Tecniche e Best Practice nella costruzione di Form accessibili per il Web. Roberto Zucchetto consulenza e formazione ICT

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tecniche e Best Practice nella costruzione di Form accessibili per il Web. Roberto Zucchetto consulenza e formazione ICT"

Transcript

1 Tecniche e Best Practice nella costruzione di Form accessibili per il Web Roberto Zucchetto consulenza e formazione ICT

2 Cos è IWA/HWG IWA/HWG è un Associazione professionale no profit riconosciuta leader mondiale nella fornitura dei principi e delle certificazioni di formazione per i professionisti della Rete Internet; è presente in 100 paesi, con 130 sedi ufficiali in rappresentanza di più di associati. La sua missione Fornire programmi formativi di qualità Fornire agli associati supporto e collaborazione a livello regionale, nazionale e internazionale, nonché un marchio di affiliazione riconosciuto a livello mondiale Promuovere i principi universali di etica e di pratica professionale per tutti i professionisti della Rete Internet Fornire supporto per la definizione e lo studio di normative nei Paesi in cui è presente

3 Cos è IWA/HWG Partecipazioni e Attività Network: Contatti:

4 L approccio dello speech Information Visualization (Dynamic Query, FishEye View, TreeMap): un area di ricerca che fornisce gli strumenti e le metodologie necessarie per poter rappresentare al meglio notevoli quantità di dati; Eye Tracking: Un sistema di eye tracking è un dispositivo che permette di tracciare la posizione della pupilla e di risalire al punto osservato dall utente; User Experience (UX): ossia la progettazione centrata sugli utenti e finalizzata a valutarne tutti gli aspetti di interazione degli stessi con un prodotto/servizio: come viene percepito, compreso e utilizzato.

5 Simboli e non solo. La parola normodotato è abolita ( cosa vuol dire?) La parola disabile o meglio diversamente abile è troppo generica per valutare un prodotto/servizio web (o informatico in genere). Quindi le diverse soluzioni proposte NON saranno catalogate in base allo status dell utente ma al senso con cui accede/fruisce del web e la modalità di interazione: chi il web lo vede, non importa se con stile standard o ad alto contrasto, a caratteri ingranditi o con ausili per l ipovisione, ecc. chi il web lo ascolta attraverso ausili diversi come: screen reader, TTS (sintesi vocale), tastiere braille, ecc. chi interagisce con la tastiera convenzionale o speciale (a tasti ingranditi, ecc.) chi interagisce con un sistema di puntamento tradizionale (mouse, joystick, ecc.) o speciali con simulazione di click (a testa, a naso, a occhio, ecc.) chi interagisce con sistemi di input vocale

6 Un mondo pieno di <FORM> letteralmente modulo sono l'interfaccia di un'applicazione che consente all'utente di inviare i dati inseriti dallo stesso web form sono la principale e spesso l'unica via per inviare dati dai siti web: moduli di registrazione utente modulo contatti (informazioni, richieste, segnalazioni, ecc.) motori di ricerca sul web o interni al sito ricerca o acquisto nei siti di e-commerce In altre parole il modulo o la scheda da compilare" per inserire (fornire) i dati

7 Un mondo pieno di <FORM>

8 La struttura dell elemento <FORM> <form action= method= enctype= accept= accept-charset= > <fieldset><legend>titolo del Form</legend>...(testo, codice di marcatura e controlli). </fieldset> </form> Gli attributi: (HTML 4.01 e XHTML 1.0 con DTD strict) action= URI di destinazione ossia il gestore del modulo lato server method=get post ossia il metodo HTTP di inoltro dei dati del modulo (default è get) enctype= rappresenta il content type dei dati spediti con post. Il valore di default è application/x-www-form-urlencoded. Nell invio di file utilizzare multipart/form-data accept= lista di content type separati da virgole (es. nell invio di file diversi) accept-charset= lista di codifiche di caratteri (encodings) dei dati inviati e accettati dal server (ISO =UCS (Universal Character Set), UTF-8, UTF-16)

9 La struttura dell elemento <FORM> <form> <fieldset><legend>registrazione Dati Utente</legend>... </fieldset> <fieldset><legend>dati per l accesso al servizio</legend>... </fieldset> </form> Il tag <fieldset> consente il raggruppamento di gruppi omogenei di campi identificati tramite il tag <legend>. La leggenda migliora l'accessibilità quando il fieldset viene nascosto ad esempio con l uso dei fogli di stile (CSS) È utile durante la compilazione (chiarisce le diverse sezioni dei dati) È fondamentale per il riconoscimento delle diverse sezioni di dati Esempio

10 I controlli dell elemento <FORM> <form> <fieldset><legend>registrazione Dati Utente</legend> <input type="text" id="nome" /> <input type="radio" value="maschio" /> <input type="checkbox" value= No" /> <input type="password" id="password" /> <input type="hidden" /> <input type="file" class= cssfile" /> <input type="submit" value="invia" /> <button type="reset" >Cancella</button> <select id= provincia"> <optgroup label="lombardia"> <option>milano</option> <option>bergamo</option> <option>brescia</option> </optgroup> <optgroup label="veneto"> <option>venezia</option> <option>padova</option> <option>treviso</option> </optgroup> </select> <textarea name="" cols="" rows=""></textarea> </fieldset> </form>

11 I controlli dell elemento <FORM> L elemento <INPUT> a seconda del suo attributo type text: casella di testo a riga singola password: casella di testo nascosto, ossia valore visualizzato è ********** checkbox: caselle di spunta. Obbligatori l attributo value (valore iniziale) radio: radiocomandi. Obbligatori l attributo value (valore iniziale) file: selettore di file, ad es. per upload di file hidden: controlli nascosti. Es. per memorizzare dati negli scambi client/server image: pulsante di inoltro di tipo grafico. L'attributo src specifica l'uri dell'immagine submit: pulsante di inoltro dei dati reset: pulsante di ripristino, solitamente associati a value Annulla o Cancella button: pulsante di comando, solitamente associati a value Salva o Elimina L elemento <SELECT> consente di creare un menu. Nei controlli con molte voci è consigliato l uso delle etichette <optgroup> per una migliore usabilità dello stesso. L elemento <TEXTAREA> crea un controllo multiriga per l'immissione di testo. L elemento <BUTTON> crea un pulsante del tipo inoltro, comando o ripristino a seconda del valore assegnato all attributo type = submit button reset. Esso può avere un contenuto (ad es. un'immagine), riprodurre i pulsanti in rilievo e con un movimento su/giù quando cliccati. Esempio

12 L elemento <LABEL> L'elemento <LABEL> (etichetta) può essere usato per allegare informazioni ai controlli. Ogni elemento <LABEL> è associato a uno e uno solo dei controlli presenti nel modulo mentre più di una etichetta può essere associata con il medesimo controllo creando così riferimenti multipli. L associazione al controllo DEVE avvenire in modo esplicito (requisito n. 14 [1] ) tramite l attributo for = IDcontrollo dove IDcontrollo deve essere uguale al valore assegnato all attributo id del controllo da associare, così: <label for="nome">nome</label><input type="text" id="nome" /> L utilizzo delle LABEL, oltre ad essere un requisito obbligatorio per i siti della PA, Facilita l inserimento dei dati nel modulo per gli utenti con un livello di conoscenza di internet media mentre è fondamentale per gli utenti poco esperti e per gli anziani È fondamentale per l inserimento dei dati nel modulo. Risponde alla domanda: dove e che cosa debbo inserire in questo controllo? [1] Legge Stanca (Legge 9 gennaio 2004, n. 4 Disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici ) Esempio

13 Gli attributi per tutti i controlli <FORM> tabindex = numero (compreso tra 0 e 32767) Questo attributo definisce l'ordine in cui i controlli riceveranno il focus quando l'utente utilizza la tastiera per navigare. Questi gli elementi HTML che lo supportano: A, AREA, BUTTON, INPUT, OBJECT, SELECT e TEXTAREA. Esempio: <label for="nome">nome</label><input type="text" id="nome" tabindex="1" /> <label for="cognome">cognome</label><input type="text" id="cognome" tabindex="2" /> Facilita la compilazione del modulo definendo una sequenza di compilazione oltre che dare un senso complessivo ai dati inseriti La sequenza interessa meno ma il non rispetto della sequenza potrebbe facilmente far venir meno il senso dei dati inseriti o ancor peggio una errata valutazione (immaginate ad es. dopo aver inserito il vostro nome e cognome di selezionare il sesso della persona convivente e poi il vostro a causa di un inversione dell ordine di tabulazione dei controlli) L utilizzo di tabindex è contenuta nel requisito n. 21 della legge Stanca. Per siti dinamici e/o per siti gestiti con CMS non è semplice rispettare questa regola. Soluzione: impostare i tabindex per le parti fisse : skip, header e logo, menu e sottomenu e utilizzare l ordine naturale di inserimento degli oggetti nel body. Esempio

14 Gli attributi per tutti i controlli <FORM> accesskey = carattere Questo attributo assegna un tasto di accesso ad un elemento della pagina. Questi gli elementi HTML che lo supportano: A, AREA, BUTTON, INPUT, LABEL, LEGEND e TEXTAREA. Esempio: <label for="nome">nome </label><input type="text" id="nome" accesskey = N" /> <label for="cognome">cognome </label><input type="text" id="cognome" accesskey = C" /> L utilizzo di accesskey è contenuta nel requisito n. 21 della legge Stanca. Oggi questo attributo è fortemente criticato e quindi spesso disapplicato, risultando in taluni casi la sua applicazione addirittura meno accessibile. In sintesi queste le motivazioni contrarie al suo uso: non vi è un uso uniforme dei tasti rapidi (chi preferisce le lettere tipo h=home, chi invece i numeri come 1=home); i tasti scelti spesso vanno in conflitto e/o si sovrappongono a quelli del browser o dello screen reader; non vi è una modalità comune di attivazione dei tasti rapidi tra i diversi browser; non è chiara la loro esplicitazione (visualizzazione) agli utenti che non utilizzano uno screen reader. E attualmente preferibile definire solo pochi tasti di scelta rapida per i soli link principali rendendo il più possibile chiara la loro definizione attraverso l uso dell attributo title, della sottolineatura del carattere (tasto), dei CSS (:after) e di una legenda in evidenza. Esempio

15 Diamo uno stile al <FORM> Una delle regole d oro dell accessibilità è: separare i comportamenti (JavaScript) dalla presentazione (CSS) e dalla struttura (X-HTML) usando il metodo del potenziamento progressivo [1]. Quindi definiamo uno stile CSS che presenti completamente e al meglio il nostro modulo. Utilizzare soprattutto i selettori classe (oltre alle proprietà associate ai tag HTML) per ridurre la complessità (e il peso) del CSS, si ridurranno così i tempi di manutenzione ed intervento e quindi i costi complessivi. In altri termini aumenterà il ROI (redditività del capitale investito o ritorno degli investimenti) del nostro sito web. Ad es. per uno stile di form definiremo nel css: le proprietà per gli elementi form, fieldset, legend, label le proprietà per una classe da applicare ai contenitori <div> dei controlli casella di testo e simili le proprietà per una classe da applicare ai contenitori <div> dei controlli radio e checkbox le proprietà per una classe da applicare ai contenitori <div> dei controlli button [1] Michele Diodati Accessibilità guida completa Esempio

16 Miglioriamo Design e Accessibilità del <FORM> Aggiungiamo un secondo foglio di stile e due javascript Aumentiamo la riconoscibilità dei campi rispetto allo sfondo della pagina Evidenziamo il campo che ottiene il focus (ossia quello in fase di modifica) Indichiamo i campi obbligatori Inseriamo degli aiuti per la compilazione dei campi complessi o con regole come il formato data, valuta, numero intero/decimale, lunghezza min/max, caratteri ammessi Raggruppiamo all inizio del modulo i messaggi di anomalia dei dati inseriti Evidenziamo esplicitamente i campi che presentano dati anomali (o mancanti) Non c è nessuna legge che ci impone di fare questo se non quella del buon senso Esempio Esempio Help Esempio Help1

17 La validazione dei dati <FORM> La validazione dei dati lato client Viene solitamente eseguita con javascript costruiti ad hoc o sempre più spesso utilizzando framework come Mootools, jquery, TIBCO, ecc. Usate il javascript che volete ma utilizzare gestori evento INDIPENDENTI dal dispositivo di input, ossia: onblur e onfocus (requisito n. 16 [1] ) In alternativa: accoppiare onclick a onkeypress accoppiare onclick a onfocus accoppiare onmousedown a onkeydown accoppiare onmouseup a onkeyup accoppiare onmouseover a onfocus accoppiare onmouseout a onblur Mai usare ondblclick in quanto non esiste l equivalente evento da tastiera. [1] Legge Stanca (Legge 9 gennaio 2004, n. 4 Disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici )

18 L Eye Tracking nei <FORM> Quali le conclusioni dell Eye Tracking nei FORM di ricerca [1] [1] Fonte Matteo Penzo Direttore di Design e Sviluppo al Research Center -

19 L Eye Tracking nei <FORM> Quali le conclusioni dell Eye Tracking nei FORM di ricerca [1] Le label: gli utenti poco esperti e quelli medi cercano l etichetta (label) del campo di ricerca e si aspettano di trovarla a sinistra del controllo stesso mentre gli utenti esperti, se presenti, le ignorano; Elenchi a discesa: catturano molto l attenzione dell utente. Valutare attentamente la loro implementazione e se si vuole costruire un semplice modulo di ricerca evitare il loro uso in quanto, molto spesso, rendono meno chiaro il sistema di ricerca in se e la ricerca (risultato) desiderata; Compattezza del form: per tutti gli utenti e in particolare per quelli che utilizzano screen reader per navigare, esplorano tutta la pagina prima di capirne il significato (cosa posso fare qui?). Quindi i risultati migliori si ottengono (vedi flickr.com) con form compatte, in cui il controllo è dotato di label allineata a sinistra appena sopra alla casella di testo; Posizionamento standard: posizionare il form di ricerca in una delle posizioni standard (in alto a destra o al centro) aiuta notevolmente la sua comprensione ed utilizzo anche in assenza della etichetta. [1] Fonte Matteo Penzo Direttore di Design e Sviluppo al Research Center -

20 L Eye Tracking nei <FORM> Quali le conclusioni dell Eye Tracking nei FORM [1] Posizionamento delle label per la riduzione tempi di completamento e per chi conosce i dati di input il posizionamento migliore è label sopra i campi (con allineamento a sinistra rispetto agli stessi) quando la dimensione verticale dello schermo è limitata il posizionamento migliore è label allineate a destra e in linea con i campi per chi non ha familiarità con il modulo (non conosce i dati), o per una articolata immissione di dati, il posizionamento migliore è label allineate a sinistra e in linea con i campi [1] Fonte Luke Wroblewski Best Practices for Form Design -

21 L Eye Tracking nei <FORM> Quali le conclusioni dell Eye Tracking nei FORM [1] Indicazione campi obbligatori evitare, se possibile, i campi opzionali se la maggior parte dei campi è obbligatoria: esplicitare solo quelli opzionali se la maggior parte dei campi è facoltativa: esplicitare solo quelli obbligatori il testo (obbligatorio) sarebbe la migliore indicazione, ma forse ci siamo abituati a * associare gli indicatori obbligatorio/opzionale alle etichette dei campi Lunghezza dei campi quando possibile, assegnare ai campi una lunghezza più che sufficiente al loro scopo (tipo di dato da inserire) in caso contrario assegnare una lunghezza coerente con il contesto ma sufficiente all inserimento del dato stesso [1] Fonte Luke Wroblewski Best Practices for Form Design -

22 L Eye Tracking nei <FORM> Quali le conclusioni dell Eye Tracking nei FORM [1] Contenuti ed Organizzazione raggruppare i gruppi omogenei di dati/campi ridurre al minimo il numero di campi necessari allo scopo evitare l inserimento (o l attivazione) dei pulsanti per le azioni successive. In caso contrario rendere chiaro il loro scopo Aiuti (Help&Tips) alla compilazione minimizzare la quantità di aiuti e consigli necessari per compilare un modulo una guida [?] visibile ed adiacente al campo è una cosa utile valutare, dove possibile, la sostituzione degli help statici con un aiuto dinamico alla compilazione (modifica dinamica del form a seconda dei dati inseriti) [1] Fonte Luke Wroblewski Best Practices for Form Design -

23 Conclusioni sui <FORM> L accessibilità è possibile e non costa di più Un sito accessibile è anche più usabile Un sito accessibile ha un ROI più elevato Le tecniche di Eye Tracking confermano molti dei principi (regole) dell accessibilità..e se deciderete di applicare queste best practice, ricordate che non basta una somma di buone regole per ottenere un buon risultato; alla base è indispensabile una preventiva e buona progettazione: non bastano dei bravi musicisti a far grande un orchestra.

24 Termini e licenza del documento GRAZIE Per informazioni mi potete contattare via mail a Quest'opera è stata rilasciata sotto la licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-non opere derivate 3.0 Unported. Per leggere una copia della licenza visita il sito web o spedisci una lettera a Creative Commons, 171 Second Street, Suite 300, San Francisco, California, 94105, USA. Diritti, marchi registrati e siti web riportati in immagini e url sono riservati e proprietà dei diretti interessati e relative aziende. IWA/HWG e l associazione IWA Italy non sono direttamente o indirettamente responsabili dei contenuti riportati nel presente documento che sono ad esclusiva cura e responsabilità del relatore.

ESEMPI DI FORM (da www.html.it)

ESEMPI DI FORM (da www.html.it) ESEMPI DI FORM (da www.html.it) Vediamo, nel particolare, tutti i tag che HTML 4.0 prevede per la creazione di form. Questo tag apre e chiude il modulo e raccoglie il contenuto dello stesso,

Dettagli

I FORM. L'attributo action contiene l'url del file php a cui devono essere inviati i file per essere elaborati.

I FORM. L'attributo action contiene l'url del file php a cui devono essere inviati i file per essere elaborati. I FORM Che cosa sono e che caratteristiche hanno Un form contiene molti oggetti che permettono di inserire dati usando la tastiera. Tali dati verranno poi inviati alla pagina php che avrà il compito di

Dettagli

Uso di form HTML per inviare dati nel web dinamico. I form HTML ed il web dinamico. Struttura di base dei form HTML. Form: controlli di input

Uso di form HTML per inviare dati nel web dinamico. I form HTML ed il web dinamico. Struttura di base dei form HTML. Form: controlli di input I form HTML ed il web dinamico Antonio Lioy < lioy@polito.it > Politecnico di Torino Dip. Automatica e Informatica orario.html Uso di form HTML per inviare dati nel web dinamico partenza arrivo data browser

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Lezione III: Oggetti ASP e interazione tramite form HTML

Lezione III: Oggetti ASP e interazione tramite form HTML Lezione III: Oggetti ASP e interazione tramite form HTML La terza lezione, come le precedenti, ha avuto una durata di due ore, di cui una in aula e l altra in laboratorio, si è tenuta alla presenza della

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

PHP: form, cookies, sessioni e. Pasqualetti Veronica

PHP: form, cookies, sessioni e. Pasqualetti Veronica PHP: form, cookies, sessioni e mysql Pasqualetti Veronica Form HTML: sintassi dei form 2 Un form HTML è una finestra contenente vari elementi di controllo che consentono al visitatore di inserire informazioni.

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE 1 SOMMARIO 1 OBIETTIVI DEL DOCUMENTO...3 2 OFFERTA DEL FORNITORE...4 2.1 LOG ON...4 2.2 PAGINA INIZIALE...4 2.3 CREAZIONE OFFERTA...6 2.4 ACCESSO AL DOCUMENTALE...8

Dettagli

Guida all uso del portale dello studente

Guida all uso del portale dello studente Guida all uso del portale dello studente www.studente.unicas.it Versione 1.0 del 10/04/2010 Pagina 1 Sommario PREMESSA... 3 PROFILO... 7 AMICI... 9 POSTA... 10 IMPOSTAZIONI... 11 APPUNTI DI STUDIO... 12

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE Guida d uso per la registrazione e l accesso Ver 3.0 del 22/11/2013 Pag. 1 di 16 Sommario 1. Registrazione sul portale GSE... 3 2. Accesso al Portale... 8 2.1 Accesso alle

Dettagli

Laboratorio di Tecnologie Web HTML: Form Dott. Stefano Burigat

Laboratorio di Tecnologie Web HTML: Form Dott. Stefano Burigat Laboratorio di Tecnologie Web HTML: Form Dott. Stefano Burigat www.dimi.uniud.it/burigat Il ruolo dei form I form sono al giorno d'oggi un componente essenziale per l'interazione degli utenti con i siti

Dettagli

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE Access permette di specificare una maschera che deve essere visualizzata automaticamente all'apertura di un file. Vediamo come creare una maschera di

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

Ora possiamo specificare la dimensione della casella di immissione dati.

Ora possiamo specificare la dimensione della casella di immissione dati. 1 di 6 17/04/2012 6.37 D'ora in poi, per maggiore chiarezza, scriverò solo quello che sta fra i due tag . Tralascerò i tag head, body, title e form. Ovviamente nei tuoi documenti è necessario che

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA HOTSPOT Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA Hotspot è l innovativo servizio che offre ai suoi clienti accesso ad Internet gratuito, in modo semplice e veloce, grazie al collegamento

Dettagli

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account

Dettagli

Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12

Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12 Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Esercizi su HTML e JavaScript

Esercizi su HTML e JavaScript Linguaggi per il Web prof. Riccardo Rosati Corso di laurea in Ingegneria dei sistemi informatici Sapienza Università di Roma, a.a. 2014/2015 Esercizi su HTML e JavaScript Esercizio 1 (a) Scrivere un documento

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet Lavoro Occasionale Accessorio Internet 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo del documento... 3 1.2 Normativa... 3 1.3 Attori del Processo... 4 1.4 Accesso Internet... 5 1.4.1 Accesso Internet da Informazioni...

Dettagli

Questo é il link all altra pagina

<a href= page2.html > Questo é il link all altra pagina </a> <a href= page2.html > <img src= lamiaimmagine.jpg/> </a> Tutorial 4 Links, Span e Div È ora di fare sul serio! Che ci crediate o no, se sei arrivato fino a questo punto, ora hai solo bisogno di una cosa in più per fare un sito reale! Al momento hai una pagina

Dettagli

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 1) Introduzione Pg 3 2) L area amministratore Pg 3 2.1) ECM Pg 4 2.1.1) Sezione Struttura Pg 5 2.1.2) Sezione Documento Pg 7 2.1.3) Sezione Pubblicazione

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Si prega di comunicare eventuali errori o inesattezze riscontrate, scrivendo una mail a: otebac@beniculturali.it

Si prega di comunicare eventuali errori o inesattezze riscontrate, scrivendo una mail a: otebac@beniculturali.it TEMPLATE IN MWCMS D A N I E L E U G O L E T T I - G R U P P O M E T A Si prega di comunicare eventuali errori o inesattezze riscontrate, scrivendo una mail a: otebac@beniculturali.it C ONTENTS I template

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Modulo PCT Redattore atti per il Processo Telematico. Versione speciale per gli iscritti al Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Roma

Modulo PCT Redattore atti per il Processo Telematico. Versione speciale per gli iscritti al Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Roma Modulo PCT Redattore atti per il Processo Telematico Versione speciale per gli iscritti al Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Roma 1 Il Momento Legislativo Istruzioni stampa Messaggi e Ricevute relative

Dettagli

Guida al sistema Bando GiovaniSì

Guida al sistema Bando GiovaniSì Guida al sistema Bando GiovaniSì 1di23 Sommario La pagina iniziale Richiesta account Accesso al sistema Richiesta nuova password Registrazione soggetto Accesso alla compilazione Compilazione progetto integrato

Dettagli

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Firma Digitale Remota Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Versione: 0.3 Aggiornata al: 02.07.2012 Sommario 1. Attivazione Firma Remota... 3 1.1 Attivazione Firma Remota con Token YUBICO... 5

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

Client PEC Quadra Guida Utente

Client PEC Quadra Guida Utente Client PEC Quadra Guida Utente Versione 3.2 Guida Utente all uso di Client PEC Quadra Sommario Premessa... 3 Cos è la Posta Elettronica Certificata... 4 1.1 Come funziona la PEC... 4 1.2 Ricevuta di Accettazione...

Dettagli

ThemixInfo Gestione Informazione al Pubblico per Laboratori di analisi e Poliambulatori. Manuale d uso. themix Italia srl

ThemixInfo Gestione Informazione al Pubblico per Laboratori di analisi e Poliambulatori. Manuale d uso. themix Italia srl Gestione Informazione al Pubblico per Laboratori di analisi e Poliambulatori Manuale d uso Versione 08/07/2014 themix Italia srl tel. 06 35420034 fax 06 35420150 email info@themix.it LOGIN All avvio il

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

SCUOLANET UTENTE DOCENTE

SCUOLANET UTENTE DOCENTE 1 ACCESSO A SCUOLANET Si accede al servizio Scuolanet della scuola mediante l'indirizzo www.xxx.scuolanet.info (dove a xxx corrisponde al codice meccanografico della scuola). ISTRUZIONI PER IL PRIMO ACCESSO

Dettagli

MANUALE D USO LEXUN ver. 5.0. proprietà logos engineering - Sistema Qualità certificato ISO 9001 DNV Italia INDICE. 6. Flash top 6 C.

MANUALE D USO LEXUN ver. 5.0. proprietà logos engineering - Sistema Qualità certificato ISO 9001 DNV Italia INDICE. 6. Flash top 6 C. Pag. 1/24 INDICE A. AMMINISTRAZIONE pagina ADMIN Pannello di controllo 2 1. Password 2 2. Cambio lingua 2 3. Menù principale 3 4. Creazione sottomenù 3 5. Impostazione template 4 15. Pagina creata con

Dettagli

Progetto SINTESI. Dominio Provinciale. Guida alla compilazione del form di Accreditamento. -Versione Giugno 2013-

Progetto SINTESI. Dominio Provinciale. Guida alla compilazione del form di Accreditamento. -Versione Giugno 2013- Progetto SINTESI Dominio Provinciale Guida alla compilazione del form di Accreditamento -Versione Giugno 2013- - 1 - Di seguito vengono riportate le indicazioni utili per la compilazione del form di accreditamento

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

La Valutazione Euristica

La Valutazione Euristica 1/38 E un metodo ispettivo di tipo discount effettuato da esperti di usabilità. Consiste nel valutare se una serie di principi di buona progettazione sono stati applicati correttamente. Si basa sull uso

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni ADOBE READER XI Guida ed esercitazioni Guida di Reader Il contenuto di alcuni dei collegamenti potrebbe essere disponibile solo in inglese. Compilare moduli Il modulo è compilabile? Compilare moduli interattivi

Dettagli

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM SPOSTARE un file o una sottodirectory da una directory ad un altra COPIARE un file o una directory da una directory all altra RINOMINARE un file o una directory CANCELLARE un file o una directory CREARE

Dettagli

Scrivere uno script php che, dato un array associativo PERSONE le cui chiavi sono i

Scrivere uno script php che, dato un array associativo PERSONE le cui chiavi sono i Esercizi PHP 1. Scrivere uno script PHP che produca in output: 1. La tabellina del 5 2. La tavola Pitagorica contenuta in una tabella 3. La tabellina di un numero ricevuto in input tramite un modulo. Lo

Dettagli

Protocollo HTTP. Alessandro Sorato

Protocollo HTTP. Alessandro Sorato Un protocollo è un insieme di regole che permettono di trovare uno standard di comunicazione tra diversi computer attraverso la rete. Quando due o più computer comunicano tra di loro si scambiano una serie

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD WORD SOMMARIO 1. Muoversi nel testo... 1 2. Taglia, copia e incolla... 2 3. Aprire, salvare e chiudere... 3 4. Trovare e sostituire... 4 5. Visualizzare in modi diversi... 6 6. Formattare e incolonnare...

Dettagli

Assegnazione e gestione dei nomi a dominio nel SLD gov.it

Assegnazione e gestione dei nomi a dominio nel SLD gov.it Assegnazione e gestione dei nomi a dominio nel SLD gov.it 1 Introduzione...3 2 Registrazione di un nuovo dominio gov.it...3 3 Cambia Dati di un dominio...9 3.1 Variazione record di zona o DNS Dominio con

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO:

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO: ASTA IN GRIGLIA PRO Asta in Griglia PRO è un software creato per aiutare il venditore Ebay nella fase di post-vendita, da quando l inserzione finisce con una vendita fino alla spedizione. Il programma

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

La presente guida illustra i passaggi fondamentali per gestire l account posta elettronica certificata (PEC) sui dispositivi Apple ipad.

La presente guida illustra i passaggi fondamentali per gestire l account posta elettronica certificata (PEC) sui dispositivi Apple ipad. La presente guida illustra i passaggi fondamentali per gestire l account posta elettronica certificata (PEC) sui dispositivi Apple ipad. OPERAZIONI PRELIMINARI Dal menu impostazioni andate su E-mail, Contatti,

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

FAQ sul prestito locale, interbibliotecario (ILL) e intersistemico (ISS) in SOL

FAQ sul prestito locale, interbibliotecario (ILL) e intersistemico (ISS) in SOL FAQ sul prestito locale, interbibliotecario (ILL) e intersistemico (ISS) in SOL PRESTITO LOCALE 1. Dove posso trovare informazioni dettagliate sul prestito locale e sulla gestione dei lettori? 2. Come

Dettagli

Iphone e Zimbra 7 FOSS Edition: Mail, Contatti ed Agenda

Iphone e Zimbra 7 FOSS Edition: Mail, Contatti ed Agenda Iphone e Zimbra 7 FOSS Edition: Mail, Contatti ed Agenda mailto:beable@beable.it http://www.beable.it 1 / 33 Questo tutorial è rilasciato con la licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-non

Dettagli

Questa pagina è stata lasciata bianca intenzionalmente.

Questa pagina è stata lasciata bianca intenzionalmente. 2 Questa pagina è stata lasciata bianca intenzionalmente. Indice Ecommerce-Store Chi siamo 9 1 Introdurre Magento 11 Che cos è Magento 11 Licenza Magento 11 Frontend e Backend di Magento 12 Frontend (la

Dettagli

Nitro Reader 3 Guida per l' utente

Nitro Reader 3 Guida per l' utente Nitro Reader 3 Guida per l' utente In questa Guida per l'utente Benvenuti in Nitro Reader 3 1 Come usare questa guida 1 Trovare rapidamente le informazioni giuste 1 Per eseguire una ricerca basata su parole

Dettagli

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma Guida Categoria alla registrazione StockPlan Connect Il sito web StockPlan Connect di Morgan Stanley consente di accedere e di gestire online i piani di investimento azionario. Questa guida offre istruzioni

Dettagli

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it PROCEDURA E-COMMERCE BUSINESS TO BUSINESS Guida alla Compilazione di un ordine INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it INDICE 1. Autenticazione del nome utente

Dettagli

G e s t i o n e U t e n z e C N R

G e s t i o n e U t e n z e C N R u t e n t i. c n r. i t G e s t i o n e U t e n z e C N R G U I D A U T E N T E Versione 1.1 Aurelio D Amico (Marzo 2013) Consiglio Nazionale delle Ricerche - Sistemi informativi - Roma utenti.cnr.it -

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO Francesco Marchione e Dario Richichi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Sezione di Palermo Indice Introduzione...

Dettagli

Portale Unico dei Servizi NoiPA

Portale Unico dei Servizi NoiPA Portale Unico dei Servizi NoiPA Guida all accesso al portale e ai servizi self service Versione del 10/12/14 INDICE pag. 1 INTRODUZIONE... 3 2 MODALITÀ DI PRIMO ACCESSO... 3 2.1 LA CONVALIDA DELL INDIRIZZO

Dettagli

Radar Web PA. Valutazione della qualità dei siti web. Valutazione della qualità dei siti web della Pubblica Amministrazione

Radar Web PA. Valutazione della qualità dei siti web. Valutazione della qualità dei siti web della Pubblica Amministrazione Radar Web PA Valutazione della qualità dei siti web Livello d interazione Sezione di trasparenza Open data Open Content Valutazione Partecipazione Presenza 2.0 Contenuti minimi Dominio.gov Dichiarazioni

Dettagli

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero 1 Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero sistema e sui servizi a disposizione sia in qualità

Dettagli

Documentazione tecnica

Documentazione tecnica Documentazione tecnica Come spedire via Post 1.1) Invio di Loghi operatore 1.2) Invio delle Suonerie (ringtone) 1.3) Invio di SMS con testo in formato UNICODE UCS-2 1.4) Invio di SMS multipli 1.5) Simulazione

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

MANUALE PER LO STUDENTE

MANUALE PER LO STUDENTE Università di Bologna Domanda di ammissione alla prova finale laurea MANUALE PER LO STUDENTE In caso di problemi informatici durante la compilazione della domanda on line, manda una mail a help.almawelcome@unibo.it

Dettagli

Come recuperare il Citation Index di un articolo o di un autore: breve guida

Come recuperare il Citation Index di un articolo o di un autore: breve guida Come recuperare il Citation Index di un articolo o di un autore: breve guida A cura del Gruppo Informazione e comunicazione della Biblioteca Biomedica Redazione: Tessa Piazzini Premessa: Solitamente parlando

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli