pushingahead withfield implementation n of best fitting WasteWater ater treatment and management solutions

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "pushingahead withfield implementation n of best fitting WasteWater ater treatment and management solutions"

Transcript

1 D14 Cahier de presse pushingahead withfield implementation n of best fitting WasteWater ater treatment and management solutions D14 Cahier de presse completo(comunicati comunicati stampa, interviste ed articoli) D14 Cahier de presse completed (press reviews, interviews and articles) 23Maggio 2013

2

3 D14 Cahier de presse completo (press reviews, interviste e articoli) UTILITATIS Questo documento contiene descrizioni che riguardano le attività, i risultati e i prodotti del Progetto SHOWW. Alcune sue parti potrebbero essere tutelate sotto Diritto di Proprietà Intellettuale (IPR). Per questo motivo vi chiediamo di contattare il Consorzio SHOWW prima di utilizzarlo ( Se ritenete che questo documento sia in qualsiasi modo lesivo dei diritti di proprietà intellettuale di vostro possesso come persona o come rappresentante di un organizzazione informateci tempestivamente. Gli autori di questo documento hanno preso tutte le misure disponibili possibili per far sì che il suo contenuto sia accurato, consistente e legale. Tuttavia, né il partenariato nel suo insieme, né i singoli partner che direttamente o indirettamente abbiano preso parte alla creazione e alla pubblicazione di questo documento sono responsabili per qualsiasi cosa possa accadere come risultato del suo utilizzo. Questa pubblicazione è stata realizzata grazie al contributo dell Unione Europea. Il consorzio SHOWW è il solo responsabile del contenuto di questa pubblicazione che non riflette necessariamente il pensiero dell Unione Europea. SHOWW è parzialmente finanziato dall Unione Europea (LIFE+ Programme 2010). This document contains description of the SHOWW project findings, work and products. Certain parts of it might be under partner Intellectual Property Right (IPR) rules so, prior to using its content please contact ct the consortium head for (e.mail: In case you believe that this document harms in any way IPR held by you as a person or as a representative of an entity, please do notify us immediately. The authors of this document have taken any available measure in order for its content to be accurate, consistent and lawful. However, neither the project consortium as a whole nor the individual partners that implicitly or explicitly participated the creation and publication of this document hold any sort of responsibility that might occur as a result of using its content. This publication has been produced with the assistance of the European Union. The content of this publication is the sole responsibility of SHOWW Consortium and can in no way be taken to reflect the views of the European Union. SHOWW is a project partially funded by the European Union.

4

5 Indice Sommario... 1 Summary Obiettivi dell azione C Interviste Riviste Scientifiche Emittenti Radiofoniche e Televisive... 11

6 Sommario La Deliverable D14 Cahier de presse completo (comunicato stampa, interviste e articoli) descrive le attività finalizzate a propugnare la creazione di un clima di attenzione attorno alle attività di comunicazione del Progetto SHOWW. Il presente documento descrive l azione C2 appartenente alla categoria C Communication actions/awareness raising campaigns set of actions e ne riporta le attività, in particolare riguardo alleinterviste dirette con i destinatari del Progetto, ai comunicati stampa in riviste scientifiche ed emittenti radiofoniche e televisive. 1

7

8 Summary Deliverable D14 Cahier de presse complete (press reviews, interviews and articles) describes the activities aimed at fostering among recipients a climate arousing attention towards SHOWW communication efforts.the present document describes the action C2- which belongs to the C - Communication actions/awareness-raising ising campaigns set of actions and reports its activities, in particular regarding the related interviews with the main recipients of the Project, press releases in scientific reviews, radio and TV channels. 3

9

10 1. Obiettivi dell azione C2 L azione C2 è prevalentemente finalizzata a rafforzare e a focalizzare l attenzione dei potenziali destinatari sui benefici del Progetto SHOWW. L azione è in corso ed è realizzata sul territorio italiano e con interlocutori italiani. L azione si compone di diverse attività al suo interno. Da un lato, infatti, si è proceduto a selezionare 20 persone tra gli stakeholders del progetto, cosiddetti testimonials, con l intenzione di sottoporli a domande strategiche ai fini di conoscere i problemi della depurazione delle acque reflue in Italia e delle modalità e connesse problematiche di diffusione delle innovazioni tecnologiche nel campo idrico-ambientale. Quest attività tività di comunicazione e promozione diretta del progetto è avvenuta quindi elaborando un intervista da sottoporre ai suddetti 20 stakeholders, la quale verrà in un secondo momento effettuata per via telefonica o video. I filmati realizzati e i file audio verranno in un secondo momento messi a disposizione sul sito web del progetto SHOWW. I contatti sono stati selezionati in base al loro ruolo influente nella gestione delle risorse idriche, dando particolare risalto a chi lavora nella depurazione, e provengono principalmente dal database Blue Book database, mantenuto da UTILITATIS dal 2005 e che contiene liste di tutti gli operatori presenti nel campo dell idrico civile in Italia, con i relativi dati tecnici e demografici (gestori e circa 85 ATO, Autorità Territoriali d ambito Ottimale). Altri contatti sono stati selezionati tra rappresentanti del mondo dei policy-makers e dell accademia, coprendo così sia l aspetto della regolazione, che l aspetto ingegneristico, della gestione delle risorse idriche. Da un altro lato, si è lavorato su un piano di comunicazione e promozione one del progetto SHOWW indiretto, attraverso canali come le riviste scientifiche, comunicati stampa alle associazioni di settore, emittenti radiofoniche e televisive. L obiettivo dell azione C2, infatti, è quello di diffondere la notizia dell importanza e della gratuità dell iniziativa rappresentata da SHOWW tra tutti gli stakeholders del progetto. Quindi utilizzare anche canali indiretti specializzati è un fattore fondamentale nel raggiungimento nto del risultato. 5

11 La visibilità del progetto SHOWW e la familiarità delle persone attive nel campo della gestione delle acque reflue, infatti, sono fattori essenziali per creare un atmosfera partecipativa, aperta e di affidamento rispetto al progetto, in cui l informazione possa fluire tra le parti, creando interesse e coinvolgimento attivo. 2. Interviste Una delle azioni fondamentali nell attività di diffusione di un clima di conoscenza e familiarità con il progetto SHOWW tra i destinatari del progettoè stata quella di organizzare delle interviste dirette a persone che svolgono ruoli strategici nel settore delle risorse idriche. Le interviste hanno avuto lo scopo non solo di far conoscere il progetto, ma anche di sollevare ed evidenziare le problematiche del settore idrico, in particolare legate alla depurazione e alla diffusione delle innovazioni. Lo svolgimento delle interviste è avvenuto attraverso il coordinamento del lavoro di DICEA, di UTILITATIS e dell agenzia di comunicazione Noè: Dicea si è occupata prevalentemente del contenuto scientifico-tecnico delle interviste; si è occupata prevalentemente di fornire i contatti, che provengono soprattutto dal panorama degli amministratori di società di gestione delle risorse idriche civili, del mondo accademico e delle autorità pubbliche locali; infine, Noè si è occupata dell attività di contatto diretta e della somministrazione delle interviste. Le persone da intervistare sono state scelte in modo da rappresentare le diverse problematiche delle attività di depurazione, cercando inoltre di coprire tutte le macro-aree aree geografiche in cui si suddivide il territorio italiano. L elenco delle persone selezionate, i testimonials, è stato suddiviso in due diversi gruppi. Al primo gruppo di intervistati è stata sottoposta una domanda specifica, considerando la posizione rivestita. Il primo gruppo è il seguente: Prof. Riccardo Gori Università di Firenze Ing. Simone Caffaz Publiacqua 6

12 Dott. Lorenzo Benedetti - Waterways Prof.ing. Renato Iannelli Università di Pisa Ing. Marco Gatta - Federutility Ing. Osvaldo Griffini Dott. Paolo Santinello - Klink Ing. Giovanni Cannata - Physis prof. Ing. Claudio Lubello Università di Firenze Ing. Francesco Gradilone Heurein Dott. Franco Gallori Regione Toscana Le domande sono diverse per ogni intervistato nel primo gruppo di testimonials e sono le seguenti: Gori: In cosa consiste il progetto LIFE SHOWW? Caffaz: La depurazione delle acque ha ancora bisogno d innovazione tecnologica? Benedetti: Come viene considerata l innovazione tecnologica all estero? Iannelli: Quali sono i rapporti dell Università con l industria del trattamento delle acque reflue? L attività di ricerca ha una ricaduta tangibile nelle pratiche operative? Gatta: Quali sono i canali tradizionali con cui le aziende vengono a conoscenza di nuove tecniche e tecnologie? Griffini: Com è cambiata negli anni l innovazione tecnologica nel settore del trattamento delle acque? 7

13 Santinello: Come sono percepiti i progetti LIFE dalle aziende nel settore del trattamento delle acque? Cannata: Quali canali utilizza un ingegnere per informarsi ed aggiornarsi sull innovazione tecnologica? Lubello: I progetti LIFE contengono effettivamente elementi d innovazione nel settore della depurazione delle acque? Gradilone: Nella sua carriera professionale,è mai venuto a conoscenza dei risultati di un progetto LIFE che abbia poi utilizzato nella sua attività? Gallori: Gli Enti di governo di quale tipo d innovazione hanno bisogno nell ambito della depurazione delle acque reflue? Al secondo gruppo di testimonials, composto di amministratori e responsabili dell area depurazione dei gestori delle le risorse idriche civili, è stato somministrato un questionario generico. Il secondo gruppo è il seguente: Ing. Giannella Giuseppe - ASIS Salernitana Reti ed Impianti S.p.A. (ASIS SPA) - SALERNO Ing. Altran Enrico - ACEGAS APS S.p.A. (ACEGAS APS) - TRIESTE: Direttore Acqua-Gas Area Territoriale Trieste Dott.ssa Ragazzo Patrizia - Azienda Servizi Integrati S.p.A. (ASI SPA) - SAN DONÀ DI PIAVE: Coordinatore Sezione Controllo e Sviluppo e Responsabile della Gestione dei Processi di potabilizzazione e depurazione Dott. Deidda Antonio - ABBANOA S.p.A. (ABBANOA SPA) - NUORO: Dirigente Responsabile settore Politiche Ambientali 8

14 Ing. Fanara Alessandro - Multiservizi S.p.A. (MULTISERVIZI) - ANCONA Avv. Carta Paolo - ACEA S.p.A. (ACEA SPA) - ROMA: Responsabile della Funzione Regulatory p.i. Lionzo Gelindo - Acque Vicentine S.p.A. (ACQUE VICENTINE SPA) - VICENZA: Responsabile scarichi industriali Ing. Gualtiero Mori Cuoiodepur Le domande somministrate al secondo gruppo di testimonials sono le seguenti: 1. Quali sono le problematiche inerenti alla la depurazione che destano maggiore preoccupazione? 2. Se previste, quali potrebbero essere le relative soluzioni? 3. La depurazione delle acque ha ancora bisogno d innovazione tecnologica? 4. Quali sono i limiti principali nel contesto nazionale all impiego di soluzioni innovative? 5. Ritiene utile divulgare soluzioni innovative studiate ed applicate in altre realtà europee? 6. Nel prossimo futuro quale settore del trattamento ritiene che avrà necessità di maggiore investimento? 7. In una parola (commento/breve frase) qual è il problema principale del settore depurativo e quale l azione da intraprendere? 3. Riviste Scientifiche Accanto all attività di comunicazione diretta, si sta svolgendo anche una parallela attività di comunicazione indiretta, attraverso riviste specializzate di settore e forum su internet inerenti al tema. L attività è ancora in corso. Al momento le seguenti riviste sono state contattate: 9

15 Energie e Ambiente Oggi L'Ambiente Ingegno Ambientale Gazzetta Ambiente Quindici (rivista di Federutility) Alcune hanno già introdotto comunicati stampa o trafiletti informativi sul Progetto SHOWW, da noi elaborati, all interno di prossime edizioni della rivista (e.g. Ingegno Ambientale inserirà un trafiletto informativo sul numero di Settembre, Newsletter AIAT). Le altre hanno espresso la loro disponibilità e interesse per il tema, quindi stiamo stabilendo accordi. Inoltre, i comunicati stampa dei workshop a cui si è partecipato (Ecomondo Novembre 2012) ed organizzati (Università di Firenze Soluzioni innovative per il trattamento e la gestione delle acque reflue ) comprensivi di un introduzione sul Progetto SHOWW, sono stati inviati alla rivista dell associazione di settore Quindici, edita da Federutility, e a diversi forum e newsletter accademici e di settore (Gruppo Italiano di Ingegneria Sanitaria Ambientale GITISA). Alcuni Internet forum sono stati identificati per la divulgazione d informazioni relative al progetto e alle attività connesse, come i workshops. In particolare, i forum sono i seguenti: semic.eu, rivolto ai professionisti, include anche dati rilevanti per il trattamento delle acque reflue; osor.eu, rivolto ai professionisti che usano open source software, compresi quelli per il trattamento delle acque reflue; epractice.eu. indirizzato principalmente a policy makers, decisionmakerse e professionisti; Forum dell'unione dei Segretari degli Enti Locali, indirizzato ad un pubblico di policy makers eamministratori pubblici(http://www.segretarientilocalinews.it/forum.htm); 10

16 Forum Ambiente e Clima del Corriere della Sera, uno dei quotidiani più diffusi in Italia indirizzato ad un pubblico generico (http://forum.corriere.it/ambiente_e_clima/) Forum della Pubblica Amministrazione, Forum PA (http://portal.forumpa.it/), indirizzato principalmente a policy makers e amministratori pubblici Forum Il Sole 24 Ore, uno dei quotidiani economico-finanziari più importante d Italia, indirizzato ad un pubblico generico ma anche di professionisti (http://www.ilsole24ore.com/commenti-e-idee.shtml) idee.shtml) Ingegneri ambientali, indirizzato a professionisti (http://www.ingegneriambientali.it/) La sezione italiana dell International Water Association (http://www.iwaitalia.org/) Nei prossimi mesi, l attività di comunicazione indiretta attraverso riviste e forum consisterà nel sollecitare gli accordi con le riviste che hanno mostrato interesse al tema del trattamento delle acque reflue, argomento tra l altro di grande attualità politica in Italia, ed in ulteriore divulgazione attraverso i forum su Internet individuati. 4. Emittenti Radiofoniche e Televisive Come descritto nel Piano Strategico di Comunicazione, verrà nei prossimi mesi svolta un attività di promulgazione del messaggio contenuto nel Progetto SHOWW anche attraverso la comunicazione indiretta passante per Radio a TV. In particolare, è stato selezionato un piccolo numero di testate destinatead un pubblico generalista, ma specializzate sui temi ambientali e tecnologici: Radio3 Scienza (radio trasmessa da RAI3) Geo&geo (un canale televisivo che tratta di ambiente trasmesso da RAI2) Canali regionali (tra i quali in particolare in Toscana e in Lazio) 11

17 Radio24 (una radio, che trasmette su tutto il territorio nazionale e tratta tematiche economiche, collegata al quotidiano "il Sole 24 ore") 12

IMPLEMENTATION MONITORING PROTOCOL

IMPLEMENTATION MONITORING PROTOCOL IMPLEMENTATION MONITORING PROTOCOL Monitoraggio dell attuazione del progetto NO.WA No Waste 31/03/2012 2 Introduzione... 4 Introduction... 4 1. Ruoli e responsabilità... 5 Project Coordinator e Project

Dettagli

SHOWW LIFE10 INF/IT/000282

SHOWW LIFE10 INF/IT/000282 - Report on networking activities pushing ahead with field implementation of best fitting WasteWater treatment and management solutions Report on networking activities June 19 th 2014 Report on networking

Dettagli

In-Diversity Newsletter 3

In-Diversity Newsletter 3 Newsletter 3 APRILE 2012 This project has been funded with support from the European Commission. This communication reflects the views only of the authors, and the Commission cannot be held responsible

Dettagli

L università degli Studi del Sannio

L università degli Studi del Sannio La ricerca condotta dall Università degli studi del Sannio e dalla Dida Network s.r.l. in tema di formazione avanzata per persone sorde ed in particolare i risultati del progetto: This project has been

Dettagli

HUSH project Harmonization of Urban noise reduction Strategies for Homogeneous action plans

HUSH project Harmonization of Urban noise reduction Strategies for Homogeneous action plans HUSH project Harmonization of Urban noise reduction Strategies for Homogeneous action plans AFTER LIFE COMMUNICATION PLAN With the contribution of the LIFE financial instrument of the European Community

Dettagli

Terzo modulo 2 dicembre 2010 Il progetto èconcluso Valutazione

Terzo modulo 2 dicembre 2010 Il progetto èconcluso Valutazione CORSO DI FORMAZIONE REGIONALE cosa stai cercando? riflessioni sulla ricerca sanitaria dall idea all application: come descrivere un progetto di ricerca e chiedere un finanziamento Regione Liguria Terzo

Dettagli

La comunicazione della cooperazione internazionale per lo sviluppo in Piemonte

La comunicazione della cooperazione internazionale per lo sviluppo in Piemonte Osservatorio sulla Comunicazione Politica, Dipartimento di Culture Politica e Società La comunicazione della cooperazione internazionale per lo sviluppo in Piemonte ricerca condotta da Sara Minucci (Osservatorio

Dettagli

Gli aspetti strategici dei progetti di ricerca. Gli aspetti strategici dei progetti di ricerca

Gli aspetti strategici dei progetti di ricerca. Gli aspetti strategici dei progetti di ricerca Gli aspetti strategici dei progetti di ricerca Gli aspetti strategici dei progetti di ricerca Quali aspetti considerare? Management Comunicazio ne Aspetti etici Gender Professionalizzazione della gestione

Dettagli

Workshop and roundtable activity report

Workshop and roundtable activity report Acronimo del progetto/ Project Acronym A.R.I.E.L. Titolo completo del progetto/project Full Title Advanced Recycling Implementations to Elide Landfilling Numero del progetto/ Project No LIFE07 ENV/IT/000474

Dettagli

Il Piano di comunicazione

Il Piano di comunicazione Il Piano di comunicazione 23 lezione 11 novembre 2011 Cosa è un piano di comunicazione Il piano di comunicazione è uno strumento utilizzato da un organizzazione per programmare le proprie azioni di comunicazione

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE DEL PROGETTO

PIANO DI COMUNICAZIONE DEL PROGETTO PIANO DI COMUNICAZIONE DEL PROGETTO 1 PIANO DI COMUNICAZIONE DEL PROGETTO SICOMAR Indice 1. Obiettivi del Piano di comunicazione... 4 2. Il Target della comunicazione... 6 3. La strategia di comunicazione...

Dettagli

ISLL Papers The Online Collection of the Italian Society for Law and Literature http://www.lawandliterature.org/index.php?

ISLL Papers The Online Collection of the Italian Society for Law and Literature http://www.lawandliterature.org/index.php? The Online Collection of the Italian Society for Law and Literature http://www.lawandliterature.org/index.php?channel=papers ISLL - ITALIAN SOCIETY FOR LAW AND LITERATURE ISSN 2035-553X Submitting a Contribution

Dettagli

Specifiche tecniche per la realizzazione del Modello offline Energy City Virtual Lab. Antonio Disi, Serena Lucibello. Report RdS/2013/163

Specifiche tecniche per la realizzazione del Modello offline Energy City Virtual Lab. Antonio Disi, Serena Lucibello. Report RdS/2013/163 Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Specifiche tecniche per la realizzazione del Modello offline Energy City Virtual

Dettagli

1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale

1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale 1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale della RGS, del CNIPA e di ingegneri dell Ordine di

Dettagli

COMUNICAZIONE AZIENDALE

COMUNICAZIONE AZIENDALE COMUNICAZIONE AZIENDALE CORSO BASE DI FORMAZIONE PRESENTAZIONE Il corso si propone di entrare nella pratica delle varie tecniche di comunicazione aziendale, fornendo una visione organica del sistema della

Dettagli

Le attività di comunicazione e diffusione dei risultati di progetto

Le attività di comunicazione e diffusione dei risultati di progetto Elena Giusta 1 Le attività di comunicazione e diffusione dei risultati di progetto La politica di comunicazione dell Unione Europea La comunicazione dei fondi strutturali Il piano di comunicazione di progetto

Dettagli

Durata 9 ore DESTINATARI CONTENUTI ED OBIETTIVI

Durata 9 ore DESTINATARI CONTENUTI ED OBIETTIVI Corso di aggiornamento destinato al Coordinatore per la progettazione e al Coordinatore per l esecuzione dei lavori A013 Il rischio elettrico e la protezione dalle scariche atmosferiche Durata 9 ore DESTINATARI

Dettagli

ALLEGATO 13. Specifica tecnica del sito web del progetto LIFE-SIAM

ALLEGATO 13. Specifica tecnica del sito web del progetto LIFE-SIAM SIAM Sustainable Industrial Area Model ALLEGATO 13 Specifica tecnica del sito web del progetto LIFE-SIAM TECHNICAL SPECIFICATIONS OF THE SIAM PROJECT S WEB SITE Task 7 DISSEMINATION PLAN ENEA-PROT Date:

Dettagli

Ricerca lavoro on-line

Ricerca lavoro on-line Ricerca lavoro on-line Premessa Proponiamo di seguito alcune indicazioni e suggerimenti pratici per chi cerca un lavoro navigando in internet. Controllate la Partita IVA della ditta che offre il lavoro.

Dettagli

MANUALE MOODLE STUDENTI. Accesso al Materiale Didattico

MANUALE MOODLE STUDENTI. Accesso al Materiale Didattico MANUALE MOODLE STUDENTI Accesso al Materiale Didattico 1 INDICE 1. INTRODUZIONE ALLA PIATTAFORMA MOODLE... 3 1.1. Corso Moodle... 4 2. ACCESSO ALLA PIATTAFORMA... 7 2.1. Accesso diretto alla piattaforma...

Dettagli

Autorità garante per l infanzia e l adolescenza

Autorità garante per l infanzia e l adolescenza Servizio di rassegna stampa telematica e monitoraggio radio-televisivo per l Autorità garante per l infanzia e l adolescenza Capitolato tecnico (Allegato alle lettere invito prot.nn.2246-2248-2249-2250-2252

Dettagli

Comparazione dei Risultati dell Indagine

Comparazione dei Risultati dell Indagine Comparazione dei Risultati dell Indagine DOCTAE (Agr. nr. 2007-1983 001/001) Questo progetto è stato finanziato con il supporto della Commissione Europea. Questo documento riflette unicamente il punto

Dettagli

Your business to the next level

Your business to the next level Your business to the next level 1 2 Your business to the next level Soluzioni B2B per le costruzioni e il Real Estate New way of working 3 01 02 03 04 BIM Cloud Multi-Platform SaaS La rivoluzione digitale

Dettagli

12/02/2015. Istituto Comprensivo 3 Chieti. in collaborazione con. euphoria

12/02/2015. Istituto Comprensivo 3 Chieti. in collaborazione con. euphoria in collaborazione con Istituto Comprensivo 3 Chieti 1 TIMELINE #1 2 Struttura organizzativa e coordinamento Risorse - umane e - materiali Attività del progetto Tempo Budget 3 Conformità 4 Principi Tipi

Dettagli

Un fattore decisivo per il vostro business è far arrivare il vostro messaggio al giusto pubblico.

Un fattore decisivo per il vostro business è far arrivare il vostro messaggio al giusto pubblico. Un fattore decisivo per il vostro business è far arrivare il vostro messaggio al giusto pubblico. Per raggiungere i vostri obiettivi affidatevi a dei professionisti. UFFICI STAMPA PR WEB UFFICI STAMPA

Dettagli

Strumenti informatici per l'aggiornamento e la formazione a distanza degli operatori del settore

Strumenti informatici per l'aggiornamento e la formazione a distanza degli operatori del settore SEMINARIO Modena 13 dicembre 2012 Ricerca e innovazione per la suinicoltura soluzioni pratiche per l'adeguamento degli allevamenti alle norme in materia di benessere Strumenti informatici per l'aggiornamento

Dettagli

CENTER FOR MEDIA ACTIVITIES, PROJECT LICE V LICE (MACEDONIA)

CENTER FOR MEDIA ACTIVITIES, PROJECT LICE V LICE (MACEDONIA) www.socialbiz.eu Scheda informativa dell'impresa sociale CENTER FOR MEDIA ACTIVITIES, PROJECT LICE V LICE (MACEDONIA) Fondata nel 2002, progetto iniziato nel 2011 Forma legale Settore Area servita Sito

Dettagli

Elementi di Euro-progettazione

Elementi di Euro-progettazione Elementi di Euro-progettazione 1 parte - Ance Sicilia, Palermo Venerdì - 21 Giugno 2013 Giuseppe Pace - Università di Gent Lucia Coletti Esperto di euro-progettazione TEMI 1. Criteri generali di progettazione

Dettagli

FERTILITY 2.0 AWARD BANDO DI PARTECIPAZIONE

FERTILITY 2.0 AWARD BANDO DI PARTECIPAZIONE FERTILITY 2.0 AWARD LA CONDIVISIONE A SOSTEGNO DELLA FERTILITÀ: CONFRONTO, RELAZIONE, INFORMAZIONE BANDO DI PARTECIPAZIONE È indetta la terza edizione del Fertility 2.0 Award. Il premio, promosso da Merck,

Dettagli

master in Management della Comunicazione Pubblica e Istituzionale

master in Management della Comunicazione Pubblica e Istituzionale master in Management della Comunicazione Pubblica e Istituzionale Eidos Communication Via A. Salandra, 1/A - 00187 Roma T. 06.42.01.41.00 F. 06.42.00.48.73 E. info@eidos.co.it W. www.eidos.co.it informazioni

Dettagli

Microsoft e CSR. futuro@lfemminile La tecnologia al servizio delle pari opportunità. Roberta Cocco Direttore Marketing Centrale

Microsoft e CSR. futuro@lfemminile La tecnologia al servizio delle pari opportunità. Roberta Cocco Direttore Marketing Centrale Microsoft e CSR futuro@lfemminile La tecnologia al servizio delle pari opportunità Roberta Cocco Direttore Marketing Centrale Roma, 25 ottobre 2006 Corporate Social Responsibility Migliorare la sicurezza

Dettagli

OFFERTA PER CORSI D INGLESE NELLA SCUOLA PRIMARIA. Roma, 14 novembre 2012 Istituto Comprensivo D Avarna Via Valagussa, 28 00100 Roma

OFFERTA PER CORSI D INGLESE NELLA SCUOLA PRIMARIA. Roma, 14 novembre 2012 Istituto Comprensivo D Avarna Via Valagussa, 28 00100 Roma Roma, 14 novembre 2012 Istituto Comprensivo D Avarna Via Valagussa, 28 00100 Roma C.A. Dirigente Scolastico prof. Roberto Tassani Trinity School, è una accademia linguistica certificata ISO, sede d esame

Dettagli

DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS

DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS AGENDA Il contesto la strategia europea Significati e definizioni Disseminazione:quando e come, a beneficio di chi? Youthpass Link e materiali di disseminazione

Dettagli

MEET Business Game ing. Nicola Baldissin, ing. Simone Magrin

MEET Business Game ing. Nicola Baldissin, ing. Simone Magrin MEET Business Game ing. Nicola Baldissin, ing. Simone Magrin This project has been funded with support from the European Commission. This publication for any use which may be made of the information contained

Dettagli

MILANO, 14 MAGGIO 2013

MILANO, 14 MAGGIO 2013 I FINANZIAMENTI EUROPEI PER L ECO-INNOVAZIONE LAST CHANCE 2013 MILANO, 14 MAGGIO 2013 LUDOVICO MONFORTE HEAD OF EU BRUSSELS OFFICE UNIONCAMERE LOMBARDIA Le attività che l Eurodesk organizza sono: EURODESK

Dettagli

Organizzare spazi e contenuti di una consultazione online

Organizzare spazi e contenuti di una consultazione online Progetto PerformancePA Ambito A - Linea 1 - Una rete per la riforma della PA Organizzare spazi e contenuti di una consultazione online Autore: Laura Manconi Creatore: Formez PA, Progetto Performance PA

Dettagli

organizzato da Centro Nazionale Malattie Rare (CNMR) in collaborazione con l Ufficio Relazioni Esterne (URE) ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ (ISS)

organizzato da Centro Nazionale Malattie Rare (CNMR) in collaborazione con l Ufficio Relazioni Esterne (URE) ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ (ISS) Farmaci orfani e accessibilità al trattamento delle malattie rare Programma educativo-informativo rivolto alle Associazioni di pazienti con malattie rare e loro familiari sull uso dei farmaci orfani organizzato

Dettagli

27 Giugno 2014 Z2120.6 AREA MARKETING, SALES & COMMUNICATION - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

27 Giugno 2014 Z2120.6 AREA MARKETING, SALES & COMMUNICATION - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA MARKETING, SALES & COMMUNICATION REPUTAZIONE

Dettagli

Turismo Virtual Turismo Virtual Turismo Virtual

Turismo Virtual Turismo Virtual Turismo Virtual Da una collaborazione nata all inizio del 2011 tra le società Annoluce di Torino e Ideavity di Porto (PT), giovani e dinamiche realtà ICT, grazie al supporto della Camera di Commercio di Torino, nasce

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE

PIANO DI COMUNICAZIONE ALLEGATO 1 DIREZIONE POLITICHE AGRICOLE --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 PIANO

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri SCUOLA SUPERIORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Corso di formazione avanzata L ADDETTO STAMPA NELL ERA CROSSMEDIALE Programma formativo 2012 Indice 1. Obiettivi 2.

Dettagli

Deliverable DCL4 - (al 31.03.10 ) Sperimentazione di un pacchetto di Servizi per l emersione di uno o più Cluster potenziali

Deliverable DCL4 - (al 31.03.10 ) Sperimentazione di un pacchetto di Servizi per l emersione di uno o più Cluster potenziali Realizzazione Studi di Settore al fine di facilitare l'emersione di cluster di imprese operanti nel settore ICT Intervento SD07B) CLUOS Deliverable DCL4 - (al 31.03.10 ) Sperimentazione di un pacchetto

Dettagli

Syllabus. Corso On-Line. POSitivitiES. Learning. Applied Positive Psychology for European Schools

Syllabus. Corso On-Line. POSitivitiES. Learning. Applied Positive Psychology for European Schools PositivitiES Applied Positive Psychology for European Schools POSitivitiES Positive European Schools Corso On-Line Learning This project has been funded with support from the European Commission.This publication

Dettagli

REPORT DI VALUTAZIONE

REPORT DI VALUTAZIONE Programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Svizzera 2007-2013 Le opportunità non hanno confini. Oltre la frontiera: occasioni di cooperazione REPORT DI VALUTAZIONE Unione europea Fondo Europeo Sviluppo

Dettagli

I mezzi, web e cartacei, che compongono la piattaforma multimediale edita dal Gruppo Italia Energia offrono a manager, tecnici e ricercatori e al

I mezzi, web e cartacei, che compongono la piattaforma multimediale edita dal Gruppo Italia Energia offrono a manager, tecnici e ricercatori e al Gruppo Italia Energia Hub di cultura energetica I mezzi, web e cartacei, che compongono la piattaforma multimediale edita dal Gruppo Italia Energia offrono a manager, tecnici e ricercatori e al mondo industriale

Dettagli

15. PIANO DI COMUNICAZIONE DEL CONSORZIO PER L ANNO 2006

15. PIANO DI COMUNICAZIONE DEL CONSORZIO PER L ANNO 2006 15. PIANO DI COMUNICAZIONE DEL CONSORZIO PER L ANNO 2006 Premessa Nell ambito della sperimentazione della Società della Salute della sono state individuate tre parole chiave cui riferirsi costantemente

Dettagli

DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione continua Strumenti per la competitività delle imprese venete

DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione continua Strumenti per la competitività delle imprese venete FONDO SOCIALE EUROPEO IN SINERGIA CON IL FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE POR 2014 2020 Ob. Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione

Dettagli

Gradimento, usabilità e utilità dei metodi e degli strumenti dell Osservatorio Buone Pratiche per la sicurezza dei pazienti

Gradimento, usabilità e utilità dei metodi e degli strumenti dell Osservatorio Buone Pratiche per la sicurezza dei pazienti Gradimento, usabilità e utilità dei metodi e degli strumenti dell Osservatorio Buone Pratiche per la sicurezza dei pazienti Febbraio 2010 Agenas Sezione Qualità e Accreditamento Osservatorio Buone Pratiche

Dettagli

COMUNICAZIONE ITALIANA

COMUNICAZIONE ITALIANA COMUNICAZIONE ITALIANA Il Business Social Media che comunica su carta, interagisce su internet, decide di persona. Edizioni Servizi Eventi COMUNICAZIONE ITALIANA Il Business Social Media che comunica su

Dettagli

Bando di finanziamento AIAT per la Cooperazione Internazionale Amica dell Ambiente 2007. 2 edizione

Bando di finanziamento AIAT per la Cooperazione Internazionale Amica dell Ambiente 2007. 2 edizione Settembre 2007 Bando di finanziamento AIAT per la Cooperazione Internazionale Amica dell Ambiente 2007 2 edizione AIAT indice per l anno 2007 un concorso pubblico per l assegnazione del Fondo speciale

Dettagli

Mappatura stakeholders

Mappatura stakeholders provincia di Livorno legate al sistema diportistico Linea di attività 0 Quadro conoscitivo e linee strategiche di sviluppo Report L0.2 Mappatura stakeholders Metodologia e criteri di selezione Aprile 2013

Dettagli

S.I.A.I.S. Società Italiana dell Architettura e dell Ingegneria per la Sanità Daniela Pedrini President

S.I.A.I.S. Società Italiana dell Architettura e dell Ingegneria per la Sanità Daniela Pedrini President MARTE project Marche RegionTechnical assistance for healthcare buildings Energy retrofit IEE/13/465 S.I.A.I.S. Società Italiana dell Architettura e dell Ingegneria per la Sanità Daniela Pedrini President

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTÀ DI STUDI UMANISTICI Corso di laurea triennale in Scienze umanistiche per la comunicazione

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTÀ DI STUDI UMANISTICI Corso di laurea triennale in Scienze umanistiche per la comunicazione UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTÀ DI STUDI UMANISTICI Corso di laurea triennale in Scienze umanistiche per la comunicazione LA RETE SOCIALE PER COMUNICARE L'AMBIENTE: SOCIAL NETWORK ED ECOLOGIA

Dettagli

CONCLUSIONI FMS. Dott. Jean Pierre Fosson. Osservatorio Tecnico e Gestionale Prof. Riccardo Beltramo Coordinatore

CONCLUSIONI FMS. Dott. Jean Pierre Fosson. Osservatorio Tecnico e Gestionale Prof. Riccardo Beltramo Coordinatore CONCLUSIONI Ad un anno dall avviamento del progetto Osservatorio tecnologico, gestionale e formativo per la sicurezza in montagna, per la tutela dell ambiente montano e delle strutture ricettive alpine

Dettagli

LE COMPETENZE DI FUNDRAISING (CF) INSEGNATE AL MASTER

LE COMPETENZE DI FUNDRAISING (CF) INSEGNATE AL MASTER LE COMPETENZE DI FUNDRAISING (CF) INSEGNATE AL MASTER Indice INTRODUZIONE... 3 CF1 - SVILUPPARE IL CASO PER IL FUNDRAISING... 4 CF 1.1 : INDIVIDUARE LE NECESSITÀ DI FUNDRAISING DI UN ORGANIZZAZIONE NONPROFIT;...

Dettagli

Il Portfolio Europeo delle Lingue

Il Portfolio Europeo delle Lingue Il Portfolio Europeo delle Lingue Una guida introduttiva per aziende, enti pubblici e associazioni in genere Il Portfolio Europeo delle Lingue propone standard internazionali che permettono di misurare

Dettagli

Needius s.r.l. Via Rialto 73 Rovereto (TN) Tel: +39 0464 438191 Fax: +39 0464 400666 - PARTITA IVA: 02330700226

Needius s.r.l. Via Rialto 73 Rovereto (TN) Tel: +39 0464 438191 Fax: +39 0464 400666 - PARTITA IVA: 02330700226 PREMESSA La C.A.A. (Comunicazione Aumentativa Alternativa) ha lo scopo di migliorare la competenza comunicativa delle persone con disturbi della comunicazione affinché possano soddisfare in modo adeguato

Dettagli

What you dream, is what you get.

What you dream, is what you get. What you dream, is what you get. mission MWWG si propone come punto di riferimento nella graduale costruzione di una immagine aziendale all'avanguardia. Guidiamo il cliente passo dopo passo nella creazione

Dettagli

Dall Idea al Progetto

Dall Idea al Progetto CORSO DI EUROPROGETTAZIONE MODULO 2 Dall Idea al Progetto DOTT. GIANLUCA COPPOLA Direttore generale - Responsabile Progetti Europei 1 CAPITOLO 1 STRUTTURARE UN PROGETTO Modulo 2 Dall Idea al Progetto 2

Dettagli

Deliverable 5.10 Comunication & Exploitation Plan Piano di comunicazione dei cluster

Deliverable 5.10 Comunication & Exploitation Plan Piano di comunicazione dei cluster Deliverable 5.10 Comunication & Exploitation Plan Piano di comunicazione dei cluster Introduzione La comunicazione nei progetti finanziati dalla Commissione europea svolge sempre un ruolo rilevante in

Dettagli

We take care of your buildings

We take care of your buildings We take care of your buildings Che cos è il Building Management Il Building Management è una disciplina di derivazione anglosassone, che individua un edificio come un entità che necessita di un insieme

Dettagli

L acqua: governo pubblico, gestione d impresa. Ambiente, qualità, costi.

L acqua: governo pubblico, gestione d impresa. Ambiente, qualità, costi. Con il patrocinio di: International Commission on Irrigation and Drainage (ICID) Trento, 6 maggio 2011 Palazzo della Regione Autonoma Trentino-Alto Adige - Sala di Rappresentanza - Piazza Dante, 16 Convegno

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE LOCALE LOCAL COMMUNICATION PLAN Aggiornamento Gennaio 2013 Update January 2013

PIANO DI COMUNICAZIONE LOCALE LOCAL COMMUNICATION PLAN Aggiornamento Gennaio 2013 Update January 2013 PIANO DI COMUNICAZIONE LOCALE LOCAL COMMUNICATION PLAN Aggiornamento Gennaio 2013 Update January 2013 LIFE09 ENV/IT/000068 WASTELESS in CHIANTI Prevenzione e riduzione dei rifiuti nel territorio del Chianti

Dettagli

Bando di Concorso Premio Giornalistico L Italia in Camper I edizione 2013 L ITALIA IN CAMPER

Bando di Concorso Premio Giornalistico L Italia in Camper I edizione 2013 L ITALIA IN CAMPER Bando di Concorso Premio Giornalistico L Italia in Camper I edizione 2013 L ITALIA IN CAMPER ARTICOLO 1 Finalità del Concorso APC-Associazione Produttori Caravan e Camper indice la I edizione del Bando

Dettagli

Newsletter International Business & Technology Cooperation

Newsletter International Business & Technology Cooperation Enterprise Europe Network La nuova rete al servizio delle imprese http://www.enterprise-europe-network.ec.europa.eu/index_en.htm N 14 Marzo 2010 Newsletter International Business & Technology Cooperation

Dettagli

MODELLO DI ENERGY AUDIT

MODELLO DI ENERGY AUDIT MODELLO DI ENERGY AUDIT Modello di Energy Audit Work Package n : 4 Deliverable nº: 13 Partner coordinatore di questo deliverable: A.L.E.S.A. Srl The sole responsibility for the content of this publication

Dettagli

PROGETTO IL PROGETTO DEL DIPARTIMENTO SALUTE SI COLLOCA NELL INZIATIVA COMUNITARIA INTERREG

PROGETTO IL PROGETTO DEL DIPARTIMENTO SALUTE SI COLLOCA NELL INZIATIVA COMUNITARIA INTERREG PROGETTO IL PROGETTO DEL DIPARTIMENTO SALUTE SI COLLOCA NELL INZIATIVA COMUNITARIA INTERREG III C WEST ZONE ED E E TITOLATO: HEALTH CLUSTER NETWORK: ENGAGING THE HEALTH SECTOR MORE EFFECTIVELY IN REGIONAL

Dettagli

Le nuove linee guida della pubblicità dei dispositivi medici al pubblico. dott.ssa Paola D Alessandro

Le nuove linee guida della pubblicità dei dispositivi medici al pubblico. dott.ssa Paola D Alessandro Le nuove linee guida della pubblicità dei dispositivi medici al pubblico dott.ssa Paola D Alessandro 1 La Direzione generale sta procedendo alla modifica delle linee guida del 2010 riguardo all utilizzo

Dettagli

Needius S.r.l. Via Rialto 73 Rovereto (TN) P.IVA: 02330700226 Tel: +39 0464.438191

Needius S.r.l. Via Rialto 73 Rovereto (TN) P.IVA: 02330700226 Tel: +39 0464.438191 Needius S.r.l. Via Rialto 73 Rovereto (TN) P.IVA: 02330700226 Tel: +39 0464.438191 PREMESSA La C.A.A. (Comunicazione Aumentativa Alternativa) ha lo scopo di migliorare la competenza comunicativa delle

Dettagli

obiettivo b) Fornire informazioni chiare e corrette su HIV/AIDS, vie di trasmissione, comportamenti sicuri e a rischio.

obiettivo b) Fornire informazioni chiare e corrette su HIV/AIDS, vie di trasmissione, comportamenti sicuri e a rischio. Progetto HIV/AIDS rivolto agli studenti del primo anno del università di Dschang Premessa L informazione corretta e puntuale sulla diffusione, sulle modalità di contagio e sulle misure per evitare l infezione

Dettagli

I protagonisti PROTAGONISTI della settimana saranno le stesse aziende aderenti.

I protagonisti PROTAGONISTI della settimana saranno le stesse aziende aderenti. 11 15 Giugno 2012 T&CW La mission La settimana della formazione e della consulenza è un evento collettivo, con cadenza annuale, diffuso su tutto il territorio di Roma e del Lazio. L idea nasce dall esigenza

Dettagli

LA REDAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO

LA REDAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO Istituto superiore per la Ricerca e la Protezione Ambientale Ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali In collaborazione con: Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero

Dettagli

Thinkalize. Il nuovo creatore dell innovazione.

Thinkalize. Il nuovo creatore dell innovazione. Thinkalize. Il nuovo creatore dell innovazione. Come nasce il progetto? La necessita, il desiderio di cambiare le regole e di dettarne di nuove verso un modo contemporaneo di fare impresa, ha dato vita

Dettagli

MANAGEMENT 3.0 Un nuovo manifesto per il management

MANAGEMENT 3.0 Un nuovo manifesto per il management MANAGEMENT 3.0 Un nuovo manifesto per il management Progetto di ricerca del CeRCA Centro di Ricerca sul Cambiamento e Apprendimento Organizzativo Prof. Vittorio D'Amato Direttore CeRCA 2 Indice Il CeRCA

Dettagli

Il secondo rapporto annuale ForAge

Il secondo rapporto annuale ForAge Il secondo rapporto annuale ForAge Cos'é ForAge? Il progetto é una rete multilaterale europea che ha lo scopo di comunicare le esperienze di apprendimento nella fase avanzata della vita per favorire alti

Dettagli

Determinanti, modelli di diffusione e impatto di medical device cost saving nel Servizio Sanitario Nazionale

Determinanti, modelli di diffusione e impatto di medical device cost saving nel Servizio Sanitario Nazionale Determinanti, modelli di diffusione e impatto di medical device cost saving nel Servizio Sanitario Nazionale Documento elaborato dall Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi Sanitari Nell ambito

Dettagli

Assegni di Ricerca LINEE GUIDA PER LA

Assegni di Ricerca LINEE GUIDA PER LA P.O.R. VENETO F.S.E. 2007-2013 D.G.R. n. 1148 del 5 luglio 2013 Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione Asse Capitale Umano - Sviluppo del Potenziale Umano nella ricerca e nell innovazione. Assegni

Dettagli

PROGETTO CALCIO A 5 GRANDI ORIZZONTI PER IL NOSTRO SPORT UNITI PER CRESCERE

PROGETTO CALCIO A 5 GRANDI ORIZZONTI PER IL NOSTRO SPORT UNITI PER CRESCERE PROGETTO CALCIO A 5 GRANDI ORIZZONTI PER IL NOSTRO SPORT UNITI PER CRESCERE Il calcio a 5 è fermo, bloccato, immobile. Và ricostruito, viene da un periodo troppo lungo di non scelte, di non coraggio di

Dettagli

1. opuscoli informativi di carattere scientifico e divulgativo; 2. azioni di coinvolgimento diretto dei cittadini.

1. opuscoli informativi di carattere scientifico e divulgativo; 2. azioni di coinvolgimento diretto dei cittadini. SCHEDA PROGETTO - A 5 Assessorato della Difesa dell Ambiente Servizio Sviluppo Sostenibile, Autorità Ambientale e Politiche Comunitarie MISURA RIFERIMENTO: Misura 1.6 Energia (Riferimento:Complemento di

Dettagli

Come gestire i Social Network

Come gestire i Social Network marketing highlights Come gestire i Social Network A cura di: Dario Valentino I Social Network sono ritenuti strumenti di Marketing imprescindibili per tutte le aziende che svolgono attività sul Web. Questo

Dettagli

QUESTIONARIO DI ANALISI DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI E FORMATIVI DELLE STRUTTURE ALBERGHIERE

QUESTIONARIO DI ANALISI DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI E FORMATIVI DELLE STRUTTURE ALBERGHIERE QUESTIONARIO DI ANALISI DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI E FORMATIVI DELLE STRUTTURE ALBERGHIERE DATA COMPILAZIONE QUESTIONARIO DATI DELL INTERVISTATO Cognome e Nome Ruolo Denominazione dell Albergo Indirizzo

Dettagli

master in Management della Comunicazione Pubblica e Istituzionale Legge 150/2000

master in Management della Comunicazione Pubblica e Istituzionale Legge 150/2000 master in Management della Comunicazione Pubblica e Istituzionale Legge 150/2000 Eidos Communication Via A. Salandra, 1/A - 00187 Roma T. 06.42.01.41.00 F. 06.42.00.48.73 E. info@eidos.co.it W. www.eidos.co.it

Dettagli

Per essere vincenti in Europa non basta scrivere una buona

Per essere vincenti in Europa non basta scrivere una buona 1 Conoscere Horizon 2020 Il programma europeo per la ricerca e innovazione CORSI 2015 La formazione per essere pronti ad affrontare le sfide di una conoscenza in continuo movimento. Per essere vincenti

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE E RELAZIONE CON I CITTADINI

CARTA DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE E RELAZIONE CON I CITTADINI CARTA DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE E RELAZIONE CON I CITTADINI Comune di Modena Settore Sistemi Informativi Comunicazione e Servizi Demografici Servizio Comunicazione e Relazione con i Cittadini Allegato

Dettagli

LIFE09ENVIT000188-EnvironmentalCOoperation model for Cluster - Acronimo: ECO-CLUSTER

LIFE09ENVIT000188-EnvironmentalCOoperation model for Cluster - Acronimo: ECO-CLUSTER -EnvironmentalCOoperation model for Cluster - Acronimo: ECO-CLUSTER Linee Guida Modello di gestione ambientale ECO-CLUSTER: programma ambientale di cluster Comune di Collagna Responsabile dell azione Istituto

Dettagli

Area E Sito internet

Area E Sito internet W Sito internet ebarea E ( Bilancio Sociale 2007 2012 r Sezione 3. Risultati per Aree di attività r Area E. Sito internet 115 Sito internet Presentazione La Fondazione, da decenni impegnata nella promozione

Dettagli

Linee Guida. La concretezza dell oggetto di lavoro

Linee Guida. La concretezza dell oggetto di lavoro Linee Guida A partire dalle esperienze sviluppate dai singoli partner in relazione al coinvolgimento attivo dei giovani all interno delle specifiche realtà locali, il team di lavoro ha elaborato le seguenti

Dettagli

www.jobmeeting.it job meeting & trovolavoro.it pisa 25 novembre 2009 Palazzo dei Congressi di Pisa LE AZIENDE INCONTRANO I LAUREATI

www.jobmeeting.it job meeting & trovolavoro.it pisa 25 novembre 2009 Palazzo dei Congressi di Pisa LE AZIENDE INCONTRANO I LAUREATI LE AZIENDE INCONTRANO I LAUREATI RepoRt Job Meeting è un marchio registrato di proprietà di Cesop Communication S.r.l. job meeting & trovolavoro.it pisa 25 novembre 2009 partecipanti: AILUN - Alta Formazione

Dettagli

"FONDAMENTI DI PROJECT MANAGEMENT" Cagliari 16 Maggio 2015 Dalle ore 14:00 alle ore 19:00

FONDAMENTI DI PROJECT MANAGEMENT Cagliari 16 Maggio 2015 Dalle ore 14:00 alle ore 19:00 Organizzazione scientifica a cura di AIIC in collaborazione con l'ordine degli ingegneri della provincia di Cagliari "FONDAMENTI DI PROJECT MANAGEMENT" Cagliari 16 Maggio 2015 Dalle ore 14:00 alle ore

Dettagli

Per un edilizia. Media partner. Project management

Per un edilizia. Media partner. Project management Innovazioni Soluzioni Per un edilizia sostenibile e di qualità Progetto promosso da Ance Veneto, Ance Friuli Venezia Giulia, con gli Ordini provinciali degli ingegneri e degli architetti del Veneto e del

Dettagli

SCHEDA TECNICA INT. 17 All. A/10

SCHEDA TECNICA INT. 17 All. A/10 Settore Servizi Socio-Assistenziali U.O. Attuazione e Gestione Piano Infanzia e Adolescenza SCHEDA TECNICA INT. 17 All. A/10 Intervento Premessa Intervento integrativo in ambito penale di Giustizia Riparativa.

Dettagli

IMPLEMENTATION AND EVALUATION OF A TRAINING PROGRAMME ON ORPHAN DRUGS TARGETING PATIENTS' ASSOCIATIONS AND FAMILIES OF PATIENTS WITH RARE DISEASES

IMPLEMENTATION AND EVALUATION OF A TRAINING PROGRAMME ON ORPHAN DRUGS TARGETING PATIENTS' ASSOCIATIONS AND FAMILIES OF PATIENTS WITH RARE DISEASES Questionario per la valutazione dei bisogni formativi delle Associazioni di pazienti di malattie rare e loro familiari sui farmaci orfani per il progetto: IMPLEMENTATION AND EVALUATION OF A TRAINING PROGRAMME

Dettagli

E-LEARNING. Corsi di aggiornamento per Responsabili e Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione (rif. Art. 32 del D.

E-LEARNING. Corsi di aggiornamento per Responsabili e Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione (rif. Art. 32 del D. E-LEARNING Corsi di aggiornamento per Responsabili e Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione (rif. Art. 32 del D.Lgs 81/2008) B1 Titolo I del D.Lgs 81/2008 Durata 9 ore Direttore didattico: ing.

Dettagli

Credit Management. per le. Imprese Sanitarie

Credit Management. per le. Imprese Sanitarie Credit Management per le Imprese Sanitarie Credit Management Sei ottimi motivi per terziarizzare la gestione dei crediti 6 Per concentrarsi sul core business 1 Per alleggerire i costi fissi 5 Per massimizzare

Dettagli

POLItiche ITALIA RACCOMANDAZIONI POLITICHE 2013 _ ITALIA

POLItiche ITALIA RACCOMANDAZIONI POLITICHE 2013 _ ITALIA 2013 RacCOMaNDAzIONi POLItiche ITALIA 1 KEEP ON TRACK! I progressi per il raggiungimento dei target al 2020 occorre siano accuratamente monitorati per assicurare che l'attuale sviluppo sia in linea con

Dettagli

COMMUNICATION MIX MANAGEMENT:

COMMUNICATION MIX MANAGEMENT: PERCORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE PER IL PERSONALE CAMERALE COMMUNICATION MIX MANAGEMENT: SCEGLIERE E GESTIRE IN MODO INTEGRATO TUTTI GLI STRUMENTI DI COMUNICAZIONE DELLA CAMERA APRILE GIUGNO 2011

Dettagli

GOVERNANCE DEI SISTEMI SANITARI REGIONALI

GOVERNANCE DEI SISTEMI SANITARI REGIONALI GOVERNANCE DEI SISTEMI SANITARI REGIONALI RAFFORZAMENTO DEI SISTEMI DI GOVERNANCE DEL SISTEMA SANITARIO REGIONALE ATTRAVERSO LA DIFFUSIONE DI STRUMENTI, METODOLOGIE, MODELLI ATTI A SUPPORTARE TECNICAMENTE

Dettagli

Questionario di valutazione: la preparazione di un istituzione

Questionario di valutazione: la preparazione di un istituzione Questionario di valutazione: la preparazione di un istituzione Abbiamo creato questo questionario per aiutarti a prepararti per il workshop e per farti pensare ai diversi aspetti delle collezioni digitali

Dettagli

Elena FNAS. Microteatro.it News - http://www.microteatro.it -~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-

Elena FNAS. Microteatro.it News - http://www.microteatro.it -~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~- Pagina 1 di 5 Elena FNAS Da: "info FNAS" A: Data invio: mercoledì 24 giugno 2009 3.28 Oggetto: I: Corso di Biomeccanica Teatrale /Biomechanics course FORMAZIONE -----Messaggio

Dettagli

Struttura del questionario

Struttura del questionario Relazione sui dati raccolti analizzando i questionari proposti dall Ordine sulla Formazione e Professione Il nuovo organico che compone il Consiglio dell Ordine degli Architetti P.P.C. delle province di

Dettagli