SOMMARIO NUOVO CONTRASSEGNO PER I DISABILI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SOMMARIO NUOVO CONTRASSEGNO PER I DISABILI"

Transcript

1 n luglio 2015 IN QUESTO NUMERO PARLIAMO CON MARCELLO MAZZU, PRESIDENTE DI ATC La Giornata dei Vicini, che Atc e Città di Torino promuovono insieme dal 2006, è molto sentita e partecipata soprattutto tra gli abitanti delle case popolari. In molti dei nostri quartieri c è già un forte senso di comunità e di appartenenza: penso ai comitati inquilini e alle associazioni di quartiere che ogni anno, instancabili, lavorano e cucinano per giorni per preparare la tavolata intorno a cui riunirsi. Come presidente di Atc questa per me sarà la prima Festa dei Vicini: ma ho già ricevuto numerosi inviti da via Parenzo, corso Taranto, Falchera e molti altri dei nostri quartieri, segno che i nostri abitanti hanno accolto anche quest anno la Festa con entusiasmo. Questa iniziativa è un esempio di partecipazione attiva della cittadinanza: noi, come istituzioni, la lanciamo, le diamo un patrocinio, un nome, un logo. Ma il nostro lavoro finisce qui: sono gli abitanti, i cittadini, i vicini che si danno da fare per organizzare il loro momento di festa cui invitano, simbolicamente, tutta la città e anche noi rappresentanti delle istituzioni, aprendo per un giorno le porte del loro condominio. Quest anno il filo rosso (vedi articolo a pagina 3, ndr) sarà il cibo. Il cibo è tradizione culturale: metto in tavola la ricetta che mi ha insegnato mia mamma, mia nonna, che racconta da dove vengo (e quindi anche un po chi sono). continua a pag 4 SOMMARIO NUOVO CONTRASSEGNO PER I DISABILI Torino si adegua all Unione Europea e dal prossimo 15 settembre il contrassegno per disabili di colore arancio non sarà più valido. Coloro che ne sono in possesso, perché ricevuto prima del 3 dicembre 2012, deve provvedere alla sostituzione con quello nuovo di colore azzurro, valido in tutti i paesi dell Unione. La sostituzione del contrassegno non ha alcun costo, basta presentarsi di persona all ufficio permessi di Circolazione di via Cavour 29/a con il vecchio tagliando, una fototessera fatta non più di sei mesi prima e un documento di identità. L ufficio comunale è aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle Lo sportello chiuderà solamente dal 17 al 21 agosto: per informazioni si può comunque chiamare il numero 011/ Emergenza caldo, numeri e consigli utili Sabato 12 settembre torna la Festa dei Vicini. A Torino la presentazione ufficiale Chieri, concorso di foto per raccontare le case di via Monti Corsi di formazione gratuiti per giovani che hanno abbandonato gli studi pag. 2-3 pag. 4 pag. 5 pag. 6

2 2 BUON VICINATO: Sì AL GIOCO IN CORTILE. MA BISOGNA RISPETTARE GLI ORARI Si può giocare a pallone nei cortili delle case Atc? Certamente, ma bisogna attenersi agli orari stabiliti. Con il periodo estivo cresce il numero di segnalazioni da parte di abitanti che lamentano schiamazzi nel cortile condominiale o, al contrario, di inquilini risentiti perché altri vorrebbero vietare ai loro bambini la possibilità di giocare in giardino. A disciplinare la questione è il regolamento di polizia urbana n.221 della Città di Torino, cui l Agenzia fa riferimento. Torino, nel 2006, è stata la prima città italiana a dotarsi di questo regolamento. In particolare, l articolo 42 della norma dice che La Città di Torino riconosce il diritto dei bambini al gioco e alle attività ricreative proprie della loro età. I cortili e le aree verdi possono dunque essere considerati spazi di gioco ma attenzione: il gioco non deve disturbare la quiete e il riposo degli altri abitanti e dunque va limitato alla tarda mattinata o al pomeriggio. L articolo aggiunge infatti che il regolamento di condominio può disporre limitazioni al diritto di cui sopra, all interno delle fasce orarie ; ; Quindi, il gioco è consentito dopo le 10 del mattino, nel pomeriggio e comunque mai dopo le 10 di sera. Infine, vale la regola generale secondo cui chi rompe paga: i bambini sono liberi di giocare, ma nel caso in cui provochino danni saranno tenuti al risarcimento, o meglio vi saranno tenuti i genitori, che hanno l obbligo di vigilanza sui minori. EMERGENZA CALDO, CONSIGLI E NUMERI UTILI Il nuovo bollettino sul caldo dell Arpa di lunedì 6 luglio conferma l ondata di caldo già annunciata e prolunga la situazione di difficoltà anche per i prossimi giorni. A Torino la temperatura continuerà ad essere superiore ai 35 gradi, con una percepita fino a 40 gradi. Per gli anziani e, in generale, per colore che sono soli e in difficoltà la Città di Torino mette a disposizione anche quest anno il Servizio Aiuto Anziani al numero di telefono Il servizio è disponibile 24 ore su 24: più in particolare dalle 9 alle 17 rispondono gli addetti dell Ufficio Anziani, dopo le 17 risponde la Polizia Municipale. Se siete anziani e il caldo vi mette a dura prova, chiamando questo numero potrete sapere qual è il centro incontro climatizzato più vicino a casa vostra, dove trascorrere qualche ora al fresco. In caso di necessità, invece, potrete richiedere l intervento dei servizi sociali o di un volontario, magari per essere accompagnati ad una visita medica o a fare la spesa. Con temperature così elevate rischiano di più le persone anziane, specialmente se malate e in solitudine, che possono sviluppare rapidamente disidratazione o essere vittime di un colpo di calore. In generale, però, una serie di semplici abitudini e misure di prevenzione possono contribuire a ridurre notevolmente le conseguenze nocive delle ondate di calore.

3 3 DECALOGO DELLA SALUTE Ecco il decalogo con i consigli promossi dal Ministero della Salute: 1) USCIRE DI CASA NELLE ORE MENO CALDE DELLA GIORNATA. Evitare di uscire all aria aperta nelle ore più calde, cioè dalle ore 11 alle 18. Se proprio si deve uscire in queste ore, non dimenticare di proteggersi indossando un cappello di colore chiaro e occhiali da sole; inoltre proteggere la pelle dalle scottature con creme solari ad alto fattore protettivo. 2) INDOSSARE UN ABBIGLIAMENTO ADEGUATO E LEGGERO. Sia in casa che all aperto, indossare abiti leggeri, non aderenti, preferibilmente di fibre naturali per assorbire meglio il sudore e permettere la traspirazione della cute. 3) RINFRESCARE L AMBIENTE DOMESTICO E DI LAVORO. Schermare le finestre esposte al sole utilizzando tapparelle, persiane, tende, ecc.. Chiudere le finestre durante il giorno e aprirle durante le ore più fresche della giornata (la sera e la notte). Se si utilizza l aria condizionata, ricordarsi che questo efficace strumento va utilizzato adottando alcune precauzioni per evitare conseguenze sulla salute e eccessivi consumi energetici. In particolare, si raccomanda di utilizzarli preferibilmente nelle giornate con condizioni climatiche a rischio; di regolare la temperatura tra i 24 C - 26 C; di coprirsi nel passaggio da un ambiente caldo ad uno più freddo; di provvedere alla loro manutenzione e alla pulizia regolare dei filtri; di evitare l uso contemporaneo di elettrodomestici che producono calore e consumo di energia. 4) RIDURRE LA TEMPERATURA CORPOREA. Fare bagni e docce con acqua tiepida, bagnarsi viso e braccia con acqua fresca. In casi di temperature molto elevate porre un panno bagnato sulla nuca. 5) RIDURRE IL LIVELLO DI ATTIVITÀ FISICA. Nelle ore più calde della giornata evitare di praticare all aperto attività fisica intensa o lavori pesanti. 6) BERE CON REGOLARITÀ ED ALIMENTARSI IN MANIERA CORRETTA. Bere almeno 2 litri di acqua al giorno (salvo diversa indicazione del medico curante). Gli anziani devono bere anche se non ne sentono il bisogno. Evitare di bere alcolici e limitare l assunzione di bevande gassate o troppo fredde. Mangiare preferibilmente cibi leggeri e con alto contenuto di acqua (frutta e verdura). Porre particolare attenzione alla conservazione degli alimenti ed evitare di lasciarli all aperto per più di 2 ore. 7) ADOTTARE ALCUNE PRECAUZIONI SE SI ESCE IN MACCHINA. Se si entra in un auto parcheggiata al sole, prima di salire aprire gli sportelli, poi iniziare il viaggio a finestrini aperti o utilizzare il sistema di climatizzazione. Prestare attenzione nel sistemare i bambini sui seggiolini di sicurezza, verificare che non siano surriscaldati. Quando si parcheggia la macchina non lasciare mai, nemmeno per pochi minuti, persone o animali nell abitacolo. 8) CONSERVARE CORRETTAMENTE I FARMACI. Leggere attentamente le modalità di conservazione riportate sulle confezioni dei farmaci e conservare tutti i farmaci nella loro confezione, lontano da fonti di calore e da irradiazione solare diretta. Conservare in frigorifero i farmaci per i quali è prevista una temperatura di conservazione non superiore ai C. 9) ADOTTARE PRECAUZIONI PARTICOLARI IN CASO DI PERSONE A RISCHIO. Quando arriva il gran caldo, le persone anziane, con patologie croniche (cardiovascolari, respiratorie, neurologiche, diabete ecc) e le persone che assumono farmaci, devono osservare le seguenti precauzioni: consultare il medico per un eventuale aggiustamento della terapia o della frequenza dei controlli clinici e di laboratorio; segnalare al medico qualsiasi malessere, anche lieve, che sopraggiunga durante la terapia farmacolgica; non sospendere mai di propria iniziativa la terapia in corso. 10) SORVEGLIARE E PRENDERSI CURA DELLE PERSONE A RISCHIO. Nei periodi prolungati di caldo intenso, prestare attenzione a familiari o vicini di casa anziani, specialmente se vivono da soli e, ove possibile, aiutarli a svolgere alcune piccole faccende, come fare la spesa, ritirare i farmaci in farmacia, ecc. Segnalare ai servizi socio-sanitari eventuali situazioni che necessitano di un intervento, come persone che vivono in situazioni di grave indigenza o di pericolo per la salute (es. i senza tetto in condizioni di grave bisogno).

4 4 PRESENTATA UFFICIALMENTE LA FESTA DEI VICINI EDIZIONE APPUNTAMENTO SABATO 12 SETTEMBRE I vicini devono fare come le tegole del tetto, a darsi l acqua l un l altro.(giovanni Verga) Qualche città l ha già festeggiata. Altre, come Torino, hanno dato il via alle iscrizioni. Resta il fatto che l edizione 2015 della Festa dei Vicini si prepara a replicare il grande successo di quelle precedenti. Lanciata nel 1999 da un gruppo di amici francesi per conoscere e coinvolgere i loro vicini di casa nel 17 Arrondissement di Parigi, la Giornata Europea dei Vicini è giunta alla 16esima edizione. Promossa dalla Fédération Européenne des Solidarités de Proximité, si propone di contrastare l isolamento che caratterizza i quartieri delle nostre città, promuovendo al contempo il valore della cittadinanza europea. Al successo immediato di quella prima e spontanea iniziativa sono seguite, negli anni, quindici edizioni, arrivate a coinvolgere attraverso millequattrocento partner oltre 16 milioni di persone di 36 Paesi diversi. avere più attenzione al rispetto delle regole e degli spazi comuni». Per il Vicesindaco Elide Tisi, responsabile comunale delle politiche abitative di edilizia pubblica la manifestazione nata alla fine degli Anni 90 nella vicina Francia ha avuto un successo immediato. In Italia è organizzata da anni e con successo da ANCI nazionale, Federcasa ed Enti di edilizia residenziale pubblica: «E un appuntamento irrinunciabile di conoscenza e condivisione, di concreto contrasto all isolamento per la promozione dei valori di solidarietà ed empatia che esprime». Quest anno, la Festa dei Vicini a Torino si svolgerà il 12 settembre. Ma le iscrizioni sono già aperte. E con una novità: oltre a compilare il modulo di adesione, ai partecipanti si chiederà di portare con sé la propria ricetta della tradizione. La Festa dei Vicini è promossa da ANCI nazionale, Federcasa ed Enti di edilizia residenziale pubblica. Quest anno la conferenza stampa nazionale di presentazione si tiene a Torino, una delle città dove l iniziativa vanta numeri da record. Promossa da Città di Torino e da Atc, l iniziativa è approdata nel capoluogo piemontese nel 2006 e da allora è stato un crescendo: lo scorso anno erano oltre sessanta gli appuntamenti in programma, con centinaia di persone in cortile, in strada o in piazza a brindare con i vicini di casa. Si tratta di una iniziativa che punta a rafforzare i legami di prossimità tra cittadini, condomini e inquilini dell edilizia residenziale pubblica italiana e numerosi sono gli appuntamenti previsti in tutte le città italiane che si svilupperanno nel corso dei prossimi mesi nei cortili e nei giardini delle abitazioni. «Occasioni come questa favoriscono coesione e integrazione sociale spiega Luca Talluri, presidente di Federcasa- e sentirsi parte di una comunità significa anche «Da quando la festa è stata istituita coinvolgendo condomini privati e pubblici i torinesi hanno dimostrato la capacità di rinforzare i legami di comunità sottolinea Ilda Curti, assessore alla rigenerazione urbana e alle politiche legate alla qualità della vita -. E anche quest anno l Amministrazione comunale sosterrà e promuoverà tutte le iniziative spontanee che i cittadini intenderanno proporre». Nell anno che vede protagonista nel capoluogo lombardo l Esposizione Universale con l obiettivo valorizzare la conoscenza delle tradizioni alimentari come elementi culturali e etnici, l invito ai partecipanti alla manifestazione è quello di proporre i piatti della tradizione gastronomica della loro famiglia e del loro Paese d origine. Il cibo dunque considerato come un potente strumento di identità. Il risultato diventerà una pubblicazione a disposizione di tutti.

5 5 IN QUESTO NUMERO PARLIAMO CON MARCELLO MAZZU, PRESIDENTE DI ATC PIEMONTE CENTRALE Ma il cibo è anche un potente elemento di integrazione: intorno a un tavolo ci si siede, si scambiano due chiacchiere col vicino con cui ci si era sempre solo scambiato un saluto frettoloso per le scale, ci si conosce. Mai come oggi, i rapporti di buon vicinato possono costituire, per gli abitanti delle case popolari, un supporto prezioso. Nelle case Atc di Torino c è una popolazione sempre più fragile: pensate che contiamo una popolazione di oltre 10mila anziani e 5mila disabili. In questi casi l aiuto di un vicino, che ritira una raccomandata o porta loro la spesa in un momento di difficoltà, può rivelarsi fondamentale. Certo i rapporti di vicinato, lo sappiamo tutti, non sono sempre rose e fiori. I tribunali ogni giorno affrontano decine di processi dovuti a beghe di pianerottolo. E anche i nostri quartieri non sono da meno. Attraverso il numero verde e gli amministratori sul territorio continua da pag 1 riceviamo spesso lamentele di abitanti scontenti per vicini chiassosi, disordinati, poco rispettosi delle regole. In questo, dobbiamo ringraziare la collaborazione con la Polizia Municipale, che ci aiuta nelle mediazione dei conflitti. Lo scorso anno abbiamo promosso insieme al Nucleo di Prossimità una serie di lezioni di buon vicinato nei nostri quartieri, cui i nostri abitanti hanno partecipato numerosissimi. Segno che il desiderio di dialogare, di conoscersi e di andare d accordo c è e va coltivato. Anche con iniziative come questa. Marcello Mazzù presidente di Atc Piemonte Centrale Città nella città Le Berlino Est di Torino Ovest è il titolo di una mostra e di un convegno organizzati nell ambito del Festival dell Architettura in Città organizzato a Torino dalla società di progettazione Paicon. Obiettivo: focalizzare l attenzione sul sistema dei quartieri di edilizia economica e popolare realizzati a Torino dai primi anni del novecento agli anni 60, che costituiscono oggi l importante testimonianza di una stagione urbanistica e sociale della nostra città. Quartieri che si configurano come veri e propri microorganismi urbani, talvolta autosufficienti, vere e proprie Città nelle città. Il dibattito si è svolto giovedì 2 luglio nella sede della ex Borsa Valori di piazza Valdo Fusi. Sul palco, a raccontare il disegno architettonico e urbanistico per certi versi ancora attuale dei quartieri di edilizia sociale, c erano Luca Davico, docente di sociologia del Politecnico di Torino, Francesco Novelli, docente di restauro del Politecnico, Giorgio Beltramo, architetto e socio di Paicon, e Noemi Gallo, architetto e consigliera di amministrazione di Atc.

6 6 CHIERI, UN CONCORSO DI FOTO PER LE CASE GIALLE Siete appassionati di foto? Allora impugnate macchina fotografica o smartphone e provate a raccontare la case gialle di via Monti, a Chieri, attraverso lo sguardo del vostro obiettivo. Il concorso fotografico è promosso dall associazione Quartiere Gionchetto. Ogni concorrente potrà documentare, attraverso i suoi scatti, il paesaggio, le persone, le vie limitrofe. Per partecipare, bisogna inviare un massimo di due fotografie in formato digitale, in bianco e nero o a colori, agli indirizzi o entro e non oltre il 6 settembre. Attenzione: le foto dovranno essere rinominate con il nome dell autore. Una giuria valuterà gli scatti e assegnerà i premi (in palio ci sono biciclette, telefoni cellulari e tablet). Le opere diventeranno poi una mostra allestita a settembre direttamente nelle case Atc di via Monti e aperta al pubblico. FORMAZIONE PROFESSIONALE, CORSI DA OPERATORE ELETTRICO PER I GIOVANI CHE ABBANDONANO GLI STUDI Sono aperte le iscrizioni per i corsi di formazione professionale di Forte Chance Piemonte, che ha sede in Via Avellino 6, a Torino. I corsi, promossi da Regione Piemonte e Città Metropolitana con i finanziamenti del Fondo Sociale Europeo, sono gratuiti e rivolti ai minorenni che hanno abbandonato gli studi e non sono ancora inseriti in alcun percorso di formazione professionale. In particolare, a settembre 2015 saranno attivati i seguenti percorsi formativi: - OPERATORE ELETTRICO I anno (2250 ore - Corso BIENNALE) rivolto a studenti minorenni che abbiano frequentato (anche senza esito positivo) la prima superiore. - OPERATORE ELETTRICO II anno (1200 ore di cui 320 di stage) rivolto a studenti minorenni che abbiano frequentato (anche senza esito positivo) la seconda superiore. Il superamento dell esame finale, previsto al termine del corso, rilascerà una qualifica professionale triennale allo studente. Le iscrizioni rimarranno aperte fino all 11 settembre 2015 (salvo proroghe). Per informazioni: oppure Periodico d informazione dell Agenzia Territoriale per la Casa del Piemonte Centrale Registrazione del Tribunale di Torino numero 17 del 16/03/2012 direttore responsabile: Carola Quaglia redazione: corso Dante Torino. Tel in redazione: Giuseppina Vigliotti, Carola Quaglia, Daniele Darchini ha collaborato: Gianni Ferrero, Ufficio stampa Città di Torino

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Comunicato stampa n. 303 23 giugno 2009 Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali UFFICIO STAMPA Prevenzione dei rischi per la salute derivanti dalle ondate di calore Attivo numero verde

Dettagli

Colpo di calore: come affrontarlo

Colpo di calore: come affrontarlo Colpo di calore: come affrontarlo Con le ondate di calore aumenta il rischio di subire il colpo di calore, il collasso o il colpo di sole. Di cosa si tratta, come si prevengono? Perché anziani e bambini

Dettagli

Estate sicura Come vincere il caldo in gravidanza

Estate sicura Come vincere il caldo in gravidanza Estate sicura Come vincere il caldo in gravidanza Pochi e semplici consigli per un estate in salute per la futura mamma ed il suo bambino sapere che... In estate, il caldo può nuocere alla mamma che non

Dettagli

ESTATE SICURA : COME VINCERE IL CALDO

ESTATE SICURA : COME VINCERE IL CALDO ESTATE SICURA : COME VINCERE IL CALDO La Struttura Complessa Sicurezza Alimentare e la Struttura Complessa di Igiene e Sanità Pubblica, afferenti al Dipartimento Prevenzione, allo scopo di fornire consigli

Dettagli

SOMMARIO TUTTI INSIEME A VEDERE I MONDIALI

SOMMARIO TUTTI INSIEME A VEDERE I MONDIALI n. 49-18 giugno 2014 IN QUESTO NUMERO PARLIAMO CON VITTORIO FEDERICO, PRESIDENTE AUSER TORINO Estate purtroppo molto spesso vuol dire anche solitudine. La città si svuota, parenti e vicini di casa vanno

Dettagli

www.regione.lombardia.it REGOLE D ORO Per affrontare il caldo estivo LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME.

www.regione.lombardia.it REGOLE D ORO Per affrontare il caldo estivo LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. www.regione.lombardia.it 10 REGOLE D ORO Per affrontare il caldo estivo LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. Ecco uno strumento utile per combattere il caldo estivo. Una serie

Dettagli

Emergenza caldo. Conoscere e prevenire i rischi di un estate bollente.

Emergenza caldo. Conoscere e prevenire i rischi di un estate bollente. Emergenza caldo. Conoscere e prevenire i rischi di un estate bollente. Emergenza caldo. Ecco una serie di consigli pratici per prevenire e affrontare i pericoli del caldo estivo. Questi consigli, validi

Dettagli

ATTENTI AL CALDO!!!! come affrontare il rischio di ondate di calore. www.anpanacosenza.it

ATTENTI AL CALDO!!!! come affrontare il rischio di ondate di calore. www.anpanacosenza.it A.N.P.A.N.A. (Associazione Nazionale Protezione Animali Natura e Ambiente) Sezione Provinciale di Cosenza e COMUNE DI PAOLA PROVINCIA DI COSENZA presentano ATTENTI AL CALDO!!!! come affrontare il rischio

Dettagli

UN ESTATE AL RIPARO DAL CALDO

UN ESTATE AL RIPARO DAL CALDO I.P. UN ESTATE AL RIPARO DAL CALDO QUESTO OPUSCOLO È STATO REALIZZATO PER FORNIRE UTILI CONSIGLI A SOSTEGNO DEGLI ANZIANI. FAVORISCI LA SUA DIFFUSIONE TRA LE FASCE DI POPOLAZIONE IN ETÀ PIÙ AVANZATA. GRAZIE.

Dettagli

Progetto Helios ESTATE SICURA. Come vincere il caldo 800.450.020. Consigli alla popolazione per affrontare le ondate di calore

Progetto Helios ESTATE SICURA. Come vincere il caldo 800.450.020. Consigli alla popolazione per affrontare le ondate di calore Progetto Helios ESTATE SICURA Come vincere il caldo 800.450.020 Consigli alla popolazione per affrontare le ondate di calore 2 Progetto Helios Il Dipartimento della Protezione Civile della Regione Marche,

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Cos è un ondata di calore?

Cos è un ondata di calore? Cos è un ondata di calore? Il termine ondata di calore è entrato a far parte del vocabolario corrente per indicare un periodo prolungato di condizioni meteorologiche estreme, caratterizzato da temperature

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Consigli alla popolazione per affrontare le ondate di calore ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Cos

Dettagli

Cooperativa Comunità e Servizio

Cooperativa Comunità e Servizio CENTRALINO TELEFONICO OPERATIVO 24 ORE SU 24 Cooperativa Comunità e Servizio Componendo questo numero saranno sensibilizzati i servizi competenti, a seconda delle necessità. ISTITUZIONI IMPEGNATE NEL PROGRAMMA

Dettagli

PREVENZIONE DELLA SALUTE DALLE ONDATE DI CALORE OPUSCOLO INFORMATIVO

PREVENZIONE DELLA SALUTE DALLE ONDATE DI CALORE OPUSCOLO INFORMATIVO PREVENZIONE DELLA SALUTE DALLE ONDATE DI CALORE ESTATE 2006 OPUSCOLO INFORMATIVO A cura del Dipartimento Regionale della Protezione Civile SERVIZIO RISCHI AMBIENTALI ED INDUSTRIALI serviziorischiambientali@protezionecivilesicilia.it

Dettagli

COSA FARE PER DIFENDERE LA NOSTRA SALUTE DAI RISCHI DELLE ONDATE DI CALORE

COSA FARE PER DIFENDERE LA NOSTRA SALUTE DAI RISCHI DELLE ONDATE DI CALORE COSA FARE PER DIFENDERE LA NOSTRA SALUTE DAI RISCHI DELLE ONDATE DI CALORE QUALCHE CONSIGLIO PERTUTTI vestitevi in modo leggero e comodo. Ideali gli abiti in cotone o lino. Evitate di uscire all aperto

Dettagli

3URYLQFLDGL%ULQGLVL 6HWWRUH3URWH]LRQH&LYLOH

3URYLQFLDGL%ULQGLVL 6HWWRUH3URWH]LRQH&LYLOH 3URYLQFLDGL%ULQGLVL 6HWWRUH3URWH]LRQH&LYLOH Il termine ondata di calore indica un periodo prolungato di condizioni meteorologiche estreme caratterizzate da elevate temperature ed in alcuni casi da alti

Dettagli

PIANO DI EMERGENZA COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

PIANO DI EMERGENZA COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE PIANO DI EMERGENZA COMUNALE DI PREVENZIONE CALDO INFORMAZIONI PER LA POPOLAZIONE 1 PREVENZIONE CALDO: INFORMAZIONI PER LA POPOLAZIONE Sommario Condizioni climatiche e rischio per la salute: il piano di

Dettagli

Programma di contrasto agli effetti dannosi sulla salute delle ondate di calore in Friuli Venezia Giulia per l anno 2007.

Programma di contrasto agli effetti dannosi sulla salute delle ondate di calore in Friuli Venezia Giulia per l anno 2007. Programma di contrasto agli effetti dannosi sulla salute delle ondate di calore in Friuli Venezia Giulia per l anno 2007. Introduzione Le ondate di calore sono definite come la successione di almeno tre

Dettagli

Ministero della Salute. La salute dell anziano. per la promozione e il mantenimento del benessere

Ministero della Salute. La salute dell anziano. per la promozione e il mantenimento del benessere Ministero della Salute La salute dell anziano Vademecum per la promozione e il mantenimento del benessere Care amiche e cari amici, questo piccolo opuscolo racchiude alcuni semplici ma importanti consigli

Dettagli

Le 10 regole per una corretta alimentazione nel periodo estivo.

Le 10 regole per una corretta alimentazione nel periodo estivo. Le 10 regole per una corretta alimentazione nel periodo estivo. Dott.ssa Stefania Marzona Tecnologa Alimentare Incontro pubblico gratuito Come affrontare le vacanze senza problemi promossa dal Distretto

Dettagli

Factsheet calore. Lucerna, 01.06.2006. 1. Introduzione

Factsheet calore. Lucerna, 01.06.2006. 1. Introduzione Lucerna, 01.06.2006 Factsheet calore 1. Introduzione Il lavoro nei giorni di canicola provoca un aumento della temperatura corporea, dovuto a fattori come il caldo, il lavoro fisico e, in alcuni casi,

Dettagli

state in salute per vivere bene nel caldo estivo Conferenza dei Sindaci Azienda USL 1 Imperiese

state in salute per vivere bene nel caldo estivo Conferenza dei Sindaci Azienda USL 1 Imperiese e Regione Liguria Prefettura di Imperia Provincia di Imperia Un progetto per gli anziani, della provincia di Imperia Azienda USL 1 Imperiese Conferenza dei Sindaci con il patrocinio dell Amministrazione

Dettagli

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe Direzione Generale della sanità animale e dei farmaci veterinari Direzione Generale della comunicazione e delle relazioni istituzionali Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate

Dettagli

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI 1 a.s. 2006/07 Attività prodotta da: Silvia Fantina- Silvia Larese- Mara Dalle Fratte. Proposta di lavoro stratificata Materiali: test ITALIANO COME LINGUA

Dettagli

DGR. n. 11497 del 17.3.2010

DGR. n. 11497 del 17.3.2010 DGR. n. 11497 del 17.3.2010 DEFINIZIONE DEI REQUISITI MINIMI DI ESERCIZIO DELL'UNITA' DI OFFERTA SOCIALE "ALLOGGIO PROTETTO PER ANZIANI". (PROSECUZIONE DEL PROCEDIMENTO PER DECORRENZA TERMINI PER L ESPRESSIONE

Dettagli

di Gianni Poli in collaborazione con Stefano Nobili, medico di medicina generale

di Gianni Poli in collaborazione con Stefano Nobili, medico di medicina generale Approfondimento Le insidie del caldo Disagi di poco conto (crampi) e di maggiore entità (collassi e colpi di calore) si accompagnano alle temperature elevate e all umidità estiva. Si possono prevenire

Dettagli

è con grande piacere che vi presentiamo la IV edizione del concorso forma

è con grande piacere che vi presentiamo la IV edizione del concorso forma Torino, 17 settembre 2014 Gentili Dirigenti Scolastici ed Insegnanti, è con grande piacere che vi presentiamo la IV edizione del concorso forma il tuo Natale, promosso dalla Fondazione Ospedale Infantile

Dettagli

Le radiazioni ultraviolette e la fotoprotezione

Le radiazioni ultraviolette e la fotoprotezione Le radiazioni ultraviolette e la fotoprotezione DURANTE La più importante sorgente di raggi ultravioletti è il sole. Mentre i raggi UVC vengono quasi completamente assorbiti dallo strato di ozono dell

Dettagli

Emergenza caldo. Conoscere e prevenire i rischi di un estate bollente.

Emergenza caldo. Conoscere e prevenire i rischi di un estate bollente. Emergenza caldo. Conoscere e prevenire i rischi di un estate bollente. Emergenza caldo. Ecco una serie di consigli pratici per prevenire e affrontare i pericoli del caldo estivo. Questi consigli, validi

Dettagli

ASSOCIAZIONE CULTURALE PAESAGGI

ASSOCIAZIONE CULTURALE PAESAGGI in occasione della indìce il Concorso Fotografico "La Città degli Alberi" Iniziativa accolta dalla Commissione Nazionale Italiana UNESCO nell ambito delle manifestazioni della settimana DESS 2013 (18-24

Dettagli

Comune di Cassina de Pecchi Provincia di Milano

Comune di Cassina de Pecchi Provincia di Milano Comune di Cassina de Pecchi Provincia di Milano Cari Concittadini, presentiamo questo opuscolo che ha lo scopo di fornire a tutti voi una semplice e migliore conoscenza di alcuni servizi che l Amministrazione

Dettagli

SOMMARIO SEMPRE PIU DIGITALI. n. 13-14 novembre 2012

SOMMARIO SEMPRE PIU DIGITALI. n. 13-14 novembre 2012 n. 13-14 novembre 2012 SEMPRE PIU DIGITALI E il 1907 quando a Torino vede la luce l Istituto Autonomo per le Case Popolari. Sono passati 105 anni: quell istituto oggi si chiama Agenzia Territoriale per

Dettagli

3. Quali sono le ore della giornata in cui è opportuno ridurre l esposizione all aria aperta durante le ondate di calore?

3. Quali sono le ore della giornata in cui è opportuno ridurre l esposizione all aria aperta durante le ondate di calore? FAQ - Emergenza caldo 1. Quando il caldo comporta un rischio per la salute? Il caldo comporta un rischio per la salute quando si registrano temperature elevate, al di sopra dei valori usuali, per almeno

Dettagli

Bollettino Epidemiologico n. 83 ATTENTI AL CALDO! Ciò che bisogna sapere per difendersi dai rischi delle ondate di calore

Bollettino Epidemiologico n. 83 ATTENTI AL CALDO! Ciò che bisogna sapere per difendersi dai rischi delle ondate di calore Dipartimento di Prevenzione E & P ASL - Benevento Bollettino Epidemiologico n. 83 Servizio Epidemiologia e Prevenzione - Tel. 0824-308 284-5-6-9 - Fax 0824-308302 - e-mail sep@aslbenevento1.it ATTENTI

Dettagli

ORDINE dei FARMACISTI, Giovedì 27 Giugno LA DIETA MEDITERRANEA: UN MITO O REALTA

ORDINE dei FARMACISTI, Giovedì 27 Giugno LA DIETA MEDITERRANEA: UN MITO O REALTA Anno II Numero 201 AVVISO 1. Ordine: Convegno sulla dieta mediterranea Notizie in Rilievo Informazione e Salute 2. Massimo 20 minuti di sole al giorno per i malati reumatici. Prevenzione e Salute 3. Le

Dettagli

Contro la crisi accanto alle famiglie

Contro la crisi accanto alle famiglie Contro la crisi accanto alle famiglie Coesione sociale Servizi educativi Sicurezze Coesione sociale e sostegno alle persone in difficoltà Misure anticrisi e sostegno alle famiglie Protocollo d intesa fra

Dettagli

Test A2 Carta CE. Prove di comprensione del testo: LETTURA. Primo esempio

Test A2 Carta CE. Prove di comprensione del testo: LETTURA. Primo esempio Test A2 Carta CE Prove di comprensione del testo: LETTURA Primo esempio 1 Secondo esempio 2 Terzo esempio Leggi attentamente il testo, poi rispondi scegliendo una delle tre proposte. Segna la risposta

Dettagli

Impianto di ventilazione: la casa respira da sola

Impianto di ventilazione: la casa respira da sola minergie Impianto di ventilazione: la casa respira da sola I moderni edifici provvisti di sistemi di aerazione garantiscono un clima abitativo o lavorativo confortevole, sano e aria sempre fresca nei locali;

Dettagli

PRONTO INTERVENTO SOCIALE. SerenitAnziani 2007

PRONTO INTERVENTO SOCIALE. SerenitAnziani 2007 PRONTO INTERVENTO SOCIALE SerenitAnziani 2007 1 PRONTO INTERVENTO SOCIALE SerenitAnziani 2007 Cosa è Il servizio di Pronto Intervento Sociale SerenitAnziani, rientra nelle azioni previste dal Piano Sociale

Dettagli

DISTRETTO SOCIO-SANITARIO DI MONZA ANNO 2013 PIANO DELL AMBITO DI MONZA EMERGENZA CALDO

DISTRETTO SOCIO-SANITARIO DI MONZA ANNO 2013 PIANO DELL AMBITO DI MONZA EMERGENZA CALDO DISTRETTO SOCIO-SANITARIO DI MONZA ANNO 2013 PIANO DELL AMBITO DI MONZA EMERGENZA CALDO 1 Il Distretto socio-sanitario dell ambito di Monza (Monza, Brugherio e Villasanta) ha predisposto anche per l anno

Dettagli

Regolamento di Istituto

Regolamento di Istituto Regolamento di Istituto 1. L iscrizione o la riconferma dell alunno è annuale ed è di competenza della Direzione della Scuola. Il termine per l iscrizione alla Scuola dell Infanzia e alla classe prima

Dettagli

CITTA APERTA TRASMISSIONE DEL 1 e 6 aprile 2010 CANNOCCHIALE... 2 PANORAMA... 3 PANORAMA... 4 PANORAMA... 5 DAL DIRE AL FARE... 6 CULTURABILIA...

CITTA APERTA TRASMISSIONE DEL 1 e 6 aprile 2010 CANNOCCHIALE... 2 PANORAMA... 3 PANORAMA... 4 PANORAMA... 5 DAL DIRE AL FARE... 6 CULTURABILIA... CITTA APERTA TRASMISSIONE DEL 1 e 6 aprile 2010 CANNOCCHIALE 1 Sconti su elettrodomestici, moto e adsl... 1 CANNOCCHIALE... 2 Inps, invio modelli Red. Chi deve restituirlo?... 2 PANORAMA... 3 A Torino

Dettagli

3 modulo STESURA DI UN DIARIO QUOTIDIANO chi-fa-cosa-quando in settimana e nei festivi

3 modulo STESURA DI UN DIARIO QUOTIDIANO chi-fa-cosa-quando in settimana e nei festivi 3 modulo STESURA DI UN DIARIO QUOTIDIANO chi-fa-cosa-quando in settimana e nei festivi L intento di questo modulo è di far lavorare sulla condivisione di responsabilità, ovvero di permettere ai bambini

Dettagli

INFORMAZIONI UTILI. PER STUDENTI IN VISITA a PER STUDIARE L INGLESE

INFORMAZIONI UTILI. PER STUDENTI IN VISITA a PER STUDIARE L INGLESE INFORMAZIONI UTILI PER STUDENTI IN VISITA a malta e gozo PER STUDIARE L INGLESE introduzione Benvenuti. Questo opuscolo vi fornirà consigli pratici e informazioni utili per il vostro studio e soggiorno

Dettagli

aiutare impegno pensare gesti vivere associazione La solidarietà non è una cosa difficile e non richiede molto tempo. Può essere fatta di piccoli

aiutare impegno pensare gesti vivere associazione La solidarietà non è una cosa difficile e non richiede molto tempo. Può essere fatta di piccoli UNITÀ 2 Collegate la definizione alla parola corrispondente. Persone con handicap. 2 Persone senza genitori. 3 Persone che stanno in carcere. 4 Persone che hanno bisogno di aiuto. Persone che hanno dovuto

Dettagli

ALMANACCO 2015 800.995988. Volontariato Città di Treviglio Onlus. Solidarietà e Sicurezza. Per non essere soli chiama il n.

ALMANACCO 2015 800.995988. Volontariato Città di Treviglio Onlus. Solidarietà e Sicurezza. Per non essere soli chiama il n. Volontariato Città di Treviglio Onlus Solidarietà e Sicurezza Tieni la borsetta verso il muro Per non essere soli chiama il n. 800.995988 con la collaborazione di: UNIONE BERGAMASCA CONSUMATORI Via T.

Dettagli

PER FAR FRONTE ALLE ONDATE DI CALORE

PER FAR FRONTE ALLE ONDATE DI CALORE Ministero della Salute IL DIRETTORE GENERALE Direzione Sanitaria ASL BA A cura della Direzione Area Servizio sociosanitario PER FAR FRONTE ALLE ONDATE DI CALORE (( Consiglii aglii Operrattorri i Sanittarri

Dettagli

Il pensionato Merici 2015/2016

Il pensionato Merici 2015/2016 Il pensionato Merici 2015/2016 Il pensionato per studentesse Merici è una casa gestita dalle Orsoline dell Unione Romana che offre accoglienza a studentesse, maggiorenni o minorenni, francesi o di altre

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA DEL CENTRO DIURNO

SCHEDA INFORMATIVA DEL CENTRO DIURNO SCHEDA INFORMATIVA DEL CENTRO DIURNO CENTRO DIURNO BIBBIANO CENTRO DIURNO BIBBIANO Via ROSEMBERG,8 42021 BIBBIANO(RE) TEL. 0522 882003 FAX 0522 240624 mail : cd-bibbiano@coopselios.com Pag. 1/7 Rev. del

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Dott. Sandro Paoletti. Via Nigra 55 09045 Quartu Sant Elena Tel. 070822994-43 - 3358017262

CARTA DEI SERVIZI. Dott. Sandro Paoletti. Via Nigra 55 09045 Quartu Sant Elena Tel. 070822994-43 - 3358017262 CARTA DEI SERVIZI Dott. Sandro Paoletti Via Nigra 55 09045 Quartu Sant Elena Tel. 070822994-43 - 3358017262 Il pediatra che avete scelto per vostro figlio è un medico specialista in Pediatria convenzionato

Dettagli

Quali disturbi provoca la disidratazione? I sintomi principali sono:

Quali disturbi provoca la disidratazione? I sintomi principali sono: Assistenza - Telesoccorso - Telemedicina Comune di Pescara Assessorato Politiche Sociali Assistenza Socio Sanitaria Onlus www.asso-onlus.it - asso@asso-onlus.it Estate 2001 Ondate di calore www.asso-onlus.it/linea_solidale_2011.htm

Dettagli

Mio figlio ha l eczema?

Mio figlio ha l eczema? FONDATION Mio figlio ha l eczema? Informazioni fornite ai genitori e utili per gli insegnanti Dott. Jacques ROBERT Pediatra - Allergologo A cura della FONDAZIONE PER LA DERMATITE ATOPICA Capire l eczema

Dettagli

Le ondate di calore si verificano quando si registrano temperature molto elevate per più giorni

Le ondate di calore si verificano quando si registrano temperature molto elevate per più giorni Ondate di calore FAQ 1. Cosa sono le ondate di calore? Le ondate di calore si verificano quando si registrano temperature molto elevate per più giorni consecutivi, spesso associate a tassi elevati di umidità,

Dettagli

Informativa Ligorna Sport Camp 2014

Informativa Ligorna Sport Camp 2014 Informativa Ligorna Sport Camp 2014 INFO GENERALI SEDE DEL CENTRO: DATE DEL SERVIZIO: SETTIMANE DI SERVIZIO: ORARIO GIORNALIERO: Struttura della società Ligorna Dal 16 giugno al 01 agosto 2014, chiuso

Dettagli

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre L obesità è una patologia causata (laddove non sia attribuibile ad altri motivi) da comportamenti ed abitudini di vita scorretti: contrastarla

Dettagli

Oggetto: principali disposizioni regolamentari relative al funzionamento dell Istituto

Oggetto: principali disposizioni regolamentari relative al funzionamento dell Istituto Ai Sigg. Genitori della Scuola Primaria Oggetto: principali disposizioni regolamentari relative al funzionamento dell Istituto Si portano a conoscenza dei genitori degli alunni iscritti alla Scuola Primaria

Dettagli

Residenza Sanitaria Assistenziale. Vivere Insieme Quarenghi

Residenza Sanitaria Assistenziale. Vivere Insieme Quarenghi Residenza Sanitaria Assistenziale Vivere Insieme Quarenghi Il gruppo di lavoro La struttura è organizzata in settori, a ciascuno dei quali è assegnata una organica dotazione, qualitativa e quantitativa,

Dettagli

La nostra. Il nostro Clima. Il nostro Mondo La nostra Alimentazione. scelte alimentari

La nostra. Il nostro Clima. Il nostro Mondo La nostra Alimentazione. scelte alimentari La nostra Alimentazione COMPLETATE LA PRIMA ATTIVITÀ DI QUESTO CAPITOLO, POI SCEGLIETENE ALTRE TRE DALLA LISTA CHE SEGUE. Le nostre scelte alimentari possono avere effetti positivi o negativi sul clima

Dettagli

Riporta un recente comportamento della tua famiglia rappresentativo della sua irresponsabilità sociale.

Riporta un recente comportamento della tua famiglia rappresentativo della sua irresponsabilità sociale. VC Ginnasio Riporta un tuo recente comportamento individuale, rappresentativo della tua responsabilità sociale. - Rispettare la raccolta differenziata a scuola e in famiglia. Muovermi a piedi. - Attraversare

Dettagli

Aumentando la temperatura del condizionatore d aria di un solo grado puoi ridurre il consumo energetico fino al 15 per cento.

Aumentando la temperatura del condizionatore d aria di un solo grado puoi ridurre il consumo energetico fino al 15 per cento. Question & Answer Sheet on cooling this summer Italian Domande e risposte sul raffreddamento questa estate Invece di usare i condizionatori d aria per raffreddare gli ambienti, quale sarebbe un alternativa

Dettagli

LICEO STATALE GALILEO GALILEI VERONA

LICEO STATALE GALILEO GALILEI VERONA LICEO STATALE GALILEO GALILEI VERONA con indirizzi: SCIENTIFICO - OPZIONE SCIENZE APPLICATE - LINGUISTICO - SPORTIVO Sede: via San Giacomo, 11-37135 Verona tel. 045 504850-580689 Succursale: via Carlo

Dettagli

PIANO EMERGENZA ONDATE DI CALORE ESTATE 2007

PIANO EMERGENZA ONDATE DI CALORE ESTATE 2007 GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIA ASSESSORATO ALLA SANITA ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI ASSESSORATO ALL AMBIENTE PIANO EMERGENZA ONDATE DI CALORE Area Generale di Coordinamento Assistenza Sanitaria

Dettagli

da lunedì 9 giugno a venerdì 4 luglio

da lunedì 9 giugno a venerdì 4 luglio COMUNITÀ PASTORALE SAN FRANCESCO D ASSISI PARROCCHIA SACRA FAMIGLIA - ORATORIO P.G. FRASSATI Via Frassati 2-20900 Monza (Mi) Tel. e Fax. 039.831361 Web-site: www.sanfrancescomonza.it e-mail: oratoriofrassati@sacrafamigliamonza.it

Dettagli

FAQ - Ondate di calore

FAQ - Ondate di calore Pagina 1 di 6 FAQ - Ondate di calore Ultimo aggiornamento: 24 giugno 2013 1. Cosa sono le ondate di calore? Le ondate di calore si verificano quando si registrano temperature molto elevate per più giorni

Dettagli

La scuola dell infanzia S. Marco si presenta Anno Scolastico 2015/16

La scuola dell infanzia S. Marco si presenta Anno Scolastico 2015/16 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CREAZZO La scuola dell infanzia S. Marco si presenta Anno Scolastico 2015/16 Benvenuti alla scuola dell infanzia! Carissimi genitori, certamente conoscerete già alcuni aspetti

Dettagli

Premiazione della 2 edizione concorso ACER FERRARA:

Premiazione della 2 edizione concorso ACER FERRARA: Premiazione della 2 edizione concorso ACER FERRARA: ABITATE 2015. LA METAFISICA DEL QUOTIDIANO. CASE E PAESAG- CASE GI NELL ABITARE FERRARESE. Visto il lusinghiero risultato ottenuto nell edizione 2014,

Dettagli

5 - IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE

5 - IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE 1 5 - IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE PRESENTAZIONE E OBIETTIVI Il Servizio di Assistenza Domiciliare (S.A.D.) è un servizio di aiuto a carattere professionale realizzato presso il domicilio delle

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute 118 - SCHEDA N.1 CHE COS È IL NUMERO 1-1-8 1-1-8 è il numero telefonico, unico su tutto il territorio nazionale, di riferimento per tutti i casi di richiesta di soccorso sanitario in una situazione di

Dettagli

PARTE PRIMA : CRONOLOGIA DEL VIAGGIO

PARTE PRIMA : CRONOLOGIA DEL VIAGGIO PARTE PRIMA : CRONOLOGIA DEL VIAGGIO GIOVEDI 3 giugno 2004 Giovedì La città di Milano Castello Sforzesco Casa Moskova Piazza Borsa Piazza Duomo Università Statale Torre Velasca VENERDI 4 giugno 2004 La

Dettagli

CUORE & ALIMENTAZIONE

CUORE & ALIMENTAZIONE 5 Convegno Socio-Scientifico ASPEC Teatro «Antonio Ghirelli» - Salerno, 27 Giugno 2015 CUORE & ALIMENTAZIONE Annapaola Campana Unità Operativa di Oncoematologia Presidio Ospedaliero Pagani (SA) CAUSE DI

Dettagli

L ANZIANO FRAGILE E LA RETE PER LA CONTINUITA ASSISTENZIALE. I servizi territoriali LECCO, 01.10.2010

L ANZIANO FRAGILE E LA RETE PER LA CONTINUITA ASSISTENZIALE. I servizi territoriali LECCO, 01.10.2010 L ANZIANO FRAGILE E LA RETE PER LA CONTINUITA ASSISTENZIALE I servizi territoriali LECCO, 01.10.2010 II QUADRO DEMOGRAFICO Dal Rapporto 2010 sulla non autosufficienza in Italia In Italia le persone con

Dettagli

Unità 13. Festa multiculturale. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A2 CHIAVI. In questa unità imparerai:

Unità 13. Festa multiculturale. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A2 CHIAVI. In questa unità imparerai: Unità 13 Festa multiculturale CHIAVI In questa unità imparerai: come si compila un modulo di adesione a una festa multiculturale le parole utilizzate in testi informativi sulle feste multiculturali a scegliere

Dettagli

COME SCEGLIERE L ORIENTAMENTO DEGLI AMBIENTI

COME SCEGLIERE L ORIENTAMENTO DEGLI AMBIENTI COME SCEGLIERE L ORIENTAMENTO DEGLI AMBIENTI Sia che stiate progettando di costruirvi una casa passiva, o che cerchiate la migliore disposizione degli ambienti in una casa già esistente, per poter sfruttare

Dettagli

è con grande piacere che vi presentiamo la III edizione del concorso forma

è con grande piacere che vi presentiamo la III edizione del concorso forma Torino, 30 settembre 2013 Gentili Dirigenti Scolastici ed Insegnanti, è con grande piacere che vi presentiamo la III edizione del concorso forma il tuo Natale, promosso dalla Fondazione Ospedale Infantile

Dettagli

un alternativa per la tua vacanza a Torino ITALIANO

un alternativa per la tua vacanza a Torino ITALIANO un alternativa per la tua vacanza a Torino ITALIANO Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario del Piemonte chi SIAMO EDISU Piemonte è l Ente regionale per il diritto allo studio universitario

Dettagli

ABRUZZO PESCARA PESCARA Comune di Pescara 085/61899 lun-dom dalle ore 8.00 alle ore 24.00 compreso festivi

ABRUZZO PESCARA PESCARA Comune di Pescara 085/61899 lun-dom dalle ore 8.00 alle ore 24.00 compreso festivi Numeri dedicati all'emegenza caldo attivati a livello locale. Estate Regione Provincia Comune Tipo ente Numeri utili Orario ABRUZZO PESCARA PESCARA Comune di Pescara 085/61899 lun-dom dalle ore 8.00 alle

Dettagli

Tutti i bambini si meritano 10. Decimi.

Tutti i bambini si meritano 10. Decimi. Tutti i bambini si meritano 10. Decimi. I bambini cominciano prestissimo a sviluppare i 5 sensi: per esempio cominciano già a percepire i suoni nella pancia della mamma. Il tatto, il gusto e l olfatto

Dettagli

Proposte Didattiche. Asilo Nido Bolle di Musica Via Somalia 1a/5 Grugliasco

Proposte Didattiche. Asilo Nido Bolle di Musica Via Somalia 1a/5 Grugliasco Proposte Didattiche Asilo Nido Bolle di Musica Via Somalia 1a/5 Grugliasco Il Progetto Un bambino è una persona piccola, con piccole mani, piccoli piedi e piccole orecchie, ma non per questo con idee piccole.

Dettagli

INDICE. LA CASA PROTETTA SANTA CHIARA nel dettaglio. 1 Dove siamo pag. 3 2 Chi siamo pag. 4 3 La giornata tipo pag. 5

INDICE. LA CASA PROTETTA SANTA CHIARA nel dettaglio. 1 Dove siamo pag. 3 2 Chi siamo pag. 4 3 La giornata tipo pag. 5 Approvazione Delibera CDA n. 10 del 29 luglio 2010 INDICE LA CASA PROTETTA SANTA CHIARA nel dettaglio 1 Dove siamo pag. 3 2 Chi siamo pag. 4 3 La giornata tipo pag. 5 Orari della Casa Protetta Santa Chiara

Dettagli

INDICE. IL CENTRO DIURNO F. BUSIGNANI nel dettaglio

INDICE. IL CENTRO DIURNO F. BUSIGNANI nel dettaglio INDICE IL CENTRO DIURNO F. BUSIGNANI nel dettaglio 1 Dove siamo pag. 3 2 Chi siamo pag. 4 3 Orari e giorni di apertura del centro pag. 5 4 Trasporto con mezzo e accompagnatore pag. 6 5 Accoglienza, dimissioni

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA PARTECIPAZIONE

LINEE GUIDA PER LA PARTECIPAZIONE Progetto di educazione con l Arte LE SCUOLE PROTAGONISTE A PALAZZO DELLA RAGIONE e Concorso LA MIA GALLERIA D ARTE MODERNA A VERONA Un viaggio degli studenti attraverso i 5 sensi nelle collezioni di Palazzo

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

LATTE è SALUTE: percorso di Benessere

LATTE è SALUTE: percorso di Benessere Obiettivo promuovere la trasversalità dell Educazione Alimentare nei nuovi aspetti scientifici e culturali del piano didattico di prevenzione e salute a.s. 2015-16 14 SEMINARIO ANNUALE PER INSEGNANTI di

Dettagli

Il progetto CCM Piano operativo nazionale per la prevenzione degli effetti del caldo sulla salute

Il progetto CCM Piano operativo nazionale per la prevenzione degli effetti del caldo sulla salute Il progetto CCM Piano operativo nazionale per la prevenzione degli effetti del caldo sulla salute Francesca de Donato Dipartimento di Epidemiologia SSR Lazio\ASLRME Centro di Competenza DPC Roma, 17 dicembre

Dettagli

Si prega di rispondere a tutte le domande nel modo più completo possibile e nel modo più sincero.

Si prega di rispondere a tutte le domande nel modo più completo possibile e nel modo più sincero. CODE N: Caro Insegnante, Apprezziamo la vostra partecipazione al Progetto Insegnante saggio- bambino sano ( WITH.CH ) sulle abitudini alimentari sane e l'attività fisica nella scuola, che è attualmente

Dettagli

REGOLE COMPORTAMENTALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

REGOLE COMPORTAMENTALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO REGOLE COMPORTAMENTALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO Piccoli accorgimenti da adottare a casa ed in ufficio Risparmio energetico Il risparmio energetico è l insieme dei comportamenti, processi e interventi

Dettagli

www.vittorioveneto.gov.it

www.vittorioveneto.gov.it Organizzato da Città di Città Vittorio di Vittorio Veneto Veneto Assessorato alle Politiche Scolastiche Centri Estivi Comunali per tutti i bambini della Scuola dell Infanzia dal 6 luglio al 28 agosto 2015

Dettagli

AAA GIOVANE PRECARIO CERCA CASA

AAA GIOVANE PRECARIO CERCA CASA AAA GIOVANE PRECARIO CERCA CASA RICERCA SULL EMERGENZA ABITATIVA A TORINO TORINO, 10 MARZO 2011 1 Ogni individuo ha il diritto ad un tenore di vita sufficiente a garantire la salute e il benessere proprio

Dettagli

SCATTI INQUINATI INQUINAMENTO DEL SUOLO IN CITTA

SCATTI INQUINATI INQUINAMENTO DEL SUOLO IN CITTA SCATTI INQUINATI In questo periodo a scuola ci siamo occupati dell inquinamento del suolo, dell acqua e dell aria, abbiamo pensato di fotografare, con l aiuto dei genitori, esempi di inquinamento che abbiamo

Dettagli

Abitare sostenibile insieme con un click

Abitare sostenibile insieme con un click Abitare sostenibile insieme con un click Entra nella community di ECO Courts www.life-ecocourts.it Scopri come è facile risparmiare acqua, energia e rifiuti domestici riducendo le spese di casa. Con il

Dettagli

20 giugno Giornata Mondiale del Rifugiato (GMdR)

20 giugno Giornata Mondiale del Rifugiato (GMdR) 20 giugno Giornata Mondiale del Rifugiato (GMdR) DIRITTO DI ASILO: NELLA MIA CITTÀ ACCOGLIENZA PER I RIFUGIATI QUANDO La Giornata Mondiale del Rifugiato (GMDR) è stata istituita con la risoluzione n. 55/76

Dettagli

Relazione al bilancio 2012

Relazione al bilancio 2012 Relazione al bilancio 2012 L assemblea di oggi rappresenta una tappa importante sul cammino della nostra associazione in quanto segna un passaggio importante sulla sua esistenza e più ogni altro elemento

Dettagli

the optimizing house

the optimizing house the optimizing house » Fino ad oggi abbiamo sfruttato solo circa l 1% di tutte le potenzialità tecniche ed economiche fornite dall energia solare termica in Europa. Uwe Brechlin, segretario generale dell

Dettagli

Alle ore 08:30 è stato avviato il Convegno Conoscere e capire EXPO, concepito per favorire la conoscenza dell esposizione

Alle ore 08:30 è stato avviato il Convegno Conoscere e capire EXPO, concepito per favorire la conoscenza dell esposizione ASL Milano 1 Info Stampa Dr.ssa Anna Maria Stragapede Responsabile ufficio comunicazione e relazioni con la stampa anna.maria.stragapede@aslmi1.mi.it ufficio.comunicazione@aslmi1.mi.it cell. 329.75.09.210

Dettagli

Sostegno Progetti di Vita Indipendente (L. 162/98) lia persone disabili e al nucleo familiare che li assiste

Sostegno Progetti di Vita Indipendente (L. 162/98) lia persone disabili e al nucleo familiare che li assiste famiglia Assegno di Maternità e Assegno per il Nucleo Famigliare 01 Tali sostegni economici sono volti a favorire il benessere di nuclei familiari con figli. L assegno di maternità è un contributo economico

Dettagli

Residenza Sanitaria Assistenziale. Vivere Insieme Baroni

Residenza Sanitaria Assistenziale. Vivere Insieme Baroni Residenza Sanitaria Assistenziale Vivere Insieme Baroni La struttura L RSA di Via Baroni si sviluppa su tre piani fuori terra di circa 1.500 metri quadri, oltre ad un piano interrato e ad un sottotetto

Dettagli