LAVORO, EMERGENZA PER GLI OVER 45 a pagina 3

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LAVORO, EMERGENZA PER GLI OVER 45 a pagina 3"

Transcript

1 il SETTIMANALE PICCOLO Direttore responsabile Daniele Tamburini Società editrice: Immagina srl via San Bernardo 37 - Cremona Amministrazione e diffusione: via San Bernardo 37 - Cremona tel fax Direzione e redazione: via S.Bernardo 37, Cremona - tel Stampa: I.G.E.P. Srl - Industria Grafica Editoriale Pizzorni - Cremona pubblicità: Immagina srl tel Aut. del Tribunale di Cremona n 5/2013 Poste Italiane S.p.a. Sped. in A.P.-45%-art. 2 comma 20/B legge 662/96 Cremona Numeri Arretrati: Anno II n. 27 SABATO 4 LUGLIO 2015 Edizione chiusa alle ore 21 Periodico 0,02 copia omaggio Non riceve alcun finanziamento pubblico In tutta Europa vengono implementate le politiche a sostegno dei centri per l impiego, da noi avviene il contrario a pagina 4 LAVORO, EMERGENZA PER GLI OVER 45 a pagina 3 MASSIMO RIVOLTINI a pagina 9 DIFFERENZIATA PORTA A PORTA, UN SISTEMA ORMAI SUPERATO? «Bisogna creare posti di lavoro» ANGELO BAGLIONI Cosa accadrà se la Grecia esce dall euro? a pagina 7 TAGLI DEL GOVERNO INSOSTENIBILI, PROVINCIA A RISCHIO DISSESTO a pagina 5 BUROCRAZIA Verso un catasto più giusto? a pagina 8 Fiera di Piazza di Spagna da oggi al via pagine CASALMAGGIORE Se la Grecia viene abbandonata a se stessa S arò molto debitore, in queste righe, di un bellissimo articolo scritto pochi giorni fa da Massimo Cacciari. Devo dire, intanto, che non sopporto i giochi linguistici sciocchi, i calembour come il termine Grexit : signori, siamo seri, mi viene da dire. E mi interessa, certo, essendo cittadino europeo, ciò che accadrebbe all Europa nel caso in cui la Grecia venisse abbandonata a se stessa, fuori dalla UE e dall area euro; ma mi interessa, ora e principalmente, cosa accadrebbe alla Grecia. Al di là di una valutazione puramente umana, debitrice di quel senso di umanità che il nostro beneamato Occidente ha costruito nel corso di millenni di storia e che ora naufraga in continuazione nelle profondità del mare Mediterraneo, sulle frontiere spagnole, sugli scogli di Ventimiglia, che cosa è la Grecia, per noi europei? Moltissimo. Riassumo cosa scrive Cacciari, nell articolo che ho citato: per la cultura europea, la memoria della nostra comune nascita in Grecia è tutta attiva e immaginativa: SCUOLA a pagina 13 Il progetto Rinaldi parte dal Manin CANOA pagina 23 Miglioli ottiene la convocazione per i Mondiali VOLLEY SERIE A1 di Daniele Tamburini non si dà formazione, non può essere pensata una costruzione e una educazione della persona umana nella integrità e nella complessità delle sue dimensioni senza questa figliolanza. La Grecia fuori dall Europa sarebbe una ferita immedicabile. Si può dire che queste siano romanticherie? Non è così. Scrive ancora Cacciari: L Europa può ora pensare di dimenticare la Grecia, perché rinuncia a svolgere una grande politica, la quale può fondarsi soltanto sulla coscienza di costituire un unità di distinti, aventi comune provenienza e comune destino. Se questa coscienza vi fosse stata, avremmo avuto una politica mediterranea, piani strategici di sostegno economico per i Paesi dell altra sponda, un ruolo attivo in tutte le crisi mediorientali. E, per favore, non diciamo cose come hanno vissuto al di sopra delle loro possibilità : ma chi lo ha fatto? I potentati politici ed economici. Non certo la gente comune, che viene bastonata, pagina 23 Pomì, esordio in Champions con le detentrici CALCIO LEGA PRO a pagina 24 Fatemi capire... di Vanni Gli sforzi del popolo ellenico vanno sostenuti e si moltiplicano gli inviti a trascorrere le vacanze in Grecia. E allora via, tutti in Grecia, con costume da bagno e salviettone a vedere le code ai bancomat (quelli aperti). Per vedere cosa ci aspetta e come si fa. Mica possiamo farci trovare impreparati. BASKET SERIE A a pagina 25 Cremo, è in difesa La Vanoli conferma il primo rinforzo Cusin è ingaggia per il tecnico Pea la guardia Turner

2

3 CREMONA IMPOSTE COMUNALI TARI, LA SCADENZA SLITTA AL 30 DI LUGLIO Cambiate dal Comune le scadenze Tari. Le nuove scadenze saranno le seguenti: 30 luglio scadenza rata unica e prima rata; 30 settembre scadenza seconda rata; 30 novembre scadenza terza rata. L'intento è quello di facilitare l assolvimento degli obblighi tributari da parte dei contribuenti, evitando la sovrapposizione delle scadenze di pagamento di Tari e Tasi. Partito in tutta la città (tranne il centro storico) il nuovo modello di raccolta dei rifiuti. Ma i problemi sono molti Porta a porta: sistema ormai superato? Fasani: «In diverse città, simili a Cremona, è stato un fallimento. Meglio prendere esempio da Copenaghen» Manutenzione strade, iniziano i lavori in diverse vie cittadine I prossimi lavori di manutenzione ordinaria, di breve durata, interesseranno corso Campivia Virgilio (sistemazione caditoia e beole), via Maffi (sistemazione caditoia), viale Trento e Trieste, 36, via Dante, 50 metri prima del cavalcavia che porta al cimitero, via Ghinaglia via Milano (passaggio a livello), via Massarotti - piazza Cadorna, via del Sale (via Vecchia via Navigatori Padani), via del Sale (tra dosso ed ex Colonie Padane), via Seleroni, via Cadore via Ratti, via Castelleone, 8 10, via Lugari: in tutte queste strade il gruppo di pronto di pronto intervento sarà impegnato nella riparazione di buche con asfalto, tranne in via Lugari dove, anziché l'asfalto la riparazione verrà fatta con lo stabilizzato. Per quanto riguarda la manutenzione ordinaria, Aem raccoglie le segnalazioni da cittadini, operatori, dal Comune, oppure a seguito sopralluoghi sul posto, le prende in carico e le assegna al gruppo di pronto intervento, la task force organizzata da Aem e Comune di Cremona per i lavori di piccola manutenzione su strade e marciapiedi, banchine e pertinenze stradali, oppure li inserisce nella programmazione differita. L'elenco dei lavori da eseguire viene inoltre comunicato anche all'ufficio Periferie Quartieri che provvede a darne informazione inserendolo, tra l'altro, nella sezione del sito istituzionale del Comune dedicata ai Comitati di quartiere. Il sistema della raccolta differenziata porta a porta scelto a Cremona ha creato svariati problemi in diverse città con centri storici simili al nostro. Ne è convinto il consigliere comunale Federico Fasani, che porta diversi esempi a suffragio della sua tesi. C'è il caso di Parma, dove il sistema ha creato notevoli difficoltà, soprattutto per quanto riguarda le modalità di ritiro. A Reggio Emilia, invece, si protesta per l'incremento dei costi a carico dei cittadini provocato dalla tariffazione puntuale. Per non parlare di Roma, dove dopo l'avvio di questo tipo di raccolta le strade si sono riempite di rifiuti, a causa di disguidi nei ritiri. «Tutte le città con un centro storico simile a quello di Cremona, di tipo romanico - medioevale, hanno avuto problemi. Come quello della larghezza degli impalcati stradali: su un marciapiede del centro o stanno i rifiuti o passano i pedoni» spiega Fasani. Intanto, il nuovo modello di raccolta è partito il 1 luglio - per ora non in centro ma solo nelle zone periferiche dove ancora mancava (zona Ottolini Menga, Argine Panizza, Dante - Orti Romani, Brescia Persico, Borgo Loreto - S. Bernardo, Castelli Bergamo, Cambonino Picenengo, Battaglione Bagnara, Riglio) - con numerosi problemi. Sono molti infatti i disservizi segnalati dai cittadini: in diverse zone gli addetti Aem non sono passati per il ritiro. Altri utenti hanno segnalato la mancata consegna dei contenitori. «In diverse strade i contenitori sono stati collocati proprio sotto le finestre, quando il regolamento di igiene urbana impone che siano collocati ad almeno 10 metri di distanza - continua Fasani -. E dove non sono passati a raccogliere, i sacchi sono rimasti fuori, con tutti i problemi igienici che ne conseguono. Un copione già scritto. Quando eravamo noi ad amministrare avevamo fatto uno studio e ci eravamo resi conto che questo sistema in certe zone della città non sarebbe stato applicabile, ed è per questo che avevamo stoppato tutto, riservandoci di trovare una soluzione alternativa. Loro invece hanno voluto andare avanti per forza, per dimostrare che stanno lavorando, e ora a rimetterci sono i cittadini». «Stanno imponendo ideologicamente una modalità di raccolta che a dirla tutta è ormai superata, tanto che in certi paesi Europei, come la Danimarca, l hanno sostituita con una differenziazione minima in casa (solo quella dell'umido) in quanto il grosso viene fatto direttamente alla piazzola, attraverso un sistema meccanico» conclude Fasani. A COPENAGHEN Nella capitale della Danimarca, i cittadini non devono più dividere i propri rifiuti. Sono infatti stati messi in funzione impianti innovativi, che consentono di differenziare velocemente presso l impianto di smaltimento. Quindi ora a Copenaghen basta gettare i rifiuti nella spazzatura senza più preoccuparsi di differenziare, in quanto sarà qualcun altro a farlo. La semplificazione sta nel non dover più gestire ventotto bidoni per le strade. Ovviamente si parla anche di cambiare il modo di produrre energia. «Stiamo cercando di produrre in quantità sempre maggiori bio-gas e le persone devono sapere che portare i rifiuti in discarica significa anche ricavare dell energia pulita» spiega il sindaco.

4 4Sabato 4 Luglio 2015 Il 10 luglio 1944 Cremona subì un terribile bombardamento, senz altro il più duro tra i numerosi che colpirono il nostro territorio nell'anno che precedette la fine della seconda guerra mondiale. Per ricordare le 119 vittime di quel tragico giorno il Comune di Cremona, in collaborazione con il Dopolavoro Ferroviario di Cremona, venerdì 10 luglio, organizza una cerimonia che inizierà alle 7,00, davanti al binario 1 della stazione Cronaca Il 10 luglio cerimonia commemorativa del bombardamento subito da Cremona nel 1944 ferroviaria cittadina. Presente il sindaco Gianluca Galimberti, che terrà un breve intervento, in attesa della partenza del treno per Milano delle 7,32 saranno lette alcune poesie tratte dal libro Tra cielo e terra... Cremona Ricordi di Mario Ghidotti ed eseguiti alcuni brani musicali a cura di artisti cremonesi. Alle 7.25 sarà deposta una corona di alloro sotto ad una grande foto, collocata su un apposito cavalletto, che riproduce un'immagine della città danneggiata dal bombardamento. Alle 7.30, conclusa la cerimonia ufficiale, proseguirà l'esecuzione di brani musicali, mentre la corona d'alloro verrà portata sotto la lapide, collocata su un edificio di quella che un tempo era conosciuta come Porta Milano, ora piazza Risorgimento, che reca la seguente epigrafe: Come questa pietra immutabile il ricordo ed il compianto per i cremonesi vittime innocenti di bombardamento aereo vivranno eterni ammonendo pace tra i popoli. Alle 10, nella chiesa di S. Ambrogio, verrà celebrata la messa in ricordo di tutti coloro che perirono sotto le bombe. Al termine, momento di riflessione e preghiera davanti al monumento di via S. Francesco d'assisi dedicato a tutti i ferrovieri caduti. Sono nel nostro territorio le persone tra i 45 e i 65 anni che si trovano senza un lavoro né alcun tipo di ammortizzatore sociale Mercato del lavoro, emergenza per gli over 45 Ancora più alto il numero di disoccupati in quella fascia di età: sono circa 6mila le persone iscritte alle liste di collocamento di Laura Bosio La situazione è molto grave nel mercato del lavoro cremonese, soprattutto nella fascia di popolazione compresa tra i 45 e i 64 anni, (pari a circa persone, equivalente al 28% della popolazione provinciale totale): ci sono infatti circa lavoratori cremonesi privi di qualsiasi copertura sociale (ammortizzatori, indennità) e che non usufruiscono di percorsi di inserimento lavorativo definiti dalla legge in via speciale (per esempio, disabili tutelati dalla legge 68). Un dato molto preoccupante, che emerge dall'osservatorio del Mercato del lavoro. La fotografia complessiva racconta di una popolazione che presenta «un evidente squilibrio demografico che rende fragile l intera comunità cremonese». Come del resto evidenzia l indice di struttura della popolazione attiva, che mette in relazione le persone in età lavorativa suddividendole tra quelle che appartengono alle prime classi della vita lavorativa (15/39 anni) e quelle che appartengono alle seconde classi (40/64). «Nelle popolazioni stabili o in crescita questo indice è inferiore a 100, mentre nelle popolazioni in calo (tendenziale o forte) l indice supera i 100: in provincia di Cremona l indice è pari a 133 il che significa che ogni 100 persone tra i 15 e i 39 anni ve ne sono 133 tra i 40 e i 64 anni» evidenziano ancora dall'osservatorio. La situazione è poi ulteriormente aggravata quando la popolazione appartenente alla classe di età 45/64 presenti anche un elevato livello di disoccupazione, come appunto accade a Cremona. «Gli iscritti agli elenchi dei Centri per l impiego provinciali compresi nelle classi di età considerate e interessati ai servizi sono (all aprile 2015) circa 6.000, pari al 38,42% degli iscritti» spiegano ancora i ricercatori. La percentuale di iscritti over 45 risulta particolarmente elevata e il gruppo rappresenta uno dei due gruppi con la maggiore incidenza (l altro è costituito dai giovani fino ai 29 anni). IL PROGETTO La Fondazione Comunitaria della provincia di Cremona pone l'accento sul problema del re-inserimento lavorativo dei disoccupati over 45. Si tratta di una questione che ormai ha le caratteristiche di una vera emergenza sociale, «vista anche l attuale evoluzione normativa in cui si sommano agli effetti della crisi quelli dei diversi interventi del legislatore che stanno esponendo in modo specifico questo gruppo di lavoratori», evidenziano dalla Fondazione, presieduta da Renzo Ribecchi. Ci si riferisce, per esempio, «al rinvio dell età pensionabile, alla riduzione temporale della copertura degli ammortizzatori sociali, alla concentrazione degli incentivi sull occupazione giovanile e, infine, alla insufficiente riforma dei servizi per il lavoro che, come è avvenuto in altri Paesi europei, dovrebbero essere incrementati proprio per favorire, nel più breve tempo possibile, l inserimento o il re-inserimento dei lavoratori in cerca di occupazione». Tutto ciò rende estremamente delicata la situazione dei disoccupati più maturi e, per questo, la Fondazione Comunitaria ha ritenuto di mettere a disposizione uno specifico stanziamento richiedendo alla Provincia di Cremona di formulare proposte strutturate ed operative di intervento a sostegno di questi lavoratori. Il progetto approntato, dal titolo "Quar-K - Quarantacinquenni ok", ha l'obiettivo generale di contrastare le ricadute che la crisi economica e sociale degli ultimi anni ha prodotto sui lavoratori e le lavoratrici over 45. GLI OBIETTIVI Tra gli obiettivi del progetto, quello di rimotivare e riattivare coloro che si trovano in una situazione di scoraggiamento riguardo alla possibile ripresa della loro carriera lavorativa. Ma si vuole soprattutto valorizzare e ri-orientare le risorse personali acquisite in termini di competenze ed esperienze maturate nel corso della carriera lavorativa. Si vuole altresì individuare i datori di lavoro che, a livello locale, manifestano interesse nei confronti di questo gruppo di lavoratori, promuovendo poi l adeguamento delle competenze professionali in stretta relazione con specifici fabbisogni di contesti lavorativi concretamente individuati; per arrivare infine a promuovere nuove esperienze che favoriscano il reinserimento lavorativo. Il progetto, la cui durata è di 18 mesi, prevede un intervento complessivo di circa euro di cui circa a carico della Fondazione e circa come contributo della Provincia in termini di risorse di personale interno dedicato al progetto. Le azioni previste si suddividono in due tipi: interventi finalizzati alla rimotivazione e al ri-orientamento dei lavoratori e interventi, invece, specificamente dedicati al loro re-inserimento lavorativo. Nel primo gruppo di interventi rientrano l accoglienza, i colloqui specialistici e i bilanci di competenze attraverso i quali si cerca di rimotivare e ri-orientare i lavoratori forzatamente usciti dal mercato del lavoro. Nel secondo tipo di interventi si propongono ai lavoratori work-experience che possono comprendere l inserimento lavorativo vero e proprio con contratto di lavoro oppure l effettuazione di tirocini indennizzati con somme superiori a quelle previste dalla normativa e a completo carico del progetto (per ulteriori dettagli sul contenuto del progetto si veda il materiale allegato) L obiettivo è di ridurre in modo significativo il numero dei disoccupati over 45 in provincia di Cremona privi di ammortizzatori sociali e di specifici percorsi già previsti dalla normativa.

5 Cronaca Sabato 4 Luglio di Laura Bosio Nei giorni scorsi, la Provincia di Cremona ha dichiarato lo stato di pre-dissesto. «E' la comunicazione che si manda appena prima della dichiarazione di dissesto» evidenzia Maria Teresa Perin, segretaria della funzione pubblica Cgil. Una situazione che preoccupa notevolmente i sindacati, ma soprattutto i dipendenti: il clima che si respira nella sede di corso Vittorio Emanuele è pesantissimo. «Le rassicurazioni che ci hanno dato non ci rassicurano per niente - continua Perin -. E' più che mai chiaro che a queste condizioni la Provincia non potrà chiudere il bilancio e che possiamo solo sperare che nel decreto Enti Locali, sempre che esca entro fine luglio, vi siano delle novità consistenti per le Province». Insomma, certezze non ce ne sono, se non che le peggiori paure dei dipendenti si stanno avverando. «Del resto, se viene deliberata una riduzione del 50% dei dipendenti e sono ancora tutti lì perché non si sono deliberate le indicazioni per la mobilità, la Provincia deve continuare a sborsare soldi, per coprire tutte le funzioni, dirigenti compresi». In breve, tra poco la Provincia non avrà i soldi per garantire sia i servizi sia lo stipendio al personale. Quello dei servizi è un problema che coinvolge tutta la cittadinanza. Ci saranno i soldi per le manutenzioni stradali? E se il prossimo inverno nevicasse di nuovo o si verificassero calamità come alluvioni o trombe d'aria, chi interverrebbe? «Il problema è che, se non ci sono più soldi, nessuno pulirà più né aggiusterà le strade e questo provocherà gravi disservizi alla cittadinanza. Ci chiediamo ad esempio chi pagherà il riscaldamento nelle scuole, se la Provincia rimane senza risorse. Non è solo una questione di dipendenti: tutto il territorio è a rischio di vedersi negare servizi essenziali» conclude Perin. Maria Teresa Perin: «Ci preoccupa anche la copertura dei servizi: se non ci sono i soldi chi pagherà il riscaldamento nelle scuole?» Anche le Rsu aziendali esprimono forte preoccupazione, come è emerso da una comunicazione inviata ai sottosegretari Pizzetti e Nava dopo l'incontro della scorsa settimana. Una lettera nella quale si fa riferimento alla legge di stabilità per il 2015, che ha tagliato ingenti risorse alle Province. «Il governo doveva riformare la polizia locale e i centri per l'impiego, che si occupano delle politiche del lavoro, ma a tutt'oggi non vi sono ancora atti chiari in relazione al personale coinvolto» fanno sapere. Ma anche la Regione ha le proprie responsabilità. «Nel disegno di legge regionale non vi è alcuna chiarezza sul personale che in Provincia è addetto ai settori che passeranno alla Regione (agricoltura, caccia e pesca): non si sa se verrà assorbito in toto dall'ente regionale né quali saranno i tempi del trasferimento». Si assiste invece ad un continuo rimbalzo di responsabilità tra un ente e l'altro, senza che nessuno si assuma seriamente le competenze né che si parli di assorbire il personale. «Attualmente l'unica cosa che possono fare i dipendenti della Provincia è partecipare alle mobilità volontarie, che sono bandite solo dai Comuni», si legge nella lettera delle Rsu -. Ciò vuol dire che le professionalità acquisite andranno disperse, visto che i Comuni necessitano di figure professionali adeguate alle loro funzioni, che non sono quelle delle Province». «Occorre che lo Stato mantenga, con fatti concreti, ciò che la Costituzione sancisce nei suoi articoli sul tema del lavoro e sulle garanzie previste in materia di dignità del lavoratore - si legge ancora nella lettera -. Le riforme strutturali della Pubblica amministrazione devono avere una visione e una panoramica a tutto campo che colloca ogni soggetto in un contesto produttivo quale elemento migliorativo del servizio erogato nell'ente di riferimento. Nella nostra realtà le Rsu e le organizzazioni sindacali territoriali hanno sottoscritto con l'ente un protocollo di intesa in cui definiscono alcune linee guida comportamentali da adottare per l'attuazione della riforma, sia in riferimento alle mobilità del personale che dovrà seguire le funzioni, sia sulla individuazione dei cosiddetti sovrannumerari, nello spirito della trasparenza e di un rapporto costruttivo». Alla luce di questa situazione, le Rsu chiedono ai sottosegretari «di segnalare ai Governi nazionale e regionale la nostra situazione di forte disagio, le nostre preoccupazioni sul futuro dei lavoratori della Provincia di Cremona e di attuare ogni sforzo affinché ogni attore protagonista si assuma le proprie responsabilità in modo che si completi la buona riuscita di questa riforma, tutelando i diritti dei lavoratori e garantendo servizi adeguati ai cittadini del territorio cremonese». Provincia di Cremona: inviata nei giorni scorsi una missiva che dichiarava lo stato di pre-dissesto. Forte preoccupazione tra i dipendenti «I tagli del Governo sono insostenibili» Dalla Regione la legge che determina le competenze Approvata in Consiglio Regionale la Legge che determina le competenze che restano alle Province e quelle che invece passano alla Regione. Nella fattispecie, secondo la normativa, le Province lombarde continueranno ad esercitare le funzioni attuali ad esclusione delle competenze in materia di agricoltura, foreste, caccia e pesca, che saranno trasferite alla Regione. Un provvedimento che «va nella direzione di rendere ancora più efficiente il percorso degli Enti a cui compete la gestione del territorio» ha affermato il presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo. Per assicurare il corretto funzionamento e l erogazione dei servizi previsti nella riforma approvata oggi in attuazione della legge Delrio, Regione Lombardia assicurerà ogni anno alle Province e alla Città metropolitana di Milano risorse pari a 195 milioni di euro, alle quali per il solo 2015 saranno aggiunti altri 10 milioni di euro finalizzati a garantire il trasporto dei disabili. Con la riforma approvata, in materia di trasporto pubblico locale il territorio della Lombardia viene suddiviso in sei bacini omogenei corrispondenti ai confini amministrativi di Bergamo; Brescia; Sondrio; Como, Lecco e Varese; Cremona e Mantova; Città metropolitana di Milano, Monza Brianza, Lodi e Pavia: in ciascuno di essi viene costituita un Agenzia che provvede alla programmazione e all affidamento dei servizi di trasporto e che subentra nella titolarità dei contratti di servizio sottoscritti dagli Enti locali. Per la concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi a persone fisiche, titolari di attività economiche e associazioni di volontariato operanti nei Comuni montani della Lombardia vengono stabiliti indici di premialità parametrati sulla base delle caratteristiche geomorfologiche del territorio; tali parametri verranno utilizzati anche per definire i piani di riparto in campo sociosanitario per i Lea (livelli essenziali di assistenza) e i Leas (livelli essenziali di assistenza sociale). Alla Regione, e non più alle Province, faranno capo infine le concessioni idriche, le dighe, la destinazione transfrontaliera di rifiuti e le risorse geotermiche.

6 Artigianato 6 Sabato 4 Luglio 2015 Ripartire investendo sul patrimonio culturale L Assemblea di Cna Lombardia sabato 27 giugno all Auditorium del Museo del Violino di Cremona Nella prestigiosa cornice dell Auditorium Giovanni Arvedi del Museo del Violino di Cremona si è svolta sabato scorso 27 giugno, l annuale Assemblea di Cna Lombardia dal titolo La cultura come leva di sviluppo dei territori. Una scelta di rilievo quella dell Associazione Regionale di svolgere l assemblea in un nuovo piccolo gioiello che ha arricchito Cremona ed il suo già affascinante centro storico. Il Presidente di Cna Lombardia Daniele Parolo insieme a Sergio Silvestrini, Segretario Generale Cna Nazionale, a Cristina Cappellini, Assessore alle Culture di Regionale Lombardia, a Giovanni Carlo Federico Villa, dell Unibg e Curatore Mostra Palma il Vecchio e Virginia Villa, Direttrice del Museo del Violino, sono gli illustri ospiti che sono intervenuti all Assemblea della Cna Lombardia moderata da Giovanni Palisto, giornalista TV di Cremona1. L Assemblea è stata preceduta dall esibizione al violino di Lena Yokoyama, violinista vincitrice di numerosi premi internazionali che è una degli incaricati dalla Fondazione Stradivari di effettuare pubbliche audizioni con gli strumenti conservati nella preziosa collezione del Museo del Violino di Cremona. Lena ha aperto l Assemblea suonando un prezioso violino Guarnieri del Gesù del 1734 di proprietà della Fondazione Staufler messo gentilmente a disposizione dal Museo, facendo così ascoltare a tutti gli intervenuti la voce di un capolavoro offrendo attimi di intensa e indimenticabile poesia. Giuseppe Vivace, Segretario Cna Lombardia ha spiegato il perché della scelta della location e del tema per l Assemblea del «Avremmo potuto parlare di fisco, ancora pesante e frenante lo sviluppo delle imprese; di credito, che tuttora manca oppure di una burocrazia invadente e pressante. Tutti temi che ci preoccupano e preoccupano la vita delle nostre imprese. Invece abbiamo scelto la cultura, una parola spesso bistrattata anche dalle politiche pubbliche, con pochi investimenti, poca attenzione. Eppure di cultura, di arte, si mangia per dirla senza tanti giri di parole. Cremona città di Stradivari, patria del violino, ma non solo. Abbiamo scelto questa città perchè è l esempio più alto di come l arte incontra l artigianato e di come spesso i confini tra arte e artigianato siano davvero sottilissimi. Creatività, genio e manualità a Cremona sono di casa e quando si incontrano creano i grandi capolavori, basta pensare a quanto artigianato c è dietro un opera teatrale. Costumisti, estetiste, parrucchieri, elettricisti, tecnici del suono, operatori della comunicazione e del digitale, trasporti, solo per fare qualche esempio. Senza quell artigianato, quelle professionalità, quell opera non potrebbe andare in scena. Dietro ogni cosa di grande valore c è l uomo e la sua maestria, spesso dietro c è il lavoro artigiano». Il primo intervento riservato all Assessore Regionale alle Culture, Cristina Cappellini: «Fare rete, aprirsi anche a Regioni vicini, in un ottica che sia sovra-regionale spingendo in questa direzione anche con interventi economici per la valorizzazione di un patrimonio che abbiamo che è straordinario e che non sempre, anche gli stessi cittadini, è così apprezzato. Con un occhio ai progetti europei abbiamo cercato di costruire due direttrici una di conservazione e l altra di valorizzazione del patrimonio regionale che abbiamo al fine di consentirci di uscire da quella chiusura dove siamo stati per molti anni, guardando al futuro, alle nuove tecnologie ai nuovi strumenti che consentano di unire in un binomio tradizione e innovazione». «Siamo consapevoli che il fattore cultura è una delle grandi risorse, forse la più grande, del nostro Paese ha detto Daniele Parolo, Presidente di Cna Lombardia - che nella parola artigianato, cioè chi siamo e l ambiente in cui operiamo, la radice è arte. Cremona è nota al modo per i suoi artigiani liutai del passato e del presente e questa è una risorsa per la città, insieme alle molte altre del settore agroalimentare. Ma analoghe risorse si trovano in molti altri luoghi del nostro territorio; parlo della Lombardia, ma penso anche alle altre regioni. Luoghi in cui gli artigiani sono protagonisti, quelli che hanno fatto e che fanno l Italia. Continuiamo a dire a chi ci rappresenta politicamente che senza l artigianato con non ci sarebbe l Italia, questa Italia». «E recentemente stata riscoperta anche la manualità del lavoro ha aggiunto nel suo intervento conclusivo Sergio Silvestrini, Segretario Generale della Cna Nazionale - ma non solo per una questione economica, ma anche per una questione antropologica. La perdita di valori che c è oggi nel mondo forse può essere superata dando un senso al lavoro che oggi si fa, e l artigianato e l artigiano in quanto tante, riesce a dare un senso a compensare dando un senso al proprio lavoro, facendo cose, facendole bene, con impegno, con intelligenza, con professionalità. Questo è quello che penso debba essere questo nostro Paese che merita di più rispetto alla considerazione che spesso si ha di lui». «Siamo stati molto orgogliosi di poter ospitare nuovamente a Cremona l Assemblea Regionale di Cna afferma Giovanni Bozzini, Presidente di Cna Cremona -. E una ridicola convinzione che molti ancora hanno che con la cultura non si mangia. Oggi abbiamo dimostrato come ci siamo molte imprese e professionisti che ruotano intorno al mondo della cultura, portando benefici ed opportunità di crescita nei territori che si occupano di arte e creatività. Cna Cremona ha deciso di sostenere il Museo del Violino perché crede nel suo progetto, dato che oltre agli effetti sull occupazione, sull indotto e alla ricaduta economica, ci sono aspetti legati al miglioramento della qualità della vita di chi frequenta i luoghi di cultura. Non c è bisogno di inventarsi strane formule per creare sviluppo, basterebbe mettere tutti nelle condizioni di sfruttare quelle che già ci sono e che il patrimonio di questo territorio mette a disposizione». Nominato un nuovo presidente per Cna Pensionati Cremona Mercoledì 24 giugno, durante l assemblea provinciale, è stato nominato Florindo Ruggeri Si è svolta mercoledì 24 giugno scorso presso la sede provinciale dell Associazione, l Assemblea degli associati di Cna Pensionati Cremona. All Assemblea, che si è riunita per eleggere i nuovi organismi dirigenti dell associazione cremonese, hanno partecipato Gianfranco Albini e Luigi Piccioli rispettivamente Presidente e Segretario Cna Pensionati Lombardia oltre al Presidente di Cna Cremona Giovanni Bozzini, al Direttore Marco Cavalli e al funzionario responsabile della categoria Nevio Mainardi. Rivo Florindo Ruggeri è il nuovo Presidente di Cna Pensionati Cremona e sarà in carica fino al Artigiano, ex-falegname di Grontardo, Ruggeri aveva già ricoperto delle cariche all interno dell Associazione quando era in attività facendo parte della Direzione della Cna Provinciale di Cremona. Ruggeri succede a Gianfranco Boschetti, che pur rimanendo all interno dell organismo, ha tenuto un commosso saluto di commiato ai pensionati di Cremona. «Sono molto emozionato e onorato ha affermato il neo presidente Ruggeri di rappresentare questa categoria che a Cremona associa oltre 1100 pensionati su tutto il territorio. La Cna Pensionati di Cremona permette ai lavoratori a riposo di organizzare la propria attività in modo sistematico ed efficace, prevedendo un azione tale per cui gli interessi dei pensionati del mondo artigiano e del lavoro autonomo siano efficacemente tutelati. L attività del gruppo è stata particolarmente viva a Cremona in questi ultimi anni, con una serie di viaggi, di attività associative con scopo benefico e di sempre nuove convenzioni all attivo. E mia intenzione lavorare con il supporto della nuova Presidenza e del Funzionario Nevio Mainardi, affinché queste attività a favore dei Pensionati cremonesi aumentino sempre di più». Oltre a Ruggeri faranno parte della nuova Presidenza Provinciale dei pensionati Gianfranco Boschetti, Mariarosa Furlani, Gianpietro Ricci, Angelo Sbarbini, Luciano Zapparoli ed Emilio Zeni. Invitato permanente ai lavori della Presidenza sarà Agostino Ottoli, dirigente storico dell associazione di Via Lucchini. Rivo Ruggeri entrerà inoltre di diritto nella Direzione Regionale di Cna Pensionati Lombardia, mentre Boschetti e Zapparoli continueranno a rappresentare Cna Pensionati Cremona all interno del Cuploa di Cremona.

7 Cronaca Sabato 4 Luglio Ricavi in calo ma utile in aumento: il bilancio di Lgh presenta piuttosto solido per l'anmo «Il contesto economico generale si legge in una nota dell'azienda e la riduzione dei consumi energetici in particolare il clima mite dell ultima stagione invernale hanno contribuito a generare un calo dei ricavi sebbene sia risultato in crescita il rapporto dell Ebitda sui ricavi. In considerazione delle operazioni straordinarie, attualmente in essere, l Assemblea ha inoltre deciso di prorogare per un anno il Consiglio di Amministrazione in carica, composto da Alessandro Conter, presidente; Franco Mazzini, amministratore delegato; Massimo Mustarelli vicepresidente; consiglieri: Giovanni Soffiantini e Salvatore Nupieri». I ricavi consolidati del 2014 continua la società di servizi pubblici si attestano a 610 milioni di euro, in riduzione (-12,0%) rispetto ai 697 milioni di euro dell anno precedente, confermando il trend che ha caratterizzato in generale il settore energetico. La diminuzione è da attribuire principalmente alla riduzione dei ricavi delle business unit Per Lgh un utile di sette milioni di euro energetiche, in particolare vendita gas e teleriscaldamento, a causa di temperature invernali superiori alla media e della riduzione dei prezzi dell energia elettrica sui mercati all ingrosso, nonché il venir meno dei ricavi dell impianto di smaltimento RSNP di Augusta (SR) (-10mln), esaurito nel giugno 2014 ed in attesa di autorizzazione all ampliamento da parte degli enti preposti» fa sapere l'azienda. «I principali effetti positivi sui ricavi, seppur non in grado di contrastare le riduzioni di cui sopra, sono legati invece alla eccezionale produzione di energia elettrica degli impianti idroelettrici e alla positiva performance dell impianto di smaltimento Rsnp di Grottaglie. Il Margine operativo lordo Ebitda passa a 94,867 milioni dai 98,077 del 2013, con però una crescita del rapporto sui ricavi al 15,54% rispetto al 14,17% del precedente esercizio, a testimonianza del continuo impegno verso il miglioramento dell efficienza operativa. Il risultato consolidato di Gruppo 2014 (- 3,6 milioni di euro) è condizionato da importanti scelte di svalutazione ed accantonamento al fondo rischi (per 6,3 milioni di euro) che portano inoltre il risultato operativo a rappresentare il 4,24% dei ricavi netti, contro il 5,03% del 2013; inoltre, la pronuncia della Corte Costituzionale in merito alla Robin tax, con il conseguente annullamento della stessa, ha generato un effetto negativo sulla fiscalità differita, contraendo l utile di circa 1,8 milioni di euro. Nonostante le condizioni di mercato, la Posizione Finanziaria Netta si è poi ridotta a 352 milioni di euro, dimostrando che, anche nel 2014, il gruppo è stato in grado di generare un free cash flow positivo». È proseguito poi il percorso di semplificazione interna al Gruppo. Al 31 dicembre erano concluse le seguenti operazioni: Fusione di Ecolevante in Linea Ambiente; Fusione di Amico Gas in Linea Più; Fusione di Lgh Rinnovabili in Linea Energia; Il servizio Information Technology di Lgh è stato assorbito in Linea Com. In questo modo Linea Com è divenuta la società dell Ict del Gruppo Lgh. «Operazioni queste che consentono economie di scala, efficienze, riduzione dei costi di governance, e che si stanno concludendo nel 2015 con le ultime attività di razionalizzazione societaria riguardanti reti e impianti di teleriscaldamento e l igiene urbana - continuano dalla holding -. La Capogruppo Lgh Spa chiude positivamente il proprio risultato d esercizio: 7 milioni di euro di utile, di cui 6,7 destinati a dividendo per i Soci». Intervista al professor Angelo Baglioni: «La non irreversibilità dell euro è un pericolo per tutti» Cosa accadrà se la Grecia esce dall euro? di Daniele Tamburini Che accadrà alla Grecia? E che accadrà all Europa, se il braccio di ferro UE-Tsipras verrà condotto fino in fondo? È noto che siamo in un mondo talmente interconnesso, che le conseguenze di un eventuale, ma sempre più probabile, default greco possono essere inimmaginabili. Tsipras, rispettando il mandato per cui era stato eletto, chiederà al popolo greco, domenica 5 luglio, di esprimersi sulle proposte UE. Ricordiamole brevemente: l aumento dell IVA, ulteriori strette su stipendi, pensioni, politiche sociali. La situazione si sta evolvendo di ora in ora, e vede comportamenti inediti, compreso l appello a votare si che il presidente della Commissione Europea Juncker, in maniera, diciamo, irrituale ha rivolto direttamente ai cittadini greci, attaccando il comportamento del governo ateniese. Mentre la Casa Bianca chiede di rinegoziare il debito, il ministro Padoan ha dichiarato che l Italia è esposta direttamente con la Grecia per 35,9 miliardi. E, intanto, le Borse cadono. Come abbiamo detto, le cose evolvono di ora in ora, ma alcuni elementi emergono in modo chiaro, e su quelli abbiamo rivolto alcune domande a Angelo Baglioni, docente di Economia Politica alla Università Cattolica di Milano, Facoltà di Scienze Bancarie, Finanziarie e Assicurative. Professore, iniziamo con una sua valutazione sulla dichiarazione del premier Renzi: L Italia è già fuori dalla linea del fuoco. Abbiamo iniziato un percorso coraggioso di riforme strutturali, l economia sta tornando alla crescita e l ombrello della Bce ci mette al riparo. «Sicuramente il governo si è dato da fare sul fronte delle riforme, la più importante delle quali è quella del mercato del lavoro. I conti pubblici oggi sono sotto controllo e il debito è sostenibile. Con questa situazione non mi aspetto un impatto immediato di un'eventuale uscita della Grecia dall'euro, dunque nel breve termine può stare relativamente tranquilli. Ma in un periodo più lungo, credo che potremmo avere qualche problema. Se un domani i conti pubblici tornassero in discussione e i mercati iniziassero a mettere in dubbio la sostenibilità del nostro debito, la non irreversibilità dell'euro potrebbe rappresentare un pericolo». Si sta espandendo la convinzione per cui la possibile uscita della Grecia dall'area euro e forse dalla UE sia in grado di riaprire un processo di ripensamento sui meccanismi stessi di funzionamento della UE, per non parlare di chi auspica lo stesso percorso di uscita anche per l Italia. Qual è la sua opinione? «Spero proprio che questa eventualità non si verifichi mai, per svariati motivi. La fase di transizione sarebbe molto difficile da gestire, con la inevitabile chiusura delle banche. Come sta accadendo in Grecia, infatti, l'ipotesi di conversione dei depositi da Euro a una nuova lira, che poi verrebbe immediatamente svalutata, porterebbe la gente a ritirare i propri soldi dalle banche per portarli all'estero o per convertirli in un'altra valuta. Accanto a questi fenomeni, un'uscita dalla moneta unica dei paesi con forte debito, come appunto l'italia, porterebbe l'europa a tornare indietro nel processo di integrazione europea. Che finora non c'è stato, ma che così si perderebbe del tutto. Sarebbe un grosso danno per il futuro». Quali scenari si prefigurano nei due casi, di vittoria del no o di vittoria del sì, alla consultazione di domenica 5 luglio in Grecia? «La vittoria del "sì" sarebbe più favorevole in un'ottica di rimessa in sesto della situazione greca, anche se metterebbe l'attuale Governo nella posizione di doversi dimettere. Sarebbe quindi necessario un governo tecnico di unità nazionale che riprenda i negoziati, oppure delle elezioni anticipate. D'altro canto, se vincesse il "no" la situazione sarebbe ancora più complessa. Certo, un "no" al piano di aiuti presentato dall'europa potrebbe comunque far riprendere la trattativa, ma il messaggio politico potrebbe essere interpretato come volontà dei greci di uscire dall'euro e quindi sarebbe più difficile riavviare una trattativa con gli altri Paesi Europei. Questo sarebbe lo scenario peggiore possibile in quanto si avvicinerebbe al rischio di rottura». Una domanda finale: professore, è possibile un'altra Europa, in cui non si verifichino casi come quello greco, con la speranza che poi non si verifichino un caso Italia, un Un processo di questo tipo farebbe tornare indietro nel processo di integrazione europea caso Spagna, un caso Portogallo «Tecnicamente si. Politicamente la vedo difficile. L'unico sistema perché un caso simile non si verifichi, infatti, è procedere verso una federazione di stati (modello americano) in cui i singoli stati non abbiano la possibilità di collocare i propri titoli presso la Banca Centrale europea. In questo modo, con uno Stato federale europeo, i singoli stati non si troverebbero nelle condizioni in cui è ora la Grecia, di dover restituire dei soldi all'ente centrale. Uno stato in difficoltà avrebbe ricevuto una politica di sussistenza da patte del Governo centrale, il quale in cambio avrebbe la possibilità di condizionare la politica del singolo stato. Al momento però gli stati europei non sembrano propensi a lavorare per una trasformazione di questo tipo. E credo che neppure per il futuro vi sia una prospettiva simile all'orizzonte».

8 8Sabato 4 Luglio 2015 Cronaca La riforma per valutare gli immobili al prezzo di mercato è stata rinviata. Ne parliamo col geometra Marco Magni Verso un catasto più giusto? di Vanni Raineri L attesa riforma del catasto, che sembrava in dirittura d arrivo, è slittata. Lo ha deciso il Consiglio dei Ministri: secondo il premier Matteo Renzi, che ha comunque difeso il buon lavoro fatto, il motivo è da ricercarsi nel non voler far apparire la riforma come un aumento di gettito fiscale. In realtà il testo sottoposto al CdM prevedeva l invarianza di gettito complessivo, solo una più equa ripartizione tra gli immobili, attraverso l aggiornamento del loro valore di mercato. Sappiamo però che nel nostro paese una cosa è prevedere sulla carta, altra è applicare la modifica, che generalmente si traduce in un complessivo aumento di tasse. Non a caso chi ha sbandierato immediatamente la propria soddisfazione per il rinvio è il mondo degli operatori immobiliari, spaventati per un possibile ulteriore aggravio di imposte sulla casa. La riforma potrebbe approdare nella prossima legge di stabilità unitamente all introduzione della local tax, ma quando? Della questione abbiamo parlato con il geometra Marco Magni, consigliere del Collegio Provinciale Geometri e Geometri Laureati di Cremona. «La legge 11 marzo 2014 n. 23 esordisce Magni - consente di calcolare la rendita catastale partendo da valori di locazione annui espressi al metro quadrato, dati che vengono forniti periodicamente dall osservatorio del mercato immobiliare (OMI). Il dato al mq è moltiplicato per la superficie dell unità immobiliare e corretto da coefficienti che consederano le spese di manutenzione, le disposizioni di legge per adeguamenti tecnici, le assicurazioni e altro. Per calcolare la vecchia rendita si valutava il vano, i nuovi parametri dovrebbero portare ad aumenti notevoli della rendita, e quindi del gettito fiscale». Nel disegno del governo però si indica chiaramente l invarianza del gettito complessivo. «Cadendo quei parametri, secondo me ci sarà invece un aumento considerevole. Un elemento di rottura col Tutti pronti a ricalcolare le imposte sulla casa con il nuovo catasto. In alto a destra il geometra cremonese Marco Magni catasto corrente è l aggancio al valore patrimoniale, al valore di mercato reale, che avverrebbe attraverso un algoritmo: si parte da un valore al mq moltiplicato da coefficienti che considerano l affaccio, il riscaldamento centralizzato o autonomo, la presenza di un ascensore eccetera, dati che sin qui non erano stati computati. Un conto è possedere un appartamento in piazza di Spagna a Roma, un altro in una diversa zona. Considerare i vani e non le varianti non è giusto, da qui la rendita con un nuovo valore». Un conto però è avere una casa in piazza a Roma, un altro averne una in piazza in un piccolo centro di provincia. «Le commissioni censuarie sono state formate con decreto legislativo, e avrebbero dovuto fare le valutazioni, ma i parametri applicati a Cremona valgono per l intera provincia, diventa difficile fare distinzioni». Commissioni formate, quindi esistono. «Non proprio, si sono formate commissioni centrali ma non mi risulta periferiche: il rinvio del decreto ha bloccato i lavori. In ogni caso, come ordini professionali noi collaboriamo con l agenzia delle entrate di Cremona, che ringraziamo per la preparazione e la disponibilità nella figura del dottor Nicola Sarto, ma si trova in una situazione impossibile da gestire. Noi geometri non siamo previsti nelle commissioni, strano perché conosciamo bene le realtà locali». Insomma, chi ci guadagna e chi ci perde dalla riforma del catasto? «Bisogna attendere i parametri definitivi, ma se sono quelli che ho visto penso che il cittadino alla fine qualcosa di più dovrà sborsare. Certo l ultima riforma è vecchia, e i parametri vanno aggiornati, si calcola che oggi il valore espresso dalla rendita catastale è in media un quarto del valore reale. Bene dunque aggiornare, ma nel contempo serve ridurre le aliquote». Laddove il valore di mercato si è abbassato (si pensi al prezzo al mq di fatto crollato in piccoli centri della nostra provincia) si potrebbe dunque alleggerire la pressione fiscale, per le case di pregio giusto aggiornare il valore, mantenendo però il gettito complessivo invariato. Se così fosse, un operazione di giustizia sociale. Se così fosse... «Come sempre gli addetti ai lavori sono scarsamente interpellati, mentre dovrebbe esserci grande collaborazione tra l agenzia delle entrate e gli organi preposti, al fine di trovare il giusto modo per calcolare i valori. Invece chi fa le leggi si trova a Roma e non ha una gran consapevolezza della periferia». Mentre gli operatori immobiliari sono felici del rinvio, si notano sindacati che gridano all ingiustizia sociale per il blocco delle revisioni delle rendite. Hanno sbagliato i calcoli? «Noi vediamo positivamente il rinvio, perché, ripeto, a livello fiscale la pressione è elevata. Chi oggi ha immobili sfitti paga le tasse, e queste aumenterebbero. Io conosco le realtà di Cremona, Mantova e Piacenza e i nostri catasti, soprattutto quello di Cremona, sono all avanguardia, retti da persone competenti e tecnici che capiscono la materia. Basterebbe farli lavorare. Quanto alla giustizia sociale, non entro in questioni politiche, con i criteri giusti si potrebbe ottenere un buon risultato, ma da noi si parte sempre con un determinato criterio e si arriva all approvazione secondo criteri diversi». Già questo è il punto. Secondo alcuni esperti del settore, il nodo che ha fatto slittare la riforma riguarda proprio l invarianza di gettito, in particolare come andrebbe declinata, a che livello si debba riferire. Le opzioni sono due: mettere il vincolo a livello comunale e quindi fare giustizia all interno dei singoli comuni (con una maggiore equità tra i contribuenti dello stesso comune, ma quindi mantenere l ingiustizia fra i territori) oppure mettere il vincolo a livello nazionale, il che significherebbe produrre una variazione di gettito per i comuni. L obiettivo della riforma è superare l evidente iniquità della tassazione odierna sulla proprietà immobiliare, e questo sia tra diverse tipologie di immobili che tra diverse aree territoriali e diverse zone delle aree urbane. D altra parte è giusto che, se si deve pagare la tassa sulla casa (e qui andrebbe aperta una parentesi pesante), questa sia calcolata sulla base del suo valore reale. Il catasto è la base del calcolo degli importi di Imu, Tasi e nel prossimo futuro della local tax. Se ne riparlerà in autunno, intanto ricostruzioni realistiche dicono che la riforma si è arenata quando si è scoperto che nei centri storici i valori aumentavano fino a 8 volte la rendita odierna. Qualche politico a quel punto avrebbe pensato bene di congelare la rivoluzione.

9 Cronaca Sabato 4 Luglio Al via i saldi anche a Cremona I saldi estivi a Cremona iniziano sabato 4 luglio. Un appuntamento molto atteso dai consumatori, alla caccia dell'offerta più conveniente, ma anche dai commercianti, che per finora hanno affrontato la stagione estiva senza grande entusiasmo. Secondo le stime dell Ufficio Studi di Confcommercio, ogni famiglia spenderà in media per l acquisto di articoli di abbigliamento e calzature in saldo circa 230 euro per un valore complessivo intorno ai 3,6 miliardi di euro. Le vendite estive rappresentano sempre un momento di richiamo per le famiglie, anche se negli ultimi anni la quota destinata a questo tipo di acquisto si è ridotta costantemente in linea con le esigenze di un bilancio familiare condizionato da un calo del reddito disponibile. Anche se le ultime analisi indicano una ripresa nella fiducia di famiglie e imprese. «Dopo l ingorgo fiscale di giugno - afferma Renato Borghi, presidente di Federazione Moda Italia e vicepresidente di Confcommercio - è finalmente stagione di saldi. Secondo le nostre stime, i consumatori italiani tenderanno sostanzialmente a confermare i budget dell anno scorso, anche se con piccoli assestamenti al rialzo. Cambiano le abitudini del consumo. Tra le promozioni anticipate di chi non rispetta le regole e una concorrenza sempre più forte, a partire dagli outlet. E difficile immaginare le code fuori dai negozi come avveniva anni fa. Piuttosto gli acquisti sono più diluiti. Ma quello degli acquisti a prezzo ribassato resta un rito collettivo che interessa la maggior parte degli italiani. E che speriamo si rinnovi anche in questi saldi. Da parte nostra c è attesa e fiducia. E per rendere ancora più piacevole lo shopping molti negozi resteranno aperti anche sabato sera e per l intera giornata di domenica». «Gli sconti saranno consistenti da subito - continua il presidente di Federmoda Confcommercio e per questo dovrebbero riuscire a smuovere le vendite, almeno nelle prime settimane. È già da un po che i clienti si informano e chiamano per sapere l entità dei ribassi. Ci aspettiamo una buona partenza. Speriamo l entusiasmo non si esaurisca troppo velocemente». «La ripresa, forse per il nostro settore ancora più che per altri, - aggiunge Alessandro Bandera, presidente di Federmoda Cremona - stenta ad arrivare. In questi giorni, molti imprenditori inizieranno a fare acquisti per l anno prossimo. Anche per questo proponiamo offerte particolarmente vantaggiose. Per di più accompagnate da un buon assortimento di taglie e modelli. Le condizioni migliori per chi acquista». Intervista all imprenditore Massimo Rivotini: «La ripresa è a macchia di leopardo ci sono settori che si stanno performando, altri sono ancora fermi» «Se non si creano posti di lavoro non avremo la ripresa» di Laura Bosio Ci saranno anche segnali di ripresa nel nostro Paese, ma, per gli imprenditori, la situazione è ancora difficile e pesante da sostenere. Ne parliamo con Massimo Rivoltini, imprenditore cremonese e titolare della omonima azienda dolciaria, famosa per il suo torrone. «La ripresa c'è, ma è a macchia di leopardo - spiega l'imprenditore -. Vi sono settori, come ad esempio quello in cui opero io, l'agroalimentare, che si stanno performando. Altri sono invece ancora fermi. Insomma, qualcosa, si muove, come dimostra anche il leggero balzo in avanti che abbiamo visto nel settore dell'edilizia, ma siamo ben lontani dal poter tirare un sospiro di sollievo. Accanto a ciò, all'orizzonte vi sono delle variabili, come ad esempio la situazione greca, che incideranno anche sulla nostra situazione». Cosa manca all'italia per agganciare la ripresa? «Il lavoro, soprattutto. Le imprese riescono a ricominciare a lavorare grazie al mercato estero, ma se in quello italiano non vi è ripresa e i cittadini non hanno i soldi per fare acquisti, non si va da nessuna parte. Noi piccoli e medi imprenditori siamo legati al territorio e vorremmo I problemi da risolvere sono sempre gli stessi: troppa burocrazia, pressione fiscale insostenibile e costi energetici eccessivi Massimo Rivoltini vedere una ripresa del mercato interno. Vorremmo che la gente avesse soldi da spendere, invece non arriva a fine mese. I dati dicono che una famiglia su dieci in Italia non riesce neppure ad avere i soldi per mangiare, e questo mette i brividi. Quello che manca è l'occupazione». Ma il jobs act non ha migliorato le cose, consentendo alle aziende di assumere lavoratori? «Senza dubbio è uno sforzo positivo, ma se non c'è lavoro non c'è neppure modo di assumere qualcuno... insomma, una misura di tipo assistenziale come questo non serve a molto. Si dovrebbe investire nello sviluppo, invece si stanno solo mettendo dei tamponi, e questo non ci fa crescere». Cosa dovrebbe fare la politica? «Quello che serve è già più che noto. Bisogna ridurre la burocrazia, la pressione fiscale insostenibile i costi energetici troppo alti, la spesa pubblica eccessiva... Sembra che si ripetano sempre le stesse cose, ma di fatto nessuno ha ancora messo in campo gli interventi necessari a risolvere i problemi. Così le imprese spesso fuggono all'estero e chi vuole aprire una nuova attività si trova davanti muri altissimi e un apparato pubblico che non fa altro che ingolfare le cose. Giovanni Rana ha raccontato che in sette mesi ha aperto uno stabilimento negli Stati Uniti, mentre in cinque anni ancora non è riuscito ad ampliare quello di Verona. Qualcosa non va. Se non fanno in modo di far crescere il paese non cambierà mai nulla». E per quale motivo le cose non cambiano? «Perché da parte della politica manca l'intenzione di far crescere l'imprenditoria. Forse perché si ha paura di andare a toccare certi interessi. Il problema è che se non si cambia passo, in Italia la ripresa non arriverà mai. Gli imprenditori si trovano a non dormire di notte, spesso buttano via i soldi di tre generazioni per passare il guado e invece si trovano ancora a metà. Noi ci possiamo mettere ottimismo, entusiasmo e buona volontà, ma tutto questo non basta». Quindi, lei è pessimista? «Al contrario. Sono ottimista e positivo, ma non posso comunque essere un illuso. Le cose come stanno adesso non vanno bene e bisogna che tutti se ne rendano conto. Voglio credere che le cose miglioreranno, ma serve un impegno concreto in questa direzione». E l'europa? «Non aiuta. Certe normative, come la più recente sul formaggio senza latte, non fanno altro che andare contro alla filosofia dell'imprenditore italiano, che vorrebbe certificare ogni passaggio della filiera, per dimostrare la qualità dei propri prodotti. L'Europa vuole invece anonimizzare le etichette, con tutto il danno che questo comporta per l'economia italiana, che si basa sulla qualità certificata».

10 10Sabato 4 Luglio 2015 Ora che il caldo ha finalmente preso piede, dopo un inizio primavera un po' incerto, esplode la voglia di viaggiare. Il Cta Acli promuove una serie di gite e viaggi per tutti i gusti, per chi vuole semplicemente fare una gita fuori porta ma anche per chi sta programmando le vacanze estive. Dal 05 al 26 Luglio - Soggiorni settimanali e quindicinali a Scanzano Jonico in Basilicata presso il Villaggio Portogreco 4****, con escursione a Matera. dal 12 Luglio al 9 Agosto - Soggiorni quindicinali ad Andalo presso l Hotel Stella Alpina 3***.. Dal 06 al 16 Agosto 2015 un Gran Tour di Ferragosto in Scozia e Londra. Si visiteranno: Dover; Cambrige; Edimburgo; Roslyn; Styirling; Balmoral Castle; Inverness; Lago di Loch-Nes; Isola di Skye; Fort William; Gren.Coe; Glagow; Carlisle; Oxford e Londra. Dal 19 al 22 Agosto - Viaggio per visitare le meraviglie della Baviera. Si visiteranno: Monaco, Prica, Passau, Barchtesgaden e Monte Obersalzberg. Dal 08 al 13 Settembre - Tour in Sardegna Tra natura e Storia. Si visiteranno: Alghero, Bosa, Barumini, Cagliari, Arbatax, Nuoro, Costa Smeralda, l Isola della Maddalena e Caprera Dal 28 Settembre al 04 Ottobre - Tour in Sicilia nella Terra dei Miti. Si Visiteranno, Palermo, Agrigento, Erice, Marsala, La valle dei Templi, Piazza Armerina, Ragusa, Taormina e Catania. Dal 12 al 16 Ottobre - Una gita pellegrinaggio a San Giovanni Rotondo. Si visiteranno: Monte S. Angelo, Pulsano, Barletta, Trani e il Promontorio del Gargano. Le iscrizioni e tutte le informazioni relative agli eventi saranno fornite presso la sede di via Cardinale G. Massaia, 22 o contattando i numeri di tel , Le iniziative sono in le nostre iniziative sono in collaborazione con il CTA di Crema (Piazza Manziana 17. Crema tel ). Sito: Costruzioni, ecco i problemi con la pubblica amministrazione Territorio A Pandino sequestrato dalle Fiamme Gialle centro scommesse abusivo di Giulia Sapelli Mercoledì 1 luglio 2015 il Gruppo Giovani Ance Cremona ha presentato agli Angeli anti burocrazia Marco Bignelli e Luca Tirloni, coordinati a livello territoriale da Enrica Gennari, direttrice della sede di Cremona di Regione Lombardia, il documento redatto, in collaborazione con le imprese associate, per esprimere le esigenze del settore delle costruzioni nei confronti della Pubblica Amministrazione. Ance Cremona, collegandosi alla giornata della collera, la manifestazione che si è svolta l 8 luglio 2013 a Milano, con cui la filiera delle costruzioni ha chiesto interventi urgenti e mirati per il settore e in particolare regole certe e certezza dell azione amministrativa per investire e per lavorare, ha quindi redatto un documento riassuntivo delle maggiori problematiche che le imprese incontrano quotidianamente e sull intero territorio provinciale nel rapporto con la pubblica amministrazione Il presidente del Gruppo Giovani Ance Cremona Fabio Bettoni, unitamente al vice Presidente Paolo Beltrami e ai componenti del Gruppo, hanno quindi consegnato agli Angeli anti burocrazia le richieste e proposte delle imprese di costruzioni, rendendosi disponibili ad ulteriori approfondimenti per risolvere le criticità emerse, con la speranza che l iniziativa promossa da Regione Lombardia e il Sistema camerale lombardo porti al miglioramento della competitività dell imprenditoria lombarda. Tra i principali problemi riscontrati, sono proprio quelli dei rapporti con la pubblica amministrazione a fare la parte del leone, e in particolar modo il forte ritardo nei pagamenti, che penalizza le imprese. Ma vi sono anche altre situazioni che non vanno. Come la difficoltà di comunicazione nei rapporti tra imprese e uffici pubblici che paiono sempre E finito sotto sequestro un centro scommesse abusivo, nel comune di Pandino, che in apparenza era stato aperto come un centro di trasmissione dati e cartoleria. L operazione della Guardia di Finanza (tenenza di Crema), è partita durante un servizio a contrasto del gioco d azzardo e delle scommesse clandestine eseguito congiuntamente con i funzionari dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Le Fiamme gialle, entrando nel locale, hanno accertato che il centro, oltre a non aver le autorizzazioni della Questura e dell Aams, effettuava la raccolta illegale di scommesse per conto dell allibratore maltese Betuniq, inserito nella lista dei siti di gioco non autorizzati sul territorio italiano. «Gli avventori, all interno del locale, potevano tentare la sorte puntando su svariate competizioni sportive, anche virtuali, dal calcio alle corse di cavalli, grazie alle diverse postazioni allestite dal titolare più attenti al rispetto della norma per la norma più che al risultato si legge nel documento. A creare lentezza anche le continue richieste di documentazione già in possesso di altri uffici della stessa amministrazione o di altri enti coinvolti nel procedimento. Per non parlare della difficoltà nell individuare quale sia l ufficio o la persona che si assuma la responsabilità di condurre la pratica sino alla sua definitiva conclusione. Altro notevole problema sono le modalità operative delle pubbliche amministrazioni che si trasformano in procedure, iter, circolari e prassi verbali tra gli uffici lunghe e farraginose, distaccate da reali esigenze di tutela dell'interesse pubblico. dell esercizio commerciale, un diciottenne di Mediglia (Milano), che è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Cremona per il reato di esercizio abusivo di raccolta scommesse» spiegano i finanzieri. Gli uomini della Finanza hanno inoltre constatato una violazione amministrativa di euro, poiché gli apparecchi idonei a consentire l esercizio del gioco in denaro non erano collegati alla rete statale di raccolta gioco. Paullese, 60mila euro per la messa in sicurezza La Provincia di Cremona ha approvato il progetto esecutivo relativo alla Paullese, tratto crema-dovera. Esso prevede la messa in opera di interventi puntuali finalizzati al mantenimento delle condizioni di transitabilità e sicurezza della rete stradale per l'anno 2015, per un importo complessivo di ,50 euro. Di questa cifra, euro saranno finalizzati alla realizzazione di lavori a base d appalto ed oneri per la sicurezza, di cui ,50 euro per lavori soggetti a ribasso d asta e 4.032,50 per oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso d asta. Altri ,50 euro sono finalizzati a coprire i costi dell'iva e altri contributi. In particolare, le opere da appaltare consistono in massima parte nel rinfresco della segnaletica orizzontale, nella sostituzione delle barriere di sicurvia ammalorate in caso di sinistri, in eventuali interventi di ripristino della segnaletica verticale incidentata e delle banchine laterali e nel servizio di taglio erba delle banchine stradali erbose non transitabili.

11

12 12 CASALMAGGIORE Sabato 4 Luglio 2015 Stasera in S. Stefano Esibizione di tennis in carrozzina Questa sera alle ore 20,30 presso l'oratorio Santo Stefano di Casalmaggiore, i Rotary Club Casalmaggiore Viadana Sabbioneta, Casalmaggiore Oglio Po e Piadena Oglio Chiese promuovono un'esibizione di Tennis in Carrozzina in preparazione del Torneo Open di Tennis che si terrà a Cremona nel mese di Settembre. Obiettivo della serata è coinvolgere il territorio dell'oglio Po nel conoscere il lavoro che i Club Rotary locali svolgono nel promuovere e sostenere una manifestazione a favore delle persone diversamente abili. Infatti i Rotary Club appartenenti al Gruppo Po, sensibili verso i problemi della disabilità, e stimolati dai lusinghieri consensi e dai buoni risultati ottenuti in occasione della prima edizione dello scorso anno, hanno deciso di sostenere con convinzione l'asd Canottieri Baldesio di Cremona, per l'assegnazione della FIT (Federazione Italiana Tennis), nella organizzazione della seconda edizione del Torneo Nazionale Open Maschile di Tennis in Carrozzina, Città di Cremona. Il Torneo, cui parteciperanno i più forti tennisti in carrozzina italiani, si svogerà sui campi della Baldesio di Cremona dal 10 al 13 settembre Gli obiettivi del Torneo, oltre a quelli squisitamente sportivi, tecnici ed agonistici, sono: promuovere i diritti delle persone con disabilità a condurre una vita normale, anche attraverso la pratica di attività sportive; sensibilizzare la società civile sul tema della disabilità; coinvolgere i giovani e gli studenti in attività di volontariato ed anche come semplici spettatori. In quest'ottica si inserisce la manifestazione che verrà realizzata stasera a Casalmaggiore. L'esibizione avrà inizio alle ore 20,30, preceduta dalla presentazione della manifestazione da parte degli organizzatori e dagli allenatori degli atleti in carrozzina. Durante l'esibizione sarà possibile anche permettere a personale non professionista di provare l'attività sportiva con lo scopo di avvicinare anche le persone più scettiche ad una disciplina stimolante e coinvolgente. Inizia lunedì la 19ª edizione del Casalmaggiore International Festival. Il presidente Porzani: grandi talenti in splendide location In arrivo musica da tutto il mondo di Vanni Raineri Mancano ormai solo due giorni all arrivo da tutto il mondo dei 150 partecipanti alla 19ª edizione del Casalmaggiore International Festival. Già abbiamo presentato le varie novità di quest anno, a partire dalla possibilità di assistere in streaming ai vari concerti, ora ne parliamo con il presidente Angelo Porzani. «Proseguiamo nel solco della tradizione, allargando il Festival oltre Casalmaggiore affinché sia sempre più un evento capace di coinvolgere tutto il territorio, tra l altro con collocazioni prestigiose quali ad esempio il Museo del Violino di Cremona, il Teatro all Antica di Sabbioneta e Villa Medici del Vascello a San Giovanni Croce. I numeri del Festival stanno diventando importanti, ogni anno battiamo il record dei presenti, ma al di là di questo, conta l aspetto qualitativo, e devo dire che ospitiamo musicisti di grande valore, il che consente di assistere a concerti di ottima fattura, alcuni dei quali potrebbero essere ospitati in qualunque sala da concerti in Europa». Alcuni nomi sono di grande levatura, come il nostro Enrico Pace, e c è anche l attesa per vedere all opera il prodigioso Ryan Wang. «Questo cino-canadese a soli 7 anni ha già esordito alla Carnegie Hall di New York, ed è possibile vedere tante sue performance sul web, ma dal vivo ha ovviamente un diverso impatto, mentre Pace conferma la presenza dello scorso anno. Ma sono tanti i musicisti già affermati, come il pianista russo Pavel Kolesnikov e altri». Una volta ospitavate tutti a Santa Chiara, che però non può contenere 150 persone. «Lì abbiamo esaurito la capacità quindi ci rivolgiamo a strutture ricettive di Casalmaggiore, questo ovviamente comporta un certo sforzo organizzativo». Ed economico immaginiamo. «Viviamo in un certo senso alla giornata, ogni anno appena concluso il Festival iniziamo già a programmare la successiva edizione. L attrattiva diventa un valore aggiunto per reperire più facilmente risorse, sia grazie alle quote versate dai ragazzi sia per i contributi di enti e istituzioni del territorio A sinistra l'incredibile Ryan Huang, a destra Enrico Pace nella sua partecipazione alla scorsa edizione (quest anno si è aggiunta la Fondazione Walter Stauffer di Cremona, ndr) e di imprenditori locali, che capiscono quanto questo sia un investimento importante». Qualche anno fa l allarme sui costi, poi si è riusciti a camminare sulle proprie gambe e anzi, da Oberlin a Casalmaggiore con l indimenticato Maestro Mario Delli Ponti al Casalmaggiore International Festival è stato un crescendo continuo. «L importante supporto di Fondazione Cariplo ha consentito di ripartire con sicurezza nel Il rapporto si è esaurito ma le dimensioni raggiunte dalla manifestazione sono tali che creano altri elementi di attenzione. Oggi guardiamo con fiducia al futuro, in particolare al traguardo della 20ª edizione magari facendo qualcosa di speciale». La luce del Rotary passa nelle mani di Massimo Mori. Domenica 28 giugno il Rotary Club Casalmaggiore Viadana Sabbioneta ha salutato la chiusura della presidenza Sganzerla e l'avvio del nuovo anno sotto la direzione di Massimo Mori, durante una cena a Gazzuolo allietata dalla musica (Marino Cavalca e Eleonora Rossi ad interpretare liriche verdiane) e arricchita da onorificenze, l'ingresso di un nuovo socio (Fabrizio Bini, odontoiatra in Reggio Emilia e Casaletto di Viadana, presentato da Alberto Grazzi), suggestive emozioni notturne, come quelle suscitate dal lancio delle Lanterne del Rotary nel cielo notturno. Silvia Braga, presidente Rotaract CVS, ha ricevuto una Lode Presidenziale; Paul Harris Fellows per Elena Anghinelli e Gianluca Bocchi; gli applausi per l'impegno profuso da Francesco Amadini, Fabrizio Cantini, Cesare Visioli, Massimo Bini, Luciano Roncai, Ulisse Bocchi, per un service di alto spessore culturale a favore della città di Sabbioneta, che verrà presentato ufficialmente a settembre; Alessandro Maroli, Ermes Galli, Mario Fazzi e Vilma Gardani, e con loro Alex Cerioli, Riccardo Farina, Nicole Sganzerla. Nel suo discorso finale, il presidente ha ricordato le azioni a favore del territorio e dei giovani realizzate nel corso del suo mandato, ringraziando i suoi più stretti collaboratori, Luca Mattioli, la moglie Alessandra, l'assistente al governatore Giuseppe Torchio ed i presidenti attuali e futuri dei RC del Gruppo Po: Carlo Stassano, Giampaolo Perteghella, Maurizio Mantovani, Romina Stringhini, Francesco Meneghetti, Antonio Morini. Il Collare, simbolo del ruolo presidenziale, è quindi passato al casalese Massimo Mori, cui Sganzerla ha augurato - come a tutti, con le parole del prossimo presidente internazionale - di essere dono per il mondo : in una chiacchierata informale, a braccio, in mezzo ai tavoli, Mori ha raccontato la sua esperienza da rotariano per caso, che nel corso degli anni e conoscendo attività e soci ha saputo capire, approfondire, fare propri i valori altruistici del Rotary ed ora si onora di portarli avanti da presidente; al suo IL PROGRAMMA DAL 6 AL 10 LUGLIO Si inizia lunedì 6 luglio alle 17,45 con il Concerto di Benvenuto nella Cappella di Santa Chiara a Casalmaggiore. Alle 21,15 il Concerto Inaugurale nel Cortile del Museo Diotti in collaborazione con la Pro Loco. Da martedì 7 a venerdì 10 alle 17,45 concerto aperitivo nell Aula Magna di Santa Chiara, dove si terranno anche i concerti serali delle 21,15 del martedì e del mercoledì. Giovedì 9 doppio appuntamento alle 21,15: uno presso Palazzo Casalini a Bozzolo, per la prima uscita extra-casalmaggiore, l altro nell Aula Magna di Santa Chiara. Venerdì, dopo il Jazz concert delle 19,30 al Bar Centrale, alle 21,15 appuntamento presso il Cortile del Palazzo della Congregazione. GRUPPO FAI GIOVANI CREMONA, OGGI A SPASSO NELLA GOLENA CASALASCA MARTIGNANA PO - La fotografia incontra la natura della golena di Po tra Gussola e Martignana di Po; è questo, infatti, il fulcro dell iniziativa La Golena Fotografata in programma per oggi, 4 luglio, a cura del Gruppo FAI Giovani (Fondo Ambiente Italiano) di Cremona. Gli obiettivi sono quelli di valorizzare il territorio in cui esso è inserito attraverso una camminata al tramonto e in notturna presso la golena tra Martignana di Po e Gussola e di far conoscere il Gruppo FAI Giovani nel territorio casalasco, promuoverne le iniziative, raccogliere adesioni e sensibilizzare il pubblico verso i temi della tutela e della valorizzazione del paesaggio e dell arte, anche attraverso il linguaggio fotografico. L incontro pomeridiano si realizzerà inizialmente presso l Associazione DondolandoArte in via Cadeferro 11, a Martignana alle ore Qui si terrà la prima parte descrittiva con un incontro volto a far conoscere le peculiarità della golena e le modalità per fotografare al meglio questi dettagli naturalistici. L evento è sponsorizzato da Banco Popolare di Lodi coi patrocini dei comuni di Martignana di Po e di Gussola e la collaborazione delle Pro Loco di Gussola e di Martignana di Po, di ArteStudio Atelier, dell Associazione DondolandoArte, dell Associazione Lega Italiana Protezione Uccelli (Lipu) e delle Guardie Ecologiche Volontarie del Casalasco (Gev). Padroni di casa saranno il naturalista e guida Lipu Simone Balbo, che illustrerà le particolarità naturalistiche della golena gussolese e dell Isola, e la fotografa Antonella Pizzamiglio, che discuterà ed approfondirà insieme ai presenti le modalità per ottenere un buon risultato fotografico e degli accorgimenti per cogliere appieno le emozioni dietro ad un obiettivo. Attraverso l aiuto degli esperti e la propria macchina fotografica, i partecipanti potranno intraprendere una passeggiata al calar del sole attraverso la golena casalasca da Gussola fino a Martignana di Po. Attraverso quattro km di semplice percorso golenale, si costeggerà l Isola di Maria Luigia e si offrirà l occasione agli appassionati e ai semplici curiosi di avvicinarsi alla delicata arte della fotografia con le varie sfaccettature ed intensità di luce. Rotary CVS, Massimo Mori subentra a Sganzerla Dopo l Oglio Po e il Piadena, passaggio delle consegne anche nel Club storico del territorio Da sinistra Sganzerla e Mori fianco ci saranno Elena Anghinelli e Francesca Zavatto. Il programma sarà illustrato domenica 5 luglio, in Villa Ferrari a Gussola.

13 di Vanni Raineri Voglio solo restituire un po del tanto che ho avuto». La fa facile Loredana Schiaffini, per anni in zona la gussolese che ha sposato quel giornalista importante, come si chiama.... Si chiama, purtroppo si chiamava, Claudio Rinaldi, non frequentava i salotti ma amava il suo lavoro di redazione. Un amore ricambiato, tanto che è stato l unico a dirigere i tre grandi settimanali italiani: Espresso, Europeo e Panorama. La stima manifestatagli da illustri colleghi la dice lunga sul suo valore sia umano che professionale. Loredana, con alcuni di questi ex colleghi del marito, ha messo in piedi un associazione per ricordarlo, e dopo l affollata presentazione di dicembre a Gussola, nei giorni scorsi ha presentato ufficialmente la sua creatura al Senato, ed è già arrivata alla firma di un protocollo di intesa nientemeno che col Ministero dell Istruzione per far partire il primo progetto. Quel giorno nella Sala Caduti di Nassirya è stata una parata di personalità di alto livello, politici, giornalisti e imprenditori. La incontriamo nella sede dell Associazione Claudio Rinaldi onlus di via Garibaldi a Gussola in una pausa tra impegni nella Capitale, e si capisce in fretta che è ben più de la moglie di. Affronta il nuovo impegno con grande slancio, sa che la missione di inculcare il senso di responsabilità e la coscienza civile nelle giovani generazioni la riporta al percorso condiviso con Claudio, sin dai tempi dell irrequieta università del 68 e di quelle riunioni di Lotta Continua, prima però che l anarchia sfociasse in violenza. Ma partiamo dai fini della onlus: «Educare alla cittadinanza informata e responsabile, con l obiettivo della scuola dell obbligo, che deve essere alla portata di tutti. Deve insegnare a leggere scrivere e far di conto, certo, ma anche fornire gli strumenti a persone che un giorno capiranno che l appartenenza a una comunità deve essere responsabile. Nel mio piccolo cerco di colmare un piccolo buco delle scuole dell obbligo». Il progetto contempla la partecipazione di giornalisti famosi: «Il protocollo di intesa prevede che il Ministero attivi un concorso per le scuole medie e un premio giornalistico, ma queste non sono iniziative nuove. Quello che vogliamo realizzare è un oratorio, in senso letterale. Incontri con giornalisti noti e dotati di spiccata capacità comunicativa, ovviamente di diversa matrice politica. Parteciperanno ragazzi degli ultimi anni della scuola superiore, che abbiano interessi nella cultura umanistica. Dimostrando di aver appreso le nozioni, costoro andranno poi nelle terze medie a spiegare cos è la cittadinanza responsabile e informata. Le prime due scuole in cui partiremo, già dal prossimo mese di ottobre, saranno due Licei Classici, il Manin di Cremona e Manara di Roma». I due licei in cui studiarono Loredana e Claudio, ma non è una coincidenza cercata, dice lei. Saranno queste le due scuole apripista. «Ma mi preme essere presente anche nei paesi, e la prima scuola media interessata potrebbe essere quella di Gussola. Anzi, sarebbe bello spostare i liceali da Roma a Gussola, e viceversa quelli cremonesi potrebbero andare nelle medie di Roma, ovviamente retribuiti in qualche modo. I gruppi di ragazzi potrebbero anche essere ospitati in un agriturismo che ho nel Viterbese, e pure qui a Gussola». Come selezionarli? «Lo vedremo nel dettaglio, ma sarà in base al loro interesse, magari si partirà con coloro che già redigono un giornalino interno della scuola». Loredana sbircia una massima di Ian Mc Ewan, solo il sapere umanistico ci rende sensibile ai diritti. «La formazione è fondamentale. I nuovi mezzi di comunicazione possono informare, ma le informazioni vanno gestite, filtrate, per proporle in modo formativo ai giovani. La mia prima maestra di educazione civica mi disse che le elementari devono formare le persone. A chi le chiedeva di poter saltare le lezioni pomeridiane per fare catechismo, rispondeva che va benissimo il catechismo, ma non è sostitutivo, la scuola è la scuola. Un altra lezione: se non capite il latino, andate a lavorare, ovviamente non per studenti dell obbligo. E Casalmaggiore Sabato 4 Luglio 2015 Loredana Schiaffini presenta il progetto della Rinaldi onlus e si racconta, tornando agli anni della scuola e di Lotta Continua Costruire i cittadini del futuro Loredana tra La Malfa, Manfellotto e Padellaro al Senato. In sala tra gli altri Grasso, Montezemolo e De Benedetti una terza lezione la ebbi quando la professoressa di matematica il primo giorno al liceo disse: quelli che vengono dalla campagna si alzino in piedi. Chi veniva da fuori città era discriminato, si supponeva fosse meno preparato. Claudio mi prendeva in giro sulle mie origini provinciali, ma in fondo anche lui, pur nato a Roma, era di origine viterbese». Torniamo a quegli anni Sessanta. «Dopo Cremona, l Università a Milano, proprio nel Sessantotto, che per me fu un happening continuo. Ma l ho vissuto in modo responsabile, mai tentata dai gruppi violenti scaturiti dalla degenerazione delle libertà. Niente sesso, droga e rock n roll insomma. Si è scritto che io e Claudio fossimo affiliati a Lotta Continua, la realtà è che alle prime avvisaglie di violenza ci defilammo. L uccisione di Calabresi fu il vero discrimine. Partecipai a un incontro del Collettivo Politico Metropolitano, con Curcio che parlava di lotta armata in pubblico. Gran parte di noi sottovalutava quelle parole. Lotta Continua era il gruppo più snob, l eccezione era Sofri che però era dotato di un grande carisma. Era un movimento molto anarchico. Il percorso per chi proseguì su quella strada degenerò». Curcio fondò poi le Brigate Rosse e la storia è tristemente nota. Tornando alla Claudio Rinaldi onlus, al momento è composta dai tre fondatori: Loredana Schiaffini, Massimo Mucchetti, giornalista e senatore del Pd (presiede la Commissione Industria, Commercio, Turismo) e Carlo De Benedetti. A breve sarà possibile aderire, dietro versamento di 30 euro. Per informazioni è possibile rivolgersi direttamente a Loredana al numero 347/ Ines Bodini Cavaliere della Repubblica Per il costante impegno nel volontariato e nell Ail C era anche Ines Bodini, da sempre fondamentale punto di riferimento dell Ail Oglio Po, nel gruppo ristretto di persone che martedì scorso, 30 giugno, hanno ricevuto in San Vitale a Cremona l onoreficenza di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana. Un riconoscimento che tutti coloro che la conoscono sanno quanto sia meritato, per l attenzione che da sempre Ines riserva ai meno fortunati, ai deboli che rischiano l emarginazione sociale o che vanno sostenuti nell affrontare malattie. L ambita onoreficenza le è stata consegnata dal prefetto Paola Picciafuochi. Ines Bodini è nata a Cremona il 14 luglio 1959, figlia di quel Giovanni Bodini pluricampione del mondo di tiro a volo, oltre che agricoltore e pure lui Cavaliere della Repubblica, e di Maria Grazia Zampiero fondatrice della sezione Aido di Gussola. Il destino era già tracciato dunque, e Ines Bodini tra i sindaci Galimberti (Cremona) e Belli Franzini (Gussola) Ines lo ha seguito sin da ragazza. Il suo spendersi per gli altri è sempre stato un imperativo categorico, dall impegno nella parrocchia all azione volontaria in molte associazioni. Poi il suo sforzo si è concentrato sull Ail, l associazione che si batte contro le leucemie, la cui sezione Oglio Po (copre l intera provincia di Cremona) ha presieduto per ben 14 anni. Con lei l Ail Oglio Po si è trasformata in un importante realtà, grazie alle relazioni interpersonali sviluppate a livello medico, associazionistico e volontaristico, con campagne di sensibilizzazione e azioni informative diffuse su tutto il territorio. Ha saputo attivare fondi per la donazione di macchinari all avanguardia per il reparto di Ematologia e Trasfusionale dell Ospedale di Cremona e Oglio Po. Ha promosso iniziative di cooperazione internazionale a favore dei bambini ammalati di leucemia, dimostrando sempre più attenzione ai più deboli. E andata diverse volte all Ospedale di Leopoli (Ucraina) con medici e volontari per la realizzazione di un reparto di ematologia pediatrica per bambini ammalati ed ancora oggi mantiene costantemente un rapporto di collaborazione e di sostegno finanziario con quei medici. Da segnalare che già nel 2009 le fu assegnato il Premio Donna 2009 per la professionalità e l attenzione ai bisognosi. «E stata una cerimonia molto bella ed emozionante ha affermato Ines Bodini -, una grande soddisfazione, ed è stato bello condividere questa gioia con mio figlio e i miei familiari presenti. Una giornata indimenticabile». 13 AUSER, DUE GIORNI DI FESTA GUSSOLA Il circolo AuserInsieme di Gussola festeggia il 20 anniversario di fondazione, e lo fa con due giorni di festa l 11 e il 12 luglio presso il Parco Comunale. Sabato sera aperitivo alle ore 19 e tombola alle 21, domenica alle 12,30 pranzo sociale offerto a tutti gli associati, Ai familiari e cittadini che intendono partecipare è richiesta la quota di 15 euro. Sono obbligatorie le prenotazioni rivolgendosi a Nadia (320/ ) o Graziella (339/ ). La festa proseguirà alle 14,30 con il saluto dei dirigenti Auser, e si chiuderà alle 21 con la musica dell orchestra Misterdomenico. In entrambe le serate servizio cucina con piatti tradizionali. GALA SOTTO LE STELLE IN ROCCA SAN GIOVANNI IN CROCE Serata di Gala sotto le stelle a Villa Medici del Vascello quella di sabato 11 luglio. A partire dalle 19,30, i partecipanti potranno gustare un prestigioso buffet con cena (a cura del Ristorante Enoteca Finzi di Rivarolo Mantovano) impreziosita con Ferrari Perlè, torta monumentale e cascata di cioccolato con frutta. Musica dal vivo con Rosario Rannisi (Canale 5), ed esposizione delle mitiche Ferrari a cura della Maranello Service di Calvatone. Per partecipare è obbligatoria la prenotazione al numero 0376/99656 (Enoteca Finzi) o allo 0375/ (Tabaccheria Mazzotti San Giovanni): gli inviti sono in numero limitato. Il prezzo è di 60 euro vino e bevande inclusi, da versare al momento della prenotazione. Alle 22,30 sarà possibile per il pubblico entrare alla festa per assistere allo spettacolo Freestyle, con Open Bar. Il Gala si svolgerà anche in caso di maltempo all interno della rocca. RADUNO FIAT 500 A GUSSOLA GUSSOLA Alcune decine di equipaggi (un po meno del previsto, ma i raduni concomitanti erano parecchi) hanno partecipato alla seconda edizione del raduno gussolese organizzato dal Fiat 500 Club Italia in collaborazione con la locale Pro Loco. Il sabato pomeriggio assai apprezzata la visita al Museo del Violino di Cremona, seguita dalla cena a Martignana Po. Il gruppo di equipaggi, infoltitosi nel giorno festivo, ha raggiunto domenica mattina Villa Medici del Vascello, con visita alle sale e al parco. Dopo l'aperitivo presso la Gastronomia Cerati di Castelponzone, la comitiva è rientrata a Gussola. E stata organizzata anche una lotteria il cui ricavato è stato destinato agli ospiti di Casa Giardino. Coordinatori instancabili della manifestazione sono stati Sante Granelli, responsabile provinciale del Fiat 500 Club Italia, e Daniela Gringiani. Un grazie alla Protezione Civile di Gussola e ai tanti volontari. VISITE GUIDATE ALLE CHIESE Nell ambito della mostra Spaesamenti di Italo Lanfredini, organizzata dagli Amici di Casalmaggiore, domenica 5 luglio dalle 17 alle 20 sarà possibile effettuare una visita guidata ai monumenti casalesi a cura degli studenti dei licei Classico e Linguistico Romani. Si visiteranno la chiesa dell ex ospedale di via Cairoli, la chiesa di San Sebastiano di via Romani, il Duomo di Santo Stefano e la chiesa di San Francesco in via Cavour. L ingresso è libero.

14

15 Fiera di Piazza di Spagna Sabato 4 Luglio Appuntamento dal 4 al 12 luglio a Casalmaggiore con una delle kermesse più attese della stagione estiva T orna come ogni anno l'ormai tradizionale appuntamento con la Fiera di Piazza di Spagna, a Casalmaggiore, che quest'anno arriva insieme ad un'ondata di nuovi volontari all'interno della Pro Loco di Casalmaggiore, che come ogni anno organizza la manifestazione. Si è infatti rinnovato di recente il Consiglio di amministrazione, che ora vede la presidenta di Cinzia Soldi. L'appuntamento è quindi dal 4 al 12 luglio, per una delle kermesse più attese della stagione estiva, che si è ormai affermata sul territorio e che ogni anno richiama migliaia di visitatori, dalla provincia di Cremona ma anche da quelle limitrofe, come Parma e Mantova. La novità più forte la vedremo verso la fine della manifestazione, la domenica conclusiva (12 luglio), prima del tradizionale "incendio del Po", con la discesa dei lumini galleggianti e del grande spettacolo pirotecnico. In quell'occasione, infatti, il listone di piazza Garibaldi ospiterà una spettacolare esibizione di motocross freestyle con il gruppo Daboot, organizzata da Amurt Italia a scopo benefico. Per l'occasione la piazza sarà chiusa e transennata: si potrà accedere alla manifestazione con un biglietto dal costo di euro. Un momento di spettacolo che sarà accompagnato dalla musica rock dei Red Carpet. La Fiera aprirà sabato 4 luglio all'insegna di una collaborazione inedita, iniziata lo scorso anno con la rassegna Musica in Castello, che quest anno porterà in segna un celebre attore comico, il noto Paolo Cevoli, che si esibirà sul sagrato del duomo di Santo Stefano nello spettacolo "Soldato Semplice". Spazio di nuovo alla comicità mercoledì 8 luglio, quando sul palco calcherà le scene il Una Fiera che richiama migliaia di persone parmigiano Giampaolo Canton. Non poteva mancare l'ormai tradizionale singerica con il "Casalmaggiore International Music Festival", che si svolge proprio in questi giorni e che sarà protagonista anche per la Fiera di Piazza di Spagna in ben due serate: lunedì 6 luglio con il concerto inaugurale e venerdì 10, nel cortile del palazzo delle Opere Pie (ex Turati), con Sung- Won Yang, violoncello "Quartetto Abel". Per chi ama la musica più moderna, non mancheranno i tradizionali appuntamenti con la musica rock: come l omaggio a Pink Floyd e Dire Straits della Gpl Cover Band. Grande grande ritorno per il casalese Bernardo Lanzetti con i "Beggar s Farm" e la storia del Prog, ma anche appuntamento con il ballo liscio dell orchestra di Stefano Frigerio. Spazio anche allo sport, che non poteva assolutamente mancare: domenica 12 molti sono infatti gli appuntamenti sportivi. Come il motocross, di cui abbiamo parlato prima. La mattina sarà invece la volta del il 7 Triathlon del Po, con la Canottieri Eridanea e gli Amici del Po.

16 16 Sabato 4 Luglio 2015 Fiera di Piazza di Spagna Una Fiera ormai centenaria, che affonda le sue radici nella realtà condatina dell Ottocento e che si ripete ogni anno Festa, musica e commercio per celebrare l inizio dell estate La tradizione in cui affonda le sue radici la fiera di piazza Spagna è ormai centenaria: essa nacque infatti nella realtà contadina dell Ottocento. Da oltre un secolo ogni anno la manifestazione si ripete attirando un numero sempre maggiore di turisti e visitatori. Sin dalle origini, la caratteristica principale della fiera di piazza Spagna di Casalmaggiore che differenzia l evento dalla fiera di San Carlo, che si svolge invece in novembre, è il carattere di manifestazione incentrata sul puro divertimento, diversamente dalle tradizionali fiere mercato destinate maggiormente alla vendita di prodotti agricoli e artigianali, locali ma anche, più recentemente, provenienti da diverse aree del mondo. Si trattava in passato di un occasione di divertimento atteso tutto l anno, principale evento mondano che spezzava la routine contadina e che si svolgeva, allora come oggi, tra fine giugno e inizio luglio, subito dopo la mietitura, in concomitanza con il periodo di maturazione delle angurie. La fiera era quindi non solo un occasione di divertimento e svago dopo il lungo periodo di lavoro nei campi, ma anche piacevole momento nel quale iniziare a gustare i frutti del duro lavoro dei mesi appena trascorsi. Così, gli spazi oggi occupati da bancarelle e variopinti stand erano una volta occupati da pittoreschi carri e carretti dei quali si poteva acquistare una succosa fetta d anguria da gustare lungo le vie del centro, o anche prodotti dolciari che raramente faceva la comparsa in altri periodi dell anno. Tra questi, ad esempio, granite ai vari sapori di frutta, che ai tempi venivano preparate grattando direttamente a mano sul momento, davanti agli occhi del cliente, blocchi unici e barre di ghiaccio. Lo spirito della festa e la voglia di divertimento sono rimasti invariati nel corso dei decenni, così come l essenza stessa della manifestazione, che ha però cambiato luoghi e modalità di svolgimento. Fino agli anni 30 del Novecento, infatti, la fiera si svolgeva lungo le attuali piazza Marini, via Formis e via Romani, il cui incrocio era denominato piazza Spagna, dando così il nome alla manifestazione mantenuto ancora oggi. Sin dalle sue più remote origini, la fiera prevedeva momenti di svago e danza dedicati al pubblico di tutte le età. Nei pressi dell edificio attualmente noto come Fabbricone, si trovava infatti una balera, che nei giorni della festa ospitava formazioni locali più o meno note in grado di dare vita ad allegre serate danzanti. Nella balera si sono susseguite nel corso degli anni le musiche più di moda e di successo dei vari periodi, dal tango fino ai canti e balli consegnati proprio grazie alla manifestazione alla memoria storica del paese, come Al Bal di tri gobb, Al Bal dal basen, Al Bal dal Spec. Oggi la musica e l arte sono ancora protagoniste della fiera, che però si svolge tra Lido Po e piazza Garibaldi, dove ogni anno vengono messi in scena spettacoli di diverse compagnie teatrali e concerti di band appartenenti a diversi generi e stili, per soddisfare, oggi come allora, i gusti di tutto il variegato pubblico. Ancora più antica e affascinante è la storia di Casalmaggiore, i cui resti più antichi attestano la presenza di insediamenti già a partire dall età del Bronzo. Il primo documento scritto che cita chiaramente la città di Casalmaggiore è invece un'iscrizione rinvenuta sotto un'immagine della Beata Vergine nella chiesa di San Giovanni Battista, collocata un tempo nell'area dell'odierna Isolabella. Attorno all anno 1000 Casalmaggiore era un castello fortificato sotto il dominio Estense: la rocca di via Vaghi ne è una traccia, ma molti altri sono gli elementi che caratterizzano la cittadina come borgo di origine medievale, a partire da reminescenze nella sua toponomastica. Sotto la dominazione Veneziana, nel XV secolo, Casalmaggiore aveva la giurisdizione "sugli uomini e le ville" di Casalmaggiore racconta una storia affascinante e molto antica Rivarolo Intus, Villanova, Gambalone, Camminata, Cappella di Staurci, Quattrocase, Casalbellotto, Roncadello, Staffolo, Fossacaprara, Vicomoscano, Motta dei Maltraversi, che corrispondono a grandi linee alle odierne frazioni del territorio. Proprio in quegli anni Casalmaggiore ribadì la propria vocazione commerciale, anche grazie alla collocazione geografica, che la rendeva ideale crocevia e importante punto di comunicazione e passaggio. Sul finire del '600, prese corpo l'idea di creare una vera e propria signoria di Casalmaggiore. Nel 1754 Maria Teresa d'austria concesse a Casalmaggiore il titolo di città, mentre nel XVIII secolo prese forma la provincia di Casalmaggiore, comprendente le zone dell'odierno comprensorio Oglio-Po. Passando attraverso la dominazione Napoleonica ed in seguito Asburgica, si arrivò all'unità d'italia. Nel corso della storia la città fu luogo di passaggio di personalità e importanti uomini che hanno segnato la storia: nel 1862, ad esempio, Casalmaggiore ricevette la visita di Giuseppe Garibaldi. La storia della città è da sempre legata a quella di un altro grande protagonista dell Italia: il fiume Po, le cui rive ospitano oggi anche parte degli eventi della fiera di piazza Spagna, in arrivo anche quest anno con tanti ospiti, musica, arte e divertimento per tutti.

17 Speciale Estate Sabato 4 Luglio Dal 1 luglio al 8 agosto in programma undici concerti nelle location più suggestive della provincia di Piacenza D opo il grande successo dello scorso anno, torna la rassegna Summertime in Jazz, l appuntamento itinerante con la musica di qualità dell estate piacentina negli spazi più suggestivi della sua provincia. La rassegna, targata Piacenza Jazz Club, vede la sua realizzazione grazie al fondamentale sostegno dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano e alla collaborazione di ben otto Comuni della Provincia di Piacenza: Castell Arquato, Cortemaggiore (che si aggiunge quest anno), Lugagnano, Morfasso e Vernasca per la Val d Arda, Bobbio, Rivergaro e Travo per la Val Trebbia. Undici in tutto i concerti, dieci si susseguiranno nelle location più suggestive della provincia, a partire dal 1 di luglio fino al 9 agosto, a comporre un circuito di concerti che farà tappa di volta in volta nei luoghi più rappresentativi della storia, delle tradizioni e del paesaggio locali. Un appuntamento è mantenuto anche nella città di Piacenza, nel prezioso cortile di Palazzo Rota Pisaroni, sede della Fondazione di Piacenza e Vigevano, dove mercoledì 22 luglio si esibirà un trio delle meraviglie tutto italiano: quello dei Doctor 3. Come nella migliore tradizione degli appuntamenti organizzati dal Piacenza Jazz Club, non di solo musica si compone la rassegna che vede anche alcuni eventi a corollario, che contribuiranno a dare ancora maggior risalto alla molteplicità di bellezze e alle peculiarità della provincia di Piacenza, in un anno particolare come questo, caratterizzato dalla presenza di Expo L offerta è molto varia, il cartellone è orientato verso molteplici dimensioni musicali, adatto ad incontrare tutti i gusti e ad allietare le sere d estate: si spazia dalle atmosfere latine, ai ritmi funky, al Jazz d autore. Dopo il successo del primo concerto, mercoledì 1 luglio, con il trombettista Fabrizio Bosso e il pianista Julian Oliver Mazzariello, Summertime Jazz, un estate in musica molti altri saranno gli artisti importanti della rassegna. Come Paolo Jannacci, che si presenta a Rivergaro giovedì 9 luglio in trio con un progetto che lo vede suonare il pianoforte insieme a due dei più importanti jazzisti del panorama italiano, il contrabbassista Marco Ricci e il batterista Stefano Bagnoli, in un repertorio fatto di suoi raffinati brani originali e un intenso e richiestissimo omaggio al padre Enzo. Quest anno per il concerto presso l antico borgo di Vigoleno, venerdì 17 luglio vi si esibirà il Pablo Corradini Quintet che creerà un romantico ponte con l Argentina, a suon di tango. A Travo, alle 18 di domenica 19 luglio proprio sul sagrato della Chiesa medievale di S. Anna sulla Pietra Perduca, suonerà un gruppo che è nella storia del Jazz italiano, la Milano Jazz Gag. Ritornando verso il fiume Trebbia, a Bobbio avrà luogo un altro concerto, sempre domenica 19 luglio alle 21.30: spazio alla Girlesque Street Band, formata queste quattordici giovanissime musiciste toscane in formazione marching band americana. Nel cortile del Palazzo Rota Pisaroni, vera chicca della città di Piacenza, uno dei concerti più importanti della rassegna: mercoledì 22 luglio vi si esibiranno infatti i Doctor 3, formazione che vede schierati Danilo Rea al pianoforte, Enzo Pietropaoli al contrabbasso e Fabrizio Sferra alla batteria. A TANTI ANCHE GLI EVENTI COLLATERALI Di grande interesse tutti gli eventi collaterali che andranno ad arricchire l'offerta della rassegna. Si riconferma anche quest anno il concorso fotografico La via di Genova e il Piacenziano sui mestieri e le peculiarità non solo paesaggistiche, ma anche culturali, delle valli del Trebbia e dell Arda, con scadenza il 24 luglio 2015, che si concluderà con una mostra fotografica online sul sito e con la premiazione pubblica delle tre opere migliori. Una giuria presieduta dal fotografo Fausto Mazza e composta inoltre dal fotografo Angelo Bardini e dalla docente di arti grafiche Cristina Martini decreterà le migliori fotografie tra quelle in concorso che verranno premiate giovedì 30 luglio alle ore 21 nella piazza monumentale di Castell Arquato. Confermate anche, grazie alla collaborazione con la Cooperativa Eureka e l Ente Parchi del Ducato, le escursioni guidate nel Parco del Piacenziano,. Alla fine di ogni escursione non potrà mancare un Travo, mercoledì 29 luglio si esibirà La Drummeria; un progetto unico nel suo genere che vede riunite su un unico palco ben cinque batterie. Sarà una delle piazze più belle d Italia, quella del Municipio di Castell Arquato, a ospitare giovedì 30 luglio un intera orchestra: i trentacinque elementi della piacentina Orhcestra Luigi Cremona, che presenta lo spettacolo Cinema amore mio. Unica nuova location in aggiunta concerto di musica dal vivo. Si comincia domenica 12 luglio ore 17:30 con la tradizionale passeggiata sul greto del fiume Arda a Castell Arquato, alla ricerca di fossili, che si concluderà con un concerto dei Django s Clan. Il 2 agosto invece la camminata sarà un poco più lunga sul sentiero tematico di Rio Stramonte (Lugagnano), con partenza e arrivo all area attrezzata di Prato Torricella, dove si potrà fare una merenda in compagnia del Gianni Satta Trio. Una novità di questo 2015, è una rassegna nella rassegna: Jazz Summerwine, che intende unire musica e cultura del vino, grande prodotto delle valli piacentine. Il 2 luglio alle ore 21:30 presso l Azienda Cardinali di Castell Arquato, la degustazione sarà accompagnata dal concerto dei Soul Gipsy Trio, mentre il 16 luglio sempre alle ore 21:30, saranno le Cantine Bonelli di Rivergaro ad ospitare una degustazione jazz con il Monica Agosti Trio. alle altre è Cortemaggiore, dove sabato 1 agosto si esibiranno i Note Noire Quartet. Le strade di Lugagnano val d Arda con il suo culmine in Piazza IV Novembre saranno lo scenario ideale venerdì 7 agosto per la trascinante esibizione della Large Street Band. La manifestazione si chiuderà a Morfasso domenica 9 agosto, con lo Spirit Gospel Choir, il coro composto da una cinquantina di elementi che si esibirà in un concerto Gospel.

18 18 Sabato 4 Luglio 2015 Speciale Estate Appuntamento a Leno fino al 5 luglio con l iniziativa dedicata ai prodotti biologici ed equo solidali. Tanti gli eventi in programma Mangiare e vivere sano: questi i principi promossi dalla Fiera di San Benedetto, mostra mercato dei prodotti biologici ed equosolidali che si svolge a Leno, in provincia di Brescia, dall 1 al 5 Luglio 2015, all interno del parco secolare di Villa Badia. Curarsi di cosa mangiamo, vivere responsabilmente nei confronti della terra che ci ospita significa prendersi cura di se stessi, amarsi e rispettare di più la vita che si sta conducendo. In fiera si potranno trovare prodotti biologici eno-gastronomici, come formaggi, pane, miele, vino e birra e altre specialità prodotte nel rispetto dell uomo e dell ambiente. Saranno presenti le ultime novità in fatto di salute e benessere, prodotti per la casa naturali e l abbigliamento. I visitatori potranno anche passeggiare tra gli stand dell artigianato artistico e creativo. Nei giorni della Fiera sarà aperto un punto ristoro dove poter degustare i tradizionali piatti bresciani, preparati da chef professionisti che utilizzano rigorosamente materie prime biologiche. La XIII edizione presenta un programma molto ricco, che è iniziata già mercoledì 1 Luglio con la BioBike, un assaggio del territorio in bicicletta. Giovedì 2 Luglio Legambiente ha accompagnato i presenti in un viaggio nella conoscenza delle erbe aromatiche per concludere con una cena a tema guidata dai nutrizionisti della Lega Italiana Lotta ai Tumori. Venerdì 3 luglio ospite Padre Giustino Farnedi dell Abbazia benedettina di San Pietro di Perugia, che ha tenuto un incontro dedicato a Alimentazione, ambiente e salute nella tradizione benedettina. La Fiera di San Benedetto entra nel vivo Sabato 4 Luglio, con l apertura del mercato dei prodotti biologici. Dalle 17 saranno aperti gli stand, dove sarà possibile anche ricevere consulenze gratuite per migliorare il comportamento alimentare naturale o fare test dei fiori di bach. Inoltre, durante le due giornate, si potrà partecipare a presentazioni e degustazioni dei prodotti presenti nel mercato. Nel pomeriggio del sabato sarà inoltre presentata la mostra Cibo per l anima, collettiva promossa dall Associazione Artisti Cremonesi; si proseguirà con l incontro tenuto dal dott. Maurizio Mangiare sano alla Fiera di San Benedetto Insana sul tema: Il cibo è energia e con la presentazione Vini a confronto: il prosecco del Garda vs prosecco emiliano. Alla sera grande spettacolo con Bandafaber, uno dei più importanti gruppi musicali bresciani, composto da oltre 40 elementi e guidati dal maestro Francesco Andreoli. Una serata dedicata alla musica d autore italiana degli anni 60 e 70, da De Andrè, Augusto Daolio, Jannacci a Gaber. Domenica 5 Luglio la giornata inizia alle 8.30 con le visite gratuite di prevenzione oncologica promosse dalla Lilt. Alle workshop gratuito di yoga della risata e alle 12 sarà servito il pranzo con lo spiedo di carne biologica. Nel pomeriggio sarà riaperto il mercato; alle presentazione in anteprima dei risultati e visita guidata dello scavo archeologico condotto in Villa Badia, nel sito archeologico del monastero longobardo di San Benedetto. La fiera si concluderà con il concerto d estate del Corpo Musicale V. Capirola di Leno. La Fiera di San Benedetto è organizzata dalla Fondazione Dominato Leonense, in collaborazione con ProLoco Leno, Cassa Padana Bcc, e il patrocinio del Comune di Leno. Si svolge in Villa Badia, in centro al paese di Leno, in Via Marconi 28. L'ingres-

19 Speciale Estate Sabato 4 Luglio A settembre appuntamento con il tradizionale Anffas Grill, a Cascina Maschi, e con la Festa del Volontariato Anche il terzo settore si prepara a festeggiare Andando verso la fine dell'estate, spazio al terzo settore. Ecco alcuni eventi in programma. ANFFAS GRILL L Associazione Anffas Cremona Onlus organizza, per la serata di venerdì 11 settembre, presso Cascina Maschi (località Boschetto), l'ormai tradizionale manifestazione Anffas Grill, festa benefica giunta alla 10ª edizione. La serata è stata ideata per sostenere Anfass con uno spettacolo serale di festa insieme ai ragazzi, alle famiglie, ai sostenitori e ai partner che vorranno aiutare l Associazione offrendo contributi o donando prodotti. Per celebrare questo importante momento di solidarietà, nella quale è prevista la partecipazione di circa 500 persone, sarà riproposto il Progetto Bontà, il cui programma prevede una serata conviviale con la cena, a base di prodotti tipici della Sardegna, preparata dagli amici del Circolo Culturale Sardo Sa Domu Sarda. La serata sarà allietata da tanta buona musica e divertimento. Per le prenotazioni dei tavoli è possibile fin d ora telefonare alla Segreteria Anffas al tel. 0372/26612 (solo la mattina dalle ore 9 alle 12, riferimento sig.ra Sara) o inviando una mail a Anffas. L Associazione ANFFAS locale è nata nel 1966 per volere di alcuni genitori convinti della necessità di avvicinare i loro ragazzi con disabilità al mondo esterno. In particolare l instancabile promotore di tale iniziativa fu il signor Paolo Morbi al quale, proprio a ricordo di questa grande figura, è stata oggi intitolata l Associazione. In questi anni l Anffas è riuscita nell intento di creare nel territorio cremonese particolari strutture idonee per la sperimentazione di nuove tecniche educative a favore di persone con disabilità intellettive e relazionali. Cascina Maschi. Da molte edizioni Anffas Grill ha trovato accoglienza presso la Cascina Maschi del Bo- schetto. Una tradizione che si è consolidata negli anni e, per espressa volontà del compianto Signor Luigi Maschi, anche quest anno la famiglia ha deciso di concedere l ospitalità. FESTA DEL VOLONTARIATO C è tempo fino al 30 giugno per iscriversi alla 24 edizione della Festa del Volontariato 2015, in programma a Cremona domenica 20 settembre. C'è fermento, intanto, fra le associazioni già al lavoro su di un programma ricco di eventi e animazioni. Il tema, filo conduttore dell'edizione di quest anno, è 'Exponiamoci: costruire legami, nutrire la comunità'. Sarà l'occasione per riflettere sul tema del benessere, dell alimentazione, del diritto al cibo e alla salute. La segreteria Cisvol è disponibile per eventuali informazioni. MUSICampUS: a Crema cinque giorni di full immersion nella musica Dopo il successo dell'anno scorso, ritorna MUSICampUS, dal 31 agosto al 4 settembre. L'iniziativa, promossa dalla Scuola di Musica Monteverdi, punta a concedere ai partecipanti alcuni giorni di full immersion nella musica. Con i cori, l'orchestra della scuola, gli insiemi strumentali (arpe, violini, violoncelli, chitarre, flauti dolci, trombe, flauti traverso, tastiere) per la sezione di musica classica e le Band (voce, batteria, chitarra elettrica, basso, saxofono, tromba, tastiera, etc.) per la sezione di musica moderna. I docenti scriveranno le parti in base alle capacità di ciascun partecipante. Per i più piccoli sarà possibile partecipare a: Laboratorio Corale, Coro di Voci Bianche e Laboratorio di Percussioni. MUSICampUS, rivolto agli allievi e guidato da insegnanti qualificati, è aperto anche a tutti i bambini e ragazzi non iscritti alla Scuola ma interessati a vivere momenti di musica d'insieme. Prima dell'inizio dell'anno scolastico, un'intera settimana in cui respirare musica, suonando, divertendosi e preparando i concerti d'autunno. Cinque pomeriggi di musica e non solo, dal 31 agosto al 4 settembre 2015, presso le strutture parrocchiali di San Bartolomeo a Crema, Via Zuvadelli 9. Per informazioni ed iscrizioni contattare la Segreteria della Scuola nei seguenti orari dal Lunedì al Venerdì dalle alle Tel: cell

20 20Sabato 4 Luglio 2015 GLI ORARI PRESIDIO OSPEDALIERO DI CREMONA CUP Centro Unificato di Prenotazione Dove: padiglione n. 12, a fianco del Centro Prelievi, prospiciente Largo Priori Orari di apertura al pubblico: lunedì - venerdì dalle 7.30 alle18.00 orario continuato, il sabato dalle 8.00 alle 12.00; Prenotazioni telefoniche: è possibile telefonare al numero verde , da lunedì a sabato dalle alle PRENOTAZIONI CHE NON SI EFFETTUANO AL CUP Attraverso il CUP si prenotano tutte le prestazioni ad eccezione delle seguenti, che devono essere prenotate direttamente presso le singole unità operative o servizi come indicato di seguito: ANATOMIA PATOLOGICA secreti e agoaspirati (non Tac e non Ecoguidati) Dove: Poliambulatori, piano Terra. Orario: giovedì dalle 15 alle 16. Per prenotare contattare la segreteria dell Anatomia Patologica dal lunedì al venerdì, dalle alle Telefono: , dalle 9.30 alle Consegna campioni istologici e citologici La consegna dei campioni citologici urinari è prevista, presso il padiglione 5, da lunedì a venerdì, dalle alle 09.30; per gli altri esami da lunedì a venerdì dalle alle (accesso diretto). RADIOLOGIA Dove: piano 1, corpo H (ala destra). TC, risonanza magnetica, ecografie urgenti e richiesta di prestazioni con bollino verde Le prenotazioni vanno effettuate di persona o via fax. Orario: da lunedì a venerdì dalle alle 13.00, sabato dalle alle Tel: Angiografia Le prenotazioni vanno effettuate di persona. Orario: da lunedì a venerdì dalle alle Telefono: SENOLOGIA: Screening mammografico preventivo biennale Asl Cremona (45-69 anni) Tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30, il mercoledì dalle 14 alle 16. La prenotazione va effettuata al CUP dell'asl Prestazioni con carattere di urgenza, risonanze alla mammella, agoaspirati, ecografie Dove: piano 1, corpo M. Ora: da lunedì a venerdì dalle alle Telefono: Per ulteriori informazioni è stata inoltre attivata una nuova linea telefonica dotata di risponditore automatico in funzione 24 ore su 24: RADIOTERAPIA E MEDICINA NUCLEARE Dove: piano Cantina, (utilizzare la scala o ascensore a sinistra vicino l'ufficio Informazioni nell'atrio di ingresso) corpo M, monoblocco ospedaliero. Orario: da lunedì a venerdì dalle alle Telefono: MEDICINA DEL LAVORO: Visite specialistiche di medicina del lavoro Tel: da lunedì a venerdì, dalle alle 15.30; oppure, personalmente presso l Ambulatorio Specialistico di Medicina del Lavoro negli stessi orari. CENTRO DIABETOLOGICO Dove: piano 6, corpo H (lato destro), monoblocco ospedaliero. Orari: da lunedì a venerdì dalle alle (prima visita per inquadramento diagnostico-terapeutico e visita di controllo per monitoraggio metabolico e screening delle complicanze croniche). Per le prime visite è preferibile che la prenotazione avvenga di persona comunque possibile prenotare telefonicamente da lunedì a venerdì, dalle alle Telefono: CENTRO PRELIEVI - LABORATORIO ANALISI accesso diretto da parte dei cittadini, con la richiesta del Medico di famiglia o dello specialista. Dove: Centro Prelievi all'ingresso dell'ospedale. Orario: da lunedì a venerdì dalle ore alle Telefono: CENTRO EMOSTASI E TROMBOSI Monitoraggio delle terapie anticoagulanti. previsto accesso con prenotazione al numero Dove: Presso la palazzina del Cup Orario: dalle alle da lunedì a venerdì. CENTRO AZIENDALE DI ALLERGOLOGIA Test di tolleranza al lattosio e patch test Accesso con impegnativa del medico curante. Le prenotazioni si effettuano telefonicamente al numero 0372/ da lunedì a venerdì, dalle alle 12; oppure di persona presso l Ambulatorio di Allergologia (Padiglione 10) da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle IMMUNOEMATOLOGIA E MEDICINA TRASFUSIONALE: Emotrasfusioni, salassi, autotrasfusioni, terapia marziale endovenosa, preparazione di nuovi emocomponenti ad utilizzo non trasfusionale: Gel Piastrinico, Concentrato Leucopiastrinico. Dove: Piano terra, corpo D, monoblocco ospedaliero.tel: dalle alle da lunedì a venerdì GENETICA Dove: piano 2 lato destro del monoblocco ospedaliero. Prenotazioni telefoniche: da lunedì a venerdì dalle alle MEDICINA LEGALE Prenotazioni presso Direzione Medica di Presidio piano Rialzato monoblocco ospedaliero. Tel: PSICOLOGIA Dove: settimo piano a sinistra. Prenotazioni da lunedì a venerdì dalle ore alle ore presso il servizio di Psicologia, oppure anche telefonicamente agli stessi orari al numero ONCOLOGIA MEDICA Dove: Piano 4 ala Destra Prenotazione in reparto da lunedì a venerdì dalle ore 8.00 alle ore Tel: TERAPIA DEL DOLORE Dove: palazzina n. 9 La prenotazione può essere effettuata telefonicamente al numero dalle alle 15.00, da lunedì a venerdì. Negli altri orari è possibile chiamare lo stesso numero lasciando un messaggio in segreteria telefonica con il nome e numero di telefono: al più presto sarete richiamati. di Giulia Sapelli stata pubblicata online nei giorni scorsi la nuova Carta dei servizi dell'ospedale di Cremona (e di Oglio Po). Un vero e proprio vademecum, per sapere cosa portare con sé al momento del ricovero, come prenotare una visita o un esame, a chi chiedere una copia della documentazione sanitaria e altre cose ancora. «Abbiamo scelto di parlare ai nostri utenti in modo diretto e confidenziale, i testi infatti sono strutturati nella formula domanda/risposta per favorire l immedesimazione del lettore e facilitarne così la comprensione» fanno sapere dall'ospedale. La nuova Carta dei servizi rappresenta una sintesi pret a porter del sito internet che contiene in modo più diffuso le informazioni relative all attività e ai servizi offerti dall Azienda ospedaliera di Cremona. EMERGENZA Come mi comporto in caso di necessità di assistenza medica urgente? In caso di pericolo di vita o necessità urgente di assistenza medica, chiami il 118. In tutti gli altri casi, quando sopraggiunge un problema di salute improvviso che richieda un intervento sanitario urgente, può ricorrere al Pronto soccorso. Quando devo andare al Pronto soccorso? Per eventi e traumi che devono essere trattati in condizione di emergenza medico-chirurgica o di urgenza in tempi brevi al fine di evitare complicanze o aggravamenti. Quando non devo andare al Pronto soccorso? Per approfondimenti clinici non urgenti o cronici, per effettuare visite e esami diagnostici, per malori o problemi di salute che possono essere affrontati dal medico di famiglia o dalla guardia medica. RICOVERO Quali documenti portare? Per i cittadini italiani sono necessari: documento di riconoscimento; Carta Regionale dei Servizi o tessera sanitaria e codice fiscale. Per i cittadini dell Unione Europea oltre al documento di riconoscimento è necessario presentare anche la tessera europea di assicurazione malattia (Team) o certificato sostitutivo. Per i cittadini di Paesi extracomunitari sono necessari: permesso di soggiorno tessera sanitaria o polizza assicurativa; documento di riconoscimento. È utile portare con sé tutta la propria documentazione, il medico potrà decidere di trattenere in esame alcuni documenti, che saranno restituiti al momento della dimissione. Quando arrivo in ospedale a chi mi rivolgo? All ufficio accettazione ricoveri. Dove si trova. In caso di ricovero urgente l accettazione viene effettuata presso il Pronto Soccorso. Una volta in reparto le verrà consegnato un bracciale identificativo di sicurezza che dovrà essere indossato durante tutta la degenza. Cosa metto in valigia? Tutto il necessario per l igiene personale, la biancheria intima, pigiama/camicia da notte, le pantofole, i fazzoletti di carta o di stoffa, gli asciugamani, delle monete per i distributori di snack e bevande, libri o riviste, un lettore CD o radio portatile con cuffia. Per la durata del ricovero sono a disposizione contenitori per la custodia di protesi (dentali, acustiche). Ricordiamo che è sempre buona norma presentarsi con unghie corte e senza smalto. A chi chiedo informazioni sul mio stato di salute? Al medico. Durante la visita - che solitamente si svolge al mattino e secondo l organizzazione Salute Molte le informazioni che è possibile trovare in merito a emergenze, day hospital e ricoveri E Una nuova Carta dei Servizi del lavoro le verrà chiesto come si sente?. Risponda con sincerità, non esiti e chieda spiegazioni se qualcosa non è chiaro. In ogni unità operativa sono indicati specifiche fasce orarie per i colloqui con il personale medico. Posso scegliere il pasto? Si, ogni giorno è possibile scegliere nell ambito del menù giornaliero. Nel caso si debba seguire una dieta particolare, sarà cura del personale assicurarne il rispetto. Se non sono autosufficiente? Non si preoccupi: il personale è pronto ad aiutarla per le esigenze del quotidiano e per qualsiasi necessità. Posso ricevere visite? Certo, è necessario rispettare scrupolosamente gli orari, non affollando la stanza per motivi igienici e per non disturbare gli altri pazienti. Non è consentito l accesso ai reparti ai bambini di età inferiore ai 12 anni. In caso di particolari necessità il Direttore o il Coordinatore dell unità operativa possono autorizzare orari di visita differenti da quelli stabiliti. DAY HOSPITAL Cosa è utile portare per questo tipo di ricovero? In genere sono necessarie poche cose: un cambio di biancheria personale e delle pantofole. Il coordinatore saprà fornire indicazioni specifiche caso per caso. È utile portare con sé tutta la propria documentazione sanitaria. Al momento dell arrivo in reparto è importante comunicare al personale i nomi dei farmaci che si stanno assumendo e le terapie in corso. Le consigliamo di farsi accompagnare da un parente o amico disponibile ad attendere per tutto il tempo necessario e ad assisterla per il ritorno a casa. I ragazzi fino ai 18 anni devono essere accompagnati da un genitore o da chi esercita la patria potestà. Viene fornito il pasto? Nel caso in cui la permanenza si prolunghi anche nel pomeriggio, e se le condizioni di salute lo permettono, è possibile fruire del pranzo in reparto. Come avviene la dimissione? Una volta terminata la giornata di ricovero, verificate le condizioni cliniche, i medici dell equipe provvederanno alla dimissione. Le verrà consegnata una relazione clinica che riassume le informazioni relative a tutti gli accessi effettuati. Nel caso di intervento chirurgico, la lettera di dimissione indicherà anche i controlli successivi e i riferimenti telefonici ai quali rivolgersi in caso di necessità. Tale documento dovrà essere consegnato al medico di famiglia e riportato in ospedale in occasione dei successivi controlli. Guida disponibile online sul sito dell'ospedale Una volta arrivato a casa? Sarà il medico del reparto a consigliare quali attenzioni e precauzioni adottare, nonché l eventuale necessità di terapia; inoltre, provvederà a comunicare i giorni e gli orari dei controlli postoperatori. Per qualsiasi necessità, il reparto ospedaliero provvederà a comunicare per iscritto il numero di telefono al quale può rivolgersi nelle ore successive alla dimissione. PRESTAZIONI AMBULATORIALI Come posso prenotare una visita o un esame? Le prenotazioni di visite ed esami possono essere effettuate: Telefonicamente al numero verde , dal lunedì al sabato dalle 8 alle 20. Via internet collegandosi al sito cremona.it. Di persona recandosi presso gli sportelli del Centro Unico di Prenotazione. L operatore indicherà ora e luogo della visita, informerà sulle modalità di pagamento e sulle eventuali indicazioni da seguire per la preparazione alla visita. Quali documenti servono per prenotare? Al momento della prenotazione è necessario avere con sé: impegnativa del medico di famiglia o specialista ospedaliero Carta Regionale dei Servizi (oppure per fuori regione tessera sanitaria e codice fiscale) eventuale documentazione di esenzione dal ticket eventuale documentazione prevista per l esecuzione di visita o esame diagnostico (eventuali esami precedenti o dichiarazione del medico curante per utilizzo del mezzo di contrasto così come indicato nel documento di prenotazione) La richiesta del medico è sempre indispensabile? Sì. Tranne per la prima visita di ostetricia e ginecologia, odontoiatria, oculistica (limitatamente alla misurazione della vista), psichiatria, neuropsichiatria infantile e pediatria (per gli assistiti non in carico al pediatra di libera scelta). L impegnativa per la prescrizione di visite ed accertamenti diagnostici ha validità di un anno dalla data di compilazione alla data di prenotazione. In caso di esenzione? Le esenzioni dal pagamento del ticket sono possibili per i seguenti motivi: per reddito, età, patologia e disoccupazione. La richiesta di esenzione va presentata presso l Asl di provenienza. In caso di esenzione è necessario comunque recarsi allo sportello per l accettazione, l impegnativa del medico curante deve obbligatoriamente riportare il codice di esenzione. La prenotazione è necessaria per tutte le prestazioni? No, le prestazioni di laboratorio analisi sono ad accesso diretto, per cui la prenotazione non è richiesta. Esistono prestazioni che non si prenotano al Cup? Si, alcune visite ed esami, proprio per la loro peculiarità, possono essere prenotate solo presso centri o servizi dedicati. Per sicurezza è sempre utile contattare il numero verde , dal lunedì al sabato, dalle 8 alle 20. Come funzionano i tempi di attesa? Ogni visita ed esame ha un differente tempo di attesa. Concentrazioni periodiche dell affluenza e l eccellenza di alcuni servizi possono essere le cause di un eventuale superamento dei tempi di attesa. Nel caso di esami urgenti il medico di famiglia indica la priorità contrassegnando l impegnativa con il Bollino Verde. Se non posso presentarmi ad un appuntamento programmato cosa devo fare? Disdire tempestivamente l appuntamento, chiamando il call center regionale oppure l unità operativa o il servizio che effettua la prestazione. Con questo semplice gesto lascerà disponibile un posto a un altro cittadino. È il giorno dell esame: cosa devo fare? Il giorno di esecuzione della visita o dell indagine diagnostica programmata è necessario: presentarsi con congruo anticipo allo sportello di competenza per il disbrigo delle pratiche amministrative (pagamento ticket, accettazione); avere eseguito scrupolosamente l eventuale preparazione indicata all atto della prenotazione; allegare tutti gli esami precedenti che possono avere attinenza con l esame da effettuare. Terminate le pratiche di accettazione è prevista l attesa del proprio turno nelle rispettive sale di attesa. Quali sono le modalità di pagamento? Il pagamento del ticket può essere effettuato in contanti, con bancomat e carta di credito. E' utile conservare sempre la ricevuta di avvenuto pagamento: allegata alla dichiarazione dei redditi permette di scaricare la spesa. Può accadere che la prestazione necessiti di ulteriori e immediati approfondimenti rispetto a quanto previsto nella prescrizione del medico di famiglia. In questo caso potrebbe essere richiesta un integrazione del ticket già pagato. Ci scusiamo per gli eventuali disagi, legati alla necessità di personalizzare la prestazione nel modo più adeguato alla salute di ogni paziente.

Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale

Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale dalla PROVINCIA al nuovo ENTE di AREA VASTA Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale a cura della federazione del PD di Cremona La legge 56/2014: limiti, rischi

Dettagli

Grecia: Le critiche del passato e le loro verifiche a venire

Grecia: Le critiche del passato e le loro verifiche a venire Grecia: Le critiche del passato e le loro verifiche a venire di Olivier Blanchard 10 luglio 2015 Gli occhi del mondo sono tutti puntati sulla situazione economica della Grecia e le parti coinvolte continuano

Dettagli

ORDINE DEL GIORNO UFFICIO DI PRESIDENZA. riunitosi a Milano il 23 Settembre 2013

ORDINE DEL GIORNO UFFICIO DI PRESIDENZA. riunitosi a Milano il 23 Settembre 2013 ORDINE DEL GIORNO UFFICIO DI PRESIDENZA riunitosi a Milano il 23 Settembre 2013 Considerato che: Il 7 agosto u.s. si è tenuto un incontro tra il Presidente del Consiglio dei Ministri Enrico Letta, affiancato

Dettagli

L IMU: L IMPOSTA CHE INFIAMMA LA CAMPAGNA ELETTORALE DALL ISI ALL IMU UNA RICOSTRUZIONE STORICA DELL IMPOSTA PIU CONTROVERSA

L IMU: L IMPOSTA CHE INFIAMMA LA CAMPAGNA ELETTORALE DALL ISI ALL IMU UNA RICOSTRUZIONE STORICA DELL IMPOSTA PIU CONTROVERSA L IMU: L IMPOSTA CHE INFIAMMA LA CAMPAGNA ELETTORALE DALL ISI ALL IMU UNA RICOSTRUZIONE STORICA DELL IMPOSTA PIU CONTROVERSA A CURA DELL OSSERVATORIO UIL SERVIZIO POLITICHE TERRITORIALI PREMESSA L IMU

Dettagli

PRESENTATA OGGI A TORINO DA INTESA SANPAOLO E DAL CENTRO EINAUDI L INDAGINE SUL RISPARMIO E SULLE SCELTE FINANZIARIE DEGLI ITALIANI

PRESENTATA OGGI A TORINO DA INTESA SANPAOLO E DAL CENTRO EINAUDI L INDAGINE SUL RISPARMIO E SULLE SCELTE FINANZIARIE DEGLI ITALIANI COMUNICATO STAMPA PRESENTATA OGGI A TORINO DA INTESA SANPAOLO E DAL CENTRO EINAUDI L INDAGINE SUL RISPARMIO E SULLE SCELTE FINANZIARIE DEGLI ITALIANI 2014 Cresce la propensione al risparmio. Le famiglie

Dettagli

Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami. Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00

Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami. Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00 Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00 Gentili ospiti Signore e Signori, Autorità e colleghi Costruttori, vi ringrazio della vostra presenza oggi alla

Dettagli

La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013

La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013 Relazione dei Presidente CIDA, Silvestre Bertolini La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013 Prima di iniziare, vorrei ringraziare le autorità presenti in sala, che è sempre

Dettagli

Le opinioni dei cittadini e dei sindaci lombardi. Febbraio 2014

Le opinioni dei cittadini e dei sindaci lombardi. Febbraio 2014 Le opinioni dei cittadini e dei sindaci lombardi Febbraio 2014 Metodologia utilizzata (Cittadini) Universo di riferimento: Campione: Metodologia: Nr. Interviste eseguite: individui residenti nella regione

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

COSTI DELLA POLITICA: DAI PROVVEDIMENTI PRESI ANCORA TIMIDI I SEGNALI DI RISPARMIO

COSTI DELLA POLITICA: DAI PROVVEDIMENTI PRESI ANCORA TIMIDI I SEGNALI DI RISPARMIO 2 RAPPORTO UIL SUI COSTI DELLA POLITICA (LUGLIO 2012) COSTI DELLA POLITICA: DAI PROVVEDIMENTI PRESI ANCORA TIMIDI I SEGNALI DI RISPARMIO OLTRE 1,1 MILIONI DI PERSONE VIVONO DI POLITICA, IL 4,9% DEL TOTALE

Dettagli

I COMUNI INCONTRANO REGIONE LOMBARDIA Roberto Scanagatti Presidente ANCI Lombardia

I COMUNI INCONTRANO REGIONE LOMBARDIA Roberto Scanagatti Presidente ANCI Lombardia I COMUNI INCONTRANO REGIONE LOMBARDIA Roberto Scanagatti Presidente ANCI Lombardia Lombardia - Milano Incontro importante per condividere analisi individuare bisogni e problemi dei Comuni condividere iniziative

Dettagli

Una manovra di rigore ed equità.

Una manovra di rigore ed equità. Una manovra di rigore ed equità. Ispirata all'art. 3 della Costituzione: "È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona".

Dettagli

Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo

Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo REGIONE LOMBARDIA 38 Con la nascita del CCV-Lombardia, il volontariato PC della Regione compie un importante salto di qualità,

Dettagli

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE INDAGINE: COME I MANAGER VIVONO LA CRISI REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE Il sondaggio effettuato a fine anno da Astra Ricerche per Manageritalia parla chiaro: i manager sentono la crisi sulla propria

Dettagli

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA Il sottoscritto Gianni Montali consigliere comunale di Forza Italia,

Dettagli

i dossier ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI DELLO STATO www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta

i dossier ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI DELLO STATO www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta 315 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI Editoriale de Il Giornale, 4 febbraio 2013 4 febbraio 2013 a cura di Renato Brunetta 2 Dopo l impegno

Dettagli

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento LE NUOVE MISURE FISCALI Taglio del cuneo fiscale, riduzione dell Irap e maggiore tassazione delle rendite finanziarie. Questi i tre maggiori interventi del nuovo premier, ma quale effettivo impatto avranno

Dettagli

Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding. Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan

Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding. Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan venerdì 25 giugno 2010 Buon pomeriggio. Un cordiale saluto al Ministro

Dettagli

2. Una economia equilibrata con un cuore pulsante industriale e turistico

2. Una economia equilibrata con un cuore pulsante industriale e turistico L analisi che il CRESME ha condotto, sulla base dell incarico ricevuto da ANCE COMO, con il contributo dalla CAMERA DI COMMERCIO DI COMO e sostenuto da Ordine degli Architetti, Ordine degli Ingegneri di

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

1 > Conversione in Legge del Dl Enti locali 78/15. 2 > Imu Agricola. agosto 2015. 3 > Riforma del Catasto. 4 >Detassazione sale cinematografiche

1 > Conversione in Legge del Dl Enti locali 78/15. 2 > Imu Agricola. agosto 2015. 3 > Riforma del Catasto. 4 >Detassazione sale cinematografiche 1 > Conversione in Legge del Dl Enti locali 78/15 agosto 2015 2 > Imu Agricola 3 > Riforma del Catasto 4 >Detassazione sale cinematografiche 1> Conversione in Legge del Dl Enti locali 78/15 Riportiamo

Dettagli

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO Ufficio Comunicazione&Studi Confartigianato del Veneto ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO INDAGINE CONGIUNTURALE ANDAMENTO 2 SEMESTRE 2010 PREVISIONE 1 SEMESTRE 2011 In collaborazione con INDAGINE

Dettagli

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI 1057 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: Editoriale de Il Giornale, 1 novembre 2015 1 novembre 2015 a cura di Renato Brunetta 2 Era fine agosto e la confusione

Dettagli

LA LEGGE DI STABILITÀ. www.governo.it

LA LEGGE DI STABILITÀ. www.governo.it LA LEGGE DI STABILITÀ INTERVENTI PER PERSONE, FAMIGLIE, SOCIETÀ INTERVENTI PER LE IMPRESE INVESTIMENTI LA SERVICE TAX IL COFINANZIAMENTO DEI FONDI STRUTTURALI EUROPEI 2014-2020 INTERVENTI PER PERSONE,

Dettagli

I CONSUMI DELLE FAMIGLIE ITALIANE

I CONSUMI DELLE FAMIGLIE ITALIANE in collaborazione I CONSUMI DELLE FAMIGLIE ITALIANE RAPPORTO 2015 GENNAIO 2016 I CONSUMI DELLE FAMIGLIE ITALIANE RAPPORTO 2015 LA SPESA DELLE FAMIGLIE E INFERIORE DEL 6,3% RISPETTO AL 2008 Nonostante un

Dettagli

2 OTTOBRE LA CRISI DELL ETICA PROFESSIONALE E IL MERITO

2 OTTOBRE LA CRISI DELL ETICA PROFESSIONALE E IL MERITO AIMC PIEMONTE S. DAMIANO ( convegno UCIIM) 2 OTTOBRE LA CRISI DELL ETICA PROFESSIONALE E IL MERITO Sentiamo ormai da qualche anno parlare di emergenza educativa ma io amo di più l espressione Sfida educativa

Dettagli

TRADUZIONE NON UFFICIALE ITALIA - ARTICOLO IV 2014 DICHIARAZIONE FINALE DELLA MISSIONE DEL FMI 1 SBLOCCARE IL POTENZIALE DI CRESCITA DELL ITALIA

TRADUZIONE NON UFFICIALE ITALIA - ARTICOLO IV 2014 DICHIARAZIONE FINALE DELLA MISSIONE DEL FMI 1 SBLOCCARE IL POTENZIALE DI CRESCITA DELL ITALIA TRADUZIONE NON UFFICIALE ITALIA - ARTICOLO IV 2014 DICHIARAZIONE FINALE DELLA MISSIONE DEL FMI 1 17 GIUGNO 2014 SBLOCCARE IL POTENZIALE DI CRESCITA DELL ITALIA Il nostro è un paese arrugginito, un paese

Dettagli

Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza,

Giornale degli Alunni della Scuola Media Virgilio Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza, Noi in poche pagine Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA XVI EDIZIONE ~ ANNO 2014-2015 9 ottobre 2014 SOMMARIO SPECIALE CLASSE 3^B Ø RIFLESSIONI DEI PRIMI GIORNI DI

Dettagli

SIENA SINTESI MANOVRA MONTI INDICE

SIENA SINTESI MANOVRA MONTI INDICE SIENA SINTESI MANOVRA MONTI INDICE 1. MONETA ELETTRONICA PER LE PENSIONI 2. LIBRETTI DI DEPOSITO AL PORTATORE BANCARI O POSTALI 3. I.S.E.E. 4. DETRAZIONI RISTRUTTURAZIONI ED INTERVENTI PER RIQUALIFICAZIONE

Dettagli

IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci

IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci Qualcosa che va nella direzione giusta ogni tanto c è. Domenica scorsa avevamo parlato del Cavalier Tanzi e del suo presunto tesoro nascosto. GIORNALISTA Io

Dettagli

Documentazione I PIIGS Chi controlla Eurolandia? Strumenti e prospettive dopo il caso Grecia

Documentazione I PIIGS Chi controlla Eurolandia? Strumenti e prospettive dopo il caso Grecia Documentazione I PIIGS Chi controlla Eurolandia? Strumenti e prospettive dopo il caso Grecia SCENARI E POLITICHE DI STABILITÀ E CONVERGENZA La tabella 2.1 mostra come l anno da poco concluso sia stato

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

PARERE CRUI SULLO SCHEMA DEL DECRETO DI RIPARTO DEL FONDO DI FINANZIAMENTO ORDINARIO PER L ANNO 2015

PARERE CRUI SULLO SCHEMA DEL DECRETO DI RIPARTO DEL FONDO DI FINANZIAMENTO ORDINARIO PER L ANNO 2015 PARERE CRUI SULLO SCHEMA DEL DECRETO DI RIPARTO DEL FONDO DI FINANZIAMENTO ORDINARIO PER L ANNO 2015 L Assemblea della CRUI, riunitasi il giorno 7.5.2015, preso atto della nota MIUR del 6.5.2015, esprime,

Dettagli

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Giuseppe Iosa Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Domenica, 19 aprile 2015 Premessa Il Partito Democratico di Peschiera Borromeo,

Dettagli

FRANCO DANIELI : NON C'E' CONTINUITA' CON LA POLITICA ESTERA DI BERLUSCONI di Silvia Garnero in collaborazione con http://www.italianosenamerica.

FRANCO DANIELI : NON C'E' CONTINUITA' CON LA POLITICA ESTERA DI BERLUSCONI di Silvia Garnero in collaborazione con http://www.italianosenamerica. FARONOTIZIE.IT Anno II - n 11 Febbraio 2007 Redazione e amministrazione: Scesa Porta Laino, n. 33 87026 Mormanno (CS) Tel. 0981 81819 Fax 0981 85700 redazione@faronotizie.it Testata giornalistica registrata

Dettagli

Guida di sensibilizzazione alla Garanzia Giovani

Guida di sensibilizzazione alla Garanzia Giovani Guida di sensibilizzazione alla Garanzia Giovani Il mondo è davvero pieno di pericoli, e vi sono molti posti oscuri; ma si trovano ancora delle cose belle, e nonostante che l'amore sia ovunque mescolato

Dettagli

Ambrosetti Club Economic Indicator. Il Paese si è rimesso in moto o in motorino?

Ambrosetti Club Economic Indicator. Il Paese si è rimesso in moto o in motorino? Ambrosetti Club Economic Indicator Il Paese si è rimesso in moto o in motorino? 3 settembre 2015 I primi sei mesi del 2015 si chiudono con un Prodotto Interno Lordo che torna finalmente col segno più (+0,3%),

Dettagli

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze)

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) È un piacere per il Comune di Firenze ospitare questo bellissimo incontro ricco di contenuti. Ho partecipato anche ai lavori di stamani. È

Dettagli

Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS

Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS La fine della Seconda Guerra Mondiale aprì un periodo di gravi problemi economici, politici e sociali. Gli unici che uscirono economicamente rafforzati dalla

Dettagli

NON PIÙ SOGNO, LA CASA È UNA NECESSITÀ

NON PIÙ SOGNO, LA CASA È UNA NECESSITÀ NON PIÙ SOGNO, LA CASA È UNA NECESSITÀ I RISULTATI DI UN SONDAGGIO CONDOTTO DA CASA.IT IN COLLABORAZIONE CON L'ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SCENARI IMMOBILIARI Luglio 2013 La crisi ha tolto

Dettagli

SINTESI DELLO STUDIO SUI COSTI DELLA POLITICA: RESPONSABILITA PERSONALI E DI SISTEMA

SINTESI DELLO STUDIO SUI COSTI DELLA POLITICA: RESPONSABILITA PERSONALI E DI SISTEMA SINTESI DELLO STUDIO SUI COSTI DELLA POLITICA: RESPONSABILITA PERSONALI E DI SISTEMA IL FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI ISTITUZIONALI CENTRALI E TERRITORIALI DELLA REPUBBLICA COSTA 6,4 MILIARDI DI EURO (209

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

ORDINE DEL GIORNO CONSIGLIO NAZIONALE. riunitosi a Roma il 24 luglio 2013

ORDINE DEL GIORNO CONSIGLIO NAZIONALE. riunitosi a Roma il 24 luglio 2013 ORDINE DEL GIORNO CONSIGLIO NAZIONALE riunitosi a Roma il 24 luglio 2013 Il Consiglio nazionale ringrazia il Vice Presidente Vicario Alessandro Cattaneo del proficuo lavoro svolto nel periodo di reggenza,

Dettagli

IV Forum Confcommercio sul Fisco

IV Forum Confcommercio sul Fisco IV Forum Confcommercio sul Fisco Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan al IV Forum Confcommercio sul Fisco Meno tasse, meno spesa Binomio per la ripresa Roma, 22

Dettagli

Psoprattutto nella fase di informazione,

Psoprattutto nella fase di informazione, UNA VISIONE DALLA PARTE DELL UTENZA DEBOLE, CICLISTI E PEDONI Marco Passigato FIAB, Federazione Italiana Amici della Bicicletta rima di iniziare vorrei ringraziare le associazioni che hanno collaborato,

Dettagli

Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu. Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini.

Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu. Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini. Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini. Il nuovo sondaggio politico che abbiamo realizzato nell'universo del nostro indirizzario

Dettagli

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia Camera dei deputati Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia Roma, 1 luglio 2015 www.mef.gov.it 1 Il

Dettagli

CONFESERCENTI Sabato, 04 luglio 2015

CONFESERCENTI Sabato, 04 luglio 2015 CONFESERCENTI Sabato, 04 luglio 2015 CONFESERCENTI Sabato, 04 luglio 2015 04/07/2015 Gazzetta di Modena Pagina 12 «A Carpi sì, a Modena no: La disputa dei dehors» 1 04/07/2015 Gazzetta di Modena Pagina

Dettagli

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore di Gianni Trovati19 maggio 2015 il sole 24 ore Un rimborso quasi integrale per le più basse fra le pensioni coinvolte dal blocco-monti appena bocciato dalla

Dettagli

. ultimi finora erano considerati modesti ma la caduta dei tassi d ' interesse li ha resi. lee tale tendenza cresceva man mano che aumentava la

. ultimi finora erano considerati modesti ma la caduta dei tassi d ' interesse li ha resi. lee tale tendenza cresceva man mano che aumentava la Tutti Non discostato significativamente Dall Diffusione : 85592 Pagina 16 : Periodicità : Settimanale Dimens 4309 : % MILANOFINANZA_140614_16_15pdf 1076 cm2 Sito web: wwwmilanofinanzait Affittareconviene?

Dettagli

PROVINCIA DI RAVENNA: I COSTI DELLA POLITICA E LA SPESA DI PROVINCIA E COMUNI

PROVINCIA DI RAVENNA: I COSTI DELLA POLITICA E LA SPESA DI PROVINCIA E COMUNI PROVINCIA DI RAVENNA: I POLITICA E LA SPESA DI PROVINCIA E PREMESSA Il tema dei costi della politica e della qualità della spesa pubblica assume una importanza strategica, in momento come quello attuale

Dettagli

È possibile risolvere il problema delle povertà senza aumentare la spesa sociale?

È possibile risolvere il problema delle povertà senza aumentare la spesa sociale? È possibile risolvere il problema delle povertà senza aumentare la spesa sociale? Il rapporto 2008 di Caritas Italiana e Fondazione Zancan su povertà ed esclusione sociale in Italia onsiderando le grandi

Dettagli

COMUNE DI COTRONEI (Provincia di Crotone) COPIA

COMUNE DI COTRONEI (Provincia di Crotone) COPIA COMUNE DI COTRONEI (Provincia di Crotone) COPIA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 15 DEL 07.08.2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE, RIDUZIONI, DETRAZIONI ED ESENZIONI TASI DA APPLICARE NEL COMUNE

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 La politica non è nelle competizioni degli uomini; non è nei sonanti discorsi. È, o dovrebbe essere, nell interpretare l epoca in cui si vive (..).

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE

CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE La trasparenza nelle Istituzioni: FACCIAMO IL PUNTO SULL ATTIVITÀ DI GOVERNO Aggiornato al 28 agosto 2013 IL GOVERNO LETTA E LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO: CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE Nelle pagine

Dettagli

Economia. La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa

Economia. La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa Economia La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa DIECI PRINCIPI DELL ECONOMIA Così come in una famiglia, anche in una economia si devono affrontare molte

Dettagli

SANITA. Il MIO IMPEGNO PER UNA SANITA ACCESSIBILE A TUTTI

SANITA. Il MIO IMPEGNO PER UNA SANITA ACCESSIBILE A TUTTI Il mio programma elettorale è frutto della voce delle persone che ho incontrato lungo il mio cammino e che sto incontrando nel corso della mia campagna elettorale SANITA Il MIO IMPEGNO PER UNA SANITA ACCESSIBILE

Dettagli

Principio dei tre pilastri

Principio dei tre pilastri Dipartimento federale dell interno/ Ufficio federale delle assicurazioni sociali Incontro con i media del 26 maggio 2003 (Ile Saint-Pierre) - Documentazione Garanzia ed evoluzione della previdenza professionale

Dettagli

Dexia Crediop e il Social Housing Fabio Vittorini, Direttore Politiche Commerciali DEXIA Crediop

Dexia Crediop e il Social Housing Fabio Vittorini, Direttore Politiche Commerciali DEXIA Crediop Dexia Crediop e il Social Housing Fabio Vittorini, Direttore Politiche Commerciali DEXIA Crediop Dexia Crediop ed il SOCIAL HOUSING Buongiorno a tutti, oggi abbiamo ascoltato molte cose interessanti; abbiamo

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

Relazione del Presidente dell ABI Antonio Patuelli

Relazione del Presidente dell ABI Antonio Patuelli ACRI 91ª GIORNATA MONDIALE DEL RISPARMIO Risparmio e ripresa in una nuova Europa Relazione del Presidente dell ABI Antonio Patuelli Roma, Palazzo della Cancelleria 28 ottobre 2015. INTERVENTI ABI 2015

Dettagli

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni LUIGI PEDRAZZINI Dipartimento delle istituzioni Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni Rivera, 27. ottobre 2005 Attenzione: fa stato l intervento pronunciato in sala. A dipendenza

Dettagli

Come sta il comparto delle costruzioni oggi in Italia?

Come sta il comparto delle costruzioni oggi in Italia? Come sta il comparto delle costruzioni oggi in Italia? Quello che sta accadendo nel nostro comparto è drammatico: siamo di fronte a una vera e propria deindustrializzazione del settore, con un calo vertiginoso

Dettagli

COMMENTO DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL AL LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE

COMMENTO DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL AL LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE COMMENTO DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL AL LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE Il Libro Bianco sul Welfare presentato dal Ministro del Lavoro si muove su uno scenario

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

GAMBA: Oggi noi ci troviamo ad approvare come stanno facendo in. moltissimi Comuni, visto che c è la scadenza prevista dalla

GAMBA: Oggi noi ci troviamo ad approvare come stanno facendo in. moltissimi Comuni, visto che c è la scadenza prevista dalla GAMBA: Oggi noi ci troviamo ad approvare come stanno facendo in moltissimi Comuni, visto che c è la scadenza prevista dalla legge al 30 di novembre, questi assestamenti al bilancio previsionale che abbiamo

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) n. 12 Del 08/07/2014

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) n. 12 Del 08/07/2014 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) DELIBERAZIONE del Consiglio Comunale n. 12 Del 08/07/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE DEI REGOLAMENTI DI DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) - APPROVAZIONE

Dettagli

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 Odg Fondi contrattuali, varie ed eventuali. Per l'azienda sono presenti: dott.ssa Valori, dott.ssa Biancheri, dott.ssa Battistoni, dott.ssa Pellegrini, dott. Orlando Valori

Dettagli

Il Difensore Civico. RegioneLombardia

Il Difensore Civico. RegioneLombardia 1955 UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI COMITATO REGIONALE LOMBARDO E PROVINCIALE DI MILANO Il Difensore Civico RegioneLombardia Commercio, Fiere e Mercati Programma generale di intervento 2007-2008 della Regione

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1 Osservatorio sul Mercato Immobiliare, 1-12 BERGAMO NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1 Tavola 1 Numero di compravendite di immobili residenziali e non residenziali nel periodo

Dettagli

ANNI DI LEGA IN LOMBARDIA

ANNI DI LEGA IN LOMBARDIA 2 ANNI DI LEGA IN LOMBARDIA 1 Massimiliano Romeo Monzese, 44 anni, ha lavorato fino al 2010 presso lo studio di consulenza automobilistica di famiglia. Iscritto alla Lega Nord dal 1992, Responsabile del

Dettagli

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione.

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione. Veneto Banca rafforza il patrimonio promuovendo un operazione di aumento di capitale in opzione ai soci fino ad un massimo di 500 milioni di euro e la conversione del prestito obbligazionario convertibile

Dettagli

La Cultura della Previdenza Riformare il Patto di stabilità per la crescita interna

La Cultura della Previdenza Riformare il Patto di stabilità per la crescita interna Università LUM Jean Monnet - Trani European Week 9-10-11 maggio 2013 Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza La Cultura della Previdenza Riformare il Patto di stabilità per la crescita interna Intervento

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE N. 64 in data 28/09/2010 Proposta n. 65 Oggetto: ORDINE DEL GIORNO PRESENTATO DAL GRUPPO CAVRIAGO COMUNE RIGUARDO LA MODIFICA DEL REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DELLA TARIFFA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI SOLIDI

Dettagli

AUDIZIONE ANCE SULLA LEGGE DI STABILITÀ 2014-2016

AUDIZIONE ANCE SULLA LEGGE DI STABILITÀ 2014-2016 435 AUDIZIONE ANCE SULLA LEGGE DI STABILITÀ 2014-2016 30 Ottobre 2013 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente Forza Italia EXECUTIVE SUMMARY

Dettagli

COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G.

COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G. COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G. Realizzazione di una bretella stradale di collegamento tra la SP 13 Carmiano- Novoli e la SP 121 Carmiano-Villa Convento. Approvazione

Dettagli

RISPARMIO ED EFFICIENZA: La prima fonte di energia

RISPARMIO ED EFFICIENZA: La prima fonte di energia FEDERAZIONE NAZIONALE LAVORATORI EDILI AFFINI E DEL LEGNO Aderente alla Fédération Européenne des Travailleurs du Batiment et du Bois dans la CEE ( F.E.T.B.B. ) e alla Fédération Internationale des Travailleurs

Dettagli

Germania: il modello da seguire?

Germania: il modello da seguire? Daniel Gros Germania: il modello da seguire? Negli ultimi dieci anni l economia europea ha visto svariati rovesciamenti di fronte: la Germania, ad esempio, da malato d Europa ne è diventato il modello.

Dettagli

Deliberazione di C.C. n. 17 del 30/09/2014 OGGETTO: ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF 2014. VARIAZIONE ALIQUOTA.

Deliberazione di C.C. n. 17 del 30/09/2014 OGGETTO: ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF 2014. VARIAZIONE ALIQUOTA. Deliberazione di C.C. n. 17 del 30/09/2014 OGGETTO: ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF 2014. VARIAZIONE ALIQUOTA. Il SINDACO introduce il presente argomento all o.d.g. e relaziona nel merito. Egli riferisce: Negli

Dettagli

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 La relazione di Sergio Veneziani contiene tutta la struttura dell idea che noi abbiamo di Auser attraverso gli strumenti per qualificare e migliorare,

Dettagli

NOTA per la Commissione VI Finanze e Tesoro del Senato Riforma del Catasto edilizio urbano

NOTA per la Commissione VI Finanze e Tesoro del Senato Riforma del Catasto edilizio urbano NOTA per la Commissione VI Finanze e Tesoro del Senato Riforma del Catasto edilizio urbano Sistema catastale vigente Il patrimonio immobiliare urbano è classificato in cinque gruppi, a sua volta scomposti

Dettagli

La IUC nel Comune di Ferrara. 8 Aprile 2014

La IUC nel Comune di Ferrara. 8 Aprile 2014 La IUC nel Comune di Ferrara 8 Aprile 2014 Imposta Unica Comunale La legge di Stabilità2014 riordina per l ennesima volta in pochi anni la tassazione comunale, introducendo la IUC. E composta da tre tributi:

Dettagli

Indice. il contesto. i tagli. le tasse comunali. le linee guida. il bilancio

Indice. il contesto. i tagli. le tasse comunali. le linee guida. il bilancio Indice il contesto i tagli le tasse comunali le linee guida il bilancio 02 La crisi: meno risorse, meno investimenti, più domanda di servizi 03 La finanza dei comuni dal 2008 ad oggi: meno risorse, meno

Dettagli

Il Nuovo Giornale di Modena. Appennino Modena, stagione in chiaroscuro. La neve condiziona il turismo, più presenze da febbraio in poi

Il Nuovo Giornale di Modena. Appennino Modena, stagione in chiaroscuro. La neve condiziona il turismo, più presenze da febbraio in poi Il Nuovo Giornale di Modena Appennino Modena, stagione in chiaroscuro. La neve condiziona il turismo, più presenze da febbraio in poi Appennino Modena, stagione in chiaroscuro. La neve condiziona il turismo,

Dettagli

CNEL Consiglio Nazionale dell Economia e del Lavoro La crisidegli affitti e il Piano di edilizia abitativa

CNEL Consiglio Nazionale dell Economia e del Lavoro La crisidegli affitti e il Piano di edilizia abitativa CNEL Consiglio Nazionale dell Economia e del Lavoro La crisidegli affitti e il Piano di edilizia abitativa Osservazioni e Proposte Assemblea 21 luglio 2010 1 21 luglio 2010 Indice Premessa...3 Introduzione...4

Dettagli

VERBALE DELL INCONTRO FORUM SCUOLA DEL 26 MAGGIO 2015

VERBALE DELL INCONTRO FORUM SCUOLA DEL 26 MAGGIO 2015 VERBALE DELL INCONTRO FORUM SCUOLA DEL 26 MAGGIO 2015 Il giorno 26 maggio 2015 alle ore 18.30, presso la Sede del Comune di Cavriago, si riunisce il Forum scuola,con il seguente ordine del giorno 1) aggiornamento

Dettagli

COSTRUIRE PREVIDENZA. Diamo Dignità alla Nostra Pensione. -Programma elettorale-

COSTRUIRE PREVIDENZA. Diamo Dignità alla Nostra Pensione. -Programma elettorale- COSTRUIRE PREVIDENZA Diamo Dignità alla Nostra Pensione -Programma elettorale- Una risposta alla crisi Negli ultimi anni il calo dei redditi dei professionisti è stato di significativo. Il risultato è

Dettagli

LE POLITICHE SOCIALI OGGI: RIFLESSIONI E PROPOSTE DELLE REGIONI E DELLE AUTONOMIE LOCALI

LE POLITICHE SOCIALI OGGI: RIFLESSIONI E PROPOSTE DELLE REGIONI E DELLE AUTONOMIE LOCALI CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 11/110/CRFS/C8 LE POLITICHE SOCIALI OGGI: RIFLESSIONI E PROPOSTE DELLE REGIONI E DELLE AUTONOMIE LOCALI 1. IL QUADRO SOCIO-ECONOMICO IN ITALIA: Confindustria

Dettagli

L AUMENTO DELLA TASSAZIONE IMMOBILIARE IN ITALIA COME PATRIMONIALE STRAORDINARIA DEL 25% DEL PIL

L AUMENTO DELLA TASSAZIONE IMMOBILIARE IN ITALIA COME PATRIMONIALE STRAORDINARIA DEL 25% DEL PIL L AUMENTO DELLA TASSAZIONE IMMOBILIARE IN ITALIA COME PATRIMONIALE STRAORDINARIA DEL 25% DEL PIL di Francesco Forte 20 febbraio 2014 La tassazione degli immobili OCSE Stato o Zona Anno Imposte proprietà

Dettagli

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI RITARDATI PAGAMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI RITARDATI PAGAMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI RITARDATI PAGAMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Estratto dall Osservatorio Congiunturale sull Industria delle Costruzioni Dicembre 2013 Sommario SINTESI...

Dettagli

I PENSIONATI VOGLIONO DELLE RISPOSTE

I PENSIONATI VOGLIONO DELLE RISPOSTE CGIL SPI TORINO TORINO TORINO I PENSIONATI VOGLIONO DELLE RISPOSTE Nel corso degli ultimi anni la fase di contrattazione con i Comuni sulle loro politiche di bilancio, è andata incontro a molte difficoltà.

Dettagli

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Intervento di Stefano Tabò Condivido molto, quasi tutto di quello che è

Dettagli

La trappola della stagnazione

La trappola della stagnazione Conversazione con Michael Spence e Kemal Dervis La trappola della stagnazione 52 Aspenia 66 2014 ASPENIA. La crisi finanziaria esplosa nel 2008, divenuta una crisi economica semiglobale, si è negli anni

Dettagli

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Grazie, vi ringrazio molto di avermi invitato. Come Ministro dell Ambiente ho tratto più di uno stimolo dalla

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Famiglie in salita Rapporto 2009 su povertà ed esclusione sociale in Italia a cura di Caritas Italiana - Fondazione Zancan

Famiglie in salita Rapporto 2009 su povertà ed esclusione sociale in Italia a cura di Caritas Italiana - Fondazione Zancan Famiglie in salita Rapporto 2009 su povertà ed esclusione sociale in Italia a cura di Caritas Italiana - Fondazione Zancan LOMBARDIA: sintesi di alcuni dati 1. IL PUNTO DI PARTENZA: UNO SGUARDO STORICO

Dettagli

Sfatare il mito del posto fisso

Sfatare il mito del posto fisso Intervista Sfatare il mito del posto fisso Gli obiettivi di Daniele Rossi neo presidente del gruppo giovani imprenditori Contribuire a creare una cultura d impresa per dare ad una regione che ancora vive

Dettagli