Tesi di Maturità a cura di Paola Cappai

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tesi di Maturità a cura di Paola Cappai"

Transcript

1 ISTITUTO PROFESSIONALE PER I SERVIZI SOCIALI GALILEO-GALILEI INDIRIZZO ODONTOTECNICO ORISTANO ANNO 2013/2014 Tesi di Maturità a cura di Paola Cappai VB odontotecnico Materie coinvolte: Esercitazioni di laboratorio odontotecnico

2 Scienze dei materiali dentali Inglese Diritto Commerciale LA PROTESI FISSA IN METALLO- CERAMICA Con l evoluzione dell odontoiatria e dei materiali odontoiatrici, si riduce l uso delle corone metalliche e si introduce l utilizzo delle corone in metalloceramica. Questa corona, essendo composta da una base metallica sulla quale andrà poi applicata la ceramica, ha delle proprietà estetiche soddisfacenti in quanto la corona prende l aspetto del dente naturale. La corona dentale, detta anche capsula, è una protesi su uno o più denti, con radice naturale o su impianto (artificiale), a sostituzione della zona più superficiale e visibile del dente. In generale la protesi fissa è un tipo di protesi che per la propria particolare conformazione non può essere rimossa dal paziente poiché si trova saldamente ancorata (cementata) ad elementi naturali del paziente stesso (pilastri). La protesi fissa può ricostruire un singolo dente, una parte di arcata o un arcata intera, ma è subordinata al numero dei pilastri in modo da garantire una perfetta stabilità. Supponiamo di dover realizzare una corona in metallo-ceramica di un unico elemento. Attualmente la ceramica rappresenta il materiale estetico più utilizzato in odontotecnica. Questa diffusione si deve alle caratteristiche estetiche e alla durata dei dispositivi in ceramica, che permettono di imitare perfettamente

3 sfumature e colori dei denti naturali, inoltre presentano anche una notevole resistenza all abrasione. Come tutti i materiali, anche la ceramica (dentale) presenta particolari caratteristiche (chimiche; termiche; fisico-meccaniche; estetiche): Una volta lucidata la ceramica presenta una superficie liscia, compatta e impermeabile. Essendo un materiale inerte (non reagisce a contatto di altri elementi/composti) ha un elevata biocompatibilità. Elevata resistenza all abrasione e alla compressione (bassa a flessione). Se esposte ad alte o basse temperature (ingestione di cibi o bevande) garantiscono un buon isolamento termico, inoltre un isolamento elettrico notevole per via dell inerzia. Nella metallo-ceramica la coesione tra i due materiali è garantita dall insieme di tre diversi legami: meccanico, chimico e compressivo. Il legame meccanico si ottiene con la rifinitura e la sabbiatura del metallo. Il legame compressivo è dato dal diverso comportamento termico di ceramica e metallo, cioè, nelle varie cotture metallo e ceramica si comportano in modo diverso, il metallo si dilata (aumentando di volume) e la ceramica si contrae (stringendosi sul metallo). Il legame chimico è il legame che si forma tra l ossido del metallo che compone la lega e l opaco, ovvero il primo strato di ceramica. L ossidazione della lega avviene con un processo di surriscaldamento in forno della struttura metallica, prima dell applicazione dell opaco. Il colore viene codificato in base a tre parametri: la tinta, il croma e il valore.

4 La tinta è la diversa lunghezza d onda di colore (quella che ci permette di distinguere un colore dall altro). Il croma è la saturazione del colore. Il valore indica quanto scuro o chiaro è un colore. Il dente umano si presenta normalmente di colore giallo chiaro, con variazioni di croma e valore che vanno dall arancione al grigio. (Per rilevare il colore il clinico si serve delle scale-colori o di sistemi di rilevamento elettronici.) Il successo del dispositivo protesico dipende in particolare dal tipo di preparazione che il clinico ha eseguito sui monconi dei denti pilastro, come la preparazione del bordo cervicale. Ci sono diverse fasi per la realizzazione di un elemento in metallo-ceramica alle quali collaborano sia il tecnico che il clinico. Il clinico rileva la prima impronta, in silicone. Il tecnico sviluppa il modello e realizza il provvisorio in resina (dopo aver montato i modelli in articolatore, si isola il moncone interessato con isolante gesso-cera e si modella l elemento mancante, terminato ciò si prepara la mascherina in silicone, attraverso pasta base e un catalizzatore, una volta indurita la mascherina si rimuove la modellazione in cera e si zeppa la resina, si mette in cottura, in seguito la resina polimerizzata viene rifinita con le frese e lucidata con pomice e pasta lucidante, infine viene disinfettata e consegnata al medico.) Quindi il clinico lima il moncone del dente e monta il provvisorio in resina, successivamente prepara il bordo cervicale e prende la seconda impronta, in elastomero. Il tecnico a questo punto procede con la realizzazione della struttura metallica, la cappetta. (si montano i modelli in articolatore e si realizza la cappetta in cera con uno spessore di almeno 0,5 mm. Per avere un idea della completa morfologia del dente e per evitare successive improvvisazioni nella stratificazione della ceramica si realizza in cera tutto il dente che poi andrà ridotto scavandone le zone che dovranno accogliere il rivestimento estetico. Nella zona linguale a livello cervicale si realizza un filo di cera sottile che poi risulterà in metallo, il venting, un ancoraggio per le pinzette durante tutte le operazioni di ceramizzazione e cottura, prima della lucidatura finale il venting verrà

5 tagliato. Si applica quindi il perno di colata a 45 e si mette la struttura sulla base in gomma all interno del cilindro metallico, esattamente nel centro termico, cioè la zona che raffredda per ultima, il cilindro viene ricoperto internamente da un foglio di fibra ceramica, che lo protegge durante l espansione termica del materiale refrattario. Una volta solidificato, si toglie la base in gomma e si inserisce il cilindro nel forno da preriscaldo a 850 C. Il cilindro verrà poi inserito nella fonditrice dove la lega fusa verrà sparata dalla centrifuga all interno della cavità lasciata dalla cera. Per stabilire la quantità di metallo necessaria per la fusione si moltiplica il peso del modellato in cera per il peso specifico della lega da fondere. In seguito al raffreddamento il cilindro viene aperto e la struttura metallica viene lucidata e inviata al clinico che la prova sul paziente e stabilisce la graduazione del colore della ceramica). Il tecnico procede con l applicazione dell opaco in due strati: il primo è chiamato washbrand, serve a legare il metallo con la ceramica, il secondo strato è più denso e serve a coprire il colore scuro del metallo. Si applicano gli altri strati di massa dentina e massa smalto ed eventualmente colorazioni particolari. Le cotture successive al washbrand dovranno abbassarsi di 10 C rispetto alla precedente, inoltre, prima della cottura di ogni massa ceramica si effettua la condensazione che consente alla ceramica di compattarsi e fa affiorare in superficie i liquidi in eccesso. Un sistema di condensazione molto utilizzato è quello di passare le pinzette che tengono la struttura su uno strumento ruvido e la vibrazione renderà la massa compatta. Il liquido in eccesso potrà essere assorbito accostando alle masse un fazzoletto di carta. Si manda il dispositivo al medico che lo prova sul paziente e si rimanda al tecnico per eventuali correzioni e per la glasatura che consiste in una ulteriore cottura in genere con una velocità di salita più alta per un tempo brevissimo. Infine una volta giunta nello studio medico viene cementata sul paziente che dopo dieci giorni dovrà effettuare una visita di controllo. I costituenti fondamentali delle porcellane sono tre: Feldspato, che abbassa la temperatura di fusione dell intera massa, esso dopo la cottura si trasforma in una matrice vetrosa che ingloba altri componenti. I feldspati più utilizzati sono silicoalluminati di sodio o di potassio che durante la cottura liberano ossidi di sodio o di potassio, che agiscono da fondenti.

6 Silice (quarzo), che agisce da smagrante e impedisce il collasso del manufatto durante la cottura. E presente nella struttura del prodotto finito sotto forma di cristalli dispersi nella matrice vetrosa e dà ad essa resistenza. Caolino, è il costituente principale delle porcellane ordinarie. Esso fornisce plasticità al materiale prima della cottura, ma in seguito si ha la formazione dei cristalli di mullite che danno il colore bianco opaco, pertanto nelle porcellane dentali deve essere presente una quantità di caolino inferiore al 4%. Le porcellane dentali si distinguono dunque da quelle comuni per la presenza minima del caolino e per l abbondante presenza di feldspato. Oltre ai componenti principali si utilizzano altri materiali allo scopo di modificare, in modo opportuno, le caratteristiche delle porcellane. Tra questi assumono particolare importanza i modificatori del reticolo vetroso. I principali sono: Ossido di Sodio e Ossido di Potassio. L aggiunta di questi modificatori abbassa l intervallo di rammollimento (quando si passa da un solido a un fluido), riducono la viscosità, aumentano il coefficiente di dilatazione termica. Se in caso c è una concentrazione troppo elevata di questi modificatori si potrebbe avere come conseguenza la diminuzione della stabilità chimica ma anche una diminuzione della resistenza all acqua. Per la realizzazione di una protesi in metallo-ceramica, si possono utilizzare due diverse tipologie di porcellane dentali, queste devono avere una dilatazione termica compatibile (leggermente inferiore) con la lega che funge da supporto. Esistono porcellane feldspatiche a bassa e media temperatura di fusione, queste si ottengono per cottura di una miscela di feldspato potassico, feldspato sodico e quarzo, con appropriate quantità di ossido di sodio e di potassio per incrementare la dilatazione termica. La porcellana ottenuta sarà costituita da una matrice vetrosa, originata dalla fusione dei feldspati, che ingloba cristalli di silice e cristalli di leucite, che si formano per

7 reazione dei feldspati con gli ossidi di potassio. La leucite ha un elevato coefficiente di dilatazione termica, e impartisce alla porcellana questa caratteristica. La porcellana viene commercializzata in masse, fino ad otto. Le principali sono: opaco, dentina e smalto. Esiste anche un altra tipologia di porcellane dentali: le vetroceramiche rafforzate con leucite. Anche in questo caso, essendo presente la leucite, che rende il coefficiente di dilatazione termica compatibile con quella della lega, è possibile realizzare questo tipo di protesi. INGLESE: DENTAL PORCELAIN Dental porcelain proves unexcelled for its aesthetic properties, making it a favorite material in restorative dentistry. It is a basically composed of a silica and feldspar, whit a very small amount of kaolin, no more than 4%. According the different proportions of the components, porcelain is distinguished into three types: High temperature maturing porcelain Medium temperature maturing porcelain Low temperature maturing porcelain Since dental porcelain is a very rigid hard material, it can easily break and therefore it is usually sintered on a metal support. In this case, the alloy must be rigid enough to stand the masticatory stress without distorting. Moreover, its melting point must be higher than the melting point of porcelain, its expansion rate must be close to that of porcelain to prevent the risk of internal tensions and micro-fractures on cooling. Finally as the bond between the

8 metal and the aesthetic material is above all chemical, an adequate formation of oxides is needed to improve adhesion between the support and the aesthetic layers. DIRITTO: L IMPRESA ODONTOTECNICA L impresa odontotecnica è quell impresa artigiana che: Non può fallire Produce beni e servizi È esercitata personalmente dal titolare Ha un numero limitato di dipendenti L imprenditore artigiano può iscriversi all albo degli artigiani, con ciò può godere di finanziamenti. L odontotecnico è un operatore specializzato nella costruzione o riparazione di protesi dentarie, sulla base di modelli tratti dalle impronte fornite dai medici chirurgi abilitati all esercizio dell odontoiatria. La legge infatti vieta agli odontotecnici di esercitare, anche in presenza e in concorso con il medico manovre nella bocca del paziente. L odontotecnico ha conoscenze approfondite di anatomia dell apparato stomatognatico, di biomeccanica, di fisica e chimica: conosce

9 approfonditamente i materiali, le leghe e le loro innumerevoli possibilità di impiego, affinché il loro lavoro risulti funzionale, apprezzabile esteticamente e duri il più a lungo possibile. Per esercitare la professione, l odontotecnico deve conseguire il diploma di scuola media superiore presso un Istituto Professionale per Odontotecnici. Il corso è composto da un triennio con cui si consegue la qualifica di Operatore Meccanico Odontotecnico e un biennio, in quest ultimo si dovranno svolgere 132 ore di stage da effettuare presso laboratori odontotecnici esterni. Alla fine del biennio si può ottenere il diploma di maturità professionale e si sostiene un esame secondario abilitante all esercizio della professione. Per poter aprire un laboratorio odontotecnico come impresa artigiana è necessario avere alcuni requisiti: maggiore età abilitazione professionale autorizzazione per lo svolgimento dell attività iscrizione all albo delle imprese artigiane, presso la Camera di Commercio. iscrizione e registrazione all elenco dei fabbricanti di dispositivi su misura presso il Ministero della Sanità. attribuzione della partita IVA. iscrizione all INAIL e ai ruoli INPS. Il laboratorio deve rispettare determinate leggi tra le quali la 626 per la sicurezza del laboratorio. Deve rispettare le regole sulla tutela dell ambiente e la salute dei cittadini. Inoltre deve rispettare le leggi sulla privacy riguardanti i clienti e i dipendenti. D. Lsg 46/1997 questo decreto stabilisce che coloro che fabbricano dispositivi medici e li mettono in commercio devono provvedere a

10 marchiarli con il marchio CE, fanno eccezione le protesi perché sono dei dispositivi fabbricati si prescrizione medica e utilizzabili soltanto da quel paziente; c è bisogno di una dichiarazione di conformità dichiarante il fatto che quel dispositivo è stato fabbricato rispettando i criteri essenziali di sicurezza del paziente che è l utilizzatore finale del dispositivo. L odontotecnico deve provvedere a farne tre copie: l originale per l odontotecnico, una copia al dentista e l altra copia per il paziente. L odontotecnico deve conservare da parte un ulteriore documentazione: Documentazione della procedura che ha eseguito per la realizzazione del dispositivo. Documento dove si analizzano i rischi derivanti dall uso di quel dispositivo legati al tipo di materiale utilizzato. Copia del foglio illustrativo e una etichetta con modalità d uso. Deve predisporre un fascicolo tecnico dove ci sono tutte le informazioni relative al dispositivo. Iscrizione presso il Ministero della Salute come fabbricante di dispositivi medici; la mancata iscrizione prevede una sanzione di ,43!

Relazione di scienza dei materiali dentali Laboratorio Odo

Relazione di scienza dei materiali dentali Laboratorio Odo Relazione di scienza dei materiali dentali Laboratorio Odo Scanu Giovanni Antonio V a Odontotecnico A.s. 2011\12 Prof. Sciolla - Fiori Realizzazione di un dispositivo protesico in metallo resina Obiettivo:

Dettagli

ESTETICA E FUNZIONALITA NELLA PROTESI IN ORO RESINA

ESTETICA E FUNZIONALITA NELLA PROTESI IN ORO RESINA Accademia Belle Arti di Venezia TESI FINALE PAS C130 (Percorsi Abilitanti Speciali) ESTETICA E FUNZIONALITA NELLA PROTESI IN ORO RESINA di Benedetta Gentilucci SCENARIO Istituto Professionale di Stato

Dettagli

PROGRAMMAZIONE TERZE CLASSI ODONTOTECNICA

PROGRAMMAZIONE TERZE CLASSI ODONTOTECNICA PROGRAMMAZIONE TERZE CLASSI ODONTOTECNICA Competenza finale Utilizzare le tecniche di lavorazione necessarie a costruire tutti i tipi di protesi: provvisoria, fissa e mobile applicare le conoscenze di

Dettagli

ESAME DI STATO. L Odontotecnico:

ESAME DI STATO. L Odontotecnico: ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE MINISTERO DELLA P.I. Direzione generale Scambi Culturali Divisione IV "G. GALILEI" C. CONTINI FSE FESR UNIONE EUROPEA Direzione Generale Occupazione e Affari Sociali Direzione

Dettagli

La sicurezza nelle grandi strutture su impianti

La sicurezza nelle grandi strutture su impianti La sicurezza nelle sovrastrutture su impianti è da sempre un aspetto fondamentale e di primaria importanza purché non venga compromessa l estetica e la funzionalità del lavoro. Il risultato estetico deve

Dettagli

L' argomento estetica è sempre difficile; qualsiasi giudizio venga espresso è opinabile in quanto soggettvo; la mia personale esperienza, maturata in

L' argomento estetica è sempre difficile; qualsiasi giudizio venga espresso è opinabile in quanto soggettvo; la mia personale esperienza, maturata in L' argomento estetica è sempre difficile; qualsiasi giudizio venga espresso è opinabile in quanto soggettvo; la mia personale esperienza, maturata in tal senso. mi porta ad affermare che non esistono sostanziali

Dettagli

Bozza 6 settembre 2011

Bozza 6 settembre 2011 ARTICOLAZIONE: ARTI AUSILIARIE DELLE PROFESIONI SANITARIE - ODONTOTECNICO Disciplina: ANATOMIA FISIOLOGIA IGIENE il docente di Anatomia Fisiologia Igiene concorre a far conseguire allo studente, al termine

Dettagli

CEMENTI PROVVISORI & DEFINITIVI

CEMENTI PROVVISORI & DEFINITIVI CEMENTI PROVVISORI & DEFINITIVI Cementi provvisori e definitivi La ricerca e lo sviluppo, uniti all impegno nel migliorare costantemente i prodotti hanno permesso la formulazione dei cementi provvisori

Dettagli

Ceramill ZOLID Agosto 2011

Ceramill ZOLID Agosto 2011 Ceramill ZOLID Agosto 2011 Sistema Ceramill ZOLID La soluzione per la realizzazione di ricostruzioni monolitiche di zirconio con funzione di protezione del paziente 2 Sistema Ceramill ZOLID DFP Protesica

Dettagli

Heraenium P. Istruzioni per l uso

Heraenium P. Istruzioni per l uso Heraenium P Istruzioni per l uso A norma DIN EN ISO 9693 e tipo 5 a norma DIN EN ISO 22674 Heraenium P è una lega a base di cromo-cobalto per la realizzazione di corone e ponti con rivestimento in ceramica

Dettagli

Carico Immediato Differito

Carico Immediato Differito Carico Immediato Differito soluzione protesica di un caso di edentulia totale inferiore (post estrattiva) risolto per mezzo di un provvisorio a supporto implantare del tipo a "carico immediato differito"

Dettagli

PROGRAMMAZIONE GENERALE SCIENZA DEI MATERIALI DENTALI CLASSE IVE ODONTOTECNICA anno scolastico 2014/2015

PROGRAMMAZIONE GENERALE SCIENZA DEI MATERIALI DENTALI CLASSE IVE ODONTOTECNICA anno scolastico 2014/2015 PROGRAMMAZIONE GENERALE SCIENZA DEI MATERIALI DENTALI CLASSE IVE ODONTOTECNICA anno scolastico 2014/2015 Competenze da conseguire al termine del quinto anno: applicare le metodologie e le tecniche della

Dettagli

Istruzioni di preparazione ZENOTEC

Istruzioni di preparazione ZENOTEC Istruzioni di preparazione ZENOTEC Il materiale e indicazioni Estetica eccellente con ossido di zirconio della Wieland Da oltre dieci anni l ossido di zirconio si è affermato in odontoiatria come materiale

Dettagli

Parliamo di Titanio..

Parliamo di Titanio.. http://www.infodental.it Parliamo di Titanio.. 1 di Vittorio De Nardi Laboratorio Odontotecnico De Nardi Vittorio Via Nazionale 65 31020 San Fior (Treviso) Tel: 0438/76454 Email: vdenar@tin.it Vittorio

Dettagli

PREPARAZIONE E CARATTERIZZAZIONE DEI VETRI COLORATI

PREPARAZIONE E CARATTERIZZAZIONE DEI VETRI COLORATI PREPARAZIONE E CARATTERIZZAZIONE DEI VETRI COLORATI Cos è un vetro? COS È UN VETRO? SOLIDO? LIQUIDO? ALTRO? GLI STATI DELLA MATERIA Volume specifico Liquido Vetro Tg CAMBIAMENTO DI VOLUME Tf Tf =TEMPERATURA

Dettagli

Istruzioni d uso HeraCeram LiSi 2 per la stratificazione del Disilicato di Litio

Istruzioni d uso HeraCeram LiSi 2 per la stratificazione del Disilicato di Litio Istruzioni d uso HeraCeram LiSi 2 per la stratificazione del Disilicato di Litio 1 ISTRUZIONI D USO PER DISILICATO DI LITIO HeraCeram LiSi 2 - Per restauri protesici su Disilicato di Litio HeraCeram LiSi

Dettagli

Istruzioni per l uso di Interaction Antagon

Istruzioni per l uso di Interaction Antagon interaction Istruzioni per l uso di Interaction Antagon Indicazioni Interaction Antagon ceramic è una ceramica da rivestimento ad alto punto di fusione per corone e ponti realizzati in leghe dentali con

Dettagli

Lava. Crowns & Bridges. La differenza che ci si aspetta. in ossido di zirconio

Lava. Crowns & Bridges. La differenza che ci si aspetta. in ossido di zirconio Lava Crowns & Bridges in ossido di zirconio La differenza che ci si aspetta Soddisfare i nostri clienti costituisce l obiettivo principale dei programmi di ricerca e sviluppo di 3M ESPE. Il sistema CAD/CAM

Dettagli

PROFILO DEL MAESTRO ARTIGIANO. e relativa proposta per il corso di Maestro artigiano ODONTOTECNICO

PROFILO DEL MAESTRO ARTIGIANO. e relativa proposta per il corso di Maestro artigiano ODONTOTECNICO PROFILO DEL MAESTRO ARTIGIANO e relativa proposta per il corso di Maestro artigiano ODONTOTECNICO Ambiti di lavoro Area Gestione Aziendale 1. STRUMENTI INFORMATICI 2. MERCATO E STRATEGIE 3. NEGOZIAZIONE

Dettagli

2. Chiusura di gap e sostituzione del dente mancante 35 con ponte modellato direttamente nella regione 34-36

2. Chiusura di gap e sostituzione del dente mancante 35 con ponte modellato direttamente nella regione 34-36 GrandTEC Test Kit Egr. utilizzatore, Questo Test Kit è stato realizzato per permetterle di testare GrandTEC sul modello prima di usare il prodotto in una situazione clinica. GrandTEC è una striscia in

Dettagli

ITALIANO 100% BIANCO. Restauri senza metallo in zirconia di alta qualità

ITALIANO 100% BIANCO. Restauri senza metallo in zirconia di alta qualità ITALIANO 100% BIANCO Restauri senza metallo in zirconia di alta qualità 100% BIANCO Lo zirconio è il minerale più antico e più abbondantemente presente nella crosta terrestre. Da questo elemento si ricava

Dettagli

Lava. La differenza che ci si aspetta. Crowns & Bridges in ossido di zirconio

Lava. La differenza che ci si aspetta. Crowns & Bridges in ossido di zirconio COO EE Lava Crowns & Bridges in ossido di zirconio La differenza che ci si aspetta Reparto dentale 3M Italia S.p.A. via S. Bovio, 3 20090 Segrate - MI Tel. 02 70352419 - Fax 02 70352061 www.3mespe.com

Dettagli

Informazioni per il paziente. in ceramica

Informazioni per il paziente. in ceramica Informazioni per il paziente Protesi dentale integralmente in ceramica Il materiale ossido di zirconio n Ossido di zirconio L ossido di zirconio è una ceramica ad elevate prestazioni che trova applicazione,

Dettagli

Breve compendio delle ceramiche esistenti e delle loro qualità.

Breve compendio delle ceramiche esistenti e delle loro qualità. Breve compendio delle ceramiche esistenti e delle loro qualità. Materiale sintetico parzialmente o totalmente cristallino solido, inorganico, non metallico, formato a freddo e consolidato per trattamento

Dettagli

CORSO DI ODONTOIATRIA CONSERVATIVA ESTETICA ED ADESIVA

CORSO DI ODONTOIATRIA CONSERVATIVA ESTETICA ED ADESIVA 1 Dott. Mauro Cattaruzza CORSO DI ODONTOIATRIA CONSERVATIVA ESTETICA ED ADESIVA 1. Introduzione all odontoiatria restaurativa. Diagnosi e piano di trattamento. 2 giorni (teorico) La qualità del lavoro:

Dettagli

Rebilda DC. Rebilda Post System. Rebilda

Rebilda DC. Rebilda Post System. Rebilda Rebilda DC Rebilda Post System Rebilda Rebilda DC Ricostruzione coronale sistematica Attualmente, i moderni sistemi compositi e adesivi permettono la ricostruzione di denti gravemente compromessi, anche

Dettagli

1. INTRODUZIONE. L odontoiatria restauratrice, ha lo scopo di restaurare dal punto di vista

1. INTRODUZIONE. L odontoiatria restauratrice, ha lo scopo di restaurare dal punto di vista 1. INTRODUZIONE L odontoiatria restauratrice, ha lo scopo di restaurare dal punto di vista anatomico-funzionale, gli elementi dentari compromessi, con l intento di mantenere e preservare l integrità dei

Dettagli

Sez. 4/1 PROTESI FISSA

Sez. 4/1 PROTESI FISSA Sez. 4/1 PROTESI FISSA La protesi fissa è un manufatto posizionato su denti preparati che una volta fissato può essere disinserito dall'odontoiatra mediante decementazione. E' definita protesi fisiologica

Dettagli

Lista fasi operative

Lista fasi operative Lista fasi operative Codice Descrizione Tempo 001 Ricevimento impronta Istruzioni: Aprire la scatola nel luogo stabilito. 3 mn 002 Lavaggio impronte o modelli l impronta con acqua/disinfettante a seconda

Dettagli

Proviso La naturalezza di un provvisorio

Proviso La naturalezza di un provvisorio Proviso La naturalezza di un provvisorio Resina auto polimerizzante per provvisori su base MMA per la realizzazione tecnica di ponti e corone con tempi di indurimento ridotti. Stabile nel colore e resistente

Dettagli

allinone... Incredibile? Ma vero! Foto: Dr. Thano Kristallis

allinone... Incredibile? Ma vero! Foto: Dr. Thano Kristallis allinone... Incredibile? Ma vero! Foto: Dr. Thano Kristallis Un buon provvisorio è la base per una ricostruzione definitiva di successo. 2 Un provvisorio deve essere resistente e durevole ed avere una

Dettagli

Carta Servizi PROTESI DENTALE

Carta Servizi PROTESI DENTALE Dott. Antonio Calabrese Carta Servizi PROTESI DENTALE La Protesi Dentale è quella branca odontoiatrica che si occupa della sostituzione dei denti naturali andati persi. Se uno o più denti sono andati perduti

Dettagli

Protesi mobile totale

Protesi mobile totale Anno scolastico 2012/13 Protesi mobile totale Cos è e come si realizza Luca Porru V^ B odo Istituto professionale Galileo Galilei Oristano Protesi mobile totale La protesi mobile totale è un dispositivo

Dettagli

PREPARAZIONE E CARATTERIZZAZIONE DEI VETRI COLORATI

PREPARAZIONE E CARATTERIZZAZIONE DEI VETRI COLORATI PREPARAZIONE E CARATTERIZZAZIONE DEI VETRI COLORATI DEFINIZIONE DI VETRO LO STATO VETROSO È QUELLO DI UN SOLIDO BLOCCATO NELLA STRUTTURA DISORDINATA DI UN LIQUIDO (FASE AMORFA) SOLIDO:ORDINE A LUNGO RAGGIO

Dettagli

Un legame stabile. Oliver Brix. Oliver Brix - Eris for E2 - Special Edition

Un legame stabile. Oliver Brix. Oliver Brix - Eris for E2 - Special Edition Oliver Brix Un legame stabile file:///c /infodental.it/articoli/oliver%20brix/art1/art1.html (1 of 17)28/07/2006 16.11.35 Dal 1998 esiste il sistema di ceramica a termopressione IPS Empress 2 per la realizzazione

Dettagli

Facoltà di Medicina e Chirurgia - Corso di Laurea Specialistica in Odontoiatria e Protesi Dentaria

Facoltà di Medicina e Chirurgia - Corso di Laurea Specialistica in Odontoiatria e Protesi Dentaria Corso integrato: TIROCINIO 1 Disciplina: STORIA DEI MATERIALI DENTARI E APPLICAZIONI CLINICHE. SCIENZE ODONTOIATRICHE CONSERVATIVE E RESTAURATIVE Docente: Dott. Michele DE FRANCO Recapito: dott.defranco@tiscali.it

Dettagli

Quando è per sempre deve essere una convivenza perfetta.

Quando è per sempre deve essere una convivenza perfetta. Dental Chemistry Specialist for over 70 years Quando è per sempre deve essere una convivenza perfetta. Silicone per Rilevare Punti di Frizione o di Pressione in Protesi Fissa e Mobile Pratico, facile,

Dettagli

INDICE. Presentazione del Prof. Francesco Simionato. Prefazione del Dott. Gaetano Calesini. Premessa e ringraziamenti. Introduzione degli autori

INDICE. Presentazione del Prof. Francesco Simionato. Prefazione del Dott. Gaetano Calesini. Premessa e ringraziamenti. Introduzione degli autori INDICE Presentazione del Prof. Francesco Simionato Prefazione del Dott. Gaetano Calesini Premessa e ringraziamenti Introduzione degli autori CAPITOLO 1 La gestione del paziente CAPITOLO 2 La comunicazione

Dettagli

Estetica in protesi fissa: solo metal free..?!

Estetica in protesi fissa: solo metal free..?! Estetica in protesi fissa: solo metal free..?! La ceramica ad ossidio di zirconio e la tecnologia CAD/CAM hanno sconvolto il nostro mercato. Molti lo considerano il materiale che a breve sostituirà tutte

Dettagli

www.biomedimplant.com

www.biomedimplant.com IMPIANTO GCS MINI IMPIANTO MONOLITICO the innovative implant surface www.biomedimplant.com PROTOCOLLO DI INSERIMENTO IMPIANTO MONOLITICO GCS MINI CONNESSIONE Impianto monopezzo per l utilizzo di stabilizzazione

Dettagli

La ceramica del sistema

La ceramica del sistema A06.14/D06.14 I valori di durezza della ceramica PLATINA m corrispondono a quelli dello smalto del dente e garantiscono quindi un normale comportamento all abrasione. Utilizzando leghe universali per ceramica

Dettagli

STEP BY STEP CERAMICA

STEP BY STEP CERAMICA Questo articolo contiene la descrizione di un metodo semplice per ottimizzare la traslucenza dello Zirconio con il set Sakura Interaction, garantendo le caratteristiche fluorescenti della corona già a

Dettagli

Sistema di rivestimento estetico

Sistema di rivestimento estetico Sistema di rivestimento estetico Nuovi prodotti Protesica implantare Protesi prive di metalli Ponti e corone Dal setup alla protesi definitiva Il materiale di completamento crea.lign ed i modificatori

Dettagli

Oltre alla necessaria conoscenza

Oltre alla necessaria conoscenza Denti dall aspetto giovanile mediante tecnica di stratificazione senza contouring Wanderley de Almeida Cesar Jr. Wanderley de Almeida Cesar Jr. Odontoiatra, Chirurgo dentale, specializzato in odontoiatria

Dettagli

La riabilitazione di arcate totalmente edentule con protesi

La riabilitazione di arcate totalmente edentule con protesi Implant Bridge: un protocollo semplice e predicibile Vito Minutolo, Antonello Di Felice, Fabio Galli Introduzione La riabilitazione di arcate totalmente edentule con protesi fisse supportate da impianti

Dettagli

IMPLANTOLOGIA DENTALE TUTTO PER IL TUO SORRISO. Tecnologia / Sicurezza / Evidenza Scientifica

IMPLANTOLOGIA DENTALE TUTTO PER IL TUO SORRISO. Tecnologia / Sicurezza / Evidenza Scientifica IMPLANTOLOGIA DENTALE TUTTO PER IL TUO SORRISO Tecnologia / Sicurezza / Evidenza Scientifica VALORE DI UN SORRISO IL SORRISO È ESPRESSIONE DI VITA E SPECCHIO DEI SENTIMENTI. È IL MEZZO PIÙ SEMPLICE PER

Dettagli

Il caso. Protocollo V.L.C. Revolution: nuove frontiere in protesi mobile totale. Nobil Mag

Il caso. Protocollo V.L.C. Revolution: nuove frontiere in protesi mobile totale. Nobil Mag Protocollo V.L.C. Revolution: nuove frontiere in protesi mobile totale Massimiliano Petrullo Titolare di laboratorio a Salerno ll presente articolo descrive le fasi di lavoro relative ad un protocollo

Dettagli

Un offerta di materiali e una gamma di applicazioni di prim ordine. Straumann CARES CADCAM

Un offerta di materiali e una gamma di applicazioni di prim ordine. Straumann CARES CADCAM Un offerta di materiali e una gamma di applicazioni di prim ordine Straumann CARES CADCAM INDICE Offerta di materiali di prim ordine 2 Panoramica applicazioni 6 Caratteristiche e vantaggi Resina nanoceramica

Dettagli

IMPLANTOLOGIA DENTALE

IMPLANTOLOGIA DENTALE IMPLANTOLOGIA DENTALE TUTTO PER IL TUO SORRISO Tecnologia / Sicurezza / Evidenza Scientifica VALORE DI UN SORRISO IL SORRISO È ESPRESSIONE DI VITA E SPECCHIO DEI SENTIMENTI. È IL MEZZO PIÙ SEMPLICE PER

Dettagli

LE DOMANDE PIU FREQUENTI AL VOSTRO DENTISTA:

LE DOMANDE PIU FREQUENTI AL VOSTRO DENTISTA: Lo sbiancamento Posso fare lo sbiancamento? Ci sono determinate situazioni in cui lo sbiancamento non è utile o non avrebbe un buon risultato oppure ha delle controindicazioni. E consigliabile eseguire

Dettagli

SCUOLA DI DOTTORATO DI RICERCA IN : INGEGNERIA INDUSTRIALE INDIRIZZO: PROGETTAZIONE MECCANICA E INGEGNERIA MOTOCICLISTICA CICLO XXII

SCUOLA DI DOTTORATO DI RICERCA IN : INGEGNERIA INDUSTRIALE INDIRIZZO: PROGETTAZIONE MECCANICA E INGEGNERIA MOTOCICLISTICA CICLO XXII Sede Amministrativa: Università degli Studi di Padova Dipartimento di Architettura, Urbanistica e Rilevamento SCUOLA DI DOTTORATO DI RICERCA IN : INGEGNERIA INDUSTRIALE INDIRIZZO: PROGETTAZIONE MECCANICA

Dettagli

her730_hcpress_gba_i 17.11.2004 15:15 Uhr Seite u1 Istruzioni d uso per la ceramica a pressione

her730_hcpress_gba_i 17.11.2004 15:15 Uhr Seite u1 Istruzioni d uso per la ceramica a pressione her730_hcpress_gba_i 17.11.2004 15:15 Uhr Seite u1 Istruzioni d uso per la ceramica a pressione Edizione 05/2004 her730_hcpress_gba_i 17.11.2004 15:15 Uhr Seite 1 Indice 1. Campi d indicazioni 3 2. Assortimento

Dettagli

I materiali di rivestimento. di Maximillian Vegetti, Federico Maffioli e Davide Biganzoli

I materiali di rivestimento. di Maximillian Vegetti, Federico Maffioli e Davide Biganzoli I materiali di rivestimento di Maximillian Vegetti, Federico Maffioli e Davide Biganzoli Porosità della ceramica -Le ceramiche hanno la caratteristica di essere porose, un fattore che non le ha rese utilizzabili

Dettagli

INFORMAZIONI DI BASE SULLA COMPONENTE SECONDARIA STRAUMANN VARIOBASE. Componente secondaria Straumann Variobase

INFORMAZIONI DI BASE SULLA COMPONENTE SECONDARIA STRAUMANN VARIOBASE. Componente secondaria Straumann Variobase INFORMAZIONI DI BASE SULLA COMPONENTE SECONDARIA STRAUMANN VARIOBASE Componente secondaria Straumann Variobase 1 L ITI (International Team for Implantology) è partner accademico dell Institut Straumann

Dettagli

PAS Percorsi Abilitanti Speciali DM 58/2013

PAS Percorsi Abilitanti Speciali DM 58/2013 PAS Percorsi Abilitanti Speciali DM 58/2013 Il docente di Laboratorio "Esercitazione in Odontotecnica concorre a far conseguire allo studente, al termine del periodo quinquennale di istruzione professionale

Dettagli

Titanmagnetics. coordination IMAGO. StecoForm. La steco-system-technik

Titanmagnetics. coordination IMAGO. StecoForm. La steco-system-technik Titanmagnetics coordination IMAGO StecoForm La steco-system-technik L azienda steco-system-technik GmbH & Co. KG (Steco) è leader di mercato nell area di lingua tedesca per elementi di ancoraggio magnetici

Dettagli

STUDIO DI UN NUOVO MATERIALE PER LA RICOSTRUZIONE DI MONCONI CON L AUSILIO DI PERNI IN FIBRA DI CARBONIO

STUDIO DI UN NUOVO MATERIALE PER LA RICOSTRUZIONE DI MONCONI CON L AUSILIO DI PERNI IN FIBRA DI CARBONIO STUDIO DI UN NUOVO MATERIALE PER LA RICOSTRUZIONE DI MONCONI CON L AUSILIO DI PERNI IN FIBRA DI CARBONIO INTRODUZIONE Il successo del restauro del dente trattato endodonticamente e con notevole distruzione

Dettagli

Ceratura. Ceratura. Protesi fissa. Friedrich Jetter Christian Pilz. Idee per il mondo dentale

Ceratura. Ceratura. Protesi fissa. Friedrich Jetter Christian Pilz. Idee per il mondo dentale Ceratura Ceratura Protesi fissa Friedrich Jetter Christian Pilz Idee per il mondo dentale Apparecchi per la ceratura Apparecchi per la ceratura Waxlectric II Waxlectric II è uno strumento per modellare

Dettagli

Contenuto. Qualità tedesca... pag. 4. ZENOTec System... pag. 7. Leghe... pag. 8. La galvanotecnica AGC... pag. 9. Ceramiche X-Type... pag.

Contenuto. Qualità tedesca... pag. 4. ZENOTec System... pag. 7. Leghe... pag. 8. La galvanotecnica AGC... pag. 9. Ceramiche X-Type... pag. I nostri prodotti Contenuto Qualità tedesca... pag. 4 ZENOTec System... pag. 7 Leghe... pag. 8 La galvanotecnica AGC... pag. 9 Ceramiche X-Type... pag. 10 Qualità tedesca La WIELAND Dental+Technik è stata

Dettagli

Il nostro concetto per un caso di risanamento orale complesso. Petri Cristian e Ionut Branzan

Il nostro concetto per un caso di risanamento orale complesso. Petri Cristian e Ionut Branzan www.teamwork-media.com Il nostro concetto per un caso di risanamento orale complesso Petri Cristian e Ionut Branzan Negli ultimi anni le tecnologie CAD/CAM hanno influenzato in modo positivo l intero settore

Dettagli

Procedura operativa N PONTE METALLO CERAMICA

Procedura operativa N PONTE METALLO CERAMICA Procedura operativa N PONTE METALLO CERAMICA DATA ATTIVAZIONE / / DATA REVISIONE / / DATA REVISIONE / / DATA REVISIONE / / Fase 001 Ricevimento impronta Fase 002 Lavaggio impronte o modelli Materiale:

Dettagli

monolithic composite method Sistematica per stampaggio di polimero vetroceramico per la realizzazione di protesi biofunzionali

monolithic composite method Sistematica per stampaggio di polimero vetroceramico per la realizzazione di protesi biofunzionali monolithic composite method Sistematica per stampaggio di polimero vetroceramico per la realizzazione di protesi biofunzionali MCM - Monolithic Composite Method un nuovo orizzonte in protesi Sino ad ora

Dettagli

INDICE. 1. Storia dell odontoiatria restaurativa

INDICE. 1. Storia dell odontoiatria restaurativa IX INDICE 1. Storia dell odontoiatria restaurativa 2. Embriologia ed istologia 2.1. Cenni di embriologia 2.1.1. Embriologia dell organo dentale 2.1.2. Formazione dello smalto 2.1.3. Formazione della dentina

Dettagli

Presso-fusione con fonditrice ad alta frequenza...47 Fusione ad alta frequenza con centrifuga...47 Fusione a cannello... 47-48

Presso-fusione con fonditrice ad alta frequenza...47 Fusione ad alta frequenza con centrifuga...47 Fusione a cannello... 47-48 Indice Avvertenze d'uso generale....44 Modellazione...44 Preparazione del canale di fusione...45 Quantità di metallo necessario...45 Messa in rivestimento...45 Ceratura e preriscaldo...46 Fusione e colata...46

Dettagli

Approvato per cavità sotto carico masticatorio

Approvato per cavità sotto carico masticatorio Grandio SO Heavy Grandio SO Heavy Approvato per cavità sotto carico masticatorio VOCO ha già presentato sul mercato un composito da restauro simile al dente, condensabile. A questo ora si aggiungono due

Dettagli

Riparazioni di protesi provvisorie

Riparazioni di protesi provvisorie Indicazioni: è il nuovo materiale fotopolimerizzabile in basi preformate che permette di realizzare in modo rapido protesi provvisorie e dime chirurgiche: un risparmio di tempo di 50 minuti rispetto alla

Dettagli

ZIRCONIA PRETTAU. Elaborazione e infiltrazione della zirconia Prettau ITALIANO

ZIRCONIA PRETTAU. Elaborazione e infiltrazione della zirconia Prettau ITALIANO ZIRCONIA PRETTAU Elaborazione e infiltrazione della zirconia Prettau ITALIANO Stimati Colleghi, Nella cerchia degli esperti odontotecnici viene posta continuamente la domanda se si possano realizzare restauri

Dettagli

Core Team COMPETEZA NELLA RICOSTRUZIONE DEI MONCONI

Core Team COMPETEZA NELLA RICOSTRUZIONE DEI MONCONI Core Team COMPETEZA NELLA RICOSTRUZIONE DEI MONCONI LA COMPETENZA DERIVA DALL ESPERIENZA COMPETENZA GLOBALE NELLA RICOSTRUZIONE DEI MONCONI Dall ideatore dei sistemi adesivi IL CONCETTO DI SISTEMA INTEGRATO

Dettagli

Istruzioni per l uso. Indicazioni nel settore anteriore e posteriore. Controindicazioni. Descrizione del prodotto. Avvertenze. Misure precauzionali

Istruzioni per l uso. Indicazioni nel settore anteriore e posteriore. Controindicazioni. Descrizione del prodotto. Avvertenze. Misure precauzionali CAD/CAM Descrizione del prodotto e istruzioni per l uso Cercon base disk 98, Cercon base light disk 98, Cercon base medium disk 98, Cercon base colored disk 98, Cercon ht disk 98, Cercon ht light disk

Dettagli

I componenti presinterizzati DB+e DB+LUX vanno lavorati secondo la seguente procedura suggerita:

I componenti presinterizzati DB+e DB+LUX vanno lavorati secondo la seguente procedura suggerita: Premessa:; le caratteristiche meccaniche e chimiche dei componenti vengono raggiunti dopo la sinterizzazione (rif.: curva di cottura); qualsiasi lavorazione meccanica diversa da quella suggerita nel Manuale

Dettagli

Attacchi a pulsante. Negli ultimi vent anni il settore odontoiatrico è stato caratterizzato

Attacchi a pulsante. Negli ultimi vent anni il settore odontoiatrico è stato caratterizzato Attacchi a pulsante Negli ultimi vent anni il settore odontoiatrico è stato caratterizzato da un notevole sviluppo delle tecniche implantari e delle nuove tecnologie, come i sistemi CAD CAM, le barre fresate,

Dettagli

L ossido di zirconio in pratica

L ossido di zirconio in pratica IT L ossido di zirconio in pratica Massima naturalezza, estetica e compatibilità Falko Noack, R&D Amann Girrbach Oral Design Bodensee Falko Noack, R&D Amann Girrbach L ossido di zirconio La ceramica per

Dettagli

Nella tecnica a carico immediato o istantaneo si devono eseguire le seguenti fasi :

Nella tecnica a carico immediato o istantaneo si devono eseguire le seguenti fasi : Nella tecnica a carico immediato o istantaneo si devono eseguire le seguenti fasi : 1) Eseguire una impronta dove devono essere ben visibili i fornici e le inserzioni muscolari( impronta molto estesa)

Dettagli

Totale. di Bogo Giancarlo. Protesi Mobile. Giancarlo Bogo -Protesi Mobile -Fasi di Studio e Laboratorio -

Totale. di Bogo Giancarlo. Protesi Mobile. Giancarlo Bogo -Protesi Mobile -Fasi di Studio e Laboratorio - Protesi Mobile Totale di Bogo Giancarlo Giancarlo Bogo -Protesi Mobile -Fasi di Studio e Laboratorio - 1 Premessa: la protesi totale. La protesi mobile totale è un tipo di protesi sostitutiva che ha la

Dettagli

NNKOMNM. =kìçîç=~=é~êíáêé=ç~w. áå`çêáë=km. fëíêìòáçåá=çdìëç. fí~äá~åç

NNKOMNM. =kìçîç=~=é~êíáêé=ç~w. áå`çêáë=km. fëíêìòáçåá=çdìëç. fí~äá~åç =kìçîç=~=é~êíáêé=ç~w NNKOMNM áå`çêáë=km fëíêìòáçåá=çdìëç fí~äá~åç Indice Sirona Dental Systems GmbH Indice 1 Dati tecnici... 3 2 Indicazioni per la lavorazione... 4 2.1 Lavorazione... 4 2.2 Rivestimento...

Dettagli

Bio Carbon Bridge Special Toronto

Bio Carbon Bridge Special Toronto , è il nuovo rivoluzionario sistema In Fibra di Carbonio per la ricostruzione protesica di Toronto su Impianti sviluppato nei laboratori Micro Medica. Abbiamo finalmente superato ogni ostacolo e siamo

Dettagli

GUIDA ALLA SCELTA MINI. Impianto speciale per la stabilizzazione delle protesi mobili. Lavoriamo con il sorriso, per il sorriso. www.bioteconline.

GUIDA ALLA SCELTA MINI. Impianto speciale per la stabilizzazione delle protesi mobili. Lavoriamo con il sorriso, per il sorriso. www.bioteconline. GUIDA ALLA SCELTA MINI Impianto speciale per la stabilizzazione delle protesi mobili Lavoriamo con il sorriso, per il sorriso. www.bioteconline.com MINI Impianto speciale per la stabilizzazione delle protesi

Dettagli

Performance e sostenibilità in restaurativa protesica

Performance e sostenibilità in restaurativa protesica F CUS Luglio 2013 Indice Metallo laser fuso, tecnologia EOS 4 Premium zirconia, fino a 14 elementi 8 Balance zirconia, fino a 6 elementi 9 Solidzir, full zirconia, fino a 14 elementi 10 Lava PLUS 3M ESPE

Dettagli

Assenza di carie Completamento di tutti i lavori di restauro necessari Assenza di patologie all ATM Assenza di malattie parodontali in corso

Assenza di carie Completamento di tutti i lavori di restauro necessari Assenza di patologie all ATM Assenza di malattie parodontali in corso Assenza di carie Completamento di tutti i lavori di restauro necessari Assenza di patologie all ATM Assenza di malattie parodontali in corso La presa di una buona impronta è fondamentale perché gli allineatori

Dettagli

NUOVI STRUMENTI OTTICI PER IL CONTROLLO DI LABORATORIO E DI PROCESSO

NUOVI STRUMENTI OTTICI PER IL CONTROLLO DI LABORATORIO E DI PROCESSO NUOVI STRUMENTI OTTICI PER IL CONTROLLO DI LABORATORIO E DI PROCESSO Mariano Paganelli Expert System Solutions S.r.l. L'Expert System Solutions ha recentemente sviluppato nuove tecniche di laboratorio

Dettagli

Negli ultimi anni vediamo sempre più spesso bocche con

Negli ultimi anni vediamo sempre più spesso bocche con Soluzioni protesiche in resina acetalica Claudio Mengani Negli ultimi anni vediamo sempre più spesso bocche con importanti abrasioni del tavolato occlusale (dovute a parafunzioni), e laddove è presente

Dettagli

LE DOMANDE PIU FREQUENTI AL VOSTRO DENTISTA:

LE DOMANDE PIU FREQUENTI AL VOSTRO DENTISTA: LE DOMANDE PIU FREQUENTI AL VOSTRO DENTISTA: Lo sbiancamento Posso fare lo sbiancamento? Ci sono determinate situazioni in cui lo sbiancamento non è utile o non avrebbe un buon risultato oppure ha delle

Dettagli

CORsO DI PERfEzIONAMENTO IN PROTEsI: PER COMPETERE

CORsO DI PERfEzIONAMENTO IN PROTEsI: PER COMPETERE CORsO DI PERfEzIONAMENTO IN PROTEsI: semplificare PER COMPETERE 50 CREDITI ECM 18/19/20 GIUGNO 23/24 OTTObRE 13/14 NOVEMbRE 27/28 NOVEMbRE SEDE DEL CORSO: NH MARINA HOTEL MOLO PONTE CALVI, NR 5 16124 GENOVA

Dettagli

ESTETICA IN ODONTOIATRIA SOLUZIONI ESTETICHE PER MIGLIORARE IL SORRISO

ESTETICA IN ODONTOIATRIA SOLUZIONI ESTETICHE PER MIGLIORARE IL SORRISO ESTETICA IN ODONTOIATRIA SOLUZIONI ESTETICHE PER MIGLIORARE IL SORRISO Dott.ssa Federica Nosenzo Laurea in Odontoiatria e Protesi dentaria presso L Università di Milano Uni Ateneo Ivana Torretta Nerviano

Dettagli

LA MODERNA CONSERVATIVA NEI SETTORI ANTERIORI SEC. DOTT. MARCO VENEZIANI

LA MODERNA CONSERVATIVA NEI SETTORI ANTERIORI SEC. DOTT. MARCO VENEZIANI LA MODERNA CONSERVATIVA NEI SETTORI ANTERIORI SEC. DOTT. MARCO VENEZIANI Dott. Marco Veneziani Nato a Piacenza il 19/11/1964 Laureato in Odontoiatria e Protesi Dentaria presso L università degli studio

Dettagli

Istruzioni per l'uso dei denti Candulor NFC +

Istruzioni per l'uso dei denti Candulor NFC + Istruzioni per l'uso dei denti Candulor NFC + IT Introduzione Le linee di denti NFC + offrono un'estetica molto naturale e una straordinaria resistenza all'usura. La composizione del materiale NFC + è

Dettagli

GUIDA ALLA SCELTA DEL CEMENTO

GUIDA ALLA SCELTA DEL CEMENTO GUIDA ALLA SCELTA DEL CEMENTO TIPO DI CEMENTO PER Vetro-ionomero Vetro-ionomero Vetro-ionomero FISSAGGIO ibrido ibrido GC Fuji I GC Fuji CEM GC Fuji PLUS INDICAZIONI IDEALI Manufatti protesici in metallo

Dettagli

che cos è l odontoiatria protesica?

che cos è l odontoiatria protesica? che cos è l odontoiatria protesica? L odontoiatria protesica è quella disciplina che si occupa di ristabilire e mantenere le funzioni orali e l aspetto estetico del paziente attraverso il restauro dei

Dettagli

Zirconia MILDE. Titanium MILDE. La nuova frontiera del sorriso

Zirconia MILDE. Titanium MILDE. La nuova frontiera del sorriso MILDE Zirconia e MILDE Titanium La nuova frontiera del sorriso 3D Objects & Data Software Una transizione possibile: dalla fusione alla tecnologia MILDE : 3D Objects & Data Software propone per la creazione

Dettagli

ORTODONZIA MOBILE E FISSA. MODELLI PER STUDIO E PER ARCHIVIO (2 MODELLI) euro 35,81 ATTIVATORI euro 197,58. 2 PLACCHE TIPO SCHWARZ euro 197,58

ORTODONZIA MOBILE E FISSA. MODELLI PER STUDIO E PER ARCHIVIO (2 MODELLI) euro 35,81 ATTIVATORI euro 197,58. 2 PLACCHE TIPO SCHWARZ euro 197,58 ORTODONZIA MOBILE E FISSA ELENCO A1 MODELLI PER STUDIO E PER ARCHIVIO (2 MODELLI) euro 35,81 ATTIVATORI euro 197,58 MONOBLOCCO RESINA - ARCO VESTIBOLARE - VITE TUBI PER TEO GANCI 2 PLACCHE TIPO SCHWARZ

Dettagli

Oggi l odontoiatra si confronta con pazienti informati

Oggi l odontoiatra si confronta con pazienti informati Protesi removibile ancorata su barra con utilizzo di attacchi calcinabili micro Introduzione Carlo Borromeo Oggi l odontoiatra si confronta con pazienti informati che sempre più spesso arrivano con richieste

Dettagli

4.1 Novità e caratteristiche

4.1 Novità e caratteristiche 34 4.1 Novità e caratteristiche Gli istituti professionali fanno parte a pieno titolo del sistema di istruzione assieme ai licei e agli istituti tecnici e si distinguono nettamente da questi ultimi, perché

Dettagli

"#$%&'(%!*+,-(+$%)!(%"%'4$.)."#0'0"'"*#,$*'<2.--,-%)*='4$%#.0".='5%33*'"*#,$*-.>'

#$%&'(%!*+,-(+$%)!(%%'4$.).#0'0'*#,$*'<2.--,-%)*='4$%#.0.='5%33*'*#,$*-.>' "#$%& "#$%&(#)(%)#*"+*"*#,$*-../*$#01020*-.2%34%)#*/*3*2$%3%-.2%-.-,"56010-*3."#0*55$%705-0*#0 "#$%&(%)5.".$02*3."#.)%"%2%34%)#0%$5*"0203*2$%3%-.2%-*$0& 8.)0".)0"#.#026. 9-*)#%3.$0 :-*))0102*+0%"./.0;%-03.$0&

Dettagli

Realizzazione di dispositivi protesici dentali tipo: TORONTO BRIDGE Protocollo Tecnico

Realizzazione di dispositivi protesici dentali tipo: TORONTO BRIDGE Protocollo Tecnico Realizzazione di dispositivi protesici dentali tipo: TORONTO BRIDGE Protocollo Tecnico Esecuzione dispositivo e Case Report Andrea De Benedetto - Dentalmaster - 22/02/2007 Modello in gesso riproducente

Dettagli

UNA NUOVA DIMENSIONE DI COLORE

UNA NUOVA DIMENSIONE DI COLORE UNA NUOVA DIMENSIONE DI COLORE LA NUOVA DIMENSIONE DELLA RESINA ACRILICA In scala colori A1-D4. Tutti i 16 colori della scala più conosciuta per la protesi fissa. Ma anche tutte le componenti di colore

Dettagli

ZENOSTAR Zr Translucent Guida relativa alla scienza dei materiali

ZENOSTAR Zr Translucent Guida relativa alla scienza dei materiali ZENOSTAR Zr Translucent Guida relativa alla scienza dei materiali ZENOSTAR Zr Translucent ad alta resistenza, traslucente ed estetico Dalla sua introduzione come materiale per restauri odontotecnici, da

Dettagli

Restauri Chairside. Lava Ultimate CAD/CAM Restorative for CEREC. Precision Solutions

Restauri Chairside. Lava Ultimate CAD/CAM Restorative for CEREC. Precision Solutions Precision Solutions Lava Ultimate CAD/CAM Restorative for CEREC L immagine mostra una simulazione del software che può essere differente dalla realtà. Le elevate performance di Lava Ultimate sono state

Dettagli

Un sistema così integrato, rende più semplice e preciso il trasferimento di dati dalla prima alla seconda fase del processo.

Un sistema così integrato, rende più semplice e preciso il trasferimento di dati dalla prima alla seconda fase del processo. CAD-CAM significa impiegare insieme sistemi di software per la progettazione assistita da computer e per la fabbricazione assistita da computer mediante macchinari a controllo numerico. Un sistema così

Dettagli

Classificazione. Le plastiche utilizzate in edilizia sono classificate in: - Resine termoindurenti - Resine termoplastiche

Classificazione. Le plastiche utilizzate in edilizia sono classificate in: - Resine termoindurenti - Resine termoplastiche Classificazione Le plastiche utilizzate in edilizia sono classificate in: - Resine termoindurenti - Resine termoplastiche Entrambe raggruppano altre resine differenti per alcun specificità. Resine termoindurenti.

Dettagli

KaVo Elements per KaVo ARCTICA e KaVo Everest. E il materiale che fa la differenza.

KaVo Elements per KaVo ARCTICA e KaVo Everest. E il materiale che fa la differenza. KaVo Elements e KaVo Everest E il materiale che fa la differenza. KaVo Elements e KaVo Everest KaVo CAD/CAM Elements, 4 volte convincenti. KaVo CAD/CAM Elements, le caratteristiche qualitative determinanti.

Dettagli