Scienza e società: la ricerca fondamentale impegnata nel trasferimento tecnologico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Scienza e società: la ricerca fondamentale impegnata nel trasferimento tecnologico"

Transcript

1 University of Trieste Scienza e società: la ricerca fondamentale impegnata nel trasferimento tecnologico Maurizio Fermeglia

2 Un Network di istituzioni scientifiche Trieste, venerdì 19 luglio

3 Trieste System ICGEB International Centre For Genetics and Biotechnology Elettra Synchrotron Area Science Park CBM Molecular Medicine TWAS Thirld World Academy of Science Trieste University TASC Surface Physics INFN Nuclear Physics ICTP International Centre For Theoretical Physics SISSA ICS International Centre For Science and High Technology INAF Astrophysics Astronomy OGS National Institute For Oceanography and Exp. Geophysics ISMAR-CNR Marine Science Oltre 30 ricercatori su 1,000 cittadini attivi (8.1 in USA, 9.1 in Japan, 5.7 in Europe) Trieste, venerdì 19 luglio

4 Università di Trieste Personale 700 docenti 2000 scienziati attivi (staff, PhD students, PostDocs, guest scientists) 711 personale TA Studenti pre-laurea (bachelor, master) 8.3 % dall estero 58.6% impiegati dopo il 1 anno 1300 post-lauream 434 PhD students 400 specializzandi medici Dipartimenti Chimica e Farmacia Economia Ingegneria e Architettura Studi Umanistici Giurisprudenza e scienze della traduzione interpretazione e linguaggio Scienze della vita Medicina Matematica e Geoscienze Fisica Scienze Politiche Trieste, venerdì 19 luglio

5 Social Sciences and Humanities Economics, Business Administration, Statistics Humanities Political and Social Sciences, Law Languages, Interpreting and Translation Trieste, venerdì 19 luglio

6 Physical Sciences and Engineering Engineering Architecture Physics Mathematics Earth Sciences Chemistry and Pharmacy Trieste, venerdì 19 luglio

7 Life Sciences Biology, Psychology Medical, Surgery and Health Sciences Trieste, venerdì 19 luglio

8 OBIETTIVI del trasferimento tecnologico OBIETTIVI STORICI DELL UNIVERSITA Fabbrica di conoscenza (ricerca) Fabbrica di capitale umano specializzato (alta formazione) (Piccaluga, 1992, 2001) NUOVI OBIETTIVI (TERZA MISSION) Motore di sviluppo territoriale Trasferimento tecnologico (Cesaroni, Conti, Moscara e Piccaluga, 2005) I MECCANISMI DI INTERAZIONE TRA UNIVERSITÀ E INDUSTRIA education-oriented > medio-lungo periodo market-oriented > breve periodo (Coccia e Rolfo, 2002) Trieste, venerdì 19 luglio

9 CONTESTO GLOBALE L Economia dell Innovazione come necessità 1. Globalizzazione dei mercati (acquisti/vendite al miglior offerente) 2. Smaterializzazione dei prodotti (aumento del valore basato sulla conoscenza) Criticità investimenti in R&D politiche R&D finanziamento pubblico dimensioni aziendali (prevalenza PMI) distretti industriali ritardi tecnologici carenze infrastrutturali Trieste, venerdì 19 luglio

10 CONTESTO LOCALE Regione piccola e di confine Tessuto imprenditoriale (prevalenza PMI) Specializzazione produttiva (distretti) Risorse scientifiche (centri di ricerca e università) Politiche regionali di R&S (AREA di Ricerca) Trieste, venerdì 19 luglio

11 Come si può fare INNNOVAZIONE? Tre possibili strade con cui le aziende possono ottenere gli ingredienti principali per produrre innovazione (Love & Roper, 1999): ricerca e sviluppo (lento, rischioso, costoso ma interno) trasferimento tecnologico (veloce e più sicuro ma esterno) networking (poco costoso ma difficile da internalizzare e con maggior competizione) Se l economia dell innovazione è quindi una necessità, si vuole ipotizzare che sfruttare il trasferimento tecnologico come strumento di velocizzazione del processo sia l opportunità da cogliere in questo momento storico perchè: tutti i laboratori degli EPR detengono stock di ricerche già pronte immediatamente utilizzabile e poco costosa (già finanziate) poco rischiosa e supportabile dal produttore (ricercatori) Trieste, venerdì 19 luglio

12 NUOVO CONTESTO Negli ultimi 10/15 anni si sono create le condizioni per poter ragionare con questo nuovo paradigma grazie a una serie di fattori chiave: (Pietrabissa, 2008) scienza e industria hanno cominciato a collaborare in maniera più stretta gli EPR si stanno attrezzando per rendere sistemica questa collaborazione i finanziamenti UE, nazionali e regionali, obbligano scienza e industria a collaborare c è maggiore formazione di alto livello che viene assorbita dalle imprese cresce il mercato del venture capital i tempi di time to market si accorciano sempre più le informazioni sono molto più disponibili per tutti Trieste, venerdì 19 luglio

13 Il modello Open Innovation Dal modello al modello Trieste, venerdì 19 luglio

14 Come si collabora con l Università di Trieste Strumenti Commissionare ricerca (cd. Conto terzi) Acquisire licenze/cessioni di brevetti Supportare ricerca collaborativa (es. FPVII) Commissionare analisi/prove/test Collaborare con spin off Aprire laboratori congiunti Finanziare dottorati/assegni di ricerca Ufficio ILO Marzo 2002 Deposito del primo brevetto con l Università come titolare e avvio delle attività di trasferimento tecnologico all interno della Ripartizione Ricerca Dicembre 2005 Nasce la Ripartizione Rapporti con le imprese Luglio 2006 Parte il Progetto NUOVO ILO (bando MIUR ex art. 12 DM 262/04) Maggio 2008 Viene costituito formalmente l Industrial Liaison Office come Servizio di staff della Direzione Amministrativa Trieste, venerdì 19 luglio

15 Linee di azione Ufficio ILO Tutela proprietà intellettuale disclosures, brevetti, valorizzazione Le attività di valutazione preliminare, desk analysis, convalide, deposito e prosecuzione dei brevetti sono state realizzate grazie all apporto del Progetto Sister (ora Innovation Network) Attività con le imprese contatti, comunicazione, conto terzi e ricerca collaborativa, fund raising Creazione d impresa Start Cup/PNI, spin off Trieste, venerdì 19 luglio

16 Brevetti Year Filings during the year Patents families (total patents) Sold (Licenced) Disclosures (28) (37) 0 (1) (44) (56) (63) (82) (98) (1) (128) - 9 Trieste, venerdì 19 luglio

17 Spin-off Year SubTot year Tot Incubation (-1) (-1) 2 Trieste, venerdì 19 luglio

18 Insomma. Denaro Ricerca Risultati Innovazione INNOVAZIONE DISCONTINUITA NELLA CONOSCENZA.... CHE GENERA UN AUMENTO DI PRODUTTIVITA Trieste, venerdì 19 luglio

LE SEDI. Trieste. Gorizia. Pordenone. Portogruaro

LE SEDI. Trieste. Gorizia. Pordenone. Portogruaro LE SEDI Trieste Gorizia Pordenone Portogruaro DIDATTICA E RICERCA 10 DIPARTIMENTI DIDATTICA RICERCA DIDATTICA E RICERCA 31 Corsi di laurea di primo livello 6 Corsi di laurea magistrale a ciclo unico 31

Dettagli

ACCORDO PER IL COORDINAMENTO DEI CENTRI DI RICERCA NAZIONALI E INTERNAZIONALI, DEGLI ATENEI E DEI PARCHI SCIENTIFICI E TECNOLOGICI

ACCORDO PER IL COORDINAMENTO DEI CENTRI DI RICERCA NAZIONALI E INTERNAZIONALI, DEGLI ATENEI E DEI PARCHI SCIENTIFICI E TECNOLOGICI ACCORDO PER IL COORDINAMENTO DEI CENTRI DI RICERCA NAZIONALI E INTERNAZIONALI, DEGLI ATENEI E DEI PARCHI SCIENTIFICI E TECNOLOGICI PRESENTI NEL FRIULI VENEZIA GIULIA PREAMBOLO Atteso che la regione Friuli

Dettagli

Elenco dei codici delle aree disciplinari

Elenco dei codici delle aree disciplinari Elenco dei codici delle aree disciplinari 01 SCIENZE AGRARIE 01.0 Scienze agrarie 01.1 Agraria 01.2 Economia agraria 01.3 Scienze e tecnologia alimentari 01.4 Orticoltura 01.5 Pesca 01.6 Scienze forestali

Dettagli

La produzione scientifica nelle università italiane Regione Friuli Venezia Giulia

La produzione scientifica nelle università italiane Regione Friuli Venezia Giulia PON GOVERNANCE E ASSISTENZA TECNICA 2007-2013 PROGETTO SUPPORTO ALLA DEFINIZIONE ED ATTUAZIONE DELLE POLITICHE REGIONALI DI RICERCA E INNOVAZIONE (SMART SPECIALISATION STRATEGY REGIONALI) La produzione

Dettagli

Il ruolo di National Promoter HRS4R di AREA e l attuazione dei principi della C&C

Il ruolo di National Promoter HRS4R di AREA e l attuazione dei principi della C&C Il ruolo di National Promoter HRS4R di AREA e l attuazione dei principi della C&C Milano, 8 Aprile 2014 IL COORDINAMENTO FVG Network istituito nel 2004 Il Coordinamento è promosso dalla Regione Autonoma

Dettagli

La posizione dell Università di Trieste sulle grandi tematiche trasversali della ricerca

La posizione dell Università di Trieste sulle grandi tematiche trasversali della ricerca Università degli Studi di Trieste La posizione dell Università di Trieste sulle grandi tematiche trasversali della ricerca WWW.UNITS.IT pipan@units.it Michele Pipan - Delegato alla Ricerca Il Sistema Trieste

Dettagli

E possibile presentare domanda solo per le sedi pertinenti al Dipartimento/ex Facoltà, Facoltà, Corso di Laurea di afferenza.

E possibile presentare domanda solo per le sedi pertinenti al Dipartimento/ex Facoltà, Facoltà, Corso di Laurea di afferenza. SCELTA DELLE SEDI ed ELENCO CODICI AREA DISCIPLINARE Il Bando Erasmus/Studio a.a. 2013/2014 è strutturato in diversi sottobandi ciascuno dei quali è riferito, in linea di massima e con le eccezioni di

Dettagli

Industrial Liaison Office Università di Sassari. Organizzazione dei servizi di Trasferimento Tecnologico e collegamento Università-Imprese

Industrial Liaison Office Università di Sassari. Organizzazione dei servizi di Trasferimento Tecnologico e collegamento Università-Imprese Industrial Liaison Office Università di Sassari Organizzazione dei servizi di Trasferimento Tecnologico e collegamento Università-Imprese In un'economia basata sulla conoscenza l Università, è chiamata

Dettagli

414.712 Ordinanza del DFE concernente i cicli di studio, gli studi postdiploma e i titoli delle scuole universitarie professionali

414.712 Ordinanza del DFE concernente i cicli di studio, gli studi postdiploma e i titoli delle scuole universitarie professionali Ordinanza del DFE concernente i cicli di studio, gli studi postdiploma e i titoli delle scuole universitarie professionali del 2 settembre 2005 (Stato 1 febbraio 2011) Il Dipartimento federale dell economia,

Dettagli

PROGRAMME TITLE MOBILITY TYPE MOBILITY LEVEL START DATE DURATION (MONTHS)

PROGRAMME TITLE MOBILITY TYPE MOBILITY LEVEL START DATE DURATION (MONTHS) PROGRAMME TITLE MOBILITY TYPE MOBILITY LEVEL START DATE DURATION (MONTHS) LANGUAGE OF INSTRUCTION Scienze dell amministrazione e dell organizzazione Exchange Mobility Undergraduate 15/09/2013 6, 10 Italian

Dettagli

414.132.3 Ordinanza sulla formazione che porta al bachelor e al master presso il Politecnico federale di Losanna

414.132.3 Ordinanza sulla formazione che porta al bachelor e al master presso il Politecnico federale di Losanna Ordinanza sulla formazione che porta al bachelor e al master presso il Politecnico federale di Losanna (Ordinanza sulla formazione al PFL) del 14 giugno 2004 (Stato 1 settembre 2011) La Direzione del Politecnico

Dettagli

Attivazione dei nuovi Accordi Erasmus Plus

Attivazione dei nuovi Accordi Erasmus Plus UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI Direzione per la didattica e l orientamento Settore mobilità studentesca e attività relative ai programmi di scambio AMAALOI/prot. n. Cagliari, 18 Ottobre 2013 Attivazione

Dettagli

414.712 Ordinanza del DFE concernente i cicli di studio, gli studi postdiploma e i titoli delle scuole universitarie professionali

414.712 Ordinanza del DFE concernente i cicli di studio, gli studi postdiploma e i titoli delle scuole universitarie professionali Ordinanza del DFE concernente i cicli di studio, gli studi postdiploma e i titoli delle scuole universitarie professionali del 2 settembre 2005 (Stato 1 maggio 2009) Il Dipartimento federale dell economia,

Dettagli

Ordinanza sui cicli di studio e i titoli delle scuole universitarie professionali

Ordinanza sui cicli di studio e i titoli delle scuole universitarie professionali Ordinanza sui cicli di studio e i titoli delle scuole universitarie professionali del... 2005 Il Dipartimento federale dell economia, visti gli articoli 7 capoverso 3 e 16 capoverso 3 della legge dell

Dettagli

Società per la Gestione dell Incubatore di Imprese e per il Trasferimento Tecnologico dell Università degli Studi di Torino Scarl 2i3T

Società per la Gestione dell Incubatore di Imprese e per il Trasferimento Tecnologico dell Università degli Studi di Torino Scarl 2i3T Società per la Gestione dell Incubatore di Imprese e per il Trasferimento Tecnologico dell Università degli Studi di Torino Scarl 2i3T 1. L Incubatore 2i3T SOCIETÀ PER LA GESTIONE DELL INCUBATORE DI IMPRESE

Dettagli

INDICE COSA CHI PERCHE' QUANDO COME. Che cos'è uno Spin Off. Gli attori dello Spin Off. Perché creare uno Spin Off. L'idea imprenditoriale

INDICE COSA CHI PERCHE' QUANDO COME. Che cos'è uno Spin Off. Gli attori dello Spin Off. Perché creare uno Spin Off. L'idea imprenditoriale INDICE COSA Che cos'è uno Spin Off CHI Gli attori dello Spin Off PERCHE' Perché creare uno Spin Off QUANDO L'idea imprenditoriale COME La procedura per la creazione e l'avvio di uno spin Off Come realizzare

Dettagli

la mobilità della conoscenza

la mobilità della conoscenza la mobilità della conoscenza coordinamento enti ricerca FRIULI VENEZIA GIULIA EDIZIONE 2009 Hanno collaborato alla realizzazione dell indagine: Ciro Franco, Ginevra Tonini, Teriana Fratello, Marta Formia

Dettagli

Didattica internazionale. al Politecnico di Milano

Didattica internazionale. al Politecnico di Milano Didattica internazionale al Politecnico di Milano Le sedi del Politecnico di Milano QS World University Rankings by Subject 2013-2014 World EU Italy Engineering & Technology 28 9 1 Computer Science & Information

Dettagli

La partecipazione del Friuli Venezia Giulia al VII PQ, il ruolo degli Sportelli APRE regionali e le attività del Comitato

La partecipazione del Friuli Venezia Giulia al VII PQ, il ruolo degli Sportelli APRE regionali e le attività del Comitato La partecipazione del Friuli Venezia Giulia al VII PQ, il ruolo degli Sportelli APRE regionali e le attività del Comitato HORIZON 2020: Opportunità e finanziamenti a favore di ricerca e innovazione Ginevra

Dettagli

Le azioni dell ARTI per il TT in Puglia

Le azioni dell ARTI per il TT in Puglia Le azioni dell ARTI per il TT in Puglia Dott.ssa Adriana Agrimi Coordinatore Tecnico ARTI Bari, 18 Febbraio 2009 - Expolavoro ARTI È l Agenzia Regionale per la Tecnologia e l Innovazione l della Puglia

Dettagli

Start up innovative e incubatori

Start up innovative e incubatori Start up innovative e incubatori Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema L importanza delle competenze digitali nel settore delle imprese a favore dei giovani Marco Bellandi Fare

Dettagli

Uffici di Trasferimento Tecnologico nelle università italiane ed europee: un confronto dei modelli organizzativi

Uffici di Trasferimento Tecnologico nelle università italiane ed europee: un confronto dei modelli organizzativi Uffici di Trasferimento Tecnologico nelle università italiane ed europee: un confronto dei modelli organizzativi Giuseppe Conti Seminario SISB Milano - 13 giugno 2006 Dicono di noi No soluzioni predefinite

Dettagli

Il Dottorato di Ricerca in Campania per il settore chimico e biotecnologico

Il Dottorato di Ricerca in Campania per il settore chimico e biotecnologico La formazione post lauream in Italia e le interrelazioni con le Imprese Università di Salerno, Aula Magna Campus di Fisciano, 4 Luglio 2014 Il Dottorato di Ricerca in Campania per il settore chimico e

Dettagli

Available study programs at Sapienza University of Rome

Available study programs at Sapienza University of Rome EU subject code University subject Name of course/program Mobility Language Homepage 2,1 Architecture Disegno Industriale Bachelor IT http://www.uniroma1.it/corsipertipologia/ L 2,1 Architecture Scienze

Dettagli

414.712 Ordinanza del DFE concernente i cicli di studio, gli studi postdiploma e i titoli delle scuole universitarie professionali

414.712 Ordinanza del DFE concernente i cicli di studio, gli studi postdiploma e i titoli delle scuole universitarie professionali Ordinanza del DFE concernente i cicli di studio, gli studi postdiploma e i titoli delle scuole universitarie professionali del 2 settembre 2005 (Stato 4 ottobre 2005) Il Dipartimento federale dell economia,

Dettagli

SISSA, DOVE CRESCONO I TALENTI. I numeri della Sissa. 239 studenti iscritti. di cui. 78 stranieri. 85 donne

SISSA, DOVE CRESCONO I TALENTI. I numeri della Sissa. 239 studenti iscritti. di cui. 78 stranieri. 85 donne Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati via Beirut 4-34051 Trieste Phone: +39-040-378711 Fax:+39-040-3787528 Web: www.sissa.it SISSA, DOVE CRESCONO I TALENTI I numeri della Sissa 8 settori di

Dettagli

LA MOBILITÀ DELLA CONOSCENZA 2015

LA MOBILITÀ DELLA CONOSCENZA 2015 LA MOBILITÀ DELLA CONOSCENZA 2015 Hanno realizzato l indagine: Ginevra Tonini, Anna Comini (Ufficio Sviluppo Parco e Coordinamento Enti di Ricerca - AREA Science Park) Ha collaborato all indagine: Luca

Dettagli

Ricerca e innovazione al Politecnico di Milano

Ricerca e innovazione al Politecnico di Milano Ricerca e innovazione al Politecnico di Milano La tradizione Il Politecnico di Milano da sempre punta sulla qualità e sull'innovazione della didattica e della ricerca sviluppando un rapporto fecondo con

Dettagli

Ordinanza concernente la legge federale sulla promozione e sul coordinamento del settore universitario svizzero

Ordinanza concernente la legge federale sulla promozione e sul coordinamento del settore universitario svizzero Avamprogetto del 5 maggio 2014 Ordinanza concernente la legge federale sulla promozione e sul coordinamento del settore universitario (O-LPSU) del Il Consiglio federale, vista la legge del 30 settembre

Dettagli

Francesco Maria Senatore. Riepilogo degli argomenti già trattati

Francesco Maria Senatore. Riepilogo degli argomenti già trattati Francesco Maria Senatore Riepilogo degli argomenti già trattati Progetto Mattone Internazionale November 30 2011 Università degli Studi di Napoli, Via Mezzocannone 14, Napoli I Poli di Innovazione ed altre

Dettagli

Obiettivi della lezione. Open Innovation

Obiettivi della lezione. Open Innovation Open Innovation Obiettivi della lezione I modelli di innovazione tradizionale (closed innovation) e le ragioni del loro declino Definire il concetto di open innovation: reti di imprese e mercati della

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA FESR 2007-2013 CCI N 2007 IT 161 PO 008 (Aprile 2013) 1/373 Sperimentale secondo le modalità previste dalla Comunicazione

Dettagli

PROGETTO USIENA OPEN COSTRUIRE LE COMPETENZE DEL FUTURO IL LIAISON OFFICE A SUPPORTO DELL IMPRENDITORIA GIOVANILE

PROGETTO USIENA OPEN COSTRUIRE LE COMPETENZE DEL FUTURO IL LIAISON OFFICE A SUPPORTO DELL IMPRENDITORIA GIOVANILE PROGETTO USIENA OPEN COSTRUIRE LE COMPETENZE DEL FUTURO IL LIAISON OFFICE A SUPPORTO DELL IMPRENDITORIA GIOVANILE www.unisi.it/liaison Cosa èil Progetto USIENA OPEN? USIENA OPEN èun progetto innovativo

Dettagli

LE INNOVAZIONI DEL PROSSIMO FUTURO TECNOLOGIE PRIORITARIE PER L'INDUSTRIA Presentazione del VII Rapporto AIRI

LE INNOVAZIONI DEL PROSSIMO FUTURO TECNOLOGIE PRIORITARIE PER L'INDUSTRIA Presentazione del VII Rapporto AIRI LE INNOVAZIONI DEL PROSSIMO FUTURO TECNOLOGIE PRIORITARIE PER L'INDUSTRIA Presentazione del VII Rapporto AIRI Bergamo, 17 giugno 2013 Parco Scientifico Tecnologico Kilometro Rosso Mirano Sancin 1 Kilometro

Dettagli

THE UNIVERSITY OF ADELAIDE

THE UNIVERSITY OF ADELAIDE AUSTRALIA Adelaide THE UNIVERSITY OF ADELAIDE 5 Sono aperte tutte le facoltà a livello undergraduate con alcune restrizioni per le seguenti discipline: Humanities and Social Sciences, Faculty of Sciences,

Dettagli

Università degli Studi di Cagliari Direzione per le Relazioni con il territorio, l innovazione e lo sviluppo.

Università degli Studi di Cagliari Direzione per le Relazioni con il territorio, l innovazione e lo sviluppo. Università degli Studi di Cagliari Direzione per le Relazioni con il territorio, l innovazione e lo sviluppo. L Università di Cagliari, al pari delle altre Università italiane, è chiamata ad un rinnovato

Dettagli

CARTA SERVIZI del CENTRO per l AGGIORNAMENTO delle PROFESSIONI e per l INNOVAZIONE ed il TRASFERIMENTO TECNOLOGICO C.A.P.I.T.T.

CARTA SERVIZI del CENTRO per l AGGIORNAMENTO delle PROFESSIONI e per l INNOVAZIONE ed il TRASFERIMENTO TECNOLOGICO C.A.P.I.T.T. CARTA SERVIZI del CENTRO per l AGGIORNAMENTO delle PROFESSIONI e per l INNOVAZIONE ed il TRASFERIMENTO TECNOLOGICO C.A.P.I.T.T. La Carta Servizi è uno strumento di trasparenza messo a disposizione dal

Dettagli

Innovation Factory: the mile before the first one

Innovation Factory: the mile before the first one Innovation Factory: the mile before the first one Campobasso, 18 novembre 2010 Dr. Maurizio Caradonna AREA Science Park Dr. Fabrizio Rovatti Direttore Innovation Factory s.c.a r.l. - 1 - Sommario 1. Il

Dettagli

PIANI DI STUDIO a.a. 2015 16. Economia aziendale e management (CLEAM) pag. 1. Economia e finanza (CLEF) pag. 2

PIANI DI STUDIO a.a. 2015 16. Economia aziendale e management (CLEAM) pag. 1. Economia e finanza (CLEF) pag. 2 PIANI DI STUDIO a.a. 015 1 Economia aziendale e management (CLEAM) pag. 1 Economia e finanza (CLEF) pag. Economia e scienze sociali (CLEF) pag. Economia e management per arte, cultura e comunicazione (CLEACC)

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II RELAZIONE SULLE ATTIVITÀ DI RICERCA, DI FORMAZIONE E DI TRASFERIMENTO TECNOLOGICO (L. 1/2009 * ) - ANNO 2013 - * Ex art.3 quater D.L. n. 180/2008 convertito con legge 1/2009. Disposizioni urgenti per il

Dettagli

Ricerca scientifica e innovazione imprenditoriale: lavorare per la crescita delle imprese

Ricerca scientifica e innovazione imprenditoriale: lavorare per la crescita delle imprese Ricerca scientifica e innovazione imprenditoriale: lavorare per la crescita delle imprese Creare nuovi strumenti di crescita per le imprese: una proposta di allargamento dell attività del distretto ai

Dettagli

PEKING UNIVERSITY CHINA UNIVERSITY OF POLITICAL SCIENCE AND LAW. http://english.pku.edu.cn/ CINA - Pechino

PEKING UNIVERSITY CHINA UNIVERSITY OF POLITICAL SCIENCE AND LAW. http://english.pku.edu.cn/ CINA - Pechino CINA - Pechino PEKING UNIVERSITY 4 Un semestre (I o II). Gli studenti di scambio possono seguire corsi di lingua cinese nei programmi offerti dalla Chinese School as a Second language e/o corsi undergraduate

Dettagli

LA GESTIONE DELL INNOVAZIONE TECNOLOGICA NELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA

LA GESTIONE DELL INNOVAZIONE TECNOLOGICA NELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA LA GESTIONE DELL INNOVAZIONE TECNOLOGICA NELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA Parte III : R&S nella piccola e media impresa Angelo Bonomi PICCOLE E MEDIE IMPRESE E R&S Esistono varie definizioni di piccole e

Dettagli

Impariamo a innovare la nostra impresa

Impariamo a innovare la nostra impresa Gruppo Giovani Imprenditori Secondo livello Quarto livello Impariamo a innovare la nostra impresa 1 Workshop #1 martedì 6 Maggio 2014 Innovare in modo strategico: il modello di business Parte integrante

Dettagli

Bando per la concessione di agevolazioni finanziarie a start-up innovative nell ambito del programma di supporto SpinAREA

Bando per la concessione di agevolazioni finanziarie a start-up innovative nell ambito del programma di supporto SpinAREA Bando per la concessione di agevolazioni finanziarie a start-up innovative nell ambito del programma di supporto SpinAREA L'attività di supporto alla creazione di imprese innovative è resa possibile grazie

Dettagli

LIFELONG LEARNING PROGRAMME LLP/ERASMUS

LIFELONG LEARNING PROGRAMME LLP/ERASMUS LIFELONG LEARNING PROGRAMME LLP/ERASMUS VADEMECUM MOBILITA DOCENTI A.A. 2010/2011 (sulla base dei criteri generali stabiliti nell HANDBOOK ERASMUS dell Agenzia Nazionale LLP Italia e nella LIFELONG LEARNING

Dettagli

Chiamata diretta per vincitori ERC

Chiamata diretta per vincitori ERC Chiamata diretta per vincitori ERC Roberto Begliuomini Divisione Gestione Rapporto di Lavoro Personale Docente e Ricercatore Direzione Risorse Umane e Organizzazione Università di Trento Roma, 14 settembre

Dettagli

Distretto Tecnologico Aerospaziale del Lazio

Distretto Tecnologico Aerospaziale del Lazio Distretto Tecnologico Aerospaziale del Lazio Le iniziative della Regione Lazio a supporto del settore aerospaziale promosse e gestite da Filas 58 M contributi POR FESR + 20 M per il Venture Capital A fare

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA BASILICATA POTENZA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA BASILICATA POTENZA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA BASILICATA POTENZA RICHIESTA ISTITUZIONE ASSEGNI DI RICERCA RELATIVI A SPECIFICI PROGRAMMI DI RICERCA DOTATI DI PROPRI FINANZIAMENTI, SECONDO PROCEDURE STABILITE DAL SOGGETTO

Dettagli

Adotta il Talento Anno Accademico 2010-2011

Adotta il Talento Anno Accademico 2010-2011 Progetto di University Fund Raising Adotta il Talento Anno Accademico 2010-2011 Università degli Studi di Bergamo Bergamo, gennnaio 2011 La didattica in prospettiva internazionale L Università degli Studi

Dettagli

Netval Summer School 2015

Netval Summer School 2015 Netval Summer School 2015 Sessione 2: Terza Missione e impatto sul territorio in Italia Alberto Scuttari Direttore Generale Università Ca Foscari Venezia Le attività delle Aree ricerca degli Atenei 0%

Dettagli

Rapporto Economia Provinciale 2013 ISTRUZIONE

Rapporto Economia Provinciale 2013 ISTRUZIONE Rapporto Economia Provinciale 2013 1 ISTRUZIONE 2 Rapporto Economia Provinciale 2013 Popolazione scolastica nella provincia della Spezia Le analisi nel presente capitolo si focalizzeranno sugli istituti

Dettagli

Iniziative e strumenti a supporto della creazione di imprese spin-off nel contesto regionale

Iniziative e strumenti a supporto della creazione di imprese spin-off nel contesto regionale Iniziative e strumenti a supporto della creazione di imprese spin-off nel contesto regionale numeri e considerazioni sull'esperienza pugliese Paolo D Addabbo Le imprese spin-off della ricerca pubblica:

Dettagli

Consorzio Italbiotec. Industria&Università. insieme. per lo sviluppo delle biotecnologie

Consorzio Italbiotec. Industria&Università. insieme. per lo sviluppo delle biotecnologie CONSORZIO ITALBIOTEC 1 Consorzio Italbiotec Alta Formazione e corsi di perfezionamento Ricerca, Sviluppo e Innovazione Fund Raising per lo sviluppo delle biotecnologie Industria&Università insieme 2 CONSORZIO

Dettagli

Ministero degli Affari Esteri

Ministero degli Affari Esteri Ministero degli Affari Esteri DGSP - Unita' cooperazione scientifica e tecnologica Capo Unita' Cooperazione Scientifica e Tecnologica Protocollo MAE02940702013-12-30 Data 30 DICEMBRE 2013 Classifica NON

Dettagli

TIPOLOGIE DI QUALIFICHE E FORMATO DEI DOCUMENTI. Ente responsabile per il rilascio

TIPOLOGIE DI QUALIFICHE E FORMATO DEI DOCUMENTI. Ente responsabile per il rilascio APPENDICE B TIPOLOGIE DI QUALIFICHE E FORMATO DEI DOCUMENTI ISTRUZIONE SCOLASTICA Principali tipologie di qualifiche di istruzione secondaria Qualifiche superiore pan-indiano (All-India Secondary School

Dettagli

Creare impresa e diffondere tecnologia a partire dalla ricerca Programma Operativo per la fase 2 del Progetto ILO2

Creare impresa e diffondere tecnologia a partire dalla ricerca Programma Operativo per la fase 2 del Progetto ILO2 FESR - FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE REGIONE PUGLIA AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO IL LAVORO E L INNOVAZIONE Creare impresa e diffondere tecnologia a partire dalla ricerca Programma Operativo per

Dettagli

Regolamento Premio ROTARY STARTUP Edizione 2014-15

Regolamento Premio ROTARY STARTUP Edizione 2014-15 Regolamento Premio ROTARY STARTUP Edizione 2014-15 Il Premio ROTARY STARTUP è promosso dal Rotary Club Distretto 2072 Emilia Romagna e San Marino. Il Premio ROTARY STARTUP Edizione 2014-15 (d ora in poi

Dettagli

roberto.tiezzi@polimi.it

roberto.tiezzi@polimi.it C U R R I C U L U M F O R M A T I V O E P R O F E S S I O N A L E INFORMAZIONI PERSONALI Nome ROBERTO TIEZZI Indirizzo P.zza Leonardo da Vinci, 32 20133 Milano Telefono 0223999232 E-mail roberto.tiezzi@polimi.it

Dettagli

I Dipartimenti sono le strutture scientifiche che organizzano e gestiscono le attività di ricerca dell'ateneo. http://www.unito.it

I Dipartimenti sono le strutture scientifiche che organizzano e gestiscono le attività di ricerca dell'ateneo. http://www.unito.it Departments I Dipartimenti The University of Turin s research activities are divided up between 55 departments and they are grouped either by research sector or according to the aims or methods of the

Dettagli

CODICE A.A. 2015/16 SCIENZE ECONOMICHE LM-56 ECONOMICS 8408 ECONOMICS 8408 ECONOMICS 8408

CODICE A.A. 2015/16 SCIENZE ECONOMICHE LM-56 ECONOMICS 8408 ECONOMICS 8408 ECONOMICS 8408 AGRARIA E MEDICINA VETERINARIA AGRARIE CLASSE DENOMINAZIONE LM-69 AZIENDALI L-18 STATISTICHE "PAOLO FORTUNATI" STATISTICHE "PAOLO FORTUNATI" HORTICULTURAL SCIENCE / ORTRUTTICOLTURA BUSINESS ECONOMICS /

Dettagli

CAP 2 Le fonti dell innovazione. Gestione dell innovazione

CAP 2 Le fonti dell innovazione. Gestione dell innovazione CAP 2 Le fonti dell innovazione Gestione dell innovazione 1 La creatività L innovazione può scaturire da molte fonti diverse: Mente degli individui Ricerca universitaria, EPR, incubatori di imprese, fondazioni

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI Anno Accademico 2014/15

MANIFESTO DEGLI STUDI Anno Accademico 2014/15 MANIFESTO DEGLI STUDI Anno Accademico 2014/15 INDICE >OFFERTA FORMATIVA< TEST E PROVE DI ACCESSO IMMATRICOLAZIONI ISCRIZIONI AD ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO ISCRIZIONI A CORSI SINGOLI STUDENTI DECADUTI O RINUNCIATARI

Dettagli

I NUMERI DELLE DONNE

I NUMERI DELLE DONNE 1. Laureati anno solare 2009 per genere e area di studi Atenei provincia di Milano 2. Scuole, classi e studenti delle scuole secondarie di secondo grado per regione. Anno scolastico 2009/2010 3. Iscritti

Dettagli

Programma dei corsi. 1. INVESTOR READINESS Come presentare la propria iniziativa all investitore

Programma dei corsi. 1. INVESTOR READINESS Come presentare la propria iniziativa all investitore 1. INVESTOR READINESS Come presentare la propria iniziativa all investitore Obiettivi e struttura del corso Il corso si pone l obiettivo di preparare i partecipanti a comprendere il punto di vista degli

Dettagli

Classificazione dei corsi di studio in base agli Isced-F 2013 (broad/narrow and detailed fields) ISCED-F: 01-02-03-10

Classificazione dei corsi di studio in base agli Isced-F 2013 (broad/narrow and detailed fields) ISCED-F: 01-02-03-10 Classificazione dei corsi di studio in base agli Isced-F 2013 (broad/narrow and detailed fields) ISCED-F: 01-02-03-10 Dipartimento/Scuola AMBIENTE, PATRIMONI CULTURALI (DICEM) AMBIENTE, PATRIMONI CULTURALI

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA Quadro generale dell Offerta Formativa General Overview of the Courses Faculty of Architecture Ludovico Quaroni 4 Tecniche dell architettura e della costruzione

Dettagli

ALLEGATO 2. DIPARTIMENTI schema base. Direzione di Dipartimento. Segreteria amministrativa Segreteria didattica Laboratori

ALLEGATO 2. DIPARTIMENTI schema base. Direzione di Dipartimento. Segreteria amministrativa Segreteria didattica Laboratori DIPARTIMENTI schema base Direzione di Dipartimento Segreteria amministrativa Segreteria didattica Laboratori 1 STRUTTURE ATTIVATE DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA - DIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE

Dettagli

Università degli studi di Siena PROGRAMMA LLP/ERASMUS MOBILITA ERASMUS STAFF TRAINING 2013/2014. Training Programme

Università degli studi di Siena PROGRAMMA LLP/ERASMUS MOBILITA ERASMUS STAFF TRAINING 2013/2014. Training Programme Training Programme Informazioni sull Istituto di appartenenza e sull istituto/impresa ospitante Information about the home institution and the host institution or enterprise Nome e cognome del membro dello

Dettagli

L innovazione è la principale arma che un impresa può adottare per costruire un margine di profitto e per difenderlo.

L innovazione è la principale arma che un impresa può adottare per costruire un margine di profitto e per difenderlo. L innovazione è la principale arma che un impresa può adottare per costruire un margine di profitto e per difenderlo. Joseph Schumpeter Per la competitività delle aziende italiane è fondamentale l INNOVAZIONE.

Dettagli

INVENT S.r.l. Più di 60 ricercatori sono impiegati nelle start-up

INVENT S.r.l. Più di 60 ricercatori sono impiegati nelle start-up Gennaio 2015 INVENT S.r.l. Fondata nel 2002 come fondo di seed per investire in start-up innovative. Lo scopo è di valorizzare nuovi prodotti (prototipi/brevetti) mediante il trasferimento verso il mercato

Dettagli

Toscana Life Sciences è una Fondazione senza scopo di lucro costituita nel 2005

Toscana Life Sciences è una Fondazione senza scopo di lucro costituita nel 2005 Ente: TLS - TOSCANA LIFE SCIENCES Rappresentante nell Organo Gestionale: Carla Ghelardini Periodo di competenza: anno 2013 A - IDENTITÀ Toscana Life Sciences è una Fondazione senza scopo di lucro costituita

Dettagli

SAS nternational nterdisciplinary ntersectoral

SAS nternational nterdisciplinary ntersectoral SAS nternational nterdisciplinary ntersectoral School of Advanced Studies Scuola Internazionale di Dottorato / Master Corsi di perfezionamento / Corsi di aggiornamento professionale International School

Dettagli

PoCN Regolamento del Progetto PROOF OF CONCEPT NETWORK REGOLAMENTO DEL PROGETTO

PoCN Regolamento del Progetto PROOF OF CONCEPT NETWORK REGOLAMENTO DEL PROGETTO PROOF OF CONCEPT NETWORK REGOLAMENTO DEL PROGETTO REGOLAMENTO PoCN Articolo 1 - Definizione del Progetto Proof of Concept Network (PoCN) è un progetto finalizzato a favorire la valorizzazione commerciale

Dettagli

Alcune sfide europee dell innovazione energetica italiana

Alcune sfide europee dell innovazione energetica italiana Alcune sfide europee dell innovazione energetica italiana Prof. Ing. Massimo La Scala Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell Informazione Politecnico di Bari Roma, 22 maggio 2014 Key Enabling Technologies

Dettagli

PERCORSI DI ACCOMPAGNAMENTO ALL IMPRESA 9 NOVEMBRE 2012. Maurizio Caradonna (Innovation Factory) AREA Science Park

PERCORSI DI ACCOMPAGNAMENTO ALL IMPRESA 9 NOVEMBRE 2012. Maurizio Caradonna (Innovation Factory) AREA Science Park PERCORSI DI ACCOMPAGNAMENTO ALL IMPRESA Programma di aiuti per start up innovative P.O.R. Sardegna 2007 2013 Linea di attività 6.2.1.a - INNOV.ARE 9 NOVEMBRE 2012 Maurizio Caradonna (Innovation Factory)

Dettagli

CRIT Research. Innovazione Collaborativa: il caso italiano di maggior spicco. Franco Stefani. Vice Presidente CRIT Research

CRIT Research. Innovazione Collaborativa: il caso italiano di maggior spicco. Franco Stefani. Vice Presidente CRIT Research CRIT Research Innovazione Collaborativa: il caso italiano di maggior spicco Franco Stefani Vice Presidente CRIT Research 1 Per un mondo che cambia, quale Ricerca? RICERCA Cambio di paradigma: La Ricerca

Dettagli

Lightnet, la MAN di Trieste. Marco Marletta - GARR

Lightnet, la MAN di Trieste. Marco Marletta - GARR Lightnet, la MAN di Trieste - GARR LightNet, la genesi Trieste, la città con il più alto rapporto ricercatori/cittadini in Italia decine di sedi di enti di ricerca ed accademici presenti sul territorio

Dettagli

GIOCO DI SQUADRA. Tre Enti: - Assessorato allo Sviluppo Economico della Regione Puglia - Puglia Sviluppo SpA - ARTI Puglia e una sola SQUADRA

GIOCO DI SQUADRA. Tre Enti: - Assessorato allo Sviluppo Economico della Regione Puglia - Puglia Sviluppo SpA - ARTI Puglia e una sola SQUADRA La Puglia per le nuove imprese innovative Il Voucher Spin Off di ILO2 Dott. Stefano Marastoni Resp. Prog. ILO2, ARTI Puglia Copyright 2010 ARTI Puglia - Tutti i diritti riservati. Bari, 23 marzo 2010 Politecnico

Dettagli

Il Programma nazionale per la Ricerca 2005-2007. Una premessa e una sintesi.

Il Programma nazionale per la Ricerca 2005-2007. Una premessa e una sintesi. Il Programma nazionale per la Ricerca 2005-2007. Una premessa e una sintesi. Sono lieta di presentare, a seguito di una consistente, attenta opera di consultazione, documentazione ed analisi il Programma

Dettagli

Gli assetti a popolazione

Gli assetti a popolazione Gli assetti a popolazione Lo strategic network (mercato auto) L industrial network (filiera, distretto) I business network (eterarchia-relazione) Il policy network (politica pubblica) Le filiere IL SETTORE

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati 2015-2017

Programma triennale per la trasparenza e l integrità della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati 2015-2017 Programma triennale per la trasparenza e l integrità della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati 2015-2017 1 Introduzione: organizzazione e funzioni dell amministrazione Chi siamo: definizione,

Dettagli

Presentazione esterna. (Obiettivo sviluppo nuove imprese tecnologiche)

Presentazione esterna. (Obiettivo sviluppo nuove imprese tecnologiche) Presentazione esterna (Obiettivo sviluppo nuove imprese tecnologiche) Summary 1/4! La Fondazione ricerca e imprenditorialità (d ora in avanti Fondazione R&I) prende le mosse dalla crescente consapevolezza

Dettagli

La creazione di impresa spin-off al CNR

La creazione di impresa spin-off al CNR Terza Giornata InFormativa Progetto BioTTasa Area della Ricerca del CNR Palermo, 30 giugno 2014 La creazione di impresa spin-off al CNR Relatore: Daniela La Noce Progetto Finanziato dal Ministero dello

Dettagli

Le aree di specializzazione della Regione Friuli Venezia Giulia. Sistema della ricerca e tessuto imprenditoriale

Le aree di specializzazione della Regione Friuli Venezia Giulia. Sistema della ricerca e tessuto imprenditoriale Le aree di specializzazione della Regione Friuli Venezia Giulia Sistema della ricerca e tessuto imprenditoriale (compilare un documento per ciascuna area di specializzazione individuata) Area di specializzazione

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Management e Governance a.a. 2015-16

Corso di Laurea Magistrale in Management e Governance a.a. 2015-16 Corso di Laurea Magistrale in Management e Governance a.a. 2015-16 Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici Prof. Roberto Di Pietra ROBERTO DI PIETRA MAY, 2015 1 Roberto Di Pietra Informazioni generali

Dettagli

innovazione PER del business IL business 15 e 16/06/2012 6 e 7/07/2012 20 e 21/07/2012 Polo Tecnologico di Pordenone Andrea Galvani Via Roveredo, 20/b

innovazione PER del business IL business 15 e 16/06/2012 6 e 7/07/2012 20 e 21/07/2012 Polo Tecnologico di Pordenone Andrea Galvani Via Roveredo, 20/b PER Polo Tecnologico di Andrea Galvani Via Roveredo, 0/b Innovazione, Innovazione per il business è un ciclo di incontri di formazione breve indirizzati ai decisori aziendali per stimolare le capacità

Dettagli

Seminario. Diritti di proprietà intellettuale tra incentivi e strategie. Problemi di ricerca e casi di studio. Torino, venerdì 17 giugno

Seminario. Diritti di proprietà intellettuale tra incentivi e strategie. Problemi di ricerca e casi di studio. Torino, venerdì 17 giugno Seminario Diritti di proprietà intellettuale tra incentivi e strategie. Problemi di ricerca e casi di studio Torino, venerdì 17 giugno LORENZO CASSI Università Bocconi, Milano Tema di ricerca Network sociali

Dettagli

PESATURA DIPARTIMENTI 2013 PER POSIZIONE SEGRETARIO AMMINISTRATIVO -GRADUATORIA

PESATURA DIPARTIMENTI 2013 PER POSIZIONE SEGRETARIO AMMINISTRATIVO -GRADUATORIA PESATURA DIPARTIMENTI 2013 PER POSIZIONE SEGRETARIO AMMINISTRATIVO -GRADUATORIA TOTALE struttura bilancio docenti studenti pta punteggio fascia 100007 - Dipartimento di Medicina interna e specialità mediche

Dettagli

come guardare al futuro del Food e Life Sciences?

come guardare al futuro del Food e Life Sciences? 01 #inalimenta 02 Dopo EXPO Milano 2015 come guardare al futuro del Food e Life Sciences? Sostenuto da Sviluppato da 03 Alimenta2Talent Una business platform innovativa per l Economia Circolare, per sviluppare

Dettagli

Ricerca e Innovazione: Le sinergie tra la Smart Specialisation Strategy e Horizon 2020

Ricerca e Innovazione: Le sinergie tra la Smart Specialisation Strategy e Horizon 2020 Ricerca e Innovazione: Le sinergie tra la Smart Specialisation Strategy e Horizon 2020 Esempio di programmazione Regionale Roma, 09 luglio 2014 Armando De Crinito Direttore Vicario DG Attività Produttive

Dettagli

OPEN INNOVATION E FINANZIAMENTI PER LE PMI

OPEN INNOVATION E FINANZIAMENTI PER LE PMI OPEN INNOVATION E FINANZIAMENTI PER LE PMI Cosa si intende per Open Innovation Angela Rotellini, LIUC Università Cattaneo Lomazzo, 22 Aprile 2015 Agenda Definizione di Open Innovation I vantaggi dell Open

Dettagli

Una scuola dove formazione significa ricerca

Una scuola dove formazione significa ricerca www.sissa.it SISSA via Bonomea, 265 34136 Trieste Italia tel +39 040 3787111 info@sissa.it Una scuola dove formazione significa ricerca La Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (SISSA), fondata

Dettagli

Impariamo a innovare la nostra impresa

Impariamo a innovare la nostra impresa Gruppo Giovani Imprenditori Secondo livello Impariamo a innovare la nostra impresa 1 Workshop #1 martedì 6 Maggio 2014 Innovare in modo strategico: il modello di business Parte integrante della strategia

Dettagli

Formazione dell Ingegnere Biomedico al Politecnico di Milano Sergio Cerutti

Formazione dell Ingegnere Biomedico al Politecnico di Milano Sergio Cerutti Ingegneria Biomedica: tra motivazioni culturali e sbocchi occupazionali Formazione dell Ingegnere Biomedico al Politecnico di Milano Presidente CCS Ingegneria Biomedica, Dipartimento di Bioingegneria,

Dettagli

PIANO DI STUDI. Primo anno di corso

PIANO DI STUDI. Primo anno di corso PIANO DI STUDI Laurea in Economia, commercio internazionale e mercati finanziari (DM 270/04) L-33 Bachelor degree in Italian and in English (2 curricula in English) 1) CURRICULUM: Economia internazionale

Dettagli

LO STATO DELLA RICERCA SANITARIA IN ITALIA

LO STATO DELLA RICERCA SANITARIA IN ITALIA SAS Campus 2011 - Università di Milano-Bicocca, 22 novembre Business Intelligence e Analytics nell università, nel business e nel government per la crescita del Sistema Paese LO STATO DELLA RICERCA SANITARIA

Dettagli

Il Consorzio per l Area di ricerca scientifica e tecnologica di Trieste

Il Consorzio per l Area di ricerca scientifica e tecnologica di Trieste Il Consorzio per l Area di ricerca scientifica e tecnologica di Trieste AREA Science Park Il Consorzio per l Area di ricerca scientifica e tecnologica di Trieste è stato istituito come Consorzio obbligatorio

Dettagli

Accreditamento U.S.A. L UNIVERSITÀ

Accreditamento U.S.A. L UNIVERSITÀ L UNIVERSITÀ L Università degli Studi Guglielmo Marconi è la prima Università aperta (Open University), riconosciuta dal MIUR con D.M. 1 marzo 2004 (G.U. n. 65 del 8/03/2004) che unisce metodologie didattiche

Dettagli