BENVENUTI. Introduzione alla norma SIA 118/262. CFP-SSIC TI: martedì 30 maggio 2006

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BENVENUTI. Introduzione alla norma SIA 118/262. CFP-SSIC TI: martedì 30 maggio 2006"

Transcript

1 BENVENUTI Introduzione alla norma SIA 118/262 CFP-SSIC TI: martedì 30 maggio 2006

2 PROGRAMMA INTRODUZIONE NORMA SIA 118/262 Introduzione generale 10 Ing. Anastasia Confronto diretto SIA 220 SIA 118/ Ing. Gerosa Differenze CPN 313 CPN Ing. Anastasia Opere comprese nell offerta 5 Ing. Gerosa

3 SIA 118/262 CONTENUTO E SCOPO DELLA NORMA La SIA 118/262 fa parte della serie di norme Condizioni generali per la costruzione (CGC). Quale complemento alla norma SIA 118 Condizioni generali per l esecuzione dei lavori di costruzione essa contiene regole dettagliate riguardanti stipulazione, contenuto e allestimento di contratti per lavori di costruzione e nell ambito delle strutture portanti (parte generale) e nell ambito delle costruzione di calcestruzzo (parte specifica). Questa norma assume quindi valore legale solo se le parti contraenti la designano quale parte integrante nel loro contratto. Le CGC hanno lo scopo di regolamentare i diritti e gli obblighi del committente e dell imprenditore in modo tale che le specifiche dell opera descritte nelle norme tecniche o richieste dal committente vengano rispettate in modo efficiente.

4 SIA 118/262 BASI PER I CONTRATTI D APPALTO Oltre alla parte tecnica, le norme tecniche della SIA fino ad oggi contenevano sovente anche una parte amministrativa. Al fine di creare delle basi unitarie per i contratti d appalto relative ai lavori di costruzione, le regole contrattuali contemplate finora nella parte amministrativa delle norme tecniche vengono ora pubblicate separatamente come norme SIA 118/XXX Condizioni generali per la costruzione (CGC). Parallelamente, il Centro svizzero di studio per la razionalizzazione della costruzione (CRB) elimina tutte regole contrattuali basate sulle norme SIA contenute nel Catalogo delle posizioni normalizzate (CPN). Tali regole vengono integrate nelle CGC.

5 SIA 118/262 CONDIZIONI GENERALI PER LE COSTRUZIONI IN CLS In questo modo per l allestimento dei contratti d appalto riguardanti i lavori di costruzione si ha a disposizione il seguente sistema di base composto da tre tipi di documenti univoci: Condizioni generali La norma SIA 118 contiene regole che, per la maggior parte, sono adatte per qualsiasi categoria di lavoro. Le CGC si basano sulla norma SIA 118 e contengono regole complementari per le singole categorie di lavoro e disposizioni che completano la descrizione delle prestazioni del CPN. Alcune CGC comprendono singole regole che sostituiscono quelle corrispondenti contenute nella norma SIA 118, inadeguate alla categoria di lavoro trattata. Le regole CGC che sostituiscono quelle della norma SIA 118 sono riportate alla cifra 0.2 e nel testo sono designate come tali. Descrizione delle prestazioni Il CPN contiene descrizioni di prestazioni preformulate utilizzabili per l allestimento di elenchi prestazioni. Disposizioni particolari e basi di calcolo Il CPN 102 contiene istruzioni per la formulazione delle condizioni speciali subordinate all opera ai sensi dell art. 7, cpv. 2, cifra 2 della norma SIA 118. Il CPN 103 contiene istruzioni per la definizione delle basi di calcolo dei costi ai sensi dell art. 62 della norma SIA 118.

6 SIA 118/262 CAMPO DI APPLICAZIONE IN GENERALE In questa norma per committente si intendono anche i progettisti e gli altri specialisti da lui incaricati e per imprenditore anche i subappaltatori e i fornitori da lui incaricati. La SIA 118/262 è concepita per i contratti d appalto stipulati nell ambito di un organizzazione facente capo a imprenditori incaricati singolarmente di prestazioni specifiche. Se questa norma è destinata a essere integrata in contratti d impresa generale, le sue disposizioni verranno adattate alle circostanze mediante un documento contrattuale di rango superiore. Per motivi di chiarezza, il testo di questa norma indica sempre le funzioni nella forma maschile. Questi termini si applicano anche alle donne che occupano le stesse funzioni.

7 SIA 118/262 CAMPO DI APPLICAZIONE INTEGRAZIONE NEI DOCUMENTI CONTR. La SIA 118/262, come pure la norma SIA 118, sono giuridicamente vincolanti solo se dichiarate quali parti integranti del contratto. Ciò vale in fase di allestimento dei documenti per l appalto (testo del documento contrattuale previsto) e durante la stesura definitiva del contratto d appalto. Nell ordine di priorità delle componenti del contratto secondo la norma SIA 118, art. 7 e art. 21, la norma SIA 118/262 Condizioni generali per costruzioni di calcestruzzo fa parte delle «altre norme» della SIA. In caso di contraddizione la norma SIA 118 ha quindi priorità.

8 SIA 118/262 Entrata in vigore: 1 aprile 2004 Sostituisce: la parte amministrativa della norma SIA 162 Costruzioni in calcestruzzo, edizione 1993, la norma SIA 220 Costruzioni in calcestruzzo Prestazioni e prescrizioni di misurazione edizione 1992 La norma SIA 320 Vorfabrizierte Betonelemente, edizione 1978 le parti riguardanti l esecuzione della costruzione in calcestruzzo della norma SIA 222 Gerüste Leistung und Lieferung, edizione Adeguamenti CPN Unificazione CPN 141, 313 e 241 nel nuovo CPN 241 (2004)

9 SIA 118/262 DOCUMENTAZIONE SBV-SHOP SIA 118/262 SIA 118/263 CGC di acciaio SIA 118/265 CGC di legno SIA 118/266 CGC di muratura Tedesco o francese: Commentario sulla norma SIA 118/262 Commentario sulla norma SIA 118/266

10 SITUAZIONE NORMATIVA < oggi Norme, disposizioni amministrative Norme, disposizioni tecniche Norme, disposizioni amministrative Norme, disposizioni tecniche SIA 118 SIA 118 SIA 162 SIA 118/262 SIA 262 SIA V177 SIA 118/266 SIA 266 SIA 220 SIA 320 SIA 190 SIA 118/267 SIA 267 CGC SIA 191 CPN 141 CPN 241 CPN 241 CPN 313

11 118/262 (NUOVA) SIA 220 (VECCHIA) Legenda: Nessuna modifica Modifica significativa SIA 220 (vecchia) SIA (nuova) 02 Regolamenti da considerare Norma SIA 117, Norma SIA 118, Norma SIA 162 Norma SIA 162/1, Raccomandazione SIA 414/10 Non si trova un indicazione precisa ma nel titolo della norma si legge: Disposizioni contrattuali generali per le norme SIA 262 Costruzioni di calcestruzzo SIA 264 Costruzioni miste acciaio-calcestruzzo 7 PRESTAZIONI E PRESCRIZIONI DI MISURAZIONE 7.1 Appalti e offerte 1 CONTRATTO D APPALTO 7.11 Generalità 1.1 Concorso d appalto Per elaborare il capitolato, si raccomanda di usare il catalogo delle posizioni normalizzate CPN Costruzione. Il testo delle singole posizioni del CPN non deve essere modificato Il committente può allestire l elenco prestazioni e i formulari per le basi di calcolo in base al CPN il quale tiene conto delle norme emanate dalle associazioni professionali.

12 118/262 (NUOVA) SIA 220 (VECCHIA) SIA 220 (vecchia) SIA (nuova) 7.12 Calcestruzzo Il capitolato rispettivamente le condizioni particolari dell oggetto da costruire devono contenere le seguenti indicazioni: 8.2 Offerta dell imprenditore Qualità della superficie del calcestruzzo non casserato secondo l'appendice A3, a meno che questa non sia da eseguirsi grezza Calcestruzzo Prestazioni comprese: messa in opera e cura del calcestruzzo secondo le regole dell arte (in mancanza di regole precise: durante 5 giorni), compresa la regolarizzazione delle superfici orizzontali con una pendenza unilaterale massima del 5% Regole di retribuzione La qualità della superficie del calcestruzzo viene retribuita secondo posizioni specifiche (v. all. D)

13 118/262 (NUOVA) SIA 220 (VECCHIA) SIA 220 (vecchia) SIA (nuova) 7.12 Calcestruzzo Il capitolato rispettivamente le condizioni particolari dell oggetto da costruire devono contenere le seguenti indicazioni: Le condizioni per i termini minimi di disarmo, se questi differiscono con le disposizioni della norma SIA Concorso d appalto Per le casserature vanno considerati: termini per il disarmo a temperature ambientali estreme secondo cifra Regole di retribuzione I provvedimenti particolari da attuare in caso di temperature inferiori a 5 C o superiori a 30 C vengono retribuiti separatamente. (CPN 241, pos. 780 e 820) Le prescrizioni per i rinforzi e le puntellazioni di elementi già gettati (per esempio solette nell'edilizia) aventi lo scopo di riprendere i carichi di elementi di calcestruzzo fresco gettati successivamente Concorso d appalto Per i ponteggi e le centinature vanno considerate: -puntellazione di elementi di calcestruzzo già gettati per la ripresa dei carichi di elementi di calcestruzzo gettati successivamente (p. es. solette nell edilizia).

14 118/262 (NUOVA) SIA 220 (VECCHIA) SIA 220 (vecchia) SIA (nuova) 7.13 Casseri 8.1 Concorso d appalto Nel testo di capitolato andranno specificati i casi di esigenze di precisione maggiorata rispetto alla raccomandazione SIA 414/ Per le casserature vanno considerati: -tolleranze dimensionali relative alle esigenze particolari l differenti tipi di casseratura sono da descrivere in posizioni separate, ciò vale in particolare per le casserature speciali quali: -casserature di pareti non aventi un appoggio diretto (altezza superiore a 0,5 m misurata a partire dalla base dell'appoggio) -casserature di risparmi e di aperture -casserature di riprese di getto, di giunti di ritiro o di dilatazione -casserature inclinate o casserature rastremate -casseratura di forma speciale per superfici sghembe o a curvatura semplice o sferica Per le casserature vanno considerati: -genere e tipo di casseratura -sistema di casseratura (casserature fisse, rampanti o scorrevoli, sistema di collegamento) Casserature Prestazioni comprese: -esecuzione di raccordi obliqui, inclinati o arrotondati, senza fatturazione separata degli scarti di cassero che ne derivano -casseratura di spigoli interni o esterni, angoli e raccordi con tagli obliqui Per i generi di casseratura si fanno le distinzioni seguenti (vedi anche allegato B) -. Le esigenze particolari quali casseratura persa, casseratura senza possibilità di appoggio diretto (oltre 0,5 al di sopra della base di appoggio) o casseratura senza perforazioni per elementi di collegamento passanti vengono retribuite separatamente.

15 118/262 (NUOVA) SIA 220 (VECCHIA) SIA 220 (vecchia) SIA (nuova) 7.2 Prestazioni comprese nell offerta 7.21 Generalità 1 Contratto d appalto Il prelievo di campioni di materiale e il confezionamento di provini secondo le norme SIA 118 e Compiti delle parti contraenti Preparazione dell esecuzione L imprenditore assolve i compiti seguenti: -allestisce il piano di verifica Esecuzione -sorveglia l esecuzione (controlli relativi all esecuzione secondo il piano di verifica) -provvede alla gestione per la qualità impartendo istruzioni per i lavori Gestione per la qualità Per la retribuzione delle prestazioni dell imprenditore nell ambito della gestione per la qualità valgono le seguenti regole: -le misure necessarie per conduzione dei processi sono comprese nei prezzi delle singole attività -Le verifiche supplementari ordinate dal committente che vanno oltre le condizioni generali vengono retribuite separatamente.

16 118/262 (NUOVA) SIA 220 (VECCHIA) SIA 220 (vecchia) SIA (nuova) 7.2 Prestazioni comprese nell offerta 7.22 Calcestruzzo 8.2 Offerta dell imprenditore L umidificazione del calcestruzzo nei primi cinque giorni dal getto Prestazioni comprese: messa in opera e cura del calcestruzzo secondo le regole dell arte (in mancanza di regole precise: durante 5 giorni), compresa la regolarizzazione delle superfici orizzontali con una pendenza unilaterale massima del 5% La chiusura dei buchi dovuti ai distanziatori del cassero Prestazioni comprese: Otturazione dei fori causati dai distanziatori della casseratura mediante tappi in materia sintetica Il trattamento dei nidi di ghiaia Nessuna indicazione! La regolarizzazione delle superfici orizzontali o pendenti unilateralmente fino ai 3% Prestazioni comprese: messa in opera e cura del calcestruzzo secondo le regole dell arte (in mancanza di regole precise: durante 5 giorni), compresa la regolarizzazione delle superfici orizzontali con una pendenza unilaterale massima del 5%.

17 118/262 (NUOVA) SIA 220 (VECCHIA) SIA 220 (vecchia) SIA (nuova) 7.2 Prestazioni comprese nell offerta 7.23 Casseratura 8.4 Regole di retribuzione L'appoggio e la puntellazione della casseratura Gli elementi costruttivi e portanti che danno la forma al cassero e che ne sono parte integrante sono considerati casseri La pulizia e il trattamento dei casseri e dei giunti di ripresa prima del getto Pt. 1 Offerta dell imprenditore Prestazioni comprese: Pulitura e trattamento preliminare dei casseri, compresi i corpi per la formazione di risparmi e le superfici di raccordo La controfreccia data ai casseri a compensazione della loro deformazione e di quella della puntellazione Pt. 7 Controfreccia della casseratura nella misura in cui è necessaria per la compensazione della sua deformazione e di quella di puntellazione Le puntellazioni provvisorie nel caso di disarmo anticipato di elementi portanti compreso lo smontaggio e la rimessa in opera dei puntelli Nessuna indicazione!

18 118/262 (NUOVA) SIA 220 (VECCHIA) SIA 220 (vecchia) SIA (nuova) 7.2 Prestazioni comprese nell offerta 8.2 Offerta dell imprenditore 7.24 Armatura Armatura La fornitura e posa di distanziatori per garantire la sufficiente copertura di calcestruzzo Prestazioni comprese: -Legatura e fissaggio dell armatura, fornitura e posa di distanziatori copriferro ATTENZIONE! Incongruenza fra testo tedesco/francese e italiano: nell originale non si parla di copriferro, ma solo di distanziatori. Se non sono presenti distanziatori a cavalletto, a gabbia, ecc. è necessario chiarire con il progettista, altrimenti, in base all art. 10 della norma SIA 118, sono da includere nel prezzo dell offerta Precompressione L'eliminazione dei tubetti d'iniezione e areazione Nessuna indicazione!, salvo: -smaltimento di residui (acciaio di precompressione, guaine,materiale di iniezione, ecc.)

19 118/262 (NUOVA) SIA 220 (VECCHIA) SIA 220 (vecchia) SIA (nuova) 7.3 Prestazioni non comprese nell offerta 7.31 Generalità Le misure di sicurezza supplementari verso terzi Nessuna indicazione! Le misure speciali per l'evacuazione delle acque meteoriche e di falda tramite pompe, fosse, tetti d'emergenza, coperture ecc Regole di retribuzione Lo smaltimento delle acque meteoriche non viene retribuito separatamente, a condizione che esso possa avvenire senza l impiego di misure particolari (pompe, trattamenti chimici, fosse di drenaggio, ecc.) La fornitura, la messa in opera e il fissaggio di elementi in getto quali elementi per rifugi, ancoraggi,elementi di separazione o isolazione, tubi, zanche ecc. Nessuna indicazione! L'immurazione, la chiusura e il rinzaffo di risparmi, giunti e scanalature Offerta dell imprenditore Calcestruzzo Prestazioni non comprese: -chiusura, getto, sigillatura o rappezzatura con intonaco di risparmi, giunti e scanalature. (CPN 241 pos. 774)

20 118/262 (NUOVA) SIA 220 (VECCHIA) SIA 220 (vecchia) SIA (nuova) 7.3 Prestazioni non comprese nell offerta 8.2 Offerta dell imprenditore La sigillatura o il riempimento dei giunti di lastre posate nei casseri Casseri: Prestazioni non comprese: -adattamento della casseratura e sigillatura dei giunti in corrispondenza di elementi costruttivi o di risparmi inseriti nella casseratura La protezione delle opere dalla sporcizia o danni provocati da terzi Calcestruzzo Prestazioni non comprese: -provvedimenti particolari per la protezione delle opere da sporcizia e da danneggiamenti da parte di terzi Le misure di protezione dal gelo e lo sgombero della neve su esplicito ordine della direzione lavori nel caso di impossibilità di interruzione dei lavori Regole di retribuzione I provvedimenti particolari da attuare in caso di temperature inferiori a 5 C o superiori a 30 C vengono retribuiti separatamente.

21 118/262 (NUOVA) SIA 220 (VECCHIA) SIA 220 (vecchia) SIA (nuova) 7.3 Prestazioni non comprese nell offerta 7.32 Calcestruzzo L'impiego di una granulometria speciale degli inerti o l'uso di cementi speciali e additivi su ordine della direzione lavori Il committente deve definire le specifiche relative al beton (prestazione garantita o a composizione) L applicazione di uno strato di malta di cemento prima della ripresa del getto Nessuna indicazione Le misure speciali atte ad impedire la formazione sulla superficie del calcestruzzo di macchie di ruggine dovute aile intemperie o a interruzioni del lavoro ordinate dalla direzione dei lavori Offerta dell imprenditore Calcestruzzo Prestazioni non comprese: -provvedimenti particolari attia evitare colorazioni del calcestruzzo dovute allo scorrimento di acque contenti, ruggine, durante i periodi di interruzione causati da intemperie o ordinate dal committente l lavori in calcestruzzo non previsti che si trovano ai di fuori della portata della gru o degli elevatori o dell'impianto di betonaggio oppure i lavori ordinati successivamente allo smontaggio delle installazioni di cantiere Nessuna indicazione! Definizione nuovo prezzo con DL, in caso di mancato accordo viene retribuito a regia. Art. 87, 88,90 SIA 118

22 118/262 (NUOVA) SIA 220 (VECCHIA) SIA 220 (vecchia) SIA (nuova) 7.3 Prestazioni non comprese nell offerta 7.32 Calcestruzzo Il maggior profilo di calcestruzzo nel caso di getto senza cassero, contro terra o roccia Per il getto contro terra, roccia, murature esistenti e simili viene calcolata la quantità di calcestruzzo fornita La regolarizzazione di superfici inclinate unilateralmente più del 3% o a inclinazione multilaterale, compresa la regolarizzazione delle superfici orizzontali con una pendenza unilaterale massima del 5% Il trattamento speciale delle superfici di giunti di ripresa espressamente ordinati ( ) Manca l indicazione! L imprenditore ha diritto ad una retribuzione per il trattamento speciale di tutte le fughe o giunti di ripresa!

23 118/262 (NUOVA) SIA 220 (VECCHIA) SIA 220 (vecchia) SIA (nuova) 7.3 Prestazioni non comprese nell offerta 7.33 Casseri La controfreccia data aile casserature a compensazione delle deformazioni elastiche e plastiche,salvo indicazioni particolari nel capitolato Casseri: Prestazioni non comprese: -controfreccie richieste dal committente, non previste nei documenti di appalto La svalutazione o la riparazione del materiale per la casseratura dovute a perforazioni non previste Casseri: Prestazioni non comprese: -minor valore dei casseri danneggiati da fori ordinati dal committente e non previsti nei documenti di appalto L'allontanamento e di chiodi e di altro materiale di fissaggio posati da terzi nella casseratura Calcestruzzo Prestazioni non comprese: -rimozione di chiodi e di ganci di fissaggio lasciati da altri imprenditori che si presentano sulla superficie disarmata del calcestruzzo.

24 118/262 (NUOVA) SIA 220 (VECCHIA) SIA 220 (vecchia) SIA (nuova) 7.3 Prestazioni non comprese nell offerta 7.34 Armatura La fornitura e posa di distanziatori, cavalletti di sostegno, raccordi d'armature ecc Armatura: L armatura viene retribuita secondo posizioni specifiche: -armature speciali Il maggior onere per la posa e la lavorazione di armatura supplementare su ordine della direzione dei lavori Nessuna indicazione! (CPN pos. 512/515) l supplementi per numero di posizioni, per piccoli quantitativi e per la lavorazione speciale Nessuna indicazione! (CPN pos. 512) l raccordi speciali e la saldatura dei ferri d'armatura Armatura: Prestazioni non comprese: collegamenti che trasmettono gli sforzi.

25 118/262 (NUOVA) SIA 220 (VECCHIA) SIA 220 (vecchia) SIA (nuova) 7.3 Prestazioni non comprese nell offerta 7.35 Precompressione La fornitura e posa dei supporti per i cavi e i relativi ferri di montaggio trasversali e longitudinali Precompressione Prestazioni comprese: -tracciamento, posa e fissaggio dei cavi di precompressione (compresi i tubi di iniezione e di sfiato), secondo le indicazioni relative al sistema di precompressione Il sistema di precompressione viene retribuito secondo posizioni specifiche: -distanziatori e dispositivi di supporto La posa di guaine per l'inserimento di ulteriori cavi Il sistema di precompressione viene retribuito secondo posizioni specifiche: -posa in due tappe (guaine e cavi separatamente)

26 118/262 (NUOVA) SIA 220 (VECCHIA) SIA 220 (vecchia) SIA (nuova) 7.4 Prescrizioni di misurazione 7.41 Beton Gli elementi di calcestruzzo vengono misurati con il loro volume effettivo senza deduzione per attraversamenti Per gli elementi costruttivi casserati vale il volume secondo i piani Il calcestruzzo è computato senza dedurre i seguenti volumi per: -le armature, i cavi di precompressione e relative guaine Per gli elementi costruttivi casserati vale il volume secondo i piani. -i risparmi, le aperture e nicchie inferiori o uguali a 0.08 m I risparmi, le scanalature, gli elementi in getto e simili di volume < a 0,10 m3 non vengono dedotti. -le scanalature, canali, battute, condotte, elementi in getto ecc. fino a 0.04 m3/m compresi -le lastre continue in getto inferiori o uguali a 0.04 m3/m. Nessuna indicazione, solo Se il trattamento di superfici è eseguito separatamente, le superfici di raccordo per gli elementi soprastanti vengono computate; superfici di aperture inferiori o uguali a 2.0 m2 non vengono dedotte. Nessuna indicazione!

27 118/262 (NUOVA) SIA 220 (VECCHIA) SIA 220 (vecchia) SIA (nuova) 7.4 Prescrizioni di misurazione 7.42 Casseri Le casserature si computano secondo le superfici di calcestruzzo effettive, sviluppate Di regola, viene misurata la superficie del calcestruzzo casserata Altezza di casseratura Per le casserature vanno considerati: -condizioni per la lunghezza e l altezza delle tappe di getto Altezza di puntellazione altezza di puntellamento da 1,51 a 3,00 m: nessuna suddivisione inferiore a 1,51 m o superiore a 3,00 m: suddivisioni di 0,50 m Deduzioni Non vengono dedotti i risparmi, le aperture, le nicchie, le scanalature con una superficie inferiore o uguale a 2.0 m2, se il lato più lungo non supera i 3.0 m Per le casserature di pareti e di solette, le aperture con una superficie < 2,0 m2 non vengono dedotte. Per le feritoie questa regola vale solo per una lunghezza < 3,0 m Nei seguenti casi non vengono dedotti dai computi metrici i ritagli di casseratura aventi una superficie inferiore o uguale a 1.0 m2. -pareti: ritagli per travi ed architravi -. Nessuna indicazione! Vale

28 118/262 (NUOVA) SIA 220 (VECCHIA) SIA 220 (vecchia) SIA (nuova) 7.4 Prescrizioni di misurazione 7.42 Casseri Supplementi Nell elenco prestazioni bisognerebbe evitare posizioni che prevedono dei supplementi generali da aggiungere ai computi. In caso di necessità, vanno previste delle posizioni supplementari che contemplando le difficoltà oppure le prestazioni che sono difficilmente valutabili Diversi Le casserature laterali ai di sopra di aperture la cui superficie è superiore a 2.0 m2 sono da considerare come casserature di travi,. App. B Appendice B Casseratura di elementi portanti situati sotto la solette e che con essa ne fanno corpo. Deve essere puntellata per resistere alla massa del calcestruzzo fresco. (5)

29 118/262 (NUOVA) SIA 220 (VECCHIA) SIA 220 (vecchia) SIA (nuova) 7.4 Prescrizioni di misurazione 7.42 Casseri Gli elementi in getto per battute di porte e finestre, intagli sgocciolatoi, liste, scuretti, angolari per smussi fino ad una sezione di 0.02 m2 sono computati in supplemento Terminologia tecnica Elemento posato prima del getto (p. es. elementi di collegamento, di ancoraggio, ecc.). Prestazioni comprese: -fornitura e posa di listelli triangolari e di inserti per gocciolatoi fino a 30 x30 mm -esecuzione di raccordi obliqui, inclinati o arrotondati, senza fatturazione separata degli scarti di cassero che ne derivano Per i generi di casseratura si fanno le distinzioni seguenti: -casseratura per risparmi, nicchie, scanalature e intradossi Di regola, viene misurata la superficie del calcestruzzo casserata Le casserature di sponda e di bordi di aperture sono computate con un altezza rispettivamente larghezza minima di 0.2 m Nessuna indicazione! Viene considerata la superficie strettamente necessaria di cassero! Le casserature di sponda e di parapetti di scale sono computate con un'altezza minima di 0.30 m. Nessuna indicazione! Viene considerata la superficie strettamente necessaria di cassero!

30 118/262 (NUOVA) SIA 220 (VECCHIA) SIA 220 (vecchia) SIA (nuova) 7.4 Prescrizioni di misurazione 7.43 Armatura Il peso delle armature è determinato dalle liste La massa dell armatura viene determinata in base alle liste dei ferri aggiornate È possibile accordarsi per una liquidazione in base aile fatture del fornitore Il computo può essere eseguito anche in base alla massa risultante dai bollettini di consegna del fornitore (p.es. quando viene utilizzato acciaio inossidabile) Non si riconosce alcun supplemento per tolleranze di laminazione. Nessuna indicazione! 7.44 Precompressione App.1 Terminologia relativa aile prescrizioni di misurazione App. B Generi di casseratura App.2 Commento aile prescrizioni di misurazione abrogato App.3 Qualità della superficie non casserata del calcestruzzo App. D Qualità della superficie non casserata del calcestruzzo App.4 Qualità delle superfici del calcestruzzo appena disarmato App. C Tipi di casseratura App.5 Bibliografia

31 CPN313 CPN241 Tutte le prestazioni, che nel vecchio CPN erano contemplate quali supplementi alle posizioni, sono diventate delle posizioni vere e proprie! Pos. CPN 313 D/92 Pos. CPN 241 D/ Supplemento per il riempimento successivo con calcestruzzo dei giunti di ritiro nelle fondazioni e nelle platee. Con il necessario lavoro di pulizia. Supplemento per il riempimento successivo con calcestruzzo dei giunti di ritiro nelle fondazioni e nelle platee. Con il necessario lavoro di pulizia Calcestruzzo per chiusura di giunti di ritiro. Fornitura, messa in opera e costipamento. In platee di fondazione e solette. 311 Supplemento di prezzo per diametro massimo del grano mm 16 anziché mm Maggior dosaggio (supplemento) CP kg 25 Calcestruzzo a composizione (deve essere descritto) Supplemento per lavori di calcestruzzo Autobetoniera Strato di malta di cemento sui giunti di ripresa. Misurato quale supplemento Spessore cm Calcestruzzo fine in corrispondenza dei giunti di lavoro. Fornitura e messa in opera Calcestruzzo CEM kg/m3 400, d da mm 51 a 100.

32 CPN313 CPN241 Pos. CPN 313 D/92 Pos. CPN 241 D/ Supplemento alle pos. da 451 a 453 per cassero inclinato. Inclinazione fino a mass. 5:1. Computo: superficie inclinata casserata. 232 Casseri per pareti e muri di sostegno, inclinati. 462 Supplemento per distanziatori, senza fori passanti. Computo: superficie di una sola faccia Retribuzioni speciali per qualsiasi tipo di cassero Distanziatori e dispositivi di fissaggio, senza fori passanti. 463 Supplemento per cassero perso di parete 370 Retribuzioni speciali per qualsiasi tipo di cassero 371 Casseri persi. 466 Supplemento per cassero dei giunti di ritiro nelle pareti eseguito successivamente. 381 Casseri per la chiusura di giunti di ritiro. 517 Supplemento alle pos. 511 e 512 per altezza di puntellazione fino a cm 150 dei casseri di sottovista per rampe e pianerottoli. Per la pos. 511 fa stato l'altezza di puntellazione media misurata verticalmente per ogni rampa Casseri per rampe di scale diritte. Altezza di puntellamento fino a m 1,50. Larghezza rampa fino a m 1,50. Spessore rampa fino a m 0,20. Alzate fino a m 0,18. Altezza di puntellamento da m 1,51 a 3,50. Larghezza rampa m2 fino a m 1,50. Spessore rampa fino a m 0,20. Alzate fino a m 0,18.

33 CPN313 CPN241 Pos CPN 313 D/92 Supplemento per controfreccia di soletta portante in una direzione. Supplemento per controfreccia di solette portanti in due direzioni. Nastro per l'impermeabilizzazione di giunti di ripresa e di dilatazione. Compresi i lavori supplementari ai casseri e all'armatura. Computo: lunghezza nastro misurata in asse. Pos. CPN 241 D/ Casseri per faccia inferiore orizzontale di solette. Spessore soletta fino a m 0,35, con controfreccia. Secondo il piano... Non nel cap. 241 (nuovo in cap. 172) Supplemento per isolante termico in getto. Sigillatura giunto del pannello con nastro adesivo. Pannello a battuta Isolante termico nei casseri di parete. Isolante termico sui casseri di soletta. Isolante termico sui casseri di testata di pareti e di solette, nei casseri di travi, di travi rovesce e simili. 676 Risparmio rettangolare, sezione fino a cm o profondità fino a cm 50. Indennizzo doppio per risparmi obliqui. 414 Risparmi, nicchie, scanalature e simili, esecuzione particolare. (deve essere descritto) 714 Supplemento per acciaio d'armatura Acciaio B500A, fornitura e posa. Grado di lavorazione 1 (normale) Grado di lavorazione 2 (multipla) Grado di lavorazione S (accresciuta)

34 CPN313 CPN241 Pos CPN 313 D/92 Cassero di sottovista per rampe di scale diritte Cassero di sponda per rampe di scale diritte Cassero per alzate Pos. CPN 241 D/ Casseri per rampe di scale diritte Con cassero di testata da un lato Con cassero di testata da ambedue i lati Senza cassero di testata Cassero di sottovista per pianerottoli. Quale larghezza pianerottolo viene definita la misura del lato minore Cassero di sponda per pianerottoli Casseri per pianerottoli di scale Con cassero di testata. Senza cassero di testata.

Allegato al CPN 332 «Costruzione prefabbricata in legno»

Allegato al CPN 332 «Costruzione prefabbricata in legno» Allegato al CPN 332 «Costruzione prefabbricata in legno» Regole di misurazione, prestazioni comprese e prestazioni non comprese La norma SIA 118/265 ha priorità su questo documento Editore CRB Centro svizzero

Dettagli

342I/12. Isolamento termico a cappotto CRB VSS

342I/12. Isolamento termico a cappotto CRB VSS 342I/12 Isolamento termico a cappotto CRB VSS 000 Condizioni Isol.term.cappotto:condizioni. Posizioni di riserva: le posizioni il cui testo non corrisponde a quello originale CPN vanno inserite unicamente

Dettagli

Appoggi per l edilizia Kilcher

Appoggi per l edilizia Kilcher Appoggi per l edilizia Kilcher Deforma Limitgliss Teflon Con l installazione degli appoggi Kilcher è possibile evitare la formazione di crepe nelle costruzioni dovute a deformazioni e torsioni angolari

Dettagli

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI N. VOCE DESCRIZIONE LAVORAZIONE QUANTITA' PREZZO UNIT. TOTALE

Dettagli

FONTANOT DA VITA A UNA LINEA DI SCALE PENSATA PER CHI AMA IL FAI DA TE.

FONTANOT DA VITA A UNA LINEA DI SCALE PENSATA PER CHI AMA IL FAI DA TE. STILE FONTANOT DA VITA A UNA LINEA DI SCALE PENSATA PER CHI AMA IL FAI DA TE. Magia. Una gamma di prodotti che renderà facile poter scegliere la tua scala ideale. 0 Guida alla scelta. Gamma prodotti. Modulo

Dettagli

CAMPI DA TENNIS - VIA DEI VELINI LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELLE SCALINATE ESTERNE

CAMPI DA TENNIS - VIA DEI VELINI LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELLE SCALINATE ESTERNE CAMPI DA TENNIS - VIA DEI VELINI LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELLE SCALINATE ESTERNE Progettista: Responsabile del Procedimento: ing. Giorgio Gregori ing. Giorgio Gregori Macerata li Luglio 2014

Dettagli

Muratore / Muratrice Direttiva scuole professionali

Muratore / Muratrice Direttiva scuole professionali 1 Materie L insegnamento professionale viene dispensato nelle scuole professionali e si basa sulla griglia oraria riportata nella parte B del piano di. Le materie d insegnamento sono suddivise come indicato

Dettagli

Campi d applicazione dei sistemi di controsoffitti autoportanti Rigips

Campi d applicazione dei sistemi di controsoffitti autoportanti Rigips Sistema di controsoffitto autoportante senza requisiti antincendio Il sistema di controsoffitti autoportanti offre all esecutore un alternativa particolarmente interessante ai sistemi di controsoffitti

Dettagli

5 REGOLE PER LA LEGATURA E LA POSA IN OPERA DELLE ARMATURE

5 REGOLE PER LA LEGATURA E LA POSA IN OPERA DELLE ARMATURE Il Manuale della Presagomatura 49 5 REGOLE PER LA LEGATURA E LA POSA IN OPERA DELLE ARMATURE La posa in opera delle armature è un operazione di grande importanza dal punto di vista della qualità, durabilità

Dettagli

DO - 03-134 i / Versioni 1.1 / 15.5.07 TECNICA PER ARMATURE. artec500

DO - 03-134 i / Versioni 1.1 / 15.5.07 TECNICA PER ARMATURE. artec500 TECNICA PER ARMATURE artec500 artec 500 di questa rete ci si può fidare Gancio e doppi ferri di bordo sono le caratteristiche tipiche del programma di reti standard artec che, dal 1983 viene costantemente

Dettagli

CALCESTRUZZO INTRINSECAMENTE IMPERMEABILE PER STRUTTURE INTERRATE

CALCESTRUZZO INTRINSECAMENTE IMPERMEABILE PER STRUTTURE INTERRATE CALCESTRUZZO INTRINSECAMENTE IMPERMEABILE PER STRUTTURE INTERRATE Prescrizioni e schemi da evidenziare sin dalle prime fasi progettuali e per inserimento nei disegni esecutivi 1) Approntamento del cantiere

Dettagli

QUESTIONARIO Per l Assicurazione DECENNALE POSTUMA di immobili di nuova realizzazione

QUESTIONARIO Per l Assicurazione DECENNALE POSTUMA di immobili di nuova realizzazione QUESTIONARIO Per l Assicurazione DECENNALE POSTUMA di immobili di nuova realizzazione La società si impegna a fare uso riservato di queste notizie ed informazioni. E importante rispondere a tutte le domande

Dettagli

Elenco di verifica del capitolato secondo CPN. Rigitop Rivestimenti per soffitti - sospesi -CD-DAJ 27 + 27 / 18 RB

Elenco di verifica del capitolato secondo CPN. Rigitop Rivestimenti per soffitti - sospesi -CD-DAJ 27 + 27 / 18 RB Elenco di verifica del capitolato secondo CPN Rigitop Rivestimenti per soffitti - sospesi -CD-DAJ 27 + 27 / 18 RB Oggetto: 0813047BR I Planerheft Rigips-CD-DAJ 27 + 27 / 18 RB Pagina 1 000 Condizioni.

Dettagli

Corso di Tecnologia degli elementi costruttivi + Organizzazione del cantiere - a.a. 2002/2003 - 9 e 10 gennaio 2003 - il calcestruzzo - Alcuni avvisi

Corso di Tecnologia degli elementi costruttivi + Organizzazione del cantiere - a.a. 2002/2003 - 9 e 10 gennaio 2003 - il calcestruzzo - Alcuni avvisi Corso di Tecnologia degli elementi costruttivi + Organizzazione del cantiere - a.a. 2002/2003 - ghiaia sabbia cemento acqua Il calcestruzzo: casseratura getto e maturazione 1 Alcuni avvisi lezione breve

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO Edilizia Provinciale Grossetana S.p.A.!"#$!%""&'" ($!)" "% "%%" *+*,-*,-*,-*,-,-./"01$02./"01$02"01$0/%"1%'%2 "01$0/%"1%'%2 Nuova costruzione di n 1 fabbricato ERP per n 12 alloggi in Castiglione della

Dettagli

Il piano di manutenzione è costituito dai seguenti documenti operativi: il manuale di manutenzione comprensivo del programma di manutenzione.

Il piano di manutenzione è costituito dai seguenti documenti operativi: il manuale di manutenzione comprensivo del programma di manutenzione. PREMESSA: Il piano di manutenzione è il documento complementare al progetto esecutivo che prevede, pianifica e programma, tenendo conto degli elaborati progettuali esecutivi effettivamente realizzati,

Dettagli

PALI TRIVELLATI CLASSICI 15

PALI TRIVELLATI CLASSICI 15 QUADERNO I Sistemi di fondazione PALI E MICROPALI Scheda N : PALI TRIVELLATI CLASSICI 15 1 Pali trivellati semplici La trivellazione è eseguita senza tubazione di sostegno delle pareti o con tubazione

Dettagli

MANUFATTI IN CEMENTO Produciamo manufatti su misura in cemento per i lavori pubblici e per l edilizia. I nostri manufatti comprendono muretti per

MANUFATTI IN CEMENTO Produciamo manufatti su misura in cemento per i lavori pubblici e per l edilizia. I nostri manufatti comprendono muretti per MANUFATTI IN CEMENTO Produciamo manufatti su misura in cemento per i lavori pubblici e per l edilizia. I nostri manufatti comprendono muretti per recinzioni e per il contenimento terra, parapetti, velette,

Dettagli

Piano delle misure. Progetto: Casa modello (2011) per il piano per la sicurezza integrale - Fase esecutiva

Piano delle misure. Progetto: Casa modello (2011) per il piano per la sicurezza integrale - Fase esecutiva Piano delle misure per il piano per la sicurezza integrale - Fase esecutiva Progetto: Casa modello (2011) Committente: Cooperativa Immobiliare Campo Sereno, 9999 Briantea Edizione del 11. aprile 2011 Versione

Dettagli

PROVINCIA DI BERGAMO SETTORE 13 - EDILIZIA

PROVINCIA DI BERGAMO SETTORE 13 - EDILIZIA PROVINCIA DI BERGAMO SETTORE 13 - EDILIZIA SERVIZIO PROGETTAZIONE OPERE DI EDILIZIA SCOLASTICA ED ISTITUZIONALE I.S.I.S. "DON MILANI" ROMANO DI LOMBARDIA - BG REALIZZAZIONE NUOVA SEDE - 1 LOTTO FUNZIONALE

Dettagli

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI Cap. XIV OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI PAG. 1 14.1 OPERE COMPIUTE Opere prefabbricate in cemento armato. Prezzi medi praticati dalle imprese specializzate del ramo per ordinazioni dirette (di media entità)

Dettagli

Elenco di verifica del capitolato secondo CPN. Alba top rivestimento di soffitti CD-A 27 / 40

Elenco di verifica del capitolato secondo CPN. Alba top rivestimento di soffitti CD-A 27 / 40 Elenco di verifica del capitolato secondo CPN Alba top rivestimento di soffitti CD-A 27 / 40 Oggetto: 0707105B I Planerheft Alba CD-A-27/40 EI90 Pagina 1 000 Condizioni 090 Prescrizioni.. Posizioni di

Dettagli

MESSA IN OPERA 5.1 5.2 5.3 5.4 5.5 INTERRUZIONI, RIPRESE, MESSA IN OPERA CASSEFORME PREPARAZIONE E PREDISPOZIONE DELLE ARMATURE GETTO

MESSA IN OPERA 5.1 5.2 5.3 5.4 5.5 INTERRUZIONI, RIPRESE, MESSA IN OPERA CASSEFORME PREPARAZIONE E PREDISPOZIONE DELLE ARMATURE GETTO Il calcestruzzo e le strutture armate Messa in opera INDICE 5 MESSA IN OPERA 5.1 5.3 CASSEFORME GETTO 5.2 PREPARAZIONE E PREDISPOZIONE DELLE ARMATURE 5.4 COMPATTAZIONE DEL GETTO MESSA IN OPERA 5.5 INTERRUZIONI,

Dettagli

ITC 1997 Rifugi piccoli

ITC 1997 Rifugi piccoli UFFICIO FEDERALE DELLA PROTEZIONE CIVILE 1750-014-3-i ITC 1997 Rifugi piccoli Costruzione e dimensionamento di rifugi con al massimo 25 posti protetti Base: Istruzioni tecniche per la costruzione e il

Dettagli

SICUREZZA E PRESTAZIONI ATTESE...

SICUREZZA E PRESTAZIONI ATTESE... INDICE GENERALE PREMESSA... 1 OGGETTO... 2 SICUREZZA E PRESTAZIONI ATTESE... 2.1 PRINCIPI FONDAMENTALI... 2.2 STATI LIMITE... 2.2.1 Stati Limite Ultimi (SLU)... 2.2.2 Stati Limite di Esercizio (SLE)...

Dettagli

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO CORSO DI INFORMAZIONE PER STUDENTI PREVENZIONE E SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICA Servizio Prevenzione Ambienti Lavoro RISCHI DI CADUTA

Dettagli

Schöck Tronsole tipo B

Schöck Tronsole tipo B Schöck Tronsole tipo Separazione acustica dal rumore da calpestio tra rampa della scala e solaio Schöck Tronsole tipo 100 x 3 Rampa della scala: Prefabbricata o in calcestruzzo gettato in opera Impiego

Dettagli

Singoli capitoli CPN Edilizia

Singoli capitoli CPN Edilizia Titoli generali (solo in forma cartacea) 1001I/99 Istruzioni per l uso CPN gratuito 1003I/15 Elenco dei capitoli CPN con indice analitico 79.00 1004I/92 Informazioni per l utenza 49.00 1010I Schede tecniche

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE INTERRATA DEI SERBATOI IN POLIETILENE

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE INTERRATA DEI SERBATOI IN POLIETILENE ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE INTERRATA DEI SERBATOI IN POLIETILENE (rev. 20140217) 1. Prima dell installazione deve essere verificata l idoneità tecnica del suolo dal punto di vista strutturale, eventuali

Dettagli

SISTEMA COSTRUTTIVO ANTISISMICO EMMEDUE

SISTEMA COSTRUTTIVO ANTISISMICO EMMEDUE SISTEMA COSTRUTTIVO ANTISISMICO EMMEDUE rev. 02 del 08/11 1. INTRODUZIONE In questo documento vengono illustrati gli elementi principali che compongono il sistema costruttivo Emmedue. Rev. 02 del 08/11

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO Rinforzo reticolari copertura, tubolari di supporto copertura e rivestimenti

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO Rinforzo reticolari copertura, tubolari di supporto copertura e rivestimenti Rinforzo reticolari copertura, tubolari di supporto copertura e rivestimenti A - Rinforzo reticolari copertura, tubolari di supporto copertura e rivestimenti 1 01.A18.A25 Carpenteria varia per piccoli

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO Comune di Ancona Lavori di: Ristrutturazione e manutenzione di edificio in zona centrale Esecutore: Impresa Bianchi Costruzioni COMPUTO METRICO ESTIMATIVO Il Progettista: Bianchi Mario Computo: Descrizione:

Dettagli

Comunicato 2015. Genio civile, Edilizia, Impiantistica

Comunicato 2015. Genio civile, Edilizia, Impiantistica Comunicato 2015 Genio civile, Edilizia, Impiantistica In breve Questo comunicato vi informa brevemente su nuovi contenuti, modifiche e aggiunte che sono stati apportati ai capitoli. Per le categorie Genio

Dettagli

Agosto 2010 ASP Dagmersellen. Memoriale. Desolidarizzazioni. di pavimenti in piastrelle e materiale lapideo all'interno di stabili.

Agosto 2010 ASP Dagmersellen. Memoriale. Desolidarizzazioni. di pavimenti in piastrelle e materiale lapideo all'interno di stabili. Agosto 2010 ASP Dagmersellen Memoriale Desolidarizzazioni di pavimenti in piastrelle e materiale lapideo all'interno di stabili Pagina 1 Gli autori di questo memoriale sono: Arpagaus Reto Graber Daniel

Dettagli

A.S.P. San Domenico - Pescia Restauro del portale e di parte della facciata della Chiesa di San Domenico

A.S.P. San Domenico - Pescia Restauro del portale e di parte della facciata della Chiesa di San Domenico A.S.P. San Domenico - Pescia Restauro del portale e di parte della facciata della Chiesa di San Domenico N art. DESCRIZIONE Unità di Misura PREZZI UNITARI 1 2 3 4 5 6 Opere di installazione di cantiere

Dettagli

COMPUTO METRICO EDIFICIO TIPO A UN PIANO

COMPUTO METRICO EDIFICIO TIPO A UN PIANO COMPUTO METRICO EDIFICIO TIPO A UN PIANO Designazione dei lavori parti uguali lung. largh. H/peso quantità unit. totale 1 Scavo di sbancamento eseguito con mezzi meccanici, in terreni di media consistenza

Dettagli

Direttiva per la posa ed il calibraggio di tubi

Direttiva per la posa ed il calibraggio di tubi Direttiva per la posa ed il calibraggio di tubi Pag. 1/5 Direttiva per la posa ed il calibraggio di tubi 1. Impianto di tubi per cavi La sicurezza operativa di un impianto di cavi dipende, oltre che dalla

Dettagli

- Manuale d uso, contenente le indicazioni per il corretto uso e la conservazione del bene in oggetto;

- Manuale d uso, contenente le indicazioni per il corretto uso e la conservazione del bene in oggetto; piano di manutenzione Committente: COMUNE DI CASALE MONFERRATO (AL) Oggetto: LAVORI DI AMPLIAMENTO DEL PALAZZETTO DELLO SPORT (adeguamento alle norme vigenti in materia di sicurezza ed igiene ai fini dell

Dettagli

7.70+5.80 CORPO D1: rifinitura sperone D1 0.55+7.40 ml 7,95

7.70+5.80 CORPO D1: rifinitura sperone D1 0.55+7.40 ml 7,95 Lavori:CONSOLIDAMENTO Computo metrico estimativo pag. 1 di 8 LAVORI C01 - OPERE STRUTTURALI DI CONSOLIDAMENTO - Lavori a Misura 1 N96_C01 FORMAZIONE DI COPERTINA DI CONSOLIDAMENTO IN BETONCINO REOPLASTICO

Dettagli

EDIFICI IN MURATURA PORTANTE 1 - ZONE NON SISMICHE PRINCIPI DI DIMENSIONAMENTO E VERIFICA STRUTTURALE

EDIFICI IN MURATURA PORTANTE 1 - ZONE NON SISMICHE PRINCIPI DI DIMENSIONAMENTO E VERIFICA STRUTTURALE EDIFICI IN MURATURA PORTANTE PRINCIPI DI DIMENSIONAMENTO E VERIFICA STRUTTURALE 1 - ZONE NON SISMICHE Riferimenti: D.M. LLPP 20.11.1987 Il calcolo strutturale degli edifici in muratura portante, secondo

Dettagli

muratore/muratrice ordinamento formativo per la professione oggetto di apprendistato di Delibera n. 748 del 24.06.2014

muratore/muratrice ordinamento formativo per la professione oggetto di apprendistato di Delibera n. 748 del 24.06.2014 Delibera n. 748 del 24.06.2014 ordinamento formativo per la professione oggetto di apprendistato di muratore/muratrice 1. Il profilo professionale 2. Durata e titolo conseguibile 3. Referenziazioni del

Dettagli

RISCHIO CADUTA DALL ALTO. Ing. Caterina Lapietra

RISCHIO CADUTA DALL ALTO. Ing. Caterina Lapietra RISCHIO CADUTA DALL ALTO Ing. Caterina Lapietra il rischio insito nel ponteggio, la sua percezione e gli accessori che producono sicurezza passiva La percezione del rischio è un fattore soggettivo, legato

Dettagli

chi scale Chi scende, Impresa & Cantiere mediante ringhiera oppure tramite un elemento pieno, per esempio in calcestruzzo armato.

chi scale Chi scende, Impresa & Cantiere mediante ringhiera oppure tramite un elemento pieno, per esempio in calcestruzzo armato. STRUTTURE SCALE ESTERNE FONDAZIONI PAVIMENTAZIONI E SOLAI PARETI INTERNE Chiusure verticali Balconi e logge COPERTURE PIANE COPERTURE A FALDA 3 strutture di contenimento Scale Chi scende, chi scale Matteo

Dettagli

DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE

DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Servizio di Prevenzione e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro La progettazione degli edifici e della sicurezza integrazione del regolamento locale di igiene OBIETTIVO: introdurre

Dettagli

Schalung & Gerüst. Casseforme di grandi dimensioni

Schalung & Gerüst. Casseforme di grandi dimensioni Schalung & Gerüst Casseforme di grandi dimensioni Casseforme per grandi cantieri 300 centimetri di altezza e extra forte FORTEKO è il sistema di casseforme, incorniciato in una struttura di profilo extraforte

Dettagli

Comune di Savigliano Provincia di Cuneo COMPUTO ESTIMATIVO. progetto muro di recinzione per impianti sportivi. Amministrazione comunale di Savigliano

Comune di Savigliano Provincia di Cuneo COMPUTO ESTIMATIVO. progetto muro di recinzione per impianti sportivi. Amministrazione comunale di Savigliano Comune di Savigliano Provincia di Cuneo pag. 1 COMPUTO ESTIMATIVO OGGETTO: progetto muro di recinzione per impianti sportivi COMMITTENTE: Amministrazione comunale di Savigliano Savigliano, 04/12/2013 IL

Dettagli

Pali di fondazione. modulo B Le fondazioni. La portata dei pali

Pali di fondazione. modulo B Le fondazioni. La portata dei pali 1 Pali di fondazione La portata dei pali Nel caso dei pali di punta soggetti a sforzi assiali, cioè realizzati in terreni incoerenti e infissi in terreno profondo compatto, il carico ammissibile P su ogni

Dettagli

LASTRE ARMATE YTONG PER SOLAI E TETTI

LASTRE ARMATE YTONG PER SOLAI E TETTI LASTRE ARMATE YTONG PER SOLAI E TETTI Le lastre Ytong, sono elementi armati autoportanti che permettono di realizzare solai e tetti di edifici residenziali, con una velocità di posa insuperabile rispetto

Dettagli

Raccomandazioni concernenti il trasferimento di costi nell ambito delle offerte relative ai lavori nel settore principale della costruzione

Raccomandazioni concernenti il trasferimento di costi nell ambito delle offerte relative ai lavori nel settore principale della costruzione Koordinationskonferenz der Bau- und Liegenschaftsorgane der öffentlichen Bauherren Conférence de coordination des services de la construction et des immeubles des maîtres d ouvrage publics Conferenza di

Dettagli

MANUALE SCALE ELICOIDALI

MANUALE SCALE ELICOIDALI MANUALE SCALE ELICOIDALI INTRODUZIONE MANUALE SCALE ELICOIDALI Caratteristiche della scala ELICOIDALE in Cemento Armato BREVETTO DEPOSITATO Si tratta di una scala elicoidale autoportante, formata dalla

Dettagli

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde delimitate da muro in c.a. ( m. 25 circa ) OPERE COMPUTATE

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde delimitate da muro in c.a. ( m. 25 circa ) OPERE COMPUTATE PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde delimitate da muro in c.a. ( m. 25 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI 708.288,00 1 Demolizione di strutture esistenti:

Dettagli

Il computo metrico estimativo: le norme di misurazione. Seminario di approfondimento - II parte A cura di dott.ssa Ing.

Il computo metrico estimativo: le norme di misurazione. Seminario di approfondimento - II parte A cura di dott.ssa Ing. Il computo metrico estimativo: le norme di misurazione Seminario di approfondimento - II parte A cura di dott.ssa Ing. Sara Domini Venezia, 29 Aprile 2010 Norme di misurazione Definizione Sono delle convenzioni

Dettagli

Tekla Structures Guida di riferimento per i componenti in calcestruzzo. Versione del prodotto 21.0 marzo 2015. 2015 Tekla Corporation

Tekla Structures Guida di riferimento per i componenti in calcestruzzo. Versione del prodotto 21.0 marzo 2015. 2015 Tekla Corporation Tekla Structures Guida di riferimento per i componenti in calcestruzzo Versione del prodotto 21.0 marzo 2015 2015 Tekla Corporation Indice 1 Detailing cemento armato... 9 1.1 Connessioni seating... 9 Seating

Dettagli

TECNOLOGIA DEI SISTEMI COSTRUTTIVI E CANTIERISTICA

TECNOLOGIA DEI SISTEMI COSTRUTTIVI E CANTIERISTICA TECNOLOGIA DEI SISTEMI COSTRUTTIVI E CANTIERISTICA Arch. Elena Crespi PARETI VERTICALI ELEMENTI DI PICCOLE DIMENSIONI ELEMENTI DI GRANDI DIMENSIONI SOLAI ELEMENTI SPECIALI ARMATURA LONGITUDINALE ARMATURA

Dettagli

RELAZIONE TECNICA GENERALE D.P.R. n. 554/99 D. Lgs. 163/2006 D. Lgs. 152/2008 PROGETTO ESECUTIVO

RELAZIONE TECNICA GENERALE D.P.R. n. 554/99 D. Lgs. 163/2006 D. Lgs. 152/2008 PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE TECNICA GENERALE D.P.R. n. 554/99 D. Lgs. 163/2006 D. Lgs. 152/2008 PROGETTO ESECUTIVO Interventi urgenti finalizzati alla messa in sicurezza, alla prevenzione e alla riduzione del rischio connesso

Dettagli

MINISTERO DELL'INTERNO - Dipartimento dei Vigili del Fuoco Direzione Centrale Presidio Portuale dei Vigili del Fuoco di Olbia pag.

MINISTERO DELL'INTERNO - Dipartimento dei Vigili del Fuoco Direzione Centrale Presidio Portuale dei Vigili del Fuoco di Olbia pag. Presidio Portuale dei Vigili del Fuoco di Olbia pag. 1 R I P O R T O LAVORI 1 Prove di carico a spinta. Prove di carico a spinta su elementi strutturali A01.07.001.b orizzontali o sub-orizzontali dei quali

Dettagli

COMPUTO METRICO. Olbia OT. adeguamento dello svincolo di accesso ad Olbia S.S. 199 S.S. 125 OGGETTO: COMUNE DI OLBIA COMMITTENTE: Data, 11/05/2015

COMPUTO METRICO. Olbia OT. adeguamento dello svincolo di accesso ad Olbia S.S. 199 S.S. 125 OGGETTO: COMUNE DI OLBIA COMMITTENTE: Data, 11/05/2015 Olbia OT pag. 1 COMPUTO METRICO OGGETTO: adeguamento dello svincolo di accesso ad Olbia S.S. 199 S.S. 125 COMMITTENTE: COMUNE DI OLBIA Data, 11/05/2015 IL TECNICO PriMus by Guido Cianciulli - copyright

Dettagli

L originale edificio in stato di abbandono da diversi decenni, di conseguenza in uno pessimo stato di conservazione.

L originale edificio in stato di abbandono da diversi decenni, di conseguenza in uno pessimo stato di conservazione. L originale edificio in stato di abbandono da diversi decenni, di conseguenza in uno pessimo stato di conservazione. Progetto di demolizione con ripristino tipologico in ampliamento di fabbricato abitativo

Dettagli

1.04 FONDAZIONI ETEROGENEE STABILITÀ DELLE FONDAZIONI. Descrizione sommaria dell opera

1.04 FONDAZIONI ETEROGENEE STABILITÀ DELLE FONDAZIONI. Descrizione sommaria dell opera FONDAZIONI ETEROGENEE 1.04 Edificio uso magazzino costituito da un mantello cilindrico periferico in calcestruzzo armato precompresso e da un silo centrale. Fondazioni del mantello mediante pali e con

Dettagli

Voci di capitolato e prescrizioni contrattuali

Voci di capitolato e prescrizioni contrattuali Voci di capitolato e prescrizioni contrattuali VOCI DI CAPITOLATO SINTETICHE Voce sintetica per la fornitura di mattoni estrusi Fornitura di mattoni faccia a vista estrusi semipieni Smorlesi di colore..

Dettagli

Protezione dal Fuoco. Linee Guida per l Installazione e la Movimentazione dei Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur

Protezione dal Fuoco. Linee Guida per l Installazione e la Movimentazione dei Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Protezione dal Fuoco Linee Guida per l Installazione e la Movimentazione dei Vetri Resistenti al Fuoco Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Indice 1.0 Informazioni Generali sul Prodotto pag. 3 2.0 Sistemi

Dettagli

Sistema innovativo per la gestione e la raccolta delle acque meteoriche. www.geoplast.it

Sistema innovativo per la gestione e la raccolta delle acque meteoriche. www.geoplast.it Sistema innovativo per la gestione e la raccolta delle acque meteoriche www.geoplast.it NUOVO ELEVETOR TANK USO E CARATTERISTICHE Base Elevetor / Vantaggi e caratteristiche Cassero Elevetor / Vantaggi

Dettagli

ANALISI E VALUTAZIONE DEI RISCHI NEI LAVORI IN ALTEZZA INDIVIDUAZIONE DELLE PROCEDURE GENERALI PER LAVORARE IN SICUREZZA IN TALI ATTIVITA

ANALISI E VALUTAZIONE DEI RISCHI NEI LAVORI IN ALTEZZA INDIVIDUAZIONE DELLE PROCEDURE GENERALI PER LAVORARE IN SICUREZZA IN TALI ATTIVITA ANALISI E VALUTAZIONE DEI RISCHI NEGLI INTERVENTI DI: ANALISI E VALUTAZIONE DEI RISCHI NEI LAVORI IN ALTEZZA RISCHI CADUTE DALL ALTO NEI LAVORI DI COSTRUZIONE, MANUTENZIONE, MODIFICA STRUTTURE TRADIZIONALI

Dettagli

Relazione Tecnica Illustrativa delle strutture portanti

Relazione Tecnica Illustrativa delle strutture portanti Relazione Tecnica Illustrativa delle strutture portanti SOLUZIONE 1 (non realizzata) PREMESSA La presente relazione descrive i sistemi strutturali, le tecnologie, le modalità esecutive ed i materiali che

Dettagli

Tecnologia made in Italy

Tecnologia made in Italy cemento & calcestruzzo Zoom su un progetto internazionale Tecnologia made in Italy Marco Costa L impresa Pizzarotti partecipa alla realizzazione, a Marsiglia, di un importante terminal per la ricezione

Dettagli

LE SCALE: TIPOLOGIE COSTRUTTIVE ED ELEMENTI PER IL PROGETTO

LE SCALE: TIPOLOGIE COSTRUTTIVE ED ELEMENTI PER IL PROGETTO LE SCALE: TIPOLOGIE COSTRUTTIVE ED ELEMENTI PER IL PROGETTO Le scale L'insieme di tutte le strutture portanti che individuano lo spazio della scala si chiama gabbia. L'insieme delle strutture portanti

Dettagli

pag. 1 Num.Ord. TARIFFA DESIGNAZIONE DEI LAVORI par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE R I P O R T O LAVORI A MISURA

pag. 1 Num.Ord. TARIFFA DESIGNAZIONE DEI LAVORI par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE R I P O R T O LAVORI A MISURA Num.Ord. DESIGNAZIONE DEI LAVORI D I M E N S I O N I Quantità pag. 1 R I P O R T O LAVORI A MISURA 1 Scavo a sezione obbligata eseguito a mano, all esterno di edifici, in 01.01.09 terre di qualsiasi natura

Dettagli

SOSTITUZIONE DELLA COPERTURA IN LASTRE ONDULATE DI ETERNIT ED ALTRE OPERE ACCESSORIE DEL CAPANNONE COMUNALE IN LOC. GALLERONE DI POMARANCE

SOSTITUZIONE DELLA COPERTURA IN LASTRE ONDULATE DI ETERNIT ED ALTRE OPERE ACCESSORIE DEL CAPANNONE COMUNALE IN LOC. GALLERONE DI POMARANCE COMUNE DI POMARANCE Provincia di Pisa SOSTITUZIONE DELLA COPERTURA IN LASTRE ONDULATE DI ETERNIT ED ALTRE OPERE ACCESSORIE DEL CAPANNONE COMUNALE IN LOC. GALLERONE DI POMARANCE ELENCO PREZZI 1) Rimozione

Dettagli

Schöck Isokorb tipo ABXT

Schöck Isokorb tipo ABXT Schöck Isokorb tipo Schöck Isokorb tipo Schöck Isokorb tipo Adatto per attici e parapetti. Trasferisce momenti, forze di taglio e forze normali. 145 Schöck Isokorb tipo Disposizione degli elementi Sezioni

Dettagli

Opere Urbanizzazione PRIMARIA - Soc. MILESI S.r.l.

Opere Urbanizzazione PRIMARIA - Soc. MILESI S.r.l. 1A OPERE URBAN. PRIMARIA AREE IN CESSIONE 1 1.5.1.1.s Demolizione parziale di strutture di fabbricati fuori terra, escluso: l'eventuale ponteggio, le operazioni necessarie per líabbassamento dei materiali

Dettagli

PARZ. Q.TA' PREZZO ( ) IMPORTO ( ) N Codice DESCRIZIONE U.M FATTORI

PARZ. Q.TA' PREZZO ( ) IMPORTO ( ) N Codice DESCRIZIONE U.M FATTORI 1 NP 01 Oneri per lo spostamento e l'accatastamento all'interno della chiesa di arredi in legno e suppellettili varie presenti sulla pavimentazione, compreso lo smontaggio degli elementi lignei del coro

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO ENAV S.p.A. ROMA ACC CIAMPINO pag. 1 COMPUTO METRICO ESTIMATIVO OGGETTO: Ristrutturazione Uffici, Piastra, Hall, Centro servizi, Foresteria e Sala Convegni - PROGETTO DEFINITIVO OPERE STRUTTURALI - STECCA

Dettagli

CHIUSURE VER VER ICALI PORTATE

CHIUSURE VER VER ICALI PORTATE CHIUSURE VERTICALI PORTATE CHIUSURE VERTICALI PORTATE Hanno funzione portante t secondaria cioè non garantiscono la sicurezza statica complessiva dell edificio ma devono assicurare la protezione e l incolumità

Dettagli

Comune di Pedara. Provincia Catania

Comune di Pedara. Provincia Catania Comune di Pedara Provincia Catania COMPUTO METRICO ESTIMATIVO OGGETTO Lavori di adeguamento del locale mensa e del locale caldaia presso la scuola materna di Piazza del popolo. ( PROGETTO ESECUTIVO) COMMITTENTE

Dettagli

MESSA IN SICUREZZA DI SOLAI

MESSA IN SICUREZZA DI SOLAI MESSA IN SICUREZZA DI SOLAI IL PROBLEMA DELLO SFONDELLAMENTO DEI SOLAI Con il termine sfondellame nto dei solai si indica la rottura e il distacco delle cartelle d intradosso delle pignatte (chiamate fondelle)

Dettagli

STIMA INCIDENZA MANODOPERA

STIMA INCIDENZA MANODOPERA Comune di ROCCABRUNA Provincia di CUNEO pag. 1 STIMA INCIDENZA MANODOPERA OGGETTO: COMMITTENTE: DECRETO 6000 CAMPANILI LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE TRAMITE PAVIMENTAZIONE ARE BORGATE COMUNALI

Dettagli

CITTÀ di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA

CITTÀ di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA CITTÀ di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA Settore Assetto e Tutela del Territorio Oggetto: Lavori di adeguamento alle norme di igiene e sicurezza e realizzazione di dotazioni impiantistiche presso il Sant

Dettagli

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI OPERE SPECIALI PREFABBRICATI (Circ. Min. 13/82) ISTRUZIONI SCRITTE (Articolo 21) Il fornitore dei prefabbricati e della ditta di montaggio, ciascuno per i settori di loro specifica competenza, sono tenuti

Dettagli

Rotolo isolante ultra-takk della SCHÜTZ

Rotolo isolante ultra-takk della SCHÜTZ Soluzioni speciali I.2.2 Rotolo isolante ultra-takk della SCHÜTZ L ultra-takk è una valida alternativa nel caso di grandi superfici sulle quali va montato un riscaldamento a pavimento. Srotolare a posare:

Dettagli

( computo metrico) N N.E.P. D E S C R I Z I O N E Quantita' Prezzo Unitario Importo RIPORTO Dismissioni - Rimozioni

( computo metrico) N N.E.P. D E S C R I Z I O N E Quantita' Prezzo Unitario Importo RIPORTO Dismissioni - Rimozioni Oggetto: LAVORI DI ADEGUAMENTO SISMICO DELLA SCUOLA PRIMARIA G. A. RANERI NELLA FRAZIONE BORGO Pag. 1 DEL COMUNE DI ITALA.- ( computo metrico) RIPORTO Dismissioni - Rimozioni 1 1 21.1.21 Scomposizione

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO 03//04 COMUNE DI FABRIANO PIAZZA DEL COMUNE - FABRIANO (AN) LAVORI - Piani di Recupero Centro Storico-Borgo - studio di fattibilità - modifiche apportate dopo incontro del 07-0-2004 00 - Sistemazione torrente

Dettagli

631-06 HUNNEBECK RASTO CAT 16-10-2006 12:29 Pagina 8

631-06 HUNNEBECK RASTO CAT 16-10-2006 12:29 Pagina 8 631-06 HUNNEBECK RASTO CAT 16-10-2006 12:29 Pagina 8 Le fotografie pubblicate si riferiscono a immagini istantanee di situazioni reali in cantiere che non sono da considerare come esempi di impiego. I

Dettagli

Parapetti provvisori quali sistemi collettivi di protezione dei bordi

Parapetti provvisori quali sistemi collettivi di protezione dei bordi Martedì 22 luglio2014, dalle ore 15.00 alle ore 17.00 presso la sede CPT, Viale Milano 56/60 Lodi Parapetti provvisori quali sistemi collettivi di protezione dei bordi ing. Massimiliano Colletta I LAVORI

Dettagli

Normative La Normativa e conformità dei prodotti SVELT

Normative La Normativa e conformità dei prodotti SVELT Normative La Normativa e conformità dei prodotti SVELT Le scale di dicurezza con gabbia SVELT sono costruite e progettate secondo le disposizioni della NORMA ITALIANA: Decreto Legislativo n.81 del 9/4/2008

Dettagli

STRUTTURE DI ELEVAZIONE e SOLAI

STRUTTURE DI ELEVAZIONE e SOLAI STRUTTURE DI ELEVAZIONE e SOLAI DESCRIZIONE Il sistema costruttivo degli edifici che si articolano su due piani si basa generalmente su uno schema di tipo ricorrente: - il piano seminterrato o piano terra,

Dettagli

Dissesti statici nel consolidamento delle opere d'arte danneggiate. Giorgio Monti Università La Sapienza di Roma

Dissesti statici nel consolidamento delle opere d'arte danneggiate. Giorgio Monti Università La Sapienza di Roma Dissesti statici nel consolidamento delle opere d'arte danneggiate Giorgio Monti Università La Sapienza di Roma 1 Contenuti Metodologia di progettazione Valutazione della resistenza attuale (Capacità)

Dettagli

VETROMATTONE ONDULATO CHIARO TERMINALE CURVO

VETROMATTONE ONDULATO CHIARO TERMINALE CURVO INDICE 1. Anagrafica 2. Caratteristiche Tecniche 3. Certificazioni 4. Utilizzo 5. Posa in Opera 5.A. Fase preliminare 5.B. Fase di installazione 5.C. Fase di finitura 6. Disegni 7. Voce di capitolato 1/5

Dettagli

RELAZIONE TECNICA OGGETTO: PROGETTO: 1057. timbro e firma

RELAZIONE TECNICA OGGETTO: PROGETTO: 1057. timbro e firma RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Ristrutturazione edilizia maggiore del 25% della superficie disperdente dell edificio scolastico, scuole medie, sito in Via Donizetti 9, 24020, Torre Boldone (BG). PROGETTO:

Dettagli

PESA A PONTE IN CEMENTO PRECOMPRESSO

PESA A PONTE IN CEMENTO PRECOMPRESSO PESA A PONTE IN CEMENTO PRECOMPRESSO SLIMCAP - CWB MODULARITA E COMPONIBILITA ROBUSTEZZA STRUTTURALE FLESSIBILITA ED ELASTICITA RESISTENZA AGLI AGENTI AGGRESSIVI TRASPORTI CONVENZIONALI PROFONDITA BUCA

Dettagli

AMIANTO-SCHEDA INFORMATIVA 2 Testi di posizioni per offerte complementari

AMIANTO-SCHEDA INFORMATIVA 2 Testi di posizioni per offerte complementari Scheda informativa AMIANTO-SCHEDA INFORMATIVA 2 Testi di posizioni per offerte complementari Le offerte complementari possono essere presentate se gli accertamenti effettuati secondo la procedura operativa

Dettagli

INTERVENTI DI MIGLIORAMENTO SISMICO FASE 3 - DELLA SCUOLA SECONDARIA I "DANTE ALIGHIERI"DI COLOGNA VENETA

INTERVENTI DI MIGLIORAMENTO SISMICO FASE 3 - DELLA SCUOLA SECONDARIA I DANTE ALIGHIERIDI COLOGNA VENETA RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI INTERVENTI Pag. 1 di 13 SOMMARIO 1 DESCRIZIONE DELL EDIFICIO... 2 2 DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI... 7 2.1 INTERVENTI ESEGUITI IN FASE 1... 7 2.2 INTERVENTI ESEGUITI IN FASE

Dettagli

Il materiale BASE FOAMGLAS PERISAVE e FOAMGLAS FLOOR BOARD

Il materiale BASE FOAMGLAS PERISAVE e FOAMGLAS FLOOR BOARD Il materiale BASE FOAMGLAS PERISAVE e FOAMGLAS FLOOR BOARD L elemento combinabile per l isolamento termico e casseratura nei basamenti isolati FOAMGLAS Il risparmio: ELIMINA la cassaforma www.foamglas.it

Dettagli

Il sistema per vespai ventilati da 70 a 250 cm. www.geoplast.it

Il sistema per vespai ventilati da 70 a 250 cm. www.geoplast.it Il sistema per vespai ventilati da 7 a 25 cm www.geoplast.it NUOVO ELEVETOR Il sistema per vespai ventilati da 7 a 25 cm NUOVO ELEVETOR è un sistema combinato di casseri con altezza 15 cm e basi di supporto

Dettagli

Il Progetto unisol CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SOLAIO unisol

Il Progetto unisol CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SOLAIO unisol Il Progetto unisol CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SOLAIO unisol Gianfranco Righetti ASSOUNISOL, VERONA 1 - unisol : caratteristiche e prestazioni 1.1 - Caratteristiche generali Il solaio unisol è formato

Dettagli

Meccanismi di collasso per effetto di solai di copertura spingenti V. Bacco

Meccanismi di collasso per effetto di solai di copertura spingenti V. Bacco Meccanismi di collasso per effetto di solai di copertura spingenti V. Bacco L evento sismico che ha colpito la città de L Aquila ha messo in evidenza le debolezze dei diversi sistemi costruttivi, soprattutto

Dettagli

manuale di utilizzo e manutenzione

manuale di utilizzo e manutenzione Dispositivo classe A2 su tetti inclinati manuale di utilizzo e manutenzione CONFORME ALLA NORMA UNI EN 795-2005 CLASSE A2 Dispositivo classe A2 su tetti inclinati Indice 1. NOTE GENERALI DI SICUREZZA pag.

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO: Operaio Edile Polivalente

PROGRAMMA FORMATIVO: Operaio Edile Polivalente PROGRAMMA FORMATIVO: Operaio Edile Polivalente Settore merceologico di riferimento Profili formativi di riferimento Edilizia Industria Addetto alle strutture: tutte le Figure Professionali previste; Addetto

Dettagli

Edifici in c.a. esistenti Metodi di adeguamento tradizionali

Edifici in c.a. esistenti Metodi di adeguamento tradizionali Corso di Riabilitazione Strutturale POTENZA, a.a. 2011 2012 Edifici in c.a. esistenti Metodi di adeguamento tradizionali Dott. Marco VONA DiSGG, Università di Basilicata marco.vona@unibas.it http://www.unibas.it/utenti/vona/

Dettagli

Cassaforma ad elementi per solai Dokadek 30. Il sistema manuale senza travi che si monta e si smonta velocemente.

Cassaforma ad elementi per solai Dokadek 30. Il sistema manuale senza travi che si monta e si smonta velocemente. www.doka.com Cassaforma ad elementi per solai. Il sistema manuale senza travi che si monta e si smonta velocemente. Cassaforma ad elementi per solai Sicuramente più veloce: con o senza testa a caduta.

Dettagli

Seculine Vario Sicurezza sul tetto

Seculine Vario Sicurezza sul tetto Seculine Vario SUL TETTO-SOLO IN SICUREZZA! Seculine Vario offre un ottima sicurezza per lavori sul tetto LA SICUREZZA SUL TETTO PIANO È NELL INTERESSE DI TUTTI - durante i lavori la sicurezza dei collaboratori

Dettagli