Thermafil contro System B Analogie, differenze, ottimizzazione, consigli pratici

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Thermafil contro System B Analogie, differenze, ottimizzazione, consigli pratici"

Transcript

1 L INFORMATORE ENDODONTICO Estratto dal Vol. 5 n 2, 2002 Thermafil contro System B Analogie, differenze, ottimizzazione, consigli pratici PROF. GIUSEPPE CANTATORE IL TRIDENTE EDIZIONI ODONTOIATRICHE

2 Thermafil contro System B Analogie, differenze, ottimizzazione, consigli pratici Prof. Giuseppe Cantatore Figura 1 Un premolare diafanizzato prima dell otturazione. Figura 2 Lo stesso dente della Fig. 1 dopo avere otturato il canale in alto con un Thermafil #40 e quello in basso con un cono medium condensato con il System B. Entrambe le tecniche si dimostrano capaci di riempire tridimensionalmente il complesso sistema canalare. Figura 3 Confronto tra i diametri canalari necessari per adoperare correttamente un Thermafil #25 ed il plugger fine del System B. A 4 mm dalla lunghezza di lavoro Thermafil richiede un diametro di circa 0,45 mm mentre il System B di circa 0,55-0,60 mm. La condensazione verticale a caldo della guttaperca secondo Schilder è tradizionalmente considerata una delle migliori tecniche di otturazione canalare per la prevedibilità e la qualità dei risultati ottenibili. 25 Sfortunatamente la tecnica di Schilder, pur semplificata grazie all aiuto del Touch nd Heat e della siringa Obtura, presenta una curva di apprendimento lunga e tempi di lavoro scoraggianti che spingono molti dentisti a convertirsi ad altre metodiche magari meno performanti ma sicuramente più semplici. 5,6 Di conseguenza sono state studiate possibili alternative in grado di garantire otturazioni tridimensionali con sequenze operative più semplici e tempi di lavoro più corti. Tra queste, particolare successo hanno ottenuto in questi ultimi anni la tecnica Thermafil introdotta dal Dr. W. B. Johnson 17 e la tecnica del System B introdotta dal Dr. S. Buchanan. 6,7 Thermafil e System B sono state oggetto di numerose ricerche allo scopo di verificarne validità ed affidabilità; mai però le due metodiche sono state valutate comparativamente da un punto di vista clinico, come cercheremo di fare in questo articolo, dando ai lettori suggerimenti pratici per ottenere buoni risultati nelle diverse, possibili, situazioni cliniche. Analogie tra Thermafil e System B Capacità sigillanti Nelle figure 1 e 2 è possibile osservare un premolare diafanizzato con il canale in alto otturato da un Thermafil #40 ed il canale in basso da un cono di guttaperca medium condensato verticalmente a caldo con un plugger Buchanan finemedium. Sebbene durante l otturazione non fosse stato adoperato alcun tipo di cemento, entrambe le tecniche si dimostrano capaci di otturare tridimensionalmente il complesso ed intricato sistema canalare del dente in esame, senza apprezzabili differenze. 9 Tipo di sagomatura canalare Sia Thermafil che System B richiedono un canale sagomato con una conicità uniforme e continua per dare i migliori risultati. La sola differenza è che normalmente il System B richiede più spazio ed una conicità più ampia rispetto al Thermafil (Figg. 3-4). 9,10 Tempi di lavoro Sia le otturazioni Thermafil che quelle System B possono essere completate in pochi minuti con una drammatica riduzione dei tempi di lavoro specialmente rispetto alla tecnica di Schilder classica. 9,11,19 Figura 4 I diametri canalari ottenibili con un Rotary GT File risultano inadeguati a portare a 4 mm dalla lunghezza di lavoro il plugger fine del System B. Sarà di conseguenza necessario adoperare anche il GT Pag. - 30

3 L Informatore Endodontico Vol. 5, Nr Curve di apprendimento Le curve di apprendimento per le tecniche Thermafil e System B sono relativamente brevi specialmente se paragonate con quella della condensazione verticale a caldo di Schilder. 7,11,19 Differenze tre Thermafil e System B Viscosità della guttaperca e forze di condensazione Sia Thermafil che System B si basano sul flusso di un polimero termoplasticizzato ad alta viscosità (guttaperca calda) all interno di un sistema canalare complesso a pareti rigide, ma le due tecniche usano mezzi diversi per raggiungere il comune obiettivo di un otturazione tridimensionale. Il flusso della guttaperca calda, in base alla legge fisica di Hagen- Poiseuille (Fig. 5) è funzione inversa della viscosità della guttaperca e funzione diretta delle forze di condensazione. Guttaperche a bassa viscosità condensate con forze elevate mostreranno i valori più alti di flusso. La tecnica Thermafil (Fig. 6) utilizza una guttaperca di tipo a a bassa viscosità e peso molecolare 8,13,20,24 che può facilmente penetrare nei canali laterali e nei tubuli dentinali con eccellenti capacità sigillanti (Figg.7-9). Figura 5 In base alla legge di Hagen-Poiseuille, il flusso della guttaperca plasticizzata dipende dalle forze di condensazione, dal raggio e dalla lunghezza del canale e dalla viscosità della guttaperca stessa. Figura 6 Viscosità di differenti tipi di guttaperca. La guttaperca Thermafil presenta valori di viscosità bassi, specie in confronto a quelli delle guttaperche in coni ed Obtura. Pag. - 31

4 PROFILO DELL AUTORE. Il Prof. Giuseppe Cantatore si è laureato in Medicina nel 1980 presso l Università degli Studi di Roma La Sapienza. Nel 1983 si è specializzato in Odontoiatria presso la stessa Università. Il Prof. Cantatore ha insegnato Endodonzia presso l Università de L Aquila dal 1987 al 1991 e a Roma presso l Università La Sapienza dal 1992 al Dal 2000 è Professore Associato di Endodonzia presso l Università di Verona. E autore di oltre 80 articoli su argomenti di Endodonzia, pubblicati su riviste odontoiatriche nazionali ed internazionali e di un testo sulla Medicazione Intermedia in Figura 7 Fotografia al SEM della superficie di un otturazione Thermafil dopo la completa dissoluzione dei tessuti dentali in acido cloridrico (sinistra). E possibile osservare numerosi microprocessi corrispondenti alla penetrazione della guttaperca nei tubuli dentinali. Invertendo la stessa immagine al negativo (destra) possiamo osservare la struttura della dentina riprodotta dalla guttaperca calda. Figura 8 Fotografia al SEM di una otturazione canalare Thermafil realizzata senza cemento. Il campione è stato ottenuto per frattura e preparato secondo la tecnica del critical point. E possibile osservare numerosi micro-tugs di guttaperca all interno dei tubuli dentinali. 7 8 Figura 9 Fotografia al SEM di una otturazione canalare Thermafil realizzata con cemento resinoso. Anche in questo campione viene confermata l elevata capacità di penetrazione nei tubuli dentinali della guttaperca Thermafil. Figura 10 Conferendo al canale una conicità proporzionale a quella del carrier in plastica è possibile ottenere un effetto cuneo ed ottimizzare le forze di condensazione Figura 11 I pluggers del System B possono produrre elevate forze di condensazione capaci di forzare la guttaperca nei canali laterali. Figura 12 Immagine al SEM di un otturazione ottenuta con il System B senza usare cemento. Il campione è stato ottenuto per frattura e preparato secondo la tecnica del critical point. E possibile osservare la penetrazione della guttaperca all interno di un canale laterale Le forze di condensazione sviluppate durante un otturazione Thermafil dipendono dalla creazione di un effetto cuneo (Fig. 10) tra il carrier in plastica e le pareti canalari ottenibile attraverso una sagomatura canalare ottimizzata. 9 Il System B utilizza invece coni di guttaperca convenzionali di tipo b che, una volta termoplasticizzati, presentano elevati valori di viscosità (Fig. 5). Le forze di condensazione sviluppate dai plugger Buchanan dipendono da una perfetta corrispondenza tra forma del canale, del cono di guttaperca e del plugger. 7,12,18,19 L intensità di tali forze può variare, ma è in genere più elevata che nella tecnica Thermafil 3,4 (Figg ). Riassumendo, Thermafil si basa su una guttaperca a bassa viscosità con forze di condensazione di media entità, mentre Pag. - 32

5 Endodonzia. Il Prof. Cantatore è socio attivo della Società Italiana di Endodonzia (SIE), della Società Italiana di Odontoiatria Conservativa (SIDOC), dell Accademia Italiana di Odontoiatria Microscopica e socio onorario della Società Libanese di Endodonzia. Inoltre, è socio attivo della European Society of Endodontology (ESE) e Associate Member dell American Association of Endodontists (AAE). Il Prof. Cantatore vive e lavora a Roma, dove esercita la sua attività limitatamente all Endodonzia. L Informatore Endodontico Vol. 5, Nr System B su una guttaperca ad alta viscosità condensata con elevate forze di condensazione. Il carrier in plastica Una delle principali caratteristiche del Sistema Thermafil è la presenza di un carrier in plastica all interno della massa di guttaperca che non deve essere considerato nè un vantaggio nè un limite della metodica, ma semplicemente una sua caratteristica peculiare. Il fenomeno del carrier denudato enfatizzato da alcuni Autori 1 può essere facilmente evitato conferendo al canale una corretta conicità e mantenendo la punta del carrier a circa 1 mm dalla lunghezza di lavoro, in modo da permettere solo a guttaperca e cemento di sigillare la complessa regione apicale. Neanche la preparazione dello spazio per un perno deve preoccupare in un caso Thermafil; l uso delle apposite Thermafil Post Space Burs (Maillefer ) permetterà infatti una quasi immediata preparazione del dowel space mentre la scanalatura longitudinale presente lungo i carriers faciliterà i ritrattamenti 9,21,22,23 (Figg ). Per ritrattare un caso Thermafil è consigliabile: 9,11,15,16 - rimuovere parte della guttaperca aiutandosi con solventi o con strumenti rotanti - isolare il carrier fino a localizzare la 13 scanalatura longitudinale - usare uno strumento rotante come un Profile.06 #25 o #30 a circa rpm per bypassare e rimuovere il carrier. Il Back-filling Eseguire il back filling di un canale otturato con il System B richiede tempo e pazienza se si vuole evitare di lasciare spazi vuoti nel canale. 7,9,12,19 Una valida alternativa è rappresentata dall uso della siringa Obtura (Fig. 15) che richiede, per dare risultati sicuri e ripetibili, i seguenti accorgimenti: - sagomare il canale fino a conferirgli un adeguata conicità; - scegliere un ago Obtura sufficientemente sottile da raggiungere la guttaperca condensata negli ultimi 4-5 mm del canale durante la fase di downpacking; Figura 13 Post Space Burs (Maillefer ) usate per la preparazione del dowel space nei casi Thermafil. 14a 14b Figura 14 Un otturazione Thermafil prima (a) e dopo l uso delle post-space burs (b). Pag. - 33

6 Thermafil contro System B. Analogie, differenze, ottimizzazione, consigli pratici Figura 15 Terzo Medio di un canale otturato con la siringa Obtura. La massa di guttaperca appare compatta e priva di vuoti a 16b Figura 16 Ritrattamento di un premolare con 3 canali separati (2 vestibolari ed 1 linguale): Rx diagnostica (a), lunghezza di lavoro (b), prova dei coni (c), controllo finale (d). Down packing System B, back filling Obtura. Figura 17 Trattamento di un molare inferiore con 3 canali mesiali (a) confluenti al terzo apicale (b). Anche in questo caso si è preferito adoperare il System B. Figura 18 Thermafil può essere adoperato con successo nei canali a C a patto di usare coni di guttaperca addizionali per aumentare la massa di guttaperca. 16c 16d - aspettare 2-3 secondi prima di iniettare la guttaperca Obtura consentendo alla punta dell ago di riscaldare la guttaperca precedentemente condensata ma ormai fredda. In questa maniera sarà possibile ottenere una otturazione ermetica, compatta e senza vuoti; - durante l iniezione della guttaperca resistere delicatamente, per qualche secondo, alla pressione all indietro dell ago che tende ad uscire dal canale, in modo da ottimizzarne il riempimento (Figg. 18a 18b 18c 16-17). La tecnica Thermafil al contrario del System B non richiede alcun backfilling. Prevenzioni delle infiltrazioni coronali In canali ellittici o C- shaped la quantità di 17a guttaperca 17b fornita dagli otturatori Thermafil può non essere sufficiente a bloccare eventuali microinfiltrazioni coronali. In questi casi è possibile inserire coni di guttaperca addizionali nella massa della guttaperca Thermafil ancora calda in modo da aumentare la massa di polimero che potrà essere poi ulteriormente condensato verticalmente con plugger convenzionali 1,9,11,14 (Figg ). Diametri canalari minimi necessari per eseguire correttamente le due metodiche I diametri e le conicità canalari minime necessari ad eseguire correttamente una otturazione con il System B sono di norma superiori rispetto a quelli richiesti per un otturazione Thermafil. Il divario tra le due metodice va aumentando con la lunghezza dei canali; canali molto lunghi richiederanno infatti ampi diametri (specie nel terzo coronale) per consentire la penetrazione in profondità dei Plugger Pag. - 34

7 L Informatore Endodontico Vol. 5, Nr a 19b 20a 20b Figura 19a, b Radiografie del caso clinico presentato nella Fig.18; questo secondo molare presentava un grande canale a C ed un secondo canale addizionale in posizione mesio vestibolare. Notare le complesse anastomosi presenti nel sistema canalare. Figura 20 Caso clinico di un primo molare mascellare con canali molto lunghi (26 mm): Rx diagnostica (a), lunghezza di lavoro (b-c). Figura 21 Controllo finale. 20c 21 22a 22b Figura 22 Terzo molare inferiore con canali molto curvi otturati con Thermafil. Usare il System B in questo caso sarebbe risultato difficile. Radiografie preoperatoria (a) e postoperatoria (b). del System B che presentano una conicità continua. Viceversa la tecnica Thermafil, specialmente con i nuovi otturatori a conicità multiple, permette di adattarsi con più versatilità all anatomia originale del canale: in canali molto lunghi o curvi potremo limitare la preparazione del canale ad una conicità del 4%, mentre per il System B la conicità minima non è mai inferiore al 6% (Figg ). Uso in canali lunghi e curvi I carrier in plastica degli otturatori Thermafil sono di norma molto flessibili e si adattano comodamente anche alle curvature canalari più severe senza mostrare alcuna tendenza a raddrizzarsi (Figg ). I plugger del System B presentano una flessibilità limitata che decresce drammaticamente passando dalla punta più sottile Fine a quella più grande Medium-Large. Le difficoltà ad usare i plugger del System B nei canali curvi dipenderanno non solo dall angolo e dal raggio di curvatura del canale, ma anche dal suo diametro e dalla sua lunghezza. Canali ampi, anche se severamente curvi, potranno essere trattati adeguatamente con il System B, mentre canali lunghi e calcificati, anche se con curvature moderate, richiederanno allargamenti coronali supplementari Figura 23 Secondo molare superiore con canali molto curvi otturati con Thermafil. Notare la flessibilità dei carrier nella Rx per la determinazione della lunghezza di lavoro (b). 23a 23b 23c Pag. - 35

8 Thermafil contro System B. Analogie, differenze, ottimizzazione, consigli pratici e Figura 24 Secondo molare superiore con canali molto curvi otturati con Thermafil: Rx diagnostica (a), lunghezza di lavoro (b). Figura 25 Controllo finale. 24a 24b 25 Figure 26 Primo molare inferiore con canali preparati con Profiles.06 ed otturati con Thermafil: Rx diagnostica (a), lunghezza di lavoro (b). Figura 27 Controllo finale. tempi di lavoro notevolmente più lunghi allo scopo di consentire una corretta penetrazione dei pluggers. 9,10 Ottimizzazione della tecnica Thermafil 26a 26b 27 Preparazione canalare Thermafil può essere una tecnica facile e veloce e dare ottimi risultati a patto di conferire al canale un adeguata sagomatura. Una sagomatura adeguata per un otturazione Thermafil dovrà presentare: - diametri apicali limitati (compatibilmente al diametro originale del canale) - conicità superiore dell 1-2 % rispetto a quella dei carriers. La maggior parte degli strumenti in Nichel-Titanio a conicità aumentata, come i GT Files o i ProTapers consentono di ottenere facilmente sagomature canalari in grado di consentire la penetrazione senza interferenze dei carrier lasciando spazio sufficiente al flusso della guttaperca e del cemento (Figg ). Gauging del canale e scelta dell otturatore Allo scopo di scegliere l otturatore corretto per ogni canale conviene misurare, alla fine della preparazione, il diametro del forame apicale con strumenti convenzionali in acciaio a conicità.02. Conoscendo il diametro del forame e la conicità del canale sarà possibile selezionare il corrispondente otturatore Thermafil. Ad esempio, se il diametro apicale sarà di 0,30 mm e la conicità del canale del 6%, l otturatore corretto sarà un Thermafil 30 a conicità.06. Per essere completamente sicuri di aver scelto l otturatore corretto converrà eseguire una radiografia di controllo con i verificatori Thermafil inseriti nei canali alla lunghezza di lavoro. I verificatori sono simili a strumenti in Nichel Titanio e la loro conicità comprende il carrier + lo spazio per il flusso della guttaperca. Come alternativa è possibile verificare la scelta dell otturatore adoperando carriers senza guttaperca, perfettamente radiopachi, da inserire nel canale alla lunghezza di lavoro per una radiografia di controllo. Il vantaggio di questi verificatori in Pag. - 36

9 L Informatore Endodontico Vol. 5, Nr plastica è che essi riproducono perfettamente le condizioni cliniche che si verificano al momento dell inserzione dell otturatore; 9,11 inoltre, essendo perfettamente lisci e privi di lame, non producono fango dentinale e non richiedono, come i verificatori in metallo, un irrigazione supplementare. Posizionamento del cemento La quantità di cemento da adoperare per le otturazionithermafil deve essere ridotta al minimo per ridurre il rischio di sovrariempimenti. Uno strato sottile posizionato sulle pareti del canale con l aiuto di un cono di carta è più che sufficiente a svolgere la doppia azione di lubrificante sulla guttaperca e di riempitivo di eventuali microspazi creatisi dopo il raffreddamento della gutta stessa. Per quanto riguarda il tipo di cemento da adoperare, si darà la preferenza a cementi con tempi di lavoro sufficientemente lunghi e di cui si possa regolare con cura la viscosità. 9,11 Riscaldamento dell otturatore Uno degli errori più comuni con la tecnica Thermafil è rappresentato dall inserimento nel canale dell otturatore con la guttaperca ancora non perfettamente plasticizzata; in questi casi il carrier non riesce a raggiungere la lunghezza di lavoro e ne consegue un otturazione del canale incompleta. Allo scopo di evitare questo errore l operatore dovrà controllare sempre la consistenza della guttaperca dopo avere estratto l otturatore dal fornetto Therma-prep; la gutta deve presentarsi rigonfia, lucente e appiccicosa altrimenti sarà necessario sottoporla ad un ulteriore ciclo di riscaldamento. 9,11 Controlli radiografici In caso di errori durante la sequenza operativa (ad esempio un otturatore che non raggiunge la lunghezza di lavoro) o comunque se si hanno dubbi sulla qualità del risultato finale, sarà conveniente eseguire una radiografia di controllo prima di sezionare l otturatore. Se necessario sarà così possibile rimuovere il carrier dal canale e ripetere l otturazione. 9,11 Ottimizzazione della tecnica System B Conicità del canale adeguata Nelle otturazioni con il System B, il canale dovrà essere sagomato in modo da consentire la penetrazione dei pluggers senza interferenze fino a 4 mm dalla lunghezza di lavoro, pena un incompleta plasticizzazione della guttaperca apicale. Poiché i Plugger B presentano un diametro costante in punta di 0,50 mm ed una conicità minima del 6%, ne consegue che, anche adoperando il plugger fine, il diametro del canale a 4 mm dalla lunghezza di lavoro non dovrà essere inferiore a 0,55-0,60 mm con una conicità continua del 6-7%. 10,19 Per ottenere questo tipo di preparazione deep shape cioè ampia nelle parti più profonde del canale, sono raccomandati i Rotary GT Files. Questi strumenti in Nichel Titanio sono attualmente disponibili in 3 serie con diametro in punta rispettivamente di 0,20 0,30 e 0,40 mm e conicità rispettivamente del 4, 6, 8 e 10%. Per ottenere i diametri canalari richiesti per il System B sarà necessario portare alla lunghezza di lavoro minimo un GT a conicità 8% per la serie.20, a conicità 6% per la serie.30 ed a conicità 4% per la serie.40 (Fig. 3). Inoltre, nei canali molto lunghi e/o curvi sarà necessario un allargamento coronale addizionale per consentire il movimento dei plugger, ottenibile con strumenti come i Pag. - 37

10 Thermafil contro System B. Analogie, differenze, ottimizzazione, consigli pratici ProTapers SX o i Profile Orifice Shapers (Figg ). Gauging del canale Il gauging, cioè il controllo dei diametri del canale, è fondamentale prima di procedere all otturazione con il System B, allo scopo di verificare se sono stati raggiunti i diametri canalari minimi e di scegliere un cono master ed un plugger adeguati. Il gauging si esegue introducendo nel canale strumenti in acciaio convenzionali di diametro crescente registrandone poi il punto di impegno. Si ottiene così una specie di mappa dei diametri canalari e si può procedere, se necessario, agli opportuni aggiustamenti. 7,10,19 Scelta corretta del cono master e del B plugger Un B plugger adeguato dovrebbe essere in grado di raggiungere il suo punto di impegno a 4 mm dalla lunghezza di lavoro senza interferenze contro le pareti canalari. Nei canali curvi i B pluggers potranno essere precurvati adattandoli con cura alla forma del canale. In presenza di grossolane interferenze, allo scopo di evitare di scaricare le forze di condensazione sulle pareti canalari anziché sulla guttaperca, si sceglierà un plugger più piccolo o si correggerà la sagomatura del canale. 7,9,19 Il cono master a sua volta dovrebbe riprodurre fedelmente forma e conicità del canale allo scopo di ottimizzare le forze di condensazione (Figg ). Normalmente con il System B si adoperano coni non standardizzati medium o fine-medium tagliati in punta in modo da ottenere lo stesso diametro apicale della preparazione. La scelta del Master Cone viene notevolmente semplificata se si adoperano i Rotary GT Files per la preparazione del canale; in questi casi infatti si sceglierà un cono di guttaperca della serie Autofit corrispondente all ultimo GT File fatto lavorare alla lunghezza di lavoro. Anche con gli Autofit saranno comunque necessari gli opportuni aggiustamenti alla punta del cono sulla base dei risultati del canal gauging. 7,10,19 Termoplasticizzazione corretta della guttaperca apicale L incompleta termoplasticizzazione del cono master rappresenta uno degli errori più frequenti durante un otturazione con il System B. Per evitare questa complicazione che riduce drasticamente l ermeticità del sigillo apicale, il plugger deve essere inserito nel canale fino a 4 mm dalla lunghezza di lavoro. Penetrazioni più corte, a 5-7 mm, possono non essere sufficienti a rammollire completamente il cono. 9 Figure 28 Nonostante la curvatura severa delle radici è stato possibile, usando Profiles.06 e Rotary GT Files, preparare adeguatamente i canali per il System B. Lunghezza di lavoro. Figura 29 Controllo finale Pag. - 38

11 L Informatore Endodontico Vol. 5, Nr Figura 30 Un premolare e due molari con canali preparati con Profiles.06 ed otturati con la tecnica del System B. Notare i numerosi canali laterali Figura 31 Primo molare inferiore preparato con Rotary GT Files ed otturato con il System B. Nella radice distale sono visibili 2 canali laterali. Back-filling corretto Onde ridurre il rischio di microinfiltrazioni coronali, la fase del back-filling deve essere eseguita correttamente con l aiuto della siringa Obtura o aggiungendo alla guttaperca condensata apicalmente dei coni accessori opportunamente tagliati in punta da plasticizzare e condensare adoperando i pluggers del System B. Una radiografia di controllo confermerà la densità dell otturazione e l assenza di spazi vuoti nella guttaperca. 9,19 Consigli pratici per la tecnica Thermafil - Sagoma il canale fino ad una conicità compresa tra il 4 ed il 6%; - Limita al necessario l allargamento apicale; - Usa una piccola quantità di cemento; - Verifica la scelta degli otturatori; - Mantieni il carrier a circa 1 mm dalla lunghezza di lavoro; - Controlla la plasticizzazione della guttaperca; - Esegui una Rx di controllo prima di sezionare l otturatore. Consigli pratici per la tecnica System B - Sagoma il canale fino ad una conicità compresa tra il 7 e l 8%; - Controlla i diametri del canale; - Adatta la punta del cono master ai risultati del gauging apicale; - Esegui una Rx di verifica dell adattamento del cono master; - Prova il plugger e, se necessario, precurvalo: - Inserisci il plugger fino a 4 mm dalla lunghezza di lavoro; - Esegui una Rx di controllo dopo il back-filling. Conclusioni Sia con la tecnica Thermafil che con il System B è possibile ottenere buoni risultati in termini di qualità ed ermeticità dell otturazione. Il nostro consiglio è di imparare ad usare entrambe le metodiche; sarà così possibile sfruttarne i vantaggi riducendo allo stesso tempo i rischi di indesiderate complicazioni. Possiamo inoltre adoperare le due tecniche in uno stesso caso clinico ottenendo otturazioni ibride dove ad esempio i canali distali di un molare inferiore sono otturati con il System B ed i canali mesiali con il Thermafil (Fig. 32). Ma quando usare Thermafil e quando il System B? Il System B è da preferire quando sono richieste elevate forze di condensazione come nei riassorbimenti interni, nei canali C-shaped e nelle anastomosi, nonché nei canali biforcati e nelle anatomie complesse dove l inserimento di 2 o più otturatori Thermafil risulta difficile o impossibile. Viceversa, in canali molto lunghi e curvi l uso degli otturatori Thermafil risulterà Pag. - 39

12 Thermafil contro System B. Analogie, differenze, ottimizzazione, consigli pratici 32a 32b 32c 32d 32e Figure 32 Esempio di otturazione ibrida Thermafil + System B. Questo primo molare inferiore presentava 2 canali confluenti nella radice mesiale, un canale nella radice distale ed un quarto canale in una terza radice. Otturazione Thermafil per i 2 canali mesiali e System B per gli altri. Rx dopo il controllo della lunghezza di lavoro (a-b), prova dei verificatori e dei coni master (c-d), controllo finale (e). più vantaggioso, consentendo una preparazione più conservativa con riduzione sensibile dei tempi di lavoro e minor rischio di complicazioni. In sintesi, piuttosto che pensare in termini di System B contro Thermafil consigliamo di pensare al System B insieme al Thermafil per migliorare la qualità della nostra En-dodonzia e la percentuale dei nostri successi. Pag. - 40

13 L Informatore Endodontico Vol. 5, Nr BIBLIOGRAFIA 1) - Becker, T.A., Donnelly, J.C.: Thermafil Obturation: a literature revue. Gen Dent ) - Bertrand, M.F. et Al.: Removal of Thermafil root filling material. J Endodon 1997; 23: ) - Blum, J.H., Parahy, E., Micallef, J.P.: Analysis of forces developed during obturation: warm vertical compaction. J Endodon 1997; 23(2):91-5 4) - Blum, J.Y., Machtou, P., Micallef, J.P.: Analysis of forces developed during obturation.wedging effect: part II. J Endodon 1998; 24: ) - Buchanan, P.: Cleaning and shaping the root canal system. In Cohen -Burns: Pathways of the pulp 1990, 5 ed.; Mosby Y.B., Philadelphia:pag ) - Buchanan, L.S.: Vertical condensation of warm gutta-percha: observations regarding a classic technique Dentistry Today; September:1-7. 7) - Buchanan, L.S.: The continuous wave of obturation; centered condensation of warm gutta-percha in 12 seconds 1996 Dentistry Today; January ) - Cantatore, G., Malagnino, V.A., Lupoli, G.: Resonance Magnetique Nucleaire (1H-RMN et 13C-RMN) des differents branches de guttapercha. RFE 1994; 2: ) - Cantatore, G., Endodonzia del 2000: Evoluzione delle tecniche di otturazione canalare; L eredità di Schilder. Dental Cadmos Dossier parte II 2000; 7: ) - Cantatore, G.: L endodonzia verso il La strumentazione canalare: evoluzione delle tecniche. Dental Cadmos Dossier 1998; 18: ) - Cantatore, G., Cochet, J.Y.: Le système Thermafil. Endo Rev Franç Endod 1998; 4 (17): ) - Floren, J.W., Weller, R.N., Pashley, D.H., Kimbrough, W.F.: Root surface temperatures produced in vitro with the System B heat source. OR n 60 Abstract AAE 1998, New-York. 13) - Friedman, C.M., Sandrik, J.L., Heuer, M.A.: Composition and mechanical properties of gutta-percha endodontic points. J Dent Res 1975; 54(5): ) - Glickman, G., Butler, J., Berry, C.: Microbiological evaluation of Thermafil obturators. J Endodon 1992; 18: ) - Ibarrola, J.L., Knowles, K.I., Ludlow, M.O.: Retrievability of Thermafil plastic cores using organic solvents. J Endodon 1993; 19: ) - Imura, N., Zuolo, M.L., Kherlakian, D.: Comparison of endodontic retreatment of laterally condensed gutta-percha and Thermafil with plastic carriers. J Endodon 1993; 19: ) - Johnson, W.B.: A new gutta-percha technique. J. Endodon.4: ; ) - Lee, F.S., Van Cura, J.E., BeGole, E.: A comparison of root survace temperatures using different Obturation heat sources. J. Endodon 1998; 24: ) - Machtou, P., Amor, J., Lumley, P.: Le System B. Endo Rev Franç Endod 1998; 4(Vol.17): ) - Malagnino, V., Cantatore, G., Lupoli, G.: Analyse Chimique Quantitative, Point de fusion et temps de plasticisation des differents branches de guttapercha. RFE 1994; 6: ) - Mattison, G. et Al: Periapical tissue response to root canal filled with Thermafil. Abstr. #0771 IADR Acapulco (Mexico)- April ) - Rybicki, R., Zillich, R.: Apical sealing ability of Thermafil following immediate and delayed post space preparation. J Endodon 1994; 20: ) - Saunders, W.P., Saunders, E.M., Gutmann, J.L., Gutmann, M.L.: An assessment of the plastic Thermafil obturation technique. Part 3. The effect of post space preparation on the apical seal. Int Endodon J 1993; 26: ) - Schilder, H., Goodman, A., Aldrich, W.: The thermomechanical properties of gutta-percha, III. Determination of phase transition temperatures for gutta-percha. Oral Surg 1974; 38: ) - Schilder H: Filling root canals in three dimensions. Dent Clin North Amer 1967; 11: Pag. - 41

Utilizzazione clinica delle frese di Gates Glidden

Utilizzazione clinica delle frese di Gates Glidden L INFORMATORE ENDODONTICO Estratto dal Vol. 4 n 2, 2001 Utilizzazione clinica delle frese di Gates Glidden PIERRE MACHTOU, DDS DOMINIQUE MARTIN, DDS IL TRIDENTE EDIZIONI ODONTOIATRICHE Utilizzazione clinica

Dettagli

Otturazione del canale radicolare e integrità dentale

Otturazione del canale radicolare e integrità dentale Otturazione del canale radicolare e integrità dentale Prof. Giuseppe Cantatore Giuseppe Cantatore descrive due tecniche di otturazione che consentono di trattare efficacemente un più alto numero di casi

Dettagli

THERMAFIL. Virtuosity. is in your hands. Una tecnica di otturazione canalare affidabile. Creatività nell arte odontoiatrica

THERMAFIL. Virtuosity. is in your hands. Una tecnica di otturazione canalare affidabile. Creatività nell arte odontoiatrica Virtuosity is in your hands THERMAFIL Una tecnica di otturazione canalare affidabile DISTRIBUTORE ESCLUSIVO I 46100 MANTOVA Italy Via Pisacane, 5/A Tel. (0376) 267.811 r.a. Fax (0376) 381.261 e-mail: info@simitdental.it

Dettagli

La semplicità è la vera innovazione

La semplicità è la vera innovazione La semplicità è la vera innovazione Vi siete mai sentiti frustrati dalla complessità di certe cose? Un unico strumento NiTi per il trattamento canalare utilizzabile nella maggior parte dei casi Efficacia

Dettagli

CORSO TEORICO- PRATICO DI ENDODONZIA PROGRAMMA

CORSO TEORICO- PRATICO DI ENDODONZIA PROGRAMMA CORSO TEORICO- PRATICO DI ENDODONZIA Relatore: Dr.Michele Berenice PROGRAMMA I Incontro : Sessione Teorica Venerdi 28 Gennaio - Definizione, scopi ed indicazioni dell Endodonzia - Fasi basilari del trattamento

Dettagli

CORSO Semestrale di ENDODONZIA Dr. Claudio Farnararo - Dr. Francesco Piras

CORSO Semestrale di ENDODONZIA Dr. Claudio Farnararo - Dr. Francesco Piras CORSO Semestrale di ENDODONZIA Dr. Claudio Farnararo - Dr. Francesco Piras Studio Dentistico Dr. Francesco Maria Farnararo 3 Ottobre 2015 - Marzo 2016 Sei uno studente del sesto anno? Concorri al bando

Dettagli

Progressi in Endodonzia Fare dell eccelza una conseguenza della semplicità

Progressi in Endodonzia Fare dell eccelza una conseguenza della semplicità L INFORMATORE ENDODONTICO Estratto dal Vol. 8 n 1, 2005 Progressi in Endodonzia Fare dell eccelza una conseguenza della semplicità BARRY L. MUSIKANT, DMD IL TRIDENTE EDIZIONI ODONTOIATRICHE Progressi in

Dettagli

LA MIGLIORE PERFORMANCE IN T UTTE LE CIRCOSTANZE

LA MIGLIORE PERFORMANCE IN T UTTE LE CIRCOSTANZE LA MIGLIORE PERFORMANCE IN T UTTE LE CIRCOSTANZE ProTaper Universal è la nuova versione di strumenti endodontici NiTi più famosi nel mondo + Più facile una sola sequenza operativa per ogni tipo di canale

Dettagli

Cenacolo Odontostomatologico Italiano Associazione Italiana Odontoiatria Generale. Provider accreditato Standard n 326

Cenacolo Odontostomatologico Italiano Associazione Italiana Odontoiatria Generale. Provider accreditato Standard n 326 Cenacolo Odontostomatologico Italiano Associazione Italiana Odontoiatria Generale Provider accreditato Standard n 326 Programma del Corso Innovazione In Endodonzia : Le Nuove Tecnologie Nella Pratica Quotidiana

Dettagli

La risoluzione di uno dei più comuni incidenti in Endodonzia: la frattura di uno strumento

La risoluzione di uno dei più comuni incidenti in Endodonzia: la frattura di uno strumento L INFORMATORE ENDODONTICO Estratto dal Vol. 8 n 4, 2005 La risoluzione di uno dei più comuni incidenti in Endodonzia: la frattura di uno strumento STEVEN J. COHEN, DDS GARY D. GLASSMANN, DDS RICHARD E.

Dettagli

N D O E N D O D O N T I C S 2 0 1 4

N D O E N D O D O N T I C S 2 0 1 4 OBIETTIVO DEL CORSO La finalità del corso è quella di fornire ai partecipanti solide basi cognitive che consentano di formulare correttamente diagnosi e piani di trattamento. Il corso si prefigge, inoltre,

Dettagli

Il rationale e la tecnica per la compattazione verticale della guttaperca calda.

Il rationale e la tecnica per la compattazione verticale della guttaperca calda. John West, DDS, MSD Il rationale e la tecnica per la compattazione verticale della guttaperca calda. L'approccio all onda di riscaldamento. La tecnica dell onda di riscaldamento in endodonzia si riferisce

Dettagli

L'otturazione tridimensionale dei canali radicolari e il restauro post endodontico

L'otturazione tridimensionale dei canali radicolari e il restauro post endodontico FAD CORSO ECM A DISTANZA a cura di SanitaNova s.r.l. L'otturazione tridimensionale dei canali radicolari e il restauro post endodontico Responsabile Scientifico del corso: Dr. Marco Martignoni Corso costituito

Dettagli

pratico (su modelli in plastica e denti naturali estratti), attraverso incontri completamente dedicati, consentirà ai corsisti di

pratico (su modelli in plastica e denti naturali estratti), attraverso incontri completamente dedicati, consentirà ai corsisti di OBIETTIVO DEL CORSO Il corso Base si prefigge di assicurare un adeguata conoscenza teorica ed applicata delle innovazioni tecniche e scientifiche che dominano il panorama endodontico, evidenziandone luci

Dettagli

Endodonzia Ortograda & Chirurgica

Endodonzia Ortograda & Chirurgica Una Medicina Migliore Endodonzia Ortograda & Chirurgica Tecniche, tecnologie, strumenti e materiali CORSO TEORICO PRATICO SEMESTRALE 2004 27-28 febbraio, 26-27 marzo, 16-17 aprile, 28-29 maggio, 25-26

Dettagli

La finalità del corso è quella di fornire ai partecipanti solide basi cognitive nella formulazione di

La finalità del corso è quella di fornire ai partecipanti solide basi cognitive nella formulazione di OBIETTIVO DEL CORSO La finalità del corso è quella di fornire ai partecipanti solide basi cognitive nella formulazione di diagnosi e piani di trattamento corretti. Il corso si prefigge, inoltre, di assicurare

Dettagli

flexible performance *

flexible performance * 0459 MAILLEFER INSTRUMENTS HOLDING S.à.r.l. CHEMIN DU VERGER 3 CH-1338 BALLAIGUES SWITZERLAND www.dentsplymaillefer.com DISTRIBUTORE ESCLUSIVO SIMI T-DENTAL s.r.l I - 46100 MANTOVA Italy - Via Pisacane,

Dettagli

CORSO Semestrale di ENDODONZIA Dr. Claudio Farnararo - Dr. Francesco Piras

CORSO Semestrale di ENDODONZIA Dr. Claudio Farnararo - Dr. Francesco Piras CORSO Semestrale di ENDODONZIA Dr. Claudio Farnararo - Dr. Francesco Piras Sirona Point Sei uno studente del sesto anno? Concorri al Bando e partecipa Gratis 17 Settembre 2016-11 Febbraio 2017 OBIETTIVI

Dettagli

L espansione si combina con l adesione. La nuova generazione GuttaFlow

L espansione si combina con l adesione. La nuova generazione GuttaFlow GuttaFlow 2 L espansione si combina con l adesione. La nuova generazione GuttaFlow Due prodotti in uno - Sistema di otturazione per canali radicolari Espansione Non occorrono tempi lunghi di condensazione

Dettagli

MASTER IN ENDODONZIA CLINICA Roma, 23 gennaio 2015 16 maggio 2015. ACCREDITAMENTO ECM EVENTO N. 450-116048 Ed. 1

MASTER IN ENDODONZIA CLINICA Roma, 23 gennaio 2015 16 maggio 2015. ACCREDITAMENTO ECM EVENTO N. 450-116048 Ed. 1 Roma, 23 gennaio 2015 16 maggio 2015 ACCREDITAMENTO ECM EVENTO N. 450-116048 Ed. 1 Pagina 2 Relatore del corso: Prof. Livio Gallottini. 2015 Tipologia del corso: teorico pratico; lezioni teoriche frontali

Dettagli

Responsabile Scientifico del corso: Prof. Giuseppe Cantatore

Responsabile Scientifico del corso: Prof. Giuseppe Cantatore Corso ECM a distanza a cura di SANITANOVA Provider accreditato ECM FAD nazionale n. 12 del 10/06/2010 Il nichel-titanio in endodonzia Responsabile Scientifico del corso: Prof. Giuseppe Cantatore Corso

Dettagli

X SIMPOSIO AIO SARDEGNA PRE SIMPOSIO SESSIONE ENDODONZIA Ven 30.11.2012

X SIMPOSIO AIO SARDEGNA PRE SIMPOSIO SESSIONE ENDODONZIA Ven 30.11.2012 X SIMPOSIO AIO SARDEGNA PRE SIMPOSIO SESSIONE ENDODONZIA Ven 30.11.2012 Luogo: Arborea (OR) Categoria: Corsi e Convegni - 2012 Informazioni aggiuntive: X SIMPOSIO AIO SARDEGNA PRE SIMPOSIO SESSIONE ENDODONZIA

Dettagli

L'otturazione tridimensionale dei canali radicolari e il restauro post endodontico

L'otturazione tridimensionale dei canali radicolari e il restauro post endodontico FAD CORSO ECM A DISTANZA a cura di SanitaNova s.r.l. L'otturazione tridimensionale dei canali radicolari e il restauro post endodontico Responsabile Scientifico del corso: Dr. Marco Martignoni Corso costituito

Dettagli

online: www.nikincdental.com

online: www.nikincdental.com online: www.nikincdental.com Essere al meglio per sentirsi meglio Innovativi fin dall'inizio Per più di 25 anni abbiamo inventato, sviluppato e realizzato prodotti dentali innovativi e facili da usare,

Dettagli

PER UN ENDODONZIA EFFICIENTE

PER UN ENDODONZIA EFFICIENTE PER UN ENDODONZIA EFFICIENTE L endodonzia di LM LM-EndoLine offre una soluzione globale per il trattamento dei canali radicolari. Gli strumenti manuali ergonomici e quelli canalari, così come il dispositivo

Dettagli

PROGRAMMA MASTER IN ENDODONZIA CLINICA

PROGRAMMA MASTER IN ENDODONZIA CLINICA PROGRAMMA MASTER IN ENDODONZIA CLINICA 2014 Relatore del corso: Prof. Livio Gallottini. Tipologia del corso: teorico-pratico; lezioni teoriche frontali ed esercitazioni pratiche (workshop) su modelli didattici.

Dettagli

Endo FAQ. un contributo per un Endodonzia migliore

Endo FAQ. un contributo per un Endodonzia migliore Endo FAQ un contributo per un Endodonzia migliore Bibliografia: 1. Ca s te l l u c c i A.: ENDODONTICS. Ed. Odontoiatriche Il Tridente 2008 2. Sc h i l d e r H.: Cleaning and Shaping the root canal Dent

Dettagli

CORSO INTENSIVO SU RIUNITO E SU SIMULATORI DI ENDODONZIA E RADIOLOGIA SU DENTI PER TRASPARENZA E SU DENTI VERI

CORSO INTENSIVO SU RIUNITO E SU SIMULATORI DI ENDODONZIA E RADIOLOGIA SU DENTI PER TRASPARENZA E SU DENTI VERI 1 CORSO INTENSIVO SU RIUNITO E SU SIMULATORI DI ENDODONZIA E RADIOLOGIA SU DENTI PER TRASPARENZA E SU DENTI VERI CORSO COMPLETO (PARTE A + PARTE B): 30 CREDITI ECM PARTE A: 15 CREDITI ECM PARTE B: 15 CREDITI

Dettagli

La forma per ogni esigenza clinica. Il materiale ad alta resistenza

La forma per ogni esigenza clinica. Il materiale ad alta resistenza I perni Over Post rispondono a tutti i requisiti di un perno ideale per soddisfare le aspettative dei Professionisti più esigenti. Quali sono i motivi per scegliere il perno Over Post? Perni Over Post

Dettagli

Photon Induced Photoacoustic Streaming

Photon Induced Photoacoustic Streaming Photon Induced Photoacoustic Streaming La più importante rivoluzione in endodonzia degli ultimi 50 anni Tecnologia esclusiva Fotona Photon Induced Photoacoustic Streaming Cos è PIPS? PIPS è un metodo rivoluzionario

Dettagli

Carta Servizi ODONTOIATRIA CONSERVATIVA

Carta Servizi ODONTOIATRIA CONSERVATIVA Dott.ssa Eva Pellegrini Carta Servizi ODONTOIATRIA CONSERVATIVA L integrità di un dente può essere compromessa da molte cause, tra cui le più comuni sono: carie, erosione/abrasione e traumi. La Conservativa

Dettagli

Contenuti. 2 Caratteristiche Flexi-Post Fiber 3 Componenti Flexi-Post Fiber e loro utilizzo

Contenuti. 2 Caratteristiche Flexi-Post Fiber 3 Componenti Flexi-Post Fiber e loro utilizzo Contenuti 2 Caratteristiche Flexi-Post Fiber 3 Componenti Flexi-Post Fiber e loro utilizzo 4 Dettagli Flexi-Post Fiber 5 Utilizzi raccomandati per Flexi-Post Fiber TECNICA: 6 Uso del Regolo di profondità

Dettagli

Successo degli strumenti canalari Mtwo Nove anni di evidenze cliniche e commerciali

Successo degli strumenti canalari Mtwo Nove anni di evidenze cliniche e commerciali 22 Notizie dalle Aziende Anno VI n. 10 - Ottobre 2010 Italian Edition TePe, produttore svedese leader di articoli per l igiene orale, ha aperto la sua filiale in Italia Da settembre 2010 TePe è presente

Dettagli

EDITORIALE ORGOGLIO ITALIANO ARTICOLO ORIGINALE STRUMENTI ROTANTI IN LEGA NICHEL-TITANIO PER IL RITRATTAMENTO: UN ANALISI PRE-CLINICA

EDITORIALE ORGOGLIO ITALIANO ARTICOLO ORIGINALE STRUMENTI ROTANTI IN LEGA NICHEL-TITANIO PER IL RITRATTAMENTO: UN ANALISI PRE-CLINICA Periodico quadrimestrale - Poste Italiane SpA Sped. in abbonamento Post. 70% LO/MI - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1, DCB Milano - Taxe Perçue ISSN 1121 4171 3 novembre 2011

Dettagli

Corso avanzato di Endodonzia clinica. Dott. Alessandro Iorio Siciliano. 2 ottobre 2015-12 dicembre 2015 Napoli

Corso avanzato di Endodonzia clinica. Dott. Alessandro Iorio Siciliano. 2 ottobre 2015-12 dicembre 2015 Napoli 2 ottobre 2015-12 dicembre 2015 Napoli Dott. Alessandro Iorio Siciliano 50 crediti crediti ECM attribuiti ECM attribuiti Corso avanzato di Endodonzia clinica NAPOLI Studio Odontoiatrico Iorio Siciliano

Dettagli

Obiettivi EndoForum:

Obiettivi EndoForum: Obiettivi EndoForum Obiettivi EndoForum: L obiettivo del 5 Simit Day è quello di fornire le linee guida che permettano ai partecipanti di apprendere le migliori soluzioni per la detersione, sagomatura

Dettagli

La cavità d accesso: preparazione sicura ed efficace

La cavità d accesso: preparazione sicura ed efficace L. Stephen Buchanan, DDS, FICD, FACD La cavità d accesso: preparazione sicura ed efficace Fig. 1. La cavità d accesso inadeguata fa flettere lo strumento a livello cervicale. Questo può portare facilmente

Dettagli

LA NUOVA GENERAZIONE DI FILE NiTi. Un miracolo di flessibilità e resistenza alla frattura!

LA NUOVA GENERAZIONE DI FILE NiTi. Un miracolo di flessibilità e resistenza alla frattura! LA NUOVA GENERAZIONE DI FILE NiTi Un miracolo di flessibilità e resistenza alla frattura! Elevata flessibilità Estrema resistenza alla frattura Preparazione canalare centrata I file sono prodotti utilizzando

Dettagli

Preparazione apicale con ultrasuoni

Preparazione apicale con ultrasuoni G. Pecora, *D. De Leonardís, **R. Rubínstein ***R. Meledandri, ****U. Lattanzi, University of Pennsylvania - PhiladeIphia Coordinatore scientifico Group for Implant Research (GIR) Libero professionista

Dettagli

RICOSTRUZIONI POST ENDODONTICHE

RICOSTRUZIONI POST ENDODONTICHE RICOSTRUZIONI POST ENDODONTICHE p.74 p.82 p.83 Garantiscono alti valori di resistenza alla flessione, alla trazione, al taglio e alla fatica e permettono un adesione chimica ideale tra il perno, il cemento

Dettagli

Biodentine. Materiale biocompatibile e bioattivo per ogni caso di dentina danneggiata. Innovation

Biodentine. Materiale biocompatibile e bioattivo per ogni caso di dentina danneggiata. Innovation Innovation Materiale biocompatibile e bioattivo per ogni caso di dentina danneggiata Indicato per corone e radici. Aiuta la remineralizzazione della dentina. Conserva la vitalità della polpa e ne stimola

Dettagli

INDICE DELLE SEQUENZE OPERATIVE DI ENDODONZIA

INDICE DELLE SEQUENZE OPERATIVE DI ENDODONZIA INDICE DELLE SEQUENZE OPERATIVE DI ENDODONZIA Sequenza operativa per la apertura della camera pulpare Sequenza operativa per la strumentazione dei canali rettilinei o curvi Sequenza operativa per la otturazione

Dettagli

Società. Italiana di. Endodonzia

Società. Italiana di. Endodonzia Società Italiana di Endodonzia Commissione Accettazione Soci Concorso Under 32 Casi Esempio Case-report Mauro Rigolone Vercelli (VC) Sez. Piemontese (S.P.E.) Franco Ongaro Trieste (TS) Sez. Triveneta (S.T.E.)

Dettagli

Il recupero dei denti gravemente compromessi

Il recupero dei denti gravemente compromessi L INFORMATORE ENDODONTICO Estratto dal Vol. 7 n 4, 2004 Il recupero dei denti gravemente compromessi ARNALDO CASTELLUCCI, MD, DDS KENNETH S. SEROTA, DDS FREDERIC BARNETT, DDS JORGE VERA, DDS IL TRIDENTE

Dettagli

TEORICO - PRATICO CORSO%MASTER%SU%PAZIENTE% % CLINICO%PRATICO% DI%% ENDODONZIA% 24;25;26#Luglio# 2015# Roma;OsDa# Dr#Roberto#Dionisi#

TEORICO - PRATICO CORSO%MASTER%SU%PAZIENTE% % CLINICO%PRATICO% DI%% ENDODONZIA% 24;25;26#Luglio# 2015# Roma;OsDa# Dr#Roberto#Dionisi# Dentalica per la formazione elatore: r. Andrea Guida utor: Dr. Roberto Dionisi Dr#Roberto#Dionisi# Dr.ssa Marchetti Dr.#Elena#Marche3# Dr.#Giuseppe#Santoro# Angelo Sonaglia Dr.#Giuseppe#Del#Vecchio# Dr.

Dettagli

l informatore endodontico

l informatore endodontico Volume 10 Numero 1, Anno 2007 P o s t e I t a l i a n e S. p. A. Spedizione in abbonamento postale 70% DCB Firenze 1 contiene I.P. l informatore endodontico Cerilyn G. Sheets, DDS Jacinthe M. Paquette,

Dettagli

CORSO MASTER TEORICO - PRATICO DI ENDODONZIA 2010/2011. Relatore: Dr. Andrea Guida. Dentalica per la formazione

CORSO MASTER TEORICO - PRATICO DI ENDODONZIA 2010/2011. Relatore: Dr. Andrea Guida. Dentalica per la formazione Dentalica per la formazione CORSO MASTER Relatore TEORICO - PRATICO Relatore: Dr. Andrea Guida DI ENDODONZIA Tutor: Dr. Roberto Dionisi Dr.ssa Elena Marchetti Dr. Giuseppe Santoro 2010/2011 Dr. Angelo

Dettagli

La sindrome del dente incrinato

La sindrome del dente incrinato L INFORMATORE ENDODONTICO Estratto dal Vol. 5 n 4, 2002 La sindrome del dente incrinato JOHN D. WEST, DDS IL TRIDENTE EDIZIONI ODONTOIATRICHE La sindrome del dente incrinato John D. West, DDS Figura 1

Dettagli

Studio Associato Ambu-Piccinini 04 maggio 2015. Endodonzia. Dal problema alla risoluzione. Endodonzia, Pagina 1

Studio Associato Ambu-Piccinini 04 maggio 2015. Endodonzia. Dal problema alla risoluzione. Endodonzia, Pagina 1 Endodonzia Dal problema alla risoluzione Endodonzia, Pagina 1 Problemi endodontici Cisti e granulomi: cosa sono? Granulomi o cisti sono lesioni benigne che sono conseguenza della infezione da parte dei

Dettagli

Rebilda DC. Rebilda Post System. Rebilda

Rebilda DC. Rebilda Post System. Rebilda Rebilda DC Rebilda Post System Rebilda Rebilda DC Ricostruzione coronale sistematica Attualmente, i moderni sistemi compositi e adesivi permettono la ricostruzione di denti gravemente compromessi, anche

Dettagli

Terapia endodontica non chirurgica endoscopicamente assistita ZMKG 11 2.0 10/2015-IT

Terapia endodontica non chirurgica endoscopicamente assistita ZMKG 11 2.0 10/2015-IT Terapia endodontica non chirurgica endoscopicamente assistita ZMKG 11 2.0 10/2015-IT Terapia endodontica non chirurgica endoscopicamente assistita Lo scopo della terapia endodontica è la rimozione delle

Dettagli

Assenza di carie Completamento di tutti i lavori di restauro necessari Assenza di patologie all ATM Assenza di malattie parodontali in corso

Assenza di carie Completamento di tutti i lavori di restauro necessari Assenza di patologie all ATM Assenza di malattie parodontali in corso Assenza di carie Completamento di tutti i lavori di restauro necessari Assenza di patologie all ATM Assenza di malattie parodontali in corso La presa di una buona impronta è fondamentale perché gli allineatori

Dettagli

Peparazione ultrasonica: recenti progressi in Micro-Endodonzia Chirurgica

Peparazione ultrasonica: recenti progressi in Micro-Endodonzia Chirurgica L INFORMATORE ENDODONTICO Estratto dal Vol. 1 n 1, 1997 Peparazione ultrasonica: recenti progressi in Micro-Endodonzia Chirurgica GARY D. GLASSMAN, DDS, FRCD(C) KENNETH. SEROTA, DDS, MMSC IL TRIDENTE EDIZIONI

Dettagli

Protocollo Chirurgico: SurgiGuide supportata da mucosa

Protocollo Chirurgico: SurgiGuide supportata da mucosa Protocollo Chirurgico: SurgiGuide supportata da mucosa Il seguente documento descrive la procedura di utilizzo di SurgiGuide supportate da mucosa in chirurgia orale. Il manuale contiene informazioni sia

Dettagli

MODULO DIDATTICO 5 ENDODONZIA MINI-INVASIVA CON STRUMENTAZIONE MECCANICA IN NICKEL-TITANIO

MODULO DIDATTICO 5 ENDODONZIA MINI-INVASIVA CON STRUMENTAZIONE MECCANICA IN NICKEL-TITANIO Corso ECM a distanza a cura di SANITANOVA Provider accreditato ECM FAD nazionale n. 12 del 10/06/2010 Il nichel-titanio in endodonzia Responsabile Scientifico del corso: Prof. Giuseppe Cantatore Corso

Dettagli

l informatore endodontico

l informatore endodontico Volume 10 Numero 4, Anno 2007 Poste Italiane S.p.A. Spedizione in abbonamento postale 70% DCB Firenze 1 contiene I.P. l informatore endodontico James K. Bahcall, DMD, MS G. John Schoeffel, DDS, MMS Nr.

Dettagli

COME DIVENTARE SOCIO ATTIVO/AGGREGATO

COME DIVENTARE SOCIO ATTIVO/AGGREGATO COME DIVENTARE SOCIO ATTIVO/AGGREGATO TRATTO DAL REGOLAMENTO SIE 1.1 Socio Aggregato Per avere lo status di Socio Aggregato si dovrà presentare la documentazione di seguito descritta (2.4.1), che sarà

Dettagli

Rebilda DC. Rebilda Post System. Rebilda

Rebilda DC. Rebilda Post System. Rebilda Rebilda DC Rebilda Post System Rebilda Rebilda DC Ricostruzione coronale sistematica Attualmente, i moderni sistemi compositi e adesivi permettono la ricostruzione di denti gravemente compromessi, anche

Dettagli

Il nichel-titanio in endodonzia

Il nichel-titanio in endodonzia Corso ECM a distanza a cura di SANITANOVA Provider accreditato ECM FAD nazionale n. 12 del 10/06/2010 Il nichel-titanio in endodonzia Responsabile Scientifico del corso: Prof. Giuseppe Cantatore Corso

Dettagli

Cosa sono gli strumenti Smartburs II? Perché scegliere Smartburs II per le lesioni profonde? Come si usano gli strumenti Smartburs II?

Cosa sono gli strumenti Smartburs II? Perché scegliere Smartburs II per le lesioni profonde? Come si usano gli strumenti Smartburs II? Cosa sono gli strumenti Smartburs II? Caratteristiche del prodotto Perché scegliere Smartburs II per le lesioni profonde? Vantaggi per dentista e paziente Come si usano gli strumenti Smartburs II? Supporto

Dettagli

Studio Odontoiatrico Dr. Matteo Mezzera corso Martiri della Liberazione, 31 23900 LC Tel. 0341.288598 C.F. MZZMTT76A31E507Q P.

Studio Odontoiatrico Dr. Matteo Mezzera corso Martiri della Liberazione, 31 23900 LC Tel. 0341.288598 C.F. MZZMTT76A31E507Q P. Descrizione della Procedura applicata ai servizi Odontoiatrici prestati dallo Studio in ambito: Endodonzia Indice ENDODONZIA... 3 1.1 TRATTAMENTO ENDODONTICO ORTOGRADO... 3 1.2 TRATTAMENTO ENDODONTICO

Dettagli

Dall endodonzia al restauro coronale:

Dall endodonzia al restauro coronale: Conferenze Teoriche Dall endodonzia al restauro coronale: una soluzione semplice e un approccio integrato a 360 CATANIA Mercoledì 8 Ottobre 2014 TORINO Venerdì 17 Ottobre 2014 ROMA Sabato 25 Ottobre 2014

Dettagli

KaVo. Il programma Endodonzia. Sensibilità. Per una mossa delicata.

KaVo. Il programma Endodonzia. Sensibilità. Per una mossa delicata. KaVo. Il programma Endodonzia Sensibilità. Per una mossa delicata. KaVo ENDOadvance Precisione micrometrica. Il successo dell intervento in endodonzia richiede precisione, tecnologia di micromovimenti

Dettagli

LA PREPARAZIONE DELLA CAVITA DI ACCESSO: ATTUALI ORIENTAMENTI

LA PREPARAZIONE DELLA CAVITA DI ACCESSO: ATTUALI ORIENTAMENTI LA PREPARAZIONE DELLA CAVITA DI ACCESSO: ATTUALI ORIENTAMENTI AIE - Accademia Italiana di Endodonzia Autori: Angelo Fassi, Marco Forestali, Aniello Mollo Indice: 1. Introduzione 2. Valutazione Clinica

Dettagli

STRUMENTI IN NICHEL-TITANIO

STRUMENTI IN NICHEL-TITANIO ENDODONZIA STRUMENTI IN NICHEL-TITANIO p.84 APPARECCHIATURE ENDODONTICHE p.86 DISPOSITIVi AD ULTRASUONI ED INSERTI p.90 OTTURAZIONE CANALARE p.95 MATERIALE PER OTTURAZIONE CANALARE p.99 strumenti in nichel-titanio

Dettagli

Responsabile Scientifico del corso: Prof. Giuseppe Cantatore

Responsabile Scientifico del corso: Prof. Giuseppe Cantatore Corso ECM a distanza a cura di SANITANOVA Provider accreditato ECM FAD nazionale n. 12 del 10/06/2010 Le basi del trattamento endodontico moderno Responsabile Scientifico del corso: Prof. Giuseppe Cantatore

Dettagli

2. Chiusura di gap e sostituzione del dente mancante 35 con ponte modellato direttamente nella regione 34-36

2. Chiusura di gap e sostituzione del dente mancante 35 con ponte modellato direttamente nella regione 34-36 GrandTEC Test Kit Egr. utilizzatore, Questo Test Kit è stato realizzato per permetterle di testare GrandTEC sul modello prima di usare il prodotto in una situazione clinica. GrandTEC è una striscia in

Dettagli

Dott. Gianluca Plotino, DDS, PhD

Dott. Gianluca Plotino, DDS, PhD Dott. Gianluca Plotino, DDS, PhD Nato a Roma il 3 Luglio 1978. Ha studiato a Roma presso l Istituto Villa Flaminia dove ha frequentato le scuole elementari, medie ed il liceo scientifico ottenendo il diploma

Dettagli

VIII CONTINUING EDUCATION e III CORSO AVANZATO ACCADEMIA ITALIANA ENDODONZIA AIE 2016

VIII CONTINUING EDUCATION e III CORSO AVANZATO ACCADEMIA ITALIANA ENDODONZIA AIE 2016 VIII CONTINUING EDUCATION e III CORSO AVANZATO AIE 2016 VIII CONTINUING EDUCATION e III CORSO AVANZATO Cari Amici, il Continuing Education, proposto dall Accademia Italiana di Endodonzia per la prima

Dettagli

Innovazione, in modo accessibile. 9000 3D. Sistema di radiografia extraorale KODAK 9000 3D

Innovazione, in modo accessibile. 9000 3D. Sistema di radiografia extraorale KODAK 9000 3D Innovazione, in modo accessibile. 9000 3D Sistema di radiografia extraorale KODAK 9000 3D Il futuro è arrivato Tecnologia 3D disponibile subito La radiografia dentale si è evoluta; la tecnologia del futuro

Dettagli

Semplificazione dei restauri diretti in composito in zona estetica

Semplificazione dei restauri diretti in composito in zona estetica Semplificazione dei restauri diretti in composito in zona estetica Autore_Ian E. Shuman, USA _Web Article Questo articolo è presente sul sito www.dental-tribune.com _La possibilità di creare restauri diretti

Dettagli

Punte da ultrasuoni per odontoiatria restaurativa

Punte da ultrasuoni per odontoiatria restaurativa L INFORMATORE ENDODONTICO Estratto dal Vol. 6 n 1, 2003 Punte da ultrasuoni per odontoiatria restaurativa CHERILYN G. SHEET, DDS JACINTHE M. PAQUETTE, DDS IL TRIDENTE EDIZIONI ODONTOIATRICHE Punte da ultrasuoni

Dettagli

Core Team COMPETEZA NELLA RICOSTRUZIONE DEI MONCONI

Core Team COMPETEZA NELLA RICOSTRUZIONE DEI MONCONI Core Team COMPETEZA NELLA RICOSTRUZIONE DEI MONCONI LA COMPETENZA DERIVA DALL ESPERIENZA COMPETENZA GLOBALE NELLA RICOSTRUZIONE DEI MONCONI Dall ideatore dei sistemi adesivi IL CONCETTO DI SISTEMA INTEGRATO

Dettagli

L odontoiatria conservativa

L odontoiatria conservativa Gianfranco Politano L odontoiatria conservativa come ripariamo un dente cariato Una pubblicazione dello: L autore! Gianfranco Politano Laureato in odontoiatria e protesi dentale all universita di Modena

Dettagli

Rebilda DC. Rebilda Post System. Rebilda

Rebilda DC. Rebilda Post System. Rebilda Rebilda DC Rebilda Post System Rebilda Rebilda DC Ricostruzione coronale sistematica Attualmente, i moderni sistemi compositi e adesivi permettono la ricostruzione di denti gravemente compromessi, anche

Dettagli

Oltre alla necessaria conoscenza

Oltre alla necessaria conoscenza Denti dall aspetto giovanile mediante tecnica di stratificazione senza contouring Wanderley de Almeida Cesar Jr. Wanderley de Almeida Cesar Jr. Odontoiatra, Chirurgo dentale, specializzato in odontoiatria

Dettagli

SISTEMA DI IRRIGAZIONE ENDODONTICA. Risparmia tempo e ottimizza i risultati

SISTEMA DI IRRIGAZIONE ENDODONTICA. Risparmia tempo e ottimizza i risultati SISTEMA DI IRRIGAZIONE ENDODONTICA Risparmia tempo e ottimizza i risultati IRRIGANTI ENDODONTICI Nel lavaggio canalare le soluzioni endodontiche CanalPro rappresentano la scelta migliore per il successo

Dettagli

Il controllo del listino nell azienda odontoiatrica: congruità tra valore e costi della prestazione. Il caso dell endodonzia Franco Cellino ( 1 )

Il controllo del listino nell azienda odontoiatrica: congruità tra valore e costi della prestazione. Il caso dell endodonzia Franco Cellino ( 1 ) Il controllo del listino nell azienda odontoiatrica: congruità tra valore e costi della prestazione. Il caso dell endodonzia Franco Cellino ( 1 ) - Lessicom srl Un corretto approccio che l azienda odontoiatrica

Dettagli

Quali sono le implicazioni di un otturazione corta in una terapia endodontica?

Quali sono le implicazioni di un otturazione corta in una terapia endodontica? Quali sono le implicazioni di un otturazione corta in una terapia endodontica? Richard Mounce, DDS Per contenere le riflessioni sollevate da questa domanda potrebbe bastare un libro di dimensioni modeste,

Dettagli

Ricette per Splendidi Sorrisi

Ricette per Splendidi Sorrisi Ricette per Splendidi Sorrisi Le ricette La collaborazione ideale 3M ESPE è leader nella conservativa grazie a tecnologie sempre all avanguardia. Grazie al costante dialogo con i professionisti nel campo

Dettagli

Esame finale in modulo di Odontoiatria Restaurativa. Superamento di una prova scritta ed orale in modulo di Odontoiatria Restaurativa

Esame finale in modulo di Odontoiatria Restaurativa. Superamento di una prova scritta ed orale in modulo di Odontoiatria Restaurativa CORSO DI LAUREA Magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria C.I. di Odontoiatria Restaurativa V Anno Docente Prof. Alfredo De Rosa, Prof. Felice Femiano Anno V anno Corso di studi Tipologia Esame finale

Dettagli

Simone Grandini DDS, MSc, PhD

Simone Grandini DDS, MSc, PhD Simone Grandini DDS, MSc, PhD CURRICULUM VITAE del Prof. Aggr. Simone Grandini Dati personali Recapito Università degli Studi di Siena Dipartimento di Scienze Odontostomatologiche Viale Bracci 53100 Siena

Dettagli

Una semplice esplorazione dei materiali e.max per l esecuzione di faccette estetiche a preparazione minima

Una semplice esplorazione dei materiali e.max per l esecuzione di faccette estetiche a preparazione minima Una semplice esplorazione dei materiali e.max per l esecuzione di faccette estetiche a preparazione minima Jessica Birrell Per questo caso clinico particolare sono state realizzate faccette estetiche a

Dettagli

Nuovo metodo di preparazione del sito implantare

Nuovo metodo di preparazione del sito implantare 0476 0123 patented Nuovo metodo di preparazione del sito implantare ESPANSIONE OSSEA PROGRESSIVA CONDENSAZIONE OSSEA PROGRESSIVA ESPANSIONE OSSEA VERTICALE Soft Dilators, innovativi strumenti progressivi

Dettagli

Sistema AlphaKite. Preparazione meccanica del sistema canalare con strumenti in NiTi

Sistema AlphaKite. Preparazione meccanica del sistema canalare con strumenti in NiTi Sistema AlphaKite Preparazione meccanica del sistema canalare con strumenti in NiTi Tutti i diritti di distribuzione, anche tramite riproduzione fototecnica, ristampa (anche di estratti) o memorizzazione

Dettagli

Il futuro dell endodonzia

Il futuro dell endodonzia L. Sthephen Buchanan, DDS Il futuro dell endodonzia Parte II Osservazioni di un endodontista/implantologo Nella prima parte di questo articolo mi sono occupato dei tre fattori che minano la credibilità

Dettagli

DENTI GRAVEMENTE COMPROMESSI:

DENTI GRAVEMENTE COMPROMESSI: DENTI GRAVEMENTE COMPROMESSI: RECUPERARLI O SOSTITUIRLI CON IMPIANTI? Quando abbiamo un problema grave che riguarda uno o più denti, nasce spesso il dubbio sulla opportunità di recuperarli o eventualmente

Dettagli

PROTOCOLLO CHIRURGICO PER ESPANSORI

PROTOCOLLO CHIRURGICO PER ESPANSORI E S P A N S O R I E O S T E O T O M I ESPANSORI BTLocK 4 mm Gli espansori sono dei dispositivi utili all implantologo per creare siti osteotomici di difficile realizzazione con le procedure chirurgiche

Dettagli

Sez. 4/1 PROTESI FISSA

Sez. 4/1 PROTESI FISSA Sez. 4/1 PROTESI FISSA La protesi fissa è un manufatto posizionato su denti preparati che una volta fissato può essere disinserito dall'odontoiatra mediante decementazione. E' definita protesi fisiologica

Dettagli

John J. Stropko, DDS. Stephen F. Schwartz, DDS, MS

John J. Stropko, DDS. Stephen F. Schwartz, DDS, MS Volume 12 Numero 1, Anno 2009 Poste Italiane S.p.A. Spedizione in abbonamento postale - contiene I.P. John J. Stropko, DDS Stephen F. Schwartz, DDS, MS Nr. 1 Anno 2009 Sommario Pag. 4 Il successo in endodonzia:

Dettagli

www.biomedimplant.com

www.biomedimplant.com IMPIANTO GCS MINI IMPIANTO MONOLITICO the innovative implant surface www.biomedimplant.com PROTOCOLLO DI INSERIMENTO IMPIANTO MONOLITICO GCS MINI CONNESSIONE Impianto monopezzo per l utilizzo di stabilizzazione

Dettagli

Sabato 14 Maggio 2016 CENTRO CONGRESSI VERONAFIERE Viale del Lavoro 8 - VERONA

Sabato 14 Maggio 2016 CENTRO CONGRESSI VERONAFIERE Viale del Lavoro 8 - VERONA PARTECIPAZIONE GRATUITA Preiscrizione obbligatoria sul sito www.simitday.it Sabato 14 Maggio 2016 CENTRO CONGRESSI VERONAFIERE Viale del Lavoro 8 - VERONA Presentazione Egregio Dott. / Gentile Dott.ssa,

Dettagli

la gamma di adesivi dentinali self-etching

la gamma di adesivi dentinali self-etching Dall azienda leader nella tecnologia adesiva la gamma di adesivi dentinali self-etching La tecnologia SELF-ETCHING PRIMER Ormai largamente sperimentata nell odontoiatria moderna con anni di successi clinici,

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Chiara Pirani. Nata a Bologna il 19/06/1977. Email: chiara.pirani4@unibo.it

CURRICULUM VITAE. Chiara Pirani. Nata a Bologna il 19/06/1977. Email: chiara.pirani4@unibo.it CURRICULUM VITAE Chiara Pirani Nata a Bologna il 19/06/1977 Email: chiara.pirani4@unibo.it STUDI E FORMAZIONE 1996 Diploma di Maturità Scientifica conseguito presso il Liceo Scientifico Statale di Bologna

Dettagli

MATERIALI E METODI. I casi sono stati tutti documentati fotograficamente.

MATERIALI E METODI. I casi sono stati tutti documentati fotograficamente. PREMESSA Nonostante l evidente progresso che nel campo dei materiali per otturazioni estetiche è stato compiuto in questi anni, molti problemi restano ancora da risolvere per ottenere i risultati di durata,

Dettagli

NR.03 FOCUS ABSTRACT IL TRATTAMENTO DELLE PERFORAZIONI ENDODONTICHE

NR.03 FOCUS ABSTRACT IL TRATTAMENTO DELLE PERFORAZIONI ENDODONTICHE Vol. 24 - NR. 03 settembre-dicembre 2010 - Quadrimestrale Poste Italiane S.p.A - Spedizione in abbonamento postale - 70% - DCB Brescia In caso di mancato recapito, rinviare al C.M.P. di Brescia per la

Dettagli

L ingrandimento in Endodonzia: l uso del microscopio operatorio

L ingrandimento in Endodonzia: l uso del microscopio operatorio L INFORMATORE ENDODONTICO Estratto dal Vol. 6 n 4, 2003 L ingrandimento in Endodonzia: l uso del microscopio operatorio ARNALDO CASTELLUCCI, DDS IL TRIDENTE EDIZIONI ODONTOIATRICHE L ingrandimento in Endodonzia:

Dettagli

Microchirurgia apicale Parte III Materiali e tecniche per l otturazione retrograda

Microchirurgia apicale Parte III Materiali e tecniche per l otturazione retrograda L INFORMATORE ENDODONTICO Estratto dal Vol. 3 n 2, 2000 Microchirurgia apicale Parte III Materiali e tecniche per l otturazione retrograda JOHN J. STROPKO, DDS IL TRIDENTE EDIZIONI ODONTOIATRICHE Microchirurgia

Dettagli

Negli ultimi decenni l Endodonzia

Negli ultimi decenni l Endodonzia DONZ NZIA L ENDODONZIA E LO STANDARD DI TRATTAMENTO Dr. Aniello Mollo 64 Introduzione Negli ultimi decenni l Endodonzia ha conosciuto un periodo di approfondite ricerche e importanti innovazioni che hanno

Dettagli