utilizzo di metodologie di apprendimento attive con i bambini (es: laboratori sensoriali, giochi);

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "utilizzo di metodologie di apprendimento attive con i bambini (es: laboratori sensoriali, giochi);"

Transcript

1 Attività produttive, Agricoltura e alimentazione Turismo e Politiche comunitarie Mestre, 11/07/2012 Prot. /2012 RELAZIONE PROGETTO GUADAGNARE SALUTE: MERENDA SANA A SCUOLA PER UN VENETO PIÙ BIO Titolo del progetto: Guadagnare salute: merenda sana a scuola. Progetto finanziato nell ambito del Programma di Azione Nazionale per l agricoltura biologica e i prodotti biologici per l anno Asse 3, azione 3.1 Promozione del bio nella ristorazione collettiva biologica. Decreto Dipartimentale n del Progetto Per un Veneto più biologico. Soggetti coinvolti Soggetto richiedente: Provincia di Venezia - Unità operativa Agricoltura e alimentazione Sede legale: Palazzo Ca' Corner, San Marco 2662, Venezia Sede Unità operativa Agricoltura e alimentazione: Via Sansovino 5, Mestre Venezia Codice Fiscale: Soggetti partner: - Azienda ULSS 12 Veneziana, Dipartimento di Prevenzione - Servizio Igiene Alimenti Nutrizione - Comune di Venezia, Itinerari educativi e Servizi di ristorazione scolastica - Comune di Marcon, Settore pubblica istruzione - Ufficio Scolastico Territoriale di Venezia Descrizione del progetto In una visione moderna la promozione della salute viene percepita come un processo democratico, onnicomprensivo e orientato all azione, e per potersi sviluppare in modo efficace essa necessita di una rete di alleanze e collaborazioni che possono creare vantaggi reciproci. La forma di collaborazione maggiormente sperimentata è quella della scuola. Per costruire una scuola che promuova salute è indispensabile che si creino alleanze tra genitori e insegnanti, e in questo contesto le istituzioni e le associazioni devono lavorare insieme instaurando sinergie e cooperando in modo che le risorse siano impiegate in modo coerente attorno a degli intenti comuni. Il Programma Guadagnare Salute del Ministero della Salute ha come obiettivo la promozione di stili di vita sani e protettivi per le malattie croniche metaboliche, cardiovascolari e neoplastiche di grande importanza epidemiologica e di forte impatto sulla sanità pubblica. L Azienda ULSS12 Veneziana, sulla scorta delle indicazioni di questo programma, ha dato avvio alla costruzione di rapporti di partnership con la Regione del Veneto, la Provincia di Venezia, Responsabile del procedimento: p.a Albino marchioro Responsabile istruttoria: dott.ssa Tanja Giacomel Ca Corner 2662 San Marco Venezia fax Centro servizi 2, Torre Nord, via Sansovino 5, Mestre Venezia /68 - fax / Codice Fiscale

2 l Ufficio Territoriale Scolastico, i Comuni di Venezia e Marcon, per iniziare un programma di promozione della salute assieme al mondo scolastico, in particolare sui temi dell'alimentazione sana e dell'attività motoria poiché il sovrappeso e l obesità costituiscono anche in Italia ormai un emergenza sanitaria. La Provincia di Venezia, U.o. Agricoltura e Alimentazione, ha aderito al progetto diventando il capofila e integrandolo con il proprio progetto di educazione agro-alimentare Paean. Il progetto Guadagnare salute: merenda sana a scuola ha l obiettivo primario di introdurre nella scuola, sin dalle classi prime, il consumo di merende sane e in particolare di frutta e verdura in sostituzione di prodotti industriali confezionati dolci e salati, per strutturare e consolidare nel tempo un comportamento alimentare corretto. La proposta prevede che l'istituto scolastico si impegni ad inserire nei POF il progetto e a sostenere la Merenda sana per tutta la durata dell'intero programma in tutte le classi prime per tutto il ciclo della scuola primaria. Azioni del progetto informazione sulle caratteristiche dei prodotti ortofrutticoli, in termini di qualità, aspetti nutrizionali e sanitari, stagionalità, territorialità e rispetto dell ambiente (agricoltura biologica), rivolto sia ai docenti che ai genitori, al fine di prolungare l effetto di induzione del consumo strutturando nel tempo la merenda sana ; realizzazione di una Rete - costituita da Az. Ulss 12 Veneziana, Regione del Veneto, Provincia di Venezia, Comuni di Venezia e Marcon, e Istituti scolastici disponibili a partecipare in modo continuativo al Programma, nell ambito della quale coordinare le azioni coerenti a raggiungere gli obiettivi definiti; utilizzo di metodologie di apprendimento attive con i bambini (es: laboratori sensoriali, giochi); consumo di prodotti ortofrutticoli di stagione, possibilmente biologici (a cura del genitore). Il Progetto propone quindi di escludere merende elaborate e che contengano troppi grassi (come molte "merendine" pre-confezionate e farcite, patatine e "snack" di vario genere) oppure merende troppo ricche (come potrebbero essere panini imbottiti) che non verrebbero facilmente digerite ed assimilate nel tempo che intercorre tra l'ora delle merenda e il pranzo. La "merenda sana" è un'ottima occasione per educare, anche nel momento dell'intervallo, a scelte ed abitudini alimentari corrette e consapevoli. E' evidente, in questa prospettiva, la necessità della diretta collaborazione delle insegnanti e dei genitori nell'orientare i propri figli alla scelta di una merenda sana alternativa, secondo i gusti e le preferenze individuali. Azioni del progetto e tempistiche del progetto 2/7

3 1. aprile 2011: Costituzione del Gruppo di lavoro interservizi tra Provincia di Venezia, Regione del Veneto, Ussl12, Servizio Itinerari educativi del Comune di Venezia, Ufficio Servizi scolastici del Comune di Marcon, Ufficio Scolastico territoriale. 2. maggio-giugno 2011: Stesura del progetto merenda sana e invio a tutte le scuole ricadenti nel territorio dell Ussl12 - Comuni di Venezia, Marcon, Cavallino Treporti e Quarto D Altino. 3. novembre marzo 2012: Presentazione del progetto ai soggetti che hanno aderito (scuole dei comuni di Venezia e Marcon): a. 8 incontri informativi con dirigenti e insegnanti (sana alimentazione, dati epidemiologici) con distribuzione del materiale e condivisione delle attività didattiche. b. 6 incontri informativi con i genitori delle classi partecipanti (sana alimentazione, dati epidemiologici, proposte operative). Raccolta adesioni ai gruppi di lavoro. 4. Costituzione Gruppi di lavoro Merenda Sana genitori, 6 incontri formativi e fornitura di materiale e sitologia specifica per la preparazione della proposta della merenda sana da adottare a scuola. (61 genitori coinvolti) 5. Incontri di lavoro dei gruppi in autonomia con elaborazione di una proposta di merenda sana. 6. Condivisione del documento con gli esperti Ulss 12 e con la dirigenza scolastica. 7. Approvazione del documento Merenda sana e presentazione e divulgazione tramite i consigli di classe a tutti i genitori. 8. Valutazione: rilevazione del consumo di merende a scuola pre e post intervento. 9. gennaio maggio 2012: attività didattica con i bambini e feste finali giugno 2012: incontro conclusivo con tutti i soggetti partecipanti per condividere le esperienze e la verifica del progetto. Il 21 e 22 giugno si è svolto a Venezia il Convegno Nazionale Guadagnare Salute: le sfide della promozione della salute. Dalla sorveglianza agli interventi sul territorio organizzato dal Ministero della Salute, l Istituto Superiore di Sanità, la Regione del Veneto e l Università Ca' Foscari. In tale occasione l Azienda Ulss12 Veneziana, Dipartimento di prevenzione, ha presentato il progetto merenda sana anche come modello di rete fra vari enti e ha pubblicato uno specifico poster sull esperienza. Obiettivi 1. Incentivare il consumo di frutta e verdura tra i bambini della scuola dell infanzia e del primo anno della scuola primaria; 2. Diminuire il consumo di snack dolci/salati e bevande zuccherate; 3. Offrire ai bambini più occasioni ripetute nel tempo per conoscere e verificare concretamente prodotti naturali diversi in varietà e tipologia, quali opzioni di scelta alternativa, per potersi orientare fra le continue pressioni della pubblicità e sviluppare una capacità di scelta consapevole; 3/7

4 4. Diffondere la cultura dei prodotti biologici e l uso degli stessi, ponendo l attenzione alla qualità, agli aspetti nutrizionali e sanitari,alla stagionalità, alla territorialità e al rispetto dell ambiente delle produzioni biologiche; 5. Coinvolgere i genitori per sostenere il progetto oltre il percorso scolastico. Target Destinatari del progetto: genitori e insegnanti delle classi prime della scuola primaria. Beneficiari: i bambini in età scolare dai tre ai sei anni, ovvero i bambini che frequentano la scuola dell infanzia e il primo anno della primaria. Attività didattica ai bambini Con i bambini sono state svolte, grazie agli interventi in classe degli operatori specializzati del Servizio Itinerari educativi del Comune di Venezia e dell Associazione Veneta dei Produttori Biologici (A.Ve.Pro.Bi) per conto della Provincia di Venezia, attività didattiche di tipo sensoriale e ludico. Modulo didattico per classi prime delle scuole del Comune di Venezia 1 incontro: 3 ore di lezione a cura degli Itinerari educativi: La Merenda in cartella; Gioco dell oca alimentare: colazione, pranzo, merenda. Ascolto gusti e disgusti dei bimbi. La bocca, i denti, l igiene. 2 incontro: 1 ora di lezione a cura della A.Ve.Pro.Bi: approccio sensoriale alla frutta e alla verdura utilizzando una scheda L alfabeto della frutta e della verdura e l osservazione di vari prodotti. Merenda conclusiva con arance e mandaranci. 3 incontro: 1 ora di lezione a cura degli Itinerari educativi: Laboratorio del gusto: assaggi alimentari, costruzione scheda organolettica degli alimenti, consegna diplomi di Maestro assaggiatore. Modulo didattico per classi prime delle scuole del Comune di Marcon a cura della A.Ve.Pro.Bi 4 incontri da 1 ora di lezione. 1 incontro: Approccio alla frutta e alla verdura utilizzando una scheda L alfabeto della frutta e della verdura e l osservazione di vari prodotti. Merenda conclusiva con arance e mandaranci. 2 incontro: Utilizzo dei 5 sensi attraverso una semplice degustazione guidata di mela e succo di mela. 3 incontro: Gioco a squadre per scoprire la stagionalità di vari prodotti dell orto e dove crescono (sotto terra, sopra gli alberi, ecc.). Merenda conclusiva con kiwi. 4 incontro: Gioco dell oca a squadre come verifica del lavoro fatto in classe negli incontri precedenti. Merenda conclusiva con carote. 4/7

5 Feste finali In tutte le scuole sono state organizzate delle feste finali con uno spettacolo di animazione teatrale, giochi a tema sull alimentazione sana e biologica e sulla stagionalità dei prodotti, e degustazioni di prodotti da forno con ingredienti da agricoltura biologica. L attività di animazione teatrale intitolata La Vera storia di Hansel e Gretel consiste in uno spettacolo di narrazione a contenuti educativi sull alimentazione biologica e sulla merenda sana che in modo interattivo con gli spettatori, li conduce alla scoperta del cibo, dei comportamenti alimentari scorretti e del modo in cui modificarli in modo consapevole. Materiali didattici/informativi Fornitura del materiale didattico agli insegnanti: - Cultura che nutre, quaderno operativo per la scuola primaria, ISMEA, Giunti Editore. - La terra delle cose buone, ISMEA, Giunti Editore - Io mangio bio quaderno didattico, Aiab - Oco Tarcisio racconta la campagna quaderno didattico, A.Ve.Pro.Bi Fornitura di materiale informativo ai genitori: - A tavola con i nostri figli- Materiale informativo per i genitori. Comune di Venezia. Assessorato pubblica istruzione. Itinerari Educativi. - Sai quel che mangi, qualità e benessere a tavola. Ortaggi. Frutta. Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. - Bambini si mangia, come mangiare bene a casa e a scuola. Comune di Milano. Assessorato all educazione. - Guida alla Piramide Alimentare Italiana. Istituto di Scienza dell'alimentazione, Università "La Sapienza" di Roma. - Selezione bibliografica di libri per bambini che parlano di cibo da leggere ai bambini a casa. - La scelta naturale. - La cucina naturale - Un dono per la natura. - Semplice come può essere il cibo. Fornitura di materiale didattico ai bambini: - La terra delle cose buone, ISMEA, Giunti Editore. - Schede didattiche Risultati E stata condotta una rilevazione sulla tipologia di merende consumate a scuola dai bambini prima dell intervento e a conclusione dell anno scolastico: Come si evince dal grafico sottostante, complessivamente in tutte le classi è aumentato il consumo di frutta e verdura, sono stati introdotti prodotti da forno, cereali e yogurt che alla prima rilevazione 5/7

6 non comparivano. E diminuito il consumo di merendine confezionate, bevande zuccherate e snack salati. Rilevazione su tutte le scuole: confronto fra Pre-test (nov. 2011) e Post-test (maggio 2012) Formaggio Cereali Post-test Pre-test 3 Merende + succo Panino/pizza +succo Merendina/biscotti + thè/succo Solo panino imbottito piccolo patatine/snack salato Solo fetta di dolce Solo yogurt succo di frutta/thè 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% Indicatori quantitativi per la misurazione dell efficacia dell intervento n. plessi coinvolti: 13 n. alunni: 744 n. interventi rivolti ai bambini: 108 n. feste finali: 14 n. insegnanti coinvolti: 68 n. interventi di informazione x insegnanti: 8 n. genitori coinvolti: circa 150 n. interventi di formazione x genitori: 12 n. di materiale distribuito ad alunni :744 per ciascuna pubblicazione/scheda n. di materiale distribuito agli insegnanti: 68 n. di materiale distribuito ai genitori: 150 per ciascuna pubblicazione 6/7

7 Progetto per l anno scolastico Per l anno scolastico 2012/2013 si intende proseguire il progetto merenda sana con tutte le classi che hanno partecipato e aprire alle nuove classi prime. In base alle risorse economiche ed umane che ogni ente potrà mettere a disposizione, verrà definito il numero massimo di partecipanti. La proposta di massima prevede incontri informativi e formativi rivolti ad insegnanti e genitori e attività didattiche per i bambini. Insegnanti: incontri formativi di educazione alimentare e didattica. Genitori:un incontro pratico-teorico di cucina per imparare a preparare delle merende sane e un incontro pratico-teorico sulle etichette e sulla spesa intelligente. Bambini: per le classi prime si intende riproporre il modulo didattico di quest anno; per le classi seconde un incontro iniziale su frutta e verdura (lettura animata di una favola didattica e analisi critica) e quindi un approfondimento sulle api e il miele (l importanza delle api e i loro prodotti, degustazione guidata al miele); per le classi terze un incontro iniziale su frutta e verdura e a seguire un approfondimento sul latte e derivati. In tutti i casi si inviteranno insegnanti e genitori a considerare l opportunità di integrare gli incontri in classe con visite alle fattorie biologiche della Regione. Il Dirigente arch. Roberto Favarato 7/7

A SCUOLA CON GUSTO. Progetto di educazione alimentare, sensoriale e del gusto

A SCUOLA CON GUSTO. Progetto di educazione alimentare, sensoriale e del gusto A SCUOLA CON GUSTO Progetto di educazione alimentare, sensoriale e del gusto Il progetto A SCUOLA CON GUSTO Il progetto A SCUOLA CON GUSTO, giunto oggi alla quarta edizione, mira ad avvicinare adulti e

Dettagli

SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO )

SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO ) SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO ) OBIETTIVI del SIAN: sicurezza alimentare prevenzione delle malattie correlate all alimentazione promuovere comportamenti utili per la

Dettagli

stili alimentari più consapevoli a partire dalla mensa scolastica.

stili alimentari più consapevoli a partire dalla mensa scolastica. Comune di Viareggio Settore Pubblica Istruzione Carta del Servizio Ristorazione Scolastica P. A. T. Piramide Alimentare Toscana Presentiamo nelle pagine che seguono la Carta del Servizio di ristorazione

Dettagli

Orientamento dei consumi ed educazione alimentare:

Orientamento dei consumi ed educazione alimentare: Bruxelles, 23.11.2007 Orientamento dei consumi ed educazione alimentare: - una strada da percorrere - TRENTINI Luciano - presidente presidente AREFLH - direttore CSO 1 Il quadro di contesto 2 L Organizzazione

Dettagli

MANGIAR BENE E UN GIOCO DA RAGAZZI Progetto di sana Alimentazione dell I.C Masaccio in collaborazione con il dott. Fiorini (coordinatore pediatri Valdarno) MANGIAR BENE E UN GIOCO DA RAGAZZI Nasce per

Dettagli

Expo Milano 2015 Nutrire il pianeta, energia per la vita il tema della sostenibilità in forma cartografi ca

Expo Milano 2015 Nutrire il pianeta, energia per la vita il tema della sostenibilità in forma cartografi ca la GuiDa L Educazione al Consumo Consapevole è un progetto nazionale che Coop rivolge agli insegnanti, agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado e alle famiglie con l obiettivo di promuovere una

Dettagli

PROGETTO EDUCAZIONE ALIMENTARE

PROGETTO EDUCAZIONE ALIMENTARE PROGETTO EDUCAZIONE ALIMENTARE SCUOLA DELL INFANZIA VIA T. M. FUSCO a.s.2011/2012 Premessa Nel periodo della Scuola dell infanzia i bambini acquisiscono e strutturano atteggiamenti e modelli comportamentali

Dettagli

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE COMUNE DI SANTA TERESA GALLURA SOLARIA Società Cooperativa UFFICIO PUBBLICA ISTRUZIONE PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE Premessa L alimentazione ha assunto nella società in cui viviamo oggi un ruolo fondamentale

Dettagli

PERIODO DI RIFERIMENTO Saranno ammessi a finanziamento solamente i progetti attuati negli anni scolastici 2011/12-2012/13.

PERIODO DI RIFERIMENTO Saranno ammessi a finanziamento solamente i progetti attuati negli anni scolastici 2011/12-2012/13. BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI ALLE SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE DELLA PROVINCIA DI ANCONA PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ANNI 2011/12-2012/13 (Approvato con Delibera della

Dettagli

ALIMENTAZIONE E PREVENZIONE: LA RISTORAZIONE SCOLASTICA

ALIMENTAZIONE E PREVENZIONE: LA RISTORAZIONE SCOLASTICA CONVEGNO P.A.N. LA SALUTE VIEN DAL MARE GENOVA, 23.01. 09 ALIMENTAZIONE E PREVENZIONE: LA RISTORAZIONE SCOLASTICA AMINA CIAMPELLA TECNOLOGO ALIMENTARE STUDIO.CIAMPELLA@GMAIL.COM DALLA PARTE DELL ESPERTO

Dettagli

Alimentazione, consumatori, territori transfrontalieri. Programma ALCOTRA 2007-2013, progetto n. 121 Le buone pratiche di ristorazione collettiva

Alimentazione, consumatori, territori transfrontalieri. Programma ALCOTRA 2007-2013, progetto n. 121 Le buone pratiche di ristorazione collettiva Alimentazione, consumatori, territori transfrontalieri. Programma ALCOTRA 2007-2013, progetto n. 121 Le buone pratiche di ristorazione collettiva Menù partecipato Il progetto il menù l ho fatto io Un modello

Dettagli

A SCUOLA DI BENESSERE CON ORTOSESTU. I bambini e l'alimentazione.

A SCUOLA DI BENESSERE CON ORTOSESTU. I bambini e l'alimentazione. A SCUOLA DI BENESSERE CON ORTOSESTU. I bambini e l'alimentazione. Nelle linee guida per l Educazione Alimentare nella Scuola Italiana del Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca e grazie

Dettagli

Star bene insieme per imparare a mangiare con gusto

Star bene insieme per imparare a mangiare con gusto L alimentazione esprime abitudini, usi e costumi dell individuo e risponde non solo alle esigenze fisiche, ma anche a quelle psichiche e della vita di relazione ed è in grado di fornire, accanto all esperienza

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

Alimentiamoci di BUONE REGOLE: partecipiamo ad una CORRETTA ALIMENTAZIONE

Alimentiamoci di BUONE REGOLE: partecipiamo ad una CORRETTA ALIMENTAZIONE con il patrocinio di Alimentiamoci di BUONE REGOLE: partecipiamo ad una CORRETTA ALIMENTAZIONE Un progetto realizzato da Cittadinanzattiva Lazio, Confconsumatori Federazione Regionale Lazio e Movimento

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO GRAZIE TAVERNELLE ANCONA. Anno scolastico 2011/2012

ISTITUTO COMPRENSIVO GRAZIE TAVERNELLE ANCONA. Anno scolastico 2011/2012 ISTITUTO COMPRENSIVO GRAZIE TAVERNELLE ANCONA Anno scolastico 2011/2012 Relazione finale Delle insegnanti Marzoli Valeria, Tartaglini Giovanna FUNZIONE STRUMENTALE SCIENZA NATURA - AMBIENTE 1 PREMESSA

Dettagli

FRUTTA NELLE SCUOLE REGIONE DEL VENETO. Veronica Bertoldo tel. 041/2795628 mail: veronica.bertoldo@regione.veneto.it

FRUTTA NELLE SCUOLE REGIONE DEL VENETO. Veronica Bertoldo tel. 041/2795628 mail: veronica.bertoldo@regione.veneto.it FRUTTA NELLE SCUOLE REGIONE DEL VENETO Veronica Bertoldo tel. 041/2795628 mail: veronica.bertoldo@regione.veneto.it PROGRAMMA COMUNITARIO CON COFINANZIAMENTO NAZIONALE Progetto di educazione alimentare

Dettagli

Frutta Snack. Sintesi dei risultati del Monitoraggio Focus Group e Indagine con Questionario

Frutta Snack. Sintesi dei risultati del Monitoraggio Focus Group e Indagine con Questionario Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Università di Bologna Facoltà di Psicologia In collaborazione con: Università LUMSA

Dettagli

I_I06.e Cibo: biodiversità, sostenibilità e tradizione

I_I06.e Cibo: biodiversità, sostenibilità e tradizione PoliCulturaExpoMilano2015 I_I06.e Cibo: biodiversità, sostenibilità e tradizione Versione estesa Paolo Paolini, HOC-LAB (DEIB, Politecnico di Milano, IT), da una intervista a Dott.ssa Antonia Trichopoulou

Dettagli

REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Servizio Prevenzione

REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Servizio Prevenzione REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Servizio Prevenzione PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE 2005 2007 (parte seconda) REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Servizio Prevenzione

Dettagli

Il vending in età evolutiva: www.giustopeso.it. opportunità educazionale o scomoda realtà?

Il vending in età evolutiva: www.giustopeso.it. opportunità educazionale o scomoda realtà? Il vending in età evolutiva: www.giustopeso.it opportunità educazionale o scomoda realtà? di Giorgio i Pitzalis Presidente di Giustopeso Italia E nato: la sua alimentazione -cosa, quanto e come- dipenderà

Dettagli

Regione del Veneto Giunta Regionale Ufficio Stampa COMUNICATO STAMPA

Regione del Veneto Giunta Regionale Ufficio Stampa COMUNICATO STAMPA COMUNICATO STAMPA SANITA : OGGI GIORNATA MONDIALE DELLA SALUTE DEDICATA ALLA SICUREZZA ALIMENTARE. LE INIZIATIVE DELLA REGIONE. OBESO IL 10% DEI VENETI TRA 18 E 69 ANNI. NELLA MEDIA NAZIONALE. MOLTO MEGLIO

Dettagli

Menu: i nuovi standard regionali

Menu: i nuovi standard regionali Menu: i nuovi standard regionali Assessorato politiche per la salute della Regione Emilia-Romagna M.Fridel Reggio Emilia 29 settembre 2012 Abitudini alimentari da migliorare A livello regionale sono attive

Dettagli

Oggetto: Programma Provinciale di Educazione Alimentare L.R. 31/2008; Anno Scolastico 2014/15

Oggetto: Programma Provinciale di Educazione Alimentare L.R. 31/2008; Anno Scolastico 2014/15 1 Alla cortese attenzione dei Sig.ri Dirigenti Scolastici Scuole Primarie Dirigenti Scolastici Scuole Secondarie di primo grado Pubbliche e Private di Milano e Provincia Oggetto: Programma Provinciale

Dettagli

Progetto annuale di plesso : Il Cibo: tanti colori, tanti sapori

Progetto annuale di plesso : Il Cibo: tanti colori, tanti sapori Scuola dell infanzia Caleotto A.S. 2014 2015 Progetto annuale di plesso : Il Cibo: tanti colori, tanti sapori In previsione dell Expo di Milano 2015 sul tema Nutrire il pianeta, Energia per la vita, accogliamo

Dettagli

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto A CURA DEL MINISTERO DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DELLA COMUNICAZIONE E DEI RAPPORTI EUROPEI E INTERNAZIONALI, UFFICIO

Dettagli

ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI

ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI Intervento a cura di: Dr.ssa Maria Teresa Gussoni Ss Igiene Nutrizione Milano, 3 maggio 2012 1 L eccesso di peso rappresenta un fattore di rischio rilevante per le principali

Dettagli

Mangiare è una necessità. Mangiare intelligentemente è un arte ( Francois VI Duca di Rochefaucauld )

Mangiare è una necessità. Mangiare intelligentemente è un arte ( Francois VI Duca di Rochefaucauld ) Il progetto educativo di quest anno accompagna i bambini in un viaggio nel mondo dell alimentazione legato all esperienza quotidiana e alla scoperta di nuovi sapori. Una corretta alimentazione è di primaria

Dettagli

Il laboratorio del gusto: ovvero come presentare alimenti nuovi ai bambini e farli accettare

Il laboratorio del gusto: ovvero come presentare alimenti nuovi ai bambini e farli accettare Il laboratorio del gusto: ovvero come presentare alimenti nuovi ai bambini e farli accettare M Caroli, A Masi, M Cammisa, L Argentieri e M Cardone. dr. Margherita Caroli Responsabile U. O. Igiene della

Dettagli

INTRODUZIONE AL PROGETTO SCUOLE (Tiziana Stallone)

INTRODUZIONE AL PROGETTO SCUOLE (Tiziana Stallone) INTRODUZIONE AL PROGETTO SCUOLE (Tiziana Stallone) Un saluto di benvenuto ai circa 500 colleghi che seguiranno la formazione per il progetto scuole, sulla piattaforma FAD Enpab. Tra questi ci sono i titolari,

Dettagli

La magia del cibo, scopriamo quanto l alimentazione è importante per il benessere.

La magia del cibo, scopriamo quanto l alimentazione è importante per il benessere. Le sane abitudini alimentari Bologna 10 marzo 2014 La magia del cibo, scopriamo quanto l alimentazione è importante per il benessere. Emilia Guberti UO Igiene Alimenti e Nutrizione Az. USL Bologna Sicurezza

Dettagli

IL Piccolo Cronista Sportivo

IL Piccolo Cronista Sportivo IL Piccolo Cronista Sportivo Stagione Sportiva 2014-2015 Asp.Scuola calcio Qualificata EDIZIONE SPECIALE SULL INCONTRO DEL 10.11.2014 SUL TEMA: L Educazione alimentare per la salute e lo sport Piccoli

Dettagli

SANI STILI DI VITA: ALIMENTAZIONE E MOVIMENTO

SANI STILI DI VITA: ALIMENTAZIONE E MOVIMENTO SANI STILI DI VITA: ALIMENTAZIONE E MOVIMENTO Perché il progetto L OMS (Organizzazione mondiale della sanità) ha sottolineato come, specie nei paesi industrializzati, siano le cosiddette malattie croniche

Dettagli

La percezione dei prodotti alimentari funzionalizzati da parte dei consumatori

La percezione dei prodotti alimentari funzionalizzati da parte dei consumatori La percezione dei prodotti alimentari funzionalizzati da parte dei consumatori Luisa TORRI 1, Maria PIOCHI 1, Roberta MARCHIANI 2, Giuseppe ZEPPA 2 1 Università degli Studi di Scienze Gastronomiche 2 Università

Dettagli

UN ORTO DI CLASSE Curare la terra, nutrire la vita.

UN ORTO DI CLASSE Curare la terra, nutrire la vita. UN ORTO DI CLASSE Curare la terra, nutrire la vita. Progetto rivolto alle classi della scuola primaria e secondaria di primo grado dell Emilia Romagna a.s. 2014-2015 Novità 2014/15 KIT PER ORTO DEL CONTADINO

Dettagli

Scuola dell Infanzia SAN MATTEO Via S. Matteo 5 10042 Nichelino (TO) PROGRAMMAZIONE ANNO SCOLASTICO 2011/2012

Scuola dell Infanzia SAN MATTEO Via S. Matteo 5 10042 Nichelino (TO) PROGRAMMAZIONE ANNO SCOLASTICO 2011/2012 Scuola dell Infanzia SAN MATTEO Via S. Matteo 5 10042 Nichelino (TO) PROGRAMMAZIONE ANNO SCOLASTICO 2011/2012 STRUTTURA DEL PROGETTO 1 TAPPA: ALLA SCOPERTA DELLE VITAMINE 2 TAPPA: ALLA SCOPERTA DEI CARBOIDRATI

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STA- TALE G. PASCOLI MIIC8A0002

ISTITUTO COMPRENSIVO STA- TALE G. PASCOLI MIIC8A0002 ISTITUTO COMPRENSIVO STA- TALE G. PASCOLI MIIC8A0002 Via F.lli di Dio 101 20099 - Sesto S. Giovanni Telef. 02-3657491 telefax 02-36574925 LA NOSTRA SCUOLA E IL PROGETTO L Istituto comprensivo G. Pascoli,

Dettagli

DOTT.SSA DANIELA GALEONE. Dip. Prevenzione e Comunicazione, Ministero della Salute GUADAGNARE SALUTE

DOTT.SSA DANIELA GALEONE. Dip. Prevenzione e Comunicazione, Ministero della Salute GUADAGNARE SALUTE DOTT.SSA DANIELA GALEONE Dip. Prevenzione e Comunicazione, Ministero della Salute GUADAGNARE SALUTE Rendere facili le scelte salutari è l obiettivo del programma Guadagnare salute, per prevenire le principali

Dettagli

Progetto Expo 2015. Questionario on-line

Progetto Expo 2015. Questionario on-line a.s. 2014.15 Progetto Expo 2015 Questionario on-line Questionario di indagine sul livello di informazione e consapevolezza in merito all alimentazione Indice Introduzione Prima sezione: Conosci le tue

Dettagli

L ASL di Mantova per la ristorazione scolastica

L ASL di Mantova per la ristorazione scolastica Dipartimento di Prevenzione Medica Area Promozione della Salute Servizio di Igiene Alimenti e Nutrizione (SIAN) L ASL di Mantova per la ristorazione scolastica Determinanti della salute (CDC) Dr Maria

Dettagli

In collaborazione con. www.progettoscuola.expo2015.org www.expo2015.org

In collaborazione con. www.progettoscuola.expo2015.org www.expo2015.org In collaborazione con ti, ia! n o r P za, v en t r a p www.progettoscuola.expo2015.org www.expo2015.org MONZA APRIPISTA DEL PROGETTO: UN CONCORSO E 100 IDEE PER LA FASE PILOTA Sono state le scuole dell

Dettagli

Scuola Primaria di Campoformido

Scuola Primaria di Campoformido Scuola Primaria di Campoformido Classe Prima A UA L ambiente di vita di Gesù nel periodo della sua infanzia Religione Cattolica e Laboratorio di Intercultura Matematica e Scienze Religione Cattolica -

Dettagli

PROGRAMMA SCUOLA E CIBO

PROGRAMMA SCUOLA E CIBO PROGRAMMA SCUOLA E CIBO MIUR Le cinque scuole dell anno pilota Lombardia Focus interdisciplinarietà I.C.S. Levi Montalcini L alimentazione non è solo una procedura o un modo per fornire di elementi indispensabili

Dettagli

Programmazione 2014/15: Scuola dell Infanzia Santa Marta

Programmazione 2014/15: Scuola dell Infanzia Santa Marta Programmazione 2014/15: Scuola dell Infanzia Santa Marta IL GUSTO DI CRESCERE INSIEME NELLA GIOIA. Per l anno educativo 2014/15 proponiamo ai bambini un viaggio nel mondo dell alimentazione: partendo dalla

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Operativa: via San Vito 7, 20123 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc.

Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Operativa: via San Vito 7, 20123 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc. Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Operativa: via San Vito 7, 20123 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc.it Numero Verde 800.350.350 - Coordinamento redazionale: Patrizia Brovelli

Dettagli

tti a tavola la Tutti a tavol tti a tavola tavola Tutti a Tutti a tavola Tutti a tavola a tavola Tut Tutti a tavola Tutti a tavola Tutti a tavola

tti a tavola la Tutti a tavol tti a tavola tavola Tutti a Tutti a tavola Tutti a tavola a tavola Tut Tutti a tavola Tutti a tavola Tutti a tavola utti a tavola Tutti a tavola CARTA DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA la Tutti a tavol Città di Spinea - Settore Servizi Scolastici tti a tavola tavola Tutti a Tutti a tavola tti a tavola Tutti a

Dettagli

GUIDA DEL DOCENTE Risorse didattiche proposte da

GUIDA DEL DOCENTE Risorse didattiche proposte da GUIDA DEL DOCENTE Risorse didattiche proposte da Indice Obiettivi del concorso... 3 Perché partecipare... 3 Quando e come... 3 Interesse didattico... 4 Quali sono le classi interessate... 4 Quali sono

Dettagli

DIFFERENZIAZIONE E CARATTERIZZAZIONE DELLE FATTORIE DIDATTICHE

DIFFERENZIAZIONE E CARATTERIZZAZIONE DELLE FATTORIE DIDATTICHE GIORNATA DI AGGIORNAMENTO PER GLI OPERATORI DELLE FATTORIE DIDATTICHE GIORNATA DI FORMAZIONE IN AULA DIFFERENZIAZIONE E CARATTERIZZAZIONE DELLE FATTORIE DIDATTICHE Giuseppe Orefice Margherita Rizzuto febbraio

Dettagli

LA RISTORAZIONE IN AMBIENTE DI LAVORO UNA IMPORTANTE OCCASIONE DI PREVENZIONE

LA RISTORAZIONE IN AMBIENTE DI LAVORO UNA IMPORTANTE OCCASIONE DI PREVENZIONE Convegno nazionale SIAN Vicenza 21 settembre 2012 Priorità ed aspetti emergenti della nutrizione in Italia LA RISTORAZIONE IN AMBIENTE DI LAVORO UNA IMPORTANTE OCCASIONE DI PREVENZIONE EMILIA GUBERTI Servizio

Dettagli

Nutrivending e Promozione della Salute a scuola

Nutrivending e Promozione della Salute a scuola MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE VENETO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI BELLUNO Dirigente dott. Domenico Martino Nutrivending e Promozione della Salute a scuola JOB&Orienta,

Dettagli

Oggetto: Programma Provinciale di Educazione Alimentare L.R. 31/2008; Anno Scolastico 2012/13

Oggetto: Programma Provinciale di Educazione Alimentare L.R. 31/2008; Anno Scolastico 2012/13 1 Alla cortese attenzione dei Sig.ri Dirigenti Scolastici Scuole Primarie Dirigenti Scolastici Scuole Secondarie di primo grado Pubbliche e Private di Milano e Provincia Oggetto: Programma Provinciale

Dettagli

MANGIAR SANO UN GIOCO DA BAMBINI!

MANGIAR SANO UN GIOCO DA BAMBINI! MANGIAR SANO UN GIOCO DA BAMBINI! Paese, 13 marzo 2013 dott.ssa Laura Martinelli dietista sportiva www.alimentazionesportivamartinelli.com ARGOMENTI L alimentazione dei bambini in Italia Elementi di dietetica

Dettagli

Anno scolastico 2015-16 Scuole dell Infanzia

Anno scolastico 2015-16 Scuole dell Infanzia Anno scolastico 2015-16 Scuole dell Infanzia Scuola dell Infanzia A.Gramsci Via Motrassino, 10 Scuola dell Infanzia H.C.Andersen Via Buozzi di fronte al Liceo Juvarra Scuola dell Infanzia G.Rodari via

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 2 Argomento ALIMENTAZIONE BAMBINI 0-3 ANNI Eccoci al secondo appuntamento, dedicato ai più piccoli. Una dieta sana ed equilibrata

Dettagli

Vi chiediamo di scrivere di seguito alle indicazioni le vostre risposte rispettando il limite orientativo di 20 righe per punto.

Vi chiediamo di scrivere di seguito alle indicazioni le vostre risposte rispettando il limite orientativo di 20 righe per punto. Questa scheda si inserisce nelle attività di valutazione che il LaREA intende sviluppare nell ambito del Bando 2005/2006. La scheda vuole essere uno strumento che ci permetta di fare una valutazione in

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

Struttura del Progetto. 1. Introduzione. 2. Premessa. 3. Finalità / Obiettivi. 4. Metodologia / Strumenti. 5.Progetti del Circolo

Struttura del Progetto. 1. Introduzione. 2. Premessa. 3. Finalità / Obiettivi. 4. Metodologia / Strumenti. 5.Progetti del Circolo Struttura del Progetto 1. Introduzione 2. Premessa 3. Finalità / Obiettivi 4. Metodologia / Strumenti 5.Progetti del Circolo 6. Fase attuativa / Tempi 7. Valutazione: verifiche Il Circolo Didattico di

Dettagli

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI Le Linee guida per una sana alimentazione italiana dell Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN) pubblicate nel 2003 propongono dieci direttive

Dettagli

PROGETTO I TECH CARE- MI PRENDO CURA. dalla scuola dell infanzia alla scuola primaria

PROGETTO I TECH CARE- MI PRENDO CURA. dalla scuola dell infanzia alla scuola primaria PROGETTO I TECH CARE- MI PRENDO CURA dalla scuola dell infanzia alla scuola primaria L IDEA IN SINTESI Mi prendo cura ( I tech care) è un programma di educazione alimentare progressivo, inter-disciplinare,

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA BASSANO ASIAGO

SCUOLA PRIMARIA BASSANO ASIAGO PROPOSTE DI EDUCAZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE SCUOLA PRIMARIA Anno scolastico 2015/2016 BASSANO ASIAGO I Dirigenti e i Docenti che condividessero i programmi di seguito riportati, in coerenza con il

Dettagli

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre L obesità è una patologia causata (laddove non sia attribuibile ad altri motivi) da comportamenti ed abitudini di vita scorretti: contrastarla

Dettagli

CLASSI 4^ A e 4^B Istituto comprensivo F. Fellini di Tavazzano

CLASSI 4^ A e 4^B Istituto comprensivo F. Fellini di Tavazzano CLASSI 4^ A e 4^B Istituto comprensivo F. Fellini di Tavazzano I prodotti più comunemente utilizzati per una colazione completa e varia sono: Bevande: caffè latte, tè, cioccolata calda, succhi e centrifugati

Dettagli

ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI

ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI Intervento a cura di: Dr.ssa Armanda Frassinetti Dietista - Ss Igiene Nutrizione Milano, 3 maggio 2012 La abitudini alimentari della famiglia acquisite nei primi anni di vita

Dettagli

Fattoria didattica AGRITURISMO BORGO LAURICE" Help your English grow!! Educational Farm

Fattoria didattica AGRITURISMO BORGO LAURICE Help your English grow!! Educational Farm Fattoria didattica AGRITURISMO BORGO LAURICE" Help your English grow!! Educational Farm L'Azienda L azienda Agraria Marzaghi Marinella è una piccola azienda familiare di 18 ettari di superficie, circondata

Dettagli

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO NUTRIZIONE ed EQULIBRIO Lo sapevi che Una corretta alimentazione è importante per il nostro benessere psico-fisico ed è uno dei modi più sicuri per prevenire diverse malattie. Sono diffuse cattive abitudini

Dettagli

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015 SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. S.I.A.N.) ) ASL NO SOROPTIMIS INTERNATIONAL D ITALIA CLUB DI NOVARA ISTITUTO PARITARIO SACRO CUORE NOVARA E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio

Dettagli

Progetto La salute vien mangiando. 4 B Crolle

Progetto La salute vien mangiando. 4 B Crolle Progetto La salute vien mangiando 4 B Crolle Obiettivi, finalità Conoscere i cibi e le sostanze nutrienti che rispondono ai bisogni del nostro organismo. Valorizzare l'importanza di una corretta e sana

Dettagli

Obiettivo Conoscere e confrontarsi sui temi della Campagna Cibo per tutti e della Carta di Milano 2015 attraverso una cena interattiva.

Obiettivo Conoscere e confrontarsi sui temi della Campagna Cibo per tutti e della Carta di Milano 2015 attraverso una cena interattiva. Obiettivo Conoscere cos è la Caritas diocesana e di cosa si occupa. Attività Ai ragazzi divisi in squadre viene consegnato un cartellone con un alfabeto: la squadra deve scrivere per ogni lettera dell

Dettagli

Menù scolastico e diverse fasi dell alimentazione

Menù scolastico e diverse fasi dell alimentazione Premessa S.P.E.S. (Servizi alla Persona Educativi e Sociali) persegue il ben-essere di bambini e adolescenti che ogni giorno frequentano le sue strutture e aiutano le famiglie nel loro compito educativo.

Dettagli

PROGRAMMA DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

PROGRAMMA DI EDUCAZIONE ALIMENTARE PROGRAMMA DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ANNO SCOLASTICO 2009/2010 1 PREMESSA La responsabilità di istruire, educare e formare le giovani generazioni ha condotto, negli ultimi anni, la scuola a soffermarsi sull

Dettagli

Obiettivo sui trend alimentari Un iniziativa Coop con la collaborazione specializzata della Società Svizzera di Nutrizione

Obiettivo sui trend alimentari Un iniziativa Coop con la collaborazione specializzata della Società Svizzera di Nutrizione Obiettivo sui trend alimentari Un iniziativa Coop con la collaborazione specializzata della Società Svizzera di Nutrizione Tema «Alimentazione quotidiana con i bambini» Giugno 2010 Coop Thiersteinerallee

Dettagli

mangio bene per crescere forte e sano

mangio bene per crescere forte e sano SCUOLA DELL INFANZIA A. CAIROLI SCUOLA DELL INFANZIA DI LEVEGO SCUOLA DELL INFANZIA DI VISOME SCUOLA PRIMARIA A. GABELLI SCUOLA PRIMARIA DI BADILET SCUOLA PRIMARIA DI BORGO PIAVE SCUOLA PRIMARIA DI CASTION

Dettagli

COMUNE DI VOLVERA CARTA DEI SERVIZI PER LA RISTORAZIONE SCOLASTICA

COMUNE DI VOLVERA CARTA DEI SERVIZI PER LA RISTORAZIONE SCOLASTICA CARTA DEI SERVIZI PER LA RISTORAZIONE SCOLASTICA 1 Sommario 1 CARTA DEL SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA NELLE SCUOLE DELL'INFANZIA STATALI E COMUNALI 3 1.1 LA PRODUZIONE DEI PASTI 3 1.2 LA TABELLA ETETICA

Dettagli

Presentazione. [Digitare il testo]

Presentazione. [Digitare il testo] Presentazione Il Menù scolastico rappresenta il frutto di un lavoro svolto nel corso degli ultimi mesi con l obiettivo di rimodulare la varietà delle pietanze nell ottica di una dieta bilanciata. Tiene

Dettagli

Colazione e merende. Anno scolastico 2014-2015

Colazione e merende. Anno scolastico 2014-2015 Serata genitori Colazione e merende Anno scolastico 2014-2015 2015 Breve richiamo Un alimentazione equilibrata: permette di coprire i fabbisogni nutrizionali specifici per ogni fascia d età. prevede il

Dettagli

10/02/2015. Dott. Luca Belli Biologo Nutrizionista Specialista in Scienza dell Alimentazione. SIAN ASUR Marche AV2 Fabriano

10/02/2015. Dott. Luca Belli Biologo Nutrizionista Specialista in Scienza dell Alimentazione. SIAN ASUR Marche AV2 Fabriano Dott. Luca Belli Biologo Nutrizionista Specialista in Scienza dell Alimentazione SIAN ASUR Marche AV2 Fabriano Consigliere Nazionale SINSeB Docente Università di Camerino Stato nutrizionale Bilancio energetico

Dettagli

Scuola dell Infanzia. Brezzo di Bedero

Scuola dell Infanzia. Brezzo di Bedero Scuola dell Infanzia Brezzo di Bedero PROGRAMMAZIONE DIDATTICA a.s. 2014-2015 PREMESSA Un viaggio che ha come finalità il generale miglioramento dello stato di benessere degli individui attraverso corrette

Dettagli

ASL - Benevento. Okkio alla salute. Un indagine tra i bambini della scuola primaria

ASL - Benevento. Okkio alla salute. Un indagine tra i bambini della scuola primaria ASL - Benevento Bollettino Epidemiologico n. 96 Servizio Epidemiologico e Prevenzione - Tel. 0824.308286-9 Fax 0824.308302 e-mail: sep@aslbenevento1.it Okkio alla salute Un indagine tra i bambini della

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita [06/09/1954] MELONI GIUSEPPINA MARIA TERESA Qualifica Amministrazione Incarico attuale e

Dettagli

IL PROGETTO DIDATTICO: La vecchia fattoria

IL PROGETTO DIDATTICO: La vecchia fattoria IL PROGETTO DIDATTICO: Le educatrici del nido, nel corso dell anno 2011-2012, proporranno ai bambini un percorso didattico intitolato, finalizzato alla conoscenza degli animali, della loro alimentazione,

Dettagli

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Regole per 10 una S a n a Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio. Una volta che l

Dettagli

infosalute Alimentazione e stato nutrizionale in Trentino Provincia Autonoma di Trento Assessorato alla Salute e Politiche

infosalute Alimentazione e stato nutrizionale in Trentino Provincia Autonoma di Trento Assessorato alla Salute e Politiche infosalute Provincia Autonoma di Trento Assessorato alla Salute e Politiche Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari Alimentazione e stato nutrizionale in Trentino Alimentazione e stato nutrizionale

Dettagli

Percorso Benessere Trento

Percorso Benessere Trento Percorso Benessere Trento Prossimamente in altre città www.percorso-benessere.it Da Ottobre 2012 Posti Limitati Percorso Benessere Cos è il Percorso Benessere? E un percorso di socializzazione ed educazione

Dettagli

LA SCUOLA DEL BENESSERE

LA SCUOLA DEL BENESSERE SCUOLA DELL INFANZIA DON MILANI SEZIONE IC ANNO SCOLASTICO 2012/2013 PROGETTO : LA SCUOLA DEL BENESSERE PROGETTO LA SCUOLA DEL BENESSERE Premessa: Per l'anno scolastico 2012-13 abbiamo elaborato una programmazione

Dettagli

Carta dei servizi camst ristorazione scolastica

Carta dei servizi camst ristorazione scolastica Carta dei servizi camst ristorazione scolastica Camst. Il gusto di una bella storia. Camst è tra i più importanti gruppi di ristorazione in Italia ed è interamente costituito da capitale italiano. Nasce

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE ABITUDINI ALIMENTARIE E MOTORIE Sezioni 3 ANNI

QUESTIONARIO SULLE ABITUDINI ALIMENTARIE E MOTORIE Sezioni 3 ANNI PROGETTO ALIMENTAZIONE E MOVIMENTO a.s. 2008-2009 COMUNE DI VIGNOLA AZIENDA USL MODENA COOP ESTENSE s.c.- Polivalente Olimpia QUESTIONARIO SULLE ABITUDINI ALIMENTARIE E MOTORIE Sezioni 3 ANNI Da restituire

Dettagli

Concorso: Viaggio nella Galassia degli Alimenti Ospedale Pediatrico Bambino Gesù Progetto Nutri-bus

Concorso: Viaggio nella Galassia degli Alimenti Ospedale Pediatrico Bambino Gesù Progetto Nutri-bus Concorso: Viaggio nella Galassia degli Alimenti Ospedale Pediatrico Progetto Nutri-bus Progetto Nutri-bus Le problematiche nutrizionali rappresentano un problema di salute che riguarda sempre più bambini

Dettagli

anno scolastico 2014/2015 QUINTO ANNO Classe 5 PROFILO EDUCATIVO CULTURALE E PROFESSIONALE

anno scolastico 2014/2015 QUINTO ANNO Classe 5 PROFILO EDUCATIVO CULTURALE E PROFESSIONALE ISTITUTO STATALE D'ISTRUZIONE SUPERIORE IPSSAR S.MARTA E AGGREGATO IPSSCT G.BRANCA PESARO Strada delle Marche, 1 61100 Pesaro Tel. 0721/37221 Fax 0721/31924 C.F. n.80005210416 http://www.alberghieropesaro.it

Dettagli

1 settimana Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì

1 settimana Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì I menù proposti da EURORISTORAZIONE per la ristorazione scolastica sono strutturati in 4 settimane, che si ripetono ciclicamente e stagionalmente (menù estivo/menù autunnale/menù invernale) per le scuole

Dettagli

16 DICEMBRE 2008. Sinergie per una corretta alimentazione

16 DICEMBRE 2008. Sinergie per una corretta alimentazione 16 DICEMBRE 2008 Sinergie per una corretta alimentazione Le competenze del Mipaaf Il Mipaaf ha tra le sue competenze la promozione e lo sviluppo delle politiche alimentari nazionali. In particolare il

Dettagli

Alla refezione scolastica spetta un compito elevato: offrire agli utenti (bambini, ragazzi) cibi di elevata composizione organolettica e nutrizionale

Alla refezione scolastica spetta un compito elevato: offrire agli utenti (bambini, ragazzi) cibi di elevata composizione organolettica e nutrizionale Alla refezione scolastica spetta un compito elevato: offrire agli utenti (bambini, ragazzi) cibi di elevata composizione organolettica e nutrizionale Una sana alimentazione rappresenta il primo intervento

Dettagli

DIABETE E ALIMENTAZIONE

DIABETE E ALIMENTAZIONE DIABETE E ALIMENTAZIONE La pianificazione di una dieta corretta può essere difficile se non si è certi della combinazione di cibi migliore, delle porzioni e dell effetto dei diversi alimenti sui livelli

Dettagli

Associazione S.D. GAM - Gioco Animazione in Movimento CORSO DI FORMAZIONE PER ANIMATORI PROFESSIONALI 2015

Associazione S.D. GAM - Gioco Animazione in Movimento CORSO DI FORMAZIONE PER ANIMATORI PROFESSIONALI 2015 CORSO DI FORMAZIONE PER ANIMATORI PROFESSIONALI 2015 L idea del progetto nasce da una parte dall esigenza di formare nuovi operatori con l intento di creare un più ampio bacino di risorse e dall altra

Dettagli

IL PROGRAMMA GUADAGNARE SALUTE: RENDERE FACILI LE SCELTE SALUTARI. Convegno: Web 2.0 per Guadagnare Salute

IL PROGRAMMA GUADAGNARE SALUTE: RENDERE FACILI LE SCELTE SALUTARI. Convegno: Web 2.0 per Guadagnare Salute IL PROGRAMMA GUADAGNARE SALUTE: RENDERE FACILI LE SCELTE SALUTARI Convegno: Web 2.0 per Guadagnare Salute Dott.ssa M. Teresa Scotti Bologna, 15 ottobre 2009 La promozione della salute è il processo che

Dettagli

Così nasce il questionario che stai per compilare.

Così nasce il questionario che stai per compilare. Premessa Una sana alimentazione e l attività fisica sono fondamentali per mantenere a lungo uno stato di benessere. Spesso però mancano informazioni precise e chi sa cosa dovrebbe fare non sempre applica,

Dettagli

Progetto per la Promozione della Salute

Progetto per la Promozione della Salute S.C. DISTRETTO DI GIAVENO COMUNE DI SANGANO ISTITUTO COMPRENSIVO DI TRANA Progetto per la Promozione della Salute STILI DI VITA SALUTARI A SANGANO Se mi dici una cosa posso dimenticarla Se me la mostri

Dettagli

L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L uomo è ciò che mangia Ippocrate 400 a.c. Una sana e adeguata alimentazione

Dettagli

IL CIRCUITO DIRETTO DELL AGROALIMENTARE SICILIANO

IL CIRCUITO DIRETTO DELL AGROALIMENTARE SICILIANO CORERAS IL CIRCUITO DIRETTO DELL AGROALIMENTARE SICILIANO La Sicilia sulle tavole italiane Legge Regionale N 25 del 2011, Art. 10 VETRINE PROMOZIONALI E PUNTI MERCATALI Allarghiamo gli orizzonti, accorciamo

Dettagli

Francesca Russo Annarosa Pettenò. Verona, 12 gennaio 2011

Francesca Russo Annarosa Pettenò. Verona, 12 gennaio 2011 Francesca Russo Annarosa Pettenò Verona, 12 gennaio 2011 Determinanti della Salute McKeown (1976) dimostra che il ridursi della mortalità, osservato nel periodo 18701970, è da attribuirsi per il: - 40%

Dettagli