Le nuove frontiere nella gestione dell Asset Allocation

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le nuove frontiere nella gestione dell Asset Allocation"

Transcript

1 Le nuove frontiere nella gestione dell Asset Allocation Donato Giannico Con la partecipazione di: Matthieu David Amedeo Giurazza Padova 09 novembre Roma 05 dicembre Milano 23 gennaio

2 Le nuove frontiere dell asset allocation Docente: Fabrizio Crespi 2

3 AGENDA DELL INTERVENTO Prima parte I limiti della tradizionale teoria di portafoglio Il rischio sovrano: alcune considerazioni Seconda parte Le nuove strategie di gestione di portafoglio La separazione di alpha e beta Rischi e asset allocation del cliente: un idea per un nuovo framework 3

4 I limiti della tradizionale teoria di portafoglio 4

5 5

6 6

7 7

8 8

9 9

10 10

11 11

12 Definizione di rischio (o incertezza??) Rischio = un f e n o m e n o v i e n e d e f i n i t o r i s c h i o s o se si c o n o s c o n o t u t t e le sue p o s s i b i l i m a n i f e s t a z i o n i e, di q u e s t e, si c o n o s c e la p r o b a b i l i t à c o n c u i si v e r i f i c a n o ( l a n c i o di un d a d o, r o u l e t t e e c c..) I n c e r t e z z a = un c o n t e s t o v i e n e d e f i n i t o i n c e r t o se n o n si c o n o s c o n o t u t t i i p o s s i b i l i e s i t i e / o n o n se ne c o n o s c e la p r o b a b i l i t à ( v i t a u m a n a ) E gli investimenti in strumenti finanziari??? 12

13 Il beta e il CAPM La formula del CAPM è la seguente: E( R ) R E( R ) p f p m R f Cosa dice questa formula?? a) Che se voglio un maggior rendimento atteso deve assumermi un maggior rischio (primo principio della finanza) b) Che il rischio che devo assumere è quello sistematico!! c) Che il rendimento risk free incide sul rendimento atteso 13

14 Alpha di Jensen Introduciamo allora il concetto di alfa p E( r ) r p f p E( r m ) r f Come è evidente dalla formula, il coefficiente in esame deriva dalla differenza tra rendimento realizzato dal portafoglio e rendimento atteso in base ai principi del CAPM. 14

15 Le nuove frontiere dell asset allocation 15

16 La teoria classica di portafoglio: alcune considerazioni La tradizionale teoria dell asset allocation strategica è profondamente radicata nel concetto di ottimizzazione mediavarianza sviluppato da Markowitz (1952) Tuttavia la metodologia di ottimizzazione è difficile da implementare a causa delle difficoltà di stima dei rendimenti attesi e delle covarianze tra asset class Ad esempio, le stime dei rendimenti attesi futuri e del rischio possono essere spesso influenzate da behavioral bias degli investitori 16

17 Proviamo a chiederci: Come vengono calcolati i rendimenti attesi?? Come viene calcolata la volatilità delle asset class?? Come vengono calcolate le correlazioni?? 17

18 La teoria classica di portafoglio: alcune considerazioni Nella teoria classica di portafoglio, la diversificazione è sempre stata considerata la chiave del successo degli investimenti a lungo termine. Per misurare i benefici della diversificazione sono stati creati indicatori come l indice di Sharpe, una misura dell excess return di un portafoglio per unità di rischio. Ma siamo sicuri che stiamo ben diversificando?? Basta diversificare per asset class?? 18

19 Le nuove frontiere dell asset allocation LA CORRELAZIONE È IN CONTINUO AUMENTO TRA LE ATTIVITÀ RISCHIOSE Rendimenti derivanti da attività rischiose , indicizzati a 100 HFRX Global Hedge Fund USD Markit iboxx US Liquid Investment Grade TR MSCI AC World TR USD S&P 500 TR S&P GSCI TR minore correlazione maggiore correlazione Dic 2004 Apr 2005 Ago 2005 Dic 2005 Apr 2006 Ago 2006 Dic 2006 Apr 2007 Ago 2007 Dic 2007 Apr 2008 Ago 2008 Dic 2008 Apr 2009 Ago 2009 Dic 2009 Apr 2010 Ago 2010 Dic

20 La teoria classica di portafoglio: alcune considerazioni Empiricamente è stato provato che il rischio (cioè la volatilità) di un tradizionale portafoglio 60/40 equity/bond è dominato dal rischio equity Inoltre, anche la mera riallocazione tra differenti asset rischiosi, quali private equity, real estate, high yield bonds, hedge funds non sempre porta a benefici effetti di diversificazione, stante la tendenza ad una accresciuta correlazione di tali assets con l equity, specie in periodi di crisi 20

21 In definitiva.. La naturale reazione ad ogni crisi è quella di guardare indietro e di valutare cosa è andato «storto» Uno dei più comuni refrain è stato quello di attaccare la teoria classica di portafoglio (media-varianza), che è alla base dei processi decisionali utilizzati da molti investitori istituzionali La critica principale attiene al fatto che l ottimizzazione media-varianza ha portato alla creazione di portafogli non sufficientemente diversificati che hanno fallito nel proteggere dal rischio proprio quando ciò era maggiormente necessario 21

22 Ma a ben vedere. Chi deve essere diversificato???? Il gestore. o il cliente? 22

23 23

24 Inoltre.. 24

25 Le nuove frontiere dell asset allocation Le recenti problematiche Ipotesi sbagliate sulla distribuzione dei rendimenti Stime non accurate della volatilità e delle correlazioni Incapacità di prendere in considerazione il giusto time horizon dell investitore 25

26 Il problema della non normalità dei rendimenti Le ipotesi che sono alla base di molti modelli di asset allocation classici sono che i rendimenti si distribuiscono secondo una distribuzione normale, ma, specialmente in caso di crisi/volatilità elevata sui mercati, emergono i seguenti limiti: correlazione seriale tra i rendimenti Il problema delle fat tails Il fenomeno della correlation breakdown 26

27 La correlazione seriale dei rendimenti Una delle ipotesi forti alla base dei modelli tradizionali di asset allocation è che i rendimenti delle asset class sono indipendenti nel tempo ed identicamente distribuiti In realtà, se un rendimento periodale (ad esempio mensile, è influenzato dal rendimento periodale precedente (mese precedente) occorre tenerne conto nella fase di stima dei rendimenti nel processo di costruzione della asset allocation Se non si tiene conto di questo fenomeno sottovalutazione del rischio di portafoglio 27

28 US equities Dati mensili:

29 International equities Dati mensili:

30 Le nuove frontiere dell asset allocation Il correlation breakdown Una delle ipotesi dei modelli tradizionali di asset allocation è quella relativa alla linearità delle correlazioni tra gli asset, pertanto vengono in genere utilizzate matrici di correlazioni lineari Pertanto, si presuppone che la relazione tra le asset class rimanga simile sia in fasi normali che di stress Invece, si dimostra che questa correlazione media non è stabile nel tempo, anzi aumenta nelle fasi di elevata volatilità nel mercato 30

31 31

32 32

33 Il rischio sovrano: alcune considerazioni 33

34 34

35 La politica di bilancio: alcune definizioni Debito pubblico (definizione ampia) Per debito pubblico si intende il debito dello Stato nei confronti di altri soggetti, individui, imprese, banche o stati esteri, che hanno sottoscritto un credito allo Stato sotto forma di obbligazioni (quali, in Italia, BOT e CCT) destinate a coprire il disavanzo del fabbisogno finanziario statale ovvero coprire l'eventuale deficit pubblico nel bilancio dello Stato. Quando il debito è contratto con soggetti economici di stati esteri si parla di debito estero, viceversa quando è contratto con soggetti economici interni allo stesso stato si parla di debito interno normalmente entrambe le componenti sono presenti in misura variabile all'interno del debito pubblico di uno stato. 35

36 Le nuove frontiere dell asset allocation La politica di bilancio: alcune definizioni Debito pubblico (definizione tecnica del MEF) Il debito pubblico è pari al valore nominale di tutte le passività lorde consolidate delle amministrazioni pubbliche (amministrazioni centrali, enti locali e istituti previdenziali pubblici). Il debito è costituito da biglietti, monete e depositi, titoli diversi dalle azioni esclusi gli strumenti finanziari derivati e prestiti, secondo le definizioni del SEC

37 Il debito pubblico italiano 37

38 Le nuove frontiere dell asset allocation Il debito pubblico italiano L ammontare dei titoli di Stato in circolazione si riferisce invece a tutti i titoli emessi dallo Stato, sia sul mercato interno (BOT, CTZ, CCT, BTP e BTP I), sia sul mercato estero (programmi Global, MTN e Carta commerciale). Al 31 dicembre 2011 i titoli di Stato rappresentano circa l 84% del debito pubblico. 38

39 Il debito pubblico italiano 39

40 Il debito pubblico italiano 40

41 Il debito pubblico italiano: la sostenibilità Ricordiamo che Alla fine del 2010 la ricchezza lorda delle famiglie italiane era pari a circa miliardi di euro, corrispondenti a poco meno di 400 mila euro in media per famiglia. Le attività reali rappresentavano il 62,2% della ricchezza lorda, le attività finanziarie il 37,8%. Le passività finanziarie, pari a 887 miliardi di euro, rappresentavano il 9,3 % delle attività complessive 41

42 Government debt (%GDP) 42

43 Household debt (%GDP) 43

44 Overall debt (%GDP) 44

45 La politica di bilancio: alcune definizioni Deficit pubblico Il deficit o disavanzo pubblico è l'ammontare della spesa pubblica non coperta dalle entrate, ovverosia quella situazione economica in cui, in un dato periodo, le uscite dello Stato superano le entrate. Il disavanzo è dunque un risparmio pubblico negativo, al contrario del surplus o avanzo pubblico, che è risparmio pubblico positivo (quando le entrate superano le spese); in tal caso, però, l'avanzo pubblico va distinto dal cosiddetto avanzo primario (disavanzo primario), che considera la differenza tra entrate ed uscite al netto della spesa per interessi sul debito pubblico. 45

46 Deficit nell area euro In 2011 EU-27 general government total revenue stood at 44.6 % of GDP, while total expenditure amounted to 49.1 % of GDP, producing a deficit of -4.5 % of GDP. In the euro area (EA-17), total revenue was 45.3 % of GDP and total expenditure 49.4 % of GDP, with a deficit of -4.1% of GDP Fonte Eurostat 46

47 Deficit nell area euro 47

48 Deficit nell area euro 48

49 Le nuove strategie di asset allocation 49

50 Cosa bolle in pentola Maggiore attenzione alla gestione e allo sfruttamento del rischio Utilizzo di leva, derivati e modelli quantitativi Esposizione a differenti rischi sistematici 50

51 Le nuove frontiere dell asset allocation Le strategie low-volatility Nascono dalla necessità di downside risk protection a seguito della recente crisi Trovano la loro giustificazione teorica da un paper di Ric Tomas e Robert Shapiro sul Journal of Investing nella primavera del 2009 (Managed volatility: a new approach to equity investing) dove mostrano come portafogli a bassa volatilità hanno storicamente battuto portafoglio capweighted L obiettivo di queste strategie è di ridurre la beta exposure e di ottenere un maggiore alpha per unità di rischio grazie alla capacità del gestore/gestori 51

52 Risk Parity approach: che cos è? La teoria Risk Parity deriva il suo nome direttamente dal suo obiettivo, cioè quello di creare un portafoglio dove ogni asset class contribuisce equamente al rischio totale di portafoglio (contrariamente ad un tipico portafoglio di un investitore istituzionale in cui circa il 70%-80% del rischio è dovuto alla esposizione equity) Nel portafoglio Risk Parity, invece, il fixed income e altri asset a bassa volatilità pesano percentualmente di più. Ciò riduce la proporzione di rischio dovuta alle azioni e quindi il rischio complessivo di portafoglio 52

53 Fonte: The risk parity approach to asset allocation, Callan Investment Institute Research, February

54 Risk Parity Approach: un confronto teorico Fonte: The risk parity approach to asset allocation, Callan Investment Institute Research, February

55 Risk Parity Approach: un confronto teorico Fonte: The risk parity approach to asset allocation, Callan Investment Institute Research, February

56 Risk Parity Approach: un confronto teorico Fonte: The risk parity approach to asset allocation, Callan Investment Institute Research, February

57 Come mostrano i grafici, il Risk Parity portfolio ha uno Sharpe ratio minore dell Optimal mean variance portfolio Tuttavia, l aspetto positivo è che il RPP ha un rendimento atteso maggiore, e quindi richiede meno leverage per raggiungere un obiettivo di rendimento minimo (ad esempio l 8,25%) 57

58 Investire separatamente in alpha e beta 58

59 Gestione attiva o gestione passiva?? Negli anni passati (circa anni fa) era piuttosto facile discutere degli stili di gestione, specie dei portafogli azionari, in quanto esistevano in pratica solo due tipologie di manager: il gestore passivo che replicava un indice di mercato e, all estremo opposto, il gestore attivo. Oggi, la distinzione non è più così semplice!! Esistono infatti molti fondi a gestione passiva (ETF) che applicano tuttavia delle strategie molto più complesse di una semplice replica del benchmark In generale, un gestore è considerato passivo se agisce sulla base di una regola meccanica che si serve dei dati passati. Nel caso in cui, invece, il suo operato sia guidato da aspettative da lui elaborate, allora si parla di gestione attiva 59

60 Gestione passiva Elementi critici Da un punto di vista teorico il CAPM, nella sua versione standard, è una buona giustificazione teorica dei fondi a gestione passiva Da un punto di vista pratico i fondi passivi hanno ottenuto performance mediamente superiori ai fondi attivi!!! Convinzione sulla efficienza dei mercati Modalità di replica dell indice di mercato Costi Semplicità 60

61 Gestione attiva Elementi critici Ma come si fa gestione attiva??? Costi di previsione e analisi Costi dovuti al rischio diversificabile Costi di transazione Convinzione di inefficienza dei mercati Capacità di scelta del gestore attivo capace!!!! (Bias cognitivo) Market timing Sector selection Security selection 61

62 Gestione Attiva Il market timing è l insieme delle procedure volte ad individuare il momento più opportuno per entrare sul mercato, attraverso l analisi tecnica (studio dei movimenti dei prezzi di mercato), l analisi fondamentale (analisi delle forze economiche della domanda e dell offerta che causano il movimento dei prezzi) oppure un mix di entrambe. La sector selection procede alla suddivisione, per settori d appartenenza, di tutti i titoli presenti sul mercato, dopodiché individua quei settori che ritiene siano sopravvalutati o sottovalutati rispetto alle attuali condizioni di mercato. In seguito modifica i pesi assunti dai vari titoli in base alla selezione effettuata. La security selection adotta la medesima logica sottostante alla sector selection, ma sposta l interesse sui singoli titoli, modificando le proporzioni percentuali dei titoli all interno del portafoglio. 62

63 Alpha e Beta Beta = parte del rendimento spiegata dalla correlazione con uno (o più) indici di mercato ampi Alpha = parte del rendimento non spiegata dal Beta, e usualmente intesa come rendimento dovuto alle skills del gestore attivo Investing separately in alpha and beta is a relative recent phenomenon 63

64 Alpha e Beta La via più semplice per investire separatamente in Alpha e Beta è quella di comprare due fondi: Un fondo marketneutral, cioè zero Beta, per guadagnare puro Alpha Un fondo collegato al mercato (che può essere o meno nella stessa asset class del primo) per aggiungere la desiderata esposizione al beta 64

65 Alpha e Beta Per attuare questa strategia, tuttavia, occorrono specifici strumenti, in particolare fondi market neutral che forniscono Alpha senza Beta. Ad esempio Hedge Funds. Ma attenzione: non sempre gli hedge che si dichiarano market neutral lo sono!!! Spesso si espongono a differenti tipi di Beta che non sono rappresentati dal semplice andamento del mercato 65

66 Alpha e Beta Inoltre occorre avere una efficiente ed economica fonte di Beta Si potrebbe pensare ad un semplice index fund, ma spesso si prediligono i mercati dei derivati perché permettono di ottenere replica dell andamento degli indici con minor impegno di liquidità Investire separatamente in Alpha e Beta richiede una certa dose di leverage!!! 66

67 Occorre però sempre considerare un aspetto fondamentale. Alpha is rare and expensive Le nuove frontiere dell asset allocation La gestione attiva è un gioco a somma zero!!! Beta is ubiquitous and cheap In pratica ci sono molti fattori di rischio che possono essere qualificati come fonti di rischio non diversificabile (ad esempio i tre fattori di Fama e French) 67

68 Fonte: R. Clarke, H. Silva, S. Thorley, Investing separately in Alpha and beta, The research foundation of CFA Institute 68

69 Alpha e Beta: i caveat Per mettere in pratica la separazione di Alpha e Beta occorrono una o più di queste tre: Short selling Uso dei derivati Utilizzo della leva Nelle strategie in questione, si distingue quindi il cosiddetto Commited Capital (cioè uso di denaro per acquistare titoli) e il Contingent Capital (cioè uso di derivati che richiedono poco cash inizialmente ma che potrebbero poi richiedere molto cash per chiudere le perdite!!) 69

70 Alpha e Beta: i caveat Fonte: R. Clarke, H. Silva, S. Thorley, Investing separately in Alpha and beta, The research foundation of CFA Institute 70

71 Alpha e Beta: tipologie di prodotti Index funds (= solo beta) ETFs (= solo beta) Synthetic indexing = esposizione ai beta attraverso futures o swaps. Possono anche giocare su market timing (= alpha e beta) Portable alpha = ottengono esposizione al beta con derivati e utilizzano committed capital per cercare fonti di alpha unrelated. Esempio PIMCO Stock Plus (= alpha e beta) 71

72 Alpha e Beta: tipologie di prodotti PIMCO StocksPLUS Fund is an innovative stock fund that uses an enhanced index strategy. The Fund's objective is to outperform the stock market as measured by the S&P 500 Index. To do this, the manager invests a small portion of the Fund's assets in S&P 500 futures contracts. These futures allow the Fund to match the price return of the index without having to hold the individual stocks. The manager then invests the majority of the Fund's assets in an actively managed portfolio of short-term fixed income securities to add incremental return. 72

73 Alpha e Beta: tipologie di prodotti Enanched index funds = fondi con bassissimo livello di rischio attivo. Si cercano solo piccoli scostamenti dalla composizione dell indice di riferimento (cioè si cerca un enanchement, un rafforzamento) Diversified beta funds = forniscono esposizione a differenti fonti di Beta (per esempio mercato azionario domestico, mercato azionario internazionale, fixed income), tutto all interno di un prodotto (= solo Beta e poco active management). Esempio: prodotti Risk Parity 73

74 Alpha e Beta: tipologie di prodotti Absolute return or pure alpha = tutta l esposizione al Beta dovrebbe essere coperta (fondi long-short market neutral). E la strategia adotta dal primo Hedge Fund Hedge funds = molti Hedge ormai non sono più solo Alpha Multiple-strategy hedge funds = adottano differenti strategie per creare alpha Fondi di fondi hedge 74

75 Rischi e asset allocation del cliente: un idea per un nuovo framework 75

76 Asset allocation per il cliente L asset allocation per il cliente, in realtà, è un processo ciclico, che non si ferma alla semplice costruzione di un portafoglio in un determinato istante L asset allocation per il cliente è in definitiva una parte integrante della pianificazione finanziaria (financial planning) del cliente stesso, cioè di un processo molto più complesso e articolato che richiede sovente la creazione/gestione di più portafogli Ciò è dovuto alla possibile presenza di plurimi obiettivi di investimento, e alla tendenza dei risparmiatori a ragionare secondo conti mentali separati. 76

77 Asset allocation per il cliente L asset allocation per il cliente, in realtà, è un processo ciclico, che non si ferma alla semplice costruzione di un portafoglio in un determinato istante L asset allocation per il cliente è in definitiva una parte integrante della pianificazione finanziaria (financial planning) del cliente stesso, cioè di un processo molto più complesso e articolato che richiede sovente la creazione/gestione di più portafogli Ciò è dovuto alla possibile presenza di plurimi obiettivi di investimento, e alla tendenza dei risparmiatori a ragionare secondo conti mentali separati. 77

78 La pianificazione finanziaria La pianificazione finanziaria (o financial planning), comprende anche l asset allocation Essa è però da intendersi come un processo continuo volto alla gestione e all investimento della ricchezza (non solo finanziaria) del cliente, e alla ricerca di soluzioni a problematiche tipiche della vita di ogni individuo Pianificazione = dare un nome ai soldi 78

79 La pianificazione finanziaria Entrate Entrate Risparmio indifferenziato Uscite Uscite 79

80 Esigenze, obiettivi e asset allocation E importante comprendere e far capire al cliente che l esistenza di più bisogni e di più obiettivi comporta la creazione di diversi portafogli caratterizzati da orizzonti di investimento e da profili di rischio differenti Occorre quindi andare oltre la tradizionale logica di costruzione del portafoglio 80

81 Uno schema alternativo Fonte: A. Chabra, Beyond Markowitz 81

82 Uno schema alternativo Fonte: A. Chabra, Beyond Markowitz 82

83 Uno schema alternativo Le nuove frontiere dell asset allocation Fonte: A. Chabra, Beyond Markowitz 83

84 Analisi di scenario e asset allocation nei contesti di incertezza Grazie per l attenzione f

Nuovi trend per gli investimenti istituzionali: strategie attive-sistematiche e a bassa volatilità

Nuovi trend per gli investimenti istituzionali: strategie attive-sistematiche e a bassa volatilità Nuovi trend per gli investimenti istituzionali: strategie attive-sistematiche e a bassa volatilità Oliver Buquicchio Responsabile Investitori Istituzionali BNP Paribas Equities and Derivatives THEAM all

Dettagli

L investimento azionario nei portafogli istituzionali: le opportunità offerte da strategie alternative

L investimento azionario nei portafogli istituzionali: le opportunità offerte da strategie alternative L investimento azionario nei portafogli istituzionali: le opportunità offerte da strategie alternative Marzio Zocca Responsabile Clienti Istituzionali Azimut Consulenza Sim Santander 2008 100.0% 100.0%

Dettagli

I vantaggi delle strategie hedge nei portafogli istituzionali

I vantaggi delle strategie hedge nei portafogli istituzionali I vantaggi delle strategie hedge nei portafogli istituzionali Itinerari Previdenziali Michele Pacciana Documento riservato agli investitori istituzionali partecipanti al convegno Itinerari Previdenziali

Dettagli

Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo

Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo Economia dei mercati mobiliari e finanziamenti di aziende Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo Gli stili di gestione Stile di gestione come espressione

Dettagli

CAPIRE E GESTIRE I RISCHI FINANZIARI Interrelazioni rischio rendimento e misure RAPM

CAPIRE E GESTIRE I RISCHI FINANZIARI Interrelazioni rischio rendimento e misure RAPM CAPIRE E GESTIRE I RISCHI FINANZIARI Interrelazioni rischio rendimento e misure RAPM Prof. Marco Oriani Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano 17 ottobre 2011 - Sala Convegni S.A.F. SCUOLA DI ALTA

Dettagli

La costruzione di un portafoglio ed il ruolo degli ETF

La costruzione di un portafoglio ed il ruolo degli ETF La costruzione di un portafoglio ed il ruolo degli ETF Prof. Elena Beccalli, Milano ETF DAY Milano, 24 ottobre 2013 Il problema dell'investitore Condizioni di incertezza: riferimento ai dati storici, ma

Dettagli

ETF e strategie di asset allocation per migliorare la diversificazione

ETF e strategie di asset allocation per migliorare la diversificazione ETF e strategie di asset allocation per migliorare la diversificazione CORE REPLICATION Replica e ribilanciamento a basso costo della componente core di portafoglio CORE RECONSTRUCTION Ricostruzione della

Dettagli

Carry Strategies. Fondo con alto livello di delega e profilo di rischio basso

Carry Strategies. Fondo con alto livello di delega e profilo di rischio basso Carry Strategies Fondo con alto livello di delega e profilo di rischio basso Versione riservata ai Financial Partner ad esclusivo uso interno Maggio 2014 La posizione di Carry Strategies nell offerta AzFund

Dettagli

Firenze, 30 maggio 2012

Firenze, 30 maggio 2012 Firenze, 30 maggio 2012 specchio Specchio, specchio delle mie brame, chi è il fondo più bello del reame? Come selezionate i fondi dei vostri clienti? Quali parametri usate per selezionare i fondi? I rendimenti

Dettagli

28 ottobre 2011. Alberto Luraschi Portfolio Manager Global Strategies & Total Return

28 ottobre 2011. Alberto Luraschi Portfolio Manager Global Strategies & Total Return GESTIONE DI PORTAFOGLI E RISCHIO: IL RUOLO DEGLI ETF. 28 ottobre 2011 Alberto Luraschi Portfolio Manager Global Strategies & Total Return Dai prodotti benchmarked Profili di mercato ai prodotti flessibili

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI

GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI Sintesi Descrizione delle caratteristiche qualitative con l indicazione di: categoria Morningstar, categoria Assogestioni, indice Fideuram. Commenti sulla gestione

Dettagli

Investimenti consapevoli e l approccio Risk Parity

Investimenti consapevoli e l approccio Risk Parity 24 Risk Parity Investimenti consapevoli e l approccio Risk Parity Se volessimo descrivere l approccio Risk Parity con una sola parola, Diversificazione sarebbe sicuramente la più indicata. In media, in

Dettagli

Le linee di gestione. Aprile 2014

Le linee di gestione. Aprile 2014 Le linee di gestione Aprile 2014 Obiettivi OBIETTIVO CONSERVAZIONE RENDIMENTO A SCADENZA CORRELAZIONE Protezione del capitale Smoothing downside risk Low volatility Coupon cash flow generation Correlation

Dettagli

Indice Introduzione all economia del mercato mobiliare Il lessico dei mercati mobiliari

Indice Introduzione all economia del mercato mobiliare Il lessico dei mercati mobiliari Indice Pag. 1. Introduzione all economia del mercato mobiliare 1 Antonio Fasano 1.1 Il sistema finanziario e il mercato mobiliare 1 1.1.1 Gli strumenti finanziari 2 1.1.2 Gli intermediari finanziari 4

Dettagli

Authorized and regulated by the Financial Services Authority

Authorized and regulated by the Financial Services Authority Authorized and regulated by the Financial Services Authority Mercati sempre più volatili, portafogli più rischiosi, sostenibilità più difficile. E forse il caso di tornare a parlare di risk budgeting e

Dettagli

La gestione di successo di una strategia hedge fund market-neutral

La gestione di successo di una strategia hedge fund market-neutral Strategia 24 Update II/2014 La gestione di successo di una strategia hedge fund market-neutral Il settore internazionale degli hedge fund dal 2007 si trova in una situzione non felice. Il nuovo millennio

Dettagli

Oltre i soliti strumenti Per uno spettacolo fuori dall ordinario

Oltre i soliti strumenti Per uno spettacolo fuori dall ordinario Per Consulenti E Investitori Qualificati Strategic Solutions Schroder Global Diversified Growth Fund Oltre i soliti strumenti Per uno spettacolo fuori dall ordinario Quando gli strumenti classici non bastano

Dettagli

Utilizzo degli ETF nella costruzione di portafogli diversificati e efficienti

Utilizzo degli ETF nella costruzione di portafogli diversificati e efficienti Utilizzo degli ETF nella costruzione di portafogli diversificati e efficienti Fausto Tenini - Analista Quantitativo presso Ufficio Studi MF-MilanoFinanza - Prof. presso Univ. Statale di Milano, facoltà

Dettagli

Nozioni di matematica finanziaria, analisi di scenario, strumenti finanziari, operatività bancaria e costruzione del portafoglio

Nozioni di matematica finanziaria, analisi di scenario, strumenti finanziari, operatività bancaria e costruzione del portafoglio Nozioni di matematica finanziaria, analisi di scenario Nozioni di Matematica Finanziaria 51 Analisi si scenario 103 Piani di ammortamento Rendite Regimi di capitalizzazione semplice e composta Tassi equivalenti

Dettagli

18 novembre 2014. La costruzione di un portafoglio Fulvio Martina

18 novembre 2014. La costruzione di un portafoglio Fulvio Martina 18 novembre 2014 La costruzione di un portafoglio Fulvio Martina Costruire un portafoglio? REGOLE BASE IDENTIFICARE GLI OBIETTIVI INVESTIMENTO E RISCHIO IDONEO ORIZZONTE TEMPORALE Asset allocation Diversificazione

Dettagli

Il risparmio durante la crisi: Diversificazione o concentrazione del rischio?

Il risparmio durante la crisi: Diversificazione o concentrazione del rischio? Il risparmio durante la crisi: Diversificazione o concentrazione del rischio? Fabio Innocenzi CEO UBS Italia S.p.A. 8 Giugno 2012 QFinPanel, Politecnico di Milano Gli effetti della crisi economica sul

Dettagli

PRESENTAZIONE DEI FONDI DI FONDI HEDGE A BASSA VOLATILITÀ. Lodi, Agosto 2007

PRESENTAZIONE DEI FONDI DI FONDI HEDGE A BASSA VOLATILITÀ. Lodi, Agosto 2007 PRESENTAZIONE DEI FONDI DI FONDI HEDGE A BASSA VOLATILITÀ Lodi, Agosto 2007 1 Numero di hedge funds nel mondo (dati dal 1990 al 2006) Circa 8.000 diversi hedge funds operativi a livello mondiale 10.000

Dettagli

Gli investimenti alternativi: situazioni e prospettive

Gli investimenti alternativi: situazioni e prospettive S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La congiuntura economica Gli investimenti alternativi: situazioni e prospettive Stefano Bestetti, director Hedge Invest Sgr 26 settembre 2013, Milano Investimenti

Dettagli

Il caso del Gruppo Generali

Il caso del Gruppo Generali Carlo Cavazzoni Direttore Generale Simgenia Gian Luigi Costanzo Amministratore Delegato Generali Asset Management Il caso del Gruppo Generali Sommario Θ Trend del mercato Θ L approccio di Generali al mercato

Dettagli

Generare valore oggi con gli investimenti obbligazionari

Generare valore oggi con gli investimenti obbligazionari Generare valore oggi con gli investimenti obbligazionari Alessandro Pozzi Responsabile Distribuzione Retail & Wholesale Eurizon Capital Scenario di riferimento Crescita Moderata Politiche monetarie Tassi

Dettagli

Portafoglio Invesco a cedola Profilo "dinamico"

Portafoglio Invesco a cedola Profilo dinamico Portafoglio Invesco a cedola Profilo "dinamico" Questo documento è riservato per i Clienti Professionali/Investitori Qualificati e/o Soggetti Collocatori in Italia e non per i clienti finali. È vietata

Dettagli

Strategie ISOVOL nella costruzione di

Strategie ISOVOL nella costruzione di FOR PROFESSIONAL INVESTORS Strategie ISOVOL nella costruzione di portafogli diversificati I vantaggi di un approccio fondato sulla contribuzione al rischio EFPA Italia Meeting 2014 Agenda Inter-temporal

Dettagli

Gestione finanziaria dei beni conferiti al Trust

Gestione finanziaria dei beni conferiti al Trust Gestione finanziaria dei beni conferiti al Trust Paolo Vicentini 7 Marzo 2005 Avvertenze legali Questa presentazione ha carattere puramente informativo e non costituisce sollecitazione all investimento,

Dettagli

Investimento Immobiliare Mercato, valutazione, rischio e portafogli

Investimento Immobiliare Mercato, valutazione, rischio e portafogli Investimento Immobiliare Mercato, valutazione, rischio e portafogli Martin Hoesli Giacomo Morri Capitolo 2 RENDIMENTO E RISCHIO DI UN INVESTIMENTO IMMOBILIARE Agenda Rendimento - Rendimenti immediati -

Dettagli

IL PROCESSO DI INVESTIMENTO

IL PROCESSO DI INVESTIMENTO IL PROCESSO DI INVESTIMENTO IL PROCESSO DI ALLOCAZIONE DEGLI INVESTIMENTI Definizione dell allocazione strategica Definizione dell allocazione tattica Definizione delle singole forme di investimento Verifica

Dettagli

DOMANDE. Indicare i principali servizi di investimento e fornirne una breve descrizione

DOMANDE. Indicare i principali servizi di investimento e fornirne una breve descrizione DOMANDE Si ricorda che nelle risposte non è richiesta l'indicazione di formule - ad eccezione della formula del CPPI - ma dei soli fattori rilevanti e del relativo impatto Indicare i principali servizi

Dettagli

Valutazione d Azienda Lezione 5

Valutazione d Azienda Lezione 5 Valutazione d Azienda Lezione 5 1 Le prospettive di valutazione [P.I.V. I.7] Generico operatore partecipante al mercato Specifico soggetto 2 I partecipanti al mercato Si tratta della generalità dei potenziali

Dettagli

Gestioni sistematiche trend following Managed Futures

Gestioni sistematiche trend following Managed Futures Padova, 21 Ottobre 2011 Gestioni sistematiche trend following Managed Futures Giulio Faccioni Head of Business Development Agenda Quotidianità e investimenti Le strategie sistematiche Managed Futures Computer

Dettagli

Il futuro ha bisogno di più Anima.

Il futuro ha bisogno di più Anima. Il futuro ha bisogno di una nuova visione. Più attenta all essenza. Più responsabile e rigorosa. Più aperta e positiva. Per questo i migliori consulenti, le migliori banche e reti di promotori finanziari

Dettagli

Think Globally Act Locally

Think Globally Act Locally GESTIONI PREVIDENZIALI: È IL MOMENTO DEL BACK TO BASIC IV Itinerario Previdenziale India Settembre 2010 Think Globally Act Locally Daniele Pace Presidente Consulenza Istituzionale SpA Davide Squarzoni

Dettagli

Come usare gli ETF. Valerio Baselli e Azzurra Zaglio Morningstar Editor&Analyst team. Rimini, 17 maggio 2012

Come usare gli ETF. Valerio Baselli e Azzurra Zaglio Morningstar Editor&Analyst team. Rimini, 17 maggio 2012 Come usare gli ETF Valerio Baselli e Azzurra Zaglio Morningstar Editor&Analyst team Rimini, 17 maggio 2012 Cosa sono gli Etf? Gli Etf sono una particolare categoria di fondi d investimento mobiliare quotati

Dettagli

Promotore finanziario e scelta degli investimenti per la clientela nei periodi di crisi e di espansione. Michele Patri Milano, Luglio 2010

Promotore finanziario e scelta degli investimenti per la clientela nei periodi di crisi e di espansione. Michele Patri Milano, Luglio 2010 Promotore finanziario e scelta degli investimenti per la clientela nei periodi di crisi e di espansione Michele Patri Milano, Luglio 2010 Alliance Bernstein Number of Analysts 37 anni nell industria Presenza

Dettagli

TROVA I RENDIMENTI OVUNQUE

TROVA I RENDIMENTI OVUNQUE DOCUMENTO PUBBLICITARIO TROVA I RENDIMENTI OVUNQUE CON BGF FIXED INCOME GLOBAL OPPORTUNITIES FUND (FIGO) È un nuovo mondo per i mercati obbligazionari. È quindi giunto il momento di considerare un approccio

Dettagli

AZ Commodity Trading. luglio 2012. Prima dell adesione leggere il prospetto informativo Settembre 2012

AZ Commodity Trading. luglio 2012. Prima dell adesione leggere il prospetto informativo Settembre 2012 AZ Commodity Trading luglio 2012 Prima dell adesione leggere il prospetto informativo Settembre 2012 1 A CHI SI RIVOLGE PER CHI VUOLE COGLIERE LE OPPORTUNITA DEL MERCATO DELLE COMMODITY CON L OBIETTIVO

Dettagli

TIMEO NEUTRAL SICAV. Société d'investissement à capital variable Sede legale: 5, Allée Scheffer L-2520 Lussemburgo R.C.S. Luxembourg B 94351

TIMEO NEUTRAL SICAV. Société d'investissement à capital variable Sede legale: 5, Allée Scheffer L-2520 Lussemburgo R.C.S. Luxembourg B 94351 TIMEO NEUTRAL SICAV Société d'investissement à capital variable Sede legale: 5, Allée Scheffer L-2520 Lussemburgo R.C.S. Luxembourg B 94351 Avviso agli azionisti dei Comparti sotto riportati: 1. Modifica

Dettagli

Pictet - MAGO Multi Asset Global Opportunities

Pictet - MAGO Multi Asset Global Opportunities Pictet - MAGO Multi Asset Global Opportunities Marco Piersimoni Roma 30 Settembre 2014 Indice 1. Problema di investimento del risparmiatore italiano 2. Una possibile soluzione: Pictet Multi Asset Global

Dettagli

Best Styles: premi al rischio negli investimenti azionari

Best Styles: premi al rischio negli investimenti azionari Strategia Best Styles: premi al rischio negli investimenti azionari La gestione dei premi al rischio è una strategia comunemente adottata negli investimenti obbligazionari e valutari. Per il comparto azionario

Dettagli

Performance e volatilità delle principali asset class nel 2012

Performance e volatilità delle principali asset class nel 2012 Performance e volatilità delle principali asset class nel 2012 Sono stati utilizzati i seguenti indici per le varie asset class: Euro Cash Indices Libor Total return 3 Months (Cash), EuroStoxx in Euro

Dettagli

Investire in periodi di Financial Repression

Investire in periodi di Financial Repression 6 Smart Risk Update III/2013 Investire in periodi di Financial Repression L attuale contesto di bassi tassi d interesse spinge gli investitori ad intraprendere soluzioni di investimento innovative. Con

Dettagli

Hedge e Ucits alternativi: trend, opportunità e rischi Alessandra Manuli, Amministratore Delegato Hedge Invest SGR

Hedge e Ucits alternativi: trend, opportunità e rischi Alessandra Manuli, Amministratore Delegato Hedge Invest SGR Hedge e Ucits alternativi: trend, opportunità e rischi Alessandra Manuli, Amministratore Delegato Hedge Invest SGR Milano, 8 aprile 2014 1 Hedge e Ucits alternativi: trend 2 Hedge e Ucits alternativi:

Dettagli

Human Capital e Soluzioni Target-Date

Human Capital e Soluzioni Target-Date Human Capital e Soluzioni Target-Date Dario Castagna, CFA Senior Research Analyst Morningstar Investment Management Rimini, 20 Maggio 2011 Morningstar Investment Management Morningstar Associates United

Dettagli

DANTON INVESTMENT SA. Equilibrium. Il futuro non si prevede SI COSTRUISCE

DANTON INVESTMENT SA. Equilibrium. Il futuro non si prevede SI COSTRUISCE Equilibrium Il futuro non si prevede SI COSTRUISCE 2 Gestioni Patrimoniali Computerizzate Grazie ai notevoli investimenti realizzati negli anni, la DANTON INVESTMENT SA può oggi vantare di possedere uno

Dettagli

La gestione tattica di un portafoglio target volatility

La gestione tattica di un portafoglio target volatility La gestione del Portfolio tattico e Money Management La gestione tattica di un portafoglio target volatility Relatore: Federico Pitocco Business Development Manager Morningstar Investment Management Europe

Dettagli

Strategie α nella costruzione di portafoglio. 03 Maggio 2012

Strategie α nella costruzione di portafoglio. 03 Maggio 2012 Strategie α nella costruzione di portafoglio 03 Maggio 2012 AGENDA La costruzione di portafoglio Le strategie alpha Il portafoglio con strategie alpha LA COSTRUZIONE DI UN PORTAFOGLIO FINANZIARIO Un portafoglio

Dettagli

DEUTSCHE BANK LANCIA IN ITALIA IL PRIMO FONDO A GESTIONE QUANTITATIVA INTERAMENTE INVESTITO IN UN PANIERE DIVERSIFICATO DI EXCHANGE TRADED FUNDS (ETF)

DEUTSCHE BANK LANCIA IN ITALIA IL PRIMO FONDO A GESTIONE QUANTITATIVA INTERAMENTE INVESTITO IN UN PANIERE DIVERSIFICATO DI EXCHANGE TRADED FUNDS (ETF) Comunicato stampa DEUTSCHE BANK LANCIA IN ITALIA IL PRIMO FONDO A GESTIONE QUANTITATIVA INTERAMENTE INVESTITO IN UN PANIERE DIVERSIFICATO DI EXCHANGE TRADED FUNDS (ETF) Milano, 16 Giugno 2009 Deutsche

Dettagli

Anthilia Orange e Anthilia Yellow

Anthilia Orange e Anthilia Yellow Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 4 Luglio 2012 Anthilia Orange e Anthilia Yellow Anthilia Orange: FdF High Yield & Emerging Markets Debt, volatilità target 7% Data di lancio Tipologia investimento

Dettagli

LE NUOVE FRONTIERE DELLA GESTIONE ISTITUZIONALE

LE NUOVE FRONTIERE DELLA GESTIONE ISTITUZIONALE LE NUOVE FRONTIERE DELLA GESTIONE ISTITUZIONALE V Itinerario Previdenziale Spagna, 2 Ottobre 2011 Fabrizio Salvaggio Cross Asset Solutions DISCLAIMER Il presente documento ha finalità di carattere meramente

Dettagli

La ricchezza Private in Italia

La ricchezza Private in Italia La ricchezza Private in Italia Il contesto attuale, lo scenario futuro, le prossime sfide: una leva per la sostenibilità del sistema e la solidità del paese 14 giugno 2011 Indice 1. La ricchezza Private

Dettagli

Con la giusta strategia ogni mese può essere un mese speciale.

Con la giusta strategia ogni mese può essere un mese speciale. riconoscimento e di distribuzione delle cedole, fai leggere ai tuoi Clienti il Prospetto dei Fondi, Challenge Funds di Mediolanum International Funds e del Sistema Mediolanum Fondi Italia di Mediolanum

Dettagli

SODDISFARE LE ESIGENZE DI REDDITO

SODDISFARE LE ESIGENZE DI REDDITO SODDISFARE LE ESIGENZE DI REDDITO Amplia la ricerca di reddito Generare reddito è uno dei motivi principali per cui investire sui mercati finanziari. Che tu stia risparmiando per una vacanza o per pagare

Dettagli

Una sola società di gestione, tante soluzioni di investimento. J.P. Morgan Asset Management

Una sola società di gestione, tante soluzioni di investimento. J.P. Morgan Asset Management Una sola società di gestione, tante soluzioni di investimento. J.P. Morgan Asset Management Insight: una storia di tradizione, presente e futuro J.P. Morgan Asset Management è una delle case di gestione

Dettagli

L asset liability management visto da Generali Investments Carlo Cavazzoni, Responsabile Globale Distribuzione

L asset liability management visto da Generali Investments Carlo Cavazzoni, Responsabile Globale Distribuzione L asset liability management visto da Generali Investments Carlo Cavazzoni, Responsabile Globale Distribuzione Contenuti 1. Asset liability management: il contesto e le evoluzioni 2. L approccio di Generali

Dettagli

Azioni azioni ordinarie o privilegiate che rappresentano una quota di proprietà di una società.

Azioni azioni ordinarie o privilegiate che rappresentano una quota di proprietà di una società. Glossario Accettazioni bancarie strumenti a breve termine emessi dai debitori internazionali garantiti da banche di rilievo internazionale. Agency bonds Obbligazioni emesse (ma non garantite) da agenzie

Dettagli

Fondo AcomeA ETF attivo

Fondo AcomeA ETF attivo Articolo pubblicato su Borsa Italiana il 28 giugno 2012 http://www.borsaitaliana.it/speciali/trading/inside-markets/23/etf-fondoacomeaetfattivo.htm Fondo AcomeA ETF attivo Il fondo AcomeA ETF Attivo è

Dettagli

È evidenziata la crescita (in euro e al lordo della tassazione anche per i fondi italiani) realizzata dal

È evidenziata la crescita (in euro e al lordo della tassazione anche per i fondi italiani) realizzata dal Lettura delle schede Giunta alla sua decima edizione, la Guida permette agli investitori di accedere ad analisi indipendenti e nuovi strumenti per la selezione dei fondi, compresi i Morningstar Analyst

Dettagli

Arca Strategia Globale: i nuovi fondi a rischio controllato

Arca Strategia Globale: i nuovi fondi a rischio controllato Arca Strategia Globale: i nuovi fondi a rischio controllato Risponde: Federico Mosca, Responsabile Absolute Return I tre Fondi Nella nostra gamma prodotti, i fondi che adottano la metodologia di investimento

Dettagli

Hedge Invest SGR: 15 anni alternativi, dalla bolla internet alla crisi dell euro

Hedge Invest SGR: 15 anni alternativi, dalla bolla internet alla crisi dell euro Comunicato Stampa Hedge Invest SGR: 15 anni alternativi, dalla bolla internet alla crisi dell euro Milano, 23 novembre 2015 I ripetuti shock che hanno segnato l andamento dei mercati finanziari dalla fine

Dettagli

STRAEGIE DI INVESTIMENTO NEI SEGMENTI DI CAPITALIZZAZIONE DEL MERCATO AZIONARIO. Enrico Camerini, Head of CS ETF - Italy. Rimini, 19 maggio 2011

STRAEGIE DI INVESTIMENTO NEI SEGMENTI DI CAPITALIZZAZIONE DEL MERCATO AZIONARIO. Enrico Camerini, Head of CS ETF - Italy. Rimini, 19 maggio 2011 STRAEGIE DI INVESTIMENTO NEI SEGMENTI DI CAPITALIZZAZIONE DEL MERCATO AZIONARIO Enrico Camerini, Head of CS ETF - Italy Rimini, 19 maggio 2011 Esposizione al mercato: Standard o Total Market? Un investitore

Dettagli

Portafoglio tradizionale ed Investimenti Alternativi

Portafoglio tradizionale ed Investimenti Alternativi Itinerari Previdenziali Settembre 2008 - Portafoglio tradizionale ed Investimenti Alternativi Prof. Daniele Pace Portafoglio tradizionale Gli investimenti tradizionali, in cui un portafoglio finanziario

Dettagli

LE MOSSE GIUSTE PER UNA STRATEGIA VINCENTE

LE MOSSE GIUSTE PER UNA STRATEGIA VINCENTE LE MOSSE GIUSTE PER UNA STRATEGIA VINCENTE Sulla SCACCHIERA DEGLI INVESTIMENTI, i titoli obbligazionari e quelli azionari sono il re e la regina; sono le Asset Class nobili, gli investimenti per eccellenza

Dettagli

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni / Gestione di Portafoglio (33 punti) Peso secondo il valore di mercato

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni / Gestione di Portafoglio (33 punti) Peso secondo il valore di mercato Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni / Gestione di Portafoglio (33 punti) Il Sig. X è un gestore obbligazionario cui è stata assegnata la gestione del comparto obbligazionario internazionale

Dettagli

Il tramonto del risk free: flessibilità e disciplina come bussola per la navigazione

Il tramonto del risk free: flessibilità e disciplina come bussola per la navigazione c è una rotta fuori dai porti sicuri? Il tramonto del risk free: flessibilità e disciplina come bussola per la navigazione Giovanni Landi, Senior Partner Anthilia Capital Partners Anthilia Capital Partners

Dettagli

Relazione semestrale non certificata 2015 Nordea 1, SICAV

Relazione semestrale non certificata 2015 Nordea 1, SICAV Relazione semestrale non certificata 2015 Nordea 1, SICAV Société d Investissement à Capital Variable à compartiments multiples Fondo d investimento di diritto lussemburghese 562, rue de Neudorf L-2220

Dettagli

LA STIMA DEL COST OF EQUITY (Ke) Valutazione d impresa aprile 2012 dott. Lanfranco Lodi

LA STIMA DEL COST OF EQUITY (Ke) Valutazione d impresa aprile 2012 dott. Lanfranco Lodi LA STIMA DEL COST OF EQUITY (Ke) 0 CAPM: si fonda sul presupposto che investitori realizzino diversificazione di portafoglio remunerazione solo del rischio non diversificabile R i =K el* = R f + β i x

Dettagli

AZ FUND ASSET POWER. 30 Marzo 2012

AZ FUND ASSET POWER. 30 Marzo 2012 AZ FUND ASSET POWER 30 Marzo 2012 14 AZ FUND ASSET POWER Prodotto: Bilanciato a medio rischio Misto obbligazioni/fondi Cambi aperti per la componente azionaria Obiettivo: Offrire un profilo bilanciato

Dettagli

CERCARE GUADAGNI SU MERCATI ALTERNATIVI

CERCARE GUADAGNI SU MERCATI ALTERNATIVI Focus La crisi finanziaria ha penalizzato le Borse e il mercato obbligazionario alimentando la predisposizione degli investitori a cercare gli strumenti del mercato monetario, capaci di offrire buoni rendimenti

Dettagli

Ucits III alternativi: la nuova via d'accesso alle strategie hedge. Stefano Gaspari, Amministratore Delegato, MondoHedge. Rimini, 19 maggio 2011

Ucits III alternativi: la nuova via d'accesso alle strategie hedge. Stefano Gaspari, Amministratore Delegato, MondoHedge. Rimini, 19 maggio 2011 Ucits III alternativi: la nuova via d'accesso alle strategie hedge Stefano Gaspari, Amministratore Delegato, MondoHedge Rimini, 19 maggio 2011 Ucits Hedge Fund (o Ucits III alternativi): una nuova via

Dettagli

Fidelity per il IV Itinerario previdenziale. Ottobre 2010

Fidelity per il IV Itinerario previdenziale. Ottobre 2010 Fidelity per il IV Itinerario previdenziale Ottobre 2010 Fidelity: una storia di indipendenza Fidelity è uno dei maggiori gestori di fondi al mondo, con un patrimonio gestito di oltre 1.700 miliardi di

Dettagli

Entusiasmo? «Indicizzazione innovativa, investimento intelligente.» Helvetia Fondazione d investimento. Azioni Svizzera Smart Beta Dinamico.

Entusiasmo? «Indicizzazione innovativa, investimento intelligente.» Helvetia Fondazione d investimento. Azioni Svizzera Smart Beta Dinamico. Entusiasmo? «Indicizzazione innovativa, investimento intelligente.» Helvetia Fondazione d investimento. Azioni Svizzera Smart Beta Dinamico. La Sua Fondazione d investimento svizzera. 1/6 Helvetia Fondazione

Dettagli

Finanza Aziendale. Rischio e Valutazione degli

Finanza Aziendale. Rischio e Valutazione degli Teoria della Finanza Aziendale Rischio e Valutazione degli investimenti 9 1-2 Argomenti trattati Costo del capitale aziendale e di progetto Misura del beta Costo del capitale e imprese diversificate Costo

Dettagli

RENDIMENTO E RISCHIO DEI TITOLI AZIONARI. Prof. Marco Di Antonio

RENDIMENTO E RISCHIO DEI TITOLI AZIONARI. Prof. Marco Di Antonio RENDIMENTO E RISCHIO DEI TITOLI AZIONARI Prof. Marco Di Antonio PROBLEMATICITA Per i titoli azionari la costruzione di indicatori di rendimento è ancora più complessa rispetto ai titoli obbligazionari

Dettagli

Paolo Cappugi Gli investimenti nella previdenza integrativa: filosofia di gestione e orizzonte temporale

Paolo Cappugi Gli investimenti nella previdenza integrativa: filosofia di gestione e orizzonte temporale 1 Paolo Cappugi Gli investimenti nella previdenza integrativa: filosofia di gestione e orizzonte temporale Indice Parte 1 Premessa Parte 2 Quadro generale Parte 3 Struttura degli investimenti e orizzonte

Dettagli

Indice. Presentazione

Indice. Presentazione Presentazione di Pier Luigi Fabrizi pag. XIII 1 LÕeconomia del mercato mobiliare di Pier Luigi Fabrizi È 1 1.1 Premessa È 1 1.2 LÕesercizio semantico È 1 1.3 La collocazione della disciplina È 4 Bibliografia

Dettagli

Fondi aperti Caratteri

Fondi aperti Caratteri Fondi aperti Caratteri Patrimonio variabile Quota valorizzata giornalmente in base al net asset value (Nav) Investimento in valori mobiliari prevalentemente quotati Divieti e limiti all attività d investimento

Dettagli

INVESTMENTI ALTERNATIVI. worldview POTENZIA I TUOI PORTAFOGLI PER RAGGIUNGERE NUOVE VETTE CON UN LEADER AFFIDABILE NEGLI INVESTIMENTI ALTERNATIVI

INVESTMENTI ALTERNATIVI. worldview POTENZIA I TUOI PORTAFOGLI PER RAGGIUNGERE NUOVE VETTE CON UN LEADER AFFIDABILE NEGLI INVESTIMENTI ALTERNATIVI INVESTMENTI ALTERNATIVI worldview POTENZIA I TUOI PORTAFOGLI PER RAGGIUNGERE NUOVE VETTE CON UN LEADER AFFIDABILE NEGLI INVESTIMENTI ALTERNATIVI IL NOSTRO VANTAGGIO COMPETITIVO UN LEADER A TUTTO CAMPO

Dettagli

II sessione d esame per il conseguimento del Diploma uropean Financial Services D FS Venerdì 12 giugno 2009

II sessione d esame per il conseguimento del Diploma uropean Financial Services D FS Venerdì 12 giugno 2009 DEFS01 II sessione d esame per il conseguimento del Diploma uropean Financial Services D FS Venerdì 12 giugno 2009 Prova D FS 1 KNOWLEDGE 1 Il rischio specifico di un titolo azionario: 1. è quantificabile

Dettagli

LA VALUTAZIONE DI PORTAFOGLIO. Giuseppe G. Santorsola 1

LA VALUTAZIONE DI PORTAFOGLIO. Giuseppe G. Santorsola 1 LA VALUTAZIONE DI PORTAFOGLIO Giuseppe G. Santorsola 1 Rendimento e rischio Rendimento e rischio di un singolo titolo Rendimento e rischio di un portafoglio Rendimento ex post Media aritmetica dei rendimenti

Dettagli

Swisscanto (CH) Alternative Fund

Swisscanto (CH) Alternative Fund Settembre 2011 Swisscanto (CH) Alternative Fund Hedge fund: rinascita internazionale 2 Swisscanto (CH) Alternative Fund 3 Risultati straordinari Torniamo ai dati oggettivi 4 Il valore aggiunto degli hedge

Dettagli

INDICI DI MERCATO: CAPITALIZZAZIONE, FONDAMENTALI O IBRIDI?

INDICI DI MERCATO: CAPITALIZZAZIONE, FONDAMENTALI O IBRIDI? INDICI DI MERCATO: CAPITALIZZAZIONE, FONDAMENTALI O IBRIDI? Le strategie di investimento passivo hanno conosciuto una crescente popolarità tra gli investitori istituzionali e privati negli ultimi anni.

Dettagli

Perché investire oggi in fondi hedge? Alessandra Manuli, Amministratore Delegato, Hedge Invest Sgr

Perché investire oggi in fondi hedge? Alessandra Manuli, Amministratore Delegato, Hedge Invest Sgr Perché investire oggi in fondi hedge? Alessandra Manuli, Amministratore Delegato, Hedge Invest Sgr Milano, 28 settembre 2011 Da dove arriviamo e dove siamo La BCE l 11/4/2011 e l 11/7/2011 aumentava i

Dettagli

ZED OMNIFUND fondo pensione aperto

ZED OMNIFUND fondo pensione aperto Zurich Investments Life S.p.A. ZED OMNIFUND fondo pensione aperto INFORMAZIONI SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE (Dati aggiornati al 31.12.2014) Alla gestione delle risorse provvede la Zurich Investments Life

Dettagli

ZED OMNIFUND fondo pensione aperto

ZED OMNIFUND fondo pensione aperto Zurich Life Insurance Italia S.p.A. ZED OMNIFUND fondo pensione aperto INFORMAZIONI SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE (Dati aggiornati al 31.12.2013) Alla gestione delle risorse provvede la Zurich Life Insurance

Dettagli

Schroder International Selection Fund SICAV. Contatti: www.schroders.it per investitori privati www.schrodersportal.it per consulenti finanziari

Schroder International Selection Fund SICAV. Contatti: www.schroders.it per investitori privati www.schrodersportal.it per consulenti finanziari Maggio 2015 Materiale di Marketing Schroder International Selection Fund SICAV Mappa dei comparti 100% ASSET MANAGER T R U S T E D H E R I T A G E A D V A N C E D T H I N K I N G Il Gruppo Schroders Fondato

Dettagli

Mercati, strumenti finanziari e investimenti alternativi

Mercati, strumenti finanziari e investimenti alternativi Mercati, strumenti finanziari e investimenti alternativi Claudio Boido, Antonio Fasano Mercati, strumenti finanziari e investimenti alternativi McGraw-Hill Milano New York San Francisco Washington D.C.

Dettagli

Arca Strategia Globale: strategie di investimento per un mondo che cambia

Arca Strategia Globale: strategie di investimento per un mondo che cambia Arca Strategia Globale: strategie di investimento per un mondo che cambia Risponde: Lorenzo Giavenni, Responsabile Ufficio Pianificazione Commerciale Sviluppo Prodotti e Marketing L innovativo stile di

Dettagli

S.A.P. ANALISI DI PORTAFOGLIO

S.A.P. ANALISI DI PORTAFOGLIO S.A.P. ANALISI DI PORTAFOGLIO Milano, 03/11/2015 INDICE 1. PORTAFOGLIO ATTUALE 2. ANALISI DEL PORTAFOGLIO Per macro asset class Per micro asset class Per tipologia di prodotto Per valuta 3. ANALISI DEI

Dettagli

Quesiti livello Application

Quesiti livello Application 1 2 3 4 Se la correlazione tra due attività A e B è pari a 0 e le deviazioni standard pari rispettivamente al 4% e all 8%, per quali dei seguenti valori dei loro pesi il portafoglio costruito con tali

Dettagli

Lezione 13 Rendimenti conseguibili con l analisi fondamentale

Lezione 13 Rendimenti conseguibili con l analisi fondamentale Lezione 13 Rendimenti conseguibili con l analisi fondamentale Analisi degli Investimenti 2014/15 Lorenzo Salieri Introduzione Il principale obiettivo dell analisi fondamentale è di determinare il valore

Dettagli

La costruzione di un portafoglio obbligazionario attraverso strategie di portable alpha: tra tradizione ed i n n o v a z i o n e.

La costruzione di un portafoglio obbligazionario attraverso strategie di portable alpha: tra tradizione ed i n n o v a z i o n e. Le nuove frontiere nella gestione dell'asset allocation La costruzione di un portafoglio obbligazionario attraverso strategie di portable alpha: tra tradizione ed i n n o v a z i o n e. R e l a t o r e

Dettagli

LEZIONE 4. Il Capital Asset Pricing Model. Professor Tullio Fumagalli Corso di Finanza Aziendale Università degli Studi di Bergamo.

LEZIONE 4. Il Capital Asset Pricing Model. Professor Tullio Fumagalli Corso di Finanza Aziendale Università degli Studi di Bergamo. LEZIONE 4 Il Capital Asset Pricing Model 1 Generalità 1 Generalità (1) Il Capital Asset Pricing Model è un modello di equilibrio dei mercati che consente di individuare una precisa relazione tra rendimento

Dettagli

il patrimonio della Fondazione trova origine negli anni 50 con i primi acquisti immobiliari ed ha immobiliare, secondo quanto disposto dal piano

il patrimonio della Fondazione trova origine negli anni 50 con i primi acquisti immobiliari ed ha immobiliare, secondo quanto disposto dal piano 1 il patrimonio della Fondazione trova origine negli anni 50 con i primi acquisti immobiliari ed ha avuto nel tempo una notevole crescita inizialmentei i quasi interamente t di natura immobiliare, secondo

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI SCIENZE STATISTICHE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE STATISTICHE, ECONOMICHE, FINANZIARIE ED AZIENDALI TESI DI LAUREA GESTIONE DI PORTAFOGLIO: UNA STRATEGIA DI GESTIONE

Dettagli

RISCHIO E RENDIMENTO DEGLI STRUMENTI FINANZIARI. Docente: Prof. Massimo Mariani

RISCHIO E RENDIMENTO DEGLI STRUMENTI FINANZIARI. Docente: Prof. Massimo Mariani RISCHIO E RENDIMENTO DEGLI STRUMENTI FINANZIARI Docente: Prof. Massimo Mariani 1 SOMMARIO Il rendimento di un attività finanziaria: i parametri rilevanti Rendimento totale, periodale e medio Il market

Dettagli

Comunicazione ai Sottoscrittori

Comunicazione ai Sottoscrittori Anno VII - n. 3 di Gennaio 2008 - Semestrale - Prezzo a copia euro 0,635 - Periodico di Edizioni Grafiche Mazzucchelli S.r.l. Registrazione Tribunale di Milano n. 449 del 19/6/2000 Direttore responsabile:

Dettagli

COMUN FONDI. Le modifiche ai Fondi appartenenti al Sistema Valore Aggiunto, al Sistema Etico ed al Sistema Profili & Soluzioni

COMUN FONDI. Le modifiche ai Fondi appartenenti al Sistema Valore Aggiunto, al Sistema Etico ed al Sistema Profili & Soluzioni Eurizon Capital SGR S.p.A. Le modifiche ai Fondi appartenenti al Sistema Valore Aggiunto, al Sistema Etico ed al Sistema Profili & Soluzioni FONDI COMUN INVEST MOBIL COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI DELLE

Dettagli