1 - VERIFICHE DEGLI ELEMENTI DI PONTEGGIO PRIMA DI OGNI MONTAGGIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1 - VERIFICHE DEGLI ELEMENTI DI PONTEGGIO PRIMA DI OGNI MONTAGGIO"

Transcript

1 ALLEGATO XIX Si ritiene opportuno sottolineare che nel ponteggio metallico fisso la sicurezza strutturale, che ha un rilievo essenziale, dipende da numerosi parametri, quali: la frequenza di utilizzo, il numero dei montaggi e smontaggi, il corretto stoccaggio dei componenti, l ambiente di lavoro, l utilizzo conforme all autorizzazione ministeriale e lo stato di conservazione degli elementi costituenti lo stesso. In relazione a quanto sopra, non essendo possibile stabilire una durata limite di vita del ponteggio, sono state elaborate le seguenti istruzioni, che ribadiscono i controlli minimali, ritenuti necessari, che l utilizzatore deve eseguire prima del montaggio e durante l uso del ponteggio, focalizzando, per le diverse tipologie costruttive, gli elementi principali in cui eventuali anomalie riscontrate potrebbero influire sulla stabilità complessiva del sistema ridurre la sicurezza dei lavoratori. In particolare, le schede che seguono elencano le verifiche che l utilizzatore deve comunque eseguire prima di ogni montaggio, rispettivamente per i ponteggi metallici a telai prefabbricati, a montanti e traversi prefabbricati e a tubi giunti. L ultima parte, infine, elenca le verifiche da effettuarsi durante l uso delle attrezzature in argomento. 1 - VERIFICHE DEGLI ELEMENTI DI PONTEGGIO PRIMA DI OGNI MONTAGGIO A - PONTEGGI METALLICI A TELAI PREFABBRICATI Elementi Tipo di verifica Modalità di verifica Misura adottata GENERALE TELAIO CORRENTI E DIAGONALI Controllo esistenza del libretto di cui all autorizzazione ministeriale, rilasciata dal Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali Controllo che gli elementi in tubi e giunti, eventualmente utilizzati, siano di tipo autorizzato appartenenti ad unico fabbricante Controllo verticalità montanti telaio Controllo spinotto di collegamento fra montanti Controllo attacchi controventature: perni e/o boccole Controllo orizzontalità traverso, ad esempio con utilizzo filo a piombo e/o funzionale e/o funzionale Se non esiste il libretto, il ponteggio non può essere utilizzato. Occorre richiedere il libretto, che deve contenere tutti gli elementi del ponteggio, al Se il controllo è negativo, è necessario utilizzare elementi autorizzati appartenenti ad un unico fabbricante, richiedendone il relativo libretto scartare Se la verticalità dei montanti non è soddisfatta occorre scartare Se il controllo è negativo, occorre: Scartare, o Ripristinare la funzionalità del in conformità alle modalità previste dal fabbricante del ponteggio scartare D.lgs. 9 Aprile 2008, n Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro Allegati Pagina 98 di 174

2 Controllo linearità del Controllo stato di conservazione collegamenti al telaio e/o funzionale scartare IMPALCATI PREFABBRICATI Controllo orizzontalità piani di calpestio Controllo assenza di deformazioni negli appoggi al traverso e/o funzionale : BASETTE FISSE BASETTE REGOLABILI Controllo efficienza dei sistemi di collegamento tra: piani di calpestio, testata con ganci di collegamento al traverso ed irrigidimenti (saldatura, rivettatura, bullonatura e cianfrinatura) Controllo verticalità stelo dello stelo e della ghiera filettata Integrità del sistema di collegamento per rivettatura, bullonatura e cianfrinatura Assenza, nel sistema di collegamento, di cricche, distacchi ed ossidazioni penetranti per saldatura, ad esempio con un, ad esempio con un e funzionale: : stato di avvitamento della ghiera Se il controllo è negativo: Scartare, o Procedere, a cura del fabbricante del ponteggio, al ripristino dell efficienza dei sistemi di collegamento scartare scartare Se i controlli, visivo e funzionale, sono negativi occorre scartare Se è negativo il solo controllo funzionale occorre ripristinare la funzionalità (pulizia e ingrassaggio). Se ciò non è possibile, scartare N.B.: Per le verifiche relative ad altri elementi di ponteggio (quali ad esempio: fermapiede, trave per passo carraio, mensola, Montante per parapetto di sommità, scala, parasassi), riportati nel libretto di cui all autorizzazione ministeriale, occorre utilizzare: tipo, modalità di verifica e misure, analoghi a quelli descritti per gli elementi sopraelencati. D.lgs. 9 Aprile 2008, n Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro Allegati Pagina 99 di 174

3 B - PONTEGGI METALLICI A MONTANTI E TRAVERSI PREFABBRICATI Elementi Tipo di verifica Modalità di verifica Misura adottata GENERALE MONTANTE TRAVERSO CORRENTI E DIAGONALI IMPALCATI PREFABBRICATI Controllo esistenza del libretto di cui all autorizzazione ministeriale rilasciata dal Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali Se non esiste il libretto, il ponteggio non può essere utilizzato. Occorre richiedere il libretto, che deve contenere tutti gli elementi del ponteggio, al Controllo che gli elementi in tubi e giunti, Se il controllo è negativo, è necessario eventualmente utilizzati, siano di tipo utilizzare elementi autorizzati appartenenti autorizzato appartenenti ad unico ad un unico fabbricante, richiedendone il fabbricante relativo libretto scartare Controllo verticalità, ad esempio Se la verticalità del montante non è conutilizzo filo a piombo soddisfatta occorre scartare Controllo spinotto di collegamento fra e/o funzionale montanti Controllo attacchi elementi : e/o funzionale scartare Controllo orizzontalità traverso Se il controllo è negativo scartare Controllo stato di conservazione collegamenti ai montanti Controllo linearità del Controllo stato di conservazione collegamenti ai montanti e/o funzionale e/o funzionale, o ripristinare la funzionalità del in conformità alle modalità previste dal scartare, o ripristinare la funzionalità del in conformità alle modalità previste dal scartare D.lgs. 9 Aprile 2008, n Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro Allegati Pagina 100 di 174

4 BASETTE FISSE BASETTE REGOLABILI Controllo orizzontalità piani di calpestio Controllo assenza di deformazioni negli appoggi al traverso Controllo efficienza dei sistemi di collegamento tra: piani di calpestio, testata con ganci di collegamento al traverso ed irrigidimenti (saldatura, rivettatura, bullonatura e cianfrinatura) Controllo verticalità stelo dello stelo e della ghiera filettata e/o funzionale : Integrità del sistema di collegamento per rivettatura, bullonatura e cianfrinatura Assenza, nel sistema di collegamento, di cricche, distacchi ed ossidazioni penetranti per saldatura Se il controllo è negativo: Scartare, o Procedere, a cura del fabbricante del ponteggio, al ripristino dell efficienza dei sistemi di collegamento scartare, ad esempio con un scartare, ad esempio con un e funzionale: : stato di avvitamento della ghiera Se i controlli, visivo e funzionale, sono negativi occorre scartare Se è negativo il solo controllo funzionale occorre ripristinare la funzionalità (pulizia e ingrassaggio). Se ciò non è possibile, scartare N.B.: Per le verifiche relative ad altri elementi di ponteggio (quali ad esempio: fermapiede, trave per passo carraio, mensola, montante per parapetto di sommità, scala, parasassi), riportati nel libretto di cui all autorizzazione ministeriale, occorre utilizzare: tipo, modalità di verifica e misure, analoghi a quelli descritti per gli elementi sopraelencati. D.lgs. 9 Aprile 2008, n Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro Allegati Pagina 101 di 174

5 C - PONTEGGI METALLICI A TUBI E GIUNTI Elementi Tipo di verifica Modalità di verifica Misura adottata GENERALE TUBI Controllo esistenza del libretto di cui all autorizzazione ministeriale rilasciata dal Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali Controllo verticalità, ad esempio con utilizzo filo a piombo Se non esiste il libretto, il ponteggio non può essere utilizzato. Occorre richiedere il libretto, che deve contenere tutti gli elementi del ponteggio, al scartare Se la verticalità del tubo non è soddisfatta occorre scartare scartare GIUNTI IMPALCATI PREFABBRICATI (non strutturali) Controllo bulloni completi di dadi Controllo linearità martelletti Controllo perno rotazione giunto girevole Controllo orizzontalità piani di calpestio Controllo assenza di deformazioni negli appoggi al traverso Controllo efficienza dei sistemi di collegamento tra: piani di calpestio, testata con ganci di collegamento al traverso ed irrigidimenti (saldatura, rivettatura, bullonatura e cianfrinatura) e funzionale: : stato di avvitamento del dado e funzionale: : parallelismo dei due nuclei Funzionale: corretta rotazione e/o funzionale Se il controllo visivo è negativo occorre: sostituire il bullone e/o il dado con altro fornito dal fabbricante del giunto Se è negativo il solo controllo funzionale occorre ripristinare la funzionalità (pulizia e ingrassaggio). Se ciò non è possibile, sostituire con altro fornito dal fabbricante del giunto Se i controlli sono negativi occorre scartare scartare : Integrità del sistema di Se il controllo è negativo: collegamento per rivettatura, bullonatura e Scartare, o cianfrinatura Procedere, a cura del fabbricante del Assenza, nel sistema di ponteggio, al ripristino dell efficienza dei collegamento, di cricche, sistemi di collegamento distacchi ed ossidazioni penetranti per saldatura D.lgs. 9 Aprile 2008, n Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro Allegati Pagina 102 di 174

6 BASETTE FISSE BASETTE REGOLABILI Controllo verticalità stelo dello stelo e della ghiera filettata, ad esempio con un, ad esempio con un e funzionale: : stato di avvitamento della ghiera scartare scartare Se i controlli, visivo e funzionale, sono negativi occorre scartare Se è negativo il solo controllo funzionale occorre ripristinare la funzionalità (pulizia e ingrassaggio). Se ciò non è possibile, scartare N.B.: Per le verifiche relative ad altri elementi di ponteggio (quali ad esempio: fermapiede, trave per passo carraio, mensola, montante per parapetto di sommità, scala, parasassi), riportati nel libretto di cui all autorizzazione ministeriale, occorre utilizzare: tipo, modalità di verifica e misure, analoghi a quelli descritti per gli elementi sopraelencati. D.lgs. 9 Aprile 2008, n Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro Allegati Pagina 103 di 174

7 2 - VERIFICHE DURANTE L USO DEI PONTEGGI METALLICI FISSI Controllare che il disegno esecutivo: - Sia conforme allo schema tipo fornito dal ; - Sia firmato dalla persona competente di cui al comma 1 dell articolo 136 per conformità agli schemi tipo forniti dal ; - Sia tenuto in cantiere, a disposizione degli organi di vigilanza, unitamente alla copia del libretto di cui all autorizzazione ministeriale. Controllare che per i ponteggi di altezza superiore a 20 metri e per i ponteggi non conformi agli schemi tipo: - Sia stato redatto un progetto, firmato da un ingegnere o architetto abilitato a norma di legge all esercizio della professione; - Che tale progetto sia tenuto in cantiere a disposizione dell autorità di vigilanza, unitamente alla copia del libretto di cui all autorizzazione ministeriale. Controllare che vi sia la documentazione dell esecuzione, da parte del preposto, dell ultima verifica del ponteggio di cui trattasi, al fine di assicurarne l installazione corretta ed il buon funzionamento. Controllare che qualora siano montati sul ponteggio tabelloni pubblicitari, graticci, teli o altre schermature sia stato redatto apposito calcolo, eseguito da Ingegnere o da Architetto abilitato a norma di legge all esercizio della professione, in relazione all azione del vento presumibile per la zona ove il ponteggio è montato. In tale calcolo deve essere tenuto conto del grado di permeabilità delle strutture servite. Controllare che sia mantenuto un distacco congruente con il punto dell ALLEGATO XVIII o l articolo 138, comma 2, della Sezione V del Titolo IV tra il bordo interno dell impalcato del ponteggio e l opera servita. Controllare che sia mantenuta l efficienza del parasassi, capace di intercettare la caduta del materiale dall alto. Controllare il mantenimento dell efficienza del serraggio dei giunti, secondo le modalità previste dal fabbricante del ponteggio, riportate nel libretto di cui all autorizzazione ministeriale. Controllare il mantenimento dell efficienza del serraggio dei collegamenti fra gli elementi del ponteggio, secondo le modalità previste dal, riportate nel libretto di cui all autorizzazione ministeriale. Controllare il mantenimento dell efficienza degli ancoraggi, secondo le modalità previste dal fabbricante del ponteggio riportate nel libretto di cui all autorizzazione ministeriale. Controllare il mantenimento della verticalità dei montanti, ad esempio con l utilizzo del filo a piombo. Controllare il mantenimento dell efficienza delle controventature di pianta e di facciata mediante: - Controllo visivo della linearità delle aste delle diagonali di facciata e delle diagonali in pianta; - Controllo visivo dello stato di conservazione dei collegamenti ai montanti delle diagonali di facciata e delle diagonali in pianta; - Controllo visivo dello stato di conservazione degli elementi di impalcato aventi funzione di controventatura in pianta. Controllare il mantenimento in opera dei dispositivi di blocco degli elementi di impalcato. Controllare il mantenimento in opera dei dispositivi di blocco o dei sistemi antisfilamento dei fermapiedi. Richiami all Allegato XIX: - Art. 112, co. 2 - ALL. XXII, punto 10 D.lgs. 9 Aprile 2008, n Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro Allegati Pagina 104 di 174

ALLEGATO XIX VERIFICHE DI SICUREZZA DEI PONTEGGI METALLICI FISSI

ALLEGATO XIX VERIFICHE DI SICUREZZA DEI PONTEGGI METALLICI FISSI ALLEGATO XIX VERIFICHE DI SICUREZZA DEI PONTEGGI METALLICI FISSI Si ritiene opportuno sottolineare che nel ponteggio metallico fisso la sicurezza strutturale, che ha un rilievo essenziale, dipende da numerosi

Dettagli

CHECK LIST DI CONTROLLO PONTEGGI

CHECK LIST DI CONTROLLO PONTEGGI CHECK LIST DI CONTROLLO PONTEGGI Riferimento: ALLEGATO XIX al D.LGS. 81/08 e ss.mm.ii. OGGETTO: Verifiche di sicurezza dei Ponteggi Metallici Fissi Premessa Si ritiene inoltre opportuno sottolineare che

Dettagli

Allegato XIX - Verifiche di sicurezza dei ponteggi metallici fissi

Allegato XIX - Verifiche di sicurezza dei ponteggi metallici fissi Allegato XIX - Verifiche di sicurezza dei ponteggi metallici fissi Si ritiene opportuno sottolineare che nel ponteggio metallico fisso la sicurezza strutturale, che ha un rilievo essenziale, dipende da

Dettagli

ANCE ENNA SEZIONE EDILE DI CONFINDUSTRIA ENNA

ANCE ENNA SEZIONE EDILE DI CONFINDUSTRIA ENNA ANCE ENNA SEZIONE EDILE DI CONFINDUSTRIA ENNA VERIFICHE DEGLI ELEMENTI DI PONTEGGIO PRIMA DI OGNI MONTAGGIO CHECK-LIST 1 VERIFICHE DURANTE L USO DEI PONTEGGI METALLICI FISSI CHECK-LIST 2 Check-List 1 Data:

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 9 APRILE 2008, n 81 - ALLEGATO XIX. Verifiche di sicurezza dei ponteggi metallici fissi

DECRETO LEGISLATIVO 9 APRILE 2008, n 81 - ALLEGATO XIX. Verifiche di sicurezza dei ponteggi metallici fissi DECRETO LEGISLATIVO 9 APRILE 2008, n 81 - ALLEGATO XIX Verifiche di sicurezza dei ponteggi metallici fissi Si ritiene opportuno sottolineare che nel ponteggio metallico fisso la sicurezza strutturale,

Dettagli

1- VERIFICHE DEGLI ELEMENTI DI PONTEGGIO PRIMA DI OGNI MONTAGGIO

1- VERIFICHE DEGLI ELEMENTI DI PONTEGGIO PRIMA DI OGNI MONTAGGIO CIRCOLARE MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE N. 46/2000 11 LUGLIO 2000 PROT. 21255/OM-4 VERIFICHE DI SICUREZZA DEI PONTEGGI METALLICI FISSI DI CUI ALL ART. 30 DEL DPR 7 GENNAIO 1956, N. 164.

Dettagli

Ponteggi: Ministero del lavoro e della previdenza sociale. Circolare 10 luglio 2000 n 44

Ponteggi: Ministero del lavoro e della previdenza sociale. Circolare 10 luglio 2000 n 44 Ponteggi: Ministero del lavoro e della previdenza sociale. Circolare 10 luglio 2000 n 44 "D. Lgs. 359/1999 - Verifiche e controlli sulle attrezzature di lavoro - Modalità di delle relative documentazioni".

Dettagli

Provincia di L Aquila Prevenzione e Sicurezza in Edilizia VERIFICHE DI CONFORMITÀ PRELIMINARI AL MONTAGGIO DEL PONTEGGIO

Provincia di L Aquila Prevenzione e Sicurezza in Edilizia VERIFICHE DI CONFORMITÀ PRELIMINARI AL MONTAGGIO DEL PONTEGGIO Provincia di L Aquila Prevenzione e Sicurezza in Edilizia VERIFICHE DI CONFORMITÀ PRELIMINARI AL MONTAGGIO DEL PONTEGGIO SCHEDA DI VERIFICA DEGLI ELEMENTI DI PONTEGGIO PRIMA DI OGNI MONTAGGIO PONTEGGI

Dettagli

ISTRUZIONI. Premessa. Istruzioni per l uso delle schede

ISTRUZIONI. Premessa. Istruzioni per l uso delle schede ISTRUZIONI Premessa Il decreto legislativo 359/1999 recepisce nel sistema normativo italiano la direttiva 95/63/CE relativa ai requisiti minimi di sicurezza e salute nell uso di attrezzature di lavoro.

Dettagli

ALLE DIREZIONI REGIONALI DEL LAVORO LORO SEDI ALLE DIREZIONI PROVINCIALI DEL LAVORO LORO SEDI

ALLE DIREZIONI REGIONALI DEL LAVORO LORO SEDI ALLE DIREZIONI PROVINCIALI DEL LAVORO LORO SEDI Circolare n. 46 dell' 11 luglio 2000 Verifiche di sicurezza dei ponteggi metallici fissi di cui all art. 30 del D.P.R. 7 gennaio 1956, n. 164. Data Emanazione: 11/07/2000 Data Pubblicazione: ALLE DIREZIONI

Dettagli

VERIFICHE DI CONFORMITÀ PRELIMINARI AL MONTAGGIO DEL PONTEGGIO

VERIFICHE DI CONFORMITÀ PRELIMINARI AL MONTAGGIO DEL PONTEGGIO VERIFICHE DI CONFORMITÀ PRELIMINARI AL MONTAGGIO DEL PONTEGGIO SCHEDA DI VERIFICA DEGLI ELEMENTI DI PONTEGGIO PRIMA DI OGNI MONTAGGIO PONTEGGI METALLICI A TELAI PREFABBRICATI Ponteggio verificato Fabbricante

Dettagli

Piano di montaggio, uso e smontaggio

Piano di montaggio, uso e smontaggio Piano di montaggio, uso e smontaggio Dlgsl 235/03 (data di entrata in vigore: 19/07/05) Attuazione della direttiva 2001/45/CE relativa ai requisiti minimi di sicurezza e di salute per l uso di attrezzature

Dettagli

IMPRESA CANTIERE DI:

IMPRESA CANTIERE DI: IMPRESA CANTIERE DI: PIANO di MONTAGGIO USO e SMONTAGGIO (Pi.M.U.S.) (ai sensi dall art. 36-quater del D.Lgs. n. 626/1994, come modificato dal D.Lgs. n. 235/2003, e s.m.i. e della Circolare del Ministero

Dettagli

VERIFICHE SUL PONTEGGIO. primo impianto periodiche eccezionali

VERIFICHE SUL PONTEGGIO. primo impianto periodiche eccezionali VERIFICHE SUL PONTEGGIO primo impianto periodiche eccezionali 1 VERIFICHE PREVENTIVE DEGLI ELEMENTI DEL PONTEGGIO Prima di montare il ponteggio tutti gli elementi da utilizzare devono essere controllati

Dettagli

Allegato XIX. Verifiche di sicurezza dei ponteggi metallici fissi

Allegato XIX. Verifiche di sicurezza dei ponteggi metallici fissi Allegato XIX Verifiche di sicurezza dei ponteggi metallici fissi Si ritiene opportuno sottolineare che nel ponteggio metallico fisso la sicurezza strutturale, che ha un rilievo essenziale, dipende da numerosi

Dettagli

ALLEGATO XIX. Verifiche di sicurezza dei ponteggi metallici fissi

ALLEGATO XIX. Verifiche di sicurezza dei ponteggi metallici fissi ALLEGATO XIX Verifiche di sicurezza dei ponteggi metallici fissi Si ritiene opportuno sottolineare che nel metallico fisso la sicurezza strutturale, che ha un rilievo essenziale, dipende da numerosi parametri,

Dettagli

SCHEDE di VERIFICA della corretta MESSA IN OPERA di PONTEGGI e dell efficienza degli ELEMENTI che lo compongono

SCHEDE di VERIFICA della corretta MESSA IN OPERA di PONTEGGI e dell efficienza degli ELEMENTI che lo compongono SCHEDE di VERIFICA della corretta MESSA IN OPERA di PONTEGGI e dell efficienza degli ELEMENTI che lo compongo Le 4 schede di valutazione della corretta messa in opera dei ponteggi e dell efficienza dei

Dettagli

Corso di aggiornamento RSPP aziende edili. Lezione: Verifiche

Corso di aggiornamento RSPP aziende edili. Lezione: Verifiche Corso di aggiornamento RSPP aziende edili Lezione: Verifiche In questa unità didattica verranno descritte le verifiche da effettuare sui ponteggi secondo quanto stabilito dalla normativa. Nello specifico,

Dettagli

Piano Montaggio, Smontaggio, Uso e Trasformazione Ponteggi ai sensi del D.Lgs. 8 Luglio 2003, n. 235 Schema con contenuti minimi

Piano Montaggio, Smontaggio, Uso e Trasformazione Ponteggi ai sensi del D.Lgs. 8 Luglio 2003, n. 235 Schema con contenuti minimi Documento redatto da SPSAL AUSL Parma e CSE Parma e condiviso da Ordine degli Ingegneri, Ordine degli Architetti e Collegio dei Geometri della Provincia di Parma Piano Montaggio, Smontaggio, Uso e Trasformazione

Dettagli

Piano di montaggio, uso e smontaggio del ponteggio

Piano di montaggio, uso e smontaggio del ponteggio Piano di montaggio, uso e smontaggio del ponteggio OGGETTO: Lavori di Manutenzione straordinaria dei fabbricati di ERP siti in Alessano località "Montagnetta" COMMITTENTE: ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI

Dettagli

SCHEDE di VERIFICA della corretta MESSA IN OPERA di PONTEGGI e dell efficienza degli ELEMENTI che lo compongono

SCHEDE di VERIFICA della corretta MESSA IN OPERA di PONTEGGI e dell efficienza degli ELEMENTI che lo compongono SCHEDE di VERIFICA della corretta MESSA IN OPERA di PONTEGGI e dell efficienza degli ELEMENTI che lo compongo Le 4 schede di valutazione della corretta messa in opera dei ponteggi e dell efficienza dei

Dettagli

DOCUMENTAZIONE DA TENERE IN CANTIERE

DOCUMENTAZIONE DA TENERE IN CANTIERE DOCUMENTAZIONE DA TENERE IN CANTIERE CA 01 Pg. 1/2 DOCUMENTAZIONE SCHEDE Autorizzazione ministeriale all uso del ponteggio -- -- Cartello di cantiere CA 01 Comunicazione alla ASL di trasferimento degli

Dettagli

PIANO DI MONTAGGIO, USO E SMONTAGGIO DI PONTEGGI METALLICI FISSI

PIANO DI MONTAGGIO, USO E SMONTAGGIO DI PONTEGGI METALLICI FISSI PiMUS PIANO DI MONTAGGIO, USO E SMONTAGGIO DI PONTEGGI METALLICI FISSI (art. 36 quater, comma 3 del D.Lgs 626/94) DATA: / / REV. : IL DATORE DI LAVORO IL TECNICO INCARICATO DELLA REDAZIONE 1. Identificazione

Dettagli

I ponteggi Nel ca Nel ntie i re edile il ve v ngono adottate va te v rie tipo l gie d i opere pro vvisio vvisi nali, i ingegnose,

I ponteggi Nel ca Nel ntie i re edile il ve v ngono adottate va te v rie tipo l gie d i opere pro vvisio vvisi nali, i ingegnose, I ponteggi Nel cantiere edile vengono adottate varie tipologie di opere provvisionali, ingegnose, idonee, particolareggiate ma alcune (forse le più), strane, non rispondenti a nessun canone di sicurezza

Dettagli

LINEE GUIDA TRACCIAMENTO PONTEGGIO

LINEE GUIDA TRACCIAMENTO PONTEGGIO LINEE GUIDA TRACCIAMENTO PONTEGGIO La presente Linea guida, fornisce un efficace supporto per la compilazione del Pi.M.U.S. al fine di suggerire una corretta installazione dell opera provvisionale. I temi

Dettagli

PROPOSTA DI REDAZIONE DEL PIMUS. PIANO DI MONTAGGIO USO E SMONTAGGIO PONTEGGI (ALLEGATO XXII D.Lgs. 9 aprile 2008, n 81)

PROPOSTA DI REDAZIONE DEL PIMUS. PIANO DI MONTAGGIO USO E SMONTAGGIO PONTEGGI (ALLEGATO XXII D.Lgs. 9 aprile 2008, n 81) Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia AZIENDE PER I SERVIZI SANITARI DIPARTIMENTI DI PREVENZIONE Servizi di Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro Ufficio Operativo del Comitato Regionale di

Dettagli

LINEA GUIDA PER LA REDAZIONE DEL PIMUS

LINEA GUIDA PER LA REDAZIONE DEL PIMUS LINEA GUIDA PER LA REDAZIONE DEL PIMUS PREMESSA Il 19 luglio 2005 è entrato in vigore il Decreto Legislativo n. 235/2003, recante i requisiti minimi di sicurezza e di salute per l'uso delle attrezzature

Dettagli

1800 / 2500 Caratteristiche Geometria: Telaio: Punti di forza Telaio Parapetto 1800: Telaio Parapetto 2500:

1800 / 2500 Caratteristiche Geometria: Telaio: Punti di forza Telaio Parapetto 1800: Telaio Parapetto 2500: 1800 / 20 Caratteristiche Geometria: Profondità Altezza Campata Spinotto Innesti 10 mm 2000 mm 1800 / 20 mm 1 mm A conchiglie sferiche (8) A boccole cilindriche (12) Materiale Zincatura Acciaio S235 JR

Dettagli

LINEA GUIDA PER LA REDAZIONE DEL PIMUS

LINEA GUIDA PER LA REDAZIONE DEL PIMUS LINEA GUIDA PER LA REDAZIONE DEL PIMUS PREMESSA Il 19 luglio 2005 è entrato in vigore il Decreto Legislativo n. 235/2003, recante i requisiti minimi di sicurezza e di salute per l'uso delle attrezzature

Dettagli

PONTEGGIO FRACASSO HP 2500

PONTEGGIO FRACASSO HP 2500 PONTEGGIO FRACASSO HP 20 Geometria: Profondità Altezza Campata Spinotto Innesti Materiale Zincatura Telaio: Caratteristiche 10 mm 2000 mm 20 mm 1 mm A perni conici Acciaio S235 JR (ex Fe360) A caldo, secondo

Dettagli

PIANO DI MONTAGGIO, USO E SMONTAGGIO DEL PONTEGGIO (PI.M.U.S.) (DOCUMENTO EX ART. 136- CO. 1 DEL D.LGS. 81/2008 E S.M.I.)

PIANO DI MONTAGGIO, USO E SMONTAGGIO DEL PONTEGGIO (PI.M.U.S.) (DOCUMENTO EX ART. 136- CO. 1 DEL D.LGS. 81/2008 E S.M.I.) PIANO DI MONTAGGIO, USO E SMONTAGGIO DEL PONTEGGIO (PI.M.U.S.) (DOCUMENTO EX ART. 136- CO. 1 DEL D.LGS. 81/2008 E S.M.I.) Azienda Sede legale Oggetto dei lavori: Indirizzo del cantiere: Rev. Motivazione

Dettagli

PONTEGGIO FRACASSO NTB 1800 / 2500 Geometria:

PONTEGGIO FRACASSO NTB 1800 / 2500 Geometria: PONTEGGIO FRACASSO NTB 1800 / 20 Geometria: Profondità Altezza Campata Spinotto Innesti Materiale Zincatura Telaio: Caratteristiche 10 mm 2000 mm 1800 mm / 20 mm 1 mm A boccole Acciaio S235 JR (ex Fe360)

Dettagli

Il datore di lavoro provvede a redigere a mezzo di persona competente un piano di montaggio, uso e smontaggio, in funzione della complessità del

Il datore di lavoro provvede a redigere a mezzo di persona competente un piano di montaggio, uso e smontaggio, in funzione della complessità del Art. 136 Montaggio e smontaggio Il datore di lavoro provvede a redigere a mezzo di persona competente un piano di montaggio, uso e smontaggio, in funzione della complessità del ponteggio scelto. Tale piano...

Dettagli

PONTEGGIO FRACASSO HP 1800

PONTEGGIO FRACASSO HP 1800 PONTEGGIO FRACASSO HP 1800 Geometria: Profondità Altezza Campata Spinotto Innesti Caratteristiche 10 mm 2000 mm 1800 mm 1 mm A perni conici Materiale Zincatura Acciaio S235 JR (ex Fe360) A caldo, secondo

Dettagli

PONTEGGIO FRACASSO HP 1800

PONTEGGIO FRACASSO HP 1800 PONTEGGIO FRACASSO HP 1800 Geometria: Profondità Altezza Campata Spinotto Innesti Caratteristiche 10 mm 2000 mm 1800 mm 1 mm A perni conici Materiale Zincatura Acciaio S235 JR (ex Fe360) A caldo, secondo

Dettagli

MOD.G ALLEGATO 2. Check list per il rischio caduta dall'alto. CPT Firenze Via Lorenzo Il Magnifico, Firenze - Tel. 055/ /

MOD.G ALLEGATO 2. Check list per il rischio caduta dall'alto. CPT Firenze Via Lorenzo Il Magnifico, Firenze - Tel. 055/ / MOD.G ALLEGATO 2 Check list per il rischio caduta dall'alto CONFORME NON CONFORME A.2.1 Nei lavori in quota oltre i 2 m, sono state adottate adeguate impalcature, ponteggi o idonee opere provvisionali

Dettagli

1800 / Geometria: Profondità. Altezza. Campata. Spinotto. Innesti. Materiale. Zincatura. Telaio: Diametro tubo 27 mm. Spessore tubo 2 mm.

1800 / Geometria: Profondità. Altezza. Campata. Spinotto. Innesti. Materiale. Zincatura. Telaio: Diametro tubo 27 mm. Spessore tubo 2 mm. 1800 / 20 Caratteristiche Geometria: Profondità Altezza Campata Spinotto Innesti 10 mm 2000 mm 1800 / 20 mm 1 mm A conchiglie sferiche (8) A boccole cilindriche (12) Materiale Zincatura Acciaio S235 JR

Dettagli

PIMUS PIANO DI MONTAGGIO, USO E SMONTAGGIO PONTEGGI (PIMUS) LOGO IMPRESA

PIMUS PIANO DI MONTAGGIO, USO E SMONTAGGIO PONTEGGI (PIMUS) LOGO IMPRESA PIANO DI MONTAGGIO, USO E SMONTAGGIO PONTEGGI () ai sensi degli artt. 134, 136 e all. XXII del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e smi Attuazione art. 1, L. 123/2007, in materia di tutela della salute e della

Dettagli

Rev.01 del Pag. 1 di 1 MODALITA OPERATIVA PER L INSTALLAZIONE DEI TELAI PARAPETTO DI SICUREZZA TEMPORANEI

Rev.01 del Pag. 1 di 1 MODALITA OPERATIVA PER L INSTALLAZIONE DEI TELAI PARAPETTO DI SICUREZZA TEMPORANEI Pag. 1 di 1 MODALITA OPERATIVA PER L INSTALLAZIONE DEI TELAI PARAPETTO DI SICUREZZA TEMPORANEI Pag. 2 di 2 1. Installare il piano terra del ponteggio avendo cura di posizionare correttamente i correnti

Dettagli

PONTEGGIO FRACASSO PS 1800

PONTEGGIO FRACASSO PS 1800 PONTEGGIO FRACASSO PS 1800 Caratteristiche Geometria: Profondità Altezza Campata Spinotto Innesti Materiale Zincatura 10 mm 2000 mm 1800 mm 1 mm A perni Acciaio S275 JR (ex Fe430) A caldo, secondo norma

Dettagli

Pi.M.U.S. Piano di Montaggio Uso e Smontaggio del ponteggio. conforme ai contenuti minimi previsti dall allegato XXII del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.

Pi.M.U.S. Piano di Montaggio Uso e Smontaggio del ponteggio. conforme ai contenuti minimi previsti dall allegato XXII del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Pi.M.U.S. Piano di Montaggio Uso e Smontaggio del ponteggio conforme ai contenuti minimi previsti dall allegato XXII del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. DITTA montatrice del ponteggio INDIRIZZ CANTIERE CMUNE 1 Il

Dettagli

Farina Geom. Stefano Via LungoSarca, 67 38077 Ponte Arche tel 0465 702244 Via Medici 4/3-38100 Trento tel. 0461 917423

Farina Geom. Stefano Via LungoSarca, 67 38077 Ponte Arche tel 0465 702244 Via Medici 4/3-38100 Trento tel. 0461 917423 Farina Geom. Stefano Via LungoSarca, 67 38077 Ponte Arche tel 0465 702244 Via Medici 4/3-38100 Trento tel. 0461 917423 Piano di Montaggio Manutenzione Uso Trasformazione e Smontaggio dei Ponteggi La normativa

Dettagli

Corso di aggiornamento RSPP aziende edili. Lezione: Tipologie di ponteggio

Corso di aggiornamento RSPP aziende edili. Lezione: Tipologie di ponteggio Corso di aggiornamento RSPP aziende edili Lezione: Tipologie di ponteggio In questa unità didattica saranno analizzate le diverse tipologie di ponteggi e le relative caratteristiche. In particolare, verranno

Dettagli

U.D. 2 - ASPETTI TECNICI durata : 2 CF

U.D. 2 - ASPETTI TECNICI durata : 2 CF U.D. 2 - ASPETTI TECNICI durata : 2 CF I ponteggi sono definiti "opere provvisionali", cioè strutture di servizio di tipo temporaneo non facenti parte integrante della costruzione, ma allestiti o impiegati

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA STESURA DEL PIMUS (PIANO DI MONTAGGIO, USO E SMONTAGGIO) DEI PONTEGGI METALLICI FISSI AI SENSI DEL D. LGS.

LINEE GUIDA PER LA STESURA DEL PIMUS (PIANO DI MONTAGGIO, USO E SMONTAGGIO) DEI PONTEGGI METALLICI FISSI AI SENSI DEL D. LGS. LINEE GUIDA PER LA STESURA DEL PIMUS (PIANO DI MONTAGGIO, USO E SMONTAGGIO) DEI PONTEGGI METALLICI FISSI AI SENSI DEL D. LGS. 81/08 A) PARTE GENERALE (Anagrafica) Premesso che il PIMUS deve essere specifico

Dettagli

ATTI SEMINARIO TECNICO

ATTI SEMINARIO TECNICO DOLMEN ACCIAIO: VERIFICHE APPLICATE AI PONTEGGI ATTI SEMINARIO TECNICO DOLMEN Acciaio: verifiche applicate ai ponteggi Indice Introduzione 2 Sistema a tubi e giunti 2 Sistema a telai prefabbricati 3 Sistema

Dettagli

I PONTEGGI IN EDILIZIA

I PONTEGGI IN EDILIZIA Università degli Studi di Napoli FEDERICO II Facoltà di Ingegneria LABORATORIO DI CANTIERE a.a. 2010-11 I PONTEGGI IN EDILIZIA PONTEGGI I ponteggi sono opere provvisionali, cioè strutture di servizio di

Dettagli

ATTI DEL CONVEGNO. PONTEGGI METALLICI: novità normative e tecnologiche

ATTI DEL CONVEGNO. PONTEGGI METALLICI: novità normative e tecnologiche ASSOCIAZIONE TAVOLO 494 IMOLA www.tavolo494imola.org info@ tavolo494imola.org ATTI DEL CONVEGNO PONTEGGI METALLICI: novità normative e tecnologiche 17 novembre 2007 Emiliano Vedovato Metalmeccanica Fracasso

Dettagli

Manuali uso e manutenzione del ponteggio: argomenti sicurezza

Manuali uso e manutenzione del ponteggio: argomenti sicurezza Manuali uso e manutenzione del ponteggio: argomenti sicurezza cod. 00146 - Rev. 2 - ottobre 2009 pag. 1 di 24 Pratico105 Sicurezza Rev.2 ottobre 2009 INDICE PREMESSA 3 1. ISTRUZIONI PER IL PRE-MONTAGGIO

Dettagli

Il Pi.M.U.S. Piano di Montaggio, Uso e Smontaggio

Il Pi.M.U.S. Piano di Montaggio, Uso e Smontaggio Il Pi.M.U.S. Piano di Montaggio, Uso e Smontaggio Il datore di lavoro provvede a redigere a mezzo di persona competente un PIANO DI MONTAGGIO, USO E SMONTAGGIO,, in funzione della complessità del ponteggio

Dettagli

Pi M U S - schema di massima -

Pi M U S - schema di massima - Pi M U S - schema di massima - TIPOLOGIA NATURA MARCA MODELLO ESTREMI DEL Metallico Legname altro Costruzione Manutenzione CE-TA PONTEGGI PRE PONT BF105 Ponteggio a telaio prefabbricato (PTP) Ponteggio

Dettagli

Modello per la redazione del PIMUS

Modello per la redazione del PIMUS Modello per la redazione del PIMUS (con utilizzo combinato di vari DPI) Committente: dato ricavabile dal PSC o dal cartello di cantiere. Impresa appaltatrice: dato ricavabile dal PSC o dal cartello di

Dettagli

Modello per la redazione del PIMUS

Modello per la redazione del PIMUS Modello per la redazione del PIMUS (con utilizzo linea vita FOL) Committente: dato ricavabile dal PSC o dal cartello di cantiere. Impresa appaltatrice: dato ricavabile dal PSC o dal cartello di cantiere

Dettagli

il Ca n t i e r e Si c u r o Notiziario del Comitato Paritetico Territoriale di Brescia e provincia per l edilizia

il Ca n t i e r e Si c u r o Notiziario del Comitato Paritetico Territoriale di Brescia e provincia per l edilizia il Ca n t i e r e Si c u r o Notiziario del Comitato Paritetico Territoriale di Brescia e provincia per l edilizia informazioni per la sicurezza in cantiere 01 Comitato paritetico territoriale di Brescia

Dettagli

Piano di montaggio, uso e smontaggio del ponteggio

Piano di montaggio, uso e smontaggio del ponteggio Viale XXV Aprile n. 29 19038 - Sarzana (SP) Telefono 0187.622198 - Fax 0187.627172 e-mail: info@studioql.it Piano di montaggio, uso e smontaggio del ponteggio OGGETTO: Ristrutturazione ed ampliamento di

Dettagli

Ponteggio metallico a telai prefabbricati per i lavori di costruzione di un edificio per civile abitazione - PARTANNA (TP)

Ponteggio metallico a telai prefabbricati per i lavori di costruzione di un edificio per civile abitazione - PARTANNA (TP) Ponteggio metallico a telai prefabbricati per i lavori di costruzione di un edificio per civile abitazione - PARTANNA (TP) PREMESSA Il calcolo di verifica e di stabilità in questione, eseguito ai sensi

Dettagli

Manuali uso e manutenzione del ponteggio: argomenti sicurezza

Manuali uso e manutenzione del ponteggio: argomenti sicurezza Manuali uso e manutenzione del ponteggio: argomenti sicurezza cod. 00148 - Rev. 0 - ottobre 2009 pag. 1 di 26 - MultiCETA Sicurezza - Rev.0 - ottobre 2009 INDICE PREMESSA 3 1. ISTRUZIONI PER IL PRE-MONTAGGIO

Dettagli

PONTEGGIO A TELAI PREFABBRICATI A PORTALE

PONTEGGIO A TELAI PREFABBRICATI A PORTALE PONTEGGI All interno della palestra è installata un ponteggio a tubo a giunti della società Marcegaglia, lungo mt 8 ed alto mt 6, composto di carrucola a norma, per il montaggi oe lo smontaggio dello stesso.

Dettagli

Pi.M.U.S. LA LEGGE Il D.Lgs. 81/2008 Pillole(tte)

Pi.M.U.S. LA LEGGE Il D.Lgs. 81/2008 Pillole(tte) LA LEGGE Il D.Lgs. 81/2008 Pillole(tte) Capo II Norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro nelle costruzioni e nei lavori in quota Sezione I Campo di applicazione Art. 107. Definizioni 1. Agli

Dettagli

IMPRESA (denominazione ed eventuale logo) PIANO DI MONTAGGIO, USO E SMONTAGGIO DEL PONTEGGIO. (Pi.M.U.S.)

IMPRESA (denominazione ed eventuale logo) PIANO DI MONTAGGIO, USO E SMONTAGGIO DEL PONTEGGIO. (Pi.M.U.S.) IMPRESA (denominazione ed eventuale logo) PIA DI MONTAGGIO, USO E SMONTAGGIO DEL PONTEGGIO (Pi.M.U.S.) (ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. Titolo IV Capo II Sez. IV, Art. 134 e Art. 136 e dell allegato

Dettagli

SCHEDA di RILEVAZIONE per il rischio di CADUTA DALL ALTO

SCHEDA di RILEVAZIONE per il rischio di CADUTA DALL ALTO SCHEDA di RILEVAZIONE per il rischio di CADUTA DALL ALTO La scheda di rilevazione dei rischi di caduta dall alto è stata pensata come strumento di anali a per gli addetti del settore che per i funzionari

Dettagli

Cantiere AVLT Fontanellato. Esempi pratici e tecniche di montaggio per un lavoro sicuro

Cantiere AVLT Fontanellato. Esempi pratici e tecniche di montaggio per un lavoro sicuro Cantiere AVLT Fontanellato Esempi pratici e tecniche di montaggio per un lavoro sicuro 1 Il montaggio di queste opere provvisionali è sostanzialmente regolato da DPR 164/56 Art. 16: Obbligo per lavori

Dettagli

I Ponteggi e le Opere Provvisionali

I Ponteggi e le Opere Provvisionali I Ponteggi e le Opere Provvisionali D. Lgs. 81-2008 Titolo IV Capo II NORME PER LA PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI SUL LAVORO NELLE COSTRUZIONI E NEI LAVORI IN QUOTA Articolo 107 - Definizioni 1. Agli effetti

Dettagli

Piano di Montaggio Uso e Smontaggio di Ponteggio

Piano di Montaggio Uso e Smontaggio di Ponteggio Piano di Montaggio Uso e Smontaggio di Ponteggio ( ai sensi del D.lgs 81/08 ) Lavori di : manutenzione straordinaria relativi al prospetto del Condominio denominato Santa Caterina sito in Reggio Calabria

Dettagli

IL PONTEGGIO METALLICO NEI CANTIERI TEMPORANEI O MOBILI

IL PONTEGGIO METALLICO NEI CANTIERI TEMPORANEI O MOBILI IL PONTEGGIO METALLICO NEI CANTIERI TEMPORANEI O MOBILI D.lgs 81/08 e s.m.i. Aspetti documentali progettuali e pratici relativi alla presenza di Ponteggi Metallici nei Cantieri temporanei e mobili. Relatori:

Dettagli

PONTEGGIO NTB Caratteristiche. Punti di forza. Documentazione Tecnica. Geometria: 1050 mm. Profondità. Altezza mm. Campata.

PONTEGGIO NTB Caratteristiche. Punti di forza. Documentazione Tecnica. Geometria: 1050 mm. Profondità. Altezza mm. Campata. PONTEGGIO NTB 1800 Caratteristiche Geometria: Profondità Altezza Campata Spinotto Innesti Materiale Zincatura 1050 mm 2000 mm 1800 mm mm A boccole Acciaio S235 JR (ex Fe360) A caldo, secondo norma UNI-

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO. Corso di formazione sui ponteggi: normativa, progettazione e PiMUS. Durata 16 ore. D.Lgs 81/2008 e s.m.i.

PROGRAMMA DEL CORSO. Corso di formazione sui ponteggi: normativa, progettazione e PiMUS. Durata 16 ore. D.Lgs 81/2008 e s.m.i. D.Lgs 81/2008 e s.m.i. Corso di formazione sui ponteggi: normativa, progettazione e PiMUS Durata 16 ore PROGRAMMA DEL CORSO Responsabile del progetto formativo: Dott. Ing. Antonio Razionale Tutor: Dott.

Dettagli

PiMUS PIANO DI MONTAGGIO, USO E SMONTAGGIO DI PONTEGGI METALLICI FISSI. (art. 36 quater, comma 3 del D.Lgs 626/94) IL MODELLO DI A.S.E.

PiMUS PIANO DI MONTAGGIO, USO E SMONTAGGIO DI PONTEGGI METALLICI FISSI. (art. 36 quater, comma 3 del D.Lgs 626/94) IL MODELLO DI A.S.E. PIANO DI MONTAGGIO, USO E SMONTAGGIO DI PONTEGGI METALLICI FISSI (art. 36 quater, comma 3 del D.Lgs 626/94) IL MODELLO DI A.S.E. rev. 1 Aprile 2006 Via Bismantova 7 42100 Reggio Emilia tel. 0522 293003

Dettagli

Pi.M.U.S. PIANO DI MONTAGGIO, USO E SMONTAGGIO DI PONTEGGI METALLICI FISSI (art. 36 quater, comma 3 del D.Lgs 626/94)

Pi.M.U.S. PIANO DI MONTAGGIO, USO E SMONTAGGIO DI PONTEGGI METALLICI FISSI (art. 36 quater, comma 3 del D.Lgs 626/94) Pi.M.U.S. PIANO DI MONTAGGIO, USO E SMONTAGGIO DI PONTEGGI METALLICI FISSI (art. 36 quater, comma 3 del D.Lgs 626/94) ID. Commessa Localizzazione cantiere Impresa esecutrice incaricata del montaggio/trasformazione

Dettagli

SCALE A PIOLI D.Lgs. 81 / 2008 Art. 113, Allegato XX - Norma UNI EN 131 parte 1 e 2

SCALE A PIOLI D.Lgs. 81 / 2008 Art. 113, Allegato XX - Norma UNI EN 131 parte 1 e 2 SCALE A PIOLI D.Lgs. 81 / 2008 Art. 113, Allegato XX - Norma UNI EN 131 parte 1 e 2 ISTRUZIONI CHE DEVE RILASCIARE IL COSTRUTTORE Descrizione della scala e dei suoi elementi; Indicazioni sul corretto utilizzo;

Dettagli

PONTEGGI: Piano di montaggio, uso e smontaggio - Pi.M.U.S. Dott. Ing. Biagio Adduci

PONTEGGI: Piano di montaggio, uso e smontaggio - Pi.M.U.S. Dott. Ing. Biagio Adduci PONTEGGI: Piano di montaggio, uso e smontaggio - Pi.M.U.S. SMONTAGGIO (PiMUS)/1 3.1 - Il D.Lgs. 8 luglio 2003 n. 235 Nella Gazzetta Ufficiale del 27 agosto 2003 è stato pubblicato il D.Lgs. 8 luglio 2003,

Dettagli

Lavori in quota e opere provvisionali

Lavori in quota e opere provvisionali Lavori in quota e opere provvisionali Articolo 111 - Obblighi del datore di lavoro nell uso di attrezzature per lavori in quota 1. Il datore di lavoro, nei casi in cui i lavori temporanei in quota non

Dettagli

PiMUS PIANO DI MONTAGGIO, USO E SMONTAGGIO DEI PONTEGGI METALLICI FISSI (Art. 136 del D.Lgs. 9 aprile 2008, n.81 e D.Lgs. 3 agosto 2009, n.

PiMUS PIANO DI MONTAGGIO, USO E SMONTAGGIO DEI PONTEGGI METALLICI FISSI (Art. 136 del D.Lgs. 9 aprile 2008, n.81 e D.Lgs. 3 agosto 2009, n. Comune di Roma Provincia di Roma PiMUS PIANO DI MONTAGGIO, USO E SMONTAGGIO DEI PONTEGGI METALLICI FISSI (Art. 136 del D.Lgs. 9 aprile 2008, n.81 e D.Lgs. 3 agosto 2009, n. 106) OGGETTO: Manutenzione straordinaria

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO. SPISAL ULSS n. 15, Alta Padovana: dott. Francesco Zecchin. SPISAL ULSS n. 16, Padova: ing. Francesco Ciardo

GRUPPO DI LAVORO. SPISAL ULSS n. 15, Alta Padovana: dott. Francesco Zecchin. SPISAL ULSS n. 16, Padova: ing. Francesco Ciardo GRUPPO DI LAVORO SPISAL ULSS n. 15, Alta Padovana: SPISAL ULSS n. 16, Padova: SPISAL ULSS n. 17, Este Conselve: DIREZIONE TERRITORIALE DEL LAVORO: ORDINE DEGLI INGEGNERI prov. di Padova: ORDINE DEGLI ARCHITETTI

Dettagli

Istruzioni di montaggio di scale fisse con protezione alla schiena

Istruzioni di montaggio di scale fisse con protezione alla schiena Istruzioni di montaggio di scale fisse con alla schiena Normative di riferimento DIN 14094 DIN 18799 DIN EN ISO 14122 D.legs. 81/2008 scale d emergenza scale da manutenzione (per controlli, manutenzione,

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO - ONERI SICUREZZA SCUOLE

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO - ONERI SICUREZZA SCUOLE Committente: Lavori: AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI VENEZIA - SERVIZIO DI GESTIONE DEL PATRIMONIO EDILIZIO Lavori di manutenzione ordinaria degli edifici scolastici e patrimoniali siti a Venezia centro

Dettagli

PREVENZIONE RISCHI CADUTA DALL ALTO

PREVENZIONE RISCHI CADUTA DALL ALTO Comitato Paritetico Territoriale per la prevenzione infortuni Cassa edile lucchese Scuola edile lucchese in collaborazione con Dipartimenti di prevenzione Aziende USL 2 e 12 Ordini Architetti e Ingegneri

Dettagli

manuale operativo per le attività di montaggio, smontaggio e trasformazione dei ponteggi metallici

manuale operativo per le attività di montaggio, smontaggio e trasformazione dei ponteggi metallici manuale operativo per le attività di montaggio, smontaggio e trasformazione dei ponteggi metallici Comitato Paritetico Territoriale della Provincia di Salerno Sicurezza in edilizia Comitato Paritetico

Dettagli

Piano di Montaggio, Uso e Smontaggio del Ponteggio

Piano di Montaggio, Uso e Smontaggio del Ponteggio Impresa Edile CAMBI ENRICO Via Bligny 34/A 59100 Prato Piano di Montaggio, Uso e Smontaggio del Ponteggio OGGETTO: UBICAZIONE: COMMITTENTE: Rifacimento della copertura oltre ad opere interne ad edificio

Dettagli

PiMUS: cos è, come redigerlo e quali sono i contenuti

PiMUS: cos è, come redigerlo e quali sono i contenuti PiMUS: cos è, come redigerlo e quali sono i contenuti PiMUS (Piano di Montaggio, Uso e Smontaggio dei ponteggi): cos è, chi deve e quando redigerlo e quali sono le caratteristiche che deve possedere per

Dettagli

Redazione PIMUS Dott. Giusti Daniele Azienda USL 3 PT

Redazione PIMUS Dott. Giusti Daniele Azienda USL 3 PT Maggio 2014 Redazione PIMUS Dott. Giusti Daniele Azienda USL 3 PT 1 Art. 136. (Montaggio e smontaggio) 1. Nei lavori in quota il datore di lavoro provvede a redigere a mezzo di persona competente un piano

Dettagli

MISURE GENERALI DI SICUREZZA NELL UTILIZZO DELLE SCALE. Relazione Coordinamento Regionale Cpt Lombardia

MISURE GENERALI DI SICUREZZA NELL UTILIZZO DELLE SCALE. Relazione Coordinamento Regionale Cpt Lombardia MISURE GENERALI DI SICUREZZA NELL UTILIZZO DELLE SCALE Relazione Coordinamento Regionale Cpt Lombardia Prima dell uso Il personale addetto all uso della scala deve essere stato: valutato idoneo alla mansione

Dettagli

il Ca n t i e r e Sic u r o Notiziario del Comitato Paritetico Territoriale di Brescia e provincia per l edilizia

il Ca n t i e r e Sic u r o Notiziario del Comitato Paritetico Territoriale di Brescia e provincia per l edilizia il Ca n t i e r e Sic u r o Notiziario del Comitato Paritetico Territoriale di Brescia e provincia per l edilizia informazioni per la sicurezza in cantiere 03 Comitato paritetico territoriale di Brescia

Dettagli

tecnologie e design MANUALE D USO E MANUTENZIONE

tecnologie e design MANUALE D USO E MANUTENZIONE tecnologie e design MANUALE D USO E MANUTENZIONE Istruzioni di montaggio, uso, smontaggio e manutenzione Altezza max mt. 8,40 (ultimo piano) EU EN 1004 RMA EUROPEA Altezza max mt. 10,00 (ultimo piano)

Dettagli

CIRCOLARE MINISTERO DEL LAVORO 9 NOVEMBRE 1978, N. 85 Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale

CIRCOLARE MINISTERO DEL LAVORO 9 NOVEMBRE 1978, N. 85 Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale CIRCOLARE MINISTERO DEL LAVORO 9 NOVEMBRE 1978, N. 85 Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale Autorizzazione alla costruzione ed all impiego dei ponteggi metallici Art 30 e segg. D.P.R. 164/1956

Dettagli

CIRCOLARE D INFORMAZIONE N. 12 - SICUREZZA SUL LAVORO

CIRCOLARE D INFORMAZIONE N. 12 - SICUREZZA SUL LAVORO CIRCOLARE D INFORMAZIONE N. 12 - SICUREZZA SUL LAVORO Il tema specifico è rivolto, in questo numero, alle infrazioni (documentali e sostanziali) relative alla categoria PONTEGGI e PARAPETTI, rilevate durante

Dettagli

Ponteggio Acca Sicuro. Sicur Buildy

Ponteggio Acca Sicuro. Sicur Buildy Ponteggio Acca Sicuro Sicur Buildy Ponteggi Edilponte S.p.A. è oggi una delle realtà Leader nel panorama dei produttori di attrezzatura per l edilizia Italiano ed Internazionale, nasce nel 1963 a Povegliano

Dettagli

LABORATORIO DI MECCANICA ACCIAIO PER CEMENTO ARMATO E CEMENTO ARMATO PRECOMPRESSO. Descrizione completa

LABORATORIO DI MECCANICA ACCIAIO PER CEMENTO ARMATO E CEMENTO ARMATO PRECOMPRESSO. Descrizione completa LABORATORIO DI MECCANICA ACCIAIO PER CEMENTO ARMATO E CEMENTO ARMATO PRECOMPRESSO Prova di trazione su terna di barre, rotoli e fili in acciaio per calcestruzzo armato e calcestruzzo armato caratteristiche

Dettagli

Seminario tecnico e corso di aggiornamento per coordinatori della sicurezza

Seminario tecnico e corso di aggiornamento per coordinatori della sicurezza febbraio 2015 pag. 65 Indice degli argomenti: 1. Ponteggi tubolari a. Utilizzo del ponteggio; 2. Aspetti da prendere in considerazione prima di montare un ponteggio a. Tipologia di intervento e struttura

Dettagli

AZIENDA U.S.L. RIMINI Unità Operativa Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro

AZIENDA U.S.L. RIMINI Unità Operativa Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro AZIENDA U.S.L. RIMINI Unità Operativa Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Il corretto montaggio, uso e smontaggio dei ponteggi metallici fissi Il PiMUS 1 I LAVORI IN QUOTA ALLA LUCE DEL DEC.

Dettagli

Se R12. ACS ingegneri via catani,28/c prato tel fax adeguamento sismico della palestra

Se R12. ACS ingegneri via catani,28/c prato tel fax adeguamento sismico della palestra ACS ingegneri via catani,28/c - 59100 prato tel 0574.527864 fax 0574.568066 E-mail acs@acsingegneri.it Se R12 piano di sicurezza e coordinamento in fase di progettazione allegato 2: fascicolo tecnico Linee

Dettagli

PrePimu 2014 Guida all uso del software

PrePimu 2014 Guida all uso del software PrePimu 2014 Guida all uso del software (REV. 1.0 09/09/2014) Installazione del software PrePiMUS Requisiti minimi hardware e software - Processore 1.00 GHz; - Microsoft Windows XP (per gli utenti Microsoft

Dettagli

ISTRUZIONI TECNICHE RELATIVE ALLE MISURE PREVENTIVE E PROTETTIVE PREDISPOSTE NELLA COPERTURA DEL COMPLESSO,

ISTRUZIONI TECNICHE RELATIVE ALLE MISURE PREVENTIVE E PROTETTIVE PREDISPOSTE NELLA COPERTURA DEL COMPLESSO, ISTRUZIONI TECNICHE RELATIVE ALLE MISURE PREVENTIVE E PROTETTIVE PREDISPOSTE NELLA COPERTURA DEL COMPLESSO, PER L'ACCESSO, IL TRANSITO E L'ESECUZIONE DEI LAVORI DI MANUTENZIONE IN QUOTA IN CONDIZIONI DI

Dettagli

Ponteggio di facciata in alluminio P.L.A. Catalogo 2007. Il più diffuso in Italia Oltre 600.000 m 2

Ponteggio di facciata in alluminio P.L.A. Catalogo 2007. Il più diffuso in Italia Oltre 600.000 m 2 Ponteggio di facciata in alluminio mod.p.l.a. Catalogo 2007 Il più diffuso in Italia Oltre 600.000 m 2 FISSO DI FACCIATA 13 P.L.A. PONTEGGIO IN ALLUMINIO 1994 2007 PONTEGGIO DI FACCIATA IN ALLUMINIO PER

Dettagli

NUMERO VERDE 800.731.988 ASSISTENZA CLIENTI MANUALE PER LA MANUTENZIONE, L INSTALLAZIONE E L USO DEI PONTEGGI FISSI DELLA PONTEGGI EUROTEMPO

NUMERO VERDE 800.731.988 ASSISTENZA CLIENTI MANUALE PER LA MANUTENZIONE, L INSTALLAZIONE E L USO DEI PONTEGGI FISSI DELLA PONTEGGI EUROTEMPO E-mail:info@eurotempo.it 20093 - Cologno Monzese (MI) - Via Perugino, 35 Tel. 02.2542273 r.a. Fax 02.2538477 Internet:www.eurotempo.it NUMERO VERDE 800.731.988 ASSISTENZA CLIENTI MANUALE PER LA MANUTENZIONE,

Dettagli

IL PIMUS (Piano di Montaggio Uso e Smontaggio dei ponteggi)

IL PIMUS (Piano di Montaggio Uso e Smontaggio dei ponteggi) IL PIMUS (Piano di Montaggio Uso e Smontaggio dei ponteggi) Introduzione: il decreto legislativo 235/03 Il 19 luglio del 2005 è entrato in vigore il D.L. 235/03 (che integra l art. 36-quater del D.Lgs

Dettagli

built build to spettacolo PALCHI E TORRI

built build to spettacolo PALCHI E TORRI uilt build to spettacolo PALCHI E TORRI spettacolo Azienda Progetti Prodotti SPETTACOLO La gamma di prodotti Pilosio per lo spettacolo è stata progettata e costruita sulla base del sistema modulare MP.

Dettagli

ALLEGATO XVIII. 2.1.2.1. I correnti devono essere disposti a distanze verticali consecutive non superiori a m 2.

ALLEGATO XVIII. 2.1.2.1. I correnti devono essere disposti a distanze verticali consecutive non superiori a m 2. ALLEGATO XVIII Viabilità nei cantieri, ponteggi e trasporto dei materiali 1. Viabilità nei cantieri 1.1. Le rampe di accesso al fondo degli scavi di splateamento o di sbancamento devono avere una carreggiata

Dettagli

PESO Pannello per piano di lavoro (15) 10 kg.

PESO Pannello per piano di lavoro (15) 10 kg. Ponteggio di facciata in alluminio mod. P.L.A. Catalogo 2009 CONFORME ALLA NORMATIVA EUROPEA HD 1000 CERTIFICAZIONE IN CORSO SECONDO NORME EN 12810 - EN 12811 LE RAGIONI DI UNA SCELTA VINCENTE SICUREZZA

Dettagli

GUIDA TEORICO-PRATICA PER LA REALIZZAZIONE, L USO E LA MANUTENZIONE

GUIDA TEORICO-PRATICA PER LA REALIZZAZIONE, L USO E LA MANUTENZIONE Salvatore Sbacchis Ponteggi GUIDA TEORICO-PRATICA PER LA REALIZZAZIONE, L USO E LA MANUTENZIONE Seconda edizione CD-ROM CON FOGLIO DI CALCOLO INCLUSO Salvatore Sbacchis PONTEGGI ISBN 13 978-88-8207-240-7

Dettagli