L Angolo del campione Beatrice Adelizzi. Beatrice Adelizzi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L Angolo del campione Beatrice Adelizzi. Beatrice Adelizzi"

Transcript

1 Notiziario della Confsport Italia Anno III Aprile 2011 N. 4 In questo numero: L Angolo del campione Beatrice Adelizzi Notizie di rilievo: L angolo del campione: Beatrice Adelizzi Psicologa: Stagione Sportiva: seconda parte Confsport e il mare Ginnastica Artistica: Cassina e Masseroni, è il tempo dell addio; 4 torneo Città di Jesolo Danza: Arriva Momenti Magici Sui campi de Il Palio dello Sport Tavola Rotonda Confsport -FIIS - Confcommercio Ascoli Piceno Periferia Attiva Parlano i Protagonisti: Danza Massimiliano Petrangeli e Anna Maria Colombaretti E=SC 2 Progetto WILD: leadership in rosa

2 SOMMARIO Pag.2 Notiziario della Confsport Italia Numero 4 Anno III Aprile 2011 Presidente Paolo Borroni Hanno collaborato Paola Contardi Ivana Cuzzucoli Arianna Landi Luciano Montanari Stefano Saliola Sofia Vaccaro Segreteria di redazione Ivana Cuzzucoli Addetto Stampa Arianna Landi Fotografie Archivio Confsport Italia Luciano Montanari La collaborazione a questo notiziario è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita Confsport Italia Sede Nazionale Via Properzio, Roma Sede Organizzativa Via dell Imbrecciato, Roma Telefono Fax Indirizzo mail Sito web Si informano tutte le Società affiliate, i Dirigenti, i Tecnici, gli Atleti e tutti i nostri amici che sul sito della Confsport Italia è possibile trovare tutte le news dei Settori Tecnici. Siamo a disposizione per suggerimenti e consigli. Il nostro notiziario, on line, In questo numero Editoriale Partono le fasi primaverili dei campionati della Confsport pag. 3 Psicologa Stagione sportiva: seconda parte pag. 4 News Confsport e il mare pag. 4 E=sc² Progetto Wild: leadership in rosa pag. 5 L angolo del campione: Beatrice Adelizzi Beatrice Adelizzi: carattere e determinazione pag. 6 Danza Arriva Momenti Magici pag. 8 Due ruoli per Elisabetta pag. 10 Lazio: Aspettando Momenti Magici pag. 11 Parlano i Protagonisti Massimiliano Petrangeli: la giuria dice che pag. 12 Le coreografie di Anna Maria pag. 14 Il Palio dello Sport Sui campi de Il Palio dello Sport I Giochi del XIII Municipio pag. 15 Ginnastica Artistica Cassina e Masseroni, è tempo dell addio pag. 16 Femminile: 4 torneo Città di Jesolo pag. 16 News Tavola rotonda alla Confcommercio di Ascoli Piceno pag. 17 Periferia Attiva Lazio, Abruzzo, Lombardia, Campania, Trentino Alto Adige, Puglia pag. 17

3 EDITORIALE Pag.3 Partono le fasi primaverili dei Campionati della Consport di Arianna Landi E' partita proprio in questi giorni la stagione primaverile di tutte le discipline sportive che la Confsport Italia abbraccia. Parliamo quindi di tutte quelle attività alle quali i nostri ragazzi si dedicano durante l'arco dell'anno, con l'obiettivo di arrivare preparati agli incontri che la Confsport Italia organizza. Così, in questo periodo, i Responsabili Regionali si sono messi in moto per offrire, durante le gare, un ambiente che sia anche più consono alla stagione stessa. Facendo un resoconto della stagione invernale non c è da lamentarsi. Numerosi sono stati gli atleti che si sono avvicinati al nostro Ente, oltre a quelli che già da anni ci seguono. Sembra quindi che i numeri diano ragione al metodo di lavoro utilizzato e soprattutto ai programmi all'avanguardia che la Confsport Italia propone nei vari settori. Da qui a poco, oltre all'inizio delle fasi primaverili dei campionati, gli atleti saranno protagonisti dei campionati a livello Nazionale, dove, oltre a passare un fine settimana con la propria famiglia in luoghi diversi dal solito, potranno confrontarsi con i propri coetanei provenienti da tutte le parti dello stivale. Riteniamo da sempre che questo sia molto importante per la buona crescita sportiva e personale di un ragazzo che decide di intraprendere, grazie allo sport, una strada ben precisa. Con i valori che quest'ultimo dona a chi lo pratica, con lo stile di vita sano che ogni atleta adotta naturalmente quando effettua la scelta di praticare, seppur in maniera amatoriale, un qualunque sport, sappiamo di per certo che le nuove generazioni cresceranno con un'idea dello star bene sicuramente migliore rispetto al passato. Oggi la maggior parte dei ragazzi, anche molto giovani, pratica sport, e noi ce ne rendiamo conto ogni volta che ci accingiamo ad organizzare una gara, che sia di nuoto piuttosto che ginnastica ritmica. Quest'anno la grande novità che abbiamo potuto riscontrare, nei nostri incontri, è stato l'incremento del numero di ragazze che si sono avvicinate al nuoto sincronizzato. Siamo particolarmente felici di questo dato considerando soprattutto il fatto che stiamo parlando di uno sport di nicchia, che fino a qualche anno fa non vedeva certo tutte queste adesioni. I successi in campo internazionale, ovviamente, offrono maggiore rilievo mediatico, e quindi fanno avvicinare il grande pubblico. E probabilmente è proprio quello che è accaduto per questa disciplina. Parliamo di uno sport complesso, che ha bisogno di un impegno ed una serietà non indifferenti per essere affrontato. Proprio in questo numero abbiamo perciò deciso di omaggiare questo settore intervistando Beatrice Adelizzi, unica atleta italiana ad aver conquistato una medaglia iridata nel nuoto sincronizzato. Infatti Beatrice si è potuta fregiare della medaglia di bronzo ai Campionati Mondiali di nuoto di Roma 2009 con un libero nel solo. Grazie a queste vittorie l'ambiente del sincronizzato si è reso più visibile ed è quindi cresciuto e ne abbiamo avuto anche noi la riprova. Per esempio nelle manifestazioni organizzate dal nostro Comitato Regionale Lazio le iscrizioni hanno raggiunto numeri considerevoli oltre 480 partecipanti. La dirigenza della Confsport Italia, sentito anche il parere della Responsabile Nazionale, ha quindi deciso di organizzare per la fine di giugno una fase nazionale. Le nostre sincronette si esibiranno così in performances mozzafiato, che solo pochi sport sanno offrire. Il sincronizzato è un insieme di emozioni e sensazioni, denota forza e leggerezza al contempo, quindi siamo particolarmente felici di proporlo al nostro pubblico. Ma non è tutto, perchè la Confsport Italia è anche tante altre discipline. La ginnastica ritmica se ne va in giro per l Italia, e questa volta non lo fa per i Campionati Regionali, ma accorperà tutte le regioni dello stivale per le fasi Nazionali. Così il e 17 Aprile, nel Palazzetto dello Sport di Norcia, che ormai conosciamo bene e del quale non sappiamo più fare a meno per ospitalità e confort, si svolgerà il Campionato Nazionale di serie B. Potranno partecipare a questo Campionato tutte quelle ragazze che non abbiano già partecipato, anche per una sola volta, a dei Campionati Federali Agonistici, e potranno esibirsi sia in esercizi individuali che a squadre. E a fine mese si raddoppia con Norcia. Questa volta per il Nazionale di serie A e serie C. Il tutto si svolgerà il Aprile ed il 1 Maggio. Le direttive generali sono più o meno le stesse, a parte che nel campionato di serie C le categorie che si esibiranno saranno: Giovanissime, Allieve e Junior, mentre nella serie B e nella serie A c è l aggiunta della categoria Master. Anche il nuoto, dopo le fasi regionali, si appresta a traslocare nelle piscine di Chianciano Terme (SI). Il 10,11 e 12 giugno, infatti, si svolgerà il Campionato Nazionale sia in vasca da 25mt. che da 50mt.. Non possiamo certo dimenticare la grande Rassegna di Danza Momenti Magici 2011 che proprio nel secondo week end del mese di aprile darà il meglio di sé in una nuovissima location, ovvero il Teatro delle Fonti di Fiuggi. Grandi novità quest'anno anche per la ginnastica artistica, che prevede le Finali Nazionali presso la palestra "Casa della gioventù e delle Opere Sociali" di Rapallo nei giorni 4 5 Giugno. Fervono, inoltre, i preparativi per la Festa Europea della Coreografia e per il Torneo Internazionale di Ginnastica Ritmica di fine giugno che, per il secondo anno consecutivo, si terranno nella meravigliosa cornice del Parco Fucoli di Chianciano Terme (SI). Anche quest anno stanno giungendo adesioni da parte di numerose rappresentative italiane ed estere tra le quali quelle del Messico, Israele, Russia, Finlandia, Polonia, Albania e tante altre ancora. Insomma ce n è per tutti i gusti. A questo punto non ci resta che fare un grande in bocca al lupo a tutti gli atleti e società che partecipano alle iniziative della Confsport Italia. Tutti gli altri appuntamenti saranno ricordati e raccontati sul nostro notiziario e sul sito internet

4 PSICOLOGA Pag.4 Stagione sportiva: seconda parte di Paola Contardi Questo mese vorrei commentare con voi questo bellissimo messaggio etico pubblicato sul sito del CONI provinciale di Benevento. Credo che dovrebbe essere la bandiera di ogni sportivo, di ogni allenatore, di ogni atleta. Spiega infatti con parole semplici la filosofia alla base della pratica sportiva, fatta di impegno, di vittorie e di sconfitte. E vero: vince colui chi sconfigge l avversario; ma essere vincenti vuol dire sentirsi soddisfatti dalla consapevolezza di essere riusciti a superare i propri limiti. Essere fieri del proprio impegno vuol dire accettare il confronto pur conoscendo i propri limiti. Ma è importante saper attribuire a sé stessi la responsabilità dei risultati: gioire delle vittorie e riconoscere gli errori. Mai pensare che i meriti sono frutto della fortuna mentre i demeriti sono colpa degli altri, perché sarebbe il primo passo per non riconoscere né la possibilità di riscatto dopo una sconfitta né la capacità di ottenere performance soddisfacenti. Ma la sconfitta è pur sempre il primo passo per ritornare vincenti. E un po un augurio a tutti gli sportivi per la seconda parte dell anno sportivo. Le gare primaverili incombono, ci si prepara per la parte finale della stagione, la più impegnativa, ma anche la più avvincente. Quella che ci lascerà il desiderio di ritornare a correre, nuotare, fare acrobazie per un altro entusiasmante anno di sport. In bocca al lupo ragazzi! Dott.ssa Paola Contardi Psicologa dello sport psicoterapeuta Confsport e il mare di Stefano Saliola News Parlando di sport e di una sana attività ricreativa a contatto con la natura, non poteva mancare il mare e le sue bellezze sommerse. Infatti la Confsport Italia apre ancor di più alle discipline subacquee, creando corsi sub su tutto il territorio nazionale ed estero. E stato infatti rinnovato l accordo di collaborazione con l ANIS (Associazione Nazionale Istruttori Subacquei), iscritta alla Confsport Italia fin dal Si può dire che questa associazione è una sigla storica del vasto panorama subacqueo, ed ha ottenuto riconoscimenti importanti e prestigiosi, ma soprattutto organizza una vasta gamma di corsi subacquei accessibili agli adulti, ai giovani, ai giovanissimi e ai diversamente abili. ANIS è anche un associazione ambientalista riconosciuta dal Ministero dell Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare, Organo Tecnico Internazionale della Confederazione Mondiale Attività Subacquee (CMAS) e membro di diverse organizzazioni medico scientifiche. L attività subacquea ha diverse ramificazioni e settori di apprendimento: dall apnea all utilizzo degli autorespiratori, e tanto altro ancora. Per i più piccoli appassionati del mare è stato studiato un apposito corso snorkeling dal titolo significativo: Blupass; mentre chi vuole avvicinarsi in tutta sicurezza alle immersioni con autorespiratore può iniziare dal corso base, ricevendo poi anche il diploma e brevetto da sub con validità internazionale. Inoltre non è da escludere una carriera, quella da istruttore sub, potenzialmente emozionante e ricca di soddisfazioni. Insomma l attività subacquea, oltre ad essere coinvolgente e a far parte di un contesto in cui la natura domina su tutto, fa accrescere anche lo spirito di gruppo che alberga in ognuno, ponendo le basi per nuove e simpatiche amicizie proprio perché è uno sport del tutto trasversale alle schematiche tradizionali. Per conoscere la scuola subacquea più vicina e iniziare questa emozionante avventura è sufficiente collegarsi al sito

5 E=SC 2 Il Nuovo Centro Studi Confsport Italia Pag.5 Progetto Wild: leadership in rosa di Sofia Vaccaro ESC 2 (European Study Center Education Sport and Culture) ha partecipato al progetto WILD (Women s International Leadership Development Programme), programma internazionale finanziato dall Unione Europea nell ambito delle azioni per lo sport in favore delle pari opportunità nel management sportivo. Il progetto, gestito dall ENGSO (European Non Governmental Sports Organization) in collaborazione con otto partner nazionali, è stato realizzato in Italia dal Dipartimento di Scienze del Movimento Umano e dello Sport dell Università degli Studi di Roma Foro Italico e coordinato dalla prof.ssa Laura Capranica. Gli altri partner nazionali sono: Il Danmarks Forbund per la Danimarca Il Suomen Liikuntajaurheilu per la Finlandia Il Commité National Olympique et Sport per la Francia Il Central Council of Physical Recreation per il Regno Unito Il CSTV per la Repubblica Ceca Lo Sweden Riksidrottsforbundet per la Svezia Il Nemzeti Sport Szovetseg per l Ungheria Lo sport fa parte dei più grandi movimenti sociali in Europa, con circa 300 milioni di persone che praticano regolarmente attività sportive. Tuttavia, in alcuni Paesi, oltre l 80% delle donne non pratica alcuno sport o attività fisica e, cosa ancor più grave, la rappresentanza femminile negli organismi di governance sportiva è inferiore al 20%; anche in quei paesi europei in cui le pari opportunità vengono maggiormente perseguite ed applicate. La leadership in rosa non è un utopia, e nemmeno un obiettivo irraggiungibile agognato da una schiera di femministe convinte. Sviluppare la leadership femminile nello sport vuol dire contribuire allo sviluppo democratico delle pari opportunità, incrementando la rappresentanza femminile e riducendo le esistenti iniquità legate al genere. Vuol dire promuovere il fair play non solo nei campi sportivi, ma anche nel management dello sport. Il progetto WILD si prefigge di sviluppare strategie nel lungo periodo a sostegno delle donne nel management sportivo, potenziando le capacità di leadership sportiva delle donne manager dei paesi partner, tessendo relazioni internazionali e lasciando in eredità una serie di strumenti e informazioni utili per i progetti futuri. In Italia il progetto si è articolato in una serie di convegni e seminari ai quali hanno partecipato rappresentanti di enti e istituzioni dello sport e delle pari opportunità, divisi in tre aree geografiche: Sud, Centro e Nord. Ogni area ha visto la presenza di dodici mentori che si sono impegnati nel seguire lo sviluppo di dodici giovani donne da formare come future manager dello sport. ESC 2 ha partecipato ai lavori dell area Centro con la dott.ssa Antonella Mancaniello, Consigliere Nazionale della Confsport Italia per le attività formative e la scuola, in qualità di relatrice e mentor, e con la dott.ssa Sofia Vaccaro in qualità di mentee. Tra gli illustri ospiti che hanno fornito le proprie testimonianze ed insegnamenti: Fabiana Santini, Assessore Arte, Cultura e Sport della Regione Lazio Patrizia Prestipino, Assessore Sport e Politiche Giovanili della Provincia di Roma Antonia Paparelli, Vice Presidente CONI Lazio Riccardo Agabio, Presidente Federginnastica Donatina Persichetti, Consulta per le Pari Opportunità della Regione Lazio Gabriella Bruschi, Assessore allo Sport di Sesto Fiorentino Cecilia D Angello, Presidente Lina Musumarra, Vice Presidente LND Calcio femminile Ida Nicolini, Fidal Luisa Rizzitelli, Socia Fondatrice Assist Come hanno mostrato tutte loro, la leadership in rosa oltre ad essere auspicabile è anche possibile, quando donne brillanti e caparbie fanno della propria passione per lo sport una scelta di vita e di lavoro e, soprattutto, quando si impegnano nel creare una rete di donne capaci di generare profittevoli sinergie. Foto di gruppo per i partecipanti al convegno di presentazione del Progetto Wild Centro Italia

6 L ANGOLO DEL CAMPIONE Pag.6 Beatrice Adelizzi: carattere e determinazione di Arianna Landi continua a pag. 7 Quando Beatrice Adelizzi, reginetta del nuoto sincronizzato in Italia, ha deciso di ritirarsi, questo ambiente ha certamente perso l opportunità imminente di vincere ancora molte medaglie. A soli 21 anni Beatrice è una ragazza che sa esattamente quello che vuole e che lavora seriamente pur di ottenerlo. A 3 anni già nuotava in piscina e a 8, per pura casualità, scopre il nuoto sincronizzato, che diventa il suo principale obiettivo. Il suo caso è davvero raro: è raro ai nostri tempi vedere una ragazza tanto giovane e già tanto determinata. Per imparare, terminati gli allenamenti, osservava registrazioni di sincronette più grandi di lei e studiava i loro movimenti e modi di fare. Oggi, dopo la medaglia di bronzo conquistata ai Mondiali di Roma 2009, sarà lei ad essere guardata e ad ispirare ragazzine alle prime armi. Ho iniziato a nuotare a 3 anni e ad 8 sono passata al nuoto sincronizzato. Non è che i miei fossero appassionati di sport, ma ero nata molto alta e fin da subito il fisiatra aveva detto che era meglio che facessi nuoto per tenere la schiena dritta e crescere nel modo migliore, così mi hanno iscritta alla piscina sotto casa. Come ti avvicini al nuoto sincronizzato? Finiti i corsi di nuoto l istruttore mi disse che ero portata per questo sport, e così mi chiese se volevo fare nuoto agonistico, risposi che piuttosto che l agonistico avrei fatto il sincronizzato. Così, senza pensarci due volte, mi prese e mi portò dall allenatrice di sincronizzato. Diciamo che è stato quindi abbastanza casuale. Quando hai iniziato ti saresti aspettata, prima o poi, di ottenere risultati importanti? Assolutamente no! Quando avevo circa 10 anni volevo già fare bene e raggiungere risultati, impegnarmi era l obiettivo, ma non avrei mai pensato di arrivare fin dove sono arrivata. Quanto è stato difficile? E uno sport molto difficile, servono tante ore di allenamento ed una buona tecnica, che si acquisisce solo continuando a ripetere all infinito. Tra l altro arrivavo da una società piccola. Se poi ci mettiamo che l Italia nel sincro non è tra le prime, diciamo che il lavoro da fare per scalare la classifica, sia a livello Nazionale che Internazionale, era veramente molto lungo. E stata abbastanza ardua, al punto di arrivare a dire a volte: Oddio non ce la posso fare!. Ma alla fine per fortuna si è sempre risolto tutto. Hai mai pensato di smettere? Mai fino al punto di farlo sul serio prima di pochi mesi fa! Avevi già programmato il tuo ritiro? Verso gennaio 2009, durante la preparazione per i Mondiali di Roma, dicevo che mi sarei preparata per questi Mondiali e poi avrei smesso per studiare. Avvicinandomi alla gara, visti i risultati molto positivi che avevamo fatto e il grande passo in avanti, ho pensato che forse valesse la pena continuare. Poi però mi sono resa conto che il lavoro da fare aumentava, quindi avrei dovuto ottimizzare i tempi in modo diverso, conciliarli con lo studio e con la mia laurea, di conseguenza ho fatto la mia scelta. Beatrice Adelizzi ai Mondiali di nuoto Roma 09 Cos è che ti piace del nuoto sincronizzato? La possibilità di espressione che questo sport ti da. Il fatto di inventare esercizi e poi poterli rifare, diciamo la parte artistica. Poi è la sensazione che si prova, ti fa sentire viva. Che vita conducevi durante il periodo di allenamenti intensi? Quando facevo il liceo passavo due e poi tre settimane a Roma per gli allenamenti ed il tempo restante tornavo a casa e lo impegnavo per studiare, quindi praticamente non avevo tempo libero. Per restare in regola con gli studi non c erano alternative. Diciamo che mi sono persa la leggerezza degli anni, mi sono subito fatta spingere, sia da me stessa che dal tipo di sport che facevo, ad essere seria e non perdere tempo in nessun modo. E vero che facevo 10 ore di allenamento al giorno, ma dovevo far bene per forza, perché sembrava che il tempo non bastasse mai. Oltre a questo dovevo seguire in modo preciso l alimentazione. Insomma diciamo che qualche piccolo sacrificio è stato fatto. Tu sei molto rigorosa di tuo oppure è stato il tipo di sport che ti ha impostata in questo modo? Lo sport ha sicuramente fatto la sua parte. Questa è una disciplina per la quale hai bisogno di grande attenzione durante l allenamento: bisogna stare attente alle correzioni, magari vengono cambiati degli esercizi e te li devi ricordare, insomma c è tanto lavoro di testa, e non solo di fisico. Di mio sono stata fin da bambina una che mirava l obiettivo e metteva giù la testa fin quando non ci arrivava, diciamo un po tutte e due le cose. Quanto lavoro c è dietro quei tre o quattro minuti di esibizioni ai quali, noi spettatori, assistiamo? Per preparare gli esercizi delle Olimpiadi ci abbiamo messo due anni, per i Mondiali, per un esercizio ci abbiamo impiegato tre anni, mentre per l altro un anno.

7 L ANGOLO DEL CAMPIONE Pag.7 segue da pag. 6 Diciamo che la media per portare una esecuzione ad un buon livello è di due anni circa. E un lavoro estenuante perché fai, disfi, rifai, cambi, inventi, sistemi, è un lavoro di pulizia minima del dettaglio, ma a me questo lavoro non annoia, anzi, al contrario, mi sento sempre stimolata. Dopo tanti sacrifici finalmente arrivano vittorie e soddisfazioni, quali sono state le emozioni? Grandi soddisfazioni, tra l argento agli Europei, la partecipazione alle Olimpiadi e alla fine il bronzo ai Mondiali. Onestamente non pensavo di arrivarci fino ad un giorno prima; è stata una grande sorpresa e anche una piccola presa di coscienza nel poter affermare che forse qualcosa di buono la avevo fatta, diciamo che sono state una iniezione di fiducia. Perché dici che è stata una sorpresa? Non eri consapevole del tipo di lavoro che avevi fatto fino a quel momento? Sono sempre stata ipercritica con me stessa, e guardandomi non mi sono mai piaciuta: trovavo sempre mille difetti e cose che non mi piacevano. Non è un tipo di approccio propositivo al lavoro, ma da una parte mi ha aiutato a non adagiarmi mai su quello che avevo già fatto e quindi cercare sempre di migliorare. C è un atleta alla quale ti sei ispirata? Quando ero bambina guardavo le gare Internazionali di sincronizzato, e già da allora apprezzavo Gemma Mengual, che poi è la ragazza spagnola che è arrivata seconda ai Mondiali. Lei ha 11 anni più di me, di conseguenza quando ero piccola lei già gareggiava. Ho sempre studiato i video di quelle più grandi di me per cercare di capire ed imparare anche da loro, e questo mi ha aiutato molto. Quali erano i tuoi pregi e difetti in acqua da sincronetta? Di me non mi è mai piaciuta in generale la tecnica nei liberi: avrei voluto fare dei passaggi più alti oppure essere ancora più solida di quello che ero riuscita ad arrivare ad essere. Si tratta soprattutto di tecnica diciamo. Su altre cose che non mi piacevano all inizio invece sono riuscita a migliorare molto, come ad esempio l andare a tempo con la musica, seguire i movimenti, fare i cambi di velocità e quindi passare dal lento al veloce, che a dirlo sembra cosa semplice, ma in acqua è molto difficile perché si tende a fare tutti i movimenti alla stessa velocità e quindi l esercizio rischia di diventare un po monotono. Una cosa che mi piaceva invece era come inventavo gli esercizi. Che rapporto avevi con l allenatrice? Io sono una difficile. Con Ambra, l allenatrice di società, avevo un rapporto molto stretto, sono praticamente cresciuta insieme a lei e mi ci trovavo molto bene. Arrivata in Nazionale mi sono ritrovata a lavorare per 10 ore tutti i giorni con un altra allenatrice. Io ero già grande, lei aveva il suo metodo di allenamento, ovviamente diverso. Il primo impatto è stato duro, anche lei è un tipo molto determinato, e quando decide una direzione è quella e non c è modo di farle cambiare idea. Quindi l inizio è stato un po difficile, dopo circa un anno ci siamo capite ed è iniziato un rapporto molto collaborativo, per fare un lavoro costruttivo. Se avessi avuto la possibilità di far diventare il nuoto sincronizzato il tuo lavoro lo avresti scelto invece della chimica? Avrei voluto continuare a nuotare da professionista, ma non avrei mai voluto fare l allenatrice come impiego assoluto, non mi stimola molto. Quindi avrei comunque scelto la chimica, mi piace molto studiare. La vittoria che ricordi con più piacere? Ovviamente i Mondiali. E stato l apice del risultato. Ti capita di riguardare le medaglie vinte? Le medaglie no, ma mi capita spesso di guardare le registrazioni degli esercizi. Ce l hai un po di nostalgia di questo ambiente? Assolutamente. Non posso dire che non mi manca, la mia più che una scelta è stata una rinuncia per non trovarmi poi un indomani a non saper cosa fare. La tua vita ora è cambiata? Si, ora praticamente studio e studio, poi a volte mi capita di fare qualche piccola esibizione di sincro, per hobby. Pensi che le vittorie che avete avuto siano importanti per la visibilità dell ambiente? Spero che siano servite in questo senso. Sia in Italia che nel mondo questo è uno sport non troppo frequentato e poco visto, quindi ben venga tutto quello che può far crescere i numeri e so che la Confsport Italia sta facendo molto per questa disciplina. Consiglieresti questo sport a delle bambine? Certo che si. E quale consiglio dai ad una bambina che vuole avvicinarsi a questo sport? Avvicinarsi in un modo assolutamente aperto e cercare di imparare tutto quello che è il nuoto sincronizzato, perché è una disciplina molto vasta, e se si decide di arrivare ad alti livelli bisogna metterci la testa, ma farlo anche con serenità e serietà, requisiti fondamentali per questo sport. Anche se all inizio ci sono grandi ostacoli da superare, alla fine si viene ripagati. Le caratteristiche che servono per poterlo praticare? Bisogna avere una buona acquaticità in primo luogo, poi si necessita di una buona coordinazione e bisogna essere predisposti a lavorare tanto per ottenerla. Bisogna essere sciolte ma forti nello stesso tempo, altrimenti non si riesce a vincere l acqua. Secondo me è la testa a fare molto perché è uno sport in cui è importante la presenza dell atleta in acqua, e questa è determinata non solo dal fisico, ma proprio dal carisma. Beatrice Adelizzi medaglia di bronzo ai Mondiali di nuoto Roma 09

8 DANZA Pag.8 Arriva Momenti Magici di Arianna Landi continua a pag. 9 Elisabetta Laurini e Antonietta Gravante, responsabili Confsport Italia del Settore Danza Manca poco all inizio della XVIII Rassegna Nazionale della Danza e della Coreografia Momenti Magici 2011, l evento del settore danza più importante che la Confsport Italia organizza ormai da anni. E uno spettacolo che nel suo genere non ha eguali, in cui ballerini e ballerine di tutte le età e provenienti da qualsiasi parte d Italia si incontrano per dimostrare tutta la loro bravura sul palcoscenico teatrale. La Confsport Italia, con questa iniziativa, da così la possibilità ai giovani di incontrarsi e confrontarsi sulle loro capacità di ballerini, ma soprattutto lo fa, ogni anno, in location degne della portata dell evento. Lo scorso anno tutti i partecipanti si sono incontrati nella capitale e per due giorni si sono esibiti al Teatro Orione, che ha saputo ospitare, senza deludere le aspettative, il consistente numero di partecipanti. Così, per la XVIII Rassegna Nazionale della Danza e della Coreografia Momenti Magici 2011 si è pensato ad un luogo che fosse alla pari, se non superiore a quello dell anno precedente. Dopo svariate valutazioni si è arrivati alla conclusione di ritornare, sabato 9 e domenica 10 aprile, a Fiuggi, e più nello specifico al Teatro delle Fonti, che negli anni passati era già stato scelto dalla nostra organizzazione. La novità di quest anno ha un nome e un cognome: Antonietta Gravante. Antonietta è la nuova Responsabile Nazionale del settore danza della Confsport Italia. L abbiamo incontrata per farci raccontare come va questa sua prima esperienza in Confsport Italia e a che punto è l organizzazione di Momenti La ASD Minnie Gym durante un esibizione Magici Siamo in pieno work in progress, stiamo invitando tutte le scuole che parteciperanno a queste due incredibili giornate. Io avevo avuto qualche esperienza nel campo di organizzazione di eventi nel settore musicale e in quello della danza, anche se in maniera più ridotta. Mi è capitato più volte di organizzare stage, raduni con altre scuole e saggi di fine anno, per i quali a volte ho curato anche la regia. Forte di questa esperienza che ho accumulato è iniziata questa collaborazione con la Confsport Italia. Come è stato trovarsi a organizzare une vento di tale proporzione, molto più grande rispetto a quelli cui eri abituata? Al principio non ero sicura di riuscire a coordinare il tutto, ma strada facendo le cose sono andate migliorando e così mi sono rassicurata. In una manifestazione del genere devi occuparti di qualsiasi cosa, non solo del settore artistico, ma anche di quegli aspetti più pragmatici quali magari intrattenere rapporti con il teatro piuttosto che occuparti di scegliere coppe e targhe, le varie autorizzazioni da richiedere. Insomma c è molto da fare, ma il nostro è un lavoro di squadra e sono continuamente coadiuvata dalla Confsport Italia. Per quanto mi riguarda l aspetto di cui non mi ero mai occupata, e che quindi sto sperimentando in questa occasione, è curare anche quei settori che non sono prettamente artistici. Che tipo di rapporto si instaura con le società? Questa è una cosa che mi piace molto e che mi aiuta a crescere. Qui alla Confsport Italia l aria che si respira è molto serena, e di conseguenza siamo riusciti a creare rapporti informali con le società, con i vari coreografi ed insegnanti. Ci piace seguire, dall inizio alla fine, tutti coloro che parteciperanno a questa manifestazione. Capita che ci si chiami al telefono anche solo per sapere se va tutto bene. Questo ovviamente accade sia con i veterani che con le nuove leve. Momenti Magici 2011, cosa accadrà quest anno? Innanzi tutto l appuntamento è per sabato 9 e domenica 10 Aprile a Fiuggi, al Teatro delle Fonti. Vorrei spendere qualche parola per questo teatro che è molto grande e suggestivo, assolutamente adeguato alla situazione. Sembrerà stano dirlo, ma non ha il neo dei camerini piccolini. Questo è molto importante perché generalmente nei teatri è sempre un problema che crea disagi ai ballerini e ovviamente alle società alle quali non fa piacere tenere stipati in camerini microscopici i propri allievi.

9 DANZA Pag.9 La rassegna sarà suddivisa per settori della danza o stili, che dir si voglia, quindi in Classico, Modern Jazz, Funk Hip Hop e Contemporaneo. Sono previste più tipologie di esibizione: Pas de Deux (Passo a Due), Assolo e Gruppi e ci sarà un ulteriore suddivisione per categorie: Baby (2001 in poi), Giovani ( ), Junior ( ), Senior (1992 e precedenti). La posta in gioco, come ogni anno, è il premio più ambito chiamato Momenti Magici 2011 che andrà alla scuola che si distinguerà per il miglior lavoro d insieme, per miglior contenuto tecnico e miglior lavoro coreografico, quindi sarà premiata non solo la qualità da un punto di vista tecnico, ma anche l innovazione e la fantasia che si riverserà nelle coreografie. Ci sarà, come sempre, una giuria composta da noti nomi e volti dello spettacolo. Abbiamo ritenuto opportuno diminuire il minutaggio delle esibizioni rispetto all anno scorso, per il Passo a Due massimo 2 minuti, per l Assolo massimo 1,5 minuti e per i Gruppi un massimo di 3,5 minuti. Per concludere, ma non meno importante, a fine serata la giuria consegnerà a coreografi e danzatori di ogni scuola un ricordo della manifestazione, riservandosi di assegnare un premio ad ogni categoria e stile di danza e poi vari premi di merito. Tu sei già danzatrice, oggi insegnante e coreografa, quindi sei immersa totalmente nel modo della danza. Quali sono le tendenze quest anno? Abbiamo notato che c è un calo di iscrizioni per la categoria Baby, ed è un male in termini sociali, se posso permettermi. Penso che in questi periodi un po bui che investono tutti i settori dell attività umana dovremo permetterci di sognare attraverso l arte, e proprio qui dovrebbero arrivare segnali positivi di ripresa. Ci aspettiamo che proprio le giovani leve ci Fornitori Ufficiali Confsport Italia: La ASDRC VI. P. Danza durante un esibizione segue da pag. 8 facciano sperare in un futuro migliore, anche a breve. Noi stiamo lavorando anche per questo, a nuove formule che vadano ad incentivare le iscrizioni dei più piccoli e che vadano ad invertire questo trend piuttosto negativo. La Confsport Italia è sempre pronta a raccogliere suggerimenti che arrivino da coreografi e insegnanti, che più di altri hanno a che fare con i genitori, e di conseguenza possono rendersi portavoce di essi. Che generazione di danzatori è quella di oggi? E sicuramente diversa, ad esempio dalla mia. Hanno rapporti diversi con gli insegnanti. Con i miei ragazzi comunichiamo tramite facebook o sms, cosa che a me non sarebbe neanche passata per la mente di fare con la mia insegnante. Ma questo è frutto dei tempi che cambiano e ai quali dobbiamo adeguarci, l importante è che si mantenga la disciplina e che non si esageri. Tra l altro i ragazzi di oggi sono bombardati dai tantissimi talent show che ci sono in televisione, quindi hanno anche un approccio differente verso un pubblico o una giuria. Sanno già come si sta su un palco ancor prima di salirci e sono molto più sicuri di loro. Ritengo che questo sia positivo in quanto avendo una maggiore sicurezza di se stessi quando si sale sul palco per una esibizione si rischia meno di sbagliare. Il pubblico invece è cambiato? Si, anche il pubblico è cambiato. Chi viene ad assistere a queste manifestazioni oggi si pone in maniera differente. Direi che i genitori sono molto più attenti ed esigenti verso le poetiche della danza. Addirittura mi è capitato di vedere scene in cui i genitori davano consigli ai figli, diciamo che si è cresciuti insieme. di Elena Neri S.a.s. Laboratorio: Via Vomano, 7 Aprilia (LT) PHOTO EMOTION S.r.l. Telef Fax E mail: Telef Fax e mail: e mail:

10 DANZA Pag.10 Due ruoli per Elisabetta di Arianna Landi Elisabetta Laurini Responsabile Regionale Settore Danza Oggi la Responsabile Regionale del settore danza della Confsport Italia è Elisabetta Laurini. Non le si può sicuramente dire di non conoscere l ambiente! Fin dal 1997 lavora per il nostro Ente, all interno del quale ha, negli anni, rivestito diversi ruoli. Il suo primo incarico è stato quello di presentatrice delle manifestazioni di danza che venivano organizzate, per poi passare alla segreteria, fino all ufficio stampa. Chi meglio di lei poteva occuparsi dell organizzazione della Rassegna Regionale di danza Aspettando Momenti Magici? Le manifestazioni più o meno le avevo curate negli anni passati quando lavoravo negli uffici della Confsport Italia. Il mio non era un lavoro di segreteria amministrativa, ma organizzativa, quindi più o meno sapevo quello a cui andavo incontro. Negli anni magari non avevo fatto determinate cose, ma le avevo viste fare, quindi diciamo che me la sono cavata bene. Come ti sembra sia andata quest anno la Rassegna di danza? Ci sono state molte scuole partecipanti, ma meno ballerini rispetto alle edizioni precedenti. Questo è un dato significativo: parlando con diversi coreografi mi sono resa conto che sono calate proprio le iscrizioni alle scuole di danza, soprattutto per la categoria dei più piccoli. Per la Confsport Italia i dati finali sono comunque positivi, perché oltre alle scuole che sono con noi da diversi anni, quest anno ci sono stati anche nuovi arrivi. In questo senso è stato fatto un salto di qualità, speriamo di mantenere la linea per le edizioni future. Tra i due ruoli che ti sei trovata a ricoprire in questa edizione, cioè quello di organizzatrice e presentatrice, quale ti piace di più? Per la fase di organizzazione, essendo il primo anno, ero molto più in ansia. Per la presentazione c è ovviamente la solita adrenalina iniziale, ma non tutta questa angoscia. Mi piace più presentare perché lo faccio come mestiere, ma devo dire che mi ha stupito questo secondo ruolo e non mi aspettavo potesse essere tanto interessante. Conoscevi già le scuole partecipanti? Alcune scuole le conoscevo, e anno dopo anno ho visto crescere i ballerini, quindi conoscevo anche molto bene i coreografi. Quest anno però abbiamo fatto una ricerca un po diversa, molto radicata sul territorio Lazio ex novo, non solo con le società affiliate. Nella Rassegna Regionale Aspettando Momenti Magici 2011 abbiamo avuto l adesione di nuove scuole ed altre hanno chiesto di partecipare alla fase Nazionale. Avremo, ad esempio, il 9 e 10 aprile, la Maisons de la Danse, che è una scuola di Roma molto valida, ma parteciperanno anche scuole provenienti da Olbia, Avezzano, Livorno, Teramo, Caserta e così via. Diciamo che in questo modo il livello tecnico cresce, e se da una parte è un elemento positivo, dall altra costringe le altre scuole a darsi da fare per migliorare. Questo non toglie il fatto che la nostra è una manifestazione a carattere promozionale, alla quale possono accedere tutti i livelli di preparazione. Per ritornare alla Rassegna Regionale, sei stata d accordo con la scelta dei giudici di premiare la Polisportiva Gymnasium di Colleferro? Assolutamente si! Bravissimi nel Contemporaneo e bravissimi nel Modern. Proporre due stili non è semplice, ma Anna Maria Colombaretti, la coreografa, nel Contemporaneo è magistrale. E piaciuta a tutti, e tra questi anche a me e ad Antonietta Gravante, Responsabile Nazionale del settore danza della Confsport Italia, nonché ballerina. Ha messo d accordo i giudici e, cosa che mi ha fatto molto piacere, ho visto coreografi di altre scuole andare a complimentarsi con loro. Hanno proposto tre pezzi, ma la coreografia delle più piccole non è passata in finale, così la rivedremo nel Nazionale. La Polisportiva Gymnasium è molto valida, tant è vero che non è la prima volta che viene premiata. Secondo te come si sono comportati i giurati? Secondo me hanno fatto un buon lavoro, anche se cerco sempre di essere super partes e non mettere il becco. I giurati li chiamiamo per questo e quindi io mi fido del loro giudizio tecnico e artistico. Per quanto mi riguarda ti posso dire se mi piace o meno un balletto, ma poi a livello tecnico ci sono loro che sono gli esperti. La Pol. Gymnasium di Colleferro riceve il premio Aspettando Momenti Magici 2011 dal Presidente della Confsport Italia Paolo Borroni

11 DANZA LAZIO Pag.11 Aspettando Momenti Magici 2011 di Arianna Landi Si può tranquillamente affermare che Aspettando Momenti Magici è la rassegna di danza più importante, a carattere regionale, che la Confsport Italia organizza ormai da 18 anni. E proprio il caso di dire che è diventata maggiorenne, e ne ha data piena dimostrazione proprio nel suo svolgimento, durante il quale siamo stati testimoni di un organizzazione che ha messo in evidenza la propria l esperienza. La gestione ha permesso di lavorare nel clima di serenità di cui i nostri ballerini necessitano. Quest anno la novità assoluta è stata la grande adesione da parte delle scuole già affiliate alla Confsport Italia, ma anche di altre, che si sono avvicinate al nostro Ente per la quantità di programmi proposti. Così, se nelle scorse edizioni, considerata la scrematura iniziale, erano state sufficienti due serate, quest anno sono stati necessari tre giorni per poter stabilire quali e quante scuole avrebbero avuto accesso alla Finale. Con l immancabile ed impeccabile presentazione di Elisabetta Laurini, quest anno anche nelle vesti di organizzatrice della rassegna, abbiamo così assistito a tre giorni molto intensi, dove diverse scuole di danza provenienti da tutte le parti del Lazio, si sono date il cambio sul palco. Per i ballerini, dalle prime ore del pomeriggio, è stato un continuo salire e scendere dal palco nella frenesia che intercorre tra prove e gara vera e propria. Non c è stato un solo attimo per tirare il fiato, e solo affacciandosi dietro le quinte si poteva respirare tutta la tensione e l adrenalina che si accumula nei confronti di questo tipo. Le prime tre serate si sono svolte a Roma al Teatro Sala Viganò il e 23 febbraio, mentre la Finale, alla quale hanno avuto accesso le coreografie più meritevoli, ha avuto luogo il 27 febbraio nell incantevole scenario del Teatro Giuseppetti di Tivoli. Oltre 20 le società partecipanti e numerosissimi i danzatori che si sono esibiti negli stili richiesti dal programma: Modern Jazz, Classico, Contemporaneo e Funk Hip Hop. Le esibizioni si sono svolte per categoria: Baby, Giovani, Junior e Senior, e sono state divise in: Gruppo, Solisti e Passo a due. Insomma la formula rimane quella consolidata negli anni, che a nostro parere rimane vincente, ma la giuria accoglie nuovi ingressi di anno in anno. Così per la XVIII edizione di Aspettando Momenti Magici 2011 siamo stati lieti di ospitare, in veste di giudici, artisti ben noti nel mondo della danza: il Maestro Anthony Basile (danza classica) che non necessita di presentazioni per gli addetti ai lavori e già protagonista di uno dei numeri di Idea Sport, Massimiliano Petrangeli (modern jazz), ballerino di fama indiscussa che ha lavorato per diverse produzioni televisive Rai e Mediaset, e che abbiamo avuto anche il piacere di intervistare, e Luigi Iemma (Funk Hip Hop) ballerino e coreografo anche lui ha lavorato per diversi programmi Rai e Mediaset. Il loro compito non è stato certo semplice perché, proprio come ci è stato spiegato dai giurati stessi, il livello tecnico dei nostri ragazzi era molto buono, al punto che anche loro ne sono rimasti sorpresi. La serata del 27 febbraio è stata supportata da un pubblico da stadio. Il Teatro Giuseppetti era strapieno e i sostenitori non si sono certo persi l occasione di fare il tifo per i propri beniamini ed applaudire le 31 coreografie presentate. Al termine della gara il sipario, calato in attesa dei risultati, si è riaperto, ed è apparso sul palcoscenico, illuminato in tutto il suo splendore, il Trofeo Aspettando Momenti Magici Il Presidente della Confsport Italia, Paolo Borroni, che nonostante fino a poche ore prima si trovasse all Olgiata ad assistere ad una nostra gara di nuoto sincronizzato, non poteva certo mancare, è salito sul palco e dopo aver salutato i partecipanti ha voluto rendere omaggio alla piccola Yara Gambirasio. Spontaneamente, dal pubblico e da tutti i partecipanti alla manifestazione è partito un lungo e commosso applauso. L applauso successivo è stato tutto per le scuole che non sono arrivate in finale. Dopo aver ringraziato i giurati per il loro prezioso lavoro ha passato loro la parola per le varie premiazioni. La tensione si allenta solo quando è uscito il nome della società che ha vinto l ambito premio: la Polisportiva Gymnasium, che ha stupito per l originalità delle coreografie e l interpretazione dei ballerini. Numerose medaglie di merito, targhe e coppe sono state invece consegnate alle altre scuole. Appuntamento per tutti al Teatro delle Fonti di Fiuggi il 9 e il 10 aprile per la manifestazione nazionale Momenti Magici Un ringraziamento va alla nostra Responsabile Regionale Elisabetta Laurini che ha organizzato questa rassegna con la preziosa collaborazione della Responsabile Nazionale Antonietta Gravante.

12 PARLANO I PROTAGONISTI Pag.12 Massimiliano Petrangeli: La giuria dice che di Arianna Landi continua a pag. 13 Massimiliano Petrangeli, insieme al Maestro Anthony Basile e Luigi Iemma, quest anno ha fatto parte della giuria che ha decretato la scuola di danza vincitrice del Trofeo Aspettando Momenti Magici 2011, la rassegna di danza a carattere regionale che ogni anno viene organizzata dal nostro Ente. Massimiliano è ballerino, nello specifico, di danza modern e jazz, e la sua carriera si è svolta prettamente nell ambito televisivo nel periodo in cui i balletti in tv erano una parte fondamentale del programma, e in cui star della danza come Heather Parisi o Lorella Cuccarini erano le prime donne indiscusse. Parliamo quindi degli anni 80, quando la televisione era ancora tutta da scoprire. Proprio allora Massimiliano iniziava a muovere i suoi primi passi in quel magico mondo. Come è iniziata la tua voglia di ballare? Tutto è nato perché a 15 anni mia sorella mi portò al cinema a vedere un film che mi ha sconvolto la vita, parlo di Flash Dance, da lì è partito tutto e sono partito anch io. Dopo la visione di quel film ho iniziato a vedere solo danza, ci sono caduto con tutte le scarpe. Poi iniziando a praticare la danza mi sono reso conto che volevo stare sempre sul palco e soprattutto volevo ballare in televisione, questo era il mio obiettivo primario. Dove hai iniziato a ballare? Mi sono iscritto come tutti i bambini alla scuola privata sotto casa. Ho iniziato così a ballare inizialmente danza moderna, e poi la classica. A 17 anni ho vinto una borsa di studio da Renato Greco e da lì il tutto è diventato un po più serio. A quindici anni ero sì giovane, ma non proprio piccolo; generalmente un percorso di danza classica si inizia intorno ai 7 8 anni, fortunatamente avevo le doti fisiche, quindi questo non mi ha penalizzato. Poi a dire la verità ho lavorato successivamente in maniera molto concentrata. Volevi la televisione e la televisione hai avuto Diciamo che ottenere o meno una cosa è solo frutto di quanto realmente la si è desiderata, ed io volevo ballare in tv. Se ti concentri sull obiettivo da raggiungere e lo vuoi intensamente, alla fine lo ottieni. Quante ore passavi in palestra per allenarti? Quando ero nella palestra sotto casa in teoria avrei dovuto fare la mia lezione e andare via, ma rimanevo nei dintorni per ore ed ore facendo stretching o improvvisazione, poi diciamo che quello era un luogo molto familiare e abbastanza free, quindi mi permettevano di rimanere in sala. Poi ho vinto una borsa di studio da Renato Greco e le cose sono cambiate nel senso che trattandosi di un accademia vigeva un certo rigore. Qui ho iniziato a comportarmi anche in maniera un po più professionale e a lavorare con maestri di un certo calibro, e ho capito che non era più il tempo di giocare. Capivi già che la danza sarebbe diventata il tuo lavoro? Sapevo che stavo facendo la cosa che mi rendeva più felice al mondo. Con il passare del tempo ho capito che non potevo vivere senza danza, anche perché in momenti difficili della vita la danza è stata una sorta di terapia. Quando è morto mio padre, ad esempio, avevo iniziato a danzare da circa due anni. Inizialmente ho lasciato per un periodo di tempo, poi fortunatamente la mia passione mi ha riaperto le porte a questo mondo, ed è stato fondamentale, perché è diventata quello sfogo di cui avevo bisogno in quel momento; è stata un alleata per riuscire ad andare avanti.

13 PARLANO I PROTAGONISTI Pag.13 segue da pag. 12 In televisione quando è arrivato il primo contratto importante? E stato per caso, ed ero ancora in quella piccola scuola di cui ti parlavo. Un giorno passò Marco Garofalo, coreografo televisivo. All epoca lui lavorava molto con la Cuccarini. Passando mi vide mentre facevo delle prove per uno spettacolo e mi chiese se volevo fare uno special che parlava di animali, che stava allestendo con Lorella per Canale 5. Io all epoca non ero nessuno e mi ritrovai a fare il mio primo lavoro con dei professionisti della televisione. Poi è stato un crescendo: le esperienze servono anche per capire, ed io appresi il fatto che la televisione mi piaceva moltissimo e che quello sarebbe stato il percorso che avrei dovuto seguire. Cos è che ti piace della danza e qual è la danza che preferisci? La danza è universale. Anche chi non la pratica e la osserva solamente può riceverne piacere e rimanerne affascinato. Per quanto mi riguarda io mi sono specializzato sul modern e sul jazz, quindi la parte moderna. Però anche oggi che insegno a dei ballerini prendo personalmente lezioni di classico per poter poi regalare agli altri emozioni diverse. Con il moderno hai una libertà di espressione maggiore, puoi esprimere una tua personalità. Quest anno hai fatto parte della giuria di Aspettando Momenti Magici, avevi già fatto una cosa del genere? Si, mi ero cimentato in questa cosa per una trasmissione televisiva di una rete privata, l anno scorso. Devo dire che non è semplice stare dall altra parte, perché se hai fatto un percorso onesto di ballerino e professionista sai bene cosa vuol dire stare sul palco e dover affrontare certe difficoltà. Essere quindi un giurato onesto, obiettivo ed imparziale non è semplicissimo, ho cercato sempre di fare questo perché comprendo quali sono le difficoltà della danza. L ambiente e il ruolo ti sono piaciuti? Si, l ambiente è sereno e chi organizza ti fa sentire a casa tua. Poi ovviamente c è anche chi chiede spiegazioni del perché si sia decisa una cosa piuttosto che un altra, ma mi rendo conto che mettersi in discussione non è certo una cosa semplice, e chi ci riesce è un passo avanti rispetto ad altri. Sono sicuro che quello che io e gli altri due giurati abbiamo fatto è stato un lavoro onesto, e anche il fatto che molte volte ci siamo trovati d accordo sulle decisioni da prendere ci fa capire che l imparzialità è stata la componente imprescindibile. Sul palco hai speso parole molto belle per alcune scuole che hanno partecipato, ti aspettavi di trovare un così buon livello in un ambiente amatoriale? Questo mi ha fatto capire che i buoni elementi, sia di ballerini che di insegnanti, non si trovano solo nelle scuole migliori, ma anche in quelle piccole scuole di periferia che a volte vengono messe da parte. La professionalità in questo ambiente la si può trovare ovunque, e in questa rassegna si è avuto chiaro il sentore di questo. Ho trovato giovani ragazzi che sapevano stare sul palco e sapevano interpretare ed esprimere; qualità di lavoro e coreografie nelle quali si leggeva chiaramente un percorso personale particolare, e questo lo abbiamo poi ritrovato nei movimenti non scontati e molto fluidi dei ballerini. Posso dire che hanno vinto la rassegna la bellezza e la qualità. Avevate delle medaglie di merito da dare a scuole o interpreti. Siete stati d accordo su come assegnarle? Devo dire che delle piccole dispute tra di noi ci sono state, ma eravamo sulla stessa linea d onda sui ballerini più carini e particolari ai quali abbiamo poi dato le medaglie. Sono state consegnate delle borse di studio, e tu nello specifico hai dato la possibilità ad alcuni di loro di partecipare a delle tue lezioni gratuitamente. Si! Ho invitato questi ragazzi, che per la verità erano più ginnasti che ballerini. Visto che la danza può trasformare mi piaceva l idea di averli a lezione da me anche per dare loro l opportunità di imparare nuove cose. Ti è piaciuto partecipare ad una rassegna di danza in questa nuova veste? Si mi è piaciuto molto perché al di là del lavoro svolto poi in queste occasioni si ha anche l opportunità di parlare con coreografi e ballerini e scambiarsi delle idee, confrontarsi, e magari raccontare ai più giovani quello che per è te la danza. Come dico sempre ai miei allievi: Nessun altro può danzare la tua danza e questo è un messaggio che mi piace lanciare alle nuove generazioni di ballerini che sono il futuro della danza. Massimiliano, visto che tu sei uno che lancia delle massime, mi piacerebbe se ce ne regalassi una sulla Rassegna Regionale alla quale hai partecipato in veste di giurato: Aspettando Momenti Magici. Anche se sei dall altra parte come giurato, in realtà sei sempre sul palco!

14 PARLANO I PROTAGONISTI Pag.14 Le coreografie di Anna Maria di Arianna Landi Anna Maria Colombaretti è un artista, una persona seria nella vita, con degli obiettivi e dei principi ben chiari. Estrosa quel tanto che basta per rendere il suo lato professionale ancora più interessante. La sua storia è molto particolare: nasce come ballerina, ma poi, ancora giovane, decide di non ballare più e dedicarsi ad altro. La sentiamo telefonicamente dopo la vittoria ottenuta alla Rassegna Regionale Aspettando Momenti Magici 2011, alla quale ha presentato le sue ragazze con tre coreografie: Sweet Dreams per la categoria Baby, Se fossi Dorian Gray per la categoria Junior, That Home per i Senior. Con le sue coreografie Anna Maria ha messo d accordo tutta la giuria, e insieme ai ballerini, la sua società, la Pol. Gymnasium, ha portato a casa l ambito Trofeo. Purtroppo la categoria Baby non è arrivata in Finale, come l hanno presa le bambine? A me è dispiaciuto moltissimo perché loro ci tengono più dei grandi, ma quando abbiamo saputo di aver vinto il Trofeo ho spiegato che parte del merito era anche il loro. I complimenti sono arrivati anche dalla giuria, vero? Devo dire che quando i complimenti arrivano da colleghi è ancora più piacevole. Addirittura Massimiliano Petrangeli, mi ha chiamato a casa, dato che io non sono potuta essere presente alla Finale, per congratularsi delle mie coreografie. La voce comune è stata che, sul palco, era chiaro che il tuo percorso di studi è stato intenso e particolare. Questa tesi corrisponde alla realtà? Se così lo vogliamo definire Ho iniziato a danzare con Renato Greco. Finiti gli studi di avviamento professionale con lui ho iniziato lezioni da professionisti. Dopo poco tempo ho deciso di non ballare, ma questa è stata una scelta personale. Come mai? Sono una persona semplice, e dopo aver visto l andamento di alcune audizioni ho capito che quello non era l ambiente che faceva per me. In tutto questo ho gestito sempre tutto da sola e non ho mai avuto nessuno che mi appoggiasse, per questo dico ai miei allievi che devono ritenersi fortunati di avere me che apro loro la strada. Non sono mai stata neanche troppo fortunata, le persone giuste le ho incontrate sempre tardi. Così ho pensato che non era necessario ballare per forza, ma forse questo mondo lo potevo vivere anche dal lato opposto. Così intorno ai anni ho iniziato un percorso verso la coreografia e l insegnamento. Sono passata dal classico tramite l Accademia Nazionale, mentre per il Contemporaneo ho girato ovunque e fatto lezioni con tutti, arrivando in Francia, in America a New York nello studio Merce Cunningham. Poi ho proseguito con il jazz che avevo iniziato sempre a New York nel Naiadi lai. In Italia ho fatto qualche corso e laboratorio coreografico, ma la maggior parte delle cose me le sono dovute cercare all estero perché questo paese purtroppo non ci aiuta in questo senso. Mettevo soldi da parte e partivo. Mi sono costruita ed ho cercato di frequentare quegli ambienti professionali ad alto livello che mi avrebbero formata in un certo modo. Qual è il compito di una scuola di danza? E far lavorare i propri allievi. Io ne ho molti che oggi hanno intrapreso la danza come professione. Ad esempio Massimiliano Pironti, che è passato alla Compagnia dell Arancia facendo Peter Pan come protagonista, il fratello idem. Oppure un altro ragazzo che lavora da McGregor a Londra. Due gemelli che avevo preparato per la Scala e sono stati presi a 14 anni, poi finiti al Royal Ballet, oggi lavorano. Non ho ballato, ma ho lavorato per loro e questo da un enorme soddisfazione. Come si fa ad essere bravi come te? Una volta feci una coreografia sempre per il vostro Ente, avevo solo 27 anni. Una persona si avvicinò e mi disse che avevo un talento che non sapevo di avere e quindi ero molto istintiva su quello che creavo. Mi consigliò di lavorarci sopra per migliorarmi e da lì poi il tutto. Penso che un po di tuo deve esserci, io sono una molto estrosa, la testa lavora a mille in certe occasioni. Ma solo con la dote non si va da nessuna parte, così, dopo quell iniezione di fiducia che mi era stata data ho iniziato a lavorare su quello che avevo. Come costruisci una coreografia? Chi gestisce tutto all inizio è il gruppo, nel senso che in base a chi hai davanti devi fare un certo tipo di lavoro. Quando ho i bambini butto un occhio alla tecnica, ma cerco di farli divertire, sono contraria ai ragazzini che si ritrovano a fare coreografie drammatiche o troppo importanti. Poi sapevo di avere il gruppo di Contemporaneo che studia tutti i giorni e quindi di poter arrivare ad un certo punto. L altro gruppo era misto, fanno meno ore di danza e quindi mi comporto diversamente. All inizio monto il pezzo per tutti senza fare scambi, in questo modo mi rendo conto di quello che succede, valuto e da lì inizio a creare gli scambi, le file e il disegno coreografico. Quanto tempo impieghi per mettere su una coreografia? Dipende cosa voglio fare e con chi lavoro ovviamente. Per un lavoro professionale, per esempio quello per Avvertenze Generali, ci abbiamo messo un mese e mezzo, ma i ballerini erano tutti semi professionisti e professionisti. Se parliamo di un lavoro scolastico dipende dal gruppo. Il tempo necessario va dai tre ai sei mesi, in base anche alla difficoltà che decido di assegnargli. Dai consigli ai tuoi ragazzi? Non mi stanco un attimo di farlo. Se c è una cosa che non potranno mai dirmi è proprio quella di non avergliene dati. Sono molti anni che partecipi ad Aspettando Momenti Magici? Si sono molti anni, e diciamo che se uno torna c è un motivo. Mi è capitato di partecipare anche ad altri concorsi dove ci sono state cose, anche pre concorso, che non mi sono piaciute, così non sono più andata. Non ho mai avuto nessun tipo di problema con la Confsport Italia, e se a volte ci sono stati dei dubbi e sono andata a chiedere spiegazioni, ho ricevuto sempre risposte che mi hanno convinto e a volte mi hanno anche portata a riflettere sulle coreografie. Nessuno è perfetto e tutti possono sbagliare: mi piace anche mettermi in discussione lì dove è necessario. Ti troveremo anche nella Rassegna Nazionale Momenti Magici, ad Aprile? Si, certo! Porterò proprio le bimbe che sono uscite al regionale, ma con un altra coreografia, questa volta con il classico, e poi anche un passo a due di Modern Contemporaneo. Sembra strano, lo so. Ho voluto fare così perché ho studiato sia una cosa che l altra, e mi piacciono le contaminazioni, così ho sperimentato.

15 IL PALIO DELLO SPORT Pag.15 Sui campi de Il Palio dello Sport I Giochi del XIII Municipio di Ivana Cuzzucoli Tutto il mese di marzo è stato dedicato all avvio e allo svolgimento delle gare riguardanti i gironi A e B di pallavolo maschile e femminile e di Calcio a 5 maschile. Il Palio inizia così a prendere dimensione e forma. Una manifestazione ancora tutta da giocare, ma dalle cui prime gare si possono iniziare a delineare gli avversari più temibili e le debolezze delle rappresentative di ciascun quartiere del XIII Municipio. Perfettamente rispettati lo spirito e i principi ispiratori del Palio dello Sport I Giochi del XIII Municipio. I Responsabili della Confsport Italia Municipio XIII non hanno perso un incontro, monitorandone con attenzione il regolare svolgimento. Ma in questo senso c è stato poco da faticare, infatti le scuole che hanno aderito hanno portato nei campi il messaggio di fair play auspicato dalla Confsport Italia nel momento in cui si è deciso di mettere in piedi questo ambizioso progetto. Le aspettative non sono state deluse, quindi, per nessuna delle parti. Atleti modello, quelli del Palio, e potenziali cittadini migliori di domani. Il responsabile del Calcetto e della Pallavolo Patrizio Tontini racconta di partite svolte in un clima di correttezza e rispetto reciproco, all insegna dei valori rappresentati dalle divise indossate. Si sono messi in luce, inoltre, tanti giovani potenziali futuri campioni. Sotto lo sguardo attendo di Alessandra Giorgi, Coordinatrice del progetto, Antonella Amoroso, Ufficio Stampa e Comunicazione e Mariacristina Masi, Responsabile per i Rapporti col XIII Municipio, sono emerse alcune squadre nei vari gironi. Nella fattispecie per il Girone A Pallavolo Femminile, Dragona e Dragoncello/San Francesco, Maschile Casalpalocco/Axa e Dragona; pallavolo Maschile e Femminile Girone B Infernetto; per il Girone A di Calcio a 5 Maschile è emersa la Alessandra Giorgi con le squadre di pallavolo femminile di Ostia e Ostia Antica Le squadre di Calcio a 5 di Casalpalocco/Axa e Infernetto con Mariacristina Masi rappresentativa del quartiere di Ostia Antica, mentre per il Girone B quella di Casalpalocco/Axa. Ma il bello del Palio è che tutto è ancora da giocare. Durante il mese di aprile, infatti, si proseguirà con gli incontri dei due gironi, le cui finali si svolgeranno il 13 maggio, insieme alla gara di Corsa Campestre, al Pala Di Fiore e nel contiguo Parco del Canale dello Stagno di Ostia. Il tutto solo dopo la giornata di nuoto, che si svolgerà il 6 maggio presso la Piscina del Centro Federale di Ostia. Niente di deciso, quindi, neanche al termine degli incontri del mese di marzo, e questo perché la Confsport Italia ha pensato arrivare al 13 marzo e rendere indimenticabile per tutti la giornata finale, senza vincitori né vinti. Le scuole che hanno preso parte al Palio sono: l Istituto Comprensivo Tersilla Fenoglio per il quartiere di Malafede, l Istutituto Comprensivo G. Paolo II per il quartiere di Dragoncello/San Francesco, l Istituto Comprensivo Calderini Tuccimei e l Istituto Comprensivo A. Leonori per il quartiere di Acilia, la Scuola Media Statale A. Magno per il quartiere di Casalpalocco/Axa, L Istituto Comprensivo Fanelli Marini per il quartiere di Ostia Antica, l Istituto Comprensivo M. Ulpio Traiano per il quartiere di Dragona, l Istituto Comprensivo W. A. Mozart per il quartiere di Infernetto e l Istituto Comprensivo G. Parini per il quartiere di Ostia. Nel prossimo numero di Idea Sport le squadre che disputeranno le finali I e II posto e III e IV posto di Pallavolo Maschile e Femminile e di Calcio a 5. Si ringraziano per il sostegno: Panorama Ostia, Banca di Credito Cooperativo, Mood s Guys della Fondazione Campanelli, Pirelli RE Immobiliare e Foto e Foto di Fabio Montico.

16 GINNASTICA ARTISTICA Pag.16 Cassina e Masseroni, è il tempo dell addio di Luciano Montanari Due grandi protagonisti della ginnastica azzurra hanno annunciato l addio all attività agonistica. Igor Cassina, campione olimpico alla sbarra nel 2004 ad Atene, e Daniela Masseroni, due volte campionessa del mondo con la squadra di ritmica, lasciano le pedane. Igor Cassina A 33 anni Cassina si è dichiarato soddisfatto e appagato della mia carriera sportiva, è stata una decisone difficile ma serena. Non ho rimpianti, dalla ginnastica ho ottenuto tutto quello che potevo desiderare. L azzurro, cha ha anche dato il suo nome ad un movimento alla sbarra, il suo attrezzo preferito in cui negli ultimi anni ha Femminile: 4 torneo Città di Jesolo di Luciano Montanari raccolto altri successi a livello mondiale e continentale confrontandosi con i migliori specialisti, porterà a termine il campionato di serie A in corso che si preannuncia con l ennesima affermazione della società di Meda, dove Igor Cassina è cresciuto e si è valorizzato. E il momento migliore per farsi da parte. Sono parole di Daniela Masseroni che a 26 anni ha abbandonato (questa volta definitivamente) la squadra nazionale nella quale era approdata dopo alcune apparizioni in azzurro da individualista. Daniela è entrata a far parte della compagnia delle Rhyth.mix ritrovando le vecchie compagne di squadra Fabrizia D Ottavio e Laura Vernizzi. New entries nel gruppo anche Linda Bollo e Jolita Manolova, a Pechino 2008 Daniela Masseroni con la squadra bulgara. Stati Uniti protagonisti annunciati e confermati a Jesolo nella quarta edizione del 4 Trofeo Internazionale di artistica femminile organizzato dalla Gymnasium Treviso. L Italia, pur priva di Vanessa Ferrari, impegnata in Coppa del Mondo a Parigi, e con Serena Licchetta infortunata ed Elisabetta Preziosa influenzata, ha superato una Russia largamente rimaneggiata perché tutte le sue big era anch esse in gara in Francia. Per la squadra azzurra è stata l occasione per sperimentare nuovi elementi per un eventuale ingresso in prima squadra, a poche settimane dagli Europei di Berlino e in vista dei mondiali di qualificazione olimpica di ottobre, che, dopo i tragici eventi in Giappone, la Federazione Internazionale difficilmente confermerà a Tokio. E proprio la squadra del Sol Levante, sempre presente nelle precedenti edizioni, è stata un altra grande assente della manifestazione. Da segnalare l ottima prestazione di Carlotta Ferlito, al suo primo anno da senior, che ha confermato di poter essere protagonista anche nella categoria superiore dopo i brillanti risultati dello scorso anno tra le juniores. Gli Usa hanno dominato tutti i concorsi aggiudicandosi largamente quello per nazioni e quelli individuali rispettivamente con McKaila Moroney (generale e volteggio), Bridgette Caquatto (parallele asimmetriche), Alexandra Raisman (trave) e Gabrielle Douglas (corpo libero). Carlotta Ferlito

17 NEWS Pag.17 Tavola rotonda alla Confcommercio di Ascoli Piceno di Ivana Cuzzucoli Si è svolta il 30 marzo 2011 presso la accogliente sede della Confcommercio di Ascoli Piceno la Tavola Rotonda che ha visto impegnati nei lavori il dott. Giorgio Fiori, direttore provinciale Ascom Confcommercio, Aldo Sabatucci, Presidente Comitato Provinciale CONI Ascoli Piceno, Igino Cacciatori, Presidente Provinciale Confcommercio e Presidente Regionale Confcommercio Marche, la dott.ssa Enrica Martini, Segretaria della FIIS (Federazione Nazionale Imprenditori Impianti Sportivi, organo della Confcommercio), Paolo Borroni, Presidente della Confsport Italia e il dott. Costantino Brandozzi, responsabile provinciale Sindacati di categoria e responsabile sede Confcommercio Ascoli Piceno (nella foto). Una sinergia che si conferma e si stringe sempre più quella della Confsport Italia con la Confcommercio e la FIIS, e nella fattispecie con il gruppo marchigiano. L importanza di giornate come queste non va a toccare solo l ambito sportivo, ma anche i notevoli vuoti di conoscenza delle tematiche amministrative e fiscali per gli addetti ai lavori del settore sportivo. Un settore per il quale il legislatore si è sì pronunciato, ma per il quale serve una diffusione capillare delle informazioni e delle nozioni basilari anche per le piccole imprese. La Confcommercio, rappresentata dalla FIIS, e la Confsport Italia, si mettono così a disposizione degli imprenditori, fornendo loro tutti i mezzi necessari per espletare le pratiche necessarie per la regolarizzazione fiscale, assicurativa e amministrativa. I rappresentanti delle società ascolane si sono fatti portavoce di una realtà di aziende locali che ha voglia di crescere ed espandersi, confermando la fiducia nelle istituzioni che li rappresentano. Aldo Sabatucci e Costantino Brandozzi, dopo l illustrazione, da parte della dott.ssa Martini, della FIIS, hanno però espresso un rimprovero a quelle società che non si interessano in modo attivo al mondo sportivo vero e proprio e ai suoi enti di rappresentazione. E qui subentra la Confsport Italia, che, come spiega il Presidente Paolo Borroni, è un ente di promozione sociale e sportiva, che ha, appunto, come propri scopi istituzionali la promozione, l organizzazione e la diffusione della attività sportive amatoriali e dilettantistiche. A conclusione di questa costruttiva giornata i presenti si sono dati appuntamento a breve scadenza per l approfondimento della casistica di ciascuna impresa, sia dal punto di vista fiscale, con la FIIS, che da quello sportivo, con la Confsport Italia. Un momento dell incontro PERIFERIA ATTIVA MOLISE Ginnastica Ritmica La ginnastica ritmica è uno sport che piace e che continua, di anno in anno, a crescere. Di questo ce ne siamo pienamente resi conto dai numeri che ci troviamo di fronte ogni settimana in preparazione delle gare che poi andranno a disputarsi nel week end. Un dato interessante è che quest anno più che mai diverse regioni d Italia si sono avvicinate al mondo del nostro Ente, e proprio grazie alla ginnastica ritmica. Così domenica 13 marzo, a chiudere il cerchio, ci ha pensato la Prof.ssa Enza Fusco Genoino, ovvero la nostra coordinatrice Regionale, che ha pensato bene di organizzare una gara di ginnastica ritmica in Molise. Stiamo parlando del Campionato Regionale Gold e del Campionato Regionale di serie C. Il tutto si è svolto con grande successo nel Palazzetto G. Musacchio di Campobasso, dove diverse ginnaste hanno dato il meglio di loro per dimostrare al pubblico presente tutta la loro bravura. Nella foto, il Presidente del CONI Provinciale, dott. Rosari e la prof.ssa Enza Fusco Genoino con le giudici ed alcune ginnaste molisane.

18 PERIFERIA ATTIVA Pag.18 LAZIO Acquagoal Il 26 marzo si è svolta la Finale del Campionato Regionale Invernale VI Circuito Confsport Italia di Acquagoal. L evento si è svolto presso la Piscina ASD Zero 9, a Roma, a partire dalle ore 15,30. Per questa occasione le dodici squadre partecipanti sono state suddivise in due gironi: play off, al quale hanno partecipato le prime 3 società facenti parte dei gironi rosso e blu, ovvero: Acilia C, Acilia B, Bracciano A, Acilia A, Energy e Punto Sport. Mentre ai play out hanno partecipato le 4 5 e 6 classificate dei gironi rosso e blu, ovvero: Bracciano C, Racing, Salaria S.V., Gala Nuoto e Bracciano B. Per quanto riguarda il Village non ha partecipato alle Finali. La nutrita presenza di spettatori ha visto confrontarsi lealmente 12 squadre composte da bambini e bambine nati dal 2000 in poi (8 11 anni). Il tempo di gioco è stato uno solo da 6 minuti continuativi, e alla fine della giornata abbiamo visto trionfare la Società Acilia Nuoto con tutte e 3 le squadre ai primi 3 posti della classifica (Acilia A 1, Acilia C 2 e Acilia B 3 ; a seguire la Bracciano A, che per differenza reti conquista il 4 posto davanti alla Energy di Cerveteri e alla Puntosport di Villa Bonelli (5 ). Grande prova di carattere anche dai ragazzi della Racing (7 ) e della Salaria Nuoto (6 ) e un plauso ai piccoli campioncini della Gala Nuoto e della Bracciano B e C, che hanno lottato fino alla fine su ogni pallone. Per lanciare un occhio al futuro possiamo già annunciare che sono state scelte le date riguardanti il Campionato Primaverile. La prima fase si svolgerà il 10 di aprile, per la seconda fase dovremo aspettare l 8 maggio e la Finale il 22 di maggio. Tutte e tre le gare si svolgeranno presso il Centro Sportivo Babel, a Roma. Segue da pag. 17 prima prova del Campionato Regionale Primaverile di Nuoto in vasca 25 mt. Gli atleti si sono recati nel bellissimo impianto del Centro Federale di Ostia per partecipare ancora una volta al Campionato L altra piscina... in acqua a tutte le età che ormai è un punto di riferimento importante per tutti coloro che amano il nuoto della Confsport Italia. Partendo dal presupposto che l organizzazione che, il nostro Responsabile Regionale del settore nuoto Paolo Melchiorri, ci assicura, rende tutti tranquilli di poter passare una domenica in perfetta armonia con l ambiente clorato. Alla gara hanno partecipato la categoria Esordienti B in 25mt rana, 100mt misti e 4x25mt mista; Categoria Baby e Giovanissimi in 25mt rana, 25mt stile libero e 4x25mt mista; Categoria Allievi in 25mt rana, 25mt stile libero e 4x25mt mista. All ora di pranzo si era già arrivati all ultimo appuntamento, quello con la categoria Esordienti C, che si sono esibiti nei 25mt rana, 25mt stile libero e 4x25mt mista. Il tutto si è svolto nel migliore dei modi e la partecipazione, come sempre in questo ambiente, è stata generosa. La seconda e terza prova sono fissate per il mese di aprile mentre la finale regionale nel mese di maggio, quando sicuramente non mancheranno le emozioni. Nuoto Vasca 50 mt. Nuoto Vasca 25 mt. Incredibile ma vero! Siamo già arrivati a primavera e questo, in Confsport Italia, sottintende che sono appena terminate le Finali dei Campionati Invernali e subito hanno inizio quelle primaverili. Così domenica 13 marzo, senza perder tempo, si è svolta la E come ha avuto inizio il Campionato Regionale Primaverile di Nuoto, in vasca 25mt così non si è perso tempo neanche per la vasca 50 mt. Le gare della prima prova si sono svolte il 27 marzo presso la Piscina Comunale di Monterotondo. L organizzazione è la stessa, il Responsabile Regionale anche, e questo fa capire che il tutto è filato via liscio come l olio. Il nuoto, che sia in vasca 50mt o 25mt, rimane una garanzia di partecipazione e di ordine di gara così gli atleti non perdono mai l occasione per partecipare ai campionati che il nostro Ente propone. Le categorie in gara erano Esordienti A e Ragazzi, con il seguente programma di gara: 100mt stile libero, 50mt dorso, 50 mt farfalla, 100mt rana e staffetta 4x50 MIX. Mentre per le categorie Junior, Cadetti e Master il programma è stato: 100mt stile libero, 50mt dorso, 50mt farfalla, 100mt rana, staffetta 4x50 MIX. La gara ha lasciato il pubblico senza fiato ed in una trepidante attesa. Le altre prove sono previste nel mese di aprile mentre la finale regionale a maggio.

19 PERIFERIA ATTIVA Pag.19 segue da pag. 18 Pallanuoto Domenica 27 marzo si è svolta un'altra Finale nell'ambiente clorato. Questa volta stiamo parlando della Finale del Campionato Regionale Invernale Pallanuoto Maschile Under 15. Le gare si sono svolte a Bracciano, nella Piscina Athena Club SSD, a partire dalla mattina, e le squadre a contendersi il trofeo invernale erano il Bracciano, il Salaria Nuoto e l Acilia Nuoto. La vittoria Finale è stata ad appannaggio del Bracciano, che ha superato l Acilia per 9 7, e il Salaria per 17 2, aggiudicandosi così il 1 posto, mentre l Acilia ha superato il Salaria di 16 6 e si è piazzata al 2 posto. Da sottolineare, nonostante il 3 posto, i progressi tecnici dei ragazzi del Salaria, che si sono battuti con onore fino alla fine contro i più esperti avversari. Ora prende il via la fase Primaverile. Tutte le gare si terranno presso la piscina Athena Club SSD a Bracciano (RM), e le date saranno: I giornata, sabato 9 Aprile 2011 (pomeriggio), II giornata domenica 8 maggio (mattina), Finale Primaverile sabato 21 maggio (pomeriggio). Nuoto sincronizzato Già lo scorso anno si erano avuti segnali positivi nel settore nuoto sincronizzato, e siamo lieti di poter dire che quest anno sono stati più che confermati. Per la prima prova del Campionato regionale la gara si è svolta all Olgiata S.C., a Roma, 430 atlete si sono recate con i propri genitori per potersi esibire. Gli esercizi in gara sono stati 215 e le società partecipanti 13: ASD Palestrina Nuoto, Ferratella Sport SSD, Pol. Olimpia Nuoto, Cons. Le Cupole SSD, Energy Nuoto, Sport In Progress SSD, ASD Pol. Nuotatori Salvetti, Heaven Due SSD, ASD Tyrsenia Sporting Club, Villa Bonelli SC (BCVC), ASD Play Sport Center, ASD Aurelia Nuoto Unicusano, Heven Parco Paradiso. Insomma, numeri da far girar la testa! La gara ha avuto inizio alle ore 8,30 con le categorie Esordienti C ed Esordienti B, per poi proseguire con Esordienti A, Ragazze, Junior, Assoluta e Master. Inutile dire che il tutto è andato avanti fino a sera inoltrata. Vista la grande affluenza e la possibilità di aumentare ancora queste cifre è stato concordato, insieme alla Responsabile Nazionale di Confsport Italia del settore Sincro, Livia Palermo, che la seconda prova avrebbe necessitato di due giornate, indicate come il 2 aprile in pomeridiana e domenica 3 aprile a patire dalla mattina. Tutto questo si svolgerà nell impianto del Centro Federale di Ostia, che può ospitare un maggior numero di atlete. Ginnastica Ritmica Marzo è stato un mese strapieno di impegni per la ginnastica ritmica laziale. La nostra responsabile regionale, Nunzia Farina, insieme a tutte le Società, non ha avuto un solo week end libero. Sabato 5 si è svolto il Campionato Gold, cioè il Campionato che la Confsport Italia organizza per le agoniste federali. In questa occasione si è assistito ad una bella gara, avvincente da un punto di vista tecnico. Le ginnaste, suddivise in Allieve, Junior e Senior, si sono esibite in due esercizi, scegliendo due dei cinque attrezzi della ritmica. A seguire, domenica 6, si è svolta la seconda prova del Campionato di Serie B, gara che ha deciso chi saranno le ginnaste che parteciperanno alla fasi Nazionali che si svolgeranno a Norcia il 16 e il 17 aprile. E stata questa una gara molto interessante, seguitissima da un numeroso pubblico che ormai sta diventando l uomo in più in campo. Alla fine della giornata c è stata la premiazione per il Campionato di Società, che viene fatto in base ai piazzamenti delle ginnaste nelle varie categorie. Società prima classificata A.S.D. Polimnia Ritmica Romana, seconda classificata A.G. Nike, terza classificata C.S.M. Vico Quarta. Un grande in bocca al lupo a tutte le ginnaste che si sono qualificate per la gara di Norcia, e per le altre l augurio di farcela la prossima volta. La domenica successiva, ovvero il 13 di marzo, abbiamo potuto assistere alla seconda prova del Campionato di Specialità e il 20 è stato il turno della serie A, anche per queste ragazze alla seconda prova. Domenica 27 marzo, sempre nella palestra dell Istituto La Salle, a Roma, si è svolta la seconda prova del Trofeo Arcobaleno e la seconda prova del Campionato di serie C. Da subito le ginnaste hanno dato spettacolo e soprattutto le più piccoline che erano divise nelle categorie Giovanissime, Allieve ed Arcobimbe. Nel Campionato di serie C sono state 15 le società che hanno accompagnato le proprie ginnaste. La categorie erano: Junior, Giovanissime e Allieve, e si sono esibite sia da individualiste che a squadra. Ovviamente non è ancora finita, perché Aprile è ancora pieno di impegni e data stabilite, ma questa volta sono date ancora più importanti visto che parliamo del Nazionale sia nel Campionato di serie A, B, C Gran Prix e Specialità. Ginnastica Artistica Riapre alla grande anche il settore della Ginnastica Artistica, e lo fa sia per le ragazze che per i ragazzi ginnasti della Confsport Italia. Così sabato 26 marzo, a Civitavecchia, tutti gli appassionati di questa disciplina hanno potuto assistere a diverse prove. Sono state queste le prime prove del Campionato Regionale Gold Femminile, Campionato Regionale Serie A Femminile e il Campionato Regionale Esordienti Maschile. Il tutto si è svolto nel palazzetto della ASD Ginnastica Civitavecchia, che non è certo nuovo agli atleti in questione e che fornisce loro lo spazio necessario per esibirsi comodamente. La gara ha avuto inizio alle ore 9,30 del mattino e i vari campionati si sono disputati uno dietro l altro, mentre la premiazione è stata unica. Spettacolo che affascina sempre particolarmente quello della ginnastica artistica e che vedrà evolversi proprio in questo mese e nel mese di Maggio.

20 PERIFERIA ATTIVA Pag.20 segue da pag. 19 CAMPANIA Ginnastica Artistica La Delegazione Regionale della Campania della Confsport Italia ha organizzato il Campionato Regionale di Ginnastica Artistica femminile e maschile, che si svolgeranno domenica 10 aprile 2011 presso il Palazzetto dello Sport di San Mango Piemonte (SA). L appuntamento per l inizio della manifestazione è per le ore Inizialmente saranno svolti tutti i controlli delle tessere, per poi dare inizio alla gara. La nostra Responsabile Regionale per la Campania per la Ginnastica Artistica Stefania Collocca insieme a Daniela Fierro, Responsabile Regionale Confsport Italia Campania, ha organizzato tutto nei minimi particolari per far sì che la manifestazione vada oltre il confronto amichevole tra i piccoli atleti e diventi una bella giornata da passare in compagnia dei proprio genitori. Ginnastica Ritmica La ginnastica ritmica prende sempre più piede in Italia, e l attività si fa spazio soprattutto in Campania, dove le nostre responsabili di settore Donatella Braca e Carmen Bisogni si danno sempre molto da fare per organizzare gare alle quali possano partecipare anche le ragazze della Campania. L ultima gara si è svolta domenica 27 marzo a Salerno presso la palestra Matteo Senatore. Le società partecipanti sono state 8: Amida, Azzurra NA, Gymnica, Ghimnastirion, La Fenice, Maeva, Ritmica Arkè, Virtus/Millennium. In questa giornata si sono svolti i Campionati di serie C, serie B, serie A, Specialità e Gold e la partecipazione è stata piuttosto buona. Sulla pedana si sono date il cambio ben 160 ginnaste che hanno tenuto con il fiato sospeso il pubblico e lo hanno fatto applaudire dall inizio alla fine della giornata. UMBRIA Nuoto Si è svolta domenica 13 marzo, nello splendido impianto della Piscina Comunale di Bastia Umbra, la prima giornata del Campionato Invernale Umbro della Confsport. Nel primo pomeriggio sono entrati in acqua i più piccoli, e a seguire gli atleti della categoria Master. Molto era l entusiasmo da parte di tutti i partecipanti, ma soprattutto dei numerosissimi "tifosi" delle tribune gremite. Il numero degli atleti che hanno partecipato a questo evento è stato di circa 180; possiamo quindi affermare che il riscontro è stato più che positivo. Tra le varie società partecipanti, gli atleti che si sono messi maggiormente in evidenza sono stati quelli della Thebris Nuoto di Ponte Felcino. Buoni risultati sono venuti anche dagli atleti della società organizzatrice l'a.s.d. Blu Water Bastia. Le premiazioni sono state effettuate dal prof. Aldo Giulitti, Responsabile della Delegazione Provinciale di Perugia della Confsport Italia, e dal prof. Fabrizio Rossi, Presidente della Confsport Italia Comitato Provinciale Terni. ABRUZZO Lanciano: Ginnastica Ritmica Il 19 Marzo, a Lanciano, presso il Palazzetto dello Sport si sono svolte le gare del Campionato di serie B e C, Gran Prix delle società e il Campionato di Specialità di ginnastica ritmica della Confsport Italia. La gara è stata organizzata dalla nostra Responsabile Regionale Nowakowska Dorota Karina e dal nostro tecnico regionale, la Prof.ssa Silvia Petrillo, ed è stato un evento importante per le ragazze della regione Abruzzo. Hanno potuto partecipare quattro categorie: Giovanissime, Allieve, Junior e Master e le società partecipanti sono state Hermes, Casal Bordino, Planet Lanciano, Armony Ortona, Torrione l Aquila e Agorà Casoli, per un totale di oltre 100 ginnaste. La gara è stata piuttosto scorrevole, e l entusiasmo delle ragazze e del pubblico era alle stelle. Aspettiamo quindi di incontrare la regione Abruzzo alle fasi Nazionali. PUGLIA Ginnastica Ritmica Il 27 febbraio, presso la Palestra Rinaldi dell Opera S. Giuseppe a Lucera, si è svolto il Campionato di serie B di Ginnastica Ritmica, della Confsport Italia. La nostra responsabile di settore per la regione Puglia, Alessandra Sangilli, si è data molto da fare per organizzare questo evento che ha visto partecipare le seguenti società: ASD Ginnastica (Lucera), ASD Iris (Giovinazzo), ASD Athlon (Foggia), ASD New Athletic Club (Bitonto) Squash Center. Il Campionato ha visto la partecipazione di oltre 50 ginnaste che si sono esibite davanti a un pubblico esultante, dando il meglio di loro in pedana. TRENTINO ALTO ADIGE Ginnastica Ritmica A Trento cresce l interesse per la ginnastica ritmica. La nostra responsabile Stefania Bruno ha organizzato, il 13 di marzo, la seconda prova dei campionati di serie C e Specialità. Le società partecipanti sono state: Moena Sport, Smile A.S.D di Trento, Smile A.S.D Borgo di Borgo Valsugana, GDM di Mezzolombardo e Atesina di Bolzano. Le gare si sono svolte a Trento, presso la il palazzetto di Gardolo. Oltre cento ginnaste si sono esibite sulla pedana. La gara è andata molto bene e la giuria ha proseguito spedita senza trovare intoppi durante il percorso. Siamo molto felici di sapere che l aria che si respira in queste gare è piacevole e l atmosfera è rilassante sia per le ginnaste che si esibiscono che per le società che le accompagnano. Possiamo così affermare che anche loro sono pronte per le fasi Nazionali.

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Matteo Freddi L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Youcanprint Self-Publishing Titolo L arte di vincere al fantacalcio Autore Matteo Freddi Immagine di copertina a cura dell Autore ISBN 978-88-91122-07-0 Tutti

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ: 2014-2015 Μάθημα: Ιταλικά Επίπεδο: Ε1 Διάρκεια: 2 ώρες Υπογραφή

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012 ATTIVITA 2012 L ORMA Educazione e Promozione Sociale Presentazione servizi e attività Anno 2012 L Orma è una realtà che opera da più di 10 anni nel settore dell Educazione e della Promozione Sociale. Tutte

Dettagli

REGOLAMENTO NOTTI SUL GHIACCIO Aggiornato al 21 gennaio 2015

REGOLAMENTO NOTTI SUL GHIACCIO Aggiornato al 21 gennaio 2015 REGOLAMENTO NOTTI SUL GHIACCIO Aggiornato al 21 gennaio 2015 Notti sul ghiaccio è una gara di pattinaggio a coppie ad eliminazione in cui alcune celebrità hanno accettato di far coppia con altrettanti

Dettagli

www.noinoncilasceremomai.it

www.noinoncilasceremomai.it www.noinoncilasceremomai.it Chi siamo: la storia Il progetto trae ispirazione dalla vita di Vigor Bovolenta e sua moglie Federica Lisi che hanno, con il loro amore, sfidato il destino e la vita stessa.

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE

CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE REGOLAMENTO 2015 ART. 1. IL CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE 2015 A CARATTERE INTERNAZIONALE SI SVOLGERA ATTRAVERSO VARIE TAPPE IN TUTTA ITALIA DA AGOSTO A NOVEMBRE. LE TAPPE

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

FIN - Comitato Regionale Ligure

FIN - Comitato Regionale Ligure FIN - 1. 0 NORMATIVE GENERALI Iscrizioni alle gare 1. Le iscrizioni alle gare vanno effettuate tramite procedura online dal sito http://online.federnuoto.it/iscri/iscrisocieta.php utilizzando il software

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio GENER-AZIONI PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio Con il sostegno di Circuito Regionale Danza in Sardegna, Associazione Enti Locali

Dettagli

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO Le comunicazioni che seguono sono suggerimenti che serviranno ad una buona gestione della Manifestazione e ad ottenere una uniformità interpretativa in tutte le gare. Sono suggerimenti

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

La solitudine tra scelta e condanna: due gruppi di anziani a confronto A cura di Landi Eleonora

La solitudine tra scelta e condanna: due gruppi di anziani a confronto A cura di Landi Eleonora La solitudine tra scelta e condanna: due gruppi di anziani a confronto A cura di Landi Eleonora Gli anziani in realtà vengono considerati i soggetti più esposti al rischio della solitudine; sia perché

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

PISCINE COMUNALI PISCINA MUNICIPALE VIA PESTALOZZI, 5 A.S.D. ACCADEMIA DI SALVAMENTO. attività sportive in acqua. dal lun al sab

PISCINE COMUNALI PISCINA MUNICIPALE VIA PESTALOZZI, 5 A.S.D. ACCADEMIA DI SALVAMENTO. attività sportive in acqua. dal lun al sab Le Piscine Comunali sono attive, indicativamente, da settembre a luglio di ogni anno scolastico. Le iscrizioni ai corsi si ricevono direttamente nelle sedi di attività negli orari sottoindicati. I corsi

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

CURSOS AVE CON TUTOR

CURSOS AVE CON TUTOR CURSOS AVE CON TUTOR DOMANDE PIÙ FREQUENTI (FAQ) A che ora ed in quali giorni sono fissate le lezioni? Dal momento in cui riceverai le password di accesso al corso sei libero di entrare quando (24/24)

Dettagli

con il Patrocinio della Città di Ostuni ORGANIZZA IL A N T O N I O L E G R O T T A G L I E 14-16 maggio 2014

con il Patrocinio della Città di Ostuni ORGANIZZA IL A N T O N I O L E G R O T T A G L I E 14-16 maggio 2014 SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO N. O. Barnaba- S. G. BOSCO di OSTUNI Sede centrale: N. O. Barnaba via C. Alberto,2 tel/fax 0831301527 Plesso S. G. Bosco Via G. Filangieri, 24 TEL./FAX 0831 332088 C.F. 90044950740

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 PERIODO TEMPORALE CONSIDERATO Viene considerata tutta l attività svolta dalla prima settimana di novembre 2012 (5 11 novembre 2012 ), all ultima

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

CIO CHE SPINGE L UOMO

CIO CHE SPINGE L UOMO CIO CHE SPINGE L UOMO RIFLESSIONI E PROSPETTIVE SU COME PERCEPIAMO IL MONDO INTORNO A NOI COSA CI SPINGE? Cosa ci fa agire, cosa ci fa scegliere un alternativa piuttosto che un altra, cosa ci attrae e

Dettagli

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 di Luca Navaglia Campionati Italiani dunque. Saprete già i risultati (Serena Ricciuti, Giuseppe Giannetto e Kodokan Alessandria). Per

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

IMPARARE AD ESSER PIÙ MOTIVATO IN OGNI SITUAZIONE

IMPARARE AD ESSER PIÙ MOTIVATO IN OGNI SITUAZIONE IMPARARE AD ESSER PIÙ MOTIVATO IN OGNI SITUAZIONE di Claudio Belotti Self Help. Allenamenti mentali da leggere in 60 minuti Copyright 2012 Good Mood ISBN 978-88-6277-426-0 Introduzione... 4 COME ESSERE

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

"Ogni persona, indipendentemente dal grado di. disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare

Ogni persona, indipendentemente dal grado di. disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare "Ogni persona, indipendentemente dal grado di disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare mediante la comunicazione le condizioni della sua vita". Questo è l'incipit della Carta dei Diritti della

Dettagli

Pensieri per un genitore che non c è

Pensieri per un genitore che non c è Campus AIPD - Formia 16-22 giugno 2013 Pensieri per un genitore che non c è In questo Campus mi sembra di essere fuori dal mondo, perché qui la normalità è avere un figlio con la sdd... sono i fratelli

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA Dopo avere visto e valutato le capacità fisiche di base che occorrono alla prestazione sportiva e cioè Capacità Condizionali

Dettagli

CHOREOGRAPHIC COLLISION part 3 CHECK UP Percorso di formazione coreografica

CHOREOGRAPHIC COLLISION part 3 CHECK UP Percorso di formazione coreografica CHOREOGRAPHIC COLLISION part 3 CHECK UP Percorso di formazione coreografica DIREZIONE ARTISTICA ISMAEL IVO Choreografic Collision è un laboratorio di ricerca. È un percorso di formazione per stimolare

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ Stagione Sportiva 2014/2015 Tornei organizzati da società Norme, disposizioni

Dettagli

1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N.

1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N. 1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N. A) Disposizioni generali [1] Il vincolo di tesseramento degli atleti in favore delle società è temporaneo e la sua durata e l eventuale

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli