Tecniche e Best Practice nella costruzione di Form accessibili per il Web. Roberto Zucchetto consulenza e formazione ICT

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tecniche e Best Practice nella costruzione di Form accessibili per il Web. Roberto Zucchetto consulenza e formazione ICT"

Transcript

1 Tecniche e Best Practice nella costruzione di Form accessibili per il Web Roberto Zucchetto consulenza e formazione ICT

2 Cos è IWA/HWG IWA/HWG è un Associazione professionale no profit riconosciuta leader mondiale nella fornitura dei principi e delle certificazioni di formazione per i professionisti della Rete Internet; è presente in 100 paesi, con 130 sedi ufficiali in rappresentanza di più di associati. La sua missione Fornire programmi formativi di qualità Fornire agli associati supporto e collaborazione a livello regionale, nazionale e internazionale, nonché un marchio di affiliazione riconosciuto a livello mondiale Promuovere i principi universali di etica e di pratica professionale per tutti i professionisti della Rete Internet Fornire supporto per la definizione e lo studio di normative nei Paesi in cui è presente

3 Cos è IWA/HWG Partecipazioni e Attività Network: Contatti:

4 L approccio dello speech Information Visualization (Dynamic Query, FishEye View, TreeMap): un area di ricerca che fornisce gli strumenti e le metodologie necessarie per poter rappresentare al meglio notevoli quantità di dati; Eye Tracking: Un sistema di eye tracking è un dispositivo che permette di tracciare la posizione della pupilla e di risalire al punto osservato dall utente; User Experience (UX): ossia la progettazione centrata sugli utenti e finalizzata a valutarne tutti gli aspetti di interazione degli stessi con un prodotto/servizio: come viene percepito, compreso e utilizzato.

5 Simboli e non solo. La parola normodotato è abolita ( cosa vuol dire?) La parola disabile o meglio diversamente abile è troppo generica per valutare un prodotto/servizio web (o informatico in genere). Quindi le diverse soluzioni proposte NON saranno catalogate in base allo status dell utente ma al senso con cui accede/fruisce del web e la modalità di interazione: chi il web lo vede, non importa se con stile standard o ad alto contrasto, a caratteri ingranditi o con ausili per l ipovisione, ecc. chi il web lo ascolta attraverso ausili diversi come: screen reader, TTS (sintesi vocale), tastiere braille, ecc. chi interagisce con la tastiera convenzionale o speciale (a tasti ingranditi, ecc.) chi interagisce con un sistema di puntamento tradizionale (mouse, joystick, ecc.) o speciali con simulazione di click (a testa, a naso, a occhio, ecc.) chi interagisce con sistemi di input vocale

6 Un mondo pieno di <FORM> letteralmente modulo sono l'interfaccia di un'applicazione che consente all'utente di inviare i dati inseriti dallo stesso web form sono la principale e spesso l'unica via per inviare dati dai siti web: moduli di registrazione utente modulo contatti (informazioni, richieste, segnalazioni, ecc.) motori di ricerca sul web o interni al sito ricerca o acquisto nei siti di e-commerce In altre parole il modulo o la scheda da compilare" per inserire (fornire) i dati

7 Un mondo pieno di <FORM>

8 La struttura dell elemento <FORM> <form action= method= enctype= accept= accept-charset= > <fieldset><legend>titolo del Form</legend>...(testo, codice di marcatura e controlli). </fieldset> </form> Gli attributi: (HTML 4.01 e XHTML 1.0 con DTD strict) action= URI di destinazione ossia il gestore del modulo lato server method=get post ossia il metodo HTTP di inoltro dei dati del modulo (default è get) enctype= rappresenta il content type dei dati spediti con post. Il valore di default è application/x-www-form-urlencoded. Nell invio di file utilizzare multipart/form-data accept= lista di content type separati da virgole (es. nell invio di file diversi) accept-charset= lista di codifiche di caratteri (encodings) dei dati inviati e accettati dal server (ISO =UCS (Universal Character Set), UTF-8, UTF-16)

9 La struttura dell elemento <FORM> <form> <fieldset><legend>registrazione Dati Utente</legend>... </fieldset> <fieldset><legend>dati per l accesso al servizio</legend>... </fieldset> </form> Il tag <fieldset> consente il raggruppamento di gruppi omogenei di campi identificati tramite il tag <legend>. La leggenda migliora l'accessibilità quando il fieldset viene nascosto ad esempio con l uso dei fogli di stile (CSS) È utile durante la compilazione (chiarisce le diverse sezioni dei dati) È fondamentale per il riconoscimento delle diverse sezioni di dati Esempio

10 I controlli dell elemento <FORM> <form> <fieldset><legend>registrazione Dati Utente</legend> <input type="text" id="nome" /> <input type="radio" value="maschio" /> <input type="checkbox" value= No" /> <input type="password" id="password" /> <input type="hidden" /> <input type="file" class= cssfile" /> <input type="submit" value="invia" /> <button type="reset" >Cancella</button> <select id= provincia"> <optgroup label="lombardia"> <option>milano</option> <option>bergamo</option> <option>brescia</option> </optgroup> <optgroup label="veneto"> <option>venezia</option> <option>padova</option> <option>treviso</option> </optgroup> </select> <textarea name="" cols="" rows=""></textarea> </fieldset> </form>

11 I controlli dell elemento <FORM> L elemento <INPUT> a seconda del suo attributo type text: casella di testo a riga singola password: casella di testo nascosto, ossia valore visualizzato è ********** checkbox: caselle di spunta. Obbligatori l attributo value (valore iniziale) radio: radiocomandi. Obbligatori l attributo value (valore iniziale) file: selettore di file, ad es. per upload di file hidden: controlli nascosti. Es. per memorizzare dati negli scambi client/server image: pulsante di inoltro di tipo grafico. L'attributo src specifica l'uri dell'immagine submit: pulsante di inoltro dei dati reset: pulsante di ripristino, solitamente associati a value Annulla o Cancella button: pulsante di comando, solitamente associati a value Salva o Elimina L elemento <SELECT> consente di creare un menu. Nei controlli con molte voci è consigliato l uso delle etichette <optgroup> per una migliore usabilità dello stesso. L elemento <TEXTAREA> crea un controllo multiriga per l'immissione di testo. L elemento <BUTTON> crea un pulsante del tipo inoltro, comando o ripristino a seconda del valore assegnato all attributo type = submit button reset. Esso può avere un contenuto (ad es. un'immagine), riprodurre i pulsanti in rilievo e con un movimento su/giù quando cliccati. Esempio

12 L elemento <LABEL> L'elemento <LABEL> (etichetta) può essere usato per allegare informazioni ai controlli. Ogni elemento <LABEL> è associato a uno e uno solo dei controlli presenti nel modulo mentre più di una etichetta può essere associata con il medesimo controllo creando così riferimenti multipli. L associazione al controllo DEVE avvenire in modo esplicito (requisito n. 14 [1] ) tramite l attributo for = IDcontrollo dove IDcontrollo deve essere uguale al valore assegnato all attributo id del controllo da associare, così: <label for="nome">nome</label><input type="text" id="nome" /> L utilizzo delle LABEL, oltre ad essere un requisito obbligatorio per i siti della PA, Facilita l inserimento dei dati nel modulo per gli utenti con un livello di conoscenza di internet media mentre è fondamentale per gli utenti poco esperti e per gli anziani È fondamentale per l inserimento dei dati nel modulo. Risponde alla domanda: dove e che cosa debbo inserire in questo controllo? [1] Legge Stanca (Legge 9 gennaio 2004, n. 4 Disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici ) Esempio

13 Gli attributi per tutti i controlli <FORM> tabindex = numero (compreso tra 0 e 32767) Questo attributo definisce l'ordine in cui i controlli riceveranno il focus quando l'utente utilizza la tastiera per navigare. Questi gli elementi HTML che lo supportano: A, AREA, BUTTON, INPUT, OBJECT, SELECT e TEXTAREA. Esempio: <label for="nome">nome</label><input type="text" id="nome" tabindex="1" /> <label for="cognome">cognome</label><input type="text" id="cognome" tabindex="2" /> Facilita la compilazione del modulo definendo una sequenza di compilazione oltre che dare un senso complessivo ai dati inseriti La sequenza interessa meno ma il non rispetto della sequenza potrebbe facilmente far venir meno il senso dei dati inseriti o ancor peggio una errata valutazione (immaginate ad es. dopo aver inserito il vostro nome e cognome di selezionare il sesso della persona convivente e poi il vostro a causa di un inversione dell ordine di tabulazione dei controlli) L utilizzo di tabindex è contenuta nel requisito n. 21 della legge Stanca. Per siti dinamici e/o per siti gestiti con CMS non è semplice rispettare questa regola. Soluzione: impostare i tabindex per le parti fisse : skip, header e logo, menu e sottomenu e utilizzare l ordine naturale di inserimento degli oggetti nel body. Esempio

14 Gli attributi per tutti i controlli <FORM> accesskey = carattere Questo attributo assegna un tasto di accesso ad un elemento della pagina. Questi gli elementi HTML che lo supportano: A, AREA, BUTTON, INPUT, LABEL, LEGEND e TEXTAREA. Esempio: <label for="nome">nome </label><input type="text" id="nome" accesskey = N" /> <label for="cognome">cognome </label><input type="text" id="cognome" accesskey = C" /> L utilizzo di accesskey è contenuta nel requisito n. 21 della legge Stanca. Oggi questo attributo è fortemente criticato e quindi spesso disapplicato, risultando in taluni casi la sua applicazione addirittura meno accessibile. In sintesi queste le motivazioni contrarie al suo uso: non vi è un uso uniforme dei tasti rapidi (chi preferisce le lettere tipo h=home, chi invece i numeri come 1=home); i tasti scelti spesso vanno in conflitto e/o si sovrappongono a quelli del browser o dello screen reader; non vi è una modalità comune di attivazione dei tasti rapidi tra i diversi browser; non è chiara la loro esplicitazione (visualizzazione) agli utenti che non utilizzano uno screen reader. E attualmente preferibile definire solo pochi tasti di scelta rapida per i soli link principali rendendo il più possibile chiara la loro definizione attraverso l uso dell attributo title, della sottolineatura del carattere (tasto), dei CSS (:after) e di una legenda in evidenza. Esempio

15 Diamo uno stile al <FORM> Una delle regole d oro dell accessibilità è: separare i comportamenti (JavaScript) dalla presentazione (CSS) e dalla struttura (X-HTML) usando il metodo del potenziamento progressivo [1]. Quindi definiamo uno stile CSS che presenti completamente e al meglio il nostro modulo. Utilizzare soprattutto i selettori classe (oltre alle proprietà associate ai tag HTML) per ridurre la complessità (e il peso) del CSS, si ridurranno così i tempi di manutenzione ed intervento e quindi i costi complessivi. In altri termini aumenterà il ROI (redditività del capitale investito o ritorno degli investimenti) del nostro sito web. Ad es. per uno stile di form definiremo nel css: le proprietà per gli elementi form, fieldset, legend, label le proprietà per una classe da applicare ai contenitori <div> dei controlli casella di testo e simili le proprietà per una classe da applicare ai contenitori <div> dei controlli radio e checkbox le proprietà per una classe da applicare ai contenitori <div> dei controlli button [1] Michele Diodati Accessibilità guida completa Esempio

16 Miglioriamo Design e Accessibilità del <FORM> Aggiungiamo un secondo foglio di stile e due javascript Aumentiamo la riconoscibilità dei campi rispetto allo sfondo della pagina Evidenziamo il campo che ottiene il focus (ossia quello in fase di modifica) Indichiamo i campi obbligatori Inseriamo degli aiuti per la compilazione dei campi complessi o con regole come il formato data, valuta, numero intero/decimale, lunghezza min/max, caratteri ammessi Raggruppiamo all inizio del modulo i messaggi di anomalia dei dati inseriti Evidenziamo esplicitamente i campi che presentano dati anomali (o mancanti) Non c è nessuna legge che ci impone di fare questo se non quella del buon senso Esempio Esempio Help Esempio Help1

17 La validazione dei dati <FORM> La validazione dei dati lato client Viene solitamente eseguita con javascript costruiti ad hoc o sempre più spesso utilizzando framework come Mootools, jquery, TIBCO, ecc. Usate il javascript che volete ma utilizzare gestori evento INDIPENDENTI dal dispositivo di input, ossia: onblur e onfocus (requisito n. 16 [1] ) In alternativa: accoppiare onclick a onkeypress accoppiare onclick a onfocus accoppiare onmousedown a onkeydown accoppiare onmouseup a onkeyup accoppiare onmouseover a onfocus accoppiare onmouseout a onblur Mai usare ondblclick in quanto non esiste l equivalente evento da tastiera. [1] Legge Stanca (Legge 9 gennaio 2004, n. 4 Disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici )

18 L Eye Tracking nei <FORM> Quali le conclusioni dell Eye Tracking nei FORM di ricerca [1] [1] Fonte Matteo Penzo Direttore di Design e Sviluppo al Research Center -

19 L Eye Tracking nei <FORM> Quali le conclusioni dell Eye Tracking nei FORM di ricerca [1] Le label: gli utenti poco esperti e quelli medi cercano l etichetta (label) del campo di ricerca e si aspettano di trovarla a sinistra del controllo stesso mentre gli utenti esperti, se presenti, le ignorano; Elenchi a discesa: catturano molto l attenzione dell utente. Valutare attentamente la loro implementazione e se si vuole costruire un semplice modulo di ricerca evitare il loro uso in quanto, molto spesso, rendono meno chiaro il sistema di ricerca in se e la ricerca (risultato) desiderata; Compattezza del form: per tutti gli utenti e in particolare per quelli che utilizzano screen reader per navigare, esplorano tutta la pagina prima di capirne il significato (cosa posso fare qui?). Quindi i risultati migliori si ottengono (vedi flickr.com) con form compatte, in cui il controllo è dotato di label allineata a sinistra appena sopra alla casella di testo; Posizionamento standard: posizionare il form di ricerca in una delle posizioni standard (in alto a destra o al centro) aiuta notevolmente la sua comprensione ed utilizzo anche in assenza della etichetta. [1] Fonte Matteo Penzo Direttore di Design e Sviluppo al Research Center -

20 L Eye Tracking nei <FORM> Quali le conclusioni dell Eye Tracking nei FORM [1] Posizionamento delle label per la riduzione tempi di completamento e per chi conosce i dati di input il posizionamento migliore è label sopra i campi (con allineamento a sinistra rispetto agli stessi) quando la dimensione verticale dello schermo è limitata il posizionamento migliore è label allineate a destra e in linea con i campi per chi non ha familiarità con il modulo (non conosce i dati), o per una articolata immissione di dati, il posizionamento migliore è label allineate a sinistra e in linea con i campi [1] Fonte Luke Wroblewski Best Practices for Form Design -

21 L Eye Tracking nei <FORM> Quali le conclusioni dell Eye Tracking nei FORM [1] Indicazione campi obbligatori evitare, se possibile, i campi opzionali se la maggior parte dei campi è obbligatoria: esplicitare solo quelli opzionali se la maggior parte dei campi è facoltativa: esplicitare solo quelli obbligatori il testo (obbligatorio) sarebbe la migliore indicazione, ma forse ci siamo abituati a * associare gli indicatori obbligatorio/opzionale alle etichette dei campi Lunghezza dei campi quando possibile, assegnare ai campi una lunghezza più che sufficiente al loro scopo (tipo di dato da inserire) in caso contrario assegnare una lunghezza coerente con il contesto ma sufficiente all inserimento del dato stesso [1] Fonte Luke Wroblewski Best Practices for Form Design -

22 L Eye Tracking nei <FORM> Quali le conclusioni dell Eye Tracking nei FORM [1] Contenuti ed Organizzazione raggruppare i gruppi omogenei di dati/campi ridurre al minimo il numero di campi necessari allo scopo evitare l inserimento (o l attivazione) dei pulsanti per le azioni successive. In caso contrario rendere chiaro il loro scopo Aiuti (Help&Tips) alla compilazione minimizzare la quantità di aiuti e consigli necessari per compilare un modulo una guida [?] visibile ed adiacente al campo è una cosa utile valutare, dove possibile, la sostituzione degli help statici con un aiuto dinamico alla compilazione (modifica dinamica del form a seconda dei dati inseriti) [1] Fonte Luke Wroblewski Best Practices for Form Design -

23 Conclusioni sui <FORM> L accessibilità è possibile e non costa di più Un sito accessibile è anche più usabile Un sito accessibile ha un ROI più elevato Le tecniche di Eye Tracking confermano molti dei principi (regole) dell accessibilità..e se deciderete di applicare queste best practice, ricordate che non basta una somma di buone regole per ottenere un buon risultato; alla base è indispensabile una preventiva e buona progettazione: non bastano dei bravi musicisti a far grande un orchestra.

24 Termini e licenza del documento GRAZIE Per informazioni mi potete contattare via mail a Quest'opera è stata rilasciata sotto la licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-non opere derivate 3.0 Unported. Per leggere una copia della licenza visita il sito web o spedisci una lettera a Creative Commons, 171 Second Street, Suite 300, San Francisco, California, 94105, USA. Diritti, marchi registrati e siti web riportati in immagini e url sono riservati e proprietà dei diretti interessati e relative aziende. IWA/HWG e l associazione IWA Italy non sono direttamente o indirettamente responsabili dei contenuti riportati nel presente documento che sono ad esclusiva cura e responsabilità del relatore.

Strumenti a disposizione

Strumenti a disposizione FORM Strumenti a disposizione L'HTML visto fino ad ora permette di descrivere solo documenti statici e passivi Colori, immagini, testi, etc... L'utente può solo interagire con i link Non sempre questo

Dettagli

04/05/2011. Lezione 6: Form

04/05/2011. Lezione 6: Form Lezione 6: Form In alcuni documenti HTML può essere utile creare dei moduli (form) che possono essere riempiti da chi consulta le pagine stesse (es. per registrarsi ad un sito). Le informazioni sono poi

Dettagli

Lezione 6: Form 27/04/2012

Lezione 6: Form 27/04/2012 Lezione 6: Form In alcuni documenti HTML può essere utile creare dei moduli (form) che possono essere riempiti da chi consulta le pagine stesse (es. per registrarsi ad un sito). Le informazioni sono poi

Dettagli

Il linguaggio HTML - Parte 3

Il linguaggio HTML - Parte 3 Corso IFTS Informatica, Modulo 3 Progettazione pagine web statiche (50 ore) Il linguaggio HTML - Parte 3 Dott. Chiara Braghin braghin@dti.unimi.it Addenda Vedi tabella caratteri speciali Vedi file caratteri_speciali.html

Dettagli

Form Editor. Dove NomeProfilo è personalizzabile.

Form Editor. Dove NomeProfilo è personalizzabile. Form Editor Il tema permette di generare automaticamente dei moduli per la raccolta di dati in tre semplici step: 1. Si crea una tabella nel database per la raccolta dei dati. Per la creazione si parte

Dettagli

Laboratorio Progettazione Web PHP e FORMs HTML. Andrea Marchetti IIT-CNR andrea.marchetti@iit.cnr.ita 2013/2014

Laboratorio Progettazione Web PHP e FORMs HTML. Andrea Marchetti IIT-CNR andrea.marchetti@iit.cnr.ita 2013/2014 Laboratorio Progettazione Web PHP e FORMs HTML Andrea Marchetti IIT-CNR andrea.marchetti@iit.cnr.ita 2013/2014 Struttura Applicazioni Web Browser Web HTTP Server Web API Dati Presentation Application Storage

Dettagli

Metodologie Informatiche Applicate al Turismo

Metodologie Informatiche Applicate al Turismo Metodologie Informatiche Applicate al Turismo 9. HTML Parte II Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo di.unipi.it Corso di Laurea in Scienze

Dettagli

JAVASCRIPT. Tale file è associato alla pagina web mediante il tag <script> inserito nella sezione <head> con la seguente sintassi:

JAVASCRIPT. Tale file è associato alla pagina web mediante il tag <script> inserito nella sezione <head> con la seguente sintassi: JAVASCRIPT Introduzione Con l HTML siamo in grado di realizzare pagine web statiche. Con il linguaggio Javascript, invece, possiamo interagire modificando il contenuto della pagina. Il linguaggio javascript

Dettagli

DURANTE LA NAVIGAZIONE NEI SITI WEB I VISITATORI NON SOLO POSSONO CONSULTARE INFORMAZIONI STATICHE

DURANTE LA NAVIGAZIONE NEI SITI WEB I VISITATORI NON SOLO POSSONO CONSULTARE INFORMAZIONI STATICHE MODULI O FORM DURANTE LA NAVIGAZIONE NEI SITI WEB I VISITATORI NON SOLO POSSONO CONSULTARE INFORMAZIONI STATICHE ADATTE ALLA LETTURA MA POSSONO SVOLGERE UN RUOLO ATTIVO NEI CONFRONTI DI UNA PAGINA WEB

Dettagli

Metodologie Informatiche applicate al Turismo

Metodologie Informatiche applicate al Turismo Metodologie Informatiche applicate al Turismo 11. Realizzare Siti Dinamici e Applicazioni Web Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo di.unipi.it

Dettagli

Form HTML. <form> campi del modulo </form>

Form HTML. <form> campi del modulo </form> Form HTML I form (o moduli) HTML permettono ad un utente di interagire con la pagina che sta visitando. L inserimento di un form in una pagina web avviene mediante il tag FORM. Attributi del form campi

Dettagli

Analisi Accessibilità Diagnosi funzionale Ver. 1.0

Analisi Accessibilità Diagnosi funzionale Ver. 1.0 Analisi Accessibilità Diagnosi funzionale Ver. 1.0 Rapporto conclusivo di accessibilità... 2 Sommario della verifica tecnica e requisiti tecnici di accessibilità delle applicazioni basate su tecnologie

Dettagli

Dott.ssa Adriana Pietramala

Dott.ssa Adriana Pietramala Corso di Informatica Laurea Triennale - Comunicazione&Dams Dott.ssa Adriana Pietramala a.pietramala@mat.unical.it Riferimenti Sito del corso: Manuale PHP http://www.php.net/download-docs.php Editor di

Dettagli

Project Management Metodologie e Tecniche per la gestione di progetti

Project Management Metodologie e Tecniche per la gestione di progetti Project Management Metodologie e Tecniche per la gestione di progetti Amir Baldissera amir.baldissera@mentis.it Milano, 18 Ottobre 2008 Cos è IWA/HWG IWA/HWG è un Associazione professionale no profit riconosciuta

Dettagli

Customer Capital. Milano, 18 ottobre 2008. d.ssa Barbara Bonaventura barbara.bonaventura@mentis.it

Customer Capital. Milano, 18 ottobre 2008. d.ssa Barbara Bonaventura barbara.bonaventura@mentis.it Customer Capital. Ovvero il solo marketing che funziona Milano, 18 ottobre 2008 d.ssa Barbara Bonaventura barbara.bonaventura@mentis.it Cos è IWA/HWG IWA/HWG è un Associazione professionale no profit riconosciuta

Dettagli

I Tag dell html. Parte quarta

I Tag dell html. Parte quarta I Tag dell html Parte quarta Le Form I moduli, o form, rendono interattive le pagine Web. Per creare un elemento modulo si usa il tag:

Dettagli

Lezione nr. 5. Per creare un modulo è necessario avere delle conoscenze di base del linguaggio HTML. Niente di difficile ovviamente!

Lezione nr. 5. Per creare un modulo è necessario avere delle conoscenze di base del linguaggio HTML. Niente di difficile ovviamente! Lezione nr. 5 >> Come creare un modulo Web I moduli web sono delle strutture fondamentali per ogni sito web e la loro conoscenza ti permetterà di risolvere almeno il 60% delle problematiche di gestione

Dettagli

ESEMPI DI FORM (da www.html.it)

ESEMPI DI FORM (da www.html.it) ESEMPI DI FORM (da www.html.it) Vediamo, nel particolare, tutti i tag che HTML 4.0 prevede per la creazione di form. Questo tag apre e chiude il modulo e raccoglie il contenuto dello stesso,

Dettagli

Siti interattivi e dinamici. in poche pagine

Siti interattivi e dinamici. in poche pagine Siti interattivi e dinamici in poche pagine 1 Siti Web interattivi Pagine Web codificate esclusivamente per mezzo dell HTML non permettono alcun tipo di interazione con l utente, se non quella rappresentata

Dettagli

I FORM. L'attributo action contiene l'url del file php a cui devono essere inviati i file per essere elaborati.

I FORM. L'attributo action contiene l'url del file php a cui devono essere inviati i file per essere elaborati. I FORM Che cosa sono e che caratteristiche hanno Un form contiene molti oggetti che permettono di inserire dati usando la tastiera. Tali dati verranno poi inviati alla pagina php che avrà il compito di

Dettagli

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php MODULO 3 Microsoft Excel TEST ED ESERCIZI SU: http:///ecdl/excel/index.php Foglio Elettronico - SpreadSheet Un foglio elettronico (in inglese spreadsheet) è un programma applicativo usato per memorizzare

Dettagli

HTML HTML. HyperText Markup Language. Struttura di un documento. Gli elementi essenziali di un documento HTML sono i seguenti TAG: <HTML>...

HTML HTML. HyperText Markup Language. Struttura di un documento. Gli elementi essenziali di un documento HTML sono i seguenti TAG: <HTML>... HTML HyperText Markup Language Struttura di un documento HTML Gli elementi essenziali di un documento HTML sono i seguenti TAG: ... ... ... Struttura di un documento

Dettagli

Sicurezza Protezioni in una pagina Web

Sicurezza Protezioni in una pagina Web Pagina 1 di 7 Sicurezza Protezioni in una pagina Web HTML è un linguaggio che consente di presentare informazioni in pagine di formato predefinito e accattivante. Quando non si hanno a disposizione informazioni

Dettagli

REPORT DI VALUTAZIONE DELL ACCESSIBILITÀ

REPORT DI VALUTAZIONE DELL ACCESSIBILITÀ Pag. 1 di 13 REPORT DI VALUTAZIONE DELL ACCESSIBILITÀ PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Comune di Pella (NO) http://www.comune.pella.no.it/ DATA DELLA VALUTAZIONE 09/07/2008 AUTORE DELLA VALUTAZIONE Alessio Mantegna

Dettagli

Guida all utilizzo del sito web v. 2.0

Guida all utilizzo del sito web v. 2.0 www.comune.pontenossa.bg.it created by zeramico.com Guida all utilizzo del sito web v. 2.0 WebMasterS info@zeramico.com 1 COSA E CAMBIATO Le modifiche più grosse sono state apportate alla struttura del

Dettagli

Interazione con l utente : i moduli.

Interazione con l utente : i moduli. Interazione con l utente : i moduli. Nelle lezioni fin qui riportate, non abbiamo mai trattato l input di utente. Nelle applicazioni web, l input dell utente si acquisisce tramite i moduli (o FORM) HTML.

Dettagli

Conformità: Conforme; tutte le pagine sono realizzate con linguaggio XHTML 1.0 Strict.

Conformità: Conforme; tutte le pagine sono realizzate con linguaggio XHTML 1.0 Strict. Tasti di accesso rapido Al fine di migliorare l'accessibilità del sito sono stati definiti i seguenti tasti di accesso rapido, per attivare le principali funzionalità offerte: [H] = Homepage [R] = Ricerca

Dettagli

Dichiarazione di accessibilità del sito di Ulisse - Nella rete della scienza

Dichiarazione di accessibilità del sito di Ulisse - Nella rete della scienza Dichiarazione di accessibilità del sito di Ulisse - Nella rete della scienza I riferimenti riguardano quanto indicato nelle Recommendation del World Wide Web Consortium (W3C) ed in particolare in quelle

Dettagli

Tecniche per un blog accessibile e usabile

Tecniche per un blog accessibile e usabile DIODATI.ORG Accessibilità e traduzioni dal W3C Tecniche per un blog accessibile e usabile Roma, 3 novembre 2005 Presentazione di Michele Diodati michele@diodati.org http://www.diodati.org http://pesanervi.diodati.org

Dettagli

Forms. Commercio elettronico Registrazione di nuovi membri (organizzazioni non-profit) Ricerca di mercato (collezione di dati relativi a utenti)

Forms. Commercio elettronico Registrazione di nuovi membri (organizzazioni non-profit) Ricerca di mercato (collezione di dati relativi a utenti) Forms Rendono XHTML interattivo in modo semplice: Commercio elettronico Registrazione di nuovi membri (organizzazioni non-profit) Ricerca di mercato (collezione di dati relativi a utenti) Svariati controlli

Dettagli

MODULO 5 Basi di dati (database)

MODULO 5 Basi di dati (database) MODULO 5 Basi di dati (database) I contenuti del modulo: questo modulo riguarda la conoscenza da parte del candidato dei concetti fondamentali sulle basi di dati e la sua capacità di utilizzarli. Il modulo

Dettagli

Settaggio impostazioni tema. Cliccando nuovamente su aspetto e poi su personalizza si avrà modo di configurare la struttura dinamica della template.

Settaggio impostazioni tema. Cliccando nuovamente su aspetto e poi su personalizza si avrà modo di configurare la struttura dinamica della template. I TEMI PREDEFINITI (TEMPLATE) Scelta del tema I temi predefiniti di wordpress sono la base di un sito che usa un utente che per ragioni pratiche o per incapacità non può creare un sito usando solo codice

Dettagli

1) Il client(browser utilizzato) invia al server i dati inseriti dall utente. Server

1) Il client(browser utilizzato) invia al server i dati inseriti dall utente. Server 2) Il Server richiama l'interprete PHP il quale esegue i comandi contenuti nel file.php specificato nell'attributo action del tag form creando un file HTML sulla base dei dati inviati dall utente 1) Il

Dettagli

VERIFICA CORSO: MASTER DI PRIMO LIVELLO IN TECNOLOGIE DI SICUREZZA WEB E NETWORKING CODICE CORSO: B22-75-2008-0

VERIFICA CORSO: MASTER DI PRIMO LIVELLO IN TECNOLOGIE DI SICUREZZA WEB E NETWORKING CODICE CORSO: B22-75-2008-0 VERIFICA CORSO: MASTER DI PRIMO LIVELLO IN TECNOLOGIE DI SICUREZZA WEB E NETWORKING CODICE CORSO: B22-75-2008-0 UNITA FORMATIVA: LE TECNOLOGIE WEB LATO CLIENT DOCENTE: DANIELA REMOGNA DATA: 28 APRILE 2008

Dettagli

GUIDA ALL USO DELL AREA RISERVATA

GUIDA ALL USO DELL AREA RISERVATA GUA ALL USO DELL AREA RISERVATA Sommario PREMESSA... 2 1 Come accedere all Area Riservata... 3 2 del Pannello di gestione del sito web... 4 3 delle sezioni... 7 3.1 - Gestione Sito... 7 3.1.1 - AreaRiservata...

Dettagli

GUIDA ALL USO DELL AREA RISERVATA

GUIDA ALL USO DELL AREA RISERVATA GUA ALL USO DELL AREA RISERVATA Copyright 2012 Wolters Kluwer Italia Srl 1 Sommario 1 Come accedere all Area Riservata... 4 2 del Pannello di gestione del sito web... 5 3 delle sezioni... 8 3.1 - Gestione

Dettagli

Avviare il computer e collegarsi in modo sicuro utilizzando un nome utente e una password.

Avviare il computer e collegarsi in modo sicuro utilizzando un nome utente e una password. Uso del computer e gestione dei file Primi passi col computer Avviare il computer e collegarsi in modo sicuro utilizzando un nome utente e una password. Spegnere il computer impiegando la procedura corretta.

Dettagli

Un CMS per la scuola

Un CMS per la scuola Accessibilità e CMS opensource: misurazioni, strumenti e nuove opportunità economiche Bologna, 22 gennaio 2010 Un CMS per la scuola Joomla!FAP a cura di Lavia Di Sabatino (Istituto Comprensivo di Montecchio

Dettagli

JavaScript - 4. Modello ad oggetti tradizionale. L ambiente del web browser 1

JavaScript - 4. Modello ad oggetti tradizionale. L ambiente del web browser 1 JavaScript - 4 Modello ad oggetti tradizionale L ambiente del web browser 1 Per capire come funziona JavaScript lato client bisogna capire la struttura dell ambiente di programmazione offerto da un web

Dettagli

Guida all utilizzo del sito web 4 apr. 2013 v. 1.0

Guida all utilizzo del sito web 4 apr. 2013 v. 1.0 www.comune.piario.bg.it created by zeramico.com Guida all utilizzo del sito web 4 apr. 2013 v. 1.0 1 COSA È CAMBIATO Le modifiche più grosse sono state apportate alla struttura del sito web, a ciò che

Dettagli

Sistema Informativo Agricoltura

Sistema Informativo Agricoltura Sistema Informativo Agricoltura Manuale Utente CONAGRI - Controlli in Agricoltura Indice 1 Introduzione al servizio... 3 2 Tipologie di Utenza... 3 2.1 Accreditamento utenti... 3 3 Caratteristiche generali

Dettagli

Eguestbook 3.0. Manuale per il gestore Della struttura ricettiva

Eguestbook 3.0. Manuale per il gestore Della struttura ricettiva Eguestbook 3.0 Manuale per il gestore Della struttura ricettiva Vers. 09-2014 DocLine Service Via Poggio al pino 68 56037 Peccioli (Pi) http://www.docsnet.it mail : staff@docsnet.it Eguestbook : http://www.eguestbook.it

Dettagli

MANUALE UTENTE. Versione 1.2 novembre 2011 2011 MAILDEM Tutti i diritti sono riservati

MANUALE UTENTE. Versione 1.2 novembre 2011 2011 MAILDEM Tutti i diritti sono riservati MANUALE UTENTE Versione 1.2 novembre 2011 2011 MAILDEM Tutti i diritti sono riservati INDICE ACCESSO AL SERVIZIO... 3 GESTIONE DESTINATARI... 4 Aggiungere destinatari singoli... 5 Importazione utenti...

Dettagli

9) si ritorna alla maschera di fig. 6, nella quale si clicca su "Salva modifiche" per completare l operazione.

9) si ritorna alla maschera di fig. 6, nella quale si clicca su Salva modifiche per completare l operazione. Fig. 8 La finestra Gestione file con il file appena caricato 9) si ritorna alla maschera di fig. 6, nella quale si clicca su "Salva modifiche" per completare l operazione. Fig. 9 Il corso con la nuova

Dettagli

GUIDA ALL USO DEL PANNELLO DI GESTIONE SITO WEB

GUIDA ALL USO DEL PANNELLO DI GESTIONE SITO WEB GUIDA ALL USO DEL PANNELLO DI GESTIONE SITO WEB Copyright 2014 Wolters Kluwer Italia Srl 1 Sommario 1 Come accedere al Pannello di gestione... 4 2 del Pannello di gestione del sito web... 5 3 delle sezioni...

Dettagli

CONVERGENZE TRA ACCESSIBILITÀ, STANDARD E VISIBILITÀ NELLA RETE CONSIGLI E STRUMENTI UTILI PER LA PROMOZIONE

CONVERGENZE TRA ACCESSIBILITÀ, STANDARD E VISIBILITÀ NELLA RETE CONSIGLI E STRUMENTI UTILI PER LA PROMOZIONE CONVERGENZE TRA ACCESSIBILITÀ, STANDARD E VISIBILITÀ NELLA RETE CONSIGLI E STRUMENTI UTILI PER LA PROMOZIONE A cura di Massimiliano Navacchia http://www.navacchia.it/ info@navacchia.it - cell. (+39) 3394676518

Dettagli

SITI WEB DEL COMUNE DI PESARO, RAPPORTO DI CONFORMITA' AI REQUISITI TECNICI DELLA LEGGE N.4-9 GENNAIO 2004

SITI WEB DEL COMUNE DI PESARO, RAPPORTO DI CONFORMITA' AI REQUISITI TECNICI DELLA LEGGE N.4-9 GENNAIO 2004 SITI WEB DEL COMUNE DI PESARO, RAPPORTO DI CONFORMITA' AI REQUISITI TECNICI DELLA LEGGE N.4-9 GENNAIO 2004 Le pagine del sito istituzionale e dei siti tematici del Comune di Pesaro sono state progettate

Dettagli

La Qualità del Web QUALITÀ, ACCESSIBILITÀ E USABILITÀ. Web: Modello di Qualità (Polillo) Web: Modello di Qualità. Qualità: Visualizzazione

La Qualità del Web QUALITÀ, ACCESSIBILITÀ E USABILITÀ. Web: Modello di Qualità (Polillo) Web: Modello di Qualità. Qualità: Visualizzazione La Qualità del Web QUALITÀ, ACCESSIBILITÀ E USABILITÀ Informatica Generale (AA 0-5) Web: Modello di Qualità Web: Modello di Qualità (Polillo) caratteristiche principali grafica autorevolezza accessibilità

Dettagli

Introduzione all'uso di

Introduzione all'uso di Introduzione all'uso di Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica.

Dettagli

utente: collezione di contenuti e servizi sviluppatore: pagine e applicazioni

utente: collezione di contenuti e servizi sviluppatore: pagine e applicazioni Tecnologie di Sviluppo per il Web Valutazione della Qualità del Codice HTML versione 2.2 Questo lavoro è concesso in uso secondo i termini di una licenza Creative Commons (vedi ultima pagina) G. Mecca

Dettagli

Gestione home page. Intranet -> Ambiente Halley -> Gestione homepage

Gestione home page. Intranet -> Ambiente Halley -> Gestione homepage Gestione home page egovernment L home page del portale Halley egovernment permette all Amministrazione di pubblicare contenuti e informazioni e di organizzarle in blocchi. Questa struttura per argomenti

Dettagli

MANUALE PER CONSULTARE LA RASSEGNA STAMPA VIA WEB ( ULTIMO AGGIORNAMENTO 26MARZO 2009)

MANUALE PER CONSULTARE LA RASSEGNA STAMPA VIA WEB ( ULTIMO AGGIORNAMENTO 26MARZO 2009) MANUALE PER CONSULTARE LA RASSEGNA STAMPA VIA WEB ( ULTIMO AGGIORNAMENTO 26MARZO 2009) I N D I C E VISUALIZZAZIONE PDF COLORE E RIDUZIONE.4 INVIO MAIL MULTIPLA IN PDF O SOMMARIO.5 GESTIONE 9 GESTIONE TESTATE..9

Dettagli

DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER

DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER L architettura CLIENT SERVER è l architettura standard dei sistemi di rete, dove i computer detti SERVER forniscono servizi, e computer detti CLIENT, richiedono

Dettagli

Rapporto sulla verifica tecnica preliminare di accessibilità

Rapporto sulla verifica tecnica preliminare di accessibilità Rapporto sulla verifica tecnica preliminare di accessibilità Modello per i soggetti di cui all articolo 3, comma 1, della legge 9 gennaio 2004, n. 4 Soggetto interessato: Comune di Padova Responsabile

Dettagli

Il foglio elettronico

Il foglio elettronico Il foglio elettronico Foglio di calcolo, Spreadsheet in inglese, Permette di elaborare DATI NUMERICI. E una TABELLA che contiene numeri che possono essere elaborati con FUNZIONI matematiche e statistiche.

Dettagli

Istruzioni. Requisiti di sistema. Registra la tua impresa. Istruzioni per le aziende e i loro consulenti di Web App Accordi

Istruzioni. Requisiti di sistema. Registra la tua impresa. Istruzioni per le aziende e i loro consulenti di Web App Accordi Istruzioni Istruzioni per le aziende e i loro consulenti di Web App Accordi Requisiti di sistema Per utilizzare il servizio Web App Accordi è necessario disporre di un computer o in alternativa di un tablet

Dettagli

Piattaforma di scambio delle Garanzie di Origine Estere

Piattaforma di scambio delle Garanzie di Origine Estere Manuale d utilizzo 1 di 31 Indice dei Contenuti 1 Introduzione... 4 1 Accesso al portale Garanzie di Origine GO estere... 4 2 Primo accesso al portale GO estere (Scelta del profilo)... 4 2.1 Profilo Impresa

Dettagli

Scuola Digitale. Manuale utente. Copyright 2014, Axios Italia

Scuola Digitale. Manuale utente. Copyright 2014, Axios Italia Scuola Digitale Manuale utente Copyright 2014, Axios Italia 1 SOMMARIO SOMMARIO... 2 Accesso al pannello di controllo di Scuola Digitale... 3 Amministrazione trasparente... 4 Premessa... 4 Codice HTML

Dettagli

GRUPPO CAMBIELLI. Posta elettronica (Webmail) Consigli di utilizzo

GRUPPO CAMBIELLI. Posta elettronica (Webmail) Consigli di utilizzo GRUPPO CAMBIELLI Posta elettronica (Webmail) Consigli di utilizzo Questo sintetico manuale ha lo scopo di chiarire alcuni aspetti basilari per l uso della posta elettronica del gruppo Cambielli. Introduzione

Dettagli

A tal fine il presente documento si compone di tre distinte sezioni:

A tal fine il presente documento si compone di tre distinte sezioni: Guida on-line all adempimento Questa guida vuole essere un supporto per le pubbliche amministrazioni, nella compilazione e nella successiva pubblicazione dei dati riguardanti i dirigenti sui siti istituzionali

Dettagli

REPORT DI VALUTAZIONE DELL ACCESSIBILITÀ

REPORT DI VALUTAZIONE DELL ACCESSIBILITÀ REPORT DI VALUTAZIONE DELL ACCESSIBILITÀ REPORT DI VALUTAZIONE DELL ACCESSIBILITÀ Ente richiedente Provincia url Comune di Carmagnola TO http://comune.carmagnola.to.it/ Autore della valutazione Data Maurizio

Dettagli

Università della Svizzera italiana

Università della Svizzera italiana Università della Svizzera italiana Il sito dell Università della Svizzera italiana e l accessibilità Vs.1.0 11 / 12 / 2007 TEC-LAB WEB-SERVICE 1. INTRODUZIONE Avere accesso al web, per un utente disabile,

Dettagli

Siscotel 2002 A.C. Vigevano e Lomellina. Vigevano - 19/02/2007. Siscotel 2002 A.C. Vigevano e Lomellina

Siscotel 2002 A.C. Vigevano e Lomellina. Vigevano - 19/02/2007. Siscotel 2002 A.C. Vigevano e Lomellina Vigevano - 19/02/2007 1 Cos è un CMS I CMS sono sistemi software che consentono di creare e gestire un sito web direttamente dal Browser, in modo semplice ed immediato. Caratteristica dei CMS è quella

Dettagli

WGDESIGNER Manuale Utente

WGDESIGNER Manuale Utente WGDESIGNER Manuale Utente Pagina 1 SOMMARIO 1 Introduzione... 3 1.1 Requisiti hardware e software... 3 2 Configurazione... 3 3 Installazione... 4 3.1 Da Webgate Setup Manager... 4 3.2 Da pacchetto autoestraente...

Dettagli

Client - Server. Client Web: il BROWSER

Client - Server. Client Web: il BROWSER Client - Server Client Web: il BROWSER Il client Web è un applicazione software che svolge il ruolo di interfaccia fra l utente ed il WWW, mascherando la complessità di Internet. Funzioni principali Inviare

Dettagli

CONTENUTI 1. INTRODUZIONE...3 2. CONCETTI BASICI SU EQUINOX CMS XPRESS...5 3. ACCESSO A EQUINOX CMS XPRESS...9 4. PAGINA D INIZIO...

CONTENUTI 1. INTRODUZIONE...3 2. CONCETTI BASICI SU EQUINOX CMS XPRESS...5 3. ACCESSO A EQUINOX CMS XPRESS...9 4. PAGINA D INIZIO... CONTENUTI 1. INTRODUZIONE...3 DEFINIZIONE...3 ELEMENTI DEL SERVIZIO...3 TECNOLOGIA E OPERAZIONE...3 WORKFLOW E GRAFICO DI PROCESSI...4 2. CONCETTI BASICI SU EQUINOX CMS XPRESS...5 STRUTTURA...5 OGGETTI...5

Dettagli

Reti Informatiche: Internet e posta. elettronica. Tina Fasulo. Guida a Internet Explorer e alla posta elettronica Windows Live Mail

Reti Informatiche: Internet e posta. elettronica. Tina Fasulo. Guida a Internet Explorer e alla posta elettronica Windows Live Mail Reti Informatiche: Internet e posta elettronica Tina Fasulo 2012 Guida a Internet Explorer e alla posta elettronica Windows Live Mail 1 Parte prima: navigazione del Web Il browser è un programma che consente

Dettagli

StarBoard Software Rel. 8.1

StarBoard Software Rel. 8.1 StarBoard Software Rel. 8.1 Trasforma le lezioni in opportunità creative per stimolare l'apprendimento. Un set dinamico di strumenti di supporto all insegnamento, per fare lezione, progettato per gli educatori.

Dettagli

6.6 PREPARAZIONE ALLA PRESENTAZIONE

6.6 PREPARAZIONE ALLA PRESENTAZIONE 6.6 PREPARAZIONE ALLA PRESENTAZIONE Le funzionalità di Impress permettono di realizzare presentazioni che possono essere arricchite con effetti speciali animando gli oggetti o l entrata delle diapositive.

Dettagli

Indice generale. Il BACK-END...3 COME CONFIGURARE JOOMLA...4 Sito...4 Locale...5 Contenuti...5

Indice generale. Il BACK-END...3 COME CONFIGURARE JOOMLA...4 Sito...4 Locale...5 Contenuti...5 Guida a Joomla Indice generale Il BACK-END...3 COME CONFIGURARE JOOMLA...4 Sito...4 Locale...5 Contenuti...5 Il BACK-END La gestione di un sito Joomla ha luogo attraverso il pannello di amministrazione

Dettagli

MODULO 1 PARTE 3. Programmazione (scripting) server-side con PHP 3.a HTTP request e HTTP response (form e link)

MODULO 1 PARTE 3. Programmazione (scripting) server-side con PHP 3.a HTTP request e HTTP response (form e link) MODULO 1 PARTE 3 Programmazione (scripting) server-side con PHP 3.a HTTP request e HTTP response (form e link) Goy - a.a. 2009/2010 Programmazione Web 1 Gli oggetti HTTP request e HTTP response -I Vi ricordate?

Dettagli

Basi di dati. Introduzione. Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database

Basi di dati. Introduzione. Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database Basi di dati Introduzione Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database OpenOffice.org (www.openoffice.org) è un potente software opensource che ha, quale scopo primario,

Dettagli

Lezione nr. 7. >> Come posso recuperare un valore da un campo TEXT?

Lezione nr. 7. >> Come posso recuperare un valore da un campo TEXT? Lezione nr. 7 >> Come posso recuperare i valori di un modulo web? Siamo finalmente giunti alla lezione che inizierà ad introdurti nel mondo della programmazione web avanzata. Niente di difficile, ovviamente,

Dettagli

Foglio di calcolo. Il foglio di calcolo: Excel. Selezione delle celle

Foglio di calcolo. Il foglio di calcolo: Excel. Selezione delle celle Foglio di calcolo Il foglio di calcolo: Excel I dati inseriti in Excel sono organizzati in Cartelle di lavoro a loro volta suddivise in Fogli elettronici. I fogli sono formati da celle disposte per righe

Dettagli

A tal fine il presente documento si compone di tre distinte sezioni:

A tal fine il presente documento si compone di tre distinte sezioni: Guida on-line all adempimento Questa guida vuole essere un supporto per le pubbliche amministrazioni, nella compilazione e nella successiva pubblicazione dei dati riguardanti i dirigenti sui siti istituzionali

Dettagli

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto Applicare bordi e sfondi ai paragrafi Word permette di creare un bordo attorno ad un intera pagina o solo attorno a paragrafi selezionati. Il testo risulta incorniciato in un rettangolo completo dei quattro

Dettagli

Guida alla gestione contenuti del sito www.cantinebernabei.com

Guida alla gestione contenuti del sito www.cantinebernabei.com Guida alla gestione contenuti del sito www.cantinebernabei.com INTRODUZIONE Per gestire i contenuti del sito Emporio Vini Cantine G.S. Bernabei, è necessario scrivere nella barra degli indirizzi del proprio

Dettagli

Che cos è BaseKit Site Builder.

Che cos è BaseKit Site Builder. Che cos è BaseKit Site Builder. BaseKit SiteBuilder, è un programma che ti permette di costruire online un tuo sito web molto professionale e ad un costo molto popolare, non servono programmi né conoscenze

Dettagli

La pagina di Explorer

La pagina di Explorer G. Pettarin ECDL Modulo 7: Internet 11 A seconda della configurazione dell accesso alla rete, potrebbe apparire una o più finestre per l autenticazione della connessione remota alla rete. In linea generale

Dettagli

MANUALE UTENTE. SITO WEB Applicazione Fotovoltaico GSE FTV. stato documento draft approvato consegnato. Riferimento Versione 1.

MANUALE UTENTE. SITO WEB Applicazione Fotovoltaico GSE FTV. stato documento draft approvato consegnato. Riferimento Versione 1. MANUALE UTENTE SITO WEB Applicazione Fotovoltaico GSE FTV stato documento draft approvato consegnato Riferimento Versione 1.0 Creato 14/07/06 REVISIONI VERSIONE DATA AUTORE MODIFICHE 1.0 14/07/2006 Prima

Dettagli

v. 1.0-7-11-2007 Mistral ArchiWeb 2.0 Manuale utente

v. 1.0-7-11-2007 Mistral ArchiWeb 2.0 Manuale utente v. 1.0-7-11-2007 Mistral ArchiWeb 2.0 Manuale utente Sommario 1. INTRODUZIONE...3 2. DESCRIZIONE FUNZIONALITÀ...3 2.1. LOGIN...3 2.2. SCHEDA ARCHIVIO...3 2.3. GESTIONE ARCHIVI...4 2.3.1 Creazione nuovo

Dettagli

Guida all'uso del CMS (Content Management System, Sistema di Gestione dei Contenuti)

Guida all'uso del CMS (Content Management System, Sistema di Gestione dei Contenuti) GUIDE Sa.Sol. Desk: Rete Telematica tra le Associazioni di Volontariato della Sardegna Guida all'uso del CMS (Content Management System, Sistema di Gestione dei Contenuti) Argomento Descrizione Gestione

Dettagli

Breve visione d insieme

Breve visione d insieme Breve visione d insieme Per accedere occorre semplicemente collegarsi alla pagina http://wm.infocom.it/ ed inserire il proprio indirizzo e-mail e password. Inserimento delle Vostre credenziali Multilingua

Dettagli

Abstract Questo documento descrive come è gestita la WYSIWYG tramite l editor di testi integrato in MOVIO.

Abstract Questo documento descrive come è gestita la WYSIWYG tramite l editor di testi integrato in MOVIO. Titolo Tutorial MOVIO: WYSIWYG Release MOVIO SCMS 1.00 Versione Tutorial 1.00 Data 02/03/14 Autori e affiliation Rubino Saccoccio (Gruppometa) Commenti Dichiarazione di copyright Abstract Questo documento

Dettagli

Guida rapida sull'utilizzo del sistema CMS 2.4

Guida rapida sull'utilizzo del sistema CMS 2.4 Guida rapida sull'utilizzo del sistema CMS 2.4 Introduzione Tutti i pulsanti, icone e barre di ordinamento dei dati sono auto-esplicativi e dispongono di un testo di aiuto o nota che descrive l'azione

Dettagli

www.zinformatica.net A G UIDAUIDA A W O R L D

www.zinformatica.net A G UIDAUIDA A W O R L D M www.zinformatica.net A G UIDAUIDA A W O R L D SOMMARIO INTRODUZIONE...3 I comandi di base...5 I comandi di base...6 Avvio...7 Gestione Clienti...7 Gestione Fornitori...8 Gestione Prodotti...9 Help...10

Dettagli

Manuale d uso. Versione 1.0

Manuale d uso. Versione 1.0 Manuale d uso Versione 1.0 1. Registrazione Collegarsi al sito internet: www.thejebook.com Cliccare nel rettangolino Iscriviti Comincia a compilare i campi per i tuoi dati di log in Nel campo nome utente

Dettagli

Appunti su ASP (Active Server Pages)

Appunti su ASP (Active Server Pages) Client Client Appunti su ASP (Active Server Pages) Che cosa è ASP Un server web è un computer che contiene tutte le pagine web di un determinato sito web. In tale computer è installato un software che

Dettagli

MANUALE D USO Agosto 2013

MANUALE D USO Agosto 2013 MANUALE D USO Agosto 2013 Descrizione generale MATCHSHARE è un software per la condivisione dei video e dati (statistiche, roster, ) delle gare sportive. Ogni utente abilitato potrà caricare o scaricare

Dettagli

Manuale Progetto Placement

Manuale Progetto Placement Manuale Progetto Placement V. 5 del 20/06/2013 FUNZIONI PRINCIPALI: Fornire uno strumento per la gestione centralizzata di stage, alternanze e placement. Costruire un database contenente i curriculum degli

Dettagli

Il Protocollo HTTP e la programmazione di estensioni Web

Il Protocollo HTTP e la programmazione di estensioni Web Il Protocollo HTTP e la programmazione di estensioni Web 1 Il protocollo HTTP È il protocollo standard inizialmente ramite il quale i server Web rispondono alle richieste dei client (prevalentemente browser);

Dettagli

Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione

Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Sistema inoltro telematico Manuale utente Versione 10 Data aggiornamento: 14/09/2012 Pagina 1 (25) Sommario 1. Il sistema di inoltro telematico delle

Dettagli

Cos è ACCESS? E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un ambiente user frendly da usare (ambiente grafico)

Cos è ACCESS? E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un ambiente user frendly da usare (ambiente grafico) Cos è ACCESS? E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un ambiente user frendly da usare (ambiente grafico) 1 Aprire Access Appare una finestra di dialogo Microsoft Access 2 Aprire un

Dettagli

Tecnologie e Programmazione Web

Tecnologie e Programmazione Web Presentazione 1 Tecnologie e Programmazione Web Html, JavaScript e PHP RgLUG Ragusa Linux Users Group SOftware LIbero RAgusa http://www.solira.org - Nunzio Brugaletta (ennebi) - Reti 2 Scopi di una rete

Dettagli

ISTRUZIONI PER MODIFICARE AUTONOMAMENTE LO SPAZIO ONLINE (AREA RISERVATA)

ISTRUZIONI PER MODIFICARE AUTONOMAMENTE LO SPAZIO ONLINE (AREA RISERVATA) ISTRUZIONI PER MODIFICARE AUTONOMAMENTE LO SPAZIO ONLINE (AREA RISERVATA) Per aggiornare o modificare lo spazio web accedere all Area riservata in www.shoppingdonna.it cliccando sulla voce LOGIN (in alto

Dettagli

Manuale Front-Office Servizio ConservazioneNoProblem

Manuale Front-Office Servizio ConservazioneNoProblem Manuale Front-Office Servizio ConservazioneNoProblem Versione 2.0 29 OTTOBRE 2015 1 Sommario 1. Accesso all applicazione web... 3 1.1 Autenticazione... 3 2. Logout... 4 3. Profilo azienda... 5 3.1 Ricerca

Dettagli

Manuale servizio Webmail. Introduzione alle Webmail...2 Webmail classica (SquirrelMail)...3 Webmail nuova (RoundCube)...8

Manuale servizio Webmail. Introduzione alle Webmail...2 Webmail classica (SquirrelMail)...3 Webmail nuova (RoundCube)...8 Manuale servizio Webmail Introduzione alle Webmail...2 Webmail classica (SquirrelMail)...3 Webmail nuova (RoundCube)...8 Introduzione alle Webmail Una Webmail è un sistema molto comodo per consultare la

Dettagli

Manuale di sviluppo Geecom Scritto da Andrea Pastore. versione 2.1 24/11/2014

Manuale di sviluppo Geecom Scritto da Andrea Pastore. versione 2.1 24/11/2014 Manuale di sviluppo Geecom Scritto da Andrea Pastore versione 2.1 24/11/2014 Capitolo 1: creare un template per Geecom La struttura di un template geecom Creare un template personalizzato Sommario Capitolo

Dettagli

WWW.ICTIME.ORG. NVU Manuale d uso. Cimini Simonelli Testa

WWW.ICTIME.ORG. NVU Manuale d uso. Cimini Simonelli Testa WWW.ICTIME.ORG NVU Manuale d uso Cimini Simonelli Testa Cecilia Cimini Angelo Simonelli Francesco Testa NVU Manuale d uso EDIZIONE Gennaio 2008 Questo manuale utilizza la Creative Commons License www.ictime.org

Dettagli