il sistema per cambiare

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "il sistema per cambiare"

Transcript

1 Contec AQS ambiente qualità sicurezza il sistema per cambiare febbraio 2014 Rev. 1

2 le aziende del gruppo Contec Architettura e Ingegneria opera da oltre 50 anni nei settori delle costruzioni e degli ambienti produttivi ed è stata una delle prime società di ingegneria in Italia ad adottare un Sistema Qualità certificato esteso anche ai settori sicurezza nei luoghi di lavoro ed in cantiere Contec Industry esegue studi di fattibilità tecnica-economica, ingegneria di base, esecutiva e di dettaglio, iter autorizzativi, supervisione e direzione lavori, assistenza all avviamento, settore prove e collaudi: l ampia gamma dei servizi di Contec Industry incontra ogni fase del progetto dell ingegneria di processo. 4

3 Contec AQS. Un ambizione trasformata in dovere: offrire i servizi alle imprese in grado di migliorare i sistemi di gestione e di organizzazione aziendali, verso la sostenibilità. Ambiente, Qualità, Sicurezza sono obiettivi che coincidono per un futuro migliore della persona, dell unità produttiva, dell ambiente che la circonda, della comunità a cui questa appartiene. Contec AQS Ambiente Qualità Sicurezza è nata nel 2008, dalla pluridecennale esperienza di Contec Ingegneria, come struttura dedicata a fornire servizi relativi alla sicurezza nei cantieri e nei luoghi di lavoro, alla tutela dell ambiente e ai sistemi di gestione aziendale. Le nostre persone unite da valori condivisi e da un forte impegno rivolto alla qualità, sono alla base del nostro successo. Il nostro obiettivo è di fornire servizi di eccellenza affinché le aziende clienti garantiscano al proprio personale ed alla comunità ambienti salubri, sicuri e bene organizzati e, per tale via, creare vantaggio dal punto di vista economico, ambientale e sociale. i nostri Servizi Offriamo un ampia gamma di servizi per gestire la salute e la sicurezza sul lavoro, l ambiente, la qualità e, più in generale, la sostenibilità dell azienda. Dalla valutazione dei rischi, al servizio di gestione delle attività giornaliere dell ufficio QAS, all assunzione degli incarichi di Responsabile del servizio di Prevenzione e Protezione o Responsabile Ambientale, alla formazione dei lavoratori e dei dirigenti, alla progettazione all implementazione di Modelli Organizzativi e Sistemi di Gestione integrati: tutto ciò che serve per assolvere agli obblighi di legge e semplificare la gestione aziendale. Queste attività sono svolte dal nostro staff, composto da oltre 60 professionisti specializzati che, ogni giorno, aiutano decine di aziende ed i loro responsabili. Possiamo combinare i nostri servizi in modo da incontrare le vostre esigenze, riducendo i costi e fornendovi solo ciò di cui avete realmente bisogno. Ambiente Energia Salute e sicurezza in azienda Salute e sicurezza in cantiere Salute e sicurezza eventi Sistemi di gestione Sostenibilità 5

4 il team Il team di Contec AQS si caratterizza per l esperienza, la professionalità e la creatività di più di 60 professionisti con esperienze maturate nei maggiori contesti nazionali (grandi imprese, infrastrutture strategiche) e locali. Grazie alla collaborazione con il mondo accademico siamo in grado di fornire consulenze tecnico-scientifiche e giuridiche a garanzia di un servizio costantemente aggiornato alla normativa nazionale, comunitaria ed internazionale, oltreché alla tecnologia, conoscenza e pratica disponibile. Direzione e Management Dott. Renzo Savoia Ing. Alberto Palombarini Geom. Alessandro Faccio Ing. Lorenzo Baraldo Arch. Massimiliano Gagliardi Responsabili Sviluppo Dott. Simone Albertin Dott. Dario Mazzoleni Back-office e Amministrazione Sig.ra Camilla Carraro Sig.ra Lisa Gottardo Sig.ra Valentina Fiorito area tecnica Ing. Ivano Alessio Dott. Andrea Baggio Sig. Terry Bano Arch. Giovanni Bauleo Dott.ssa Marta Bellin Dott. Silvano Bolzonella Dott. Davide Bonan Ing. Luca Bray Geom. Emiliano Carrera Geom. Alessandro Caschetto Dott. Francesco Cassata Ing. Giuseppina Cellino Caudo Per. Ind. Giovanni Corato Arch. Carlo Dalaidi Arch. Chiara De Antoni Arch. Filippo Frana Ing. Riccardo Furian Ing. Antonino Gargano Arch. Federico Legori Dott.ssa Susan Malacarne Arch. Roberto Mambretti Dott. Riccardo Mantovani Dott.ssa Manuela Marangoni Ing. Luca Marani Ing. Lisa Antonietta Marchetti Arch. Marco Marchiori Ing. Andrea Marchioro Dott.ssa Sara Marini Arch. Raffaella Marrocco Ing. Enrico Mirandola Arch. Giuseppe Onofrio Geom. Federico Pagani Geol. Giovanni Petrillo Ing. Margherita Pezzuolo Ing. Davide Pitozzi Dott. Geol. Michele Ponta Arch. Ramona Raffelli Geom. Cristiano Rossi Ing. Alessandro Scalzotto Ing. Sara Scansetti Ing. Angela Scapaticci Ing. Elena Targa Ing. Giovanni Tegazzini Ing. Francesca Tomasoni Ing. Angelo Trevisan Sig.ra Silvia Zancato Geom. Lorenzo Zulian 6

5 ambiente Offriamo servizi di consulenza in materia di legislazione ambientale, di ambiente esterno e monitoraggi ambientali, di ambiente interno e valutazione dei rischi ambientali. Autorevoli collaboratori di ARPA e presenti ai Tavoli Tecnici del Ministero dell Ambiente, offriamo servizi nella classificazione e gestione dei rifiuti, per le bonifiche e per il risanamento di siti contaminati. Forniamo servizi di tipo geologico negli ambiti infrastrutturali, territoriali, dell attività estrattiva e della stabilità. Progettiamo e forniamo il supporto per la gestione ambientale di impresa secondo gli standard ISO ed EMAS. Sistemi di Gestione Ambientale progettazione e implementazione di Sistemi di Gestione Ambientale (SGA) secondo la norma ISO 14001, anche integrato con i Sistemi di Gestione aziendale esistenti assunzione incarico di Responsabile del Sistema di Gestione Ambientale (RSGA) e mantenimento del Sistema audit di conformità ai requisiti della norma ISO assistenza durante le fasi di certificazione del Sistema di Gestione Ambientale da parte dell Ente Certificatore progettazione e realizzazione Sistema EMAS secondo il Regolamento 1221/2008 (EMAS III) Consulenza Ambientale Aziendale check-up ambientale dell azienda audit di conformità legale ambientale individuazione e valutazione dei rischi ambientali dell azienda consulenza in materia di legislazione ambientale e aggiornamento normativo assunzione incarico di Responsabile Ambientale (RA) verifica scadenze di legge (es. MUD, SISTRI, ecc.) indagini sulla conformità di immobili, terreni, siti industriali alle normative vigenti e individuazione della presenza di materiali pericolosi (due diligence ambientale) pratiche per l ottenimento dell Autorizzazione Integrata Ambientale ed Autorizzazione Unica Ambientale (AIA AUA) formazione in materia ambientale (rifiuti, scarichi, sostanze pericolose, emissioni, ecc.) Consulenza Ambientale Cantieri check-up ambientale del cantiere audit di conformità legale ambientale individuazione e valutazione dei rischi ambientali del cantiere consulenza in materia di legislazione ambientale e aggiornamento normativo assunzione incarico di Responsabile Ambientale (RA) assunzione incarico di Ispettore ambientale (IA) supporto alla Direzione Lavori, studio di varianti, redazione e revisione di Capitolati Tecnici formazione in materia ambientale (rifiuti, scarichi, sostanze pericolose, emissioni, ecc.) 7

6 8 Gestione dei rifiuti e dei materiali classificazione dei rifiuti analisi chimico-fisiche in collaborazione con laboratori accreditati relazioni tecniche e verifiche sul rispetto della normativa ambientale compilazione MUD iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali per il trasporto dei rifiuti propri prodotti da terzi e/o altre categorie da 1 a 10 iscrizioni al SISTRI e relativa formazione con aggiornamento di sistema definizione delle procedure di gestione dei rifiuti in azienda e in cantiere definizione dei protocolli di gestione dei sottoprodotti e dei rifiuti redazione piani di gestione materie prime secondarie (MPS) redazione piani di gestione e/o rimozione rifiuti formazione degli addetti alla gestione dei rifiuti in azienda progettazione impianti di recupero/smaltimento rifiuti implementazione documentazione al fine dell ottenimento dell autorizzazione al recupero/smaltimento rifiuti Amianto analisi ed indagini qualitative/quantitative sulla presenza di amianto nei manufatti, nei materiali ed in genere nelle strutture ad uso pubblico e privato, commerciale e residenziale progettazione Piani di bonifica e risanamento di materiali contenenti amianto (MCA) assistenza ad Enti e privati nell individuazione della migliore tecnica di bonifica studi e progettazioni di nuovi sistemi di Bonifica e messa in sicurezza (BAT) formazione ed informazione in tema di gestione e bonifica di siti contaminati da amianto Terre e rocce da scavo redazione piani di gestione e riutilizzo dei materiali di scavo presentazione pratiche e gestione rapporti con ARPA, Regioni, Provincie e Comuni Cave progettazione di siti estrattivi e relativa impiantistica relazioni periodiche di attività estrattiva, ottimizzazione e miglioramento della coltivazione valutazione delle condizioni di sicurezza dei fronti di scavo gestione rifiuti di estrazione (D.G.R.V. n 761/2012 e DM 117/2008) implementazione documentazione ai fini dell ottenimento dell autorizzazione alla coltivazione della cava analisi di stabilità dei versanti progettazione di opere di sostegno e contenimento valutazione caduta massi progettazione di interventi di consolidamento progettazione di interventi di drenaggio e sistemazione censimento informatizzato di dissesto idrogeologico Bonifica siti contaminati individuazione delle responsabilità dei diversi soggetti coinvolti procedure tecniche ed amministrative (comunicazioni, certificazioni, autorizzazioni, nulla osta, scelta del sistema di trattamento, valutazione costi-efficacia) assistenza al campionamento, alle analisi di laboratori accreditati, interpretazione dei risultati predisposizione Piani di Caratterizzazione predisposizione Piani di Monitoraggio assistenza clienti in occasione di conferenze di servizi ovvero di osservatori ambientali collaudi ed assistenza in fase di chiusura dell attività di bonifica

7 Rumore rilievi fonometrici con tecnici competenti in acustica in ambienti esterni o interni valutazioni di impatto acustico supporto tecnico per la richiesta delle deroghe sui limiti studi acustici sugli edifici con software dedicati implementazione piani di risanamento acustico per le amministrazioni comunali Emissioni in atmosfera gestione pratiche per l ottenimento dell autorizzazione alle emissioni in atmosfera in ambito regionale e provinciale gestione dei campionamenti a camino in siti ove vige l obbligo relazione con gli Enti preposti alla sorveglianza sulle emissioni e sulla rispondenza alle prescrizioni di legge progettazione e modifica di sistemi di abbattimento fumi consulenza in materia di emissioni in atm formazione in materia di emissioni in atm Sostanze pericolose consulenza ADR (sicurezza nel trasporto di merci e rifiuti pericolosi) con servizio curato da personale qualificato dal Dipartimento Trasporti Terrestri della MCTC definizione delle procedure per la gestione delle sostanze pericolose e delle relative emergenze ambientali, sia durante il trasporto che durante le attività di stoccaggio Scarichi pratiche autorizzative per province e comuni campionamenti, analisi-chimico fisiche delle acque tramite laboratori accreditati, con interpretazione dei risultati tenuta sotto controllo delle scadenze normative Progettazione Ingegneria programmazione e gestione indagini geologiche rilievi geologici areali, cartografia geologica informatizzata valutazioni di Impatto Ambientale (Screening e Scooping) Studi di Assoggettabilità alla Valutazione di Impatto Ambientale(Screening preliminare) piani di gestione delle terre manuali di gestione Ambientale dei cantieri redazione di Piani di Coordinamento e di Assetto, compatibilità geologica cartografia territoriale tematica per la programmazione o per scopi industriali valutazione di Compatibilità Idraulica, piani di Protezione Civile 9

8 energia Eseguiamo analisi energetiche approfondite attraverso sopralluoghi e misurazioni in azienda ed una accurata analisi documentale: questo è il primo passo per la valutazione dei possibili risparmi di qualsiasi azienda. La situazione energetica viene analizzata criticamente per individuare interventi migliorativi per la riduzione dei consumi e quindi dei costi. Realizziamo progetti di efficienza energetica con i quali perseguire un utilizzo corretto ed ottimale delle risorse energetiche acquistate. Offriamo servizi per l implementazione delle migliori pratiche di gestione razionale dell energia ISO Sistema di Gestione dell energia Progettazione e realizzazione Energy Management System (EnMS)- ISO Assunzione ruolo di Responsabile Sistema di Gestione dell Energia (RGEn) Assunzione ruolo di Energy Manager (EM) Audit energetici Flash Audit Feasability Audit Operational Audit Audit tecnici-tecnologici 10

9 salute e sicurezza in azienda Supportiamo i datori di lavoro di decine di aziende fungendo da consulente del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) aziendale o assumendo direttamente l incarico di RSPP esterno per aziende dei settori manifatturiero, facilities, pubblica amministrazione, logistica, commercio, ristorazione commerciale e collettiva ed altri ancora. Valutare i rischi, gestire o supportare il servizio di prevenzione e protezione, assicurare l assistenza sanitaria, provvedere agli aggiornamenti formativi del personale, realizzare il Documento Unico di Valutazione dei Rischi (DUVRI), garantire una tempestiva ed efficace consulenza tecnica in occasione delle visite ispettive degli organi di controllo, sono solo alcune delle attività che richiedono competenze specialistiche in una materia legislativa molto complessa (D.Lgs 81/2008). Il nostro staff è composto da tecnici con esperienza in tutti i settori e competenti nelle diverse discipline: esperti di prevenzione incendi, in vibrazioni e rumore, nella movimentazione manuale dei carichi, protezione da agenti chimici e cancerogeni mutageni, protezione da agenti biologici, protezione da atmosfere esplosive, rischio elettrico, rischio correlato all uso delle macchine ed attrezzature. E questo che ci consente di rispondere con tempestività ad ogni necessità aziendale: progettazione e realizzazione di Sistema di Gestione per la Salute e la Sicurezza check up e valutazione del rispetto della normativa, segnalazione delle non conformità presenti e delle azioni che devono essere intraprese affinchè le stesse siano eliminate e risolte (CheckUp) piani per la gestione delle Emergenze (PGE) valutazione dei rischi e redazione del documento di valutazione dei rischi (DVR) progetti antincendio, assistenza per l ottenimento del Certificato di Prevenzione Incendi (CPI) assunzione del ruolo di Responsabile esterno del servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) assunzione del ruolo di Addetto al Servizio di Prevenzione e Protezione (ASPP) assistenza e consulenza al servizio di Prevenzione e Protezione definizione del programma di formazione dei lavoratori assistenza al Datore di Lavoro per la redazione dei Piani Operativi per la Sicurezza (POS) assistenza al Datore di lavoro nelle attività di controllo Sopralluoghi nei luoghi di lavoro (SLL) valutazione dei rischi ed assistenza ai lavori all interno degli Spazi confinati assistenza tecnica in materia di salute e sicurezza per la gestione degli eventi, compresa l organizzazione della squadra incaricata alla gestione delle emergenze antincendio e primo soccorso progettazione di processi formativi aziendali in materia di salute e sicurezza, erogazione della formazione con docenti esperti e qualificati attività di audit di alta sorveglianza su incarico degli organismi di vigilanza aziendali consulenza in materia di salute e sicurezza per attività in ambito Navale 11

10 salute e sicurezza in cantiere L esperienza pluriennale, maturata nella gestione di cantieri complessi di diversa natura (residenziale, industriale, impiantistica, infrastrutturale), garantisce a Contec AQS una gestione competente della sicurezza in cantiere, nel rispetto della normativa vigente e volta alla tutela della salute delle persone ed al rispetto dei tempi di realizzazione di un opera. Contec AQS è anche coinvolta nella realizzazione delle principali opere infrastrutturali del paese, con compiti e ruoli differenti, per i quali sono stati definiti flussi di lavoro ad hoc. In particolare, siamo in grado di operare con efficacia e metodo per i seguenti servizi assunzione del ruolo di Responsabile dei Lavori (RL) assistenza al Responsabile Unico del Procedimento (RUP) assunzione del ruolo di Coordinatore della Sicurezza in fase di Progettazione (CSP) assunzione del ruolo di Coordinatore della Sicurezza in fase di Esecuzione (CSE) assunzione del ruolo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione ateco 3 per organizzazioni che operano nel campo dell edilizia (RSPP d impresa) assunzione del ruolo di Addetto al Servizio di Prevenzione e Protezione ateco 3 per organizzazioni che operano nel campo dell edilizia (ASPP d impresa) organizzazione di tutti gli adempimenti a carico del Datore di Lavoro e delle Imprese Affidatarie (art del D.Lgs. n.81/08 e s.m.i.) redazione di Piani Operativi di Sicurezza specifici (art.89 comm. H del D.Lgs. n.81/08 e s.m.i.) redazione di Piani di Sicurezza e Coordinamento (art.91 a del D.Lgs.n.81/08 e s.m.i.) redazione di Fascicoli dell Opera (art.91 b del D.Lgs.n.81/08 e s.m.i.) redazione del Piano di Montaggio Uso e Smontaggio del ponteggio (PIMUS) progettazione ed implementazione di un sistema di gestione appalti per la cooperazione e il coordinamento fra committente e imprese (SGAPP) consulenza verso l impresa affidataria e/o esecutrice dei lavori per tutti gli adempimenti a proprio carico. 12

11 salute e sicurezza eventi Esposizioni, convegni, meeting, sfilate, concerti che duri qualche ora o che coinvolga decine o migliaia di persone, un evento richiede una mirata e puntuale gestione della sicurezza. Convention aziendali al lago di Garda, Motor Show di Bologna, le sfilate dell Alta Moda milanese sono eventi per i quali Contec AQS ha offerto servizi di gestione della sicurezza per garantire il controllo degli adempimenti normativi durante: l allestimento, la realizzazione dell evento, il disallestimento. Responsabile dei lavori Coordinatore della Sicurezza (in fase di progettazione e di esecuzione) CSP/CSE Delegato per la gestione dell appalto Servizio di Gestione delle Emergenze Servizio Primo soccorso Servizio Squadra Antincendio Servizio di Pronto intervento sanitario Ispettore ambientale Progettazione e realizzazione dell Event Sustainability Management (SMS) ISO Assunzione del ruolo di Responsabile dell Event Sustainability Management (RSMS) Assunzione del ruolo di Responsabile della Sostenibilità degli Eventi (RSE) Assunzione del ruolo di Ispettore della Sostenibilità degli Eventi (ISE) 13

12 sistemi di gestione 14 Progettiamo ed realizziamo sistemi di gestione (SG) a supporto del governo dei processi ambientali e dell energia, della sicurezza aziendale e stradale, della qualità e della sostenibilità degli eventi. Forniamo servizi di audit interni per i sistemi di gestione o per la verifica di controllo legale per organismi di Vigilanza secondo Modelli Organizzativi D.Lgs 231/01 per i controlli interni dell implementazione. ISO Sistema di Gestione Ambientale Lo standard ISO è stato progettato per affrontare il delicato equilibrio tra il mantenimento del profitto e la riduzione dell impatto ambientale. La Certificazione ISO è accettata a livello internazionale e definisce le modalità per predisporre un sistema di gestione ambientale (EMS) efficace. Le tematiche ambientali sono, sempre di più, al centro dell attenzione di tutte le organizzazioni, dai governi alle autorità di controllo, dalle associazioni datoriali ai singoli individui. La normativa italiana, con l introduzione di alcune fattispecie di reati ambientali nel D.Lgs 231/01, pone particolare attenzione ai reati di tipo ambientale, con pesanti sanzioni a carico delle persone giuridiche. ISO 9001 Sistema Gestione Qualità ISO 9001 è in assoluto la norma di riferimento per la Gestione della Qualità più conosciuta nel mondo, attualmente utilizzata da oltre organizzazioni in 161 Paesi, costituisce lo standard non solo per i Sistemi di Gestione della Qualità, ma per i sistemi di gestione in genere. Facilita il successo di qualsiasi tipo di organizzazione aumentando la soddisfazione dei clienti e la motivazione dello staff e favorendo il continuo miglioramento. Questo avviene migliorando il proprio modo di operare, nella gestione più efficace dei rischi e nell aumento della soddisfazione dei clienti. OHSAS Sistema di Gestione della Salute e Sicurezza sul lavoro Lo standard BS OHSAS fornisce all organizzazione un approccio strutturato alla pianificazione, implementazione e gestione di un sistema di gestione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro. Rappresenta il modello che consente a un organizzazione di identificare e tenere costantemente sotto controllo i rischi riguardanti la Salute e la Sicurezza (OH&S), ridurre l esposizione ad incidenti, contribuire a raggiungere la conformità alla legislazione vigente e migliorare in modo continuativo le proprie performance. ISO TS La specifica tecnica ISO/TS 16949:2009 è stata sviluppata nel settore dall International Automotive Task Force (IATF), per incoraggiare il miglioramento sia della catena di fornitura che del processo di certificazione. Di fatto, per la maggior parte dei principali produttori di veicoli, la certificazione a fronte di questa specifica tecnica costituisce un requisito obbligatorio per rimanere sul mercato. Il settore automobilistico richiede i massimi livelli di qualità, produttività e competitività per i propri prodotti, oltre al loro continuo miglioramento. Per raggiungere questo obiettivo, molti produttori di veicoli insistono con i propri fornitori affinché si attengano alle severe specifiche tecniche delineate nello standard di gestione della qualità per i fornitori del settore automobilistico ISO/TS 16949:2009. ISO Sistemi di Gestione dell Energia L ISO è il nuovo standard internazionale per la gestione dell energia in azienda e permette di controllare efficacemente, mediante KPI energetici (indicatori chiave di performance), tutti gli usi energetici significativi per ridurre i consumi energetici mediante l incremento della performance energetica.

13 ISO Gestione della Sostenibilità degli Eventi L ISO è lo standard internazionale che permette di migliorare la sostenibilità degli eventi. Un sistema di gestione della sostenibilità ISO aiuta l organizzazione a stabilire e raggiungere traguardi realistici oltre che a usare politiche e procedure per attuare la pratica migliore. La scelta dei luoghi, le procedure operative, la gestione della logistica, le comunicazioni, i trasporti e tutti gli aspetti collegati all organizzazione degli eventi potranno essere realizzati secondo le tre variabili della sostenibilità: ambientale, economica e sociale. ISO Garantire la continuità operativa in caso di interruzioni, siano esse dovute a guasti gravi o inconvenienti minori, è un requisito fondamentale per qualsiasi organizzazione. La ISO 22301, la prima norma al mondo per la gestione della business continuity (BCM), è stata sviluppata per aiutare le organizzazioni a ridurre al minimo il rischio di simili interruzioni. Aiutandovi a mettere in atto gli elementi fondamentali di un sistema di gestione per la continuità operativa, l implementazione dell ISO consente di mantenere la continuità del business anche nelle circostanze più problematiche e impreviste, salvaguardando il personale e la reputazione dell azienda e permettendo di continuare a produrre e a vendere. ISO Sistemi di gestione per la sicurezza stradale La norma ISO 39001:2012 è una norma tecnica che permette di sviluppare un Sistema di Gestione della Sicurezza Stradale. E basata sulla convinzione che la sicurezza delle strade è un obiettivo condiviso di ogni ente e organizzazione coinvolti in materia di traffico stradale. Modelli organizzativi D.Lgs 231/01 Il D.Lgs 231/2001 ha introdotto il principio della responsabilità delle società e di altri enti per specifiche tipologie di reato (tra cui quelli legati alla sicurezza del lavoro o reati ambientali) commesse dai propri amministratori e dipendenti. La responsabilità della società scatta quando uno dei reati sia commesso nell interesse o a vantaggio della stessa da: persone che rivestono funzioni di rappresentanza, amministrazione o di direzione della società o di una sua unità organizzativa dotata di autonomia finanziaria e funzionale, nonché da persone che esercitano, anche di fatto, la gestione ed il controllo della società persone sottoposte alla direzione o alla vigilanza di uno dei soggetti indicati al punto precedente. L ente potrà andare esente da responsabilità ove provi: a) di avere adottato ed efficacemente attuato modelli di organizzazione e di gestione idonei a prevenire reati della specie di quello verificatosi b) di avere affidato il compito di vigilare sul funzionamento e sull osservanza dei modelli, curandone anche l aggiornamento, ad un organismo dell ente dotato di autonomi poteri d iniziativa e di controllo c) che il reato è stato realizzato attraverso l elusione fraudolenta dei modelli, senza che vi sia stata violazione degli obblighi incombenti sull organo di vigilanza (v. art. 6, comma 1, del D.Lgs n.231/2001). L ente non risponde se il modello è ritenuto adeguato, ciò significa far riferimento ad una nozione sostanziale di modello di controllo (non struttura formale, ma effettivamente operante). Il modello di prevenzione è riconducibile alla più ampia nozione di sistema di controllo interno (finalizzato al raggiungimento degli obiettivi aziendali). 15

14 sostenibilità Forniamo servizi per aiutare a perseguire obiettivi di sostenibilità: sostenibilità ambientale, sostenibilità sociale e sostenibilità economica. Trovare l equilibrio fra il soddisfacimento delle esigenze presenti senza compromettere la possibilità delle future generazioni di sopperire alle proprie è obiettivo primario dell era post-industriale in cui operiamo. Servizi per la sostenibilità ambientale ISO ISO ISO Servizi per la sostenibilità sociale Salute e Sicurezza aziendale e di cantiere Salute e Sicurezza eventi OHSAS ISO Sistema di gestione della Sicurezza Stradale Servizi per la sostenibilità economica ISO 9001 Sistemi di Gestione della Qualità Controllo Qualità ISO Continuità Operativa Sistemi di gestione integrati PAS99 16

15 formazione Contec AQS è C.F.A. Centro di Formazione Aifos, struttura formativa di diretta ed esclusiva emanazione dell AIFOS cui sono stati demandati tutti i compiti amministrativi, organizzativi e di supporto alla didattica ed allo sviluppo del corso (Accordo Stato Regioni del 6 ottobre 2006). AIFOS, aderente a CNAI, operante su tutto il territorio nazionale, è soggetto ope legis (art. 32, comma 4 del D.Lgs. 9 Aprile 2008, n.81 e Accordo Stato Regioni del 26/01/2006) per la realizzazione dei corsi di formazione che ne rilascia gli Attestati Aifos partecipa all Ente Nazionale Bilaterale delle Organizzazioni Autonome (E.N.B.O.A.) Promosso dal CNAI e da FISMIC. E presente nei consigli di amministrazione degli Enti Regionali Bilaterali delle organizzazioni Autonome (E.R.B.O.A.) in quota datori di lavoro. L AIFOS, Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul lavoro, è una associazione sindacale datoriale e professionale costituita in base all art. 39 della Costituzione che rappresenta aziende e singoli formatori che hanno tra gli scopi quello della formazione. L Associazione, rappresentativa a livello nazionale, associa aziende, private e pubbliche, di servizi e di consulenza, aziende e studi professionali che operano nel settore dei lavori edili e dell ingegneria civile, aziende che impiegano nei rispettivi settori l uso di macchine e attrezzature nonché aziende che operano nel settore della sanità pubblica e privata. AIFOS quale associazione di categoria nazionale aderisce a Confcommercio-Imprese per l Italia ed è riconosciuta dal Ministero dello Sviluppo Economico quale associazione professionale che rilascia attestato di qualità ai propri iscritti. La mission è focalizzata sulla formazione della salute e della sicurezza sul lavoro rivolta sia ai lavoratori presenti in tutti gli ambienti di lavoro, sia ai formatori, intesi nel loro complesso quali progettisti ed organizzatori, responsabili di centri e servizi, tutor e docenti, aziende organizzatrici e di promozione, affinché il proprio lavoro sia sempre più di qualità, capacità e responsabilità. Contec AQS accreditata AIFOS Il Consiglio Direttivo di AIFOS ha dato esito positivo alla richiesta di convenzione di Contec AQS, riconoscendoci a pieno titolo come CFA Centro di Formazione AIFOS, diventando a tutti gli effetti società abilitata allo svolgimento ed erogazione di corsi di formazione nel settore della sicurezza sul lavoro in base a quanto previsto dal D.Lgs. 81/08 e s.m.i. e normativa correlata. 17

16 Contec AQS è certificata BSI/ISO 9001 Contec AQS S.r.l. Via Albere, Verona T F Via Prima Strada, Padova T F follow us on 20

http://www.tassisto.it/

http://www.tassisto.it/ F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TASSISTO FRANCESCO Indirizzo VIA MARTIRI DELLA LIBERAZIONE, 80/2A 16043 CHIAVARI Telefono 0185325331 Cellulare

Dettagli

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Corso di laurea in Ingegneria Edile CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Anno Accademico 2011/2012 Definire: Obbiettivi della lezione Rischi Interferenziali - DUVRI e PSC Rischi Propri - POS Conoscere gli aspetti

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

GRUPPO. Sicurezza per scelta

GRUPPO. Sicurezza per scelta Ge.Ma. Sicurezza per scelta Ge. Ma. la Qualità e la Sicurezza sono valori che costruiamo insieme a te GE.MA. company profile UN OCCHIO APERTO SUL FUTURO UNA REALTÀ DINAMICA, UN MODELLO EVOLUTO DI CONSULENZA

Dettagli

VERBALE DI VERIFICA DEL P.O.S. E RELATIVE DOCUMENTAZIONI

VERBALE DI VERIFICA DEL P.O.S. E RELATIVE DOCUMENTAZIONI Contratto d Appalto : Impresa Affidataria : Importo Lavori : di cui Oneri per la Sicurezza : VERBALE DI VERIFICA DEL P.O.S. E RELATIVE DOCUMENTAZIONI Responsabile dei Lavori : Coordinatore Sicurezza in

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO In base all art. 256 del D. Lgs. 81/2008, così come modificato dal D. Lgs. 106/2009, i

Dettagli

CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI. TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Arezzo, 06 maggio 2011

CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI. TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Arezzo, 06 maggio 2011 CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i Arezzo, 06 maggio 2011 Dott. DAVIDDI Paolo STOLZUOLI Stefania Tecnici di Prevenzione Dipartimento della Prevenzione Azienda USL 8 - Arezzo

Dettagli

Cagliari, 22 luglio 2010

Cagliari, 22 luglio 2010 Cagliari, 22 luglio 2010 L azione dell Ance L Associazione Nazionale Costruttori Edili si è da sempre posta l obiettivo di supportare le imprese associate nella adozione di strumentazione organizzativa

Dettagli

- PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

- PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO - PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO G.1. I reati di cui all art. 25 septies del D.Lgs. n. 231/2001 La Legge 3 agosto 2007, n. 123, ha introdotto l art. 25 septies del

Dettagli

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio 5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio Pag. 1 di 36 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO ai sensi degli artt. 17, 28 e 29 del D.lgs 81/08

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT

SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT ARPAT: cos è ARPAT, l Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana, è attiva dal 1996. Attraverso una rete di Dipartimenti provinciali presenti sul territorio

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Il RIF è un marchio che l impresa potrà apporre nella sua carta intestata e nelle sue comunicazioni.

Il RIF è un marchio che l impresa potrà apporre nella sua carta intestata e nelle sue comunicazioni. 1. RIF: che cos è Il RIF (Registro dell Impresa Formativa) è lo strumento, approvato dal FORMEDIL e dalla CNCPT, collegato al sito della Banca dati formazione costruzioni (BDFC) del Formedil nel quale

Dettagli

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56 Cosa devo fare per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro se assumo il primo dipendente/collaboratore? Come datore di lavoro devo: 1. valutare i rischi a cui andrà incontro questa persona compiendo il

Dettagli

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili RICHIAMO AL TESTO UNICO PER LA SICUREZZA D.lgs.vo 9 aprile 2008 n 81 Dott. Ing Luigi ABATE DPR N NN 37 3712 12 gennaio 1998 regolamento

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N.

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. 81/2008 Il Consiglio di Amministrazione della Società ha approvato le

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

ICUREZZA SUL LAVORO E CONDOMINIO

ICUREZZA SUL LAVORO E CONDOMINIO professione sicurezza ICUREZZA SUL LAVORO E CONDOMINIO 2 Le norme applicabili sono previste nel Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro (Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81) Sicurezza sul lavoro

Dettagli

POS: Piano Operativo di Sicurezza. D.Lgs 81/08 art. 96 c.1. Contenuti minimi del POS in presenza di rischi elettrici

POS: Piano Operativo di Sicurezza. D.Lgs 81/08 art. 96 c.1. Contenuti minimi del POS in presenza di rischi elettrici Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Mantova D.Lgs 81/08 art. 96 c.1 Contenuti minimi del POS in presenza di rischi elettrici Azienda Sanitaria

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI Pag. 1/6 SETTORI DI INTERESSE LAVORI SERVIZI Elettrici Impianti fotovoltaici Idraulici Edili Stradali Pulizie Tappezzerie Tinteggiatura e verniciatura Carpenteria metallica FORNITURE Cavi elettrici bt

Dettagli

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO 2015 FORMAZIONE HSE - HEALTH SAFETY ENVIRONMENT Salute e Sicurezza RLS - Formazione Base S.S.1 32 RLSA S.S.2 64 RLS - Aggiornamento S.S.3

Dettagli

AMIANTO PIANO DI LAVORO

AMIANTO PIANO DI LAVORO AMIANTO PIANO DI LAVORO Piano di lavoro [art. 256 D. Lgs. 81/2008] I lavori di demolizione o rimozione dei materiali contenenti amianto possono essere effettuati solo da imprese iscritte all Albo nazionale

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. 81/2008) Allegato

Dettagli

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI CERTIFICAZIONE UNI CEI EN ISO/IEC 1702 Corso 1 Livello In collaborazione con l Ordine degli Ingengeri della Provincia di Rimini Associazione CONGENIA Procedure per la valutazione

Dettagli

D) ATTI DIRIGENZIALI. Giunta regionale. 64 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 44 - Giovedì 31 ottobre 2013

D) ATTI DIRIGENZIALI. Giunta regionale. 64 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 44 - Giovedì 31 ottobre 2013 64 Bollettino Ufficiale D) ATTI DIRIGENZIALI Giunta regionale D.G. Salute Circolare regionale 25 ottobre 2013 - n. 20 Indicazioni in ordine all applicazione dell accordo tra governo, regioni e province

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

REQUISITI DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI CHE ESEGUONO LAVORI CON RISCHIO DI CADUTA DALL ALTO PRESSO LE AZIENDE CERAMICHE IMPRESE

REQUISITI DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI CHE ESEGUONO LAVORI CON RISCHIO DI CADUTA DALL ALTO PRESSO LE AZIENDE CERAMICHE IMPRESE PROTOCOLLO DI INTESA PER LA PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI DA CADUTA DALL ALTO PRESSO LE INDUSTRIE CERAMICHE Allegato B REQUISITI DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI CHE ESEGUONO LAVORI CON RISCHIO DI

Dettagli

- - - - - - - - - - - - 1 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AFM S.p.A. Sede Legale in Bologna, Via del Commercio Associato n. 22/28 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

Dettagli

Gli obblighi per le imprese e per il cittadino committente

Gli obblighi per le imprese e per il cittadino committente sulla sicurezza nei cantieri Gli obblighi per le imprese e per il cittadino committente GLI ENTI BILATERALI DELLA PROVINCIA DI L AQUILA CASSA EDILE località san Vittorino - s.s. 80 km 9 n 61 l aquila tel.

Dettagli

del (in caso di più titolari, la sezione è ripetibile nell allegato SOGGETTI COINVOLTI ) DATI DELLA DITTA O SOCIETA

del (in caso di più titolari, la sezione è ripetibile nell allegato SOGGETTI COINVOLTI ) DATI DELLA DITTA O SOCIETA Al Comune di Pratica edilizia Sportello Unico Attività Produttive Sportello Unico Edilizia del Protocollo SCIA SCIA con richiesta contestuale di atti presupposti Indirizzo PEC / Posta elettronica SEGNALAZIONE

Dettagli

Leadership in Energy and Environmental Design

Leadership in Energy and Environmental Design LEED Leadership in Energy and Environmental Design LEED è lo standard di certificazione energetica e di sostenibilità degli edifici più in uso al mondo: si tratta di una serie di criteri sviluppati negli

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI Luca Menini, ARPAV Dipartimento di Vicenza via Spalato, 14-36100 VICENZA e-mail: fisica.arpav.vi@altavista.net 1. INTRODUZIONE La legge 447 del 26/10/95 Legge

Dettagli

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13 Facility management Energy services Engineering General Contracting COMPANY PROFILE Settembre 13 20834 Nova Milanese (MB) 1. Storia e mission FSI Servizi Integrati è una società di servizi giovane, di

Dettagli

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE Piazza Mazzini, 46 16038 SANTA MARGHERITA LIGURE (GE) REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI SULLE COPERTURE DELLA SCUOLA PRIMARIA A.R. SCARSELLA, DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA

Dettagli

ELENCO INDICATIVO E NON ESAUSTIVO DEGLI OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO AI SENSI DEL D.L

ELENCO INDICATIVO E NON ESAUSTIVO DEGLI OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO AI SENSI DEL D.L ELENCO INDICATIVO E NON ESAUSTIVO DEGLI OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO AI SENSI DEL D.L. 81/2008 (PER L ELENCO ESAUSTIVO CONSULTARE SEMPRE LA NORMATIVA) - Nomina Rspp Responsabile servizio prevenzione e

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

RICHIESTA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (art. 20, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380 artt. 7, d.p.r. 7 settembre 2010, n. 160)

RICHIESTA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (art. 20, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380 artt. 7, d.p.r. 7 settembre 2010, n. 160) Al Comune di Pratica edilizia Sportello Unico Attività Produttive Sportello Unico Edilizia del Protocollo Indirizzo PEC / Posta elettronica RICHIESTA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (art. 20, d.p.r. 6 giugno

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali RESPONSABILITA D IMPRESA D.lgs. 231/01 L EVOLUZIONE DEI MODELLI ORGANIZZATIVI E DI GESTIONE 27 maggio 2014 ore 14.00 Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali Ing. Gennaro

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

FPA PROGETTI. presentazione SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971

FPA PROGETTI. presentazione SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971 presentazione FPA PROGETTI SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971 1 1. DATI SOCIETÀ FPA PROGETTI SRL SEDE IN MILANO VIA PALMANOVA 24 20132 TEL.02/2360126 02/26681716

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Il sistema di gestione della sicurezza: cos è, a cosa serve, i rapporti delle norme tecniche con il D.Lgs. 81/08

Il sistema di gestione della sicurezza: cos è, a cosa serve, i rapporti delle norme tecniche con il D.Lgs. 81/08 Il sistema di gestione della sicurezza: cos è, a cosa serve, i rapporti delle norme tecniche con il D.Lgs. 81/08 Firenze 15 febbraio 2010 Pisa 1 marzo 2010 Siena 29 marzo 2010 Dott. Ing. Daniele Novelli

Dettagli

SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO SICUREZZA SUL LAVORO In-Formare è già prevenire Questo Mini-Manuale è aggiornato alle più recenti disposizioni 2014 sulla salute, l igiene e la sicurezza sul lavoro: Testo Unico, D.Lgs. 81/2008 e, in particolare,

Dettagli

PESATURA CUMULATIVA in fase previsionale OBIETTIVI di PEG 2014

PESATURA CUMULATIVA in fase previsionale OBIETTIVI di PEG 2014 PESATURA CUMULATIVA in fase previsionale di PEG 2014 AI SENSI DEL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE APPROVATO CON DGP N. 25 DEL 1/02/2011 DIRIGENTE BALOCCO PAOLO Contribuire a migliorare

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 9 APRILE 2008, N. 81

DECRETO LEGISLATIVO 9 APRILE 2008, N. 81 DECRETO LEGISLATIVO 9 APRILE 2008, N. 81 Testo coordinato con il Decreto Legislativo 3 agosto 2009, n. 106 Attuazione dell'articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE Sede legale: Via G. Cusmano, 24 90141 PALERMO C.F. e P. I.V.A.: 05841760829 Dipartimento Provveditorato e Tecnico Servizio Progettazione e Manutenzioni Via Pindemonte, 88-90129 Palermo Telefono: 091 703.3334

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

Procedure semplificate per l adozione de modelli di organizzazione e gestione (MOG) nelle piccole e medie imprese (PMI)

Procedure semplificate per l adozione de modelli di organizzazione e gestione (MOG) nelle piccole e medie imprese (PMI) Procedure semplificate per l adozione de modelli di organizzazione e gestione (MOG) nelle piccole e medie imprese (PMI) 1. PREMESSA Il d.lgs. 9 aprile 2008, n. 81 Attuazione dell articolo 1 della legge

Dettagli

ALLEGATO XV. Contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili 1. DISPOSIZIONI GENERALI

ALLEGATO XV. Contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili 1. DISPOSIZIONI GENERALI ALLEGATO XV Contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili 1.1. - Definizioni e termini di efficacia 1. DISPOSIZIONI GENERALI 1.1.1. Ai fini del presente allegato si intendono

Dettagli

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Sicurezza all IUE. All Istituto è presente la seguente struttura organizzativa in tema di sicurezza:

Sicurezza all IUE. All Istituto è presente la seguente struttura organizzativa in tema di sicurezza: Sicurezza all IUE In tema di sicurezza l Istituto, che gode dell autonomia prevista dalla Convenzione che lo istituisce e dall Accordo di Sede con l Italia, si ispira ai principi fondamentali della normativa

Dettagli

Provincia di Belluno Attività in materia energetica

Provincia di Belluno Attività in materia energetica Provincia di Belluno Attività in materia energetica - Piano Energetico Ambientale Provinciale - Contributo Energia su PAT/PATI - Progetti europei arch. Paola Agostini Servizio pianificazione e gestione

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE PERIODICA DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI (ai sensi dell'art. 35 del D.Lgs 81/08).

VERBALE DELLA RIUNIONE PERIODICA DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI (ai sensi dell'art. 35 del D.Lgs 81/08). VERBALE DELLA RIUNIONE PERIODICA DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI (ai sensi dell'art. 35 del D.Lgs 81/08). Il giorno del mese di dell'anno duemila il sottoscritto titolare/legale rappresentante della

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI QUESITI RICORRENTI E RISPOSTE DI ESPERTI QUALIFICATI

SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI QUESITI RICORRENTI E RISPOSTE DI ESPERTI QUALIFICATI SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI NOVITA INTRODOTTE DALL' UNICO TESTO NORMATIVO SULLA SICUREZZA SUL LAVORO (D.Lgs. 81/08) QUESITI RICORRENTI E RISPOSTE DI ESPERTI QUALIFICATI I quesiti sul Decreto 81/08: sugli

Dettagli

Decreto del Commissario Straordinario

Decreto del Commissario Straordinario Decreto del Commissario Straordinario N. 8 del Reg. Data 30/07/2014 OGGETTO: PROGETTO ESECUTIVO PER INTERVENTI DI PREVENZIONE ANTICENDIO NELLA FORESTA DEMANIALE REGIONALE DEL MONTE CARPEGNA - PSR MARCHE

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

LA NUOVA PREVENZIONE INCENDI DM 07.08.2013. Siena, 10 maggio 2013

LA NUOVA PREVENZIONE INCENDI DM 07.08.2013. Siena, 10 maggio 2013 Ministero dell Interno Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile Comando Provinciale Vigili del fuoco SIENA "Noctu et Die Vigilantes" LA NUOVA PREVENZIONE INCENDI DM

Dettagli

N. 68/11 del 19 ottobre 2011

N. 68/11 del 19 ottobre 2011 COPIA EDUCATORIO DELLA PROVVIDENZA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE OGGETTO: N. 68/11 del 19 ottobre 2011 ADEGU DEGUAMENTO ALLA NORMATIVA A DI PREVENZIONE INCENDI ENDI: : IMPIANTO

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

La nuova prevenzione incendi l'evoluzione del CPI

La nuova prevenzione incendi l'evoluzione del CPI 02/02/12 1 La nuova prevenzione incendi l'evoluzione del CPI Ing. Emanuele Gissi, PhD Direttore, vice dirigente Comando Vigili del Fuoco, Genova emanuele.gissi@vigilfuoco.it 02/02/12 2 Agenda La nuova

Dettagli

Chi è il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza RLS

Chi è il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza RLS Chi è il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza RLS Definizione di RLS (Art 2, comma 1, lettera i) del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81) persona eletta o designata per rappresentare i lavoratori per

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

MONITORARE IL TERRITORIO CON SISTEMI RADAR SATELLITARI

MONITORARE IL TERRITORIO CON SISTEMI RADAR SATELLITARI MONITORARE IL TERRITORIO CON SISTEMI RADAR SATELLITARI Dalla tecnica PSInSAR al nuovo algoritmo SqueeSAR : Principi, approfondimenti e applicazioni 30 Novembre - 1 Dicembre 2010 Milano Il corso è accreditato

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti INFORMAZIONI PERSONALI Paolo Degl Innocenti POSIZIONE RICOPERTA Responsabile di U.O. Agenzia del Demanio ESPERIENZA PROFESSIONALE Dal 1/7/2012 7/2006-6/2012 11/2005-7/2006 4/2004-10/2005 Responsabile Servizi

Dettagli

INCENTIVI PER ATTIVITA DI PROGETTAZIONE E DI PIANIFICAZIONE

INCENTIVI PER ATTIVITA DI PROGETTAZIONE E DI PIANIFICAZIONE II Commissario delegato per la ricostruzione - Presidente della Regione Abruzzo STRUTTURA TECNICA DI MISSIONE Azioni di supporto ai Comuni colpiti dal sisma del 6 aprile 2009 INCENTIVI PER ATTIVITA DI

Dettagli

COSTO SERVIZI EROGATI - ANNO 2013

COSTO SERVIZI EROGATI - ANNO 2013 - ANNO 2013 TIPOLOGIA DEI A DEI (*) PERSONA LE A STAFF 1 - GIURICO ISTITUZIONALE Servizio sportello per il cittadino Organizzazione e guida alle opere d'arte presenti nelle sale della sede. Concessione

Dettagli

ACCREDIA L Ente Italiano di Accreditamento. Accreditation process for abilitation/notification: experiences and criticalities

ACCREDIA L Ente Italiano di Accreditamento. Accreditation process for abilitation/notification: experiences and criticalities ACCREDIA L Ente Italiano di Accreditamento Accreditation process for abilitation/notification: experiences and criticalities 1-32 28 giugno 2013 IL QUADRO DI RIFERIMENTO Cambiano gli scenari europei Regolamento

Dettagli

Guida alle semplificazioni. del decreto legge del Fare

Guida alle semplificazioni. del decreto legge del Fare Guida alle semplificazioni del decreto legge del Fare Approvato il decreto del Fare, si apre la fase importante e delicata dell attuazione delle nuove norme. Per questo è essenziale che cittadini e imprese

Dettagli

ATTIVITA DELLA REGIONE LIGURIA NELL AMBITO DEGLI STUDI E INDAGINI SULLA MICROZONAZIONE SISMICA

ATTIVITA DELLA REGIONE LIGURIA NELL AMBITO DEGLI STUDI E INDAGINI SULLA MICROZONAZIONE SISMICA STUDI DI MICROZONAZIONE SISMICA: TEORIA ED APPLICAZIONI AOSTA, Loc. Amérique Quart (AO), 18-19 Ottobre 2011 Assessorato OO.PP., Difesa Suolo e Edilizia Residenziale Pubblica - Servizio Geologico ATTIVITA

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Contenuti dello studio di impatto ambientale (SIA)

Contenuti dello studio di impatto ambientale (SIA) Contenuti dello studio di impatto ambientale (SIA) Ai progetti sottoposti alla procedura di impatto ambientale ai sensi degli articoli 52 e seguenti, è allegato uno studio di impatto ambientale, redatto

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

SLAM: UN PROGETTO PER LA MAPPATURA E IL MONITORAGGIO DELLE FRANE

SLAM: UN PROGETTO PER LA MAPPATURA E IL MONITORAGGIO DELLE FRANE ORDINE REGIONALE DEI GEOLOGI PUGLIA SLAM: UN PROGETTO PER LA MAPPATURA E IL MONITORAGGIO DELLE FRANE Antonio Buonavoglia & Vincenzo Barbieri Planetek Italia s.r.l. n 2/2004 pagg. 32-36 PREMESSA Il progetto

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Data inizio : 2014-01-01 Prezzo per partecipante : 400 EUR Località : Da definire

Data inizio : 2014-01-01 Prezzo per partecipante : 400 EUR Località : Da definire Data inizio : 2014-01-01 Prezzo per partecipante : 400 EUR Località : Da definire DATE, ORARI E SEDI Il corso sarà attivato al raggiungimento del numero minimo di partecipanti con date, orari e sedi DA

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli