Sapori di casa. di Massafra. Con La Voce di Massafra le prime quattro schede del ricettario di Daniela Neglia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sapori di casa. di Massafra. Con La Voce di Massafra le prime quattro schede del ricettario di Daniela Neglia"

Transcript

1 lavoce di Massafra ANNO VII - NUMERO OTTOBRE EURO 1,50 SETTIMANALE D INFORMAZIONE DELLA TEBAIDE D ITALIA Con La Voce di Massafra le prime quattro schede del ricettario di Daniela Neglia Sapori di casa PREMIO TANNOIA Vincitori il dott. Zaurito, il cartapestaio M Pignatelli e il Plesso scolastico Pinocchio Consiglio Comunale 800mila euro i debiti fuori bilancio

2

3 la voce di massafra sabato 6 ottobre ECONOMICAMENTE - 19 La rubrica de La Voce per capire l economia Guadagnare in borsa? Beato chi se lo fa il P.A.C. RAFFAELE RESCINA Guadagnare in borsa con certezza matematica? È possibile. Partiamo proprio dalla matematica facendo un esempio: * 5 mesi fa ho investito 100, oggi sono diventati 50: ho preso il 50% * Oggi investo 50, fra 5 mesi diventano 100: guadagno il. 100%! Se avessi la sfera di cristallo per poter indovinare quando è il momento di investire sarebbe tutto semplice: investirei i miei soldi quando il prezzo è il più basso (cioè 50). Il problema è che nessuno potrà mai sapere quando è il momento giusto ; lo saprà solo dopo, quando è ormai troppo tardi. E allora usiamo la matematica: non investo i miei 100 euro in una unica volta, investo 10 euro al mese per 10 mesi; non comprerò né tutto a 100, né tutto a 50, bensì a una media di 75. Per la matematica che abbiano visto nello schema precedente: * ciò che ho comprato sopra la media di 75 perde mediamente il 25% ( = 75 cioè -25%), * ciò che ho comprato sotto la media di 75 guadagna mediamente il 50% ( = 75 cioè +50%). Risultato: facciamo la somma algebrica: +50% -25% = +25%. Quindi se investo in borsa tutto in una volta rischio di perdere. Se invece investo in borsa a rate e la borsa nel frattempo prima scende e poi risale ho la certezza matematica di guadagnare; anzi a ben vedere più questo sbalzo tra discesa e salita è grande maggiore sarà il mio guadagno! Questa ovviamente non è una nuova scoperta, ma un metodo usato da sempre per acquistare a piccoli passi quote di un investimento azionario; si usa la sigla PAC, cioè Piano di Accumulo del Capitale, e rappresenta da sempre la maniera migliore per investire piccole somme di denaro in un certo arco di tempo con la certezza che alla fine il rendimento sarà più che positivo. Nella storia degli ultimi 200 anni le borse di tutto il mondo hanno sempre avuto salite e discese; un ciclo completo di salite e discese durava mediamente 7 anni, ultimamente dura anche solo 2 anni. Chi in passato ha fatto un PAC nella borsa italiana ha guadagnato mediamente più del 10% annuo. Quindi: beato chi se lo fa il PAC! La Voce di Massafra n. 317 del 6 ottobre 2012 Chiuso in Redazione alle ore 23,00 di giovedì 4 ottobre 2012 Gli articoli pervenuti e non pubblicati verranno editati sui prossimi numeri.

4 4 la voce di massafra sabato 28 luglio 2012

5 la voce di massafra sabato 6 ottobre I lavori del Consiglio Comunale del 28 settembre 800mila euro i debiti fuori bilancio In apertura di seduta il presidente del Consiglio Giandomenico Pilolli ha presentato il nuovo comandante della Compagnia dei Carabinieri di Massafra, Cap. Luigi Coppola, soffermandosi sulla grande disponibilità mostrata dallo stesso nell interagire con l istituzione municipale. Pilolli ha anche ringraziato il Cap. Bianco, ex comandante della Compagnia CC, per il lavoro svolto. Al saluto del presidente è seguito quello dei vari gruppi consiliari e del sindaco Martino Tamburrano. Il comandante Coppola ha ringraziato i consiglieri per quanto di buono esternato nei confronti della locale Arma dei Carabinieri. Il Cap. Coppola ha parlato di una Città con notevoli positività e ha garantito il suo massimo impegno per la comunità di Massafra. Pilolli ha anche presentato il nuovo dirigente della Ripartizione Servizi Economici e Finanziari, dott. Simone Simeone. Il consigliere incaricato al Bilancio e Finanze, Antonio De Giorgio, ha relazionato sul riconoscimento dei debiti fuori bilancio Euro ,17) evidenziando che derivano quasi tutti da sentenze o decreti ingiuntivi. Il consigliere Cofano ha rilevato che bisogna intervenire presso i responsabili dei procedimenti, affinché i ritardi non aggravino la spesa dell Ente. Cofano ha anche sollevato dubbi sulla non presenza di altri debiti fuori bilancio. Il sindaco Tamburrano ha giustificato i ritardi, dovuti, nella stragrande maggioranza dei casi, solo a necessità tecniche. Con 13 voti favorevoli, 5 contrari e 2 astenuti, i debiti fuori bilancio sono stati riconosciuti. De Giorgio ha poi relazionato sulla ricognizione dello stato di attuazione dei programmi e verifica degli Equilibri di Bilancio, evidenziando che la situazione appare in sostanziale equilibrio. De Giorgio ha affermato che è intendimento procedere all iscrizione di quota parte dell avanzo d amministrazione vincolato, derivante dal Rendiconto 2010 pari ad euro ,25, al fine di consentire l impegno e l erogazione della quota residuale del 20% delle somme erogate dalla Regione Puglia nell anno 2010, quale contributo alle imprese per danni alluvionali del settembre Il consigliere Ventura si è soffermato sui debiti in genere, su come siano maturati e su chi devono ricaderne le conseguenze, invitando ad individuare i responsabili degli errori. Cofano ha parlato di un peccato Il nuovo comandante della Compagnia dei Carabinieri di Massafra, Cap. Luigi Coppola

6 6 la voce di massafra sabato 6 ottobre 2012 d origine a causa di un Bilancio di Previsione viziato e ha espresso preoccupazioni sul ristoro ambientale e sui suoi reali incassi, invitando alla prudenza. Pelillo ha chiesto chiarimenti sui dubbi sollevati da Cofano, chiedendo all apparato burocratico una maggiore applicazione e responsabilità. Il sindaco Tamburrano è intervenuto chiarendo i dubbi emersi. Il sindaco ha concordato di regolare la macchina amministrativa, soffermandosi sulla difficoltà di gestire la quotidianità. Giannotta ha chiesto la convocazione di una riunione tra i dirigenti di settore e conferenza dei capigurppo per verificare rapporti e responsabilità. Con 16 voti favorevoli e 6 contrari il punto è stato approvato. Per quanto riguarda la nomina dei componenti il Collegio dei Revisori dei Conti per il triennio 2012/2015, Cofano ha mosso dubbi sul bando e sui tempi di deposito della proposta di delibera. Zanframundo ha posto l attenzione sulla verifica dei curricula pervenuti ed ha proposto la nomina con il criterio del sorteggio. A tale criterio si sono associati Miccolis e Mazzarano, annunciando che, qualora non fosse stato individuato il criterio del sorteggio, la minoranza avrebbe abbandonato l aula. Dopo una sospensione, la maggioranza ha eletto il Collegio dei Revisori: presidente Emanuele Valentini (11 voti); componenti: Alessia Merico (9 voti) e Difino Giuseppe (7 voti). Scontro sulla nomina dei revisori dei conti Nell ultimo consiglio comunale si è consumato l ennesimo strappo tra maggioranza ed opposizione. Quest ultima ha chiesto il sorteggio per la scelta dei 3 nomi sui 29 candidati alla carica di revisori dei conti, invece, ha discusso per ore sulle nomine. La polemica si trascina. Pd, Udc e Sel dichiarano: Ancora una volta la maggioranza di centrodestra annuncia metodi trasparenti, ma poi applica la logica della spartizione degli incarichi tra i vari gruppi esistenti nella coalizione. In commissione dei capigruppo il sindaco ha proposto un avviso pubblico per il conferimento dell incarico per enfatizzare la trasparenza dell amministrazione comunale. Nel consiglio comunale l amministrazione, poiché, aveva già deciso di eleggere tre professionisti proposti dai consiglieri di maggioranza ha richiesto una sospensione della seduta di 5 minuti e dopo tre ore di polemiche e abbandoni dalla stanza in cui si consumava lo scontro, decideva di votare per tre professionisti vicini ad alcuni consiglieri di centrodestra. «Scomparsi» i cassonetti per la raccolta differenziata La gestione ed il relativo smaltimento dei rifiuti rappresentano una delle grandi priorità ambientali in quanto coinvolgono tutto il territorio. L unione Europea nel 2008 ha promulgato la direttiva quadro sui rifiuti che sancisce la nascita della SOCIETA del RICICLO ovvero la nascita di una società, che eviti la produzione di rifiuti ma che, anzi, li riutilizzi come riserve. Da questo concetto è nata la necessità di promuovere e facilitare la raccolta differenziata delle varie frazioni che compongono i rifiuti solidi urbani, con l obiettivo fondamentale di sviluppare nei cittadini quella sensibilità che si chiama CONSAPEVOLEZZA, COSCIENZA AMBIENTALE, DOVERE nei confronti di questa tematica. Da diversi anni anche a MASSAFRA avere le campane per la raccolta differenziata ha impegnato i cittadini a comprendere sempre di più e meglio l utilità e la necessità della scelta di differenziare. «Poi cosi come accade nelle fiabe, con un abile colpo di bacchetta magica, il primo ottobre, sono scomparse da Massafra tutte le campane per la raccolta differenziata dichiarano in una nota le donne del Partito democratico di Massafra - Dopo lo stupore, non si può tacere il disappunto e denunciare quest altro gigantesco fallimento dell amministrazione in carica!» Il coordinamento delle DONNE del PARTITO DEMOCRATICO di Massafra evidenzia ancora una volta che l Amministrazione in carica è insensibile all adozione di una concreta e definitiva politica sui rifiuti in linea con la normativa Europea, ritenendo che non sia più possibile gestire la questione del riciclaggio dei rifiuti solo sull onda delle necessità del momento, o peggio, seguendo arbitrarie politiche ambientali. «I cittadini hanno dovuto subire l immotivato aumento della tassa sui rifiuti, stanno subendo l immotivata scelta del raddoppio dell inceneritore, mentre la scelta di differenziare i rifiuti muore immotivatamente. Si rammenti, infatti, che per tre mesi, questa amministrazione di centro dx ha tentato la raccolta differenziata dei rifiuti, in alcuni quartieri di Massafra, con relativo consumo di soldi pubblici ed oggi, non solo della raccolta differenziata non se ne sa più nulla, ma, cosa ancor più grave, assistiamo sull intero territorio cittadino persino all immotivata asportazione delle campane della raccolta differenziata di carta, vetro e lattine! Per tutti questi motivi e ormai urgente pretendere da questa amministrazione chiarimenti circa le scelte che intende adottare per la gestione dei rifiuti, soprattutto in riferimento alla già citata direttiva europea del 2008, che chiede di stabilire una REALE GERARCHIA DI GESTIONE PER LA GESTIONE INTEGRATA DEI RIFIUTI CON UN FORTE IMPULSO VERSO LA SOCIETA DEL RICICLO. NOI DONNE DEL COORDINAMENTO DEL PD di MASSAFRA abbiamo la certezza che la buona politica non rifiuta le scelte, ma anzi, le compie in uno spirito di dialogo e confronto democratico con il territorio».

7 la voce di massafra sabato 6 ottobre

8 8 la voce di massafra sabato 6 ottobre 2012 Decimo Festival della fisarmonica Città di Massafra Concerto dei maestri Marchese e Ferrarese Oggi e domani, presso il teatro Comunale dalle ore 8.30 con ingresso gratuito, ultime due giornate della decima edizione del Festival Internazionale della Fisarmonica Città di Massafra Terra delle Gravine, evento organizzato e prodotto dal Centro Stabile di Arte & Cultura Agorà, in collaborazione con il Comune di Massafra - Assessorato allo Spettacolo, Regione Puglia, Conservatorio Statale di Musica E. R. Duni di Matera, Segmenti d Arte, Associazione Culturale La Giostra e Circolo Filatelico Antonio Rospo. Adesione delle case fisarmonicistiche Cooperfisa di Vercelli e Stocco Music di Stradella. Questa sera Concerto di Fisarmonica in duo con i maestri Dario Marchese & Guido Ferrarese. Domani, invece, serata finale con Concerto di Fisarmonica Jazz del M Tiziano Chiapelli. Giovedì scorso c è stata la cerimonia di consegna del Premio Alessandro Tannoia e l esibizione dell Orchestra Popolare Agorà Città di Massafra, mentre ieri sera è stato applaudito il concerto Fisarmonica Varietè con il M Paride Pezzolla. Il direttore artistico del Festival, Antonello Tannoia, ha sottolineato che nel corso egli anni il festival è diventato un importante circuito dedicato al suono della fisarmonica attraendo e riunendo attorno a sé migliaia di spettatori, affezionati e curiosi, grazie alle esibizione di tanti ottimi fisarmonicisti noti in campo mondiale (Gervasio Marcosignori, Giuliano Cameli, Angel Louis Castano, Breda Horvat Gubler, Silvia Pagni, Wladimir Zubytsky, Jean Louis Noton, Peter Soave, Domi Emorine, Roman Jbanov, Ambrogio Sparagna, Beppe Servillo, ed altri, tra cui giovani talenti). Antonello Tannoia ha anche ringraziato i collaboratori ed i particolare dott. Antonio Viesti (vice sindaco ed Assessore allo spettacolo) e l artista Nicola Andreace, per l imponente scenografia e per i manifesti sin dalla prima edizione. Nelle foto: il fisarmonicista Dario Marchese (N.B.) Centro Salus Poliambulatorio specialistico privato via del Santuario 42 - Massafra Direttore Sanitario dott. Piero Pellegrino Per prenotazioni ed informazioni: tel mail: Visite specialistiche cardiologia neurologia oculistica ortopedia diabetologia otorinolaringoiatria gastroenterologia dermatologia omeopatia pneumologia endocrinologia fisiatria Diagnostica per immagini, TAC e risonanze in strutture convenzionate Diagnostica di laboratorio

9 la voce di massafra sabato 6 ottobre PINOCCHIO VA A SCUOLA PREMIO TANNOIA AL PLESSO DELL INFANZIA DEL 1 CIRCOLO ISTITUTO DI BELLEZZA A SERVIZIO TOTALE Grazia Ciaurro Via Parini, 1 - Massafra - tel PREMIO TANNOIA Vincitori il dott. Zaurito, il cartapestaio M Pignatelli e il Plesso scolastico Pinocchio Consegnato il Premio Alessandro Tannoia Il Dott. Carmelo Zaurito (per il suo impegno profuso a favore dell associazione culturale Agorà al fine di migliorare le attività soprattutto nell ambito della realizzazione del Festival Internazionale della Fisarmonica Città di Massafra Terra delle Gravine ), il personale docente ed ai collaboratori scolastici della Scuola dell Infanzia 1 Circolo Didattico di Massafra Plesso Pinocchio (per l impegno profuso nell ambito del sociale favorendo, così, il consolidamento dei rapporti tra le varie fasce sociali della comunità massafrese al fine di favorire il miglioramento della qualità della vita e della cultura) e il Maestro cartapestaio Sig. Michele Pignatelli (per l alto valore artistico delle sue opere in cartapesta che ha portato Massafra ai più alti vertici rappresentativi dell arte della cartapesta contribuendo, così, al consolidamento e rafforzamento socio-culturale di tutta la comunità) sono i vincitori 2012 del Premio Alessandro Tannoia. Premio che è stato loro consegnato giovedì, 4 ottobre, presso il Teatro Comunale, nell ambito della X Edizione del Festival Internazionale della fisarmonica Città di Massafra Terra delle gravine, in ricordo di uno degli ideatori ed organizzatori del Festival, Alessandro Tannoia, musicista e fisarmonicista massafrese, al quale si deve, tra l altro, l istituzione nel Sud Italia della Sezione del Centro Didattico Musicale Italiano (CDMI) di Castelfidardo. Il Premio, apprezzato riconoscimento, consiste in un bassorilievo in pregiato vetro fuso ( con effige ideata dal designer Prof. Nicola Andreace, autore anche della scenografia del Festival. Il prestigioso Premio Alessandro Tannoia, musicista fisarmonicista massafrese, quest anno è stato assegnato alla Scuola dell Infanzia plesso Pinocchio del 1 Circolo, per la Sezione Solidarietà sociale, al personale docente ed ai collaboratori. Educatori che aiutano i bimbi loro affidati a crescere nella formazione scolastica, contribuendo così concretamente allo sviluppo del territorio. L occasione è stata data dal X Festival Internazionale della Fisarmonica, città di Massafra, terra delle gravine, organizzato dal Presidente del Consiglio Direttivo del Centro Stabile Agorà Antonio Tannoia, in ricordo del grande musicista Alessandro che tanto ha fatto non solo per Massafra ma per tutto il Mezzogiorno d Italia, istituendo una Sezione del Centro Didattico Musicale Italiano. Giovedì 4 ottobre, presso il Teatro Comunale, la premiazione, alla presenza delle Autorità cittadine: un emozione per chi lavora ogni giorno non per ricevere un premio, ma con l amore e la passione per la propria città educa i bambini ad essere cittadini consapevoli e responsabili in futuro. La musica forma, la musica insegna, la musica oltrepassa i confini e azzera le differenze: in un gruppo musicale si cresce, si mettono da parte individualismi ed egoismi per lavorare insieme, ognuno consapevole del proprio ruolo. La musica, quindi, non conosce confini né ostacoli: coinvolge tutti e appassiona, dona gioia e allegria in ogni occasione, unisce popoli diversi e genti lontane, diverte sempre grandi e piccini. Questo lo spirito che contraddistingue la Scuola dell Infanzia Pinocchio, una scuola che ha a cuore il futuro dei suoi bambini che, dovunque andranno domani, conserveranno caro il ricordo di questa bellissima esperienza vissuta nell infanzia. Ricordiamo i nominativi delle maestre e delle collaboratrici scolastiche premiate: Felicetta Breglia, Pasquina Canzio, Claudia Castiglia, Mariella Castronovi, Rosaria Lovelli, Francesca Mineo e Felicia Sorrentino con l ausilio prezioso di Marianna Palanga e Angelica Pascadopoli. AUGURI al plesso Pinocchio da tutto l Istituto Comprensivo De Amicis (Marina Del Mastro) Cinema Spadaro dal 6 al 10 ottobre / giovedì e venerdì CHIUSO SALA 1: IL ROSSO E IL BLU SALA 2: E STATO IL FIGLIO ORE 19,00-21,00

10 la voce di massafra 10 sabato 6 ottobre 2012 GRANDE ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO G.PASCOLI Accogliere, verbo dal significato molto più profondo di quanto possa apparire. Significa, etimologicamente, accettare presso di sé, ricevere con affetto. Quanto è importante, in occasione del primo approccio relazionale, mostrarsi accoglienti? Quanti di noi potrebbero raccontare di rapporti umani mai decollati perché era mancato, nelle prime fasi, un atteggiamento accogliente, recettivo, di una o entrambe le parti? Avere senso dell accoglienza si rivela ancora più necessario (probabilmente la condicio sine qua non ) se si tratta del primo approccio di giovanissimi studenti con gli insegnanti di un nuovo livello scolastico. E probabile che molto dell iter relazionale che comincia in questa occasione dipenda dalla profondità emotiva con cui si sono affrontati i primi giorni di scuola. E per queste ragioni che i docenti dell Istituto Comprensivo G.Pascoli hanno predisposto un articolato quanto divertente Modulo di Accoglienza per facilitare e rendere graduale e piacevole l inserimento soprattutto degli alunni di Prima classe. Nel corso della prima, memorabile, giornata scolastica, i ragazzi hanno incontrato e salutato la Dirigente, la professoressa Patrizia Capobianco e poi, una volta entrati nelle loro nuove aule, hanno vissuto divertenti momenti di conoscenza reciproca e socializzazione con quelli che diverranno i loro compagni di strada per i prossimi anni. Qualche giorno più tardi, i piccoli allievi di prima e quinta classe della Scuola Primaria, plesso Iacovelli hanno festeggiato l inizio del nuovo anno scolastico cantando, partecipando ad uno spettacolo musicale, facendo giochi di movimento e poi, grazie alla collaborazione delle dolcissime mamme, partecipando ad un gustoso nutella party. Agli alunni di seconda, terza e quarta classe del plesso Pascoli è stata, invece, proposta una festa degli alberi, con l impegno di adottare, insieme agli alberi da frutto che hanno piantato, il nostro martoriato ambiente; naturalmente la merenda di quella giornata non poteva che essere rigorosamente a base di deliziosa frutta locale di stagione. Gli alunni della Secondaria di Primo Grado, dal canto loro, hanno conosciuto la scuola, i suoi ambienti, le sue regole, le figure professionali di riferimento sia attraverso una presentazione multimediale che dal vivo. Hanno, poi, vissuto la Giornata della Musica, in occasione della quale i docenti di strumento del Corso ad Indirizzo musicale, con le docenti di Musica della scuola, hanno progettato un attività di full immersion nel mondo dei suoni, attraverso momenti di ascolto partecipato e di musica attiva. In apertura, i docenti di strumento hanno eseguito degli arrangiamenti originali di sigle di cartoni animati: gli alunni, sono stati invitati a sostenere ritmicamente i brani sia con l utilizzo dell ampio strumentario ritmico in dotazione alla scuola, sia attraverso gesti- suono. A seguire, sono state proposte attività di improvvisazione guidate su strumenti ritmico-melodici (xilofoni e metallofoni) operando nell ambito di scale pentatoniche. I ragazzi hanno, altresì, avuto modo di sperimentare il mondo dei suoni attraverso la poliritmia, eseguendo brani che prevedono esclusivamente l uso della voce parlata in sovrapposizione l una all altra. Un altro momento entusiasmante è stato la Giornata del Teatro, in cui i ragazzi hanno avuto modo di assistere ad una divertente rappresentazione teatrale da parte degli alunni di terza classe e potuto improvvisare una piece comica, con grande divertimento. Infine, la Giornata delle attività motorie all aperto in cui, complice la bella giornata, hanno gareggiato per gruppi di due classi alla volta, in percorsi con piccoli attrezzi, staffette e giochi di gruppo, assistiti dai docenti di scienze motorie. Le attività proposte sono state motivanti per i nuovi alunni che hanno partecipato con entusiasmo e coinvolgimento. Ancora una volta l arte e la motricità sono riuscite a far esprimere i ragazzi attraverso la manipolazione dei parametri di un linguaggio nuovo ed hanno permesso un più sereno superamento delle naturali difficoltà di approccio.

11 la voce di massafra sabato 6 ottobre

12 12 la voce di massafra sabato 6 ottobre 2012 Le politiche culturali oltre l evento - Progettualità a confronto Se ne parlerà martedì 9 ottobre, a partire dalle ore 18.30, nel Teatro comunale di Massafra. L iniziativa, rientrante nella rassegna Sognare forse 2012, è organizzata dalla cooperativa Teatro Le Forche, in collaborazione con l Archeogruppo Iacovelli, l associazione culturale Il Serraglio e il Centro di Formazione all Impegno Sociale e Politico Conoscere e Agire. La serata si aprirà con una tavola rotonda sul tema, coordinata da Ermelinda Nasuto, alla quale parteciperanno: Roberto Ricco, presidente Distretto Puglia Creativa, che interverrà sul tema Nuove geografie della cooperazione culturale, soffermandosi sul ribaltamento del concetto di centro e periferia attraverso i sistemi della cooperazione; Gemma Adesso, operatrice culturale, con un intervento dal titolo Ripartire da Eboli - il lavoro culturale in provincia; Raffaello De Ruggieri, presidente della Fondazione Zetema Matera, che presenterà Il modello materano di azione culturale. Porterà i saluti dell Amministrazione comunale l assessore alla Cultura Antonio Cerbino. A seguire, focus su progetti messi in campo da alcune realtà locali: l Archeogruppo Iacovelli racconterà l esperienza del progetto di cooperazione transnazionale Cultural Rupestrian Heritage in the Circummediterranean Area: Common Identity New Perspective ; l associazione Il Serraglio illustrerà il progetto Buena Vision Social Club; il Centro di Formazione all Impegno Sociale e Politico Conoscere e Agire presenterà il lavoro svolto nel biennio di attività; la cooperativa Teatro Le Forche racconterà l esperienza di Residenza Teatrale. «Proprio oggi nel dilagare della spettacolarizzazione di ogni cosa (della cultura, del sociale, dell arte) distinguere diversi piani diventa un operazione necessaria per poter mettere a fuoco le priorità. Nella Babele dell organizzazione culturale bisognerebbe prima di tutto iniziare ad avere un lessico, a riconoscere il senso delle parole, ad orientarsi in esso per conoscere le direzioni possibili di una politica culturale che si possa chiamare tale, cioè che si distingua per continuità, lungimiranza e paziente lavoro sul territorio, al di là del singolo evento, su cui invece spesso, ciecamente, si disperdono a pioggia le risorse finanziarie a disposizione. Quando si parla di politica culturale non può non venirci in mente Il lavoro culturale, di Luciano Bianciardi, pubblicato nel 1957: l ironica storia di un intellettuale di provincia che, convinto della forza emancipatrice della cultura, con l aiuto del fratello minore e il sostegno di un manipolo di intellettuali anarcoidi, sperimenta le forme dell organizzazione culturale tipiche del decennio immediatamente successivo al dopoguerra».

13 Al via i corsi di ballo e danza dell A.S.D. Habanera presso la palestra DeAmicis di viale Marconi la voce di massafra sabato 6 ottobre Si è tenuto lunedì 1 ottobre il Convegno Inaugurale del nuovo anno sociale 2012/2013 dell Associazione Sportiva Dilettantistica Habanera dance studio di Massafra, diretta dal Maestro Antonello Giasi, presso la Palestra della scuola DeAmicis. La Palestra diventerà la sede ufficiale dell A.S.D., che dopo 17 anni abbandona i locali di via Frappietri 79, per trasferire i propri corsi nella più grande e idonea struttura di viale Marconi. Questo è stato possibile grazie a un progetto presentato nella primavera scorsa e sottoscritto tra il Maestro Antonello Giasi, che è anche Presidente pro-tempore dell associazione habanera, e la Dott.ssa Marcella Battafarano, Dirigente del Primo Istituto Comprensivo DeAmicis. Il programma, come illustrato appunto nella serata inaugurale da parte della Dirigente, prevede che, oltre alla riqualificazione della palestra, porterà dei benefici a tutta la comunità scolastica del primo istituto comprensivo, in termini di beni e di servizi offerti agli alunni. Tra i vari della convenzione infatti è previsto che alunni, genitori e i docenti del primo istituto comprensivo possano frequentare i corsi organizzati dall A.S.D. Habanera a condizioni agevolate. Protagonisti tra gli altri di questa intesa sono stati, Antonio Cerbino assessore all Associazionismo e Giancarla Zaccaro DOPOSCUOLA assessore alla Pubblica Istruzione, che durante la serata hanno illustrato i vantaggi dell accordo, non solo per la scuola, ma per tutta la comunità massafrese poiché l associazione Habanera, oltre che diffondere la cultura del ballo e della danza, è impegnata anche nel sociale a supporto delle fasce più deboli con iniziative benefiche, infatti ci sarà la possibilità di far frequentare i corsi di ballo gratuitamente a bambini con difficoltà economiche e/o disagio sociale. Durante la serata sono stati proiettati spezzoni di spettacoli organizzati dalla società sportiva negli ultimi 12 anni. A conclusione dell incontro i soci storici presenti all evento hanno voluto da subito calcare la pista a tempo di Mazurka. Appuntamento quindi tutti i giorni in viale Marconi 84 dalle 16:00 alle 22:00 per iscriversi e frequentare i corsi di ballo liscio, latino, hip hop, classico e balli di gruppo. Per maggiori info si può contattare il numero o tramite posta elettronica all indirizzo Concorso Fotografico - Scade l 8 ottobre OBIETTIVO MASSAFRA - (Ri)scatta la tua Città I Giovani Democratici comunicano che hanno prorogato al 8 ottobre la scadenza del concorso fotografico OBIETTIVO MASSAFRA - (Ri)scatta la tua Città. Abbiamo deciso di posticipare la data per venire incontro alle esigenze dei concorrenti,di chi lavora e chi studia di poter usare anche la domenica, per fotografare e elaborare le proprie fotografie. Ricordiamo che per partecipare basta inviare i propri elaborati all indirizzo mail oppure se ci fossero problemi,le immagini possono essere messe su cd o pennetta usb e lasciata presso la sede del Partito Democratico,su Corso Roma n 82 dalle 19,00 fino alle Dal 9 fino al 13 ottobre si svolgerà al votazione per designare il vincitore di questo primo concorso fotografico tramite la pagina di facebook più il giudizio di una giuria tecnica. La manifestazione si concluderà il 14 ottobre con l evento finale in Piazza Vittorio Emanuele, che diventerà una grande mostra fotografica a cielo aperto! Per ulteriori informazioni

14 14 la voce di massafra sabato 6 ottobre 2012 Service per un eliambulanza Il presidente del Rotary Club, Domenico Santoro, ha presentato l ambizioso obiettivo per il nostro territorio A margine del concerto dei Symbola Brass, allievi dell Istituto Paisiello, diretti dai maestri Antonio Ricciardi e Gabriele Maggi, tenutosi nello scorso mese di settembre presso la masseria Accetta Grande (foto in basso), il neopresidente del Rotary Club di Massafra, dott. Domenico Santoro, ha presentato il programma per l anno 2012/13 del club e il service Eliambulanza. Di seguito pubblichiamo uno stralcio del discorso tenuto dal presidente in quell occasione: «Per comprendere la nascita del Rotary occorre fare un salto indietro nel tempo ed immaginare i grandi processi di inurbamento delle città statunitensi della fine dell ottocento. Il nostro padre fondatore è un signore di nome Paul Harris, giovane avvocato, che al suo arrivo a Chicago, provenendo da una provincia del New England avrà vissuto la solitudine e le difficoltà di inserimento in un mondo che gli appariva ostile e complicato. Comprese che le sue angosce erano comuni a tanti altri giovani che vivevano la sua stessa vicenda personale e professionale e che volevano ritrovare tra di loro l affiatamento che si respirava nelle provincie di provenienza. Harris convinse altri uomini d affari del posto ad incontrarsi e discutere la formazione di un club di professionisti della comunità con il fine di socializzare. La sua visione creò le basi per il Rotary di oggi. Il 23 febbraio 1905, si svolse quella che viene considerata come la prima riunione del Rotary club. Nella famosa Room 711 dell Unity Building al centro di Chicago si riunirono quattro amici per discutere l idea di una nuova organizzazione. Nessuno, nemmeno Paul Harris poteva immaginare l escalation che da lì ad oggi avrebbe avuto questo meraviglioso sodalizio! Oggi il Rotary è una straordinaria organizzazione internazionale che unisce club in 200 paesi di tutto il mondo: una grande famiglia di soci. Nel 1985 è cominciata l avventura umanitaria più importante del Rotary che ha portato alla sconfitta della poliomielite nel mondo grazie ad una straordinaria catena di solidarietà che ci ha permesso di proteggere dalla polio più di due miliardi di bambini in 122 paesi. Ad oggi, l organizzazione ha contribuito oltre 700 milioni USD - una cifra che salirà ad oltre 850 milioni quando il mondo sarà finalmente libero dalla polio. Quando vedete un rotariano con il distintivo all occhiello sappiate che non sta ostentando uno status ma che in quel momento vi sta dicendo che è al vostro servizio / in ogni luogo in cui vi trovate / mettendo a disposizione la sua professionalità: potrà essere un avvocato, un medico, un imprenditore, un insegnante ecc.) Affidatevi ai rotariani sono servitori dell umanità. PROGRAMMA ROTARIANO IL NOSTRO PROGRAMMA, nell ambito di una visione internazionale delle azioni rotariane si concentra sull impegno locale perché la nostra società sta vivendo uno importante momento di accoglienza di popolazioni provenienti da ogni parte del mondo che dovrà ospitare, adottando le migliori pratiche di integrazione sociale, preparandosi ad una comunità multietnica / con la nascita delle seconde e terze generazioni che andranno a scuola con i nostri figli, saranno compagni di lavoro, vicini di casa e nostri amministratori pubblici. Questo scenario ormai realistico ci deve far riflettere per costruire una società accogliente, culturalmente ed economicamente all altezza della situazione. Questo obiettivo, che non può essere solo rotariano, noi vogliamo contribuire a realizzarlo impegnandoci in tre aree di intervento: la sanità, la scuola e lo sviluppo. Può sembrare un sogno ma il Rotary è una organizzazione capace di questo: trasformare i sogni in realtà. Si tratta di una ELIAMBULANZA. Perché rischiare l impresa criticabile di sensazionalismo? Perché riteniamo che si debba elevare l asticella dell offerta sanitaria nel momento in cui si assiste a continui tagli della spesa sanitaria che possono pregiudicare il nostro diritto alla salute. Assistiamo inermi alla creazione di sperequazioni territoriali nell offerta sanitaria a cominciare dalla articolazione della rete ospedaliera, per passare ai centri della diagnostica e della cura delle malattie; ma ciò che più ci preoccupa è la sperequazione nel settore dell emergenza/urgenza. Basta fare caso alla distribuzione disomogenea delle rianimazioni sul territorio per capire che le nostre vite hanno un indice di rischio più o meno alto a seconda della prossimità di domicilio rispetto ai centri di primo intervento dei sanitari. Questo è il momento della spending revue che significa sostanzialmente trasformare un auto blu in quindici defibrillatori o utilizzare i soldi di qualche carica pubblica di troppo in un infermiere in più. Questo vuole essere il Rotary».

15 Il valore dello sport L Assessorato allo Sport, in collaborazione con la Pro Loco, organizza una giornata di promozione dell attività sportiva la voce di massafra sabato 6 ottobre ANTONELLA NOTARISTEFANO Sabato 6 ottobre in Piazza Vittorio Emanuele si terrà, dalle ore 17 alle 21, una grande festa dedicata ai più piccoli e allo sport, finalizzata a sensibilizzare adulti e ragazzi sull importanza dell attività fisica e a promuovere l avvicinamento alle discipline sportive. L evento, intitolato SPORTIVIAMOCI e organizzato dall Assessorato allo Sport del Comune di Massafra in collaborazione con la Pro Loco, vedrà la presenza delle varie associazioni sportive presenti sul nostro territorio, di circa 500 atleti e sarà caratterizzato dalla rappresentazione di ben 12 discipline diverse. L iscrizione alle varie attività sarà accessibile a tutti i bimbi che vorranno parteciparvi. E risaputo che l attività fisica comporta benefici sulla salute psicofisica e sul benessere sociale di persone di ogni età e sesso per tutta la loro vita. Se fare sport è salutare per gli adulti, lo è ancor di più per i bambini; l attività fisica, infatti, favorisce oltre alla crescita armonica del corpo, lo sviluppo della mente e della personalità. Ogni disciplina sportiva, praticata in maniera adeguata e <<pulita>>, rappresenta un toccasana, la tisana giornaliera che purifica dallo stress, che rilassa e al contempo rinvigorisce ogni cellula, ogni forza interiore... Inculcare l amore per lo sport ai giovani è importantissimo, poiché esso rappresenta il modo di imparare, giocando, i valori fondamentali della vita: uguaglianza, osservanza delle regole, lealtà, integrazione sociale, sana competizione, impegno, rispetto dell altro, desiderio di vittoria, determinazione, accettazione della sconfitta. Insomma, lo sport svolge una parte decisiva nello sviluppo psicofisico di ogni individuo, è un vero e proprio maestro di vita capace di modellare il corpo e plasmare lo spirito, orientandolo verso il benessere fisico (prevenendo e contrastando l insorgere di patologie anche gravi) e l armonia interiore, in uno con la capacità di integrazione sociale e il rispetto delle <<regole del gioco>> nelle relazioni interpersonali. Iniziativa ATO a Martina Franca Cavalcata per la donazione Domani, domenica, 7 ottobre, a Martina Franca si svolgerà la prima edizione della Cavalcata per la donazione degli organi per le vie della città. Il radono è previsto per le ore 8 presso Casale dei Pini, in via Massafra. Il via alla manifestazione alle ore 9.00 e la consegna degli attestati ai partecipanti alle ore L iniziativa è organizzata da ATO (Associazione Trapiantati Organi), Pubblica Assistenza A.R. 27 SERMARTINA e Città di Martina Franca in collaborazione con Casale dei Pini e con il patrocinio della Provincia di Taranto.

16 16 la voce di massafra sabato 8 settembre 2012

17 DETTO MASSAFRESE: i uejie de la cucchjiere li sep e a pignet e - (I problemi dei figli li conosce la madre) Cronache massafresi LA VOCE DI MASSAFRA - foglio d informazione allegato al n.317 del 6 ottobre 2012 Infanticidio, arrestata la madre Avvolto in una busta di plastica nascosto tra coperte e vestiti nell armadio della camera da letto: così polizia e carabinieri hanno trovato il corpo di una bimba, partorito (o forse abortito) tra il sesto e il settimo mese di gestazione da una donna di 25 anni di Massafra. Soccorsa lunedì scorso per una forte emorragia dovuta ad un parto, la donna è stata arrestata per infanticidio dopo che è stato trovato il corpo cercato per tutta la giornata di martedì. I contorni della vicenda sono però ancora poco chiari. Sarà l autopsia, già disposta dal pm della procura di Taranto Remo Epifani, a definire se si sia trattato di un aborto, spontaneo o indotto, oppure di un parto prematuro e se la piccola, che pesava 2,5 chilogrammi, avrebbe avuto possibilità di sopravvivenza se adeguatamente soccorsa. La donna, già madre di due figli, quando è stata soccorsa, ha inizialmente negato la gravidanza. Ma l emorragia di cui era affetta, le tracce ematiche trovate un po ovunque in casa, le forbici sporche di sangue sequestrate sul tavolo della cucina e la placenta custodita in una borsa nascosta sotto il letto matrimoniale, hanno fatto subito pensare che la donna avesse avuto un aborto e si fosse sbarazzata del feto. Gli investigatori stanno ora valutando la posizione di altri famigliari e in particolare del compagno della 25enne, che era in casa quando i soccorritori del 118 hanno portato la donna presso il SS. Annunziata. Ora è piantonata in stato di arresto. «La Tarsu del 2011 si è pagata!» Il Partito Democratico ricorda ai cittadini massafresi che avevano tempo fino al 30 settembre per pagare le rate della tarsu dell anno Oltre questa data verranno aggiunti altri oneri per i contribuenti. «Sui cittadini, quindi, è gravato lo spropositato aumento del 39,4% sulla tassa rifiuti, voluto dalla giunta Tamburrano. Aliquota, lo ricordiamo, tra le più alte della provincia di Taranto, pur disponendo la nostra città, sul suo territorio, dell intero ciclo di gestione dei rifiuti, discarica e termovalorizzatore compreso!- si legge nella nota stampa - Eppure proprio un anno fa, in una conferenza al teatro comunale, il primo cittadino e la sua maggioranza avevano detto ai cittadini che: L aumento della Tarsu è stata una pura manovra di bilancio e aveva promesso loro: I massafresi adesso devono pagare le due rate iniziali e poi aspettare il prossimo anno. All interno del bilancio e del prossimo conto consuntivo potremo prevedere o un eventuale rimborso o il conguaglio rispetto alla prossima tassa. I giornali di allora titolavano Cancellato l aumento della Tarsu e Restituiremo i soldi della Tarsu ai cittadini. I massafresi hanno aspettato invano il nuovo anno ma, nessun conguaglio, nessun rimborso è giunto loro: anzi, hanno ricevuto solo rate aumentate! In piena crisi economica, con i consumi in calo e la disoccupazione in crescente e preoccupante aumento, la giunta di centro-destra contribuirà a rendere ancora più caldo l autunno delle famiglie massafresi. Si consideri, infatti che dopo la stangata della Tarsu 2011, arriverà la Tarsu 2012, aumentata del 5% solo per le tariffe domestiche, rispetto all importo 2010 e che resta con l aumento invariato del + 39,4% per le altre utenze (vedasi, ad esempio, quelle per le attività commerciali, in forte sofferenza economica!). Si aggiunga, poi, la seconda rata dell Imu: si ricorda che questa giunta ha volutamente applicato all IMU i coefficienti tra i più alti d Italia, ovvero pari al 5,5 per mille per la prima casa e al 10,5 per mille per gli altri fabbricati. In conclusione, quindi, in quest autunno caldo pagheremo caro e pagheremo tutto! Il rilievo più sconcertante è che, a fronte di questa pesante tassazione, sono del tutto assenti i benefici per la collettività; la città è in balia del disordine, senza nessuna programmazione futura, senza una prospettiva di crescita economica e di miglioramento sociale. Gli unici primati di cui quest amministrazione può vantarsi sono i tanti aumenti di oneri e gabelle ai danni dei massafresi!» INTERPELLANZA DI BACCARO AL SINDACO Mentre chiudiamo l edizione n. 317 de La voce, è giunto in redazione il comunicato stampa del consigliere comunale Maurizio Baccaro che annuncia di aver presentato un interpellanza sulla questione raddoppio del termovalorizzatore e sulla tassa rifiuti. In sintesi Baccaro chiede al Sindaco di Massafra e alla sua Amministrazione: perché - non hanno mantenuto l impegno di cancellare le ultime due rate della TARSU, che i cittadini sono stati costretti a pagare proprio in questi giorni; - hanno bruciato circa ,00 euro di finanziamenti dati dalla Regione Puglia per la differenziata, avviata senza sostituire la raccolta tal quale e adesso sospesa; - hanno già dato parere favorevole al Raddoppio dell inceneritore senza nemmeno discuterne in Consiglio Comunale.

18 Lunedì presso la Chiesa del Carmine a cura dell Associazione Carabinieri Santa Messa per ricordare Salvo D Acquisto Santa messa per ricordare l eroica figura del vice brigadiere Salvo D Acquista. Si terrà lunedì, 8 ottobre (ore 18,00), nella chiesa parrocchiale Maria S.S. del Carmine, concelebrata dal parroco Don Salvatore Di Trani e dal cappellano militare Don Mario Proietti. Questa santa messa è voluta ed animata, come ogni anno, dalla sezione massafrese dell Associazione Carabinieri. Tutti conoscono la storia del servo di Dio Salvatore D Acquisto, il cui martirio di carità si consumò nel lontano 23 settembre 1943 a Torre di Palidoro quando, facendo dono della sua vita attraverso il martirio di carità, ebbe a salvare la vita di ventidue civili, ostaggi innocenti della rappresaglia tedesca in seguito ad un presunto, anzi inesistente, attentato ai danni degli stessi tedeschi. Il suo gesto, vero e proprio martirio di carità, ben si accosta al martirio di carità di S. Massimiliano Kolbe e si colloca giustamente nella pagina del vangelo di Luca che sarà proclamato durante la liturgia. Pagina del Vangelo che propone, infatti, la figura del buon samaritano che percorrendo la strada da Gerusalemme a Gerico si prende cura del prossimo, nella fattispecie della persona ridotta in fin di vita dai malfattori. Non importa tanto definire chi è il prossimo (dice Donato Cito, presidente dell Associazione dei Carabinieri) ma conta comportarsi da prossimo. E si comporta da prossimo chi lo introduce nel corso della propria vita, chi se ne fa carico con intimo e operoso amore. Ricordiamo che Salvo D Acquisto ha fatto il suo dovere in grado eroico, ben oltre quello che il regolamento gli chiedeva. Ma perché l ha fatto? Forse in quel momento tragico gli sono risuonate nel cuore le parole di Cristo: Non c è amore più grande che dare la vita per chi si ama. Ma anche se la memoria del testo evangelico non l ha aiutato, la forte educazione cristiana ricevuta in famiglia e nella scuola gli ha fatto cogliere l essenziale del vangelo che non è declamazione di parole, ma testimonianza di vita. E Salvo è un testimone luminoso. Perciò perseveriamo nella preghiera perché egli possa finalmente salire agli onori degli altari. Ma, ahimè (dice ancora Donato Cito), da quando padre Paolo Molinari per motivi di salute ha cessato di occuparsi della causa di beatificazione, sulla questione pare sia caduto il sipario. Ora la questione è affidata ad un cappellano militare! E per ora nessuna luce all orizzonte! Qualcuno afferma che per il buon esito della causa di beatificazione occorra un miracolo. Altri sono del parere che in caso di riconosciuto martirio di carità non ve ne sia bisogno. Continuano intanto con successo le attività culturali - sociali che si svolgono nei locali dell Associazione dei Carabinieri: Nei giorni scorsi ha ospitato il presidente del Nino Bellini che ha intrattenuto sulla fantastica storia del francobollo, partendo dalla storia postale per arrivare al primo francobollo (Penny Back, 1840) e ai primi francobolli italiani (specificando che il primo è da considerarsi il 5 centesimi del Regno di Sardegna del 1850). Bellini ha fatto scoprire come nel tempo il francobollo sia diventato un importante veicolo di trasmissione dei valori della cultura di ogni popolo, in quanto stimola ed aiuta ad approfondire ogni conoscenza di personaggi, di opere d arte, di discipline sportive, del mondo della natura, di avvenimenti senza frontiere. Presente anche il vice presidente, Francesco Rospo (delegato anche di Puglia e Basilicata) che ha evidenziato le tante manifestazioni portante avanti dal Circolo anche nelle regioni limitrofe, ottenendo tra l altro dalle Poste Italiane l emissione di un francobollo dedicato Massafra. Il prossimo incontro dell Associazione dei Carabinieri sarà dedicato alla Poesia ed ospite sarà il noto poeta Orazio Giannico, vincitore di numerosi concorsi nazionali ed internazionali. Da ricordare a che l Associazione Carabinieri ha in programma per il 6e 7 novembre un viaggio a Roma con udienza dal Santo Padre. Pensiero positivo LUCE E AMORE Quando arriviamo in vetta, dopo aver lungamente percorso la china della montagna; quando la fatica diventa solo un ricordo per lasciare il posto ad un emozione indescrivibile, ecco che la meta si rivela in tutto il suo splendore, invitandoci a proseguire il cammino e a mantenere sempre viva nel cuore, nella parola e nell azione, l essenza di una rivelazione sulla profonda natura della realtà. (Giddì) La Voce di Massafra Settimanale di politica, cronaca, sport e cultura della Tebaide d Italia Direttore responsabile: Nino Bellinvia Vice direttore: Giovanni Matichecchia Redattore: Antonio Dellisanti Reg. Trib. Taranto n. 408/06 del 24/03/2006 Registro Operatori della Comunicazione: R.O.C. n Antonio Dellisanti Editore s.r.l. Sede legale e redazione: via De Amicis, Massafra (TA) - Tel/fax Copia arretrata Euro 2,00 Stampato da: Grafiche SEMA - Massafra Abbonamenti (annuale): euro 60,00 - Massafra/ edicole; euro 140,00 - Italia/Poste; euro 30,00 - online pdf; aziende sostenitrici: euro 121,00 /edicole Costo pubblicità: euro 75,00 (formato pagina a colori); euro 40,00 (metà pagina a colori) Per info: Gli articoli inviati e pubblicati, salvo accordo scritto fra l Editore e gli autori (responsabili, civilmente e penalmente, dei giudizi espressi nei loro scritti) s intendono ceduti a titolo gratuito. Scritti, disegni e fotografie, anche se non pubblicati, non si restituiscono. Non verranno pubblicate lettere anonime; se richiesto, verrà mantenuto l anonimato. Questo periodico non riceve finanziamenti nazionali, regionali, provinciali e comunali. LA VOCE DI MASSAFRA - foglio d informazione allegato al n.317 del 6 ottobre

19 Firmato protocollo d intesa tra Comune ed Archeogruppo E. Jacovelli Entra nel vivo la fase di organizzazione del Centro Internazionale di Documentazione sull Habitat rupestre Il Centro Internazionale di Documentazione sull Habitat rupestre dell Area mediterranea sarà ospitato in un locale della Biblioteca Comunale (sita nel Castello Medievale), concesso in comodato d uso a titolo gratuito (nella concessione è compreso l uso gratuito delle reti acqua, luce, gas e dei servizi telefono e collegamento a internet). Il protocollo d intesa tra il Sindaco di Massafra, dott. Martino C. Tamburrano, e il presidente dell Archeogruppo E. Iacovelli, sig. Antonio Caprara, è stato sottoscritto lo scorso 28 settembre Con la firma di tale atto, già deliberato in precedenza dalla Giunta Comunale, la fase di organizzazione del Centro di Documentazione entra nel vivo. Sarà diretto da un autorevole socio esperto che sarà nominato dall Archeogruppo e comunicato all Amministrazione comunale. E un grande risultato per l Archeogruppo che è stato capace di reggere il confronto a livello scientifico con le Università degli Studi di Firenze e con quelle di Valencia, di Parigi, di Atene e di Istanbul, nonché di uscire concretamente dalla fase di semplice studio del patrimonio rupestre per passare alla fase di progettazione di interventi di valorizzazione. Il Centro di Documentazione agirà in tal senso non solo per mettere a disposizione degli studiosi gli studi già disponibili ma soprattutto per promuovere la valorizzazione di tale risorsa, l Habitat rupestre appunto, che altrove nei Paesi partner è ormai in fase avanzata il riutilizzo degli invasi rupestri per gli usi più disparati (bar, ristoranti, botteghe artigiane, studi professionali, alberghi a 5 stelle). L Amministrazione Comunale ha concesso il suo pieno consenso a tale importante struttura culturale, apprezzando il progetto CHRIMA-CINP realizzato dall Archeogruppo e dai suoi partner, che dà lustro alla Città di Massafra, esaltando il suo patrimonio rupestre e ponendola all attenzione dell Europa. Ricordiamo che l Archeogruppo E. Iacovelli di Massafra, quale partner dell Università di Firenze, Facoltà di Architettura, Dipartimento di Progettazione dell Architettura (in veste di capofila) il , ebbe a candidare a Bruxelles il progetto di cooperazione transnazionale denominato Cultural Rupestrian Heritage il the Circummediterranean Area: Common Identity New Perspective a valere sul Programma Culture Nella graduatoria dei progetti ammessi a finanziamento per l annualità 2010, il progetto CHRIMA-CINP si classificava primo in graduatoria su 108 ammessi a finanziamento, con un punteggio totale pari a 95/100. Punti di forza del progetto sono: partenariato strategico che unisce L Europa del Sud Est e del Sud Ovest, il dialogo interculturale, l interdisciplinarietà dei contributi, la creatività e le innovazioni tecnologiche, la disseminazione dei risultati, l istituzione di un centro di documentazione internazionale sull Habitat rupestre dell Area mediterranea. Ricordiamo ancora che il progetto ha coinvolto, in qualità di ulteriori partner l Ecole Nationale Superieure D Architecture de Paris La Villette (FRANCIA), la Kadir Has University/Virtu Art Faculty Istanbul (TURCHIA), National And Kapodistrian University Of Athens - Department of Energy Physics National (GRECIA) e l Universidad Politecnica de Valencia - Dep. de Expreciòn Gràfica Arquitectònica (SPAGNA), nonchè numerosi ricercatori di ben 10 Università italiane e di una ventina di Enti e Fondazioni sia italiane che straniere e gli studenti del Liceo Scientifico De Ruggieri di Massafra. Le principali attività del progetto sono consistite in: Rilievo delle architetture rupestri dei vari Paesi partner; Convegno Giornate Internazionali di Studio in Terra Jonica L Habitat Rupestre nell Area Mediterranea, tenutosi nei giorni ottobre 2010 a Massafra e a Palagianello, i cui atti sono stati stampati in volume; Workshop Habitat Rupestre, dal 28 aprile al 7 maggio 2011, tenutosi a Massafra, che ha coinvolto, oltre agli esponenti dei partner, decine di studenti universitari di varia provenienza, nonché 20 studenti liceali di Massafra; Convegno internazionale di studio sull Habitat Rupestre, tenutosi a Massafra il 30 aprile 2011, i cui atti sono stati pubblicati in volume; Mostra fotografica dei rilievi eseguiti, Massafra aprile 2011; Missione Cappadocia dal 2 al 12 settembre 2011, guidata dal prof. Franco Dell Aquila, col rilievo delle chiese della valle di Ilhara; Conferenza a Istanbul e workshop con tutti i partner in Cappadocia il 25 settembre 2011; Cicli di conferenze ed escursioni di studio tenutisi a Massafra in marzo e aprile 2012 presso il Liceo Scientifico De Ruggieri; Workshop conclusivo tenutosi a Firenze dal 20 al 23 giugno 2012, i cui atti sono in corso di stampa; Mostra dei rilievi eseguiti, Firenze giugno-luglio 2012; Mostra dei rilievi eseguiti, Sorano (GR) agosto-settembre Da precisare anche che nella banca dati Centro Internazionale di Documentazione sull Habitat Rupestre dell Area Mediterranea, di cui è prevista l apertura, è confluita tutta la gran messe di informazioni scientifiche e di rilievi fotografici e architettonici, raccolta sia in Italia sia nei vari Paesi coinvolti (Francia, Spagna, Grecia e Turchia) e dove confluiranno i futuri rilievi e acquisizioni scientifiche, onde renderle fruibili a studiosi italiani e stranieri. Diverse le missioni organizzate in Cappadocia da gruppi di studio Archeogruppo, tra i quali quelli costituiti da: prof. Franco dell Aquila (capo equipe) che da molti anni si dedica allo studio degli insediamenti rupestri in Italia meridionale, ma anche nel resto del mondo (relatore nei maggiori simposi scientifici, ha pubblicato numerosi studi sugli insediamenti rupestri); prof. Domenico Caragnano, (esperto degli affreschi delle chiese rupestri, Direttore del Museo del Territorio di Palagianello); prof. Pino Fazio (esponente della Società Friulana di archeologia); arch. Beniamino Polimeni dell Università Mediterranea di Reggio Calabria; fotografo Umberto Ricci, uno dei soci fondatori dell Archeogruppo; dott. Antonio Laselva, speleologo di Santeramo in Colle, architetti Carmela Crescenzi e Marcello Scalzo dell Università di Firenze, prof. Mario Bucci dell Università di Pisa, prof. Roberto Caprara, storico e archeologo degli insediamenti rupestri, e l avv. Giulio Mastrangelo, past president dell Archeogruppo. (N.B.) LA VOCE DI MASSAFRA - foglio d informazione allegato al n.317 del 6 ottobre

20 Riceviamo e pubblichiamo la lettera dell associazione vincitrice del concorso Pepsi Alcune considerazioni post inaugurazione dello spazio culturale presso la Chiesa di Sant Agostino All indomani della cerimonia che ha visto presentare sotto una nuova veste la chiesa sconsacrata di Sant Agostino alla città di Massafra, l associazione MassafrArte esprime, una volta ancora, tutta la propria soddisfazione per la realizzazione di un progetto così prezioso per la nostra realtà, al quale proprio MassafrArte ha contribuito in modo determinante, vincendo il concorso Migliora il tuo mondo indetto da PepsiCo Beverages Italia. Quando i giovani si mobilitano per la città in cui vivono è già una gran bella notizia, che può diventare sogno se la mobilitazione raggiunge lo scopo. Ecco, l apertura della chiesa di Sant Agostino e l allestimento di un area culturale nuova è un bisogno diffuso e condiviso che si realizza, grazie anche all impegno dell Ufficio Cultura del Comune di Massafra e della Gaf Italy, agenzia che ha curato il concorso; non di minor importanza l impegno del sindaco Martino Tamburrano che, smuovendo lo stallo degli ultimi mesi, ha permesso di inaugurare il tutto in tempo, senza che venissero persi i fondi messi a disposizione dalla Pepsi. Proprio con il primo cittadino contiamo di firmare quanto prima il protocollo d intesa già verbalmente discusso lo scorso anno, e anche in occasione della conferenza stampa, per l affidamento, per un limitato numero di giorni l anno, dello spazio culturale e delle relative attrezzature per le iniziative dell associazione. Vorremmo, con le nostre idee e con il nostro impegno, contribuire a rendere il più vivo e fruibile possibile lo spazio, coordinandoci con altre realtà associative. Vorremmo, quanto prima, poter presentare il progetto di rigenerazione urbana MICAA, elaborato dagli studenti di Sociologia ed Economia Urbana della Facoltà di Archietettura di Bari che, sulla scia del risultato ottenuto da MassafrArte, hanno scelto Sant Agostino come caso studio. Avremmo voluto sostenere con il nostro contributo, ad esempio, anche la giornata inaugurale, vivere fino in fondo quello che è un obiettivo inseguito con tanta passione da tutti i ragazzi che hanno voluto sostenerci. Invece siamo qui a chiederci: perché l assessore, che ha seguito l iter e gestito l inaugurazione, non ha pensato di coinvolgere MassafrArte nell organizzazione della prima iniziativa? Il nostro contributo è già diventato inutile? Data l assenza all inaugurazione di giovani, studenti e di associazioni culturali giovanili che svolgono attività affini agli scopi del nuovo spazio, con quale criterio sono stati fatti gli inviti per l inaugurazione? Perché non tenere aperto lo spazio sabato e domenica per permettere alla comunità locale di prenderne visione? Avremmo voluto, senza nulla togliere agli artisti che hanno animato la serata inaugurale, dare anche spazio ad artisti e giovani massafresi affermatisi a livello nazionale e anche internazionale e paradossalmente non conosciuti magari a dovere nella nostra città. Riteniamo un peccato non aver colto subito l occasione per fare della chiesa di Sant Agostino quel laboratorio di talenti e quel luogo di sviluppo culturale che avevamo in mente quando abbiamo partecipato al concorso. La nostra intenzione è sempre quella di far passare Massafra dalla dimensione di paese ad una più dinamica e cittadina. Speriamo di poterla continuare a inseguire. In fondo un sogno lo abbiamo già realizzato. MassafrArte - associazione vincitrice del concorso Migliora il tuo Mondo Querelle culturale fra Massafrarte e Cerbino La replica dell assessore Cerbino e la controreplica dell associazione In settimana, oltre alla lettera che pubblichiamo in questa pagina, è arrivata la replica dell ass. Cerbino, affidata alla stampa provinciale, e la controreplica degli associati di Massafrarte. In sintesi l ass. Cerbino (come ha dichiarato telefonicamente a La voce) ha dichiarato di aver svolto al meglio il suo compito di amministratore, facilitando il lavoro messo in campo dall agenzia che ha supportato l evento della Pepsi. «Non ho nulla da rimproverarmi, ho fatto tutto quello che era nelle mie possibilità per dare visibilità all evento». La controreplica dell ass. Massafrarte: «Come, purtroppo, spesso accade, quando si richiedono dei chiarimenti a persone che ricoprono incarichi politici (come nel caso dell assessore alla cultura del Comune di Massafra), ciò viene preso come affronto o attacco. Crediamo che i nostri quesiti siano legittimi soprattutto perché finalizzati ad un chiarimento. Ha ragione l assessore quando dice che l evento inaugurale è stato gestito, per la parte relativa agli inviti, dall agenzia che ha curato il concorso per conto della Pepsi. Il suggerimento è però giunto dall assessorato, che ha interagito con l agenzia, che naturalmente non poteva conoscere le realtà del territorio. Riteniamo poco serio scaricare responsabilità sull agenzia che, con tanta dedizione e professionalità ha seguito tutto l iter, dal concorso all inaugurazione dello spazio culturale. Sempre l assessore dice che un rappresentante dell associazione era al corrente di tutto. Vero, abbiamo saputo dell inaugurazione circa dieci giorni prima, ma senza possibilità di contribuire all organizzazione e senza avere certezza di una nostra partecipazione come invitati. Crediamo nella buona fede dell assessore, ma riteniamo sia più saggio ammettere di aver preso una scivolata, LA VOCE DI MASSAFRA - foglio d informazione allegato al n.317 del 6 ottobre

(ANNO SCOLASTICO 2015/18)

(ANNO SCOLASTICO 2015/18) (ANNO SCOLASTICO 2015/18) dal Rapporto La Buona Scuola. Facciamo crescere il Paese, frutto del lavoro portato avanti congiuntamente dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi e dal Ministro Stefania Giannini

Dettagli

Istituto Maria Consolatrice

Istituto Maria Consolatrice ISTITUTO PARITARIO MARIA CONSOLATRICE Via Melchiorre Gioia, 51 20 124 MILANO Tel. 02/66.98.16.48 - Fax 02/66.98.43.64 - Cod.Fiscale: 01798650154 e-mail:direzioneprimaria@ismc.it sito internet: www.consolatricemilano.it

Dettagli

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà La Scuola Primaria Un percorso di crescita fondamentale nello sviluppo delle competenze e delle conoscenze. Un ambiente educativo sereno e inclusivo nel quale è possibile promuovere, sostenere ed accompagnare

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA G. MAZZINI

SCUOLA PRIMARIA G. MAZZINI SCUOLA PRIMARIA G. MAZZINI Dove ci troviamo La scuola G. Mazzini si trova a Legnano in piazza Trento e Trieste. Si colloca in una zona strategica poiché comodamente raggiungibile dal centro di Legnano,

Dettagli

Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno

Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno Parrocchia di S. Gregorio Magno Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno via Boccaccio, 91-35128 Padova, P. IVA 03386430288, C.F. 80041130289 Tel.e Fax 049-8071565, E mail: scuolamaterna@sangregoriomagnopadova.it,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Scuole dell Infanzia Gianni Rodari Istituto Comprensivo Crespellano R E L I G I O N E C A T T O L I C A Anno scolastico 2014-2015 Insegnante: Calì Angela PREMESSA Insegnare

Dettagli

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO Il progetto teatro nasce dalla necessità di avvicinare gli alunni al mondo teatrale perché

Dettagli

Meravigliarsi di tutto. è il primo passo della ragione verso la scoperta

Meravigliarsi di tutto. è il primo passo della ragione verso la scoperta Meravigliarsi di tutto è il primo passo della ragione verso la scoperta L. P a s t e u r L I C E O S C I E N T I F I C O TA L I S I O T I R I N N A N Z I O r i g i n e Il liceo scientifico è nato nell

Dettagli

Programmazione di religione cattolica

Programmazione di religione cattolica Programmazione di religione cattolica Istituto Comprensivo P. Gobetti Trezzano sul Naviglio Anno Scolastico 2012/2013 INSEGNANTE: Franca M. CAIATI Obiettivi specifici di Apprendimento Questi obiettivi

Dettagli

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti DOMENICA 27 SETTEMBRE Parrocchia SS. Nazario e Celso MM. - Urgnano Oratorio S. Giovanni Bosco FESTA DI INIZIO ANNO PASTORALE Ore 10.30 S. MESSA di apertura del nuovo ANNO PASTORALE In questa occasione

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN VINCENZO PALLOTTI AVELLA (AV) PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO PER L A.S. 2014/2015

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN VINCENZO PALLOTTI AVELLA (AV) PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO PER L A.S. 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN VINCENZO PALLOTTI AVELLA (AV) PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO PER L A.S. 2014/2015 1 Parlami del cuore, raccontami una storia una filastrocca che si impari a memoria. Scaccia

Dettagli

Festival delle Scuole 2012

Festival delle Scuole 2012 Un piccolo teatro Un grande festival Festival delle Scuole 2012 Il più grande Concorso di Teatro Scolastico d Italia Concorso di Arti Visive per Bambini e Ragazzi un progetto in collaborazione con istituzioni

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA DI CASALGRASSO

SCUOLA DELL INFANZIA DI CASALGRASSO ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORETTA DI CASALGRASSO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 MAMME E PAPÀ, questa è la prima SCUOLA che incontrate da genitori e sarà un esperienza nuova, per voi e per i vostri bambini. NON

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti. per i bambini

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti. per i bambini 20 15 16 Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti per i bambini Gentili Insegnanti, per la seconda volta il nostro programma si presenta in una veste grafica snella e

Dettagli

LA SCUOLA PRIMARIA. Le parole insegnano, gli esempi trascinano solo i fatti danno credibilità alle parole. Sant Agostino

LA SCUOLA PRIMARIA. Le parole insegnano, gli esempi trascinano solo i fatti danno credibilità alle parole. Sant Agostino LA SCUOLA PRIMARIA Le parole insegnano, gli esempi trascinano solo i fatti danno credibilità alle parole. Sant Agostino 1 Istituto Comprensivo Savignano sul Panaro PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA 2014-2015

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA A SCUOLA CON ELMER E GLI ALTRI ANIMALI A.S. 2009/2010

PROGETTO ACCOGLIENZA A SCUOLA CON ELMER E GLI ALTRI ANIMALI A.S. 2009/2010 ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GRADO G.B. PUERARI Via IV Novembre,34-26048 SOSPIRO (CR) - c.f. 93037640195 Tel. 0372 623476 telefax 0372 623372 E-mail: cree025005@istruzione.it

Dettagli

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA.

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. (Cfr. Indicazioni nazionali per il curricolo Sc. Infanzia D.P.R. dell 11-02-2010) Il sé e l altro Le grandi domande,

Dettagli

8/9/10 Maggio 2015 Piazza Università, Catania

8/9/10 Maggio 2015 Piazza Università, Catania 8/9/10 Maggio 2015 Piazza Università, Catania Catania corre per Catania Corri Catania è una corsa-camminata non competitiva di solidarietà aperta a tutti che dal 2009 coniuga sport, emozioni, divertimento

Dettagli

Progetto Educativo. Istituto infanzia parrocchiale BEATA VERGINE DEL ROSARIO Via Don Bosco 1 Azzano X

Progetto Educativo. Istituto infanzia parrocchiale BEATA VERGINE DEL ROSARIO Via Don Bosco 1 Azzano X Progetto Educativo Istituto infanzia parrocchiale BEATA VERGINE DEL ROSARIO Via Don Bosco 1 Azzano X Parrocchia San Pietro Apostolo Via Don Bosco 12 Azzano X La scuola dell infanzia Beata Vergine del Rosario,

Dettagli

CURRICOLO DI ISTITUTO RELIGIONE CAMPO D ESPERIENZA : IL SÈ E L ALTRO OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO BAMBINI DI 4 ANNI

CURRICOLO DI ISTITUTO RELIGIONE CAMPO D ESPERIENZA : IL SÈ E L ALTRO OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO BAMBINI DI 4 ANNI a) Scoprire le regole del vivere insieme b) Scoprire il piacere di stare insieme agli altri bambini c) Ascoltare racconti sulla vita di CAMPO D ESPERIENZA : IL SÈ E L ALTRO a) Rispettare le regole del

Dettagli

Anno scolastico 2015-16 Scuole dell Infanzia

Anno scolastico 2015-16 Scuole dell Infanzia Anno scolastico 2015-16 Scuole dell Infanzia Scuola dell Infanzia A.Gramsci Via Motrassino, 10 Scuola dell Infanzia H.C.Andersen Via Buozzi di fronte al Liceo Juvarra Scuola dell Infanzia G.Rodari via

Dettagli

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Gruppo Scuola Nuova Percorsi facilitati per lo sviluppo e la valutazione della competenza religiosa è vivo tra noi strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti

Dettagli

La biblioteca si accinge a riproporre una serie di attività rivolta alle. scolaresche; lo fa dopo un periodo intenso dedicato all allestimento di una

La biblioteca si accinge a riproporre una serie di attività rivolta alle. scolaresche; lo fa dopo un periodo intenso dedicato all allestimento di una La biblioteca si accinge a riproporre una serie di attività rivolta alle scolaresche; lo fa dopo un periodo intenso dedicato all allestimento di una nuova sede destinata ai bambini e ai ragazzi e che ha

Dettagli

Centro Studi F. D. ELLCI S.r.l. Via Niccolò Paganini 18 20131 Milano (Italia) telefono +39-02-29.53.13.59 fax +39-02-20.24.82.59

Centro Studi F. D. ELLCI S.r.l. Via Niccolò Paganini 18 20131 Milano (Italia) telefono +39-02-29.53.13.59 fax +39-02-20.24.82.59 Centro Studi F. D. ELLCI S.r.l. Via Niccolò Paganini 18 20131 Milano (Italia) telefono +39-02-29.53.13.59 fax +39-02-20.24.82.59 info@ellci.it http://www.ellci.it ELLCI (Ente Lombardo Lingua & Cultura

Dettagli

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Io sono dono di Dio Progetto educativo Di Religione Cattolica Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Anno scolastico 2014 2015 PREMESSA L insegnamento della Religione Cattolica nella

Dettagli

MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA PARITARIA dell INFANZIA e PRIMARIA MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Chi è chiamato ad educare e ad animare educazione, deve offrire nutrimento, nascondendo la mano che

Dettagli

Brevi indicazioni operative per le famiglie

Brevi indicazioni operative per le famiglie Brevi indicazioni operative per le famiglie È consigliato un abbigliamento comodo, con scarpe da ginnastica, per permettere ai bambini di giocare senza difficoltà. I bambini che entrano al Centro dopo

Dettagli

ASSESSORATO ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE E CULTURA

ASSESSORATO ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE E CULTURA COMUNE DI POLIA Provincia di Vibo Valentia Piazza Dott. Pasquale Pizzonia Tel/fax 0963.321091 comunepolia@libero.it comune@comune.polia.vv.it www.comune.polia.vv.it ASSESSORATO ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014 Insegnante: BARINDELLI PAOLA PREMESSA: L insegnamento della Religione Cattolica nella scuola dell Infanzia

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA TUTTI A BORDO

PROGETTO ACCOGLIENZA TUTTI A BORDO PROGETTO ACCOGLIENZA TUTTI A BORDO L entrata alla scuola dell infanzia rappresenta per il bambino una tappa fondamentale di crescita. La scuola è il luogo dove il bambino prende coscienza della sua abilità

Dettagli

Area Benessere. PROGETTI - ATTIVITÀ (Area Benessere)

Area Benessere. PROGETTI - ATTIVITÀ (Area Benessere) Area Benessere Migliora la capacità di operare scelte personali e assumere responsabilità attraverso l'affermazione della propria identità e autonomia; di conferire senso all'insieme delle esperienze e

Dettagli

IL CONCORSO NAZIONALE VOCI MUSICA SI TRASFORMA

IL CONCORSO NAZIONALE VOCI MUSICA SI TRASFORMA Convitto Nazionale Vittorio Emanuele II Scuola Primaria- Scuola Secondaria I grado (corso ad indirizzo musicale sede di via Manno) Liceo Classico Liceo Classico Europeo Liceo Classico con Strumento Musicale

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO U. FERRARI DI CASTELVERDE

ISTITUTO COMPRENSIVO U. FERRARI DI CASTELVERDE ISTITUTO COMPRENSIVO U. FERRARI DI CASTELVERDE SCUOLA DELL INFANZIA di SAN MARTINO IN BELISETO, POZZAGLIO e CORTE DEI FRATI PROGETTO di RELIGIONE (anni 3) NELLA CASA DI GESU MOTIVAZIONE: Maestra Maria

Dettagli

Scuola paritaria dell Infanzia Don Carlo San Martino - Villa Olginati del Pio Istituto pei Figli della Provvidenza. ATTIVITÀ a.s.

Scuola paritaria dell Infanzia Don Carlo San Martino - Villa Olginati del Pio Istituto pei Figli della Provvidenza. ATTIVITÀ a.s. Scuola paritaria dell Infanzia Don Carlo San Martino - Villa Olginati del Pio Istituto pei Figli della Provvidenza ATTIVITÀ a.s. 2013 2014 SPICCHIAMO NEL TEMPO Nel corso dell anno scolastico 2013-2014

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA. C era una volta un Grande libro...che annunciava.. INSEGNANTE: ZICOMERI LAURA

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA. C era una volta un Grande libro...che annunciava.. INSEGNANTE: ZICOMERI LAURA PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA C era una volta un Grande libro...che annunciava.. INSEGNANTE: ZICOMERI LAURA a.s.2015/2016 PREMESSA Insegnare Religione Cattolica nella scuola dell Infanzia significa

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2013-2014

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2013-2014 ISTITUTO COMPRENSIVO I. C. LEONARDO DA VINCI - BUSSOLENGO (VR) LEONARDO DA VINCI PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2013-2014 Per una cultura della comunicazione, della cittadinanza e della flessibilità

Dettagli

è con grande piacere che vi presentiamo la III edizione del concorso forma

è con grande piacere che vi presentiamo la III edizione del concorso forma Torino, 30 settembre 2013 Gentili Dirigenti Scolastici ed Insegnanti, è con grande piacere che vi presentiamo la III edizione del concorso forma il tuo Natale, promosso dalla Fondazione Ospedale Infantile

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA DELL INFANZIA 2014-2015 ISCRIZIONI

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA DELL INFANZIA 2014-2015 ISCRIZIONI ISTITUTO COMPRENSIVO DI SASSO MARCONI SCUOLA DELL INFANZIA PRIMARIA - SECONDARIA DI PRIMO GRADO Via Porrettana 258 40037 SASSO MARCONI tel.051.841185 fax 051-843224 e-mail: ic.sassomarconi@libero.it -

Dettagli

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese RIFERIMENTI LEGISLATIVI DAGLI ORIENTAMENTI PER IL CONTRIBUTO AI PIANI PERSONALIZZATI DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DI INSEGNAMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA

Dettagli

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI Cos è la meditazione e a cosa serve nel processo educativo La meditazione

Dettagli

Il mondo intorno a noi

Il mondo intorno a noi Il mondo intorno a noi SCUOLA INFANZIA CASOLA - BERZANTINA ANNO SCOLASTICO 2014/15 Le insegnanti, Germana Liani Giovanna d Isanti 1 Loredana Camiscia Angela Tomasi SCUOLA DELL INFANZIA DI CASOLABERZANTINA

Dettagli

IO, CITTADINO DEL MONDO

IO, CITTADINO DEL MONDO Scuola dell Infanzia S.Giuseppe via Emaldi13, Lugo (RA) IO, CITTADINO DEL MONDO VIAGGIARE E UN AVVENTURA FANTASTICA A.S. 2013 / 2014 INTRODUZIONE Quest anno si parte per un viaggio di gruppo tra le culture

Dettagli

MANIFESTO PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA TERRITORIALE

MANIFESTO PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA TERRITORIALE MANIFESTO PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA TERRITORIALE L AMMINISTRAZIONE COMUNALE SI IMPEGNA A 1. promuovere forme di collaborazione con la scuola, con le famiglie, gli Enti e le Associazioni locali

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Progetto genitorialità 2014-2015

Progetto genitorialità 2014-2015 Assessorato Assessorato alle Politiche alle Politiche mune di COMUNE Parma DI per PARMA l Infanzia per e per l Infanzia la Scuola e per la Scuola rogetto genitorialità 2013-2014 Progetto genitorialità

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE SEZIONI A B C BIMBI ROSSI

PROGRAMMAZIONE ANNUALE SEZIONI A B C BIMBI ROSSI PROGRAMMAZIONE ANNUALE SEZIONI A B C BIMBI ROSSI Anno scolastico 2012/2013 I collegamenti con le Indicazioni Nazionali e il Piano dell'offerta Formativa La programmazione dell anno scolastico 2012/2013

Dettagli

Il Festival di Teatro delle Scuole compie 10 anni!!!

Il Festival di Teatro delle Scuole compie 10 anni!!! Il Festival di Teatro delle Scuole compie 10 anni!!! IL FESTIVAL DI TEATRO DELLE SCUOLE È UN PROGETTO IN COLLABORAZIONE CON ASSESSORATO ALLA CULTURA E CON IL CONTRIBUTO DI Un occasione di incontro e di

Dettagli

Scuola Primaria Trento TROVA

Scuola Primaria Trento TROVA Scuola Primaria Trento TROVA Carissimi genitori e bambini, sono lieto di farvi giungere il mio più cordiale saluto e, al tempo stesso, presentarvi il Collegio Arcivescovile. È una scuola di lunga tradizione

Dettagli

LICEO ANTONIO ROSMINI TRENTO. Indirizzi: LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE (L.E.S.)

LICEO ANTONIO ROSMINI TRENTO. Indirizzi: LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE (L.E.S.) LICEO ANTONIO ROSMINI TRENTO Indirizzi: LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE (L.E.S.) Chi siamo? È questa la tua scuola? La nostra scuola c è dal 1870. Prima come Istituto Magistrale, poi

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Scuola primaria XII OTTOBRE Via Galeazzo,28 - tel 010506665

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Scuola primaria XII OTTOBRE Via Galeazzo,28 - tel 010506665 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SAN FRUTTUOSO ad indirizzo musicale Via Berghini, 1-16132 Genova TEL. 010352712 fax 0105220210 e-mail geic808008@istruzione.it - www.icsanfruttuoso.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

Dettagli

I VOSTRI FIGLI (adatt. da Kahlil Gibran) I vostri figli non sono figli vostri: sono i figli e le figlie della forza stessa della Vita.

I VOSTRI FIGLI (adatt. da Kahlil Gibran) I vostri figli non sono figli vostri: sono i figli e le figlie della forza stessa della Vita. I VOSTRI FIGLI (adatt. da Kahlil Gibran) I vostri figli non sono figli vostri: sono i figli e le figlie della forza stessa della Vita. Nascono per mezzo di voi, ma non da voi. Stanno con voi ma non vi

Dettagli

ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO

ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA (dalle INDICAZIONI NAZIONALI) IL SE E L ALTRO: Il bambino gioca

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI

ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI Scuola dell infanzia Programmazione Religione Cattolica Anno scolastico 2013 2014 Insegnante:BINACO MARIA CRISTINA Motivazione dell itinerario annuale Il percorso per l I.R.C.

Dettagli

Scuola dell Infanzia Maria Zoccatelli Dossobuono

Scuola dell Infanzia Maria Zoccatelli Dossobuono Scuola dell Infanzia Maria Zoccatelli Dossobuono A BRACCIA APERTE Unità di apprendimento IRC sul Natale Anno scolastico 2013-2014 MOTIVAZIONI L esperienza personale intorno alla quale ruota tutto il percorso

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA

PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA 1 ANNO SCOLASTICO 2009/2010 L educazione religiosa nella scuola dell infanzia concorre alla formazione integrale del bambino, promovendo la maturazione

Dettagli

VERBALE N 2 DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO

VERBALE N 2 DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO VERBALE N 2 DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO Il giorno 09 maggio, dell anno 2013, alle ore 17.00, presso la sede centrale, in Via Emilia, n. 10, dell Istituto Comprensivo Giorgio Vasari di Arezzo, si riunisce

Dettagli

AUTOVALUTAZIONE DEI PROGETTI

AUTOVALUTAZIONE DEI PROGETTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI ZERO BRANCO AUTOVALUTAZIONE DEI PROGETTI ANNO SCOLASTICO 2013-2014 1 LETTURA: il progetto di valorizzazione della lettura è stato condotto a livello laboratoriale con i bambini

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 DIO DIPINGE I COLORI DELLA VITA CHE DONO LA FESTA... HO UN AMICO DI NOME GESU A CHIESA COME SEGNO VIVENTE D 但 MORE Insegnanti: Cambareri

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SS. TRINITA

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SS. TRINITA SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SS. TRINITA Anno scolastico 2012-2013 Presentazione Si riparte! L inizio di un nuovo anno scolastico è un momento impegnativo per i bambini e per i genitori che iniziano

Dettagli

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 Giugno 2010 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 2 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010

Dettagli

è con grande piacere che vi presentiamo la IV edizione del concorso forma

è con grande piacere che vi presentiamo la IV edizione del concorso forma Torino, 17 settembre 2014 Gentili Dirigenti Scolastici ed Insegnanti, è con grande piacere che vi presentiamo la IV edizione del concorso forma il tuo Natale, promosso dalla Fondazione Ospedale Infantile

Dettagli

Presentazione Progetti a.s. 2013-2014 - Scuola Media

Presentazione Progetti a.s. 2013-2014 - Scuola Media Presentazione Progetti a.s. 2013-2014 - Scuola Media Interventi di prevenzione delle situazioni di disagio a scuola Percorsi educativi Classi Prime Educazione psico-affettiva L educazione psico-affettiva,

Dettagli

Anno scolastico 2008/09

Anno scolastico 2008/09 ISTITUTO COMPRENSIVO AZZANO SAN PAOLO Il presente opuscolo, che racchiude le linee programmatiche essenziali utili ad identificare la nostra scuola, costituisce una sintesi del Piano dell Offerta Formativa;

Dettagli

un laboratorio, tante emozioni!

un laboratorio, tante emozioni! * Metodologia ludica, interdisciplinare e creativa della musica * un laboratorio, tante emozioni! Progetti di educazione al suono e alla musica presentati da Sandro Malva Fare musica è importante. Psicologi

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PARROCCHIALE Madonna di Fatima Via Don Pietro Cozza GAZZOLO D'ARCOLE (VR) IRC: I DONI DI DIO

SCUOLA DELL INFANZIA PARROCCHIALE Madonna di Fatima Via Don Pietro Cozza GAZZOLO D'ARCOLE (VR) IRC: I DONI DI DIO SCUOLA DELL INFANZIA PARROCCHIALE Madonna di Fatima Via Don Pietro Cozza GAZZOLO D'ARCOLE (VR) IRC: I DONI DI DIO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 L insegnamento della Religione Cattolica, IRC, nella scuola dell

Dettagli

S cuele A tive V ierte E ducative PROPOSTE EDUCATIVE DEL LUDOBUS - LUDOTECA. per l anno scolastico 2013/2014

S cuele A tive V ierte E ducative PROPOSTE EDUCATIVE DEL LUDOBUS - LUDOTECA. per l anno scolastico 2013/2014 S cuele A tive V ierte E ducative IMPARARE GIOCANDO PROPOSTE EDUCATIVE DEL LUDOBUS - LUDOTECA per l anno scolastico 2013/2014 IMPARARE GIOCANDO L U.O. Ludobus propone per l anno scolastico 2013-2014 percorsi

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 1. TIPOLOGIA DELL UNITA APPRENDIMENTO Il Natale è una festività molto

Dettagli

Gara Nazionale di Teatro Classico, dedicata al Mito, indirizzata agli allievi delle scuole superiori

Gara Nazionale di Teatro Classico, dedicata al Mito, indirizzata agli allievi delle scuole superiori Gara Nazionale di Teatro Classico, dedicata al Mito, indirizzata agli allievi delle scuole superiori PREMESSA L Associazione culturale Achille e la Tartaruga e il Liceo Classico Torquato Tasso di Salerno,

Dettagli

UN VIAGGIO VERSO LA CONOSCENZA

UN VIAGGIO VERSO LA CONOSCENZA IST. COMPRENSIVO BARLASSINA Scuola Secondaria G.Galilei ad INDIRIZZO MUSICALE Dirigente Scolastico Daniela Colombo UN VIAGGIO VERSO LA CONOSCENZA 19/01/2013 educare per istruire Presentazione POF Secondaria

Dettagli

Preg.mi Dirigenti Scolastici Italia

Preg.mi Dirigenti Scolastici Italia ASSOCIAZIONE BAMBINI CEREBROLESI CAMPANIA Riconosciuta con DP.G.R.C. n.12705 del 28/9/98 iscritta al Registro del Volontariato al n. 471 Sede Regionale in Pisciotta (SA) Via Borgo 67/69 tel. 0974/973079

Dettagli

UNMARED ACCOGLIENZA IOEGLIALTRI. Obiettivi d apprendimento 1 LIVELLO. Attività Mezziestrumenti 2-3 LIVELLO. Unitàformativa.

UNMARED ACCOGLIENZA IOEGLIALTRI. Obiettivi d apprendimento 1 LIVELLO. Attività Mezziestrumenti 2-3 LIVELLO. Unitàformativa. IOEGLIALTRI Capacità di rapportarsi agli altri attraverso il gioco in atteggiamento positivo di accoglienza Il bambino si apre alla capacità di interazione con i coetanei, con le insegnanti e identifica

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 6 EDUCAZIONE ALLA SALUTE

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 6 EDUCAZIONE ALLA SALUTE RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 6 ANNO SCOLASTICO 2012/2013 DOCENTE: Prof.ssa Antonella Caronti DATA 10 giugno 2013 FIRMA Il presente progetto,conferitomi con 3018/IA, è stato rivolto a tutti

Dettagli

PERCHÉ UN LABORATORIO DI PEDAGOGIA TEATRALE NELLE SCUOLE

PERCHÉ UN LABORATORIO DI PEDAGOGIA TEATRALE NELLE SCUOLE PERCHÉ UN LABORATORIO DI PEDAGOGIA TEATRALE NELLE SCUOLE - PREMESSE E OBIETTIVI DEL PROGETTO - Dopo il nucleo familiare, senza dubbio, è la scuola a rappresentare per il bambino il principale punto di

Dettagli

scuola dell infanzia di Vado

scuola dell infanzia di Vado ISTITUTO COMPRENSIVO DI VADO-MONZUNO (BO) scuola dell infanzia di Vado PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI IRC sezione (5 anni) anno scolastico 2014/2015 ins: Formicola Luigi UNITA DIDATTICA 1 Alla scoperta del

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Giochiamo al Teatro PROGETTO LABORATORIO TEATRALE PER SCUOLE PRIMARIE. Istituto Comprensivo San Gimignano ANNO ACCADEMICO 2015 2016

Giochiamo al Teatro PROGETTO LABORATORIO TEATRALE PER SCUOLE PRIMARIE. Istituto Comprensivo San Gimignano ANNO ACCADEMICO 2015 2016 PROGETTO LABORATORIO TEATRALE PER SCUOLE PRIMARIE Istituto Comprensivo San Gimignano ANNO ACCADEMICO 2015 2016 A cura di Associazione A.L.Y. e Associazione Teatro Riflesso Referenti Progetto : Ylenia Mazzoni

Dettagli

Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato

Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato La nuova biblioteca pubblica della città di Prato, l Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini, è situata

Dettagli

COMUNE DI CAPISTRANO

COMUNE DI CAPISTRANO COMUNE DI CAPISTRANO GRUPPO BANDISTICO CITTA DI CAPISTRANO I Raduno Bandistico Città di Capistrano, 8 Agosto 2012 a Capistrano (VV) (Calabria). Con la partecipazione dei gruppi bandistici: L Associazione

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA I tre ordini di scuola, in accordo fra loro per garantire una continuità dalla scuola dell Infanzia alla scuola Superiore

Dettagli

ROSINA SALVO 2015/2016 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE. Trapani. piano offerta formativa. piano offerta formativa

ROSINA SALVO 2015/2016 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE. Trapani. piano offerta formativa. piano offerta formativa P.O.F. piano offerta formativa piano offerta formativa / LICEO LINGUISTICO LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO LICEO ARTISTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE ROSINA SALVO Trapani P.O.F

Dettagli

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative;

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; INDICE Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; - LE LINEE DI METODO, che individuano le esperienze di apprendimento,

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

Da: La Nuova Ferrara RASSEGNA STAMPA

Da: La Nuova Ferrara RASSEGNA STAMPA Da: La Nuova Ferrara RASSEGNA STAMPA Da: Estense.com Vigarano, ecco il nuovo polo scolastico Paron: Scelta la data dell'11 settembre per riprenderci il futuro di Federica Pezzoli Vigarano Mainarda. Quello

Dettagli

FENICE EDUCATION scuola secondaria 2 grado a.s. 2014/2015

FENICE EDUCATION scuola secondaria 2 grado a.s. 2014/2015 FONDAZIONE TEATRO LA FENICE DI VENEZIA Area formazione&multimedia FENICE EDUCATION scuola secondaria 2 grado a.s. 2014/2015 In collaborazione con PREMESSA Anche per l anno scolastico 2014/2015 La Fondazione

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA CAMPI DI ESPERIENZA

PROGETTO ACCOGLIENZA CAMPI DI ESPERIENZA PROGETTO ACCOGLIENZA sviluppare il senso dell'identità personale è consapevole delle differenze e sa averne rispetto conoscere le regole di convivenza e saperle rispettare Il bambino vive positivamente

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE SEZIONI A B C BIMBI VERDI

PROGRAMMAZIONE ANNUALE SEZIONI A B C BIMBI VERDI PROGRAMMAZIONE ANNUALE SEZIONI A B C BIMBI VERDI Anno scolastico 2012/2013 I collegamenti con le Indicazioni Nazionali e il Piano dell'offerta Formativa La programmazione dell anno scolastico 2012/2013

Dettagli

La scuola dell infanzia è la risposta al diritto all educazione dei bambini dai 3 ai 6 anni METODOLOGIA

La scuola dell infanzia è la risposta al diritto all educazione dei bambini dai 3 ai 6 anni METODOLOGIA La scuola dell infanzia è la risposta al diritto all educazione dei bambini dai 3 ai 6 anni PRINCIPI EDUCATIVI E LINEE GUIDA Rispetto dell unità psico-fisica del bambino; centralità educativa del fare

Dettagli

A tutti i genitori degli alunni e delle alunne delle classi quinte della Scuola primaria

A tutti i genitori degli alunni e delle alunne delle classi quinte della Scuola primaria Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO DI BOTTICINO Via Udine, 6 25080 Botticino Mattina - CF 80064290176 - Tel. 030 2693113 Fax: 030 2191205 email: ddbottic@provincia.brescia.it

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA L I.R.C., come ogni altra materia curricolare, contribuisce allo sviluppo delle competenze per l apprendimento

Dettagli

il teatro per le scuole

il teatro per le scuole stagione teatrale 2014-2015 il teatro per le scuole STAGIONE LIRICA GUIDA ALL ASCOLTO E PROVA APERTA OPERA DOMANI XIX edizione STAGIONE TEATRALE GIORNATA DELLA MEMORIA SCUOLA DI TEATRO INCONTRI PER I PIÙ

Dettagli

Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it

Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it Scuola dell Infanzia Parrocchia S. Martino Saonara (Pd) Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it Carissimi genitori, l ambiente e le persone a cui affidare l educazione dei vostri figli

Dettagli

GIORNATE DELLA CORALITA Percorsi attraverso l opera di Mariele Ventre educatrice e musicista Sala Museale del Baraccano Sala Conferenze del Baraccano

GIORNATE DELLA CORALITA Percorsi attraverso l opera di Mariele Ventre educatrice e musicista Sala Museale del Baraccano Sala Conferenze del Baraccano GIORNATE DELLA CORALITA Percorsi attraverso l opera di Mariele Ventre educatrice e musicista Sala Museale del Baraccano Sala Conferenze del Baraccano Quartiere Santo Stefano - Via Santo Stefano 119, Bologna

Dettagli

"IL MIO GESÙ": UNO SPETTACOLO DA NON PERDERE AL TEATRO MANZONI

IL MIO GESÙ: UNO SPETTACOLO DA NON PERDERE AL TEATRO MANZONI "IL MIO GESÙ": UNO SPETTACOLO DA NON PERDERE AL TEATRO MANZONI Domenica 13 Marzo alle ore 21.00, presso il Teatro Manzoni di Pistoia va in scena Il Mio Gesù : un opera musicale di Beppe Dati sulla figura

Dettagli