La valutazione del rischio di non autosufficienza nelle assicurazioni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La valutazione del rischio di non autosufficienza nelle assicurazioni"

Transcript

1 La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care Susanna Levantes Sapenza Unverstà d Roma Roma, 26 aprle 2011

2 Contenut del semnaro Trend demografc e nvecchamento della popolazone Defnzone d non autosuffcenza Asscurabltà del rscho d non autosuffcenza Tpologe e forme d prestazone Long Term Care (LTC) Asscurazone LTC prvata Copertura LTC ne fond pensone e ne fond santar La valutazone della copertura: l prcng Aspett tecnc: calcolo del premo, tavole d sopravvvenza per stato, bas tecnche S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 2

3 TREND DEMOGRAFICI S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 3

4 Tendenze demografche n Itala Mgloramento delle condzon socoeconomche della popolazone Invecchamento della popolazone allungamento della speranza d vta rduzone de tass d nataltà Conseguenze Cambament nella struttura demografca della popolazone Aumento del peso degl anzan nella popolazone Invecchamento Deteroramento delle condzon d salute Aumento del rscho d perdta dell autosuffcenza S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 4

5 Pramd delle età Fonte: ISTAT Masch Femmne Masch Femmne Masch Femmne Masch Femmne S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 5

6 La popolazone non autosuffcente n Itala Indagne Multscopo ISTAT sulle Condzon d salute, fattor d rscho e rcorso a servz santar (1991,1994,1999,2005) Unca fonte nazonale dsponble per la rlevazone della non autosuffcenza Non autosuffcenza: ncapactà d svolgere - n modo presumblmente permanente e senza alcun auslo - una sere d attvtà elementar della vta quotdana persone n condzone d dsabltà nelle funzon della vta quotdana che vvono n famgla (3% della popolazone) Non s tene conto de mnor d 6 ann (crca persone) Indagne ISTAT su presd resdenzal soco-assstenzal Rlevazone delle persone con dsabltà present n resdenze ed sttut d cura e assstenza S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 6

7 La popolazone non autosuffcente n Itala Persone d 6 ann e pù dsabl secondo l tpo d dsabltà, la classe d età ed l sesso. Anno 2005 (valor assolut n mglaa) Classe d età Dsabl Confnamento ndvduale Dsabltà nelle funzon Tpo d dsabltà Dffcoltà nel movmento Dffcoltà vsta, udto e parola e pù Totale S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 7

8 La popolazone dsable nelle funzon della vta quotdana (valor percentual) La non autosuffcenza aumenta all avanzare dell età E pù dffusa tra le donne (67% F, 33%M) Persone dsabl nelle funzon per class d età e sesso. Anno 2005 (valor % per class d età) 36,8% MASCHI FEMMINE 25,3% 12,1% 8,4% 0,6% 0,5% 0,6% 0,4% 1,0% 1,3% 3,1% 2,8% 5,6% 4,7% 4,0% 2,1% e pù Totale Fonte: Istat (2007) - ndagne multscopo Condzon d salute e rcorso a servz santar S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 8

9 Malatte cronche e dsabltà Persone d 6 ann e pù e persone d 65 ann e pù per presenza d malatte cronche e dsabltà. - Anno 2005 (per 100 persone con le stesse caratterstche) 59,4 60,8 Senza dsabltà Con dsabltà 67,4 68,7 35,8 36,1 11,6 11,8 Almeno una malatta cronca grave Tre o pù malatte cronche Persone d 6 ann e pù Almeno una malatta cronca grave Tre o pù malatte cronche Persone d 65 ann e pù Fonte: Istat (2007) - ndagne multscopo Condzon d salute e rcorso a servz santar S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 9

10 Proezon statche del numero d dsabl Proezone al 2030 del numero d persone dsabl d età superore a 65 ann nell potes d tasso d dsabltà costante nel tempo Masch Anno Popolazone 65+ Dsabl nelle ADL 65+ Varazone rspetto al % % % % Femmne Anno Popolazone 65+ Dsabl nelle ADL 65+ Varazone rspetto al % % % % S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 10

11 Speranza d vta lbera da dsabltà Speranza d vta lbera da dsabltà all età : numero medo d ann che restano da vvere a sopravvvent all età n assenza d dsabltà Età Speranza d vta Speranza d vta lbera da dsabltà Speranza d vta lbera da dsabltà n % della speranza d vta Masch Femmne Masch Femmne Masch Femmne 15 63,5 69,1 60,5 63,5 95,3% 91,9% 45 34,8 39,6 32,2 34,3 92,5% 86,6% 65 17,5 21,3 14,9 16,1 85,1% 75,6% 75 10,5 13,1 8,1 8,3 77,1% 63,4% Fonte: ISTAT - anno 2005 Le donne vvono pù a lungo, ma n condzon d salute peggor rspetto agl uomn S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 11

12 Indenntà d accompagnamento Fonte: INPS Indenntà d accompagnamento: benefcar per sesso, regone, e classe d età. Anno 2007 Prestazone pubblca erogata n caso d: nvaldtà totale e permanente mpossbltà d deambulare senza auto permanente ovvero mpossbltà d compere gl att quotdan della vta mporto: 472 mensl (fnanzat con tassazone generale) no lvell dfferent d dsabltà, no test de mezz Classe d età Masch Femmne Totale Meno d Totale S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 12

13 Indenntà d accompagnamento Fonte: INPS Indenntà d accompagnamento: benefcar per sesso e classe d età. Anno 2007 (valor n percentuale della popolazone resdente) 80% 70% 60% 50% Masch Femmne 52.7% 61.2% 78.8% 40% 39.9% 38.0% 30% 26.3% 20% 10% 0% 19.9% 14.1% 9.8% 7.6% 4.3% 4.9% 0.7% 0.6% 0.8% 0.7% 0.9% 1.1% 1.2% 1.8% 2.5% 0.9% 1.1% 1.3% 1.8% 2.5% S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 13

14 ASSICURAZIONE LONG TERM CARE (LTC) S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 14

15 Long Term Care (LTC) Complesso d ntervent, erogat da sttuzon pubblche o prvate, necessar per far fronte al bsogno d assstenza d ndvdu prevalentemente anzan n condzon d non autosuffcenza Necesstà d assstenza a var lvell Assstenza domclare Soggorno con assstenza n case d rposo Rcovero n case o sttut d cura Sstema a tre plastr 1 plastro: asscurazone pubblca, fond per non autosuffcenza 2 plastro: fond pensone, fond santar, asscurazon collettve 3 plastro: polzze asscuratve ndvdual S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 15

16 Il bsogno d coperture Long Term Care S orgna da: Trend demografc Allungamento della vta meda Dmnuzone de tass d nataltà Invecchamento della popolazone mpatto sulla domanda d prestazon d lunga durata d carattere soco-santaro Trend socal Polverzzazone de nucle famlar Aumento del tasso d attvtà lavoratva delle donne mpatto sull assstenza nformale prestata dalle famgle al loro nterno S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 16

17 La defnzone d non autosuffcenza Defnzone d non autosuffcenza n base alla capactà dell ndvduo d compere una sere d attvtà elementar della vta quotdana (Actvtes of Daly Lvng - ADL) In genere, defnta come ncapactà d svolgere - n modo presumblmente permanente e senza alcun auslo - un certo numero d ADL Quantfcazone del lvello d non autosuffcenza n funzone della totale o parzale ncapactà, n funzone d puntegg assegnat alle ADL 1. Lavars ADL tpche 2. Vestrs e spoglars 3. Utlzzare servz 4. Trasferrs dal letto alla poltrona e vceversa 5. Controllars nella contnenza 6. Almentars S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 17

18 Defnzone del grado d non autosuffcenza Dffcle valutare l ncapactà d esegure normal attvtà della vta quotdana presenza d una componente soggettva Impego d grgle d valutazone Scala ADL: la pù dffusa, adottata anche dall Istat s attvtà elementar (cammnare, mangare, lavars, vestrs, ) per ogn attvtà j vene fssato un lvello d mancanza d autosuffcenza. Ad esempo: o Autosuffcenza α j o Parzale autosuffcenza o Non autosuffcenza α j α j α j = 0 = 5 = 10 S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 18

19 Rendta n funzone del grado d non autosuffcenza L mporto della rendta è qund funzone del lvello complessvo, a, d mancanza d autosuffcenza, coè: R( α) = 0 se 0 α < α' R' se α' α < α" R " se α " α 10 s dove α = s j= 1 α j In altr cas: rendta d rata unca R n funzone dell ncapactà d svolgere un numero r tra le s attvtà ( α j assume valore 0 (autosuffcente) o 1 (non autosuffcente). R( α) = 0 R se 0 α < r se r α s S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 19

20 Defnzone del grado d non autosuffcenza Defnzon pù dffuse sul mercato 3/4 ADL Punteggo d 40/60 con assegnazone d un punteggo varable tra 0, 5 e 10 per ogn attvtà: S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 20

21 Asscurabltà del rscho LTC L asscurabltà d un rscho dpende dalla natura del rscho e dalla capactà dell asscuratore d valutarlo correttamente Selezone avversa: tendenza ad asscurars da parte d ndvdu partcolarmente espost al rscho Incde sulla frequenza snstr Meccansm per una corretta valutazone del rscho: o Informazon personal dettaglate sull asscurato per dfferenzare prezz della copertura n funzone del rscho o Accertament santar all ngresso n asscurazone o questonaro medco o Per contrastarla: clausole contrattual che rendono l asscurato corresponsable (es. perodo d carenza) S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 21

22 Asscurabltà del rscho LTC Moral hazard: comportament scorrett, come la propensone a denuncare snstr non oggettvamente evdent n base alle propre condzon d salute dell asscurato Crter d defnzone del rscho vagh e ad nterpretazone soggettva Per contrastarlo: controll, clausole contrattual che rendono l asscurato corresponsable (massmal, franchge, ecc.) Meno presente n contratt d rendta fssa a premo annuo costante, pù presente n contratt a rmborso (delle spese documentate dall asscurato) Aumento de cost d assstenza Polzze LTC d rmborso spese per assstenza S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 22

23 Prestazon LTC: tpologe Pre-funded plans Stand-alone o autonoma Complementare ad un asscurazone sulla vta (per es. d una caso morte o d una rendta vtalza) Complementare ad un asscurazone sulla salute (agguntva o antcpatva): asscurazone malatta + rmborso spese LTC Enhanced penson: rendta vtalza mmedata a premo unco (acqustata all età d pensonamento), l cu mporto è maggorato n caso d non autosuffcenza Indvdual e collettve (dpendent d un azenda o categora d lavorator autonom) Immedate care plans Enhanced annuty: rendta LTC mmedata, a premo unco, destnata a ch gà s trova n condzon d non autosuffcenza S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 23

24 Prestazon LTC: forme In forma rsarctora Rsarcmento spese d assstenza sostenute Approcco basato sulla rchesta d assstenza da parte dell asscurato Monetara Prestazone LTC In forma d Approcco ndenntà fssa basato sulle ADL Rendta Captale D servzo Assstenza presso sttut d cura e centr convenzonat con la compagna S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 24

25 Asscurazone LTC prvata Contratto che copre l rscho d perdta dell autosuffcenza nello svolgmento delle attvtà elementar della vta quotdana Defnzone del rscho n base alla scala ADL (4/6; 3/4); talvolta comprese l Alzhemer e altre demenze senl Modaltà pù frequente: rendta da corrsponders al verfcars della non autosuffcenza fnché l asscurato resta n detto stato (copertura sa autonoma che complementare (ramo vta) Rata prestablta n modo forfettaro Rata varable con l grado d autosuffcenza Modaltà d pagamento: prem perodc temporane o prem unc Meno frequente: rmborso spese santare e assstenzal (ramo dann) Lmt d età all ngresso n asscurazone: ann S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 25

26 Asscurazone LTC prvata Prem n base a stato d salute, età e sesso Meccansm d ndczzazone delle prestazon Presenza d perod d carenza (per contrastare l antselezone), n genere: 0 se la non autosuffcenza è dovuta ad ncdente 1 anno se è dovuta a malatta 3 ann se è dovuta a demenza Massmal, franchge ed escluson (per contrastare l moral hazard) Rchesta la complazone d un questonaro sullo stato d salute all ngresso n asscurazone Rscatto non prevsto Rvedbltà dello stato d non autosuffcenza S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 26

27 Classfcazone delle asscurazon LTC In base al Regolamento ISVAP n. 29/2009 (concernente le struzon applcatve sulla classfcazone de rsch all nterno de ram d asscurazone) Asscurazon sulla vta Nel IV ramo vta: asscurazone, non rescndble (da parte dell mpresa), che copre l rscho d non autosuffcenza per nvaldtà grave dovuta a malatta, nfortuno o longevtà Prestazone: erogazone d una rendta Asscurazon contro dann Nel ramo malatta : asscurazone contro l rscho d non autosuffcenza Prestazone: rsarcmento, totale o parzale, del costo per l assstenza ovvero n una prestazone n natura, ne lmt del massmale asscurato S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 27

28 Copertura LTC ne fond pensone La copertura LTC come garanza accessora ne fond pensone 9 Fond Pensone Apert (FPA) 4 Pan Indvdual Prevdenzal (PIP) 4 Fond Pensone Contrattual (FPC) Ne FPA copertura LTC nserta n una delle opzon d rendta: Maggorazone della rendta vtalza se l asscurato è non autosuffcente Copertura LTC a partre da 65 ann Ne PIP copertura LTC nserta n va accessora (Fonte: Mefop 2008) S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 28

29 Copertura LTC ne fond santar I tarffar d alcun fond santar (FS) ncludono prestazon LTC soltamente d natura rsarctora a fronte d spese sostenute per prestazon domclar o presso RSA Il Mnstero della Salute ncentva FS ad ncludere tal prestazon (DM 31 marzo 2008 e DM 27 ottobre 2009) Prestazon da garantre alle persone non autosuffcent ncluse negl ambt d ntervento de FS Tal prestazone rentrano nella sogla delle rsorse vncolate Benefc fscal condzonat alla sogla (>20%) S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 29

30 Fondo unco nazonale LTC de dpendent del settore asscuratvo Isttuto dall ANIA nel 2005, fnanzato con un contrbuto annuo (0,50%) a totale carco delle mprese Benefcar: Personale dpendente (non drgente) del settore asscuratvo n essere all o successvamente assunto Pensonat del settore asscuratvo all Prestazon (enttà e caratterstche) defnte ogn 5 ann Attualmente: rendta annua d al verfcars della non autosuffcenza dell asscurato e fnché rmane n tale stato Rvalutazone n base a rendment d una gestone separata Defnzone d non autosuffcenza n base alla scala ADL Sstema d gestone: captalzzazone collettva Prestazon erogate non sosttutve dell ndenntà d accompagnamento (Fonte: ANIA) S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 30

31 L esperenza LTC francese e statuntense a confronto Fonte: P. Tranar Salute e nvecchamento: la questone del Long Term Care - Quadern Europe sul Nuovo Welfare, N. 10, Maggo 2008, S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 31

32 Il mercato talano: alcun esemp Impresa Nome prodotto LTC Tpologa prestazon Prem Alleanza Assmoco Aa-MPS Ergo Prevdenza General Ina Asstala Rendta vtalza mmedata a AlleRendta (LTC premo unco e rendta vtalza n prestazone accessora caso d perdta facoltatva) dell'autosuffcenza, agguntva della rendta d base Sempre nseme Valore Autonoma In autonoma LTC Lungavta Long Term Care Temporanea d gruppo per la corresponsone d una rendta vtalza mmedata n caso d non autosuffcenza rvalutable (10ltc ) Rendta vtalza n caso d perdta dell autosuffcenza Rendta vtalza mensle postcpata n caso d non autosuffcenza e temporanea caso morte (fno a 80 ann) Asscurazone temporanea (10, 15, 20, 25, 30 ann) d rendta vtalza costante collegata a problem d non autosuffcenza Rendta vtalza mmedata antcpata rvalutable n caso d perdta d autosuffcenza Rendta vtalza mmedata antcpata rvalutable n caso d perdta d autosuffcenza semprechè la non autosuffcenza avvenga nel corso dell anno d copertura asscuratva Premo unco Premo annuo costante vtalzo Premo mensle Defnzone d non autosuffcenza 40/60 punt su 6 ADL 3/4 ADL o morbo d Alzhemer o altre demenze Importo prestazone raddoppo della rendta d base euro mensl 3/4 ADL o morbo d Parknson o euro mensl Alzhemer Prem annu costant 3/4 ADL o morbo oppure d Alzhemer o Premo altre demenze unco Premo annuo rvalutable Premo unco annuale 40/60 punt su 6 ADL 40/60 punt su 6 ADL 1000, 2000, 3000 Euro mensl Ma età d'ngresso Rvalutaz one 75 SI 70 SI 70 NO 75 età ma alla scadenza del contratto NO 75 SI 70 SI S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 32

33 Svluppo del mercato LTC: crtctà Mercato ancora sottle (nzato n Itala nel 1997) Crescente nteresse da parte d fond pensone e fond santar Mancanza d consapevolezza del rscho nella popolazone al d sotto de 50 ann Costo della copertura rdotto, se s stpula da govan Carenza d dat statstc adeguat Assenza d dat d esperenza Dat nazonal parzal Nessuna rlevazone sulla mortaltà de non autosuffcent Incertezza nella valutazone del rscho Incdenza futura della non autosuffcenza: dffcoltà d prevsone dovuta a fattor socal, santar, economc, ecc. Mortaltà futura de non autosuffcent S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 33

34 ASPETTI TECNICI S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 34

35 Il modello probablstco Modello multstato: rappresentazone della stora asscuratva d un ndvduo attraverso gl stat che assume nel tempo Catena d Markov non omogenea, a 3 o pù stat 2 stat d non autosuff. 1 stato d non autosuff. a a d a = attvo = nvaldo LTC a lvello I = nvaldo LTC a lvello II d = deceduto d a = attvo = nvaldo LTC d = deceduto S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 35

36 Il modello probablstco Rattvazone (da dsable LTC ad attvo) spesso non è prevsta a d Assegnazone d probabltà d transzone tra stat Stma delle probabltà d transzone a partre da dat statstc Dat necessar per l calcolo del premo: Tass d occorrenza de cas d non autosuffcenza Tass d mortaltà degl attv (autosuffcent) Tass d mortaltà de non autosuffcent Eventual tass d rattvazone, se prevsta S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 36

37 Premo unco Premo unco puro per una rendta LTC (1 stato d non autosuffcenza) a R h = rata pagata all epoca h. Nell potes d R costante v=1/(1+) tasso d attualzzazone ( = tasso d nteresse) = età dell asscurato d U ( LTC ) = + + h E ( Rh ) v = R h= 1 h= 1 h p a v h U + ( LTC ) + 1 = aa a h R h p p+ h a& + h+ 1 v h= 0 Formula d tpo ncepton/annuty (valore attuale medo d una rendta vtalza annua per non autosuffcenza) a& & + h = + k = 0 k p + h v k S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 37

38 Premo annuo costante Premo annuo costante (pagable per m ann) da un asscurato entrato n asscurazone ad età P ( LTC, m ) = U a&& ( LTC aa : m ) a& & aa : m m = 1 = k = 0 k p aa v k Valore attuale atteso d una rendta untara antcpata pagable fnché l ndvduo è attvo e al massmo per m ann Probabltà d nteresse per l calcolo del premo a = attvo (ndvduo autosuffcente) = nvaldo LTC (non autosuffcente) aa p a p p In genere s dspone delle seguent bas tecnche a q q S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 38

39 Impego d tavole d sopravvvenza Modello a 1 stato d non autosuffcenza l numero atteso d ndvdu appartenent alla collettvtà a a l l numero atteso d ndvdu attv numero atteso d ndvdu LTC d Relazon rcorrent valde per ogn età y: l = l + l a a a a a l = l l ( p q a ) l +1 = l + l a p a l q Sono generalmente dsponbl dat statstc d tpo: prevalence rates = numero LTC (, +t) numero vvent (, +t) S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 39

40 Impego d tavole d sopravvvenza Prevalence rates degl nvald LTC: Tavola d sopravvvenza generca: λ = ( l, q l l ) (dat statstc) S rcavano allora: l = λ l e qund: l a = l l Se non s conosce la mortaltà degl LTC, la s può approssmare con la quella degl attv, opportunamente maggorata (η alquota d maggorazone) q = ( 1+ η) q S rcavano le probabltà d nteresse, ad esempo: p a l l ( 1 q ) λ+ 1 l 1 = a l l = λ l (1 q (1 λ ) ) l a aa + 1 p = a l ; ; p =1 q S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 40

41 Le bas tecnche Mancanza d esperenza asscuratva Dat nazonal dsponbl: solo d tpo prevalence rates (ISTAT) Consentono d valutare le probabltà d essere non autosuffcente La quantfcazone d prem e rserve rchede la valutazone delle probabltà d transzone da attvo a non autosuffcente Necessaro stmare gl ncepton rates : tass d ngresso nello stato d non autosuffcente Nella pratca attuarale: sono stmabl a partre da prevalence rates, ma solo con opportune potes Utlzzo d dat provenent da altr paes (Germana, Gran Bretagna, Franca e Stat Unt) Bas demografche fornte da rasscurator S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 41

42 Base tecnca suggerta dall ANIA (1997) Galatoto G. Long Term Care Insurance Gl aspett tecncoattuaral ed dat statstc. Ipotes d base tecnca ANIA (1997) Mortaltà della popolazone non autosuffcente Ottenuta aggravando la mortaltà della popolazone generale (SIM 1992) Aggravamento lneare fno a 40 ann, esponenzale per le età successve q = q q Mortaltà degl attv q per ep a q Ottenuta rducendo la mortaltà della popolazone generale Probabltà d dventare non autosuffcente Ottenute da dat d esperenza della Germana Indvdu ncapac d svolgere n modo permanente almeno 4/6 ADL 4 per > 40 S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 42

43 Base tecnca Münchener Rück (2003) Münchener Rück - Asscurazon Long Term Care: bas d calcolo nternazonal secondo uno studo d snstraltà della Münchener Rück (2003) Motvazone: bas d calcolo usate a lvello mondale prevalentemente nscure e nsuffcent Studo d snstraltà sull asscurazone LTC obblgatora prvata ntrodotta n Germana nel 1995 Statstche relatve alla popolazone (assenza d selezone) Target d popolazone a reddto medo-alto, paragonable ad asscurat d asscurazone LTC prvata facoltatva valenza d dat asscuratv Adattamento de dat ad ogn Paese tenendo conto delle partcolartà nazonal S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 43

44 Base tecnca Münchener Rück (2003) Probabltà d occorrenza de cas d non autosuffcenza Probabltà d morte degl attv Probabltà d morte de non autosuffcent Probabltà d rattvazone Dstnte per sesso e class d età r a q q U + ( LTC ) + 1 = aa a h R h p p+ h a& + h+ 1 v h= 0 a q + h q S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 44

45 Svluppo d una base d calcolo specfca per prodotto/paese S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 45

46 Bblografa Galatoto G. Long Term Care Insurance Gl aspett tecnco-attuaral ed dat statstc. Ipotes d base tecnca ANIA (1997) Haberman S., Ptacco E. - Actuaral models for Dsablty Insurance - Chapman & Hall, London (1999) ISTAT - L assstenza resdenzale n Itala: regon a confronto - Settore Santà e prevdenza, Isttuto Nazonale d Statstca, Roma (2005) ISTAT - Le condzon d salute e rcorso a servz santar - Settore Famgle e socetà, Isttuto Nazonale d Statstca, Roma (2005) Levantes S. - La copertura del rscho d non autosuffcenza ne fond pensone - Workng paper MEFOP, no.17, Roma (2008) Levantes S. - An actuaral model for prcng Long Term Care nsurance wth Dread Dsease acceleraton beneft. Gornale dell Isttuto Italano degl Attuar Volume LXIX, Roma, p ISSN: (2006) Münchener Rück - Asscurazon Long Term Care: bas d calcolo nternazonal secondo uno studo d snstraltà della Münchener Rück (2003) S. Levantes La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care 46

I MODELLI MULTISTATO PER LE ASSICURAZIONI DI PERSONE

I MODELLI MULTISTATO PER LE ASSICURAZIONI DI PERSONE Facoltà d Economa Valutazone de prodott e dell mpresa d asscurazone I MODELLI MULTISTATO PER LE ASSICURAZIONI DI PERSONE Clauda Colucc Letza Monno Gordano Caporal Martna Ragg I Modell Multstato sono un

Dettagli

Economia del Lavoro. Argomenti del corso

Economia del Lavoro. Argomenti del corso Economa del Lavoro Argoment del corso Studo del funzonamento del mercato del lavoro. In partcolare, l anals economca nerente l comportamento d: a) lavorator, b) mprese, c) sttuzon nel processo d determnazone

Dettagli

Ministero della Salute D.G. della programmazione sanitaria --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA

Ministero della Salute D.G. della programmazione sanitaria --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA Mnstero della Salute D.G. della programmazone santara --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA La valutazone del coeffcente d varabltà dell mpatto economco consente d ndvduare gl ACC e DRG

Dettagli

Indicatori di rendimento per i titoli obbligazionari

Indicatori di rendimento per i titoli obbligazionari Indcator d rendmento per ttol obblgazonar LA VALUTAZIONE DEGLI INVESTIMENTI A TASSO FISSO Per valutare la convenenza d uno strumento fnanzaro è necessaro precsare: /4 Le specfche esgenze d un nvesttore

Dettagli

EH SmartView. Una SmartView sui rischi e sulle opportunità. Servizio di monitoraggio dell assicurazione del credito. www.eulerhermes.

EH SmartView. Una SmartView sui rischi e sulle opportunità. Servizio di monitoraggio dell assicurazione del credito. www.eulerhermes. EH SmartVew Servz Onlne d Euler Hermes Una SmartVew su rsch e sulle opportuntà Servzo d montoraggo dell asscurazone del credto www.eulerhermes.t Cos è EH SmartVew? EH SmartVew è l servzo d Euler Hermes

Dettagli

Economia del Settore Pubblico 97. Economia del Settore Pubblico 99. Quale indice di diseguaglianza usare? il rapporto interdecilico PROBLEMA:

Economia del Settore Pubblico 97. Economia del Settore Pubblico 99. Quale indice di diseguaglianza usare? il rapporto interdecilico PROBLEMA: Economa del Settore Pubblco Laura Vc laura.vc@unbo.t www.dse.unbo.t/lvc/edsp_.htm LEZIONE 4 Rmn, 9 aprle 008 Economa del Settore Pubblco 96 I prncpal ndc d dseguaglanza: ndc d entropa generalzzata Isprata

Dettagli

PRIVATIZZAZIONE DEL WELFARE E RUOLO DELLE ASSOCIAZIONI DI RAPPRESENTANZA

PRIVATIZZAZIONE DEL WELFARE E RUOLO DELLE ASSOCIAZIONI DI RAPPRESENTANZA PRIVATIZZAZIONE DEL WELFARE E RUOLO DELLE ASSOCIAZIONI DI RAPPRESENTANZA La rforma del sstema pensonstco talano: le queston aperte e le prospettve d svluppo della componente a captalzzazone Carlo Mazzaferro

Dettagli

Capitolo 7. La «sintesi neoclassica» e il modello IS-LM. 2. La curva IS

Capitolo 7. La «sintesi neoclassica» e il modello IS-LM. 2. La curva IS Captolo 7 1. Il modello IS-LM La «sntes neoclassca» e l modello IS-LM Defnzone: ndvdua tutte le combnazon d reddto e saggo d nteresse per le qual l mercato de ben (curva IS) e l mercato della moneta (curva

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Delberazone 20 ottobre 2004 Approvazone delle condzon general d accesso e d erogazone del servzo d rgassfcazone d gnl predsposte dalla socetà Gnl Itala Spa (delberazone n. 184/04) L AUTORITÀ PER L ENERGIA

Dettagli

Metodi e Modelli per l Ottimizzazione Combinatoria Progetto: Metodo di soluzione basato su generazione di colonne

Metodi e Modelli per l Ottimizzazione Combinatoria Progetto: Metodo di soluzione basato su generazione di colonne Metod e Modell per l Ottmzzazone Combnatora Progetto: Metodo d soluzone basato su generazone d colonne Lug De Govann Vene presentato un modello alternatvo per l problema della turnazone delle farmace che

Dettagli

Il patrimonio informativo aziendale come supporto alle attività di marketing

Il patrimonio informativo aziendale come supporto alle attività di marketing Unverstà degl Stud d RomaTre - Facoltà d Economa Corso d Rcerche d Marketng Il patrmono nformatvo azendale come supporto alle attvtà d marketng ng. Stefano Cazzella stefano.cazzella@datamat.t Agenda La

Dettagli

Lezione 10. L equilibrio del mercato finanziario: la struttura dei tassi d interesse

Lezione 10. L equilibrio del mercato finanziario: la struttura dei tassi d interesse Lezone 1. L equlbro del mercato fnanzaro: la struttura de tass d nteresse Ttol con scadenza dversa hanno prezz (e tass d nteresse) dfferent. Due ttol d durata dversa emess dallo stesso soggetto (stesso

Dettagli

MACROECONOMIA A.A. 2014/2015

MACROECONOMIA A.A. 2014/2015 MACROECONOMIA A.A. 2014/2015 ESERCITAZIONE 2 MERCATO MONETARIO E MODELLO /LM ESERCIZIO 1 A) Un economa sta attraversando un perodo d profonda crs economca. Le banche decdono d aumentare la quota d depost

Dettagli

DECRETA. ART. 3 Il compenso per l attività di collaborazione è fissato in 1.095,00 esente dall imposta sul reddito delle persone fisiche.

DECRETA. ART. 3 Il compenso per l attività di collaborazione è fissato in 1.095,00 esente dall imposta sul reddito delle persone fisiche. BANDO PER n. 64 BORSE DI COLLABORAZIONE PER IL SUPPORTO PRESSO IL C.I.A.O. DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA NEL PERIODO DA SETTEMBRE 2010 A FINE GENNAIO 2011 000280 IL RETTORE VISTO VISTO

Dettagli

10-7-2009. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 158. ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2)

10-7-2009. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 158. ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2) ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2) Indcazon per l calcolo della prestazone energetca d edfc non dotat d mpanto d clmatzzazone nvernale e/o d produzone d acqua calda santara 1. In assenza d mpant termc,

Dettagli

Dipartimento di Statistica Università di Bologna. Matematica Finanziaria aa 2012-2013 Esercitazione: 4 aprile 2013

Dipartimento di Statistica Università di Bologna. Matematica Finanziaria aa 2012-2013 Esercitazione: 4 aprile 2013 Dpartmento d Statstca Unverstà d Bologna Matematca Fnanzara aa 2012-2013 Eserctazone: 4 aprle 2013 professor Danele Rtell www.unbo.t/docent/danele.rtell 1/41? Aula "Ranzan B" 255 post 1 2 3 4 5 6 7 8 9

Dettagli

Bonus Cap Certificates con sottostante Allianz SE, AXA SA, Assicurazioni Generali S.p.A.

Bonus Cap Certificates con sottostante Allianz SE, AXA SA, Assicurazioni Generali S.p.A. Bonus Cap Certfcates con sottostante Allanz SE, AXA SA, Asscurazon General S.p.A. Dal 7 febbrao fno al 1 marzo solo su ISIN: DE000HV8AKJ8 Sottostante: Allanz SE, AXA SA, Asscurazon General S.p.A. Scadenza:

Dettagli

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione 1 La Regressone Lneare (Semplce) Relazone funzonale e statstca tra due varabl Modello d regressone lneare semplce Stma puntuale de coeffcent d regressone Decomposzone della varanza Coeffcente d determnazone

Dettagli

Sportello di Promozione Sociale

Sportello di Promozione Sociale Sportello d Promozone Socale Sede: Va Conclazone 128, Mantova Tel. 347 6728025 Bollettno nformatvo - Band e agevolazon N.14, dcembre 2014 IN QUESTO NUMERO: CONTRIBUTO PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE

Dettagli

L innovazione nella gestione della Qualità nelle PMI

L innovazione nella gestione della Qualità nelle PMI Centro essle Cotonero e bbglamento p L nnovazone nella gestone della Qualtà nelle PM La certfcazone come strumento d busness per le PM e le mcromprese 8 Novembre 2002 - ng. oberto Vannucc lcune notze recent

Dettagli

Prof. Giulio Cainelli. appunti di Giovanni Gentile

Prof. Giulio Cainelli. appunti di Giovanni Gentile ECONOMIA POLITICA Macroeconoma Prof. Gulo Canell LA CONTABILITA NAZIONALE E LE VARIABILI MACROECONOMICHE La macroeconoma s occupa del comportamento aggregato del sstema economco, de meccansm d funzonamento

Dettagli

LEZIONE 2 e 3. La teoria della selezione di portafoglio di Markowitz

LEZIONE 2 e 3. La teoria della selezione di portafoglio di Markowitz LEZIONE e 3 La teora della selezone d portafoglo d Markowtz Unverstà degl Stud d Bergamo Premessa Unverstà degl Stud d Bergamo Premessa () È puttosto frequente osservare come gl nvesttor tendano a non

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA PROVNCA REGONALE D MESSNA Regolamento per l'erogazone delle rsorse fnanzare agl sttut scolastc Artcolo 1 - Prncp, defnzon e norme general 1. l presente regolamento da attuazone all'art.3 della Legge 11

Dettagli

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Il Mnstro delle Infrastrutture e de Trasport VISTO l decreto legslatvo 30 aprle 1992, n. 285, come da ultmo modfcato dal decreto legslatvo 18 aprle 2011, n. 59, recante Attuazone delle drettve 2006/126/CE

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Introduzione. 1 Finalità e requisiti delle attività di dispacciamento nel mercato elettrico liberalizzato

RELAZIONE TECNICA. Introduzione. 1 Finalità e requisiti delle attività di dispacciamento nel mercato elettrico liberalizzato Allegato n. 1 a Prot AU/01/130 RELAZIONE TECNICA PRESUPPOSTI PER L ADOZIONE DI SCHEMA DI CONDIZIONI PER L EROGAZIONE DEL PUBBLICO SERVIZIO DI DISPACCIAMENTO DELL ENERGIA ELETTRICA SUL TERRITORIO NAZIONALE

Dettagli

Valore attuale di una rendita. Valore attuale in Excel: funzione VA

Valore attuale di una rendita. Valore attuale in Excel: funzione VA Valore attuale d una rendta Nella scorsa lezone c samo concentrat sul problema del calcolo del alore attuale d una rendta S che è dato n generale da V ( S) { R ; t, 0,,,..., n,... } n 0 R ( t ), doe (t

Dettagli

Apprendimento Automatico e IR: introduzione al Machine Learning

Apprendimento Automatico e IR: introduzione al Machine Learning Apprendmento Automatco e IR: ntroduzone al Machne Learnng MGRI a.a. 2007/8 A. Moschtt, R. Basl Dpartmento d Informatca Sstem e produzone Unverstà d Roma Tor Vergata mal: {moschtt,basl}@nfo.unroma2.t 1

Dettagli

FORMAZIONE ALPHAITALIA

FORMAZIONE ALPHAITALIA ALPHAITALIA PAG. 1 DI 13 FORMAZIONE ALPHAITALIA IL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA Quadro ntroduttvo ALPHAITALIA PAG. 2 DI 13 1. DEFINIZIONI QUALITA Grado n cu un nseme d caratterstche ntrnseche soddsfa

Dettagli

Dipartimento di Economia Aziendale e Studi Giusprivatistici. Università degli Studi di Bari Aldo Moro. Corso di Macroeconomia 2014

Dipartimento di Economia Aziendale e Studi Giusprivatistici. Università degli Studi di Bari Aldo Moro. Corso di Macroeconomia 2014 Dpartmento d Economa Azendale e Stud Gusprvatstc Unverstà degl Stud d Bar Aldo Moro Corso d Macroeconoma 2014 1.Consderate l seguente grafco: LM Partà de tass d nteresse LM B A IS IS Y E E E Immagnate

Dettagli

Università degli Studi di Urbino Facoltà di Economia

Università degli Studi di Urbino Facoltà di Economia Unverstà degl Stud d Urbno Facoltà d Economa Lezon d Statstca Descrttva svolte durante la prma parte del corso d corso d Statstca / Statstca I A.A. 004/05 a cura d: F. Bartolucc Lez. 8/0/04 Statstca descrttva

Dettagli

A. AUMENTO DELLA SPESA PUBBLICA FINANZIATO ESCLUSIVAMENTE TRAMITE INDEBITAMENTO

A. AUMENTO DELLA SPESA PUBBLICA FINANZIATO ESCLUSIVAMENTE TRAMITE INDEBITAMENTO 4. SCHMI ALTRNATIVI DI FINANZIAMNTO DLLA SPSA PUBBLICA. Se l Governo decde d aumentare la Spesa Pubblca G (o Trasferment TR), allora deve anche reperre fond necessar per fnanzare questa sua maggore spesa.

Dettagli

InfoCenter Product A PLM Application

InfoCenter Product A PLM Application genes d un fra o Gestone de crcolazone dell'nformazone sa crcoscrtta entro Pdetermnat ambt settoral. L'ntegrazone de sstem e de odpartment azendal rchede nuove modaltà operatve, nuove t competenze e nuov

Dettagli

2 Modello IS-LM. 2.1 Gli e etti della politica monetaria

2 Modello IS-LM. 2.1 Gli e etti della politica monetaria 2 Modello IS-LM 2. Gl e ett della poltca monetara S consderun modello IS-LM senzastatocon seguent datc = 0:8, I = 00( ), L d = 0:5 500, M s = 00 e P =. ) S calcolno valor d equlbro del reddto e del tasso

Dettagli

Variabili statistiche - Sommario

Variabili statistiche - Sommario Varabl statstche - Sommaro Defnzon prelmnar Statstca descrttva Msure della tendenza centrale e della dspersone d un campone Introduzone La varable statstca rappresenta rsultat d un anals effettuata su

Dettagli

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. 32, VIA SAN GIACOMO E FILIPPO, 87016, Morano Calabro ESPERIENZA LAVORATIVA. Italiana PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. 32, VIA SAN GIACOMO E FILIPPO, 87016, Morano Calabro ESPERIENZA LAVORATIVA. Italiana PER IL CURRICULUM VITAE Italano F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome DI LEONE FRANCESCO Indrzzo 32, VIA SAN GIACOMO E FILIPPO, 87016, Morano Calabro Telefono 0981-30254 Cellulare: 333-2011030 Fax

Dettagli

La POLITICA di BILANCIO espansiva della DOMANDA Il Deficit spending Il DEBITO PUBBLICO

La POLITICA di BILANCIO espansiva della DOMANDA Il Deficit spending Il DEBITO PUBBLICO 1 Ettore Peyron P.A.S. 2014 Ddattca della MACROECONOMIA Lezone N 4 A Testo tratto dalle Dspense del Corso d Economa pubblca Unverstà degl stud d Torno Anno accademco 2010/2011 Facoltà d Economa Lezone

Dettagli

MATERIALE PER IL CORSO DI INDAGINI E STATISTICHE PER IL TURISMO NON DIFFONDERE DA PERCORSI DI RICERCA SOCIALE (a cura di L.

MATERIALE PER IL CORSO DI INDAGINI E STATISTICHE PER IL TURISMO NON DIFFONDERE DA PERCORSI DI RICERCA SOCIALE (a cura di L. MATERIALE PER IL CORSO DI INDAGINI E STATISTICHE PER IL TURISMO NON DIFFONDERE DA PERCORSI DI RICERCA SOCIALE (a cura d L.Bernard) 3.3. Dsegn d camponamento d Lorenzo Bernard 3.3.1. Una defnzone per ntrodurre

Dettagli

EFFETTO DELLA RIASSICURAZIONE TRADIZIONALE E FINANZIARIA SUL LIVELLO DI SOLVIBILITA DI UNA COMPAGNIA D ASSICURAZIONE DANNI.

EFFETTO DELLA RIASSICURAZIONE TRADIZIONALE E FINANZIARIA SUL LIVELLO DI SOLVIBILITA DI UNA COMPAGNIA D ASSICURAZIONE DANNI. EFFETTO DELLA RIASSICURAZIONE TRADIZIONALE E FINANZIARIA SUL LIVELLO DI SOLVIBILITA DI UNA COMPAGNIA D ASSICURAZIONE DANNI. INDICE Introduzone...pag. 1 Captolo 1. Aspett general della rasscurazone tradzonale.

Dettagli

PROGETTO SCUOLA POPOLARE

PROGETTO SCUOLA POPOLARE SPIN TIME LABS & ICBIE Europa Onlus PROGETTO SCUOLA POPOLARE 1 P a g e 1. Introduzone 2. Obettv e fnaltà 3. I tutor del progetto 4. Modulo I. Sostegno scolastco. 5. Modulo II.- Corso d lngua talana 6.

Dettagli

Corso di Statistica (canale P-Z) A.A. 2009/10 Prof.ssa P. Vicard

Corso di Statistica (canale P-Z) A.A. 2009/10 Prof.ssa P. Vicard Corso d Statstca (canale P-Z) A.A. 2009/0 Prof.ssa P. Vcard VALORI MEDI Introduzone Con le dstrbuzon e le rappresentazon grafche abbamo effettuato le prme sntes de dat. E propro osservando degl stogramm

Dettagli

L APPLICAZIONE DEI CRITERI ETICI NEGLI INVESTIMENTI DELLA PREVIDENZA INTEGRATIVA Ottobre 2008

L APPLICAZIONE DEI CRITERI ETICI NEGLI INVESTIMENTI DELLA PREVIDENZA INTEGRATIVA Ottobre 2008 Allegato I L APPLICAZIONE DEI CRITERI ETICI NEGLI INVESTIMENTI DELLA PREVIDENZA INTEGRATIVA Ottobre 2008 me del fondo Natura e caratterstche del fondo Garanza e controllo Trasparenza Aperto Chuso Qual

Dettagli

Calcolo della caduta di tensione con il metodo vettoriale

Calcolo della caduta di tensione con il metodo vettoriale Calcolo della caduta d tensone con l metodo vettorale Esempo d rete squlbrata ed effett del neutro nel calcolo. In Ampère le cadute d tensone sono calcolate vettoralmente. Per ogn utenza s calcola la caduta

Dettagli

Verifica di efficacia di un Sistema di Gestione di Sicurezza e Salute sul lavoro: l OHSAS 18001

Verifica di efficacia di un Sistema di Gestione di Sicurezza e Salute sul lavoro: l OHSAS 18001 Relazone Verfca d effcaca d un Sstema d Gestone d Scurezza e Salute sul lavoro: l OHSAS 18001 Gl nfortun sul lavoro e le malatte professonal sono ad ogg uno de prncpal problem che afflggono l Itala e

Dettagli

RISULTATI PRIMO RAPPORTO

RISULTATI PRIMO RAPPORTO INDAGINE EPIDEMIOLOGICA PRESSO LA POPOLAZIONE RESIDENTE A FALCONARA MARITTIMA E COMUNI LIMITROFI RISULTATI PRIMO RAPPORTO A cura d: Dott.ssa Elsabetta Meneghn Dott. Paolo Bal Dott. Mauro Marottn (ARPAM,

Dettagli

Trigger di Schmitt. e +V t

Trigger di Schmitt. e +V t CORSO DI LABORATORIO DI OTTICA ED ELETTRONICA Scopo dell esperenza è valutare l ampezza dell steres d un trgger d Schmtt al varare della frequenza e dell ampezza del segnale d ngresso e confrontarla con

Dettagli

ALLEGATO B REQUISITI DI ORDINE GENERALE

ALLEGATO B REQUISITI DI ORDINE GENERALE PROCEDURA NEGOZIATA PER L'ACQUISIZIONE DEL SERVIZIO DI IDEAZIONE E PROGETTAZIONE GRAFICA PER LA PUBBLICAZIONE E DIVULGAZIONE DELLE INIZIATIVE CULTURALI DELL'ERT ALLEGATO B REQUISITI DI ORDINE GENERALE

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL SANNIO POLITICHE RIASSICURATIVE OTTIMALI NELLE ASSICURAZIONI DANNI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL SANNIO POLITICHE RIASSICURATIVE OTTIMALI NELLE ASSICURAZIONI DANNI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL SANNIO FACOLTÀ DI SCIENZE ECONOMICHE ED AZIENDALI CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE STATISTICHE E ATTUARIALI TESI DI LAUREA MAGISTRALE IN TEORIA DEL RISCHIO TITOLO DELLA

Dettagli

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Il Mnstro delle Infrastrutture e de Trasport VISTO l decreto legslatvo 30 aprle 1992, n. 285, come da ultmo modfcato dal decreto legslatvo 18 aprle 2011, n. 59, recante Attuazone delle drettve 2006/126/CE

Dettagli

Introduzione al Machine Learning

Introduzione al Machine Learning Introduzone al Machne Learnng Note dal corso d Machne Learnng Corso d Laurea Magstrale n Informatca aa 2010-2011 Prof Gorgo Gambos Unverstà degl Stud d Roma Tor Vergata 2 Queste note dervano da una selezone

Dettagli

Il progetto è articolato nelle seguenti fasi operative: Pianificazione operativa e organizzazione partenariato

Il progetto è articolato nelle seguenti fasi operative: Pianificazione operativa e organizzazione partenariato .NUMERO AZIONE 2. TITOLO AZIONE Progetto "PETTHERAPY'. DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ II progetto ntende contrbure al mgloramento della qualtà della vta de pazent convolt e delle loro famgle attraverso attvtà,

Dettagli

INCUL ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO

INCUL ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO INAIL - Focus stress lavoro-correlato - Report Valutazone Approfondta Page 1 of ( INCUL ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO Report - Questonaro Strumento Indcatore Valutazone

Dettagli

La tua area riservata Organizzazione Semplicità Efficienza

La tua area riservata Organizzazione Semplicità Efficienza Rev. 07/2012 La tua area rservata Organzzazone Semplctà Effcenza www.vstos.t La tua area rservata 1 MyVstos MyVstos è la pattaforma nformatca rservata a rvendtor Vstos che consente d verfcare la dsponbltà

Dettagli

I fabbisogni standard nel settore sanitario Commento allo schema di decreto legislativo

I fabbisogni standard nel settore sanitario Commento allo schema di decreto legislativo Federalsmo I fabbsogn standard nel settore santaro Commento allo schema d decreto legslatvo Guseppe Psauro Premessa La defnzone del sstema d fnanzamento della santà è charamente un momento fondamentale

Dettagli

1. Una panoramica sui metodi valutativi

1. Una panoramica sui metodi valutativi . Una panoramca su metod valutatv La dottrna azendalstca rconosce l esstenza d var metod att a determnare l valore del captale economco d un mpresa. In partcolare, è possble ndvduare tre macro-tpologe

Dettagli

Gli appartamenti Residence Alberti

Gli appartamenti Residence Alberti Gl appartament Resdence Albert Comune d Fren_ Project Fnancng Fren Mobltà _ Ex Deposto ATAF_ Resden per student Albert_ L ntervento d Pazza Albert è stato naugurato l 2 febbrao 2008. Salvo parchegg prvat,

Dettagli

Rilevatore di fumo radio fumonic 3 radio net. Infomazioni per locatari e proprietari

Rilevatore di fumo radio fumonic 3 radio net. Infomazioni per locatari e proprietari Rlevatore d fumo rado fumonc 3 rado net Infomazon per locatar e propretar Congratulazon! Nella vostra abtazone sono stat nstallat rlevator d fumo ntellgent fumonc 3 rado net. In questo modo l locatore

Dettagli

Manuale delle Segnalazioni Statistiche e di Vigilanza per gli Intermediari del Mercato Mobiliare

Manuale delle Segnalazioni Statistiche e di Vigilanza per gli Intermediari del Mercato Mobiliare Manuale delle Segnalazon Statstche e d Vglanza per gl Intermedar del Mercato Moblare Crcolare n. 148 del 2 luglo 1991 14 aggornamento del 16 dcembre 2009 VIGILANZA CREDITIZIA E FINANZIARIA Manuale delle

Dettagli

Edifici a basso consumo energetico: tra ZEB e NZEB

Edifici a basso consumo energetico: tra ZEB e NZEB Edfc a basso consumo energetco: tra ZEB e NZEB Prof. Ing. Percarlo Romagnon Dpartmento d Progettazone e Panfcazone n Ambent Compless Unverstà IUAV d Veneza Dorsoduro 2206 30123 Veneza perca@uav.t Modell

Dettagli

RELAZIONE AL PROGRAMMA ANNUALE

RELAZIONE AL PROGRAMMA ANNUALE RELAZIONE AL PROGRAMMA ANNUALE 2011 predsposta dalla Gunta Esecutva del 04/02/2011 delberato dal Consglo d Isttuto del 11/02/2011 Per la formulazone del Programma Annuale 2011s tene conto del Decreto Intermnsterale

Dettagli

Capitolo 6 Risultati pag. 468. a) Osmannoro. b) Case Passerini c) Ponte di Maccione

Capitolo 6 Risultati pag. 468. a) Osmannoro. b) Case Passerini c) Ponte di Maccione Captolo 6 Rsultat pag. 468 a) Osmannoro b) Case Passern c) Ponte d Maccone Fgura 6.189. Confronto termovalorzzatore-sorgent dffuse per l PM 10. Il contrbuto del termovalorzzatore alle concentrazon d PM

Dettagli

Scenari di frenata per il comparto elettrico: il nodo della valorizzazione del prodotto

Scenari di frenata per il comparto elettrico: il nodo della valorizzazione del prodotto CRESME Scenar d frenata per l comparto elettrco: l nodo della valorzzazone del prodotto Il mercato elettrco rappresenta uno de pù nteressant compart economc del nostro paese, caratterzzato da profonde

Dettagli

MODELLO SPEDITIVO PER LA PREVISIONE DELLA DISPONIBILITÀ IDRICA NEL BACINO DEL PO IN PERIODI DI SICCITA

MODELLO SPEDITIVO PER LA PREVISIONE DELLA DISPONIBILITÀ IDRICA NEL BACINO DEL PO IN PERIODI DI SICCITA U.O. Protezone Cvle MODELLO SPEDITIVO PER LA PREVISIONE DELLA DISPONIBILITÀ IDRICA NEL BACINO DEL PO IN PERIODI DI SICCITA Centro Funzonale Component del gruppo d lavoro: Nomnatvo Ente Tel. Fax Ing. Maurzo

Dettagli

Metodologia di controllo. AUTORIMESSE (III edizione) Codice attività: 63.21.0. Indice

Metodologia di controllo. AUTORIMESSE (III edizione) Codice attività: 63.21.0. Indice Metodologa d controllo AUTORIMESSE (III edzone) Codce attvtà: 63.21.0 Indce 1. PREMESSA... 2 2. ATTIVITÀ PREPARATORIA AL CONTROLLO... 3 2.1 Interrogazon dell Anagrafe Trbutara... 3 2.2 Altre nterrogazon

Dettagli

Calcolo delle Probabilità

Calcolo delle Probabilità alcolo delle Probabltà Quanto è possble un esto? La verosmglanza d un esto è quantfcata da un numero compreso tra 0 e. n partcolare, 0 ndca che l esto non s verfca e ndca che l esto s verfca senza dubbo.

Dettagli

Newsletter "Lean Production" Autore: Dott. Silvio Marzo

Newsletter Lean Production Autore: Dott. Silvio Marzo Il concetto d "Produzone Snella" (Lean Producton) s sta rapdamente mponendo come uno degl strument pù modern ed effcac per garantre alle azende la flessbltà e la compettvtà che l moderno mercato rchede.

Dettagli

Economie di scala, concorrenza imperfetta e commercio internazionale

Economie di scala, concorrenza imperfetta e commercio internazionale Sanna-Randacco Lezone n. 14 Econome d scala, concorrenza mperfetta e commerco nternazonale Non v è vantaggo comparato (e qund non v è commerco nter-ndustrale). S vuole dmostrare che la struttura d mercato

Dettagli

DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 598/2014/R/EEL

DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 598/2014/R/EEL DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 598/2014/R/EEL ORIENTAMENTI PER LA RIFORMA DELLE INTEGRAZIONI TARIFFARIE PER LE IMPRESE ELETTRICHE MINORI NON INTERCONNESSE Documento per la consultazone per la formazone

Dettagli

Cenni di matematica finanziaria Unità 61

Cenni di matematica finanziaria Unità 61 Prerequst: - Rsolvere equazon algebrche d 1 grado ed equazon esponenzal Questa untà è rvolta al 2 benno del seguente ndrzzo dell Isttuto Tecnco, settore Tecnologco: Agrara, Agroalmentare e Agrondustra.

Dettagli

Ottimizzazione nella gestione dei progetti Capitolo 6 Project Scheduling con vincoli sulle risorse CARLO MANNINO

Ottimizzazione nella gestione dei progetti Capitolo 6 Project Scheduling con vincoli sulle risorse CARLO MANNINO Ottmzzazone nella gtone de progett Captolo 6 Project Schedulng con vncol sulle rsorse CARLO MANNINO Unverstà d Roma La Sapenza Dpartmento d Informatca e Sstemstca 1 Rsorse Ogn attvtà rchede rsorse per

Dettagli

Soluzione attuale ONCE A YEAR. correlation curve (ISO10155) done with, at least 9 parallel measurements

Soluzione attuale ONCE A YEAR. correlation curve (ISO10155) done with, at least 9 parallel measurements Torna al programma Sstema per la garanza della qualtà ne sstem automatc d msura alle emsson: applcazone del progetto d norma pren 14181:2003. Rsultat dell esperenza n campo presso due mpant plota. Cprano

Dettagli

Credito al. consum. Facendo le dovute propo il settore del credito al c legato ai viaggi è il prodo che sta crescendo al mag

Credito al. consum. Facendo le dovute propo il settore del credito al c legato ai viaggi è il prodo che sta crescendo al mag QT Artcolo Seba 15-10-2007 10:57 Pagna 1 C era una volta n Itala la paura dell ndebtamento, accompagnata da una dffusa connotazone negatva dello stesso. Po qualcosa cambò, su qualcosa s comncò a chudere

Dettagli

RETI TELEMATICHE Lucidi delle Lezioni Capitolo VII

RETI TELEMATICHE Lucidi delle Lezioni Capitolo VII Prof. Guseppe F. Ross E-mal: guseppe.ross@unpv.t Homepage: http://www.unpv.t/retcal/home.html UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PAVIA Facoltà d Ingegnera A.A. 2011/12 - I Semestre - Sede PV RETI TELEMATICHE Lucd

Dettagli

PROVIAMO A VERIFICARE SE...

PROVIAMO A VERIFICARE SE... PROVAMO A VERFCARE SE... CHECK llst PER la VERFCA DEL RSPETTO DE PRNCPAL OBBLGH N MATERA D SCUREZZA E SALUTE SUL lavoro (RF. PCCOL UFFC) Pago 1 d 7 S PRECSA CHE LA CHECK-L1ST D SEGUTO RPORTATA NON PUÒ

Dettagli

Soluzioni per lo scarico dati da tachigrafo innovativi e facili da usare. http://dtco.it

Soluzioni per lo scarico dati da tachigrafo innovativi e facili da usare. http://dtco.it Soluzon per lo scarco dat da tachgrafo nnovatv e facl da usare http://dtco.t Downloadkey II Moble Card Reader Card Reader Downloadtermnal DLD Short Range and DLD Wde Range Qual soluzon ho a dsposzone per

Dettagli

Regolazione incentivante per i servizi di trasporto locale *

Regolazione incentivante per i servizi di trasporto locale * Regolazone ncentvante per servz d trasporto locale * d Andrea Botan e Carlo Cambn # Abstract La recente rforma de trasport pubblc local ha fssato un lmte superore a trasferment erogabl alle azende da parte

Dettagli

Corso di Laurea in Lingue e Culture Moderne

Corso di Laurea in Lingue e Culture Moderne Dpartmento d Stud Umanstc Corso d Laurea n Lngue e Culture Moderne (L-11 classe n Lngue e Culture Moderne) Manfesto degl Stud A.A. 2014/2015 ART. 1 Obettv formatv specfc e descrzone del corso formatvo

Dettagli

L Università che immaginiamo per il futuro è un Università che sappia conquistarsi a pieno, e meritatamente, la fiducia ed il riconoscimento

L Università che immaginiamo per il futuro è un Università che sappia conquistarsi a pieno, e meritatamente, la fiducia ed il riconoscimento Guda 2015/2016 2 Saluto del Rettore 1 Il nuovo Anno Accademco sarà l 840 dalla nascta dell Unverstà degl Stud d Modena e Reggo Emla. Gungamo a questo traguardo fort d alcun mportant rsultat e rconoscment,

Dettagli

Regressione Multipla e Regressione Logistica: concetti introduttivi ed esempi

Regressione Multipla e Regressione Logistica: concetti introduttivi ed esempi Regressone Multpla e Regressone Logstca: concett ntroduttv ed esemp I Edzone ottobre 014 Vncenzo Paolo Senese vncenzopaolo.senese@unna.t Indce Note prelmnar alla I edzone 1 Regressone semplce e multpla

Dettagli

La regressione. La Regressione. La Regressione. min. min. Var X. X Variabile indipendente (data) Y Variabile dipendente

La regressione. La Regressione. La Regressione. min. min. Var X. X Variabile indipendente (data) Y Variabile dipendente Unverstà d Macerata Facoltà d Scenze Poltche - Anno accademco - La Regressone Varable ndpendente (data) Varable dpendente Dpendenza funzonale (o determnstca): f ; Da un punto d vsta analtco, valor della

Dettagli

IL FINANZIAMENTO DELLA SANITÀ IN ITALIA: FINANZA AUTONOMA O DERIVATA?

IL FINANZIAMENTO DELLA SANITÀ IN ITALIA: FINANZA AUTONOMA O DERIVATA? WORKIG PAPER o 68 febbrao 2009 IL FIAZIAMETO DELLA SAITÀ I ITALIA: FIAZA AUTOOMA O DERIVATA? AGESE SACCHI JEL Classfcaton: H5, H75, H77 Keywords: Sstema santaro nazonale Federalsmo fscale socetà talana

Dettagli

Capitolo 2 Dati e Tabelle

Capitolo 2 Dati e Tabelle Captolo 2 Dat e Tabelle La Descrzone della Popolazone La descrzone d una popolazone passa attraverso due fas: 1. la formazone de dat statstc 2. la sntes de dat La formazone del dato statstco prevede: ()

Dettagli

STATISTICA DESCRITTIVA CON EXCEL

STATISTICA DESCRITTIVA CON EXCEL STATISTICA DESCRITTIVA CON EXCEL Corso d CPS - II parte: Statstca Laurea n Informatca Sstem e Ret 2004-2005 1 Obettv della lezone Introduzone all uso d EXCEL Statstca descrttva Utlzzo dello strumento:

Dettagli

LA VALUTAZIONE D AZIENDA: I METODI ASSOLUTI E I METODI RELATIVI. Dott.ssa Elisa MENICUCCI

LA VALUTAZIONE D AZIENDA: I METODI ASSOLUTI E I METODI RELATIVI. Dott.ssa Elisa MENICUCCI LA VALUTAZIONE D AZIENDA: I METODI ASSOLUTI E I METODI RELATIVI Dott.ssa Elsa MENICUCCI Dottore Commercalsta Rcercatrce area Azendale IRDCEC Modena, 24 aprle 2014 INTRODUZIONE ALLA VALUTAZIONE D AZIENDA

Dettagli

Valutazione delle opzioni col modello di Black e Scholes

Valutazione delle opzioni col modello di Black e Scholes Valutazone delle opzon col modello d Black e Scholes Rosa Mara Mnnn a.a. 2014-2015 1 Introduzone L applcazone del moto Brownano all economa é stata nnescata prncpalmente da due cause. Attorno agl ann 70,

Dettagli

COMUNE DI CRESPELLANO PIANO DEGLI OBIETTIVI DI GESTIONE 2013-2015. Linee di attività, obiettivi e risorse

COMUNE DI CRESPELLANO PIANO DEGLI OBIETTIVI DI GESTIONE 2013-2015. Linee di attività, obiettivi e risorse COMUNE DI CRESPELLANO PIANO DEGLI OBIETTIVI DI GESTIONE - Lnee d attvtà, obettv e rsorse PIANO DEGLI OBIETTIVI DI GESTIONE : ARTICOLAZIONE PER FUNZIONI/SERVIZI/AREE T t o l F u n z o n 1 01 01 S e r v

Dettagli

Codice di Stoccaggio Capitolo 7 Bilanciamento e reintegrazione dello stoccaggio

Codice di Stoccaggio Capitolo 7 Bilanciamento e reintegrazione dello stoccaggio Codce d Stoccaggo Captolo 7 Blancamento e rentegrazone dello stoccaggo 7.4 Corrspettv per servz d stoccaggo L UTENTE è tenuto a corrspondere a STOGIT, per la prestazone de servz, gl mport dervant dall

Dettagli

Fondamenti di Fisica Acustica

Fondamenti di Fisica Acustica Fondament d Fsca Acustca Pro. Paolo Zazzn - DSSARR Archtettura Pescara Anals n requenza de segnal sonor, bande d ottava e terz d ottava. Rumore banco e rumore rosa. Lvello equvalente. Fsologa dell apparato

Dettagli

PRODOTTI TRANSGENICI E CONSUMATORI: IL RUOLO DELLA CONOSCENZA E DELL'ATTITUDINE AL RISCHIO L. Cembalo - G. Cicia - F. Verneau 1 2

PRODOTTI TRANSGENICI E CONSUMATORI: IL RUOLO DELLA CONOSCENZA E DELL'ATTITUDINE AL RISCHIO L. Cembalo - G. Cicia - F. Verneau 1 2 PRODOTTI TRANSGENICI E CONSUMATORI: IL RUOLO DELLA CONOSCENZA E DELL'ATTITUDINE AL RISCHIO L. Cembalo - G. Cca - F. Verneau 1 2 1 - Introduzone In senso lato le botecnologe possono essere defnte come un

Dettagli

HOTEL PRICING AND YIELD MANAGEMENT. 1 Yield management e processo decisionale: le variabili di scelta.

HOTEL PRICING AND YIELD MANAGEMENT. 1 Yield management e processo decisionale: le variabili di scelta. HOTEL PRICING AND YIELD MANAGEMENT Yeld management e processo decsonale: le varabl d scelta.. Introduzone;.2 Il processo d yeld management e le sue orgn;.3 Segmentazone d mercato;.4 Prevsone della domanda;.5

Dettagli

3.2 Una nuova reportistica direzionale sul rischio di credito ANDREA RESTI

3.2 Una nuova reportistica direzionale sul rischio di credito ANDREA RESTI 3.2 Una nuova reportstca drezonale sul rscho d credto ANDREA RESTI 3.2.1 Un quadro d sntes del portafoglo credt: ndcator d qualtà, d composzone, d correlazone 3.2.2 Le perdte attese e la msura della qualtàmeda

Dettagli

LE OPPORTUNITÀ CREATE

LE OPPORTUNITÀ CREATE SERVIZI PER LA FASCIA DI ETÀ 3-5 ANNI - Scuole dell nfanza L ESIGENZA RILEVATA Percors equlbrat d socalzzazone e d acquszone d abltà per bambn tra 3 e 6 ann. Il servzo è, d norma, aperto all'utenza dal

Dettagli

Modello idraulico - Rapporto tecnico. (Rev. 0b)

Modello idraulico - Rapporto tecnico. (Rev. 0b) ASAP LIFE06/ENV/IT/000255 ASAP_D4-3_ModelloIdraulcoRappTecnco_IT_0b 1/20 LIFE06/ENV/IT/255 A.S.A.P. Actons for Systemc Aqufer Protecton The ASAP proect s partally funded by the European Unon LIFE Programme

Dettagli

Magitec Srl. Facility Management: erogare con efficacia servizi integrati ad alta qualità. MaGiTec. MaGiTec. Servizi integrati di Qualità

Magitec Srl. Facility Management: erogare con efficacia servizi integrati ad alta qualità. MaGiTec. MaGiTec. Servizi integrati di Qualità Magtec Srl Faclty Management: erogare con effcaca servz ntegrat ad alta qualtà 1 La realtà La nostra forza è la capogruppo d un pool d quattro socetà specalzzate per fornre l servzo mglore a fronte d ogn

Dettagli

Circolare Decreto Legislativo 155/97 - Sistema HACCP e coinvolgimento dei comparti Imballaggi Ortofrutticoli e Sughero.

Circolare Decreto Legislativo 155/97 - Sistema HACCP e coinvolgimento dei comparti Imballaggi Ortofrutticoli e Sughero. Crolare Dereto Legslatvo 155/97 - Sstema HACCP e onvolgmento de ompart Imballagg Ortofruttol e Sughero. Sheda esplatva D.Lvo 155/97" Sopo del presente doumento è quello d llustrare gl aspett nerent alla

Dettagli

DESIGN DEI SERVIZI TURISTICI

DESIGN DEI SERVIZI TURISTICI Master Unverstaro d I Lvello DESIGN DEI SERVIZI TURISTICI PROGETTARE SOLUZIONI PER IL TURISMO E IL TERRITORIO I Edzone Novembre 2014 - Gugno 2015 2 Master DST DESIGN DEI SERVIZI TURISTICI PROGETTARE SOLUZIONI

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI COPERTURA ASSICURATIVA TRIENNALE R.C.A. ED A.R.D. DEGLI AUTOMEZZI DI PROPRIETÀ DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI PALERMO. Premessa Il contenuto del presente

Dettagli

Concetti principale della lezione precedente

Concetti principale della lezione precedente Corso d Statstca medca e applcata 6 a Lezone Dott.ssa Donatella Cocca Concett prncpale della lezone precedente I concett prncpal che sono stat presentat sono: I fenomen probablstc RR OR ROC-curve Varabl

Dettagli

CAPITOLO 3 Incertezza di misura Pagina 26

CAPITOLO 3 Incertezza di misura Pagina 26 CAPITOLO 3 Incertezza d msura Pagna 6 CAPITOLO 3 INCERTEZZA DI MISURA Le operazon d msurazone sono tutte nevtablmente affette da ncertezza e coè da un grado d ndetermnazone con l quale l processo d msurazone

Dettagli

Sommario PRESENTAZIONE DEL SINDACO... 4

Sommario PRESENTAZIONE DEL SINDACO... 4 Sommaro PRESENTAZIONE DEL SINDACO... 4 NOTIZIE UTILI... 5 ORARI UFFICI COMUNALI... 5 Sndaco... 5 Protocollo Anagrafe, Stato Cvle, Elettorale e Leva... 5 Ragonera e Trbut... 5 Segretera... 5 Uffco Tecnco

Dettagli

Identificativo Atto n. 704 DIREZIONE GENERALE RETI E SERVIZI DI PUBBLICA UTILITA' E SVILUPPO SOSTENIBILE

Identificativo Atto n. 704 DIREZIONE GENERALE RETI E SERVIZI DI PUBBLICA UTILITA' E SVILUPPO SOSTENIBILE 15833 13/12/2007 Identfcatvo Atto n. 704 DIREZIONE GENERALE RETI E SERVIZI DI PUBBLICA UTILITA' E SVILUPPO SOSTENIBILE AGGIORNAMENTO DELLA PROCEDURA DI CALCOLO PER PREDISPORRE L'ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE

Dettagli