Relazione attività di ricerca. Anno 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Relazione attività di ricerca. Anno 2014"

Transcript

1 Università degli Studi di Bergamo Relazione attività di ricerca Anno 2014 CE.R.CO Centro di ricerca sulla complessità Via Salvecchio Bergamo Direttore: prof. Gianluca Bocchi

2 INDICE 1. Componenti del Comitato scientifico e Giunta 2. Finalità 3. Assegni di ricerca 4. Progetti di ricerca per tipologia di finanziamento 5. Attività di terza missione e altre attività organizzate nell ambito della struttura 5.1. Attività di divulgazione scientifica e culturale (seminari, cicli di seminari o conferenze, convegni, workshops, mostre), altre iniziative di terza missione 5.2. Attività e partecipazioni correlate allo sviluppo di relazioni internazionali nell ambito degli studi del Centro. 6. Risultati dell attività di ricerca 7. Relazione del direttore 7.1. Gestione della ricerca attuata dal Centro. Valutazione e riesame dell attività svolta in rapporto ai risultati raggiunti ed agli obiettivi che ci si era prefissati per il Obiettivi da realizzare a breve-medio termine, relative azioni strategiche e presumibili fonti di finanziamento 2

3 1. COMPONENTI DEL COMITATO SCIENTIFICO E GIUNTA Composizione Giunta dal al Prof. Mauro Ceruti, Presidente Prof. Gianluca Bocchi, Direttore Prof. Giuseppe Fornari Prof. Gianfranco Rusconi Prof. Andrea Salanti Collaboratori delle attività di ricerca del Centro Dott.ssa Chiara Brambilla Dott.ssa Anna Lazzarini Dott.ssa Luisa Damiano Dott.ssa Raffaella Trigona Dott. Luigi Cepparone 2. FINALITÀ Il CE.R.CO. si pone lo scopo di sviluppare metodologie, contesti interdisciplinari e tecniche di ricerca comprese quelle audivisive, multimediali e ipermediali nell ambito delle scienze demoetnoantropologiche e dele scienze dell epistemologia e della complessità. Il Centro promuove e favorisce la comunicazione con i centri di ricerca che abbiano per obiettivo l analisi culturale della contemporaneità e delle sue radici storiche e scientifiche 3. ASSEGNI DI RICERCA - Titolare assegno: Chiara Brambilla - Titolo progetto: (Ri)pensare i borderscapes euro-africani: dis-locazioni e ri-locazioni di frontiera tra Europa, Africa e mondo mediterraneo, tra colonialismo e post-colonialismo - Responsabile scientifico del progetto: Gianluca Bocchi - Durata: 3 anni - Ente finanziatore: progetto europeo EUBORDERSCAPES - Anno bando : Titolare assegno: Anna Lazzarini - Titolo progetto: Postmodernità urbana. Luoghi, flussi, corpi, reti, linguaggi e relazioni. - Responsabile scientifico del progetto: Gianluca Bocchi - Durata: 1 anno + proroga - Ente finanziatore: Ateneo - Anno bando : 2012 (proroga 10 mesi fino a maggio 2014) 3

4 4. PROGETTI DI RICERCA per tipologia di finanziamento 4.1 Progetti di ricerca in corso attivati in esercizi precedenti - Ricerca internazionale: titolo: Borders and Socio-Political Landscapes Changing Border Concepts as Governance, Challenge and Political Innovation in Post-Cold War Europe and the World Responsabile scientifico: Gianluca Bocchi 5. ATTIVITÀ DI TERZA MISSIONE E ALTRE ATTIVITÀ ORGANIZZATE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA Attività di divulgazione scientifica e culturale (seminari, cicli di seminari o conferenze, convegni, workshops, mostre), altre iniziative di terza missione SEMINARIO Docente responsabile: Gianluca Bocchi Titolo del seminario: Pensare/Agire/Abitare Zingonia: Politiche, Pratiche, Esperienze e Rappresentazioni di un Borderscape tra Locale e Globale Relatori: Chiara Brembilla, Deni Ruggeri (NMBU Norwegian University of Life Sciences, Landscape Architecture and Spatial Planning); Valeria Fedeli, Carolina Pacchi (Politecnico di Milano); Marco Vanoli (Cooperativa Kinesis); Filippo Simonetti (Unione Tecnica Architetti Associati Bergamo); Stefano Landoni (Regione Lombardia - Direzione Generale Casa, Housing Sociale e Pari Opportunità); Eugenio Mora, Lorena Peccolo (Istituto Comprensivo Verdellino); Luisella Traversi Guerra (ROBUR e ROBUR Solidale onlus); Claudio Ceruti, Federico Colleoni, Adil Beddari, Veronica Mezzasalma, Roberto Trussardi (Rete di Supporto Comitato Abitanti Torri Zingonia Abitare Zingonia); Gianni Mazzoleni (Gruppo Quelli della Zingonia ), Kamà Abdou Samath (Presidente Comitato Abitanti Torri Zingonia) Data: 28/11/2014 Partecipazione del dott. Luigi Cepparone (collaboratore del CE.R.CO) al seminario Forme della cultura e della didattica nell'era digitale (tenutosi a Bergamo il 14/5/2014 e organizzato dal dipartimento di Scienze umane e sociali) con l intervento Dalla Repubblica dei letterati alla comunità di pratica digitale degli studi umanistici. 6. RISULTATI DELL ATTIVITA DI RICERCA I dati sono stati estratti in data 31/03/2015 dalla Collezione Prodotti della Ricerca presente in Aisberg a cura dell Ufficio Ricerca e Trasferimento tecnologico ARTICOLI BRAMBILLA, Chiara, (2014). Shifting Italy/Libya borderscapes at the interface of EU/Africa borderland: a genealogical outlook from the colonial era to post-colonial scenarios. ACME: an international E-Journal for critical geographies, 13 (2), BOUGLEUX, Elena, (2014). Formazione, tecnologia e mercati nel contesto di una multinazionale. EtnoAntropologia, 2 (1),

5 CAPITOLI DI LIBRO BRAMBILLA, Chiara, MORI, Luca, (2014). Paesaggi originari. Rappresentazione degli spazi di vita dell'infanzia. In Cepollaro, Gianluca; Morelli, Ugo (Eds.), Paesaggio lingua madre (pp.43-61). Trento: Erickson BRAMBILLA, Chiara, (2014). Educare all intercultura attraverso il paesaggio: valenza generativa di uno spazio liminare tra identità e alterità. In Cepollaro, Gianluca; Morelli, Ugo (Eds.), Paesaggio lingua madre (pp ). Trento: Erickson 5

6 7. RELAZIONE DEL DIRETTORE 7.1 Gestione della ricerca attuata dal Centro. Valutazione e riesame dell attività svolta in rapporto ai risultati raggiunti ed agli obiettivi che ci si era prefissati per il Sono proseguite le fasi di ricerca del progetto europeo 7PQ EUROBORDERSCAPES dal titolo Borders and Socio-Political Landscapes. Changing Border Concepts as Governance, Challenge and Political Innovation in Post-Cold War Europe and the World ; sono stati svolti i seguenti Work Package (WP) previsti nella programmazione delle attività progettuali: WP 5 - Post-colonial Bordering and Euro-African Borderscapes Casi di Studio Borderscape italo-tunisino (in Italia: Mazara del Vallo e il più ampio contesto della Provincia di Trapani, con attenzione alle connessioni con Palermo e la sua Provincia così come anche con la Provincia di Agrigento; in Tunisia: Tunisi/La Goulette e Mahdia, da dove proviene la maggior parte dei migranti tunisini che vivono a Mazara del Vallo). Bergamo città e provincia (con particolare riguardo al caso del contesto suburbano di Zingonia) e Mazara del Vallo. WP6 - Borders and Critical Geopolitics of Neighbourhood Casi di Studio Borderscape italo-tunisino (in Italia: Mazara del Vallo e il più ampio contesto della Provincia di Trapani, con attenzione alle connessioni con Palermo e la sua Provincia così come anche con la Provincia di Agrigento; in Tunisia: Tunisi/La Goulette e Mahdia, da dove proviene la maggior parte dei migranti tunisini che vivono a Mazara del Vallo). WP10 - Border Crossings and Cultural Production Casi di Studio Borderscapes euro-africani nel Mediterraneo (Particolare riferimento al caso del borderscape Italia[Sicilia]/Nord Africa[Tunisia], letto attraverso il riferimento all isola di Lampedusa) Più precisamente, la mia ricerca condotta a Lampedusa si è focalizzata su due casi di studio particolarmente calzanti rispetto agli obiettivi di ricerca di questo WP, volti a indagare gli aspetti connessi alla produzione culturale che ruota intorno alla rappresentazione delle frontiere e dei loro attraversamenti: Il LampedusaInFestival (http://www.lampedusainfestival.com) Porto M (https://askavusa.wordpress.com/con-gli-oggetti/porto-m/) Per ciascun WP, l attività di ricerca del Ce.R.Co. (RTD) ha previsto sia una parte di lavoro on-desk (prevalentemente bibliografia per i temi di ciascun WP e di coordinamento tra di essi) che on-field, vale a dire una ricerca empirica sul campo, continuando le attività già cominciate nel corso del primo anno e mezzo del progetto (giugno 2012-dicembre 2013). Più precisamente, l attività di ricerca on-field, legata ai casi di studio di cui è responsabile il Ce.R.Co nel più ampio quadro progettuale, s inserisce altresì nel WP 12 - Case Studies and Fieldwork. Per lo studio sul campo dei casi di studio descritti, oltre alla dott.ssa Chiara Brambilla, research fellow all interno del Progetto europeo con assegno di ricerca Ce.R.Co., si è prevista la selezione di due collaboratori alla raccolta dati: l uno per il contesto locale di Bergamo e della sua Provincia, con particolare riguardo al caso di Zingonia; l altro per la ricerca nell ambito del borderscape italo/tunisino. 6

7 Per quanto riguarda le attività scientifiche si è proceduto, in collaborazione con BC Today, allo svolgimento della fase di produzione del video-documentario sul borderscape italo/tunisino, che costituisce un deliverable importante a nome del Ce.R.Co per il WP 5. La dott.ssa Brambilla è stata accompagnata dai videomaker e operatori di BC Today in due sue missioni di ricerca sul campo, durante le quali è stato girato il documentario rispettivamente a Mazara del Vallo (maggio 2014); a Tunisi e a Mahdia in Tunisia (agosto 2014). I primi risultati della ricerca condotta dal Ce.R.Co. nell ambito di EUBORDERSCAPES sono stati esposti nei report scientifici (Interim WP Report), presentati per ciascun WP tematico a marzo Nel corso del 2014, il Ce.R.Co. ha organizzato un evento importante per la disseminazione a livello locale e nazionale delle attività e dei risultati di ricerca all interno della più ampia cornice progettuale internazionale di EUBORDERSCAPES (vedasi seminario del 28/11/2014 al 5.1. Di seguito si evidenziano le partecipazioni ad eventi internazionali nell ambito delle reti scientifiche di Euroborderscapes Partecipazione alla giornata di studi Geopolitica e Geoclinica dei Popoli in Fuga. Esplorazioni multidisciplinari sull accoglienza ai rifugiati (Firenze, 29 marzo 2014) Il prof. Gianluca Bocchi ha curato l organizzazione dell evento e ha presentato il contributo Spazi geopolitici globali. Migrazioni forzate, crisi endemica degli stati, diritti umani ; la dott.ssa Chiara Brambilla ha presentato il contributo Borderscapes euro-africani. Variazioni di frontiera, migrazioni e relazioni complesse tra confini esterni e confini interni attraverso il Mediterraneo ) Partecipazione alla prima conferenza ufficiale di Escapes, Transiti, barriere, libertà: cercare rifugio nel Mediterraneo e in Europa (Milano, aprile 2014) La dott.ssa Chiara Brambilla ha presentato il contributo Borderscapes euro/africani e soggettività politiche dei migranti attraverso il Mediterraneo. Esperienze artistiche e culturali contro-egemoniche dal LampedusaInFestival ) Partecipazione al IV Workshop EUBORDERSCAPES (Joensuu Finlandia, 7-8 giugno 2014) Il prof. Gianluca Bocchi e la dott.ssa Chiara Brambilla hanno presentato degli interventi sul lavoro di ricerca svolto dall èquipe del Ce.R.Co., negli incontri relativi al WP 5 e WP 6. Partecipazione del prof. Bocchi alla Association for Borderlands Studies 2014 World Conference: Post-Cold War Borders Global Trends and Regional Responses (Joensuu - Finlandia, 9-13 giugno 2014); la dott.ssa Chiara Brambilla ha presentato gli interventi Exploring the Migration-Border Nexus In and Around Africa Through the Borderscapes Lens e Euro/African Borderscapes and Migrants Political Subjectivities Across the Mediterranean: Counter-Hegemonic Cultural and Artistic Experiences from the Lampedusa In Festival ) Partecipazione all evento artistico/scientifico su confini e migrazioni intitolato The Art of Bordering: Economies, Performances and Technologies of Migration Control (Museo MAXXI Roma, ottobre 2014) in cui la dott.ssa Chiara Brambilla ha presentato l intervento Navigating the Euro/African Border and Migration Nexus Through the Borderscape Lens: Counter-Hegemonic Cultural and Artistic Experiences from the LampedusaInFestival 7.2 Obiettivi da realizzare a breve-medio termine, relative azioni strategiche e presumibili fonti di finanziamento Obiettivo 1 Proseguirmento delle fasi di ricerca del progetto europeo 7PQ Euroborderscapes. Il progetto, nel 2015, vedrà impegnata l Università di Bergamo in diversi wordpackages, e precisamente: WP 5 - Post-colonial Bordering and Euro-African Borderscapes; WP6 - Borders and Critical Geopolitics of Neighbourhood; WP10 - Border Crossings and Cultural Production; WP 12 Case studies and fieldwork. Per ciascun WP l attività di ricerca prevede sia una parte di lavoro on-desk sia una parte di 7

8 lavoro on-field. Obiettivo 2 Organizzazione di eventi e di seminari relativi ai temi di ricerca di Euroborderscapes e disseminazione dei suoi risultati In particolare, per i primi mesi dell anno si stanno organizzando: - Un evento culturale composto, a sua volta, da eventi di diversa natura (seminario di studi e formazione, presentazione di libro, performance artistiche, teatrali e musicali, proiezione di film documentari) sui temi di ricerca trattati dal Ce.R.Co nell ambito del WP 10 Border Crossings and Cultural Production e del WP 5 Post-Colonial Bordering and Euro-African Borderscapes del progetto EUBORDERSCAPES. Al fine di consentire una ricaduta locale, in termini di disseminazione dei risultati del progetto, si prevede anche una collaborazione con il Lab80 di Bergamo per l organizzazione di appuntamenti culturali legati ai temi oggetto dell evento culturale. Poiché trasversale alle attività di ricerca condotte dal team del Ce.R.Co nell ambito di Euroborderscapes, l evento culturale sarà pensato assumendo come suo fuoco d attenzione il Mediterraneo, nel suo carattere di spazio-frontiera tra Europa e Africa. L evento sarà anche occasione per la presentazione del film-documentario realizzato sul borderscape italo-tunisino dal team di ricerca del Ce.R.Co in collaborazione con il Lab80. Il documentario sarà anche presentato nell ambito di diversi Festival che riflettono sulla rappresentazione filmica delle migrazioni contemporanee nel Mediterraneo. - A partire dal seminario di studi e formazione sul caso di studio di Zingonia che è previsto per il 28 novembre 2014, si procederà, nel corso del 2015, con l obiettivo di promuovere altri eventi di disseminazione delle attività di ricerca del Progetto in cooperazione con gli attori locali impegnati a vario titolo nel pensare o nell agire nella realtà di Zingonia. Ciò anche con l obiettivo di portare tali eventi di disseminazione fuori dalle mura accademiche e sul territorio stesso di Zingonia. - Stiamo attualmente progettando temi e struttura di altri due importanti convegni internazionali per la seconda metà del 2015, di cui renderemo conto prossimamente nelle occasioni formalmente incaricate a ciò. Obiettivo 3 Partecipazione a conferenze internazionali nell ambito delle reti scientifiche di Euroborderscapes, In particolare le attività di ricerca che sta attualmente conducendo il CERCO nell ambito del progetto EUBORDERSCAPES dovranno essere presentate e discusse al VI workshop generale del progetto che si terrà a Grenoble (Francia) il 18 e 19 maggio Oltre alle collaborazioni scientifiche instaurate per il lavoro svolto nell ambito del Progetto Europeo - 7PQ EUBORDERSCAPES con i suoi partner, nel corso del 2015 s intratterranno collaborazioni internazionali specifiche: - Con il Nijmegen Centre for Border Research (NCBR) della Radbound University di Nimega (Olanda); - Con l Università di Tromsø (Norvegia); - Con il Progetto Europeo 7PQ EUBORDERREGIONS anch esso coordinato dalla Università di Eastern Finland e in particolare, con l Università di Roma La Sapienza e l Università di Barcellona; - Con la University of East London (Regno Unito); - Con la Norwegian University of Life Sciences e, in particolare, il Dipartimento di Landscape Architecture and Spatial Planning; - Con il Progetto Europeo 7PQ MeLa European Museums in an Age of Migrations, coordinato dal Politecnico di Milano. - Con STEP - Scuola per il Governo del Territorio e del Paesaggio (Trentino School of Management, Trento). Per quanto riguarda le pubblicazioni segnaliamo che, a seguti del successo scientifico riscosso dalla Conferenza Mapping Conceptual Change in Thinking European Borders, tenutasi presso l Università degli Studi di Bergamo dal 3 al 5 luglio 2013, nell ambito del progetto EUBORDERSCAPES, il prof. Gianluca Bocchi e la dott.ssa Chiara Brambilla stanno curando, insieme al prof. James Scott e al dott. Jussi Laine (University of Eastern Finland - Coordinatore di EUBORDERSCAPES), il volume Border Imaginations, Imaginaries and Images: From Bordering to Borderscapes, per il quale ai curatori è stato fatto un contratto dalla casa editrice Ashgate, per la pubblicazione del libro nella collana di Ashgate dedicate agli studi sulle frontiere (Ashgate Border Region Series). 8

9 Obiettivo 4 Perseguimento della aree di ricerca garantite dai ricercatori associati al CERCO, attraverso partecipazione ad eventi e a convegni, pubblicazione, associazioni con varie istituzioni. Attualmente sono delineate le seguenti aree di ricerca: - Scienze ed epistemologia dell artificiale (biologia sintetica, robotica, vita artificiale), con tutte le ricadute a vasto raggio della conferenza pionieristica tenuta a Bergamo nel Antropocene, l era umana della storia naturale con la valutazione dell impatto della nostra specie sugli ecosistemi e sulla biosfera in genere. Questa area è stata delineata da una collaborazione di una ricercatrice associata al CERCO con un progetto della Haus der Kulturen der Welt a Berlino. - Formazione per insegnanti ed educatori sui temi dell interculturalità,della complessità, dell uso costruttivo delle tecnologie informatiche, con approfondimento del tema teorico della narrazione. Anche una tale prospettiva è stata delineata in taluni eventi pubblici del

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM Tra differenza e identità. Percorso di formazione sulla storia e la cultura delle donne Costituito con Decreto del Rettore il 22 gennaio 2003, «al fine di avviare

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD)

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Indice 1. Le basi normative e aspetti generali 2. Parte I: obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento

Dettagli

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 SUA-RD Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 Finalità della presentazione Questa presentazione ha lo scopo di esaminare le modalità di compilazione della

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano IO E PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Il diploma accademico di primo livello è equipollente alla laurea triennale. La scuola, a livello universitario, intende

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

4 th INTERNATIONAL FORUM OF DESIGN AS A PROCESS

4 th INTERNATIONAL FORUM OF DESIGN AS A PROCESS DIVERSITY: DESIGN / HUMANITIES 4 th INTERNATIONAL FORUM OF DESIGN AS A PROCESS LA DIVERSITA: DESIGN/HUMANITIES Incontro tematico scientifico della Rete Latina per lo sviluppo del design dei processi 19-22

Dettagli

draco dottorato in architettura e costruzione

draco dottorato in architettura e costruzione draco dottorato in architettura e costruzione XXIX ciclo ANTONIADIS STEFANOS LOCURCIO MARCO CIOTOLI PINA CAMPOREALE ANTONIO DESIDERI ANDREA OLTREMARINI ALESSANDRO LEFOSSE DEBORAH CHIARA SALAMONE GIANCARLO

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Indice 1 Definizioni 2 Premesse 3 Commissione di Ateneo per l Accesso aperto 4 Gruppo di lavoro 5

Dettagli

Elementi di progettazione europea

Elementi di progettazione europea Elementi di progettazione europea Il partenariato internazionale Maria Gina Mussini - Project Manager Progetto Europa - Europe Direct - Comune di Modena La trasnazionalità dei progetti europei Ogni progetto

Dettagli

Università di Camerino

Università di Camerino Università di Camerino FONDO DI ATENEO PER LA RICERCA Bando per il finanziamento di Progetti di Ricerca di Ateneo Anno 2014-2015 1. Oggetto del bando L Università di Camerino intende sostenere e sviluppare,

Dettagli

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala.

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala. Fo oto Erio Piccaglian ni Teatro alla S Scala L opera italiana nel panorama mondiale Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014 ASK: CHI, PERCHE, COSA Siamo

Dettagli

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Workshop n. 3 Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Introducono il tema e coordinano i lavori - Irene Camolese, Confcooperative - Franca Marchesi, Istituto Comprensivo

Dettagli

LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L EGIDA DEL TRIBUNALE

LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L EGIDA DEL TRIBUNALE CONVEGNO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA Dipartimento di Economia e Management ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI FERRARA IPSOA LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L

Dettagli

GO FAR! Comenius Regio Project. La matematica ci fa andare lontano

GO FAR! Comenius Regio Project. La matematica ci fa andare lontano GO FAR! Comenius Regio Project La matematica ci fa andare lontano MA QUALE DISTANZA? IL PARTERNARIATO ITALIANO USR-EMILIA ROMAGNA DS Rosanna Rossi Coordinator Prof. Annalisa Martini Collaborator Dr. Monica

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 9^ legislatura Struttura amministrativa competente: Direzione Competitivita Sistemi Agroalimentari Presidente Luca Zaia Vicepresidente Marino Zorzato Assessori Renato Chisso Roberto Ciambetti Luca Coletto

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

SUA-RD Sperimentazione anno 2013

SUA-RD Sperimentazione anno 2013 Firenze 21 Gennaio 2015 Sperimentazione anno 2013 La Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) è strutturata in 3 parti Parte I Obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento Parte II:

Dettagli

Il giardino nella macchina

Il giardino nella macchina Idee per una rilettura Il giardino nella macchina La nuova scienza della vita artificiale Claus Emmeche Bollati Boringhieri, 1996 È possibile la vita artificiale? In che modo gli strumenti offerti dalla

Dettagli

Schede SUA-RD 2011-2013: Istruzioni per l Uso

Schede SUA-RD 2011-2013: Istruzioni per l Uso Schede SUA-RD 2011-2013: Istruzioni per l Uso Breve Introduzione Questo è un documento di lavoro per la composizione delle schede SUA-RD 2011, 2012 e 2013. In questa prima sezione vengono rapidamente ricapitolate

Dettagli

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI 0 IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari - Esodo con il contributo di di Vicenza e Verona quamproject Caritas Diocesana Bellunese, Veronese, Vicentina IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

ARMANDO PERES: «L ITALIA SI MUOVA O PERDERÀ MOLTE OPPORTUNITÀ DI FAR CRESCERE IL BUSINESS CONGRESSUALE».

ARMANDO PERES: «L ITALIA SI MUOVA O PERDERÀ MOLTE OPPORTUNITÀ DI FAR CRESCERE IL BUSINESS CONGRESSUALE». Federcongressi&eventi è l associazione delle imprese e dei professionisti che lavorano nell industria italiana dei convegni, congressi ed eventi: un industria che dà lavoro a 287.741 persone, di cui 190.125

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

, progettati e realizzati in loco ricorrendo alle risorse umane presenti nelle strutture d Ateneo

, progettati e realizzati in loco ricorrendo alle risorse umane presenti nelle strutture d Ateneo PREMESSE In considerazione del cospicuo numero di assunzioni di personale tecnicoamministrativo, recentemente inquadrato nelle diverse strutture di Ateneo, a far data dal 1 gennaio 2007, l Amministrazione

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

1 di 2 04/10/2012 10:12

1 di 2 04/10/2012 10:12 http://fe-mn-andi.mag-news.it/nl/n.jsp?6o.vp.a.a.a.a 1 di 2 04/10/2012 10:12 Numero 4 - Novembre 2010 Il potere degli eletti : come lo interpretano alcuni e cosa ne penso io. Uno dei temi che sicuramente

Dettagli

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Il giorno 23 del mese di aprile dell anno 2013,

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione Bando Fondazione Cariplo Promuovere la Formazione di Capitale Umano di Eccellenza 2012-2014 soggetti coinvolti Libera Università di

Dettagli

Interreg IIIB CADSES. Common best practices in spatial planning for the promotion of sustainable POLYcentric DEVelopment

Interreg IIIB CADSES. Common best practices in spatial planning for the promotion of sustainable POLYcentric DEVelopment Interreg IIIB CADSES Common best practices in spatial planning for the promotion of sustainable POLYcentric DEVelopment POLY.DEV. Seminario Progetti INTERREG III Sala Verde, Palazzo Leopardi - 8 novembre

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI 0 IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari - Esodo con il contributo di Ministero della Giustizia Dipartimento dell Amministrazione Penitenziaria Ufficio di Esecuzione Penale Esterna di Vicenza e Verona

Dettagli

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte.

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. 1. Premessa. La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. La comunità dei docenti e ricercatori dell area di Economia Aziendale, rappresentata dalle società scientifiche

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012 VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Verbale n. 1/2012 Il giorno 20 marzo 2012 alle ore 15.00 presso la sede universitaria di Via dei Caniana n. 2, si

Dettagli

Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale

Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale La biblioteca multiculturale Porta di accesso a una società di culture diverse in dialogo Tutti viviamo in una società sempre più eterogenea. Nel mondo vi

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Linee guida per la compilazione della SUA-RD da parte di docenti, ricercatori, dottorandi e assegnisti

Linee guida per la compilazione della SUA-RD da parte di docenti, ricercatori, dottorandi e assegnisti Linee guida per la compilazione della SUA-RD da parte di docenti, ricercatori, dottorandi e assegnisti Versione 1.1 2 dicembre 2014 Sommario 1 Introduzione... 3 2 Cosa devono fare docenti, ricercatori,

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

FAQ Bando Professori visitatori didattica

FAQ Bando Professori visitatori didattica FAQ Bando Professori visitatori didattica Sommario 1. Qual è l obiettivo principale del bando Professori visitatori didattica? 2. Entro quando è possibile presentare proposta? 3. Chi può presentare domanda?

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università della Ricerca Alta formazione artistica e musicale Accademia di Belle Arti Palermo

Ministero dell Istruzione dell Università della Ricerca Alta formazione artistica e musicale Accademia di Belle Arti Palermo Costumistica Teatrale COG 1 CERNIGLIARO DANIELA. 59 2 PERA MARIA GRAZIA 3 CONSOLE VALENTINA 4 CIPOLLA MARIA ADELE 5 BELLANCA MARIA 56 38.70 36 29 NON COG MANATA ROSARIA 12 COG PIPI FRANCESCA * * non allega

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Didattiche con la LIM

Didattiche con la LIM Didattiche con la LIM Modelli e prospettive Luca Ferrari Dipartimento di Scienze dell Educazione, Università di Bologna Index 1. Scenario 2. Definizione e caratteristiche 3. Un modello didattico problematico

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE Associazione delle Università Europee Copyright 2008 della European University Association Tutti i diritti riservati. I testi possono essere

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1 Indice Presentazione... 1 Livelli di realtà... 5 1. Realtà fisica e realtà fenomenica... 5 2. Annullamento dell identità numerica tra oggetto fisico e oggetto fenomenico... 8 3. Individualità degli oggetti

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015)

CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015) CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015) Si ricorda che le attività di orientamento predisposte per l'anno scolastico 2014/2015 sono state

Dettagli

CODICE DELL URBANISTICA E DELL EDILIZIA

CODICE DELL URBANISTICA E DELL EDILIZIA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Assessorato all Urbanistica, enti locali e personale CODICE DELL URBANISTICA E DELL EDILIZIA SETTEMBRE 2010 Dipartimento Urbanistica e ambiente Servizio Urbanistica e tutela

Dettagli

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS CONFERENCE Institutional archives for research: experiences and projects in open access Istituto Superiore di Sanità Rome, 30/11-1/12 2006 Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS Paola

Dettagli

si riunisce telematicamente il giorno 13 maggio 2015 alle ore 17.30 per la stesura della relazione finale.

si riunisce telematicamente il giorno 13 maggio 2015 alle ore 17.30 per la stesura della relazione finale. PROCEDUM VALUTATIVA DI CHIAMATA RISERVATA PER I.A COPERTUM DI N. 1 POSTO DI PROFESSORE ORDINARIO AI SENSI DELL',ART. 24 CO. 6 DEL -A LEGGE N.240l2010 - PER IL SETTORE CONCORSUALE 10/G1, SETTORE SCIENTIFICO

Dettagli

WORLD. natural. Conoscenza e gestione dei Beni naturali iscritti nella lista del patrimonio mondiale UNESCO (Dolomiti e altri siti montani)

WORLD. natural. Conoscenza e gestione dei Beni naturali iscritti nella lista del patrimonio mondiale UNESCO (Dolomiti e altri siti montani) In collaborazione con Con il patrocinio di università degli studi di Torino WORLD natural HERITAGE MANAGEMENT Paolo Ordigoni - Torri del Vajolet da Passo Santner, 2007 Conoscenza e gestione dei Beni naturali

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna

Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna Il modello Attraverso un modello che valorizza un insieme di dati relativi ai tassi di attività e alla popolazione prevista nel prossimo ventennio

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

CORSI BREVI. Catalogo formativo 2015. /FitzcarraldoFon

CORSI BREVI. Catalogo formativo 2015. /FitzcarraldoFon CORSI BREVI Catalogo formativo 2015 La svolge attività di formazione dal 1989 ed è stata tra i primi in Italia a introdurre percorsi formativi legati al management e al marketing culturale. L'offerta formativa

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Lo strumento per la pianificazione di energia che mostra sia le implicazioni finanziarie che i risultati della decarburazione.

Lo strumento per la pianificazione di energia che mostra sia le implicazioni finanziarie che i risultati della decarburazione. Lo strumento per la pianificazione di energia che mostra sia le implicazioni finanziarie che i risultati della decarburazione. Da dove viene remac... remac è un'iniziativa a seguito del progetto EUCO2

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio GENER-AZIONI PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio Con il sostegno di Circuito Regionale Danza in Sardegna, Associazione Enti Locali

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

SPC Scuola di Process Counseling

SPC Scuola di Process Counseling SPC Scuola di Process Counseling In uno scenario professionale e sociale in cui la relazione è il vero bisogno di individui e organizzazioni, SPC propone un modello scientifico che unisce l attenzione

Dettagli

ELENA. European Local Energy Assistance

ELENA. European Local Energy Assistance ELENA European Local Energy Assistance SOMMARIO 1. Obiettivo 2. Budget 3. Beneficiari 4. Azioni finanziabili 5. Come partecipare 6. Criteri di selezione 7. Contatti OBIETTIVI La Commissione europea e la

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015. Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno

Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015. Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno Liceo statale James Joyce (Linguistico e delle Scienze umane) Ariccia (Roma) Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015 Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno Questionari

Dettagli

Mercoledì 24 ottobre: PORTE APERTE ALLE CELEBRAZIONI TRIESTINE PROGRAMMATE PER LA GIORNATA MONDIALE DELLE NAZIONI UNITE

Mercoledì 24 ottobre: PORTE APERTE ALLE CELEBRAZIONI TRIESTINE PROGRAMMATE PER LA GIORNATA MONDIALE DELLE NAZIONI UNITE COMUNICATO STAMPA 17.10.2007 Con cortese preghiera di diffusione Mercoledì 24 ottobre: PORTE APERTE ALLE CELEBRAZIONI TRIESTINE PROGRAMMATE PER LA GIORNATA MONDIALE DELLE NAZIONI UNITE -Incontro pubblico

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli