14 IN-HOUSE COUNSELS BREAKFAST SENEGA L L UNEDÌ, 24 GIUGNO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "14 IN-HOUSE COUNSELS BREAKFAST SENEGA L L UNEDÌ, 24 GIUGNO"

Transcript

1 14 IN-HOUSE COUNSELS BREAKFAST SENEGA L L UNEDÌ, 24 GIUGNO 2014

2 PROGRAMMA Gianmatteo NUNZIANTE Partner, NUNZIANTE MAGRONE, Roma - Benvenuto e apertura dei lavori Seynabou BADIANE SE Madame l Ambassadeur du Sènégal - Presentazione generale sul Senegal Moustapha DIAKATE Consigliere del Primo Ministro del Sénégal - La recente legge sul partnerariato pubblico-privato Felice BARLASSINA Presidente, CAMERA DI COMMERCIO ITALO-SENEGALESE E DELL AFRICA OCCIDENTALE, Dakar - Milano - Prospettive di investimento nel mercato senegalese Christian FAYE Partner, CABINET D'AVOCATS ME CHRISTIAN E. FAYE, Dakar - Introduzione al diritto societario e al diritto del lavoro senegalesi / Il sistema fiscale senegalese Loukoumou WAIDI Direttore Generale, ORABANK SENEGAL, Dakar - Il sistema bancario in Senegal ed in Africa occidentale Domenico PIGATO Amministratore Delegato, VIBETON SPA, XEWELL SENEGAL CARRIERES SA, Dakar Il mercato minerario in Senegal, prospettive, e opportunità Ibrahima DIAW Direttore Generale, HARMONY GROUP SUARL, DAKAR Cave e miniere in Sénégal Aldo FASAN Presidente, WIND SOLAR ITALIA SPA, WIND SOLAR SENEGAL, Dakar - Il mercato del Fotovoltaico, l esperienza italiana in Senegal Aramine MBACKE Direttore Generale, DANGOTE INDUSTRIES SA, Dakar - Il Mercato senegalese ed i grandi gruppi internazionali. Daniela MONACO Responsabile Funzione Legale Investimenti extra UE, SIMEST, Roma - La SIMEST e la sua presenza in Senegal. Riccardo GIANI Responsabile Relazioni Istituzionali, e Fund Raising, BAMBINI CARDIOPATICI NEL MONDO - A.I.C.I. ONLUS - Sustainable development projects: a model for corporate social responsibility in the area.

3 Gianmatteo NUNZIANTE - Partner, NUNZIANTE MAGRONE, Roma Benvenuto e apertura dei lavori

4 Seynabou BADIANE - SE Madame l Ambassadeur du Sènégal Presentazione generale sul Senegal

5 Moustapha DIAKATE - Consigliere del Primo Ministro del Sénégal La recente legge sul partnerariato pubblico-privato

6 Felice BARLASSINA - Presidente, CAMERA DI COMMERCIO ITALO-SENEGALESE E DELL AFRICA OCCIDENTALE, Dakar - Milano Prospettive di investimento nel mercato senegalese

7 Il mercato senegalese prospettive e opportunità «Il mercato definisce i fenomeni economici che risultano dai comportamenti di attori che agiscono in funzione dei segnali e delle informazioni veicolati da prezzi formati senza interferenza politiche, religiose o di altre natura» Steiner, P., (1999). L approccio ad un mercato nuovo comporta una preventiva conoscenza e la creazione di un corredo di informazioni che possano guidare l operatore economico in un ambito del tutto o quasi nuovo.

8 Il corredo informativo Rifle&endo sulla presentazione in un primo tempo mi sono posto il problema di presentare un marcato come quello senegalese comunicando da7 quali la crescita economica, il tasso di inflazione, la bilancia dei pagamen7, il reddito pro- capite o altre variabili macroeconomiche che delineano le potenzialità e l interesse da parte degli operatori economici per il mercato stesso

9 Il corredo informativo Tu? da7, ques7, di notevole interesse ma facilmente recuperabili grazi ad un sistema globalizzato come è, oramai, quello mondiale. Operando da tempo accanto agli imprenditori italiani, essendone, in qualche modo ed immeritatamente, il rappresentante in un Paese di nuova economia, mi sono abbigliato, in via del tu&o immaginaria, con i panni di un imprenditore che si avvia ad esaminare un nuovo mercato con l intenzione di condurvi nuovi affari.

10 Il corredo informativo Allora, nelle ves7 dell ipote7co commendatore «Fracanzani», della mia Brianza o di altre regioni dell Italia, la cui prospe?va pra7ca e concreta prevale sempre su quella esclusivamente teorica, mi sono posto la seguente ques7one: che domande mi pongo e che risposte ricerco prima di dare avvio ad un possibile inves7mento o ad una concreta operazione nel mercato Senegalese?

11 Il corredo informativo Le domande sono certamente molte e ad esse seguono un numero quan7ta7vamente e qualita7vamente variabile ed elevato. Ma alcune cos7tuiscono un nocciolo duro del tu&o imprescindibile. 1 ) esiste un mercato per il mio prodo0o o per quello che intendo realizzare o commercializzare sul territorio ed eventualmente nelle aree limitrofe?

12 Mercato del prodotto, In Senegal e nelle aree limitrofe Il mercato senegalese è par7colarmente rice?vo verso i prodo? italiani. A ) La popolazione ha, direi ancora, un alta considerazione del made in Italy, considerazione veicolata, oltre che da parametri generalizza7, anche e sopra&u&o dalla diaspora senegalese che trasme&e un messaggio importante alla popolazione locale. B) il Senegal presenta una percentuale di prodo? importa7 tra il 70 % e l 80% ;

13 Mercato del prodotto, In Senegal e nelle aree limitrofe C) Il Senegal, pur avendo promosso poli7che industriali importan7 nel corso degli ul7mi anni, non possiede ancora un apparato produ?vo e stru&ure industriali in grado di coprire la domanda presente nel paese. D) Pur in presenza di una capacità di acquisto limitata e riservata ad una nicchia di popolazione ancora, purtroppo, rido&a, Il Senegal e le aree degli sta7 limitrofi offrono un mercato potenziale di circa 60 milioni di abitan7.

14 Mercato del prodotto, In Senegal e nelle aree limitrofe E) i beni commercializza7 o prodo? in Senegal possono essere esporta7 negli Sta7 confinan7 senza dover sopportare dazi doganali ulteriori Esiste infa? comunità doganale sostenuta e promulgata dalla C E D E A O (Communauté Economique des Etat de l Afrique de l Ouest ) comprendente : Benin, Burkina Faso, Capo Verde, Gambia, Ghana, Guinea, Guinea Bissau, Liberia, Mali, Mauritania, Niger, Nigeria, Senegal, Sierra Leone Togo). Di fa&o quello che si esporta dal Senegal verso gli altri Sta7 aderen7 alla CEDEAO non è, quasi, so&oposto ad imposte e diri? doganali).

15 Mercato del prodotto, In Senegal e nelle aree limitrofe F) il bene esportato deve, comunque, certo in relazione alle diverse categorie di prodo&o, presentare un rapporto qualità prezzo par7colarmente interessante. È ancora «il prezzo», in mol7 casi, a determinare il successo della vendita del bene prodo&o in Italia. G) si deve comunque tenere conto, nel calcolare il prezzo al consumo di due fa&ori determinan7: il costo del trasporto e quello delle imposte e tasse di dogana. Normalmente, ed in via essenzialmente pra7ca per avere un guadagno sul singolo prodo&o venduto occorre poterlo commercializzare al triplo del prezzo di acquisto o di produzione in Italia. Tale valore finale deve, ovviamente, essere comparato con i prodo? similari già presen7 sul mercato senegalese (sempre in relazione alla specificità del bene commercializzato). H) occorre considerare che l incidenza dei diri?, tasse ed imposte di dogana è in media tra il 38% ed il 58%.

16 Produrre in Senegal Nel momento in cui le riflessioni del commendatore «Fracanzani» si rivolgono alla possibile produzione ecco che le domande aumentano ed il nostro ipote7co imprenditore si domanda, ancora: 2) Ritrovo le materie prime che mi servono alla produzione? Il Senegal non ha molte materie prime, ma alcune si ritrovano, vi è presenza di fosfa7, oro, materiale estra?vo quale, calcare ghiaia, basalto, marmo, ferro: recentemente alcune zone minerarie sono state sviluppate e sono in corso di sfru&amento al confine tra con il Mali e la Guinea Conakry.

17 Produrre in Senegal Vi sono tre cemen7fici sul territorio nazionale; Qualche azienda che lavora il ferro, produzione di polis7roli e di plas7che Le materie prime di produzione industriale hanno però al7 cos7 di acquisto. E non sempre ne è garan7ta la quan7tà con una produzione costante.

18 Produrre in Senegal 3) Quanto costa la mano d opera Uno degli innegabili vantaggi è il costo del personale rispe&o all Europa. Il costo medio di un operaio generico è di 120 euro anno al quale va aggiunto circa un 25 % di contribuzione sociale, un dirigen7 apicale, per contro può arrivare a percepire anche una remunerazione di circa 6, 7 mila euro a seconda della competenza e della esperienza maturata (il minimo contra&uale per un dire&ore generale giovane e con poca esperienza è di euro mensili Esistono contra? colle?vi nazionali che regolano le posizioni dei dipenden7 con indicazione di differen7 mansioni e qualifiche. Esistono tre 7pi di contrato di lavoro: A tempo determinato che può arrivare fino a due anni rinnovabile per una sola volta A tempo indeterminato. Giornalieri che sono però, regola7 in modo assai preciso e de&agliato.

19 Produrre in Senegal Il processo di licenziamento non è par7colarmente difficoltoso ed oneroso, ma è regolato nel de&aglio. Esiste una rappresentanza sindacale e superato i dieci dipenden7 è obbligatoria la presenza della rappresentanza sindacale interna: 4) Dove costruisco la mia fabbrica? So&o il profilo logis7co Vi sono alcune zone di possibile industrializzazione. La ci&à di Dakar è ora completamente inflazionata e difficilmente si reperiscono terreni per poter impiantare unità produ?ve. Occorre uscire dalla ci&à e individuare terreni liberi e disponibili tra Dakar e Thies (seconda ci&à del Senegal).

20 Produrre in Senegal Esiste anche una zona Franca ad una ven7na di kilometri dalla capitale che, tu&avia, sembra dovrà essere dismessa tra qua&ro anni. Per quanto riguarda i terreni agricoli le zone più fer7li si trovano al nord nella Regione di Saint Louis e a sud in Casamance (regioni bagnate da due fiumi di modesta portata). Occorre, però, segnalare che in altre zone dell interno del Senegal la falda acquifera non è par7colarmente profonda (tra gli 80 e 100 mt ) e con una modesta spesa è possibile realizzare pozzi per l approvvigionamento costante di acqua nella stagione secca (da o&obre a giugno). La nostra camera di commercio ha s7pulato una convenzione con la camera di commercio di Thies in favore di possibili nuove istallazioni di unità produ?ve italiane nella regione, che si estende fino al mare, coprendo una zona ad alto interesse turis7co (M Bour, Saly e la Pe7te Cote).

21 Produrre in Senegal Il diri&o fondiario senegalese ha delle sue peculiarità che debbono essere considerate: in generale I terreni sono per la stragrande maggioranza di proprietà del demanio statale o mari?mo ed in uso alla comunità rurale che ha la facoltà di assegnarli in uso a terzi Il diri&o di uso si concre7zza in un contra&o di affi&o fino a 99 anni (bail ) Il bail può essere trasformato in 7tolo fondiario quindi in piena proprietà

22 Produrre in Senegal 5) logis7ca e traspor7 Nuovo aeroporto Nuova autostrada Porto più importante dell africa occidentale Previsione di nuovo porto a Kaolack

23 Produrre in Senegal 6 )La Pubblica amministrazione Funziona assai bene con le sue specificità Le imposte e tasse sono ad una percentuale interessante del 25 % circa sugli u7li societari La corrispondente iva è al 18% Il sistema giudiziario fornisce valide garanzie e spesso le decisioni sono rese con una velocità maggiore di quanto siamo abitua7 in Italia Le procedure di recupero credito sono mediamente veloci anche se la solvibilità dei creditori spesso crea difficoltà eviden7.

24 Produrre in Senegal 7) posso esportare il mio prodo&o? Presenza del Porto e la ges7one delle merci è efficace ed efficiente Specie nel se&ore i?co vi sono o?me comunicazioni via cargo da Senegal ad Europa e resto del mondo Vi sono compagnie navali internazionali tra cui MSC, Messina e Grimaldi contra&e se?manali da e per Dakar Esistono una società di corrispondenza di spedizionieri italiani a Dakar, SETOA

25 Produrre in Senegal 8) esistono sgravi fiscali? Il codice degli inves7men7 prevede meccanismi di sospensione di Tasse ed imposte per periodo più o meno lunghi a seconda della dimensione degli inves7men7 Esistono meccanismi di sospensione del pagamento delle tasse doganali e di importazione su materiale des7nato alla produzione. l agenzia Apix per la promozione degli inves7men7 si occupa di concedere, pervia verifica del piano di inves7mento, le autorizzazioni alle diverse forme di esenzione.

26 Produrre in Senegal 9) il sistema bancario è efficace? Esistono numerosi is7tu7 di credito in Senegal sia pre&amente africani che anche a partecipazione europea Preferiamo lavorare con nuovi is7tu7 di credito come Orabank sa (gabonese statunitense)

27 Produrre in Senegal 10 )Esistono forme di finanziamento o sovvenzione? La cooperazione italiana ha lanciato il programma PLASEPRI per favorire la creazione di joint venture italo senegalesi con forme di finanziamento agevolato fino a euro Esistono sovvenzioni da parte della cooperazione olandese per grossi proge? con sovvenzione a fondo perduto fino al 50% dei cos7 di inves7mento del proge&o

28 Gli a&ori economici sono dei sogge? che interpretano la situazioni in cui operano e perseguano il loro interesse secondo norme di condo&a influenzate dal contesto sociale in cui agiscono. (Smith).

29 Christian FAYE - Partner, CABINET D'AVOCATS ME CHRISTIAN E. FAYE, Dakar Introduzione al diritto societario e al diritto del lavoro senegalesi / Il sistema fiscale senegalese

30 Introduzione al diri&o societario senegalese e al diri&o del lavoro Me Chris7an Faye Cabinet d Avocats Chris7an E.Faye & Partners 18,rue Bugnicourt Dakar Senegal

31 Il diri&o societario Il diri&o societario senegalese è principalmente cos7tuito da l Acte uniforme de l Ohada rela7vo al diri&o delle società commerciali e di GIE (groupement d interet économique ); L acte uniforme rela7vo ai diri? di garanzia (ipoteca, pegno etc.) L acte uniforme rela7vo al recupero del credito L acte uniforme de società coopera7ve Acte uniforme dell OHADA sul diri&o commerciale generale

32 Il diri&o societario Gli a? uniformi sono disposizioni di cara&ere convenzionale, recepi7 dire&amente dagli Sta7 dell UEMOA (Unione economica a monetaria dell Africa dell Ovest) e applicabili dire&amente nell ordinamento giuridico delle singole nazioni.

33 Il diri&o societario SARL Società a responsabilità limitata (SRL) Cos7tuzione, modalità Capitale sociale Responsabilità dei soci Forme di amministrazione

34 Il diri&o societario SA Società Anonime (SPA) Cos7tuzione, modalità Capitale sociale Responsabilità dei soci Forme di amministrazione

35 Il diri&o societario Groupment d interet economique Associa7on senza scopo di lucro

36 Il diri&o societario Succursali e uffici di rappresentanza e uffici di collegamento. la figura del sindaco della società (Commissaire aux comptes) Etats financiaires - Bilanci

37 Il diri&o societario Fallimento e liquidazione della società

38 Il diri&o del lavoro I diversi contra? di lavoro CDD contrato di lavoro a tempo determinato CDI contra&o di lavoro a tempo indeterminato Contra&o stagionale Lavoratori giornalieri

39 Il diri&o del lavoro Rappresentanza sindacale Obblighi per l imprenditore (VRS, Co7sa7on sociale et retraiate) licenziamen7 Per colpa o per mo7vi economici licenziamento illegi?mo (abusif)

40 Il diri&o del lavoro Il ruolo dell ispezione del lavoro Magistratura del lavoro

41 Loukomou WAIDIE - Direttore Generale, ORABANK SENEGAL, Dakar Il sistema bancario in Senegal ed in Africa occidentale

42 Domenico PIGATO - Amministratore Delegato, VIBETON SPA, XEWELL SENEGAL CARRIERES SA, Dakar Il mercato minerario in Senegal, prospettive, e opportunità

43

44

45

46

47

48

49

50

51

52

53

54 LUCI E OMBRE I NOSTRI ERRORI la fiducia COMODA trasferire il pensare italiano in Senegal la lentezza nella ricerca di professionisc affidabili la sofoscma delle potenzialità del mercato

55 LE NOSTRE RISORSE le competenze tecniche la volontà di invescre a medio- lungo termine la capacità di reagire alle difficoltà il rispefo

56 COSA MIGLIORARE? fare squadra per agire fare squadra per comunicare fare squadra per crescere

57 RISPETTO CULTURA

58 Ibahaima Diaw - Direttore Generale, HARMONY GROUP SUARL, Dakar Cave e miniere in Sénégal

59 REPUBLIQUE DU SENEGAL Un peuple un but une foi IN HOUSE COUNSELS BREAKFAST/ SENEGAL OPPORTUNITES D INVESTISSEMENTS DANS LE SECTEUR MINIER AU SENEGAL Réalisée par : HARMONY GROUP INGENIERIE & MANAGEMENT Une passerelle vers le développement durable Siège social : Sacré cœur 3, N 9569 Dakar, Sénégal Tel : / Fax : E mail :

60 PLAN 1. Contexte général du secteur minier Sénégalais 2. Les opportunités d affaires dans le sous secteur or - Pour la grande mine (or) - Pour la petite mine et la mine artisanale (or) 3. Les opportunités dans l exploitation de carrières de granulats

61 1- Contexte général du secteur minier sénégalais Efforts de réformes juridiques et de promotions minières Incitations fiscales Facilités administratives (APIX) Réorganisation du secteur Centre de documentation et de cadastre minier Base de données géologiques et géophysiques Formalisation de l»activité minière artisanale Sénégal devenu pays minier Démarrage de 2 grands projets miniers (Sabodala Grande Côte) De nombreuses nouvelles découvertes en phase de développement Autres avantages comparatifs Stabilité politique Réseau routier Réseau de télécommunication Ressources humaines de qualité disponibles

62 2- Opportunités d affaires dans le sous secteur or Pour la grande mine q Possibilités de Joint-venture (permis d exploration) Profile : Partenariat technique et/ou financier q Services - Travaux (Tranchées Sondages Engins) - Assistance logistique Profile : Détenteur d équipements avec expérience (performance et sécurité)

63 2- Opportunités d affaires dans le sous secteur or Pour la petite mine et la mine artisanale Opportunités Investir dans une technologie performante et respectueuse de l environnement Ouvrir un comptoir d achat et de vente d or Options / Conditionnalités Acquérir un permis d exploitation Collaborer avec des détenteurs de permis Offrir des services de traitement de minerais contre rémunération en nature Maîtriser les aspects sécuritaires et le contrôle de la qualité

64 3- Opportunités d affaires dans le sous secteur des carrières de granulats Caractéristiques de l offre de granulats Catégorie de carrière ProducCon /jour Nombre de carrière A (correctes) B (moyennes) C (faibles) ProducCon OpCmale Région de Dakar m3 Région de Thiès m3 Total m3 Principales contraintes Technologie savoir faire - finance

65 3- Opportunités d affaires dans le sous secteur des carrières de granulats Caractéristiques de la demande de granulats DESIGNATION Demande minimum Demande maximum Habitat social public Sociétés immobilières publiques ConstrucCon industrielle Habitat social commercial BâCments publics et projets de développement TOTAL

66 3- Opportunités d affaires dans le sous secteur des carrières de granulats Comparaison offre/ demande de granulats OFFRE DEMANDE Demande maximale Demande moyenne Offre opcmale Offre moyenne m3

67 3- Opportunités d affaires dans le sous secteur des carrières de granulats Opportunités d affaires Profiles recherchés Zone centre Zone Nord - Joint Venture avec un opérateur pour une améliora7on de la produc7on - Acquisi7on de carrières existantes Associa7on avec un détenteur de permis pour une installa7on nouvelle Opérateur italien disposant d un savoir faire réel et des équipements performants Opérateur italien a y a n t u n e expérience dans la g e s 7 o n e t l exploita7on de carrière

68 MERCI DE VOTRE AIMABLE ATTENTION HARMONY GROUP INGENIERIE & MANAGEMENT Siège social : Sacré cœur 3, N 9569 Dakar, Sénégal Tel : / Fax : E mail :

69 Aldo FASAN - Presidente, WIND SOLAR ITALIA SPA, WIND SOLAR SENEGAL, Dakar Il mercato del Fotovoltaico, l esperienza italiana in Senegal

70 Aramine MBACKE - Direttore Generale, DANGOTE INDUSTRIES SA, Dakar Il Mercato senegalese ed i grandi gruppi internazionali.

71 Daniela MONACO - Responsabile Funzione Legale Investimenti extra UE, SIMEST, Roma La SIMEST e la sua presenza in Senegal.

72 SIMEST et sa assistance au Sénégal Daniela Monaco Responsable hors de l Union Européenne Rome 24 Juin 2014

73 Est une ins7tu7on financière qui a pour objec7f le développement et la promo7on de l interna7onalisa7on des entreprises italiennes SIMEST est contrôlée par Cassa Deposi7 e Pres77 (76%) et par7cipée par les principales banques italiennes et associa7ons d entreprises (dont Confindustria) SIMEST offres des instruments financiers et services pour soutenir les entreprises italiennes sur les marchés étrangers

74 MISSION SIMEST a pour mission la promo7on du développement interna7onal des entreprises italiennes Prise de par7cipa7on au capital dans des sociétés établies à l étranger Recherche des opportunités d inves7ssement et assistance financière et technique Ges7on des programmes publics pour le développement interna7onal

75 HISTORIE DE SIMEST 1990 Cons7tu7on de la SIMEST 1991 SIMEST commence sa ac7vité 2000 Développement de la ac7vité dans le domaine des services et de la consultance 2004 Fond de Venture Capital 2007 Cer7fica7on de qualité ISO Dèbut d inves7ssements en Italie et dans l Union Européenne Capitalisa7on de les pe7tes et moyenes enterprises et integra7on dans les marchés étrangers 2012 Cassa Deposi7 e Pres77 releve la par7cipa7on (76%) detenueè par le Minister du Développement Economique dans le capital de SIMEST

76 Exigences de l entreprise Phases de développement OuCls SIMEST Individua7on des opportunités d inves7ssement et des partenaires Business Scou7ng Analyses des marchés étrangers et transfert de technologies Ouverture du bureaux commerciaux et présence commerciale à l étranger Créa7on ou par7cipa7on aux entreprises étrangères (hors de l UE) Inves7ssements dans l innova7on et la recherche appliquée en Italie et dans l UE Créa7on d une nouvelle société en Italie (ou dans l UE) pour la mise en œuvre d un programme d interna7onalisa7on hors de l UE Capital Social Financement par des 7ers Financement pour études de faisabilité et assistance technique à taux subven7onné Financement à taux subven7onné des frais liés à la réalisa7on de structures commerciales permanentes Par7cipa7on SIMEST au capital social par son propre capital et par le Fond de Venture Capital Réduc7on des intérêts sur le financement bancaire de la par7cipa7on de l entreprise italienne Sou7en financier (Funding support) Crédit à l exporta7on de biens d équipement de provenance ITA/UE Par7cipa7on de SIMEST au capital social dans des projets à contenu innovant Par7cipa7on minoritaire par le Fond de Start Up

77 SIMEST et le Fond de Venture Capital Partenaires Etranger (sénégalaise) et Italien ENTREPRISE LOCALE au Sénégal Jusqu à 49% du capital SIMEST + Fond de Venture Capital Financement bancaire avec aux intérêts

78 SIMEST dans les Pays hors de l UE ParCcipaCon au capital social dans les sociétés hors de l UE ObjecCf Promouvoir les inves7ssements d entreprises italiennes au sein de sociétés étrangères Termes Par7cipa7on de SIMEST en principe jusqu à 49% du capital social de la société étrangère, pour une période maximale de 8 ans La par7cipa7on de SIMEST dans le capital social d une entreprise à l étranger peut avoir lieu dans une nouvelle entreprise ou bien dans une entreprise déjà existante SouCen financier de la parccipacon italienne En raison de l acquisi7on de la par7cipa7on de la part de SIMEST, l entrepreneur italien peut aussi demander à SIMEST une réduccon du taux d'intérêt sur le financement qu il peut obtenir par le secteur bancaire.

79 Chiffres sur l accvité de SIMEST (mai 2014) Projets approuvé par la SIMEST 33 en Italie/UE ParCcipaCons en sociétés étranger Fond de Venture Capital Pays Inves7ssement Total Mio EUR Les oucls de support facilité Projects approuvè Montant Mio EUR Chiffres Montant Mio EUR Précence commerciale Export credit Inves7ssements a l étranger Etudes de (pré) faisabilitè et assistance technique Capitalisa7on de les pe7tes et moyenes enterprises et integra7on dans les marchés étrangers * * suspendu

80 SIMEST en SENEGAL (mai 2014) PartecipaCones Partecipa7ones detenues Montant SIMEST placeé Inves7ssement commun 5 1,3 Mio EUR 5,9 Mio EUR Secteurs Agroalimentaire, Életromécanique, Bà7ment construc7on (2) Fond de Venture Capital 3 Projects approuveè per 0,4 /ML Facilites 12 projects approuvé pour un montant de 7,7 Mio EUR 6 présence commercial 2 inves7ssements dans les marchés étrangér 2 export credit 2 etudes de (pré) faisabilitè et assistance technique

81 Riccardo GIANI - Responsabile Relazioni Istituzionali, e Fund Raising, B AMBINI CARDIOPATICI NEL MONDO - A.I.C.I. ONLUS Sustainable development projects: a model for corporate social responsibility in the area.

82 Bambini Cardiopatici nel Mondo A.I.C.I. Onlus Sustainable development projects: a model for corporate social responsibility in the area. The experience of the associa7on Bambini cardiopa7ci nel mondo A.I.C.I Onlus

83 Bambini Cardiopatici nel Mondo A.I.C.I. Onlus The congenital cardiopathies are the most frequent congenital malformations and they are the first cause of death. Nowadays there are more than 5 million children suffering from heart diseases all over the world. Every year children are born and of them don t have any life expectancy because they live in poor countries, where there are neither doctors nor adequate hospitals. For this reason the non-profit association Bambini Cardiopatici nel Mondo was founded in Milan in 1993, arising from the idea and the devotion of a group of doctors and Italian volunteers, led by Prof. Alessandro Frigiola (Head Physician at I.R.C.C.S. San Donato General Hospital in Milan) and by Prof.ssa Silvia Cirri (Head Physician of Intensive Care Unit at Sant Ambrogio Hospital in Milan). The association is a non-profit corporation (DM 28/01/2000), ONLUS from 2003 and it is registered with a legal status at Milan s court (Nr. 1717). NB: On the occasion of the twentieth anniversary of the association (November 2013) the President of the Italian Republic awarded a certificate of membership to our anniversary.

84 Bambini Cardiopatici nel Mondo A.I.C.I. Onlus Our guidlines To operate in the developing countries with impartiality, without making any distinction of sex, race, culture or faith; To promote development plans aimed at supporting the health activities realized; To act following a concrete and rigorous approach, always considering the efficiency and the effectiveness of our activities; To guarantee the greatest transparency concerning the results achieved and the modalities of autofinancing; To believe in the enhancement of the value of people and to try to create the best conditions in order that the volunteers who leave for the missions can develop completely their potentialities; To develop the participation and the collaboration with the local governments, the scientific associations, the national and international universities.

85 Bambini Cardiopatici nel Mondo A.I.C.I. Onlus Where we operate

86 Bambini Cardiopatici nel Mondo A.I.C.I. Onlus The results achieved MAIN OBJECTIVES ACHIEVED : diagnosis to sick children and related treatments cardiac surgery operations 282 scholarships assigned to doctors, technicians and foreign nurses 326 medical and surgical missions 62 specialized training courses in Italy and all over the world 8 beds for Intensive Care donated to the centres in Lima (Peru) and in Cairo (Egypt) 5 eco-color Doppler machines 2 pediatric Intensive Care in Lima (Peru) and in Cairo (Egypt) 2 extra corporeal blood circulation machines 4 centres for cardiac surgery: 1 inaugurated on 19th November 2009 in Shisong (Cameroon); 1 in Damasco (Siria); 1 in Duhoc (Kurdistan); 1 under construction in Senegal.

87 Bambini Cardiopatici nel Mondo A.I.C.I. Onlus Ø European Hearth for Children (E.S.C. European society of cardiology). Ø Gise (Italian society of invasiv cardiology) Ø San Donato General Hospital (Milan) Ø Sant Ambrogio Hospital (Milan) Ø Le Chaine de l espoire Ø Chain of hope Ø Cuore fratello Ø Voluntary collaboration of some doctors belonging to the most important Italian and foreign centres of cardiac surgery, such as the Mayo Clinic in Rochester (Minnesota), the Children Hospital Great Ormond Strett in London, the Children Hospital in Hamburg, the Hôpital des Enfants Malades in Paris and the Hospital Val D Ebron in Barcelona.

88

89

90 BAMBINI CARDIOPATICI NEL MONDO THE PROJECT IN SENEGAL The main objective of the project is to create a Department of Pediatric Cardiology and Cardiac Surgery inside the "Clinique de Chirurgie cardiovasculaire et thoracique of the University Hospital of Fann-Dakar. Senegal has a population of about 13 million inhabitants and a children s mortality rate of 55,16. Congenital cardiopathies make up an important part of this percentage: about Senegalese children are waiting for an operation of cardiac surgery. From 800 up to 1000 children suffering from complex congenital cardiopathies are born every year, but 80% of them die within the first five years of life, without receiving specialized medical treatments.

91 The Project in Senegal The association, in collaboration with the University Fann Hospital, the I.R.C.C.S. General Hospital of San Donato and the association Chaîne de l Espoir of Paris (France), gave rise to a project for the realization of a new Pediatric Cardiac Surgery and Cardiology Unit at the University Fann Hospital. The new unit will be made up of two operating theatres, an hemodynamic room, the intensive care unit (12 beds), the pediatric stay in hospital area (25 beds), the stay in hospital area for congenital adults (6 beds), the meeting room and the doctors surgeries. Besides it, a training programme for the Senegalese medical and nursing staff will be carried out and some local operating missions will be realized. The current condition of the Fann Hospital in Dakar. The rendering of the new Pediatric Cardiac Surgery and Cardiology Unit.

92 Bambini Cardiopatici nel Mondo A.I.C.I. Onlus Main goals of the Senegal project. Ø Operating missions on site: in 2014 the Association will undertake operating missions. The first mission is planned for June Ø Training of medical and paramedical staff on site and through the delivery of scholarships ( 2 planned scholarships for each year in the period 2014/2016 ) Ø To implement highly specialized diagnosis and treatment for congenital heart disease. Ø To increase the levels of prevention, medical and scientific training Ø To increase the possibility of access to diagnosis and treatment for the population of Senegal and neighbouring countries Ø To increase the level of quality of health services in the field of pediatric cardiology and cardiac surgery (recognition WHO)

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 In merito alla nuova circolare del Sottosegretariato per il Commercio Estero del Primo Ministero della Repubblica di Turchia, la 2009/21, (pubblicata nella

Dettagli

Product Overview. ITI Apps Enterprise apps for mobile devices

Product Overview. ITI Apps Enterprise apps for mobile devices Product Overview ITI Apps Enterprise apps for mobile devices ITI idea, proge2a e sviluppa apps per gli uten6 business/enterprise che nell ipad, e nelle altre pia2aforme mobili, possono trovare un device

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO Classe V F Liceo Internazionale Spagnolo Discipline: Francese/Inglese, Filosofia, Matematica, Scienze, Storia dell'arte Data 12 dicembre 2013 Tipologia A Durata ore

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione Reliability Management La gestione del processo di Sviluppo Prodotto Ing. Andrea Calisti www.indcons.eu Chi sono... Andrea CALISTI Ingegnere meccanico dal 1995 al 2009 nel Gruppo Fiat Assistenza Clienti

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Informazioni per i pazienti e le famiglie

Informazioni per i pazienti e le famiglie Che cos è l MRSA? (What is MRSA? Italian) Reparto Prevenzione e controllo delle infezioni UHN Informazioni per i pazienti e le famiglie Patient Education Improving Health Through Education L MRSA è un

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO:

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO: Due mondi, due culture, due storie che si incontrano per dare vita a qualcosa di unico: la scoperta di ciò che ci rende unici ma fratelli. Per andare insieme verso EXPO 2015 Tutt altra storia Il viaggio

Dettagli

I costi per mantenere e crescere un figlio/a da 0 a 18 anni

I costi per mantenere e crescere un figlio/a da 0 a 18 anni I costi per mantenere e crescere un figlio/a da 0 a 18 anni Premessa Il senso comune suggerisce che i figli non hanno prezzo ma l esperienza insegna che per farli diventare grandi e sperabilmente autonomi,

Dettagli

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE L esperienza e la passione per l ingegneria sono determinanti per la definizione della nostra politica di prodotto,

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y QATAR DISCIPLINA IMPORT EXPORT IN QATAR di Avv. Francesco Misuraca Regole dell import-export in Qatar Licenza d importazione, iscrizione nel Registro Importatori, altre regole La legge doganale del Qatar,

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

Nel cuore di ogni impianto

Nel cuore di ogni impianto Nel cuore di ogni impianto Innovazione e personalizzazione Le chiavi del successo di un azienda con oltre 20 anni di esperienza. L aziendaquibusda eressitatium vent et quo quidebitae aut quae lab iust

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS Una società certificata di qualità UNI EN ISO 9001-2000 per: Progettazione ed erogazione di servizi di consulenza per l accesso ai programmi di finanziamento europei, nazionali e regionali. FIT Consulting

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali

Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Bergamo, 6 maggio 2013 GLI ADEMPIMENTI DOGANALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE Dott.ssa

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles OLIVIERI Azienda dinamica giovane, orientata al design metropolitano, da più di 80 anni produce mobili per la zona giorno e notte con cura artigianale. Da sempre i progetti Olivieri nascono dalla volontà

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Raduno precampionato. 7/8 Se'embre 2013 Praca2nat. Il referto di gara. Indicazioni per la corre1a compilazione

Raduno precampionato. 7/8 Se'embre 2013 Praca2nat. Il referto di gara. Indicazioni per la corre1a compilazione Raduno precampionato 7/8 Se'embre 2013 Praca2nat Il referto di gara Indicazioni per la corre1a compilazione Il referto di gara Il referto di gara rappresenta il documento che completa l incarico arbitrale:

Dettagli

Progetto BPR: Business Process Reengineering

Progetto BPR: Business Process Reengineering Progetto BPR: Business Process Reengineering Riflessioni frutto di esperienze concrete PER LA CORRETTA INTERPRETAZIONE DELLE PAGINE SEGUENTI SI DEVE TENERE CONTO DI QUANTO ILLUSTRATO ORALMENTE Obiettivo

Dettagli

Energy risk management

Energy risk management Il sistema di supporto alle tue decisioni Energy risk management Un approccio orientato agli attori M.B.I. Srl, Via Francesco Squartini 7-56121 Pisa, Italia - tel. 050 3870888 - fax. 050 3870808 www.powerschedo.it

Dettagli

Per far sviluppare appieno la

Per far sviluppare appieno la 2008;25 (4): 30-32 30 Maria Benetton, Gian Domenico Giusti, Comitato Direttivo Aniarti Scrivere per una rivista. Suggerimenti per presentare un articolo scientifico Riassunto Obiettivo: il principale obiettivo

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

Gestione Servizi Doganali

Gestione Servizi Doganali Gestione Servizi Doganali GESTIONE SERVIZI DOGANALI Background La gestione delle attività dogali di import/export o transito richiede da sempre figure specializzate all interno delle aziende in grado di

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Thermo Shrinking Machines

Thermo Shrinking Machines Thermo Shrinking Machines EAGLE 100 Macchina confezionatrice manuale per film termoretraibile Manual heat-shrinking wrapping machine Soudouse manuel de thermo-retracion Schrumpfmaschine Màquina manual

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE Prot. N. 2013/84404 Approvazione dei modelli di domanda per il rimborso, l esonero dall imposta italiana o l applicazione dell aliquota ridotta sui redditi corrisposti a soggetti non residenti in forza

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1

General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1 General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1 Centralized control with decentralized responsibility (Johnson and Kaplan, 1987) 1. Dalla nascita fino al 1920 La General Motors,

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

1. «LE CAS D HOMME DE PILTDOWN» di Teilhard de Chardin apparve sulla rivista di divulgazione

1. «LE CAS D HOMME DE PILTDOWN» di Teilhard de Chardin apparve sulla rivista di divulgazione Nota della Redazione 1. «LE CAS D HOMME DE PILTDOWN» di Teilhard de Chardin apparve sulla rivista di divulgazione scientifica Revue des questions scientifiques n. XXVII del 1920. Benché le Œuvres edite

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna

Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna Il modello Attraverso un modello che valorizza un insieme di dati relativi ai tassi di attività e alla popolazione prevista nel prossimo ventennio

Dettagli

PRESENTACION SINTETICA Y DATOS DE LA SOCIEDAD GEA SRL

PRESENTACION SINTETICA Y DATOS DE LA SOCIEDAD GEA SRL PRESENTAZIONE SINTETICA E DATI DELLA SOCIETA GEA SRL Lavagna, 11 Gennaio 2013 I piccoli impianti a fonti rinnovabili sono oggi la risposta più economica e immediata alla ricerca di soluzioni innovative

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

dott. Roberto Andreatta Trento, February 20 th, 2015

dott. Roberto Andreatta Trento, February 20 th, 2015 dott. Roberto Andreatta Trento, February 20 th, 2015 History Integrated Mobility Trentino Transport system TRANSPORTATION AREAS Extraurban Services Urban Services Trento P.A. Rovereto Alto Garda Evoluzione

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

IMPORTARE IN AUSTRALIA

IMPORTARE IN AUSTRALIA IMPORTARE IN AUSTRALIA Superficie Popolazione Densità di Popolaz. Lingua Ufficiale Religione Unità Monetaria Forma Istituzionale Capitale 7,617,930 kmq 23,530,708 (luglio 2014)) 2.9 ab/kmq Inglese Cristiani

Dettagli

Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa

Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa Manifesto dell'ecf per le elezioni al Parlamento Europeo del 2014 versione breve ECF gratefully acknowledges

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future.

La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future. La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future. Massimo Castagnaro Coordinatore AVA - Consiglio Direttivo ANVUR massimo.castagnaro@anvur.org Roma, 11.11.2014

Dettagli

LA CARTA DEGLI INVESTIMENTI

LA CARTA DEGLI INVESTIMENTI LA CARTA DEGLI INVESTIMENTI Articolo 1 Son fissati, conformemente alle disposizioni del secondo alinea dell art. 45 della Costituzione, gli obiettivi fondamentali dell azione delo Stato, per i prossimi

Dettagli

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori Costruire uno Spin-Off di Successo Non fidarsi mai dei professori Spin-Off da Università: Definizione Lo Spin-Off da Università è in generale un processo che, partendo da una tecnologia disruptiva sviluppata

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE AUDIZIONE PRESSO UFFICIO DI PRESIDENZA 7ª COMMISSIONE (Istruzione) SULL'AFFARE ASSEGNATO DISABILITÀ NELLA SCUOLA E CONTINUITÀ DIDATTICA DEGLI INSEGNANTI DI SOSTEGNO (ATTO N. 304)

Dettagli

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE Associazione delle Università Europee Copyright 2008 della European University Association Tutti i diritti riservati. I testi possono essere

Dettagli

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile Approccio al Mercato - Brasile A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile 1 Brasile 6ª economia mondiale, previsione di 2,1% di crescita nel 2012. Mercato consumatore in crescita: 30 millioni sono entrati nella

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

ANNEE SCOLAIRE 2013-2014 ACADEMIE D AIX-MARSEILLE. Evaluations en fin de classe de troisième lv2 ITALIEN DOCUMENT PROFESSEUR

ANNEE SCOLAIRE 2013-2014 ACADEMIE D AIX-MARSEILLE. Evaluations en fin de classe de troisième lv2 ITALIEN DOCUMENT PROFESSEUR ANNEE SCOLAIRE 2013-2014 ACADEMIE D AIX-MARSEILLE Evaluations en fin de classe de troisième lv2 ITALIEN DOCUMENT PROFESSEUR Compréhension de l oral CONSIGNES Début de l épreuve : Appuyez sur la touche

Dettagli

Valore di costo procedimen+ sinte+ci

Valore di costo procedimen+ sinte+ci Corso di valutazione es+ma+va del proge5o Clasa a.a. 2012/13 Valore di costo procedimen+ sinte+ci Docente Collaboratore prof. Stefano Stanghellini arch. Pietro Bonifaci Il mercato delle costruzioni LE

Dettagli

Cliquer ici pour accéder aux tarifs et à la licence

Cliquer ici pour accéder aux tarifs et à la licence Pigafetta, Filippo (1533-1604). Relatione del reame di Congo et delle circonvicine contrade, tratta dalli scritti e ragionamenti di Odoardo Lopez portoghese per Filippo Pigafetta,... 1591. 1/ Les contenus

Dettagli

FONDAZIONI4AFRICA - SENEGAL ALLEGATO I: DOCUMENTO DELL INIZIATIVA

FONDAZIONI4AFRICA - SENEGAL ALLEGATO I: DOCUMENTO DELL INIZIATIVA FONDAZIONI4AFRICA - SENEGAL ALLEGATO I: DOCUMENTO DELL INIZIATIVA 13 Documento di Sintesi dell iniziativa Pag. 15 Componente attività Italia- Formazione, assistenza tecnica, promozione di partenariati

Dettagli

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015 Ospitalità STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 BENVENUTI A SAN SIRO Il nuovo modo di vivere la partita Amala e colora un emozione di nero e d azzurro. Inter Corporate 2014-15 è l esclusivo programma di Corporate

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE

LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE Prof. MARCO GIULIANI Docente di Economia Aziendale Università Politecnica delle Marche Socio LIVE m.giuliani@univpm.it Jesi, 11 ottobre 2013 1 Prime

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011 GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Anno 2011 La rilevazione riguarda gli operatori della cooperazione internazionale che hanno usufruito dell assistenza assicurativa della Siscos. Definizione

Dettagli

Attualmente concorrono al Consorzio le seguenti Cooperative :

Attualmente concorrono al Consorzio le seguenti Cooperative : Il Consorzio Servizi Plus, è una società di outsourcing, operante da oltre 10 anni nel settore dei servizi facchinaggio, trasporti e pulizia, con lo scopo precipuo di associare in forma consortile tutte

Dettagli

Il sistema AVA e la VQR: la Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD)

Il sistema AVA e la VQR: la Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Il sistema AVA e la VQR: la Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Massimo Castagnaro Coordinatore AVA - Consiglio Direttivo ANVUR massimo.castagnaro@anvur.org Lecce, 19.02.2014 La

Dettagli

ED.FISICA Il doping. STORIA Gli anni 20 negli Usa

ED.FISICA Il doping. STORIA Gli anni 20 negli Usa SCIENZE La genetica ED.FISICA Il doping TECNOLOGIA L automobile e la Ford ED.ARTIST. Il cubismo e Braque STORIA Gli anni 20 negli Usa GEOGRAFIA Gli Usa ITALIANO Il Decadentis mo e Svevo INGLESE ED.MUSICA

Dettagli