L integrazione dei mercati mobiliari europei

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L integrazione dei mercati mobiliari europei"

Transcript

1 Università di Roma Tor Vergata Facoltà di Economia Dipartimento Sefemeq L integrazione dei mercati mobiliari europei (Gianni Nicolini*) * Ricercatore di Economia degli intermediari finanziari presso il Dipartimento Sefemeq dell Università di Roma Tor Vergata.

2 Indice La catena del valore Gli stakeholders del mercato Le direzioni dell integrazione I modelli di integrazione I progetti in corso 2

3 Indice La catena del valore Gli stakeholders del mercato Le direzioni dell integrazione I modelli di integrazione I progetti in corso 3

4 La catena del valore (Inizio anni 90) (Quotazione) + NEGOZIAZIONE POST-NEGOZIAZIONE (Clearing + Settlement) 4

5 La catena del valore (Fine anni 90) LISTING TRADING 5

6 Indice La catena del valore Gli stakeholders del mercato Le direzioni dell integrazione I modelli di integrazione I progetti in corso 6

7 Gli stakeholder (Inizio anni 90) Emittenti BORSA (pubblica) Listing Trading Clearing Settlement Intermediari autorizzati Intermediari autorizzati Intermediari non autorizzati Intermediari non autorizzati Investitori (Acquirenti) Investitori (Venditori) 7

8 Gli stakeholder (Fine anni 90) Fornitori di tecnologia Emittenti Investitori Intermediari Borse estere Emittenti Fornitori di tecnologia Owner Intermediari autorizzati Owner-member SOCIETA DI GESTIONE Intermediari autorizzati Listing Trading Clearing Settlem. + INFO Agenzie di rating Intermediari ECN Fornitori di tecnologia Intermediari non autorizzati Investitori (Acquirenti) Intermediari non autorizzati Investitori (Venditori) Agenzie di informazione 8

9 Il caso scandinavo Fornitori di tecnologia Borse estere Borse estere Emittenti Fornitori di tecnologia Intermediari autorizzati Intermediari non autorizzati Owner SOCIETA DI GESTIONE Intermediari autorizzati Intermediari non autorizzati Listing Trading Clearing Settlem. + INFO Investitori (Acquirenti) Investitori (Venditori) 9

10 Indice La catena del valore Gli stakeholders del mercato Le direzioni dell integrazione I modelli di integrazione I progetti in corso 10

11 Il mercato europeo DERIVATI DERIVATI DERIVATI DERIVATI DERIVATI DERIVATI OBBLIGAZIONI OBBLIGAZIONI OBBLIGAZIONI OBBLIGAZIONI OBBLIGAZIONI OBBLIGAZIONI AZIONI AZIONI AZIONI AZIONI AZIONI AZIONI LISTING LISTING LISTING LISTING LISTING LISTING TRADING TRADING TRADING TRADING TRADING TRADING 11

12 Integrazione orizzontale su un singolo mercato DERIVATI DERIVATI DERIVATI DERIVATI DERIVATI DERIVATI OBBLIGAZIONI OBBLIGAZIONI OBBLIGAZIONI OBBLIGAZIONI OBBLIGAZIONI OBBLIGAZIONI AZIONI AZIONI AZIONI AZIONI AZIONI AZIONI LISTING LISTING LISTING LISTING LISTING LISTING TRADING TRADING TRADING TRADING TRADING TRADING 12

13 Integrazione orizzontale su più mercati DERIVATI DERIVATI DERIVATI DERIVATI DERIVATI DERIVATI OBBLIGAZIONI OBBLIGAZIONI OBBLIGAZIONI OBBLIGAZIONI OBBLIGAZIONI OBBLIGAZIONI AZIONI AZIONI AZIONI AZIONI AZIONI AZIONI LISTING LISTING LISTING LISTING LISTING LISTING TRADING TRADING TRADING TRADING TRADING TRADING 13

14 Integrazione verticale su un singolo mercato DERIVATI DERIVATI DERIVATI DERIVATI DERIVATI DERIVATI OBBLIGAZIONI OBBLIGAZIONI OBBLIGAZIONI OBBLIGAZIONI OBBLIGAZIONI OBBLIGAZIONI AZIONI AZIONI AZIONI AZIONI AZIONI AZIONI LISTING LISTING LISTING LISTING LISTING LISTING TRADING TRADING TRADING TRADING TRADING TRADING 14

15 Integrazione verticale su più mercati DERIVATI DERIVATI DERIVATI DERIVATI DERIVATI DERIVATI OBBLIGAZIONI OBBLIGAZIONI OBBLIGAZIONI OBBLIGAZIONI OBBLIGAZIONI OBBLIGAZIONI AZIONI AZIONI AZIONI AZIONI AZIONI AZIONI LISTING LISTING LISTING LISTING LISTING LISTING TRADING TRADING TRADING TRADING TRADING TRADING 15

16 Indice La catena del valore Gli stakeholders del mercato Le direzioni dell integrazione I modelli di integrazione I progetti in corso 16

17 I modelli di integrazione Quotazioni multiple Alleanze tra mercati Acquisizioni ostili INTEGRAZIONE Fusioni tra mercati Collegamenti in rete 17

18 Spaghetti model POR DAN UK BEL ITA GRE FRA NDL IRL GER SPA 18

19 Modello hub and spoke POR DAN UK BEL ITA HUB GRE FRA NDL IRL GER SPA 19

20 Indice La catena del valore Gli stakeholders del mercato Le direzioni dell integrazione I modelli di integrazione I progetti in corso 20

21 I progetti di integrazione Euronext Eurex EuroMTS Norex OmHex Clearstream Euroclear 21

22 Paesi partecipanti Mercati coinvolti Struttura progetto Punti di forza I progetti di integrazione Euronext Azionario Obbligazionario Derivato Fusione (prospettica) Punti di debolezza Numero partecipanti Chiarezza e flessibilità del progetto Natura pluricomparto Sforzi di coordinamento Regolamentazione 22

23 Paesi partecipanti I progetti di integrazione Eurex Mercati coinvolti Derivato Struttura progetto Fusione Punti di forza Punti di debolezza Elevata qualità Ampia gamma prodotti Leadership raggiunta Spiccato carattere nazionale 23

24 Paesi partecipanti I progetti di integrazione EuroMTS Mercati coinvolti Obbligazioni Struttura progetto Network Punti di forza Punti di debolezza Estrema flessibilità Condivisione della tecnologia Sforzi di coordinamento Regolamentazione 24

25 I progetti di integrazione Norex Paesi partecipanti ( ) Mercati coinvolti Azioni Obbligazioni Struttura progetto Alleanza Punti di forza Punti di debolezza Flessibilità Condivisione regole di mercato Tecnologia condivisa Eccessivo sbilanciamento sulla fase di trading 25

26 Paesi partecipanti I progetti di integrazione OmHex Mercati coinvolti Azioni Obbligazioni Struttura progetto Fusioni (Holding) Punti di forza Punti di debolezza Coerenza culturale tra i partecipanti Grande attenzione alla tecnologia (OM) 26

27 Paesi partecipanti I progetti di integrazione Clearstream Mercati coinvolti Struttura progetto Azioni Obbligazioni Derivato Fusioni Punti di forza Punti di debolezza Operatività in 39 paesi Esperienza in attività cross-border Legame eccessivo al gruppo Deutsche Börse (Eurex) 27

28 I progetti di integrazione Euroclear Paesi partecipanti Mercati coinvolti Struttura progetto ( ) Azioni Obbligazioni Derivato Network Punti di forza Punti di debolezza Numero di mercati coinvolti (Stretto legame al progetto Euronext) Tasso di espansione 28

29 Un quadro di sintesi 29

I possibili modelli di implementazione di un mercato mobiliare integrato a livello europeo

I possibili modelli di implementazione di un mercato mobiliare integrato a livello europeo Università degli studi di Roma Tor Vergata Dottorato di ricerca in Banca e Finanza XVI ciclo Spring paper I possibili modelli di implementazione di un mercato mobiliare integrato a livello europeo Gianni

Dettagli

Indice. Capitolo 1 La securities industry in Italia: profili introduttivi

Indice. Capitolo 1 La securities industry in Italia: profili introduttivi Presentazione XI Capitolo 1 La securities industry in Italia: profili introduttivi 1.1. Articolazione del capitolo 1 1.2. Alcune definizioni preliminari 2 1.2.1. Premessa 2 1.2.2. Valori mobiliari, strumenti

Dettagli

MINIBOND: NUOVA FINANZA PER LE PMI

MINIBOND: NUOVA FINANZA PER LE PMI MINIBOND: NUOVA FINANZA PER LE PMI A cura della Dott.ssa Paola D'Angelo Manager, BP&A Finance and Business Consulting E-mail: paoladangelo@bpeassociati.it Ufficio: +39.0734.281411 Mobile: +39.393.1706394

Dettagli

Corso di ECONOMIA DEI MERCATI E DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI INTERNAZIONALI mod. 2. Prof. Paola Schwizer LAMIB A.A. 2009/2010

Corso di ECONOMIA DEI MERCATI E DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI INTERNAZIONALI mod. 2. Prof. Paola Schwizer LAMIB A.A. 2009/2010 Università degli Studi di Parma Corso di ECONOMIA DEI MERCATI E DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI INTERNAZIONALI mod. 2 5. L integrazione delle borse europee. La struttura della exchange industry, le forme,

Dettagli

ExtraMOT PRO. Il mercato di riferimento dei minibond

ExtraMOT PRO. Il mercato di riferimento dei minibond ExtraMOT PRO Il mercato di riferimento dei minibond ExtraMOT PRO E il mercato obbligazionario nato per consentire alle società italiane un accesso flessibile ed efficiente ai mercati dei capitali Nasce

Dettagli

ExtraMOT PRO. La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle corporate italiane. Borsa Italiana

ExtraMOT PRO. La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle corporate italiane. Borsa Italiana ExtraMOT PRO La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle corporate italiane Borsa Italiana I mercati obbligazionari gestiti da Borsa Italiana MOT (Mercato Regolamentato) DomesticMOT (Monte

Dettagli

ExtraMOT PRO. La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle PMI

ExtraMOT PRO. La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle PMI ExtraMOT PRO La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle PMI ExtraMOT PRO 1. I mercati obbligazionari di Borsa Italiana 2. Perchè quotarsi su ExtraMOT PRO 3. ExtraMOT PRO, finalità e caratteristiche

Dettagli

Le fusioni cross-border nell exchange industry: la misurazione del valore. Josanco Floreani, Maurizio Polato

Le fusioni cross-border nell exchange industry: la misurazione del valore. Josanco Floreani, Maurizio Polato Le fusioni cross-border nell exchange industry: la misurazione del valore Josanco Floreani, Maurizio Polato agenda Le fusioni nell exchange industry: La ratio Opportunità e minacce I driver del valore

Dettagli

4. CONCENTRAZIONE E CONCORRENZA TRA LE BORSE EUROPEE

4. CONCENTRAZIONE E CONCORRENZA TRA LE BORSE EUROPEE 49 4. CONCENTRAZIONE E CONCORRENZA TRA LE BORSE EUROPEE Il settore delle Borse in Europa ha vissuto alcune operazioni di concentrazione nel recente passato: la più rilevante è forse la fusione delle borse

Dettagli

L innovazione nella pubblica amministrazione: teoria e prassi Roma Tor Vergata 15 luglio 2005

L innovazione nella pubblica amministrazione: teoria e prassi Roma Tor Vergata 15 luglio 2005 L innovazione nella pubblica amministrazione: teoria e prassi Roma Tor Vergata 15 luglio 2005 La demutualizzazione dei mercati mobiliari come spinta all innovazione nel governo pubblico delle borse valori

Dettagli

Strategia di finanziamento della Repubblica Italiana L emissione sindacata del BTP trentennale. Direzione del Debito Pubblico Dipartimento del Tesoro

Strategia di finanziamento della Repubblica Italiana L emissione sindacata del BTP trentennale. Direzione del Debito Pubblico Dipartimento del Tesoro Strategia di finanziamento della Repubblica Italiana L emissione sindacata del BTP trentennale Direzione del Debito Pubblico Dipartimento del Tesoro Settembre 2003 2 Introduzione Rafforzamento del quadro

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Economia Dottorato di ricerca in Banca e Finanza XVI Ciclo

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Economia Dottorato di ricerca in Banca e Finanza XVI Ciclo Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Economia Dottorato di ricerca in Banca e Finanza XVI Ciclo Tesi di dottorato Un modello interpretativo dei processi di integrazione dei mercati mobiliari

Dettagli

BANCA AKROS. Una costante attività di analisi finanziaria è alla base dei servizi specializzati che Banca Akros offre alla propria clientela.

BANCA AKROS. Una costante attività di analisi finanziaria è alla base dei servizi specializzati che Banca Akros offre alla propria clientela. BANCA AKROS Banca Akros, banca d investimento e di private banking del gruppo Banca Popolare di Milano, è un punto di riferimento per investitori istituzionali, aziende e privati che operano sui mercati

Dettagli

La quotazione in borsa delle PMI: il progetto STAR Prof. Angelo Tantazzi

La quotazione in borsa delle PMI: il progetto STAR Prof. Angelo Tantazzi La quotazione in borsa delle PMI: il progetto STAR Prof. Angelo Tantazzi Presidente, Borsa Italiana S.p.A. Fiera del Levante Bari, 14 settembre 2000 La quotazione in borsa delle PMI: il progetto STAR Contenuti

Dettagli

Nota di Sintesi del Prospetto di Base Europeo dell Emittente

Nota di Sintesi del Prospetto di Base Europeo dell Emittente Nota di Sintesi del Prospetto di Base Europeo dell Emittente Ciò che segue è una sintesi del Prospetto di Base Europeo e dei programmi d emissione Series C euro medium-term notes e Series E subordinated

Dettagli

Documento di sintesi della

Documento di sintesi della Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del settembre 2015 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI ICCREA BANCA S.P.A. DOCUMENTO DI SINTESI 07 FEBBRAIO 2008 INDICE 1. RIFERIMENTI NORMATIVI 3 2. Sezione Prima - Fattori di esecuzione

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE DI MPS CAPITAL SERVICES BANCA PER LE IMPRESE S.P.A. INFORMATIVA SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE DI MPS CAPITAL SERVICES BANCA PER LE IMPRESE S.P.A. INFORMATIVA SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE ORDINI INFORMATIVA SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE ORDINI 1. Definizioni Strategia di Esecuzione o anche semplicemente Strategia : le misure, i meccanismi e le procedure adottate da MPS Capital Services - Banca

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. AVVIO NEGOZIAZIONE FONDI 16 Marzo 2015

RASSEGNA STAMPA. AVVIO NEGOZIAZIONE FONDI 16 Marzo 2015 RASSEGNA STAMPA AVVIO NEGOZIAZIONE FONDI 16 Marzo 2015 SEC RELAZIONI PUBBLICHE E ISTITUZIONALI - PRESS MONITORING TESTATA: SOLE 24 ORE DATA: 20 FEBBRAIO 2015 CLIENTE: BANCA FINNAT Quotidiano Data Pagina

Dettagli

Caratteristiche e vantaggi della distribuzione diretta su SeDeX di certificati di investimento

Caratteristiche e vantaggi della distribuzione diretta su SeDeX di certificati di investimento Caratteristiche e vantaggi della distribuzione diretta su SeDeX di certificati di investimento Al via la prima «OPV» per tre certificati di investimento di BNP Paribas Indice Introduzione Modello di mercato

Dettagli

Borsa Italiana nell evoluzione dello scenario dell exchange industry

Borsa Italiana nell evoluzione dello scenario dell exchange industry Università degli Studi di Bergamo - Facoltà di Economia Borsa Italiana nell evoluzione dello scenario dell exchange industry Luca Filippa Director Research & Development - Borsa Italiana Bergamo - 3 maggio

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

Presentazione della Società

Presentazione della Società Presentazione della Società Chi siamo PEP&CFC appartiene al Gruppo Dafisa Holdings Capital Finance Group Limited, ed è stata istituita quale società specializzata nella consulenza in materia finanziaria

Dettagli

Transmission and Execution Policy

Transmission and Execution Policy Transmission and Execution Policy Luglio 2014 1 INTRODUZIONE Il presente documento - approvato dal Consiglio di Amministrazione di BG Fund Management Luxembourg S.A. (di seguitio BGFML) - definisce e formalizza

Dettagli

La negoziazione di strumenti finanziari non si esaurisce con l esecuzione di contratti sul

La negoziazione di strumenti finanziari non si esaurisce con l esecuzione di contratti sul LE NOVITA NEL SISTEMA DI POST-TRADING Le Novità nel sistema di post-trading La negoziazione di strumenti finanziari non si esaurisce con l esecuzione di contratti sul mercato tramite l abbinamento di ordini

Dettagli

Offerta al pubblico di RAIFFPLANET. Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI

Offerta al pubblico di RAIFFPLANET. Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI Offerta al pubblico di RAIFFPLANET Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI Raiffplanet Prudente Raiffplanet Equilibrata Raiffplanet Aggressiva (Mod. V 70REGFI-0311

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO ASSICURATIVO PREVILINK

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO ASSICURATIVO PREVILINK Allegato 4 REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO ASSICURATIVO PREVILINK Art. 1 - Denominazione del Fondo Interno La Società gestisce, con le modalità stabilite dal presente Regolamento, un portafoglio di valori

Dettagli

Struttura e funzionamento dei mercati di borsa

Struttura e funzionamento dei mercati di borsa Università degli Studi di Ancona Facoltà di Economia Giorgio Fuà Corso di laurea specialistico: FINANZA, BANCHE E ASSICURAZIONI (Classe 19/S) Percorso: Borsa e Struttura e funzionamento dei di borsa Prof..

Dettagli

Università degli studi di Roma Tor Vergata Dottorato di ricerca in Banca e Finanza XVI ciclo. Autumn paper

Università degli studi di Roma Tor Vergata Dottorato di ricerca in Banca e Finanza XVI ciclo. Autumn paper Università degli studi di Roma Tor Vergata Dottorato di ricerca in Banca e Finanza XVI ciclo Autumn paper Uno schema di analisi dei comportamenti dei portatori di interesse della exchange industry nell

Dettagli

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO BANCHIERI SVIZZERI DAL 1873 POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO GIUGNO 2012 La presente politica intende definire la strategia di esecuzione degli ordini di negoziazione inerenti a strumenti

Dettagli

Gli impatti della MiFID sui mercati: il punto di vista di TLX. Head of Market Supervision

Gli impatti della MiFID sui mercati: il punto di vista di TLX. Head of Market Supervision Gli impatti della MiFID sui mercati: il punto di vista di TLX Milano, 18 dicembre 2006 Stefano Cuccia Head of Market Supervision 1 I normali ambiti di attività dei mercati 1.Listing (ammissione alla negoziazione

Dettagli

ExtraMOT PRO. La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle corporate italiane

ExtraMOT PRO. La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle corporate italiane ExtraMOT PRO La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle corporate italiane I mercati obbligazionari gestiti da Borsa Italiana MOT (Mercato Regolamentato) DomesticMOT (Monte Titoli) EuroMOT

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

L offerta di Borsa Italiana per le PMI

L offerta di Borsa Italiana per le PMI L offerta di Borsa Italiana per le PMI Paola Fico Responsabile Regolamentazione Emittenti quotati Borsa Italiana London Stock Exchange Group Convegno di studi Università di Macerata 14 Novembre 2014 I

Dettagli

Art. 1 volume 5_8. 1.38079 Calderoli

Art. 1 volume 5_8. 1.38079 Calderoli Art. 1 volume 5_8 1.38078 seguenti parole: «e anche all espressione di pareri sulle decisioni espresse dalla Commissione di vigilanza sui fondi pensione al fine di: vigilare sul buon funzionamento del

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

C7390 - BORSA ITALIANA-EURONEXT/MTS Provvedimento n. 14972 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

C7390 - BORSA ITALIANA-EURONEXT/MTS Provvedimento n. 14972 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO C7390 - BORSA ITALIANA-EURONEXT/MTS Provvedimento n. 14972 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 14 dicembre 2005; SENTITO il Relatore Giorgio Guazzaloca; VISTA la legge

Dettagli

QUADERNI DI FINANZA STUDI E RICERCHE L INDUSTRIA DEI SERVIZI DI REGOLAMENTO STRUTTURA, DINAMICHE COMPETITIVE N. LINCIANO, G. SICILIANO, G.

QUADERNI DI FINANZA STUDI E RICERCHE L INDUSTRIA DEI SERVIZI DI REGOLAMENTO STRUTTURA, DINAMICHE COMPETITIVE N. LINCIANO, G. SICILIANO, G. QUADERNI DI FINANZA STUDI E RICERCHE L INDUSTRIA DEI SERVIZI DI REGOLAMENTO DELLE OPERAZIONI IN TITOLI. STRUTTURA, DINAMICHE COMPETITIVE E QUESTIONI REGOLAMENTARI N. LINCIANO, G. SICILIANO, G. TROVATORE

Dettagli

La destinazione del patrimonio dei prodotti del Risparmio Gestito al finanziamento delle PMI

La destinazione del patrimonio dei prodotti del Risparmio Gestito al finanziamento delle PMI dei prodotti del Risparmio Gestito 5 dicembre 2013 Alessandro Rota 1. I nodi della struttura finanziaria delle imprese italiane 2. Le iniziative per incrementare il ricorso al mercato... del capitale di

Dettagli

Aprile 2014. Il procedimento di ammissione a quotazione dei Minibond presso l ExtraMOT PRO

Aprile 2014. Il procedimento di ammissione a quotazione dei Minibond presso l ExtraMOT PRO Aprile 2014 Il procedimento di ammissione a quotazione dei Minibond presso l ExtraMOT PRO Piergiorgio Leofreddi e Azzurra Campari, Simmons & Simmons Il presente articolo si propone di analizzare alcuni

Dettagli

AL CUORE DELL ECONOMIA Milano, 20 novembre 2002

AL CUORE DELL ECONOMIA Milano, 20 novembre 2002 AL CUORE DELL ECONOMIA Milano, 20 novembre 2002 SINTESI Software House. Fondata nel 1982. Quotata al Nuovo Mercato dal 26 maggio 2000. Leader in Italia nella fornitura di Prodotti e Servizi per la gestione

Dettagli

Il MOT: il mercato telematico delle obbligazioni e dei titoli di Stato

Il MOT: il mercato telematico delle obbligazioni e dei titoli di Stato Il Mot: il mercato telematico delle obbligazioni e dei titoli di Stato Apartire dal 1994, anno della sua nascita, il Mot ha conosciuto un continuo processo di innovazioni strutturali che si è assestato

Dettagli

MODIFICHE AL REGOLAMENTO N. 11768/98 IN MATERIA DI MERCATI

MODIFICHE AL REGOLAMENTO N. 11768/98 IN MATERIA DI MERCATI MODIFICHE AL REGOLAMENTO N. 11768/98 IN MATERIA DI MERCATI DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE 27 luglio 2006 Le osservazioni al presente documento di consultazione dovranno pervenire entro il 7 agosto 2006 al

Dettagli

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. VISTO l articolo 102 del Trattato sul Funzionamento dell Unione Europea (TFUE);

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. VISTO l articolo 102 del Trattato sul Funzionamento dell Unione Europea (TFUE); L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA dell 8 aprile 2015; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini; VISTA la legge 10 ottobre 1990, n. 287; VISTO l articolo 102 del

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI OPPIDO LUCANO E RIPACANDIDA Documento adottato con delibera del C.d.A. n. 11 del 12/10/2007 Aggiornata con delibere

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Mercati e Investimenti Mobiliari

Mercati e Investimenti Mobiliari Mercati e Investimenti Mobiliari Prof.ssa Giuliana Borello E-mail: giuliana.borello@unicatt.it 1 Orario lezioni Lezione Data Orario 1 Lunedì 30 settembre 15:00-18:00 2 Martedì 1 Ottobre 9:00-11:00 3 Martedì

Dettagli

La comunicazione economico-finanziaria

La comunicazione economico-finanziaria La comunicazione economico-finanziaria Università di Urbino La comunicazione economico-finanziaria E il complesso delle comunicazioni effettuate attraverso qualsiasi canale di diffusione dalla direzione

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CREDITO COOPERATIVO CASSA RURALE ED ARTIGIANA DI ERCHIE Ultimo aggiornamento con delibera del C.d.A. del 06/12/2011 Indice 1 PRINCIPI GENERALI...

Dettagli

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Deliberato dal CdA della BCC di Buccino nella seduta del 07/08/2009 Versione n 3 Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera

Dettagli

IL CASO: Hewlett-Packard

IL CASO: Hewlett-Packard IL CASO: Hewlett-Packard Proposta acquisizione Compaq con duplice finalità (Fiorina): 1) conseguimento economie di scala; 2) ingresso nel mercato dei servizi. Pareri sfavorevoli alla fusione (Hewlett e

Dettagli

Mercato Italiano 2007-2008. Accesso Globale ai Mercati Finanziari con i CFD. Tour

Mercato Italiano 2007-2008. Accesso Globale ai Mercati Finanziari con i CFD. Tour Mercato Italiano 2007-2008 Accesso Globale ai Mercati Finanziari con i CFD Chi è IG Markets? Parte del Gruppo IG fondata nel 1974 Autorizzata da FSA e da Consob tramite passaporto europeo Leader globale

Dettagli

Relatori. Dott. Paolo Pepe Analisi & Mercati Fee Only Tel 06.45.48.10.63. Dott. Enrico Ales Analisi & Mercati Fee Only Tel 06.45.48.10.

Relatori. Dott. Paolo Pepe Analisi & Mercati Fee Only Tel 06.45.48.10.63. Dott. Enrico Ales Analisi & Mercati Fee Only Tel 06.45.48.10. Relatori Dott. Paolo Pepe Analisi & Mercati Fee Only Tel 06.45.48.10.63 Dott. Enrico Ales Analisi & Mercati Fee Only Tel 06.45.48.10.63 1 Analisi & Mercati Fee Only s.r.l. è una società di consulenza finanziaria

Dettagli

DOCUMENTO DI INFORMAZIONE ANNUALE. Anno 2011. Ai sensi dell art. 54 Delibera Consob n. 11971/99 (Regolamento Emittenti)

DOCUMENTO DI INFORMAZIONE ANNUALE. Anno 2011. Ai sensi dell art. 54 Delibera Consob n. 11971/99 (Regolamento Emittenti) DOCUMENTO DI INFORMAZIONE ANNUALE Anno 2011 Ai sensi dell art. 54 Delibera Consob n. 11971/99 (Regolamento Emittenti) 1 DOCUMENTO DI INFORMAZIONE ANNUALE Ai sensi dell art. 54 Delibera Consob n. 11971/99

Dettagli

XI Autori XIII Presentazione. 3 Parte prima L assetto istituzionale dei mercati finanziari

XI Autori XIII Presentazione. 3 Parte prima L assetto istituzionale dei mercati finanziari INDICE XI Autori XIII Presentazione 3 Parte prima L assetto istituzionale dei mercati finanziari 5 Capitolo primo L intermediazione finanziaria: teoria, organizzazione dei mercati e emissione di strumenti

Dettagli

Accordo tra NEW MILLENNIUM SICAV e DIRECTA SIM sui Fondi quotati nel nuovo segmento della Borsa Italiana.

Accordo tra NEW MILLENNIUM SICAV e DIRECTA SIM sui Fondi quotati nel nuovo segmento della Borsa Italiana. COMUNICATO STAMPA Accordo tra NEW MILLENNIUM SICAV e DIRECTA SIM sui Fondi quotati nel nuovo segmento della Borsa Italiana. Dal 9 marzo 2015 i clienti di Directa SIM che compreranno in Borsa i Fondi di

Dettagli

Vuoi amplificare il tuo trading?

Vuoi amplificare il tuo trading? Vuoi amplificare il tuo trading? Benchmark a Leva Linea Smart di UniCredit. Comunicazione pubblicitaria/promozionale. Prima dell adesione leggere il Prospetto Informativo. Strumenti finanziari strutturati

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini (Delibera del Consiglio di Amministrazione del 29/10/2007) (Revisione del Consiglio di Amministrazione del 18/09/2009) (Revisione del Consiglio di Amministrazione

Dettagli

ExtraMOT PRO. La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle corporate italiane

ExtraMOT PRO. La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle corporate italiane ExtraMOT PRO La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle corporate italiane I mercati obbligazionari gestiti da Borsa Italiana MOT (Mercato Regolamentato) DomesticMOT (Monte Titoli) EuroMOT

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.4 11 ottobre 2011 v.0.5 Indice

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

Regolamento del Fondo Interno Strategic Model Portfolio

Regolamento del Fondo Interno Strategic Model Portfolio Regolamento del Fondo Interno Strategic Model Portfolio Art. 1 - Aspetti generali Al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti del Contraente in base alle Condizioni di Polizza, la Compagnia

Dettagli

Decorrenza 05/08/2015 Foglio 00.09.001 pag. 1 di 8

Decorrenza 05/08/2015 Foglio 00.09.001 pag. 1 di 8 Società per Azioni con socio unico Sede Legale e Amministrativa: Piazzale Fratelli Zavattari, 12 20149 MILANO Tel.: 800.99.11.88 - Fax: (+39) 02 74.874.918 Indirizzo e-mail: info@iwbank.it - Sito internet:

Dettagli

Titolo fruttifero Raiffeisen Express Azioni Svizzera CHF 10/2015

Titolo fruttifero Raiffeisen Express Azioni Svizzera CHF 10/2015 Il prodotto è salvaguardato ai sensi delle disposizioni del «Contratto quadro per strumenti con garanzia garanzia da pagno» del SIX Swiss. Informazioni più dettagliate riguardanti la copertura nella sezione:

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY)

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) 15.11.2013 La presente politica intende definire la strategia di esecuzione degli ordini di negoziazione inerenti a strumenti finanziari

Dettagli

NOTA DI SINTESI. CREDEM INTERNATIONAL (LUX) SA CREDITO EMILIANO S.p.A. or ABAXBANK S.p.A. Descrizione dell'emittente

NOTA DI SINTESI. CREDEM INTERNATIONAL (LUX) SA CREDITO EMILIANO S.p.A. or ABAXBANK S.p.A. Descrizione dell'emittente NOTA DI SINTESI La presente Nota di Sintesi va letta come un'introduzione al Prospetto Base. Qualunque decisione di investimento nei Covered Warrant e/o nei Certificates (congiuntamente, gli "Strumenti

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE ICCREA BANCA S.P.A. DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE ICCREA BANCA S.P.A. DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI ICCREA BANCA S.P.A. OTTOBRE 2007 INDICE 1. PREMESSA 3 2. RIFERIMENTI NORMATIVI 5 ARTICOLAZIONE DEL DOCUMENTO 7 3. Sezione Prima

Dettagli

AVVISO n.12713. 23 Luglio 2015 MOT - EuroMOT. Mittente del comunicato : BORSA ITALIANA. Societa' oggetto dell'avviso

AVVISO n.12713. 23 Luglio 2015 MOT - EuroMOT. Mittente del comunicato : BORSA ITALIANA. Societa' oggetto dell'avviso AVVISO n.12713 23 Luglio 2015 MOT - EuroMOT Mittente del comunicato : BORSA ITALIANA Societa' oggetto dell'avviso : BIRS Oggetto : 'EuroMOT' - Inizio negoziazioni 'BIRS' Testo del comunicato Si veda allegato.

Dettagli

ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA

ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA AREA FINANZA DISPENSE FINANZA Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Mercati Regolamentati Italiani ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA Mercati Regolamentati

Dettagli

NOTA DI SINTESI. Informazioni generali sugli Emittenti e sul Garante. Emittenti:

NOTA DI SINTESI. Informazioni generali sugli Emittenti e sul Garante. Emittenti: NOTA DI SINTESI La presente nota di sintesi deve essere letta come introduzione a questo Prospetto di Base e qualsiasi decisione di investire nei Titoli dovrebbe essere basata sull esame da parte dell

Dettagli

VUOI POTENZIARE LE TUE IDEE DI INVESTIMENTO? LE CARATTERISTICHE

VUOI POTENZIARE LE TUE IDEE DI INVESTIMENTO? LE CARATTERISTICHE VUOI POTENZIARE LE TUE IDEE DI INVESTIMENTO? LE CARATTERISTICHE Con i nuovi Benchmark a Leva 3 o 5 puoi replicare, moltiplicando x 3 o x 5 la performance giornaliera degli indici FTSE/MIB, CAC40, DAX ed

Dettagli

COMUNICATO STAMPA BANCA IMI: APPROVATI I RISULTATI AL 31 MARZO 2015

COMUNICATO STAMPA BANCA IMI: APPROVATI I RISULTATI AL 31 MARZO 2015 COMUNICATO STAMPA BANCA IMI: APPROVATI I RISULTATI AL 31 MARZO 2015 Risultato netto consolidato di 228 milioni di euro, in aumento del 26% rispetto ai 181 milioni al 31 marzo 2014 Margine di intermediazione

Dettagli

Definizioni Generali applicabili ai Titoli. Fonte di Riferimento: Reuters Screen ECB37. Valuta Base e Prima Valuta: Euro ("EUR")

Definizioni Generali applicabili ai Titoli. Fonte di Riferimento: Reuters Screen ECB37. Valuta Base e Prima Valuta: Euro (EUR) [Di seguito si riporta la traduzione di cortesia in lingua italiana del contenuto dei Product Terms (c.d. Condizioni del Prodotto), applicabili agli strumenti finanziari di seguito individuati. Si precisa

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI D.D.S. STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI D.D.S. STRATEGIA ESECUZIONE E TRASMISSIONE ORDINI Ed. Marzo 2012 DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

Dettagli

Bisogno di investimento del risparmio

Bisogno di investimento del risparmio Bisogno di investimento del risparmio Domanda e Offerta di strumenti di investimento del risparmio Bisogno di investimento Strumenti bancari (contratti bilaterali) depositi tempo; PcT; CD Strumenti di

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.4 1 La Markets

Dettagli

AVVISO n.7972. 06 Maggio 2014 MOT - EuroMOT. Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso

AVVISO n.7972. 06 Maggio 2014 MOT - EuroMOT. Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso AVVISO n.7972 06 Maggio 2014 MOT - EuroMOT Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto dell'avviso : REPUBBLICA PORTOGHESE Oggetto : 'EuroMOT' - Inizio negoziazioni 'REPUBBLICA PORTOGHESE'

Dettagli

I Mercati Regolam entati Telematici e i Corporate Bonds : esperienze a confronto

I Mercati Regolam entati Telematici e i Corporate Bonds : esperienze a confronto I Mercati Regolam entati Telematici e i Corporate Bonds : esperienze a confronto Pietro Poletto Responsabile Fixed Income & Securitised Derivatives Markets Borsa Italiana SpA Verona 2 Luglio 2004 Mercati

Dettagli

Securitisation Act 2004 (Legge sulla Cartolarizzazione) e Comparti

Securitisation Act 2004 (Legge sulla Cartolarizzazione) e Comparti 1. NOTA DI SINTESI Le informazioni riportate di seguito rappresentano unicamente una sintesi e devono essere lette congiuntamente alle altre sezioni del Prospetto. La presente nota di sintesi ha lo scopo

Dettagli

Strategia di Trasmissione ed Esecuzione degli ordini presso Hypo Alpe-Adria-Bank S.p.a.

Strategia di Trasmissione ed Esecuzione degli ordini presso Hypo Alpe-Adria-Bank S.p.a. Strategia di Trasmissione ed Esecuzione degli ordini presso Hypo Alpe-Adria-Bank S.p.a. Introduzione Hypo Alpe-Adria-Bank S.p.a. offre diverse tipologie di servizi d investimento tra cui la ricezione e

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Economia Dottorato di ricerca in Banca e Finanza XVI Ciclo. Final Paper

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Economia Dottorato di ricerca in Banca e Finanza XVI Ciclo. Final Paper Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Economia Dottorato di ricerca in Banca e Finanza XVI Ciclo Final Paper La struttura dei mercati mobiliari europei ed i progetti di integrazione in

Dettagli

Modalità operative di trasmissione degli ordini

Modalità operative di trasmissione degli ordini Modalità operative di trasmissione degli ordini 18/06/2012 INDICE 1. PREMESSA 3 1.1 Scopo 4 1.2 Riferimenti Normativi 4 1.3 Definizioni 4 2. QUALITÀ DELL ESECUZIONE 6 3. FATTORI DI ESECUZIONE 7 3.1 Eccezioni

Dettagli

Fondi aperti Caratteri

Fondi aperti Caratteri Fondi aperti Caratteri Patrimonio variabile Quota valorizzata giornalmente in base al net asset value (Nav) Investimento in valori mobiliari prevalentemente quotati Divieti e limiti all attività d investimento

Dettagli

DESCRIZIONE SINTETICA DELLA STRUTTURA DEL FONDO CHIUSO MC 2 IMPRESA.

DESCRIZIONE SINTETICA DELLA STRUTTURA DEL FONDO CHIUSO MC 2 IMPRESA. DESCRIZIONE SINTETICA DELLA STRUTTURA DEL FONDO CHIUSO MC 2 IMPRESA. MC2 Impresa è un Fondo Comune d Investimento Mobiliare chiuso e riservato (ex testo unico D.Lgs 58/98) costituito per iniziativa di

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI DEL 29 APRILE 2014:

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI DEL 29 APRILE 2014: RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI DEL 29 APRILE 2014: 2. Autorizzazione all'acquisto e all alienazione di azioni proprie ex artt. 2357 e seguenti del codice

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI ALPI FONDI SGR - versione marzo 2015 -

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI ALPI FONDI SGR - versione marzo 2015 - STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI ALPI FONDI SGR - versione marzo 2015-1 Sommario 1 PREMESSA...4 1.1 Scopo del documento...4 1.2 Normativa...4 1.3 Ambito di Applicazione...5 1.4 Categorie

Dettagli

Fondi aperti Caratteri

Fondi aperti Caratteri Fondi aperti Caratteri Patrimonio variabile Quota valorizzata giornalmente in base al net asset value (Nav) Investimento in valori mobiliari prevalentemente quotati Divieti e limiti all attività d investimento

Dettagli

EQUITY FIRST PRODUCT PROGRAMME NOTA DI SINTESI

EQUITY FIRST PRODUCT PROGRAMME NOTA DI SINTESI EQUITY FIRST PRODUCT PROGRAMME NOTA DI SINTESI Citibank International plc Emissione fino a EUR 50.000.000 di Strumenti Finanziari legati agli Indici EURO STOXX 50 SM, Nikkei 225 ed S&P 500 (Europe Outperformance

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI MASSAFRA Documento adottato con delibera del C.d.A. del 23 ottobre 2007 Ultimo aggiornamento con delibera del C.d.A.

Dettagli

ALLEGATO 1 Regolamento del Fondo Interno Assicurativo

ALLEGATO 1 Regolamento del Fondo Interno Assicurativo ALLEGATO 1 Regolamento del Fondo Interno Assicurativo Art. 1 - Istituzione e denominazione del Fondo Interno Assicurativo Poste Vita S.p.A. (la Compagnia ) ha istituito, secondo le modalità indicate nel

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo di MARINA DI GINOSA Documento adottato con delibera del C.d.A. 10/06/2013 Ultimo Aggiornamento con delibera del C.d.A.

Dettagli

Focus sulla finanza della PMI: Linee guida per una corretta strutturazione della provvista Confindustria Genova, 13 giugno 2013

Focus sulla finanza della PMI: Linee guida per una corretta strutturazione della provvista Confindustria Genova, 13 giugno 2013 Focus sulla finanza della PMI: Linee guida per una corretta strutturazione della provvista Confindustria Genova, 13 giugno 2013 Leonardo Frigiolini - AD Unicasim SpA Piazza De Ferrari, 2 - Genova info@unicasim.it

Dettagli

Seconda Emissione - Scheda informativa

Seconda Emissione - Scheda informativa BTP Italia Seconda Emissione - Scheda informativa Emittente Rating Emittente Annuncio dell emissione Tasso cedolare (reale) annuo minimo garantito Modalità di collocamento sul MOT Quotazione Taglio minimo

Dettagli

Sezione Terza I Fondi comuni di investimento

Sezione Terza I Fondi comuni di investimento Sezione Terza I Fondi comuni di investimento 369. Nella valutazione dei beni del fondo comune di investimento, il valore degli strumenti finanziari ammessi alle negoziazioni su mercati regolamentati è

Dettagli