sistema per il controllo accessi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "sistema per il controllo accessi"

Transcript

1 Distributed by GUIDA ALLA SCELTA E ALLA PROGETTAZIONE sistema per il controllo accessi lo specialista globale delle infrastrutture elettriche e digitali dell edificio

2 SISTEMA CONTROLLO ACCESSI

3 Indice Introduzione al sistema...p Caratteristiche generali...p 4 Soluzione stand alone...p Caratteristiche generali...p 3 Regole di installazione...p 7 Schemi di collegamento...p 9 Soluzione centralizzata...p Caratteristiche generali...p 3 Regole di installazione...p 9 Schemi di collegamento...p 3 Esempi applicativi Uffici...p 34 Scuole...p 36 Piccole attività commerciali...p 38 Strutture industriali...p 40 Catalogo...p 43 Schede tecniche...p 48 Soluzione stand alone...p 48 Soluzione centralizzata...p 57 Accessori comuni...p 75 Dati dimensionali...p 80 SISTEMA CONTROLLO ACCESSI

4 Guida pratica riservata ai professionisti Installatore Vuoi offrire ai tuoi clienti, per il controllo accessi, delle soluzioni semplici ed adeguate alle loro esigenze professionali e private. Vuoi supportare le tue proposte con esempi specifici per esigenze lavorative o similari. Vuoi avere, inoltre, informazioni tecniche e pratiche per effettuare l installazione. Consulente tecnico Sei un progettista o un installatore di impianti per locali pubblici e privati e ricevi richieste per la gestione dei flussi di persone e per la messa in sicurezza degli accessi nelle diverse aree. Stai ricercando soluzioni per la gestione di scenari complessi. Questa guida ti aiuterà a selezionare o a combinare soluzioni stand alone e centralizzate. Imparerai come selezionare ed installare questi dispositivi. Troverai, in questa guida, applicazioni pratiche. SISTEMA CONTROLLO ACCESSI

5 Perché il controllo degli accessi? Il sistema controllo accessi consente di monitorare i flussi di persone in: Una zona: proprietà, aree chiuse, ecc. Un edificio: centri commerciali, uffici, magazzini di stoccaggio o depositi, edifici pubblici (ospedali, hotels, tribunali, scuole, musei, mostre, sale congressi o cinema/teatri, ecc.). Un locale o area chiusa: ingressi, parcheggi, uffici, magazzini, ripostigli, locali informatici, locali asettici, laboratori, scantinati, ecc. Per adattarsi ad ogni situazione un sistema di controllo accessi deve rispondere a cinque domande dove? In quale area? Quale tipo di accesso (isolato, interno o esterno, locale, edificio, piano, ecc.), per quante porte? perché? Per quale funzione, per chi? Gestione dei visitatori, dei gruppi, del personale e degli eventi. quando? In quali orari? In quali orari l'accesso è consentito o vietato? E per quanto tempo? quanti? Quante persone sono coinvolte? Quanti servizi o reparti? Quante persone compongono i gruppi? Quali visitatori sono autorizzati e quali non autorizzati? come? Quali lettori scegliere? Quale tipo di cablaggio utilizzare? CONSIGLIO La chiave è la prima e la più semplice delle soluzioni d accesso. Ma presto si dimostra inadeguata per la gestione degli accessi. Riprodurre una chiave smarrita o avere a disposizione parecchie chiavi per accessi temporanei di più persone non è facile! Questo è il motivo per adottare la gestione elettronica degli accessi. SISTEMA CONTROLLO ACCESSI 3

6 I punti chiave dell'offerta Legrand Tastiera a codice numerico con lettore badge Tastiera a codice numerico con pulsante di chiamata Lettore di impronte digitali con lettore badge Estetica Gamma: SOLIROC L'offerta Legrand per il controllo degli accessi comprende diversi prodotti: il cliente è libero di scegliere il design più adeguato alle sue necessità o esigenze. Tecnologia Lettore di impronte digitali Lettore badge Tastiera codificata a codice numerico Queste tre moderne tecnologie possono essere utilizzate in modo indipendente o combinato. 4 SISTEMA CONTROLLO ACCESSI

7 Controller per porte Legrand Access System Software Semplicità È disponibile una sola gamma che comprende le soluzioni stand alone e centralizzate. L offerta Legrand per il controllo accessi è facile da installare e da utilizzare. Il software di controllo è intuitivo e facile da utilizzare. Il controller per il sistema centralizzato utilizza l'infrastruttura della rete IP (BTNET sistema di cablaggio strutturato). Flessibilità I lettori centralizzati installati sono in grado di supportare altri controllers presenti sul mercato (Wiegand a 6 bit). Le soluzioni Legrand propongono sistemi ampliabili e duraturi. SISTEMA CONTROLLO ACCESSI 5

8 I 4 livelli di controllo La proposta Legrand 4 Soluzione Centralizzata - gestione multi-site, integrazione con planimetrie 3 Soluzione Centralizzata - gestione orario, cronologia eventi, allarmi antiscassinamento Le soluzioni Soluzione Stand alone - gestione avanzata dei badge con software (smarrimento e furto) Soluzione Stand alone - gestione base dei badge e codici numerici senza software 6 SISTEMA CONTROLLO ACCESSI

9 Soluzione Centralizzata con supervisione real time Livello 4/4 Soluzione Centralizzata Livello 3/4 Stand alone con programmatore di badge Livello /4 Il Software di "supervisione" consente la gestione completa dei badge e la supervisione completa in real-time con l integrazione delle planimetrie. Il software è da acquistare separatamente. Il SW java di configurazione consente (mediante browser) il controllo "on demand" in real-time di tutti i dispositivi. Il software permette di: visualizzare il contenuto della singola centralina, del suo stato, dei badge e dei codici attribuiti e della sicurezza antintrusione. Il software si trova a corredo della centralina. Il SW Badge Manager è utilizzato per creare i badge, associare codici numerici e gestirli completamente off-line (gruppi, profilo utenti, ricreazione badge persi) Il software si trova a corredo del programmatore di badge. Uso dei software Stand alone Livello /4 I badge ed i codici numerici vengono associati direttamente al lettore tramite se stesso. Non servono software. SISTEMA CONTROLLO ACCESSI 7

10 Panoramica delle soluzioni Livello /4 Livello /4 Gestione base dei badge e dei codici numerici senza software Gestione dei codici numerici e gestione avanzata dei badge (software e programmatore badge) dove? in quale luogo? Nessuna limitazione in quanto i varchi sono indipendenti Fino a 56 varchi perché? per quale obiettivo? Gestione accessi utente Gestione accessi utente Gestione di gruppi di utenti Gestione smarrimento/furto badge quando? a che ora? quanti? quale numero? come? quale configurazione? Fino a 00 o 500 utenti Lettori Non gestito Fino a 00 o 500 utenti e gestione gruppi Lettori e Programmatore badge Stand alone I quattro livelli del controllo Stand alone Livello /4 Soluzione Stand alone - gestione base dei badge senza software Stand alone con programmatore di badge Livello /4 Soluzione Stand alone - gestione avanzata dei badge con software (smarrimento e furto) 8 SISTEMA CONTROLLO ACCESSI

11 Livello 3/4 Livello 4/4 Gestione temporizzata degli accessi Tracciatura eventi Tracciatura allarmi antiscassinamento Inserimento manuale dei diritti d'accesso (codici numerici e badge) Supervisione on-demand Gestione temporizzata degli accessi Tracciatura eventi Tracciatura allarmi antiscassinamento Inserimento automatico dei diritti d'accesso (programmatore badge) Supervisione in real time Integrazione con planimetrie Fino a 8 controller o 56 varchi dove? in quale luogo? Gestione accessi utente Gestione dei gruppi di utenti Gestione smarrimento/furto badge Gestione fino a eventi Non gestito Fino a utenti e 64 gruppi Gestione accessi utente Gestione di gruppi di utenti Gestione smarrimento/furto badge Gestione fino a eventi Supervisione installazione in planimetria Profilatura orari di accesso individuali Profilatura orari di accesso di gruppo Tracciatura di tutti gli eventi di accesso perché? per quale obiettivo? quando? a che ora? quanti? quale numero? Lettori* Controller come? quale configurazione? CENTRALIZZATO Soluzione Centralizzata Livello 3/4 Soluzione Centralizzata - gestione orario, cronologia eventi, allarmi antiscassinamento Soluzione Centralizzata con supervisione real time * Elenco non completo: tutti i prodotti Legrand sono illustrati nelle pagine di catalogo Livello 4/4 Soluzione Centralizzata - gestione orario, cronologia eventi, allarmi antiscassinamento - gestione multi-site, integrazione con planimetrie SISTEMA CONTROLLO ACCESSI 9

12 Guida alla scelta della soluzione Ognuna delle soluzioni elencate nelle pagine precedenti si adatta a differenti contesti in funzione di molteplici fattori tra cui: destinazione d uso, layout di installazione, dinamicità degli accessi, numerosità degli utenti. Per semplificare il contesto e facilitare la scelta della soluzione migliore è possibile identificare tre elementi su cui basare la scelta del tipo di sistema: Ognuno di questi tre elementi può essere a sua suddiviso in tre livelli: N utenti: Basso: da a 0 Medio: da 0 a 50 Alto: oltre 50 N di utenti del sistema: rappresenta il numero di codici e/o badge che hanno accesso al sistema Frequenza modifica diritti accesso: Basso: annuale o semestrale Medio: mensile Alto: giornaliera, settimanale Frequenza di modifica dei diritti di accesso: rappresenta la frequenza temporale con cui sono modificati i diritti di accesso (fasce temporali di accesso, cancellazioni, sostituzioni badge, creazione nuovi utenti ) N varchi: Basso: da a 0 Medio: da 0 a 50 Alto: oltre 50 N varchi: rappresenta il numero di varchi del sistema, tastierini numerici, lettori di badge, lettori di impronte digitali; in generale ogni dispositivo di accesso 0 SISTEMA CONTROLLO ACCESSI

13 Sulla base di questa classificazione è possibile suggerire uno schema di massima per la scelta del sistema come segue: Se N utenti: 4 Si consiglia il Livello 4 se: N utenti: ALTO Frequenza modifica diritti accesso: ALTO N varchi: ALTO ALTO Frequenza giorno mese anno N varchi Si consiglia il Livello 3 se: 3 N utenti: MEDIO Frequenza modifica diritti accesso: MEDIO N varchi: MEDIO Frequenza giorno MEDIO mese 3 Si consiglia il Livello se: N utenti: MEDIO Frequenza modifica diritti accesso: BASSO N varchi: BASSO anno N varchi Si consiglia il Livello se: Frequenza giorno N utenti: BASSO BASSO Frequenza modifica diritti accesso: BASSO N varchi: BASSO mese anno N varchi SISTEMA CONTROLLO ACCESSI

14 Controllo accessi stand alone SISTEMA CONTROLLO ACCESSI

15 Soluzioni per il controllo accessi stand alone Le soluzioni stand alone per il controllo accessi sono concepite per garantire la sicurezza dei flussi di persone in piccoli o singoli spazi (sala riunione, ufficio singolo, locale tecnico). Rispondono ad esigenze di controllo di base: creazione/revoca dei diritti di accesso creazione di gruppi di utente gestione smarrimento furto/badge Quindi, dove non è necessaria la supervisione e il controllo dell'intera installazione. Luoghi interessati Porta d'ingresso singola Magazzino Sala informatica Sala riunioni Aree di servizio Vantaggi Semplice da installare Cablaggio ottimale Semplice da programmare Stand alone Livello /4 Soluzione Stand alone - gestione base dei badge senza software Stand alone con programmatore di badge Livello /4 Soluzione Stand alone - gestione avanzata dei badge con software (smarrimento e furto) SISTEMA CONTROLLO ACCESSI 3

16 Funzionamento e installazione Come funziona? Un lettore è definito stand alone quando il badge gestisce le informazioni (per esempio il codice memorizzato e/o i parametri integrati al suo interno: - Gli identificativi (codice, badge) sono letti direttamente dal lettore. - La memoria degli identificativi è integrata nel lettore. - La porta è controllata direttamente dal lettore. Apriporta elettrico o serratura elettromagnetica Come installare il dispositivo? - L'alimentatore è collegato direttamente al lettore. - Il lettore, a sua volta, è collegato al sistema di chiusura (apriporta, serratura elettromagnetica, ecc.) e al pulsante che si trova nell area protetta (per permettere a chi si trova all interno di poter entrare o uscire). Cavo standard (,5 mm ) Alimentatore Lettore controllo accessi Pulsante dove? perché? quando? quanti? come? Da a 56 porte interne o esterne singole. Ascensori, dispositivi di controllo automatici, cancelli, ecc. Gestione di persone o gruppi, smarrimento o furto dei badge. Possibilità di gestire orari o periodi di accesso. Capacità di codificare: fino a 500 utenti e 3 gruppi. Vedere tabella a pagina 4. CONSIGLIO È importante prestare particolare attenzione agli alimentatori del controllo accessi: dove installarli (all'esterno o all'interno), al loro funzionamento (filtrato, stabilizzato o con batteria a tampone), ecc. 4 SISTEMA CONTROLLO ACCESSI

17 Software per la gestione dei badge con programmatore di badge Badge Manager: è il software per la Gestione dei badge Capacità Il programmatore di badge e il software di gestione dei badge permettono la gestione fino a 500 utenti. Funzioni Il lettore di badge, in associazione al relativo software permette un agevole gestione delle anagrafiche utente e dei diritti di accesso: inserimento, modifica, creazione di gruppi. Vantaggi: - Nessun cablaggio tra lettore e computer (risparmio del cablaggio). - Programmazione e modifica dei dati utente semplice e rapida. - Il software è fornito a corredo del programmatore di badge. Vista della schermata del software Legrand Access System per la gestione dei badge Programmatore di badge SISTEMA CONTROLLO ACCESSI 5

18 Scegliere il lettore adeguato - stand alone Da interno e da esterno EXTERNAL Lettore badge Tastiere a codice Tipo di periferica A parete X X X Lunghezza cavi a corredo m m m IK IP Retroilluminazione X X X Buzzer+LED stato porta X X X Alimentazione ( V ) Va.c. / 4 Va.c. Vd.c. / 4 Vd.c. Va.c. / 4 Va.c. Vd.c. / 4 Vd.c. Va.c. / 4 Va.c. Vd.c. / 4 Vd.c. Consumi ( ma ) 0 ma con Va.c. 80 ma con 4 Va.c. 60 ma con Vd.c. 35 ma con 4 Vd.c. 75 ma con Va.c. 5 ma con 4 Va.c. 45 ma con Vd.c. 5 ma con 4 Vd.c. 75 ma con Va.c. 5 ma con 4 Va.c. 45 ma con Vd.c. 5 ma con 4 Vd.c. Distanza lettore 3 cm Numero relè Numero utenti 500 codici in stand alone 00 codici in stand alone 00 codici in stand alone Funzionamento Badge 3,56 Mhz Mifare Codice da 4 a 8 cifre Codice da 4 a 8 cifre 6 SISTEMA CONTROLLO ACCESSI

19 Soluzione stand alone Regole generali di installazione In questa sezione vengono date alcune regole o consigli utili all installazione, al montaggio e su come collegare i vari dispositivi nella soluzione Stand-Alone. Per tutti gli approfondimenti sul funzionamento o la programmazione dei singoli dispositivi fare riferimento alle schede tecniche ed ai fogli istruzioni. Modalità installativa Si consiglia di installare la scatola di derivazione o il centralino nella parte interna dell'edificio o del locale. Al suo interno installare gli accessori di cablaggio ed effettuare i vari collegamenti. Esempio di CABLAGGIO unifilare 30 V± Vac 4 m min 0,9 m max,3 m (*) 3 Legenda ) Centralino o quadro elettrico o scatola di derivazione. Pulsante di apertura porta dall interno dell edificio 3 Lettore badge o tastiera controllo accessi. 4 Serratura elettrica 5 Suoneria supplementare opzionale e solo con SISTEMA CONTROLLO ACCESSI 7

20 Soluzione stand alone Regole generali di installazione Montaggio superficiale Guida alla scelta dell'alimentatore Riassunto dei consumi per scegliere il tipo di alimentatore Codici Consumi ( Vd.c.) quantità somma dei consumi ma Lettori 45 ma ma Serratura elettromagnetica ma Elettroserratura ma Totale= ma da confrontare con gli alimentatori Totale = } ma Tipologia Codici Corrente Filtrato - rettificato A Stabilizzato A con back-up batteria A Norme di riferimento European standards series EN 5033: "Alarm system - Access control systems for use in security applications". - EN A ( ) System requirements - EN (000) General requirements for components. - EN (999) Application guidelines Transferred to the IEC in 00 8 SISTEMA CONTROLLO ACCESSI

21 Schema di collegamento, lettore badge L 30 Vac N 30 Va.c A Interruttore magnetotermico Vd.c. Rosso/Blu Bianco C contatto NC antirimozione LEGENDA A L interruttore magnetotermico deve essere scelto in funzione all assorbimento del carico collegato. B Si consiglia di realizzare i collegamenti alla pulsantiera in un quadro o scatola di derivazione installata all interno dell edificio in area protetta C Si consiglia di utilizzare il contatto antirimozione al fine di proteggere l accesso ai malintenzionati (esempio collegando il contatto al sistema antifurto o sistema di videosorveglianza TVCC ) D In alternativa all elettroserratura (tra C-NO) e possibile utilizzare il dispositivo per bloccaggio porte elettromegnetico E Per i collegamenti vari in bassa tensione si consiglia di utilizzare cavi con sezione minima ad mm. F Il tempo di attivazione della serratura di default è di 5 secondi (range da 55 secondi). Per modificare il tempo consultare il foglio istruzione a corredo del prodotto. E NC C NO Rosso Nero Grigio/Rosa Rosa Viola NC C NO B Blu Marrone V max A max D pulsante per apertura porta dall interno 5 sec F ARTICOLO DESCRIZIONE QUANTITà Alimentatore Lettore badge Elettroserratura SISTEMA CONTROLLO ACCESSI 9

22 Soluzione stand alone Schema di collegamento, tastiera L 30 Vac N 30 Va.c A C Interruttore magnetotermico Vd.c. Rosso/Blu Bianco contatto NC antirimozione LEGENDA A L interruttore magnetotermico deve essere scelto in funzione all assorbimento del carico collegato. B Si consiglia di realizzare i collegamenti alla pulsantiera in un quadro o scatola di derivazione installata all interno dell edificio in area protetta Rosso Nero Blu Marrone pulsante interno per apertura porta C Si consiglia di utilizzare il contatto antirimozione al fine di proteggere l accesso ai malintenzionati (esempio collegando il contatto al sistema antifurto o sistema di videosorveglianza TVCC ) D In alternativa all elettroserratura (tra C-NO) e possibile utilizzare il dispositivo per bloccaggio porte elettromegnetico E Per i collegamenti vari in bassa tensione si consiglia di utilizzare cavi con sezione minima ad mm. F Il tempo di attivazione della serratura di default è di 5 secondi (range da 55 secondi). Per modificare il tempo consultare il foglio istruzione a corredo del prodotto. E NC C NO Grigio/Rosa Rosa Viola NC C NO B V max A max D 5 sec F ARTICOLO DESCRIZIONE QUANTITà Alimentatore Tastiera Elettroserratura 0 SISTEMA CONTROLLO ACCESSI

23 Schema di collegamento, tastiera con pulsante di chiamata Vac L N Va.c. Trasformatore A F Interruttore magnetotermico C contatto NC antirimozione LEGENDA A L interruttore magnetotermico deve essere scelto in funzione all assorbimento del carico collegato. B Si consiglia di realizzare i collegamenti alla pulsantiera in un quadro o scatola di derivazione installata all interno dell edificio in area protetta C Si consiglia di utilizzare il contatto antirimozione al fine di proteggere l accesso ai malintenzionati (esempio collegando il contatto al sistema antifurto o sistema di videosorveglianza TVCC ) D In alternativa all elettroserratura (tra C-NO) e possibile utilizzare il dispositivo per bloccaggio porte elettromegnetico E Per i collegamenti vari in bassa tensione si consiglia di utilizzare cavi con sezione minima ad mm. F Il trasformatore deve essere scelto in funzione alle caratteristiche tecniche della suoneria opzionale. G Il tempo di attivazione della serratura di default è di 5 secondi (range da 55 secondi). Per modificare il tempo consultare il foglio istruzione a corredo del prodotto. Vd.c. E Suoneria 48 V max A max C NC NO NC Verde C Grigio NO Giallo Rosso Nero C NC NO Rosso/Blu Grigio/Rosa Rosa Viola NC C NO Bianco B Blu Marrone V max A max D 5 sec pulsante interno per apertura porta G ARTICOLO DESCRIZIONE QUANTITà Alimentatore Tastiera Elettroserratura SISTEMA CONTROLLO ACCESSI

24 Controllo accessi centralizzato SISTEMA CONTROLLO ACCESSI

25 Soluzioni per il controllo accessi centralizzato Le soluzioni centralizzate di controllo accessi, sono adatte in quegli ambienti dove è necessario un controllo ed una supervisione centralizzata di tutta l'installazione. Oltre ad incorporare tutte le funzionalità delle soluzioni Stand Alone permettono di soddisfare esigenze più sofisticate quali: Tracciatura di tutti gli eventi di accesso Tracciatura di eventuali effrazioni Profilazione temporale degli accessi Supervisione in real time degli eventi del sistema Vantaggi La possibilità di supervisionare, in tempo reale, gli eventi su planimetrie ed avere la panoramica di tutti i flussi di persone. L'ampia offerta di scenari (per esempio: configurazione di automazioni) Accesso all'interoperabilità con altri sistemi, per esempio la videosorveglianza. Soluzione Centralizzata Livello 3/4 Soluzione Centralizzata - gestione orario, cronologia eventi, allarmi antiscassinamento Soluzione Centralizzata con supervisione real time Livello 4/4 Soluzione Centralizzata - gestione orario, cronologia eventi, allarmi antiscassinamento - gestione multi-site, integrazione con planimetrie SISTEMA CONTROLLO ACCESSI 3

26 Funzionamento e installazione Come funziona? Il cuore del sistema di controllo accessi centralizzato è il controller di porta che: - Gestisce i dispositivi di accesso a cui è collegato - Traccia tutti gli identificativi di accesso - Gestisce l'apertura della porta - Invia gli identificativi al PC di supervisione a cui è connesso Controller per porta Cavo standard (,5 mm ) Alimentatore 30V Reti dati LAN Hub Switch Armadio VDI Come installare i dispositivi? - Installare alimentatore e controller per porte all'interno del locale/edificio di cui si desidera controllarel'accesso - Collegare il controller di porta a: - alimentatore - dispositivi di accesso - serratura - rete LAN I controller di porta sono collegati alla rete LAN mediante cablaggio strutturato. Lettore controllo accessi Lettore controllo accessi Pulsante Apriporta elettrico o serratura elettromagnetico Lettore controllo accessi Software per la supervisione dove? perché? quando? quanti? come? Fino a 56 porte interne ed esterne. Gestione dei visitatori, gruppi, gestione e tracciabilità degli eventi, supervisione globale in tempo reale. Possibilità di gestire orari o periodi di accesso, di gestire l'automazione durante i periodi di accesso. Fino a utenti e 64 gruppi. Vedere la tabella a pagina 0. CONSIGLIO Numerosi esempi sono disponibili da pagina 34 di questa brochure. 4 SISTEMA CONTROLLO ACCESSI

27 Software per la gestione centralizzata Software Legrand Access System Consente di monitorare tutti i controller installati nell'impianto. Funzioni: - Riconoscere più lettori (compatibili con protocollo Wiegand) - Gestione dello smarrimento / furto di badge - Gestione degli orari di accesso - Gestione degli eventi - Gestione del programmatore di badge - Gestione sino a utenti - Memorizzazione degli ultimi eventi - Supervisione in tempo reale (in modalità on-line) - Supervisione di una o più planimetrie dell'installazione Ogni controller per porte ha il proprio software pre-installato. Quando usato da solo, il software può essere utilizzato per programmare gli scenari per le due porte collegate, permettendo quindi una gestione semplice ed autonoma. SISTEMA CONTROLLO ACCESSI 5

28 CONSIGLIO Le nostre soluzioni di centralizzazione si basano sull'infrastruttura di rete del vostro progetto. Legrand dispone di una linea di cablaggio strutturato. Per maggiori informazioni contattare il vostro agente BTicino. ARMADIO VDI BTNET controller Art. N hub switch controller Art. N Scegliere il lettore adeguato - centralizzato Da interno e da esterno Tastiera a codice Lettore badge INTE Tipo di periferica A parete X X Lunghezza cavi corredo m 0,5 m IK 0 0 IP Antirimozione (tamper) Retroilluminazione Buzzer+LED stato porta X X Alimentazione (V) 7-4 Vd.c. 5-6 Vd.c. Consumo (ma) 80 ma con Vd.c. 50 ma con 5 Vd.c. 70 ma con 6 Vd.c. Distanza lettore 5 cm Tecnologia Wiegand 6 bit Wiegand 6 bit Wiegand Modalità di funzionamento Codice da 4 a 6 cifre Badge 3,56 MHz Mifare 6 SISTEMA CONTROLLO ACCESSI

29 RNAL Lettore badge ad alta sensibilità Lettori di impronte digitali e lettore badge Tastiera a codice con lettore badge X X X m m m X X X X X X X Vd.c. 9-4 Vd.c. 330 ma con Vd.c. 300 ma con Vd.c. Va.c. / 4 Va.c. Vd.c. / 4 Vd.c. 5 ma con Va.c. 85 ma con 4 Va.c. 70 ma con Vd.c. 35 ma con 4 Vd.c. 70 cm 3 cm 3 cm 6 bit Wiegand 6 bit Wiegand 4, 6 e 34 bit Wiegand Badge a doppia tecnologia - Mifare 3,56 MHz - 5 KHz modalità di riconoscimento: ) lettura e confronto codice memorizzato nel badge Mifare 3,56MHz ) lettura e confronto impronta memorizzata nel lettore modalità di riconoscimento ) lettura e confronto codice memorizzato nel badge Mifare 3,56MHz ) confronto tramite codice da 4 a 8 cifre pre-memorizzato nel lettore SISTEMA CONTROLLO ACCESSI 7

30 Controllo accessi per soluzioni centralizzate Controllo accessi per soluzioni centralizzate Software di gestione e supervisione Il software gestionale art consente una supervisione completa del sistema controllo accessi: - Gestione delle anagrafiche utenti (inserimento, cancellazione, modifica) - Tracciatura di tutti gli eventi di accesso - Tracciatura di allarmi di scassinamento - Gestione di eventi programmatii - Supervisione degli eventi in tempo reale con la visualizzazione delle informazioni sul sinottico dell'installazione. Gestione degli orari Visualizzazione dell'installazione su planimetria 8 SISTEMA CONTROLLO ACCESSI

31 Soluzione centralizzata Regole generali di installazione In questa sezione vengono date alcune regole o consigli utili all'installazione, al montaggio e su come collegare i vari dispositivi nella soluzione Centralizzata. Per tutti gli approfondimenti sul funzionamento o la programmazione dei singoli dispositivi fare riferimento alle schede tecniche ed ai fogli istruzioni. Modalità installativa del singolo lettore Si consiglia d'installare il centralino o il quadro elettrico nella parte interna dell'edificio o del locale. Al suo interno installare gli accessori di cablaggio ed effettuare i vari collegamenti. min 0,9 m max,3 m 0,5 m LEGENDA Centralino o quadro elettrico Pulsante di apertura porta dall'interno dell'edificio 3 Lettore badge o tastiera controllo accessi 4 Serratura elettrica Modalità installativa di più lettori Si consiglia d'installare il centralino o il quadro elettrico nella parte interna dell'edificio o del locale. Al suo interno installare gli accessori di cablaggio ed effettuare i vari collegamenti. LEGENDA Software di gestione Armadio VDI 3 Hub switch 4 Alimentatore 5 Controller per porte 6 Cavo standard 7 Rete VDI 8 Pulsante per apertura porta dall'interno 9 Lettore controllo accessi Centralino o quadro elettrico SISTEMA CONTROLLO ACCESSI 9

32 Soluzione centralizzata Esempio di cablaggio unifilare Apertura porta serratura elettromagnetica Pulsante per apertura porta dall'interno Hub Switch 30 V± Rete VDI Lettore Lettore controllo accessi Controller per porte (massimo porte) Vd.c. Centralino o quadro elettrico Alimentazione Hub Switch Apertura porta serratura elettromagnetica Pulsante per apertura porta dall'interno PC con software di gestione Rete VDI dell'edificio Lettore Lettore controllo accessi Controller per porte (massimo porte) Vd.c. Centralino o quadro elettrico 30 V± Alimentazione Apertura porta serratura elettromagnetica Pulsante per apertura porta dall'interno Hub Switch 30 V± Rete VDI Lettore Lettore controllo accessi Controller per porte (massimo porte) Vd.c. Centralino o quadro elettrico Alimentazione Hub Switch Fino a 8 controller per porte 30 SISTEMA CONTROLLO ACCESSI

33 Guida alla scelta dell'alimentatore Riassunto dei consumi per scegliere il tipo di alimentatore Tabella di corrispondenza tra i cavi dei lettori ed unità di controllo Codici Consumi quantità somma dei consumi Lettori ma ma ma Tastiere ma Tastiere + lettore ma Controller per porte ma Serratura elettromagnetica ma Elettroserratura ma DATO D verde bianco bianco bianco bianco DATO 0 D0 grigio verde verde verde verde LED L giallo arancione marrone marrone marrone GND - nero nero nero nero nero Totale = } ma V + + rosso rosso rosso rosso rosso Totale= ma da confrontare con gli alimentatori Tipologia Codici Corrente Filtrato - rettificato A Stabilizzato A con back-up batteria A Tamper Modo funzionamento P bianco / / / viola 0-V rosso-blu / / / / / blu / / / / / marrone / / / / Nota I consumi riportati in tabella sono calcolati con l'alimentazione a Vd.c. e sono i valori massimi assorbiti dal dispositivo. Attenzione: Il modo funzionamento ci permette di scegliere come viene inviato il comando di apertura porta: - Contatto chiuso (fili uniti) il consenso di apertura avviene con Lettura transponder e codice (funzione OR) - Contatto aperto (fili non uniti) il consenso di apertura avviene con Lettura transponder o codice (funzione AND) Norme di riferimento European standards series EN 5033: "Alarm system Access control systems for use in security applications". - EN A ( ) System requirements. - EN (000) General requirements for components. - EN (999) Application guidelines Transferred to the IEC in 00. SISTEMA CONTROLLO ACCESSI 3

34 Soluzione centralizzata Schema tipico di collegamento di una unità di controllo con lettori ARTICOLO DESCRIZIONE QUANTITà Alimentatore 30 Va.c. Vc.c.,5 A Unità di controllo per la gestione centralizzata Lettore badge da esterno Lettore badge da esterno ad alta sensibilità Tastiera con lettore badge Tastiera numerica Lettore biometrico con lettore badge Elettroserratura Vd.c. 500 ma Dispositivo per bloccaggio porta elettromagnetico Vd.c. 600 ma o 4 Vd.c. 300 ma MGT Interruttore magneto termico 6A Fusibile Fusibile A Fusibile Fusibile A R Relè a Vd.c. R Relè a Vd.c. Hub switch Tabella di corrispondenza tra i cavi dei lettori ed unità di controllo AD ALTRE UNITÀ DI CONTROLLO LAN LAN LAN DATO D verde bianco bianco bianco bianco DATO 0 D0 grigio verde verde verde verde LED L giallo arancione marrone marrone marrone GND - nero nero nero nero nero V + + rosso rosso rosso rosso rosso + Vd.c. Tamper P bianco / / / viola 0-V rosso-blu / / / / Modo / blu / / / / DIODO DIODO C R N4007 C R funzionamento / marrone / / / / N4007 Attenzione: Il modo funzionamento ci permette di scegliere come viene inviato il comando di apertura porta: - Contatto chiuso (fili uniti) il consenso di apertura avviene con Lettura transponder e codice (funzione OR) NC NO F NC NO F - Contatto aperto (fili non uniti) il consenso di apertura avviene con Lettura transponder o codice (funzione AND) L = 0 m max 0,8 mm LEGENDA L = 0 m max A L interruttore magnetotermico deve essere scelto in funzione all assorbimento del carico collegato. 0,8 mm B Si consiglia di realizzare i collegamenti alla pulsantiera in un quadro o scatola di derivazione installata all interno dell edificio un'area protetta. C Si consiglia di utilizzare il contatto di protezione (allarme tamper) al fine di proteggere l accesso ai malintenzionati (esempio collegando il contatto al sistema antifurto, al sistema di videosorveglianza TVCC, a quadri e centralini elettrici, ). La funzione deve essere abilitata tramite la programmazione software sull unità di controllo ed è possibile decidere se la linea di protezione deve essere NC o NO. D In alternativa all elettroserratura (tra C-NO) è possibile utilizzare il dispositivo per bloccaggio porte elettromegnetico (tra C-NC) E Per i vari collegamenti si consiglia di utilizzare la sezione dei cavi come riportato nello schema elettrico. F Relè in corrente continua (Vdc). Queste uscite sono programmabili e sono a disposizione per interfacciare il sistema Controllo Accessi con altre funzioni (esempio, segnali luminosi o attivazioni di scenari domotici a seguito di un accesso). Le uscite sull unità di controllo sono OPEN COLLECTOR. G In alternativa al dispositivo presente nello schema, è possibile utilizzare anche tutti gli altri dispositivi della soluzione centralizzata a catalogo. 3 SISTEMA CONTROLLO ACCESSI

SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI FUNZIONANTE SU RETE LonWorks (ANSI/EIA 709, EN 14908) E CONFORME ALLE DIRETTIVE LonMark DI INTEROPERABILITA.

SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI FUNZIONANTE SU RETE LonWorks (ANSI/EIA 709, EN 14908) E CONFORME ALLE DIRETTIVE LonMark DI INTEROPERABILITA. APICE s.r.l. SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI FUNZIONANTE SU RETE LonWorks (ANSI/EIA 709, EN 14908) E CONFORME ALLE DIRETTIVE LonMark DI INTEROPERABILITA. Descrizione del sistema Luglio 2006 SISTEMA DI CONTROLLO

Dettagli

DESCRIZIONE. Elettrodi per rilevazione acqua. Dimensioni contenitore ca.: 71 (L) x 71 (H) x 30 (P) mm. (Da abbinare a modulo sonda art.

DESCRIZIONE. Elettrodi per rilevazione acqua. Dimensioni contenitore ca.: 71 (L) x 71 (H) x 30 (P) mm. (Da abbinare a modulo sonda art. 1009/001 1009/002D 1009/002S 1009/005D 1009/005S Frontale piatto da 25 mm per serratura e maniglia Personal Lock Frontale destro da 40 mm per serratura e maniglia Personal Lock Frontale sinistro da 40

Dettagli

Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione

Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione WWW.FUHR.DE Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione Le presenti istruzioni dovranno essere trasmesse dall addetto al montaggio all utente MBW24-IT/11.14-8

Dettagli

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE UN SISTEMA INTEGRATO COMUNICAZIONE VERSO L ESTERNO Istituti di vigilanza Invio allarmi con protocollo CONTACT ID Comunicatore PSTN Espansione GSM Telefono

Dettagli

Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa

Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa Indice Sistemi di citofonia e videocitofonia - Tecnologia e qualità... - Installazione più facile e rapida... 4 - I sistemi

Dettagli

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Diagramma di selezione VF KEYF VF KEYF1 VF KEYF2 VF KEYF3 VF KEYF7 VF KEYF AZIONATORI UNITA DI CONTATTO 1 2 21 22 2NO+1NC FD FP

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 Manuale d'istruzioni Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 382280 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato l'alimentatore DC Programmabile 382280 della Extech.

Dettagli

TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE

TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE V.00 AGOSTO 2012 CARATTERISTICHE TECNICHE Il modulo TRACER218 485 è un dispositivo con porta di comunicazione RS485 basata su protocollo MODBUS

Dettagli

2capitolo. Alimentazione elettrica

2capitolo. Alimentazione elettrica 2capitolo Alimentazione elettrica Regole fondamentali, norme e condotte da seguire per gestire l'interfaccia tra la distribuzione elettrica e la macchina. Presentazione delle funzioni di alimentazione,

Dettagli

Interruttori di posizione precablati serie FA

Interruttori di posizione precablati serie FA Interruttori di posizione precablati serie FA Diagramma di selezione 01 08 10 11 1 15 1 0 guarnizione guarnizione esterna in esterna in gomma gomma AZIONATORI 1 51 5 54 55 56 5 leva leva regolabile di

Dettagli

ESEMPI APPLICATIVI. esempi di progettazione ed installazione

ESEMPI APPLICATIVI. esempi di progettazione ed installazione lighting management ESEMPI APPLICATIVI esempi di progettazione ed installazione 2 INDICE LIGHTING MANAGEMENT ESEMPI APPLICATIVI 04 L offerta di BTICINO 05 ORGANIZZAZIONE DELLA GUIDA CONTROLLO LOCALE -

Dettagli

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis 2 Intervento immediato con Bosch Intelligent Video Analysis Indipendentemente da quante telecamere il sistema utilizza, la sorveglianza

Dettagli

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version Sistemi di Rivelazione Incendio FAS-420-TM rivelatori di fumo ad FAS-420-TM rivelatori di fumo ad Per il collegamento alle centrali di rivelazione incendio FPA 5000 ed FPA 1200 con tecnologia LSN improved

Dettagli

Serie 12 - Interruttore orario 16 A. Caratteristiche SERIE 12 12.01 12.11 12.31

Serie 12 - Interruttore orario 16 A. Caratteristiche SERIE 12 12.01 12.11 12.31 Serie - nterruttore orario 16 A SERE Caratteristiche.01.11.31 nterruttore orario elettromeccanico - Giornaliero * - Settimanale ** Tipo.01-1 contatto in scambio 16 A larghezza 35.8 mm Tipo.11-1 contatto

Dettagli

Termometri portatili. Temp 16 RTD Basic. Temp 10 K Basic Per sonde a termocoppia K. Temp 6 Basic

Termometri portatili. Temp 16 RTD Basic. Temp 10 K Basic Per sonde a termocoppia K. Temp 6 Basic Temp 360 Professional Datalogger, per sonde Pt100 RTD - 0,01 C Temp 300 Professional Datalogger, a doppio canale, per sonde a termocoppia K, T, J, B, R, E, S, N Temp 16 RTD Basic Per sonde Pt100 RTD Temp

Dettagli

D-CAM 500 SENSORE PIROELETTRICO CON TELECAMERA AUDIO INTEGRATA MANUALE DI INSTALLAZIONE

D-CAM 500 SENSORE PIROELETTRICO CON TELECAMERA AUDIO INTEGRATA MANUALE DI INSTALLAZIONE D-CAM 500 SENSORE PIROELETTRICO CON TELECAMERA AUDIO INTEGRATA MANUALE DI INSTALLAZIONE 1 MORSETTIERA INTERNA Qui di seguito è riportato lo schema della morsettiera interna: Morsettiera J1 12 V + - N.C.

Dettagli

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE Le apparecchiature di questa serie, sono frutto di una lunga esperienza maturata nel settore dei gruppi di continuità oltre che in questo specifico. La tecnologia on-line doppia conversione, assicura la

Dettagli

Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio

Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio 2 Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Il vostro sistema per la comunicazione al pubblico di facile

Dettagli

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo 86-W Sistema integrato compatto di valvole con I/O elettronici Sistemi personalizzati premontati e collaudati per il pilotaggio del

Dettagli

Manuale istruzioni. 01942 Comunicatore GSM-BUS

Manuale istruzioni. 01942 Comunicatore GSM-BUS Manuale istruzioni 01942 Comunicatore GSM-BUS Indice 1. Descrizione 2 2. Campo di applicazione 2 3. Contenuto della confezione 2 4. Vista frontale 3 5. Funzione dei tasti e led 4 6. Operazioni preliminari

Dettagli

Brushless. Brushless

Brushless. Brushless Motori Motori in in corrente corrente continua continua Brushless Brushless 69 Guida alla scelta di motori a corrente continua Brushless Riduttore 90 Riddutore Coppia massima (Nm)! 0,6,7 30 W 5,5 max.

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali

FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali Sistemi di Rivelazione Incendio FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali Per il collegamento a centrali di rivelazione incendio

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE LIMITED WARRANTY EDILIZIA VERTICALE Wolly 2 La centrale che per la sua versatilità di installazione ha rivoluzionato il concetto di aspirapolvere centralizzato, consentendo la sua installazione anche nei

Dettagli

Citofono senza fili. Installazione. ed uso. (fascicolo staccabile all interno)

Citofono senza fili. Installazione. ed uso. (fascicolo staccabile all interno) Citofono senza fili Installazione ed uso (fascicolo staccabile all interno) Sommario Presentazione... 3 Descrizione... 4 La postazione esterna... 4 La placca esterna... 4 Il quadro elettronico... 4 La

Dettagli

Attivatore Telefonico GSM

Attivatore Telefonico GSM Part. U1991B - 10/09-01 PC Attivatore Telefonico GSM art. F462 Istruzioni d uso INFORMAZIONI PER LA SICUREZZA L'impiego dell'attivatore GSM art. F462 in componenti o sistemi per supporto vita non è consentito

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente 1 Sommario 1 Introduzione... 3 1.1 Accesso al Self Care Web di Rete Unica... 4 2 Servizi Aziendali... 6 2.1 Centralino - Numero

Dettagli

Facil, Arc Automazioni a braccio per cancelli a battente

Facil, Arc Automazioni a braccio per cancelli a battente ITA Automazioni a braccio per cancelli a battente TM Advanced entrance technology Facil - Arc La soluzione ideale per le situazioni complesse Semplicità e versatilità sono le parole che meglio descrivono

Dettagli

Perché un software gestionale?

Perché un software gestionale? Gestionale per stabilimenti balneari Perché un software gestionale? Organizzazione efficiente, aumento della produttività, risparmio di tempo. Basato sulle più avanzate tecnologie del web, può essere installato

Dettagli

ABB i-bus KNX Accoppiatore di linea LK/S 4.2 Manuale del prodotto

ABB i-bus KNX Accoppiatore di linea LK/S 4.2 Manuale del prodotto Accoppiatore di linea LK/S 4.2 Manuale del prodotto Indice Indice Pagina 1 Generale... 3 1.1 Uso del manuale del prodotto...3 1.1.1 Struttura del manuale del prodotto...3 1.1.2 Note...4 1.2 Panoramica

Dettagli

The Future Starts Now. Termometri portatili

The Future Starts Now. Termometri portatili Termometri portatili Temp 70 RTD Professional Datalogger, per sonde Pt100 RTD 0,01 C da -99,99 a +99,99 C 0,1 C da -200,0 a +999,9 C Temp 7 RTD Basic Per sonde Pt100 RTD 0,1 C da -99,9 a +199,9 C 1 C da

Dettagli

Controllo industriale SE-609

Controllo industriale SE-609 Controllo industriale SE-609 Controllo e visualizzazione uniti come soluzione per l automazione con comandi mediante touch Controlli industriali all avanguardia per impianti per il trattamento termico

Dettagli

Oscilloscopi serie WaveAce

Oscilloscopi serie WaveAce Oscilloscopi serie WaveAce 60 MHz 300 MHz Il collaudo facile, intelligente ed efficiente GLI STRUMENTI E LE FUNZIONI PER TUTTE LE TUE ESIGENZE DI COLLAUDO CARATTERISTICHE PRINCIPALI Banda analogica da

Dettagli

Telefono Sirio lassico

Telefono Sirio lassico GUIDA USO Telefono Sirio lassico 46755H Aprile 2013 3 Indice INTRODUZIONE...1 CARATTERISTICHE TECNICHE E FUNZIONALI...1 CONTENUTO DELLA CONFEZIONE...1 INSTALLAZIONE...2 DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO...3

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli

Caratteristiche principali

Caratteristiche principali Il regolatore semaforico Hydra nasce nel 1998 per iniziativa di CTS Engineering. Ottenute le necessarie certificazioni, già dalla prima installazione Hydra mostra sicurezza ed affidabilità, dando avvio

Dettagli

Centralina rivelazione e spegnimento

Centralina rivelazione e spegnimento Centralina rivelazione e spegnimento 3 zone rivelazione e 1 zona spegnimento Certificata CPD in accordo alle EN 12094-1:2003, 54-2 e 54-4 Manuale D uso 1 INTRODUZIONE 4 1.1 Scopo del manuale 4 1.2 Prima

Dettagli

CATALOGO 2010 MAS. Nuovi quadri ad uso medico

CATALOGO 2010 MAS. Nuovi quadri ad uso medico CATALOGO 2010 MAS Nuovi quadri ad uso medico INDICE NUOVI QUADRI PER LOCALI AD USO MEDICO 2 TUTTI I VANTAGGI DELLA GAMMA MAS 4 NUOVI SORVEGLIATORI E PANNELLI RIPETITORI 6 CATALOGO 8 INFORMAZIONI TECNICHE

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

VAV-EasySet per VARYCONTROL

VAV-EasySet per VARYCONTROL 5/3.6/I/3 per VARYCONTROL Per la sanificazione di regolatori di portata TROX Italia S.p.A. Telefono 2-98 29 741 Telefax 2-98 29 74 6 Via Piemonte 23 C e-mail trox@trox.it 298 San Giuliano Milanese (MI)

Dettagli

domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco

domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m ista rappresenta l'alternativa economica per molte possibilità applicative. Essendo un contatore

Dettagli

MODULO TERMOSTATO A PANNELLO VM148

MODULO TERMOSTATO A PANNELLO VM148 MODULO TERMOSTATO A PANNELLO VM148 Modulo termostato a pannello 4 COLLEGAMENTO 9-12V DC/ 500mA L1 L2 ~ Riscaldatore/Aria condizionata Max. 3A Max. 2m Sensore di temperatura Per prolungare il sensore, utilizzare

Dettagli

Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1. Manuale utente

Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1. Manuale utente Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1 Manuale utente Indice Avvisi di Sicurezza... 2 1 Introduzione... 3 2 Caratteristiche Generali... 3 3 Ricevimento e Collocazione... 4

Dettagli

Avviatore d emergenza 12-24 Volts 4500-2250 A

Avviatore d emergenza 12-24 Volts 4500-2250 A 443 00 49960 443 00 49961 443 00 49366 443 00 49630 443 00 49963 443 00 49964 443 00 49965 976-12 V 2250 A AVVIATORE 976 C-CARICATORE AUTOM. 220V/RICAMBIO 918 BATT-BATTERIA 12 V 2250 A/RICAMBIO 955 CAVO

Dettagli

Progetti reali con ARDUINO

Progetti reali con ARDUINO Progetti reali con ARDUINO Introduzione alla scheda Arduino (parte 2ª) ver. Classe 3BN (elettronica) marzo 22 Giorgio Carpignano I.I.S. Primo LEVI - TORINO Il menù per oggi Lettura dei pulsanti Comunicazione

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

Centrali Serie ETR. Generazione tecnologica avanzata. elmospa.com Global Security Solutions

Centrali Serie ETR. Generazione tecnologica avanzata. elmospa.com Global Security Solutions Centrali Serie ETR Generazione tecnologica avanzata elmospa.com Global Security Solutions Massima integrazione Con il sistema ETR G2 EL.MO. lancia una nuova sfida nella gestione integrata di applicazioni

Dettagli

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07 TB-SMS Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso Ver. 1.6.10 31/07/07 MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore TB-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili

Dettagli

Il software per la gestione smart del Call Center

Il software per la gestione smart del Call Center Connecting Business with Technology Solutions. Il software per la gestione smart del Call Center Center Group srl 1 Comunica : per la gestione intelligente del tuo call center Comunica è una web application

Dettagli

AUDIOSCOPE Mod. 2813-E - Guida all'uso. Rel. 1.0 DESCRIZIONE GENERALE.

AUDIOSCOPE Mod. 2813-E - Guida all'uso. Rel. 1.0 DESCRIZIONE GENERALE. 1 DESCRIZIONE GENERALE. DESCRIZIONE GENERALE. L'analizzatore di spettro Mod. 2813-E consente la visualizzazione, in ampiezza e frequenza, di segnali musicali di frequenza compresa tra 20Hz. e 20KHz. in

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

VIP X1/VIP X2 Server video di rete

VIP X1/VIP X2 Server video di rete VIP X1/VIP X2 Server video di rete IT 2 VIP X1/VIP X2 Guida all'installazione rapida Attenzione Leggere sempre attentamente le misure di sicurezza necessarie contenute nel relativo capitolo del manuale

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino TITOLO ESPERIENZA: Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino PRODOTTI UTILIZZATI: OBIETTIVO: AUTORE: RINGRAZIAMENTI: Interfacciare e controllare un modello di nastro trasportatore

Dettagli

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I)

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) 5. MOTORE ELETTRICO 2 Generalità 2 CONFIGURAZIONE PART-WINDING 2 CONFIGURAZIONE STELLA-TRIANGOLO 3 Isolamento del motore elettrico 5 Dispositivi di

Dettagli

ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali

ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali /2 Introduzione /5 Norme di riferimento e interruttori magnetotermici /6 Trasformatore d isolamento e di sicurezza / Controllore d isolamento e pannelli di controllo

Dettagli

Distributore per la Campania : Centro Sicurezza Campano di Marcello Cioffi Via Ben Hur 74-80126 Napoli Tel. sede 081 7679155 / email :

Distributore per la Campania : Centro Sicurezza Campano di Marcello Cioffi Via Ben Hur 74-80126 Napoli Tel. sede 081 7679155 / email : Distributore per la Campania : Centro Sicurezza Campano di Marcello Cioffi Via Ben Hur 74-80126 Napoli Tel. sede 081 7679155 / email : info@sicurezzacsc.it sito : www.sicurezzacsc.it 2 NEXTtec progetta

Dettagli

DEFENDER HYBRID. Sistema antintrusione ibrido wireless e filare. fracarro.com

DEFENDER HYBRID. Sistema antintrusione ibrido wireless e filare. fracarro.com DEFENDER HYBRID Sistema antintrusione ibrido wireless e filare Il sistema Un sistema completamente nuovo e flessibile Impianto filare o wireless? Da oggi Defender Hybrid Defender Hybrid rivoluziona il modo

Dettagli

G722/... G723/... G723H/... G724/... G725/...

G722/... G723/... G723H/... G724/... G725/... F80/MC F80/MCB F80/MMR F80/SG F80/SGB F7FA0AP-0W0 F9H0AP-0W0 = Led indicazione di guasto per cortocircuito = Led Indicazione di guast o verso terra = Pulsante interfaccia utente = Indicazione sezionamento

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

Dell Smart-UPS 1500 3000 VA

Dell Smart-UPS 1500 3000 VA Dell Smart-UPS 100 000 VA 0 V Protezione interattiva avanzata dell'alimentazione per server e apparecchiature di rete Affidabile. Razionale. Efficiente. Gestibile. Dell Smart-UPS, è l'ups progettato da

Dettagli

1. Instruzioni d uso 2

1. Instruzioni d uso 2 1. Instruzioni d uso 2 1.0 Prefazione Leggere attentamente queste instruzione d uso per utilizzare in modo ottimale tutte le funzioni dell interruttore orario. Il progetto di questo interruttore orario

Dettagli

CE 100-8. CENTRALE FILO E RADIO (48 bit) MANUALE DI INSTALLAZIONE (VERSIONE 6.31)

CE 100-8. CENTRALE FILO E RADIO (48 bit) MANUALE DI INSTALLAZIONE (VERSIONE 6.31) CE 100-8 CENTRALE FILO E RADIO (48 bit) MANUALE DI INSTALLAZIONE (VERSIONE 6.31) AVVERTENZE Si ricorda che l installazione del prodotto deve essere effettuata da personale Specializzato. L'installatore

Dettagli

CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO

CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO VALIDO PER MOD. DTCHARGE E 1000 CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO LEGGERE CON CURA IN OGNI SUA PARTE PRIMA DI ALIMENTARE TOGLIAMO IL COPERCHIO, COSA FARE?? Il DTWind monta alternatori tri fase. Ne consegue

Dettagli

Alimentazione Switching con due schede ATX.

Alimentazione Switching con due schede ATX. Alimentazione Switching con due schede ATX. Alimentatore Switching finito 1 Introduzione...2 2 Realizzazione supporto...2 3 Realizzazione Elettrica...5 4 Realizzazione meccanica...7 5 Montaggio finale...9

Dettagli

DC AC POWER INVERTERS ONDA SINOSOIDALE PURA AP12-1000NS / AP12-1500NS AP24-1000NS / AP24-1500NS LIBRETTO PER LA MESSA IN SERVIZIO E L UTILIZZO

DC AC POWER INVERTERS ONDA SINOSOIDALE PURA AP12-1000NS / AP12-1500NS AP24-1000NS / AP24-1500NS LIBRETTO PER LA MESSA IN SERVIZIO E L UTILIZZO DC AC POWER INVERTERS ONDA SINOSOIDALE PURA AP12-1000NS / AP12-1500NS AP24-1000NS / AP24-1500NS LIBRETTO PER LA MESSA IN SERVIZIO E L UTILIZZO - PRECAUZIONI DI SICUREZZA - LEGGERE ATTENTAMENTE PRIMA DELL

Dettagli

LEGGERE TUTTE LE INDICAZIONI PRIMA DI AVVIARSI ALL INSTALLAZIONE

LEGGERE TUTTE LE INDICAZIONI PRIMA DI AVVIARSI ALL INSTALLAZIONE Iniezione + Accensione 2008-2012 Husqvarna Modelli con Centralina MIKUNI Istruzioni di Installazione LISTA DELLE PARTI 1 Power Commander 1 Cavo USB 1 CD-ROM 1 Guida Installazione 2 Adesivi Power Commander

Dettagli

Mobilità elettrica: sistemi di ricarica e componenti

Mobilità elettrica: sistemi di ricarica e componenti Mobilità elettrica: sistemi di ricarica e componenti Italia Tipo 2 con e senza shutter. Solo da MENNEKES. Colonnine di ricarica, stazioni di ricarica a parete e Home Charger con tipo 2 e shutter: Tutto

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione.

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Indice Trovare le informazioni necessarie... 3 Ripristino e backup... 4 Cos'è il ripristino

Dettagli

Manager BM-MA Antifurto 24h/365d per Pannelli Fotovoltaici e Cavi DC

Manager BM-MA Antifurto 24h/365d per Pannelli Fotovoltaici e Cavi DC Manager BM-MA Antifurto 24h/365d per Pannelli Fotovoltaici e Cavi DC SPECIFICHE TECNICHE Il Manager BM-MA è un apparato multifunzione antifurto sia per pannelli fotovoltaici che cassette di parallelo,

Dettagli

feeling feeling rf Bedienungsanleitung Operating Manual Mode d emploi Instruzioni per l uso Instrucciones de uso Manual de instruções

feeling feeling rf Bedienungsanleitung Operating Manual Mode d emploi Instruzioni per l uso Instrucciones de uso Manual de instruções feeling feeling rf D GB F E P NL CZ Bedienungsanleitung Operating Manual Mode d emploi nstruzioni per l uso nstrucciones de uso Manual de instruções Bedieningshandleiding Návod k obsluze 2 42 82 122 162

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

LISTINO PREZZI ARMADI GESTIONE CHIAVI

LISTINO PREZZI ARMADI GESTIONE CHIAVI LISTI INO PREZZI ARMADI GESTIONE CHIAVI APRILE 2012 APICE Listino Prezzi 04/2012 Indice dei contenuti ARMADI GESTIONE CHIAVI... 3 1. KMS... 4 1.1. ARMADI KMS COMPLETI DI CENTRALINA ELETTRONICA E TOUCH

Dettagli

Videocitofonia a colori con cablaggio a 2 fili

Videocitofonia a colori con cablaggio a 2 fili IT MANUALE TECNICO MT SBC 0 Videocitofonia a colori con cablaggio a fili Assistenza tecnica Italia 046/750090 Commerciale Italia 046/75009 Technical service abroad (+9) 04675009 Export department (+9)

Dettagli

Descrizione del prodotto

Descrizione del prodotto Dati tecnici 2CDC501067D0901 ABB i-bus KNX Descrizione del prodotto Gli alimentatori di linea KNX con bobina integrata generano e controllano la tensione del sistema KNX (SELV). Con la bobina integrata

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intel igente per control are i punti vendita: sorveglianza IP

DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intel igente per control are i punti vendita: sorveglianza IP DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intelligente per controllare i punti vendita: sorveglianza IP Guida descrittiva dei vantaggi dei sistemi di gestione e di sorveglianza IP per i responsabili dei punti vendita

Dettagli

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM 1 Stato del combinatore direttamente sul display della Consolle XM Interrogazione credito residuo tramite SMS e inoltro SMS ricevuti Messaggi di allarme pre-registrati Completa integrazione con centrali

Dettagli

Interfacce 24 V AC/DC con relé e zoccolo

Interfacce 24 V AC/DC con relé e zoccolo Interfacce V /D con relé e zoccolo ± Interfacce a giorno con comune ingresso negativo o positivo e comune contatti unico odice 0 0 0 0 0 0 0 00 V ± 0% V /D V /D V /D V /D V /D V /D V /D V /D contatti 0

Dettagli

Manuale di utilizzo centrale ST-V

Manuale di utilizzo centrale ST-V Accessori 1 Capitolo I : Introduzione 2 1.1 Funzioni 2 1.2 Pannello_ 5 1.3 I CON 5 Capitolo II : Installazione e connessione 6 2.1 Apertura della confezione 6 2.2 Installazione del pannello_ 6 2.3 Cablaggio

Dettagli

Manuale di installazione e d uso

Manuale di installazione e d uso Manuale di installazione e d uso 1 Indice Installazione del POS pag. 2 Funzionalità di Base - POS Sagem - Accesso Operatore pag. 2 - Leggere una Card/braccialetto Cliente con il lettore di prossimità TeliumPass

Dettagli

AUTOMAZIONE DI FABRICA IDENTIFICAZIONE DEI CODICI 1D E 2D LETTORI PORTATILI DI CODICI DATA MATRIX

AUTOMAZIONE DI FABRICA IDENTIFICAZIONE DEI CODICI 1D E 2D LETTORI PORTATILI DI CODICI DATA MATRIX AUTOMAZIONE DI FABRICA IDENTIFICAZIONE DEI CODICI 1D E 2D LETTORI PORTATILI DI CODICI DATA MATRIX ADATTATO PER QUALSIASI APPLICAZIONE DISPOSITIVI PORTATILI DI PEPPERL+FUCHS SICUREZZA INTRINSECA I lettori

Dettagli

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme.

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme. Guida operatore del registratore TruVision Vista Live Sull immagine live dello schermo vengono visualizzati laa data e l ora corrente, il nome della telecamera e viene indicato se è in corso la registrazione.

Dettagli

Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16

Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo

Dettagli

LIBRETTO D ISTRUZIONI

LIBRETTO D ISTRUZIONI I LIBRETTO D ISTRUZIONI APRICANCELLO SCORREVOLE ELETTROMECCANICO girri 130 VISTA IN SEZIONE DEL GRUPPO RIDUTTORE GIRRI 130 ELETTROMECCANICO PER CANCELLI SCORREVOLI COPERCHIO COFANO SUPPORTO COFANO SCATOLA

Dettagli

Il gruppo emettitore di biglietti - piantana, è studiatoin modo da consentire l uso del sistema, anche a persone diversamente abili.

Il gruppo emettitore di biglietti - piantana, è studiatoin modo da consentire l uso del sistema, anche a persone diversamente abili. Made in Italy Sistemi gestione code MS32 Il sistema può utilizzare : - la documentazione eventi, numero di operazioni per servizio e postazione e dei tempi medi di attesa, con il programma MSW - il servizio

Dettagli

Galaxy Dimension. Manuale di installazione. Honeywell Security

Galaxy Dimension. Manuale di installazione. Honeywell Security Galaxy Dimension Manuale di installazione Honeywell Security Sommario Sommario INTRODUZIONE... 1-1 Varianti disponibili... 1-1 SEZIONE 1: CONFIGURAZIONE RAPIDA... 1-3 SEZIONE 2: ARCHITETTURA DI SISTEMA...

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN

MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN Sistemi di Rivelazione Incendio MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN Proprietà del rivelatore adatte all'utilizzo in ambienti interni Regolazione

Dettagli

Altoparlante da soffitto LC4 ad ampio angolo Massima compattezza, maggior impatto.

Altoparlante da soffitto LC4 ad ampio angolo Massima compattezza, maggior impatto. Altoparlante da soitto LC4 ad ampio angolo Massima compattezza, maggior impatto. 2 Altoparlante da soitto LC4 ad ampio angolo Compatto, dalla qualità e copertura senza uguali Ampio angolo di apertura per

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Alto II Telefono Mobile. Manuale d'utilizzazione

Alto II Telefono Mobile. Manuale d'utilizzazione Alto II Telefono Mobile Manuale d'utilizzazione 1 Preambolo Copyright 2011 Gold GMT SA Tous droits réservés momento senza notificazione preliminare. La riproduzione, il trasferimento o lo stoccaggio del

Dettagli

DUE FILI PLUS. Con Due Fili Plus la videocitofonia può arrivare molto lontano.

DUE FILI PLUS. Con Due Fili Plus la videocitofonia può arrivare molto lontano. DUE FILI PLUS Con Due Fili Plus la videocitofonia può arrivare molto lontano. Abbiamo aumentato le performance, le distanze, le possibilità di dialogo. Da oggi con la nuova tecnologia Due Fili Plus si

Dettagli

Istruzioni per l uso Sartorius

Istruzioni per l uso Sartorius Istruzioni per l uso Sartorius Descrizione dell interfaccia per le bilance Entris, ED, GK e GW Indice Impiego previsto Indice.... 2 Impiego previsto.... 2 Funzionamento.... 2 Uscita dati.... 3 Formato

Dettagli