CAMPUS DI MATEMATICA, FISICA E SPORT 2013 TRIENNIO SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE e PRIMO BIENNIO UNIVERSITARIO BIENNIO SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAMPUS DI MATEMATICA, FISICA E SPORT 2013 TRIENNIO SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE e PRIMO BIENNIO UNIVERSITARIO BIENNIO SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE"

Transcript

1 Corso di Laurea in Fisica Università degli Studi di Torino Società Astronomica Italiana Associazione Subalpina Mathesis Dipartimento di Matematica Università degli Studi di Torino Istituto Nazionale di Astrofisica Osservatorio Astronomico di Torino Comune di Bard (Aosta) CAMPUS DI MATEMATICA, FISICA E SPORT 2013 TRIENNIO SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE e PRIMO BIENNIO UNIVERSITARIO BIENNIO SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE 14 luglio 21 luglio 2013 Luogo di Svolgimento: BARD (AO)

2 PRESENTAZIONE Cenni Storici

3 Il Comune di Bard è un bellissimo Borgo medievale, situato a 381 metri s.l.m. il cui fondo valle è lambito dalle acque rapide della Dora Baltea. Sulla sommità delle rocce spicca imponente il celebre Forte militare le cui fondamenta risalgono all epoca Romana. La peculiarità del Borgo sono gli edifici di rara bellezza tutti degni di visita. Il Comune di Bard, situato a 47 Km da Aosta e a 22 Km da Ivrea, ha una superficie di poco più di 3 Kmq. I suoi abitanti sono circa 160. Il suo nucleo principale è posto in una stretta gola tra lo sperone roccioso su cui sorge il Forte e la montagna incombente, mentre l abitato Jacquemet occupa la parte inferiore del Borgo fino ad allinearsi lungo la Statale n. 26, costeggiante la sponda sinistra della Dora Baltea. Occorre invece inerpicarsi per una ripida mulattiera per raggiungere l abitato di Nissert; altre due frazioni, la Crous e Albard, sono accessibili per carrozzabile da Donnas; ai confini con quest ultimo comune si trova la località San Giovanni. La storia di Bard appare strettamente intrecciata con quella del suo Forte a cui si accede dalla sommità del paese per una salita tortuosa. Esso venne costruito dai Signori di Bard nella prima metà del secolo XI, soprattutto per esigere diritti di pedaggio in un luogo dove già Salassi e Romani ebbero fortificazioni. Nel 1242 la ribellione di Ugo di Bard decretò la suddivisione della Signoria in due parti; una, tra cui Bard e il suo Forte, fu inglobata nei domini diretti dei Savoia e l altra restò in mano ai Signori di Pont-Saint-Martin, eredi diretti dei Bard. A partire da questa data il territorio di Bard venne affidato a successivi castellani, rappresentanti del potere dei Conti di Savoia.

4 GRUPPO DI RIFERIMENTO SCIENTIFICO Prof. Michele Maoret Direttore Generale del Campus Docente di Matematica e di Fisica, membro della Società Italiana di Meccanica Celeste e Astrodinamica (Dipartimento di Matematica Università di Roma Tor Vergata) e della Società Italiana di Storia delle Matematiche (Dipartimento di Matematica-Università di Torino) Prof.ssa Donatella Crosta Direttore Scientifico del Campus Docente di Fisica Prof.ssa Wanda Alberico Presidente del Corso di Laurea Magistrale in Fisica- Università degli Studi di Torino Prof.ssa Daniela Marocchi Vice Presidente Corso studi di Fisica e responsabile PNLS,( Progetto Nazionale lauree Scientifiche) Settore Fisica dell Università degli Studi di Torino. Prof. Marcello Schiara Dipartimento di Idraulica, Trasporti e Infrastrutture civili del Politecnico di Torino Prof. Piero Galeotti - Dipartimento di Fisica dell Università degli Studi di Torino. Prof.ssa Daniela Romagnoli - Dipartimento di Matematica dell Università degli Studi di Torino. Prof. Alberto Cora Responsabile Relazioni Pubbliche Istituto Nazionale Astrofisica (INAF)- Osservatorio Astrofisico di Torino Prof. Luca Zangrilli Ricercatore Istituto Nazionale Astrofisica (INAF)-Osservatorio Astrofisico di Torino Prof.ssa Barbara Balmaverde Ricercatrice Istituto Nazionale Astrofisica (INAF) di Torino Prof.ssa Gemma Ghigo Docente di Matematica e Fisica Prof.ssa Franca Rossetti Docente di Matematica Applicata iscritta a Mathesis Nazionale e a SISM ( Società Italiana Storie delle Matematiche) Prof.ssa Cavagna Anastasia Docente di Matematica, collabora a progetti didattici promossi dal Dipartimento di Matematica dell Università di Torino. Prof. Andrea Audrito docente di Matematica e Fisica Prof. Angelo Merletti docente di Matematica e Fisica Prof. Marco Genovese Responsabile del Quantum Optics Research Program- INRIM - Torino Ing. D Aniello Giovanni Docente di Elettronica, Osservatore INVALSI, Ingegnere Elettronico in ambito dei sistemi automatici a microcontrollore. Prof. Fabrizio Piacentini - Ricercatore INRIM nel Quantum Optics Research Program. COLLABORATORI UNIVERSITARI Niccolò Dal Masso - Laureando in Matematica Università degli Studi di Torino e studente della Scuola degli Studi Superiori dell Università di Torino Antonio Chiarelli - Laureando in Ingegneria Elettrica - Politecnico di Torino

5 GRUPPO DI RIFERIMENTO SPORTIVO dott. Lolletti Luca Direttore Sportivo del Campus Dottore Magistrale in "Scienze e Tecniche dello Sport e dell Allenamento" e Dottore in "Scienze Motorie e Sportive" presso l Università degli Studi di Torino. Per anni, assistente e tutor presso la facoltà di Scienze Motorie di Torino. Autore del libro "Allenarsi in Acqua" (Elika Editrice). Docente e fondatore di "Crazy 4 Water" - scuola di formazione per il Fitness. "Presenter" in molteplici manifestazioni fitness nazionali e all estero. È inoltre chinesiologo, idrochinesiologo e Personal Trainer in diversi centri fitness in Torino. dott. Matteo Bergamaschini Laureato in Scienze e Tecnologie Alimentari presso l Università Statale di Milano, è Preparatore Atletico, Nutrizionista e Personal Trainer di Campioni Nazionali in varie discipline sportive. dott. Luigi Casorelli Laureato in Scienze Motorie e Sportive presso l Università degli Studi di Torino, ha conseguito i seguenti brevetti e specializzazioni: Istruttore di Mountain Bike (Titolo Regione Piemonte), Istruttore nuoto F.I.N. (1 e 2 Livello), membro della G.U.G. F.I.N. (Gruppo Ufficiali Gara), Allenatore ed istruttore giovanile pallavolo FIPAV. CREDITI FORMATIVI Le attività formative del Campus sono seguite e verificate continuamente da docenti qualificati delle scuole superiori, dell Università, da ricercatori e professionisti nell ambito della divulgazione scientifica. Al termine del percorso, a cura del comitato scientifico, sarà rilasciato a tutti un attestato di partecipazione per il conseguimento del credito formativo per l'anno scolastico 2012/2013 ai sensi del D. M. n. 49 del 24 febbraio 2000

6 CAMPUS TRIENNIO SCUOLA SUPERIORE e BIENNIO UNIVERSITARIO

7 I DESTINATARI Gli Studenti che nell Anno Scolastico 2012/2013 hanno frequentato il TRIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE e IL PRIMO BIENNIO UNIVERSITARIO. Il Campus è strutturato in corsi e laboratori particolarmente adatti a tutti quegli studenti del III, IV e V anno della scuola secondaria superiore, orientati ad iscriversi ad un Corso di Laurea delle Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali, di Economia o del Politecnico/Architettura, che vogliono affrontare gli ultimi anni delle scuole superiori con competenze più adeguate, ma anche agli studenti frequentanti il primo biennio universitario che vogliono approfondire alcuni argomenti rilevanti della Matematica e della Fisica. OBIETTIVI Affrontare preventivamente i nodi concettuali più rilevanti dell Algebra lineare e della Geometria analitica dello spazio Conoscere i fondamenti della Fisica, dell Astronomia e dell Astrofisica Acquisire un metodo di approccio alla risoluzione di problemi, argomenti in cui gli studenti iscritti al primo anno dei corsi di laurea scientifici, economici e del politecnico evidenziano maggiori difficoltà. Valutare la propria preparazione in riferimento ai contenuti matematici e fisici proposti, propedeutici a tutti i corsi di laurea scientifici, economici e del politecnico. Conoscere i principi elementari teorici e pratici per svolgere attività di osservazione astronomica Approfondire alcuni degli argomenti più rilevanti della Matematica e della Fisica, della Statistica e del Calcolo delle probabilità a completamento della propria preparazione scientifica, secondo i propri interessi e le attitudini personali

8 PROGRAMMI DEI CORSI MATEMATICA 1 (consigliato agli studenti che si iscrivono al Campus per la prima volta) Referente prof Michele Maoret Le esercitazioni saranno curate dagli studenti universitari: Dal Masso Niccolò e Chiarelli Antonio Corso con esercitazioni in aula e con applicazioni informatiche Argomenti: Vettori in R 3. Norma e distanza in R 3. Equazioni lineari. Sistemi di equazioni lineari. Le matrici. Somma di matrici e moltiplicazione per uno scalare. Prodotto tra matrici. Matrici e sistemi di equazioni lineari. Matrici a gradini. Equivalenza per righe ed operazioni elementari di riga. Matrici quadrate. Algebra delle matrici quadrate. Matrici invertibili. Spazi vettoriali e sottospazi vettoriali. Combinazioni lineari di vettori. Somme e somme dirette di sottospazi. Base e dimensioni. Dipendenza e indipendenza lineare tra vettori. Rango di una matrice. Applicazioni ad equazioni lineari. Teorema di Rouché Capelli. Applicazioni lineari. Iniettività, suriettività e biiettività. Nucleo ed immagine di un applicazione lineare. Applicazioni lineari singolari e non singolari. Matrici e applicazioni lineari. Determinante. Regola di Sarrus. Calcolo dei determinanti. Proprietà dei determinanti. Minori e complementi algebrici. Matrice aggiunta. Matrici invertibili. Applicazioni a sistemi di equazioni lineari. Autovalori e autovettori. Diagonalizzazione ed autovettori. Polinomio caratteristico. Equazione generale di una conica. Riduzione delle coniche in forma canonica. Elementi di geometria dello spazio: i piani MATEMATICA 2 Referente prof Michele Maoret Le esercitazioni saranno curate dagli studenti universitari: Dal Masso Niccolò e Chiarelli Antonio Corso con esercitazioni in aula e con applicazioni informatiche Argomenti: Funzioni in due variabili, derivate parziali e differenziabilità. Derivata direzionale. Gradiente. Piano tangente. Derivate parziali di ordine superiore. Formula di Taylor. Studio dei massimi e dei minimi relativi e dei punti di sella. Funzioni implicite. Massimi e minimi delle funzioni implicite. Massimi e minimi condizionati. Cambiamento di variabili. Concetti generali delle equazioni differenziali ordinarie - Equazioni differenziali del primo ordine e del secondo ordine - Equazioni differenziali lineari di ordine n, a coefficienti costanti - Il problema di Cauchy - Sistemi di equazioni differenziali lineari a coefficienti costanti.

9 MECCANICA STATISTICA Referente Prof. Luca Zangrilli Obbiettivo del corso e' quello di fornire le basi per lo studio di sistemi fisici complessi con l'uso dello strumento statistico. Verranno presi in esame gli esempi classici di tale disciplina, e gli elementi per una sua fondazione rigorosa. 0) Elementi di probabilita' e statistica: medie, teorema del limite centrale, funzioni di distribuzione 1) Sistemi all'equilibrio - Equipartizione dell'energia - Distribuzione dell'energia cinetica - Distribuzione barometrica - Legge di Boltzmann - Esempi e applicazioni della fisica statistica 2 ) Fondazione rigorosa della Meccanica Statistica - Spazio delle fasi - Teoremi di Liouville e Poincare' - Microstati e macrostati; distribuzione canonica e microcanonica - Entropia di un sistema 3) Meccanica statistica e Termodinamica - Interpretazione statistica dei principi della Termodinamica - Processi irreversibili - Il secondo principio e la freccia del tempo 4 ) Il corpo nero - Proprieta' della radiazione in equilibrio con la materia - Equipartizione dell'energia di un sistema di oscillatori - Soluzione di Planck e crisi della fisica classica 5) Sistemi non all'equilibrio - Processi stocastici - Esempi di studio di sistemi non all'equilibrio

10 CALCULUS Referente prof. Marcello Schiara Il Corso si propone di illustrare fenomeni che la natura e la tecnologia mostrano e entrano nella nostra vita sia per l utilizzazione che ne facciamo sia per l interesse alla conoscenza che abbiamo. Sono in rilevante numero e per la loro comprensione è solo necessario che la nostra capacità di osservazione sia adeguatamente stimolata e abbia a disposizione alcuni fondamentali strumenti di base sia della meccanica dei fluidi sia della matematica. In questo senso il Corso propone l interpretazione dei fenomeni inerenti al moto dei fluidi e alla interazione con altre realtà impiegando schemi semplici per i quali Calculus è fondamentale. La sistematica utilizzazione del teorema di Bernoulli consente di comprendere la maggior parte dei fenomeni naturali che coinvolgono il moto dei fluidi comprimibili e non comprimibili e quanto, anche vivente, li circonda. E obiettivo del Corso mostrare che il comprendere un fenomeno si raggiunge associando conoscenze diverse, non certo frammentandole. Così, ad esempio, si mostra che uccelli e aerei seguono le stesse leggi della aerodinamica ma come si coniugano la realtà di un uccello migratore che vola senza soste dall Alaska alla Nuova Zelanda attraversando l Oceano Pacifico e quella di un aereo di linea di grande autonomia che rappresenta il bus dei pendolari del villaggio globale? Come non domandarsi quale supporto assicura il teorema di Bernoulli alla indispensabile ventilazione della galleria in cui si ricovera il cane della prateria? E quale abilità utilizza il calciatore che scaglia il pallone imprimendogli traiettorie ad effetto così come fa il tennista con la racchetta? Quale la conseguenza della chiusura della turbina idraulica sul moto dell acqua che defluisce nella condotta forzata? Quale sforzo è richiesto alla sogliola che si muove in prossimità del fondo sabbioso del mare? Come si alimentano in mare molti esseri viventi che non si muovono perché ancorati al fondo o a scogli? Come si configura l aerodinamica di una auto da corsa? Quale peso può sopportare un paio di ali di uccello o di un aereo e con quale dispendio energetico? A queste e ovviamente molte altre domande il Corso si propone di dare risposte esaurienti, comprensibili ricorrendo ai fondamentali delle scienze interessate. MECCANICA QUANTISTICA Referente prof.ssa Donatella Crosta Qualsiasi oggetto del nostro mondo è composto di atomi e fotoni e quindi obbedisce alle stranissime regole della meccanica quantistica, talmente lontane dal nostro senso comune che Richard Feynman disse : penso di poter tranquillamente dire che nessuno capisce la meccanica quantistica. La crisi della fisica classica: esperimenti che precorrono la meccanica quantistica Il fallimento dei concetti familiari: esperimenti ideali di diffrazione di onde e particelle Il principio di Heisenberg. La costante di Planck Nucleo essenziale del formalismo matematico : Paradossi quantistici: il barile di polvere e il gatto di Schrődinger Collasso della funzione d onda o riduzione dello stato Correlazione quantistica o entanglement. La non separabilità

11 LABORATORIO DI FISICA SOLARE Referente Prof. Alberto Cora numero massimo di partecipanti: 30 orario delle lezioni prossimo ai mezzogiorno in modo da consentire la realizzazione di 2 esperienze. Introduzione alla fisica solare: descrizione dei principali fenomeni fisici che ne caratterizzano la struttura: nucleo, regione radiattiva, regione convettiva, fotosfera, cromosfera, corona. Fenomelogia delle attività in fotosfera e cromosfera. 1a attività di laboratorio: osservazioni ai telescopi della fotosfera (calcolo del numero di Wolf) e cromosfera. Introduzione all'analisi di dati sperimentali. 2a attività di laboratorio: costruzione di un piroeliometro e misura della costante solare. APPLICAZIONI DELLA MATEMATICA E DELLA FISICA ALLE TELECOMUNICAZIONI Referente Prof. Giovanni D Aniello 1) Cenni Storici 2) Servizi di Telecomunicazione 3) Sorgenti di informazione numerica (trasmissione dati) 4) Sorgenti di informazione analogica (segnale vocale e televisivo). Correlazioni con la Matematica: 1) Funzioni 2) Probabilità di eventi 3) Densità di probabilità 4) Correlazione Correlazioni con la Fisica: 1)Trasduttori 2) Onde elettromagnetiche Correlazioni linguistiche: 1) Linguaggio tecnico in lingua Inglese TECNOLOGIE QUANTISTICHE Referente Dr. Marco Genovese, Dr. F.Piacentini La recente possibilità di manipolare singoli atomi, singoli fotoni etc. ha permesso sia studi più approfonditi dei fondamenti della meccanica quantistica sia lo sfruttare le proprieta' della meccanica quantistica (entanglement, teorema no-cloning,...) per lo sviluppo di nuove tecnologie. Scopo di questo corso è presentare un panorama generale di questi progressi. 1) Le proprietà ed i fondamenti della meccanica quantistica: l'entanglement (approfondimenti), diseguaglianze di Bell, teorema di no-cloning 2) L'informazione quantistica: il qubit, le operazioni logiche quantistiche, il calcolatore quantistico. 3) la comunicazione quantistica: cosa non si puo' fare (comunicazione superluminale), cosa si puo' fare: teletrasporto, crittografia quantistica (protocolli principali, lo stato dell'arte)

12 PROGRAMMA GIORNALIERO DELLE LEZIONI Domenica 14 Luglio 2013 Ore 13,20 Partenza da Torino con ritrovo alla Stazione di Torino Porta Nuova, di fronte all hotel N.H Ligure angolo Corso Vittorio Emanuele II / via Nizza con Piazza Carlo Felice Ore 14,45 Arrivo a Bard Ore 15,00 Sistemazione nelle camere Ore 16,00 Inaugurazione del CAMPUS (discorso del Direttore Generale del Campus e dei Rappresentanti delle Istituzioni) Ore 16,30 LECTIO MAGISTRALIS Ore 18,30 Aperitivo di Benvenuto! Ore 20,0 Cena Inaugurale Ore 21,30 Conferenza serale all aperto I cieli perduti - prof Guido Cossard Osservazione del cielo a cura dei prof. Alberto Cora, e Luca Zangrilli (limitatamente alle condizioni meteorologiche) Le Osservazioni del cielo saranno ripetute durante la settimana, dopo lo svolgimento dei corsi serali, limitatamente alle condizioni meteorologiche Lunedì 15 luglio 2013 Ore 8,15 8,45 Colazione a buffet Ore 9,00-11,00 Corsi di Matematica: Corso di Matematica 1 Corso di Matematica 2 Corso di Calculus Ore 11,00 11,15 Break Ore 11,15 13,00 (Ripresa delle attività didattiche) Corso di Matematica 1 Corso di Matematica 2 Corso di Calculus Ore 13,15 Pranzo Ore 14,30-16,45 Corso di Fisica: Meccanica Statistica Ore 16,45-17,15 Coffee Break Ore 17,15-19,15 Attività Sportiva Ore 20,15 Cena Ore 21,30 23,00 Corso di Meccanica Quantistica Corso di Applicazioni della Matematica e della Fisica alle Telecomunicazioni Corso di Laboratorio di Fisica del Sole * Corso di Tecnologie Quantistiche * il corso potrà subire variazioni di orario per poter consentire la realizzazione di esperienze in presenza del sole

13 Martedì 16 luglio 2013 Ore 8,15 8,45 Colazione a buffet Ore 9,00-11,00 Corsi di Matematica: Corso di Matematica 1 Corso di Matematica 2 Corso di Calculus Ore 11,00 11,15 Break Ore 11,15 13,00 (Ripresa delle attività didattiche) Corso di Matematica 1 Corso di Matematica 2 Corso di Calculus Ore 13,15 Pranzo Ore 14,30-16,45 Corso di Fisica: Meccanica Statistica Ore 16,45-17,15 Coffee Break Ore 17,15-19,15 Attività Sportiva Ore 20,15 Cena Ore 21,30 23,00 Corso di Meccanica Quantistica Corso di Applicazioni della Matematica e della Fisica alle Telecomunicazioni Corso di Laboratorio di Fisica del Sole Corso di Tecnologie Quantistiche

14 Mercoledì 17 luglio 2013 Ore 8,15 8,45 Colazione a buffet Ore 9,00-11,00 WORKSHOP: LE NUOVE FRONTIERE DELLA FISICA QUANTISTICA - prof Massimo Teodorani Ore 11,00-11,15 Break Ore 11,15 12,45 Corso di Laboratorio di Fisica del Sole Ore 13,00 Pranzo Ore 14,30 16,30 WORKSHOP: LA STRUTTURA DELLA MATERIA E LE RELAZIONI CON L ASTROFISICA E LA COSMOLOGIA - prof Massimo Teodorani Ore 16,30-17,00 Coffee Break Ore 17,00-19,30 Attività Sportiva curata dal comitato sportivo del Campus: passeggiata agli Orridi di Hone oppure Tornei all aperto Ore 20,20 Cena Ore 21,30-23,00 Corso di Meccanica Quantistica Corso di Applicazioni della Matematica e della Fisica alle Telecomunicazioni Corso di Tecnologie Quantistiche CURRICULUM DEL RELATORE Il Dr. Massimo Teodorani si è laureato in Astronomia e ha successivamente conseguito il Dottorato di Ricerca in Fisica Stellare. Ha lavorato presso gli Osservatori di Bologna e Napoli e, ultimamente, presso la Stazione Radioastronomica di Medicina (CNR). A livello di ricerca operativa, si è occupato di molti tipi di eventi esplosivi in ambienti stellari e, più recentemente, della ricerca di pianeti extrasolari e di intelligenza extraterrestre. Tra i suoi interessi di ricerca attiva c è anche (e soprattutto) lo studio delle anomalie geofisiche di plasma (fenomeni luminosi anomali in atmosfera, come quello di Hessdalen in Norvegia). E autore e coautore di molte pubblicazioni sia tecniche che divulgative in argomenti di astrofisica e fisica dei fenomeni anomali. Ha insegnato Fisica come professore incaricato presso la facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università di Bologna. Come divulgatore scientifico ha scritto 16 libri e svariati articoli in materia di fisica quantistica, fisica atomica e nucleare, fisica delle anomalie luminose in atmosfera, astronomia, astrofisica, bioastronomia, tecnologia aerospaziale e anche libri a carattere biografico su scienziati innovativi. Ha avuto moltissime interviste su quotidiani, riviste scientifiche, in radio e in TV. Al momento è consulente scientifico per alcuni enti di ricerca esteri, occupandosi in particolare di fisica delle anomalie e di alcune varianti del Progetto SETI. Nel suo tempo libero è compositore di musica elettronica con lo pseudonimo di Totemtag.

15 Giovedì 18 luglio 2013 Ore 8,15 8,45 Colazione a buffet Ore 9,00-11,00 Corsi di Matematica: Corso di Matematica 1 Corso di Matematica 2 Corso di Calculus Ore 11,00 11,15 Break Ore 11,15 13,00 (Ripresa delle attività didattiche) Corso di Matematica 1 Corso di Matematica 2 Corso di Calculus Ore 13,15 Pranzo Ore 14,30-16,45 Corso di Fisica: Meccanica Statistica Ore 16,45-17,15 Coffee Break Ore 17,15-19,15 Attività Sportiva curata dal comitato sportivo del Campus Ore 20,15 Cena Ore 21,30 22,45 Conferenza Lo studio delle anomalie in fisica: i fenomeni luminosi di Hessdalen in Norvegia. Relatore Prof Massimo Teodorani Venerdì 19 luglio 2013 Ore 8,15 8,45 Colazione a buffet Ore 9,00-11,00 Corsi di Matematica: Corso di Matematica 1 Corso di Matematica 2 Corso di Calculus Ore 11,00 11,15 Break Ore 11,15 13,00 (Ripresa delle attività didattiche) Corso di Matematica 1 Corso di Matematica 2 Corso di Calculus Ore 13,00 Pranzo Ore 14,30-16,45 Corso di Fisica: Meccanica Statistica Ore 16,45-17,15 Coffee Break Ore 17,15-19,15 Attività Sportiva Ore 20,15 Cena Ore 21,30 23,00 Corso di Meccanica Quantistica Corso di Applicazioni della Matematica e della Fisica alle Telecomunicazioni Corso di Laboratorio di Fisica del Sole Corso di Tecnologie Quantistiche

16 Sabato 20 luglio 2013 Ore 8,15 8,45 Colazione a buffet Ore 9,00-11,00 Corsi di Matematica: Corso di Matematica 1 Corso di Matematica 2 Corso di Calculus Ore 11,00 11,15 Break Ore 11,15 13,00 (Ripresa delle attività didattiche) Corso di Matematica 1 Corso di Matematica 2 Corso di Calculus Ore 13,15 Pranzo Ore 14,30-16,45 Corso di Fisica: Meccanica Statistica Ore 16,45-17,15 Coffee Break Ore 17,15-19,15 Attività Sportiva Ore 20,15 Cena Ore 21,30 23,00 Corso di Meccanica Quantistica Corso di Applicazioni della Matematica e della Fisica alle Telecomunicazioni Corso di Laboratorio di Fisica del Sole Corso di Tecnologie Quantistiche Domenica 21 luglio 2013 Ore 8,15 8,45 Colazione a buffet Ore 9,00-10,30 Corso di Fisica: Meccanica Statistica Ore 10,30 10,45 Break Ore 10,45-12,15 Corsi di Matematica: Corso di Matematica 1 Corso di Matematica 2 Corso di Calculus Ore 12,30 Consegna degli Attestati di Partecipazione e conclusione ufficiale del Campus Ore Pranzo Ore Rientro in treno/ autobus a Torino

17 SISTEMAZIONE ALBERGHIERA Al centro del Borgo medievale di Bard, è situato l'hotel Stendhal. Un moderno hotel diffuso di recentissima apertura che coniuga i moderni comfort con lo stile degli arredamenti in legno tipici delle zone montane. Gli studenti partecipanti verranno alloggiati in camere doppie e triple o in splendidi appartamenti di nuovo restauro, facenti parte della struttura alberghiera, situati a pochi metri dall hotel stesso. Il ristorante offre menù curati nella preparazione e nella scelta delle materie prime, trasformate sapientemente, per preparare piatti sia di tipo internazionale che tipici valdostani. Hotel Stendhal Piazza Cavour 1-3, Bard (AO) Tel/Fax INFORMAZIONI - Sito ufficiale - Per informazioni sugli aspetti organizzativi e scientifici : Direttore generale prof. Michele Maoret oppure Direttore scientifico prof.ssa Donatella Crosta - Per informazioni sugli aspetti amministrativi (quota di partecipazione ) : sig Gabriele Bartesaghi presso Agenzia Keluar, Via Assietta 16/B, Torino, telefono 011/ , fax 011/ QUOTA DI PARTECIPAZIONE La quota di partecipazione al CAMPUS DI MATEMATICA FISICA e SPORT 2013 (triennio e biennio universitario) dal 14 luglio al 21 luglio 2013 è di 485,00 e comprende: Viaggio in autobus privato da Torino a Bard (e ritorno) Pensione completa Coffe Break pomeridiani Tutte le attività didattiche, conferenze, attività di divulgazione scientifica, laboratori, attività sportive Materiale didattico preparato dai docenti Copertura di Polizza Assicurativa - Responsabilità Civile per tutta la permanenza di ogni partecipante

18 ISCRIZIONE PER ISCRIVERSI OCCORRE SEGUIRE LA SEGUENTE PROCEDURA: 1 passo Contattare il sig Gabriele Bartesaghi presso Agenzia Keluar, Via Assietta 16/B, Torino, telefono 011/ per conoscere la disponibilità dei posti 2 passo Effettuare il bonifico bancario di 485,00 euro entro il 5 giugno 2013: Causale del bonifico: Quota adesione Campus di Matemtica Fisica e Sport 2013-TRIENNIO Beneficiario: Keluar srl Banco Popolare Ag. Via Assietta Torino Codice Abi Codice Cab c/c Cin J IBAN IT 67 J passo Inviare per fax all Agenzia Keluar: il modulo d iscrizione compilato in tutte le sue parti copia della ricevuta di bonifico effettuato al numero di fax 011/ (Agenzia Keluar, Via Assietta 16/B, Torino, telefono 011/ , fax 011/ ,

19 Modulo d iscrizione al CAMPUS di MATEMATICA FISICA E SPORT 2013 Triennio Biennio Universitario Cognome: Nome:.. Luogo di nascita:..(provincia) Data di nascita: Età: Residenza: via...n... Città:. CAP Telefono:. Cellulare:. Scuola di provenienza:... Codice Fiscale: Indicare eventuali allergie o diete alimentari.. Scelta dei Corsi Riportare per esteso il corso scelto del mattino ed il corso scelto della sera): N.B. Per ogni gruppo indicare al max 2 scelte, in ordine di preferenza!!! - Corsi del mattino: Matematica 1, Matematica 2, Calculus: 1 ) 2 ) - Corsi della sera: Meccanica Quantistica, Tecnologia Quantistica, Fisica del Sole, Applicazioni della Matematica e della Fisica alle Telecomunicazioni 1 ) 2 ). Autorizzo l uso di eventuali immagini, fotografie o video per scopi pubblicitari Firma., Data. Spazio riservato alla famiglia dello studente partecipante al Campus (solo se minorenne) Il sottoscritto.. genitore dello studente.. autorizza la permanenza del proprio figlio al Campus di Matematica Fisica e Sport 2013 Triennio-Bard (AO) e autorizza l uso di eventuali immagini, fotografie o video per scopi pubblicitari Firma genitore. Informativa ai sensi della Legge 675/96 Il Campus di Matematica Fisica e Sport in collaborazione con l agenzia organizzatrice, in qualità di titolare del trattamento, garantisce la massima riservatezza dei dati lei forniti: Le informazioni verranno utilizzate nel rispetto della legge 675/96, al solo scopo di promuovere future e analoghe iniziative. In ogni momento, potrà avere accesso ai Suoi dati e chiederne la modifica o la cancellazione

20 CAMPUS BIENNIO SCUOLA SUPERIORE

21 I DESTINATARI Gli Studenti che nell Anno Scolastico 2012/2013 hanno frequentato la prima o la seconda classe del BIENNIO SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE OBIETTIVI Approfondire con docenti universitari e di scuola superiore gli aspetti più rilevanti dell Algebra e della Geometria Conoscere i fondamenti dell Astronomia e dell Astrofisica Conoscere i principi elementari teorici e pratici per svolgere attività di osservazione astronomica Conoscere i fondamenti del Calcolo delle Probabilità e della Statistica, svolgendo attività di laboratorio anche all aperto per verificare direttamente gli aspetti teorici appresi Ampliare la propria preparazione scientifica nei Laboratori pomeridiani di matematica e di fisica, secondo i propri interessi e attitudini personali Acquisire un metodo di approccio alla risoluzione di problemi Conoscere lo sviluppo storico delle idee matematiche e fisiche che hanno fatto la storia dell umanità Acquisire la consapevolezza dell esistenza di problemi generali non ancora risolti Valutare la propria preparazione in riferimento ai contenuti matematici e fisici proposti Confrontarsi con i propri coetanei attraverso attività ludico-scientifiche Stringere nuove amicizie, comprendendo l importanza della collaborazione

22 PROGRAMMA DEI CORSI L ALGEBRA DI TARTAGLIA prof.ssa Anastasia Cavagna Il linguaggio degli insiemi : insiemi, operazioni tra insiemi, sottoinsiemi e insieme delle parti. Ricoprimenti e partizioni di un insieme. Le combinazioni semplici di n oggetti a k a k e i coefficienti binomiali. Numeri famosi : i numeri di Fibonacci, di Catalan, di Stirling e di Bell... (contano rispettivamente i conigli, le triangolazioni del pentagono e le strette di mano, le partizioni di un insieme finito in k parti, tutte le possibili partizioni di un insieme finito ). Il triangolo di Tartaglia e le sue proprietà, in particolare i suoi legami con i numeri di Fibonacci, di Catalan e con l insieme delle parti di un insieme finito. I contributi di Tartaglia alla teoria delle equazioni algebriche: storia della formula risolutiva dell equazione cubica, oggi nota come formula di Cardano-Tartaglia e oggetto di feroci disfide matematiche I SEGRETI DEL COSMO prof.ssa Barbara Balmaverde L'Universo si apre sotto i nostri occhi tutte le volte che alziamo lo sguardo al cielo. I segreti che vi sono nascosti sono davanti a noi, alla portata della nostra curiosità, e non dobbiamo andare in cerca in luoghi reconditi e lontani. Gli astronomi hanno cominciato a leggere questi segreti dalla notte dei tempi e oggi sono in grado di spiegare qualcosa sula vita dei corpi celesti e dell'universo stesso. Per seguire la strada degli astronomi in un modo quantitativo, e' sufficiente una conoscenza di base della fisica e degli strumenti matematici a livello di algebra e geometria del primo biennio della scuola superiore. Come noto a tutti, le costellazioni sono delle rappresentazioni di comodo degli astronomi per potersi orientare in cielo e avere dei punti di riferimento. E' con questo spirito che verrà proposto un viaggio nei segreti del cosmo, passando attraverso le costellazioni. I temi che varranno trattati saranno: L orientamento in cielo. Il nostro Sistema Solare. Nascita ed evoluzione delle stelle. La misura dell'universo. L'astrofisica extragalattica. Nuove prospettive cosmologiche Nel corso delle lezioni verrà dato rilievo all'osservazione del cielo, così da essere in grado di saper distinguere gli oggetti più interessanti. Quando ci saranno le condizioni favorevoli verranno proposte serate osservative a occhio nudo e con telescopi amatoriali. I FRATTALI NELL ARTE, NELLA NATURA, NELL UNIVERSO prof.ssa Gemma Ghigo 1) Scienza e Arte: due modi complementari di porsi in relazione con la realtà naturale. Le costruzioni di Gaudì e i disegni di Escher. Gli insiemi di Julia e il cardioide di Mandelbrot. 2) Nel mistero di un numero il segreto della bellezza. Dalle equazioni agli algoritmi. Nelle iterazioni al computer i segreti delle forme della natura. 3) Dalle curve mostruose alla bellezza dei frattali. I frattali nascono da funzioni matematiche e sono belli come opere d arte. 4) Nasce una nuova geometria per parlare di nuvole. Il linguaggio della geometria frattale, la vita e il mondo della natura. 5) Caos fisico e caos matematico. Le leggi del disordine. 6) La geometria della turbolenza e l effetto farfalla. La distribuzione delle galassie: dalle spirali al modello frattale. L universo di Mandelbrot.

MATEMATICA AL FORTE. Comune di Bard (Ao) dal 10 al 12 aprile 2015. Per STUDENTI del biennio e del triennio della SCUOLA SUPERIORE

MATEMATICA AL FORTE. Comune di Bard (Ao) dal 10 al 12 aprile 2015. Per STUDENTI del biennio e del triennio della SCUOLA SUPERIORE MATEMATICA AL FORTE Comune di Bard (Ao) dal 10 al 12 aprile 2015 Per STUDENTI del biennio e del triennio della SCUOLA SUPERIORE Lettera del Direttore La montagna è come una poesia: suscita sentimenti diversi

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

MONITORARE IL TERRITORIO CON SISTEMI RADAR SATELLITARI

MONITORARE IL TERRITORIO CON SISTEMI RADAR SATELLITARI MONITORARE IL TERRITORIO CON SISTEMI RADAR SATELLITARI Dalla tecnica PSInSAR al nuovo algoritmo SqueeSAR : Principi, approfondimenti e applicazioni 30 Novembre - 1 Dicembre 2010 Milano Il corso è accreditato

Dettagli

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA Classe VA scientifico MATEMATICA MODULO 1 ESPONENZIALI E LOGARITMI 1. Potenze con esponente reale; 2. La funzione esponenziale: proprietà e grafico; 3. Definizione di logaritmo;

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città 1 Ciao!! Quando guardi il cielo ogni volta che si fa buio, se è sereno, vedi tanti piccoli punti luminosi distribuiti nel cielo notturno: le stelle. Oggi si apre l immaginario Osservatorio per guardare...

Dettagli

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE - Matematica - Griglie di valutazione Materia: Matematica Obiettivi disciplinari Gli obiettivi indicati si riferiscono all intero percorso della classe quarta

Dettagli

Programmazione Modulare

Programmazione Modulare Indirizzo: BIENNIO Programmazione Modulare Disciplina: FISICA Classe: 2 a D Ore settimanali previste: (2 ore Teoria 1 ora Laboratorio) Prerequisiti per l'accesso alla PARTE D: Effetti delle forze. Scomposizione

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015 NUMERI. SPAZIO E FIGURE. RELAZIONI, FUNZIONI, MISURE, DATI E PREVISIONI Le sociali e ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA procedure

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

La Termodinamica ed I principi della Termodinamica

La Termodinamica ed I principi della Termodinamica La Termodinamica ed I principi della Termodinamica La termodinamica è quella branca della fisica che descrive le trasformazioni subite da un sistema (sia esso naturale o costruito dall uomo), in seguito

Dettagli

AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA

AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA 24 ottobre 2013 WEB CONFERENCE LEZIONE LIVE IN VIDEOCONFERENZA PROGRAMMA La partecipazione è valevole ai fini IVASS per l aggiornamento professionale

Dettagli

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Piano di lavoro annuale Materia : Fisica Classi Quinte Blocchi tematici Competenze Traguardi formativi

Dettagli

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A.

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A. UdA n. 1 Titolo: Disequazioni algebriche Saper esprimere in linguaggio matematico disuguaglianze e disequazioni Risolvere problemi mediante l uso di disequazioni algebriche Le disequazioni I principi delle

Dettagli

IL CORSO DI FORMAZIONE PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE

IL CORSO DI FORMAZIONE PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE Il POLITECNICO di BARI Dipartimento di Scienze dell Ingegneria Civile e dell Architettura promuove ed organizza IL CORSO DI FORMAZIONE PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE (istituito ai sensi

Dettagli

30-APRILE/03 MAGGIO-2015.

30-APRILE/03 MAGGIO-2015. INFORMAZIONI GENERALI Il corso ISA 2015 DISCIPLINE OLIMPICHE è un corso formativo ed evolutivo relativamente alle discipline della Fossa Olimpica Skeet Double Trap, e viene organizzato per la 1 volta in

Dettagli

I modelli atomici da Dalton a Bohr

I modelli atomici da Dalton a Bohr 1 Espansione 2.1 I modelli atomici da Dalton a Bohr Modello atomico di Dalton: l atomo è una particella indivisibile. Modello atomico di Dalton Nel 1808 John Dalton (Eaglesfield, 1766 Manchester, 1844)

Dettagli

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA 1. OBIETTIVI SPECIFICI DELLA DISCIPLINA PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Le prime due/tre settimane sono state dedicate allo sviluppo di un modulo di allineamento per

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Prefazione alla II edizione

Prefazione alla II edizione Prefazione alla II edizione La seconda edizione di questo testo mantiene tutte le caratteristiche della prima edizione, progettata in modo specifico per i corsi semestrali della Laurea Magistrale in Fisica:

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico istituto tecnico SETTORE TECNOLOGICO chimica e materiali elettronica e telecomunicazioni informatica meccanica e meccatronica

Dettagli

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014)

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) Le grandezze fisiche. Metodo sperimentale di Galilei. Concetto di grandezza fisica e della sua misura. Il Sistema internazionale di Unità

Dettagli

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE IMMATRICOLAZIONI AL PRIMO ANNO DEI CORSI DI LAUREA TRIENNA- LI IN INGEGNERIA DEL POLITECNICO DI BARI - A.A. 2015/2016 Sommario REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE...

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

L Astrofisica su Mediterranea

L Astrofisica su Mediterranea Is tuto Nazionale di Astrofisica Consorzio Interuniversitario per la Fisica Spaziale Proge o Mediterranea L Astrofisica su Mediterranea L Astrofisica su Mediterranea è un progetto d introduzione all Astrofisica

Dettagli

FORMAZIONE PROFESSIONALE

FORMAZIONE PROFESSIONALE FORMAZIONE PROFESSIONALE Le coperture a tutela dell impresa EDIZIONE 21 maggio 2014 DOCENZA IN WEBCONFERENCE PROGRAMMA La partecipazione è valevole ai fini IVASS per il conseguimento della formazione professionale

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA!

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! Febbio (1200-2063 m.) Comune di Villa Minozzo, alle pendici del Monte Cusna; località inserita nel meraviglioso contesto

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

PROGETTO EM.MA PRESIDIO

PROGETTO EM.MA PRESIDIO PROGETTO EM.MA PRESIDIO di PIACENZA Bentornati Il quadro di riferimento di matematica : INVALSI e TIMSS A CONFRONTO LE PROVE INVALSI Quadro di riferimento per la valutazione Quadro di riferimento per i

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

Unione Europea Fondo Sociale Europeo

Unione Europea Fondo Sociale Europeo Unione Europea Fondo Sociale Europeo M.P.I. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. D Alessandro Via S.Ignazio di Loyola - BAGHERIA www.lsdalessandro.it e-mail liceodalessandro@istruzione.it PEC paps09000v@postacertificata.org

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti Contratto Formativo Corso I.T.I.S. Classe I sez.a CH Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Docenti : DITURI LUIGI e INGELIDO

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

ORGANIZZA Corsa podistica non competitiva su strada di km. 6.

ORGANIZZA Corsa podistica non competitiva su strada di km. 6. ASSOCIAZIONE MEZZAMARATONA DEL GIUDICATO DI ORISTANO REGOLAMENTO CORSA PODISTICA NON COMPETITIVA SU STRADA L Associazione MEZZAMARATONA DEL GIUDICATO DI ORISTANO, con il patrocinio del Comune e della Provincia

Dettagli

su web che riportano documentazione e software dedicati agli argomenti trattati nel libro, riportandone, alla fine dei rispettivi capitoli, gli

su web che riportano documentazione e software dedicati agli argomenti trattati nel libro, riportandone, alla fine dei rispettivi capitoli, gli Prefazione Non è facile definire che cosa è un problema inverso anche se, ogni giorno, facciamo delle operazioni mentali che sono dei metodi inversi: riconoscere i luoghi che attraversiamo quando andiamo

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio - Direzione Generale Ufficio III Coordinamento Regionale del Servizio di Educazione Motoria Fisica e

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED ANALYTICS WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 info@technologytransfer.it www.technologytransfer.it ADVANCED ANALYTICS

Dettagli

La fisica delle particelle nello Spazio Andrea Vacchi

La fisica delle particelle nello Spazio Andrea Vacchi La fisica delle particelle nello Spazio Andrea Vacchi Alle sei di mattina del 7 agosto 1912 da un campo presso la città austriaca di Aussig si levò in volo un pallone che trasportava tre uomini, uno di

Dettagli

PROGETTO EST EDUCARE ALLA SCIENZA E ALLA TECNOLOGIA

PROGETTO EST EDUCARE ALLA SCIENZA E ALLA TECNOLOGIA PROGETTO EST EDUCARE ALLA SCIENZA E ALLA TECNOLOGIA DAL MONDO CHIUSO ALL UNIVERSO INFINITO Percorso dii Astronomiia La Provincia di Lodi Servizio Cultura e Istruzione, ha presentato alla Regione Lombardia

Dettagli

English as a Second Language

English as a Second Language 1. sviluppo della capacità di usare l inglese per comunicare 2. fornire le competenze di base richieste per gli studi successivi 3. sviluppo della consapevolezza della natura del linguaggio e dei mezzi

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

pianeti terrestri pianeti gioviani migliaia di asteroidi (nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove)

pianeti terrestri pianeti gioviani migliaia di asteroidi (nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove) mappa 3. Il sistema solare IL SISTEMA SOLARE il Sole Mercurio pianeti terrestri Venere Terra Marte 8 pianeti Giove Il Sistema solare 69 satelliti principali pianeti gioviani Saturno Urano Nettuno migliaia

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Programmazione Generale. Matematica e Complementi. Classi: 2 Biennio Quarta. Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno

Programmazione Generale. Matematica e Complementi. Classi: 2 Biennio Quarta. Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Programmazione Generale Matematica e Complementi Classi: 2 Biennio Quarta I Docenti della Disciplina Salerno, lì 12 settembre 2014 Finalità della Disciplina

Dettagli

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 3 SAN BERNARDINO BORGO TRENTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente Via G. Camozzini, 5 37126 Verona (VR) Tel.

Dettagli

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELL A PROV INCI A DI RIMINI AS SOCI AZIO NE CONGENIA EDIFICI CON STRUTTURA IN CONGLOMERATO CEMENTIZIO ARMATO

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELL A PROV INCI A DI RIMINI AS SOCI AZIO NE CONGENIA EDIFICI CON STRUTTURA IN CONGLOMERATO CEMENTIZIO ARMATO «Quello Quello che per un uomo è "magia", per un altro è ingegneria». Robert Anson Heinlein ORDINE DEGLI INGEGNERI DELL A PROV INCI A DI RIMINI AS SOCI AZIO NE CONGENIA Corso di aggiornamento sulle Norme

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Dimensione di uno Spazio vettoriale

Dimensione di uno Spazio vettoriale Capitolo 4 Dimensione di uno Spazio vettoriale 4.1 Introduzione Dedichiamo questo capitolo ad un concetto fondamentale in algebra lineare: la dimensione di uno spazio vettoriale. Daremo una definizione

Dettagli

STUDIO E REALIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI GESTIONE INTEGRATO DEI COLOMBI DI CITTÀ

STUDIO E REALIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI GESTIONE INTEGRATO DEI COLOMBI DI CITTÀ Il 6 e 7 novembre 2014 INFFU organizza a Roma il I corso nazionale di Igiene Urbana: STUDIO E REALIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI GESTIONE INTEGRATO DEI COLOMBI DI CITTÀ Accreditato ECM dall Istituto Zooprofilattico

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO Rif. Organizzatore 8568-10035201 IN COLLABORAZIONE CON ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione.

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. COMPETENZE MINIME- INDIRIZZO : ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE 1) CORSO ORDINARIO Disciplina: ELETTROTECNICA

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO. a.s. 2012/2013

PROGRAMMA SVOLTO. a.s. 2012/2013 Liceo Scientifico Statale LEONARDO DA VINCI Via Cavour, 6 Casalecchio di Reno (BO) - Tel. 051/591868 051/574124 - Fax 051/6130834 C. F. 92022940370 E-mail: LSLVINCI@IPERBOLE.BOLOGNA.IT PROGRAMMA SVOLTO

Dettagli

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI CERTIFICAZIONE UNI CEI EN ISO/IEC 1702 Corso 1 Livello In collaborazione con l Ordine degli Ingengeri della Provincia di Rimini Associazione CONGENIA Procedure per la valutazione

Dettagli

DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO

DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO Art. 1 Disposizioni generali 1.1. Per gli anni scolastici 1997-98, 1998-99 e 1999-2000, nell'autorizzazione al funzionamento

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca Trascrizione del testo e redazione delle soluzioni di Paolo Cavallo. La prova Il candidato svolga una relazione

Dettagli

con il Patrocinio della Città di Ostuni ORGANIZZA IL A N T O N I O L E G R O T T A G L I E 14-16 maggio 2014

con il Patrocinio della Città di Ostuni ORGANIZZA IL A N T O N I O L E G R O T T A G L I E 14-16 maggio 2014 SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO N. O. Barnaba- S. G. BOSCO di OSTUNI Sede centrale: N. O. Barnaba via C. Alberto,2 tel/fax 0831301527 Plesso S. G. Bosco Via G. Filangieri, 24 TEL./FAX 0831 332088 C.F. 90044950740

Dettagli

In collaborazione con:

In collaborazione con: In collaborazione con: DAY CAMP Peschiera del Garda dal 15 al 20 giugno / dal 22 al 27 giugno / dal 29 giugno al 4 luglio Centro Sportivo Parc Hotel Paradiso Borgo Roma dal 15 al 20 giugno Centro Sportivo

Dettagli

RADIANCE & TOOLS Progettare con la luce naturale Corso base

RADIANCE & TOOLS Progettare con la luce naturale Corso base RADIANCE & TOOLS Progettare con la luce naturale Corso base FORMARSI PER NON FERMARSI WEITERBILDUNG FÜR WEITERDENKER RADIANCE & TOOLS Progettare con la luce naturale Corso base Il processo di progettazione

Dettagli

Codice IBAN: IT 52 H 07601 03200 001013078355

Codice IBAN: IT 52 H 07601 03200 001013078355 Pagamenti Per iscriversi a uno dei corsi di lingua italiana della Scuola Romit è necessario il pagamento della tassa di iscrizione di 50 euro più l importo equivalente al 20% del totale costo del corso,

Dettagli

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s.

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s. n..reg.iscriz. n..matr. MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Liceo Classico e Linguistico Statale ARISTOFANE 00139 ROMA - VIA MONTE RESEGONE, 3 068181809 - FAX

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015 Con la collaborazione di: EDUCAZIONE ATTRAVERSO IL MOVIMENTO Le abilità di movimento sono conquiste tangibili che contribuiscono alla formazione di un immagine di sé positiva. Progetto di collaborazione

Dettagli

e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche Giovanili e la Partecipazione Studentesca LORO SEDI

e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche Giovanili e la Partecipazione Studentesca LORO SEDI Prot. Nr 11636 Vicenza, 25 settembre 2013 Cat.E8 Ai Sigg. Dirigenti Scolastici degli Istituti Superiori di II grado Statali e Paritari della Provincia di Vicenza e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche

Dettagli

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) 1 LA LUCE NELLA STORIA Nell antica Grecia c era chi (i pitagorici) pensavano che ci fossero dei fili sottili che partono dagli

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

Parc Hotel Villa Immacolata

Parc Hotel Villa Immacolata SEMINARIO di presentazione del corso: USO EFFICIENTE DELLE RISORSE ENERGETICHE: L AZIENDA E L ENERGY MANAGEMENT Pescara, 13 Marzo 2009 Segreteria organizzativa Centro Congressi Strada Comunale San Silvestro,

Dettagli

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Relatore: Prof.ssa Chiara Frassineti, genitore e insegnante Il rapporto tra genitori e ragazzo (studente)

Dettagli

la rilevazione degli apprendimenti INVALSI

la rilevazione degli apprendimenti INVALSI I quadri di riferimento: Matematica Il Quadro di Riferimento (QdR) per le prove di valutazione dell'invalsi di matematica presenta le idee chiave che guidano la progettazione delle prove, per quanto riguarda:

Dettagli

A ROMA DA PAPA FRANCESCO. Roma 31 Ottobre 2015

A ROMA DA PAPA FRANCESCO. Roma 31 Ottobre 2015 A ROMA DA PAPA FRANCESCO Roma 31 Ottobre 2015 Il Programma definitivo della giornata sarà disponibile sul sito www.ucid.it A ROMA DA PAPA FRANCESCO - Roma, 31 Ottobre 2015 PROPOSTE DI ACCOGLIENZA OPZ.

Dettagli