GATTI ADULTI 2 SALUTE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GATTI ADULTI 2 SALUTE"

Transcript

1 2.1 Visite dal veterinario GATTI ADULTI Il veterinario continua ad essere una delle persone più importanti nella vita del nostro gatto. Per consultarlo, non bisogna aspettare che passi molto tempo o che il gatto contragga una malattia grave. È importante portare il gatto dal veterinario semplicemente per un controllo, in modo che questi possa effettuare un esplorazione e un check-up completo dell animale. Inoltre, dobbiamo tenere presente che occorre ancora vaccinarlo. Sebbene abbiamo rispettato rigorosamente il calendario delle vaccinazioni durante il primo anno di vita del gatto, neanche adesso possiamo trascurare questo importante aspetto della salute. Alcune malattie, come quelle respiratorie, si presentano a qualsiasi età del gatto, mentre altre, come l enterite felina, viene contratta più facilmente da gatti adulti. Non possiamo trascurare le vaccinazioni del nostro gatto. Oltre a rispettare il calendario stabilito, ogni anno e durante tutta la vita dell animale, occorre somministrare un vaccino combinato. 2.2 Cure del gatto adulto Le consuetudini stabilite quando il gatto è piccolo devono essere mantenute durante tutta la sua vita e, in particolar modo, le abitudini di igiene. I gatti sono animali ai quali piace la pulizia e, a maggior ragione, se sono stati abituati ad essere puliti sin dalla tenera età. Pulizia naturale: I gatti si lavano leccandosi continuamente per vari motivi: Eliminare resti di sporcizia e peli morti. Stimolare le ghiandole epidermiche affinché segreghino una sostanza speciale che serve ad impermeabilizzare in certa misura il mantello. Mediante il grooming ovvero l attività di leccamento del pelo, i gatti spargono questa secrezione in tutto il mantello. Eliminare eventuali nodi del pelo. Rinfrescarsi quando fa caldo. I gatti non sudano, pertanto l evaporazione della saliva allevia la sensazione di calore. Ridurre i parassiti. Conferire un effetto calmante e rilassante. Il fatto che i gatti effettuino con cura il grooming, non esime il padrone dal compito di lavare l animale. Così come quando è piccolo, anche in età adulta occorre pettinarlo regolarmente. Per un gatto adulto, la spazzolatura deve essere la principale abitudine. Per il padrone questo deve essere un compito che lo leghi all animale ed è un operazione necessaria, così come darle da mangiare e mantenere puliti i recipienti di acqua e cibo. Inoltre, mediante la spazzolatura o pettinatura del pelo, è possibile verificare la presenza di parassiti, come ad esempio zecche o pulci. Boli di pelo Una pettinatura continua del gatto può evitare la formazione di boli di pelo nello stomaco e, pertanto, l insorgere di una gastrite. È importante tenere presente che a questi animali piace essere sempre puliti, per questo si leccano continuamente. Se non pettiniamo il gatto, i peli morti del mantello non vengono rimossi, quindi, vengono ingeriti dall animale e con il tempo si formano boli di pelo che dovranno essere espulsi. I boli di pelo sono la causa principale di gastrite o infiammazione allo stomaco. Se l animale presenta sensazione di vomito, inappetenza o perdita di appetito, è possibile

2 che presenti questo disturbo. In questi casi, la cosa migliore da fare è rivolgersi al veterinario. In commercio, esistono prodotti che aiutano i gatti ad espellere i boli di pelo, facilitando così il processo digestivo. Tuttavia, il veterinario è l unica persona che può consigliare questi prodotti. Cure dentali È fondamentale che il gatto mantenga i denti in buone condizioni, per garantire la qualità di vita dell animale durante molti anni. Dobbiamo considerare che, sebbene il gatto si alimenti di cibo asciutto (che consente di esercitare i denti e, in certa misura, mantenerli puliti), con il tempo si produce un accumulo di tartaro. Il tartaro accumulato negli anni provoca un infiammazione nelle gengive del gatto e di conseguenza queste si ritraggono, formando cavità in cui si depositano i resti di cibo. Queste cavità sono il luogo ideale per lo sviluppo di infezioni che possono colpire la radice dei denti e che, se non vengono curate in tempo, possono degenerare nella caduta o nell estrazione forzata dei denti del gatto. Per evitare questo problema, occorre assicurarsi che i denti dell animale siano puliti, pertanto molti esperti consigliano ai padroni di occuparsi di questo compito. Ovviamente, l unico modo per riuscire in questa operazione, è abituare il gatto alla pulizia dei denti. Se prendiamo con noi un gatto adulto che non ha acquisto questa abitudine, probabilmente non riusciremo nell intento. In questo caso, non appena notiamo un accumulo di tartaro, dobbiamo rivolgerci al veterinario, il quale sarà in grado di eseguire un igiene professionale senza problemi. I sintomi dei problemi dentali sono: eccesso di bava gengive infiammate denti rotti perdita di peso e appetito Per pulire i denti del gatto,occorre arrotolare una garza umida intorno al dito e massaggiare i denti e le gengive dell animale. Il veterinario, inoltre, può consigliare prodotti efficaci per eseguire questa operazione; non dobbiamo utilizzare il nostro dentifricio perché potrebbe essere tossico per l animale. 2.3 Verifiche in casa Così come per la pulizia, dobbiamo osservare continuamente occhi, orecchie, naso, bocca, pelle e ano dell animale, per verificare se si trovano in buone condizioni di salute. È importante sapere che un gatto, nelle prime fasi della malattia, può mostrare pochi sintomi. Per questo, è importante esaminare periodicamente l animale come misura preventiva o al fine di evitare l avanzamento di un eventuale malattia. Ecco alcuni segnali di allarme: Ano. Dobbiamo controllare il leccamento costante dei genitali, eventuali difficoltà per orinare e l insorgere di diarrea. Pelo. Attenzione alla caduta, a zone prive di pelo, a un eventuale decolorazione della pelle e, ovviamente, alla presenza di parassiti. Orecchie. Occorre esaminare le orecchie con particolare attenzione e controllare se il gatto le gratta o le strofina costantemente o se sono presenti infiammazioni o secrezioni scure. Occhi. È importante portare il gatto dal veterinario, se gli occhi presentano secrezioni, palpebre infiammate o se appare la terza palpebra o membrana che rimane piegata nell angolo interno dell occhio, la quale si presenta quando il gatto è ammalato o quando è affetto da numerosi parassiti. Bocca. Se la bocca dell animale perde il colore rosato, vuol dire che qualcosa non va. Inoltre, è importante controllare lo stato dei denti. Naso. Dobbiamo fare attenzione se il gatto presenta un eccesso di muco o se respira con difficoltà.

3 Se osserviamo nel gatto cambiamenti comportamentali, se si nasconde in un angolo più buio della casa, se il pelo si increspa o se il respiro risulta più veloce o mozzato, dobbiamo portarlo dal veterinario. 2.4 Primo soccorso Occorre essere previdenti e coscienti del fatto che il gatto può subire un incidente in qualsiasi momento. Per questo, dobbiamo tenere sempre a portata di mano il numero di telefono del veterinario o della clinica di assistenza disponibile 24 ore. Inoltre, è molto pratico tenere in casa una cassetta di pronto soccorso che ci permetta di intervenire immediatamente. La cassetta di pronto soccorso per gatti deve contenere: Bende: è utile avere a disposizione un rotolo che non superi i 5 cm di larghezza. Inoltre, sono molto utili le garze di diverse dimensioni. Nastro adesivo. Questo ci consente di applicare un bendaggio a pressione in caso di ferite sanguinanti. Cotone sterilizzato. Siringa o contagocce di plastica. Per somministrare farmaci liquidi. Prodotti antisettici per gatti. Sono importanti poiché, visto che i gatti si leccano le ferite, i prodotti convenzionali potrebbero essere nocivi. Per scegliere il prodotto più adeguato, dobbiamo chiedere consiglio al veterinario. Pinze. Termometro rettale e vasellina. Cesta portagatti. È importante tenerla sempre a portata di mano, soprattutto se si presenta un emergenza. Se il gatto sta male per via di un incidente, è normale che non sia facile avvicinarsi a lui. Dobbiamo parlargli tranquillamente e, se è molto nervoso, la cosa migliore da fare è avvolgerlo con una coperta o un asciugamano. In seguito, dobbiamo tirare fuori la testa e muoverlo il meno possibile mentre lo portiamo immediatamente dal veterinario. 2.5 Situazioni di emergenza È molto importante sapere quando il gatto corre un serio pericolo. Non appena riconosciamo le seguenti situazioni, dobbiamo portare l animale dal veterinario il prima possibile: Lesioni prodotte in seguito a una caduta da più di sette metri, un forte impatto o a un incidente stradale. Vomito allarmante o reiterano. Diarrea persistente per oltre 48 ore. Sangue nelle feci. Una ferita che sanguina abbondantemente o aperta. Soffocamento con un oggetto qualsiasi. In questi casi, se estrarre l oggetto risulta difficile, è meglio desistere e andare dal veterinario. Dobbiamo tenere presente che, quando cerchiamo di estrarre un oggetto che ostruisce la gola del gatto, è possibile che questo venga spinto involontariamente verso l interno della trachea causando numerose lesioni.

4 Ustioni. Convulsioni per più di dieci minuti. Ingestione di un prodotto tossico. Congelamento. In questo caso, occorre spostare immediatamente l animale in un luogo caldo, collocarlo su una coperta o applicare panni di acqua tiepida nelle zone congelate. Nel frattempo, è necessario chiamare il veterinario. Folgorazione. È probabile che possano verificarsi incidenti del genere, soprattutto se pensiamo che ai gatti piace giocare con i cavi elettrici. In tal caso, occorre staccare la corrente elettrica e separare il gatto dai cavi o dalle prese con un bastone di legno. Diversamente, anche noi corriamo il rischio di folgorazione. In seguito, è necessario andare immediatamente dal veterinario. Febbre. La temperatura normale dei gatti è di 38,6 ºC. Se abbiamo il sospetto che il gatto abbia la febbre, l unico modo per saperlo con certezza è inserire un termometro rettale, ben lubricato, nel retto dell animale. Questa, di solito, non è un operazione semplice, pertanto, se non possiamo effettuarla senza forzare l animale, è meglio andare dal veterinario. Ad ogni modo, se abbiamo il sospetto di febbre, è importante fornire al gatto acqua abbondante, mentre lo portiamo dallo specialista. Disidratazione. A differenza di altri animali, i gatti possono disidratarsi molto facilmente. Per questo motivo è importante riempire sempre con acqua fresca il recipiente dell animale e non chiuderlo mai in macchina senza un adeguata ventilazione. Se il gatto è ferito, non deve prendere freddo. Dobbiamo avvolgerlo delicatamente in una coperta e, se è incosciente, occorre inoltre tirare la lingua in avanti e liberare le vie respiratorie. 2.6 Affezioni più comuni Di seguito illustriamo le affezioni più comuni che colpiscono i gatti, ma non è detto che si presentino necessariamente. La conoscenza di tali patologie, può aiutarci a riconoscerle immediatamente. Problemi uditivi. L udito è uno degli organi più sensibili del gatto. Da questo, non solo dipende la capacità di ascolto, ma anche l equilibrio, due sensi fondamentali per i gatti. È molto importante, quindi, mantenere sotto controllo l udito dell animale. Il padiglione dell orecchio del gatto tende a subire lesioni in seguito a litigi con altri animali, lesioni autoinflitte o dovute a un problema uditivo che induce l animale a grattarsi con forza. Se si produce un emorragia, la cosa migliore da fare è andare immediatamente dal veterinario, poiché il sangue eventualmente accumulato all interno dell orecchio del gatto, una volta asciugato, può causare irritazioni continue. I gatti tendono inoltre ad essere colpiti da otiti esterne, dovute, in molti casi, a irritazioni prodotte dagli acari dell orecchio. In queste situazioni, il gatto si gratta provocando infiammazioni e creando le condizioni ideali per l insorgere di un infezione batterica dovuta a vari tipi di funghi. In questi casi, i principali sintomi da ricercare sono: Irritazione. Il gatto si gratta e scuote la testa. Infiammazione. Arrossamento della pelle che circonda la parte superiore dell orecchio. Secrezione. Può essere marrone, gialla, di colore scuro e addirittura verde. Cattivo odore. Questo tipo di affezioni devono essere trattate il prima possibile dal veterinario e occorre rispettare rigorosamente le indicazioni prescritte. Inoltre, dobbiamo applicare il trattamento completo durante tutto il tempo stabilito dal veterinario, anche se notiamo che l animale mostra segni di miglioramento prima del termine della cura. Problemi urinari. Si tratta di problemi frequenti nei gatti, pertanto è importante sapere quando l animale orina con difficoltà e quando andare dal veterinario, in modo da frenare il problema il prima possibile. L affezione più comune è l infiammazione della vescica o cistite. In generale, questa patologia si manifesta quando si produce un accumulo di sabbiolina nella vescica e nell uretra che causa infiammazione all interno della vescica. Nei maschi questa malattia è più fastidiosa che nelle femmine, poiché l uretra è più stretta, per cui si producono più ostruzioni nel flusso dell orina. Inoltre, la patologia si accentua se il gatto maschio presenta un eccesso di peso e beve poca acqua. Per riconoscere questa malattia, occorre osservare se il

5 gatto tende a orinare frequentemente e se si sforza molto per espellere qualche goccia che spesso presenta del sangue. Se si osservano questi sintomi, occorre andare dal veterinario il quale prescriverà il trattamento adeguato. Diarrea. Può manifestarsi per molteplici cause: da parassiti, come i lombrichi intestinali (anche se questa causa è più comune nei mici), fino a una malattia soggiacente in un altro organo del corpo, come i reni o il fegato. Tuttavia, la diarrea può anche manifestarsi in seguito a un infezione o come conseguenza del cibo somministrato al gatto. Se il gatto presenta diarrea, la prima cosa da fare è stare attenti all alimentazione. Il fegato crudo, ad esempio, produce un effetto lassativo. Alcuni gatti, inoltre, presentano intolleranza al latte. 2.7 Somministrazione di farmaci Anche se può sembrare complicato, con un po di destrezza, applicare la medicazione al gatto risulta un operazione molto semplice: Compresse. Occorre sostenere la testa del gatto afferrando i due lati della mandibola. In seguito, bisogna piegare delicatamente la testa all indietro fino a quando la mandibola inferiore non si apre. A questo punto, è possibile introdurre la pillola nella gola dell animale, mantenendo la testa all indietro durante qualche minuto e massaggiando la gola. Liquidi. È possibile somministrare questo tipo di farmaci in modo simile con una siringa di plastica. È importante versare lentamente il farmaco sulla lingua; diversamente il gatto potrebbe soffocarsi. Gocce per le orecchie. Prima dell applicazione, occorre pulire bene le orecchie con un bastoncino cotonato. Dobbiamo effettuare questa operazione con estrema attenzione e in modo superficiale, poiché, se spingiamo il bastoncino troppo in dentro, possiamo causare lesioni all orecchio. Dopo aver pulito l orecchio, applichiamo le gocce nel canale uditivo. Occorre sostenere l orecchio fino ad assicurarsi che il farmaco sia entrato completamente nel suo interno. Affinché questa operazione sia meno fastidiosa per l animale, consigliamo di riscaldare previamente il liquido con le mani. Gocce per gli occhi. Occorre sostenere la testa del gatto come se gli stessimo somministrando una pillola, ma senza piegare la testa all indietro. Con il flacone in mano, dobbiamo avvicinarci al gatto da dietro e lasciar cadere la goccia nell occhio. Se non siamo molto abili nel somministrare al gatto una pillola o delle gocce e abbiamo paura che ci graffi, la cosa migliore da fare è avvolgerlo con un asciugamano in modo che fuoriesca solo la testa. In questo modo, staremo più comodi. 2.8 La mia gatta è incinta Se accettiamo la maternità della nostra gatta, dobbiamo prepararci ad assistere a un esperienza molto gratificante. È molto importante, quindi, assumere la responsabilità di preparare tutto per il momento del parto e per la cura dei mici durante le prime settimane di vita, fino a quando non troviamo un altra casa che li accolga. Le gatte incinte hanno bisogno di pochissime cure e di solito si gestiscono molto bene da sole, per cui, a volte, i padroni non si accorgono della gravidanza dell animale fino a quando non si avvicina il momento del parto.

6 La gravidanza dura solitamente nove settimane; tuttavia in caso di cucciolate numerose, questo periodo si accorcia e, al contrario, è più lungo in determinate razze, come ad esempio i gatti siamesi. I primi segni esterni della gravidanza sono visibili dopo le prime quattro settimane, quando può apparire un arrossamento dei capezzoli. Alla sesta o settima settimana di gravidanza, il corpo del gatto subisce dei cambiamenti e il ventre è visibilmente più grande. Durante la gravidanza è possibile che la gatta abbia più appetito o mangi porzioni di cibo più ridotte con più frequenza. Alcuni specialisti consigliano di curare l alimentazione della gatta e di somministrare del cibo adatto per il suo stato. La cosa più importante è fornire all animale una dieta equilibrata e la gatta regolerà in modo autonomo le quantità che desidera ingerire. Ovviamente, non dobbiamo somministrare nessun integratore vitaminico, salvo nei casi prescritti dal veterinario. È importante preparare la cuccia per il parto in anticipo, al meno una o due settimane prima dell evento. La cuccia deve essere situata in un luogo caldo, tranquillo e privo di corrente. Rivestendo la cuccia con fogli di giornale che la gatta può rompere, daremo all animale la possibilità di costruire un comodo nido che sentirà come suo. Una settimana prima del parto, la gatta comincia a cercare il luogo più adatto per il parto. È questo il momento in cui l animale deve sentirsi a proprio agio all interno della cuccia. Due o tre giorni prima del parto, noteremo che il ventre della gatta si abbassa e assume la forma di una pera. È possibile inoltre che dai capezzoli fuoriescano gocce di latte. Le ultime ventiquattro ore prima del parto, la gatta è inquieta ed è possibile che non voglia mangiare. La nascita dei mici è dunque vicina. 2.9 Il parto Quando arriva il momento del parto non dobbiamo innervosirci. La maggior parte delle gatte è autosufficiente in questo momento, pertanto è meglio controllare la gatta da una certa distanza per non disturbarla. Il parto ha inizio quando la gatta si installa nel luogo scelto e mostra segni di agitazione. Dopo un ora appare il primo micio. Questo può essere avvolto in una borsa che la madre rompe e lecca, non solo per pulirlo, ma anche per stimolare la respirazione. Il micio appena nato si attacca immediatamente al seno della madre e dopo un po arrivano gli altri mici. L azione di succhiare stimola le contrazioni dell utero. A questo punto, bisogna mantenere la calma: è importante lasciare alla gatta il tempo necessario per partorire tutti i mici. Occorre, quindi, tenere a portata di mano il numero di telefono del veterinario, in modo da poterlo consultare in caso di problemi, anche minimi. Dopo la nascita dei mici, la madre si occupa di loro diligentemente, allattandoli e pulendoli; noi dobbiamo occuparci solamente di mantenere pulita la cuccia. Fino al momento dello svezzamento, quando i mici già si mantengono in piedi da soli, il latte materno è sufficiente per la loro alimentazione e non dobbiamo offrire nessun altro alimento, salvo nei casi prescritti dal veterinario. Quando inizia la fase dello svezzamento, occorre somministrare il cibo adatto per mici in modo graduale, per evitare problemi digestivi. Dopo le prime tre o quattro settimane di vita, i mici sono in grado di mangiare da soli e questo è il momento di iniziare lo svezzamento, somministrando latte speciale per mici (in vendita in qualsiasi negozio per animali) insieme ad altri alimenti adatti alla loro età. In questa fase, i mici sono già indipendenti e si mostrano teneri, giocherelloni e graziosi... Sicuramente sarà dura separarsi da loro! Nell eventualità, prima del parto, si consiglia di preparare un asciugamano pulito, un recipiente con acqua calda, cotone sterilizzato, una soluzione antisettica per gatti, vasellina, forbici chirurgiche e filo di cotone resistente. È molto importante tenere a portata di mano il numero di telefono del veterinario, nel caso in cui si dovessero presentare problemi.

7 2.10 Sterilizzazione Alla maggior parte dei gatti domestici viene effettuata questa operazione senza problemi. Questo intervento evita comportamenti fastidiosi, rende gli animali più socievoli e, inoltre, impedisce l abbattimento o l abbandono di cucciolate non desiderate. A differenza di quanto sostenuto da miti e false credenze, il temperamento, la vitalità, l intelligenza e l affetto dei gatti non cambiano con la sterilizzazione. Gli interventi che si consigliano sono: Per i maschi: un operazione denominata orchiectomia, che elimina la produzione di spermatozoi e ormoni sessuali. È l operazione più diffusa nella Comunità Europea. Per le femmine: si consiglia la ovarioisterectomia, che consiste nell estirpazione di ovaie, trombe uterine e collo dell utero. Anche questa è l operazione più diffusa nella Comunità Europea. Con la sterilizzazione si elimina l ansia sessuale e, pertanto, comportamenti aggressivi soprattutto dei maschi. Tutte le operazioni vengono effettuate con anestesia totale e il recupero è veloce. Dopo solo due o tre giorni, i gatti sono di nuovo attivi, giocherelloni e affettuosi come sempre.

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani Antibiotici quandosì quandono Lavarsi le mani semplice ma efficace Lavarsi le mani è il modo migliore per arrestare la diffusione delle infezioni respiratorie. L 80% delle più comuni infezioni si diffonde

Dettagli

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe Direzione Generale della sanità animale e dei farmaci veterinari Direzione Generale della comunicazione e delle relazioni istituzionali Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future.

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. ATTENZIONE: Utilizzare il prodotto solo per l uso al quale

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Flauto Polmonare/Lung Flute

Flauto Polmonare/Lung Flute Flauto Polmonare/Lung Flute Modello per TERAPIA, DOMICILIO, IGIENE BRONCHIALE Manuale di istruzioni per il paziente: Il Flauto Polmonare è generalmente indicato per una terapia a pressione respiratoria

Dettagli

Oggetto : Segnalazione colonia felina L.R. 34/97 Reg, Comunale sulla tutela degli animali del 24 Ottobre 2005. sottoscrit nat.

Oggetto : Segnalazione colonia felina L.R. 34/97 Reg, Comunale sulla tutela degli animali del 24 Ottobre 2005. sottoscrit nat. Al Coordinatore dei Servizi Veterinari ASL RM A SEDE Oggetto : Segnalazione colonia felina L.R. 34/97 Reg, Comunale sulla tutela degli animali del 24 Ottobre 2005 Il/la a il residente sottoscrit nat a

Dettagli

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: Prof. Paolo Perri ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo opuscolo

Dettagli

www.zampadicane.it Guida alle Vaccinazioni

www.zampadicane.it Guida alle Vaccinazioni VACCINAZIONI Le vaccinazioni da fare al proprio cane sono parecchie, alcune sono obbligatorie ed alcune facoltative e possono essere consigliate dal veterinario in casi specifici. Vediamo nel dettaglio

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

PER LA GESTIONE INFORMATIVO

PER LA GESTIONE INFORMATIVO Dipartimento Cardio-Toraco-Vascolare e di Area Critica Direttore Dott. L. Zucchi UNITA DI TERAPIA SEMINTENSIVA RESPIRATORIA (UTSIR) OPUSCOLO INFORMATIVO PER LA GESTIONE A DOMICILIO DELLA TRACHEOSTOMIA

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Mercurio II Solfato soluzione 200 g/lin acido solforico diluito 1.2

Dettagli

Prevenzione dell allergia ad inalanti

Prevenzione dell allergia ad inalanti Prevenzione dell allergia ad inalanti La patologia allergica respiratoria è molto frequente nella popolazione generale: la sua prevalenza si aggira in media intorno al 10-15%. Inoltre, negli ultimi 20

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate.

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. INDICE La presente guida contiene suggerimenti e indicazioni di carattere generale e a scopo puramente informativo. Non si deve prescindere dal leggere attentamente

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Istituto Superiore di Sanità Centro Nazionale Sostanze Chimiche

Istituto Superiore di Sanità Centro Nazionale Sostanze Chimiche REGOLAMENTO (CE) N. 1272/2008 Consigli di prudenza Consigli di prudenza di carattere generale P101 P102 P103 In caso di consultazione di un medico, tenere a disposizione il contenitore o l etichetta del

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

"#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro

#$%&'()! *$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()!"*$!$*#+#!,)!$-%#.# Cos é un solvente? Molte sostanze chimiche, usate per distruggere o diluire altre sostanze

Dettagli

qualità uniche, ma è anche molto di più.

qualità uniche, ma è anche molto di più. 1 Care mamme, cari papà, è a voi pr ima di tutto c he è r ivolta questa piccola guida, che accompagnerà la campagna per l allattamento al s e n o promossa dal Ministero della Salute. Lo slogan scelto è:

Dettagli

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE In questo congelatore possono essere conservati alimenti già congelati ed essere congelati alimenti freschi. Messa in funzione del congelatore Non occorre impostare la

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLE GRANDI E PICCOLE EMERGENZE COME SI AFFRONTA UN'EMERGENZA? COSA POSSO FARE?

GUIDA PRATICA ALLE GRANDI E PICCOLE EMERGENZE COME SI AFFRONTA UN'EMERGENZA? COSA POSSO FARE? GUIDA PRATICA ALLE GRANDI E PICCOLE EMERGENZE COME SI AFFRONTA UN'EMERGENZA? COSA POSSO FARE? Il modo per aiutare una persona spesso dipende dal problema che ha. A volte, il sistema più rapido per soccorrere

Dettagli

ALLATTAMENTO AL SENO Elementi informativi per gli operatori

ALLATTAMENTO AL SENO Elementi informativi per gli operatori a cura del Comitato nazionale multisettoriale per l allattamento materno 1. Tutte le mamme hanno il latte Allattare al seno è un gesto naturale. Fin dall inizio del mondo, attraverso il proprio latte le

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO

EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO Appunti a cura dell Ing. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. 2005/2006 Facoltà d

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI SISTEMA ROBOTICO DA VINCI Dalla Laparoscopia urologica alla Chirurgia robotica. S I S T E M A R O B O T I C O D A V I N C I CHE COSA BISOGNA SAPERE SUL SISTEMA ROBOTICO DA VINCI: 1 IL VANTAGGIO PRINCIPALE

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Passo numero 1: TESTA LA TUA DIGESTIONE Questo primo breve test ti serve per capire com è adesso la tua digestione, se è ancora buona ed efficiente

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Effetti dell incendio sull uomo

Effetti dell incendio sull uomo Effetti dell incendio sull uomo ANOSSIA (a causa della riduzione del tasso di ossigeno nell aria) AZIONE TOSSICA DEI FUMI RIDUZIONE DELLA VISIBILITÀ AZIONE TERMICA Essi sono determinati dai prodotti della

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Quello che Dovete Sapere Quando Salta la Corrente Elettrica

Quello che Dovete Sapere Quando Salta la Corrente Elettrica Quello che Dovete Sapere Quando Salta la Corrente Elettrica Sicurezza del Cibo Se rimanete senza corrente per meno di 2 ore, il cibo nel vostro frigorifero e congelatore si potrà consumare con sicurezza.

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI MANUALE DI GESTIONE Breve descrizione del canile (fabbricati: box, locali accessori). Modalità di approvvigionamento idrico e smaltimento reflui animali. Individuazione responsabile generale (titolare)

Dettagli

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Si parla di "sterilità" quando dopo un anno di rapporti sessuali regolari non è ancora intervenuta una gravidanza. Le cause di una mancanza di figli non

Dettagli

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo consultate il documento Alcune informazioni sul virus HPV

Dettagli

212312 Tween 20 QP 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato

212312 Tween 20 QP 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Tween 20 1.2 Nome della societá o ditta: PANREAC QUIMICA, S.A. E 08110

Dettagli

Manuale d uso. Rilevamento del parto. www.medria.fr

Manuale d uso. Rilevamento del parto. www.medria.fr Manuale d uso Rilevamento del parto www.medria.fr Grazie per la preferenza accordataci nell acquistare Vel Phone. Vi chiediamo di leggere attentamente il presente manuale di istruzioni per l uso, prima

Dettagli

Perché è importante che i pulcini siano a proprio agio?

Perché è importante che i pulcini siano a proprio agio? Controlla che I tuoi pulcini siano a proprio agio Perché è importante che i pulcini? Quando I pulcini nascono non sono in grado di controllare la loro temperatura corporea. La corretta temperatura di stoccaggio

Dettagli

Fatti sull eroina. Cos è l eroina? Recettori nel cervello. Tolleranza e dipendenza. Sintomi di astinenza

Fatti sull eroina. Cos è l eroina? Recettori nel cervello. Tolleranza e dipendenza. Sintomi di astinenza Fatti sull eroina L eroina è una droga che induce in breve tempo una grave forma di dipendenza. L assuefazione veloce allo stupefacente fa sì che colui che ne dipende abbia bisogno di quantità sempre più

Dettagli

- Riproduzione riservata - 1

- Riproduzione riservata - 1 Principali malattie parassitarie del cane; Le malattie parassitarie che maggiormente interessano e colpiscono il cane sono molte ed alcune di queste possono colpire e provocare conseguenze anche per l

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

C era una volta... Nel castello di Roccabisaccia è un giorno di festa tutti sono contenti perché è finalmente pace con i vicini del regno, dopo una guerra lunga dieci anni! Re Baldassarre medita di preparare

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE!

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! Perché si inizia a fumare Tutti sanno che fumare fa male. Eppure, milioni di persone nel mondo accendono, in ogni istante, una sigaretta! Non se ne conoscono

Dettagli

Scheda Dati di Sicurezza

Scheda Dati di Sicurezza Scheda Dati di Sicurezza Pagina n. 1 / 5 1. Identificazione della sostanza / del preparato e della Società 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Codice: 190683 Denominazione 1.2 Uso della

Dettagli

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL Barrare la risposta corretta A cura della Dott.ssa Cristina Cerbini Febbraio 2006

Dettagli

INJEX - Iniezione senza ago

INJEX - Iniezione senza ago il sistema per le iniezioni senz ago INJEX - Iniezione senza ago Riempire le ampolle di INJEX dalla penna o dalla cartuccia dalle fiale con la penna Passo dopo Passo Per un iniezione senza ago il sistema

Dettagli

Pidocchi?... non perdiamo la testa

Pidocchi?... non perdiamo la testa Pidocchi?... non perdiamo la testa INFORMAZIONI SULLA PEDICULOSI DEL CAPO Ripartizione Sanità Indice Prefazione... 01 01 INTRODUZIONE... 03 02 COME AVVIENE IL CONTAGIO?... 07 03 PREVENZIONE... 09 04 TRATTAMENTO:

Dettagli

TOASTER. Istruzioni per l uso

TOASTER. Istruzioni per l uso TOASTER Istruzioni per l uso 5 4 3 1 6 DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO 1) Manopola temporizzatore 2) Tasto Stop 3) Leva di accensione 4) Bocche di caricamento 5) Pinze per toast 6) Raccoglibriciole estraibile

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

SCHEDE INFORMATIVE SUI POLMONI www.european-lung-foundation.org

SCHEDE INFORMATIVE SUI POLMONI www.european-lung-foundation.org Lo scopo di questa scheda informativa è illustrare alle persone affette da broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) e ai loro amici e familiari il modo migliore per poter vivere una vita normale con

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA

SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 1 Nome commerciale IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA ECO-TRAP Utilizzazione della sostanza

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA.

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. Avere il sospetto o essere a conoscenza che una donna che conosciamo è vittima di violenza da parte del compagno/marito/amante/fidanzato (violenza intrafamiliare)

Dettagli

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. HACCP- RSO

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. HACCP- RSO La presente istruzione operativa dettaglia una specifica attività/fase di un processo descritto dalla procedura Piano Interno di Intervento Emergenza Migranti. La sanificazione ambientale viene intesa

Dettagli

Trattamento dei casi in cui vi è pericolo di vita

Trattamento dei casi in cui vi è pericolo di vita Trattamento dei casi in cui vi è pericolo di vita EMORRAGIE CHE 1 Proteggersi dalle infezioni. Indossare i guanti di lattice. Se i guanti non sono disponibili usare diversi strati di tamponi di ganza o

Dettagli

Scheda di sicurezza FULCRON CASA RIMUOVI MUFFA ML500

Scheda di sicurezza FULCRON CASA RIMUOVI MUFFA ML500 Scheda di sicurezza del 4/12/2009, revisione 2 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA Nome commerciale: Codice commerciale: 2544 Tipo di prodotto ed impiego: Agente antimuffa

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

Trekking di più giorni

Trekking di più giorni SEZIONE DI MORTARA Trekking di più giorni Cosa portare nello zaino Escursioni di più giorni Per i trekking il discorso peso diventa ancora più importante delle escursioni di un giorno o due. Portare sulle

Dettagli

PICC e Midline. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia

PICC e Midline. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia PICC e Midline Guida per il Paziente Unità Operativa di Anestesia INDICE Cosa sono i cateteri PICC e Midline Pag. 3 Per quale terapia sono indicati Pag. 4 Quando posizionare un catetere PICC o Midline

Dettagli

PARASSITOSI CAUSATA DA UN INSETTO. che si nutre di sangue, il Pediculus humanus capitis, comunemente chiamato. pidocchio

PARASSITOSI CAUSATA DA UN INSETTO. che si nutre di sangue, il Pediculus humanus capitis, comunemente chiamato. pidocchio PEDICULOSI DEL CAPO PARASSITOSI CAUSATA DA UN INSETTO che si nutre di sangue, il Pediculus humanus capitis, comunemente chiamato pidocchio IL PIDOCCHIO è importante sapere che Non è vettore di malattie

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata)

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) 1 Spruzzo convenzionale (aria nebulizzata) Una pistola a spruzzo convenzionale è uno strumento che utilizza aria compressa per atomizzare ( nebulizzare

Dettagli

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio.

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Che cos è la Degenerazione Maculare correlata all Età (DME)? La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Essa porta a una limitazione o alla perdita

Dettagli

Extatosoma tiaratum. Generalità

Extatosoma tiaratum. Generalità Extatosoma tiaratum Tassonomia Dominio: Eukaryota Regno: Animalia Sottoregno: Eumetazoa Ramo: Bilateria Phylum: Arthropoda Subphylum: Tracheata Superclasse: Hexapoda Classe: Insecta Sottoclasse: Pterygota

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Guida per l uso corretto di mascherine chirurgiche e respiratori per ridurre la trasmissione del nuovo virus influenzale AH1N1v

Guida per l uso corretto di mascherine chirurgiche e respiratori per ridurre la trasmissione del nuovo virus influenzale AH1N1v Guida per l uso corretto di mascherine chirurgiche e respiratori per ridurre la trasmissione del nuovo virus influenzale AH1N1v Agg Agosto 2009 Questo documento si propone di fornire indicazioni sull uso

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale Quant è difficile rilassarsi veramente e profondamente anche quando siamo sdraiati e apparentemente immobili e distesi, le tensioni mentali, le preoccupazioni della giornata e le impressioni psichiche

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

Categoria Numero di partenza Posizione Sam 3

Categoria Numero di partenza Posizione Sam 3 Compito Categoria Numero di partenza Posizione Tempo: 10 minuti Leggere attentamente il questionario allegato. Rispondere alle domande sul tema. Nel contempo si tratta di risolvere un caso pratico. Per

Dettagli

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali -

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - (tratto dalla relazione di Martino Buzzi del 17.09.06) Lo stagno: un angolo di natura Avere uno stagno nel proprio

Dettagli

CIMSA SUD CHIMICA INDUSTRIALE MERIDIONALE SRL SCHEDA DI SICUREZZA PROCESS OIL Conforme al regolamento CE n 1907/2006 del 18.12.

CIMSA SUD CHIMICA INDUSTRIALE MERIDIONALE SRL SCHEDA DI SICUREZZA PROCESS OIL Conforme al regolamento CE n 1907/2006 del 18.12. 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/MISCELA E DELL IMPRESA 1.1 Identificazione della sostanza o preparato -Tipologia Reach : Miscela -Nome commerciale : PROCESS OIL 32-46-68 1.2 Utilizzo : Olio per usi generali

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

BacPac con LCD. Manuale dell utente + Informazioni sulla garanzia

BacPac con LCD. Manuale dell utente + Informazioni sulla garanzia BacPac con LCD Manuale dell utente + Informazioni sulla garanzia AGGIORNAMENTO FIRMWARE Per determinare se è necessario effettuare un aggiornamento del firmware, seguire questi passi: Con l apparecchio

Dettagli

REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI

REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI REGIONE VENETO REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art. 42) 24 NOTE GENERALI Il registro completo dei trattamenti, è composto da: - scheda A - Dati anagrafici azienda/ente

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli