Supplemento. Goldman Sachs Funds II SICAV

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Supplemento. Goldman Sachs Funds II SICAV"

Transcript

1 0714

2 Supplemento Lo scopo del presente Supplemento è quello di fornire una descrizione più dettagliata dei Comparti Specializzati del Fondo, i quali sono gestiti dalla Società di Gestione, dal Consulente dell nvestimento e dalle loro affiliate. l presente Supplemento deve essere sempre letto unitamente al Prospetto, che riporta informazioni più specifiche sul Fondo che riguardano: la descrizione delle Classi di Azioni, i rischi connessi agli investimenti nel Fondo, le informazioni sulla gestione ed amministrazione del Fondo e relative a terzi che forniscono servizi al Fondo, l acquisto e il rimborso di Azioni e la facoltà di conversione, la determinazione del valore patrimoniale netto, la politica dei dividendi, le commissioni e le spese del Fondo, le informazioni generali sul Fondo, sull assemblee degli Azionisti e sull informativa agli Azionisti, nonchè sulla tassazione. Nelle Appendici di cui al Prospetto sono inoltre riportate informazioni su speciali tecniche di investimento e sulle vigenti restrizioni agli investimenti. Si invitano i potenziali investitori a leggere attentamente il Prospetto completo ed il presente Supplemento, come di volta in volta modificati, insieme all ultimo rendiconto annuale o semestrale, prima di assumere una decisione di investimento. diritti e gli obblighi dell investitore, così come il rapporto giuridico con il Fondo sono illustrati nel Prospetto completo. l presente Supplemento riporta le informazioni di ciascuno dei Comparti Asset Allocation, inclusi i dati sulle Classi di Azioni di ciascun suddetto Comparto disponibili alla data del Prospetto. Prima di effettuare qualsiasi acquisto, rimborso, trasferimento o scambio di Azioni del Fondo, il Consiglio di Amministrazione del Fondo incoraggia vivamente tutti i potenziali e attuali Azionisti ad ottenere apposita consulenza da parte di un professionista in merito ai requisiti legali e fiscali legati all investimento nel Fondo, insieme ad un parere sull appropriatezza e l adeguatezza dell investimento nel Fondo o in uno dei suoi Comparti. l Fondo, i suoi Amministratori e (salvo tali funzioni siano espressamente assunte separatamente per iscritto riguardo alle sole questioni relative all investimento la Società di Gestione, il Consulente dell nvestimento, i Consulenti Aggiunti e le altre entità Goldman Sachs non assumono alcuna responsabilità in merito a tali questioni. Come descritto più dettagliatamente nel Prospetto, alcuni distributori possono essere remunerati da Goldman Sachs o dal Fondo per la distribuzione delle Azioni e, pertanto, non può essere assunto che le consulenze ricevute da tali soggetti non presentino profili di conflitto. Luglio Goldman Sachs Asset Management

3 ndice ndice Supplemento...2 ndice...3 Definizioni Goldman Sachs Funds SCAV Tabella riepilogativa dei Comparti Goldman Sachs Funds SCAV Tabella riepilogativa delle Classi di Azioni di ogni Comparto Goldman Sachs Funds SCAV Calcolo dell Esposizione Complessiva e del Livello di Leva Finanziaria Atteso...9 Appendice 1: Comparto Goldman Sachs Dynamic Alternative Strategies...12 Fattori di Rischio Specifici e Conflitti di nteressi...17 Appendice 3: Comparto Goldman Sachs Multi-Manager Alternatives...32 Appendice 4: Comparto Goldman Sachs Multi-Manager Alternatives Specifici fattori di rischio e Conflitti di nteresse...38 Luglio Goldman Sachs Asset Management

4 Definizioni Definizioni Nel presente Supplemento, i termini e le espressioni con iniziale maiuscola avranno i significati di seguito indicati. termini e le espressioni indicati con iniziale maiuscola, non altrimenti definiti, hanno il medesimo significato ad essi attribuito nel Prospetto. n ipotesi di conflitto prevarrà il significato attribuito nel Supplemento. Attività Allocate LBOR ndica la porzione del Comparto di volta in volta gestita da ciascun Gestore; ndica il London nterbank Offered Rate; Gestore ndica il gestore terzo di volta in volta selezionato e nominato dal Consulente dell'nvestimento (o da un suo affiliato per gestire le Attività Allocate del Comparto; Comparti Specializzati ndica i Comparti Specializzati del Fondo inclusi nel presente Supplemento. Sub-Management Agreement ndica il contratto di gestione stipulato discrezionalmente tra il Consulente dell nvestimento e ciascun singolo Gestore. Luglio Goldman Sachs Asset Management

5 1 Goldman Sachs Funds SCAV Tabella riepilogativa dei Comparti 1 Goldman Sachs Funds SCAV Tabella riepilogativa dei Comparti Organismo di investimento collettivo di diritto lussemburghese (S..C.A.V. Di seguito sono riportati i Comparti del Fondo gestito dalla Società di Gestione, dal Consulente dell nvestimento e dalle loro affiliate. Comparti Specializzati Comparti Specializzati Data di lancio Goldman Sachs Dynamic Alternative Strategies Marzo 2010 Goldman Sachs Multi-Manager Alternatives prima di Gennaio 2016 Per il presente Comparto per il quale non è indicata la data di lancio precisa, si prega di rivolgersi al proprio referente Goldman Sachs o alla Società di Gestione per verificare se successivamente alla data del presente Prospetto, l offerta del Comparto sia stata avviata. Qualsiasi informazione riguardante il Fondo, così come la la costituzione di ulteriori Comparti e Classi di Azioni può essere reperita dagli nvestitori presso la sede legale del Fondo. riferimenti che seguono al suddetto Comparto possono non essere preceduti dal nome completo del Comparto. Luglio Goldman Sachs Asset Management

6 2 Goldman Sachs Funds SCAV Tabella riepilogativa delle Classi di Azioni 2 Goldman Sachs Funds SCAV Tabella riepilogativa delle Classi di Azioni di ogni Comparto La tabella seguente illustra le Classi di Azioni del Comparto Specializzato del Fondo. Per ulteriori dettagli in merito a tali Classi di Azioni, consultare la Sezione 1 Descrizione delle Classi di Azioni del Prospetto. Comparti Specializzati Comparto Goldman Sachs Dynamic Alternative Strategies Valuta Base Nota aggiuntiva EUR l presente Comparto non prevede la possibilità per gli Azionisti di ottenere il rimborso delle Azioni su base giornaliera, come meglio specificato nell Appendice 1 al presente Supplemento. Gli investitori avranno diritto al rimborso delle Azioni su base settimanale (ferme restando le eccezioni previste nel Prospetto e nell Appendice 2 al presente Supplemento. Pertanto, gli investitori devono essere consapevoli che, in base al giorno di ricezione della richiesta di rimborso dopo la data di cut-off per un giorno di negoziazione, i proventi da rimborso possono essere liquidati su un conto dell investitore fino a 14 Giorni Lavorativi successivi. l presente Comparto può non costituire, pertanto, un investimento appropriato qualora l ottenimento dei proventi dei rimborsi nel breve termine rappresenti un importante fattore per l investitore. E importante considerare che un investitore si assumerà il rischio di una diminuzione del valore dell investimento tra la data in cui l avviso irrevocabile di rimborso è stato sottoscritto e la data in cui è calcolato e liquidato l ammontare del rimborso all investitore recedente. Tale ipotesi si riferisce in particolare a mercati volatili o in declino, dove vi può essere una significativa diminuzione del valore. l presente Comparto potrebbe, pertanto,non rappresentare un investimento appropriato qualora la restituzione dei proventi di rimborso a breve termine è un fattore importante per un investitore. L investitore che potrebbe non essere in grado di sopportare il rischio riferito ad entrambi i fattori non dovrebbe investire nel Comparto Ogni Classe di Azione può essere offerta, espressa in o hedged nella Valuta Base o nelle seguenti valute: USD, GBP, JPY, CHF, HKD, SGD, CAD, SEK, NOK, DKK, AUD, NZD, NR, KRW, RMB, DR, PLN e BRL. Le Commissioni di Sottoscrizione, le Commissioni di Gestione, le commissioni di distribuzione, le Commissioni di ncentivo e le spese operative (ove applicabili per queste aggiuntive Classi di Azioni di hedged sono uguali a quelle previste per il tipo di Classe di Azione di cui alle seguenti tabelle. L ammontare dell investimento minimo per tali Classi di Azioni in ciascuna delle seguenti valute è lo stesso ammontare nella valuta di riferimento di quello relativo a quel tipo di Classe di Azione indicato nella Valuta Base nella tabella sottostante: USD, GBP, CHF, HKD, SGD, CAD, AUD, NZD (e.g. l investimento minimo per la Classe di Azioni (GBP-hedged è GBP 1m. Nel caso in cui l ammontare sia espresso in JPY, NR, RMB, DR, PLN e BRL l investimento minimo sarà pari all importo indicato per quel tipo di Classe di Azioni nella Valuta Base moltiplicato per 100, 40, 6, , 3 e 2. Nel caso in cui l importo è espresso in DKK, NOK e SEK, l investimento minimo sarà pari all ammontare citato per quel tipo di Classe di Azioni nella Valuta Base moltiplicato rispettivamente per 6, 7 e 8. Nel caso in cui l ammontare è espresso in KRW l investimento minimo sarà pari all importo indicato per quel tipo di Classe di Azioni nella Valuta Base moltiplicato per Le Classi di Azioni qui di seguito descritte sono disponibili sotto forma di Azioni ad Accumulazione e Azioni a Distribuzione. Si faccia riferimento alla Sezione 18 Politica dei Dividendi del Prospetto. Classe di Azioni Valuta Classi di Azioni Commission e di Sottoscrizion e Commissione di Gestione Base (settimanalmente EUR Fino a 5,5 % Fino a 1,75 % Azioni su altre Valute (USD (settimanalmente USD Fino a 5,5 % Fino a 1,75 % Commissione di Distribuzione Azioni di Classe A (settimanalmente USD Fino a 4 % Fino al 1,75 % Fino a 0,50 % Azioni di Classe C USD Fino a 4 % Fino a 1,75 % Fino a 1,00 % Fino a 1,00 % Azioni di Classe E(settimanalmente EUR Fino a 4 % Fino al 1,75 % Fino a 5,5% _ Azioni di Classe P (settimanalmente EUR Fino a 1,50 % Commissione di ncentivo nvestimento Minimo addizionale EUR addizionale USD addizionale USD addizionale USD addizionale EUR addizionale EUR Luglio Goldman Sachs Asset Management

7 2 Goldman Sachs Funds SCAV Tabella riepilogativa delle Classi di Azioni Azioni di Classe R (settimanalmente Azioni di Classe S (settimanalmente Azioni di Classe (settimanalmente Azioni di Classe X(settimanalmente Azioni di Classe XO (settimanalmente Azioni di Classe O (settimanalmente EUR EUR EUR EUR EUR EUR Fino a 5,5% _ Fino a 1,25 % addizionale EUR Fino a 5,5% _ Fino a 1,25% addizionale USD 10,000 Fino a 1,25% addizionale EUR 1m Fino a 1,25% addizionale EUR 1m _ n.d. _ addizionale EUR 1m _ n.d. _ addizionale EUR 1m Comparto Goldman Sachs Multi-Manager Alternatives Valuta Base: Nota aggiuntiva USD Ogni Classe di Azione può anche essere offerta: (i Espressa in o hedged nelle seguenti valute: EUR, GBP, JPY, CHF, HKD, SGD, CAD, SEK, NOK, DKK, AUD, NZD, NR, BRL, RMB, DR e PLN. Le Commissioni di Sottoscrizione, le Commissioni di Gestione, le commissioni di distribuzione, le Commissioni di ncentivo e le spese operative (ove applicabili per tali ulteriori Classi di Azioni sono uguali a quelle previste per il tipo di Classe di Azione di cui alla seguente tabella. L ammontare dell investimento minimo per tali Classi di Azioni in ciascuna delle seguenti valute è lo stesso ammontare nella valuta di riferimento di quello relativo a quel tipo di Classe di Azione indicato nella classe EUR nella tabella sottostante: USD, GBP, CHF, HKD, SGD, CAD, AUD, NZD (e.g. l investimento minimo per la Classe di Azioni (GBP è GBP 1m. Nel caso in cui l ammontare sia espresso in JPY, NR, BRL, DR, RMB e PLN e l investimento minimo sarà pari all importo indicato per quel tipo di Classe di Azioni nella classe USD moltiplicato rispettivamente per 100, 40, 2, , 6 e 3. Nel caso in cui l ammontare sia espresso in DKK, NOK e SEK,, l investimento minimo sarà pari all ammontare citato per quel tipo di Classe di Azioni in USD moltiplicato rispettivamente per 6, 7 e 8. (ii Quali Classi di Azioni di Esposizione Valutaria. Si rinvia alla Sezione 1.12 Classi di Azioni Valuta Hedged e Classi di Azioni di Esposizione Valutaria del Prospetto. (iii Quali classi di accumulazione o distribuzione. Si rinvia alla Sezione 18 Politica dei Dividendi del Prospetto. Classe di Azioni Valuta Classi di Azioni Commissione di Sottoscrizione Commissione di Gestione Commissione di Distribuzione Azioni Base USD Fino a 5,5% Fino a 3,00% Azioni in Altre Valute EUR Fino a 5,5% Fino a 3,00% Azioni di Classe A USD Fino a 4% Fino a 3,00% Fino a 0,50% Azioni di Classe C USD Fino a 4% Fino a 3,00% Fino a 1,00% Azioni di Classe E EUR Fino a 4% Fino a 3,00% Fino a 1,00% Azioni di Classe P USD Fino a 2,75% Azioni di Classe R USD Fino a 5,5% Fino a 2,25% Azioni di Classe S USD Fino a 5,5% Fino a 2,25% Commissione di Performance addizionale addizionale addizionale addizionale addizionale addizionale addizionale addizionale Spese di Esercizio nvestimento Minimo 0,40% USD ,40% USD ,40% USD ,40% USD ,40% EUR Variabile USD ,40% USD ,40% USD Luglio Goldman Sachs Asset Management

8 2 Goldman Sachs Funds SCAV Tabella riepilogativa delle Classi di Azioni Azioni di Classe USD Fino a 2,25% Azioni di Classe USD Fino a 2,25% Azioni di Classe X USD Fino a 2,25% addizionale addizionale addizionale Variabile USD 1m Variabile USD Variabile USD 5m Azioni di Classe O USD N.a. Variabile Su richiesta Azioni di Classe XO USD N.a. Variabile Su richiesta Considerato che il Comparto investe una quota cospicua delle proprie attività in Fondi Consentiti (compresi Fondi Consentiti gestiti da Golman Sachs, la somma delle commissioni di gestione applicate dai Fondi Consentiti in cui il Comparto investe non deve superare il 2.5% delle attività del Comparto in essi investite. n aggiunta, Fondi Consentiti sottostanti possono addebitare Commissioni di ncentivo. Maggiori dettagli sul presente Comparto (incluse le informazioni relative alla modalità di calcolo della Commissione d ncentivo. Luglio Goldman Sachs Asset Management

9 3 Goldman Sachs Funds SCAV Calcolo dell Esposizione Complessiva 3 Goldman Sachs Funds SCAV Calcolo dell Esposizione Complessiva e del Livello di Leva Finanziaria Atteso La tabella che segue indica per ogni Comparto: - la metodologia adottata dal Fondo per ogni Comparto per calcolare l esposizione complessiva, ai fini della conformità alla Normativa UCTS; - il limiti di esposizione complessiva che ogni Comparto deve rispettare, che sono: - Per uno specifico Comparto, utilizzando l approccio relative VaR: il suo VaR è limitato a due volte il VaR del comparto di riferimento; - Per uno specifico Comparto, utilizzando l approccio absolute VaR: il suo VaR è limitato al 20% del valore patrimoniale netto del Comparto. l calcolo del VaR è condotto sulla base di un intervallo di confidenza one-sided del 99%, ed un periodo di detenzione di 20 giorni; - Per uno specifico Comparto utilizzando l approccio commitment: la sua esposizione globale relativa a posizioni su strumenti finanziari derivati non deve eccedere il valore patrimoniale netto del comparto. - il comparto/benchmark di riferimento ai fini della conformità alla Nomativa UCTS in cui viene utilizzato l approccio VaR e solo a scopo informativo per gli altri Comparti. Gli azionisti devono essere consapevoli che tali Comparti potrebbero non essere gestiti come il comparto/benchmark di riferimento e che i rendimenti derivanti dagli investimenti potrebbero materialmente differire dalle performance del relativo comparto/benchmark di riferimento. Gli Azionisti devono essere consapevoli che il benchmark di riferimento cui si fa riferimento di seguito può cambiare nel tempo; e - il livello di leva finanziaria atteso. l metodo usato per la determinazione del livello atteso di leva finanziaria dei Comparti è la somma dei nozionali degli strumenti finanziari derivati usati per ogni Comparto. Gli Azionisti devono essere consapevoli che la leva finanziaria di un Comparto può, nel tempo, eccedere i livelli di leva finanziaria forniti di seguito. - l livello atteso di leva finanziaria tiene conto degli strumenti finanziari derivati sottoscritti dal Comparto, il reinvestimento del collaterale ricevuto (in contanti in relazione ad operazioni di efficiente gestione del comparto e qualsivoglia utilizzo del collaterale nel contesto di qualunque altra operazione di efficiente gestione del comparto, e.g. il prestito titoli. Comparto/Benchmark di Riferimento UCTS Calcolo del Rischio di Mercato Limite ( Comparti possono offrire Classi di Azioni che sono denominate o hedged in valute diverse dalla Valuta Base del Comparto. Conseguentemente il comparto di riferimento/benchmark indicato di seguito può essere denominato o hedged nella valuta di una particolare Classe di Azioni Livello di Leva Finanziara Atteso (Somma dei nozionali Comparto Goldman Sachs Dynamic Alternative Strategies Comparto Goldman Sachs Multi-Manager Commitment 100% LBOR 3-mesi (USD n.d. Absolute VaR 20% LBOR 3-mesi (USD 1000% Luglio Goldman Sachs Asset Management

10 3 Goldman Sachs Funds SCAV Calcolo dell Esposizione Complessiva Alternatives Per i Comparti elencati sopra, il livello della leva finanziaria, come calcolato secondo l esposizione agli strumenti finanziari derivati dell importo lordo del nozionale, può essere 800% (o 1000% ove applicabile. Gli Azionisti dovrebbero considerare che ciò non fornisce necessariamente una ragionevole illustrazione del profilo di rischio complessivo del Comparto poiché gli strumenti finanziari derivati sono utilizzati per la gestione del rischio così come per conseguire un rendimento. Ciò è dovuto in gran parte al fatto che l esposizione dell importo lordo dei nozionali unisce semplicemente la somma assoluta di tutte le posizioni long e short degli strumenti finanziari derivati, anche se queste sono per finalità di copertura o di compensazione, ed inoltre usa solo valori nozionali piuttosto che misure che calcolino i contributi totali al rischio che spiegherà in buona parte dei casi perché i livelli della leva finanziaria sulla base di questo metodo appaiono elevati. Ciò può essere anche illustrato dai livelli relativamente più bassi che si hanno quando si calcola la leva finanziaria usando il metodo del commitment approach secondo il quale la compensazione e la copertura sono incluse nella metodologia di calcolo che è stata fornita per certi Comparti. Si segnala di fare riferimento all obiettivo e alla politica di investimento per ulteriori informazioni sulla rilevante strategia di Comparto e sull ndicatore Sintetico di Rischio e di Rendimento (SRR nel documento contenente le informazioni chiave per gli investitori del Comparto rilevante per i dettagli sul profilo storico di rischio di tale Comparto, ove applicabile. Gli Azionisti dovrebbero considerare che gli effettivi livelli della leva finanziaria possono variare e deviare da questo livello in maniera significativa ed ulteriori dettagli sui livelli di leva finanziaria media, come calcolati usando le esposizioni dell importo lordo dei nozionali, saranno resi noti mediante il bilancio annuale del Fondo per il periodo contabile di riferimento. Come ulteriormente dettagliato nelle politiche di investimento del Comparto rilevante e anche nell Appendice C Speciali Tecniche di nvestimento, i Comparti possono usare strumenti finanziari derivati per finalità di copertura, al fine di gestire il rischio relativo agli investimenti del Comparto e/o di stabilire posizione speculative. l Consulente dell nvestimento può fare ricorso ad un ampio spettro di strategie concernenti gli strumenti finanziari derivati. Tali strategie possono includere, ma a titolo non esaustivo: - il ricorso a interest rate futures per gestire il rischio del tasso di interesse e l esposizione della curva di rendimento; - il ricorso a interest rate swaps per implementare le posizioni di valore relativo; - il ricorso a forwards di valuta per esprimere posizioni attive di valuta straniera o per coprire l esposizione di valuta; - il ricorso a total return swaps per acquisire esposizione sintetica a determinati mercati o per implementare posizioni long e short nei confronti di determinati emittenti o settori in varie classi di investimenti; - il ricorso a credit default swaps per gestire le esposizioni e i rischi relativi a settori o singoli emittenti;. Alcuni esempi di tali strumenti finanziari derivati sono forniti di seguito con una spiegazione di come l esposizione della somma del nozionale, quando utilizzato per calcolare la leva finanziaria, possa risultare in livelli elevati anche laddove l esposizione netta nel relativo Comparto potrebbe effettivamente essere ridotta. Contratti forward di valuta: sono spesso utilizzati sia per coprire rischi di valuta in un Comparto, sia per stabilire posizioni speculative long e short su certe valute. Nei casi in cui i contratti forward di valuta siano stati utilizzati sia per scopi di copertura sia per stabilire posizioni speculative, qualora tali esposizioni debbano essere rimosse a causa di un cambiamento dettato dal Consulente dell nvestimento o, per esempio, a causa di una richiesta di un azionista, per l incapacità o inefficacia potenziale che derivi dalla cancellazione di tali transazioni prima della data di pagamento di tali esposizioni, ciò potrebbe richiedere uguali o contrarie posizioni in relazione ai contratti forward di valuta da essere implementate per compensare tali esposizioni. n tali scenari, l esposizione netta si intende debba essere ridotta a zero, tuttavia, qualora sia necessario utilizzare l esposizione dell importo lordo del nozionale per calcolare la leva finanziaria, si dovrà aggregare sia il range delle posizioni long applicabili sia il range delle posizioni short applicabili (le quali in effetti si annullano le une con le altre e continuare a includere ciò nel calcolo della leva finanziaria. nterest rate swaps e futures: sono spesso utilizzati per coprire rischi di tasso di interesse, per gestire i rischi di tasso di interesse in un Comparto o per stabilire posizioni speculative. l calcolo dell esposizione dell importo lordo del nozionale può risultare in livelli elevati per strategie di tasso di interesse nonostante il complessivo impatto netto di durata non sia necessariamente tanto elevato in considerazione della natura della strategia che il Consulente dell nvestimento sta perseguendo. Per esempio, se si dovesse fare ricorso a Eurodollar interest rate futures a 90 giorni per ridurre il rischio di tasso di interesse di un comparto di obbligazioni, per esempio mediante riduzione di un anno del profilo di durata di un Comparto, sicché l esposizione del nozionale sia uguale approssimativamente al 400% della leva finanziaria nonostante il profilo di rischio complessivo del Comparto sia stato ridotto in quanto concernente il rischio di tasso di interesse. Luglio Goldman Sachs Asset Management

11 3 Goldman Sachs Funds SCAV Calcolo dell Esposizione Complessiva Credit default swaps: sono spesso utilizzati per gestire le esposizioni e i rischi di credito nei Comparti, per esempio con credit default swaps indicizzati per gestire esposizioni di settore e il ricorso a single-name credit default swaps per implementare strategie long-short riguardanti il rischio di un singolo emittente. L esposizione dell importo lordo del nozionale può suggerire livelli di leva finanziaria anche in casi dove si è cercato di ridurre il rischio di credito. Per esempio, se si dovesse fare ricorso a credit default swap indicizzato per ridurre il rischio di credito di un comparto di obbligazioni, nell utilizzare l esposizione dell importo lordo del nozionale per calcolare la leva finanziaria verrebbe indicato un livello di leva finanziaria nonostante il profilo di rischio complessivo del Comparto sia stato ridotto in quanto concernente il rischio di credito. Si rinvia all Appendice C Speciali Tecniche di nvestimento assieme alla Sezione 4 Rischi connessi all nvestimento (in particolare 4.6 Rischi degli strumenti derivati del Prospetto per ulteriori informazioni per l utilizzo di strumenti finanziari derivati, per le loro finalità e per alcune considerazioni relative al rischio associato ai medesimi. Luglio Goldman Sachs Asset Management

12 Appendice 1: Comparto Goldman Sachs Dynamic Alternative Strategies Appendice 1: Comparto Goldman Sachs Dynamic Alternative Strategies Obiettivo di investimento l Comparto mira a conseguire nel lungo periodo interessanti rendimenti, risk adjusted, principalmente attraverso l allocazione del patrimonio nell ambito di un ampia gamma di strategie di investimento alternative, tra le quali possono rientrare, direttamente o tramite investimenti in Fondi Consentiti, uno o più delle quattro strategie di seguito indicate: tactical trading, equity long/short, relative value ed event driven. Panoramica del Processo di nvestimento Nel suo ruolo di Consulente dell nvestimento del Fondo, Goldman Sachs Asset Management nternational, a sua discrezione, selezionerà i Fondi Consentiti per il Comparto. Nel processo di selezione dei Fondi Consentiti verranno utilizzati sia criteri qualitativi sia criteri quantitativi. Nell ambito di tali criteri rientrano l esperienza, la strategia, lo stile, il rendimento passato, inclusi il profilo di rischio e drawdown (i.e. rendimento in ribasso, la filosofia di gestione del rischio e la capacità di assorbire l aumento del patrimonio gestito senza che da ciò derivi una riduzione dei rendimenti. l Consulente dell nvestimento può anche esaminare l infrastruttura organizzativa del fondo Consentito e/o del proprio gestore, ivi inclusi la qualità dei professionisti finanziari e del personale, le tipologie e le modalità di applicazione dei controlli interni, e qualsivoglia situazione potenziale di conflitto di interessi. Al fine di determinare le allocazioni di capitale a favore di ciascun Fondo Consentito, il Consulente dell nvestimento le caratteristiche di rischio e di rendimento di ciascuno dei Fondi Consentiti, inclusi la volatilità media attesa dei rendimenti e drawdown, così come i limiti e i vincoli alla loro. n aggiunta, il Consulente dell nvestimento considera come i rendimenti per ciascun Fondo Consentito si prevede possano correlarsi con gli altri Fondi Consentiti nel comparto. È ragionevole attendersi che le allocazioni varieranno significativamente nel corso del tempo così come varieranno i rendimenti per i diversi Fondi Consentiti. Nel corso del tempo, il Consulente dell nvestimento può di volta in volta modificare le allocazioni qualora lo ritenga opportuno. L identità e il numero dei Fondi Consentiti del Comparto, fatte salve le restrizioni agli investimenti applicabili, possono cambiare significativamente nel corso del tempo e il Consulente d nvestimento può, di volta in volta, variare o modificare sostanzialmente l effettiva gestione del patrimonio fatta dal Comparto, come ritiene più opportuno e a sua esclusiva discrezione, fatte salve le restrizioni agli investimenti applicabili. l Consulente dell nvestimento nei diversi Fondi Consentiti senza o ottenere il consenso del Comparto, del Fondo o degli Azionisti del Comparto. Politiche di investimento Al fine di implementare la propria strategia d investimento, i gestori dei Fondi Consentiti possono investire in attività e strumenti di ogni tipologia, lunghe o corte (in quest ultima ipotesi esclusivamente a mezzo derivati inclusi, senza limitazioni, azioni e titoli collegati ad azioni emessi da società a livello globale, strumenti finanziari derivati e titoli obbligazionari, che possono, tra l altro, comprendere titoli di stato, titoli di agenzie governative, titoli di enti sovranazionali, titoli asset-backed e mortage-backed, obbligazioni societarie (inclusi titoli di debito societari high yield, e obbligazioni di mercati emergenti. L uso di derivati in queste strategie può essere finalizzato a scopo di copertura, efficienza della gestione del comparto, ovvero per cercare di raggiungere l obiettivo d investimento. noltre, le suddette strategie possono richiedere un indebitamento, e possono dar luogo ad esposizioni nette lunghe e corte su, tra gli altri, titoli azionari, paesi, settori, tassi d interesse, credito e valute e altri nvestimenti Consentiti, come parte della propria generale politica d nvestimento al fine di generare rendimenti. l Comparto e i gestori dei Fondi Consentiti in qualsiasi momento possono detenere liquidità o investire i propri saldi di cassa nelle situazioni e negli strumenti ritenuti appropriati dal Consulente dell nvestimento o dai gestori dei Fondi Consentiti, inclusi senza limitazione alcuna equivalenti di liquidità e investimenti a breve termine, in attesa di allocare detto capitale a una o più strategie di investimento, allo scopo di soddisfare esigenze operative, per momentanee finalità difensive, per mantenere liquidità, finanziare rimborsi anticipati o spese del Comparto o altrimenti a discrezione di detto Consulente dell nvestimento o dei gestori dei Fondi Consentiti. Questi investimenti possono includere Strumenti del Mercato Monetario e altre obbligazioni di debito a breve termine, quote di fondi di investimento collettivo monetari e accordi di riporto con banche, e broker-dealer. Luglio Goldman Sachs Asset Management

13 Appendice 1: Comparto Goldman Sachs Dynamic Alternative Strategies l Comparto può investire fino al 100% delle attività nette in Fondi Consentiti, di cui tutti o alcuni possono essere Fondi Consentiti gestiti d Goldman Saches o da terzi, o può investire fino al 100% delle sue attività nette direttamente in titoli o strumenti finanziari elencati sopra. Di seguito sono previsti ulteriori dettagli riguardanti il tipo di investimenti alternativi e il settore degli hedge funds. Settore Tactical Trading gestori dei Fondi Consentiti utilizzano modelli quantitativi o input discrezionali per speculare sull andamento dei singoli mercati o segmenti di mercato. gestori dei Fondi Consentiti investono il patrimonio del fondo in un portafoglio diversificato composto principalmente da contratti futures, forwards, opzioni su futures o altri contratti derivati su valuta estera, strumenti finanziari, indici di borsa, e altri indici del mercato finanziario, metalli, cereali, prodotti agricoli, petrolio, e derivati del petrolio (prodotti petroliferi, bestiame e carni, semi oleosi, prodotti tropicali e softs. gestori dei Fondi Consentiti effettuano anche trading speculativo in strumenti finanziari, che comprendono, tra l atro, titoli azionari e obbligazionari, titoli high yield, strumenti di mercati emergenti e interessi su altri titoli, e possono farlo sia su base contante sia tramite opzioni o altri strumenti derivati. Alcuni gestori di Fondi Consentiti possono utilizzare altri mezzi di investimento, quali swaps e altri strumenti e operazioni similari. gestori dei Fondi Consentiti generalmente negoziano in futures e titoli su mercati di merci e di titoli nel mondo così come nel mercato interbancario di foreign currency forward e in diversi altri mercati over-the-counter. La strategia di gestione dei futures richiede la negoziazione in futures e valute a livello globale, utilizzando, generalmente, un approccio sistematico o discrezionale. gestori dei Fondi Consentiti utilizzano modelli quantitativi o inputs discrezionali per speculare sull andamento dei singoli mercati o segmenti di mercato. Settore Equity Long/Short Le strategie del settore equity long/short prevedono l assunzione di posizioni lunghe e corte in titoli azionari, di solito basati su valutazioni di fondamentali, sebbene ci si aspetti che i gestori dei Fondi Consentiti impiegheranno un ampia gamma di modelli. Per esempio, i gestori di Fondi Consentiti possono (i focalizzarsi su società all interno di specifici settori; (ii concentrarsi su società che operano solo in determinati stati e regioni; (iii concentrarsi su società con determinati parametri di capitalizzazione di mercato; o (iv impiegare un approccio più diversificato, investendo il patrimonio trasversalmente per stili d investimento, settori industriali, capitalizzazioni di mercato e regioni geografiche. n ogni caso possono essere utilizzate anche altre strategie. Settore Relative Value Le strategie del settore Relative Value mirano al raggiungimento di un profitto dalle differenze di prezzo tra strumenti finanziari, cogliendo spread tra titoli connessi che deviano dal loro valore equo o dal prezzo storico. L'esposizione direzionale e di mercato è generalmente mantenuta al minimo oppure completamente coperta. Di conseguenza, le strategie Relative Value cercano di avere una bassa correlazione e beta in relazione ai maggiori indici di mercato. Le strategie che possono essere utilizzate nel settore relative value comprendono credit relative value, convertible arbitrage, equity market neutral, e fixed income relative value. n ogni caso possono essere utilizzate anche altre strategie Credit Relative Value Credit Relative Value comprende strategie che tendono ad assumere posizioni corte o lunghe in obbligazioni societarie o sui loro derivati, al fine di cogliere le differenze di valutazione tra una singola emissione e l'altra così come tra comparti o indici e le loro componenti sottostanti. Tali strategie possono anche riguardare una componente della struttura del capitale, al fine di cogliere lo scarto tra il prezzo del capitale di rischio e quello del capitale di debito. Le strategie sono guidate sia da analisi basilari qualitative sia da valutazioni quantitative. Comparti sono strutturati in modo da minimizzare l'esposizione direzionale agli spread di credito. Convertible Arbitrage l Convertible Arbitrage su obbligazioni consiste nell acquistare obbligazioni convertibili e assumere posizioni corte su un adeguato numero di azioni ordinarie dello stesso emittente. La vendita allo scoperto dei titoli è finalizzata a coprire il rischio di prezzo derivante dalla convertibilità in azioni delle obbligazioni convertibili. n virtù della componente obbligazionaria delle obbligazioni convertibili, anche il rischio di credito e il rischio connesso al tasso Luglio Goldman Sachs Asset Management

14 Appendice 1: Comparto Goldman Sachs Dynamic Alternative Strategies di interesse possono essere coperti. Le strategie di Convertible Arbitrage sono una strategia di volatilità lunga e trae profitto principalmente dalle repentine variazioni del prezzo delle azioni. Una seconda fonte di possibile guadagno sono i flussi di cassa generati dal pagamento delle cedole delle obbligazioni e dal rimborso di interessi della vendita allo scoperto. Equity Market Neutral Le strategie equity market neutral cercano di evitare le influenze delle tendenze di mercato e sono finalizzate a generare rendimenti esclusivamente dalla selezione dei titoli attraverso la creazione di panieri di titoli azionari con posizioni corte e lunghe con caratteristiche simili, ma con diverse valutazioni correnti, nell ottica che il mercato possa gradatamente rendersi conto di tali differenze nelle valutazioni e correggerle. Comparti sono strutturati in modo da mostrare zero o trascurabile beta a tutti o alla maggior parte dei mercati. n molti casi, i gestori del Fondo Consentito tentano, altresì, di rendere immuni i comparti dalle influenze dell'industria, dalla capitalizzazione di mercato e dall'esposizione del paese. Fixed ncome Relative Value Le strategie Fixed ncome Relative Value mirano a sfruttare le anomalie di prezzo che possono esistere tra titoli obbligazionari e i derivati di riferimento. Alcune strategie obbligazionarie sono basate su macro- valutazioni, mentre altre hanno per lo più natura quantitativa, laddove i modelli finanziari siano una loro componente integrante. Nel caso in cui i titoli si allontanino dalle loro correlazioni storiche (historical relationship o dai valori equi di mercato possono emergere differenze di prezzo in strumenti obbligazionari o in panieri di titoli. Tali correlazioni possono essere temporaneamente distorte a causa di crisi esogene relative all offerta e alla domanda di titoli obbligazionari o per cambiamenti strutturali del mercato obbligazionario. mercati interessati sono prevalentemente quelli del G10 (i paesi sviluppati sebbene gli specialisti utilizzino tecniche similari nei mercati obbligazionari dei paesi in via di sviluppo. Settore Event-Driven Le strategie event-driven mirano a individuare i cambiamenti dei prezzi dei titoli derivanti da eventi societari quali ristrutturazioni, fusioni, acquisizioni, spin-off, e altre situazioni particolari. Gli arbitraggisti degli eventi societari generalmente scelgono i propri investimenti basandosi sulle proprie percezioni circa la probabilità che l evento o l operazione si verifichi, la tempistica che richiederà il processo e la percepita probabilità di rendimenti in relazione al rischio. Strategie che possono essere utilizzate nel settore event-driven includono il merger arbitrage, i titoli high yield/distressed e in situazioni speciali. Possono essere impiegate anche altre strategie. Merger arbitrage Gli arbitraggisti delle fusioni mirano a cogliere la differenza di spread tra i prezzi correnti del mercato e il valore dei titoli a seguito del completamento con successo di un operazione di acquisizione o di fusione. La disponibilità di spreads riflette la mancanza di volontà di altri partecipanti al mercato ad assumere un rischio basato sull operazione, i.e., il rischio che l operazione non si perfezioni e che il prezzo della società target diminuisca. Gli arbitraggisti delle fusioni si specializzano nella valutazione di tale rischio e cercano di creare portafogli che riducano il rischio a specifici eventi. Titoli High Yield/Distressed Le Strategie su titoli high yield/distressed si sostanziano nell investimento in titoli di debito o in azioni di società prossimi alla, o in, bancarotta. Fondi Consentiti differenziano il proprio investimento in relazione al livello di struttura del capitale, allo stadio del processo di ristrutturazione e al proprio grado di coinvolgimento effettivo nella negoziazione dei termini della ristrutturazione. Situazioni Speciali Situazione speciali come spin-off, riorganizzazioni e ristrutturazioni societarie offrono ulteriori opportunità eventdriven Ai Fondi Consentiti. Spesso tali strategie sono impiegate insieme al merger arbitrage o agli investimenti distressed. La fonte dei rendimenti in tali situazioni particolari dipende dall abilità dei fondi Consentiti di valutare gli effetti dell impatto, la tempistica dell evento e di affrontare il rischio associato all evento. Fondi Consentiti si differenziano nel livello di copertura dal rischio del mercato azionario del loro portafoglio. Luglio Goldman Sachs Asset Management

15 Appendice 1: Comparto Goldman Sachs Dynamic Alternative Strategies Multi-strategy e altre strategie portafogli Multi-strategy investono in una gamma di strategie e mirano ad essere più opportunistici nell individuazione di specifici event-driven, azioni lunghe e corte e di strategie relative value nell ambito di diversi contesti di mercato. settori di hedge fund cui ci si riferisce nel presente documento sono individuati sulla base di una classificazione soggettiva effettuata dal Consulente dell nvestimento a sua sola discrezione. Tali classificazioni sono tipicamente basate su informazioni fornite dai Fondi Consentiti al Consulente dell nvestimento e possono discostarsi da classificazioni di settori con denominazione simile effettuate da altri operatori del settore. noltre, sebbene i Fondi Consentiti nei quali sia stato allocato il patrimonio del Comparto ci si attende possano utilizzare strategie di investimento che coinvolgano uno o più settori di hedge fund, alcuni Fondi Consentiti possono utilizzare altre strategie di investimento che possono o meno essere collegate a tale settore. Comparti possono impiegare un ampia varietà di strategie di investimento e possono modificare o discostarsi dalle strategie di investimento qui descritte qualora il Consulente dell nvestimento ritenga queste ultime appropriate per realizzare l obiettivo di investimento del Comparto. Commissione d ncentivo l Comparto può corrispondere una commissione di incentivo (la Commissione di ncentivo pari al 10 per cento dell importo rappresentato dall eccedenza del valore patrimoniale netto per Azione (cfr. Determinazione del Valore Patrimoniale Netto nel Prospetto rispetto al Valore Benchmark per Azione (come di seguito più dettagliatamente descritto. La Commissione di ncentivo matura ogni mercoledì (o il successivo Giorno Lavorativo qualora tale mercoledì non dovesse essere un Giorno Lavorativo ed è pagabile mensilmente posticipatamente a valere sul patrimonio attribuibile al Comparto. n relazione alle Azioni di ciascuna Classe si effettua un calcolo distinto. l Valore Benchmark per Azione applicabile in qualsiasi giorno rilevante sarà ridotto per riflettere precedenti distribuzioni. l Valore Benchmark per Azione delle Classi alla fine di ogni mercoledì (o il successivo Giorno Lavorativo qualora tale mercoledì non dovesse essere un Giorno Lavorativo è uguale a (i il valore patrimoniale netto per Azione riferito al precedente Mercoledì (o il Giorno Lavorativo successivo qualora tale mercoledì non dovesse essere un Giorno Lavorativo in cui è maturata la Commissione di ncentivo (ovvero, qualora non sia stata ancora determinata alcuna Commissione di ncentivo, il valore patrimoniale netto per Azione immediatamente successivo all offerta iniziale delle Azioni in oggetto, più (ii il prodotto della precedente voce (i (a moltiplicato per il LBOR medio a tre mesi, (b moltiplicato per il numero di giorni trascorsi dal precedente Mercoledì (o il Giorno Lavorativo successivo qualora tale mercoledì non dovesse essere un Giorno Lavorativo in cui è maturata la Commissione di ncentivo e (c diviso per 365. Di conseguenza, se un investitore acquista Azioni nel momento in cui il valore patrimoniale netto per Azione della classe acquistata è inferiore al Valore Benchmark per Azione della classe in oggetto, la sua partecipazione non sarà soggetta alla maturazione della Commissione di ncentivo finché il valore patrimoniale netto di detta classe non superi il corrispondente Valore Benchmark per Azione. Ai fini del calcolo della Commissione di ncentivo, il LBOR sarà determinato in conformità alle disposizioni seguenti: (i l primo mercoledì (o il Giorno Lavorativo successivo qualora tale mercoledì non dovesse essere un Giorno Lavorativo di ogni mese (detto giorno è definito come Data di Determinazione degli nteressi", l Amministratore determina la media aritmetica delle quotazioni offerte dalle Banche di Riferimento (secondo la definizione qui fornita alle banche primarie del mercato interbancario di Londra per i depositi a tre mesi in Euro (o nella valuta del valore della relativa classe di azione (con arrotondamento in eccesso, se necessario, al multiplo più vicino di 1/32 dell uno per cento (1,0% in riferimento alla schermata FWDV del sito di Reuters (secondo quanto definito nel volume nternational Swap Dealers Association, nc. Code of Standard Wording, Assumptions and Provisions for Swaps, edizione 1986 alle ore (ora di Londra della data in questione. Nel presente documento, per Banche di Riferimento si intendono le banche le cui quotazioni appaiono nella schermata FWDV del sito di Reuters alla corrispondente Data di Determinazione degli nteressi. Luglio Goldman Sachs Asset Management

16 Appendice 1: Comparto Goldman Sachs Dynamic Alternative Strategies (ii (iii Se, ad una qualsiasi Data di Determinazione degli nteressi, almeno due Banche di Riferimento forniscono dette quotazioni, il LBOR sarà determinato in conformità al precedente paragrafo (i sulla base delle quotazioni offerte dalle Banche di Riferimento che forniscono dette quotazioni. Se, ad una qualsiasi Data di Determinazione degli nteressi, le suddette quotazioni sono fornite da una sola ovvero da alcuna Banca di Riferimento, il LBOR sarà considerato pari al tasso d interesse di riserva (il Tasso d nteresse di Riserva. l Tasso d nteresse di Riserva sarà il tasso annuo (arrotondato in eccesso, se necessario, al multiplo più vicino di 1/32 dell uno per cento (1,0%, che l Amministratore individua essere (x pari alla la media aritmetica delle quotazioni offerte che le banche primarie selezionate da detto Amministratore (previa consultazione con il Consulente dell nvestimento forniscono alla Data di Determinazione degli nteressi in questione per i depositi a tre mesi in Euro (o nella valuta del valore della relativa classe di azione ai principali uffici di Londra e alle banche primarie del mercato interbancario di Londra o (y qualora non fosse in grado di determinare la suddetta media aritmetica, la media aritmetica delle quotazioni offerte che le banche primarie dallo stesso selezionate (previa consultazione con il Consulente dell nvestimento forniscono in detta Data di Determinazione degli nteressi alle banche primarie per i depositi a tre mesi in Euro (o nella valuta del valore della relativa classe di azione, fato comunque salvo il fatto che il Gestore dovesse ma non fosse in grado di determinare il Tasso d nteresse di Riserva nel modo sopra prescritto, il LBOR sarà il LBOR determinato l ultimo mercoledì (o il Giorno Lavorativo successivo qualora tale mercoledì non dovesse essere un Giorno Lavorativo in cui detto LBOR sia stato disponibile in conformità ai precedenti paragrafi (i e (ii. Qualora il Fondo sospendesse la determinazione del valore patrimoniale netto per Azione in qualsiasi mercoledì (o il Giorno Lavorativo successivo qualora tale mercoledì non dovesse essere un Giorno Lavorativo (cfr. Determinazione del Valore Patrimoniale Netto nel Prospetto, il calcolo della Commissione di ncentivo relativa alle classi in questione per detto giorno, si baserà sulla determinazione immediatamente successiva disponibile per il valore patrimoniale netto per Azione e l importo dell eventuale Commissione di ncentivo dovuta al Consulente dell nvestimento sarà conseguentemente ripartita proporzionalmente. Sottoscrizioni, Rimborsi e Conversioni Le Azioni del Comparto Goldman Sachs Dynamic Alternative Strategies possono essere acquisitate e rimborsate ogni mercoledì (o il successivo Giorno Lavorativo qualora tale mercoledì non dovesse essere un Giorno Lavorativo e le richieste di sottoscrizioni, rimborsi e conversioni di Azioni devono pervenire non oltre le ore 17:00, ora Europa Centrale, almeno quattro (4 Giorni Lavorativi prima del giorno indicato. Gli importi di sottoscrizione dovuti devono essere pagati entro due (2 Giorni Lavorativi dalla data di acquisto. l Comparto Golman Sachs Dynamic Alternative Strategies intende normalmente liquidare i proventi derivanti dal rimborso al netto di qualsiasi tassa o imposta sui rimborsi delle Azioni entro cinque (5 Giorni Lavorativi successivi alla Data di Rimborso prevista. Luglio Goldman Sachs Asset Management

17 Fattori di Rischio Specifici e Conflitti di nteresse Fattori di Rischio Specifici e Conflitti di nteressi Fattori di Rischio e i Conflitti di nteresse riportati di seguito sono specifici del Comparto e si aggiungono senza sostituirsi ai Fattori di Rischio e ai Conflitti di nteresse decritti nel Prospetto. fattori di Rischio riportati di seguito devono essere analizzati in concomitanza con quelli descritti nel Prospetto. Gli nvestitori sono tenuti ad analizzare tutti i Fattori di Rischio al fine di valutare l applicabilità a uno specifico Comparto Specializzato. Gestione del Comparto l Consulente dell nvestimento potrebbe, in alcune occasioni, non essere in grado di riallocare le attività del Comparto tra i Fondi Consentiti qualora così ritenga opportuno per raggiungere l obiettivo di investimento del Comparto. n particolare ciò potrebbe avvenire a causa di un numero di fattori quali, a titolo esemplificativo, le limitazioni ai rimborsi imposti dai Fondi Consentiti. Qualora si verifichino squilibri nelle allocazioni derivanti dalla mancata tempestiva riallocazione delle attività, le perdite che ne conseguirebbero, potrebbero comportare a carico del Comparto perdite maggiori rispetto a quelle che sarebbero sostenute da un Comparto che avesse raggiunto gli obiettivi di allocazione. Ciclo di regolamento del Comparto per le Richieste di Rimborso n ragione dello specifico ciclo di regolamento per le richieste di rimborso riferite al presente Comparto (si veda Appendice 1 al presente supplemento per maggiori dettagli, quest ultimo potrebbe non costituire un investimento appropriato qualora la restituzione dei proventi di rimborso a breve termine sia un fattore importante per un investitore. E importante considerare che un investitore si assumerà il rischio di una diminuzione del valore dell investimento tra la data in cui l avviso irrevocabile di rimborso è stato sottoscritto e la data in cui è calcolato e pagato l ammontare del rimborso all investitore recedente. Tale ipotesi si riferisce in particolare a mercati volatili o in declino, dove vi può essere una significativa diminuzione del valore. Tale Comparto può non costituire, pertanto, un investimento appropriato qualora la certezza del valore dell investimento oltre che delle procedure di rimborso, rappresentino un importante fattore per l investitore. L investitore che potrebbe non essere in grado di sopportare il rischio riferito ad entrambi i fattori non dovrebbe investire nel Comparto. Liquidità Limitata Alcuni Fondi Consentiti possono imporre maggiori restrizioni ai rimborsi rispetto a quelle previste dal Comparto, ivi inclusa la possibilità che siano previste date di rimborso meno frequenti rispetto a quelle che il Comparto mette a disposizione ai suoi Azionisti. n aggiunta, alcuni Fondi Consentiti possono, in certi casi, imporre talune commissioni di rimborso. Dal momento che il Comparto in linea di principio non addebita alcuna commissione di rimborso agli azionisti che lo richiedono, tali commissioni, se addebitate al Comparto, ridurranno il valore del patrimonio netto dello stesso e ciò influenzerà negativamente tutti gli Azionisti (non soltanto coloro che hanno chiesto il rimborso. Una significativa parte del patrimonio del Comparto può essere allocata in Fondi Consentiti relativamente meno liquidi. L incapacità del Comparto di ottenere il rimborso di quanto detenuto in tali Fondi Consentiti può avere un effetto negativo significativo sulla capacità del Comparto di riallocare le proprie attività. noltre, ad un significativo numero di richieste di rimborso effettuate da parte degli Azionisti del Comparto, che non siano controbilanciate da nuove sottoscrizioni, potrebbe conseguire la detenzione da parte del Comparto, rispetto alla situazione precedente, di una maggiore concentrazione in tali Fondi Consentiti meno liquidi. Quanto precede potrebbe avere un affetto significativamente negativo sulla diversificazione degli investimenti del Comparto, e potrebbe anche determinare il differimento o la sospensione, da parte del Comparto, dei futuri rimborsi dovuti agli Azionisti. Tutto ciò potrebbe imporre al Comparto la liquidazione di una o più attività in un momento in cui il Consulente dell nvestimento non lo ritiene opportuno così da avere un effetto significativo negativo sul Comparto. Alcuni Fondi Consentiti possono di volta in volta, sospendere, selezionare o altrimenti limitare i rimborsi, le attività side-pocket, disporre trattenute fino alla fine dell anno o al completamento delle revisioni contabili finali, effettuare distribuzioni in natura in connessione con le richieste di rimborso o liquidare i propri compartila tempistica per ottenere il rimborso di attività illiquide è tipicamente oggetto di incognita, e potrebbe rendersi necessario un periodo di tempo significativo prima che il Comparto sia in grado di liquidare qualsiasi attività ricevuta a fronte di una distribuzione in natura ovvero per ottenere il rimborso da tale Fondo Consentito. Ciò potrebbe avere un effetto Luglio Goldman Sachs Asset Management

18 Fattori di Rischio Specifici e Conflitti di nteresse materiale negativo sulla composizione degli investimenti del Comparto e potrebbe influire negativamente sia sulla capacità del Consulente dell nvestimento di attuare con successo il programma di investimento del Comparto, sia sulla capacità del Consulente dell nvestimento di riequilibrare il Comparto. Tutte le Azioni parteciperanno in tali posizioni meno liquide, anche se alcune Azioni siano state acquistate dopo che il Comparto abbia ricevuto una distribuzione in natura o abbia investito nel pertinente Fondo Consentito. Affidamento sul Consulente dell nvestimento e sui Fondi Consentiti l Consulente dell nvestimento investirà le attività del Comparto tramite Fondi Consentiti. l Consulente dell nvestimento ha l esclusivo potere e responsabilità circa la selezione dei Fondi Consentiti. l successo del Comparto dipende, tra l altro, dalla capacità del Consulente dell nvestimento di sviluppare e attuare con successo strategie che consentono il raggiungimento dell obiettivo di investimento del Comparto, e dalla capacità dei Fondi Consentiti di sviluppare e attuare strategie che consentono il raggiungimento dei propri obiettivi di investimento. n ogni caso, non si può garantire che il Consulente dell nvestimento, o qualsiasi Fondo Consentito, saranno in grado di sviluppare e attuare tali strategie di investimento. Ad esempio, l incapacità di un Fondo Consentito di effettuare coperture efficaci su una strategia di investimento utilizzata, potrebbe comportare la diminuzione significativa di valore delle attività del Comparto allocate in tale Fondo Consentito e, quindi, perdite sostanziali nel Comparto. noltre, le decisioni soggettive adottate dal Consulente dell nvestimento e/o dal Fondo Consentito potrebbero causare al Comparto di incorrere in perdite, ovvero di mancare opportunità di guadagno con le quali avrebbe altrimenti potuto capitalizzare. Gli Azionisti non avranno il diritto o il potere di partecipare alla gestione quotidiana o al controllo del Fondo, del Comparto o del Fondo Consentito, e non avranno l opportunità di valutare né le specifiche strategie o gli investimenti effettuati dal Comparto o da qualsiasi Fondo Consentito, né i termini degli investimenti posti in essere dal Comparto o da qualsivoglia Fondo Consentito. Sebbene il Consulente dell nvestimento selezionerà e monitorerà i Fondi Consentiti nei quali il Comparto alloca le proprie attività, lo stesso Consulente dell nvestimento si affiderà in larga misura sulle informazioni fornite dal Fondo Consentito e dai propri gestori e, in generale, avrà un accesso limitato ad altre informazioni relative ai comparti e alle operazioni del Fondo Consentito. Vi è il rischio che un Fondo Consentito, o i suoi gestori, possano dolosamente, negligentemente o altrimenti trattenere o rendere informazioni scorrette riguardo al rendimento del Fondo Consentito, ivi incluse le informazioni sulla presenza o sugli effetti di attività fraudolente o similari ( Attività Fraudolente. Una corretta esecuzione da parte del Consulente dell nvestimento riguardo alle proprie funzioni di monitoraggio, non metterà in genere il Consulente dell nvestimento nelle condizioni di scoprire tali situazioni prima che il Fondo Consentito renda nota (ovvero prima che ci sia un informativa pubblica la presenza o gli effetti di qualsivoglia Attività Fraudolenta. Di conseguenza, il Consulente dell nvestimento non può garantire che il Fondo Consentito non effettui Attività Fraudolente e che abbia l occasione e la capacità di proteggere il Comparto dalle perdite che sono conseguenti alle Attività Fraudolente del Fondo Consentito. Nell ambito delle verifiche continuative condotte dal Consulente dell nvestimento sui Fondi Consentiti e sui rispettivi gestori, il Consulente dell nvestimento può individuare alcune carenze (incluse carenze potenzialmente significative che dovrebbero essere affrontate dal Fondo Consentito o dai suoi gestori, quali questioni relative a operazioni, rischi di gestione, rendimento, personale e investimenti. l Consulente dell nvestimento può identificare tali criticità con il Fondo Consentito o i suoi gestori e richiedere che gli stessi affrontino le citate carenze. l Consulente dell investimento può decidere di non liquidare i suoi investimenti in un Fondo Consentito, a prescindere dall individuazione di tali carenze, per varie ragioni, tra cui, a titolo esemplificativo, qualora il Consulente dell nvestimento ritenga, a propria sola discrezione, che siffatte carenze non siano significative, ovvero perché il Fondo Consentito o i suoi gestori stiano cercando di far fronte a tali carenze. Qualora il Fondo Consentito subisca perdite in tale periodo, il Comparto potrebbe esserne negativamente pregiudicato. l Consulente dell nvestimento può investire una parte sostanziale del patrimonio del Comparto in Fondi Consentiti che abbiano un track record limitato o assente e in Fondi Consentiti i cui gestori abbiano limitate o assenti esperienze operative. gestori di alcuni Fondi Consentiti possono avere un esperienza limitata, o non avere esperienza nella gestione di alcune delle strategie che ci si aspetta vengano da loro utilizzate nell ambito dei loro programmi di investimento. Alcune delle strategie utilizzate potrebbero anche essere state recentemente sviluppate e non largamente utilizzate e, in tali casi, potrebbe essere difficile prevedere il rischio di utilizzo di tali strategie nelle diverse condizioni di mercato. n tali casi, i gestori dei Fondi Consentiti o i singoli componenti dei rispettivi team di gestione dovranno avere ciascuno, secondo l opinione del Consulente dell nvestimento, un esperienza sufficientemente rilevante maturata in altri contesti o in strategie di negoziazione che siano simili alle strategie che ci si aspetta vengano utilizzate dai gestori. Rischi particolari connessi alla Struttura Fondo di Fondi Luglio Goldman Sachs Asset Management

19 Fattori di Rischio Specifici e Conflitti di nteresse Di seguito sono elencati alcuni dei rischi collegati alla circostanza che il Comparto investa in Fondi Consentiti. nvestimenti in Fondi Consentiti in via generale A causa del fatto che un Comparto investe le sue attività in un Fondo Consentito, l investimento nel Comparto di un Azionista sarà soggetto alle politiche di investimento dei Fondi Consentiti e alle decisioni dei rispettivi gestori, in proporzione diretta rispetto all ammontare delle attività del Comparto che siano state investite in ciascun Fondo Consentito. l valore patrimoniale netto delle attività investite nei Fondi Consentiti e, di conseguenza, di ciascun Comparto, varieranno, tra l altro, in relazione a diversi fattori di mercato ed economici collegati ai mercati nei quali investe il Fondo Consentito, e alle condizioni finanziare e alle prospettive degli emittenti nei quali il Fondo Consentito ha deciso di investire. Gli nvestimenti del Comparto e dei Fondi Consentiti Possono Non Essere Diversificati Salvo quanto stabilito nelle restrizioni agli investimenti, non si assicura la presenza di livelli di diversificazione in molteplici Fondi Consentiti ovvero di una diversificazione tra le strategie. Una maggiore concentrazione in un qualsiasi Fondo Consentito o in qualsiasi settore può portare a rischi ulteriori. l numero dei Fondi Consentiti può variare e cambiare significativamente nel tempo come conseguenza della decisione adottata dal Consulente dell nvestimento a sua sola discrezione. Di conseguenza, gli investimenti del Comparto potranno essere soggetti a variazioni di valore più frequenti rispetto a quelle che si verificherebbero se il Comparto fosse maggiormente diversificato. Mentre il Consulente dell nvestimento può ricercare Fondi Consentiti che pongano in essere strategie di investimento diversificate, non può esserci garanzia del fatto che il mercato, o altri eventi, non abbiano un impatto negativo sulle strategie impiegate da molteplici Fondi Consentiti. Fondi Consentiti possono, nel rispetto delle limitazioni di investimento loro applicabili, detenere, per un certo tempo, ampie posizioni in un numero di investimenti relativamente limitato. Fondi Consentiti possono avere di mira o concentrare i loro investimenti in particolari mercati, settori o attività. Fondi Consentiti che si concentrano su una specifica attività o che mirano a una strategia specifica saranno esposti anche al rischio che tale attività o strategia possa essere caratterizzata da, ma non essere limitata a, un rapido deterioramento della tecnologia, sensibilità ai cambiamenti di regole dei mercati, nazionalizzazioni, espropriazioni, condizioni politiche ed economiche, barriere minime all entrata, e sensibilità a tutte le altre oscillazioni del mercato. noltre, maggiori concentrazioni in Fondi Consentiti determineranno verosimilmente un aumento degli effetti negativi che si riverseranno su un Comparto a seguito di qualsivoglia problema si dovesse manifestare nel Fondo Consentito sottostante (incluse senza limitazioni le sospensioni di riscatto in relazione a tali Fondi Consentiti, dal momento che è più probabile che tale Fondo Consentito rappresenti una porzione significativa delle attività del Comparto. Valutazione degli nvestimenti del Comparto La valutazione degli investimenti del Comparto è solitamente determinata facendo riferimento a valutazioni fornite dai Fondi Consentiti. Mentre ci si aspetta che le attività dei Fondi Consentiti siano generalmente valutate da un amministratore terzo e indipendente, ovvero da un altro fornitore del servizio, possono esserci occasioni nelle quali alcuni titoli o altre attività di un Fondo Consentito si presentino prive di un prezzo di mercato facilmente accertabile. n tali casi, al gestore del relativo Fondo Consentito può essere richiesto di effettuare una valutazione a fair value di tali titoli o strumenti. A questo proposito, il gestore di un Fondo Consentito potrebbe trovarsi ad affrontare una situazione di conflitto di interessi nella valutazione dei titoli, atteso che il loro valore inciderà sul compenso di tale gestore. l Consulente dell nvestimento generalmente non avrà abbastanza informazioni per essere in grado di supervisionare la correttezza delle valutazioni fornite dal Fondo Consentito in cui investe il Comparto. Livelli Multipli di Commissioni e Spese Un Azionista può essere in grado di investire direttamente in un Fondo Consentito. Con un investimento indiretto in un Fondo Consentito attraverso il Comparto, l Azionista sosterrà commissioni basate sull attività e sul rendimento del Comparto, in aggiunta a qualsiasi commissione basata sull attività e sul rendimento del Fondo Consentito. noltre, un Azionista del Comparto sosterrà una parte proporzionale delle commissioni e delle spese del Comparto (ivi incluse spese di organizzazione e di offerta, costi operativi, costi di sottoscrizione, spese di brokerage e commissioni amministrative e, indirettamente, spese simili nell ambito del Fondo Consentito. Così, un Azionista del Comparto potrà essere soggetto a spese operative più elevate di quelle dell investitore che investe direttamente nel Fondo Consentito, ovvero di quelle che dovrebbe sostenere in un fondo che non utilizzi una struttura fondo di fondi. Oltre alla commissione di incentivo dovuta al Consulente dell nvestimento, ci si aspetta che il Comparto sia soggetto a una commissione basata sul rendimento a livello di ciascun Fondo Consentito in cui investe, a Luglio Goldman Sachs Asset Management

20 Fattori di Rischio Specifici e Conflitti di nteresse prescindere dai rendimenti di altri Fondi Consentiti o, generalmente, del Comparto. Di conseguenza, il gestore dei Fondi Consentiti che abbia realizzato un rendimento positivo potrà ricevere un compenso basato sul rendimento dal Comparto, e quindi indirettamente dagli Azionisti, anche qualora la performance del Comparto unitamente considerata risulti negativa. Le commissioni fisse, generalmente calcolate e pagate mensilmente ai gestori dei Fondi Consentiti, basate sul valore patrimoniale netto degli investimenti del Comparto in tale Fondo Consentito, possono variare (su base annualizzata in via approssimativa dallo 0% al 4%. Le commissioni basate sulla performance nei Fondi Consentiti possono variare in via approssimativa dal 10% al 30% dell apprezzamento netto del capitale negli investimenti di di ciascun Fondo Consentito nell arco di un periodo di tempo individuato dal Fondo Consentito stesso. n ogni caso, il Comparto può, a esclusiva discrezione del Consulente dell nvestimento, investire in Fondi Consentiti che riscuotono commissioni fisse, commissioni basate sull attività, commissioni basate sul rendimento o altri compensi che materialmente eccedono le suddette percentuali ovvero in Fondi Consentiti che strutturano i loro compensi in modi diverso. compensi basati sul rendimento ricevuti dal Consulente dell nvestimento e dal gestore del Fondo Consentito possono anch essi creare un incentivo per il Consulente dell nvestimento, o per suddetto gestore, ad effettuare investimenti che si presentano come più rischiosi o più speculativi rispetto a quelli che sarebbero stati effettuati in assenza di un compenso basato sul rendimento. Duplicazione di Costi di Negoziazione Le decisioni di investimento dei gestori dei Fondi Consentiti sono generalmente adottate da ciascuno di essi in modo indipendente. Di conseguenza, in qualsiasi momento, un Fondo Consentito può comprare titoli di un emittente i cui titoli siano stati venduti da un altro Fondo Consentito. n questo modo, il Comparto potrebbe indirettamente incorrere in costi di negoziazione senza raggiungere alcun risultato netto di investimento. Fondi Consentiti che nvestono ndipendentemente Ciascun gestore di Fondi Consentiti generalmente adotta decisioni di investimento in modo totalmente indipendente da altri Fondi Consentiti e può, nel corso del tempo, detenere posizioni economicamente in compensazione (economically offsetting positions. Nella misura in cui il Fondo Consentito detiene tali posizioni, il Comparto, considerato in modo unitario, potrebbe non raggiungere nessuna guadagno o perdita a fianco delle commissioni e delle spese connesse a tali posizioni. noltre, i gestori di Fondi Consentiti ricevono compensi basati sul rendimento dei loro Comparti. noltre, è possibile che nel corso del tempo, vari Fondi Consentiti e il Consulente dell nvestimento si trovino a competere tra di loro per le stesse posizioni in uno o più mercati. ndennizzo di Fondi Consentiti l Comparto può indennizzare alcuni Fondi Consentiti e i loro rispettivi funzionari, amministratori e soggetti collegati in relazione all investimento del Comparto nei Fondi Consentiti. Cambiamenti nelle Strategie di nvestimento e di Negoziazione utilizzate da Fondi Consentiti Nel corso del tempo, i Fondi Consentiti possono, senza una preventiva comunicazione diretta al Consulente dell nvestimento, al Comparto o agli Azionisti, ricorrere a ulteriori strategie e sub strategie di investimento, non descritte nel presente documento, e/o rimuovere, sostituire o modificare le proprie strategie e sub strategie di investimento o qualsiasi tipo di investimento che sia al momento utilizzato. A qualsiasi tale aggiunta o cambiamento può conseguire l investimento da parte del Fondo Consentito in mercati, titoli o strumenti diversi rispetto a quelli qui descritti. Qualsiasi tale decisione può determinare che tutta o una significativa parte delle attività di un Fondo Consentito venga assegnata a una singola strategia di investimento o a una sub strategia ovvero a un solo tipo di investimento. Non si garantisce che le decisioni adottate a questo riguardo da un Fondo Consentito abbiano successo o non abbiano, dall altro lato, un effetto negativo sul Fondo Consentito e, di ritorno, sul Comparto. Gli Azionisti non avranno l opportunità di valutare tali decisioni e nemmeno l opportunità di riscattare le loro azioni prima di tali decisioni. Ulteriori Potenziali Conflitti di nteressi Ulteriori Attività di Goldman Sachs che possono avere un impatto sulla Selezione dei Fondi Consentiti per il Comparto l Consulente dell nvestimento seleziona i Fondi Consentiti per il Comparto in base agli obblighi previsti in capo ad esso in qualità di Consulente dell nvestimento del Comparto. Tuttavia, data l ampiezza delle attività esercitate da Goldman Sachs, tali altre attività di Goldman Sachs potrebbero causare effetti negativi sul Comparto. Si prevede che Goldman Sachs possa ricevere dai Fondi Consentiti e/o dai loro gestori, sponsor o consulenti di investimento Luglio Goldman Sachs Asset Management

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità. Cristiana Brocchetti

Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità. Cristiana Brocchetti Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità Cristiana Brocchetti Milano, 17 dicembre 2012 1 Tradizionale o Alternativo? Due le principali aree che caratterizzano le tipologie di investimento: Tradizionali

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta insieme fino all essenza Dexia Asset Management, un leader europeo nell ambito della Gestione Alternativa n Una presenza storica fin

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa QUANT Bond Perché investire nel QUANT Bond? 1 Logica di investimento innovativa Partiamo da cose certe Nel mercato obbligazionario, una equazione è sempre vera: Rendimento = Rischio E possibile aumentare

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO Data release 01/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

Orientamenti ABE in materia di. valore a rischio in condizioni di stress (VaR in condizioni di stress) EBA/GL/2012/2

Orientamenti ABE in materia di. valore a rischio in condizioni di stress (VaR in condizioni di stress) EBA/GL/2012/2 Orientamenti ABE in materia di valore a rischio in condizioni di stress (VaR in condizioni di stress) EBA/GL/2012/2 Londra, 16.05.2012 1 Oggetto degli orientamenti 1. Il presente documento contiene una

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini SpA Sede Legale : Piazza Ferrari n. 15 47921 RIMINI ITALY Tel.: 0541-701111 Fax 0541-701337 Indirizzo Internet: www.bancacarim.it Capitale Sociale 246.145.545,00

Dettagli

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale;

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale; CIRCOLARE N. 1276 Condizioni generali per l accesso al credito della gestione separata della Cassa depositi e prestiti società per azioni (CDP), ai sensi dell art. 5 comma 7 lettera a), primo periodo,

Dettagli

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile UBS (Lux) KSS Global Allocation Fund Gennaio 2010 Informazione Pubblicitaria Disclaimer Il presente documento è consegnato unicamente a

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA RURALE RURALE DI TRENTO Marzo 2014 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Execution-Transmission policy

Execution-Transmission policy Execution-Transmission policy Versione Delibera 1 Delibera del Consiglio di Amministrazione del 13/10/2007 2 Aggiornamento con delibera CdA del 23/02/2008 3 Aggiornamento con delibera CdA del 21/03/2008

Dettagli

Multiflex - Versione Unico Contratto di assicurazione sulla vita multiramo a premio unico

Multiflex - Versione Unico Contratto di assicurazione sulla vita multiramo a premio unico Chiara Vita T Multiflex - Versione Unico Contratto di assicurazione sulla vita multiramo a premio unico Il presente Fascicolo informativo, contenente: Scheda sintetica Nota informativa Condizioni contrattuali

Dettagli

I principali prodotti derivati. Elementi informativi di base. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

I principali prodotti derivati. Elementi informativi di base. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore I principali prodotti derivati Elementi informativi di base Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice I - Premessa 3 II - Cosa sono i prodotti derivati 4 III - I principali prodotti

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini -

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Unipol Banca S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: piazza della Costituzione, 2-40128 Bologna (Italia) tel. +39 051 3544111 - fax +39 051 3544100/101 Capitale sociale i.v. Euro 897.384.181 Registro

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire Materiale di marketing Schroders Fondi Income Una generazione su cui investire Con mercati sempre più volatili e imprevedibili, affidarsi al solo apprezzamento del capitale spesso non basta. Il bisogno

Dettagli

Informazioni importanti

Informazioni importanti 0515 Informazioni importanti Sul presente Prospetto - Il Prospetto fornisce informazioni sul Fondo e sui Comparti e contiene informazioni che i potenziali investitori devono conoscere prima di procedere

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

POLICY DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

POLICY DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI POLICY DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI INDICE 1. PREMESSA.3 2. RELAZIONI CON ALTRE NORME E DOCUMENTI 5 3. PRINCIPI GUIDA PER L ESECUZIONE E LA TRASMISSIONE DEGLI ORDINI..7 4. FATTORI DI ESECUZIONE

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari Documento di Sintesi Documento redatto ai sensi dell art. 48, comma 3, del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione A) Informazioni generali 1. L Impresa di assicurazione Parte I del Prospetto d Offerta - Informazioni sull investimento e sulle coperture assicurative Parte I del Prospetto d Offerta Informazioni sull

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Liquidity Coverage Ratio: requisiti di informativa pubblica Gennaio 2014 (versione aggiornata al 20 marzo 2014) La presente pubblicazione è consultabile sul

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi;

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi; Capitolo 3 Prodotti derivati: forward, futures ed opzioni Per poter affrontare lo studio dei prodotti derivati occorre fare delle ipotesi sul mercato finanziario che permettono di semplificare dal punto

Dettagli

FORWARD RATE AGREEMENT

FORWARD RATE AGREEMENT FORWARD RATE AGREEMENT FLAVIO ANGELINI. Definizioni In generale, un contratto a termine o forward permette una compravendita di una certa quantità di un bene differita a una data futura a un prezzo fissato

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"):

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la Società): 24 luglio 2014 Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"): ETFS WNA Global Nuclear Energy GO UCITS ETF (ISIN: IE00B3C94706)

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

INFORMAZIONE SULLE STRATEGIE DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA CAPASSO ANTONIO SPA

INFORMAZIONE SULLE STRATEGIE DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA CAPASSO ANTONIO SPA 1 INFORMAZIONE SULLE STRATEGIE DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA CAPASSO ANTONIO SPA Revisione del 01/08/2013 2 INDICE PREMESSA 1.RELAZIONI CON ALTRE NORME E DOCUMENTI 2.PRINCIPI GUIDA

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

CONVENZIONE QUADRO TRA

CONVENZIONE QUADRO TRA PROVINCIA DI PESARO E URBINO CONVENZIONE QUADRO Espletamento dei servizi finanziari connessi all emissione di prestiti obbligazionari ed altri servizi finanziari accessori e servizio di advisory per la

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

Corso di Matematica finanziaria

Corso di Matematica finanziaria Corso di Matematica finanziaria modulo "Fondamenti della valutazione finanziaria" Eserciziario di Matematica finanziaria Università degli studi Roma Tre 2 Esercizi dal corso di Matematica finanziaria,

Dettagli

Economia monetaria e creditizia. Slide 3

Economia monetaria e creditizia. Slide 3 Economia monetaria e creditizia Slide 3 Ancora sul CDS Vincolo prestatore Vincolo debitore rendimenti rendimenti-costi (rendimenti-costi)/2 Ancora sul CDS dove fissare il limite? l investitore conosce

Dettagli

- 2 Banca di Credito Cooperativo di Santeramo in Colle

- 2 Banca di Credito Cooperativo di Santeramo in Colle STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI SANTERAMO IN COLLE (BARI) Aggiornata con delibera del Consiglio di Amministrazione del 03 DICEMBRE 2014 VVeer r..1111

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA CREMASCA Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Garibaldi 29 26013 Crema (CR) Tel.: 0373/8771 Fax: 0373/259562

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Direttive della CAV PP D 02/2013

Direttive della CAV PP D 02/2013 italiano Commissione di alta vigilanza della previdenza professionale CAV PP Direttive della CAV PP D 02/2013 Indicazione delle spese di amministrazione del patrimonio Edizione del: 23.04.2013 Ultima modifica:

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014 DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014 1. PRINCIPI GENERALI IN TEMA DI BEST EXECUTION Il presente documento descrive

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Aggiornato al 19/12/2014 1

Aggiornato al 19/12/2014 1 SERVIZI Estero Foglio Informativo n. 041108 Finanziamenti Import TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione Il monitoraggio della gestione finanziaria nei fondi pensione Prof. Università di Cagliari micocci@unica.it Roma, 4 maggio 2004 1 Caratteristiche tecnico - attuariali dei fondi pensione Sistema finanziario

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business Portfolio Management GUARDIAN Solutions The safe partner for your business Swiss-Rev si pone come società con un alto grado di specializzazione e flessibilità nell ambito di soluzioni software per il settore

Dettagli

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Regolamento emittenti TITOLO II CAPO II SEZIONE IV Art. 87 (Comunicazioni dei capigruppo Comunicazioni delle operazioni di compravendita

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM)

Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM) Certezza Più Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM) Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Scheda Sintetica, la Nota Informativa,

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI UNIVERSITA ROMA TRE FACOLTA DI ECONOMIA PROF. UGO MARINELLI Anno accademico 007-08 1 COMPRENSIONE DELL IMPRESA

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. *** Nota informativa per i potenziali aderenti

Dettagli

BRating Analysis. Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. 15/04/2015. Statistiche del sistema

BRating Analysis. Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. 15/04/2015. Statistiche del sistema BRating Analysis 15/04/2015 Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. Per quanto riguarda il mercato azionario I protagonisti del mese sono stati i fondi che investono

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del prezzo... 4 1.2.2

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it I Derivati a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it 1 Definizione di derivati I derivati sono strumenti finanziari (art.1 TUF) Il valore dello strumento deriva da uno o più variabili sottostanti (underlying

Dettagli

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: Scheda Sintetica; Nota Informativa; Condizioni di Assicurazione

Dettagli