Vorrei che il Dynamo duri per sempre. Mi fa gioire anche quando tutto è impossibile Un piccolo ospite di Dynamo Camp

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Vorrei che il Dynamo duri per sempre. Mi fa gioire anche quando tutto è impossibile Un piccolo ospite di Dynamo Camp"

Transcript

1 BILANCIO AL

2 CHI SIAMO Vorrei che il Dynamo duri per sempre. Mi fa gioire anche quando tutto è impossibile Un piccolo ospite di Dynamo Camp Dynamo Camp è il primo camp di Terapia Ricreativa in Italia, appositamente strutturato per bambini affetti da patologie gravi o croniche in terapia e nel periodo di post ospedalizzazione. Partecipando alle attività del Camp, in totale sicurezza, bambini e ragazzi dai 7 ai 17 anni riescono a riappropriarsi della propria infanzia e allegria, a acquisire o ritrovare fiducia in se stessi e nelle proprie potenzialità, a sviluppare capacità comunicative. Associazione Dynamo Camp Onlus, creazione di Fondazione Dynamo, ospita i bambini in modo totalmente gratuito. FONDAZIONE DYNAMO Fondazione Dynamo è stata istituita nel 2003 da INTEK S.p.A., holding di partecipazioni quotata sulla Borsa di Milano. Il suo obiettivo è quello di sviluppare un modello di Venture Philanthropy che crei nuove forme e opportunità di connessione tra il mondo profit ed il mondo non-profit, ancora distanti ma assolutamente interdipendenti, proponendo un alternativa al finanziamento pubblico. Secondo questo modello il mondo profit potrebbe offrire finanziamento e supporto tecnico/manageriale ad iniziative in grado di diventare nuove imprese sociali, capaci di operare secondo criteri di efficienza, autonomia e sostenibilità nel tempo. Per quanto riguarda i progetti, interesse di Fondazione Dynamo è non solo consentirne l avvio, ma gettare le basi per una loro sostenibilità attraverso il rafforzamento di: struttura e l organizzazione interna; capacità manageriale del gruppo dirigente; capacità di raccogliere fondi per lo svolgimento dell attività istituzionale; capacità di dare vita ad iniziative imprenditoriali che possano sostenere in maniera accessoria l attività istituzionale o che siano realizzazione esse stesse della mission sociale. In quest ottica Fondazione Dynamo ha fondato, nel 2006, Associazione Dynamo Camp Onlus e, nel 2010, Dynamo Academy srl Impresa Sociale e sta lavorando ad altri progetti di Imprese Sociali. Dal 2006 partecipa al finanziamento della cattedra SIF Chair of Social Entrepreneurship presso il Dipartimento di Management & Technology, Università Commerciale Luigi Bocconi. La Cattedra è attiva nella ricerca e formazione sui modelli di intervento privato nel sociale, attraverso l imprenditorialità sociale, con particolare riferimento alle strategie di espansione e innovazione degli strumenti di supporto finanziario e manageriale. 2

3 Alimentare Dynamo è un progetto di azienda commerciale nell ambito alimentare, che nasce con l obiettivo di donare il 100% del profitto a Dynamo Camp. LA missione è la selezione e vendita di prodotti alimentari di alta qualità, attraverso partnership strategiche con produttori e grande distribuzione, operando con una organizzazione snella e flessibile. Alimentare Dynamo si ispira al modello di Newman s Own Inc. azienda di commercializzazione alimentare fondata da Paul Newman nel 1982, i cui profitti totali sono donati annualmente a più di 132 organizzazioni non profit Oasi Dynamo è un progetto di conservazione e sviluppo della proprietà di Limestre, con l obiettivo di renderla un esempio nazionale di azienda di produzione agricola, allevamento, cura dell ambiente, che si auto-sostiene. Oasi Dynamo è un oasi di protezione provinciale affiliata al WWF e rappresenta una delle poche aree appeniniche in cui sono attuate ancora forme tradizionali di gestione agro-silvo pastorale; si estende su circa 1200 ettari nei comuni di S. Marcello Pistoiese e di Piteglio. La SIF Chair of Social Entrepreneurship Titolare della SIF Chair è Francesco Perrini, già Professore Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese presso l Istituto di Strategia nel Dipartimento di Management dell Università Bocconi. Il coordinamento dei progetti e delle attività della Chair è affidato a Clodia Vurro, Assegnista di Ricerca presso l Istituto di Strategia del Dipartimento di Management e Tecnologia dell Università Bocconi, e a Filippo Giordano, docente di management delle aziende non profit della SDA Bocconi e assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Management e Tecnologia. I progetti sviluppati dalla SIF Chair hanno visto il coinvolgimento di stagisti, borsisti e collaboratori a progetto su attività specifiche di analisi della letteratura, raccolta ed elaborazione dati. L attività amministrativa è presso la segreteria amministrativa del Centro di ricerca CReSV (Centro Ricerche su Sostenibilità e Valore), dell Università Bocconi. Inoltre, per lo svolgimento delle diverse attività, la SIF Chair è supportata dalle strutture e dalle competenze dell Università Bocconi. In dettaglio, la SIF Chair nel 2012 ha collaborato con: CSR Unit per l attività di ricerca di base e applicata; Centro Ricerche su Sostenibilità e Valore (CReSV); Dipartimento di Management & Technology per l attività di ricerca e la didattica; Istituto di Management Pubblico, Dipartimento di Analisi Istituzionale e Management Pubblico per l attività di ricerca e la didattica. 3

4 Le attività della Chair of Social Entrepreneurship Nel corso dell anno accademico 2011/2012 la Chair of Social Entrepreneurship ha organizzato e promosso il corso opzionale di Social Entrepreneurship (cod ) nell ambito della graduate school, progettato seminari e attività formative, sviluppato progetti di ricerca, partecipato a conferenze scientifiche e divulgative internazionali e forum accademici. Il corso di Social Entrepreneurship cod La SIF Chair ha promosso e realizzato il corso opzionale di Social Entrepreneurship (cod ) nell ambito della graduate school. Attivo dall anno accademico , il corso punta a chiarire le tematiche e le implicazioni correlate alla social entrepreneurship, mediante l esplicitazione delle componenti sottostanti e delle connesse modalità di gestione e creazione bilanciata di valore economico e sociale. L obiettivo del corso è di fornire agli studenti le competenze imprenditoriali necessarie per sviluppare risposte innovative a bisogni sociali insoddisfatti. Competenze e strumenti riguardano tutte le fasi del processo imprenditoriale sociale: dall identificazione di opportunità imprenditoriali alla mobilitazione delle risorse necessarie, dalle criticità nel lancio di una start-up sociale alla gestione routinaria improntata alla sostenibilità e autonomia. Teoria e pratica della social entrepreneurship vengono articolate, lasciando ampio spazio alla discussione e approfondimento individuale attraverso l uso di testimonianze esterne, casi e presentazioni d aula. Questo rappresenta il primo passo nel fornire modelli e strumenti idonei a perseguire efficaci azioni sociali attraverso l istituto dell impresa. Il corso è strutturato nei seguenti moduli composti da sessioni di approfondimento: Modulo 1 L iniziativa privata nei settori sociali: il modulo approfondisce l eterogeneità delle esperienze attuali di intervento privato nei settori di rilevanza sociale (c.d. Terzo Settore) in Italia e nel panorama internazionale, le dinamiche sottostanti e i principali riferimenti legislativi in materia di impresa sociale. Modulo 2 Il processo di creazione di una start-up sociale: a partire dalla definizione di social entrepreneurship, delle prospettive sul fenomeno e delle caratteristiche distintive, il modulo approfondisce le dinamiche della pianificazione e lancio di una start-up sociale. Il modulo punta a trasferire gli strumenti principali per la redazione di un piano di business sociale, con particolare riferimento al tema della valutazione degli impatti sociali. Modulo 3 I modelli d investimento nell innovazione sociale: Il modulo approfondisce le dinamiche di cambiamento nei modelli d investimento e finanziamento a supporto dell iniziativa privata nei settori sociali. Particolare spazio viene attribuito alle operazioni di social venture capital, con riferimento alle strategie e processi di lancio dei fondi. Modulo 4 - Le strategie di crescita per la massimizzazione del valore sociale: l ultimo modulo mappa le peculiarità delle opzioni di crescita finalizzate al consolidamento dei modelli imprenditoriali sociali e della connessa massimizzazione degli impatti. Alla descrizione delle strategie di crescita, fa seguito un approfondimento sul ruolo e le potenzialità di sviluppo insite nelle alleanze tra settore pubblico, privato profit e privato non profit. Il corso prevede un format innovativo con riferimento alla valutazione finale. Gli studenti sono tenuti a sviluppare, in gruppo, dei piani di business sociali finalizzati al lancio di start-up caratterizzate da imprenditorialità e creazione di valore sociale. Il box 1 riassume i risultati del corso in questi anni. Box 1: Risultati del corso di Social Entrepreneurship Edizione Gli iscritti al corso sono stati 37. Anche quest anno le valutazioni qualitative degli studenti hanno confermato un apprezzamento unanime per il corso nel suo complesso, per la qualità dei docenti, per le tematiche trattate e per l unicità e originalità del programma rispetto all offerta formativa complessiva. Gli studenti hanno apprezzato, inoltre, il ricorso a testimonianze esterne e a casi aziendali, richiedendo maggiori possibilità di interazione con i professionisti anche al di fuori del corso. Sulla base dei giudizi quantitativi sulla performance, anche quest anno il corso si è posizionato nuovamente tra i best performer nel quarto quartile. 4

5 Edizione Gli iscritti al corso sono stati 32. Dalle valutazioni qualitative degli studenti è emerso un apprezzamento unanime per le tematiche trattate e per l unicità e originalità del programma rispetto all offerta formativa complessiva. Gli studenti hanno apprezzato, inoltre, il ricorso a testimonianze esterne e a casi aziendali, richiedendo maggiori possibilità di interazione con i professionisti anche al di fuori del corso. Facendo seguito ai giudizi quantitativi sulla performance, il corso si è posizionamento nuovamente tra i best performer nel quarto quartile. 5 business plan sono stati sviluppati nell ambito delle attività del corso, svolti con professionalità, impegno e profondo interesse. Il progetto Food for Good si è classificato secondo nel concorso nazionale I-DEA dell impresa indetto dall Associazione Imprenditrici e Donne Dirigenti d Azienda (AIDDA). Edizione Gli iscritti al corso sono stati 35. Il giudizio emerso dalle valutazioni qualitative degli studenti ha riconfermato l interesse per le tematiche trattate. Facendo seguito ai giudizi quantitativi sulla performance, il corso si è posizionato tra i best performer nel quarto quartile. 5 business plan sono stati sviluppati nell ambito delle attività del corso, condividendo una qualità elevata, un profondo impegno e un attenzione ai dettagli (misurazione dei ritorni economici e sociali). Uno dei progetti - Centro L Isola che non c è progetto per la costituzione di un centro di accoglienza in Romania nel quartiere di Bucaresti Noi è attualmente in fase di realizzazione. Il progetto Casa di Hansel & Gretel, relativo alla realizzazione di una struttura ricreativa che abbia come scopo prioritario il sostegno al ritorno alla vita quotidiana di bambini e ragazzi in terapie chemioterapiche, è stato selezionato tra i finalisti del concorso Make a Change per l imprenditoria sociale (edizione ). Edizione Gli iscritti al corso sono stati 30. Il giudizio emerso dalle valutazioni qualitative degli studenti è stato più che soddisfacente. Facendo seguito ai giudizi quantitativi sulla performance, il corso si è posizionato tra i best performer nel quarto quartile. 21 studenti hanno partecipato alla Social Business Plan Competition organizzata in collaborazione con Jeme Bocconi nell ambito dell iniziativa Junior Excellence 2008, divisi in 6 gruppi. Tutti i lavori sono stati svolti con passione, coinvolgimento e spirito creativo. Due dei sei progetti presentati (Progetto MeiPort e Progetto Esperança) hanno ricevuto una menzione speciale nell ambito della competition. Il progetto MeiPort è stato inoltre selezionato tra i finalisti dell Harvard Social Business Plan Competition, ottenendo una sponsorizzazione di 1,000 $. Il progetto è tuttora in fase di realizzazione (www.meiport.com) sponsorizzato da social venture capitalist statunitensi. Sinergie con altri corsi La SIF Chair ha organizzato sessioni specifiche su Social Entrepreneurship e Venture Philanthropy nell ambito del corso opzionale Corporate Social Responsibility (cod ) in inglese della graduate school e nell ambito del corso opzionale Social Responsibility in Business, Government and no profit (cod ) in inglese dell undergraduate school. L anno accademico ha visto la progettazione di un ciclo di seminari obbligatori di Business Ethics e Responsabilità Sociale nell ambito della graduate school, di cui una sessione è stata dedicata ai temi dell imprenditorialità sociale. 5

6 Seminari e altre attività formative Workshop Building e Community of Social Entrepreneurs Nell ambito del corso opzionale di Social Entrepreneurship (cod ) si organizza un workshop di mezza giornata dedicato al confronto tra gli studenti e i professionisti del settore sulle criticità della pianificazione e lancio di una start-up sociale. Il workshop rappresenta, per gli studenti, l opportunità di presentare i business plan sociali sviluppati nell ambito del corso a una giuria di esperti costituita da rappresentanti delle istituzioni che sostengono la Chair, direttamente o indirettamente. Il workshop è un momento rilevante sia per gli studenti che per le istituzioni presenti in giuria in quanto i social business plan realizzati sono riferiti a progetti reali. In Company Training Nel novembre del 2012 per la seconda volta in Università Bocconi è stato organizzato un In-Company- Training avente come tema l imprenditorialità sociale. Anche quest anno l ICT si è tenuto presso il Dynamo Camp di Limestre (Pistoia). In particolare questo ICT è stato parte integrante del programma del corso di Social Entrepreneurship. L In- Company-Training è un esperienza che consente di trascorrere un breve periodo in azienda, a contatto con i professionisti delle diverse aree funzionali, per conoscere e comprendere la realtà lavorativa. L'In-Company-Training è tradizionalmente strutturato in una parte teorica (presentazioni e testimonianze) e in una pratica (business game e lavori di gruppo). Oltre hai frequentanti del corso si aggiungono altri studenti iscritti al primo anno di laurea specialistica selezionati, tra quanti hanno fatto richiesta di partecipazione, attraverso il CV ed un colloquio motivazionale. Ciclo di incontri Lezioni Aperte sulla Social Entrepreneurship La SIF Chair ha organizzato un ciclo di incontri denominato Lezioni Aperte sulla Social Entrepreneurship, giunto alla V edizione, aperto a tutta la comunità Bocconi. In questi incontri i professionisti del settore condividono le proprie esperienze sul campo in materia di pianificazione e lancio di iniziative imprenditoriali sociali e discutono delle nuove tendenze in ambito di venture capital sociale e degli approcci manageriali alla filantropia. Block Seminar di Social Entrepreneurship Master CEMS-MIM, 3-7 settembre 2012 La SIF Chair ha organizzato per il secondo anno in Università Bocconi un Block Seminar di Social Entrepreneurship nell ambito del master CEMS-MIM. Questa rappresenta l unica iniziativa formativa realizzata a livello internazionale su questi temi per studenti graduate delle più prestigiose università. Il master CEMS-MIM infatti è un master realizzato dalla Bocconi in collaborazione con 23 università in tutto il mondo e finanziato da oltre 54 aziende leader nel loro settore. L'obiettivo del master è la formazione di manager europei capaci di comprendere e adattarsi a culture diverse, in grado di padroneggiare più lingue e di comprendere le diverse modalità operative esistenti in Europa e nel mondo. Il programma prevede, nel corso del secondo anno della laurea specialistica/magistrale, lo svolgimento di un semestre di scambio, di uno stage all'estero e di attività formative supplementari (skill seminars, seminari monografici di una settimania in Italia o all'estero, business project). Il programma è rivolto agli studenti iscritti ai bienni di Management e International Management con un voto di laurea uguale o superiore a 99/110. Gli studenti sono ammessi al programma dopo una selezione basata su requisiti di merito, competenza linguistica in almeno 2 lingue straniere e colloqui motivazionali. Le lezioni sono in inglese. Corso di Social Entrepreneurship and Innovation MAGER, giugno 2012 Nell ambito del MAGER Master in Green Management, Energy and Corporate Social Responsibility, la SIF Chair of Social Entrepreneurship ha organizzato nel 2012 per la prima volta un modulo di 32 ore su Social Entrepreneurship and Innovation. Il MAGER è un master universitario di respiro internazionale, interamente in lingua inglese, rivolto a studenti e giovani professionisti interessati a costruirsi una carriera professionale in un ambito multidisciplinare, caratterizzato da un crescente interesse da parte delle imprese e delle organizzazioni internazionali. L'Università Bocconi è stata tra le prime università a dedicare un programma specializzato alle problematiche ambientali ed energetiche. Dieci anni fa è stato avviato il Master in economia e management dell'ambiente (MEMA) e nel 2009, adeguandosi alle nuove sfide 6

7 richieste dal mercato il master ha integrato nel proprio programma i temi dell'energia e dei cambiamenti climatici (MEMAE). In questi anni si sono diplomati 320 studenti italiani e stranieri con ottimi risultati di placement. La reputazione conquistata a livello internazionale nell'insegnamento e nella ricerca così come la valenza internazionale delle tematiche trattate hanno portato all'ideazione di un nuovo percorso formativo, il MAGER, in grado di rispondere alle aspettative del mondo del lavoro e alle sfide globali del prossimo futuro. Il MaGER prevede 580 ore di insegnamento, 320 ore di stage presso organizzazioni leader nel settore dell'energia e della sostenibilità, integrato da workshop e testimonianze aziendali. Seminari: Valori Imprenditoriali e Comportamento Manageriale Nell ambito del ciclo di seminari su Valori imprenditoriali e comportamento manageriale (cod ), quattro sessioni anche nel 2012 sono state dedicate all imprenditorialità sociale, confrontando punti di vista differenti. Questi seminari sono rivolti agli studenti iscritti al primo anno di laurea specialistica con l obiettivo di indagare quali valori imprenditoriali siano funzionali allo sviluppo e successo duraturo delle aziende. In particolare, gli argomenti trattati sono indirizzati a sviscerare i seguenti temi, attraverso il confronto tra dibattito accademico e professione: - Impatto della crisi economica sull imprenditorialità sociale; - Valori imprenditoriali nelle imprese sociali internazionali e pubbliche; - Evoluzione dei valori imprenditoriali nelle iniziative innovative a sostegno dell imprenditorialità sociale; - Managerialità e innovazione nel modello di microcredito. I seminari sono organizzati con il supporto della SIF Chair e in collaborazione con il Dipartimento di Analisi Istituzionale e Management Pubblico. Progetti di ricerca La SIF Chair ha sviluppato attività di ricerca sulle seguenti aree d interesse. A. Modelli di social entrepreneurship: Processi e casi La ricerca approfondisce le peculiarità della SE, declinata in contesti specifici e con riferimento alle fasi di pianificazione e lancio di imprese sociali innovative. B. Nuovi modelli e strumenti di misurazione dell impatto sociale La ricerca si focalizza sull analisi delle esperienze più innovative nell ambito del social impact assessment alle iniziative imprenditoriali sociali. In particolare, la ricerca ha portato alla definizione di una metodologia del calcolo dello SROI, Social Return On Investment, che è stata poi applicata ad alcune esperienze di social entrepreneurship. C. Strategie collaborative nello sviluppo della social entrepreneurship La ricerca svolta in collaborazione con la Queen s School of Business ha avuto a oggetto il ruolo, le caratteristiche e i driver degli approcci collaborativi alla social entrepreneurship instaurati tra soggetti appartenenti a settori differenti ma con la medesima missione sociale (cross-sector social partnerships). Al fine di divulgare i risultati delle ricerche sviluppate, sono stati periodicamente pubblicati articoli sulla rivista Via Sarfatti 25 dell Università Bocconi e distribuita con la rivista Il Mondo. La rivista ha un elevata visibilità presso la faculty e gli studenti Bocconi e ha consentito il rafforzamento della visibilità della Chair e dei temi da essa sviluppati. La partecipazione al dibattito internazionale I lavori sviluppati nell ambito del programma di ricerca della SIF Chair sono stati presentati nell ambito delle seguenti conferenze internazionali generaliste e specialistiche: Academy of Management Annual Conference. Social Entrepreneurship Conference (New York Stern University, New York, NY). In novembre. Global Social Summit (Vienna Congress Center) in novembre. 7

8 La SIF Chair ha partecipato lo scorso anno ai seguenti Forum accademici e divulgativi e Divisioni di Ricerca accademica: Global Social Venture Competition Edizione Italiana: partecipazione nella commissione giudicatrice dei social business plan. Oikos Global Case Competition: partecipazione nella commissione giudicatrice dei casi di studio su social e sustainable social entrepreneurship. Sustainable and Social Entrepreneurship Interest Group, Academy of Management, Entrepreneurship Division. University Network, Global Academy for Social Entrepreneurship, promosso e organizzato da Ashoka e Skoll Centre for Social Entrepreneurship. Skoll World Forum on Social Entrepreneurship promosso dallo Skoll Centre for Social Entrepreneurship, Oxford, Said Business School. Strategic Management Society, interest group sulle tematiche di social e strategic entrepreneurship e sui temi della misurazione della performance sociale. 8

9 DYNAMO ACADEMY Dynamo Academy srl Impresa Sociale, controllata al 100% da Fondazione Dynamo, non ha scopo di lucro e ha la seguente missione: promuovere la cultura sulla responsabilità sociale partendo dalla concretezza dell esperienza di Dynamo Camp, attraverso lo sviluppo delle sottoindicate 3 aree di business, individuate quali macro-direttrici verso le quali sviluppare l offerta ambientale ricettiva, strumento principale di Dynamo Academy per la realizzazione dei propri scopi sociali. 1. Corporate Partnership 2. Formazione 3. Cultura e territorio Oltre ad offrire turismo sociale, Dynamo Academy si pone come obbiettivo la realizzazione di programmi di formazione sul tema della sostenibilità. Questo per associare in modo sempre più forte connotazioni di unicità allo spazio. I programmi sulla sostenibilità, possono avere diverse forme: contributi d aula, speakers, training di più giorni, etc. Dynamo Academy permette inoltre ai sostenitori di Dynamo Camp di utilizzarne gli spazi quando esso non ospita i bambini e le famiglie, per contribuire alla sostenibilità economica del Camp, partecipando alla copertura dei costi di gestione della struttura. Nei periodi dell anno durante i quali non vengono ospitati i bambini per i programmi di Terapia Ricreativa, Academy consente di mantenere vivo lo spirito del Camp, utilizzando la struttura per eventi privati e/o pubblici come business seminar, in house seminar, live workshop, congressi, turismo responsabile, manifestazioni culturali, ritrovi di associazioni non profit, escursioni scolastiche nella cornice dell Oasi affiliata WWF in cui il Camp è immerso. Dynamo si riserva la possibilità di valutare il contenuto dei programmi e di stabilirne la congruità con la propria missione e valori. La missione di Academy comprende lo sviluppo di partnership di valore con Università, Organizzazioni Internazionali, Aziende ed Enti Pubblici. Il contenuto che può essere fornito riguarda tutte le attività outdoor che lo spazio del Camp già comprende. Ad esse si aggiungono contenuti d aula - che possono essere sviluppati con gli utilizzatori della struttura sulle tematiche della sostenibilità economica, sociale e ambientale, e in generale della responsabilità sociale e programmi di community service di coinvolgimento dei dipendenti in attività di volontariato utili per Dynamo Camp. Questo è il primo passo di attuazione del modello di sostenibilità di Dynamo Camp. Lo strumento giuridico dell Impresa Sociale si sposa perfettamente con gli obiettivi del progetto complessivo e permette di aprire ancora le porte del Camp, che sempre più vuole essere risorsa per il territorio e per il paese e per il non profit. Gli utilizzatori dei servizi nell ambito del segmento Corporate Partnership sono le Aziende. Nell arco del 2012 si sono svolti 23 eventi, portando un totale di persone nella struttura di Dynamo Academy. Tra i clienti aziende più significativi, possiamo annoverare: Ikea Italia, Intesa SanPaolo, Novartis, Unicoop Firenze, Gucci, Glaxo SmithKline, Eli Lilly, GE Oil & Gas. Nel 2012 Il settore Formazione si è rivolto a Università e Scuole, private e pubbliche, con lo svolgimento di 7 eventi, per un totale di 266 partecipanti. Tra gli altri, i principali sono stati: Università Bocconi, New York University, Fondazione Il Cuore si scioglie, Unicoop Firenze. 9

10 L area Cultura e Territorio ha rivolto la sua offerta a soggetti provenienti dall area limitrofa a Limestre, organizzando 16 eventi (977 persone nel 2012) con diversi attori della società civile e istituzioni pubbliche, tra le quali: Rotary Montecatini, Comunità Montana Appennino Pistoiese, Premio Letterario Baccarini. SISTEMA DI GOVERNO Fondazione Dynamo Consiglio direttivo Vincenzo Manes Emmanuelle De Benedetti Maria Serena Porcari Riccardo Bonacina Carlo Clavarino Pasquale Di Molfetta (Linus) Mario D Urso Marco Fanfani Marcello Gallo Ruggero Magnoni Diva Moriani Roberto Orlandini Francesca Orlando Presidente Vice Presidente Consigliere Delegato Consigliere Consigliere Consigliere Consigliere Consigliere Consigliere Consigliere Consigliere Consigliere Consigliere Revisore dei Conti: Paolo Caccini (Price Waterhouse Coopers SpA). 10

11 Associazione Dynamo Camp Onlus L Assemblea degli associati L Assemblea degli associati è l organo deliberante e sovrano dell Associazione. Ne fanno parte tutti gli associati, inclusa Fondazione Dynamo. Il Consiglio direttivo Francesca Orlando Maria Serena Porcari Marcello Gallo Olivia Leto di Priolo Vincenzo Manes Diva Moriani Presidente Vice Presidente Consigliere Consigliere Consigliere Consigliere Il Collegio dei Revisori Lorenzo Galeotti Flori Antonella Andrei Gerolamo Negroni Presidente Revisore Revisore Il Medical Advisory Board Il Medical Advisory Board è presieduto dal Professor Momcilo Jankovic, responsabile del Day Hospital di Oncologia Pediatrica dell Ospedale San Gerardo di Monza. Insieme a lui fanno parte del Board un rappresentante dell ospedale Meyer di Firenze e il Presidente di AIEOP (Associazione Italiana di Oncologia Pediatrica). Il dott. Alma Lippi è il direttore medico del Camp. Il North American Committee - NAC Negli Stati Uniti, Dynamo Camp è sostenuto dal NAC-North American Committee, con attività di divulgazione e raccolta fondi in particolare presso la comunità italo-americana. Il comitato è presieduto da Mr. David D Eramo. Dynamo Academy srl Impresa Sociale La società è amministrata da un Consiglio di Amministrazione composto di cinque membri che possono essere scelti, anche tra i non soci, tra soggetti in possesso dei requisiti di onorabilità, professionalità ed indipendenza di cui all art. 19 dello statuto. I componenti il Consiglio di Amministrazione durano in carica per tre esercizi e sono rieleggibili. 11

12 COSA FACCIAMO: DYNAMO CAMP Caro ragazzo, se pensi che il Dynamo sia uno dei campi dove non ci si diverte, cambia idea e prova a staccare la spina. Dopo mesi mesi o anni di malattia divertiti perché tu hai trovato un posto dove ti sembra di essere tornato come prima per divertirti e non avere pensieri avendo la possibilità di accedere ad attività magari mai fatte. Un ragazzo ospite di Dynamo Camp MISSION Fondazione Dynamo ha fondato, nel 2006, Associazione Dynamo Camp Onlus, che persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale e opera, senza fini di lucro, nel settore dell assistenza sociale e socio-sanitaria. Associazione Dynamo Camp fa parte, dal 2007, dell associazione americana SeriousFun Children s Network, fondata da Paul Newman nel 1988 con il nome di Association of a Hole in the Wall Camps. Dynamo Camp è un Camp completamente gratuito appositamente concepito per ospitare bambini affetti da patologie gravi e croniche nel periodo di post ospedalizzazione e/o in fase di remissione dalla cura e dedicato anche ai genitori e ai fratelli/sorelle dei bambini malati. Ogni anno in Italia più di minori sono affetti da patologie gravi o croniche, come tumori e leucemie. Questi bambini sono sottoposti a terapie spesso invasive e di lunga durata, che li costringono a trascorrere molto tempo in ospedale. La condizione della malattia li porta quindi non solo ad affrontare la paura, la stanchezza e tutti gli effetti correlati alle terapie, ma spesso vincola notevolmente anche la loro socializzazione con i coetanei. Di conseguenza questi bambini rischiano fortemente di perdere la serenità, la spensieratezza e l allegria proprie della fanciullezza. Dynamo Camp rappresenta l opportunità per questi bambini di trascorrere un periodo di svago in un ambiente protetto in cui la massima sicurezza è garantita da un assistenza medica di eccellenza e dalla costante supervisione di personale qualificato. Al Camp i bambini possono sviluppare le proprie capacità sperimentando un gran numero di attività sia creative che a contatto con la natura, beneficiando dei vantaggi derivanti dal trovarsi in un Oasi affiliata WWF. Qui possono condividere momenti indimenticabili con ragazzi che hanno vissuto esperienze simili alle loro. Collaborando e divertendosi insieme traggono supporto l uno dall altro, e questo contribuisce a rafforzare la fiducia in sé stessi, necessaria anche a sostenerli dopo il rientro a casa e durante il proseguimento delle cure. Il Camp è anche in grado di offrire programmi specifici sia per genitori che per i fratellini sani, coinvolgendo tutta la famiglia. 12

13 Il LUOGO Dynamo amo questo posto perché qui è come se fossi a casa. Un bambino ospite di Dynamo Camp Dynamo Camp è situato nel cuore della Toscana, a Limestre, in provincia di Pistoia, all'interno di un oasi di protezione provinciale affiliata al WWF, l Oasi Dynamo. L area si estende su circa 900 ettari in ambiente preappenninico, nei comuni di S. Marcello Pistoiese e di Piteglio. Il territorio dell Oasi, compreso tra i 500 e i 1100 m s.l.m si presenta prevalentemente boscato anche se, alle quote più alte, si aprono ampie superfici aperte costituite in prevalenza da prati-pascolo, ma anche da radure intrasilvatiche e da arbusteti in fase di colonizzazione per abbandono delle tradizionali pratiche agricole. Rappresenta una delle poche aree appeniniche in cui sono attuate ancora forme tradizionali di gestione agro-silvo pastorale, con attività di allevamento equino e bovino e tagli forestali secondo un preciso piano di assestamento. L attività agricola, un tempo molto importante per l economica delle famiglie dei coloni residenti nelle fattorie distribuite sul territorio e per il sostentamento delle maestranze della Società Metallurgica Italiana (SMI) in periodo di guerra, a oggi è fortemente limitata dalla massiccia presenza di ungulati, in particolare cinghiali, che esercitano una forte pressione sullo strato superficiale dei suoli e quindi sulle semine, oltre che sui cotici erbosi dei prati. Il Piano di Gestione, partendo da un quadro conoscitivo di dettaglio relativo agli aspetti ambientali e naturalistici dell area, individua precise linee gestionali per l attuazione di interventi volti all uso sostenibile delle risorse e alla salvaguardia della biodiversità. L oasi, aperta da marzo agli inizi di novembre, è visitabile su prenotazione secondo un preciso calendario di visite guidate gestite da esperti naturalisti dell associazione La Buca della Luna. Nel 2011 nel territorio dell Oasi è stato portato a regime il progetto Camping Lab (www.dynamocamp.org/campinglab) per far vivere a bambini e ragazzi esperienze educative, ricreative ed emozionali, con attività e laboratori tematici nell ambito di scienze, ecologia e sostenibilità. BENEFICIARI Dynamo Camp che dire? È uno spettacolo splendido: vedere bambini e ragazzi che sai sono malati (e lo sanno anche loro), ma li vedi saltare, correre, ballare insieme senza vergognarsi, arrampicarsi, vestirsi nei modi più comici li senti urlare e cantare a squarciagola la loro gioia e voglia di vivere, di esserci, magari per la terza volta, lì perché lì sono solo ragazzi e ragazze Emanuele, volontario Dynamo Camp L esperienza di Dynamo Camp è rivolta a bambini e a ragazzi dai 6 ai 17 anni affetti da patologie gravi o croniche, in terapia attiva o conclusa da non più di sei anni. Dall anno del debutto, il 2007, Dynamo Camp ha accolto bambini affetti da patologie oncologiche ed ematologiche. Dal 2010 tra le patologie accolte sono entrate con continuità patologie neurologiche, sindromi rare e spina bifida; nel 2012 il Camp ha ospitati bambini affetti da diabete giovanile; nel futuro il Camp allargherà l offerta anche ad altre patologie. Nel 2007 e 2008 i bambini, italiani e stranieri curati in Italia, sono arrivati da tutto il territorio italiano. Dal 2009 Dynamo Camp ha avviato il programma internazionale ospitando anche bambini stranieri, provenienti direttamente dai loro Paesi, fra cui tedeschi, iracheni, giordani, siriani, bielorussi e bimbi provenienti dagli Emirati Arabi. 13

14 Dal 2008 Dynamo organizza anche programmi per le famiglie, durante i quali i bambini malati sono ospitati assieme ai loro genitori e ai fratellini sani. Durante questi programmi in particolare sono accolti bambini con patologie neurologiche, sindromi rare e spina bifida. Nel 2011 è stato avviato il programma LIT, Leaders in Training, rivolto a ragazzini che sono stati al Camp come ospiti e si preparano a diventare volontari Nel 2012 sono stati introdotte sessioni dedicate a fratelli e sorelle sani. OBIETTIVI Offrire gratuitamente a migliaia di bambini ogni anno la possibilità di essere bambini : l assistenza medica e la struttura del Camp danno la possibilità di socializzare in un ambiente protetto e l opportunità di conoscere e sperimentare importanti strumenti per affrontare meglio la propria vita, focalizzandosi su ciò che è nelle loro possibilità e non sulle privazioni causate dalla propria condizione di salute. Offrire ai ragazzi un esperienza di fanciullezza che sia il più possibile non limitata dagli effetti della malattia; normalizzare l esperienza di gestire una malattia grave o cronica nella fanciullezza; fornire un ambiente sicuro; creare una esperienza emozionale caratterizzata dallo svago, divertente, facilitante e di sfida; agevolare rapporti aperti, positivi, di aiuto e non di giudizio tra i ragazzi ospiti e tra gli ospiti e lo staff, in modo da favorire anche amicizie; rinforzare, rinnovare e aumentare la speranza. Offrire a centinaia di genitori e famiglie un sostegno psicologico e pratico nell affrontare le problematiche conseguenti alle malattie dei propri bambini e dare loro un supporto nell impegno a farli sentire vivi. SERIOUSFUN CHILDREN S NETWORK Dynamo Camp fa parte di SeriousFun Children s Network (www.seriousfunnetwork.org), network internazionale che, attraverso camps situati in tutto il mondo e programmi innovativi, ha l obiettivo di contribuire a migliorare la vita di bambini con gravi patologie e delle loro famiglie. Dal nome originario, Association of A Hole in the Wall Camps, nell aprile 2012 l organizzazione ha assunto il nuovo nome, SeriousFun Children s Network per esprimere in modo chiaro il credo del suo fondatore Paul Newman, e per far comprendere quanto lo svago sia da considerare seriamente nella vita dei bambini malati. L associazione lavora nella convinzione che i bambini gravemente malati debbano avere l opportunità di essere semplicemente bambini. Dalla fondazione del primo Camp nel 1988, più di bambini e familiari hanno partecipato a programmi di SeriousFun Children s Network, inclusi bambini da oltre 50 Paesi, supportati da volontari. Oggi il network è costituito da oltre 28 iniziative a livello mondiale, che comprendono 17 camp (9 in USA, 5 in Europa, 1 in Medio Oriente, 1 in Africa e 1 in Asia) e 11 partnership (Global Partnership Programs, 5 in Africa, 5 in Asia e 1 in Sud America), tutte volte ad andare oltre la malattia per aiutare i bambini e le loro famiglie a scoprire gioia, rinnovare la speranza e la fiducia in se stessi e nelle proprie capacità. SeriousFun Children s Network e tutti i Camp che lo costituiscono sono organizzazioni non profit che grazie alle donazioni e alla raccolta fondi offrono i propri programmi in modo completamente gratuito a bambini e famiglie. 14

15 COME LAVORIAMO...Non pensavo che il livello che avete raggiunto fosse tanto elevato. Se in Italia si riescono a mettere in piedi delle esperienze come la vostra, vuol dire che c è ancora qualche speranza per il futuro. Sono davvero felice che anche mio figlio undicenne abbia molto apprezzato questa esperienza... Claudio, ospite Open Day LA TERAPIA RICREATIVA Questa è stata probabilmente fra le esperienze più intense e significative che abbia vissuto, soprattutto per l'opportunità di crescita che lo star lì mi ha offerto. Sfida - collaborazione - successo - riflessione - scoperta (e divertimento!): chi l'ha detto che la terapia ricreativa è solo per i bambini? Io mi porto a casa il sentimento che Dynamo è davvero un posto speciale, dove chi va per dare, riceve forse persino di più di quello che dona! Ilaria, volontaria Dynamo Camp La Terapia Ricreativa è la base scientifica che ispira l attività del Camp. Terapia Ricreativa significa partecipazione a un'avventura, condivisione di esperienze indimenticabili con coetanei e riscoperta delle proprie capacità. L'esperienza si concentra sulla scoperta di nuove potenzialità e su nuove possibilità di apprendimento in varie forme. In questo modo i benefici tendono ad essere di lungo termine, spesso permanenti, e si verificano cambiamenti positivi nella capacità dei bambini di confrontarsi con la loro malattia. Ogni attività a Dynamo Camp può essere interpretata come una sfida personale, costruttiva e senza elementi di competizione. I ragazzi hanno la scelta del ritmo a cui procedere ed il limite fino a cui spingersi, ad esempio se se la sentono di recitare sul palcoscenico o se preferiscono solo aiutare dietro le quinte. Ogni obiettivo viene raggiunto con il loro impegno individuale e con la collaborazione del gruppo: i ragazzi si incoraggiano a vicenda, lavorano in squadra e grazie al loro entusiasmo e alla supervisione di personale appositamente qualificato, raggiungono il successo. Subito dopo l attività, in una discussione di gruppo, oppure in modo più privato, scrivendo i loro pensieri in un diario, i ragazzi hanno la possibilità di fare una riflessione sugli obiettivi che hanno raggiunto, del modo in cui ci sono riusciti e sul significato del loro successo. Questo processo a vari livelli porta i ragazzi alla scoperta di poter riuscire anche in cose di cui non si ritenevano capaci e quindi al consolidamento della fiducia in loro stessi che li aiuterà nelle successive sfide che si troveranno ad affrontare. Naturalmente l esperienza a Dynamo Camp è soprattutto divertimento. Ogni aspetto del programma è reso emozionante e coinvolgente perché con attività divertenti i ragazzi sono più invogliati a provare nuove sfide, a raggiungere il successo, a riflettere su quello che hanno raggiunto e a scoprire le loro potenzialità. Nel programma del Camp l aspetto della socializzazione è fondamentale. Trovandosi, al di fuori da un ambiente ospedaliero, a stretto contatto con bambini che hanno le stesse problematiche, i ragazzi legano molto facilmente tra loro condividendo coraggio e prospettive con chi è davvero in grado di capire come si sentono. Inoltre, hanno la preziosa opportunità di conoscere tanti bambini e ragazzi provenienti da altre città e da esperienze diverse. 15

16 Sicurezza I ragazzi sono seguiti, durante tutto il loro soggiorno, da personale qualificato e volontari; Dynamo Camp si occupa direttamente del training di preparazione e aggiornamento di tutti coloro che affiancano i bambini in sessione. Al Camp il rapporto è di un membro del personale ogni due ragazzi al fine di garantire una supervisione costante e personalizzata. La supervisione medica è garantita dalla presenza stabile, 24 ore su 24, di medici ed infermieri specializzati in oncoematologia pediatrica, che gestiscono le procedure di routine in un'infermeria completamente attrezzata. La vicinanza dell'ospedale locale di San Marcello Pistoiese e di un ospedale di eccellenza come il Meyer di Firenze assicura la completezza dell'assistenza medica. La filosofia di Dynamo Camp è comunque, quella di avere la necessaria componente medica sempre presente e pronta a intervenire, ma nascosta e discreta al fine di permettere ai ragazzi di vivere una speciale esperienza di campo estivo in totale sicurezza e serenità senza l'idea di essere in una struttura medica. A questo scopo anche l infermeria, come il resto del Camp, è un ambiente colorato e allegro. LE ATTIVITA DI DYNAMO CAMP Bella. Ho pensato a questa parola da quando sono tornato dalla piscina Era molto tempo che non mi rifacevo un bagno da quando mi sono ammalato Un ospite di Dynamo Camp Il fulcro del programma di Dynamo Camp è costituito da un ampia offerta di attività creative, espressive, divertenti ed emozionanti, raggruppate in due macro aree: Sport e Attività Outdoor, e Attività espressive e Indoor. A queste si aggiungono i progetti speciali Oasi Dynamo; Art Factory; Radio Dynamo. Sport e attività outdoor Percorsi avventura e arrampicata Prima di iniziare l attività, il gruppo riflette sulle differenti zone di comfort e zone di panico di ciascuno. Questo aiuta i bambini e i ragazzi a capire che per qualcuno che ha molta paura dell altezza salire pochi gradini di una scala è realmente una grande sfida, mentre per qualcun altro la stessa sfida è arrampicarsi fino alla cima della struttura, ma per entrambi la sfida individuale ha lo stesso valore. La sfida dell arrampicata, per i ragazzi inizia formando un cerchio nei pressi della struttura, osservando quest ultima a distanza e iniziando a prenderci confidenza. Il responsabile di attività distribuisce ad ognuno un nastrino, con il quale i campers, una volta scritto sopra il nome, indicheranno il proprio stato d animo prima di affrontare la sfida, posizionandolo in una precisa posizione rispetto al cerchio. Al centro sta il 16

17 coraggio e la forza, alle estremità ci sta il timore e la diffidenza nei confronti della sfida. Il responsabile di attività allora insiste sull importanza del gruppo nell affrontare l arrampicata e va a mostrare, avvicinandosi alla struttura, quelle che sono le modalità e le diverse sfide che i campers possono scegliere di affrontare. Alla fine dell attività i ragazzi si raccolgono nuovamente in cerchio, dove tutto è iniziato, e si riflette tutti assieme sul successo raggiunto e sulla differenza di obbiettivi iniziali. Terapia Ricreativa in acqua La piscina e il nuoto sono tra le attività principali della terapia ricreativa dall estate Alcuni dei bambini ospitati non sono mai stati a contatto con l acqua, perché le strutture in genere non sono accessibili, gli ambienti non adatti a problemi motori o non sufficientemente riscaldati. Il centro di Terapia Ricreativa di Dynamo Camp ha invece tutte le caratteristiche tecniche necessarie, dalle vasche adeguatamente riscaldate agli scivoli di accesso, per permettere, anche ai bambini con patologie come l anemia falciforme, per i quali l acqua fredda può scatenare crisi devastanti, di nuotare in assoluta sicurezza. Tiro con l arco I bambini e i ragazzi possono raggiungere il successo individuale in vari modi: imparando a reggere l arco o a prendere la mira, a scoccare le frecce o a colpire palloncini e altri bersagli. Il supporto e l incoraggiamento di tutto il gruppo rendono l attività avvincente e ricca di divertimento, avventura e successo. Dynamo dogs I campers possono interagire con quattro cuccioli di golden retriver, addestrati per giocare con loro da un professionista, sempre presente durante l attività. Attraverso il rapporto con i cani, bambini e ragazzi possono mostrare le loro attitudini e i loro limiti che difficilmente esprimono a parole. Equitazione/ Mini Fattoria Spesso i bambini non hanno l opportunità di avere un contatto diretto con gli animali della fattoria, perché la malattia li costringe a rimanere per periodi di tempo prolungati in ospedale, perché abitano in grandi città. L attività si svolge in una piccola fattoria accogliente e colorata con la possibilità di poter cavalcare sia al coperto che all aperto. Nelle stalle oltre ai cavalli ci sono altre varietà di animali, come conigli, asini, caprette, con i quali i campers entrano a contatti tramite attività di avvicinamento, prendendosi cura di loro. Attività espressive e indoor Teatro L attività di teatro è molto speciale per la maggior parte dei bambini e dei ragazzi. Poter utilizzare un intero teatro, salire su un vero palcoscenico e utilizzare una sala costumi piena di accessori rappresenta un esperienza nuova ed elettrizzante per la maggior parte di essi. Il teatro offre un atmosfera emozionante e permette a tutti di diventare per una sera attori, cantanti, ballerini, registi o scenografi a seconda delle loro inclinazioni. Insieme all attività teatrale, la musica e la danza hanno grande rilievo, come attività espressive che consentono di superare barriere culturali e fisiche, permettendo ai bambini di scoprire le proprie abilità e la passione per mezzi espressivi prima ignorati. Per i più piccoli, nel 2011 è stata introdotta l attività con i burattini e nel 2012 un cantastorie è stato presente al Camp con narrazioni e racconti. Burattini È un attività proposta quasi esclusivamente ai bambini tra i 6 e i 12 anni, che permette di esprimersi sia nell ideazione e costruzione di un proprio personaggio, che nella messa in scena di piccoli sketch, in cui il personaggio prende vita. Ai bambini viene proposta una grande quantità di materiali da usare per inventare e decorare il burattino con fantasia. Durante la rappresentazione il burattino parla in vece del bambino, che si sente libero di esprimersi senza remore. 17

18 Circo e clownerie Inaugurata nell estate 2010, la scuola è tenuta da artisti circensi e insegnanti di teatro e laboratori circensi ed è basata su percorsi di giocoleria, mimo e clownerie. Bambini e ragazzi si divertono a lavorare su loro stessi in modo espressivo ed intimistico, alternando momenti in cui si cimentano in un esercizio con piatti e palline a momenti in cui soli davanti ad un pubblico di 80 persone indossano il naso tragicomico del Clown. L attività, che diverte ed emoziona, è declinata in modi diversi a seconda dell età degli utenti: - ai bimbi piccoli si propongono molti giochi durante un unico incontro, come truccarsi la faccia, lanciarsi palline o cerchi, fare bolle di sapone, tenere in equilibrio un piuma di pavone. - per gli adolescenti si tratta di un percorso di più incontri che ha l obiettivo di creare uno spettacolo da mettere in scena a fine sessione. Durante tre incontri i ragazzi scelgono una figura circense a loro affine (acrobata, giocoliere, clown, prestigiatore, presentatore ), per poi svilupparla e farne mostra agli altri. - con i genitori il percorso è più profondo e si avvale della clown terapia con l obiettivo di risvegliare il clown che c è in loro, ridicolizzando le proprie difficoltà e paure. Studios L attività di produzione video e fotografia offre ai bambini e ai ragazzi la possibilità di esprimere la loro creatività attraverso strumenti multimediali: guidati dallo staff, i bambini scattano fotografie e girano brevi video. Gli Studios, sono condotti da staff con competenze specifiche e vedono la partecipazione di professionisti, quali registi, operatori ed autori. Nell estate 2012 in particolare sono stati realizzati Tele- Giornali Dynamo e video musicali tra i quali un lip dub. Musica La stanza della musica al Camp, è un posto dove i bambini e i ragazzi hanno la possibilità, attraverso l esplorazione musicale del suono e del ritmo, di superare le barriere culturali e fisiche e di scoprire le proprie abilità o la passione per strumenti prima sconosciuti. L utilizzare vari strumenti rende questa attività molto divertente. Danza Gli adolescenti possono far parte di un gruppo di danza hip hop, stile che si avvicina molto ai loro gusti. I ragazzi partecipano entusiasti. Per molti di loro misurarsi in attività fisiche come la danza è una grossa sfida. Diario di casetta La giornata tipo a Dynamo Camp prevede due momenti di riposo tra le attività sportive e ricreative. Dopo pranzo e la sera dopo l animazione in teatro, i bambini e i ragazzi ritornano nelle casette e possono scegliere se dormire o svolgere attività più rilassanti come leggere, scrivere o giocare con giochi da tavolo, socializzando tra loro. E in questi momenti che i ragazzi scrivono e disegnano le loro emozioni sulla giornata vissuta, sugli incontri al Camp o sui loro sogni fuori e futuri. Dal 2010 queste testimonianze vengono raccolte in un vero e proprio progetto editoriale finalizzato a valorizzarne i contenuti e a condividerli per far conoscere il Camp e le sue storie. Al termine dell estate di Dynamo, il Diario di Campo diventa così un libro di testimonianze dirette da portarsi a casa, da leggere, sfogliare e divulgare. PROGETTI SPECIALI DI DYNAMO CAMP Alcuni progetti sviluppati nel Camp vengono esportati, per raggiungere un numero di bambini e interlocutori ancora più vasto: in particolare si tratta di OASI DYNAMO, ART FACTORY e RADIO DYNAMO. 18

19 Oasi Dynamo Dynamo Camp si trova all interno di una tenuta naturale affiliata al WWF: un area naturale di oltre 900 ettari, gestita secondo criteri di sostenibilità. L Oasi, attrezzata con una serie di percorsi escursionistici e didattici completamente accessibili, presenta un elevata biodiversità con numerose specie floristico-vegetazionali e faunistiche. Nell Oasi si possono vedere lupi, caprioli, mufloni, cervi, daini, cinghiali, istrici, volpi, faine, ma anche rapaci diurni quali l astore, la poiana, il falco e la magnifica aquila reale. Nel giugno 2011 Dynamo Camp ha inaugurato a metri di altezza, proprio nel cuore di Oasi Dynamo, il Camping Lab, un campo tendato attrezzato e con le strutture mediche adeguate per consentire ai bambini ospiti di svolgere attività di Terapia Ricreativa e pernottare in sicurezza, in un territorio dalla natura ricca e incontaminata, rendendo così possibile di far vivere la natura in modo profondo a bambini e ragazzi che normalmente passano molto tempo nelle corsie degli ospedali. Il campeggio è stato ampliato nel 2012 ed è stato inoltre realizzato un centro visite polifunzionale, che sarà utilizzato come punto di appoggio per ricercatori ed escursionisti che verranno a vivere le bellezze di Oasi Dynamo. Dynamo Art Factory A Dynamo ho fatto un viaggi splendido e irripetibile. Non posso che consigliare a tutti gli artisti di farsi questo dono, che è per la vita Un artista Nata nel 2009, Dynamo Art Factory è una delle attività che i bambini sperimentano al Camp dove, trascorrendo allegri pomeriggi a creare, disegnare, tagliare, incollare, modellare e colorare, i ragazzi imparano a creare vere e proprie opere d arte con la collaborazione di artisti affermati, divertendosi. Il progetto Art Factory ha l obiettivo di portare il mondo dell arte all interno di Dynamo Camp e promuovere attività che possono contribuire alla raccolta fondi attraverso l arte. Le opere del progetto Art Factory sono esposte nell Art Gallery, uno spazio di fascino presso il Camp. Art Factory è quindi anche un modo per chi ama l arte di sostenere un progetto unico a beneficio di bambini gravemente malati. Le opere rispecchiano i canoni creativi degli artisti, reinterpretati e sviluppati insieme ai bambini; ogni opera costituisce un unicum, possiede la spontaneità dei bambini e la passione e l esperienza dell artista. In un incontro fra artisti e ragazzi, i primi regalano il loro tempo e il loro genio, i secondi hanno l opportunità di liberare la propria espressività e rielaborare la propria personale esperienza nel rapporto con l immagine, il colore, la materia. In questo contesto di grande allegria e gioco gli artisti mettono a disposizione il loro estro concentrandosi su un progetto che coinvolge i giovani ospiti o lanci una sfida creativa che viene raccolta da ognuno in maniera personale. Dal luglio 2012 Art Factory è anche galleria virtuale all indirizzo Ad oggi hanno partecipato al progetto gli artisti: 2009: Marco Fantini, Luca Pignatelli, Alessandro Reggioli, Remo Salvadori, Giovanni Surace e Lia Pantani, Massimo Vitali e Domingo Milella 2010: Massimo Barzagli, Valerio Berruti, Davide Bramante, Gianni Moretti, Lucio Perone, Antonio Riello, Pietro Ruffo, Maurizio Savini 2011: Francesco Carone, Chris Gilmour, Edith Kia, Andrea Mastrovito, Franco Menicagli, Liliana Moro e Sara Rossi. 19

20 2012: J&PEG, Giulio Cassanelli, Roberto Codazabetta, Matteo Negri, Paolo Troilo, Ozmo, Pietro D Angelo, Giuseppe Veneziano, Riccardo Gusmaroli Radio Dynamo Nata come attività all interno di Dynamo Camp, dal giugno 2010 è un progetto più ampio: Radio Dynamo è oggi una web radio, che si ascolta via web all indirizzo attiva 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Si avvale della collaborazione di Radio DeeJay, per la direzione artistica e la programmazione musicale, e di Telecom Italia, per le soluzioni tecnologiche che rendono possibile la diffusione sul web e il collegamento di tutti gli ospedali pediatrici coinvolti. Radio Dynamo realizza programmi di Terapia Ricreativa negli ospedali pediatrici, day hospital e case famiglia coinvolgendo bambini e ragazzi malati nella creazione di programmi radio, con l aiuto di volontari provenienti dalle associazioni, volontari Dynamo Camp e speaker professionisti. L obiettivo del progetto è consolidare l Outreach program di Dynamo Camp: portare i programmi di Dynamo Camp anche fuori dal Camp, coinvolgere i bambini che non possono essere fisicamente nella struttura e i bambini che sono già stati ospiti di Dynamo, nei periodi in cui sono a casa o in ospedale. Offrendo loro i vantaggi della Terapia Ricreativa, Radio Dynamo li fa divertire nella fase di produzione dei contenuti e nella fase di ascolto negli ospedali, nelle case famiglia che li ospitano e naturalmente a casa tramite il web. La radio è quindi pensata come spazio dedicato ai giovani ascoltatori che possono sentirsi parte di un progetto costruito per loro; è intrattenimento e terapia, basata sul potere della parola e della musica come espressione e condivisione. La scelta musicale è divertente e giovanile. Il palinsesto è costituito da musica e programmi; alcuni di questi registrati e prodotti coi bambini durante i momenti di attività negli ospedali o al Camp, altri prodotti interamente dallo staff Radio Dynamo per gli ascoltatori. Nell anno 2012 Radio Dynamo fatto laboratori con circa bambini in tutta Italia, portando il messaggio e l attività di Dynamo anche fuori dal Camp. Tali bambini hanno partecipato a laboratori-radio, vivendo così una parte del Camp. Oltre adulti incontrati hanno potuto conoscere per la prima volta o rincontrare Dynamo attraverso i laboratori e gli eventi radio. Fra gli adulti si considerano: staff medico incontrato durante le attività negli ospedali, genitori, semplici curiosi che magari successivamente si sono interessati della realtà di Dynamo contribuendo al progetto, artisti che hanno partecipato alle attività del Camp o della Radio. Si sono registrati oltre contatti web al sito e al social Network. Questo tipo di pubblico attraverso Facebook si tiene costantemente in contatto con il programma Radio e i suoi spostamenti: conosce le nuove attività in giro per l Italia, partecipa a parte di esse, in generale vive parallelamente, ma non meno intensamente, il programma di outreach della radio. E spesso divulgatore di contenuti e ci permette di allargare il giro di contatti con molta velocità. Gli ospedali pediatrici e le associazioni/case famiglia coinvolti nel 2012 sono stati: Policlinico GB Rossi Verona; Ospedale Brozu Cagliari; Ospedale Burlo Garofalo Trieste; Ospedale Regina Margherita Torino; Ospedale Civico Palermo; Ospedale Sant Orsola Bologna; Ospedale Bambin Gesù- Roma; Ospedali Pausillipon e Santobono Napoli; Ospedale Meyer Firenze; Ospedali Pini, Buzzi, Humanitas, Clinica De Marchi Milano; Ospedale S. Gerardo Monza; Casa Amica, Fondazione Ariel Milano; ABC Burlo Trieste. Le strutture non ospedaliere che Radio Dynamo ha visitato e gli eventi cui ha partecipato sono stati, nel 2012: Fiera Pitti Bimbo - Firenze; Sanremo; Incontri e laboratori presso gli oratori milanesi; Laboratori con le scuole di Milano per il progetto Civis promosso da Fondazione Cariplo. Molti sono stati gli ospiti che Radio Dynamo ha incontrato nel 2012, tra i più noti vi sono: Pierdavide Carone (programma tv Amici ); Annalisa (programma tv Amici ); El Shaarawy (Milan); Carloalberto (programma 20

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Relatore: Prof.ssa Chiara Frassineti, genitore e insegnante Il rapporto tra genitori e ragazzo (studente)

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012 ATTIVITA 2012 L ORMA Educazione e Promozione Sociale Presentazione servizi e attività Anno 2012 L Orma è una realtà che opera da più di 10 anni nel settore dell Educazione e della Promozione Sociale. Tutte

Dettagli

Guida 2014 Attività & Progetti

Guida 2014 Attività & Progetti Guida 2014 Attività & Progetti Sommario pag. Premessa... 4 Obiettivo di questa GUIDA... 4 Lista Progetti... 4 Referenti Progetti... 5 I. Progetto UN FIOCCO IN AZIENDA... 6 Benefici del Programma II. Progetto

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12 Un Mondo Di Feste Proposta di progetto e preventivo economico a cura dell Area Intercultura della Cooperativa Sociale Apriti Sesamo. 1

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

SPC Scuola di Process Counseling

SPC Scuola di Process Counseling SPC Scuola di Process Counseling In uno scenario professionale e sociale in cui la relazione è il vero bisogno di individui e organizzazioni, SPC propone un modello scientifico che unisce l attenzione

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

GUIDARE GLI ALTRI VITA I LEO CLUB

GUIDARE GLI ALTRI VITA I LEO CLUB GUIDARE GLI ALTRI PER LA VITA I LEO CLUB PREPARANO I GIOVANI AD UNA VITA DA LEADER FATE LA DIFFERENZA... CAMBIATE IL MONDO... SPONSORIZZATE UN LEO CLUB Quando si crea un Leo club locale, i giovani della

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

www.noinoncilasceremomai.it

www.noinoncilasceremomai.it www.noinoncilasceremomai.it Chi siamo: la storia Il progetto trae ispirazione dalla vita di Vigor Bovolenta e sua moglie Federica Lisi che hanno, con il loro amore, sfidato il destino e la vita stessa.

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Process Counseling Master Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Il percorso Una delle applicazioni più diffuse del Process Counseling riguarda lo sviluppo delle potenzialità

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Guida ai Circoli professionali del Rotary

Guida ai Circoli professionali del Rotary Guida ai Circoli professionali del Rotary Rotary International Rotary Service Department One Rotary Center 1560 Sherman Avenue Evanston, IL 60201-3698 USA www.rotary.org/it 729-IT (412) Introduzione ai

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio GENER-AZIONI PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio Con il sostegno di Circuito Regionale Danza in Sardegna, Associazione Enti Locali

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore VOI esprime sia una dedica ai nostri graditissimi ospiti, destinatari delle nostre attenzioni quotidiane, sia l acronimo di VERA OSPITALITÀ ITALIANA,

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli