Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ""

Transcript

1 il Foglio del Comune di Pinzolo Anno I - N 1 - Dicembre Semestrale - Convenzione DRT - Filiale di Trento - nr 19

2 INDICE Editoriale Amministrazione Inverno Progetti e relazioni Giovani Servizi Secondo noi Eventi Biblioteca e dintorni Cultura Persone Territorio Tradizione Curiosità COMUNE PAESE

3 EDITORIALE il saluto del sindaco Luisa, Carola, Carla, Francesca, Paola, Tiziana P arliamo di quello che è accaduto e affrontiamo alcuni temi caldi della vita della nostra comunità, in questo primo numero del notiziario comunale, che offriamo alla Vostra lettura durante le Festività Natalizie Un giornalino che abbiamo voluto chiamare Il Foglio del Comune di Pinzolo, il foglio, proprio come i nostri nonni erano soliti chiamare il quotidiano, spesso letto solo la domenica, di ritorno dalla S Messa Un foglio nel quale vorremmo fissare gli eventi di un semestre, la vita del Comune, certamente, ma non solo: presentare qualche personaggio e quale appuntamento risultato significativo per tanti o per pochi, rispecchiare anche la vita di tutti i giorni, seppure colta attraverso il punto di vista dell amministrazione comunale E tutto ciò proponendo un dialogo che, ci auguriamo, possa effettivamente essere tale, con il vostro contributo, in termini di proposte e di notizie La nostra comunità ha bisogno, crediamo, anche di questo, di raccontarsi e di condividere esperienze, di depositare e metabolizzare informazioni, al di là della fretta consumistica delle notizie quotidiane, al di là delle imprecisioni delle cose dette e delle leggende metropolitane Questo per creare un sedime di cultura, di fatti, di persone comuni, che concorrano a rinforzare l identità della nostra comunità Buona lettura! Auguri di Buone Feste dall Amministrazione Comunale di Pinzolo e dal Comitato di redazione del notiziario IL FOGLIO DEL COMUNE DI PINZOLO 1

4 AMMINISTRAZIONE Sindaco William Bonomi Un cordiale saluto a tutti Voi Questa prima uscita del Foglio di Pinzolo è anche un ottima occasione per ringraziare tutti coloro che hanno dato fiducia al sottoscritto e alla compagine che attualmente è chiamata a guidare il Comune di Pinzolo e per garantire al contempo il massimo impegno, pur con i limiti che ogni persona può avere, a favore di tutti i nostri censiti Il voto ha portato un rinnovamento con l elezione, accanto a persone con una lunga vita amministrativa alle spalle, di molte altre senza una specifica esperienza in questo campo Tutto ciò ha comportato, da un lato, una certa lentezza iniziale dovuta al fatto di conoscere, imparare, capire ed amalgamarsi; dall altro lato però garantisce una nuova freschezza e grande entusiasmo nell affrontare i problemi strategici e quelli quotidiani Accanto alle novità legate alle persone ve ne sono di ulteriori legate all assetto istituzionale per aver superato i 3 mila abitanti Infatti la Giunta è stata allargata da 5 a 7 membri, il Consiglio Comunale è passato da 15 a 20 componenti ed oggi vi è anche la presenza della nuova figura del presidente del Consiglio Comunale (ricoperta da Claudio Cominotti) Inoltre, per scelta del Sindaco, al fine di snellire la gestione e per responsabilizzare i membri della Giunta, i singoli assessori sono stati delegati con poteri di firma Con questo breve spazio vorrei ringraziare tutti coloro, ed in particolare i componenti della maggioranza di governo e i dipendenti dell amministrazione comunale, che in questi primi sei mesi mi hanno aiutato nell espletamento delle mie funzioni ricordando altresì che nessuno di noi ha la bacchetta magica e le decisioni, specie nel pubblico, hanno bisogno di tempo per essere maturate e condivise Le decisioni vanno prese e quindi nei prossimi mesi dopo i dovuti ulteriori approfondimenti si prenderanno quelle relative alle tematiche generali quali la viabilità dell abi- tato di Pinzolo, la variante al Prg del nostro Comune anche alla luce della legge Gilmozzi, il nuovo progetto della mobilità alternativa alla gomma per Madonna di Campiglio e l alta Rendena unitamente al completamento del collegamento sciistico tra Pinzolo e Campiglio nonché le decisioni operative sulle opere pubbliche elencate nel nuovo piano ed altre ancora Accanto a ciò continuerà l impegno verso i servizi alla persona e per collaborare con le nostre associazioni Due informazioni flash: la prima, di carattere positivo, sui rapporti istituzionali iniziati in maniera molto positiva; lo dimostra anche il fatto che per la prima volta la carica di Vicepresidente del Comprensorio è ricoperta da un nostro Consigliere (Franco Luconi Bisti) La seconda, purtroppo decisamente negativa, relativa alla situazione della finanza pubblica in continua contrazione tanto che tutti i Comuni dovranno aumentare le proprie entrate attraverso manovre sull Ici o l irpef e ridurre le proprie spese correnti Prima di concludere vorrei constatare che un amministratore pubblico oltre a dover affrontare tutta una serie di problemi ha anche alcune soddisfazioni Per esempio in questi mesi ho avuto modo di partecipare a molti momenti importanti della nostra vita di comunità quali ad esempio l avvicendamento nella parrocchia di M di Campiglio di don Ernesto con don Mario, moltissime manifestazioni organizzate dalle nostre associazioni, i momenti legati alle nostre feste di Comunità, alcune trasferte a Berching, a Mantova ed altri eventi ancora Ciò ha fatto maturare in me la consapevolezza che la nostra Comunità è composta da moltissima gente di buona volontà, con grande spirito di appartenenza e di altruismo e che opera per lo sviluppo economico, sociale e culturale del nostro paese Con questa considerazione che mi da molta fiducia per il futuro concludo augurando di cuore a tutti Voi un Buon Natale ed un Felice anno Nuovo 2 IL FOGLIO DEL COMUNE DI PINZOLO

5 AMMINISTRAZIONE Vicesindaco Assessore ai lavori pubblici, alla Diego Valentini viabilità e al personale Grande collaborazione, entusiasmo e collegialità in tutti i settori sono i punti di forza della nuova Giunta Comunale, nella quale sono stato investito della duplice responsabilità di vicesindaco e di assessore ai lavori pubblici, alla viabilità e al personale In qualità di vicesindaco, ho sperimentato in questi mesi una piena sintonia con l attuale sindaco, raggiungendo l importante obiettivo di unire alla mia personale esperienza il suo entusiasmo e la sua puntuale professionalità Questi aspetti hanno prodotto una condivisione del programma e soprattutto della sua attuazione, e presentano alla popolazione una giunta forte, coesa e convinta degli obiettivi da raggiungere In questa prima parte di legislatura sono state appaltate dall attuale amministrazione alcune opere di fondamentale rilevanza sociale quali l asilo nido di Pinzolo, oltre ad intervenire sul completamento dell illuminazione pubblica di Viale Bolognini e predisporre affinché nelle prossime settimane si proceda all affidamento per la realizzazione delle isole ecologiche di M di Campiglio e S A di Mavignola, del rifacimento del ponte in Val dal Rastel a Mavignola oltre che di altri interventi minori, in parte effettuati, in parte programmati, in economia Con grande soddisfazione, dopo un decennio di discussioni e di progetti, martedì 6 dicembre ufficialmente è stato consegnato dal direttore dei lavori ai Comuni di Pinzolo e di Ragoli il centro congressi, con la relativa agibilità che ne consente il perfetto e pieno funzionamento È anche motivo di orgoglio il fatto che si sia trovata una soluzione gestionale alla struttura, attraverso la costituzione di una società a cui la struttura è stata affidata in questi giorni Entro il prossimo febbraio il centro polifunzionale di Pinzolo sarà completato nel suo primo lotto che prevede la copertura, il montaggio degli infissi e la tinteggiatura sulle facciate esterne È comunque mia intenzio- ne procedere all appalto in tempi brevissimi al secondo lotto, al fine di dare anche a Pinzolo una struttura di grande prestigio come questo centro congressuale Terminati i parcheggi nel piazzale antistante la chiesa parrocchiale a Pinzolo, da parte della Cooperativa S Giacomo, stiamo predisponendo il bando per il concorso di idee per la realizzazione dell arredo in superficie che sarà completato, come da convenzione, entro i prossimi due anni Sul tema della viabilità abbiamo registrato in questo periodo una serie di incontri sia sul tema della viabilità alternativa dell abitato di Pinzolo, sia sul progetto presentato dall assessore provinciale Silvano Grisenti di mobilità alternativa per M di Campiglio e per le vie di accesso alla località Per Pinzolo, sono più d una le opzioni disponibili e attualmente alla valutazione dei tecnici: quando verranno fornite ed esaminate attentamente, a fronte di indicazioni più precise, è nostra intenzione informare la popolazione, per condividere le scelte da effettuare La consegna del Centro Congressi di M di Campiglio alle amministrazioni comunali di Pinzolo e Ragoli IL FOGLIO DEL COMUNE DI PINZOLO 3

6 AMMINISTRAZIONE Carola Ferrari Assessore alla cultura, istruzione e formazione L attuale amministrazione ha scelto di nell intento di far sentire i giovani protagonisti della vita sociale nella propria comuni- dedicare alla cultura, intesa anche come formazione permanente e istruzione, un intero assessorato svincolandolo da altre compe- progetti da proporre ai giovani dai 18 ai 25 tà Infatti, sono già stati elaborati quattro tenze quali turismo o sport Inoltre è la prima volta che una donna ricopre incarichi di a Giustino e a Madonna di Campiglio Inoltre, anni e sono stati organizzati dei focus group giunta Sono dei segnali forti che dimostrano l attenzione riservata a questo settore bito del progetto Osare il futuro, distribu- è stato predisposto un questionario nell am- Nel programma elettorale erano stati indicati quali principi ispiratori delle attività muni di Pinzolo, Carisolo, Giustino e ito nelle settimane scorse ai giovani dei Co- in ambito culturale la centralità della persona, il cittadino come risorsa per il futuro percentuale molto alta Massimeno e restituito con successo da una e la cultura a sostegno della coesione sociale come mezzo per aumentare l identità e il arricchimento formativo per cui verranno Gli adulti hanno bisogno di momenti di senso di appartenenza alla comunità proposte iniziative, come per esempio quella Ora è il momento di tradurre i principi in da poco conclusa dedicata alla Grande Guerra, che agiscano in questa direzione Ma è piani e attività concrete Qualche progetto è già stato avviato Nell ottica del confronto con altre realtà, altri ra diventa una nuova prospettiva a sostegno soprattutto per i meno giovani che la cultu- modelli culturali e sociali al fine di consolidare la propria identità, nella scorsa estate questa affermazione ai corsi dell Università della coesione sociale, si pensi a sostegno di un buon gruppo di ragazzi della scuola dell obbligo ha trascorso un periodo a Berching re un circolo anziani della terza età o al valore che potrebbe ave- in Baviera Altro progetto avviato è la revisione del sito web del comune al fine di cre- singoli, ma anche delle associazioni e dei Ma l Assessorato non è a servizio solo dei are un occasione di incontro e di partecipazione alla vita pubblica attraverso nuove mo- nasce l impegno forte e il sostegno non solo gruppi operanti in ambito culturale, da qui dalità e allo stesso tempo favorire la più finanziario, verso queste realtà così vive e ampia comunicazione tra i cittadini Sempre importanti nel nostro contesto sociale in quest ottica di scambio di informazioni e Accanto a ciò c è l impegno ad investire conoscenza è prevista la pubblicazione di anche in strutture pensate come spazi volumi curati da nostri compaesani riguardo appetibili da mettere a disposizioni per le le vicende passate attività culturali, ricreative, artistiche, teatrali e per questo è necessario creare L Assessorato rivolge proposte e offre risposte a varie fasce d età, secondo modalità diverse, adatte agli interessi e alle aspet- comune di Pinzolo in particolare con quello sinergie in primis con gli altri assessorati del tative di ciascuno Si va da letture in biblioteca per i più piccoli, a iniziative a sostegno con gli assessori alla cultura dei comuni li- al patrimonio e ai lavori pubblici, ma anche e integrazione dell attività didattica per i mitrofi al fine di promuovere la crescita culturale e sociale della nostra valle ragazzi della scuola dell obbligo Per gli adolescenti e i giovani è stato predisposto e avviato, in sinergia con la Provincia e con il coinvolgimento degli altri comuni della Rendena un Piano giovani di zona che prevede l attivazione di corsi e incontri 4 IL FOGLIO DEL COMUNE DI PINZOLO

7 AMMINISTRAZIONE Tomaso Bruti Assessore all urbanistica A sei mesi di distanza dall insediamento di questa nuova Amministrazione è mia intenzione tracciare un resoconto di questo Assessorato e di introdurre le principali novità concernenti la L P 11/11/05 n 16 (meglio nota come Legge Gilmozzi ) entrata in vigore mercoledì 16 novembre 2005 Verso la fine di agosto la Provincia Autonoma di Trento annuncia tramite l Assessore Provinciale all Urbanistica Mauro Gilmozzi l imminente uscita di una legge urbanistica provinciale (L P 11/11/2005 n 16) contenente importanti disposizioni in materia urbanistica; quindi dall entrata in vigore della legge si evincono queste novità: 1 La Compensazione Urbanistica che permette al Comune l acquisizione gratuita di aree soggette a vincoli espropriativi per la realizzazione di opere pubbliche, di interesse collettivo, o per interventi di edilizia abitativa pubblica, agevolata o convenzionata in cambio di crediti edilizi, ovvero diritti edificatori da utilizzare nelle aree destinate a edificazione tramite la stipula di apposita convenzione 2 Edilizia abitativa: entro 60 giorni dall entrata in vigore della legge, la Giunta Provinciale individuerà i Comuni ad alta tensione abitativa per i quali verrà adottato un regolamento 3 Disciplina degli alloggi per il tempo libero e vacanze: anche in questo caso la Giunta Provinciale ha 60 giorni di tempo dall entrata in vigore della legge per individuare i Comuni ai quali verrà quantificato il dimensionamento massimo degli interventi destinati ad alloggi per il tempo libero e vacanze 4 Entro un anno dalla delibera della Giunta Provinciale i Comuni interessati dovranno adottare una variante al Piano Regolatore Comunale di adeguamento Con l entrata in vigore di questa legge opera un regime di salvaguardia per cui nessun Comune potrà rilasciare concessioni edilizie o denunce d inizio attività per la costruzione di nuovi edifici da destinare ad alloggi per il tempo libero e vacanze o per il cambio di destinazione d uso di edifici residenziali esistenti per la nuova destinazione ad alloggi per il tempo libero e vacanze Ritengo opportuno precisare che sono salve le concessioni edilizie rilasciate e le dichiarazioni inizio attività presentate entro il 26 agosto 2005 e ciò vale anche per i piani attuativi presentati entro tale data Inoltre si possono rilasciare concessioni edilizie e presentare dichiarazioni inizio attività per nuovi alloggi residenziali a condizione che il richiedente precisi nella domanda che si impegna a destinare gli alloggi a residenza ordinaria Altra importante novità, che riguarda i parcheggi nel centro storico e nella zona a traffico limitato, è la delibera di Giunta Provinciale attraverso la quale diventa obbligatorio, nei casi in cui vi è l esenzione dall obbligo di rispettare la quantità minima di parcheggio, corrispondere ai Comuni una somma pari al costo di realizzazione di un volume standard di parcheggi coperti; rimangono esenti la prima casa, la residenza agevolata o convenzionata e i servizi pubblici Variante al P R G 2005 Casi da Munt Variante adeguamento al PUP e Condono Edilizio Dall inizio del mandato è stato posto all attenzione di questa maggioranza lo studio per la realizzazione di una variante al Piano Regolatore Generale al fine di poter dare doverosa risposta a chi negli ultimi anni chiese variazioni al piano stesso ed anche prevedere delle necessità di pubblico interesse che si rendano necessarie per la futura realizzazione di opere pubbliche (strade, parcheggi, etc ) con la convinzione che un attenta variante, anche alla luce degli adempimenti alla legge Gilmozzi, possa nel futuro essere un valido supporto per quello che riguarda l impalcatura urbanistica dell intero nostro territorio comunale IL FOGLIO DEL COMUNE DI PINZOLO 5

8 AMMINISTRAZIONE Sono stati presi contatti con l arch Enzo Siligardi, progettista del nostro attuale P R G nonché della variante n 1 al P R G che la precedente amministrazione aveva a lui commissionato dando quindi un rapporto di continuità ai lavori che verranno seguiti dall istituenda Commissione Piano Sempre con l arch Enzo Siligardi si sta seguendo l iter del piano delle Casi da munt, piano predisposto dalla precedente Amministrazione, che si presume arrivi al termine del percorso burocratico entro giugno 2006; è un piano che probabilmente dovrà essere modificato soprattutto per quanto concerne l inserimento di radici che la legge provinciale non contempla, mentre è fatta salva la possibilità del cambio di destinazione È pronta per l adozione definitiva in Consiglio Comunale una variante al P R G di adeguamento al Piano Urbanistico Provinciale predisposta dall arch Enzo Siligardi durante la passata Amministrazione Comunale Per quanto concerne i condoni edilizi, molte pratiche sono già passate nelle precedenti commissioni edilizie, per gli altri si cercherà, in tempi brevi, di evadere le pratiche Auguro a tutti Buon Natale e felice 2006 Luciano Caola Assessore alle politiche sociali, servizi alla persona, rapporti con il cittadino, servizi sanitari, patrimonio, agricoltura e foreste, ambiente, gestione rifiuti L Assessorato affidatomi dal Sindaco comprende una serie di competenze che spaziano in diversi ambiti e che richiedono dedizione attenta, competenze tecniche e sensibilità amministrativa L impegno costante che mi è stato richiesto in questo primo periodo di mandato amministrativo sta iniziando a dare i suoi frutti, dopo i necessari approfondimenti conoscitivi nelle diverse problematiche Politiche sociali La revisione dello Statuto del Comune renderà attivi fino dal prossimo anno una serie di strumenti per agevolare la partecipazione dei cittadini alla vita pubblica (consulte nelle frazioni, petizioni, sportello cittadini, ecc ) Stiamo studiando, per quanto riguarda i servizi sanitari, di riallacciare lo stretto rapporto di collaborazione fra l Amministrazione ed i medici A tal fine l Amministrazione si sta impegnando a dialogare con i medici di base per capire le reali esigenze nell ottica di migliore il servizio per i nostri censiti e per la creazione di un centro polifunzionale della sanità (casa della sanità) Si sta operando concretamente per definire, in sintonia con la Casa di Riposo A Collini la necessità di riqualificazione ed ampliamento del servizio esistente per un miglioramento ulteriore del servizio verso le perone anziane, siano esse ricoverato o fruiscono della struttura come centro diurno 6 IL FOGLIO DEL COMUNE DI PINZOLO

9 AMMINISTRAZIONE Questo in sintonia con quanto previsto dalla L R n 7/2005 Nuovo Ordinamento delle strutture pubbliche di assistenza e beneficenza, ecc Dopo l attivazione del micro nido di Madonna di Campiglio si sta valutando la possibilità di istituire, in collaborazione con i Comuni limitrofi, analogo servizio per le famiglie di S A di Mavignola e Pinzolo Particolare attenzione viene prestata ai ragazzi e ai giovani e si stanno attivando iniziative in collaborazione con l Assessorato alle Attività Culturali, con le Associazioni interessate e con la altre realtà comunali presenti in Valle Patrimonio, Agricoltura e Foreste Il Patrimonio del Comune riferito ai beni immobili e mobili è certamente ricco Le strutture, nuove, recenti e vetuste sono numerose e su alcune sono urgenti degli interventi strutturali: a Pinzolo si tratta dell ex sede municipale, degli edifici ECA, del Ciclamino, per citare le principali, a M di Campiglio il magazzino comunale, le scuole, il centro Rainalter Ma molte altre strutture sono in attesa di progettazione per la loro destinazione e conseguente riattivazione e riutilizzo La gestione del patrimonio agricoloforestale ha visto il Comune impegnato principalmente in tre comparti: 1) Piano di assestamento dei beni silvo-pastorali (Piano economico): è stato integrato il lavoro progettuale già svolto con l inserimento delle strade a servizio dei pascoli e dei boschi, delle piste e impianti nelle dimensioni attuali Sono stati definiti i confini con i fondi privati, soprattutto a S A di Mavignola; 2) Piano di sviluppo rurale: è un piano per la manutenzione delle strade forestali finanziato dalla Comunità Europea e dalla Provincia Autonoma fino al 70% Si è chiesto il finanziamento per le strade Masi Valagolo, Cavrados, Circinà-Puza dai Fò e Val da li Carbuneri; 3) Taglio e commercializzazione dei lotti di legname: in base agli indirizzi del Piano Economico si sta procedendo con attenzione all utilizzo ed alla commercializzazione del legname tenendo conto, il più possibile, del miglioramento e della sicurezza del patrimonio boschivo La cura delle zone a pascolo prevede la pulizia e il miglioramento delle aree destinate a tale funzione Per la gestione del patrimonio delle malghe esiste un attiva collaborazione con la Società Allevatori Bovini Ambiente Il Comune ha aderito all iniziativa per l ottenimento della certificazione di qualità ambientale, secondo le normative internazionali Si attiveranno iniziative ecologiche di sensibilizzazione unitamente ad azioni di cura dell ambiente (manutenzione sentieri, pulizia dei rifiuti sparsi e iniziative in collaborazione con la SAT e il Parco Adamello Brenta) Gestione dei rifiuti L appalto e l apertura del C R M di M di Campiglio sono obiettivi di imminente realizzazione Una serie di piccole iniziative di sensibilizzazione e organizzazione della raccolta differenziata devono essere via via attivate, poiché il nuovo obiettivo proposto dalla Provincia è quello di raggiungere il 65% di raccolta differenziata Attualmente le percentuali della raccolta sono del 34% per PINZOLO e S A DI MAVIGNOLA e del 20% per Madonna di Campiglio Certo non manca il lavoro per i prossimi anni ma con la collaborazione e la buona volontà dei cittadini non mancheranno risultati positivi IL FOGLIO DEL COMUNE DI PINZOLO 7

10 AMMINISTRAZIONE Massimo Collini Assessore allo sport, al volontariato e associazioni, alla Protezione Civile Lo sport La radicata realtà associativa dello sport ed il grande apporto di volontariato nelle organizzazioni sportive del nostro Comune sono un importante risorsa di relazione e interazione sociale, una preziosa esperienza di democrazia, partecipazione e corresponsabilità Per l assessorato che mi è stato affidato, lo sport deve costituire una risorsa attraverso la quale concretizzare idee di politica sociale per il ruolo che esso svolge nella formazione dei bambini e dei ragazzi, nell educazione permanente degli adulti e più in generale nella qualità della vita individuale e collettiva di ciascun cittadino Il Piano per lo Sport del Comune di Pinzolo si pone l obiettivo di promuovere e sostenere il volontariato sportivo ed avvicinare sempre più giovani alla pratica sportiva ed alle strutture che il nostro territorio offre In particolare il nuovo progetto del campus giovani estivo ha l obiettivo di coinvolgere bambini e ragazzi tra i 6 ed i 13 anni affiancandoli ad istruttori preparati per far intraprendere loro un programma di avvicinamento alle diverse strutture sportive del territorio e soprattutto stimolandoli a praticare le diverse discipline sportive di gruppo adatte alle loro esigenze formative e fisiche Il volontariato e le associazioni In tutte tre le località del Comune di Pinzolo sussiste una forte presenza di volontari che mettono a disposizione di numerose associazioni, enti e comitati il loro tempo e le loro capacità al servizio e per il bene degli altri e del nostro territorio Questa grande dinamicità ed intraprendenza della nostra comunità, si estende nei più svariati campi che vanno dal sociale, al culturale, a quello ricreativo e turistico, alla tutela e maggior conoscenza del nostro ter- ritorio, al sostegno alle famiglie, giovani, anziani e persone in difficoltà Rientrano in questo ambito anche tutte le attività portate avanti dalle parrocchie di Pinzolo, Mavignola e Campiglio Un variegato mondo quello del volontariato, nel quale è sempre più indispensabile confrontarsi e mettere in comune tutte le risorse disponibili e le idee per portare a termine progetti importanti e significativi e per far crescere le persone che vivono il nostro territorio che tanto ci offre non solo in termini economici ed ambientali ma più in generale in qualità della vita Il Piano per il Volontariato e per le Associazioni del Comune di Pinzolo oltre che sostenere economicamente i volontari, le loro idee e progetti, deve creare i presupposti e le occasioni per un maggior dialogo tra le associazioni di Pinzolo, Mavignola e Campiglio al fine di creare momenti di incontro, condivisione e programmazione comune L Amministrazione dovrà farsi sostenitore e promotore di queste iniziative coinvolgendo tutta la comunità ed il mondo del volontariato La Protezione civile Caratteristica particolare del Comune è la presenza di ben due corpi dei Vigili del Fuoco, di due associazioni per il Trasporto Infermi e di due stazioni del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino dislocate nelle località di Pinzolo e Campiglio Una risorsa notevole che cerca di rispondere nel modo più ottimale alle esigenze dei nostri censiti e dei numerosi turisti che affollano le nostre località nei periodi di stagione Un volontariato, quello della protezione civile, che necessità di un costante addestramento e formazione perché ad esso sono richiesti servizi sempre più qualificati e di alto livello professionale a partire dalla prevenzione per passare dalla gestione delle emergenze Le associazioni che risiedono a Pinzolo 8 IL FOGLIO DEL COMUNE DI PINZOLO

11 AMMINISTRAZIONE occuperanno nel 2006 la nuova Casa della Protezione Civile, una struttura che sicuramente riqualificherà e renderà più operativa la loro attività Il Piano per le Associazioni della Protezione Civile del Comune di Pinzolo si propone di sostenere le associazioni nella loro attività istituzionale e nell acquisto di mezzi ed attrezzature nonché di stimolare il dialogo per risolvere problemi comuni con il fine di migliorare la sicurezza del nostro territorio ed offrire al cittadino sempre più esigente un servizio tempestivo e professionale In particolare la neo costituita Commissione della Protezione Civile del Comune di Pinzolo comprendente i comandanti, i presidenti ed i capi stazione delle sei associazioni presenti sul territorio e presieduta dall Assessore competente, ha lo scopo concreto di sollevare e proporre questioni di interesse per il nostro territorio ed essere di supporto all operato dell amministrazione Roberto Papa Assessore all economia, turismo, commercio, pubblici esercizi, autorizzazioni sanitarie, artigianato e terziario I l turismo rappresenta per il Comune di Pinzolo il fenomeno economico per eccellenza, che influisce e traina tutti i settori produttivi e dei servizi Tale centralità è confermata anche dai dati statistici: nel Comune di Pinzolo sono concentrati circa il 75% dei posti letto alberghieri di tutto l ambito, dove sono accolti circa l 80% di arrivi alberghieri estivi (20% su Pinzolo, 60% su M di Campiglio) e circa il 90% degli arrivi alberghieri invernali (il 15% su Pinzolo, il 75% su M di Campiglio) sul totale dell ambito L esistenza, dunque, di un assessorato unico per le attività produttive sta proprio nel riconoscimento dei legami tra i vari settori economici La ricchezza dell offerta turistica è data, peraltro, dall esistenza nel territorio comunale di tre realtà che costituiscono prodotti specifici, per posizionamento di mercato e domanda di riferimento, ma che possono ancora sviluppare prodotti nuovi, sulla base dell integrazione delle reciproche caratteristiche M di Campiglio rappresenta una marca con un alto posizionamento nel segmento delle località invernali, ed è sicuramente considerata al pari delle migliori dell arco alpino; pone dunque sfide e richiede strategie specifiche che valorizzino questi dati di partenza, sviluppando progetti e conseguenti azioni di gestione dell immagine, che abbiano il proprio cardine nel settore delle pubbliche relazioni e dei grandi eventi Il nuovo Centro Congressi, che sarà aperto nel dicembre 2005, sarà un elemento imprescindibile nella strategia di affermazione della località a livello internazionale, presso target elevati per capacità di spesa e influenza sul mercato Pinzolo deve credere maggiormente nella qualità del proprio prodotto e presentarlo in modo adeguato sia in termini di promozione che di commercializzazione, nel senso che la promozione dovrà maggiormente lavorare sugli elementi di valore, intangibili, della vacanza estiva ed invernale a IL FOGLIO DEL COMUNE DI PINZOLO 9

12 AMMINISTRAZIONE Pinzolo, individuando uno specifico posizionamento di mercato su cui impostare adeguate azioni di vendita In tal senso andrà individuato un progetto rivolto al segmento famiglie con bambini, che raccolga gli elementi positivi del progetto Disney Mountain Fun e proponga un mix di azioni di promozione comunicazione e commercializzazione Il progetto di collegamento tra le stazioni di Pinzolo e di M di Campiglio, che quest anno registra l inaugurazione di due nuove piste con i relativi impianti, cambierà il contesto di riferimento nei prossimi anni, nel senso che da oggi richiede a M di Campiglio di percorrere una scelta convinta a favore della qualità e dell internazionalità e a Pinzolo di proseguire nel miglioramento della propria capacità promozionale e organizzativa commerciale S A di Mavignola merita una riflessione particolare, prendendo atto della crescita consistente di nuovi esercizi alberghieri che testimonia vivacità imprenditoriale e pone le basi per uno sviluppo turistico che dovrà trovare forme proprie, non subordinate rispetto a quelle di M di Campiglio o di Pinzolo Dunque, l attenzione che il Comune di Pinzolo può e deve riservare al turismo risponde all esigenza prioritaria di favorire e di incentivare il sistema turistico, cercando di accordarlo con gli impegni negli altri settori della vita amministrativa Diventa imprescindibile, pertanto, far sì che il territorio individui le proprie strategie di sviluppo, in modo condiviso e chiaro In questo percorso, ruolo fondamentale ha l Azienda per il Turismo SpA, quale soggetto a cui sono demandate l organizzazione, la promozione e la commercializzazione turistica, nonché l informazione e l accoglienza dell ospite L ApT ha nel proprio Consiglio d Amministrazione rappresentanti delle categorie economiche e degli enti impegnati nella costruzione del prodotto turistico che possono concorrere, unitamente alle competenze professionali della struttura operativa, al ruolo di autorevole regista per le dinamiche relative al turismo: così l ApT assumerà il ruolo di agenzia territoriale per lo sviluppo Il Comune potrà essere l interlocutore a supporto di iniziative imprenditoriali di particolare interesse, che favoriscano il moltiplicarsi di attività e di servizi sul territorio a favore dell offerta turistica (Acropark, Sci estivo) D altro canto, all interno di una pianificazione concordata delle attività promozionali e commerciali, è opportuna la partecipazione di tutti i soggetti imprenditoriali locali, in termini di compartecipazione economica e di disponibilità e di attenzione all ospite Molti i progetti in essere: i grandi eventi, l animazione e l intrattenimento, la partecipazione all attività generale e a quella specifica dell ApT, la condivisione e l impegno rispetto a singoli progetti promossi nell ambito della Carta Europea del Turismo Sostenibile del Parco Naturale Adamello Brenta La Commissione Edilizia Comunale In giugno si è insediata la neo-nominata Commissione Edilizia Comunale della quale l assessore all urbanistica, dott Tomaso Bruti, ha assunto la Presidenza e i cui membri sono: ing Massimo Bonenti, responsabile dell area tecnica del Comune di Pinzolo, il tecnico ing Mario Valentini, nonché i commissari Diego Binelli, Franco Bonapace (V V F F Madonna di Campiglio), Michele Cereghini, Fabio Collini, Floriano Collini, Giuseppe Corradini, Bruno Dallagiacoma, Luigi Maturi (V V F F Pinzolo) e dal tecnico esperto paesaggista arch Remo Zulberti che subentra all ing Walter Paoli al quale, come dice l assessore Bruti, va un ringraziamento per il lavoro egregiamente svolto unitamente a tutti i commissari uscenti ed al loro Presidente 10 IL FOGLIO DEL COMUNE DI PINZOLO

13 AMMINISTRAZIONE Commissioni e nomine Rappresentanti comunali presso il Comprensorio C8 Franco Luconi, vicepresidente Carlo Carlone Giorgio Maffei Giovanni Cunaccia Martino Maffei Francesco Stefani Comitato di gestione Parco Naturale Adamello Brenta Antonio Caola Pietro Foccoli Corrado Maturi (supplente) Antonella Bonapace (supplente) Comitato di gestione Scuola Materna Pinzolo Federica Maturi Iuska Collini Comitato di gestione Scuola Materna M di Campiglio Mariolina Quagli Mariarosa Ferrari Commissione Referendum Mirella Cereghini Massimo Burrini Commissione Cimitero Luciano Caola Massimo Collini Daniela Casoni Carola Ferrari Giuliano Stedile Rappresentante presso Ente Gestore Asilo Pinzolo Cristina Povinelli Rappresentante presso Ente Gestore Asilo Campiglio Annalisa Amadei Rappresentante presso Azienda Promozione Turistica SpA Roberto Papa Rappresentante presso Cooperativa Promozione Sport Massimo Collini Nomina delegato presso Ass Progetto Prijedor Daniela Casoni Commissione di Distretto Luciano Caola Collegio Sindacale Campiglio 90 Giorgio Ferrari Collegio Sindacale Fiocco di Neve Rudy Serafini Commissione barbieri e parrucchieri William Bonomi Luca Cereghini Marco Povinelli Anita Binelli Dolores Bltrami Mariangela Togni Silvana Parolari Rappresentante BIM Sarca Michele Cereghini Rappresentante BIM Adige Luigi Olivieri IL FOGLIO DEL COMUNE DI PINZOLO 11

14 AMMINISTRAZIONE La Comunità di Valle di Claudio Cominotti, Presidente del Consiglio Comunale Nel prossimo mese di febbraio il Consiglio Provinciale discuterà il disegno di legge n 104 concernente il Governo dell Autonomia del Trentino: norme in materia di esercizio della potestà dei Comuni, delle Comunità e della Provincia Autonoma di Trento in attuazione dei principi di sussidiarietà, differenziazione e adeguatezza Fra le altre riforme, quella che riguarda più direttamente il Comune è l istituzione delle Comunità di Valle, enti intermedi fra Provincia e Comuni, che avranno delle competenze più ampie rispetto alle deleghe prima concesse ai Comprensori Il vivace dibattito si è incentrato in modo particolare sulla dimensione territoriale della Comunità cui dovrà far parte il Comune di Pinzolo Le ipotesi in discussione erano se far coincidere la Comunità con il territorio delle Valli Giudicarie (C 8) o se preferire una Comunità estesa alla Val Rendena Il Consiglio Comunale il giorno 9 dicembre ha ritenuto preferibile la soluzione che prevede la costituzione della Comunità della Val Rendena tra i Comuni di Bocenago, Caderzone, Carisolo, Darè, Giustino, Massimeno, Pelugo, Pinzolo, Spiazzo, Strembo, Vigo Rendena, Villa Rendena e Ragoli (avendo quest ultimo l amministrazione di una parte del territorio dell abitato di Madonna di Campiglio), reputando questa la scelta più coerente con le stesse finalità della proposta di legge Le motivazioni della decisione, riportate nella premessa alla delibera, sono: - negli anni ottanta il territorio giudicariese venne denominato Delegazione di Tione e suddiviso in 4 decanati, quello della Rendena, con sede a Spiazzo, riunisce ancor oggi 13 parrocchie; - in anni recenti si sono costituiti nel territorio giudicariese gli Istituti Comprensivi delle scuole dell obbligo (primaria e secondaria di primo grado) con precise entità territoriali: Istituto Comprensivo Val Rendena, Istituto Comprensivo Tione di Trento, Istituto Comprensivo del Chiese e Istituto Comprensivo Giudicarie Esteriori ; - l organizzazione della promozione turistica ha delineato l ambito territoriale corrispondente alla Val Rendena; - le associazioni culturali Centro Studi Val Rendena e circolo Culturale Il Faggio operano a livello di Valle, come anche i progetti di avviamento allo sport da parte delle associazioni sportive (scuola calcio, pattinaggio, hockey club, mountain bike, sci club, tennis, ecc ); - il livello intermedio fra i Comuni e la Provincia viene logicamente e spontaneamente identificato nella Comunità della Val Rendena, e lo dimostra il funzionamento della Conferenza dei Sindaci che ha già avviato organizzazioni intercomunali importanti quali:! Piano Giovani della Val Rendena 12 IL FOGLIO DEL COMUNE DI PINZOLO

15 AMMINISTRAZIONE! Trasporto turistico estivo e skibus invernale e su altre si sta ragionando, quali:! Consorzio Vigilanza Urbana! Consorzio Forestale - la Comunità della Val Rendena è quella che meglio si presta: 1 a garantire la presenza di una superficie e di una popolazione tale da consentire la massa critica minima per permettere una adeguata gestione associata dei servizi nonché una reale funzionalità dell assemblea 2 a rispondere ai criteri di omogeneità culturale, storica, sociale, economica, infrastrutturale ed orografica, nonché di adeguatezza rispetto all esercizio delle funzioni; 3 a favorire una maggior partecipazione della cittadinanza a quella che vuole essere una riforma istituzionale ed amministrativa che ha l ambizione di costituire la nuova struttura di gestione dei servizi pubblici per i prossimi decenni Il consiglio Comunale ha anche deciso Di invitare espressamente le Amministrazioni Comunali interessate ad assumere una delibera del Consiglio Comunale in merito all argomento e ancora Di dare incarico al Sindaco e al Presidente del Consiglio di partecipare, qualora richiesti, ad incontri con Enti, Associazioni e gruppi di cittadini che intendano approfondire le motivazioni della scelta del Comune di Pinzolo rispetto alla dimensione territoriale della Comunità di Valle Gli orari di ricevimento della Giunta Comunale William Bonomi, Sindaco Pinzolo: lunedì dalle alle e giovedì dalle alle Madonna di Campiglio: giovedì dalle alle S Antonio di Mavignola: giovedì dalle alle Diego Valentini Pinzolo: martedì dalle alle Luciano Caola Pinzolo: martedì dalle 8 30 alle Madonna di Campiglio: il secondo e il quarto martedì del mese dalle alle S Antonio di Mavignola: il primo e il terzo martedì del mese dalle alle Carola Ferrari Pinzolo: martedì dalle alle Madonna di Campiglio: su appuntamento Massimo Collini Pinzolo: martedì dalle alle S Antonio di Mavignola: il primo lunedì del mese dalle ore Roberto Papa Pinzolo: giovedì dalle alle Madonna di Campiglio: martedì dalle alle Tomaso Bruti Pinzolo: lunedì dalle alle Madonna di Campiglio: il primo giovedì del mese dalle alle IL FOGLIO DEL COMUNE DI PINZOLO 13

16 INVERNO di Tiziana Ballardini Verso un collegamento atteso da decenni G Con l inaugurazione delle prime due piste con i relativi impianti sul Doss del Sabion, prende avvio il progetto di collegamento tra Pinzolo e M di Campiglio Che richiede coesione del territorio perché possa esprimere tutte le sue potenzialità ià alla metà del secolo scorso, nel comune di Pinzolo, alla prevalente attività contadina, incominciava ad affiancarsi quella che con il trascorrere degli anni sarebbe diventata la risorsa economica più importante della Valle: il turismo Fu così che, nel corso degli anni si edificarono nuove strutture ricettive, si potenziarono le vie di comunicazione e si attivarono maggiori servizi, il tutto naturalmente per soddisfare questo crescente afflusso di ospiti nel nostro comune Negli anni 80, il boom economico portò ricchezza e benessere per tutti, vedendo, soprattutto per l inverno, l affermarsi di un turismo per lo più di massa che senza dubbio diede un ulteriore spinta in avanti all attività turistica nell intera zona Proprio in questi anni, qualcuno alquanto lungimirante intuì che era giunto il momento, per Pinzolo e Campiglio, di unire le forze, con l intento di proseguire in un cammino di sviluppo concreto, offrendo decisamente di più per essere maggiormente competitivi sul mercato sia in Italia che in Europa L importanza, per molti, ma non per tutti purtroppo, apparve quella di creare sinergie forti e decise fra le due località, e meglio ancora, nell intera Valle, con la necessità reale, pertanto, che luoghi, così vicini e così ricchi di risorse, potessero essere collegati non solo da strade ma finalmente anche da piste di scii o almeno da impianti di risalita Proprio in quell epoca, ormai è noto, per Pinzolo ebbe inizio un estenuante cammino lastricato di polemiche ed ostacoli, di speranze ed illusioni, ma anche per nostra fortuna di qualche progetto concreto portato avanti ed arrivato ad attuazione Oggi possiamo affermare che la quasi totalità della popolazione del Comune vive sul turismo ed esercita attività che direttamente o indirettamente traggono profitto da esso Ci si chiede allora perché tante perplessità perpetrate in questi anni sull utilità e l importanza di un progetto di collegamento Non è il turista stesso, del resto, che chiede a gran voce di avere la possibilità di sciare su un carosello sciistico sempre più lungo e senza interruzioni? Se uno dei segreti di ogni buon imprenditore è proprio quello di stare al passo con i tempi, individuando e soddisfacendo con tempestività le esigenze di un mercato turistico in così forte espansione, questo concretamente, a mio parere, significa riuscire ad offrire aree sciabili, sempre più estese e collegate tra loro da nuove ed efficienti infrastrutture ed impianti sempre più moderni Fin dall inizio furono sollevate perplessità da chi, eccessivamente preoccupato per il territorio e la sua salvaguardia, punta l intera battaglia sulla sola paura di deturpare l ambiente e togliere valore al nostro territorio Non tralasciando quest aspetto, decisamente importante, a tale proposito ritengo scontato che la maggior parte dei cittadini sia d accordo nell affermare di non voler assistere alla devastazione gratuita né dell ambiente dove vive, né dei suoi spazi verdi tanto preziosi Fortunatamente siamo ormai fuori dagli anni di speculazione selvaggia e per di più l uomo sta facendo grandi passi avanti, proprio nel rispetto dell ambiente che lo circonda e, soprattutto, si sta adoperando nella sua protezione 14 IL FOGLIO DEL COMUNE DI PINZOLO

17 INVERNO Una delle tante conferme di questo, ci viene oggi, per esempio, dalla recente Legge provinciale dell assessore Gilmozzi, che prevede la regolamentazione e riduzione della costruzione di seconde case dando ai più fiducia per il futuro Quindi, ben venga ciò che contribuisce allo sviluppo e nello specifico il potenziamento di una grande nostra risorsa: il turismo e, tutto sommato, attualmente si può constatare che Pinzolo non è ancora troppo indietro rispetto ad altre località turistiche Tuttavia la strada è lunga e in salita e nessuno può permettersi di perdere del tempo prezioso che ci potrebbe ridurre ad essere un semplice fanalino di coda Gli ultimi passi fatti sono importanti, vedi la circonvallazione di M di Campiglio, il potenziamento dei posteggi e l ammodernamento degli impianti dell intera zona e soprattutto l apertura, in questi ultimi anni, di nuove piste a Pinzolo, che rappresentano i primi tratti del futuro collegamento sciistico Per il prossimo inverno la novità sarà l attivazione dei due nuovi impianti in Grual che, con non pochi sacrifici, vedranno aumentare l offerta sciistica della nostra località e ci auspichiamo che, passo dopo passo, in futuro, la parola d ordine sia di andare avanti e soprattutto, finalmente, senza ostacoli Se, per di più, a coronamento del tutto, toglieremo anche il traffico dal paese e collegheremo Pinzolo con Campiglio in modo più scorrevole, forse il meccanismo incomincerà finalmente a funzionare e tutti ci sentiremo un po più felici ed orgogliosi di essere nella nostra Valle Per l attuazione di tutto questo, ritengo sia importante ascoltare le proposte, fare tesoro dei consigli e delle esperienze maturate ed allargare gli orizzonti, non creando muri di pensiero che impediscano a validi progetti di concretizzarsi In conclusione, è necessario che si cooperi, ognuno per quanto di competenza, ma in modo unito, per un futuro turistico all avanguardia e una qualità di vita migliore Un immagine di sintesi del progetto di sviluppo di Funivie Pinzolo SpA, con l indicazione dei due nuovi impianti realizzati e di quelli in fase di progettazione IL FOGLIO DEL COMUNE DI PINZOLO 15

18 INVERNO Due nuovi impianti al Doss del Sabion L e nuove piste Clump e Brenta inaugurano un inverno di sport e novità al Doss del Sabion, dove già si vivono le discese emozionanti sulle piste coronate dalle Dolomiti di Brenta e sulla Patagonia, inaugurata l inverno scorso, i salti spettacolari al Brentapark, il divertimento Disney per i più piccoli al Miniclub, i giochi del Pratomatto e le altezze del Dolomiti Vertigo Ingrediente goloso sono poi le proposte gastronomiche con i Rifugi Doss del Sabion e la promozione Nati d inverno, con l omaggio dello skipass e del pranzo nel giorno del proprio compleanno È, dunque, l ampliamento dell area sciabile del Doss del Sabion il cardine dell inverno 2005/2006 al Doss del Sabion, poiché segna la conclusione della prima fase del progetto di sviluppo che prevede il collegamento tra le piste di Pinzolo e quelle di M di Campiglio Si sta andando, quindi, verso la creazione di un unico demanio collegato con impianti e piste di oltre 150 Km di piste, che rinforzi i vantaggi e le sinergie già attivate all interno dello Skirama Dolomiti Adamello Brenta Le due nuove piste disponibili dal periodo natalizio, la Clump e la Brenta, potenzialmente due rosse (di media difficoltà), saranno servite da due seggiovie quadriposto, rispettivamente fissa e ad agganciamento automatico: la Grual Monte Grual (2 e 24 il tempo di percorrenza) e la Puza dai Fo Monte Grual (4 e 39 il tempo di percorrenza) avranno una portata oraria di persone Questi nuovi impianti vanno a completare gli interventi realizzati nell estate e nell autunno per il miglioramento di alcuni tratti di piste, la costruzione dell impianto di innevamento artificiale sulla pista Patagonia, nonché il rifacimento delle biglietterie e degli uffici Finalmente si è concretizzato il lavoro degli ultimi quattro anni di Funivie Pinzolo SpA commenta il sindaco William Bonomi e questo grazie alla collaborazione tra società, Comune e Provincia Autonoma di Trento Le nostre congratulazioni vanno allo staff di Funivie Pinzolo SpA e alle ditte che hanno reso realizzato il progetto con celerità e grande professionalità A Campiglio si acquista lo skipass con un SMS Al top per tecnologia e innovazione: così si conferma Funivie Madonna di Campiglio SpA, tra le migliori in assoluto dell arco alpino Non solo per la qualità e l interessante rete di piste, ma anche per le soluzioni originali che di anno in anno favoriscono gli sciatori prima e durante le loro giornate sulla neve Con la stagione invernale entrerà in funzione la nuova Zeledria Express, nella zona di Pradalago, che sostituisce lo skilift, con un impianto a quattro posti a collegamento temporaneo, con barra di protezione per la sicurezza dei bambini ed una portata oraria di persone L inverno scorso era stata inaugurata la fantastica seggiovia a sei posti presso il Grostè, con una portata oraria di persone e un tempo di percorrenza di poco più di 4 minuti Interventi che negli anni hanno ridotto il numero complessivo degli impianti a tutto vantaggio di un incredibile velocità e comodità delle risalite; 19 gli impianti totali, con persone trasportate all ora, distribuiti a favore di 35 piste con una lunghezza complessiva di 54 km L ultima novità in termini di servizi, che conferma Funivie M di Campiglio all avanguardia a livello nazionale, è la possibilità di acquistare lo skipass adulto giornaliero e plurigiornaliero semplicemente utilizzando la tecnologia più diffusa e capillare tra gli italiani, quella degli sms inviati dal proprio cellulare, e addebitando l importo sul conto della propria CartaSi Per incentivare questo nuovo servizio Funivie Campiglio ha fissato due giornate promozionali: domenica 18 dicembre e domenica 8 gennaio tramite invio di SMS si potrà acquistare lo skipass giornaliero comprensivo di assicurazione Snowcare a soli 21,00 16 IL FOGLIO DEL COMUNE DI PINZOLO

19 INVERNO APT: diversi eppure uniti Con denari anche privati di Tiziana Ballardini D Intervista alla presidente dell ApT di ambito, Jalla Detassis, da quasi due anni al timone dell Azienda turistica, privatizzata Tra difficoltà e opportunità l individuazione delle strategie a due anni circa, ossia da quando a livello provinciale venne promulgata la legge di privatizzazione delle APT locali, sul cielo della Val Rendena stanno imperversando temporali di polemiche, con tuoni e fulmini da più fronti Ancora una volta, a mio parere, si sta perdendo di vista il vero obiettivo comune, che è sempre la promozione e la commercializzazione di una valle con le varie località, ricchissime di risorse, ma povere purtroppo di spirito di iniziativa comune, che ne sfrutti al massimo le potenzialità Fin dal nascere questa privatizzazione sembra aver creato non pochi disaccordi; quando si sono riuniti attorno ad un tavolo i rappresentanti dei comuni coinvolti e delle varie categorie economiche della Valle, evidentemente tutti hanno faticato un po troppo a sentirsi parti interessate a partecipare a questo ampio progetto che innanzitutto cominciava con il finanziare la privatizzazione della nuova APT Ma, e c è sempre un ma, ciò sembra non essere avvenuto, in primis, quando tutti avrebbero dovuto sborsare, naturalmente in modo proporzionale alla propria importanza di settore, una cifra più o meno elevata e comunque commisurata ed indispensabile per costituire la nuova SpA Qualcuno improvvisamente non si ritenne abbastanza coinvolto nel sistema turistico di paese o di valle, declinandone quin- di la partecipazione Molti ebbero motivi personali ed indiscutibili, se analizzati singolarmente, ma che purtroppo, nel contesto comune, non fecero altro che gravare sulle categorie economiche, che a detta dei più e solo apparentemente, erano le più interessate, come per esempio gli albergatori Mi viene spontaneo pensare che, dunque, forse sarebbe stato più efficace e più opportuno, da parte del legislatore, agire in modo coercitivo su ogni cittadino, intervenendo per esempio, con un meccanismo contributivo che prelevi proporzionalmente una quota da destinare al capitale costitutivo dell azienda e ai suoi progetti Così che nessuna categoria avrebbe sofferto di un eccessivo prelievo dal proprio reddito, essendo la quota di finanziamento privato equamente suddivisa fra tutti Non si dimentichi che, tale metodo già è stato sperimentato, ed è tuttora in vigore, in località del Tirolo, con buoni risultati A molti, in principio, questa soluzione sembrò una forzatura, ma alla luce dei fatti, forse avrebbe dato, a mio parere, ad ognuno, singolo, consorziato o associato che sia, fiducia e motivazione in più Dopo oltre un anno di attività abbiamo letto sui giornali, di critiche e di polemiche nei confronti di una dirigenza inefficace e di parte, ma quanti in coscienza sentono di contribuire concretamente oggi, o di averlo fatto in passato, a tutti gli effetti al buon funzionamento del neonato sistema? È stata accusata la Presidenza di aver lavorato per promuovere solo una parte della Valle, tralasciando di finanziare manifestazioni locali, ritenendole di secondo piano Ma cosa c è di realmente documentato, oltre a queste polemiche aspre e controproducenti? IL FOGLIO DEL COMUNE DI PINZOLO 17

20 INVERNO Per avere maggiori informazioni e chiarificazioni a riguardo, recentemente ho cercato un incontro proprio con la sig Jalla Detassis, presidente dell Apt Innanzitutto tengo a precisare che ho avuto la netta sensazione di trovarmi di fronte ad una dirigente e prima ancora ad una persona che, con idee molto chiare, una evidente esperienza nel settore turistico e molta disponibilità ed apertura verso tutti, sta cercando di portare avanti una politica gestionale, di per sé molto complessa La presidente stessa conviene che uno dei limiti di questa nuova APT, oltre al sistema di finanziamento, sta proprio nella diversa natura e nelle specificità che contraddistinguono le tre diverse realtà territoriali che vi partecipano È chiaro a chiunque che M di Campiglio non può avere gli stessi interessi e le stesse esigenze né di Pinzolo, né del resto della Valle Questo sta significare che un marchio, una sede e soprattutto una dirigenza unici trovano serie difficoltà ad avere delle linee comuni Non dimenticando poi che per il funzionamento di ogni attività dell azienda sono determinanti i contributi provinciali, che pervengono localmente solo in presenza di precisi presupposti Premettendo che a fronte di una politica di marketing generale, che è condivisibile in termini generali per le tre località, esistono strategie di marketing specifico, ben diverse tra le realtà territoriali della Val Rendena È proprio per il finanziamento di tali strategie specifiche, che servirebbe un consenso e un concorso economico il più ampio possibile per il raggiungimento di un budget di spesa, sotto il quale qualsiasi iniziativa o progetto non troverebbe appoggio né a livello provinciale né locale, diventando inefficace dal punto di vista commerciale Da quest incontro è emerso, inoltre, che per quanto concerne le strategie di promocommercializzazione, purtroppo risulta difficilmente confezionabile un prodotto univoco da porre sul mercato, in quanto, se da un lato, comprensibilmente Pinzolo e la Valle si propongono con un prodotto abbastanza uniforme e valido (alberghi, infrastrutture e impianti) soprattutto per le offerte estive, dall altro M di Campiglio difficilmente riesce ad aggregarsi, essendo più conosciuta sul mercato per le offerte invernali Il tutto, come precedentemente analizzato, ancora una volta per le troppo diverse peculiarità delle citate località turistiche Se in conclusione, aggiungiamo anche, il tutto dovrebbe conciliarsi con le linee guida della Trentino Spa, si spiega come il mosaico risulta di difficile composizione Purtuttavia, ed a maggior ragione, si evince quanto sarebbe importante e ancora più indispensabile una maggiore coesione e sinergia, per l unico reale obiettivo: far funzionare efficacemente la macchina del turismo anche nella nostra splendida Valle! Il segreto di Pulcinella è ovviamente la ricerca di un mix che salvaguardi le singole peculiarità e, con un colpo al cerchio e uno alla botte, consenta di procedere senza strappi Certamente qualcuno dovrà fare qualche passo indietro per poter giungere affiancati al traguardo finale! Il logo dell ApT SpA, con l abbinamento a Volkswagen, partner ufficiale della società 18 IL FOGLIO DEL COMUNE DI PINZOLO

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida

Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida Anche la legge sulla riqualificazione urbana è un tassello

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it DOVE L area interessata dalla raccolta di idee si trova in via Cardellino 15 (nota anche come ex Campo Colombo), quartiere Inganni-Lorenteggio. Ha una superficie complessiva di circa 20.000 mq. ed è identificata

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Stagione invernale 2014/2015 1. Le presenti Condizioni Generali di Vendita regolano le condizioni contrattuali relative all acquisto ed all utilizzo degli skipass e delle

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Workshop n. 3 Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Introducono il tema e coordinano i lavori - Irene Camolese, Confcooperative - Franca Marchesi, Istituto Comprensivo

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali 121 TITOLO III - DELL ATTIVITÀ SINDACALE ART. Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali Rappresentanze sindacali aziendali possono essere costituite ad iniziativa dei lavoratori in ogni unità

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime -

Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime - Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime - Progetto Continuità" Scuola dell Infanzia - Scuola Primaria 2010-11 11 Anno Scolastico 2010 Funzioni Strumentali A. Rubino Scuola Infanzia P. Stramonio Scuola

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA

L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE E L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA Roma 3 luglio 2014 PREMESSA La legge 7 aprile 2014, n. 56, Disposizioni

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 Proponente SUSANNA CENNI DIPARTIMENTO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Pubblicita

Dettagli

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI Luca Menini, ARPAV Dipartimento di Vicenza via Spalato, 14-36100 VICENZA e-mail: fisica.arpav.vi@altavista.net 1. INTRODUZIONE La legge 447 del 26/10/95 Legge

Dettagli

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Controlli interni e Ciclo della performance alla luce dell art.3 del D.L. 174/2012 Position Paper

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - 2 COPIA- VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria Seduta Pubblica N. 2 Del 21.01.2010 OGGETTO: DETERMINAZIONE QUANTITA E QUALITA DELLE AREE

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

di Claudio Facchini, dirigente del settore sviluppo economico del Comune di Faenza ARTICOLO PUBBLICATO NELLA RIVISTA AZIENDITALIA N.

di Claudio Facchini, dirigente del settore sviluppo economico del Comune di Faenza ARTICOLO PUBBLICATO NELLA RIVISTA AZIENDITALIA N. SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA E SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE A CONFRONTO Nell articolo vengono messe in luce le differenze radicali tra il procedimento disciplinato dal DPR 447/1998, per

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica VARIANTE CONNESSA A S.U.A. IN ZONA C3 DEL VIGENTE PRG RELAZIONE E NORME DI ATTUAZIONE IL DIRIGENTE SETTORE TERRITORIO (Ing. Gian Paolo TRUCCHI) IL PROGETTISTA (Arch.

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso L'ULTIMO PARADISO Lasciarsi alle spalle la vita caotica della città a partire alla volta di località tranquille, senza rumori nel completo relax sentendosi in paradiso,

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna

L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna A cura dell ABC Sardegna, ediz. rivista in ottobre 2005 L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna La Legge Nazionale 162/98 ha apportato modifiche alla legge quadro sull handicap L.104/1992, concernenti

Dettagli

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti)

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) La zona è destinata ad accogliere attrezzature e servizi pubblici o ad uso pubblico di interesse generale su scala territoriale: uffici pubblici o privati di interesse

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 6 PARTE PRIMA LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Sezione I LEGGI REGIONALI LEGGE REGIONALE 17 settembre 2013, n. 16. Norme in materia di prevenzione delle cadute dall alto. Il Consiglio

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL INFORMAZIONE E ALL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 8 in data 9/2/1995 Annullato

Dettagli

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO Taviano Città dei Fiori (Lecce Italy) Decreto sindacale 02 lì 22 gennaio 2014 Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO VISTA la legge 191/98, recante modifiche

Dettagli

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO ACCORDI EXPO PER IL LAVORO Milano, 27 aprile 2015 Il 26 marzo scorso tra Unione Confcommercio Milano e le organizzazioni sindacali di categoria Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs-UIL di Milano e di

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Le problematiche del turismo: uno sguardo interdisciplinare. Roberto Furlani WWF Italia Ufficio Turismo

Le problematiche del turismo: uno sguardo interdisciplinare. Roberto Furlani WWF Italia Ufficio Turismo Roberto Furlani WWF Italia Ufficio Turismo Secondo l Organizzazione Mondiale per il Turismo, le Alpi accolgono ogni anno il 12% circa del turismo mondiale. Parallelamente le Alpi rappresentano anche uno

Dettagli

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PIANO DISTRETTUALE DEGLI INTERVENTI del Distretto socio-sanitario di Corigliano Calabro Rif. Decreto Regione Calabria n. 15749 del 29/10/2008 ANALISI DELBISOGNO

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012 ATTIVITA 2012 L ORMA Educazione e Promozione Sociale Presentazione servizi e attività Anno 2012 L Orma è una realtà che opera da più di 10 anni nel settore dell Educazione e della Promozione Sociale. Tutte

Dettagli

È un insieme di documenti disegnati e scritti che contengono gli indirizzi per le trasformazioni territoriali in un determinato contesto territoriale

È un insieme di documenti disegnati e scritti che contengono gli indirizzi per le trasformazioni territoriali in un determinato contesto territoriale Cos è un piano urbanistico? È un insieme di documenti disegnati e scritti che contengono gli indirizzi per le trasformazioni territoriali in un determinato contesto territoriale È uno strumento prima di

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1

REGOLAMENTO. Articolo 1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Raccordo tra VAS-VIA-VIC (Valutazione ambientale, Valutazione di impatto ambientale, Valutazione di incidenza)

Raccordo tra VAS-VIA-VIC (Valutazione ambientale, Valutazione di impatto ambientale, Valutazione di incidenza) Allegato 2 Raccordo tra VAS-VIA-VIC (Valutazione ambientale, Valutazione di impatto ambientale, Valutazione di incidenza) Sono molto frequenti le situazioni in cui l obbligo di effettuare valutazioni ambientali

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 Funzion 9 0 3 Servizio. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0 Segreteria

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Il Ministro della Pubblica Istruzione

Il Ministro della Pubblica Istruzione Prot. n. 30/dip./segr. Roma, 15 marzo 2007 Ai Direttori Generali Regionali Loro Sedi Ai Dirigenti degli Uffici scolastici provinciali Loro Sedi Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

Dettagli

DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO

DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO DIREZIONE URBANISTICA SERVIZIO Edilizia Privata, DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO Deliberazione Consiglio Comunale n. 13/2014 SCHEDA INFORMATIVA Aprile 2014 In data 25 marzo

Dettagli

dare voce a chi non ne ha

dare voce a chi non ne ha Un Progetto per la Coesione Sociale dare voce a chi non ne ha Nota riguardante la Prima Fase Finanziato tramite il Bando Volontariato 2008 1 INTRODUZIONE Per la Consulta delle Organizzazioni del Volontariato

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli