Le società che nel 2008 hanno partecipato ad

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le società che nel 2008 hanno partecipato ad"

Transcript

1 DICHIARAZIONI IVA di gruppo di Ciro D Ardia (*) Le società che nel 2008 hanno partecipato ad una procedura di gruppo in base a quanto previsto dall articolo 73, ultimo comma del D.P.R. n. 633/1972 e dal D.M. 13 dicembre 1979 hanno degli specifici obblighi per quello che riguarda la dichiarazione annuale IVA. Tali obblighi possono essere distinti a seconda che si parli di: obblighi di tutte le società partecipanti; obblighi della sola controllante. Obblighi di tutte le società partecipanti Le società partecipanti alla procedura, quindi sia controllante che controllate devono: presentare la dichiarazione IVA in forma autonoma; compilare, oltre ai normali quadri della dichiarazione IVA (VA, VE, VF, ecc..), anche il quadro VK, nonché i righi VL21 e VL30; evidenziare nei quadri VH sez. 1 e VX i risultati delle liquidazioni periodiche e della liquidazione annuale trasferiti alla procedura. Presentazione della dichiarazione IVA Ogni società partecipante alla procedura (controllante e controllate) deve presentare la propria dichiarazione IVA in forma autonoma. La presentazione della dichiarazione va effettuata esclusivamente in via telematica entro il 30 settembre Nel caso di partecipazione alla procedura per tutto l anno, la controllante deve apporre la propria firma nell apposito campo in calce al frontespizio. Se invece il controllo è cessato in corso d anno, la sottoscrizione deve essere apposta in calce al quadro VK. Quadro VK Il quadro VK è composto da tre sezioni e da un campo relativo alla sottoscrizione della controllante. Le sezioni 1 e 2 (righi da VK1 a VK27) vanno sempre compilate, mentre la sezione 3 (righi VK30- VK38) deve essere compilata solo nel caso di cessazione del controllo in corso d anno. Rigo VK1 Campo 1 Deve essere indicata la partita IVA della controllante. L indicazione va fatta anche dalla stessa controllante. Campo 2 Va evidenziato l ultimo mese di controllo (01 per gennaio, 02 per febbraio, ecc.). Nel caso di controllo per tutto l anno va indicato 12. Campo 3 Denominazione della società controllante. Rigo VK2 Evidenziare il codice da 1 a 5 a seconda della corrispondente situazione soggettiva. Rigo VK20 Ammontare dei crediti trasferiti, derivanti dalla somma dei crediti evidenziati nel quadro VH e relativi al periodo di controllo. Nel caso di controllo per tutto l anno, nel presente rigo va incluso l importo del rigo VX2, relativo al credito determinato in sede di dichiarazione annuale e trasferito al gruppo. Rigo VK21 Totale dei debiti trasferiti, ricavato dalla somma dei debiti indicati nel quadro VH e relativi al periodo di controllo. Nell ipotesi di controllo per tutto l anno, in questo rigo va compreso l importo dei rigo VX1, concernente il debito IVA annuale trasferito alla procedura. Righi VK22 e VK23 Se l importo del rigo VK20 è maggiore di quello del rigo VK21: indicare la differenza al rigo VK23. Se l importo del rigo VK21 è maggiore di quello del rigo VK20: indicare la differenza al rigo VK22. Rigo VK24 Quota dell eccedenza di credito indicata al rigo VK23 che ha trovato effettiva compensazione con i debiti di altre società del gruppo. Tale importo deve (*) Esperto tributario - Pubblicista PRATICA FISCALE e Professionale 38 n. 35 del 21 SETTEMBRE 2009

2 coincidere con quello indicato dalla controllante nel campo 10 del quadro VS. Rigo VK25 Il rigo va compilato nel caso in cui una parte dell eccedenza di credito trasferita al gruppo non sia stata compensata e venga richiesta a rimborso dalla controllante. L importo deve coincidere con il campo 8 del quadro VS. Rigo VK26 Ammontare degli speciali crediti d imposta eventualmente utilizzati nel 2008 in sede di liquidazioni periodiche e di conguaglio annuale. Rigo VK27 Indicare l importo degli interessi trasferiti al gruppo nel caso di effettuazione trimestrale delle liquidazioni ai sensi dell articolo 7 del D.P.R. n. 542/1999. Vanno inseriti sia gli interessi trasferiti trimestralmente, sia quelli trasferiti in sede di dichiarazione annuale. Righi VK30-VK37 I righi vanno compilati solo nel caso in cui la società sia uscita dal gruppo in corso d anno, inserendo solo i dati relativi al periodo di controllo. Rigo VK38 Se la controllata è uscita dal gruppo dopo il versamento dell acconto, in questo rigo va indicato l importo dell acconto riaccreditato dalla controllante. Righi VL21 e VL30 Nell ambito della sezione 3 del quadro VL, le società che partecipano ad una procedura di gruppo devono compilare i righi VL21 e VL30. Rigo VL21 Deve essere riportato il totale dei crediti derivanti dalle liquidazioni periodiche e trasferiti al gruppo. Non va indicato in questo rigo l eventuale saldo annuale a credito che deve invece essere evidenziato nel rigo VX2. Rigo VL30 Totale dei debiti derivanti dalle liquidazioni periodiche e trasferiti al gruppo. Non va indicato l eventuale saldo annuale a debito che va invece riportato al rigo VX1. Quadro VH Sez. 1 La sezione 1 del quadro VH deve essere integralmente compilata, ad eccezione del rigo VH13. Devono quindi essere indicati i risultati, a credito o a debito, delle liquidazioni periodiche effettuate. Nel caso di partecipazione alla procedura di gruppo per tutto l anno, tali risultati rappresentano i crediti ed i debiti trasferiti al gruppo durante l anno. Se invece la società è uscita dalla procedura in corso d anno, i dati evidenziati nel quadro VH rappresentano i crediti e debiti trasferiti al gruppo fino all ultimo periodo di controllo. Per i periodi successivi i dati evidenziati saranno crediti e debiti propri della società e dovrà essere compilato anche il rigo VH13. Quadro VX Il quadro VX è composto da 6 righi. Nel caso di partecipazione alla procedura di gruppo per tutto l anno, devono essere compilati solo i righi VX1 o VX2. Nel caso di uscita dalla procedura in corso d anno e di maturazione di un credito, devono essere compilati, a seconda delle ipotesi, anche i successivi righi da VX4 a VX6. Rigo VX1 Saldo annuale a debito da trasferire al gruppo. L importo evidenziato va compreso nel rigo VK21, relativo al totale dei debiti trasferiti. Il saldo a debito non va invece incluso nel rigo VL30, nel quale vanno riportati solo i risultati a debito delle liquidazioni periodiche. Rigo VX2 Saldo annuale a credito da trasferire al gruppo. L importo esposto va incluso nel rigo VK20, relativo al totale dei crediti trasferiti. Il saldo a credito non va invece compreso nel rigo VL21, nel quale vanno ricompresi solo gli importi a credito derivanti dalle liquidazioni periodiche. Per la compilazione dei righi VX3-VX6, di interesse solo nell ipotesi di uscita dal gruppo in corso d anno, si rinvia ad un precedente intervento su questa Rivista n. 13/2009 (Ciro D Ardia, Quadro VX dell IVA annuale e quadri RX - parte IVA delle dichiarazioni unificate) Obblighi della sola controllante La controllante, oltre ad adempiere agli obblighi già esposti e facenti capo anche alle controllate, deve: includere nella propria dichiarazione IVA il prospetto IVA 26/PR; presentare il prospetto IVA 26/PR al competente agente per la riscossione insieme al prospetto IVA 26/LP ed alle garanzie per le eccedenze di credito compensate, entro il termine per la presentazione della dichiarazione annuale, vale a dire il 30 settembre PRATICA FISCALE e Professionale 39 n. 35 del 21 SETTEMBRE 2009

3 Prospetto IVA 26/PR Il prospetto IVA 26/PR è composto da cinque quadri: il quadro VS; il quadro VV il quadro VW; il quadro VY; il quadro VZ; più una parte relativa all indicazione dei quadri compilati ed alla sottoscrizione. Quadro VS Il quadro VS è composto da: sezione 1, formata dai righi da VS1 a VS12, nella quale vanno inseriti, i dati di tutte le società partecipanti alla procedura, compresa la controllante. Nel caso in cui il gruppo sia formato da più di 12 società, devono essere compilati più quadri VS, numerandoli nell apposito spazio in alto a destra. I dati riepilogativi dei righi VS20, VS21, VS22 e VS30 vanno comunque evidenziati solo nel primo quadro; sezione 2, nella quale vanno evidenziati alcuni dati riepilogativi; sezione 3, dove deve essere inserito l importo dell eccedenza di credito di gruppo compensata nella procedura. Righi VS1 - VS12 In ognuno dei righi devono essere evidenziati i dati di una delle società partecipanti, compresa la controllante. Campo 1 Partita IVA della società partecipante alla procedura. Campo 2 Indicare il codice (da 1 a 4) a seconda della specifica situazione soggettiva.. Campo 3 Va indicato l ultimo mese in cui la società ha partecipato alla procedura (01 per gennaio, 02 per febbraio, ecc). Nel caso di partecipazione alla procedura per l intero anno va indicato il valore 12. Campo 4 Se la società risulta non operativa in base a quanto previsto dall articolo 30 della legge 23 dicembre 1994 n. 724, deve essere evidenziato il codice (da 1 a 4) corrispondente alla specifica situazione soggettiva. Campo 5 Importo dei rimborsi infrannuali chiesti durante il 2008 dalla controllante ed imputabili alla società. Campo 6 Nel caso di richiesta del rimborso annuale da parte della controllante, deve essere indicato il presupposto della quota del rimborso imputabile alla società. Va quindi evidenziato il codice da 1 a 7 a seconda dell ipotesi. Campo 7 Se la società ha i requisiti per essere considerata prioritaria ai fini del rimborso annuale, deve essere evidenziato il codice relativo alla specifica situazione soggettiva. Va quindi indicato il codice da 1 a 4 a seconda dell ipotesi. Campo 8 Ammontare della quota del rimborso annuale compresa nel rigo VY4 ed imputabile alla società. Tale importo deve coincidere con quanto evidenziato nel rigo VK25 della dichiarazione della società partecipante. Campo 9 Importo dell eccedenza di credito trasferita al gruppo, che deve coincidere con l importo indicato al rigo VK23 della dichiarazione della società partecipante. Campo 10 Importo dell eccedenza di credito effettivamente compensata con i debiti di altre società del gruppo, che deve coincidere con il rigo VK24 della dichiarazione della società partecipante. Rigo VS20 Inserire, nel campo 1, l importo totale del rimborso annuale richiesto dalla controllante. Nel campo 2 evidenziare il numero dei soggetti per il quale è stato richiesto. Rigo VS21 Nel campo 1 inserire il numero totale dei soggetti che hanno partecipato alla liquidazione di gruppo, compresa la controllante. Nel campo 2 evidenziare il numero dei soggetti che hanno fruito di agevolazioni ai fini IVA a seguito di eventi eccezionali. Rigo VS22 Numero dei soggetti che hanno trasferito eccedenze di credito compensate e che quindi sono tenuti alla presentazione delle apposite garanzie, in base a quanto previsto dall articolo 6 del D.M. del 13 dicembre Rigo VS30 Va indicata l eccedenza di credito di gruppo dell anno precedente compensata con le eccedenze di debito trasferite da altre società del gruppo. PRATICA FISCALE e Professionale 40 n. 35 del 21 SETTEMBRE 2009

4 Quadro VV Nel quadro VV vanno evidenziati i risultati delle liquidazioni periodiche di gruppo. Righi VV1-VV12 Inserire i risultati delle liquidazioni periodiche di gruppo, così come emergenti dall apposito registro di cui all articolo 4 del D.M. del 13 dicembre 1979 tenuto dalla controllante. Nel caso di versamento effettuato a seguito di ravvedimento ai sensi dell articolo 13 del D.Lgs 472/1997, barrare la relativa casella. Rigo VV13 Importo dell acconto dovuto dalla controllante per l intero gruppo. Nella casella metodo va inserito il metodo utilizzato per il calcolo dell acconto. Va quindi indicato il codice: 1 nel caso di metodo storico; 2 nell ipotesi di metodo previsionale; 3 se è stato utilizzato il metodo analitico-effettivo. Quadro VW Il quadro VW è composto da due sezioni: la sezione 1, nella quale viene calcolata l IVA dovuta o a credito; la sezione 2, dove viene determinata l imposta effettivamente dovuta. La sezione 1 è composta dai righi da VW1 a VW7. Rigo VW1 Somma degli importi dei righi VL1 delle dichiarazioni delle società partecipanti. Nel caso di uscita dal gruppo in corso d anno deve essere considerato il dato del rigo VK30. Rigo VW2 Somma degli importi dei righi VL2 delle società partecipanti. Nell ipotesi di uscita dal gruppo in corso d anno deve essere considerato il dato del rigo VK31. Rigo VW3 IVA a debito, derivante dalla somma dei righi VW1 e VW2. Rigo VW4 Indicare la somma degli importi derivanti dai righi VL4 ovvero VK32 nel caso di uscita dal gruppo in corso d anno. Rigo VW5 Somma dei righi VL5 delle dichiarazioni delle società partecipanti. Nel caso di uscita dal gruppo in corso d anno deve essere considerato il rigo VK33. Rigo VW6 IVA detraibile, risultante dalla somma dei righi VW4 e VW5. Rigo VW7 Se i debiti di cui al rigo VW3 sono maggiori dei crediti evidenziati al rigo VW6, evidenziare la differenza nel campo 1, che rappresenta l imposta dovuta. Se i crediti del rigo VW6 sono superiori ai debiti indicati nel rigo VW3, indicare la differenza nel campo 2, relativa all imposta a credito. Sezione II La sezione 2 del quadro VW è formata dai righi da VW20 a VW40. Per la compilazione della sezione 2 del quadro VW bisogna tenere presente che nei righi VW20, VW22, VW23, VW24, VW27, VW28, VW29 e VW31 vanno compresi anche gli importi dei corrispondenti righi VL delle dichiarazioni presentate dalle società che hanno partecipato alla liquidazione di gruppo. Rigo VW20 Evidenziare l importo dei rimborsi infrannuali chiesti dalla controllante, anche se non ancora erogati. Nel rigo vanno compresi gli importi dei rimborsi infrannuali evidenziati nel rigo VL20 dei moduli relativi ad eventuali società incorporate nel 2008 da parte di una società aderente al gruppo. Deve inoltre essere compreso l importo dell acconto versato dalla controllante e relativo ad una società uscita dal gruppo dopo il termine per il versamento dell acconto medesimo, la quale deve evidenziare il predetto importo nel rigo VK38. Rigo VW21 Indicare l importo delle eccedenze di credito trasferite dalle società non operative. Il dato deriva dalla somma degli importi indicati nel campo 9 dei righi della sezione 1 del quadro VS, nel caso di contestuale compilazione del campo 4. L indicazione va fatta in quanto i crediti maturati dalle società non operative non possono essere utilizzati per compensare i debiti di altre società del gruppo, per cui devono essere ritrasferiti all originario titolare (sul punto si vedano le risoluzioni del 30 gennaio 2008 n. 26 e 29 aprile 2008 n. 180). Rigo VW22 Ammontare dei crediti infrannuali relativi al 2008 utilizzati in compensazione con altre imposte dalla controllante fino alla data di presentazione della dichiarazione annuale. PRATICA FISCALE e Professionale 41 n. 35 del 21 SETTEMBRE 2009

5 Rigo VW23 Interessi relativi alle liquidazioni periodiche, trasferiti dalle società partecipanti alla procedura che liquidano l imposta con cadenza trimestrale. Gli interessi trasferiti in sede annuale vanno invece ricompresi nel rigo VW36. Rigo VW24 Somma degli importi indicati nei righi VL24 delle dichiarazioni delle società partecipanti alla procedura. Tali importi riguardano i versamenti effettuati con lo speciale modello F24 IVA immatricolazione auto UE effettuati nell anno ma relativi a cessioni che saranno effettuate in anni successivi. Ricorre quest ipotesi, in linea di massima, nel caso di immatricolazioni effettuate in nome proprio dagli acquirenti dei veicoli che saranno poi oggetto di cessione sul mercato interno. Rigo VW25 Quota del credito di cui al rigo VW26 compensata dalla controllante con altre imposte. Rigo VW26 Ammontare del credito di gruppo dell anno precedente risultante al rigo VY5 del prospetto IVA 26/PR relativo all anno d imposta Rigo VW27 Eventuale credito di gruppo chiesto a rimborso dalla controllante in anni precedenti, per il quale il competente Ufficio locale dell Agenzia delle Entrate ha denegato la richiesta di rimborso ma ha, nel contempo, autorizzato l utilizzo del credito medesimo in liquidazione periodica o in dichiarazione annuale. Nel rigo vanno ricompresi gli importi evidenziati nel rigo VL27 delle dichiarazioni delle società partecipanti. Rigo VW28 Somma dei crediti d imposta utilizzati dalle società partecipanti, risultanti dai righi VL28 campo 1 delle singole dichiarazioni. Rigo VW29 Indicare: il totale dei versamenti periodici; l acconto IVA; gli interessi trimestrali; l imposta versata a seguito di ravvedimento. Rigo VW31 Totale dei versamenti integrativi relativi al 2008, effettuati dalle società del gruppo e relativi ad operazioni annotate nel registro riassuntivo. Nel rigo non vanno compresi i versamenti effettuati nel 2008 ma relativi ad anni precedenti ed i versamenti di sanzioni. Nel rigo va inoltre ricompresa la somma degli importi dei righi VL31 delle dichiarazioni delle società partecipanti. Rigo VW32 Indicare il totale dell IVA a credito se: la somma di VW7 colonna 2 + righi da VW26 a VW31 Risulta superiore alla somma di VW7 colonna 1 + righi da VW20 a VW25 per cui va indicata la differenza tra le predette somme. Rigo VW33 Indicare il totale dell IVA a debito se: la somma di VW7 colonna 1 + righi da VW20 a VW25 Risulta superiore alla somma di VW7 colonna 2 + righi da VW26 a VW31. per cui va indicata la differenza tra le predette somme. Rigo VW34 Totale dei crediti d imposta utilizzati dalla società partecipanti in sede di dichiarazione annuale. Rigo VW36 Ammontare degli interessi trasferiti in sede di dichiarazione annuale dalle società con liquidazione trimestrale. Rigo VW38 Totale dell IVA dovuta da indicare se: la somma dei righi VW33 e VW36 è superiore alla somma dei righi VW32 e VW34 In questo caso va indicata la differenza tra le predette somme che, nel caso in cui sia superiore a 10,33 EURO (in pratica 10,00 EURO per effetto degli arrotondamenti operati in dichiarazione) va riportata anche al rigo VY1. Rigo VW39 Totale dell IVA a credito da indicare se: la somma dei righi VW32 e VW34 è superiore alla somma dei righi VW33 e VW36 In questo caso va indicata la differenza tra le predette somme, che va anche riportata al rigo VY2. Nell ipotesi di compilazione del rigo VW40, nel rigo VY2 va indicata la somma dei righi VW39 e VW40. Rigo VW40 Se il credito IVA che scaturisce dalla presente dichiarazione è stato utilizzato in misura superiore a quella spettante, ma il maggior credito impropria- PRATICA FISCALE e Professionale 42 n. 35 del 21 SETTEMBRE 2009

6 mente utilizzato è stato riversato in base alla procedura prevista dalla circolare del 7 giugno 2002 n. 48, in questo rigo va indicato il versamento effettuato. Nel rigo non devono invece essere ricompresi gli interessi versati. Quadro VY Nel quadro VY va indicata l IVA da versare o, nel caso di maturazione di un credito di gruppo, le modalità di utilizzo del medesimo. Rigo VY1 Importo dell IVA da versare, riportato dal rigo VW38. Non va indicata IVA a debito nel caso in cui l importo del rigo VW38 risulta pari o inferiore a 10,33 EURO (10,00 EURO per effetto degli arrotondamenti operati in dichiarazione). Rigo VY2 Ammontare del credito annuale, derivante dalla somma dei righi VW39 e VW40. L importo di questo rigo va ripartito tra i successivi righi VY4, VY5 e VY6. Rigo VY3 Indicare l eventuale eccedenza di versamento rispetto all importo da versare di cui al rigo VY1. Nel caso di evidenziazione di un credito al rigo VY2, indicare l intero importo erroneamente versato. Si tenga presente che nell ipotesi di presenza sia di un credito al rigo VY2, sia di un eccedenza di versamento al rigo VY3, la somma dei predetti importi va ripartita tra i righi VY4, VY5 e VY6. Rigo VY4 Campo 1 Importo del rimborso annuale chiesto dalla controllante. L ammontare deve coincidere con quanto evidenziato al rigo VS20 campo 1, ad eccezione dell ipotesi di richiesta del minor credito del triennio. Campo 2 Indicare l importo del rimborso di cui si chiede l erogazione diretta da parte dell agente della riscossione. Tale importo entra nel limite alla compensazione di ,90 EURO. Rigo VY5 Quota del credito di gruppo in detrazione/compensazione per l anno successivo. Rigo VY6 Importo del credito di gruppo ceduto nel caso di partecipazione al consolidato nazionale previsto dall articolo 117 e seguenti del TUIR. L importo entra nel limite di ,90 EURO. Quadro VZ Il quadro VZ va compilato solo nell ipotesi di richiesta di rimborso del minor credito del triennio. Rigo VZ1 Indicare la differenza tra: importo del credito di gruppo in detrazione o compensazione, indicato al rigo VY5 del prospetto IVA 26/PR relativo all anno di imposta 2006; e ammontare della parte compensata con altre imposte, indicata al rigo VW22 del prospetto IVA 26/PR relativo all anno di imposta Rigo VZ2 Indicare la differenza tra: importo del credito di gruppo in detrazione o compensazione indicato al rigo VY5 del prospetto IVA 26/PR relativo all anno di imposta 2007 e ammontare della parte compensata con altre imposte, indicata al rigo VW25 del prospetto IVA 26/PR relativo all anno di imposta Sottoscrizione del prospetto In questa parte vanno barrate la caselle relative ai quadri compilati e va apposta la sottoscrizione da parte della società controllante. Prospetto IVA 26/LP Il prospetto IVA 26/LP contiene i risultati delle liquidazioni periodiche delle società partecipanti alla procedura. Esso si compone di 12 riquadri, di cui il primo relativo alla controllante ed i successivi riguardanti le società controllate. Nel caso di partecipazione alla procedura di più di 12 società, devono essere compilati più prospetti IVA 26/LP, nei quali deve essere tralasciata la compilazione del primo riquadro e degli spazi relativi agli allegati. Liquidazioni periodiche Per ognuna delle società partecipanti va indicata nell apposito campo la partita IVA. Vanno poi indicati i seguenti dati: PRATICA FISCALE e Professionale 43 n. 35 del 21 SETTEMBRE 2009

7 Righi da 1 a 12 Evidenziare i risultati delle liquidazioni, a debito o a credito, trasferite al gruppo. Rigo Conguaglio annuale Importo dell eventuale conguaglio annuale, a debito o a credito trasferito al gruppo. Rigo Tot Totale delle colonne Importi a credito e Importi e debito. Rigo VK22 Eccedenza di debito trasferita al gruppo, corrispondente al rigo VK22 della dichiarazione della società partecipante. Rigo VK23 Eccedenza di credito trasferita al gruppo, corrispondente al rigo VK23 della dichiarazione della società partecipante. Determinazione dell acconto Indicare l importo, a debito o a credito, trasferito al gruppo per la determinazione dell acconto da versare. Nell apposito spazio in calce al prospetto IVA 26/LP va barrata la casella relativa alla presentazione del prospetto IVA 26/PR come allegato. Va poi indicato il numero delle garanzie relative alle eccedenze di credito compensate. La controllante deve inoltre sottoscrivere il prospetto nell apposito campo. Il prospetto IVA 26/LP va presentato in forma cartacea, insieme al prospetto IVA 26/PR ed alle garanzie per le eccedenze di credito compensate, al competente agente per la riscossione entro il termine per la presentazione della dichiarazione annuale, vale a dire entro il 30 settembre PRATICA FISCALE e Professionale 44 n. 35 del 21 SETTEMBRE 2009

4.2.9 QUADRO VL LIQUIDAZIONE DELL IMPOSTA ANNUALE. SEZIONE 2 - Credito anno precedente

4.2.9 QUADRO VL LIQUIDAZIONE DELL IMPOSTA ANNUALE. SEZIONE 2 - Credito anno precedente 4.2.9 QUADRO VL LIQUIDAZIONE DELL IMPOSTA ANNUALE Il quadro VL è composto di tre sezioni. Nel caso di compilazione di più moduli per effetto di contabilità separate (art. 36), le sezioni 2 e 3 del presente

Dettagli

Quadro VL del Mod. IVA 2013: liquidazione dell imposta annuale

Quadro VL del Mod. IVA 2013: liquidazione dell imposta annuale Quadro VL del Mod. IVA 2013: liquidazione dell imposta annuale di Roberto Fanelli (*) L ADEMPIMENTO Nel Quadro VL della dichiarazione IVA annuale sono riportati gli elementi relativi alla liquidazione

Dettagli

Dichiarazioni. La dichiarazione annuale nell IVA di gruppo di Ciro D Ardia. L adempimento

Dichiarazioni. La dichiarazione annuale nell IVA di gruppo di Ciro D Ardia. L adempimento La dichiarazione annuale nell IVA di gruppo di Ciro D Ardia L adempimento Per i soggetti che nel 2014 hanno applicato la procedura IVA di gruppo, gli obblighi dichiarativi IVA sono diversi da quelli per

Dettagli

Guida al modello Iva (4)

Guida al modello Iva (4) Pubblicata su FiscoOggi.it (http://www.fiscooggi.it) Attualità Guida al modello Iva (4) La disciplina riservata ai gruppi societari costituiscono. L'articolo 73, ultimo comma, del Dpr n. 633/1972, infatti,

Dettagli

Quadro VH LIQUIDAZIONI PERIODICHE

Quadro VH LIQUIDAZIONI PERIODICHE Quadro VH LIQUIDAZIONI PERIODICHE ADEMPIMENTO SOGGETTI ESONERATI COME SI COMPILA LIQUIDAZIONI PERIODICHE VERSAMENTI IMMATRICOLAZIONE AUTO UE Il Quadro VH deve essere compilato da tutti i contribuenti che

Dettagli

LIRE. Informativa ai sensi dell art. 10 della legge n. 675 del 1996 sul trattamento dei dati personali. Dati personali. Modalità del.

LIRE. Informativa ai sensi dell art. 10 della legge n. 675 del 1996 sul trattamento dei dati personali. Dati personali. Modalità del. Riservato alla Banca o alle Poste italiane Spa N. Protocollo AGENZIA DELLE ENTRATE Data di presentazione DENOMINAZIONE, RAGIONE SOCIALE ovvero COGNOME E NOME MODELLO IVA 00 Periodo d imposta 00 LIRE Informativa

Dettagli

3. MODULISTICA DA ADOTTARE IN RELAZIONE ALLE DIVERSE CATEGORIE DI CONTRIBUENTI

3. MODULISTICA DA ADOTTARE IN RELAZIONE ALLE DIVERSE CATEGORIE DI CONTRIBUENTI 3.1 Contribuenti con contabilità IVA unificata 3. MODULISTICA DA ADOTTARE IN RELAZIONE ALLE DIVERSE CATEGORIE DI CONTRIBUENTI Come prima evidenziato (vedi paragrafo 1.2), i contribuenti con contabilità

Dettagli

LCR C R S L C U 6 2 R 6 8 Z Z

LCR C R S L C U 6 2 R 6 8 Z Z Periodo d'imposta 00 C R S L C U R 8 Z Z MODELLO IVA 0 QUADRO VA INFORMAZIONI SULL'ATTIVITÀ QUADRO VA INFORMAZIONI E DATI RELATIVI ALL'ATTIVITÀ Sez. - Dati analitici generali Sez. - Dati riepilogativi

Dettagli

- ASPETTI GENERALI DELLA DICHIARAZIONE IVA

- ASPETTI GENERALI DELLA DICHIARAZIONE IVA INDICE Novità dei Modelli IVA 2012... pag. 9 Novità nella dichiarazione IVA annuale...» 9 Mod. IVA BASE 2012... pag. 12 Il Modello IVA BASE...» 12 Soggetti interessati...» 12 Soggetti esclusi...» 13 Caratteristiche

Dettagli

Prospetto SV TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF

Prospetto SV TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF Prospetto SV TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF ADEMPIMENTO SOGGETTI INTERESSATI COME SI COMPILA CASI PARTICOLARI CASI PRATICI Il prospetto SV riguarda il riepilogo dei dati relativi alle trattenute

Dettagli

Studio Associato Zaniboni

Studio Associato Zaniboni N. protocollo: 24/2017 PRONTO IL MODELLO PER LA COMUNICAZIONE DEI DATI DELLE LIQUIDAZIONI PERIODICHE IVA: SCADENZA PRIMO TRIMESTRE AL 31 MAGGIO 2017 L Agenzia delle entrate ha pubblicato il provvedimento

Dettagli

Bologna, 29 maggio Circolare n. 17/2017. Oggetto: Comunicazioni periodiche IVA: le FAQ dell Agenzia delle Entrate

Bologna, 29 maggio Circolare n. 17/2017. Oggetto: Comunicazioni periodiche IVA: le FAQ dell Agenzia delle Entrate Oggetto: Comunicazioni periodiche IVA: le FAQ dell Agenzia delle Entrate Bologna, 29 maggio 2017 Circolare n. 17/2017 Gentile Cliente, Il D.L. 193/2016 ha introdotto l obbligo, per i soggetti passivi IVA,

Dettagli

Quadro SX RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI

Quadro SX RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI Quadro SX RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI ADEMPIMENTO SOGGETTI INTERESSATI SOGGETTI ESCLUSI COME SI COMPILA Il quadro SX è utilizzato per evidenziare i dati riepilogativi dei crediti e le compensazioni

Dettagli

COMPILAZIONE DEL MODELLO IVA 2009

COMPILAZIONE DEL MODELLO IVA 2009 COMPILAZIONE DEL MODELLO IVA 009 Il sig. Lorenzo Guidi è titolare di un attività di commercio all ingrosso di prodotti alimentari (svolta in forma di impresa individuale), i cui registri IVA hanno evidenziato,

Dettagli

Modello 770: ST e SX

Modello 770: ST e SX Modello 770: ST e SX Modello Ordinario SI I quadri ST e SX vanno con il Modello Ordinario o con il Modello Semplificato * NO I quadri ST e SX vanno con il Modello Semplificato * Se non sono state effettuate

Dettagli

- ASPETTI GENERALI DELLA DICHIARAZIONE IVA

- ASPETTI GENERALI DELLA DICHIARAZIONE IVA INDICE Novità dei modelli IVA 2016... pag. 9 Avviso telematico all intermediario...» 9 Nuove ipotesi di reverse charge...» 10 Operazioni con split payment...» 11 Regimi fiscali agevolati...» 11 Dichiarazioni

Dettagli

MODELLO IVA 2010. Periodo d imposta 2009

MODELLO IVA 2010. Periodo d imposta 2009 MODELLO IVA 00 Periodo d imposta 009 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. del D.Lgs. n. 9 del 00 Finalità del trattamento Dati personali Modalità del trattamento Titolari del

Dettagli

Dichiarazione IVA/2014: la fusione di società Roberto Fanelli - Revisore contabile in Roma

Dichiarazione IVA/2014: la fusione di società Roberto Fanelli - Revisore contabile in Roma Dichiarazione IVA/2014: la fusione di società Roberto Fanelli - Revisore contabile in Roma ADEMPIMENTO " FISCO La dichiarazione annuale IVA/2014 deve essere presentata, con modalità particolari, dai soggetti

Dettagli

3.3 Contribuenti con operazioni straordinarie (fusioni, scissioni ecc.) o altre trasformazioni sostanziali soggettive

3.3 Contribuenti con operazioni straordinarie (fusioni, scissioni ecc.) o altre trasformazioni sostanziali soggettive ATTENZIONE: si precisa che nel caso di esercizio di più attività gestite con contabilità separata, tra le quali figuri anche un attività per la quale è previsto l esonero dalla presentazione della dichiarazione

Dettagli

MODELLO IVA 2011. Periodo d imposta 2010

MODELLO IVA 2011. Periodo d imposta 2010 MODELLO IVA 0 Periodo d imposta 00 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. del D.Lgs. n. 96 del 00 Finalità del trattamento Dati personali Modalità del trattamento Titolari del

Dettagli

19. QUADRO SV - TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF

19. QUADRO SV - TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF 19. QUADRO SV - TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF ATTENZIONE Il presente quadro non deve essere compilato dalle amministrazioni dello Stato, comprese quelle con ordinamento autonomo. Il quadro

Dettagli

Anno 2013 N.RF032. La Nuova Redazione Fiscale IVA DI GRUPPO - OPZIONE ENTRO IL 18 FEBBRAIO

Anno 2013 N.RF032. La Nuova Redazione Fiscale IVA DI GRUPPO - OPZIONE ENTRO IL 18 FEBBRAIO Anno 2013 N.RF032 ODCEC VASTO OGGETTO La Nuova Redazione Fiscale IVA DI GRUPPO - OPZIONE ENTRO IL 18 FEBBRAIO www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 7 RIFERIMENTI ART. 73 C. 3 DPR 633/72; DM 13/12/1979; PROVV.

Dettagli

COGNOME, DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE CODICE ATTIVITÀ CODICE 2 4 GIORNO MESE ANNO

COGNOME, DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE CODICE ATTIVITÀ CODICE 2 4 GIORNO MESE ANNO ) quadro VR rich.rimb. 4-0-00 :0 Pagina (Nero/Process Black pellicola) AGENZIA DELLE ENTRATE CONTRIBUENTE Periodo d imposta 00 COGNOME, DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE NOME LIRE DATA DI NASCITA GIORNO

Dettagli

N Maggio Ai gentili clienti. Loro sedi CIRCOLARE OPERATIVA

N Maggio Ai gentili clienti. Loro sedi CIRCOLARE OPERATIVA N. 15 5 Maggio 2017 Loro sedi Ai gentili clienti CIRCOLARE OPERATIVA PRONTO IL MODELLO PER LA COMUNICAZIONE DEI DATI DELLE LIQUIDAZIONI PERIODICHE IVA: SCADENZA PRIMO TRIMESTRE AL 31 MAGGIO 2017 L Agenzia

Dettagli

MODELLO IVA 2013. Periodo d imposta 2012

MODELLO IVA 2013. Periodo d imposta 2012 MODELLO IVA 0 Periodo d imposta 0 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. del D.Lgs. n. 96 del 00 Finalità del trattamento Dati personali Modalità del trattamento Titolari del

Dettagli

Prospetto SX RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI

Prospetto SX RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI Prospetto SX RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI ADEMPIMENTO SOGGETTI INTERESSATI SOGGETTI ESCLUSI COME SI COMPILA CASI PRATICI Il prospetto SX riguarda il riepilogo dei crediti e delle compensazioni.

Dettagli

MODELLO IVA 2014. Periodo d imposta 2013

MODELLO IVA 2014. Periodo d imposta 2013 MODELLO IVA 0 Periodo d imposta 0 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. del D.Lgs. n. 96 del 0 giugno 00 Codice in materia di protezione dei dati personali Dati personali Finalità

Dettagli

NOVITÀ della DICHIARAZIONE IVA 2011 ACQUISIZIONE della DOCUMENTAZIONE per la sua PREDISPOSIZIONE

NOVITÀ della DICHIARAZIONE IVA 2011 ACQUISIZIONE della DOCUMENTAZIONE per la sua PREDISPOSIZIONE Circolare informativa per la clientela n. 4/2011 del 3 febbraio 2011 VITÀ della DICHIARAZIONE IVA 2011 ACQUISIZIONE della DOCUMENTAZIONE per la sua PREDISPOSIZIONE In questa Circolare 1. Modello Iva 2011

Dettagli

IL CONTENUTO DELLA COMUNICAZIONE Il modello in esame si compone del Frontespizio e del quadro VP.

IL CONTENUTO DELLA COMUNICAZIONE Il modello in esame si compone del Frontespizio e del quadro VP. AI SIGG. CLIENTI LORO SEDI Circolare clienti n. 11/2017 OGGETTO: IL MODELLO PER LA COMUNICAZIONE DELLE LIQUIDAZIONI PERIODICHE IVA 1 L Agenzia ha approvato il modello e le istruzioni utilizzabili per l

Dettagli

CRITERI GENERALI: VERSAMENTI ACCONTI COMPENSAZIONE RATEIZZAZIONE

CRITERI GENERALI: VERSAMENTI ACCONTI COMPENSAZIONE RATEIZZAZIONE CRITERI GENERALI: VERSAMENTI ACCONTI COMPENSAZIONE RATEIZZAZIONE Versamenti I versamenti a saldo risultanti dalla dichiarazione, compresi quelli relativi al primo acconto IRES, devono essere eseguiti entro

Dettagli

MODELLO IVA 2009. Periodo d imposta 2008

MODELLO IVA 2009. Periodo d imposta 2008 MODELLO IVA 009 Periodo d imposta 008 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. del D.Lgs. n. 9 del 00 Finalità del trattamento Dati personali Modalità del trattamento Titolari

Dettagli

DICHIARAZIONE ANNUALE IVA BASE

DICHIARAZIONE ANNUALE IVA BASE Ravenna, 1 febbraio 2016 Circolare n. 3/16 OGGETTO: La Dichiarazione IVA 2016 L Agenzia delle Entrate ha approvato i nuovi modelli, con le relative istruzioni, concernenti le dichiarazioni relative all

Dettagli

RISOLUZIONE N. 92/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 92/E QUESITO RISOLUZIONE N. 92/E Roma, 22 settembre 2010 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Interpello - Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212 Liquidazione Iva di gruppo ed operazione straordinaria di fusione per

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 287 27.09.2016 Unico 2016: il recupero dei pagamenti eccedenti Categoria: Unico Sottocategoria: Dichiarazione Il contribuente che effettua un

Dettagli

MODELLO IVA 2015. Periodo d imposta 2014

MODELLO IVA 2015. Periodo d imposta 2014 MODELLO IVA 0 Periodo d imposta 0 Informativa sul trattamento dei dati personali (art. D.lgs. n.6/00) Finalità del trattamento Con questa informativa l Agenzia delle Entrate spiega come utilizza i dati

Dettagli

MODELLO IVA Periodo d imposta 2014

MODELLO IVA Periodo d imposta 2014 MODELLO IVA 0 Periodo d imposta 0 Informativa sul trattamento dei dati personali (art. D.lgs. n.6/00) Finalità del trattamento Con questa informativa l Agenzia delle Entrate spiega come utilizza i dati

Dettagli

MODELLO IVA Periodo d imposta 2008 BOZZA INTERNET

MODELLO IVA Periodo d imposta 2008 BOZZA INTERNET MODELLO IVA 009 Periodo d imposta 008 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 3 del D.Lgs. n. 9 del 003 Finalità del trattamento Dati personali Modalità del trattamento Titolari

Dettagli

Dichiarazione IVA 2012: ravvedimento operoso

Dichiarazione IVA 2012: ravvedimento operoso Dichiarazione IVA 2012: ravvedimento operoso di Roberto Fanelli (*) L ADEMPIMENTO Il contribuente puo` regolarizzare le violazioni commesse nel corso del 2011 entro il termine di presentazione della dichiarazione

Dettagli

MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE

MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 3 del decreto legislativo 30 giugno 003 n.

Dettagli

COGNOME, DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE CODICE 2 4 GIORNO MESE ANNO. lett. c) Acquisti e importazioni di beni ammortizzabili, studi e ricerca

COGNOME, DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE CODICE 2 4 GIORNO MESE ANNO. lett. c) Acquisti e importazioni di beni ammortizzabili, studi e ricerca quadro VR rich. rimb. (contri.) 3-01-2001 11:10 Pagina 1 MINISTERO DELLE FINANZE Periodo d imposta 2000 CONTRIBUENTE I CONTRIBUENTI CHE COMPILANO LA DICHIARAZIONE IN EURO DEVONO BARRARE LA CASELLA ED INDICARE

Dettagli

MODELLO IVA Periodo d imposta 2016

MODELLO IVA Periodo d imposta 2016 BOZZA INTERNET del //0 MODELLO IVA 07 Periodo d imposta 0 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. D.lgs. n./00 in materia di protezione dei dati personali Con questa informativa

Dettagli

Quadro VR: richiesta di rimborso IVA solo in via telematica

Quadro VR: richiesta di rimborso IVA solo in via telematica Quadro VR: richiesta di rimborso IVA solo in via telematica di Paola Mazza (*) LA NOVITA` Dal 1º febbraio 2011 l istanza per la presentazione della domanda di rimborso del credito IVA risultante dalla

Dettagli

rigo VL18. Nel rigo devono essere compresi:

rigo VL18. Nel rigo devono essere compresi: Inoltre, nell ipotesi in cui la società dichiarante abbia partecipato nell anno d imposta alla liquidazione dell IVA di gruppo di cui all art. 73 ovvero abbia incorporato una società partecipante alla

Dettagli

IL MODELLO IVA 2013 QUADRO VE

IL MODELLO IVA 2013 QUADRO VE Circolare n. 04 del 21 gennaio 2013 A tutti i Clienti Loro sedi IL MODELLO IVA 2013 Sul sito Internet dell Agenzia delle Entrate è disponibile il Provvedimento di approvazione del mod. IVA 2013 utilizzabile

Dettagli

MODELLO IVA Periodo d imposta 2016

MODELLO IVA Periodo d imposta 2016 MODELLO IVA 0 Periodo d imposta 0 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. D.lgs. n./00 in materia di protezione dei dati personali Con questa informativa l Agenzia delle Entrate

Dettagli

- ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati entro il relativi all anno 2007;

- ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati entro il relativi all anno 2007; PROSPETTO ST - ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati entro il 12.01.2008 relativi all anno 2007; - versamenti effettuati entro marzo 2008 relativi alle operazioni di conguaglio di fine anno

Dettagli

OGGETTO: 730 e utilizzo del credito Irpef in compensazione

OGGETTO: 730 e utilizzo del credito Irpef in compensazione Informativa per la clientela di studio Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: 730 e utilizzo del credito Irpef in compensazione Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo

Dettagli

Agenzia delle Entrate FAQ Liquidazioni Periodiche IVA

Agenzia delle Entrate FAQ Liquidazioni Periodiche IVA Agenzia delle Entrate FAQ Liquidazioni Periodiche IVA Nel rigo VP8 deve essere indicato l'intero importo del credito risultante dal periodo precedente o solo la quota utilizzata in detrazione? Il rigo

Dettagli

Nel rigo VP8 deve essere indicato l'intero importo del credito risultante dal periodo precedente o solo la quota utilizzata in detrazione?

Nel rigo VP8 deve essere indicato l'intero importo del credito risultante dal periodo precedente o solo la quota utilizzata in detrazione? Nel rigo VP8 deve essere indicato l'intero importo del credito risultante dal periodo precedente o solo la quota utilizzata in detrazione? L'imponibile delle operazioni passive per le quali, in base a

Dettagli

Provvedimento Agenzia Entrate

Provvedimento Agenzia Entrate INFORMATIVA N. 020 18 GENNAIO 2017 DICHIARAZIONI IL MOD. IVA 2017 Provvedimento Agenzia Entrate 16.1.2017 L Agenzia delle Entrate ha recentemente emanato il Provvedimento di approvazione del mod. IVA 2017

Dettagli

Nel rigo VP8 deve essere indicato l'intero importo del credito risultante dal periodo precedente o solo la quota utilizzata in detrazione?

Nel rigo VP8 deve essere indicato l'intero importo del credito risultante dal periodo precedente o solo la quota utilizzata in detrazione? Faq Nel rigo VP8 deve essere indicato l'intero importo del credito risultante dal periodo precedente o solo la quota utilizzata in detrazione? L'imponibile delle operazioni passive per le quali, in base

Dettagli

MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE

MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE Informativa sul trattamento dei dati personali (art. 3 D.lgs. n.96/003) Con questa informativa l Agenzia delle

Dettagli

RISOLUZIONE N. 85/E. Roma, 12 agosto 2011

RISOLUZIONE N. 85/E. Roma, 12 agosto 2011 RISOLUZIONE N. 85/E Roma, 12 agosto 2011 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti OGGETTO: Richiesta di rimborso per somme erogate a titolo di incremento della produttività negli anni 2008 e 2009. Compilazione

Dettagli

SALDO IVA 2015: VERSAMENTO ENTRO IL 16 MARZO 2016

SALDO IVA 2015: VERSAMENTO ENTRO IL 16 MARZO 2016 Studio Fabrizio Mariani Viale Brigata Bisagno 12/1 16129 Genova Tel. e. fax. 010.59.58.294 f.mariani@studio-mariani.it Circolare n. 07/2016 del 25 febbraio 2016 SALDO IVA 2015: VERSAMENTO ENTRO IL 16 MARZO

Dettagli

11. PROSPETTO SX - RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI

11. PROSPETTO SX - RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI 11. PROSPETTO SX - RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI ATTENZIONE Il presente prospetto non deve essere compilato dalle amministrazioni dello Stato, comprese quelle con ordinamento autonomo. In

Dettagli

STRUMENTI DI LAVORO ACCONTO IVA 2015

STRUMENTI DI LAVORO ACCONTO IVA 2015 STRUMENTI DI LAVORO ACCONTO IVA 2015 I METODI A DISPOSIZIONE, LA BASE IMPONIBILE E LE MODALITA DI VERSAMENTO Soggetti esclusi dal versamento I contribuenti che hanno iniziato l attività nel corso del 2015;

Dettagli

MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE

MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE Informativa sul trattamento dei dati personali (art. 3 D.lgs. n.96/003) Con questa informativa l Agenzia delle

Dettagli

MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE

MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE Informativa sul trattamento dei dati personali (art. 3 D.lgs. n.96/003) Con questa informativa l Agenzia delle

Dettagli

SALDO IMPOSTE DIRETTE E ACCONTO 2016

SALDO IMPOSTE DIRETTE E ACCONTO 2016 SALDO IMPOSTE DIRETTE E ACCONTO 2016 1. Importi da versare a saldo e primo acconto dell Irpef 2. Termini di versamento e modalità di versamento 3. Rateazione Il saldo Irpef e relative addizionali risultanti

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 160 23.05.2016 Unico: la compilazione del frontespizio Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Unico Tra i campi da compilare nel modello Unico

Dettagli

Giovedì 25 ottobre Ultimi giorni per il 730 integrativo

Giovedì 25 ottobre Ultimi giorni per il 730 integrativo Giovedì 25 ottobre Ultimi giorni per il 730 integrativo Entro il prossimo 25 ottobre il contribuente, in caso di errori nella compilazione della dichiarazione, può presentare al CAF o al professionista

Dettagli

Cognome, denominazione o ragione sociale. Natura giuridica. Codice attività GIORNO MESE ANNO

Cognome, denominazione o ragione sociale. Natura giuridica. Codice attività GIORNO MESE ANNO 14) quadro VR rich.rimb. ( ) 24-02-2003 18:59 Pagina 1 AGENZIA DELLE ENTRATE Periodo d imposta 2002 EURO CONTRIBUENTE Cognome, denominazione o ragione sociale Nome Data di nascita giorno mese anno Sesso

Dettagli

CIRCOLARE N.54 /E. Roma, 23 dicembre 2005

CIRCOLARE N.54 /E. Roma, 23 dicembre 2005 CIRCOLARE N.54 /E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 23 dicembre 2005 OGGETTO: Acconto dell imposta sul valore aggiunto per il periodo d imposta 2005 Metodo di determinazione per i soggetti

Dettagli

- ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati nel 2006 ed entro il ;

- ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati nel 2006 ed entro il ; PROSPETTO ST Dati relativi a: - ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati nel 2006 ed entro il 12.01.2007; - ritenute operate in sede di conguaglio di fine anno 2006 effettuato entro il 28.02.2007;

Dettagli

genzia ntrate IVA BASE Dichiarazione IVA BASE 2013 Periodo d imposta 2012 MODULISTICA

genzia ntrate IVA BASE Dichiarazione IVA BASE 2013 Periodo d imposta 2012 MODULISTICA genzia ntrate IVA BASE Dichiarazione IVA BASE 0 Periodo d imposta 0 MODULISTICA MODELLO IVA BASE 0 Periodo d imposta 0 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. del D.Lgs. n. 9

Dettagli

Il Modello TR e le novità in tema di rimborsi

Il Modello TR e le novità in tema di rimborsi Stefano Carpaneto (Esperto Contabile in Torino) Il Modello TR e le novità in tema di rimborsi 1 Modello TR 2017 Novità In attesa dell approvazione del nuovo modello la novità del 2017 è determinata dalle

Dettagli

6. PROSPETTO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE

6. PROSPETTO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE 6. PROSPETTO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE ATTENZIONE Il presente prospetto non deve essere compilato dalle amministrazioni dello Stato, comprese quelle

Dettagli

Prospetto ST RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE

Prospetto ST RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE Prospetto ST RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE ADEMPIMENTO SOGGETTI INTERESSATI Il prospetto ST riguarda il riepilogo dei dati relativi alle ritenute operate, alle

Dettagli

STUDIO MODENA ESTENSE SRL CIRCOLARE SPECIALE ACCONTO IVA Pagine da 1 a 5

STUDIO MODENA ESTENSE SRL CIRCOLARE SPECIALE ACCONTO IVA Pagine da 1 a 5 STUDIO MODENA ESTENSE SRL CIRCOLARE SPECIALE ACCONTO IVA 2008 Pagine da 1 a 5 1 Acconto IVA 2008 Il 29 dicembre 2008 (primo giorno lavorativo non festivo successivo al 27 dicembre) 1 scade il termine per

Dettagli

Roma, 26 agosto Oggetto: MODELLO 730-SITUAZIONI PARTICOLARI, REDDITI 2012.

Roma, 26 agosto Oggetto: MODELLO 730-SITUAZIONI PARTICOLARI, REDDITI 2012. l Roma, 26 agosto 2013 Oggetto: MODELLO 730-SITUAZIONI PARTICOLARI, REDDITI 2012. L art.51-bis Ampliamento assistenza fiscale del D.L. n.69 del 21 giugno 2013, convertito dalla legge n.98 del 9 agosto

Dettagli

MODELLO REDDITI 2017 PERSONE FISICHE SALDO 2016 E PRIMO ACCONTO 2017

MODELLO REDDITI 2017 PERSONE FISICHE SALDO 2016 E PRIMO ACCONTO 2017 Circolare informativa per la clientela n. 19/2017 del 25 maggio 2017 MODELLO REDDITI 2017 PERSONE FISICHE SALDO 2016 E PRIMO ACCONTO 2017 1. Obbligo di versamento 2. Individuazione dell importo da versare

Dettagli

Dichiarazione IVA 2014: la scissione di società Roberto Fanelli - Revisore contabile in Roma

Dichiarazione IVA 2014: la scissione di società Roberto Fanelli - Revisore contabile in Roma Carmela Di Rosa - Copyright Wolters Kluwer Italia s.r.l. MODELLO IVA 2014 Dichiarazione IVA 2014: la scissione di società Roberto Fanelli - Revisore contabile in Roma ADEMPIMENTO " FISCO La dichiarazione

Dettagli

Dichiarazioni. Rimborso IVA annuale: chiarimenti sulla nuova procedura di Ciro D Ardia. L adempimento

Dichiarazioni. Rimborso IVA annuale: chiarimenti sulla nuova procedura di Ciro D Ardia. L adempimento Rimborso IVA annuale: chiarimenti sulla nuova procedura di Ciro D Ardia L adempimento Ai fini della richiesta di rimborso del credito annuale IVA, il passaggio dal modello al quadro VR, nell ambito della

Dettagli

Busta per la presentazione della dichiarazione tramite banche e uffici postali

Busta per la presentazione della dichiarazione tramite banche e uffici postali Busta per la presentazione della dichiarazione tramite banche e uffici postali ALLEGATO B Quello di seguito riprodotto in versione ridotta rispetto all originale è il Fac-simile della busta da utilizzare

Dettagli

SOMMARIO: 1. Termini e modalità di versamento. 2. Reddito imponibile. 3. Reddito imponibile per i contribuenti minimi. 4.

SOMMARIO: 1. Termini e modalità di versamento. 2. Reddito imponibile. 3. Reddito imponibile per i contribuenti minimi. 4. OGGETTO: Riscossione 2010 dei contributi dovuti dagli iscritti alle gestioni artigiani e commercianti sulla quota di reddito eccedente il minimale e dai liberi professionisti iscritti alla gestione separata

Dettagli

COMUNICAZIONE TRIMESTRALE DELLE LIQUIDAZIONI IVA

COMUNICAZIONE TRIMESTRALE DELLE LIQUIDAZIONI IVA OGGETTO: Circolare 9.2017 Seregno, 30 maggio 2017 COMUNICAZIONE TRIMESTRALE DELLE LIQUIDAZIONI IVA Facendo seguito alla precedente nostra circolare n. 5/2017 Comunicazioni liquidazioni periodiche IVA,

Dettagli

Fiscal Adempimento La circolare che guida passo passo al rispetto degli adempimenti

Fiscal Adempimento La circolare che guida passo passo al rispetto degli adempimenti Fiscal Adempimento La circolare che guida passo passo al rispetto degli adempimenti N. 16 03.04.2017 La trasmissione della comunicazione liquidazioni periodica IVA A cura di Micaela Chiruzzi Categoria:

Dettagli

LA DICHIARAZIONE IVA A cura di Avv. Giorgio Confente e Dr.ssa Nadia Gentina

LA DICHIARAZIONE IVA A cura di Avv. Giorgio Confente e Dr.ssa Nadia Gentina LA DICHIARAZIONE IVA 2016 A cura di Avv. Giorgio Confente e Dr.ssa Nadia Gentina Con l emanazione del Provvedimento n. 7772/2016 in data 15.01.2016, l Agenzia delle Entrate ha approvato il modello di dichiarazione

Dettagli

9. PROSPETTO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE

9. PROSPETTO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE 9. PROSPETTO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE ATTENZIONE Il presente prospetto non deve essere compilato dalle amministrazioni dello Stato, comprese quelle

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 331 03.11.2016 Omesso versamento Iva e possibile compensazione Categoria: Iva Sottocategoria: Varie A cura di Paola Sabatino Nel caso di omesso

Dettagli

MODELLO IVA BASE 2017

MODELLO IVA BASE 2017 MODELLO IVA BASE 07 Periodo d imposta 06 Informativa sul dei dati personali ai sensi dell art. D.lgs. n.96/00 in materia di protezione dei dati personali Con questa informativa l Agenzia delle Entrate

Dettagli

COMPENSAZIONI IVA 2011 COMUNICAZIONE DEI DATI IVA PER IL 2010 DICHIARAZIONE IVA PER IL 2010

COMPENSAZIONI IVA 2011 COMUNICAZIONE DEI DATI IVA PER IL 2010 DICHIARAZIONE IVA PER IL 2010 Circolare n. 1/2011 Bologna, 16 febbraio 2011 AI SIGNORI CLIENTI LORO SEDI LORO INDIRIZZI COMPENSAZIONI IVA 2011 COMUNICAZIONE DEI DATI IVA PER IL 2010 DICHIARAZIONE IVA PER IL 2010 COMPENSAZIONI IVA 2011

Dettagli

NEWSLETTER 6/2016. Corato, 12 febbraio 2016 SOMMARIO DISPOSIZIONI LEGISLATIVE

NEWSLETTER 6/2016. Corato, 12 febbraio 2016 SOMMARIO DISPOSIZIONI LEGISLATIVE NEWSLETTER 6/2016 Corato, 12 febbraio 2016 SOMMARIO 1 DISPOSIZIONI LEGISLATIVE D.P.R. n. 633 del 1972 L esposizione che segue, rappresenta una breve sintesi di disposizioni legislative, chiarimenti ministeriali

Dettagli

Mod. 770 struttura. Mod Ordinario. Semplificato. Dividendi Redditi di capitale. Lavoro autonomo Redditi diversi provvigioni

Mod. 770 struttura. Mod Ordinario. Semplificato. Dividendi Redditi di capitale. Lavoro autonomo Redditi diversi provvigioni Mod. 770 struttura Mod. 770 Semplificato Ordinario Lavoro dipendente e assimilati TFR Lavoro autonomo Redditi diversi provvigioni Dividendi Redditi di capitale Mod. 770 semplificato: Modello Semplificato

Dettagli

INDICE GUIDA OPERATIVA

INDICE GUIDA OPERATIVA INDICE GUIDA OPERATIVA MODELLI DI DICHIARAZIONE IVA RELATIVI ALL ANNO 2011 1 Premessa 1 Novità 1 Soggetti che presentano la dichiarazione IVA in via autonoma 2 Struttura dei modelli 3 Modalità e termini

Dettagli

DICHIARAZIONE ANNUALE IVA BASE

DICHIARAZIONE ANNUALE IVA BASE Ravenna, 12 Febbraio 2013 Circolare n. 11/13 OGGETTO: Dichiarazione annuale IVA L Agenzia delle Entrate, con Provvedimento del Direttore n. 2013/5267 del 15/01/2013, ha approvato i nuovi modelli, con le

Dettagli

4.3 Modello VR per la richiesta di rimborso del credito IVA

4.3 Modello VR per la richiesta di rimborso del credito IVA Modelli di dichiarazione IVA relativi all anno 2002 4.3 Modello VR per la richiesta di rimborso del credito IVA Il modello VR/2003 deve essere utilizzato dai contribuenti che intendono richiedere il rimborso

Dettagli

FOCUS MENSILE FISCALITA LE NOVITA DELLE DICHIARAZIONI FISCALI Alla luce anche della manovra fiscale (D.L. 50/2017) Torino, lì 23 maggio 2017

FOCUS MENSILE FISCALITA LE NOVITA DELLE DICHIARAZIONI FISCALI Alla luce anche della manovra fiscale (D.L. 50/2017) Torino, lì 23 maggio 2017 23 MGGIO 1 FOCUS MENSILE FISCALITA LE NOVITA DELLE DICHIARAZIONI FISCALI Alla luce anche della manovra fiscale (D.L. 50/) Torino, lì 23 maggio Relatore: Andrea Gippone - Commercialista 2 TERMINI DI PRESENTAZIONE

Dettagli

Come presentare il Modello IVA 26 Mascia Dalmaggioni e Manuela Castellani, Dottori commercialisti in Bergamo

Come presentare il Modello IVA 26 Mascia Dalmaggioni e Manuela Castellani, Dottori commercialisti in Bergamo Come presentare il Modello 26 Mascia Dalmaggioni e Manuela Castellani, Dottori commercialisti in Bergamo ADEMPIMENTO " RIFERIMENTI " SOGGETTI INTERESSATI " SOGGETTI ESCLUSI " PROCEDURE " SCADE " CASI PARTICOLARI

Dettagli

SALDO IVA 2016 MODALITÀ E TERMINI DI VERSAMENTO

SALDO IVA 2016 MODALITÀ E TERMINI DI VERSAMENTO Circolare informativa per la clientela n. 8/ /2017 del 03 marzo 2017 SALDO IVA 2016 MODALITÀ E TERMINI DI VERSAMENTO 1. Versamento del saldo Iva: soggetti obbligati 2. Soggetti non tenuti al versamento

Dettagli

DICHIARAZIONE IVA: CHE FARE DOPO LA SCADENZA? LA GESTIONE DELLE COMPENSAZIONI E GLI ASPETTI SANZIONATORI

DICHIARAZIONE IVA: CHE FARE DOPO LA SCADENZA? LA GESTIONE DELLE COMPENSAZIONI E GLI ASPETTI SANZIONATORI PILLOLA DI AGGIORNAMENTO FEBBRAIO 2017 DICHIARAZIONE IVA: CHE FARE DOPO LA SCADENZA? LA GESTIONE DELLE COMPENSAZIONI E GLI ASPETTI SANZIONATORI Omessi versamenti periodici e credito Iva In questi giorni

Dettagli

Centro Assistenza Fiscale SERVIZIO CAF 730

Centro Assistenza Fiscale SERVIZIO CAF 730 Servizio Caf 730 Centro Assistenza Fiscale SERVIZIO CAF 730 INFORMATIVA N. 41 Prot. 4723 DATA 14.06.2006 Settore: Oggetto: IMPOSTE SUI REDDITI Correzione di errori ed omissioni commessi dal contribuente

Dettagli

Dichiarazione Iva 2009: i gruppi di società a cura di Norberto Villa

Dichiarazione Iva 2009: i gruppi di società a cura di Norberto Villa Il Punto sull Iva Dichiarazione Iva 2009: i gruppi di società a cura di Norberto Villa Le novità legislative intervenute a far data dal 2008, relativamente alla liquidazione Iva delle società controllanti

Dettagli

Circolare informativa per i Clienti

Circolare informativa per i Clienti Studio Associato Cavadini Cavadini Marelli Circolare informativa per i Clienti ZCIR0502_CP 1 NUOVA COMUNICAZIONE DELLE LIQUIDAZIONI PERIODICHE IVA La compilazione dei quadri Nel presente contributo continuiamo

Dettagli

Mod. 730/2012 quadro F: cedolare secca e pignoramenti presso terzi

Mod. 730/2012 quadro F: cedolare secca e pignoramenti presso terzi Mod. 730/2012 quadro F: cedolare secca e pignoramenti presso terzi di Saverio Cinieri (*) L ADEMPIMENTO Il Quadro F del Mod. 730/2012 e` destinato all indicazione di alcuni importanti dati ai fini della

Dettagli

Approvazione dei modelli di dichiarazione IVA concernenti l anno 2000 con le relative istruzioni

Approvazione dei modelli di dichiarazione IVA concernenti l anno 2000 con le relative istruzioni 7/0/00 DICHIARAZIONE IVA 00 n. 4/00 Pag. 393 Approvazione dei modelli di dichiarazione IVA concernenti l anno 000 con le relative istruzioni Decreto dirigenziale del Direttore generale del Dipartimento

Dettagli

Circolare Tax n. 1/2017 LE PRINCIPALI NOVITA DELLA DICHIARAZIONE IVA Milano, 07 febbraio 2017

Circolare Tax n. 1/2017 LE PRINCIPALI NOVITA DELLA DICHIARAZIONE IVA Milano, 07 febbraio 2017 Circolare Tax n. 1/2017 LE PRINCIPALI NOVITA DELLA DICHIARAZIONE IVA 2017 Milano, 07 febbraio 2017 Piazza San Sepolcro n.1 20123 Milano Telefono: +39 02.45391290 Telefax: +39 02.45391295 Email: info@lexalia.it

Dettagli

9.PROSPETTO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE

9.PROSPETTO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE 9.PROSPETTO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE ATTENZIONE Il presente prospetto non deve essere compilato dalle amministrazioni dello Stato, comprese quelle

Dettagli

Fiscal News N. 249 Unico 2012: integrativa entro il Categoria: Sottocategoria: ravvedimento di Unico 2012 Premessa 30 settembre Dichiarazione

Fiscal News N. 249 Unico 2012: integrativa entro il Categoria: Sottocategoria: ravvedimento di Unico 2012 Premessa 30 settembre Dichiarazione Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 249 26.09.2013 Unico 2012: integrativa entro il 30.09 Categoria: Intermediari Sottocategoria: Adempimenti Il termine del 30.09.2013 incide anche

Dettagli

Le compensazioni dei crediti da assistenza fiscale e per eccesso di versamento delle ritenute in F24

Le compensazioni dei crediti da assistenza fiscale e per eccesso di versamento delle ritenute in F24 Le compensazioni dei crediti da assistenza fiscale e per eccesso di versamento delle ritenute in F24 Considerazioni dopo un anno di applicazione della nuova norma 2015 Studio Tributario e Societario 1

Dettagli