Sotto-voci. Emancipazione femminile in Sud Africa tra scrittura e oralità

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sotto-voci. Emancipazione femminile in Sud Africa tra scrittura e oralità"

Transcript

1 Sotto-voci. Emancipazione femminile in Sud Africa tra scrittura e oralità 1. Introduzione 2. Pietre miliari: Olive Schreiner e Nadine Gordimer 3. Tre romanzi, tre mondi 4. Due generazioni di donne a confronto 5. Uomini che raccontano donne per immagini 6. Radio, letteratura, cinema: Antjie Krog e Country of my skull 7. Da Miriam Makeba a Natalia Molebatsi 8. Conclusione 1

2 Introduzione Nel giugno 2009, in occasione della Confederation Cup che si teneva in Sud Africa, un giornalista sportivo al seguito della nazionale di calcio, aprì un suo servizio televisivo stupendosi del clima invernale con cui Pretoria aveva accolto la delegazione italiana. Non ricordava, o non sapeva, che il Sud Africa si trova nell emisfero meridionale, e che l estate australe corrisponde alla nostra stagione più fredda. Questo è un piccolo aneddoto che fa comprendere come molti abbiano del Sud Africa una conoscenza geografica, ma anche storica e culturale approssimativa. Il Sud Africa è un paese geograficamente ed economicamente importante, culturalmente vivace tanto che negli ultimi venti anni ha vinto due premi Nobel per la Letteratura, due Academy Award e un Orso d oro al Festival del cinema di Berlino. Oltre ai riconoscimenti prestigiosi sopra citati, ci sono ulteriori gradazioni di espressioni culturali che meritano di essere portate alla luce e all attenzione della storia. Tra esse tutte quelle che hanno dato voce alle donne sudafricane, presenze importanti nella storia del loro paese ma spesso silenziose e defilate, per scelta o costrizione. Letteratura, cinema, musica, radio e tradizioni orali millenarie, sono modalità fondamentali attraverso le quali l universo femminile sudafricano ha individuato e comunicato al mondo quel riconoscimento sociale e civile che meritava. Questa tesi si occuperà quindi dell emancipazione femminile in Sud Africa nel XX secolo fino ad arrivare al primo decennio del XXI. Si tratta di un periodo di tempo ricchissimo di eventi storici 1. Il 31 maggio 1902 con la firma della pace di Pretoria terminò la guerra anglo-boera. Si chiuse così uno dei conflitti più impegnativi per la Gran Bretagna dal tempo delle guerre napoleoniche: costò più di duecento milioni di sterline, vide impegnati nei combattimenti 420mila uomini, 22mila dei quali persero la vita, seimila sul campo di battaglia e 16mila per malattia e per le ferite riportate. 1 Hermann Giliomee, The Afrikaners: Bibiography of a People, London, Hurst, Leonard Thompson, A History of South Africa, New Haven London, Yale University Press,

3 I boeri dal canto loro impegnarono sul campo circa ottantamila uomini compresi i tremila volontari provenienti dall Europa 2 e 13mila afrikaners del Capo e del Natal, persero settemila uomini in battaglia o per le ferite riportate, ma soprattutto dovettero fare i conti con una cifra spaventosa di donne e bambini morti nei campi di concentramento inglesi 3. Stime approssimative invece parlano di circa 18mila morti tra i nativi: ma nonostante i loro grandi sacrifici in termini di vite umane e di impegno concreto nel conflitto, soprattutto al fianco degli inglesi, le comunità di nativi nel dopoguerra non riscontrarono che peggioramenti nella loro vita quotidiana. Il periodo postbellico fu caratterizzato dalla ricerca della forma costituzionale migliore per il Sud Africa: si decise per l Unione, modalità che prevedeva uno stato unitario con governo centrale da cui dipendevano le autorità provinciali. Il 31 maggio 1910, giorno dell ottavo anniversario della firma della pace di Pretoria, entrò in vigore il South African Act e nacque l Unione del Sud Africa, aggregazione delle quattro province di Natal, Transvaal, Provincia del Capo e Orange Free State. Successivamente, lo scoppio dei due conflitti mondiali creò non pochi problemi al fragile equilibrio che si era creato tra le forze politiche boere e inglesi. Il Sud Africa partecipò alla Grande guerra a fianco del Regno Unito, così come accadde per il Secondo conflitto mondiale. Ma nel frattempo, l 11 dicembre 1931 con la firma dello Statuto di Westminster, il Sud Africa aveva ottenuto l indipendenza, e in occasione dello scoppio della Seconda guerra mondiale, la situazione si esacerbò. Una parte dei boeri, infatti, simpatizzò apertamente per la Germania nazista, nelle cui rapide conquiste vide la possibilità di sconfitta per l Inghilterra: in tal caso Impero e Commonwealth si sarebbero disgregati, offrendo così agli afrikaner l occasione di costruire una nazione che ricalcasse i principi delle vecchie repubbliche boere. Non a caso le prime elezioni del dopoguerra, tenutesi nel maggio del 1948, vennero vinte dal National Party, partito afrikaner che riuscì a catalizzare i voti di tutto l elettorato bianco, boero e inglese, assicurando il mantenimento di una politica di stretta segregazione e protezione ai lavoratori bianchi nei confronti di una possibile competizione lavorativa urbana dei neri, ribadendo la volontà che l Unione rimanesse a far parte del Commonwealth, e affermando di voler concedere uguali diritti a tutti i bianchi. Una volta al potere, il governo istituzionalizzò ciò che prima di tale 2 Tra essi ricordiamo anche il manipolo di italiani comandato dal conte Camillo Ricchiardi. Si veda Teobaldo Filesi, Italia e italiani nella guerra anglo-boera, Roma, Le cifre esatte delle perdite subite dai boeri nei campi di concentramento oscillano tra le 18mila e le 28mila persone. A.C. Martin, The Concentration Camps : Facts, Figures and Fables, Cape Town, 1957, pag 31. 3

4 data era un atteggiamento generalizzato, supportato da leggi coloniali inglesi e abitudine: la segregazione divenne apartheid. Apartheid è una parola afrikaans che può essere tradotta in italiano con sviluppo separato. Il significato letterale spiega con immediatezza lo scopo di questa politica: ridurre al minimo i contatti tra le due comunità per ottimizzare il progresso dei bianchi 4. Per quattro decenni la politica razzista attuata dai governi afrikaner che si succedettero portò il paese sull orlo del baratro: la lotta dei movimenti di opposizione della comunità nera (African National Congress, Inkhata Freedom Party e Black Consciousness) si fece sempre più serrata così come la repressione governativa. Solamente a partire dalla seconda metà degli anni 80 l isolamento internazionale 5 e le pressioni dell opinione pubblica mondiale favorirono il lento e i- neluttabile collasso del sistema. Nel biennio con l elezione a primo ministro di Willem Frederick De Klerk e con la liberazione del leader dell Anc Nelson Mandela iniziò un periodo di riforme che portò alle prime elezioni libere e multirazziali tenutesi il 27 aprile Mandela divenne così il primo presidente del neo nato Sud Africa democratico. Il nuovo Sud Africa riuscì a stupire il mondo e forse anche se stesso, dapprima affrontando il suo passato grazie ai lavori della Commissione per la verità e la riconciliazione (Truth and Reconciliation Commission - Trc) e poi dandosi una delle costituzioni più liberali e democratiche al mondo. La Trc non era un organo giudiziario, non aveva il potere di emanare un verdetto ma poteva inviare le sue conclusioni alla polizia. Era un organismo al quale ci si presentava per confessare i crimini commessi durante l apartheid 6 e chiedere l amnistia. Attraverso una piena ammissione delle proprie colpe, gli imputati avrebbero ottenuto il perdono dello Stato e di conseguenza di tutti i cittadini sudafricani. I risultati del lavoro della commissione furono pubblicati il 28 ottobre 1998: 4 Già in questa breve frase ci sono alcuni punti da chiarire. In realtà, nel Population Registration Act del 1950, che divideva la popolazione in base alla razza di appartenenza, i sudafricani erano classificati come bianchi, coloured e nativi; quindi la discriminazione non colpiva solamente i neri, ma tutti i non-bianchi. Successivamente furono istituiti altri sottogruppi etnici di appartenenza: indiani, cinesi, griqua e malesi del Capo. Curiosamente i giapponesi erano ritenuti bianchi onorari. Bisogna inoltre ricordare che l ottimizzazione era rivolta soprattutto agli afrikaners e non ai bianchi aventi diverse origini. 5 Nel febbraio 1960 con il Wind of changes speech il Primo Ministro inglese Harold Macmillan fece capire che la Gran Bretagna non si sarebbe opposta all imminente decolonizzazione dell Africa (iniziata nel 1957 con l indipendenza del Ghana, ex Costa d Oro), e che, quindi, non avrebbe più difeso la politica razzista del Sud Africa. Il 31 maggio 1961 il Sud Africa divenne una repubblica e abbandonò il Commonwealth. Le sanzioni dell Onu divennero sempre più pesanti, soprattutto quelle contenute nella risoluzione A\RES\40\64 Policies of Apartheid of the Governament of South Africa (10 December 1985). Daniel Wilhelmus Kruger, The Making of a Nation: the History of the Union of South Africa, London, Macmillan, 1969; Michael Makin, Britain, South Africa and the Commonwealth in The Wind of Changes Re-assessed, in Historia, n 41, November 1996, p I termini esatti erano il 1 marzo 1960, il mese del massacro di Sharpeville, e il 6 dicembre 1993, poi esteso all 11 maggio TRC Final Report, 4

5 vennero alla luce i crimini commessi non solo dal governo, dalla polizia e dall esercito ma anche dall Anc e dalle altre organizzazioni nere che combattevano il sistema. Le critiche alla Trc non mancarono, sia da parte di coloro che vennero esclusi dai risarcimenti, perché il loro status di vittime non era stato provato e motivato politicamente, sia da una parte della popolazione afrikaner che non voleva che tutte le colpe ricadessero sul loro gruppo etnico. Nonostante le difficoltà e la mancata conciliazione nei fatti, alla Trc è stato riconosciuto il merito di aver fatto emergere le a- trocità del passato e aver costretto i sudafricani tutti a prendere posizione su quanto accaduto durante l apartheid. Il 4 febbraio 1997 era nel frattempo entrata in vigore la nuova costituzione 7 : sancì il diritto della maggioranza a governare e a votare il presidente, assicurò uguali diritti a bianchi e neri, uomini e donne, garantendo pari opportunità senza discriminazioni di razza, sesso, gusti sessuali, credenze religiose e orientamenti politici. Il Sud Africa oggi sta ancora lottando per arrivare un giorno ad applicare alla quotidianità quanto scritto sulla carta, per rendere a tutti gli effetti la Costituzione un documento vivo: ma la criminalità, la piaga dell HIV/Aids e le grandi disparità economiche e culturali ancora presenti rendono questo processo molto lento e faticoso. Tra le pieghe di questo breve resoconto storico si nascondono strutture ed esperienze 8 femminili, spesso percepite come non importanti, tanto da non trovare spazio nelle documentazioni ufficiali. Ma le donne sudafricane hanno ininterrottamente spostato rocce e attraversato 9 fiumi, decennio dopo decennio. Lo scopo di questo mio lavoro sarà esaminare alcune microstorie di donne rese note al pubblico attraverso romanzi, film, resoconti radiofonici, testi di canzoni, racconti orali, per poi connetterle al processo storico dell era dell apartheid oltre che del pre e post apartheid. Il premio Nobel Nadine Gordimer, dal canto suo, ha più volte dichiarato che, se da un lato nessuno può avere completo accesso alla vita degli altri, d altro lato, il romanziere nella sua visione può cogliere vapori di verità condensata, in cui, come un dito che disegna su un vetro, egli può scrivere la storia 10. Pertanto la mia ricerca è partita dalla lettura di un libro che già conoscevo: si 7 The Constitution of the Republic of South Africa, Nadine Gordimer, Un mondo si stranieri, Milano, Feltrinelli, L espressione zulu Basus iimbokodo, bawel imilambo richiama la continua lotta delle donne sudafricane per l acquisizione di una maggiore emancipazione. 10 Nadine Gordimer, Scrivere ed essere. Lezioni di poetica, Milano, Feltrinelli, 1996, p

6 tratta de Il lungo viaggio di Poppie Nongena 11 scritto dalla giornalista e narratrice Elsa Joubert. È il punto ideale di partenza perché di fatto l autrice, afrikaner bianca, dà voce a una donna di colore che ha affrontato con grande dignità e caparbietà la dura vita imposta alla comunità nera, e soprattutto alle donne, dalle leggi razziali. La speranza di Poppie di dare a tutti i suoi figli, maschi e femmine, un futuro migliore attraverso l istruzione la accompagnerà fino al 1977, data in cui si chiude il romanzo. In quell anno la recrudescenza dei tumulti anti-apartheid porterà all incarcerazione di tre dei quattro figli di Poppie e alla morte violenta del nipotino, e la donna rimarrà stordita dal dolore e forse incapace di reagire. Ho pensato, quindi, di cercare altre voci femminili (intese come personaggi immersi nella storia del loro paese, donne intellettuali o semplicemente portavoce di altri gruppi etnici) che analizzassero lo stesso periodo storico del romanzo della Joubert ma da punti di vista differenti. Al centro della tesi ci sarà, dunque, l analisi di alcuni testi, non tanto dal punto di vista stilisticoletterario ma in quanto testimonianze di fatti storici che le autrici hanno vissuto in prima persona e che hanno voluto poi partecipare al mondo attraverso la scrittura. Ecco perché il desiderio di far conoscere mediante questo studio anche narratrici non troppo note, ma a mio avviso importanti, per avere una panoramica il più fedele possibile alla realtà. Anche per questo motivo oltre alle o- pere in sé, sono presi in considerazione alcuni aspetti biografici significativi delle artiste in questione. Sono giunta alla scelta di tre romanzi su cui focalizzare la mia attenzione: si tratta del già citato Il lungo viaggio di Poppie Nongena, di Classrooms in the Shade 12 scritto da Shantee Manjoo e di From the Eyes of a South African Women and Other Children 13 di Andrina Abrahamse. L analisi di questi tre libri sarà il cardine della mia ricerca: sarà possibile fare una comparazione di eventi storici, modalità di vita, problematiche e opportunità di tre famiglie appartenenti alle maggiori comunità sudafricane nel periodo di tempo che va dal 1932 al 1994 toccando le più importanti aree del paese: Città del Capo, Johannesburg, Pietermaritzburg e Durban, oltre che le aree rurali di Ciskei e Transkei. 11 Elsa Joubert, Il lungo viaggio di Poppie Nongena, Firenze, Giunti, Shantee Manjoo, Classrooms in the Shade, Johannesburg, STE Publishers, Andrina D. Abrahamse, Through the Eyes of a South African Woman and Other Children, Durham, Eloquent Books,

7 Classrooms in the Shade racconta in modalità di diario la saga della famiglia di origini indiane Ramkisson Manjoo. L autrice e protagonista è un insegnante in pensione che ha pubblicato nel 2008 le sue memorie, che coprono un arco di tempo di sessantanni, raccontando la vita della comunità indiana del KwaZulu Natal. Il suo sguardo di donna, insegnante e cittadina sudafricana ha fatto sì che potesse catturare anche le sfumature più piccole ma non per questo insignificanti di un luogo particolare, per complessità e ricchezza, come la regione del Natal. From the Eyes of a South African Women and Other Children è stato pubblicato nel 2010 da Andrina Abrahamse, infermiera di origini afrikaner che per sfuggire al clima di violenza e insicurezza che si stava impadronendo del Sud Africa post apartheid si è trasferita negli Stati Uniti all indomani delle prime elezioni libere del Seguendo la formazione personale e professionale dell autrice si entra pian piano nel mondo per nulla dorato della comunità bianca della media borghesia, e assieme alla Abrahamse si prende coscienza della presenza della comunità nera e di come inevitabilmente questi due mondi, distanti per opportunità ma vicini per soprusi nei confronti di donne e bambini, siano venuti inevitabilmente a collidere creando ulteriori vittime, sempre tra i più deboli. Sebbene si tratti di fonti scritte, l oralità è protagonista in tutti e tre i libri. La Joubert, unica scrittrice di professione, diventa Poppie, e si esprime nelle pagine del suo libro utilizzando principalmente il discorso diretto, facendo ben comprendere come l opera sia il prodotto di racconti di una donna che narra le vicende della sua famiglia e di un intera comunità. Manjoo e Abrahamse utilizzano uno Standard English formale e upper class: la semplicità e la purezza linguistica delle parti narrate si contrappongono però alla colloquialità realistica e gergale delle parti dialogiche, che utilizzano spesso anche la lingua originariamente parlata dai personaggi principali. Dato che le autrici in questione sono viventi, sarebbe interessante, e sto in tal senso procedendo, contattarle per inserire alcune interviste che costituiscano fonti primarie inedite. Occupandomi anche di scrittrici è doveroso dedicare un capitolo del mio lavoro alle due pietre miliari della letteratura sudafricana di lingua inglese: Olive Schreiner 14 e Nadine Gordimer Carolyn Burdett, Olive Schreiner and the Progress of Feminism. Evolution, Gender, Empire, London, Palgrave MacMillan, Ruth Fisrt Ann Scott, Olive Schreiner, Rutgers University Press, Itala Vivan, Nadine Gordimer, Torino, UTET,

8 La Schreiner, non solo ha affrontato il tema della condizione della donna nella società coloniale sudafricana di fine ottocento con il suo primo romanzo Storia di una fattoria africana 16, ma si è occupata attivamente di politica, tentando invano di convincere il governo boero a non entrare in conflitto con l Inghilterra nel 1899 e, scrivendo An English South African Woman's View of the Situation 17 per cercare di dare all opinione pubblica inglese una visione realistica di quanto stava accadendo nella sua terra natia durante il conflitto anglo-boero. Il libro Woman and Labour 18 del 1911 viene poi considerato una sorta di Bibbia del femminismo, sebbene la stessa Schreiner ne parlasse come di un frammento di un opera ben più complessa e articolata andata però persa nel saccheggio che la sua casa aveva subito durante la guerra. Le vicende politiche sudafricane dagli anni 60 ad oggi sono magnificamente raccontate dai romanzi di Nadine Gordimer, scrittrice premio Nobel per la letteratura nel Il suo romanzo più famoso e che meglio rappresenta la lotta politica anti-apartheid è La figlia di Burger 19. Pubblicato nel 1979 e messo al bando subito dopo, il romanzo prende spunto dalla storia vera del militante politico Bram Fischer, morto in carcere mentre stava scontando l ergastolo. Analizzando la vita della figlia dell uomo, la Gordimer segue la crescita personale e politica di una ragazza bianca negli anni di maggior brutalità del sistema dell apartheid. Se Schreiner e Gordimer si sono occupate di politica attraverso i loro scritti, Ruth First 20 ha dedicato l intera vita all attivismo politico. Giornalista e studiosa, la First è stata uccisa il 17 giugno 1982 da un pacco bomba inviatole dalla polizia segreta sudafricana nel suo studio presso la Eduardo Mondlande University di Maputo. La vita e il lavoro della First hanno profondamente ispirato anche le sue figlie: Shauwn Slovo, sceneggiatrice hollywoodiana, ha scritto, tra gli altri, il film Un mondo a parte 21, lungometraggio che racconta la presa di coscienza di una ragazzina tredicenne riguardo all attivismo antiapartheid dei propri genitori; Gillian Slovo, invece, è scrittrice e autrice tra gli altri del romanzo Red dust 22 in cui affronta la sua personale esperienza all interno della TRC, quando ha incontrato uno degli assassini di sua madre, nonché dell autobiografia Every 16 Olive Schreiner, Storia di una fattoria africana, Firenze, Giunti, Olive Schreiner, An English South African Woman's View of the Situation, Littlefield Press, Olive Schreiner, Woman and Labour, London, Virago, Nadine Gordimer, La figlia di Burger, Milano Feltrinelli, Don Pinnock, Ruth First, Cape Town, Maskew Miller Longman, Chris Menges, Un mondo a parte, Gran Bretagna, 1988, Gillian Slovo, Polvere rossa, Milano, Dalai Editore,

9 Secret Thing: my Family, my Country 23 in cui parla della sua infanzia e del rapporto con i suoi genitori. Un capitolo verrà quindi dedicato alle donne appartenenti alla famiglia First-Slovo. Un capitolo indagherà l identità femminile attraverso i film di due registi uomini, che ben rappresentano due momenti chiave del Sud Africa post apartheid attraverso personaggi femminili: Zulu love letter 24 di Ramadam Suleman affronta le problematiche di ricerca di giustizia di una ex militante nera dell Anc proprio nel periodo dei lavori della Truth and Reconciliation Commission, mentre Yesterday 25 di Darrell Roodt racconta la vita di una giovane madre zulu HIV positiva. Cardine di questi due film è il rapporto tra madre e figlia. Thandeka e Yesterday, le due protagoniste, devono fare i conti l una con i fantasmi delle torture subite e viste perpetrare sugli altri negli anni più aspri di apartheid, l altra con il virus dell HIV trasmessole dal marito minatore. Solamente quando troveranno la forza di affrontare i loro problemi e i loro sensi di colpa nei confronti delle rispettive figlie saranno in grado di migliorare il rapporto con loro. In questi lungometraggi oralità e istruzione sono due argomenti secondari ma fondamentali. La tredicenne figlia di Thandeka è sorda dalla nascita a causa delle torture subite quando era nel grembo materno: la sua incapacità di sentire, e di conseguenza di parlare, sono metafora dell incapacità di Thandeka di elaborare e accettare quanto di terribile è accaduto nella sua vita. Anche la scena finale di Yesterday non è dialogata: lo sguardo amorevole con cui la protagonista accompagna la sua bambina che entra per la prima volta in un aula di scuola elementare ci fa comprendere meglio di cento parole come questa giovane madre affidi le sue speranze per un futuro migliore all istruzione della piccola. Un altro film che racconta i lavori della Commissione per la verità e la riconciliazione è In my country 26 del regista inglese John Boorman. Il lungometraggio prende spunto dal reportage giornalistico, poi raccolto nel libro Terra del mio sangue 27, che la poetessa e giornalista Antjie Krog aveva creato per la radio sudafricana Sabc all epoca dei lavori della Truth and Reconciliation Commission. Il libro dà voce a migliaia di vittime dell apartheid, facendo profonde riflessioni anche sull importanza della lingua come identità di un popolo. Le pagine scritte dalla Krog trasposte su 23 Gillian Slovo, Every Secret Thing: my Family, my Country, London, Virago Press, Ramadam Suleman, Zulu love letter, South Africa-France, 200, Darrell James Roodt, Yesterday, South Africa, 2004, John Boorman, In my country, Gran Bretagna - Sud Africa, Antjie Krog, Terra del mio sangue, Roma, Nutrimenti,

10 pellicola perdono parte della forza e del tormento che le caratterizzano: ritengo, quindi, molto interessante esaminare questi lavori che utilizzano mezzi di diffusione diversi pur derivando da una matrice comune. Occupandomi di voci è mia intenzione inserire un capitolo riguardante due artiste, Miriam Makeba e Natalia Molebatsi, che fanno della voce e dell oralità la loro forma di espressione principale. Miriam Makeba 28 è probabilmente l artista sudafricana più famosa al mondo: vincitrice di un Grammy Award nel 1966 per l'album An Evening with Belafonte/Makeba che trattava in modo e- splicito tematiche politiche relative alla situazione dei neri sudafricani sotto il regime razzista di Pretoria, la Makeba era divenuta già dai primi anni 60 simbolo della lotta all apartheid. La cantastorie Molebatsi 29, invece, nonostante la giovane età è interprete di una forma di espressione antichissima: mi sembra pertanto una figura che possa ben riassumere e concludere il mio lavoro. L idea sarebbe di intervistarla e per poter includere alla tesi un documento di storia orale presentando un punto di vista del tutto particolare (dopo letteratura e cinema che sono forme artistiche più comuni) sul Sud Africa attuale. La mia tesi di dottorato si comporrà, quindi, di otto capitoli: a una introduzione seguiranno sei capitoli di analisi storica mediante i suddetti documenti di carattere narrativo, cinematografico e di cultura orale, e un capitolo conclusivo. Il progetto vuole dimostrare che nonostante nei libri di storia ufficiale le donne quasi non compaiano se non in quanto mogli e figlie, esse sono state alla base di ogni evento della storia sudafricana. Le loro voci erano sussurri, sotto-voci, ma con il tempo le donne sudafricane hanno avuto la capacità di farle diventare voci ferme e udibili. 28 Miriam Makeba James Hall, Miriam Makeba: la mia storia, Roma, Edizioni Lavoro,

L abolizione della pena di morte in Italia

L abolizione della pena di morte in Italia L abolizione della pena di morte in Italia 1. Dal Medioevo all Ottocento: il primato della Toscana. La pena capitale cominciò ad essere applicata in Italia dall Imperatore Enrico II, all inizio dell XI

Dettagli

Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2012/2013

Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2012/2013 Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2012/2013 Prof.ssa Genoveffa Caliò Classe III B Piano delle Unità di Apprendimento di Italiano Ascoltare in modo attivo e partecipe. L alunno comprende testi orali di

Dettagli

AFRICAN FAMILIES SERVICE DI LONDRA INCONTRO-SEMINARIO Venerdì 10 maggio 2013

AFRICAN FAMILIES SERVICE DI LONDRA INCONTRO-SEMINARIO Venerdì 10 maggio 2013 AFRICAN FAMILIES SERVICE DI LONDRA INCONTRO-SEMINARIO Venerdì 10 maggio 2013 L African Families Service di Tower Hamlets (quartiere di Londra) si occupa delle problematiche relative alle famiglie africane

Dettagli

Violenza sulle donne. In ogni parte del mondo

Violenza sulle donne. In ogni parte del mondo Violenza sulle donne In ogni parte del mondo Più della metà della popolazione mondiale femminile è vittima di molteplici forme di violenza. A ogni latitudine, in qualsiasi paese, in contesti sociali diversi

Dettagli

LE TAPPE DELLE UNIFICAZIONI ITALIANA E TEDESCA

LE TAPPE DELLE UNIFICAZIONI ITALIANA E TEDESCA LE TAPPE DELLE UNIFICAZIONI ITALIANA E TEDESCA 1848-1849 La Prima Guerra d Indipendenza Nel 1848 un ondata rivoluzionaria investì quasi tutta l Europa. La ribellione scoppiò anche nel Veneto e nella Lombardia,

Dettagli

La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi

La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi Articolo 1: Il bambino (o bambina) è ogni essere umano fino a 18 anni. Articolo 2: Gli Stati devono rispettare, nel

Dettagli

La rivoluzione Francese: cade la Bastiglia, crollano feudalesimo e assolutismo dei re. Guglielmo Spampinato

La rivoluzione Francese: cade la Bastiglia, crollano feudalesimo e assolutismo dei re. Guglielmo Spampinato La rivoluzione Francese: cade la Bastiglia, crollano feudalesimo e assolutismo dei re. Guglielmo Spampinato Data l indecisione sul metodo della votazione ( per stato o per testa) il terzo stato si riunì

Dettagli

IL CONTENUTO DEL DIRITTO INTERNAZIONALE COME INSIEME DI LIMITI ALL USO DELLA FORZA INTERNAZIONALE ED INTERNA DEGLI STATI

IL CONTENUTO DEL DIRITTO INTERNAZIONALE COME INSIEME DI LIMITI ALL USO DELLA FORZA INTERNAZIONALE ED INTERNA DEGLI STATI IL CONTENUTO DEL DIRITTO INTERNAZIONALE COME INSIEME DI LIMITI ALL USO DELLA FORZA INTERNAZIONALE ED INTERNA DEGLI STATI PROF. GIUSEPPE CATALDI Indice 1 IL CONTENUTO DEL DIRITTO INTERNAZIONALE COME INSIEME

Dettagli

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8 Libro misto DVD Atlante Storico Percorso di cittadinanza e Costituzione con testi integrali Materiali aggiuntivi per lo studio individuale immagini, carte, mappe concettuali RISORSE ONLINE Schede per il

Dettagli

A Los Angeles lo scorso febbraio ha ricevuto dalle mani di Clint Eastwood l Oscar alla carriera.

A Los Angeles lo scorso febbraio ha ricevuto dalle mani di Clint Eastwood l Oscar alla carriera. OLYCOM INTERVISTA Ennio Morricone A Los Angeles lo scorso febbraio ha ricevuto dalle mani di Clint Eastwood l Oscar alla carriera. Il 16 giugno Ennio Morricone è a Monza nei Giardini di Villa Reale per

Dettagli

Le parole per dirlo. Emigranti -Migranti. Immigrati. Rifugiato. Clandestino-irregolare. Aree di accoglienza. Flussi migratori

Le parole per dirlo. Emigranti -Migranti. Immigrati. Rifugiato. Clandestino-irregolare. Aree di accoglienza. Flussi migratori In viaggio Le parole per dirlo Emigranti -Migranti Immigrati Rifugiato Clandestino-irregolare Aree di accoglienza Flussi migratori Carta dei flussi migratori Condizioni di vita insostenibili Le cause economia

Dettagli

La necessità di proporre dei percorsi interdisciplinari sulla Shoah nasce dalla convinzione che il ruolo della scuola non sia semplicemente quello di

La necessità di proporre dei percorsi interdisciplinari sulla Shoah nasce dalla convinzione che il ruolo della scuola non sia semplicemente quello di La necessità di proporre dei percorsi interdisciplinari sulla Shoah nasce dalla convinzione che il ruolo della scuola non sia semplicemente quello di trasferire un sapere ma che debba formare degli essere

Dettagli

Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2014/2015. Piano delle Unità di Apprendimento di Italiano

Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2014/2015. Piano delle Unità di Apprendimento di Italiano Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2014/2015 Prof.ssa Roberta Tadini Classe III B Piano delle Unità di Apprendimento di Italiano ASCOLTARE IN MODO ATTIVO E PARTECIPE. L alunno comprende testi orali di

Dettagli

L inizio del conflitto: l invasione della Polonia

L inizio del conflitto: l invasione della Polonia L inizio del conflitto: l invasione della Polonia La seconda Guerra Mondiale scoppiò nel 1939 dopo l invasione della Polonia da parte dei Tedeschi. La Repubblica Polacca non accettò le imposizioni tedesche

Dettagli

- Un ragazzo ed una ragazza si amano, ma sono costretti a tenere segreta la loro relazione.

- Un ragazzo ed una ragazza si amano, ma sono costretti a tenere segreta la loro relazione. Un film racconta una serie di azioni che delle persone compiono in determinate situazioni. Per iniziare a scrivere una sceneggiatura bisogna avere un idea di cosa si vuol far fare a queste persone, ai

Dettagli

INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO. ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato

INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO. ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato Signor Presidente del Consiglio, Autorità civili, militari e

Dettagli

Il teatro delle Muse di Ancona Storia, attualità e problemi di gestione

Il teatro delle Muse di Ancona Storia, attualità e problemi di gestione Il teatro delle Muse di Ancona Storia, attualità e problemi di gestione In epoca moderna la scelta dello spazio teatrale si è indirizzata verso la definizione e la creazione di edifici particolari, che

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

LA PRIMA GUERRA MONDIALE LE CAUSE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE

LA PRIMA GUERRA MONDIALE LE CAUSE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE LA PRIMA GUERRA MONDIALE LE CAUSE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE ALLA FINE DEL XIX SECOLO I RAPPORTI FRA GLI STATI DIVENTANO SEMPRE PIÙ TESI CAUSE COMPETIZIONE ECONOMICA RIVALITA COLONIALI POLITICHE NAZIONALISTICHE

Dettagli

Le categorie protette dal diritto internazionale umanitario

Le categorie protette dal diritto internazionale umanitario Diritto internazionale umanitario (DIU) Le categorie protette dal diritto internazionale umanitario Elena Castiglione Vds Roma Nord Istruttore DIU Monitore CRI Istruttore TI PS Che cosa è il Diritto Internazionale

Dettagli

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG intervento di alfredo mantovano Care amiche e cari amici! una giornalista poco fa mi chiedeva di riassumere in poche parole-chiave il messaggio che il popolo

Dettagli

Donne e omicidio: una ricerca in Grecia. Dtinos Vassilis Associazione Euronem Atene

Donne e omicidio: una ricerca in Grecia. Dtinos Vassilis Associazione Euronem Atene Donne e omicidio: una ricerca in Grecia. Dtinos Vassilis Associazione Euronem Atene L indagine Donne e l omicidio, condotta dal Centro di Ricerca per Pari Opportunità (KETHI), ha cercato di investigare

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT Il programma comune di storia del dispositivo per il doppio rilascio del diploma di Baccalauréat e d Esame di Stato ha

Dettagli

L'esperienza di giovani fotografi ugandesi raccontata alle scuole italiane

L'esperienza di giovani fotografi ugandesi raccontata alle scuole italiane Nuovi sviluppi Un percorso didattico per cambiare il proprio punto di vista L'esperienza di giovani fotografi ugandesi raccontata alle scuole italiane Ottobre 2009 Premessa Cesvi lavora in Uganda dal 2001

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Panorama Internazionale

Panorama Internazionale Panorama Internazionale 22 INFORMAZIONI DELLA DIFESA 2/2012 TAIWANRODOLFO BASTIANELLI LO STATUS INTERNAZIONALE DI PANORAMA INTERNAZIONALE 23 Uno dei temi politici più delicati che la Cina si è trovata

Dettagli

Nelson Mandela ( Madiba ) Nelson Mandela è nato a Mvezo in Sudafrica il 18 luglio del 1918. Faceva parte di una tribù che credeva nell'importanza

Nelson Mandela ( Madiba ) Nelson Mandela è nato a Mvezo in Sudafrica il 18 luglio del 1918. Faceva parte di una tribù che credeva nell'importanza Nelson Mandela ( Madiba ) Nelson Mandela è nato a Mvezo in Sudafrica il 18 luglio del 1918. Faceva parte di una tribù che credeva nell'importanza delle leggi, dell'istruzione e nella cortesia. Nel 1944

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino

PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino Anno Scolastico PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino 2012-2013 Classe: V D Sezione TURISTIC O Docente: Disciplina: Pericolosi Walter Italiano e storia Descrizione: PROGRAMMA DI ITALIANO Modulo 1 L età del

Dettagli

DISCORSO DEL MAGNIFICO RETTORE PROF.SSA CRISTIANA COMPAGNO

DISCORSO DEL MAGNIFICO RETTORE PROF.SSA CRISTIANA COMPAGNO CARNIA 1944. UN ESTATE DI LIBERTÀ INCONTRO SULL ESPERIENZA DELLA REPUBBLICA LIBERA DELLA CARNIA ALLA PRESENZA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA martedì 29 maggio 2012, ore 11 Aula Magna di Piazzale Kolbe

Dettagli

Le trasformazioni degli anni '50 e '60

Le trasformazioni degli anni '50 e '60 Episodio 6 Le trasformazioni degli anni '50 e '60 Momenti di riflessione e Test di verifica Il secondo dopoguerra si apre nel segno di un profondo desiderio di pace e giustizia, evidenziati dalla nascita

Dettagli

La prima guerra mondiale

La prima guerra mondiale La prima guerra mondiale CAUSE POLITICHE 1. Le cause Contrasti Francia Germania per l Alsazia Lorena Contrasto Italia Impero Austro Ungarico per Trento e Trieste Espansionismo di Austria, Russia e Italia

Dettagli

La discriminazione di genere

La discriminazione di genere La discriminazione di genere INSEGNANTE: GRAZIELLA FAVA SCUOLA SECONDARIA 1 GRADO PINOCCHIO MONTESICURO ANCONA Classe: II B N. ALUNNI: 25 SCUOLA SECONDARIA 1 GRADO PINOCCHIO Disciplina: Italiano TITOLO:

Dettagli

Comunicato stampa. L identikit e le scelte dei diplomati calabresi

Comunicato stampa. L identikit e le scelte dei diplomati calabresi Comunicato stampa L identikit e le scelte dei diplomati calabresi I diplomati calabresi si raccontano prima e dopo il diploma. Quest anno la Regione Calabria ha esteso il progetto AlmaDiploma - l associazione

Dettagli

Carta dei. Valori PREMESSA. La Carta dei Valori rappresenta la sintesi dei principi e dei valori su cui si fonda l associazione

Carta dei. Valori PREMESSA. La Carta dei Valori rappresenta la sintesi dei principi e dei valori su cui si fonda l associazione PREMESSA La rappresenta la sintesi dei principi e dei valori su cui si fonda l associazione Bhalobasa. Nel perseguire questo nucleo di valori, la Carta individua le responsabilità e ispira i comportamenti

Dettagli

Progetto LE DONNE DI BUTARE RWANDA. Rapporto della missione (24/11/2013 08/12/2013) UMUBYEYI MWIZA ONLUS e ROMAMULTISERVIZI SPA

Progetto LE DONNE DI BUTARE RWANDA. Rapporto della missione (24/11/2013 08/12/2013) UMUBYEYI MWIZA ONLUS e ROMAMULTISERVIZI SPA Progetto LE DONNE DI BUTARE RWANDA Rapporto della missione (24/11/2013 08/12/2013) UMUBYEYI MWIZA ONLUS e ROMAMULTISERVIZI SPA Umubyeyi Mwiza è una espressione della lingua kinyarwanda che può essere tradotto

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE

CURRICULUM SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE CURRICULUM SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE Competenza di profilo: Nell incontro con persone di diverse nazionalità è in grado di esprimersi a livello elementare in lingua

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA IL SÉ E L ALTRO L ambiente sociale, il vivere insieme, le domande dei bambini

SCUOLA DELL INFANZIA IL SÉ E L ALTRO L ambiente sociale, il vivere insieme, le domande dei bambini Nella scuola dell'infanzia non si può parlare di vere e proprie "discipline", bensì di CAMPI DI ESPERIENZA educativa. Con questo termine si indicano i diversi ambiti del fare e dell'agire e quindi i settori

Dettagli

Rivoluzione Francese

Rivoluzione Francese Rivoluzione Francese Alla fine degli anni 80 del XVIII secolo la Francia attraversata una grave crisi economica: la produzione agricola era calata, le spese militari viste le numerose guerre erano aumentate,

Dettagli

Violenza contro le donne

Violenza contro le donne Violenza contro le donne La violenza contro le donne, in ogni sua forma, viola i diritti umani e rappresenta un ostacolo significante per l'eguaglianza fra donne e uomini, crea un problema di salute pubblica

Dettagli

Migrazioni e narrazioni in una quinta elementare di Rizziconi (RC)

Migrazioni e narrazioni in una quinta elementare di Rizziconi (RC) Tesi di Laurea: Per un archivio scolastico della memoria. Migrazioni e narrazioni in una quinta elementare di Rizziconi (RC) Lorena Maugeri Indice PREMESSA pag.4 PARTE PRIMA: MIGRAZIONI pag.12 Cap. I.

Dettagli

Università degli studi di Palermo Facoltà di Scienze della formazione Corso di laurea in Formatore Multimediale

Università degli studi di Palermo Facoltà di Scienze della formazione Corso di laurea in Formatore Multimediale Università degli studi di Palermo Facoltà di Scienze della formazione Corso di laurea in Formatore Multimediale Da di Charlie Chaplin alle tematiche pedagogiche dell abbandono Elaborato di: Daniela Messina

Dettagli

L impero persiano dalle origini al regno di Dario

L impero persiano dalle origini al regno di Dario Indice: L impero persiano dalle origini al regno di Dario L impero persiano alla conquista della Grecia La Prima Guerra Persiana La Seconda Guerra Persiana L Atene di Pericle L impero persiano dalle origini

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO LINGUA INGLESE CLASSE SECONDA Testo in adozione: SMART ENGLISH VOL. 1 e 2 Rob Nolasco Oxford

UNITA DI APPRENDIMENTO LINGUA INGLESE CLASSE SECONDA Testo in adozione: SMART ENGLISH VOL. 1 e 2 Rob Nolasco Oxford UNITA DI APPRENDIMENTO LINGUA INGLESE CLASSE SECONDA Testo in adozione: SMART ENGLISH VOL. 1 e 2 Rob Nolasco Oxford PROGETTAZIONE CORSO DI STUDIO UNITA DI APPRENDIMENTO E UNIT 9 - UNIT 10 Parlare di bailità.

Dettagli

Simili a lucciole in una notte esageratamente stellata, a innumerevoli guizzi di lampo che illuminano un cielo oscuro o a zefiri delicati e

Simili a lucciole in una notte esageratamente stellata, a innumerevoli guizzi di lampo che illuminano un cielo oscuro o a zefiri delicati e Simili a lucciole in una notte esageratamente stellata, a innumerevoli guizzi di lampo che illuminano un cielo oscuro o a zefiri delicati e impertinenti a un tempo: le energie delle donne si diffondono,

Dettagli

Riflessioni sull ammissibilità e rilevanza d istituti giuridici stranieri nell ordinamento giuridico italiano

Riflessioni sull ammissibilità e rilevanza d istituti giuridici stranieri nell ordinamento giuridico italiano STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE AVV. ALFONSO MARRA GIURISTA LINGUISTA ABILITATO AL BILINGUISMO TEDESCO - ITALIANO DALLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO IDONEO ALL ESAME DI STATO DI COMPETENZA LINGUISTICA CINESE

Dettagli

Per un Italia rinnovata, nei valori dell Antifascismo, della Resistenza e della Costituzione

Per un Italia rinnovata, nei valori dell Antifascismo, della Resistenza e della Costituzione n. 61 25 gennaio / 1 febbraio 2013 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 Appello dell ANPI per le elezioni del 24 e 25 febbraio Per un Italia rinnovata, nei valori dell Antifascismo, della Resistenza e della

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA PREMESSA La società attuale non solo ci invita a pensarci e a pensare in termini di globalità e di globalizzazione, ma ci chiede anche

Dettagli

Eventi. Yeng Pway Ngon.

Eventi. Yeng Pway Ngon. Quaderni Asiatici 107 settembre 2014 Eventi UN GRANDE ROMANZO PER RACCONTARE SINGAPORE Incontro con lo scrittore Yeng Pway Ngon, autore de L atelier, libro vincitore del Singapore Literature Prize 2012

Dettagli

Precariato in Italia e Olanda

Precariato in Italia e Olanda Precariato in Italia e Olanda Gentile signora, Mi chiamo Tonnie van Bezouw e sono una studentessa olandese. Mi sono laureata in lingua e cultura italiana presso l Università Utrecht e al momento sto scrivendo

Dettagli

SCUOLA MEDIA STATALE DANTE ALIGHIERI Succursale: Via Capelli, 66 Torino CLASSE 3 N Prof.ssa Pazzi Prof.ssa Tirozzio

SCUOLA MEDIA STATALE DANTE ALIGHIERI Succursale: Via Capelli, 66 Torino CLASSE 3 N Prof.ssa Pazzi Prof.ssa Tirozzio SCUOLA MEDIA STATALE DANTE ALIGHIERI Succursale: Via Capelli, 66 Torino CLASSE 3 N Prof.ssa Pazzi Prof.ssa Tirozzio Diario di bordo Un lunedì del mese di Febbraio, la nostra professoressa di Lettere ci

Dettagli

Simone Martinetto I fili del tempo

Simone Martinetto I fili del tempo Simone Martinetto I fili del tempo COMUNICATO STAMPA Autopresentazione TITOLO:I fili del tempo ARTISTA:SIMONE MARTINETTO LUOGO:CLAUDIO BOTTELLO CONTEMPORARY, via bogino 17h torino 10123 INAUGURAZIONE:5

Dettagli

SOCRATE E LE LEGGI DELLA CITTA. L esempio di un cittadino nell antichità

SOCRATE E LE LEGGI DELLA CITTA. L esempio di un cittadino nell antichità SOCRATE E LE LEGGI DELLA CITTA L esempio di un cittadino nell antichità Poiché Socrate non ha lasciato testi scritti, conosciamo la sua vita e il suo pensiero attraverso le opere di Platone, famoso filosofo,

Dettagli

IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE

IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE Gli Italiani vogliono essere indipendenti. Gli Italiani cercano di liberarsi dagli austriaci e dagli amici degli austriaci. Questo periodo si chiama RISORGIMENTO. Gli

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Ricostruiamo la Escola Nova

Ricostruiamo la Escola Nova 1914-2014 Ricostruiamo la Escola Nova Progetto condiviso italo-catalano per un educazione alla pace Organizzatori: Con il supporto di: altramemoria.org Ricostruiamo la Escola Nova (1914-2014) Progetto

Dettagli

Programma svolto Storia, Geografia, Cittadinanza e Costituzione Anno scolastico 2013-2014 Classe 3E. Prof.ssa Fulvia Spatafora

Programma svolto Storia, Geografia, Cittadinanza e Costituzione Anno scolastico 2013-2014 Classe 3E. Prof.ssa Fulvia Spatafora !1 Programma svolto Storia, Geografia, Cittadinanza e Costituzione Anno scolastico 2013-2014 Classe 3E Storia L Italia dopo l unificazione Prof.ssa Fulvia Spatafora I problemi del Regno d Italia I grandi

Dettagli

All. B - PROGETTO GENERALE. ANNO SCOLASTICO 2013-2014 PROMOSSO DA: Presidenza della Commissione P.O. della Regione Calabria 1 :

All. B - PROGETTO GENERALE. ANNO SCOLASTICO 2013-2014 PROMOSSO DA: Presidenza della Commissione P.O. della Regione Calabria 1 : All. B - PROGETTO GENERALE LAVORI IN CORSO La scuola come cantiere di parità & legalità Percorso multidisciplinare di pedagogia civile rivolto a scuole dei tre ordini ANNO SCOLASTICO 2013/ 14 COMMISSIONE

Dettagli

GLI ASCARI ERITREI E LA BATTAGLIA DI CHEREN

GLI ASCARI ERITREI E LA BATTAGLIA DI CHEREN GLI ASCARI ERITREI E LA BATTAGLIA DI CHEREN Ho ricevuto queste foto da Angelo Granara che a sua volta le ha avute da suo nipote Enrico e quest ultimo dall Ambasciata Italiana in Eritrea. Senza indugi le

Dettagli

Augusto, la dinastia Giulio-Claudia e i Flavi

Augusto, la dinastia Giulio-Claudia e i Flavi Augusto, la dinastia Giulio-Claudia e i Flavi battaglia di Azio 31 a.c. Ottaviano padrone di Roma Con la sconfitta di Marco Antonio ad Azio nel 31 a.c., Ottaviano rimane il solo padrone di Roma. OTTAVIANO

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO. Progettazioni didattiche disciplinari per gli alunni della classe II Disciplina: STORIA

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO. Progettazioni didattiche disciplinari per gli alunni della classe II Disciplina: STORIA UNITÀ DI APPRENDIMENTO n 1 UNA NUOVA VISIONE DEL MONDO Durata prevista: SETTEMBRE - OTTOBRE Individuare e definire i caratteri fondamentali del nuovo periodo storico che ha inizio con l Umanesimo Cogliere

Dettagli

COME SI SCRIVE UN ARTICOLO DI GIORNALE

COME SI SCRIVE UN ARTICOLO DI GIORNALE 273 COME SI SCRIVE UN ARTICOLO DI GIORNALE L articolo di giornale è principalmente un testo che informa su una notizia, che racconta un fatto, cercando di esporre il maggior numero di elementi necessari

Dettagli

Sondaggio sulla diffusione di pregiudizi e stereotipi tra i ragazzi fra i 14 e i 17 anni EXECUTIVE SUMMARY

Sondaggio sulla diffusione di pregiudizi e stereotipi tra i ragazzi fra i 14 e i 17 anni EXECUTIVE SUMMARY Sondaggio sulla diffusione di pregiudizi e stereotipi tra i ragazzi fra i 14 e i 17 anni EXECUTIVE SUMMARY Progetto N. 280-2014 Novembre 2014 METODOLOGIA L indagine è stata realizzata dal 5 al 12 Novembre

Dettagli

PROGETTO FINESTRE FOCUS

PROGETTO FINESTRE FOCUS Obiettivo Fornire, alle classi che hanno già realizzato negli anni precedenti il progetto Finestre, la possibilità di approfondire il tema del diritto d asilo attraverso specifici percorsi. La musica,

Dettagli

Prova cantonale di storia

Prova cantonale di storia Ufficio dell insegnamento medio 26 maggio 2014 Prova cantonale di storia Nome Cognome Classe Punti Nota Scuola media di. 1 Cara allieva, caro allievo, oggi svolgerai la prova cantonale di storia che prevede

Dettagli

PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PREMESSA La Scuola dell Infanzia offre a ciascun bambino un ambiente di vita e di cultura, un luogo di apprendimento e di crescita dalle forti connotazioni

Dettagli

SIAMO TUTTI MIGRANTI PROGETTO INTEGRATO DI EDUCAZIONE INTERCULTURALE FRA SCUOLE DEL TERRITORIO E CENTRO ITALIANO PER TUTTI

SIAMO TUTTI MIGRANTI PROGETTO INTEGRATO DI EDUCAZIONE INTERCULTURALE FRA SCUOLE DEL TERRITORIO E CENTRO ITALIANO PER TUTTI Istituto Beata Vergine Addolorata via Calatafimi, 10-20122 Milano tel: +39.02.58.10.11.85 info@ibva.it www.ibva.it italianopertutti@ibva.it tel: 02.4952.4600 SIAMO TUTTI MIGRANTI PROGETTO INTEGRATO DI

Dettagli

L Italia e l Europa nel XVI secolo

L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia era un paese formato da stati regionali, divisi e fragili, che nel XV secolo erano rimasti in pace a vicenda visto l accordo di Lodi del 1454. Questo equilibrio

Dettagli

I bambini soldato: situazione e cause

I bambini soldato: situazione e cause I bambini soldato: situazione e cause Sono più di 300.000 i minori di 18 anni attualmente impegnati in conflitti nel mondo. Centinaia di migliaia hanno combattuto nell'ultimo decennio, alcuni negli eserciti

Dettagli

La vita quotidiana. Le Schede:

La vita quotidiana. Le Schede: Civiltà La vita Italia quotidiana Le Schede: 1 La scuola italiana 2 A scuola con gli immigrati 3 Il giovane volontario 4 Il giovane consumatore 5 Il giovane lettore 6 I giovani innamorati 7 I ragazzi e

Dettagli

SVILUPPARE LE COMPETENZE INDIVIDUALI PROGETTAZIONI

SVILUPPARE LE COMPETENZE INDIVIDUALI PROGETTAZIONI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO (1) ITALIANO L allievo interagisce in modo efficace in diverse situazioni comunicative, attraverso modalità dialogiche sempre rispettose delle idee degli altri; con ciò

Dettagli

Ti presento il POR FESR

Ti presento il POR FESR UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale CONCORSO ALLA SCOPERTA DEL POR LOMBARDIA. Seconda edizione Ti presento Guida alle tematiche del concorso Alla scoperta del POR Lombardia 1 1. La politica

Dettagli

Discussione e confronti

Discussione e confronti farescuola Elena Troglia Discussione e confronti I bambini imparano proponendo problemi, discutendone, cercando soluzioni argomentative. La discussione diviene un importante strumento didattico: i ragazzi

Dettagli

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI Convegno Regionale FISM Toscana 2014 LE SCUOLE PARITARIE E IL MODELLO TOSCANO. LAVORI IN CORSO! Novità, impegni e progetti per un sistema scolastico realmente integrato e paritario Firenze, Convitto della

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Il bambino osserva con meraviglia ed esplora con curiosità il mondo, come dono di Dio Creatore. RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO PRIMARIA

Dettagli

OBIETTIVI di APPRENDIMENTO

OBIETTIVI di APPRENDIMENTO CURRICOLO della LINGUA INGLESE Asse dei linguaggi: utilizzare la lingua straniera per i principali scopi comunicativi ed operativi COMPETENZA CHIAVE EUROPEA -Comunicazione nelle lingue europee: comprendere

Dettagli

Esperimenti di cittadinanza con adolescenti stranieri: i laboratori teen press

Esperimenti di cittadinanza con adolescenti stranieri: i laboratori teen press Codici Agenziadiricercasocialesc Italy20124MilanopiazzaIVNovembre1 t.+390289053913fax+390236560403 codici@codiciricerche.it www.codiciricerche.it P.Iva/codicefiscale05064170961 NOTADI RICERCA acuradi StefanoLaffi

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Ogni anno, l 8 Marzo si celebra la "Festa della donna". Ma perché è stata istituita? E perché proprio l 8 Marzo? Questa data ricorda una terribile

Ogni anno, l 8 Marzo si celebra la Festa della donna. Ma perché è stata istituita? E perché proprio l 8 Marzo? Questa data ricorda una terribile Ogni anno, l 8 Marzo si celebra la "Festa della donna". Ma perché è stata istituita? E perché proprio l 8 Marzo? Questa data ricorda una terribile tragedia, avvenuta l 8 Marzo 1908, a New York, negli Stati

Dettagli

Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE. Dalla competenza chiave alla competenza base

Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE. Dalla competenza chiave alla competenza base Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE Dalla competenza chiave alla competenza base Competenza chiave: comunicazione nelle lingue straniere. Competenza base:

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT ALLEGATO 3 PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT Il programma comune di storia del dispositivo per il doppio rilascio del diploma di Baccalauréat e d Esame

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

Il Risorgimento. Com era l Italia dopo il Congresso di Vienna, ossia prima del Risorgimento?

Il Risorgimento. Com era l Italia dopo il Congresso di Vienna, ossia prima del Risorgimento? Il Risorgimento Risorgimento (una definizione semplice): Si chiama Risorgimento la serie di avvenimenti che portano l Italia, nel corso dell Ottocento, all unità e all indipendenza. L Italia diventa un

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DISCIPLINA: LINGUA INGLESE - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DISCIPLINA: LINGUA INGLESE - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PRIMA DELLA SCUOLA SECONDARIA DISCIPLINA: LINGUA INGLESE - CLASSE PRIMA L alunno comprende oralmente e per iscritto i punti essenziali di testi in lingua standard su argomenti familiari o di studio che

Dettagli

La comunicazione istituzionale rappresenta, da oltre un decennio, un tema di rilevante interesse per le amministrazioni pubbliche italiane.

La comunicazione istituzionale rappresenta, da oltre un decennio, un tema di rilevante interesse per le amministrazioni pubbliche italiane. ALLEGATO 1 PROVINCIA DI BRINDISI SERVIZIO 1 SETTORE AMMINISTRAZIONE GENERALE P R O G E T T O UFFICIO STAMPA E SUPPORTO UFFICIO COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE DELLA PROVINCIA DI BRINDISI 1 MOTIVAZIONI La funzione

Dettagli

Il Fascismo in Italia (1922-1936)

Il Fascismo in Italia (1922-1936) Il Fascismo in Italia (1922-1936) Le fasi del fascismo 1. Fase legalitaria (1922-1924) I Fascisti fanno parte di un governo di coalizione. Termina con le elezioni del 1924 e l uccisione di Matteotti. 2.

Dettagli

219 a Seduta Pubblica

219 a Seduta Pubblica SENATO DELLA REPUBBLICA X I I I L E G I S L A T U R A Venerdì 11 Luglio 1997 alle ore 10 219 a Seduta Pubblica ORDINE DEL GIORNO Interpellanze e interrogazioni (testi allegati). TIPOGRAFIA DEL SENATO (1700)

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA SECONDARIA di PRIMO GRADO LINGUE STRANIERE

CURRICULUM SCUOLA SECONDARIA di PRIMO GRADO LINGUE STRANIERE Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO GIULIO BEVILACQUA Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE ALDO SMOLIZZA* Qualche anno fa svolgevo un attività internazionale e a seguito di quell attività conoscevo molto bene le indicazioni del Fondo Monetario Internazionale.

Dettagli

CODICE ETICO IFLA PER LE BIBLIOTECARIE E LE ALTRE LAVORATRICI 1 NEL SETTORE DELL INFORMAZIONE

CODICE ETICO IFLA PER LE BIBLIOTECARIE E LE ALTRE LAVORATRICI 1 NEL SETTORE DELL INFORMAZIONE CODICE ETICO IFLA PER LE BIBLIOTECARIE E LE ALTRE LAVORATRICI 1 NEL SETTORE DELL INFORMAZIONE PREAMBOLO Questo codice etico 2 comprende una serie di raccomandazioni etiche pensate da una parte come strumento

Dettagli

LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. Inglese, francese, tedesco, spagnolo

LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. Inglese, francese, tedesco, spagnolo LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Inglese, francese, tedesco, spagnolo Indirizzi Classico e Linguistico BIENNIO (Li, L2), (L3 l a e 2 a liceo) OBIETTIVI GENERALI (L1, L2, L3 e sezioni classiche) Obiettivo

Dettagli

Dialogo TV, web TV di Milano www.dialogotv.it 07/2012-09/2010 Italia, Milano Giornalista tv, redattrice, conduzione TG

Dialogo TV, web TV di Milano www.dialogotv.it 07/2012-09/2010 Italia, Milano Giornalista tv, redattrice, conduzione TG FRANCESCA ESPOSITO 13/02/1985 Via Cadolini 32 Milano T: +39 3202858308 E: francesca.e@me.com SKYPE: flancesca.esposito W: www.francescaesposito.it Iscritta all Ordine Nazionale dei Giornalisti, ordine

Dettagli

IL RISULTATO DEI VOSTRI CONTRIBUTI

IL RISULTATO DEI VOSTRI CONTRIBUTI #NOVIOLENZA CONTRO LO STALKING, IL FEMMINICIDIO, ED OGNI ALTRA FORMA DI VIOLENZA SULLE DONNE IL RISULTATO DEI VOSTRI CONTRIBUTI CONCRETI Durante le due settimane (dal 16 al 29 aprile) dell iniziativa No

Dettagli

PROGETTO STRANIERI STORIA

PROGETTO STRANIERI STORIA Scuola Secondaria di 1 Grado Via MAFFUCCI-PAVONI Via Maffucci 60 Milano PROGETTO STRANIERI STORIA 9 1600-1700 A cura di Maurizio Cesca PROGETTO STRANIERI SMS Maffucci-Pavoni Milano pag. 1 L Europa dal

Dettagli

Indagine conoscitiva sui ragazzi delle classi Terze delle Scuole Medie Inferiori

Indagine conoscitiva sui ragazzi delle classi Terze delle Scuole Medie Inferiori Indagine conoscitiva sui ragazzi delle classi Terze delle Scuole Medie Inferiori porta avanti da diversi anni interventi di informazione-educazione nelle scuole di ogni ordine e grado, tenuti da un medico

Dettagli

PREMESSA. È sembrato opportuno partire, in questo elaborato, da. un analisi del mezzo usato per l emissione del messaggio e la

PREMESSA. È sembrato opportuno partire, in questo elaborato, da. un analisi del mezzo usato per l emissione del messaggio e la PREMESSA Lo studio dei mass media non può mai prescindere dal contesto storico-sociale in cui opera e di cui tratta influenzando, spesso, i soggetti che vi vivono. È sembrato opportuno partire, in questo

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Nazionale Comuni Italiani - ANCI, con sede in Via dei Prefetti n. 46, a Roma, C.F. 80118510587, rappresentata nel presente Protocollo dal Presidente f.f. Alessandro

Dettagli

La vita quotidiana durante la guerra

La vita quotidiana durante la guerra La vita quotidiana durante la guerra 1936: il discorso di Giuseppe Motta Ascoltiamo il discorso pronunciato da Giuseppe Motta, allora Consigliere federale, e quindi leggiamo il testo qui sotto riportato

Dettagli

STORIA CONTEMPORANEA

STORIA CONTEMPORANEA STORIA CONTEMPORANEA 15 Direttore Valentina SOMMELLA Sapienza Università di Roma Comitato scientifico Antonello Folco BIAGINI Sapienza Università di Roma Giuliano CAROLI Università Telematica delle Scienze

Dettagli

In ricordo del professor Veniero Del Punta

In ricordo del professor Veniero Del Punta I In ricordo del professor Veniero Del Punta Il professor Veniero Del Punta, da vari decenni autorevole e prestigioso membro del nostro Comitato Scientifico, è improvvisamente mancato il 3 aprile scorso.

Dettagli