettagli

Esordienti 2004-05 Maschi (50 mt) anno Società TEMPO 1 SARTORI ETTORE 2004 A PC 10''8 2 BOZZO ANDREA 2005 A5C 11''9 3 ZILIANI LUCA 2006 APC 12''2

Esordienti 2004-05 Maschi (50 mt) anno Società TEMPO 1 SARTORI ETTORE 2004 A PC 10''8 2 BOZZO ANDREA 2005 A5C 11''9 3 ZILIANI LUCA 2006 APC 12''2 Esordienti 2004-05 Maschi (50 mt) anno Società TEMPO 1 SARTORI ETTORE 2004 A PC 10''8 2 BOZZO ANDREA 2005 A5C 11''9 3 ZILIANI LUCA 2006 APC 12''2 Esordienti 2004-05 Femmine (50 mt) anno Società TEMPO 1

Dettagli

Stud-EVO Designer Pino Montalti

Stud-EVO Designer Pino Montalti Designer Pino Montalti È l evoluzione di un prodotto che era già presente a catalogo. Un diffusore per arredo urbano realizzato in materiali pregiati e caratterizzato dal grado di protezione elevato e

Dettagli

The Verification Process in the ASTRI Project: the Verification Control Document (VCD)

The Verification Process in the ASTRI Project: the Verification Control Document (VCD) The Verification Process in the ASTRI Project: the Verification Control Document (VCD) L. Stringhetti INAF-IASF Milano on behalf of the ASTRI Collaboration 1 1 Summary The ASTRI/CTA project The ASTRI Verification

Dettagli

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI Giovedì 28 agosto 2014: inizio operazioni ore 10,00 PROV. 1 CISCO EMANUELA 02/02/1982 VI 2 RONCAGLIA FRANCESCA 06/03/1983 VI 3 PAGLIAMINUTA

Dettagli

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 MADE IN ITALY SOL - Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2013 Sol è un sistema basato interamente sull interpretazione di innovativi principi di calcolo

Dettagli

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi Microsoft licensing in ambienti virtualizzati Luca De Angelis Product marketing manager Luca.deangelis@microsoft.com Acronimi E Operating System Environment ML Management License CAL Client Access License

Dettagli

In cl. Ri s. Cod. Tip o. Su ppl en za

In cl. Ri s. Cod. Tip o. Su ppl en za Cod. Tip o In cl. Ri s Post o Cognome Nome Data Nascita Punt eggi o AN 1 PROIETTI MANCINI SIMONA 30/09/1975 200 AN 2 CALCATERRA LUCIA 24/09/1969 198 AN 3 COPPOLA MARIA TERESA 25/06/1962 196 AN 4 MARCON

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co. Pr ef er.

Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co. Pr ef er. Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co Tipo d. Incl. Po Posto Tip o Ris sto Cognome Nome Data Nascita Prov.

Dettagli

A012 PORRECA Patrizia A058-A060-A074 Pisticci 101 95 95 DOP. A016 COLLETTA Olga Ren. A072- Sostegno Policoro 46 40 Senza sede

A012 PORRECA Patrizia A058-A060-A074 Pisticci 101 95 95 DOP. A016 COLLETTA Olga Ren. A072- Sostegno Policoro 46 40 Senza sede Altra Classe di Sede e A012 PORRECA Patrizia A058-A060-A074 Pisticci 101 95 95 DOP A016 COLLETTA Olga Ren. A072- Sostegno Policoro 46 40 Senza sede A017 GAUDIANO Domenico A039 ITC"Ol."MT 299 Matera 305

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

dott. Roberto Andreatta Trento, February 20 th, 2015

dott. Roberto Andreatta Trento, February 20 th, 2015 dott. Roberto Andreatta Trento, February 20 th, 2015 History Integrated Mobility Trentino Transport system TRANSPORTATION AREAS Extraurban Services Urban Services Trento P.A. Rovereto Alto Garda Evoluzione

Dettagli

Gli asteroidi. Informazioni e contatti: http://vo-for-education.oats.inaf.it - iafrate@oats.inaf.it

Gli asteroidi. Informazioni e contatti: http://vo-for-education.oats.inaf.it - iafrate@oats.inaf.it Esempio sull'utilizzo dell'osservatorio Virtuale Gli asteroidi Informazioni e contatti: http://vo-for-education.oats.inaf.it - iafrate@oats.inaf.it Distribuzione degli asteroidi Il Sistema Solare è composto

Dettagli

Valutazione del rischio sanitario dovuto all esposizione della popolazione all inquinamento atmosferico in area urbana

Valutazione del rischio sanitario dovuto all esposizione della popolazione all inquinamento atmosferico in area urbana Valutazione del rischio sanitario dovuto all esposizione della popolazione all inquinamento atmosferico in area urbana Valeria Garbero vgarbero@golder.it Politecnico di Torino e Golder Associates, Natasa

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Primaria CNIC841005 Data Produzione Graduatoria Provvisoria: 19/08/2014

Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Primaria CNIC841005 Data Produzione Graduatoria Provvisoria: 19/08/2014 Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Primaria CNIC841005 Data Produzione Graduatoria Provvisoria: 19/08/2014 Tipo Posto Cod. Tipo Posto Posto Cognome Nome Punteggio COMUNE AN 1 VICARI

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA BASILICATA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : MATERA

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA BASILICATA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : MATERA GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE PER LA PROVINCIA DI PESCARA

AMBITO TERRITORIALE PER LA PROVINCIA DI PESCARA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale ABRUZZO Ufficio V AMBITO TERRITORIALE PER LA PROVINCIA DI PESCARA Prot.n 4580 Pescara, 25 agosto 2010 I L RESPONSABILE

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

TOT SEDE ASSEGNATA PUNTI 1 DSGA QUATTRINI ROBERTA 581 I.I.S. CAVAZZI PAVULLO N/F FIGLI INF ANNI 6

TOT SEDE ASSEGNATA PUNTI 1 DSGA QUATTRINI ROBERTA 581 I.I.S. CAVAZZI PAVULLO N/F FIGLI INF ANNI 6 1 DSGA QUATTRINI ROBERTA 581 I.I.S. CAVAZZI PAVULLO N/F 1 DSGA CARIDI MASSIMO 24 16 40 DD 1 CIRCOLO MODENA 2 DSGA LERA GIORGIO FRANCESCO 24 24 IC SAN CESARIO S/P 3 DSGA PETRUZZO ANTONIETTA 24 24 IC FERRARI

Dettagli

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS SISTEMI DI RECUPERO RESIDENZIALE HOME RECOVERY SYSTEMS RECUPERO DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA HIGH EFFICIENCY HEAT RECOVERY VENTILAZIONE A BASSO CONSUMO LOW ENERGY VENTILATION SISTEMI DI RICAMBIO CONTROLLATO

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO In collaborazione con Sistema FAR ECHO 1 Sistema FAR ECHO Gestione intelligente delle informazioni energetiche di un edificio Tecnologie innovative e metodi di misura, contabilizzazione, monitoraggio e

Dettagli

OMEGA-P BY DAY BOLLARD DISSUASORE

OMEGA-P BY DAY BOLLARD DISSUASORE BOLLARD DISSUASORE dissuasori bollards materiali materials acciaio steel dimensioni dimensions SHORT BASE - 220 x 120 x h 840 mm LONG BASE - 400 x 120 x h 840 mm niture nishes struttura structure 74 75

Dettagli

www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict

www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict 01NET NETWORK www.01net.it Pag 2 Dati di traffico 01net Network Totale

Dettagli

Knowlab Un Sistema Computerizzato per la Valutazione Adattiva della Conoscenza e dell'apprendimento

Knowlab Un Sistema Computerizzato per la Valutazione Adattiva della Conoscenza e dell'apprendimento Knowlab Un Sistema Computerizzato per la Valutazione Adattiva della Conoscenza e dell'apprendimento Debora de Chiusole PhD Candidate deboratn@libero.it Università degli Studi di Padova Dipartimento FISPPA

Dettagli

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu FRAUD MANAGEMENT. COME IDENTIFICARE E COMB BATTERE FRODI PRIMA CHE ACCADANO LE Con una visione sia sui processi di business, sia sui sistemi, Reply è pronta ad offrire soluzioni innovative di Fraud Management,

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Continua evoluzione dei modelli per gestirla

Continua evoluzione dei modelli per gestirla Governance IT Continua evoluzione dei modelli per gestirla D. D Agostini, A. Piva, A. Rampazzo Con il termine Governance IT si intende quella parte del più ampio governo di impresa che si occupa della

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

WP5: LiDAR and Forest Accessibility Evaluation LiDAR e valutazione dell accessibilità dei popolamenti forestali

WP5: LiDAR and Forest Accessibility Evaluation LiDAR e valutazione dell accessibilità dei popolamenti forestali WP5: LiDAR and Forest Accessibility Evaluation LiDAR e valutazione dell accessibilità dei popolamenti forestali Marco Pellegrini Dipartimento TESAF Università degli Studi di Padova marco.pellegrini@unipd.it

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

Invecchiamento accelerato e Solidità alla Luce

Invecchiamento accelerato e Solidità alla Luce Invecchiamento accelerato e Solidità alla Luce Guida ai Test di Prova I vostri prodotti resisteranno all esterno? Guida alle Prove Accelerate di Solidità alla Luce ed alle Intemperie I vostri prodotti

Dettagli

Prov. Nas cita. Punte ggio. Data Nascita

Prov. Nas cita. Punte ggio. Data Nascita Graduatoria di Istituto III Fascia Personale Docente Scuola Secondaria di I Grado CEIC8AJ00D Data Produzione Graduatoria Cod. Cod In Class. cl. Po Descr. Classe di Concorso e di Tip Ri sto Conco o s Cognome

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix IT Service secondo ITIL Il valore aggiunto dell Open Source Servizi IT Hanno lo scopo di

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : VENEZIA

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : VENEZIA GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Pag. 51 D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Responsabile: Prof. Lucio SANTORO Sedi: Edifici 17 16-11G - 20 Direzione 4645 Segreteria 2788 Fax 2657 Portineria 2355 U.O.C.

Dettagli

COGNOME NOME DATA NASCITA PRV NASCITA PUNT. UTI PUNT. EXTIT SCUOLA DI RICONF. COD. PREC CAMPORESE MARIA 27/02/1956 SA 0,00 0,00 SISD00201T

COGNOME NOME DATA NASCITA PRV NASCITA PUNT. UTI PUNT. EXTIT SCUOLA DI RICONF. COD. PREC CAMPORESE MARIA 27/02/1956 SA 0,00 0,00 SISD00201T INDIVIDUARE IL PERSONALE DOCENTE DA UTILIZZARE PAG. 1 CLASSE DI CONCORSO:A017 DISCIPLINE ECONOMICO AZIENDALI ANZIVINO MARILENA 07/12/1968 FG 30,00 0,00 CAMPORESE MARIA 27/02/1956 SA 0,00 0,00 SISD00201T

Dettagli

M A N U A L E D E L L U T E N T E

M A N U A L E D E L L U T E N T E MANUALE D E L L U T E N T E SkyScout - Indice analitico Introduzione.........................................pg 2 Identificazione dei componenti...........................pg 2 Approntamento.......................................pg

Dettagli

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA Graduatoria Docenti aspiranti all UTILIZZAZIONE nei LICEI MUSICALI Anno Scolastico 0/ Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA sul posto o sulla quota orario assegnata nell anno scolastico 0/ (docenti titolari

Dettagli

COMUNE DI SALICE SALENTINO Provincia di LECCE *** *** *** IV SETTORE SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO TRIBUTI

COMUNE DI SALICE SALENTINO Provincia di LECCE *** *** *** IV SETTORE SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO TRIBUTI Prot. n. 7889 del 3 Luglio 2013 COMUNE DI SALICE SALENTINO Provincia di LECCE *** *** *** IV SETTORE SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO TRIBUTI ELENCO IN ORDINE CRONOLOGICO DEI PAGAMENTI DEI DEBITI DI SORTE

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

D I S P O N E. GF\D:\Documents and Settings\All Users\Documenti\Documenti\NOMINE 2012-2013\GRADUATORIA DEFIN UTILIZZ E ASS PROVV 2012-13.

D I S P O N E. GF\D:\Documents and Settings\All Users\Documenti\Documenti\NOMINE 2012-2013\GRADUATORIA DEFIN UTILIZZ E ASS PROVV 2012-13. Prot. n. 6028 C2CU, 05.09.2012 IL DIRIGENTE VISTO il CCNI sulle utilizzazioni ed assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA sottoscritto per l anno scolastico 20122013 in data 2382012;

Dettagli

Convegno. riflessioni PRESENTAZIONE. Copernico, 38. Via. Rev. 0 del 19/10/2010. pag. 1 di 6

Convegno. riflessioni PRESENTAZIONE. Copernico, 38. Via. Rev. 0 del 19/10/2010. pag. 1 di 6 Convegno AL TERMINE DI TELEMACO riflessioni a margine dell esperienza svolta www.telemaco.regione.lombardia.it Codice evento: SDSS 10092/AE VENERDI 12 NOVEMBRE 2010, ore 10.000 18.00 Politecnico di Milano

Dettagli

La Visione Artificiale: Controllo di Qualità, Fotogrammetria e Realtà Virtuale

La Visione Artificiale: Controllo di Qualità, Fotogrammetria e Realtà Virtuale La Visione Artificiale: Controllo di Qualità, Fotogrammetria e Realtà Virtuale D. Prattichizzo G.L. Mariottini F. Moneti M. Orlandesi M. Fei M. de Pascale A. Formaglio F. Morbidi S. Mulatto SIRSLab Laboratorio

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Nominativo / SCS AZIONINNOVA SPA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BOLOGNA UNIVERSITA' LA

Dettagli

REAL WORLD AND VIRTUAL WORLD ARCHITECTURE FOR INTERCONN INTERCONNECTING FIRST AND SECOND LIFE

REAL WORLD AND VIRTUAL WORLD ARCHITECTURE FOR INTERCONN INTERCONNECTING FIRST AND SECOND LIFE REAL WORLD AND VIRTUAL WORLD ARCHITECTURE FOR INTERCONNECTING FIRST AND SECOND LIFE Università degli studi di Catania Facoltà di Ingegneria 26 Gennaio 2009 Sommario 1 Introduzione 2 Middleware Middleware:

Dettagli

SPC Scuola di Process Counseling

SPC Scuola di Process Counseling SPC Scuola di Process Counseling In uno scenario professionale e sociale in cui la relazione è il vero bisogno di individui e organizzazioni, SPC propone un modello scientifico che unisce l attenzione

Dettagli

CULTURA DELLA LEGALITA' E DELL'ETICA ALL'INTERNO DELL'UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PALERMO: IL RUOLO DEI CODICI DI COMPORTAMENTO" Calendario lezioni

CULTURA DELLA LEGALITA' E DELL'ETICA ALL'INTERNO DELL'UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PALERMO: IL RUOLO DEI CODICI DI COMPORTAMENTO Calendario lezioni CULTURA DELLA LEGALITA' E DELL'ETICA ALL'INTERNO DELL'UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PALERMO: IL RUOLO DEI CODICI DI COMPORTAMENTO" Calendario lezioni 1 Dicembre dalle ore 9,00 alle ore 13,00 Aula Magna Scuola

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com http://www.sinedi.com ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1 L estrema competitività dei mercati e i rapidi e continui cambiamenti degli scenari in cui operano le imprese impongono ai

Dettagli

LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L EGIDA DEL TRIBUNALE

LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L EGIDA DEL TRIBUNALE CONVEGNO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA Dipartimento di Economia e Management ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI FERRARA IPSOA LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA SARDEGNA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CAGLIARI

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA SARDEGNA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CAGLIARI GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SCUOLA SECONDARIA I GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

di4g: Uno strumento di clustering per l analisi integrata di dati geologici

di4g: Uno strumento di clustering per l analisi integrata di dati geologici di4g: Uno strumento di clustering per l analisi integrata di dati geologici Alice Piva 1, Giacomo Gamberoni 1, Denis Ferraretti 1, Evelina Lamma 2 1 intelliware snc, via J.F.Kennedy 15, 44122 Ferrara,

Dettagli

DIPARTIMENTO DI FISICA E CHIMICA, LABORATORI prof. M. Brai PROGETTO DIMESA: TRATTAMENTI OLII NEI NOSTRI LABORATORI

DIPARTIMENTO DI FISICA E CHIMICA, LABORATORI prof. M. Brai PROGETTO DIMESA: TRATTAMENTI OLII NEI NOSTRI LABORATORI DIPARTIMENTO DI FISICA E CHIMICA, LABORATORI prof. M. Brai PROGETTO DIMESA: TRATTAMENTI OLII NEI NOSTRI LABORATORI scopo del lavoro: Confronto tra oli EVO addizionati con estratti di capperi campionati

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale CDS Master Organizzazione: Trionfo Ligure - Genova RISULTATI 100 METRI MASTER F Serie Unica VILLA GENTILE - 18 Maggio 2013 Ora Inizio: 16:26 - Vento: +0.4 1 4

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli