Sotto-voci. Emancipazione femminile in Sud Africa tra scrittura e oralità

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sotto-voci. Emancipazione femminile in Sud Africa tra scrittura e oralità"

Transcript

1 Sotto-voci. Emancipazione femminile in Sud Africa tra scrittura e oralità 1. Introduzione 2. Pietre miliari: Olive Schreiner e Nadine Gordimer 3. Tre romanzi, tre mondi 4. Due generazioni di donne a confronto 5. Uomini che raccontano donne per immagini 6. Radio, letteratura, cinema: Antjie Krog e Country of my skull 7. Da Miriam Makeba a Natalia Molebatsi 8. Conclusione 1

2 Introduzione Nel giugno 2009, in occasione della Confederation Cup che si teneva in Sud Africa, un giornalista sportivo al seguito della nazionale di calcio, aprì un suo servizio televisivo stupendosi del clima invernale con cui Pretoria aveva accolto la delegazione italiana. Non ricordava, o non sapeva, che il Sud Africa si trova nell emisfero meridionale, e che l estate australe corrisponde alla nostra stagione più fredda. Questo è un piccolo aneddoto che fa comprendere come molti abbiano del Sud Africa una conoscenza geografica, ma anche storica e culturale approssimativa. Il Sud Africa è un paese geograficamente ed economicamente importante, culturalmente vivace tanto che negli ultimi venti anni ha vinto due premi Nobel per la Letteratura, due Academy Award e un Orso d oro al Festival del cinema di Berlino. Oltre ai riconoscimenti prestigiosi sopra citati, ci sono ulteriori gradazioni di espressioni culturali che meritano di essere portate alla luce e all attenzione della storia. Tra esse tutte quelle che hanno dato voce alle donne sudafricane, presenze importanti nella storia del loro paese ma spesso silenziose e defilate, per scelta o costrizione. Letteratura, cinema, musica, radio e tradizioni orali millenarie, sono modalità fondamentali attraverso le quali l universo femminile sudafricano ha individuato e comunicato al mondo quel riconoscimento sociale e civile che meritava. Questa tesi si occuperà quindi dell emancipazione femminile in Sud Africa nel XX secolo fino ad arrivare al primo decennio del XXI. Si tratta di un periodo di tempo ricchissimo di eventi storici 1. Il 31 maggio 1902 con la firma della pace di Pretoria terminò la guerra anglo-boera. Si chiuse così uno dei conflitti più impegnativi per la Gran Bretagna dal tempo delle guerre napoleoniche: costò più di duecento milioni di sterline, vide impegnati nei combattimenti 420mila uomini, 22mila dei quali persero la vita, seimila sul campo di battaglia e 16mila per malattia e per le ferite riportate. 1 Hermann Giliomee, The Afrikaners: Bibiography of a People, London, Hurst, Leonard Thompson, A History of South Africa, New Haven London, Yale University Press,

3 I boeri dal canto loro impegnarono sul campo circa ottantamila uomini compresi i tremila volontari provenienti dall Europa 2 e 13mila afrikaners del Capo e del Natal, persero settemila uomini in battaglia o per le ferite riportate, ma soprattutto dovettero fare i conti con una cifra spaventosa di donne e bambini morti nei campi di concentramento inglesi 3. Stime approssimative invece parlano di circa 18mila morti tra i nativi: ma nonostante i loro grandi sacrifici in termini di vite umane e di impegno concreto nel conflitto, soprattutto al fianco degli inglesi, le comunità di nativi nel dopoguerra non riscontrarono che peggioramenti nella loro vita quotidiana. Il periodo postbellico fu caratterizzato dalla ricerca della forma costituzionale migliore per il Sud Africa: si decise per l Unione, modalità che prevedeva uno stato unitario con governo centrale da cui dipendevano le autorità provinciali. Il 31 maggio 1910, giorno dell ottavo anniversario della firma della pace di Pretoria, entrò in vigore il South African Act e nacque l Unione del Sud Africa, aggregazione delle quattro province di Natal, Transvaal, Provincia del Capo e Orange Free State. Successivamente, lo scoppio dei due conflitti mondiali creò non pochi problemi al fragile equilibrio che si era creato tra le forze politiche boere e inglesi. Il Sud Africa partecipò alla Grande guerra a fianco del Regno Unito, così come accadde per il Secondo conflitto mondiale. Ma nel frattempo, l 11 dicembre 1931 con la firma dello Statuto di Westminster, il Sud Africa aveva ottenuto l indipendenza, e in occasione dello scoppio della Seconda guerra mondiale, la situazione si esacerbò. Una parte dei boeri, infatti, simpatizzò apertamente per la Germania nazista, nelle cui rapide conquiste vide la possibilità di sconfitta per l Inghilterra: in tal caso Impero e Commonwealth si sarebbero disgregati, offrendo così agli afrikaner l occasione di costruire una nazione che ricalcasse i principi delle vecchie repubbliche boere. Non a caso le prime elezioni del dopoguerra, tenutesi nel maggio del 1948, vennero vinte dal National Party, partito afrikaner che riuscì a catalizzare i voti di tutto l elettorato bianco, boero e inglese, assicurando il mantenimento di una politica di stretta segregazione e protezione ai lavoratori bianchi nei confronti di una possibile competizione lavorativa urbana dei neri, ribadendo la volontà che l Unione rimanesse a far parte del Commonwealth, e affermando di voler concedere uguali diritti a tutti i bianchi. Una volta al potere, il governo istituzionalizzò ciò che prima di tale 2 Tra essi ricordiamo anche il manipolo di italiani comandato dal conte Camillo Ricchiardi. Si veda Teobaldo Filesi, Italia e italiani nella guerra anglo-boera, Roma, Le cifre esatte delle perdite subite dai boeri nei campi di concentramento oscillano tra le 18mila e le 28mila persone. A.C. Martin, The Concentration Camps : Facts, Figures and Fables, Cape Town, 1957, pag 31. 3

4 data era un atteggiamento generalizzato, supportato da leggi coloniali inglesi e abitudine: la segregazione divenne apartheid. Apartheid è una parola afrikaans che può essere tradotta in italiano con sviluppo separato. Il significato letterale spiega con immediatezza lo scopo di questa politica: ridurre al minimo i contatti tra le due comunità per ottimizzare il progresso dei bianchi 4. Per quattro decenni la politica razzista attuata dai governi afrikaner che si succedettero portò il paese sull orlo del baratro: la lotta dei movimenti di opposizione della comunità nera (African National Congress, Inkhata Freedom Party e Black Consciousness) si fece sempre più serrata così come la repressione governativa. Solamente a partire dalla seconda metà degli anni 80 l isolamento internazionale 5 e le pressioni dell opinione pubblica mondiale favorirono il lento e i- neluttabile collasso del sistema. Nel biennio con l elezione a primo ministro di Willem Frederick De Klerk e con la liberazione del leader dell Anc Nelson Mandela iniziò un periodo di riforme che portò alle prime elezioni libere e multirazziali tenutesi il 27 aprile Mandela divenne così il primo presidente del neo nato Sud Africa democratico. Il nuovo Sud Africa riuscì a stupire il mondo e forse anche se stesso, dapprima affrontando il suo passato grazie ai lavori della Commissione per la verità e la riconciliazione (Truth and Reconciliation Commission - Trc) e poi dandosi una delle costituzioni più liberali e democratiche al mondo. La Trc non era un organo giudiziario, non aveva il potere di emanare un verdetto ma poteva inviare le sue conclusioni alla polizia. Era un organismo al quale ci si presentava per confessare i crimini commessi durante l apartheid 6 e chiedere l amnistia. Attraverso una piena ammissione delle proprie colpe, gli imputati avrebbero ottenuto il perdono dello Stato e di conseguenza di tutti i cittadini sudafricani. I risultati del lavoro della commissione furono pubblicati il 28 ottobre 1998: 4 Già in questa breve frase ci sono alcuni punti da chiarire. In realtà, nel Population Registration Act del 1950, che divideva la popolazione in base alla razza di appartenenza, i sudafricani erano classificati come bianchi, coloured e nativi; quindi la discriminazione non colpiva solamente i neri, ma tutti i non-bianchi. Successivamente furono istituiti altri sottogruppi etnici di appartenenza: indiani, cinesi, griqua e malesi del Capo. Curiosamente i giapponesi erano ritenuti bianchi onorari. Bisogna inoltre ricordare che l ottimizzazione era rivolta soprattutto agli afrikaners e non ai bianchi aventi diverse origini. 5 Nel febbraio 1960 con il Wind of changes speech il Primo Ministro inglese Harold Macmillan fece capire che la Gran Bretagna non si sarebbe opposta all imminente decolonizzazione dell Africa (iniziata nel 1957 con l indipendenza del Ghana, ex Costa d Oro), e che, quindi, non avrebbe più difeso la politica razzista del Sud Africa. Il 31 maggio 1961 il Sud Africa divenne una repubblica e abbandonò il Commonwealth. Le sanzioni dell Onu divennero sempre più pesanti, soprattutto quelle contenute nella risoluzione A\RES\40\64 Policies of Apartheid of the Governament of South Africa (10 December 1985). Daniel Wilhelmus Kruger, The Making of a Nation: the History of the Union of South Africa, London, Macmillan, 1969; Michael Makin, Britain, South Africa and the Commonwealth in The Wind of Changes Re-assessed, in Historia, n 41, November 1996, p I termini esatti erano il 1 marzo 1960, il mese del massacro di Sharpeville, e il 6 dicembre 1993, poi esteso all 11 maggio TRC Final Report, 4

5 vennero alla luce i crimini commessi non solo dal governo, dalla polizia e dall esercito ma anche dall Anc e dalle altre organizzazioni nere che combattevano il sistema. Le critiche alla Trc non mancarono, sia da parte di coloro che vennero esclusi dai risarcimenti, perché il loro status di vittime non era stato provato e motivato politicamente, sia da una parte della popolazione afrikaner che non voleva che tutte le colpe ricadessero sul loro gruppo etnico. Nonostante le difficoltà e la mancata conciliazione nei fatti, alla Trc è stato riconosciuto il merito di aver fatto emergere le a- trocità del passato e aver costretto i sudafricani tutti a prendere posizione su quanto accaduto durante l apartheid. Il 4 febbraio 1997 era nel frattempo entrata in vigore la nuova costituzione 7 : sancì il diritto della maggioranza a governare e a votare il presidente, assicurò uguali diritti a bianchi e neri, uomini e donne, garantendo pari opportunità senza discriminazioni di razza, sesso, gusti sessuali, credenze religiose e orientamenti politici. Il Sud Africa oggi sta ancora lottando per arrivare un giorno ad applicare alla quotidianità quanto scritto sulla carta, per rendere a tutti gli effetti la Costituzione un documento vivo: ma la criminalità, la piaga dell HIV/Aids e le grandi disparità economiche e culturali ancora presenti rendono questo processo molto lento e faticoso. Tra le pieghe di questo breve resoconto storico si nascondono strutture ed esperienze 8 femminili, spesso percepite come non importanti, tanto da non trovare spazio nelle documentazioni ufficiali. Ma le donne sudafricane hanno ininterrottamente spostato rocce e attraversato 9 fiumi, decennio dopo decennio. Lo scopo di questo mio lavoro sarà esaminare alcune microstorie di donne rese note al pubblico attraverso romanzi, film, resoconti radiofonici, testi di canzoni, racconti orali, per poi connetterle al processo storico dell era dell apartheid oltre che del pre e post apartheid. Il premio Nobel Nadine Gordimer, dal canto suo, ha più volte dichiarato che, se da un lato nessuno può avere completo accesso alla vita degli altri, d altro lato, il romanziere nella sua visione può cogliere vapori di verità condensata, in cui, come un dito che disegna su un vetro, egli può scrivere la storia 10. Pertanto la mia ricerca è partita dalla lettura di un libro che già conoscevo: si 7 The Constitution of the Republic of South Africa, Nadine Gordimer, Un mondo si stranieri, Milano, Feltrinelli, L espressione zulu Basus iimbokodo, bawel imilambo richiama la continua lotta delle donne sudafricane per l acquisizione di una maggiore emancipazione. 10 Nadine Gordimer, Scrivere ed essere. Lezioni di poetica, Milano, Feltrinelli, 1996, p

6 tratta de Il lungo viaggio di Poppie Nongena 11 scritto dalla giornalista e narratrice Elsa Joubert. È il punto ideale di partenza perché di fatto l autrice, afrikaner bianca, dà voce a una donna di colore che ha affrontato con grande dignità e caparbietà la dura vita imposta alla comunità nera, e soprattutto alle donne, dalle leggi razziali. La speranza di Poppie di dare a tutti i suoi figli, maschi e femmine, un futuro migliore attraverso l istruzione la accompagnerà fino al 1977, data in cui si chiude il romanzo. In quell anno la recrudescenza dei tumulti anti-apartheid porterà all incarcerazione di tre dei quattro figli di Poppie e alla morte violenta del nipotino, e la donna rimarrà stordita dal dolore e forse incapace di reagire. Ho pensato, quindi, di cercare altre voci femminili (intese come personaggi immersi nella storia del loro paese, donne intellettuali o semplicemente portavoce di altri gruppi etnici) che analizzassero lo stesso periodo storico del romanzo della Joubert ma da punti di vista differenti. Al centro della tesi ci sarà, dunque, l analisi di alcuni testi, non tanto dal punto di vista stilisticoletterario ma in quanto testimonianze di fatti storici che le autrici hanno vissuto in prima persona e che hanno voluto poi partecipare al mondo attraverso la scrittura. Ecco perché il desiderio di far conoscere mediante questo studio anche narratrici non troppo note, ma a mio avviso importanti, per avere una panoramica il più fedele possibile alla realtà. Anche per questo motivo oltre alle o- pere in sé, sono presi in considerazione alcuni aspetti biografici significativi delle artiste in questione. Sono giunta alla scelta di tre romanzi su cui focalizzare la mia attenzione: si tratta del già citato Il lungo viaggio di Poppie Nongena, di Classrooms in the Shade 12 scritto da Shantee Manjoo e di From the Eyes of a South African Women and Other Children 13 di Andrina Abrahamse. L analisi di questi tre libri sarà il cardine della mia ricerca: sarà possibile fare una comparazione di eventi storici, modalità di vita, problematiche e opportunità di tre famiglie appartenenti alle maggiori comunità sudafricane nel periodo di tempo che va dal 1932 al 1994 toccando le più importanti aree del paese: Città del Capo, Johannesburg, Pietermaritzburg e Durban, oltre che le aree rurali di Ciskei e Transkei. 11 Elsa Joubert, Il lungo viaggio di Poppie Nongena, Firenze, Giunti, Shantee Manjoo, Classrooms in the Shade, Johannesburg, STE Publishers, Andrina D. Abrahamse, Through the Eyes of a South African Woman and Other Children, Durham, Eloquent Books,

7 Classrooms in the Shade racconta in modalità di diario la saga della famiglia di origini indiane Ramkisson Manjoo. L autrice e protagonista è un insegnante in pensione che ha pubblicato nel 2008 le sue memorie, che coprono un arco di tempo di sessantanni, raccontando la vita della comunità indiana del KwaZulu Natal. Il suo sguardo di donna, insegnante e cittadina sudafricana ha fatto sì che potesse catturare anche le sfumature più piccole ma non per questo insignificanti di un luogo particolare, per complessità e ricchezza, come la regione del Natal. From the Eyes of a South African Women and Other Children è stato pubblicato nel 2010 da Andrina Abrahamse, infermiera di origini afrikaner che per sfuggire al clima di violenza e insicurezza che si stava impadronendo del Sud Africa post apartheid si è trasferita negli Stati Uniti all indomani delle prime elezioni libere del Seguendo la formazione personale e professionale dell autrice si entra pian piano nel mondo per nulla dorato della comunità bianca della media borghesia, e assieme alla Abrahamse si prende coscienza della presenza della comunità nera e di come inevitabilmente questi due mondi, distanti per opportunità ma vicini per soprusi nei confronti di donne e bambini, siano venuti inevitabilmente a collidere creando ulteriori vittime, sempre tra i più deboli. Sebbene si tratti di fonti scritte, l oralità è protagonista in tutti e tre i libri. La Joubert, unica scrittrice di professione, diventa Poppie, e si esprime nelle pagine del suo libro utilizzando principalmente il discorso diretto, facendo ben comprendere come l opera sia il prodotto di racconti di una donna che narra le vicende della sua famiglia e di un intera comunità. Manjoo e Abrahamse utilizzano uno Standard English formale e upper class: la semplicità e la purezza linguistica delle parti narrate si contrappongono però alla colloquialità realistica e gergale delle parti dialogiche, che utilizzano spesso anche la lingua originariamente parlata dai personaggi principali. Dato che le autrici in questione sono viventi, sarebbe interessante, e sto in tal senso procedendo, contattarle per inserire alcune interviste che costituiscano fonti primarie inedite. Occupandomi anche di scrittrici è doveroso dedicare un capitolo del mio lavoro alle due pietre miliari della letteratura sudafricana di lingua inglese: Olive Schreiner 14 e Nadine Gordimer Carolyn Burdett, Olive Schreiner and the Progress of Feminism. Evolution, Gender, Empire, London, Palgrave MacMillan, Ruth Fisrt Ann Scott, Olive Schreiner, Rutgers University Press, Itala Vivan, Nadine Gordimer, Torino, UTET,

8 La Schreiner, non solo ha affrontato il tema della condizione della donna nella società coloniale sudafricana di fine ottocento con il suo primo romanzo Storia di una fattoria africana 16, ma si è occupata attivamente di politica, tentando invano di convincere il governo boero a non entrare in conflitto con l Inghilterra nel 1899 e, scrivendo An English South African Woman's View of the Situation 17 per cercare di dare all opinione pubblica inglese una visione realistica di quanto stava accadendo nella sua terra natia durante il conflitto anglo-boero. Il libro Woman and Labour 18 del 1911 viene poi considerato una sorta di Bibbia del femminismo, sebbene la stessa Schreiner ne parlasse come di un frammento di un opera ben più complessa e articolata andata però persa nel saccheggio che la sua casa aveva subito durante la guerra. Le vicende politiche sudafricane dagli anni 60 ad oggi sono magnificamente raccontate dai romanzi di Nadine Gordimer, scrittrice premio Nobel per la letteratura nel Il suo romanzo più famoso e che meglio rappresenta la lotta politica anti-apartheid è La figlia di Burger 19. Pubblicato nel 1979 e messo al bando subito dopo, il romanzo prende spunto dalla storia vera del militante politico Bram Fischer, morto in carcere mentre stava scontando l ergastolo. Analizzando la vita della figlia dell uomo, la Gordimer segue la crescita personale e politica di una ragazza bianca negli anni di maggior brutalità del sistema dell apartheid. Se Schreiner e Gordimer si sono occupate di politica attraverso i loro scritti, Ruth First 20 ha dedicato l intera vita all attivismo politico. Giornalista e studiosa, la First è stata uccisa il 17 giugno 1982 da un pacco bomba inviatole dalla polizia segreta sudafricana nel suo studio presso la Eduardo Mondlande University di Maputo. La vita e il lavoro della First hanno profondamente ispirato anche le sue figlie: Shauwn Slovo, sceneggiatrice hollywoodiana, ha scritto, tra gli altri, il film Un mondo a parte 21, lungometraggio che racconta la presa di coscienza di una ragazzina tredicenne riguardo all attivismo antiapartheid dei propri genitori; Gillian Slovo, invece, è scrittrice e autrice tra gli altri del romanzo Red dust 22 in cui affronta la sua personale esperienza all interno della TRC, quando ha incontrato uno degli assassini di sua madre, nonché dell autobiografia Every 16 Olive Schreiner, Storia di una fattoria africana, Firenze, Giunti, Olive Schreiner, An English South African Woman's View of the Situation, Littlefield Press, Olive Schreiner, Woman and Labour, London, Virago, Nadine Gordimer, La figlia di Burger, Milano Feltrinelli, Don Pinnock, Ruth First, Cape Town, Maskew Miller Longman, Chris Menges, Un mondo a parte, Gran Bretagna, 1988, Gillian Slovo, Polvere rossa, Milano, Dalai Editore,

9 Secret Thing: my Family, my Country 23 in cui parla della sua infanzia e del rapporto con i suoi genitori. Un capitolo verrà quindi dedicato alle donne appartenenti alla famiglia First-Slovo. Un capitolo indagherà l identità femminile attraverso i film di due registi uomini, che ben rappresentano due momenti chiave del Sud Africa post apartheid attraverso personaggi femminili: Zulu love letter 24 di Ramadam Suleman affronta le problematiche di ricerca di giustizia di una ex militante nera dell Anc proprio nel periodo dei lavori della Truth and Reconciliation Commission, mentre Yesterday 25 di Darrell Roodt racconta la vita di una giovane madre zulu HIV positiva. Cardine di questi due film è il rapporto tra madre e figlia. Thandeka e Yesterday, le due protagoniste, devono fare i conti l una con i fantasmi delle torture subite e viste perpetrare sugli altri negli anni più aspri di apartheid, l altra con il virus dell HIV trasmessole dal marito minatore. Solamente quando troveranno la forza di affrontare i loro problemi e i loro sensi di colpa nei confronti delle rispettive figlie saranno in grado di migliorare il rapporto con loro. In questi lungometraggi oralità e istruzione sono due argomenti secondari ma fondamentali. La tredicenne figlia di Thandeka è sorda dalla nascita a causa delle torture subite quando era nel grembo materno: la sua incapacità di sentire, e di conseguenza di parlare, sono metafora dell incapacità di Thandeka di elaborare e accettare quanto di terribile è accaduto nella sua vita. Anche la scena finale di Yesterday non è dialogata: lo sguardo amorevole con cui la protagonista accompagna la sua bambina che entra per la prima volta in un aula di scuola elementare ci fa comprendere meglio di cento parole come questa giovane madre affidi le sue speranze per un futuro migliore all istruzione della piccola. Un altro film che racconta i lavori della Commissione per la verità e la riconciliazione è In my country 26 del regista inglese John Boorman. Il lungometraggio prende spunto dal reportage giornalistico, poi raccolto nel libro Terra del mio sangue 27, che la poetessa e giornalista Antjie Krog aveva creato per la radio sudafricana Sabc all epoca dei lavori della Truth and Reconciliation Commission. Il libro dà voce a migliaia di vittime dell apartheid, facendo profonde riflessioni anche sull importanza della lingua come identità di un popolo. Le pagine scritte dalla Krog trasposte su 23 Gillian Slovo, Every Secret Thing: my Family, my Country, London, Virago Press, Ramadam Suleman, Zulu love letter, South Africa-France, 200, Darrell James Roodt, Yesterday, South Africa, 2004, John Boorman, In my country, Gran Bretagna - Sud Africa, Antjie Krog, Terra del mio sangue, Roma, Nutrimenti,

10 pellicola perdono parte della forza e del tormento che le caratterizzano: ritengo, quindi, molto interessante esaminare questi lavori che utilizzano mezzi di diffusione diversi pur derivando da una matrice comune. Occupandomi di voci è mia intenzione inserire un capitolo riguardante due artiste, Miriam Makeba e Natalia Molebatsi, che fanno della voce e dell oralità la loro forma di espressione principale. Miriam Makeba 28 è probabilmente l artista sudafricana più famosa al mondo: vincitrice di un Grammy Award nel 1966 per l'album An Evening with Belafonte/Makeba che trattava in modo e- splicito tematiche politiche relative alla situazione dei neri sudafricani sotto il regime razzista di Pretoria, la Makeba era divenuta già dai primi anni 60 simbolo della lotta all apartheid. La cantastorie Molebatsi 29, invece, nonostante la giovane età è interprete di una forma di espressione antichissima: mi sembra pertanto una figura che possa ben riassumere e concludere il mio lavoro. L idea sarebbe di intervistarla e per poter includere alla tesi un documento di storia orale presentando un punto di vista del tutto particolare (dopo letteratura e cinema che sono forme artistiche più comuni) sul Sud Africa attuale. La mia tesi di dottorato si comporrà, quindi, di otto capitoli: a una introduzione seguiranno sei capitoli di analisi storica mediante i suddetti documenti di carattere narrativo, cinematografico e di cultura orale, e un capitolo conclusivo. Il progetto vuole dimostrare che nonostante nei libri di storia ufficiale le donne quasi non compaiano se non in quanto mogli e figlie, esse sono state alla base di ogni evento della storia sudafricana. Le loro voci erano sussurri, sotto-voci, ma con il tempo le donne sudafricane hanno avuto la capacità di farle diventare voci ferme e udibili. 28 Miriam Makeba James Hall, Miriam Makeba: la mia storia, Roma, Edizioni Lavoro,

L ITALIA IN EUROPA. 1 Voyager 5, pagina 172

L ITALIA IN EUROPA. 1 Voyager 5, pagina 172 L ITALIA IN EUROPA L Italia, con altri Stati, fa parte dell Unione Europea (sigla: UE). L Unione Europea è formata da Paesi democratici che hanno deciso di lavorare insieme per la pace e il benessere di

Dettagli

RICORDIAMO. la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

RICORDIAMO. la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani 10 dicembre 2013 oggi RICORDIAMO la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (Parigi 10 dicembre 1948) La Dichiarazione universale dei diritti umani è un documento sui diritti individuali, firmato a

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

Giuseppe Ungaretti. Studiò a Parigi alla Sorbonne e collaborò con gli intellettuali d avanguardia del

Giuseppe Ungaretti. Studiò a Parigi alla Sorbonne e collaborò con gli intellettuali d avanguardia del Giuseppe Ungaretti Giuseppe Ungaretti nacque nel 1888 ad Alessandria d Egitto, dove i suoi genitori, che erano originari di Lucca, si erano trasferiti in quanto il padre lavorava alla realizzazione del

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

LE MIGRAZIONI: PASSATO, PRESENTE, IO, TE IIS Cartesio-Luxemburg; IC Via Cassia 1624; UM, Donne a colori, Casa Africa, Incredere

LE MIGRAZIONI: PASSATO, PRESENTE, IO, TE IIS Cartesio-Luxemburg; IC Via Cassia 1624; UM, Donne a colori, Casa Africa, Incredere LE MIGRAZIONI: PASSATO, PRESENTE, IO, TE IIS Cartesio-Luxemburg; IC Via Cassia 1624; UM, Donne a colori, Casa Africa, Incredere Idea base La mancanza di empatia nei confronti degli stranieri immigrati

Dettagli

LE PARI OPPORTUNITA VANNO A SCUOLA : laboratori per educare alla relazione di genere nelle Scuole Secondarie di II grado

LE PARI OPPORTUNITA VANNO A SCUOLA : laboratori per educare alla relazione di genere nelle Scuole Secondarie di II grado LE PARI OPPORTUNITA VANNO A SCUOLA : laboratori per educare alla relazione di genere nelle Scuole Secondarie di II grado IL NOSTRO TEAM Il nostro team è composto da avvocati, una psicologa, una educatrice,

Dettagli

data, non solo i martiri di Nassiriya, morti per cercare di fermare la guerra civile presente in Iraq, ma anche tutti coloro che hanno perso la vita

data, non solo i martiri di Nassiriya, morti per cercare di fermare la guerra civile presente in Iraq, ma anche tutti coloro che hanno perso la vita Costituita in memoria di Piero Salvati, carabiniere e poi funzionario della Pubblica Amministrazione, ottimo maresciallo dell ANC di Tortona, mancato all affetto dei suoi cari e dei suoi tanti amici il

Dettagli

Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano

Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano di Redazione Sicilia Journal - 25, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/cinema-la-bugia-bianca-il-dramma-dello-stupro-etnico-raccontato-da-unsiciliano/

Dettagli

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

VALENTINA GASPARIN, MARTINA BOSCO

VALENTINA GASPARIN, MARTINA BOSCO VALENTINA GASPARIN, MARTINA BOSCO Il 21 marzo si celebra la Giornata Internazionale per l Eliminazione della Discriminazione Razziale che rappresenta un occasione per chiunque di riprendere contatto con

Dettagli

I DISCORSI DELLA LIBERTÀ (7) NELSON MANDELA Discorso in difesa di se stesso e dei suoi obiettivi, 20 aprile 1964

I DISCORSI DELLA LIBERTÀ (7) NELSON MANDELA Discorso in difesa di se stesso e dei suoi obiettivi, 20 aprile 1964 506 I DISCORSI DELLA LIBERTÀ (7) NELSON MANDELA Discorso in difesa di se stesso e dei suoi obiettivi, 20 aprile 1964 11 dicembre 2013 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia

Dettagli

SOCRATE E LE LEGGI DELLA CITTA. L esempio di un cittadino nell antichità

SOCRATE E LE LEGGI DELLA CITTA. L esempio di un cittadino nell antichità SOCRATE E LE LEGGI DELLA CITTA L esempio di un cittadino nell antichità Poiché Socrate non ha lasciato testi scritti, conosciamo la sua vita e il suo pensiero attraverso le opere di Platone, famoso filosofo,

Dettagli

La vita quotidiana durante la guerra

La vita quotidiana durante la guerra La vita quotidiana durante la guerra 1936: il discorso di Giuseppe Motta Ascoltiamo il discorso pronunciato da Giuseppe Motta, allora Consigliere federale, e quindi leggiamo il testo qui sotto riportato

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

ALICE SALOMON. Samantha & Jessica

ALICE SALOMON. Samantha & Jessica ALICE SALOMON Samantha & Jessica come assistenti sociali siamo uniti nella certezza che il mondo non potrà essere riformato, che non potrà essere liberato da tutte le sue attuali sofferenze fino a quando

Dettagli

DISCORSO DEL SINDACO DI MILANO GIULIANO PISAPIA ALLA CERIMONIA DEI GIUSTI DEL 17 APRILE 2012, GIARDINO DEI GIUSTI DI TUTTO IL MONDO, MILANO

DISCORSO DEL SINDACO DI MILANO GIULIANO PISAPIA ALLA CERIMONIA DEI GIUSTI DEL 17 APRILE 2012, GIARDINO DEI GIUSTI DI TUTTO IL MONDO, MILANO DISCORSO DEL SINDACO DI MILANO GIULIANO PISAPIA ALLA CERIMONIA DEI GIUSTI DEL 17 APRILE 2012, GIARDINO DEI GIUSTI DI TUTTO IL MONDO, MILANO Cari amici, oggi siamo qui per ricordare e per testimoniare la

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA Per sviluppare una competenza di area occorre in primo luogo promuovere l acquisizione delle relative conoscenze e abilità in modo che esse

Dettagli

o saper formulare con i compagni riflessioni ed ipotesi interpretative, non su richiesta del docente, ma in modo il più spontaneo possibile

o saper formulare con i compagni riflessioni ed ipotesi interpretative, non su richiesta del docente, ma in modo il più spontaneo possibile RELAZIONE FINALE PROGETTO COMPETENZE IN CRESCITA. Laboratorio 2 1) TITOLO: Il gusto della lettura 2) CLASSE: Classi della scuola dell infanzia (solo bambini di 5 anni) Classi prime, seconde e quarte della

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ, ΔΙΑ ΒΙΟΥ ΜΑΘΗΣΗΣ ΚΑΙ ΘΡΗΣΚΕΥΜΑΤΩΝ ΙΤΑΛΙΚΗ ΓΛΩΣΣΑ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ, ΔΙΑ ΒΙΟΥ ΜΑΘΗΣΗΣ ΚΑΙ ΘΡΗΣΚΕΥΜΑΤΩΝ ΙΤΑΛΙΚΗ ΓΛΩΣΣΑ ΑΡΧΗ 1ΗΣ ΣΕΛΙΔΑΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ, ΔΙΑ ΒΙΟΥ ΜΑΘΗΣΗΣ ΚΑΙ ΘΡΗΣΚΕΥΜΑΤΩΝ ΠΑΝΕΛΛΗΝΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΕΙΣΑΓΩΓΗΣ ΣΤΗΝ ΤΡΙΤΟΒΑΘΜΙΑ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗ ΕΞΕΤΑΣΗ ΕΙΔΙΚΟΥ ΜΑΘΗΜΑΤΟΣ ΞΕΝΗΣ ΓΛΩΣΣΑΣ ΚΕΙΜΕΝΟ PERCHÉ LEGGERE I CLASSICI

Dettagli

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL 1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL BENE COMUNE Una comunità di oltre 139 mila soci impegnati, nel quotidiano come nelle emergenze, in attività sociali e sanitarie di aiuto alle persone in difficoltà

Dettagli

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 GRUPPOQUINTAELEMENTARE Scheda 02 LA La Parola di Dio scritta per gli uomini di tutti i tempi Antico Testamento composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 Nuovo

Dettagli

Elisa Vecchi, LA RIDEFINIZIONE DEI RAPPORTI INTERGENERAZIONALI FRA

Elisa Vecchi, LA RIDEFINIZIONE DEI RAPPORTI INTERGENERAZIONALI FRA Elisa Vecchi, LA RIDEFINIZIONE DEI RAPPORTI INTERGENERAZIONALI FRA MAROCCO E ITALIA: UN ANALISI DELLE PROBLEMATICHE INCONTRATE DAI GENITORI NEL CONTESTO DI MIGRAZIONE ITALIANO, Università degli studi di

Dettagli

IL GIRO DEL MONDO IN 6 GIORNI

IL GIRO DEL MONDO IN 6 GIORNI IL GIRO DEL MONDO IN 6 GIORNI - - diario di bordo - classi seconde 27 febbraio 2012 La ciurma della danza Oggi è il primo giorno della settimana interculturale e chissà cosa sta facendo il gruppo del ballo;

Dettagli

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI INTERVENTO ON.LE BOBBA On. Presidente Boldrini, signori Ministri e membri del Governo,

Dettagli

Dopo il Neorealismo anni 60 neorealismo esaurimento trasformazioni economiche sociali culturali boom economico mass media nuove problematiche

Dopo il Neorealismo anni 60 neorealismo esaurimento trasformazioni economiche sociali culturali boom economico mass media nuove problematiche Dopo il Neorealismo Intorno agli anni 60 del XX secolo il neorealismo in Italia conosce un naturale esaurimento viste le profonde trasformazioni economiche ma anche sociali e culturali: il boom economico,

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE

LA SECONDA GUERRA MONDIALE CONCORSO A.N.P.I. IC S.P. DAMIANO Scuola secondaria di 1 grado Classe: 3^C Insegnante: Anita Vitali Discipline: Italiano e Storia Abbiamo colto l occasione offerta da questo concorso per affrontare lo

Dettagli

La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi

La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi Articolo 1: Il bambino (o bambina) è ogni essere umano fino a 18 anni. Articolo 2: Gli Stati devono rispettare, nel

Dettagli

PROGETTO FINESTRE FOCUS

PROGETTO FINESTRE FOCUS Obiettivo Fornire, alle classi che hanno già realizzato negli anni precedenti il progetto Finestre, la possibilità di approfondire il tema del diritto d asilo attraverso specifici percorsi. La musica,

Dettagli

Anna Frank. C.T.P. Adulti

Anna Frank. C.T.P. Adulti Anna Frank Tito Maccio Plauto San Giorgio C.T.P. Adulti Scuola Secondaria di primo grado Via Anna Frank di Cesena Progetto Macramè MEDIATORI CULTURALI aa.ss. 2008/2009-2009/2010 2009/2011 Scuola Secondaria

Dettagli

IMMAGINANDO QUELLO CHE NON SI VEDE

IMMAGINANDO QUELLO CHE NON SI VEDE Laboratorio in classe: tra forme e numeri GRUPPO FRAZIONI - CLASSI SECONDE DELLA SCUOLA PRIMARIA Docenti: Lidia Abate, Anna Maria Radaelli, Loredana Raffa. IMMAGINANDO QUELLO CHE NON SI VEDE 1. UNA FIABA

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

Il Risorgimento e l Unità d italia

Il Risorgimento e l Unità d italia Il Risorgimento e l Unità d italia Prima parte: L Italia dopo il «Congresso di Vienna» : un espressione geografica L Italia, dopo il congresso di Vienna (1814-1815), è divisa in più stati, la maggior parte

Dettagli

L Impero bizantino. L Impero bizantino. 4. L Impero paga ai Germani tanto oro per far rimanere i Germani lontani dai confini delle regioni orientali.

L Impero bizantino. L Impero bizantino. 4. L Impero paga ai Germani tanto oro per far rimanere i Germani lontani dai confini delle regioni orientali. il testo: 01 L Impero romano d Oriente ha la sua capitale a Costantinopoli. Costantinopoli è una città che si trova in Turchia, l antico (vecchio) nome di Costantinopoli è Bisanzio, per questo l Impero

Dettagli

LA COMUNITA CINESE IN ITALIA. A cura di Federica Aurizi

LA COMUNITA CINESE IN ITALIA. A cura di Federica Aurizi LA COMUNITA CINESE IN ITALIA A cura di Federica Aurizi Acquisizione ed elaborazione dei dati riassunti nelle schede sono ricavati dalle seguenti fonti: Barbagli (a cura di), 1 Rapporto sugli immigrati

Dettagli

DIRITTI UMANI E CULTURA DI PACE L.R. 55/1999 VOUCHER EDUCATIVI VOLONTARIATO INTERNAZIONALE PER LO SVILUPPO CARATTERISTICHE DEL PERCORSO

DIRITTI UMANI E CULTURA DI PACE L.R. 55/1999 VOUCHER EDUCATIVI VOLONTARIATO INTERNAZIONALE PER LO SVILUPPO CARATTERISTICHE DEL PERCORSO TITOLO PERCORSO Alla ricerca del diritto perduto Ente no profit Sede legale Referente progetto VOLONTARIATO INTERNAZIONALE PER LO SVILUPPO via Appia Antica, 126 00179 Roma RM Emma Colombatti tel. 335/8726222

Dettagli

INDICE PRIMA PARTE. 1.1. Le migrazioni internazionali pag. 1. 1.2. La nostra memoria pag. 9

INDICE PRIMA PARTE. 1.1. Le migrazioni internazionali pag. 1. 1.2. La nostra memoria pag. 9 INDICE Introduzione pag. I PRIMA PARTE Capitolo 1 Uno sguardo al passato: coordinate di lettura dei processi migratori 1.1. Le migrazioni internazionali pag. 1 1.2. La nostra memoria pag. 9 1.2.1. Ancor

Dettagli

Da dove cominciare? Dalla mia Tesi

Da dove cominciare? Dalla mia Tesi Il TdP incontra gli ex esposti all Amianto: una Storia fatta di Persone Oristano 27 maggio 2011 M. FADDA - Asl Oristano Da dove cominciare? Dalla mia Tesi Mentre costruivo la mia Tesi di Laurea non immaginavo

Dettagli

FINESTRE INTERCULTURALI

FINESTRE INTERCULTURALI Scuola Classe 1C FINESTRE INTERCULTURALI DIARIO DI BORDO 2013 / 2014 IC Gandhi - Secondaria di primo grado Paolo Uccello Insegnante / materia Anelia Cassai/lettere Data Febbraio Durata 4h TITOLO DELLA

Dettagli

ANICA, TRA PASSATO E FUTURO

ANICA, TRA PASSATO E FUTURO ANICA, TRA PASSATO E FUTURO Documentario di Massimo De Pascale e Saverio di Biagio Regia di Saverio Di Biagio PREMESSA Il rischio di ogni anniversario è quello di risolversi in una celebrazione, magari

Dettagli

Le donne e il diritto di voto

Le donne e il diritto di voto Le donne e il diritto di voto «La donna nasce libera e ha gli stessi diritti dell uomo. L esercizio dei diritti naturali della donna non ha altri limiti se non la perpetua tirannia che le oppone l uomo.

Dettagli

Comunicare con una mostra. Pratiche culturali di integrazione

Comunicare con una mostra. Pratiche culturali di integrazione UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BOLOGNA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA Corso di laurea in Scienze della Comunicazione pubblica, sociale e politica Comunicare con una mostra Pratiche culturali di integrazione

Dettagli

ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE. Questionario Utenti Input

ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE. Questionario Utenti Input ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE Questionario Utenti Input Finalità 1. Promuovere lo sviluppo personale durante il percorso scolastico Per cominciare, abbiamo bisogno di alcuni tuoi dati personali e dell

Dettagli

Sono molto lieto di essere qui oggi, in occasione della Cerimonia di premiazione dei progetti vincitori del Label Europeo delle lingue 2010.

Sono molto lieto di essere qui oggi, in occasione della Cerimonia di premiazione dei progetti vincitori del Label Europeo delle lingue 2010. Sono molto lieto di essere qui oggi, in occasione della Cerimonia di premiazione dei progetti vincitori del Label Europeo delle lingue 2010. L occasione mi è gradita per ricordare che la Società Dante

Dettagli

FINESTRE INTERCULTURALI

FINESTRE INTERCULTURALI Scuola Classe 1C FINESTRE INTERCULTURALI DIARIO DI BORDO 2013 / 2014 IC Gandhi - Secondaria di primo grado Paolo Uccello Insegnante / materia lettere Data Febbraio Durata 4h TITOLO DELLA FINESTRA INTERCULTURALE

Dettagli

RASSEGNA WEB d.repubblica.it Data Pubblicazione: 21/05/2014

RASSEGNA WEB d.repubblica.it Data Pubblicazione: 21/05/2014 La Repubblica cecena a 13 anni dalla guerra Con la mostra Spasibo Davide Monteleone, ex fotoreporter di Contrasto, documenta la vita di un paese simbolo della ribellione cruenta che ha raggiunto l autonomia

Dettagli

G. M. QUER, Democrazia e diritti umani in Israele. Un modello per un mondo che cambia, Milano, Proedi Editore, 2006, pp. 1-79.

G. M. QUER, Democrazia e diritti umani in Israele. Un modello per un mondo che cambia, Milano, Proedi Editore, 2006, pp. 1-79. G. M. QUER, Democrazia e diritti umani in Israele. Un modello per un mondo che cambia, Milano, Proedi Editore, 2006, pp. 1-79. di Cristina Gazzetta Il libro che qui si segnala al lettore è il risultato

Dettagli

Cosa succede all uomo?

Cosa succede all uomo? Cosa succede all uomo? (utilizzo uomo o uomini in minuscolo, intendendo i maschietti e Uomo o Uomini intendendo il genere umano) Recentemente, mi sono trovato in discorsi dove donne lamentavano di un atteggiamento

Dettagli

IDA MAGLI FIGLI DELL UOMO

IDA MAGLI FIGLI DELL UOMO IDA MAGLI FIGLI DELL UOMO Duemila anni di mito dell infanzia saggi Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-08073-6 Prima edizione BUR Saggi novembre 2015 Realizzazione

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

Istituto Tecnico per Geometri Genga Via Nanterre - 61100 Pesaro (PU) Programma svolto di Storia (A.S. 2013-2014) Classe: IV D n alunni: 24

Istituto Tecnico per Geometri Genga Via Nanterre - 61100 Pesaro (PU) Programma svolto di Storia (A.S. 2013-2014) Classe: IV D n alunni: 24 Istituto Tecnico per Geometri Genga Via Nanterre - 61100 Pesaro (PU) Programma svolto di Storia (A.S. 2013-2014) Classe: IV D n alunni: 24 Docente: Prof.ssa Mariotti Maria Adele Libri di testo adottati

Dettagli

Traguardi di sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado.( come da Indicazioni Nazionali per il curricolo)

Traguardi di sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado.( come da Indicazioni Nazionali per il curricolo) ISTITUTO COMPRENSIVO SALVADOR ALLENDE Paderno Dugnano Linee progettuali disciplinari CLASSI TERZE - a.s.2014-2015 AREA DISCIPLINARE : Linguistico-artistica-espressiva MATERIA: ITALIANO FINALITA DELLA DISCIPLINA

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

Stage a Barcellona. Diritto internazionale: I diritti umani e il Franchismo

Stage a Barcellona. Diritto internazionale: I diritti umani e il Franchismo Stage a Barcellona Diritto internazionale: I diritti umani e il Franchismo Un gruppo di venticinque alunni del II e III liceo provenienti da tutte le sezioni presenti nel liceo ha partecipato dal 7 Aprile

Dettagli

Twitter: @BUR_Rizzoli www.bur.eu Facebook: BUR Rizzoli

Twitter: @BUR_Rizzoli www.bur.eu Facebook: BUR Rizzoli Proprietà letteraria riservata 1998 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07132-1 Prima edizione Rizzoli 1998 Seconda edizione BUR Storia giugno 2014 Seguici su: Twitter: @BUR_Rizzoli www.bur.eu Facebook:

Dettagli

KUALID CHE NON RIUSCIVA A SOGNARE

KUALID CHE NON RIUSCIVA A SOGNARE dagli 11 anni KUALID CHE NON RIUSCIVA A SOGNARE VAURO SENESI Serie Rossa n 80 Pagine: 272 Codice: 978-88-566-3712-0 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTORE Giornalista e vignettista satirico, Vauro Senesi

Dettagli

LA GUERRA DEI NOSTRI NONNI

LA GUERRA DEI NOSTRI NONNI Il Centro Pastorale C. M. Martini nell Università degli Studi di Milano - Bicocca è lieto di invitare alla presentazione del libro La guerra dei nostri nonni di Aldo Cazzullo che si terrà venerdì 14 novembre

Dettagli

70 ANNI DEI GRUPPI DI DIFESA DELLA DONNA

70 ANNI DEI GRUPPI DI DIFESA DELLA DONNA 70 ANNI DEI GRUPPI DI DIFESA DELLA DONNA A Ravenna, dal 7 al 21 novembre 2014, si è tenuta la mostra «AL TABÁCHI» per descrivere il ruolo delle donne durante la Seconda Guerra Mondiale e in particolare

Dettagli

PROGRAMMA D ESAME STORIA E GEOGRAFIA Classe III A

PROGRAMMA D ESAME STORIA E GEOGRAFIA Classe III A Scuola Media Seghetti Figlie del sacro Cuore di Gesù Piazza Cittadella, 10 VERONA PROGRAMMA D ESAME E Classe III A ANNO SCOLASTICO 2012-2013 Prof.ssa Ruffo Laura DIRITTI UMANI E VIOLAZIONI, LIBERTÀ, FORME

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

Domande del gioco 1- Amnesty ha come logo una candela avvolta nel filo spinato, sapresti dirne il significato? 2- Esiste la carta dei diritti delle donne? 3- Sai perché è nato il giorno dell 8 marzo? 4-

Dettagli

saperi minimi Scienze della Formazione nelle Organizzazioni e LISSS

saperi minimi Scienze della Formazione nelle Organizzazioni e LISSS saperi minimi Scienze della Formazione nelle Organizzazioni e LISSS Data: 13/05/2015 http://cd.univr.it/stage9/corso_esame_html_stampa.php 1/6 Pagina 1/1 saperi minimi Scienze della Formazione nelle Organizzazioni

Dettagli

Storie di migranti a fumetti.

Storie di migranti a fumetti. Storie di migranti a fumetti. Il fumetto nelle scuole come strumento di sensibilizzazione e informazione per la diffusione dei contributi positivi dell immigrazione Settembre 2005 UN FUMETTO ALLA SCOPERTA

Dettagli

STORIA DEGLI STATI UNITI D AMERICA (U.S.A.)

STORIA DEGLI STATI UNITI D AMERICA (U.S.A.) STORIA DEGLI STATI UNITI D AMERICA (U.S.A.) OGGI Oggi gli Stati Uniti d America (U.S.A.) comprendono 50 stati. La capitale è Washington. Oggi la città di New York, negli Stati Uniti d America, è come la

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

CENTRO CULTURALE VALENTINIANO

CENTRO CULTURALE VALENTINIANO SAN VALENTINO ED I GIOVANI VII edizione Concorso Artistico Letterario Anno 2016 PREMESSA: - L Associazione Centro Culturale Valentiniano, in collaborazione con la Basilica San Valentino in Terni, con il

Dettagli

Le parole per dirlo. Emigranti -Migranti. Immigrati. Rifugiato. Clandestino-irregolare. Aree di accoglienza. Flussi migratori

Le parole per dirlo. Emigranti -Migranti. Immigrati. Rifugiato. Clandestino-irregolare. Aree di accoglienza. Flussi migratori In viaggio Le parole per dirlo Emigranti -Migranti Immigrati Rifugiato Clandestino-irregolare Aree di accoglienza Flussi migratori Carta dei flussi migratori Condizioni di vita insostenibili Le cause economia

Dettagli

PUNTI DI FORZA PERSONALI: Questo sono io

PUNTI DI FORZA PERSONALI: Questo sono io PUNTI DI FORZA PERSONALI: Questo sono io Creatività / ingegno Risolvo i problemi in modo diverso Riesco a pensare a cose nuove facilmente Ho idee visionarie Sviluppo nuove opportunità e le metto in pratica

Dettagli

Per iniziare, guarda questo breve video:

Per iniziare, guarda questo breve video: Per iniziare, guarda questo breve video: http:///la-carestia-in-somalia.htm Per svolgere le attività proposte, ricava notizie dal tuo libro di geografia e dai seguenti siti: https://it.wikipedia.org/wiki/carestia

Dettagli

LA GRANDE AVVENTURA. dagli 11 anni. Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 74 Pagine: 304 Codice: 978-88-566-4002-1 Anno di pubblicazione: 2011

LA GRANDE AVVENTURA. dagli 11 anni. Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 74 Pagine: 304 Codice: 978-88-566-4002-1 Anno di pubblicazione: 2011 dagli 11 anni LA GRANDE AVVENTURA Robert Westall Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 74 Pagine: 304 Codice: 978-88-566-4002-1 Anno di pubblicazione: 2011 L autore Scrittore inglese, nato nel 1929

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

Incontri per far crescere la pace in un mondo nuovo

Incontri per far crescere la pace in un mondo nuovo Comitato Selma Associazione di solidarietà al popolo Saharawi ONLUS - C.F. 94098480489 www.comitatoselma.it Progetto PER LA PROMOZIONE DI UNA CULTURA DI PACE Rivolto agli alunni delle scuole italiane e

Dettagli

PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012

PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012 PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012 CURRICOLO DI BASE PER IL PRIMO BIENNIO DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE ABILITA Scoprire che gli altri sono importanti per la vita. Saper

Dettagli

Giornata internazionale per l eliminazione della violenza contro le donne

Giornata internazionale per l eliminazione della violenza contro le donne 25 Novembre 2013 Giornata internazionale per l eliminazione della violenza contro le donne il nostro impegno l iniziativa di Torino 22 Novembre 2013 Organizzata dal segretario dell Utl Luca Pantanella

Dettagli

Carta dei diritti e delle responsabilità dei genitori in Europa

Carta dei diritti e delle responsabilità dei genitori in Europa Carta dei diritti e delle responsabilità dei genitori in Europa Preambolo aggiornato al 2008 Crescere figli è un segno di speranza. Ciò dimostra che si ha speranza per il futuro e fede nei valori che si

Dettagli

ADOZIONE DELLA CONVENZIONE ONU SUI DIRITTI DELLE PERSONE CON DISABILITA. PREMESSO che:

ADOZIONE DELLA CONVENZIONE ONU SUI DIRITTI DELLE PERSONE CON DISABILITA. PREMESSO che: Sindaco Paolo Mascaro paolo.mascaro@comune.lamezia-terme.cz.it Presidente del consiglio comunale Francesco De Sarro francesco.desarro@comune.lamezia-terme.cz.it Oggetto: mozione ex art. 18 regolamento

Dettagli

Caratteri Sessuali Terziari

Caratteri Sessuali Terziari Caratteri Sessuali Terziari Sintesi della ricerca svolta in classe Introduzione La professoressa Busdraghi e la professoressa Palazzi ci hanno proposto una ricerca sui caratteri sessuali terziari, per

Dettagli

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives Prefazione Se mi fosse chiesto di indicare il senso di Fiabe giuridiche, lo rintraccerei nelle

Dettagli

Giornalismo investigativo strumento di verità

Giornalismo investigativo strumento di verità colophon editore delos store Ordinaria Follia a cura di ARIANNA E SELENA MANNELLA Giornalismo investigativo strumento di verità di ARIANNA E SELENA MANNELLA Oggi il problema non è la mancanza di informazione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM Biblioteca Interculturale Mobile Nei libri il mondo Classe I - II A docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti

Dettagli

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Guardando al domani mi sento di dire con certezza che continueremo a promuovere l'organizzazione perché possa esprimere sempre più le capacità

Dettagli

Società Italiana di Psiconcologia Sezione Toscana Giornata Studio Medicina Narrativa In Oncologia Rappresentazione di sé e evento malattia

Società Italiana di Psiconcologia Sezione Toscana Giornata Studio Medicina Narrativa In Oncologia Rappresentazione di sé e evento malattia Società Italiana di Psiconcologia Sezione Toscana Giornata Studio Medicina Narrativa In Oncologia Rappresentazione di sé e evento malattia Dr.ssa Valentina Panella Psicologa - Psicoterapeuta Firenze, 6

Dettagli

Classe 5^A. a.s. 2011-2012 Scuola Primaria Statale Neria Secchi (Bibbiano, Reggio Emilia)

Classe 5^A. a.s. 2011-2012 Scuola Primaria Statale Neria Secchi (Bibbiano, Reggio Emilia) Classe 5^A a.s. 2011-2012 Scuola Primaria Statale Neria Secchi (Bibbiano, Reggio Emilia) Autori: Bagni Heloà Cadeddu Federico Caramaschi Marco Carretti Elisa Cella Samuele Collaku Selmir De Luca Annapia

Dettagli

Verifica acquisizione conoscenze. Pubblico: fornisce informazioni anche all esterno (diplomi, voti,...) Alla fine di un segmento di formazione

Verifica acquisizione conoscenze. Pubblico: fornisce informazioni anche all esterno (diplomi, voti,...) Alla fine di un segmento di formazione VALUTAZIONE SOMMATIVA VALUTAZIONE FORMATIVA Verifica acquisizione conoscenze Pubblico: fornisce informazioni anche all esterno (diplomi, voti,...) Alla fine di un segmento di formazione SCOPO CARATTERE

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA Facoltà di Economia Corso di Laurea in Scienze economico aziendalimanagement

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA Facoltà di Economia Corso di Laurea in Scienze economico aziendalimanagement UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA Facoltà di Economia Corso di Laurea in Scienze economico aziendalimanagement Relatore: Prof.ssa Maria Emilia Garbelli Correlatore: Prof. Silvio Brondoni Tesi di

Dettagli

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA.

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. (Cfr. Indicazioni nazionali per il curricolo Sc. Infanzia D.P.R. dell 11-02-2010) Il sé e l altro Le grandi domande,

Dettagli

Agenzia dell Unione europea per i diritti fondamentali (FRA) MEMO / 26 gennaio 2010

Agenzia dell Unione europea per i diritti fondamentali (FRA) MEMO / 26 gennaio 2010 Agenzia dell Unione europea per i diritti fondamentali (FRA) MEMO / 26 gennaio 2010 Considerare l olocausto dal punto di vista dei diritti umani: il primo studio a livello di Unione europea sull istruzione

Dettagli

IO, CITTADINO DEL MONDO

IO, CITTADINO DEL MONDO Scuola dell Infanzia S.Giuseppe via Emaldi13, Lugo (RA) IO, CITTADINO DEL MONDO VIAGGIARE E UN AVVENTURA FANTASTICA A.S. 2013 / 2014 INTRODUZIONE Quest anno si parte per un viaggio di gruppo tra le culture

Dettagli

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. PERCORSO

Dettagli

8 MARZO, GIORNATA DELLA DONNA: NON SOLO MIMOSE, MA DIRITTI E RISPETTO!!!

8 MARZO, GIORNATA DELLA DONNA: NON SOLO MIMOSE, MA DIRITTI E RISPETTO!!! 8 MARZO, GIORNATA DELLA DONNA: NON SOLO MIMOSE, MA DIRITTI E RISPETTO!!! Nell ambito delle iniziative per ricordare la Giornata della donna, gli alunni della 3^ I hanno realizzato un lavoro di ricerca

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Report finale sportello Ricomincio da qui

Report finale sportello Ricomincio da qui Report finale sportello Ricomincio da qui Contesto generale del progetto Ricomincio da qui Lo sportello Ricomincio da qui offre supporto e sostegno a tutti coloro che sono residenti a Spinea e cercano

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

Convegno Rapporti dall Europa

Convegno Rapporti dall Europa Spunti per l intervento dell On. Sandro Gozi Premio Grinzane Cavour Convegno Rapporti dall Europa Saluto augurale dell On. Sandro Gozi Giovedì 27 settembre 2007 Torino 1 Nel marzo scorso, l Europa ha festeggiato

Dettagli

Curricolo verticale di Religione Cattolica

Curricolo verticale di Religione Cattolica Curricolo verticale di Religione Cattolica Classe Prima Primaria Indicatori Obiettivi di apprendimento 1. DIO E L UOMO 2. LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI 3. IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 1.1 Scoprire che la vita,

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA. Facoltà di Sociologia. Corso di Laurea in Sociologia. Flessibilità e Precarietà.

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA. Facoltà di Sociologia. Corso di Laurea in Sociologia. Flessibilità e Precarietà. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA Facoltà di Sociologia Corso di Laurea in Sociologia Flessibilità e Precarietà. Le conseguenze sulla vita dei giovani lavoratori temporanei. Relatrice: Prof.ssa

Dettagli

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO APPRENDIMENTO L apprendimento è un processo attivo di costruzione di conoscenze, abilità e competenze in un contesto di interazione dei ragazzi con gli insegnanti, i

Dettagli

Comunicato stampa. L identikit e le scelte dei diplomati calabresi

Comunicato stampa. L identikit e le scelte dei diplomati calabresi Comunicato stampa L identikit e le scelte dei diplomati calabresi I diplomati calabresi si raccontano prima e dopo il diploma. Quest anno la Regione Calabria ha esteso il progetto AlmaDiploma - l associazione

Dettagli

UNICEF. organizzazione. Paola Bianchi Presidente UNICEF Cosenza. 23 marzo 2010

UNICEF. organizzazione. Paola Bianchi Presidente UNICEF Cosenza. 23 marzo 2010 UNICEF Missione e organizzazione Paola Bianchi Presidente UNICEF Cosenza 23 marzo 2010 I momenti principali della storia dell UNICEF (1) 11 Dic. 1946: l Assemblea Generale dell ONU istituisce l UNICEF

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli